Sei sulla pagina 1di 31

ACQUE SOTTERRANEE

Le ACQUE SOTTERRANEE sono invisibili. IL CICLO DELL’ACQUA – descrizione parziale


Questa pubblicazione intende rendere visibile
l’invisibile permettendo alle persone interes- PRECIPITAZIONI
sate di gettare uno sguardo nel sottosuolo. Il vapore acqueo è acqua allo stato gassoso. Esso fa parte
Chi coglierà l’occasione scoprirà il «tesoro» dell’atmosfera. Quando l’aria è sovrasatura di vapore acqueo,
inizia a piovere, nevicare o grandinare.
costituito dalle ACQUE SOTTERRANEE, da
cui proviene gran parte della nostra acqua
potabile, ma anche la sua vulnerabilità.
E chi lo scoprirà si accorgerà degli EVAPORAZIONE
sforzi necessari per preservarlo, affinché Una parte delle piogge si ritrasforma in vapore acqueo.
Esse evaporano già lungo il tragitto dalla nube alla terra e
anche in futuro possa sempre sgorgare dal
dagli strati superficiali del suolo per raggiungere nuova-
rubinetto acqua potabile perfetta. mente l’atmosfera. Inoltre, anche le piante assorbono acqua
dal suolo tramite le radici cedendola all’aria sopra il suolo
Sommario attraverso le foglie (traspirazione).

4 Le acque sotterranee sono...

6 Formazioni acquifere in Svizzera


DEFLUSSO IN SUPERFICIE
8 Cercare e trovare acque sotterranee Una parte della pioggia che raggiunge il suolo defluisce
10 Le carte delle acque sotterranee in superficie: in un ruscello, in un lago, in uno stagno, in
rendono visibile l’invisibile un laghetto o in un fiume.

12 Captazione delle acque sotterranee

14 Le acque sotterranee
In superficie

acquistano la loro qualità SUPERFICIE DEL SUOLO


Esistono vari tipi di superfici. Alcune, come l’asfalto,
17 La vita nelle acque sotterranee
impermeabilizzano completamente il suolo. Altre sono per-
18 Utilizzazione e potabilizzazione meabili all’acqua e lasciano infiltrare l’acqua piovana nel suolo.
delle acque sotterranee
STRATO SUPERIORE DEL SUOLO BIOLOGICAMENTE ATTIVO
Nel sottosuolo

20 Minacce chimico-biologiche
per le acque sotterranee Questo strato è popolato da numerosi microscopici esseri
viventi (microorganismi). Essi contribuiscono a depurare l’acqua
23 Le acque sotterranee possono
infiltrata. Inoltre, in questo strato del suolo affondano le loro
essere messe in pericolo anche
radici le piante per assorbire acqua e sostanze nutritive.
mediante interventi meccanici

24 Le acque sotterranee SOTTOSUOLO NATURALE


devono essere protette Sotto lo strato vivo del suolo si trova il sottosuolo naturale.
Esso non contiene più alcun materiale organico ma è formato
27 La protezione delle acque
da materiale roccioso diverso a seconda del luogo.
sotterranee inizia da voi

28 Sorvegliare e osservare FORMAZIONE ACQUIFERA


le acque sotterranee Nel sottosuolo esistono pori (cavità). Il pietrame sciolto (per
29 Curiosità es. ghiaia, sabbia) e la roccia compatta i cui pori sono collegati
e abbastanza grandi da permettere facilmente all’acqua di
30 Glossario
scorrere sono detti formazioni acquifere o acquiferi.
31 Sigla editoriale ACQUE SOTTERRANEE
Quando le acque colmano le cavità interconnesse nel
ACQUE SOTTERRANEE è una pubblicazione sottosuolo sono dette acque sotterranee o falda freatica.
dell’UFAFP elaborata congiuntamente alla SOSTRATO IMPERMEABILE
Nel sottosuolo esistono strati impermeabili all’acqua, i cosid-
mostra itinerante «ACQUE SOTTERRANEE:
detti acquicludi. Si tratta di roccia con pori molto piccoli o
un tesoro in viaggio» per l’Anno internazionale scarsamente collegati (per es. argilla). I sostrati impermeabili
dell’acqua 2003, proclamato dalle Nazioni impediscono un’ulteriore infiltrazione dell’acqua, la quale scorre
pertanto sopra gli strati impermeabili.
Unite.

2
SOSTRATO SOTTOSUOLO NATURALE FOR- STRATO SUPERIORE SUPERFICIE PAESAGGIO DELL’ALTOPIANO SVIZZERO PRECIPITAZIONI
IMPER- MAZIONE ACQUIFERA DEL SUOLO BIOLO- DEL SUOLO CON VISTA SULLE MONTAGNE PIOGGIA, NEVE O GRANDINE
MEABILE ZONA SATURA GICAMENTE ATTIVO
ZONA NON SATURA

LIVELLO DELLA FALDA

3
L e acque sotterranee sono ...
PRECIPITAZIONI IN SVIZZERA
Le maggiori precipitazioni (neve e pioggia) si
verificano nelle Alpi, sulla Jungfrau per esempio
oltre 4000 litri per metro quadrato (l/m2)
all’anno.

Nel Giura e nelle Prealpi, nello stesso periodo


cadono circa 2000 l/m2.
Alle nostre latitudini, su 100 gocce
d’acqua piovana, circa 40 evaporano A Bellinzona cadono circa 1700 l/m2 all'anno.
di nuovo nell’atmosfera. Una parte
viene assorbita nel suolo dalle piante Sull’Altopiano svizzero si misurano in media
e ceduta nuovamente all’aria 1200 l/m2 di precipitazioni all’anno.
(traspirazione).
Le precipitazioni più esigue si verificano nella
Valle del Rodano in Vallese, dove talvolta cadono
in media meno di 600 l/m2 all’anno.

Circa 30 gocce defluiscono


in ruscelli, fiumi e laghi.

DIVERSE FORMAZIONI ACQUIFERE


Il sottosuolo assume disparate conformazioni –
può essere sabbioso o ghiaioso, oppure argilloso
Altre 30 gocce circa s’infiltrano o roccioso. Di conseguenza, anche le cavità pre-
nel suolo e diventano acque sentano molteplici forme: da minuscoli pori,
sotterranee. Le acque sotter- crepe, fessure fino a grandi grotte. Le formazioni
ranee vengono arricchite inoltre rocciose le cui cavità possono condurre acque
dall'infiltrazione di acqua di fiume sotterranee sono dette formazioni acquifere.
e da acqua di pendìo. Ne conosciamo tre tipi principali.

... le acque che colmano le cavità


interconnesse nel sottosuolo.

4
La Svizzera è ricca d’acqua. Non a caso, si è meritata il titolo di «riserva idrica
d’Europa». Le acque sotterranee costituiscono circa un quinto delle riserve idriche
della Svizzera.

Riserve Milioni di m3 %
laghi naturali 134 000 51.1
ghiacciai 67 500 25.8
acque sotterranee 56 000 21.4
laghi artificiali 4 000 1.5 Fonte: Statistica della
fiumi e ruscelli 500 0.2 superficie Svizzera

Totale 262 000 100

Quest’acqua fa parte del ciclo idrologico «pioggia – infiltrazione – riaffioramento alla sor-
gente – deflusso nel ruscello – evaporazione – pioggia ecc..».

FORMAZIONE ACQUIFERA IN MATERIALE SCIOLTO

Tra i granelli di sabbia e i detriti ghiaiosi di uno strato di pietrisco (foto) – il cosid-
detto materiale sciolto – esistono numerosi piccoli pori, più o meno come in una
spugna. I pori costituiscono fino a un quinto del pietrisco. In questi interstizi possono
essere immagazzinate enormi quantità di acque sotterranee. Durante le ultime gla-
ciazioni, i ghiacciai hanno eroso le valli in profondità. Quando in seguito alle più miti
temperature dei periodi interglaciali i ghiacciai si sono sciolti, i ruscelli e i fiumi
d’acqua di fusione hanno trasportato e depositato a valle ingenti quantità di sabbia e
ghiaia. A ogni nuova avanzata dei ghiacciai, i depositi delle precedenti glaciazioni
sono stati in parte rimossi e ridepositati altrove. Nelle grandi valli fluviali si sono così
formati con il tempo complessi depositi di pietrisco. I depositi maggiori si trovano
nell’Altopiano svizzero e nelle Valli del Reno e del Rodano – in massima parte nas-
costi sotto o accanto ai fiumi attuali.

FORMAZIONE ACQUIFERA IN ROCCIA FESSURATA

Molti milioni di anni fa, il continente africano prese a muoversi verso l’Europa, solle-
vando lentamente le Alpi. Gli strati rocciosi, fino allora piatti, si scontrarono con
enormi forze, corrugandosi e sollevandosi a formare catene montuose. Sotto la
spinta di tali forze, nella roccia si sono formate numerose fessure di varie dimensioni
(foto: parete rocciosa fessurata). Poi, con l’andare del tempo, una parte di tali
fessure è stata di nuovo chiusa dalle sostanze minerali veicolate dal passaggio
dell’acqua. Secondo il tipo di roccia, si sono formati ad esempio cristalli ialini o
calciti. Attraverso le fessure rimaste aperte, l’acqua piovana può penetrare nelle
montagne e infiltrarsi in profondità. Il passaggio di acque sotterranee attraverso tali
fessure comporta la formazione di un acquifero in roccia fessurata.

FORMAZIONE ACQUIFERA IN ROCCIA CARSICA

L’acqua scioglie anidride carbonica formando acido carbonico (vedi pagina 14). Con
l’aiuto di tale acido, può sciogliere le rocce calcaree. Da millenni l’acqua erode così le
rocce calcaree del Giura, delle Prealpi e del sud del Ticino, generando talvolta forme
bizzarre. In superficie (foto), la pioggia ha dilavato in alcuni punti crepacci spigolosi,
p.es. nella Schrattenfluh LU. Nel sottosuolo, l’acqua d’infiltrazione ha scavato nella
roccia sistemi incredibilmente ramificati di caverne, con sottilissimi pertugi e gigan-
tesche cavità. Queste strutture vengono dette formazioni carsiche. Le acque sotter-
ranee vengono qui trasportate nelle cosiddette formazioni acquifere carsiche.
Benché formino le maggiori cavità sotterranee, la loro capacità d’immagazzinamento
è ridotta, dato che l’acqua può defluire molto rapidamente.

5
F ormazioni acquifere in Svizzera
In materiale sciolto
Le maggiori correnti di
acque sotterranee scor-
rono attraverso i depositi
di pietrisco dell’Altopiano
– attraverso le formazioni
acquifere in materiale
sciolto (segnate in blu
nella cartina). Queste
formazioni acquifere si
trovano nelle principali
valli fluviali della Svizzera.

Fonte:
Atlante idrologico della Svizzera

In rocce fessurate
Nella regione collinare dell’Altopiano
e nelle Alpi l’acqua defluisce attra-
verso crepe e fessure nella roccia.
Siffatte formazioni acquifere in rocce
Il pietrisco è formato da fessurate sono presenti ovunque
sabbia e detriti di diversa nelle Alpi svizzere (giallo), composte
grandezza, per cui varia da rocce diverse, per es.
anche la dimensione dei
pori interstiziali, p.es: Granito

Ghiaia grossa/fine

Scisto

Sabbia

Gneiss

Arenaria

Le acque sotterranee vengono RITENUTE da strati impermeabili come l’argilla o rocce non fessurate.

6
DA LENTE A VELOCISSIME
Fino alla fine del XIX secolo, si riteneva che le acque di falda formassero depositi statici nel sottosuolo
accumulandosi in cisterne naturali. Oggi sappiamo che le acque sotterranee sono dinamiche e che par-
tecipano al ciclo idrologico: l’acqua cade al suolo e una parte vi penetra tramite infiltrazione fino alla
falda. Nel sottosuolo le acque sotterranee scorrono su strati impermeabili finché la condotta rag-
giunge la superficie del terreno formando una sorgente. Dalla sorgente l’acqua scorre a valle in un
ruscello fino a confluire in un fiume o gettarsi in un lago o nel mare. Una parte di tutte queste
acque evapora verso l’atmosfera. Un certo momento questo vapore acqueo ricade al suolo sotto
forma di pioggia – e chiude il ciclo dell’acqua.
L’acqua della falda freatica è anche in scambio costante con le acque di superficie. Quando il
livello del fiume supera quello delle acque sotterranee, l’acqua del fiume s’infiltra nelle acque
sotterranee. Nel caso contrario – ossia quando il livello del fiume è inferiore a quello delle
acque sotterranee, l’acqua della falda freatica passa nel fiume. Le acque sotterranee sono
in continuo movimento, il quale è, in genere, molto lento.

