Sei sulla pagina 1di 2

I PRONOMI COMBINATI

1* In italiano è frequente l’uso dei pronomi diretti per la 3a persona in combinazione con i pronomi indiretti:
pronomi combinati.

ESEMPI

Regalo un libro = LO regalo (LO = un libro: pronome diretto masch. sg.)


Regalo a Maria = LE regalo (LE = a Maria: pronome indiretto femm. sg.)
Regalo un libro a Maria = GLIELO regalo (GLIELO = LE + LO: pron. indiretto femm. sg. + pron. diretto masch. sg.)

Ecco la tabella completa dei pronomi combinati:

Pronomi indiretti Pronomi diretti PRONOMI COMBINATI


(a me) MI LO (masch. sg.) ME LO (LA, LI, LE)
(a te) TI LA (femm. sg.) TE LO »
(a noi) CI LI (masch. pl.) CE LO »
(a voi) VI LE (femm. pl.) VE LO »
(a lei/a Lei) LE GLIELO »
(a lui/a loro) GLI GLIELO »

NOTA ALLA TABELLA:


1) La “i” dei pronomi indiretti diventa “e” nella combinazione: me lo porti (non si dice/scrive: mi lo porti).
2) I pronomi combinati per la 3a persona singolare e plurale, maschile, femminile e formale, sono uguali.

ESEMPI

A: Claudio ha dimenticato qui gli occhiali: glieli puoi dare tu?


B: Certo, non ti preoccupare. (glieli puoi dare = puoi dare gli occhiali a Claudio)

A: È pronta la relazione?
B: Quasi: te la porto questo pomeriggio. (te la porto = porto a te la relazione)

A: Il vostro olio è buonissimo!


B: Grazie. Ce lo mandano tutti gli anni i nostri amici dalla Puglia. (ce lo mandando = mandano a noi l’olio)

Signor Rossi, appena è pronto il contratto glielo spedisco.


(glielo spedisco = spedisco a Lei il contratto)
A: Claudia e Marco sanno della festa?
B: Non ancora, glielo dico stasera. (glielo dico = dico a loro questa cosa)

2* La posizione dei pronomi combinati è la seguente:


 prima del verbo
 se c’è un infinito, può stare prima oppure alla fine, attaccato all’infinito.
ESEMPI
Dico qualcosa a Gianfranco. = Glielo dico.
Posso dire qualcosa a Gianfranco. = Glielo posso dire / Posso dirglielo.
3* Se i pronomi combinati si usano con un tempo composto, è necessaria la concordanza del participio passato
in genere e numero in base al pronome diretto (LO, LA, LI, LE).
È bene ricordare che, nei tempi composti, LO e LA si scrivono L’.

ESEMPI
Tempo composto oggetto oggetto indiretto
Ho portato una pianta a Maria. = Gliel’ho portata (non si dice: gliela ho portato)
(LA) (LE)

Avrei comprato i pantaloni a voi. = Ve li avrei comprati (non si dice: ve li avrei comprato)
(LI) (VI)

 Con un tempo composto e l’infinito, ci sono due possibilità:


ESEMPI
Aveva voluto mandare le lettere a loro. = Gliele aveva volute mandare / Aveva voluto mandargliele
Non ho potuto dire la verità a te. = Non te l’ho potuta dire / Non ho potuto dirtela

4* Anche il pronome partitivo NE si può combinare con i pronomi indiretti:


ESEMPI
Mi dia un po’ di quel pane. (NE) MI + NE = ME NE dia un po’.
Gli ho portato tre libri. (NE) GLI + NE = GLIENE ho portati tre.
Ti parlo dopo di questo progetto. (NE) TI + NE = TE NE parlo dopo.

Ecco la tabella completa:


Pronomi indiretti Partitivo PRONOMI COMBINATI
(a me) MI ME NE
(a te) TI TE NE
(a noi) CI CE NE
NE
(a voi) VI VE NE
(a lei/a Lei) LE GLIENE
(a lui/a loro) GLI GLIENE

La combinazione con NE segue le regole generali per la posizione dei pronomi e per l’uso con i tempi composti.

! NOTA BENE
 È chiaro che l’uso dei pronomi combinati è possibile solo con i verbi che ammettono sia i pronomi diretti
(o il NE) che i pronomi indiretti. Ecco alcuni esempi di tali verbi:

comprare dare
regalare mandare
spedire portare
consegnare dire
parlare spiegare
dimostrare confermare
comunicare scrivere
passare promettere

Potrebbero piacerti anche