Sei sulla pagina 1di 16

crescendo impariamo a volare!

periodico della scuola media A. Magnani - Roma anno 5 - numero 14 - giugno 2011

In questo numero:
In primo piano:
Il 2011 un anno di grande crisi soprattutto per i paesi in cui domina ancora la povert. Questi si trovano soprattutto nella parte settentrionale dell'Africa (Tunisia, Libia, Egitto) e nel Medio Oriente (Siria, Yemen, Bahrein). Sono governati da regimi autoritari, che rappresentano la causa principale delle rivolte interne in questi stati. Altre cause, scaturite da quest'ultima, sono: l'attuale crisi economica, la mancanza di democrazia nei paesi interessati, la presenza di masse di giovani che non hanno grandi prospettive lavorative, a causa sia della crisi economica che del grande divario tra pochi ricchi e una enorme massa di poveri. In questi paesi domina inoltre la corruzione, l'assenza di libert individuali, la violazione dei diritti umani e le condizioni di vita molto dure provocate molto spesso dalla povert. Le proteste sono cominciate il 17 dicembre in Tunisia, in seguito alla ribellione estrema del tunisino Mohamed Bouazizi, che si era dato fuoco cospargendosi di benzina, in seguito alla confisca del suo banco abusivo di frutta. Le proteste iniziate a dicembre 2010 rappresentano la pi

venti di libert sul Mediterraneo

Nel mondo successo


Tempeste magnetiche La verit sul 2012 Benvenuti a Rainbow Magicland Un viaggio in India Festa di primavera tra i ROM

6
8 8 9 10 11

Come si mangia in Romania La nostra scuola


Tornei e campionati dIstituto 2011 Magnani: we are the champions!

12
13 14

A tutto inchiostro

Uno scherzo ben ideato Il terrore del dentista

15 16

grande ondata di disagi sociali ed economici e stanno provocando decine di morti per i numerosi tentativi di repressioni. Si svolgono con tecniche di resistenza civile, scioperi, manifestazioni, marce e cortei, a volte anche suicidi. Queste rivolte hanno causato inoltre molti problemi economici: si aggiunto un forte calo degli investimenti esteri, mentre la necessit di beni di uso primario continua ad aumentare. Questo porta ad un forte aumento dell'immigrazione e del costo del petrolio. In Tunisia governava Zine El-Abidine Ben Ali che, in un intervento sulla tv nazionale, si impegna a lasciare il potere nel 2014 e promette che garantir la libert di stampa. Il suo discorso per non calma gli animi e le manifestazioni continuano. In serata viene dato l'annuncio che Ben Ali, dopo ventiquattro anni al potere, ha lasciato il Paese. La Libia, stato ricco di petrolio e per questo frequentemente sotto pressione, e' governata da Muammar Gheddafi che, a Bengasi, ha incitato l'esercito a sparare sulla folla. In seguito, la rivolta ha coinvolto Tripoli, capitale, dove i civili hanno dato fuoco a edifici pubblici. Il popolo contro il governo di Gheddafi perch vuole la democrazia e cacciare il dittatore... ma Gheddafi non si arrende. La vera causa della rivolta l'inflazione: l'aumento generalizzato dei prezzi ha causato malcontento nella popolazione, che non vuole pi vivere in condizioni di fame e povert. I ribelli sperano di migliorare la qualit della vita rovesciando il governo: il dittatore (ricchissimo in confronto ai cittadini) provoca rabbia tra la folla. La conseguenza pi grave che l'Italia il paese pi colpito dalle ripercussioni: molte aziende italiane lavorano in Libia, svolgendo attivit redittizie, ma ora si trovano con danni economici e lavoratori disoccupati per via delle rivolte. Anche il petrolio a buon prezzo una grave perdita per l'Italia e la crisi umanitaria le coster molto: il paese dovr farsi carico di milioni di profughi. Anche in Egitto si creato un forte squilibrio sociale tra pochi ricchissimi

(il leader-dittatore Hosni Mubarak ha 40-70 miliardi di dollari in banca!) e il popolo affamato. Le sommosse si sono diffuse in tutto lEgitto contro Mubarak: la gente ha chiesto le dimissioni del rais in piazza, ma il regime, inizialmente, non voleva mollare. Ecco com' finita la rivolta: Mubarak stato spodestato, il paese lasciato nelle mani della giunta militare, che ha formato un governo provvisorio fino a nuove elezioni e alla proclamazione di una nuova Costituzione. In Medio Oriente la situazione pi o meno la stessa. Le proteste in Siria sono un moto di contestazione simile a quelli che si svolgono nel resto del mondo arabo nello stesso periodo, e interessano numerose citt. Le proteste hanno assunto connotati violenti, sfociando in sanguinosi scontri tra polizia e manifestanti; l'obiettivo di spingere il presidente siriano Bashar al-Assad ad attuare le riforme necessarie a dare unimpronta democratica allo stato. Nello Yemen invece altre 30 persone sono morte e pi di cento sono state ferite a causa di colpi di arma da fuoco sparati contro una manifestazione di protesta contro il Presidente Ali Abdullah Saleh. I sostenitori del regime di Saleh hanno aperto il fuoco sui manifestanti appostati sui tetti intorno alla piazza, dove gli oppositori chiedevano fermamente l'uscita del presidente, da 32 anni al potere. Il Bahrein, infine, sotto la monarchia del re Hamad bin Isa Al Khalifa, che cerca il dialogo con la folla ma questo tentativo diplomatico non va a buon fine, perch i rivoltosi continuano incessantemente ad attaccare in Piazza della Perla. I diversi tentativi di rivolta da parte delle popolazioni hanno portato alla morte di milioni di civili, alcuni per sfuggire alla sottomissione sono emigrati, in particolare in Italia e Francia. L'ONU ha deciso di tagliare i fondi e di prendere le distanze da queste pericolose nazioni, per offre asilo ai rifugiati in attesa di poterli rimpatriare, grazie alle trattative politiche che si stanno svolgendo tra i vari governi.
W. Kowal, C. Malagisi , A. Terrezza, V. Valente e M. Vici - 3F