In rocce carsiche Lungo ampie superfici di scorrimento, le correnti di acque sotterranee s’insinuano
Nel Giura, nelle Prealpi e nella formazione acquifera in materiale sciolto accanto e sotto i fiumi e laghi in
nel sud del Ticino il superficie attraverso le piccole cavità del sottosuolo. Se i pori sono stretti, le acque
sottosuolo che conduce sotterranee non avanzano più di alcuni centimetri al giorno. Se lo spazio di scor-
l’acqua è in prevalenza rimento è maggiore, le acque sotterranee possono compiere fino ad alcuni metri
di natura carsica (grigio). al giorno. Nella Valle della Töss ZH sono state misurate velocità di scorrimento
Le rocce soggette a di 100 metri al giorno. Si tratta di una velocità molto alta per le acque super-
carsismo che formano ficiali nella condotta delle acque sotterranee in materiale sciolto, ma che
condotte delle acque rimane pur sempre inferiore alla velocità di una lumaca, se consideriamo
sotterranee in rocce che il suo tragitto massimo quotidiano è di circa 200 metri!
carsiche sono tra l’altro: Nelle altre formazioni acquifere, lo scorrimento è più veloce: attraverso le
crepe e le fessure nelle rocce delle Alpi – nella formazione acquifera in
Calcare rocce fessurate – l’acqua compie ogni giorno un tragitto lungo alcune
centinaia di metri. Nei cunicoli e nelle caverne sotterranee degli
acquiferi carsici nel Giura, nelle Prealpi e nel sud del Ticino le acque
sotterranee raggiungono velocità di scorrimento di punta, per-
correndo diversi chilometri al giorno. Durante i temporali, le cor-
Gesso renti di acque sotterranee nelle rocce carsiche s’ingrossano in
breve tempo (costituendo un pericolo per gli speleologi) e scor-
rono ancor più velocemente.

7
C ercare e trovare acque sotterranee
Le acque sotterranee sono nascoste nel sottosuolo. Non sono facili da trovare e non è semplice misurarne l’estensione.
Perciò gli specialisti hanno elaborato diversi metodi di osservazione e di studio indiretti.

la struttura del sottosuolo. Vi sono


strati molto permeabili come ghiaia e
sabbia? Dove si situa il livello della
falda? A quale profondità s’incontrano
strati scarsamente permeabili come la
sabbia fine o l’argilla? Come risulta stra-
tificato il materiale di diversa compo-
sizione? La conformazione del sotto-
suolo permette di stabilire se le acque
sotterranee sono collegate o se sono
distribuite a vari livelli.
Con l’aiuto di prove di pompaggio, gli
specialisti calcolano la dimensione e la
portata della falda raggiunta mediante
perforazione: se il livello dell’acqua si
abbassa rapidamente durante il pom-
paggio, significa che si tratta di un
deposito ridotto; il livello d’acqua di un
giacimento più consistente reagisce
molto più lentamente.
È importante scoprire anche quanto sia
Perforazioni di prova per accertare permeabile il sottosuolo e quanto rapi- Le carote evidenziano la permeabilità e
la presenza di acque sotterranee l’impermeabilità del sottosuolo.
damente vi riaffluisce nuova acqua di
falda.
TRIVELLARE E POMPARE Nel laboratorio viene quindi stabilita la
Nella prospezione di acque sotterranee qualità dell’acqua. In base a tutta una
vengono eseguite perforazioni di prova serie di test si deciderà infine se utiliz-
nel sottosuolo e prelevati campioni. La zare o meno le acque sotterranee indi-
carota (il materiale estratto) evidenzia viduate.

Piastra di metallo
Formazione acquifera

GEOFISICA (sismologia, geoelettrica, georadar ecc.) ...


Microfoni
e l’eco dalla profondità
Per esempio: i colpi di martello sulla lastra di ferro trasmet-
tono segnali in profondità. I limiti degli strati nel sottosuolo
Zona non satura
rinviano gli echi alla superficie del suolo dove speciali microfoni
Zona satura (geofoni) registrano i segnali rimandati. Questi segnali rivelano
Sostrato impermeabile
agli specialisti la conformazione del sottosuolo. La sismica è
impiegata accanto ad altri metodi geofisici e alle perforazioni.
Mediante la sismica è possibile stabilire entro quale raggio di
Formazione acquifera
una trivellazione la struttura del sottosuolo rimane immutata,
ossia fino a quando le caratteristiche dell’eco dalla profondità
rimangono pressoché uguali. Una modifica di tali caratteris-
Sostrato impermeabile
tiche segnala una mutazione della struttura del sottosuolo.

8
LEGGERE LE TRACCE ... … E LASCIARE TRACCE:
Chi sa leggere le tracce nelle acque sot- marcare l’acqua
terranee ottiene molteplici informazioni. I Un metodo per determinare i tragitti e le
metodi a tal fine sono però piuttosto one- velocità delle acque sotterranee sono le prove
rosi e complessi. Se i ricercatori desi- con traccianti. Questo metodo consiste nel
derano stabilire l’età di una determinata marcare l’acqua con colori speciali o sali inno-
falda, possono ricorrere per esempio al cui. Quindi si versa l’acqua marcata nel foro
metodo del trizio-elio. Semplificando fort- di trivellazione (punto di iniezione) e si os-
emente, questo metodo può essere descrit- serva presso quali punti d’osservazione essa
to come segue: il trizio (3H) è radioattivo e riemerge. Inoltre, si misura anche quanto
decade in elio (3He). Questi due nuclei ato- dura la ricomparsa dell’acqua marcata.
mici sono presenti nella pioggia, la quale è Le prove con traccianti sono altresì impie-
soltanto acqua che si scambia dei gas con gate per il depistaggio di focolai d’inquinamen-
l’atmosfera. Conosciamo le concentrazioni to, ad esempio per scoprire se la captazione
di tali gas e quindi anche il rapporto tra di dell’acqua di falda è inquinata dalle acque di
loro (3H:3He). Quando l’acqua s’infiltra, lo percolazione di una data fabbrica (di una
scambio di gas con l’atmosfera è interrotto. discarica, di un sito contaminato). A tal fine, si lascia infiltrare acqua
L’elio non può più sprigionare dall’acqua, marcata presso il presunto focolaio d’inquinamento e si verifica se
dove si accumula: infatti, più le acque sot- ricompare nella captazione. In caso affermativo, si dispone della prova
terranee sono vecchie più elevato sarà il che l’inquinamento è presumibilmente causato dalla fabbrica in questio-
loro contenuto di elio, risp. minore il conte- ne. Se l’acqua marcata non dovesse riapparire nella captazione, gli
nuto di trizio. Dato che conosciamo il tem- specialisti dovranno proseguire nelle loro indagini.
po di decadimento del trizio, sulla scorta di
tutti questi dati è possibile calcolare l’inter-
vallo trascorso dall’ultimo contatto dell’ac-
qua con l’atmosfera (età dell’acqua). Ne
consegue che meno trizio viene accertato
meno sarà l’acqua di recente afflusso
mescolatasi all’acqua di falda esaminata e
migliore sarà la sua protezione da inquina-
mento superficiale.
Accanto al trizio e all’elio, esistono nu-
merose altre sostanze o grandezze di
misura traccianti utilizzate nella ricerca
ambientale per rendere visibili dei processi
nella natura.
I metodi dei traccianti permettono tra l’altro
di accertare la velocità di riformazione delle
acque sotterranee. Queste conoscenze
sono molto importanti per un uso sosteni-
Fonte: Brigitta M. Amrein
bile dell’acqua. Colorante verde, punto di iniezione
Utilizzare le riserve d’acqua in modo Colorante rosso, punto di iniezione
sostenibile significa consumare soltanto Punto d’osservazione in cui non è stato reperito colorante
quanto può riformarsi. Sensi die flusso delle acque

A PROPOSITO DI PENDOLINI E BACCHETTE DA RABDOMANTE


Mentre gli uni cercano l’acqua mediante metodi scientifici, utilizzano bacchette e pendolini di materiali e forme diversi.
altri puntano su strumenti quali i pendolini e le bacchette da Le ricerche comparate hanno tuttavia evidenziato che diversi
rabdomante. È possibile che degli esseri particolarmente rabdomanti hanno conseguito risultati divergenti nella stessa
sensibili possano percepire forti differenze nel sottosuolo. area di prova, il che dimostra ancora una volta che cercare
Alcune persone sono convinte di poter percepire le radiazioni e trovare acqua non è semplice.
terrestri o le vene d’acqua. Spesso, per le loro ricerche

9
e carte delle acque sotterranee rendono visibile l’invi sibile

Fonte: Carte delle acque sotterranee del Cantone Uri


Direzione Nord

Tubature delle acque
di scarico
Scavo e discarica
di detriti edili
Ferrovia
Scavo e discarica
Autostrada
Scavo e discarica
Deposito di cadaveri d’animali

10
L
Le ricerche sulle acque sotterranee forniscono ingenti flusso, sulla profondità della falda, sulle escursioni del
quantità di dati. Affinché le persone addette alla pianifi- livello delle acque sotterranee (livello massimo, medio e
cazione, gli ingegneri e le autorità possano utilizzare minimo) e sulle permeabilità del sottosuolo. Esistono però
queste cifre nel loro lavoro pratico, le informazioni vengo- anche carte sui pericoli che minacciano le acque sotter-
no analizzate e rappresentate in diverse carte delle acque ranee: per es. siti contaminati (discariche, siti industriali),
sotterranee, quali per esempio le carte sulle condizioni di vie di trasporto di merci pericolose ecc.

Questo settore di carta informa sulla durezza dell’acqua (vedi pagina 17).

Questa carta dettagliata indica la direzione e la velocità di scorrimento delle acque sotterranee (in metri al giorno).

Qui sono indicati alcuni focolai d’inquinamento che potrebbero inquinare la falda.

In questa carta sono riunite le più diverse indicazioni rappresentati con le linee rosse (livello alto) e blu (livello
sulle acque sotterranee. I colori per esempio mostrano il basso). Le frecce rosse che partono dal fiume indicano i
grado di permeabilità della formazione acquifera: il colore luoghi dove l’acqua del fiume percola nella falda (infiltra-
celeste indica la massima permeabilità. Sono indicati zione), mentre i cerchi rossi con il punto evidenziano le
altresì i livelli massimi e minimi delle acque sotterranee, captazioni delle acque sotterranee.

Il profilo di dettaglio in basso rappresenta una sezione Alcune zone sono contrassegnate con punti interrogativi:
attraverso la Valle urana della Reuss in prossimità del dato che vi si è rinunciato a trivellare in profondità, la
lago. Esso mostra dove si trovano i punti di misurazione e conformazione del sottosuolo non è nota. Si vede tuttavia
la profondità delle trivellazioni. Inoltre, informa sulla com- molto bene che sotto la superficie del suolo si cela una
posizione del sottosuolo e sulla profondità della falda. falda freatica di notevoli dimensioni.

