Sei sulla pagina 1di 6

> LOGIN

(https://www.italinemo.it)

Schifanoia | 2015 | N. 48-49


Anno 2015 – N. 48-49
A cura di Angela Ghinato

TORNA ALLA RIVISTA (https://www.italinemo.it/rivista/schifanoia/)

Autore/i articolo: MARCO BERTOZZI ‒ ANDREA PINOTTI


Titolo articolo: Presentazione
A cinquecento dalla realizzazione dell’incisione Melencolia I di Albrecht Dürer, l’Istituto di Studi Rinascimentali – in
collaborazione con la Fondazione Ferrara Arte e con i Musei di Arte Antica – ha dedicato all’opera le giornate
della XVII Settimana di Alti Studi Rinascimentali. Sull’immagine enigmatica e complessa convergono i saggi di
studiosi impegnati in diverse discipline, dalla filosofia alla storia dell’arte, dalla storia delle religioni alla storia
della letteratura, alla geometria.
Lingua: Italiano
Pag. 9
Etichette: Dürer Albrecht, Convegno di studi, Quattrocento, Cinquecento,

Autore/i articolo: MARCO BERTOZZI


Titolo articolo: Metamorfosi di Saturno: la “Melencolia” di Albrecht Dürer
Cinquecento anni dopo, l’incisione di Albrecht Dürer conserva ancora tutta la sua forza espressiva e la sua
ricchezza simbolica. È un’icona enigmatica della modernità che mostra il genio dell’artista raffigurato nel
«momento della sua meditazione creativa: uno spirito melanconico e saturnino, ma temperato dalla positiva
influenza di Giove…» (p. 13). Aby Warburg, che ha reso celebri gli affreschi di Palazzo Schifanoia con la sua
relazione del 1912, considerava l’opera di Dürer “un foglio di conforto umanistico contro il timore di Saturno”.
L’immagine sembra segnare la transizione verso l’età moderna, così piena di dubbi, di incertezze e inquietudini
profonde.
Lingua: Italiano
Pag. 13-19
Etichette: Dürer Albrecht, Pittura, Quattrocento, Cinquecento,

Autore/i articolo: MASSIMO CACCIARI


Titolo articolo: Melencolia I: un simbolo
La Melencolia I di Albrecht Dürer deve essere considerata un’allegoria elevata a simbolo. Il suo senso non è
presupposto e dunque non è facile risolvere il suo enigma: di fronte alla potenza espressa dalla Melencolia
rappresentata da Dürer, è necessario un esercizio fenomenologico e ritornare alla figura stessa, come ancora a
noi si manifesta. Un esercizio che ci conduce all’essenza del sapere del melanconico e alla inquietudine che tale
sapere produce in lui e ne attiva la poiesis. «Il simbolo né dice, né nasconde, ma indica» (p. 25).
Lingua: Italiano
Pag. 21-25
Etichette: Dürer Albrecht, Pittura, Quattrocento, Cinquecento,
Autore/i articolo: CLAUDIA WEDEPOHL
Titolo articolo: Warburg, Saxl, Panofsky and Dürer’s Melencolia I
L’autrice analizza le critiche mosse da Aby Warburg al saggio scritto nel 1921-22 da Erwin Panofsky e Fritz Saxl,
Dürers ‘Melencolia I’ . Eine Quellen- und Typengeschichtliche Untersuchung. Partendo dai rilievi critici, il saggio
esamina il particolare interesse dimostrato da Warburg per la storia della rappresentazione della sindrome
malinconica e la sua idea di una fondamentale ambivalenza nella personalità malinconica. Mentre Warburg
decise di perseguire il fenomeno della melanconia da un punto di vista psicologico muovendo dalla presunta
duplice natura del dio planetare Saturno per risalire alla psicopatologia moderna, Panofsky e Saxl concentrarono
il loro esame tanto sulla storia intellettuale quanto sulla morfologia della rappresentazione del melanconico.
Lingua: Italiano
Pag. 27-44
Etichette: Dürer Albrecht, Quattrocento, Cinquecento,

Autore/i articolo: SAVERIO CAMPANINI


Titolo articolo: Melencolia II. Gershom Scholem e l’Istituto Warburg. Un’indagine di storia delle fonti e
dei tipi
Sulla base di un’ampia documentazione, edita ed inedita, il saggio presenta e valuta l’esistenza di un lungo e
tormentato rapporto tra l’Istituto Warburg e Gershom Scholem. L’autore delinea il percorso del tentativo di
Scholem di instaurare una collaborazione con l’Istituto, rispondendo, infine, alla domanda: «… visto che il loro fu,
a tutti gli effetti, un incontro mancato, potevano capirsi, Scholem e Warburg?» (p. 60).
Lingua: Italiano
Pag. 45-61
Etichette: Scholem Gershom, Istituto Warburg, Ottocento, Novecento,