Italia-Libia, cosa c in gioco?


di Valerio Murri III A

di G. Marcucci, C. Mariani, R. Sangermano - 3 C

Limportazione di gas in Italia a rischio? La situazione critica in Libia ha costretto lEni a sospendere alcune attivit di produzione di petrolio e di gas naturale. Bisogna tenere presente che ben l11% di tutto il gas importato in Italia proviene dalla Libia. Il nostro paese pu essere svantaggiato da diversi punti di vista. Il pi importante la questione energetica. LItalia rappresenta il principale partner economico della Libia soprattutto nel settore energetico, visto che il paese nordafricano al primo posto per quanto riguarda la fornitura di petrolio e al terzo posto per la fornitura di gas naturale. Esiste anche una preoccupazione finanziaria: la Libia detiene il 7,5 % del capitale di Unicredit, una delle pi grandi banche del nostro paese. Inoltre il dubbio viene spontaneo notando la situazione globale, infatti i disordini non riguardano solamente la Libia ma anche Egitto, Tunisia e altri paesi arabi e nordafricani. Dopo questa guerra si suppone che ci siano nuovi assetti di potere per quanto riguarda il Nord Africa e il Medio Oriente: alcune nazioni che prima non avevano molta influenza potrebbero acquisirne molta, e viceversa altre popolazioni potrebbero vedere ridotta la loro potenza.

Una grande ondata rivoluzionaria ha in questi ultimi mesi investito la Libia. Tutto il popolo libico si mobilitato contro Gheddafi. Questi, pur di non cedere e dimettersi, ha ordinato all'esercito di bombardare la citt e di attaccare i ribelli (ovvero i civili) ma molti soldati si sono rifiutati di attaccare la propria gente. La rivolta andata avanti: Tripoli era ormai assediata dai ribelli e Gheddafi era sempre pi in difficolt, cos stato costretto a ritirarsi in un bunker. Quindi ha arruolato, pagando a peso d'oro per i suoi servigi, un vero e proprio esercito di mercenari stranieri che ora a Tripoli per difenderlo. Per lungo tempo Gheddafi ha avuto la meglio contro i ribelli. Nel frattempo, di fronte alle dichiarazioni ostili dei vari Paesi europei (che avevano riconosciuto il governo provvisorio) Gheddafi si inferocito e ha cominciato a dichiarare che, una volta schiacciata la rivolta col sangue, si vendicher nei confronti di quei Paesi che si sono coalizzati contro di lui. Ha aggiunto anche che interromper subito tutti i rapporti commerciali, smetter di rifornire l'Europa di petrolio e di gas naturale e che si alleer e fornir tutto l'appoggio necessario ad al-Qaeda e a vari gruppi terroristici. Dopo la vittoria della battaglia di Tripoli, i suoi mercenari con carri armati e aerei hanno cominciato l'offensiva. Giorno dopo giorno, hanno riconquistato tutte le altre citt libiche in mano ai rivoltosi. Sono giunti anche a cingere d'assedio Bengasi, l'ultima roccaforte in mano ai

ribelli. Erano cominciati i primi bombardamenti quando le Nazioni Unite, con il pretesto di difendere la popolazione civile libica, hanno approvato una risoluzione che prevedeva "l'impiego di tutti mezzi necessari, eccetto l'invio di truppe nel paese, pronti a difendere la popolazione civile libica", poich ritenevano inaccettabile e pericoloso per l'Europa e per il Nord Africa che Gheddafi ritornasse al potere. Sono cos iniziati i raid aerei della Francia e dell'Inghilterra, pronti a colpire l'artiglieria e l'esercito di Gheddafi. Sono state anche colpite le varie basi radar libiche ed stata istituita una no-fly zone sulla Libia (la no-fly zone unarea in cui vige il divieto di volo per gli aerei non autorizzati; il divieto pu essere totale o parziale, consentendo in questo modo il passaggio agli aerei civili). Gheddafi, nella sua follia, ha detto anche che attaccher ogni nave e aereo militare o civile nel Mediterraneo. evidente che non ne ha la forza. Ora il Mediterraneo pullula di navi e sottomarini italiani, francesi e inglesi. Sono arrivati anche aerei statunitensi, canadesi e di altri paesi occidentali. Oggi la situazione sembra ribaltata: i raid aerei della Nato hanno costretto le forze del governo libico a ritirarsi da una delle loro posizioni a Misurata, sebbene le truppe governative abbiano ripreso i bombardamenti recentemente sulla zona del porto utilizzando missili Grad. Le forze fedeli a Gheddafi hanno sparato razzi Grad fabbricati in Russia anche nel centro di Zintan, citt in mano ai ribelli. Un gruppo di attivisti appartenenti ad unassociazione umanitaria arrivato intanto in Libia per indagare sulle accuse di violazione dei diritti umani commesse da Gheddafi. L'Osservatorio per i diritti umani sostiene che i Grad, parola che deriva dal termine russo che significa "raffica", siano uno dei sistemi militari meno accurati e non dovrebbero mai essere utilizzati in zone abitate da civili.