W E m s. mare
470

Tracciato della N2
Terrapieno della ferrovia 460

450

440

430

420

410

400
Roccia
Terrapieni 390
artificiali
(materiale diverso)
Pietrisco di tutte le granulometrie Sabbia fine, a tratti sabbia grossolana Depositi alluvionali

11
C aptazione delle acque sotterranee
Dove le acque sotterranee
affiorano in superficie si
formano SORGENTI.

In generale, le sorgenti naturali si


trovano più facilmente nelle Alpi,
nelle foreste e nei pascoli del Giu-
ra. Da molte sorgenti l’acqua sgor-
ga solo parsimoniosamente, men-
tre da altre scaturiscono più di
Sorgente carsica 1000 litri al minuto. A dipendenza
del modo con cui l’acqua sgorga
dal terreno e dalla natura della roc-
cia da cui affiora, le sorgenti assu-
mono un nome diverso.
Nelle zone pianeggianti o in una
conca, le acque sotterranee af-
fioranti formano sorgenti elocrene
(defluenti) o limnocrene (stagnan-
ti). Talvolta, le acque sotterranee
affiorano in modo quasi impercet-
tibile (sorgenti subacquee).
Sorgente limnocrena NEL SERBATOIO D’ACQUA
Quando le acque sotterranee
contengono molto calcio, esse rico- viene immagazzinata l’acqua desti-
prono tutto ciò che incontrano al nata all’uso. Il consumo d’acqua
loro passaggio con una crosta cal- oscilla considerevolmente nel corso
carea (sorgenti pietrificanti). Questi della giornata. La cisterna assicura
sedimenti sono detti travertino o una disponibilità d’acqua e una
e in seguito addotta al serbatoio.

tufo e possono formare con il tem- pressione sempre sufficienti. In


po fantastiche sculture: grandi ter- Svizzera, metà dell’acqua di falda
razzi e gradinate che spesso rag- che affiora dal sottosuolo è di quali-
giungono parecchi metri d’altezza. tà talmente buona da poter essere
Le sorgenti carsiche le cui utilizzata così com’è come acqua
Sorgente subacquea acque sotterranee provengono da potabile. L’altra metà dev’essere
sistemi di caverne talvolta enormi potabilizzata prima di essere
hanno una portata d’acqua molto immessa nella rete di distribuzione
variabile. Un temporale nel bacino dell’acqua potabile (vedi pagina 18).
imbrifero può trasformare in bre-
vissimo tempo un affioramento
appena percettibile in un impetuoso
trabocco.
condotta al pozzo di raccolta

Sorgente pietrificante

➔ Qui viene captata una sorgente!


In Svizzera sono captate 30 000
sorgenti!

Captata la sorgente, l’acqua viene

12
...e da qui addotte al serbatoio.

Le acque sotterranee vengono pompate verso una vasca di controllo ...


Ai fini dell’approvvigionamento pubblico Laddove l’acqua non affiora da sé in
d’acqua, in Svizzera ogni anno viene una sorgente, si trivellano POZZI e la si
prelevato circa 1 miliardo di pompa in superficie. Questa è la vista
m3 d’acqua potabile, pari dall’alto in una captazione di acque sotter-
al volume d’acqua del ranee all’apertura del chiusino.
Lago di Bienne.
L’ a c -
In media, l’acqua potabile q u a
in Svizzera è composta c h e
all’80% di acque sotterranee sgorga
(40% di sorgente, dai rubi-
40% di pozzi filtranti) e netti in
al 20% di acque di lago. Svizzera
proviene dal-
le più dispa-
rate profondità
ed ha un’età
mol t o vari ab i l e.

Nella Valle dell’Aar


tra Thun e Berna
per esempio il livello
della falda si trova
solo a pochi metri di
profondità. Le acque sot-
terranee vengono captate
nella Belpau in prossimità
della superficie del suolo e
addotte al servizio di approv- POZZO FILTRANTE
vigionamento idrico della città La pompa dell’ac-
di Berna. La falda è alimentata qua di falda è in-
dall’Aar, il fiume che scorre nelle serita in un tubo di
vicinanze: le sue acque s’infiltra- filtraggio in parte Livello massimo dell’acqua
no lentamente attraverso l’alveo e forato per permet-
arricchiscono la falda freatica. Alla tere all’acqua di
captazione, l’età dell’acqua varia da affluire nel pozzo.
poche ore a qualche giorno. Per il Al pompaggio di
Livello minimo dell’acqua
tragitto dalla stazione di pompaggio al acqua verso la
rubinetto in un appartamento di Berna superficie, il livello
impiega un altro giorno. delle acque sotter-
ranee si abbassa
Ben diversa è la situazione del deposito di come un imbuto
acque sotterranee nella Valle della Glatt tra (vedi disegno).
Uster e Dübendorf ZH. Esso si estende per Quando il livello
10 km e si trova a una profondità di 100 m. delle acque sotter-
Quando, all’inizio degli anni 1990, è stata pre- ranee scende
sa presso Uster per l’approvvigionamento di troppo, la pompa
acqua potabile, i ricercatori hanno constatato è spenta automa-
che quest’acqua risale all’ultima glaciazione e che ticamente da
vanta pertanto la bellezza di 30 000 anni d’età! un elettrodo di
contatto.

13
L e acque sotterranee acquistano la loro qualità
ASSORBIRE SOSTANZE
Una goccia d’acqua che cade a terra assorbe nell’atmosfera gas quali l’azoto
e l’ossigeno, ma anche sostanze inquinanti provenienti dai gas di scarico
delle automobili ecc.
Una volta giunta a terra, la goccia d’acqua dilava fuliggine dai tetti, materiale
d’abrasione dei pneumatici dalla strada, granelli di polline dalle piante, con-
cime dai campi, colaticcio dai prati, gocce d’olio dai posteggi ...

Poi l’acqua s’infiltra nel suolo.


Scorre attraverso diversi strati dove viene modificata.

Sezione schematica del suolo e sottosuolo

DEPURARE ED ARRICCHIRE
Il suolo depura l’acqua d’infiltrazione in tre modi.
Esso provvede a una depurazione fisica. Come un crivello, trattiene lo
sporco. La capacità di filtraggio e la permeabilità all’acqua dipende dalla
dimensione dei pori del suolo.
Inoltre, l’acqua viene trasformata anche chimicamente e biologica-
mente: il materiale organico (humus) e le piastrine d’argilla nello strato
superiore del suolo si uniscono, formando i cosiddetti complessi colloi-
dali argillo-umici. Questi sono in grado di sottrarre chimicamente all’ac-
qua e legare a sé varie sostanze, anche indesiderate.
Negli strati superiori del suolo vivono numerosi microrganismi. I bat-
fino a 1,5 metri

teri del suolo degradano le sostanze indesiderate trasformandole in


sostanze innocue. Gli animali più grandi che vivono nel suolo mantengo-
no liberi i pori del suolo con i loro movimenti. In questo modo l’acqua
può percolare e il suolo fungere da filtro. La maggior parte della pedo-
fauna vive nei primi 35 centimetri di suolo.
Anche le piante contribuiscono alla depurazione dell’acqua assumendo
tramite le radici le sostanze nutritive disciolte nel suolo e nell’acqua.
Gli organismi del terreno respirano ossigeno ed emettono anidride
carbonica (CO2), la quale si discioglie nell’acqua d’infiltrazione, formando
così acido carbonico (H2CO3) che rende l’acqua acida (vedi pagina 16). A
partire da una data concentrazione, la forza dell’acido è sufficiente per
sciogliere le sostanze minerali dell’ambiente circostante. L’acqua si arric-
chisce così di sostanze minerali (soprattutto calcio, vedi pagina 16).

Agli strati del suolo biologicamente attivi segue il sottosuolo naturale.


Esso è praticamente privo di materiale organico ed è formato da un
da 1,5 a parecchie 100 di metri

miscuglio di diverso pietrame di dimensioni diversissime. Le componenti


più piccole sono le particelle d’argilla (di dimensione inferiore ai 0,002
millimetri), seguite da particelle dette limo o silt (fino a 0,06 millimetri
di grandezza), quindi dalla sabbia (fino a 2 millimetri), dalla ghiaia (fino a
6 cm), dalle pietre (fino a 20 cm) e infine dai massi (più di 20 cm). Il
rapporto di miscela di questo pietrisco determina la capacità (fisica) di
filtraggio del sottosuolo. A partire da 1,5 metri fino a diverse centinaia
di metri di profondità, il compito di depurazione chimica spetta unica-
mente alle piastrine d’argilla (senza l’humus).

A un certo punto, l’acqua incontrerà uno strato impermeabile di argilla


o roccia compatta e sarà ritenuta. Qui si accumulano anche le sostanze
nocive più pesanti dell’acqua.
14
Nei suoli ricoperti con catrame e calcestruzzo
l’acqua non può infiltrare. Tali superfici si dicono
«impermeabilizzate». Qui l’acqua viene raccolta
e spesso...

... addotta direttamente all’impianto di depurazione delle acque (IDA). La pioggia che cade su queste superfici non alimenterà quindi le acque sotterranee...
NELLA FORMAZIONE ACQUIFERA IN NELLA FORMAZIONE NELLA FORMAZIONE
MATERIALE SCIOLTO ACQUIFERA IN ROCCE CARSICHE ACQUIFERA IN ROCCE FESSURATE
È nelle valli fluviali colme di depositi di Nelle regioni carsiche del Giura e delle Come nelle zone carsiche, anche
pietrisco che l’acqua d’infiltrazione si Prealpi la coltre di humus è più sottile nelle Alpi lo strato biologicamente
depura meglio. Anzitutto, perché qui lo che nelle valli fluviali. Nelle formazioni attivo del suolo è quasi sempre sot-
strato di humus presenta il maggiore carsiche, inoltre, le cavità in pros- tile o addirittura del tutto inesistente.
spessore. In secondo luogo, perché nei simità della superficie possono crollare Inoltre, è spesso l’unico strato che
soggiacenti strati di ghiaia e sabbia l’ac- dando origine a depressioni (doline). filtra e depura l’acqua. Mancano
qua è ulteriormente purificata dall’azio- Nei corridoi ad esse collegati la prote- solitamente gli strati di pietrisco e lo
ne delle piastrine d’argilla. La maggior zione delle acque sotterranee dall’inqui- strato organico del suolo poggia
quantità dell’acqua potabile svizzera – il namento non è più garantita. Le cavità spesso direttamente sulla roccia. I
40% circa – è per lo più ricavata dalle carsiche sono enormi e l’azione filtran- primi metri della roccia soggiacente
acque sotterranee in prossimità della te che esercitano sull’acqua che vi sono pieni di fessure, mentre le cre-
superficie nel pietrisco fluviale. Gene- scorre veloce è pressoché inesistente. pe e le fenditure si fanno più rare
ralmente, i depositi di pietrisco fluviale Spesso, l’acqua è quindi torbida e verso l’interno della montagna. L’a-
sono coperti e protetti da materiale di inquinata. Di regola, per rendere po- zione filtrante e depurativa di tali
sedimentazione fine apportato da pre- tabile l’acqua carsica (il 15% ca. del- sistemi di rocce fessurate sulle
cedenti alluvioni del fiume, per cui le l’acqua potabile), occorre dapprima acque che si infiltrano è molto limita-
acque sotterranee risultano ben ripara- filtrarla e disinfettarla, oppure trivella- ta. Circa un quarto dell’acqua pota-
te dall’inquinamento anche in prossimità re in grandi profondità dove è meglio bile svizzera proviene da formazioni
della superficie. protetta. acquifere in rocce fessurate. Prima
Le acque sotterranee in profondità dell’uso, l’acqua dev’ essere in parte
maggiori sono ancor meglio protette e resa potabile.
filtrate. Ma di fronte agli elevati costi di
trivellazione e captazione in profon-dità In Svizzera, il totale delle superfici impermeabilizzate è pari a un territorio della grandezza
e alla frequente eccessiva mineralizza- del Canton Lucerna (3,5% della superficie totale).
zione dell’acqua (vedi pagina 16) la loro
utilizzazione per l’approvvigionamento di
acqua potabile è meno frequente.

