Sei sulla pagina 1di 26

Introduzione ai

Sistemi Produttivi
Definizioni
n Produzione
¨ Insieme delle attività che realizzano i prodotti e i
servizi dell’azienda comprese le attività di
progettazione ed industrializzazione di nuovi prodotti
n Sistema produttivo
¨ Insieme organizzato di mezzi, fattori e risorse (
input) che permettono ad un’impresa di realizzare la
produzione (output), nel rispetto del processo
produttivo cercando nel contempo di soddisfare le
esigenze dei clienti Esistono molteplici tipologie di
sistemi produttivi e della loro classificazione es
classificazione composta a tre dimensioni. Modalità
di: 1) risposta alla domanda,2) realizzazione del
volume di produzione, 3) realizzazione del prodotto
2
Definizioni
n Processo produttivo
¨ Procedimento attraverso il quale avviene la
trasformazione di una serie di input in prodotti e
servizi di valore superiore alla somma degli input.
Tale procedimento si realizza all’interno di un sistema
produttivo grazie a scambi di materia, energia e
informazione che comportano cambiamenti nelle
proprietà chimico fisiche meccaniche dei materiali
stessi. La trasformazione avviene grazie alla
disponibilità di: energia, materiali, attrezzature e
forza lavoro.
¨ Fasi del processo produttivo
Ottenimento delle risorse produttive
Trasformazione
Distribuzione
3
Mezzi-Fattori-Risorse di
Produzione
n Mezzi tecnici ( attrezzature, macchine, servizi di
stabilimento)
n Risorse ( umane, finanziarie, energia)
n Materiali ( materie primi impiegate direttamente,
materie prime ausiliarie indirettamente impiegate)
n Sistema informativo
n Ambiente

4
Produzione
Produzione

Servizio Produzione Controllo Qualità

Manutenzione Servizi generali Reparti


Industrializzazione Controllo della produzione di stabilimento di lavorazione

Cicli Metodi Tempi Magazzini 1 2 3

Contabilità Preventivazione Programmazione Gestione Materiali


Industriale

5
Legame tra attività di produzione e attività logistiche
riguardanti i flussi di materiali in input, i flussi di
semilavorati tra le diverse fasi e i flussi di prodotti finiti in
output

LOGISTICA LOGISTICA LOGISTICA


ESTERNA INTERNA ESTERNA
APPROVVIGIONAMENTI TRASFORMAZIONE DISTRIBUZIONE

Sistema Logistico e Produttivo

6
FLUSSO DEL PROCESSO
definire in dettaglio le attività e come sono tra loro collegate

METODI PIU’ UTILIZZATI:

• Tecnica ASME
foglio del processo operativo (operation process chart) per produzione monoprodotto
fornisce una rappresentazione grafica visiva del flusso di materiali nel processo di
lavorazione.

• Diagramma di flusso

• Diagramma di flusso funzionale


7
Simbologia ASME per descrivere i processi

Attesa, Attività di movimentazione,


magazzino controllo

Attività di
controllo

Attività di Attività combinata


produzione (produzione, controllo)

8
Esempio di diagramma qualitativo di un processo Esempio di diagramma quantitativo di un processo
produttivo di una cementeria produttivo di costruzioni metalliche
9
PUNTI DI FORZA ASME

SEMPLICITA’ DI REDAZIONE E DI LETTURA

IDENTIFICAZIONE IMMEDIATA DELLE ATTIVITA’ SENZA VALORE


AGGIUNTO

POSSIBILITA’ DI LETTURA VERTICALE (n° di trasferimenti, stoccaggi


ecc. e loro scomposizioni)

10
FLUSSO PRODUTTIVO

Progettazione Industrializzazione Produzione

Disegni Cicli di
Distinta base Lavoro e Montaggio

11
DISTINTA BASE
n Distinta base:
l’elenco dei
materiali, dei
componenti e dei
sottoinsiemi
necessari per
produrre uno
specifico prodotto
finito.
(lista di ingredienti di
una torta)
12
CICLO DI LAVORO
n Ciclo di lavoro: elenco delle operazioni che devono
essere realizzate per trasformare un oggetto grezzo in
un prodotto lavorato, con l’indicazione delle risorse e dei
tempi necessari
Fase Descrizione Macchina Tempo Attrezzature Tempo
Lavoro setup
10 FILATURA RING 3O MIN Utensile WWT 10 min
20 TESSITURA TELAIO 25 MIN Utensile XYZ 12min
30 FINISSAGGIO RAMAUSE 30 MIN. Utensile TRT 5 min
40 CONFEZIONE TAGLIO 2 MIN Utensile RRR 30 sec
LASER XX
50 …

13
CICLO DI MONTAGGIO
Il ciclo di montaggio (o assemblaggio) di un prodotto può
essere descritto mediante un grafo che identifica le
precedenze tra le operazioni
2 3

Ogni operazione è 9 10

solitamente 6 7 8

caratterizzata da un 1 38
11
valore medio e una
deviazione standard 4 5

35 36 37

14
Lay-out di un’azienda

Owo

Voltapile Officina Area


prepazaione
fustelle

Taglio Piegatrici
PF
Stampa Finestr.
Stampa
UV
Fustelle
MP
Staccatura Piega
incolla

Lay-out di un’azienda
cartotecnica
15
Esempi di flussi produttivi
LINEARE

CONVERGENTE

DIVERGENTE

CONVERGENTE

DIVERGENTE

16
Esempi di flussi produttivi
L
I
LINEA 1 N
E
A
D
LINEA 2 M I
M
O
N
LINEA 3 M T
A
G
G
LINEA 4 M I
O
P
R
I
N
C
I
P
A
FLUSSO A L
E
PETTINE