PER
CAPIRNE DI PIU
Di Carlo Alberto Stefanini III A Di dittature ce ne sono state tante nella storia. E, come si sa, tutte sono finite male. Alcune presto, altre hanno resistito fino all'ultimo respiro. Molti, tra cui il sottoscritto, dicono che la storia si ripete spesso. E sembra che abbiamo ragione. Infatti ora vi una rivolta nei paesi arabi che sta portando alla caduta dei regimi dittatoriali in alcune nazioni (come in Tunisia e in Egitto) o a riforme in altre (come nello Yemen). Purtroppo, ci sono dei paesi, che aspirano alla democrazia, dove la rivolta sta diventando una carneficina (Siria) o dove si creata una vera guerra civile. Ed quest'ultimo il caso della Libia. La popolazione libica il frutto della fusione dei berberi e degli arabi. Il tasso di natalit elevato e la zona diventata meta di migrazione. La popolazione si concentra sulla costa e nelle oasi, dove vi sono le principali citt: Tripoli, la capitale, e Bengasi.

Anticamente la zona era abitata da antenati dei berberi odierni. Dopo fece parte dell'Antico Egitto e alcune sue zone furono colonizzate dai fenici e dai greci. In seguito la Libia fu conquistata dai romani, dai vandali, dai bizantini, dagli arabi e dagli ottomani, anche se tra il 1711 e il 1835 la zona fu indipendente e divenne sede di alcuni pirati. Nel 1911, a seguito della guerra italo-turca, l'Italia ottenne il controllo della Tripolitania e della Cirenaica, nella quale fece costruire varie strutture e molti italiani vi emigrarono. Nel 1943 la Libia fu occupata dalle forze alleate e nel 1947 fu divisa tra Gran Bretagna e Francia, dalle quali prese l'indipendenza nel 1951, diventando una monarchia federale. Negli anni '50 entr nella Lega Araba e nell'ONU, mentre vennero trovati i primi giacimenti di petrolio, che il governo libico non riusc a sfruttare del tutto a causa di una legge da loro emessa. Il 1 settembre 1969 un golpe port al potere il colonnello Mu'ammar Gheddafi, che nazionalizz le grandi imprese libiche. Nel 1970 espulse dal paese i cittadini italo-libici e inizi a creare delle infrastrutture. In seguito la Libia fu al centro di vari casi internazionali (come la strage di Ustica o il lancio di due missili verso Lampedusa) e dagli anni '80 fino al 2006 la Libia fu definita stato canaglia. Attualmente, come tutti voi saprete, in Libia in corso una guerra civile, iniziata il 17 febbraio a causa dell'effetto domino delle rivolte dei paesi vicini ed ora il conflitto in stallo (pareggio) tra gli insorti che hanno il controllo della Cirenaica, di Misurata e di una parte della Tripolitania, e le milizie di Gheddafi che hanno il Fezzan e la parte restante della Tripolitania, tra cui Tripoli. A differenza delle altre insurrezioni, la voglia di resistere fino all'ultimo di Gheddafi, per il bene del popolo, sta portando al paese solo migliaia di morti, e si vede che il numero di essi destinato a salire, siccome anche l'intervento di ONU e NATO non bastato a far finire il conflitto, o almeno a creare una tregua. Sul colonnello inutile dire qualcosa perch credo che tutti la pensiamo allo stesso modo. L'unica cosa su cui io inviterei a riflettere l'intervento della NATO: quest'ultimo, secondo me, , per come si svolto finora, inutile. impossibile che le marine e le aeronautiche bastino a salvare i civili o a fermare la guerra; occorre invece fare missioni umanitarie, come quella italiana, fatta a favore di un campo profughi libico in Tunisia e mandare le truppe terrestri in Libia per la sicurezza dei non-belligeranti e, se vogliamo rimanere neutrali, creare varie zone di confine gestite da ONU e NATO nei fronti dei due schieramenti, oppure partire alla conquista di Tripoli o, per ultimo, mandare delle forze speciali con un unico obiettivo: mettere a tacere in qualunque modo (anche con la cattura) il Colonnello.

di Kledio Ujka - 3B

Lo sbarco di immigrati sta diventando unemergenza per il nostro paese. Laccordo con la Libia dello scorso anno, che aveva per un po fatto cessare i viaggi sui barconi, di fatto ormai annullato. LItalia, essendo il paese pi vicino a questi stati in conflitto, deve subire molti immigrati, ci ha portato ad un disagio economico e politico: economico, perch sono arrivati in 20.000, tutti insieme causando un sovraffollamento nel Sud. Politico, perch secondo i patti internazionali avrebbero dovuto spargersi per i vari paesi; poich ci non si rispettato, si scatenato un conflitto tra i vari politici. Per parlare pi precisamente, di questi immigrati solo alcuni sono rifugiati politici. La maggior parte invece sono in Italia non perch c la guerra nei loro paesi, ma perch essendo poveri sono venuti a cercare fortuna. Queste persone sono riuscite a fuggire perch, mentre prima Gheddafi e il suo governo li avrebbero uccisi se avessero provato a scappare, ora invece non ci sono regimi e governi stabili, il popolo pu emigrare quando vuole. Di fronte a questa difficile situazione, la politica Italiana ha cercato di risolvere il problema, chiedendo allEuropa se poteva dare a queste persone un permesso provvisorio per farle circolare negli altri Stati, come la Germania e la Francia, ma ci stato negato, perch secondo loro questa emigrazione non era altrettanto grave, solo che in Italia non sono stati in grado di gestirla da soli. Per questo motivo lItalia fa rimpatriare i clandestini e lascia solo i rifugiati politici. Secondo il mio parere le decisioni italiane sono giuste, perch le persone che non vogliono costruire una vita in modo onesto e dignitoso devono tornare nel loro paese.

Le notizie che questo mese ci hanno maggiormente colpito a cura della 1C

BUON COMPLEANNO, REPUBBLICA!