Autore/i articolo: ELENA FILIPPI


Titolo articolo: Melancholia, stupor, philosophia: Dürer, la sua melencolia e l’inizio del pensiero come
arte
In alcune sue opere Dürer ha cercato di animare un “pensiero figurativo”, riconosciuto al suo tempo, tra gli altri,
dal poeta e umanista Conrad Celtis (1459-1508): ciò gli valse l’epiteto di “philosophus”. Queste immagini
condividono alcune caratteristiche uniche, che possono essere identificate con un attento esame della
Melencolia I: «siamo di fronte a un testo filosofico» (p. 63). Attraverso l’inventio figurativa l’artista è riuscito a
mostrare il tono emozionale che richiama la necessità di pensare e che può essere messo in relazione alla
thaumázein della filosofia classica. In Melencolia I si può quindi cogliere una visione della conditio humana.
Lingua: Italiano
Pag. 63-75
Etichette: Dürer Albrecht, Pittura, Quattrocento, Cinquecento, Melencolia I,

Autore/i articolo: GIOVANNI MARIA FARA


Titolo articolo: Melencolia I di Albrecht Dürer nell’arte e nella letteratura italiana tra XVI e XVII secolo
L’autore propone una riconsiderazione complessiva della ricezione italiana della Melencolia I tra il XVI e il XVII
secolo, partendo dal «primo ricordo esplicito del bulino Melencolia I di Albrecht Dürer rintracciabile nella
letteratura artistica italiana» (p. 77), vale a dire la lettera del poligrafo di origine fiorentina Anton Francesco Doni
scritta da Venezia, verosimilmente nel 1549, all’amico incisore Enea Vico da Parma.
Lingua: Italiano
Pag. 77-85
Etichette: Dürer Albrecht, Pittura, Quattrocento, Cinquecento, Seicento, Letteratura,

Autore/i articolo: ALICE BARALE


Titolo articolo: «Collectione et quasi compressione»: Warburg e Benjamin in dialogo con Panofsky e Saxl
In considerazione delle vicende, ancora misteriose, del fallito avvicinamento di Walter Benjamin al Warburg-
Kreis, l’autrice prende le mosse da una critica che Benjamin nel Dramma barocco tedesco pare muovere a
Panofsky e Saxl. La critica «riguarda il loro rapporto con quello che Benjamin definisce “il loro straordinario
modello”, con Karl Giehlow» (p. 87). Si vuole dimostrare che la differenza nell’interpretazione della malinconia di
Warburg rispetto a quella di Panofsky e Saxl non è dovuta al maggior ottimismo del primo, ma rinvia ad un
elemento problematico che i secondi sembrano respingere, ma presente già in Gielhow: la “concentrazione”.
Lingua: Italiano
Pag. 87-94
Etichette: Dürer Albrecht, Pittura, Quattrocento, Cinquecento, Benjamin Walter, Ottocento, Novecento,

Autore/i articolo: STEFANIA SANTONI


Titolo articolo: Melancholia al femminileq
Il saggio ruota attorno agli echi femminili provenienti dal mondo antico che animano, tra le numerose
suggestioni, l’incisione Melencolia I di Dürer. In particolare si possono notare due aspetti al femminile: il tema
della tessitura, che si riscontra nell’iconografia del temperamento malinconico, e il celebre gestus melancholicus
che contraddistingue numerose eroine della classicità. Non manca un accenno alla teoria dei quattro
temperamenti.
Lingua: Italiano
Pag. 97-103
Etichette: Dürer Albrecht, Pittura, Quattrocento, Cinquecento, Donna,

Autore/i articolo: LAURA ANTONELLA PIRAS


Titolo articolo: Effigies Melancholiae: la poesia di Petrarca
Nel libro Problemata XXX, 1 attribuito ad Aristotele, la melanconia viene descritta, per la prima volta, «come una
forza capace di condurre lo studioso, il poeta, l’uomo di genio fino alle mete sublimi del mondo delle idee» (p.
97). Il libro sovvertì il modo di vedere la melanconia, poiché l’autore provò ad affrancarla dalla sfera puramente
patologica sostenendo che fosse una qualità dell’uomo di genio, consegnandole una condizione senza
precedenti nella letteratura filosofica e scientifica del tempo. Sarà la poesia a segnare il sottile discrimine tra
malattia e Stimmung, e Francesco Petrarca ne indicherà la nuova via. Il saggio vuole dimostrare come la poesia
petrarchesca tenti di farsi figuratio della melanconia dell’autore, così come nell’opera di Dürer.
Lingua: Italiano
Pag. 105-113
Etichette: Dürer Albrecht, Pittura, Quattrocento, Cinquecento, Petrarca Francesco, Trecento, Poesia,

