Sei sulla pagina 1di 3

13)PROGETTO AMBIENTALE

Area:Educazione ambientale e intercultura Titolo del progetto :Madagascar:l'isola da scoprire Responsabile del progetto: Sonia Guastini e esperto esterno Eleonora Angelini Premessa e analisi della situazione
Il progetto nasce da una collaborazione tra il Giardino Zoologico di Pistoia e il Dipartimento di Primatologia dellUniversit di Pisa che da 17 anni studia la comunicazione olfattiva dei Lemuri catta presenti allo zoo e che dal 2006 ha iniziato una ricerca su campo nella Riserva di Berenty, nel sud-est del Paese. All'interno delle foresta presente un villaggio con una scuola frequentata da circa 300 ragazzi a cui, attraverso il progetto di conservazione integrata finanziato dallo zoo, viene portato materiale scolastico e sostegno nelle attivit di educazione ambientale. Il 2011 stato dichiarato dall'ONU Anno Internazionale delle Foreste per favorire la gestione, la conservazione e lo sviluppo sostenibile delle foreste di tutto il mondo. Le diverse tipologie di foresta esistenti ricoprono il Pianeta per circa il 30% della sua superficie e forniscono acqua, nutrimento e riparo a una grande variet di specie animali; sono anche fonte di cibo e sostentamento per oltre 6 milioni di persone e importanti baluardi nell'azione di contrasto ai cambiamenti climatici.

Obiettivi del progetto


Lobiettivo quello di porre attenzione sulla biodiversit del Madagascar costantemente minacciata dallazione delluomo. Il percorso didattico proposto vuole far conoscere agli alunni la storia dellisola, limportanza dei suoi endemismi e come, ancor oggi, il suo territorio venga sfruttato in modo non pi sostenibile. La perdita costante di biodiversit impone unazione tempestiva e importante il contributo di ciascuno di noi. Madagascar anche un variopinto insieme di etnie diverse con usanze, tradizioni e costumi che ne colorano la storia: le attivit didattiche mireranno a far conoscere ai bambini anche questi aspetti nellottica dellinterdisciplinit e trasversalit delleducazione ambientale.

Destinatari del progetto Alunni Materna Primaria Media Famiglie X Docenti X Non docenti

Finalit
L'azione educativa del progetto presentato indirizzata sia agli alunni della scuola primaria sia ai loro insegnanti attraverso uno specifico corso di formazione e la consegna di materiale didattico a sostegno. L'evento conclusivo che si terr al Giardino Zoologico avr l'onbiettivo di coinvolgere anche le famiglie al fine di avere una maggiore diffusione possibile delle tematiche presentate.

Metodologia e fasi dello svolgimento


Il progetto si svolger attraverso le seguenti fasi: 1) Formazione delle insegnanti: verranno illustrati tutti gli aspetti inerenti la gestione del progetto e verr approfondita anche lecologia del Madagascar e le problematiche ambientali presenti. Ad ogni insegnante verr consegnato materiale cartaceo e su supporto digitale contenente tutte le informazioni oggetto della formazione. 2) Percorso didattico Il progetto articolato in tre incontri: i primi due si terranno in classe, mentre il terzo sar unuscita al Giardino Zoologico per mettere in pratica e approfondire le nozioni apprese negli incontri precedenti. Saranno affrontati i seguenti argomenti: Biodiversit: un viaggio immaginario porter gli alunni alla scoperta degli ambienti del Madagascar, cos diversi per flora e fauna. Attraverso attivit di laboratorio con manipolazione di reperti di origine naturali conosceremo la sua storia e limportanza dei suoi endemismi. Lemuri, felsuma, volpi volanti e camaleonti ambasciatori di una fauna unica al mondo Turismo sostenibile: un turista consapevole pu fare la differenza per la salvaguardia della biodiversit e pu essere di sostegno per leconomia locale se indirizza correttamente la scelta dei suoi acquisti. Con un gioco di ruolo cerchiamo di riflettere con gli alunni sul comportamento da tenere durante un viaggio nei riguardi dei souvenir di origine naturalema anche come comportarsi nella scelta degli oggetti che compriamo qui, in Italia. Usi, costumi e tradizioni dei popoli malgasci: il tavy, la pratica locale per ottenere pascoli, ancora oggi in uso con grave danno per lecosistema del Madagascar. Come offrire un'alternativa economica alle popolazioni locali anche al fine di diminuire il taglio della foresta per commercio illegale di legname. Il progetto si inserir nella nuova iniziativa che il Giardino Zoologico lancer per l'anno 2011 e che avr come titolo Porta un libro in Foresta. Tale inizativa condotta in collaborazione con la Biblioteca San Giorgio di Pistoia permetter la costruzione di una biblioteca nella scuola del villaggio della Riserva di Berenty nel tentativo di offrire, attraverso l'accrescimento culturale e l'apprendimento del francese un'alternativa d'impiego delle giovani generazioni. Sfruttamento del territorio per lagricoltura intensiva: un esempio su tutti le piantagioni di Agavi nel sud dellIsola impiantate all'inizio del secolo scorso e che hanno alterato profondamente il paesaggio e la biodiversit delle aree coinvolte. Si cercher di fare un focus su quali siano ancora oggi i prodotti della foresta di comune uso e quali utilizzi non siano pi sostenibili. Progettazione e realizzazione di una campagna di conservazione: coinvolgimento degli alunni che produrranno gadget, giochi e attivit da impiegare durante la giornata evento che si terr al Giardino Zoologico in primavera. Durante luscita al Giardino Zoologico di Pistoia i bambini potranno conoscere da vicino ed osservare gli animali che popolano le foreste malgasce. I temi proposti saranno calibrati in base allet degli alunni che parteciperanno. Per le classi di et inferiore saranno prese in considerazione favole e leggende malgasce. Le attivit proposte in classe saranno caratterizzate da interazione con materiale di origine naturale, giochi di ruolo, esperienze dirette.

3)Incontro con i ricercatori: iprimatologi dellUniversit di Pisa saranno a disposizione dei ragazzi per raccontare la loro esperienza e per rispondere alle domande e curiosit. L'incontro si terr nelle Sedi scolastiche e sar calibrato con la presenza di massimo una classe alla volta cercando di costruire un calendario che ottimizzi la permanenza degli specilaisti presso la Scuola 4) Evento coclusivo al Giardino Zoologico: gli alunni e le famiglie delle scuole saranno invitati alla festa finale, durante la quale sar allestito un mercatino e attivit ludiche per raccogliere fondi per il progetto. Tale evento avr come obiettivo la ricaduta sulle famiglie delle tematiche affrontate durante le attivit con gli alunni per aumentare il raggio d'azione del progetto stesso.

Durata del progetto Mensile Annuale Semestrale X (da gennaio 2012 a giugno 2012)

Strumenti che possono servire per la realizzazione del progetto


Tutti gli strumenti e i materiali a sostegno del progetto saranno forniti dai proponenti come ad esempio computer e videoproiettore per le attivit in classe, materiale di origine naturale (crani, pelli, uova etc) per le attivit di laboratorio, fotocopie per i giochi di ruolo o qualsiasi altro materiale necessario.

Eventuali interventi di esperti esterni


Tutte le attivit saranno condotte dagli operatori dell'Associazione Culturale Laboratorio della Biodiversitcoaduivati dai primatologi dell'Universit di Pisa per l'incontro previsto a conclusione della prima parte del progetto. (percorso didattico)

Verifiche e valutazioni che sono previste per la realizzazione del progetto


Le attivit saranno monitorate attraverso la richiesta di elaborati alle classi partecipanti.

Potrebbero piacerti anche