Questanno la festa della Repubblica, celebrata il 2 giugno, stata molto importante per il fatto che ricorre il 150 anno dellunit dItalia. Gi dal 1 Giugno sono iniziati i festeggiamenti per le autorit e i vip; presente anche il Ministro Maroni che lo scorso anno ha disertato il ricevimento e la parata del 2 Giugno. Il Presidente Napolitano arriva alle 18 in punto, si suona linno di Mameli e il ricevimento ha inizio. Il Presidente ribadisce il principio di indivisibilit e di unit della Repubblica e la difesa dei diritti fondamentali dei cittadini. Parole confortanti per noi giovani e per il nostro futuro.

Si ordina ai Tg di limitare lo spazio dedicato al premier. Al Tg1 stata fatta una multa di 100.000 euro per linadeguata osservanza, anche perch cerano stati in passato precedenti richiami. Nel frattempo stato eletto il primo direttore donna della RAI, Lorenza Lei, che riuscita a sciogliere i nodi tra i conduttori degli approfondimenti. Lautority ordina ai Tg di riequilibrare i tempi dedicati alla maggioranza e allopposizione. Si ordina pertanto di dedicare lo stesso tempo e lo stesso diritto di parola tra i due partiti. I quattro consiglieri dellarea governativa protestano perch si sta parlando troppo di Bersani: il leader del PD aveva minacciato di salire sul tetto ed ha protestato perch il Premier era stato trasmesso in Tv troppe volte.

I rifiuti non vengono pi smaltiti a causa del blocco dellunico impianto fuori provincia di Santa Maria Capua Vetere. La spedizione dei militari a Napoli per la raccolta dei rifiuti si bloccher di nuovo perch nella discarica non c pi posto per le 3500 tonnellate di rifiuti sparsi per le strade della citt partenopea. Ma la cosa pi grave la salute dei cittadini, c il rischio di una epidemia imprevedibile. Anche disinfestazioni lasciano il tempo che trovano, perch con i rifiuti si continua a dar da mangiare a blatte, topi e gabbiani che hanno invaso la citt. Questo disastro ambientale non solo presente a Napoli, ma anche in altri paesi del mondo. Il nostro pianeta sta diventando sempre pi inquinato e sempre pi a rischio, anche il mare colpito dall inquinamento, e le persone nel mondo pur essendo al corrente della situazione ambientale non provvedono a curarlo. Le domande che noi ci facciamo sono: che fine far il nostro pianeta? Come sar il mondo tra 20 anni? Un cumulo di spazzatura? 6

Sulla valutazione non si torna indietro: Il ministro dell'istruzione Mariastella Gelmini comprende che in molte scuole ci sono molti che disapprovano la nuova riforma relativa all'introduzione del test di Inglese nella prova INVALSI, che va ad accompagnare il test di Italiano e Matematica. I genitori protestano e dichiarano di non voler portare i propri figli a scuola durante i test, poich non capiscono il motivo per cui si debbano fare le prove INVALSI. Davanti a molte scuole italiane i genitori non fanno altro che parlare della nuova riforma Gelmini e i ragazzi protestano con striscioni impedendo il regolare svolgimento delle lezioni.

11 Maggio 2011: dopo le false profezie di Raffaele Bendandi, sismologo, che aveva predetto un terremoto a Roma, gli abitanti si sono allertati e hanno preferito partire, altri invece nel dubbio hanno preferito rimanere a Roma e andare a rifugiarsi in parchi o in grandi ville per essere al sicuro. Gli scienziati hanno detto che Roma non una citt a rischio sismico e hanno detto anche che un terremoto non si pu prevedere. La profezia del terremoto di Bendandi sembra per essersi avverata in Spagna, nello stesso giorno. Coincidenza?

NellEuroflora 2011, una mostra sui fiori svolta a Genova, ci sono stati due capolavori, chiamati Pon Pon. 1 Capolavoro stato quella di una rosa di vari colori con un profumo magnifico. In questa mostra stata rappresentata la regina dei fiori Nirpun una rosa meravigliosa di un colore rossastro, con un profumo molto piacevole.

Il Milan con due partite di anticipo diventa campione dItalia; anno magico per Ibrahimovic, Pato e Cassano. Per il Milan vincere il 18 scudetto stato un grande successo. Anno magico anche per Allegri al primo anno con il Milan . I campioni alzano la coppa grazie al pareggio contro la Roma.Il calciatore sorpresa stato Kevin Prince Boateng. Udinese: grande anno per il duo di attacco Sanchez Di Natale. Di Natale con 28 goal in serie A diventa il capocannoniere. Grande ritorno in Champions League per lUdinese che far i preliminari. Grande delusione per la Lazio e la Roma. Squadra rivelazione: Napoli, che arriva terzo grazie alla punta Edison Cavani, alla seconda punta Lavezzi , Marek Hamsik e lappena arrivato Mascara. Le squadre capitoline ottengono solo lEuropa League. Grande ripresa per il Lecce che si salva dalla B, delusione per la Sampdoria che arriva terzultima e va in B. LInter vince la coppa Italia battendo 3 a 1 il Palermo, anche giocando male, mentre il Palermo gioca meglio, ma con pi sfortuna. In Europa il Barcellona ottiene la vittoria contro il Manchester United e vince la 4 Champions league con un 3 a 1 .