IDA
15
MINERALIZZAZIONE
La quantità e il tipo di sostanze minera- dolce o molle (vedi pagina 17). Nelle contiene quindi solo pochissime sostan-
li che le acque sotterranee assorbono falde freatiche in pietrame sciolto delle ze minerali ed è spesso leggermente
nel sottosuolo dipende dal tipo di mine- pianure ghiaiose, l’acqua che s’infiltra acida. L’acqua della fonte di Cima del
rali presenti nel suolo e nella formazio- scorre molto più lentamente e nei ter- Bosco presso Airolo TI scorre attraver-
ne acquifera e dalla loro idrosolubilità. reni fertili assorbe una quantità mag- so i gneiss, scisti e anfiboliti della regio-
Importante è anche il tenore di anidride giore di CO2 che nelle zone carsiche. ne del Gottardo. Contiene solo circa
carbonica nell’acqua che infiltra: quanto Ciò ne accresce la capacità di scio- 120 mg/l di sostanze minerali e con
più acido carbonico nell’acqua, tanto gliere sostanze minerali dai detriti cal- 6°fH è molto dolce.
maggiore è il suo potere solvente. Un carei. Con una concentrazione minerale Le sostanze minerali disciolte nell’ac-
clima caldo e terreni fertili accrescono di circa 500 mg/l, il tasso di mineraliz- qua sono principalmente calcio, magne-
notevolmente la formazione e la dissolu- zazione delle acque sotterranee presso sio, sodio, potassio (ioni di carica posi-
zione di CO2 nell’acqua. Oberriet SG, che con 30°fH sono consi- tiva = cationi) nonché idrogeno carbo-
Le rocce calcaree del Giura, delle derate dure, è perciò superiore a quel- nato, solfato, cloruro, nitrato (ioni di
Prealpi e del sud del Ticino sono solubi- lo del Giura. carica negativa = anioni).
li nell’acqua acida. Nel corso del tempo Quando l’acqua infiltrante è inquinata In Svizzera, le acque contenenti in
hanno perciò subito una forte disgrega- da sostanze che nell’acqua conducono modo prevalente calcio, magnesio e
zione. Nei suoli sottili e nell’aspro clima alla formazione di acidi («piogge acide»), idrogeno carbonato o calcio e idrogeno
di montagna si forma però relativamen- aumenta la sua capacità a sciogliere carbonato sono di gran lunga le più rile-
te poca CO2 e siccome l’acqua deflui- sostanze minerali, nel peggiore dei casi vanti per l’approvvigionamento di acqua
sce molto rapidamente, le rimane poco anche metalli pesanti. Ma esiste anche potabile.
tempo per sciogliere il calcio. Pertanto, in natura acqua molto acida come per Molto più rare sono le acque che
malgrado la solubilità della roccia, l’ac- es. l’acqua che scorre attraverso una durante il loro tragitto hanno per es.
qua carsica si arricchisce solo in misu- palude. incontrato giacimenti di gesso o sal-
ra modesta di minerali. Una parte delle Alpi è formata da gemma (acque solfato-calciche e clo-
L’acqua di St. Sulpice nel Giura neo- rocce silicee (ad es. granito, gneiss, ruro-sodiche) o sono rimaste così a lun-
castellano contiene ad es. circa 300 anfibolite). I silicati sono praticamente go nel sottosuolo da aver potuto dissol-
milligrammi di sostanze minerali per insolubili nell’acqua. In queste rocce, vere minerali solo lentamente solubili
litro (mg/l). Con soli 13,5 gradi di l’acqua difficilmente trova minerali solu- nell’acqua (ad es. acque bicarbonato-
durezza francesi (°fH) è considerata bili, soprattutto pochissimo calcio. Essa sodiche).

I DUE PRINCIPALI PARAMETRI


1. Il valore pH è una grandezza che indica quanto un liquido sia acido o alcalino (o basico = non acido). Con un pH = 1
l’acido gastrico ad es. è estremamente acido, l’acqua pura (H2O) per contro è neutrale – né acida né alcalina – e ha un
pH = 7. La soda caustica (30%) con un pH = 14 presenta una massima alcalinità.
L’acqua naturale può essere leggermente acida o leggermente alcalina: L’acqua minerale contenente anidride carbonica con
un pH = 6 è acida. L’acqua di lago con un pH = 8,3 è alcalina.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14
Acido gastrico

Succo di limone

Coca-Cola

Vino

Birra

Acqua pura H2O


Sangue
Acqua di sorgente a Einsiedeln
Acqua di lago pulita

Lisciva

Soluzione di soda
caustica al 30%
Acqua minerale addizionata di
anidride carbonica
Acque sotterranee di Lugano

acido ➔ neutrale ➔ alcalino

Un liquido è detto acido quando il suo pH è inferiore a 7. Il grado di acidità dell’acqua può essere determinato mediante una
cartina di tornasole provvista di indicatore: più l’acqua è acida e più la colorazione della cartina tende al rosso. Un’acqua acida
non è desiderabile: corrode per es. le tubature. Per cui, prima di immetterla nella rete di distribuzione va disacidificata.

16
F orme di vita nelle acque sotterranee
Un tempo si riteneva che nel sottosuolo non esi-
a
stesse alcuna forma di vita – fino a quando, nel
1689, paesani sloveni rendevano attenti ricercatori
al proteo, una salamandra scaricata dalle acque di
una sorgente carsica. Si tratta di una specie molto
b
particolare di salamandra alla quale mancano gli
occhi e la pigmentazione del corpo, ambedue feno-
meni di adattamento a una vita nelle acque sotter-
ranee, una vita nell’oscurità perenne.
Nel frattempo sono state scoperte altre forme di c
vita nelle acque sotterranee, non solo nelle forma-
zioni carsiche ma anche nei piccoli pori della ghiaia.
Anche a questi esseri viventi mancano gli occhi e la
pigmentazione, ma le somiglianze vanno oltre: sono
rari, di piccole dimensioni, allungati, dalle zampe
d
corte e si muovono serpeggiando. Tali abitanti inno-
cui delle acque sotterranee sono ad es. l’ingolfiella,
il microcerbus e altre specie. Siccome nelle acque
sotterranee scarseggiano il nutrimento e l’ossigeno,
il metabolismo di questi animaletti è lento. Di con- e
seguenza, raggiungono un’età di quindici volte
superiore a quella dei loro parenti nelle acque
superficiali (ruscelli, fiumi, laghi), il cui metabolismo
è più veloce.
Nelle grotte carsiche gli esseri viventi hanno più f
spazio. Sono più grandi degli abitanti dei vacuoli. In
quell’ambiente, oltre al proteo (rinvenuto sinora solo
nel carso dinarico tra l'Italia e la Bosnia Erzegovina)
a) Salentinella b) Wandesia
sono state scoperte, fra l’altro, anche alcune spe-
c) Ingolfiella d) Microcerbus
cie di lumache. e) Leptobathynella f) Parastenocaris

Niphargus Proasellus Specie di lumaca delle acque carsiche

2. La DUREZZA DELL’ACQUA indica la quantità di calcio e magnesio disciolti nell’acqua. In Svizzera, la durezza dell’acqua
è prevalentemente determinata dal tenore di calcio. Viene indicata in gradi di durezza francesi (°fH): quanto più elevata è la
concentrazione di calcio, tanto maggiore è la durezza dell’acqua.
carbonato di calcio (calcare)
in milligrammi per litro grado di durezza francese
Acqua dolce 0 – 150 0 – 15
Acqua mediamente dura 150 – 250 15 – 25
Acqua dura Più di 250 da 25
Come ci si accorge del grado di durezza dell’acqua nella vita quotidiana? L’acqua dura ottura ad es. i fori della doccetta con
depositi o lascia tracce visibili nella pentola. Ma proprio questi minerali, indesiderati nella doccia, rendono preziosa l’acqua
minerale. L’acqua dolce non lascia tracce di questo tipo.

17
A cque sotterranee: trattamenti depurativi e utilizzazione
La metà della quantità di acque sotterranee utilizzate non più stadi. Per contro, la metà delle acque sotterranee può
necessita nessun trattamento: l’acqua potabile svizzera essere utilizzata come acqua potabile così come esce dal
viene ricavata per l’80% da acque sotterranee (40% da suolo. Ha quindi la stessa ottima qualità dell’acqua minerale
sorgenti, 40% da pozzi filtranti) e per il 20% da acqua di imbottigliata. L’altra metà delle acque sotterranee va trat-
lago. Quest’ultima, per essere resa potabile, dev’essere tata; la preparazione dell’acqua potabile può essere a uno o
sempre sottoposta a un trattamento depurativo costoso e a più stadi.

Qui l’acqua viene irradiata con luce UV

Filtrazione: si filtra
l’acqua per elimina-
re le fastidiose
sostanze intorbiden-
ti e in sospensione.

Disinfezione: TRATTAMENTO MONOSTADIO ➔ ➔ TRATTAMENTO PLURISTADIO


se le acque sotter-
ranee sono conta- Miscelazione: se Disacidificazione: Solo una piccola parte Aerazione: l’acqua
minate da micror- l’acqua contiene in qualche località delle acque necessita povera di ossigeno
ganismi provenienti troppe sostanze della Svizzera le un trattamento depu- va ventilata perché
da colaticcio, nocive, può essere acque sotterranee rativo a più stadi per potrebbe contenere
letame o fognature miscelata con acqua sono acide e devono raggiungere qualità molto ferro o manga-
perdenti, bisogna meno inquinata pro- essere trattate per potabile. È il caso per nese (metalli).
disinfettarle. L’aggi- veniente da un’altra evitare la corrosione circa un quinto delle Quando acqua di
unta di acqua di captazione. Tale delle tubature. acque sotterranee questo tipo entra in
Javel, cloro o bios- procedura risolve il L’azienda acqua pompate e per un de contatto con l’aria,
sido di cloro dis- problema soltanto potabile della città cimo delle sorgive. il ferro disciolto rea-
infetta l’acqua in nella rete di distri- di Lugano, per es., L’acqua viene trattata gisce con l’ossigeno
modo durevole, ma buzione dell’acqua convoglia la sua con una combinazione formando piccoli
un alto dosaggio di potabile, mentre la acqua acida e molto di metodi (per es. fil- fiocchi che intorbi-
questi additivi causa falda rimane inqui- dolce attraverso traggio, flocculazione discono l’acqua (floc-
un sapore fastidio- nata. In Svizzera pietre dolomitiche. (vedi aerazione) ecc.). culazione). Una tale
so. La disinfezione l’ordinanza sulla Questo permette Di regola viene almeno acqua è perciò sot-
dell’acqua con luce protezione delle all’acqua di assor- filtrata meccanicamen- toposta ad aerazione
ultravioletta (UV) acque prescrive bire calcio fino al te e disinfettata. artificiale e una
invece non causa l’eliminazione raggiungimento di Il filtraggio con carbone successiva filtrazione
sapori sgradevoli. dell’inquinamento un equilibrio fra attivo o l’aerazione ne elimina le sostan-
Per contro, il trat- alla fonte. È in acido carbonico e speciale si applicano ze sospese. In Sviz-
tamento non ha questo senso che calcare. L’acqua più raramente. È però zera questo tratta-
nessun effetto pre- la Confederazione viene in questo in crescente aumento mento è necessario
ventivo come quello finanzia per es. modo resa neutra. la moderna filtrazione solo in rari casi.
col cloro. Ciò vale progetti per la In Svizzera questo a membrana che, a
anche per il tratta- riduzione dei nitrati procedimento è seconda della finezza
mento con l’ozono. (Azione N – meno necessario solo in delle maglie del filtro,
nitrati nell’acqua). Ticino. riesce addirittura a rite-
nere batteri o sostanze
disciolte.
18
LO SFRUTTAMENTO DEL CALORE TERRESTRE
Quanto più elevata è la profondità dalla sotterranee (bagni termali, pozzi di
quale provengono le acque sotterranee acque sotterranee e acqua di galleria).
tanto più alta è la loro temperatura. La Le acque termali si prestano però a un
temperatura dell’acqua aumenta media- uso più diretto e piacevole: i bagni. Le
mente di ca. 3 gradi Celsius (°C) per sorgenti termali vengono attualmente
ogni 100 metri di profondità. Il Comune sfruttate in 15 località svizzere. Nelle
argoviese di Seon sfrutta proprio que- terme di Baden AG, Lostorf SO e Yver-
sto fatto. Per l’approvvigionamento idri- don-les-Bains VD esisteva già al tempo
co, capta le acque sotterranee con una dei romani una vera e propria cultura
temperatura di 19,5°C a 300 metri di balneare. Ma anche in altre epoche i
profondità. Alle economie domestiche bagni termali conobbero grande popola-
l’acqua arriva però con una temperatu- acque sotterranee e nel Cantone di rità in Svizzera: nel XV secolo, chi se lo
ra di soli 10°C. L’energia termica così Berna sono più di 870. poteva permettere frequentava i bagni
ottenuta basta per riscaldare una pisci- La Svizzera è fra i Paesi che più uti- termali per indulgere alla vita mondana.
na coperta, la sauna, una sede sport- lizzano il calore terrestre (geotermia): Nel XIX secolo i bagni termali divennero
iva, 30 case unifamiliari e 6 palazzine con un consumo di calore terrestre di luoghi di cura: per quasi ogni malattia
con 61 appartamenti. Seon non è un 70 watt pro capite si trova infatti al esisteva un’adeguata cura termale.
caso unico. Nel Canton Argovia sono in terzo posto, preceduta solo da Islanda L’attuale moda del «wellness» ripren-
funzione altri 270 impianti per lo sfrut- e Nuova Zelanda. Metà dell’energia de queste tradizioni e rianima le località
tamento del calore del suolo tramite le geotermica utilizzata proviene da acque balneari.