17
Schemi di Classificazione dei
tipi di produzione

Classificazione a Tre Assi


(Diagramma di Abell)

Classificazione Wortmann

18
Tassonomia dei sistemi
produttivi
Classificazione a
Classificazione
secondo le modalità di vendita
(asse di mercato)
tre assi di Abell
Produzione
su previsione

Ripetitiva
Produzione
per commessa
Produzione
Singola Produzione intermittente Produzione
a lotti Classificazione
unitaria continua
secondo la modalità
di produzione
Produzione Fabbricazione (asse gestionale)
per parti
Montaggio
Produzione
di processo
Classificazione
secondo la natura
del processo (asse tecnologico)

19
ASSE TECNOLOGICO( NATURA DEL
PROCESSO)
n PRODUZIONE PER PROCESSO
ALTI VOLUMI, MINIMO GRADO DI COMPLESSIVITA DEL PRODOTTO
(ACCIAIO CEMENTO CHIMICA TESSILE) gli elementi che compongono il
prodotto finale subiscono trasformazioni chimico-fisiche per cui non sono
identificabili o hanno cambiato natura Fase di fabbricazione rigida, a flusso,
forte grado di automazione, alti investimenti in impianti, energia e
manutenzione, scarsa rilevanza gestionale ( lead time, wip, ecc)

n PRODUZIONE PER PARTI


BASSI VOLUMI, ELEVATO GRADO DI COMPLESSIVITA DEL PRODOTTO
(STAMPAGGIO, LAVORAZIONI MECCANICHE- MANIFATTURIERE) gli
elementi che compongono il prodotto finale sono di diversa natura
Fase di fabbricazione
Fase di montaggio
Flessibile, ciclo tecnologico libero, costi in funzione dell’automazione e
specializzazione ( capitale fisso basso), crescente rilevanza gestionale (WIP,
tempi di attraversamento 20
ASSE MERCATO MODALITA DI VENDITA
COME SI FORMA LA DOMANDA

n PRODUZIONE PER MAGAZZINO: Produzione del bene


prima del manifestarsi degli ordini, volumi abbastanza elevati, distribuzione
a numerosi clienti. LEAD TIME di produzione di solito superiore al tempo
consentito dal mercato. Si deve eseguire la produzione su previsione (
prodotto standard volumi di vendita elevati) VENDITA A PRONTI (lavatrici,
tv ecc)

n PRODUZIONE SU COMMESSA:
RIPETITIVA: clienti stabili, vendita a catalogo LEAD TIME inferiore al tempo di
risposta consentito dal mercato (macchine utensili)
SINGOLA: LEAD TIME inferiore al tempo di risposta consentito dal mercato
ordini diversi per singoli prodotti Occorre di solito elaborare un progetto (
impianti industriali, edifici, navi)

21
ASSE GESTIONALE (modalità di produzione)
Definisce i modi come viene realizzato l’output in dipendenza della ripetitivita’
del consumo dei beni prodotti, caratteristiche tecniche dell’impianto,
considerazione tecnico economiche

n PRODUZIONI UNITARIE: una per ogni bene prodotto,


variabilità dei cicli, si realizza esattamente la quantità richiesta dal cliente (
navi, abiti, impianti industriali)

n PRODUZIONE A LOTTI( INTERMITTENTE) si


producono i beni a lotti superiore ai fabbisogni immediati per formare delle
scorte, si hanno dei criteri di alternanza nella produzione dei beni.
Operazioni di attrezzaggio, atte a riconfigurare i mezzi di produzione,
adattandoli al nuovo articolo processato Tempo e costi rilevanti ( tessitura,
stampaggi)

n PRODUZIONE CONTINUA: si producono un monoprodotto


omogenei nel tempo.
22
Classificazione di Wortmann
Le produzioni
Le produzioni possono essere classificate in differenti categorie gestionali sulla
base del CODP ( Customer Order Decouopling Point) punto di
disaccopiamento fra ordine del cliente e produzione. Individua la posizione
delle scorte all’interno del flusso produttivo
MTS

F
O
R ATO C
N L
I I
T MTO E
O N
R T
ETO I
I

Produzione su Previsione
CODP
Produzione su Ordine

PROGETTAZIONE - APPROVVIG. - FABBRICAZIONE - ASSEMBLAGGIO - SPEDIZIONE


Make to stock: tempo di risposta al cliente istantaneo ( a pronti/istantaneo) Assembly to order: ( due modalità distinte 1 prev
sottogruppi standard e 2 successiva personalizzazione del prodotto finito in fase di assemblangio) Make to order la prod
inizia quando si verifica l’ordine da parte del cliente ( commesse repetitive a catalogo) Engineer to order: progettazione,
23
indistrializzazione fabbricazione avvengono dopo la verifica dell’ordine
Tassonomia dei sistemi
produttivi manifatturieri
Produzione per parti – Sistemi produttivi manifatturieri

Fabbricazione Montaggio / Assemblaggio

Job shop A posto fisso

Celle di fabbricazione Ad isola

Linee transfer automatizzate A trasferimento (linea)

Vincolato a intermittenza
Classificazione
Vincolato continuo
impiantistica
Non vincolato
24
Sintesi dei sistemi di
fabbricazione
Ampiezza gamma

Job Celle
shop di fabbricazione

Linee transfer automatizzate

Volume produttivo
25
Sintesi dei sistemi di montaggio
Ampiezza gamma

Posto
fisso A isole

Linee a trasferimento

Volume produttivo
26

Potrebbero piacerti anche