di Danila Di Stefano III A


Per magnetismo si intende la propriet di attirare dei pezzettini di ferro. Un pezzo di materiale che dotato di magnetismo si chiama magnete o calamita. In natura esistono delle rocce che si comportano da magneti; per esempio la magnetite; tali magneti vengono detti naturali perch esistono in natura. Si chiamano magneti artificiali quelli costruiti dalluomo; per esempio la calamita un magnete artificiale in quanto costruita prendendo un pezzo di ferro e magnetizzandolo con la corrente. I magneti artificiali si possono costruire di due tipi: magneti permanenti e magneti temporanei. Un magnete si dice permanente se conserva la magnetizzazione per molto tempo; la calamita un magnete permanente. Un magnete si dice temporaneo se si comporta da magnete quando attorno ad esso si fa circolare della corrente elettrica e poi perde il magnetismo non appena finisce la corrente; non tutti i metalli si magnetizzano; si chiamano ferromagnetici i materiali che si magnetizzano molto bene, come il ferro. Si chiamano diamagnetici i materiali che non si magnetizzano affatto come il rame e lalluminio. Le luci nel cielo Il magnetismo terrestre responsabile di fenomeni particolari come le tempeste magnetiche e le aurore boreali e polari. Le tempeste magnetiche, che causano disturbi nelle comunicazioni radio sono delle violente fluttuazioni dellintensit del campo magnetico terrestre, provocate dal vento solare, ossia dalle particelle elettriche espulse dal sole che periodicamente arrivano sulla terra. Gli stessi influssi di particelle sono responsabili delle aurore polari , luci e bagliori multicolori che illuminano il cielo nelle regioni prossime al polo nord Aurore Boreali e a sud Aurore Australi. Lorigine dei fenomeni legati al magnetismo terrestre resta ancora poco chiara: secondo alcuni sarebbero dovuti alla presenza di grandi quantit di nichel e ferro nel nucleo terrestre, secondo altri sarebbero dovuti al materiale fluido in movimento sotto la crosta terrestre .

LA VERITA SUL
di M.Angelini, A.Tabacchi, C.Pirani 1E

Il 2012 si sta avvicinando e le ipotesi su una possibile fine del mondo stanno suscitando molto interesse. Ma quali sono queste ipotesi??? Ecco le ipotesi pi accreditate e diffuse: o il 21 dicembre 2012 dovrebbe segnare la fine e l'inizio di un periodo, un passaggio da un'epoca a un'altra. Secondo il calendario maya infatti il 2012 non segnava la fine del mondo, bens la data del passaggio all'et dell'oro. In passato c'erano gi stati dei cambiamenti di questo genere e prendevano il nome dai quattro elementi (aria, acqua, fuoco, terra). Nelle date gi previste dai maya, secondo loro, si sarebbe stravolto l'equilibrio naturale, invece in tutte queste date si solo verificato lo spostamento dell'asse terrestre. Inoltre, se non vi abbiamo ancora convinto, recentemente si saputo, che la vera data in cui doveva iniziare l'era d'oro era il 20 maggio 2010; la seconda e pi diffusa ipotesi dice che un pianeta, il cui nome Sumero Assenzio, dovrebbe venire a schiantarsi contro la terra, ma stato provato che un pianeta come questo non esiste; altre persone credono che i personaggi importanti e gli scienziati ci vogliano nascondere un'eventuale fine, ma ora siamo noi a dover chiedere spiegazioni a loro: perch ci dovrebbero nascondere un simile evento?

di C. Sarti, C. Pirani & C. Nappa 1E

Ragazzi e ragazze, vi vogliamo parlare del nuovo parco giochi che si inaugurer gioved 26 Maggio 2011 a Valmontone (RM) incredibile vero!?!? Torniamo indietro nel tempo e iniziamo a parlare della nascita di questi divertentissimi parchi divertimento nel mondo, per le persone di tutte le et. Ad esempio, in Italia, questi divertentissimi passatempo sono stati costruiti intorno agli anni 60 in diverse regioni, come Napoli, dove nel 64 venne costruito il parco Edenlandia; lanno dopo fu la volta di Rivazzurra di Rimini con il parco Fiabilandia. A partire dagli anni 70, dopo aver visitato il grande parco giochi Disneyland in California, alcuni imprenditori decisero di fare qualcosa di simile sul lago di Garda. Cos il 19 luglio del 75 nacque Gardaland. Con laumento di parchi divertimento come questo si svilupparono pure quelli a tema: acquatici, faunistici I parchi a tema sono principalmente Gardaland e Mirabilandia. Torniamo a Valmontone: il turista, dopo essere entrato, sar immerso in una magica atmosfera. Raimbow Magicland mette a disposizione 35 giochi tra cui 15 sono dedicati ai bambini, 2 teatri per gli spettacoli e anche un cinema 4D, tutto questo situato su unarea di 600.000 mq. Ci sono molte attrazioni tra cui Steam Machine, unica in Europa: consiste su una folle corsa su rotaia per arrivare da 0 a 100 km in poco pi di 3 secondi; poi c la torre caduta con 70mt di altezza e lo Spinning Coaster, una montagna russa ed infine lo Spill Wather, un battello che viene sollevato in aria per poi ricadere in acqua. Rainbow Magicland sar il parco divertimenti a tema pi grande dItalia. La mascotte di questo parco il GATTOBALENO. Arrivederci a presto a Rainbow Magicland!!! 9