Ma quest’acqua non basta ...


Ogni svizzera e ogni svizzero consumano Se si aggiunge l’acqua consumata in
quotidianamente nell’economia domestica agricoltura, dall’industria e dall’artigia-
162 l d’acqua ! nato, si stima che il consumo mondiale
Questi sono per: – quotidiano beninteso - sia di 2700 litri
lo scarico del wc 47.7 l o 29.5% a testa! In un anno questo significa un
bagno e doccia 31.7 l o 19.6% consumo di 1 milione di litri d’acqua pro
la lavatrice 30.2 l o 18.6% capite.
cucinare e bere
lavare i piatti a mano 24.3 l o 15.0% L’acqua nascosta
l’igiene personale e Se diamo un’occhiata in giro nel sog-
il bucato a mano 20.7 l o 12.8% giorno, non riusciamo neanche a imma-
Altro 3.8 l o 2.3% ginare quanta acqua sia immagazzinata
la lavastoviglie 3.6 l o 2.2% in quest’ambiente asciutto: per esem-
pio, per fabbricare il cuscino di cotone
di 600 grammi del divano ci sono voluti
Fonte: SSIGA
60 litri di acqua. Per la produzione
di un televisore ce ne vogliono circa
1000 litri. Gli svizzeri «consumano»
grandi quantità d’acqua anche import-
ando frutta e verdura dall’estero.

19
Pericoli di contaminazione chimico-biologica

Discariche e Acque di scarico, Inquinanti atmosferici Agricoltura: concime Medicamenti,


siti contaminati perdite, incidenti L’aria è inquinata dalle aziendale e prodotti sostanze attive
Fino a pochi anni fa Le fognature difettose emissioni del traffico, fitosanitari a livello ormonale
non si prestava molta rappresentano un dell’industria, dell’arti- Il colaticcio, il letame e Medicamenti, ormoni
attenzione fino a che pericolo per le acque gianato e dei riscal- i liquami di percolazio- e sostanze simili agli
punto i processi di sotterranee. I controlli damenti privati, ma ne d’insilaggio possono ormoni finiscono nelle
produzione e smalti- regolari e la manuten- anche dall’ammoniaca inquinare gravemente acque di scarico. A
mento dei nostri beni zione delle tubazioni dell’agricoltura. L’aria il suolo e le acque. causa di tubazioni
di consumo fossero rivestono quindi la veicola quindi grandi Soprattutto se il suolo perdenti e tramite
compatibili con l’am- massima importanza. quantità di composti è molto permeabile, l’infiltrazione di acque
biente. Attraverso La posa di condutture azotati, i quali giu- le sostanze inquinanti superficiali possono
perdite per gocciola- per le acque reflue ngono anche nelle possono raggiungere anche approdare nelle
mento e fori nelle attraverso le zone di foreste – in media direttamente le acque acque sotterranee.
tubature sono pene- protezione delle acque 30 chili per ettaro e sotterranee. Il colatic- Sui campi, assieme al
trate nel suolo molte sotterranee (vedi anno: una quantità cio ed il letame appor- concime di fattoria,
sostanze inquinanti. pagina 26) è permes- nettamente superiore tano azoto organico vengono sparse anche
Ma si sperava nella sa solo in via del tutto al limite critico di nel suolo dove i batteri considerevoli quantità
capacità depurativa eccezionale – e solo 20 chili. lo trasformano in di ormoni e antibiotici
del suolo e si riteneva a severe condizioni Tramite la pioggia, le nitrato facilmente solu- provenienti dai medica-
che le acque sotterra- (ad es. tubi a doppia sostanze nocive giun- bile. Quando la quanti- menti veterinari che
nee fossero protette. parete). gono nel suolo. Ma la tà di nitrato prodotta possono infiltrarsi
Ancora oggi, i suoli di La fuoriuscita di benzi- maggior parte dei supera il fabbisogno nelle acque sotter-
molti siti sono conta- na o diesel dalle colon- suoli svizzeri (ricchi delle piante, l’acqua di ranee. Ogni giorno
minati da sostanze ne di distribuzione e di calcio) tamponano percolazione trasporta consumiamo un’infinità
nocive che costituisco- dai depositi di idrocar- bene la pioggia acida – l’eccedenza nelle di prodotti chimici che
no una minaccia per le buri può pregiudicare al contrario delle acque sotterranee. giungono così nell’am-
acque sotterranee. le acque sotterranee regioni canadesi o Una concentrazione di biente. Persino gli
Fanno parte di questi (vedi pagina 22). Le scandinave dove il nitrato da 1 a 6 mg/l impianti di depurazione
siti contaminati anche stazioni di rifornimento suolo e le acque in- è normale. Dove si non riescono a elimi-
discariche dove i rifiuti di benzina devono per- acidiscono. La mag- praticano l’agricoltura narli completamente,
sono stati depositati ciò soddisfare severi gior parte delle nostre e l’orticoltura intensi- per cui molti fini-
indiscriminatamente, requisiti di sicurezza. acque sotterranee ve, la concentrazione scono nelle acque.
senza impermeabiliz- Anche gli incidenti non sono minacciate di nitrato può però Gli effetti di tali
zare il suolo e, quindi, durante il trasporto e dal pericolo di inaci- senz’altro raggiungere sostanze sull’uomo e
senza proteggere le la produzione di dimento. e superare i 40 mg/l sugli animali sono
acque sotterranee. sostanze nocive alle L’acqua acida (pH (vedi pagina 21). tuttora oggetto di
In Svizzera esistono acque rappresentano inferiore al 6,5 circa) I prodotti fitosanitari ricerche. In Svizzera
circa 50 000 siti un pericolo per il suolo va trattata prima della non distruggono solo i diversi programmi di
contaminati, 4000 e le acque sotterra- sua immissione nella parassiti e le erbacce, ricerca si occupano
dei quali devono nee. In Svizzera, l’utiliz- rete di approvvigiona- ma lasciano nelle delle questioni legate
essere risanati nei zazione delle sostanze mento dell’acqua pota- acque sotterranee alle sostanze che
prossimi 20 anni. pericolose è disciplina- bile, altrimenti corrode residui in parte prob- agiscono a livello
Oggi le nuove dis- to soprattutto le tubature (vedi pagi- lematici che possono ormonale.
cariche vengono pro- dall’«ordinanza sulla na 18). rimanervi per decenni.
gettate e impermea- protezione contro Nelle zone di protezio-
bilizzate in modo che incidenti rilevanti» e ne delle acque sotter-
le sostanze nocive non dall’«ordinanza contro ranee (vedi pagina 26)
possano giungere nelle l’inquinamento delle l’impiego di prodotti
acque sotterranee. acque con liquidi fitosanitari è quindi
nocivi». particolarmente critico.
20
COME SI COMPORTANO NEL SOTTOSUOLO CERTE SOSTANZE NOCIVE PER L’ACQUA

Prodotti fitosanitari (PFS) Perdita nella fognatura Fertilizzanti


I PFS proteggono le piante utili dalle Per le acque sotterranee, una perdita Azoto, fosforo e potassio sono le
malattie e dai «parassiti» ed eliminano nelle tubature di scarico nel suolo è sostanze fertilizzanti quantitativamente
le piante che con loro concorrono per doppiamente pericolosa: da una parte più importanti. Problematico per le
la luce e le sostanze nutritive. Il venta- perché l’acqua di scarico giunge così acque sotterranee è soprattutto l’azoto
glio degli obiettivi è quindi vasto e, di direttamente nel sottosuolo scavalcan- sotto forma di nitrato. Contrariamente
conseguenza, sono molteplici le sostan- do il soprassuolo ricco di humus con il al fosfato, il nitrato si trova a
ze impiegate. Una parte del PFS rima- suo efficace effetto filtrante; dall’altra suo agio nell’acqua e non
ne legata alle particelle di suolo, men- perché le acque reflue sono un cocktail mostra nessuna tendenza a fissarsi alle
tre un’altra è sciolta nelle acque del variegato di sostanze, contaminato da particelle del suolo; di conseguenza,
suolo. È soprattutto la parte disciolta a microrganismi fra i quali figurano anche viene facilmente eluviato nelle acque
rappresentare un pericolo per le acque agenti patogeni. Quest’ultimi, tuttavia, sotterranee. È soprattutto nelle regioni
sotterranee. Fortunatamente esistono si trovano a loro agio solo in condizioni agricole dell’Altopiano che le acque sot-
altri due meccanismi che ne frenano simili a quelle regnanti all’interno del terranee presentano un elevato carico
l’eluviazione. Da un lato, le radici delle corpo umano. Fortunatamente non di nitrato, indice che l’utilizzazione agri-
piante assorbono PFS assieme all’ac- sono adatti alle condizioni di vita nel cola del suolo avviene senza il sufficien-
qua (per alcuni PFS è proprio questo il sottosuolo. Infatti, la maggior parte te rispetto delle condizioni locali, oppu-
meccanismo sul quale si basa l’effetto). perisce entro un lasso di tempo relati- re semplicemente di una concimazione
Dall’altro, gli organismi viventi nel suolo vamente breve. Inoltre, nel suolo la eccessiva e inopportuna. Dove una
sono in grado di degradare, almeno in capacità di trasporto di batteri, virus e notevole quantità di nitrato finisce nelle
parte, i PFS disciolti nell’acqua. organismi unicellulari risulta limitata, acque sotterranee, sussiste sempre il
Ciononostante, i PFS e la loro presenza tant’è vero che rimangono spesso lega- pericolo che nelle acque sotterranee
nelle acque sotterranee costituiscono ti a particelle del suolo o sono divorati giungano anche altre sostanze molto
un problema. Attualmente in Svizzera le da altri microrganismi. Il pericolo di più nocive, come ad es. i pesticidi.
sostanze attive ammesse sono circa inquinamento delle acque sotterranee Avere nitrato nelle acque sotterranee
400. Per un terzo di queste sostanze con agenti patogeni è di conseguenza significa avere spanto fertilizzante nel
non conosciamo il comportamento nel non molto grande se le acque sotter- posto sbagliato, dato che contribuisce
suolo perché non disponiamo di proce- ranee sono protette da uno strato di all’eutrofizzazione del nostro ambiente
dimenti di analisi semplici e a basso suolo sufficientemente spesso e intat- naturale.
costo. Ben poco si sa, inoltre, sugli to. Ciò non è il caso per quanto riguar-
effetti che i miscugli di residui di diffe- da le canalizzazioni di fognatura inter-
renti PFS presenti nell’acqua possono rate! Per questo motivo, nella zona di
avere sull’ambiente e sulla salute dell’u- protezione S2 non si possono costruire
omo. Per questo motivo, nelle acque canali di scarico (vedi pagina 26).
sotterranee sono tollerabili solo quanti-
tà minime di PFS.