Autore/i articolo: FELICE GAMBIN


Titolo articolo: Riscritture malinconiche in Spagna tra Cinque e Seicento. Da Andrés Velásquez a Tomás
de Murillo y Velarde
Lo scritto si concentra sulla rappresentazione dell’uomo in termini di malinconia sviluppata da Tomás de Murillo
y Velarde (Saragozza, 1672) utilizzando materiali “rubati” dal “Libro de la melancholía” del medico spagnolo
Andrés Velásquez (Siviglia, 1585). Quasi un secolo dopo, l’aggiunta e la diversa combinazione dei capitoli del libro
di Velásquez sottolineano, nel testo di Murillo y Velarde, una malinconia che si apre a relazioni insolite tra
dimensione spirituale e dimensione corporale dell’uomo, alle terapie per curarla, alle erbe arrivate dal Nuovo
mondo «somministrate al ritmo della preghiera» (p. 121).
Lingua: Italiano
Pag. 115-121
Etichette: de Murillo y Velarde Tomás, Velásquez Andrés, Cinquecento, Seicento, Malinconia,

Autore/i articolo: STEFANIA IURILLI


Titolo articolo: La Melencolia di Dürer. Dal quadro prospettico allo spazio tridimensionale
Il grande poliedro in equilibrio che domina l’opera di Dürer è da molti studiosi identificato con un romboedro
troncato di due vertici, con differenti ipotesi riguardo alla misura degli angoli e delle facce. «Solo una rigorosa
restituzione dello spazio tridimensionale rappresentato da Dürer, basata sull’inversione delle regole prospettiche
del Rinascimento, può consentire di misurare in ogni parte gli elementi geometrici presenti nella scena» (p. 123):
questo studio presenta la costruzione di un modello tridimensionale che può aiutare la lettura degli elementi
geometrici nello spazio, in una visione da “prospettografo virtuale” che ricorda i congegni prospettici che Dürer
stesso amava inventare.
Lingua: Italiano
Pag. 123-137
Etichette: Dürer Albrecht, Pittura, Quattrocento, Cinquecento,
Autore/i articolo: TOMMASO RANFAGNI
Titolo articolo: «Sublimium daemonum receptaculum». Proposta per un’iconografia dell’anima nella
Melencolia I di Albrecht Dürer
Sulla base della metafora di Aristotele inserita nel “De anima”, l’immagine della tabula rasa è stata impiegata tra
l’ultimo decennio del XV e il primo decennio del XVI secolo in diversi capolavori per rappresentare l’ascesa alla
divinità dell’anima dell’uomo. A partire da precisi confronti con opere d’arte e fonti filosofiche, l’autore vuole
dimostrare che l’angelo seduto sulla macina nel capolavoro grafico di Dürer ricorda questa tradizione
iconografica.
Lingua: Italiano
Pag. 140-147
Etichette: Dürer Albrecht, Pittura, Quattrocento, Cinquecento,

Autore/i articolo: DONATO VERARDI


Titolo articolo: Il diavolo e Saturno. Due note a margine di Melencolia I di Albrecht Dürer: Lutero ed
Erasmo
Questo saggio indaga la demonologia di Melencolia I e ne evidenzia un confronto con la demonologia di Lutero e
Erasmo. L’autore, infatti, mostra il diverso rapporto malinconia-demonio proposto da Lutero e da Erasmo,
«tentando di individuare quale delle due proposte è maggiormente aderente a Melencolia I» (p. 150), opera
incisa prima dell’avvio della Riforma luterana e prima che la divisione tra Lutero ed Erasmo si consumasse
completamente.
Lingua: Italiano
Pag. 150-153
Etichette: Dürer Albrecht, Pittura, Quattrocento, Cinquecento, Demonologia, Melencolia I,

Autore/i articolo: GIACOMO MERCURIALI


Titolo articolo: Figura dell’inoperosità. La Melencolia I di Albrecht Dürer nel pensiero di Giorgio
Agamben
Il valore dell’attualità dell’opera di Dürer come termine di confronto per la riflessione filosofica contemporanea è
ben testimoniato dalla sua presenza nel lavoro del filosofo italiano Giorgio Agamben, attraverso quasi
quarant’anni. «L’apparizione dell’angelo illumina un percorso di lettura attraverso le opere di Agamben che ci
permette di seguire lo sviluppo del concetto di inoperosità, uno dei pilastri del suo progetto di ricerca» (p. 155).
La prima parte del saggio è dedicata alle occorrenze di Melencolia I nei lavori di Agamben; la seconda è volta ad
interpretare l’uso fatto dal filosofo dell’incisione come immagine dell'”inoperosità.
Lingua: Italiano
Pag. 155-162
Etichette: Dürer Albrecht, Pittura, Quattrocento, Cinquecento, Agamben Giorgio, Novecento, Duemila, Filosofia,