di Elena Bisbano - II B

Claudia sempre stata affascinata dall'India sin da piccola. Forse dovrei dire che mia sorella ha sempre amato la cultura indiana...... non affascina anche voi? Claudia arrivata l a luglio e ha iniziato la scuola. L non come da noi, lei quest'anno dovrebbe stare in quarto superiore, invece l nel primo anno di preparazione all'universit. Ora vi faccio una domanda, provate a indovinare in classe quanti sono? 20, 21?.. No, sono 108, tutte ragazze! infatti le scuole sono divise in femminili e maschili . Claudia ci racconta che non si usa alzare la mano per intervenire, ma bisogna stare zitti e ascoltare l'insegnante senza mai interrompere (vi piacerebbe, vero, prof?). Mia sorella ha imparato questa usanza un giorno quando un insegnante ha detto una cosa che sul libro era riportata in modo diverso e lei ha alzato la mano per farglielo notare. Beh, Claudia non ci ha fatto una bella figura, perch ha avvertito la disapprovazione di tutta la classe. Ci sono molte differenze tra le nostre famiglie e le loro, perch c' un diverso modo di pensare. Infatti in ogni famiglia c' la venerazione verso i genitori e verso i defunti, per i quali si fanno dei veri e propri altari domestici. Si adorano tanti dei e grazie a questo fatto ci sono molte feste religiose e quindi molte vacanze scolastiche (invidia!!). Dopo che ha finito l'anno scolastico, Claudia andata a fare la lettrice in una scuola pubblica per bambini poveri che parlano vari dialetti indiani e quindi fanno fatica a parlare e a leggere l'inglese. La maggior parte degli indiani induista perci non mangiano carne, per la loro religione, per questo motivo mangiano solo riso e verdure, serviti su una foglia, e si usano le mani al posto delle posate (per la precisione usano la destra, perch la sinistra si usa per lavarsi). Per concludere vi consiglio quest' esperienza. Ora vi saluto, baci

10

di Natasha Rovera - 1E

Da poco io e la mia famiglia abbiamo festeggiato il Varsili, una festivit che si svolge tre volte allanno: il 2 Agosto, il 9 Febbraio e il 6 Maggio, e ogni volta assume diverso significato. Questa festa d il benvenuto a un nuovo ciclo vitale e i simboli sono lalbero e lacqua. Quando ci svegliamo, i nostri genitori spargono sul letto caramelle e riso per augurarci buona fortuna, una volta svegli iniziamo tutti a cucinare i nostri piatti tipici: la Pitta, un impasto di farina, acqua, olio, sale e verdure; la Dolma, un piatto ripieno di verdure che possono essere peperoni, pomodori, melanzane, zucchine e poi viene cucinata con olio di oliva; La Dolma infine la Sarma, foglie ripiene di riso, erbe, cipolle, uvetta e pinoli; viene servita calda e contiene yogurt e carne macinata di manzo e agnello condita con spezie varie tra cui cannella e pepe nero. In questa festa le donne portano gonne lunghe e parei colorati e setosi, i capelli lunghi e sciolti. La Sarma Durante la festa viene detta una frase bagtal ci giv che significa: Che sia fortunato il tuo giorno. Io parlo una lingua chiamata Roman, che la lingua dei Rom proveniente dallIndia del nord e significa originale, naturale, normale. Inoltre parlata da cinque milioni di Rom, ma questa non va confusa con la Ogni comunit nomade ha le sue origini, la lingua Rumena, la quale una lingua neo-latina. Alle sei ho cenato con i miei parenti, mangiando i piatti sua lingua e le sue tradizioni. Le comunit nomadi pi conosciute a Roma sono i Sinti e alle dieci ho iniziato a ballare ed ho continuato fino a e i Rom, entrambe originarie del nord mezzanotte con musiche di sottofondo Rom. dellIndia, ma mentre i Sinti hanno percorso
Con la collaborazione di M. Angelini, A. C. Tabacchi, S. Roselli (1E) e di Desideria Bacigalupo (3C) lEuropa Occidentale i Rom provengono dallEuropa Orientale. I Rom sono uno dei principali gruppi etnici presenti in Italia. La lingua pi diffusa in queste popolazioni il Romanes, che ha origine dallantico sanscrito Il termine Rom non deriva, come molti credono, dalle parole Rumeno o Romania, bens ci sono diverse ipotesi, la pi valida che derivi dal nome della parlata dai Rom, il Romanes. Altri gruppi Rom non parlano questa lingua, ma una lingua simile al rumeno, come i Boyash, o lalbanese, come gli Ashkali.

11

COME SI MANGIA IN

ROMANIA
di Radu Bertea - II C

In questa rubrica del giornalino desidero proporvi la ricetta di un buonissimo piatto freddo, seguito da un delizioso dessert da gustare nei mesi estivi. Buon appetito!!!

Ciuperci umplute
Ingredienti:
- 10 funghi - 1 cipolla - erbe aromatiche (rosmarino, prezzemolo, sedano) - olio, sale, pepe

(funghi ripieni)

Preparazione
Si lavano i funghi, si tagliano i gambi e si mettono in padella; quindi si aggiungono le erbe aromatiche, la cipolla tagliata in piccoli pezzi con sale, olio e pepe. Si lascia cuocere per qualche minuto. Poi si trita il tutto e si mette allinterno dei funghi, che dopo vengono cotti al forno per circa 10 minuti.

Jeleu de lamaie

(gelatina al limone)
Ingredienti:
- 20 grammi di gelatina - 1 bicchiere di succo di limone - 1 bicchiere di zucchero - 1 bicchiere di acqua fredda - 2 cucchiai di acqua calda