I prodotti fitosanitari disciolti nell’acqua – Se la perdita non è troppo vicina alla Il nitrato non si fissa alle particelle del suolo.
se non sono degradati o ritenuti nel suolo captazione delle acque sotterranee, la Il nitrato eccedente si scioglie nell’acqua e
(cerchi rosso/blu) – vengono eluviati nelle maggior parte degli agenti patogeni perisce l’acqua d’infiltrazione lo trasporta nelle
acque sotterranee. prima che l’acqua raggiunga la captazione. acque sotterranee.
21
MTBE Rame
Il metil-ter-butiletere (MTBE) è quantita- Il rame è un metallo pesante. In piccole
tivamente una delle più importanti dosi è indispensabile a tutti gli esseri
sostanze sintetiche. Serve da additivo viventi, mentre in dosi eccessive è vele-
del carburante: nella benzina ha sosti- noso. Come tale viene impiegato
tuito il piombo come antidetonante. In soprattutto nella viticoltura per combat-
Svizzera, la benzina super contiene cir- tere le malattie fungine. Il rame si fissa
ca l’8% di questa sostanza chimica e la saldamente alle particelle del suolo
benzina normale circa il 2%. Ma poiché e difficilmente finisce nelle acque sot-
in Svizzera si viaggia tanto in automo- terranee; questo vale anche per gli altri
bile, ogni anno si consumano quasi metalli pesanti. Ma attenzione: quando
100 000 tonnellate di MTBE. il suolo si inacidisce, la mobilità dei
L’MTBE è immesso nell’atmosfera metalli pesanti presenti nel suolo
soprattutto per evaporazione (al mo- aumenta, al punto tale che possono
mento del rifornimento o per fuoriu- addirittura essere eluviati nelle acque
scita dal serbatoio) e, sotto l’effetto sotterranee. Tuttavia, soprattutto gra-
della luce, viene degradata nel giro di zie all’humus, il rame rimane quasi
pochi giorni. La pioggia l’assorbe però completamente nel soprassuolo. La
in parte e lo deposita nel suolo. Tale presenza di rame nelle acque sotterra-
sostanza finisce nel suolo anche a cau- nee è perciò un fatto del tutto ecce-
sa di perdite o incidenti. Nel suolo, zionale.
l’MTBE resiste con successo al proces-
so di degradazione. Né l’humus né le
piastrine di argilla riescono a trattener-
lo, ragione per cui, trasportato dall’ac-
qua, può infiltrarsi in profondità.
Mentre in certe regioni fino a un quar-
to dei campioni di acque sotterranee
denota tracce minime di MTBE, vi sono
altre regioni che ne sono rimaste quasi
completamente risparmiate. Allo stato
delle conoscenze attuali, le piccole con-
centrazioni trovate nel nostro Paese
non sono pericolose, ma seguiamo con
attenzione gli ulteriori sviluppi.

Il MTBE «precipita» liberamente in profondità. Il rame (rosso) rimane prevalentemente nel


suolo, a meno che l’eccessiva acidità non
liberi i metalli pesanti.

22
Vulnerabilità meccanica delle acque sotterranee

Livello delle acque sotterranee prima della

Trabocco prima della costruzione della galleria

3
Livello delle acque 1 Fessure
sotterranee dopo la
costruzione della galleria 2

Punto da cui l’acqua defluisce Galleria


dopo la costruzione della galleria

ST. GERMAN E IL LIVELLO DELLE ACQUE SOTTERRANEE


Novembre 2001: allarme a St. Ger- re nel materiale di frana. Certo, gli spe- ciato a sprofondare. Fino all’autunno del
man, piccolo villaggio viticolo sopra cialisti lo avevano previsto, ma non ave- 2002, il suolo ha continuato ad abbas-
Raron (Vallese). Nel giro di pochi giorni, vano previsto che nel ghiaione si trovas- sarsi, in alcuni punti anche di 20 centi-
il suolo si è abbassato di quasi 6 centi- sero anche degli strati di torba (residui metri. Per buona sorte il cedimento si è
metri, nei muri delle case sono apparse di antiche paludi). La torba assorbe l'ac- ora praticamente arrestato e gli specia-
nuove crepe, mentre quelle vecchie si qua come una spugna. In assenza delle listi ritengono che il terreno non si
sono improvvisamente ingrandite. Cosa acque sotterranee, questi strati di torba abbasserà ulteriormente. Gli abitanti di
sta succedendo? si sono prosciugati, la «spugna» si e St. German incominciano ora a riparare
Per capire l’inquietante fenomeno è vuotata e la torba compressa e le case le loro case.
necessario gettare uno sguardo alla costruite sopra di essa hanno incomin-
situazione geologica locale (illustrazione
sopra). Il paese si trova in una conca COSTRUIRE NELLE ACQUE SOTTERRANEE
colma di materiale di frana (1) su mar- Poiché in Svizzera i terreni edificabili sono
ne impermeabili (marna = roccia argillo- scarsi, si costruisce sempre più in profon-
sa) (2). Sotto di esse, nelle rocce calca- dità – sempre più spesso anche nelle acque
ree carsiche si trova una falda freatica sotterranee. Le fondamenta di queste
(3). Queste acque sotterranee ristagna- costruzioni possono modificare durevolmen-
no dietro le marne impermeabili. Al di te la capacità di deflusso e, di conseguen-
sopra del paese, dove le marne ces- za, il bilancio idrico nel sottosuolo. In altri
sano, le acque sotterranee effluiscono casi, le acque sotterranee sono minacciate
come da uno sfioratore e scorrono sot- di inquinamento visto che durante i lavori di
toterra nel materiale di frana sul quale costruzione è come se giacessero «a visce-
è stato costruito il villaggio. Questa era re scoperte». Gli interventi sotto il livello
la situazione fino all’autunno del 2001. medio delle acque sotterranee sono per-
Da allora, partendo da Raron in dire- messi solo in via eccezionale. Essi necessit-
zione di Frutigen, si sta costruendo la ano di un’autorizzazione da parte delle auto-
galleria di base del Lötschberg. Quando rità preposte alla protezione delle acque,
i costruttori della galleria ebbero attra- concessa solo dopo approfonditi accerta-
versato le marne e iniziarono a scavare menti preliminari e l’imposizione di severe
nelle rocce calcaree fu come togliere il misure di protezione e condizioni. Quanto
tappo di una vasca da bagno: l’acqua più gli interventi sono vicini a una capta-
accumulata nelle rocce calcaree defluì zione d’acqua, tanto più saranno severe le
attraverso la galleria e smise di scorre- imposizioni.

23
ESTRAZIONE DI GHIAIA
L e acque sotterranee devono essere
I grandi depositi di ghiaia a valle In un Paese densamente popolato come la Svizzera coesistono molti interessi diver-
non sono importanti solo per genti. Il paesaggio deve offrire spazio a disparate utilizzazioni, l’una accanto, sopra o
l’approvvigionamento di acqua sotto all’altra: abitare, industria, artigianato, agricoltura, smaltimento dei rifiuti, depo-
potabile; la ghiaia è, infatti, sito, traffico, trasporti. Ed è per questo che le acque sotterranee necessitano di pro-
anche un pregiato materiale da tezione. Nell’immagine sono contrassegnate alcune delle misure che vengono adottate
costruzione che dal 1950 circa per proteggere le acque sotterranee.
viene estratto con tecniche indu-
striali e in grandi quantità. I
depositi di ghiaia più preziosi per
l’industria edile preservano con-
temporaneamente le acque sot-
terranee, di grande importanza
per l’estrazione di acqua pota-
bile.
Ecco allora che si scontrano
interessi contrastanti. Infatti, se
vengono rimossi gli strati natu-
Risanamento di discarica
rali del suolo e la ghiaia con il
loro effetto filtrante naturale, le Risanamento di
siti contaminati Risanamento dell’azienda del gas
acque sotterranee rimangono
esposte agli influssi provenienti
IDA Zona di protez
dalla superficie e ne viene com- IIRU: filtro dell’aria – Zon
promessa la qualità e la quan- trattamento dei fumi di scarico
tità. La legge prevede una pro- tramite filtri nei camini.
tezione minima: se le acque
sotterranee sottostanti sono Smaltimento delle acque
adatte all’utilizzazione, in caso di lungo l’autostrada
estrazione di ghiaia occorre
lasciare uno strato di materiale
di protezione di alcuni metri
sopra il livello naturale massimo
della falda freatica. L’azione pro- Il traffico sulla via ferrata!
tettiva e filtrante di questo stra-
to è tuttavia molto indebolita. E
anche se a estrazione terminata
la cava di ghiaia viene riempita Fabbrica: depurazione dell’aria di
accuratamente con materiale scarico tramite filtri nei camini
pulito, non si otterrà mai l’effet-
to protettivo esercitato dagli
strati originari di ghiaia e di suo-
lo. In futuro sarà perciò impor-
tante sfruttare la ghiaia e le Zona di protezione S
costruire Limit
acque sotterranee parallelamen-
te – e non più in modo sovrappo-
sto, come si usa spesso fare
oggi. Il conflitto di utilizzazione Zona di protezione S2: negli alvei d
proibiti i lavori con la scavatrice e i
può essere mitigato ulteriormen- natura; nel caso di lavori di costr
te, sostituendo la ghiaia con altri osservate speciali misure di protezione
materiali: materiale morenico
(dai margini delle vallate), mate-
riale di scavo, di demolizione in
roccia da scavi di gallerie o rifiuti
edili trattati. In futuro, un terzo
Nessuna immissione
circa del fabbisogno di ghiaia
di acque luride nel fiume
potrà essere coperto in questo
modo.
24
protette

BOSCO
Gran parte dell'acqua pura,
utilizzabile senza alcun tratta-
mento, proviene da captazioni
ubicate in un bacino idrografico
con copertura boschiva.
Un confronto con campioni
d'acqua provenienti da zone
agricole o da insediamenti
mostra che il tenore di nitrati,
cloruro, pesticidi e di altre
sostanze inquinanti è signi-
ficativamente inferiore.
Questo per diverse ragioni:
contrariamente a quanto
zione delle acque sotterranee
accade alle superfici agricole,
a di protezione delle acque sotterranee
il suolo del bosco è pratica-
mente privo di immissioni
dirette di sostanze indesidera-
te. L'economia forestale non
utilizza né fertilizzanti quali
Zona di protezione Agricoltura ecologica
composto, colaticcio e letame
delle acque sotterranee
e neppure concimi artificiali o
fanghi di depurazione. Persino
lo spandimento di sostanze
chimiche ausiliarie non è per-
Zona di protezione S2: impermeabilizzazione messo che in casi eccezionali.
delle strade, smaltimento delle acque pro- Inoltre, il divieto di dissoda-
venienti dalle strade, divieto di circolazione per mento protegge, in maniera
veicoli con sostanze nocive alle acque. efficace e a lungo termine, le
zone di protezione delle acque
sotterranee (cfr. pag. 26)
ubicate nel bosco.
Altre utilizzazioni del territorio
sono quasi del tutto escluse.
S2: divieto di spandere colaticcio e di Il rischio che le captazioni di
tazioni dell’uso di prodotti fitosanitari
acqua potabile nel bosco ven-
gano inquinate è quindi ridotto
ai minimi termini.
ei fiumi sono
lavori di argi-
uzione vanno
e delle acque
Fabbrica: depurazione dell’aria di Gli spilli azzurri segnalano
scarico tramite filtri nei camini misure di protezione realizzate