Preparazione
Lasciare la gelatina in acqua fredda per 30 minuti, poi metterla in acqua calda con la scorza di limone. Aggiungere zucchero e succo di limone. Conservare in frigo per 2 ore.
12

di Luca Camilletti 2A

Anche questanno si stanno svolgendo diversi campionati di istituto fra classi. In particolare le classi prime partecipano al 26 campionato di Minibasket, nel quale si distinguono i ragazzi della IB, in particolare ANDREJ BURSUC, che ne anche il capitano; molti altri, per, che partivano da una situazione pi svantaggiata, hanno in

questi mesi fatto tesoro dellesperienza acquisita nelle partite di campionato, e ora che siamo alla fine dei PLAY OFF mostrano una tecnica pi precisa e danno un apporto pi sostanziale alla propria squadra. La finale per il 1 posto sar tra la IB e la IE del capitano Simone Garcea. Il 6 maggio inoltre sono iniziate quasi in contemporanea il campionato di Basket per le II medie e il 14 campionato di Pallavolo per le III medie. Anche qui sono fondamentali lesperienza delle lezioni curriculari di educazione motoria, degli allenamenti svolti nel pomeriggio e in particolare lesperienza delle partite svoltesi finora fra le 6 classi. Il responso dei play off assegna la finale di Pallavolo del 5- 6 posto alle classi IIIA e IIID, 3 - 4 posto alla IIIE e IIIF, 1 - 2 posto alla IIIB e IIIC; da notare che vincer la squadra che riuscir a conquistare tre set su cinque! Per la II media da notare il cambiamento di alcune regole di Basket, come per esempio l infrazione di campo, che la regola che impedisce alla squadra in possesso di palla, una volta passata la met campo avversaria, di far ritornare la palla nella propria met campo ( quindi vietato il passaggio allindietro). A nostro parere, il campionato dello scorso anno era pi a senso unico, perch la IA aveva vinto tutte le partite della prima fase, e la sez C seguiva a ruota, con le altre classi molto pi indietro. Ma poi nella finale, con lunica partita persa dalla IA, il campionato stato vinto dalla IC! La nostra scuola ha partecipato con notevole profitto alle gare di Atletica Leggera su Pista, La nostra atleta Claudia Pau classificandosi al 1 posto fra le scuole medie di Roma e provincia con la squadra femminile durante le finali nazionali dei composta da Claudia Cesarini IIIE, Francesca Taranto IIIE, Giordana Marcucci IIIC, Giochi Sportivi, con la Jasmine Pili IIID, Claudia Antonelli IIIB, Giulia Giglione IIF e Claudia Pau IIIB. Campionessa italiana di Salto Questultima parteciper anche ai campionati nazionali italiani avendo raggiunto la misura di in Alto Antonietta Di Martino, ben 5,25 metri nella gara di salto in lungo. mentre recitano il giuramento
dellatleta

13

le attivit a cui ha partecipato la nostra scuola nel 2011 le premiazioni e i riconoscimenti dei nostri campioni
di Margherita Bruno 1 A

Questanno la nostra scuola ha partecipato a diverse attivit. La maggior parte sono concorsi e concerti musicali ma ci sono stati anche riconoscimenti per chi si distinto nella lingua inglese. Il primo concorso Le ali della musica, organizzato nella citt di LAquila dalla scuola statale Mazzini-Patini. Della classe dei clarinetti hanno partecipato come trio Gianni Schioppa (clarinetto), Carlo Alberto Stefanini (clarinetto) e Giacomo Tagliaventi (pianoforte) e sono arrivati primi. Primo premio anche per Margherita Bruno e Francesco Zarrilli, per la categoria dei solisti sempre di clarinetto, al secondo posto si classificata Aurora Ottaviano. Per i pianoforti, le due formazioni di duo pianistico a quattro mani formate da Giulia Maiorana e Benedetta Maniscalco e da Lisa Santarelli e Elena Reale, sono entrambe arrivate seconde. Per finire, G. Tagliaventi si classificato primo anche come solista. Il secondo concorso lo conosceranno tutti perch i manifesti erano stati appesi su tutta Morena: il 5 concorso Nazionale Musica e Cinema, organizzato direttamente dalla nostra scuola. Sono arrivati primi con il clarinetto e da solisti: M. Bruno, F. Zarrilli e A. Ottaviano, mentre il duo di C. A. Stefanini e G. Schioppa arrivato secondo. Anche i pianoforti e i violini hanno partecipato. Con il pianoforte G. Tagliaventi arrivato primo e sempre con le stesse formazioni del concorso precendente G. Maiorana e B. Maniscalco sono arrivate seconde, mentre L. Santarelli ed E. Reale terze. Tra i violini si classificato al secondo posto il duo formato da Erica Maino e Beatrice Napoli. Passando ai concerti... a quanti hai partecipato, scuola!!! Il primo, un quello del 30 Gennaio, al teatro Don Bosco per la manifestazione musicale. seguito poi un concerto per le chitarre organizzato dal professor Francesco Taranto. Un altro quello del 12 Aprile allAquila, dove i ragazzi non hanno suonato da singoli ma con tutta lorchestra; la scuola ha ricevuto una targa per la partecipazione. L11 maggio, in occasione della settimana della musica indetta dal X municipio, lorchestra dei nostri ragazzi ha suonato nellauditorium dellIstituto tecnico Lombardo Radice di Roma. Infine, sempre nel 5 concorso nazionale Musica e Cinema, la serata conclusiva del 14 maggio al teatro Don Bosco, dove si sono esibite le scuole vincitrici, stata inaugurata da un concerto della nostra scuola.

14

Ora parliamo del Trinity College... la classe 3C ha partecipato al concorso CREATIVE WRITING: bisognava fare delle composizioni in prosa, disegni, poesie ecc...in lingua INGLESE. I nostri ragazzi si sono classificati nei primi tre posti: 1. Giordana Marcucci 2. Benedetta Maniscalco 3. Giacomo Tagliaventi Sempre la 3C si distinta per aver partecipato in blocco (22 alunni su 25) alla certificazione europea del Trinity. Encomiabile il lavoro dei sesti livelli: Giulia Maiorana, Lorenza Palazzoni, Roberta Sangermano, Gianni Schioppa. Ai massimi livelli si sono posizionati anche Veronica Capenti e Valerio Cirelli (3B), Ionut Marian Motoi e Elisa Spirito (3D)

FACCIAMO UN COMPLIMENTO AI RAGAZZI DELLA SCUOLA MEDIA ANNA MAGNANI E AI PROFESSORI !!!

Ti senti ispirato a scrivere un racconto ? Hai voglia di tirar fuori la tua creativit ? Da questo numero dedicheremo uno spazio a te apprendista scrittore!!! Cominciamo con due racconti gentilmente offerti dalla I B

Uno scherzo ben ideato

di Matteo Frattucci - 1B

Oggi lultimo giorno di scuola. Sono eccitatissimo, non per la fine della scuola, bens per
lo scherzo che Andrei, Federico ed io abbiamo ideato e organizzato. Ieri abbiamo comprato loccorrente: un cuscino, quattro uova, un cartone di succo di frutta allace (se anche voi volete ideare questo scherzo il gusto del succo non conta, io lo preferisco cosi) e tre gavettoni. Tutto ci ai danni dellodiosissima professoressa di lettere. Durante tutta la sua ora (la sesta) noi non facciamo altro che borbottare e cos lei, la detestata, decide di mandarci fuori. Noi usciamo tranquilli e fuori continuiamo a parlare. Questo scherzo stato creato dalla mente criminale del gruppo: Andrei. Abbiamo scelto la professoressa di lettere perch laltro giorno ci aveva mandato tutti e tre dalla vicepreside a causa di altri due che ci avevano disturbato durante la pausa. Il piano semplice ed efficace. Avremmo aspettato che la professoressa fosse salita in macchina e avesse varcato i cancelli della scuola. A quel punto sarebbe scattata lora X ed io, da dietro il cassonetto, avrei tirato il cartone di succo (appositamente da me bevuto e poi gonfiato) in mezzo alla strada. La professoressa sarebbe salita sopra il cartone di succo all ace e bum!!! Avrebbe fatto un tale botto da credere di aver forato tutte e quattro le ruote. Dopo di che sarebbe scesa a controllare le ruote e, nel frattempo, Federico avrebbe piazzato le quattro uova nel sedile della macchina. La professoressa, arrabbiata per lincidente, avrebbe sbraitato come una gallina e i suoi occhi sarebbero diventati rossi di rabbia. Nel frattempo, con la BMX, Andrei le avrebbe tirato i tre gavettoni. Poi Andrei ed io avremmo gridato: - La gallina stata colpita! - e Federico: - Le uova sono nel paniere! -. La

15

prima frase significa che la professoressa stata bagnata dai gavettoni e che il piano aveva funzionato. Mentre la seconda che le uova erano state piazzate nella macchina. Tutto quello che avevamo fatto fino ad ora non era altro che un diversivo per piazzare le uova. La professoressa sarebbe andata a sedersi sul sedile e sposh!!! Pensai un secondo alla faccia che avrebbe fatto! Il vestito, gi tutto bagnato, sarebbe diventato unto ed appiccicoso. Di l a poco sarebbe scattata loperazione Piumaggio. Questa, teoricamente, sarebbe stata la pi semplice: prendere il cuscino e, con la forza di sei braccia, sbatterlo addosso alla professoressa. Questoperazione sarebbe risultata la pi rischiosa perch, mentre Federico ed io avremmo continuato a sbattere il cuscino, Andrei avrebbe fatto una foto. A quel punto saremmo scappati con la BMX di Andrei... Purtroppo non and cos. La professoressa di lettere ci prese subito e ci rimand per la seconda volta nella settimana dalla vice-preside. Per, dopotutto, ci siamo comunque divertiti a fantasticare!!!

Il terrore del dentista

di Martina Arduini - 1B

Jak! Dai Jak dobbiamo andare! Eh gi! Era proprio cos. Era mia madre che mi chiamava per andare dal dentista perch mi si era cariato un dente. Mi faceva un male terribile! Mia madre ed io salimmo in auto. Io ero gi abbastanza preoccupato e lo sfrecciare delle macchine mi rendeva ancora pi nervoso, al contrario di mia madre che canticchiava durante il tragitto. Eravamo arrivati nella mia prigione. Ci sedemmo nella sala dattesa. Le mie mani erano sudate; sfogliai qualche pagina di giornale senza stropicciarla, ma non ci riuscii. Vidi lassistente chiacchierare tranquillamente con il dottore. Dun tratto si avvicino verso di noi e disse con un sorriso: Avanti il prossimo! Io non volevo neanche sapere cosa volesse dire la parola prossimo, ma di certo non eravamo noi. Mia madre si alz. No, no, no ! No mamma, non siamo noi i prossimi! Ma certo tesoro! Avanti, non avere paura! Mia madre, come tutte le madri, me lo diceva solo per farmi stare calmo, ma con me non funzionava quella frase. Prima di rendermene conto, eravamo gi arrivati nella sala del dentista che mi disse di stare tranquilla e che tanto era solo un controllo. Il mio umore non cambi neanche dopo quelle parole, che sono la frase magica dei dottori: prima ti dicono che solo un controllo e poi esce fuori una vera e propria operazione. Iniziai ad osservare quel posto. Tutto larredamento mi parve molto strano, era tutto verde e celeste e pieno di strumenti e ferri. Il dottore mi disse di sedermi sul lettino e rilassarmi il pi possibile. Dun tratto mi sentii pi sollevato anche perch il lettino era molto comodo. Iniziai a farmi coraggio e a dirmi che, tanto, non avrei sentito alcun dolore. Inoltre il viso rassicurante del dottore mi ispirava fiducia. Prese un oggetto, credo proprio che fosse il trapano, e spinse un bottone. Il rumore non mi sembrava cos fastidioso ma, quando si avvicin alla mia bocca, si fece molto pi pauroso. Stavo quasi per urlare. Subito sentii il calore della mano di mia madre che mi stringeva forte per non farmi spaventare.

16