Gli spilli verdi segnalano


sviluppi auspicati

IDA 25
L e acque sotterranee necessitano di protezione
Leggi emanate per la prote- ZONE DI PROTEZIONE DELLE ACQUE SOTTERRANEE
zione delle acque Per la protezione delle captazioni di acqua potabile di
interesse pubblico i Cantoni delimitano le zone di prote-
Costituzione federale zione delle acque sotterranee. Queste zone avvolgono
La Costituzione federale come strati concentrici la captazione e sono soggette a vin-
conferisce alla Confederazione coli nell’utilizzo del territorio via via meno severi dal centro
il mandato di provvedere alla alla periferia.
protezione e all’utilizzazione La zona S3 (zona di protezione distante) protegge
parsimoniosa delle risorse la captazione di acqua potabile da incidenti con sostanze
idriche. suscettibili di inquinare le acque. Serve a garantire che in
caso di incidente vi sia sufficiente tempo e spazio per le
Legge del 24 gennaio 1991 misure di pronto intervento. Nella S3 sono perciò vietate le
sulla protezione delle acque attività che presentano un pericolo per le acque sotterranee
(LPAc) Attenzione zona (ad es. distributori di benzina). Sono inoltre vietate l’infiltra-
La legge prescrive un’ampia di protezione zione di acque di scarico e l’estrazione di ghiaia.
protezione delle acque. Scopo delle acque! La zona S2 (zona di protezione adiacente) deve in-
della legge è, fra l’altro, di: oltre impedire che agenti patogeni (batteri, virus ecc.)
• preservare la salute giungano nell’acqua potabile. Nelle acque sotterranee, tali
dell’uomo, degli animali e agenti patogeni riescono a sopravvivere solo per un tempo
delle piante; limitato. Si dimensiona perciò la S2 in maniera tale che il
• garantire l’approvvigiona- tempo di scorrimento delle acque sotterranee per attraver-
mento e promuovere un Il divieto vale sarla sia di almeno 10 giorni. Nella maggior parte dei casi
uso parsimonioso dell’acqua per veicoli con con questa misura si ottiene l’eliminazione o la morte degli
potabile ed industriale; carico di agenti patogeni prima che finiscano nell’acqua potabile.
• conservare i biotopi naturali sostanze nocive Nella S2 tutto ciò che potrebbe nuocere all’acqua potabile è
per la fauna e la flora indi- all’acqua. vietato: p. es. la costruzione di case o strade o lo spandi-
gene; mento di colaticcio.
• garantire la funzione La zona S1 (zona di captazione) ha lo scopo di pro-
naturale del ciclo idrologico teggere la captazione da danni e inquinamento. Sono quindi
La legge si applica a tutte le unicamente ammessi gli interventi necessari all’approvvigio-
acque, superficiali o sotter- namento d’acqua potabile. La zona di protezione S1 è dis-
ranee. Con acque sotterranee posta in maniera da avvolgere strettamente l’opera di capta-
si intende qui la falda, la for- I trasporti zione.
mazione acquifera, il sostrato pericolosi su Il settore d’alimentazione Zu viene delimitato quan-
impermeabile e lo strato di strada o do le zone di protezione non bastano a garantire la qualità
copertura. ferrovia devono dell’acqua di una captazione di acque sotterranee: per
La legge impone ai Cantoni di essere special- esempio, quando sostanze difficilmente degradabili prove-
proteggere le acque sotterra- mente contras- nienti da fertilizzanti o prodotti fitosanitari inquinano l’acqua.
nee sul loro territorio cantona- segnati. I codici Il settore d’alimentazione Zu comprende quelle parti del
le con misure pianificatrici. Ciò informano sulle bacino imbrifero dalle quali proviene la maggior parte
significa che i Cantoni devono merci traspor- dell’acqua sotterranea captata. Per ogni Zu vengono fissate
delimitare settori di protezione tate e la loro precise misure di protezione e risanamento (per es. prati
delle acque, zone di protezione pericolosità. anziché agricoltura, altre rotazioni delle colture ecc.).
delle acque sotterranee e aree Il settore di protezione delle acque Au protegge
di protezione delle acque sot- tutte le zone che in linea di massima sono idonee all’estra-
terranee. zione di acqua. Il settore Au comprende anche le zone limi-
trofe necessarie alla protezione della falda freatica.
Ordinanza del 28 ottobre Le aree di protezione delle acque sotterranee
1998 sulla protezione delle sono disposte per l’approvvigionamento idrico del domani,
acque (OPAc) affinché anche le future generazioni possano costruire nuo-
L’ordinanza prescrive come ve opere di captazione con acqua pulita. Sono delimitate in
stabilire le zone, i settori e le zone non edificate, spesso nel bosco. Vigono le stesse
aree e quali speciali misure di disposizioni come per le zone S2.
protezione vanno attuate.
Zone di protezione non sono ancora state delimitate attorno
a tutte le captazioni di acqua potabile.

26
L a protezione delle acque sotterranee inizia da voi
Sono al corrente da quale sorgente o da quale pozzo viene la MIA ACQUA
POTABILE? Conosco la qualità e la mineralizzazione della MIA ACQUA POTABILE?
Ho una idea di dove si trovano le zone di protezione delle acque sotterranee,
delimitate per proteggere la MIA ACQUA POTABILE e quale sono le prescrizioni
da rispettare (p. es. la proibizione dello spandimento di colaticcio)?

S1

S2
S3

Zu

Au

Dettaglio della carta delle acque sotterranee del Cantone Berna, foglio n. 1107

Nella vita quotidiana è possibile proteggere le acque sotterranee:


• evitando di spandere colaticcio sulla neve, sul ghiaccio
e prima di un temporale
• consumando meno benzina, diesel e olio combustibile
• acquistando i prodotti dell’agricoltura ecologica
• smaltendo a regola d’arte i rifiuti
• evitando di usare pesticidi in giardino
• smaltendo a regola d’arte i liquidi inquinati
• conoscendo e rispettando le zone di protezione
delle acque sotterranee
• controllando e mantenendo in buono stato le canalizzazioni
delle acque di scarico
27
C ontrollo e monitoraggio delle acque sotterranee
sione e lo spessore delle falde freati-
che e calcolano la quantità di acque
sotterranee che si riforma ogni anno.
Da queste ricerche emerge come
gestire in modo sostenibile le acque
sotterranee. Il Cantone rilascia con-
cessioni nelle quali stabilisce chi,
dove e quanta acqua può prelevare e
a quale scopo. I Cantoni controllano
la qualità delle loro falde freatiche
(durezza dell’acqua, concentrazioni di
ossigeno, nitrato, prodotti fitosanitari
ecc.) Col passare degli anni, da que-
sti dati si possono dedurre tendenze
che rivelano quali sostanze aument-
Idrogeologo intento a misurare il livello delle acque sotterranee
ano nelle acque sotterranee a causa
delle attività umane (ad es. trasporti,
Il servizio di approvvigionamento idrico (l’esercente di industria, agricoltura, vivai ecc.) e quali diminuiscono
impianti dell’acqua potabile) è responsabile della qualità grazie alla loro protezione.
ineccepibile dell’acqua potabile. Ha quindi un grande Per poter valutare lo stato e lo sviluppo della qualità
interesse che le proprie captazioni delle acque sotter- delle acque sotterranee in tutta la Svizzera, i due Uffici
ranee siano sufficientemente protette. L’esercente con- federali UFAFP (Ufficio federale dell’ambiente, delle
trolla la qualità della «materia prima» acque sotterranee foreste e del paesaggio) e UFAEG (Ufficio federale delle
e dell’acqua potabile che ne ottiene. Raccoglie inoltre acque e della geologia) hanno creato, assieme ai Can-
dati sul prelievo e il consumo d’acqua nel proprio com- toni, una rete nazionale d’osservazione (NAQUA). Il pro-
prensorio d’approvvigionamento. gramma NAQUA comprende circa 550 stazioni di
I Cantoni sono responsabili dell’esecuzione della pro- misurazione in tutta la Svizzera. Con questa rete si
tezione delle acque sotterranee. realizzano, da una parte, monitoraggi a lungo termine e
Diversi uffici partecipano al monitoraggio delle acque dall’altra analisi speciali: prioritariamente, vengono esa-
sotterranee: i servizi specializzati cantonali della pro- minate le sostanze problematiche provenienti dall’agri-
tezione delle acque hanno il compito di proteggere le coltura (nitrati, prodotti fitosanitari) e dai trasporti
acque sotterranee e provvedere a un’utilizzazione equi- (componenti dei carburanti). Queste analisi sono ripe-
librata. Per tale ragione, devono quindi conoscere l’ubi- tute regolarmente e forniscono una buona visione
cazione delle acque sotterranee e conoscerne la quan- d’assieme dello sviluppo delle sostanze problematiche
tità e la qualità. Per ottenere questi dati misurano i nelle falde freatiche. Esse sono importanti per moni-
livelli delle acque sotterranee (nel Cantone Soletta ad torare l’efficienza delle misure di protezione delle acque
es. sono in esercizio 50 stazioni di misurazione, mentre a livello legislativo e anche per il processo di «ecologiz-
nel Cantone San Gallo sono circa 60), rilevano l’esten- zazione» dell’agricoltura.

UN PRODOTTO DI PRIMISSIMA QUALITÀ A PREZZI STRACCIATI


In Svizzera oltre 3000 servizi pubblici di approvvigiona- potabile ammontano approssimativamente a 1,4 miliardi
mento idrico forniscono in modo affidabile alla popola- di franchi per anno. Ciononostante, l’acqua costa poco:
zione, all’industria, all’artigianato e al commercio acqua 1000 litri costano in media solo 1,60 fr. (il prezzo oscil-
potabile di qualità ineccepibile. Le 5 maggiori aziende la fra 50 centesimi e 3,50 fr. – a seconda se è stata
dell’acqua potabile riforniscono ciascuna più di 100 000 trattata e in che misura).
persone (Ginevra, Zurigo, Basilea, Losanna e Berna), le
dimensioni degli altri servizi sono di molto più ridotte. Poiché in futuro saranno necessari maggiori inter-
Più di 5000 persone lavorano a tempo pieno o parziale venti di manutenzione e di rinnovamento degli impianti di
nel settore dell’approvvigionamento idrico. Nel Paese approvvigionamento d’acqua, bisognerà aspettarsi un
sono disponibili ca. 50 000 km di tubature che distribu- aumento dei prezzi. Ma in confronto con altri Paesi,
iscono l’acqua alle economie domestiche. I costi com- l’acqua potabile svizzera resterà comunque straordinaria-
plessivi di estrazione, trattamento e fornitura di acqua mente vantaggiosa.

28
C uriosità
CHI È CHI NELLE ACQUE SOTTERRANEE?

Acqua minerale naturale è una denominazione che si può L’acqua morta è talmente fissata alle microparticelle del
usare unicamente per acque sotterranee di qualità inecce- suolo che non basta neppure la forza d’aspirazione delle radici
pibile e potabile senza disinfezione e additivi. È molto diffusa in delle piante per staccarla.
bottiglie. Si definisce «molto debolmente mineralizzata» un’ac-
qua minerale il cui tenore di minerali disciolti non supera i Acqua potabile si chiama l’acqua immessa nella rete pub-
50 mg per litro. Un tenore di sali minerali superiore a 1500 blica dell’acqua potabile e che può essere bevuta direttamen-
mg/l è considerato «con elevato tenore di sali minerali». te dal rubinetto. La metà delle acque sotterranee svizzere
sgorga in tale qualità dal suolo ogni trattamento risulta
Acqua medicinale è detta popolarmente un’acqua minerale superfluo.
che contiene una tale quantità di un determinato minerale da
esercitare un’azione fisiologica. Un’acqua con più di 2000 L’acqua purissima è assolutamente priva di altre sostanze. È
mg/l di solfato può per es. essere venduta con l’indicazione impiegata per usi tecnici e medici e, quindi, soggetta a un
«può avere un effetto lassativo». trattamento speciale.

Acidula è denominata un’acqua minerale che contiene più di Acqua grezza o non trattata viene chiamata l’acqua che
250 mg di anidride carbonica propria per litro. l’azienda idrica preleva da una fonte d’acqua – acque sotter-
ranee, fiume o lago – per usarla come acqua potabile. Se
L’acqua termale è un’acqua sotterranea riscaldata all’inter- non necessita nessuna preparazione, l’acqua non trattata è
no della terra (mediamente di 3°C per ogni cento metri di identica all’acqua potabile.
profondità) e con una temperatura di almeno 20°C. In natu-
ra sgorga alla superficie nelle fonti termali. Sempre più spes-
so si procede a trivellazioni in cerca di acque termali per uti- Stravaganze del regno animale nelle acque sotterranee.
lizzarne il calore. Quando i paesani sloveni hanno scoperto in una sorgente
carsica un tipo di salamandra priva di occhi e pigmentazione,
L’acqua giovanile (juvenile) proviene dalla massa fluida credettero di trovarsi di fronte a un giovane drago! Solo nel
incandescente all’interno della terra (magma) e non ha mai 1689 uno scienziato ha finalmente descritto il proteo.
partecipato al ciclo idrico terreno, formato dal ripetersi dei
fenomeni «evaporare – piovere – infiltrare – evaporare ecc.». Oltre la «riserva idrica». Nelle zone aride dell’Africa, p. es.
È trasportata in superficie solo dalle eruzioni vulcaniche; da nella regione del Sahel, solo 7 su 100 gocce di pioggia si
quel momento partecipa al ciclo idrico. infiltrano nelle acque sotterranee. 80 gocce evaporano
nell’atmosfera, 13 defluiscono nelle acque superficiali. In
L’acqua fossile è un’acqua sotterranea molto vecchia da Svizzera, invece, piove due volte tanto e delle 200 gocce che
tempi remoti esclusa dal ciclo dell’acqua. Queste acque cadono nello stesso periodo 60 alimentano le acque sotter-
sotterranee spesso non si rinnovano; una volta pompate in ranee.
superficie scompaiono.

TEST DI QUALITÀ

Con i fermenti del lievito di birra può essere Si analizzarono allora scrupolosamente pa-
testata la qualità dell’acqua. I birrai lo sanno già recchie sorgenti. Come mai la scelta cadde
da sempre: solo con acqua pulita si può fare una proprio sulla sorgente più lontana – a 40 chi-
buona birra. Nella metà del XIX secolo fecero uso lometri dalle porte della città? Perché con la
di questa nozione anche le autorità comunali di sua acqua si poteva produrre un’eccellente
Monaco di Baviera. A quel tempo, cercavano birra, come aveva dimostrato un tentativo in
acqua di qualità per il nuovo approvvigionamento tal senso dei monaci francescani. E fu così
idrico della città. La rete idrica esistente era in che nel 1880 si iniziò ad attingere a quella
pessime condizioni ed era spesso stata focolaio sorgente per l’approvvigionamento idrico
di epidemie, ad es. nel 1854 quando la città fu della città – a quell’epoca un’impresa titanica
colpita da una grave epidemia di colera. e molto costosa.

29
G lossario delle acque sotterranee
Le ACQUE SOTTERRANEE sono acque possono alterare grandi quantità di L’IDROGEOLOGIA è un campo specialisti-
che colmano le cavità interconnesse acqua, cioè sostanze altamente nocive co della geologia che studia le acque
(per es. pori, fessure) nel sottosuolo. per l’acqua come per es. olio combusti- sotterranee.
bile, diesel, benzina, lubrificante, idro-
ARGILLA è per un verso la denomina- carburi alogenati, soluzioni di sali di IMPERMEABILIZZAZIONE: parte della
zione di una particella microscopica di metalli pesanti. superficie del suolo viene edificata (edi-
roccia (indipendentemente dalla sua LA CLASSE 2 comprende sostanze di fici, strade, parcheggi ecc.) e quindi
composizione mineralogica) e di una roc- minore nocività per l’acqua, ovvero resa impermeabile alle precipitazioni.
cia sedimentaria composta in prevalenza sostanze di cui sono necessarie grandi Le aree impermeabilizzate impediscono
da particelle d’argilla. Per un altro quantità per alterare l’acqua. Queste l’infiltrazione dell’acqua piovana. Ciò
verso, argilla è anche la denominazione sono per es. alcol etilico, glicerina, ace- altera le condizioni naturali di deflusso
di un determinato tipo di minerali che tone, acido cloridrico, acido solforico, e la rigenerazione delle acque sotterra-
formano sottili piastrine (minerali argil- soluzioni di sali alcalini e alcalino-terrosi nee.
losi). nonché la potassa caustica e la soda
caustica. IMPIANTO DI APPROVVIGIONAMENTO
La CAPACITÀ D’IMMAGAZZINAMENTO IDRICO: è il luogo dove l’acqua viene
è la proprietà di una formazione roccio- La FORMAZIONE ACQUIFERA è costitui- prelevata e se necessario potabilizzata
sa di accogliere e accumulare acque ta da materiale sciolto o rocce incoer- (trattata).
sotterranee. Dipende dalle cavità pres- enti (come ghiaia e sabbia), oppure roc-
enti nel corpo roccioso rispetto al suo ce coerenti (come calcare o arenaria) INFILTRAZIONE si chiama la percola-
volume complessivo, dalla loro dimen- le cui cavità (pori e fessure) sono zione delle acque dei ruscelli e dei fiumi
sione media e dai loro collegamenti. Le comunicanti e di dimensioni tali da per- nell’acquifero.
migliori proprietà d’immagazzinamento mettere la circolazione dell’acqua.
spettano alle rocce incoerenti a granulo- INQUINANTI ATMOSFERICI sono di soli-
metria grossa e distribuzione uniforme, I DEPOSITI GHIAIOSI rimasero sul fondo to il risultato di attività antropiche.
come la ghiaia e la sabbia. Nelle rocce delle vallate dopo l’ultima glaciazione. Esempi sono l’anidride solforosa prodot-
coerenti (calcare, arenaria, graniti Furono sedimentati dagli irruenti fiumi ta dalla combustione del carbone e del
ecc.) le fessure, i crepacci o sistemi di formati dalle acque di fusione che nel petrolio, l’ossido d’azoto dei veicoli a
grotte sotterranee rappresentano una paesaggio di allora, quasi completa- motore o l’ammoniaca dell’agricoltura.
parte molto più piccola del volume com- mento privo di vegetazione, poterono Questi inquinanti sono la causa delle
plessivo. asportare grandi quantità di rocce ridu- piogge acide, dell’eutrofizzazione del
cendole in ghiaia e sabbia. La forza del- suolo e degli ambienti naturali e pos-
CARSICI si dicono i paesaggi formatisi l’acqua arrotondò i detriti, li ripulì e sono anche finire nelle acque sotter-
dalla dissoluzione delle rocce idrosolubi- assortì secondo la loro grandezza e infi- ranee.
li (calcare, gesso). Qui difficilmente ne li depositò come materiale sciolto
scorrono fiumi e torrenti, l’acqua scom- molto permeabile. Questo pietrisco Il LIVELLO DELLE ACQUE SOTTERRANEE
pare rapidamente nei calanchi o viene costituisce oggi eccellenti formazioni è la superficie della falda.
inghiottita dalle foibe (ponor) e spesso acquifere.
defluisce sotto terra nelle vaste rami- POTABILIZZAZIONE (anche TRATTA-
ficazioni dei sistemi di grotte. Di solito FESSURE sono crepe e fenditure nelle MENTO o PREPARAZIONE) si chiama il
queste acque riappaiono in superficie, rocce coerenti. trattamento al quale si sottopone l’ac-
praticamente non depurate, sgorgando qua non trattata affinché raggiunga la
da grandi sorgenti. FILTRATO DALLA RIVA: acque sotterra- prescritta qualità di acqua potabile. Tut-
nee formate dall’infiltrazione di acque di tavia, l’acqua non viene trattata solo
CLASSI DI PERICOLOSITÀ PER LE fiumi e ruscelli. per ragioni igieniche, ma a volte anche
ACQUE: i liquidi che possono alterare per ragioni tecniche. L’acqua con un’ec-
fisicamente, chimicamente o biologica- FORNITORI D’ACQUA: gestiscono gli cedenza di acido carbonico, per esem-
mente l'acqua sono detti liquidi nocivi impianti di prelievo e distribuzione pio, non nuoce alla salute ma alle tuba-
alle acque. In Svizzera sono suddivisi in dell’acqua potabile. In Svizzera sono i zioni.
due classi: Comuni, consorzi di Comuni, imprese di
ALLA CLASSE 1 appartengono le sos- diritto pubblico e privato e privati. STRATO DI COPERTURA DELLE ACQUE
tanze nocive che già in piccole quantità SOTTERRANEE sono detti gli strati di

30
Sigla editoriale
suolo e roccia soprastanti il livello delle
acque sotterranee. Proteggono le acque
sotterranee. L’effetto protettivo non
dipende solo dallo spessore degli strati
ma anche dalla loro composizione: i mate-
riali a granulometria fine proteggono
meglio di quelli a granulometria grossa.
Praticamente nessuna protezione offrono Editore: Ufficio federale dell’ambiente, delle foreste e del paesaggio (UFAFP)
invece le rocce compatte fessurate o car- 3003 Berna, www.ambiente-svizzera.ch
siche. La miglior protezione è offerta dallo L’UFAFP è un ufficio del Dipartimento federale dell’ambiente,
strato biologicamente attivo del suolo. dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni (DATEC).
Concezione, testo e redazione:
SOSTRATO IMPERMEABILE sono rocce Zentrum für angewandte Ökologie Schattweid (ZfaÖ), Steinhuserberg LU,
con pori e fessure microscopiche o non Daniela Jost, jost@schattweid.ch; Ruth Schürmann, Lucerna
comunicanti che non permettono o per- Realizzazione visuale: Atelier Ruth Schürmann, Lucerna, rschuer@kat.ch
mettono solo in minima parte la circola- Accompagnamento UFAFP: Daniel Hartmann, Reto Muralt (Sezione protezione
zione dell’acqua. delle acque sotterranee), Sylvain Affolter (comunicazione)
Accompagnamento tecnico: Emil Greber (magma AG, Zurigo)
RINNOVAMENTO DELL’ACQUIFERO o Consulenza tecnica: Werner Blüm (AWEL ZH), Michael Fuchs (CSD Altdorf),
COSTITUZIONE DELLA FALDA FREATICA Tom Gonser (IFADPA), Ronni Hilfiker (AfU AG), Alfred Isler (BLS Alptransit AG),
viene chiamato il processo che per infil- Urs Kamm (SSIGA), Rolf Kipfer (IFADPA), Ronald Kozel (UFAEG), Edi Schilter
trazione di acque meteoriche, afflusso di (AfU UR), Bernhard Schudel (WEA BE), Gianni della Valle (Stettlen)
acque di ruscellamento o infiltrazione di Foto: pag. 3: Comet Photos, Ruth Schürmann, Fredy Vetter (ZfaÖ); pag. 5:
acque superficiali porta alla formazione di Fredy Vetter, Stefan Wicky, Riserva della biosfera Entlebuch; pag. 6/7: Adrian
nuove acque sotterranee. Pfiffner, Ruth Schürmann; pag. 8: Michael Fuchs, Kellerhals + Häfeli; pag. 9:
naturaqua HYDRO-TRACE; pag. 10: Baumann und Fryberg; pag. 12: Oskar Ogi,
Le ROCCE SILICEE si sono formate a enor- Gerhard Ammann, Jens Zollhöfer, WEA Berna, AURA Lucerna; pag. 13: Ruth
mi temperature e pressioni e sono prati- Schürmann pag. 14: Comet Photos; pag. 15: Ruth Schürmann; pag. 17: Tom
camente insolubili nell’acqua. Vi apparten- Gonser, Peter Ferlin; pag. 18: UFAFP/ AURA, pag.19: Tourismus Leukerbad,
gono il granito, il gneiss, gli anfiboliti e il Ruth Schürmann; pag. 20: Ruth Schürmann; pag. 23: Franz Mayr, BLS Alp-
micascisto. Le alpi vallesane, ticinesi e transit AG, Ruth Schürmann; pag. 24/25: Comet Fotos; pag. 26: WEA Berna,
retiche e il massiccio del Gottardo sono pag. 27: Baumann und Fryberg; Altdorf; pag. 28: magma AG; pag. 29: Ruth
per la maggior parte costituiti da questo Schürmann; foto di copertina: UFAFP/AURA
tipo di rocce. Traduzione: Peter Schrembs, Minusio, in collaborazione con
il Sevizio linguistico d’italiano dell’UFAFP
La ZONA DI PROTEZIONE DELLE ACQUE Internet: in formato PDF all’indirizzo www.buwalshop.ch
SOTTERRANEE serve a proteggere le cap- Carta: Cyclus Print, 100 % carta riciclata da rifiuti
tazioni di acqua potabile. Essa è suddivisa selezionati di tipografie e uffici
in tre zone S1 - S3 che avvolgono come Tiratura: 50 000 tedesco, 10 000 francese, 3000 italiano
strati concentrici la captazione e nelle Copyright: © UFAFP 2003, riproduzione autorizzata con citazione
quali vengono imposti vincoli nell’utilizzo della fonte e copia all’UFAFP
del territorio via via meno severi dal cen- Ordinazioni: Ufficio federale delle costruzioni e della logistica UFCL,
tro alla periferia. La zona di protezione CH-3003 Berna, Tel. +41 (0)31 325 50 50, fax +41 (0)31 325 50 58
delle acque sotterranee non protegge verkauf.zivil@bbl.admin.ch, Internet: www.bbl.admin.ch/bundespublikationen
soltanto le acque sotterranee dall’inquina- Numero di ordinazione: 319.002d (ted.), 319.002f (franc.), 319.002i (ital.)
mento ma protegge da interventi edili Segnalazione: L’opuscolo è stato elaborato nell’ambito dell’esposizione itinerante
anche l’acquifero, il sostrato impermeabi- «Grundwasser – ein Schatz auf Reisen» (acque sotterranee -. un tesoro in viag-
le soggiacente e lo strato di copertura gio), allestita sotto il patronato della SSIGA e promossa dall’UFAFP, SSIGA, VSA e
protettivo, affinché le acque sotterranee dei Cantoni AG, BE, BL, BS, GL, GR, LU, NW, SG, SO, SZ, TG, UR, ZH nonché
possano continuare a circolare e rinno- dal Liechtenstein. Per l’itinerario dell’esposizione e ulteriori infor-
varsi senza ostacoli. mazioni (bibliografia, materiale didattico ecc. vedi
www.grundwasser.ch

31

Potrebbero piacerti anche