Autore/i articolo: ANGELA GHINATO (A CURA DI)


Titolo articolo: Indice dei nomi
Indice dei nomi.
Lingua: Italiano
Pag. 163-169
Etichette: Indice,

TORNA ALLA RIVISTA (https://www.italinemo.it/rivista/schifanoia/)

Percorsi
Area riservata (https://www.italinemo.it/area-riservata-collaboratore/)
Cos’è Italinemo (https://www.italinemo.it/cose-italinemo/)
Perché e come sostenerci (https://www.italinemo.it/perche-e-come-sostenerci/)
Link utili (https://www.italinemo.it/link-utili/)

Le Riviste Sostenitrici
1. Albertiana (https://www.italinemo.it/rivista/albertiana/)
2. Annali della Fondazione Verga (https://www.italinemo.it/rivista/annali-della-fondazione-verga/)
3. Cahiers d’études italiennes (https://www.italinemo.it/rivista/cahiers-detudes-italiennes/)
4. Carte di viaggio (https://www.italinemo.it/rivista/carte-di-viaggio/)
5. Collection de l’ÉCRIT (https://www.italinemo.it/rivista/collection-de-lecrit/)
6. Contemporanea (https://www.italinemo.it/rivista/contemporanea/)
7. Critica letteraria (https://www.italinemo.it/rivista/critica-letteraria/)
8. Dante (https://www.italinemo.it/rivista/dante/)
9. Diacritica (https://www.italinemo.it/rivista/diacritica/)
10. Ermeneutica letteraria (https://www.italinemo.it/rivista/ermeneutica-letteraria/)
11. Esperienze letterarie (https://www.italinemo.it/rivista/esperienze-letterarie/)
12. Filologia italiana (https://www.italinemo.it/rivista/filologia-italiana/)
13. Humanistica (https://www.italinemo.it/rivista/humanistica/)
14. Italianistica (https://www.italinemo.it/rivista/italianistica/)
15. Italica (https://www.italinemo.it/rivista/italica/)
16. Italies (https://www.italinemo.it/rivista/italies/)
17. La lingua italiana (https://www.italinemo.it/rivista/la-lingua-italiana/)
18. La modernità letteraria (https://www.italinemo.it/rivista/la-modernita-letteraria/)
19. La parola del testo (https://www.italinemo.it/rivista/la-parola-del-testo/)
20. Letteratura e dialetti (https://www.italinemo.it/rivista/letteratura-e-dialetti/)
21. Lettere italiane (https://www.italinemo.it/rivista/lettere-italiane/)
22. Linguistica e letteratura (https://www.italinemo.it/rivista/linguistica-e-letteratura/)
23. Luziana (https://www.italinemo.it/rivista/luziana/)
24. Medioevo letterario d’Italia (https://www.italinemo.it/rivista/medioevo-letterario-ditalia/)
25. Moderna (https://www.italinemo.it/rivista/moderna/)
26. Per leggere (https://www.italinemo.it/rivista/per-leggere/)
27. Petrarchesca (https://www.italinemo.it/rivista/petrarchesca/)
28. Pirandelliana (https://www.italinemo.it/rivista/pirandelliana/)
29. Quaderni del ‘900 (https://www.italinemo.it/rivista/quaderni-del-900/)
30. Rassegna europea di letteratura italiana (https://www.italinemo.it/rivista/rassegna-europea-di-letteratura-
italiana/)
31. Rinascimento (https://www.italinemo.it/rivista/rinascimento/)
32. Rinascimento meridionale (https://www.italinemo.it/rivista/rinascimento-meridionale/)
33. Riscontri (https://www.italinemo.it/rivista/riscontri/)
34. Rivista di letteratura comparata italiana, bizantina e neoellenica (https://www.italinemo.it/rivista/rivista-di-
letteratura-comparata-italiana-bizantina-e-neoellenica/)
35. Rivista di letteratura italiana (https://www.italinemo.it/rivista/rivista-di-letteratura-italiana/)
36. Rivista di letteratura religiosa italiana (https://www.italinemo.it/rivista/rivista-di-letteratura-religiosa-italiana/)
37. Rivista di letteratura storiografica italiana (https://www.italinemo.it/rivista/rivista-di-letteratura-storiografica-
italiana/)
38. Rivista di studi manzoniani (https://www.italinemo.it/rivista/rivista-di-studi-manzoniani/)

39. Schifanoia (https://www.italinemo.it/rivista/schifanoia/)


40. Seicento e Settecento (https://www.italinemo.it/rivista/seicento-e-settecento/)
41. Sinestesie (https://www.italinemo.it/rivista/sinestesie/)
42. Studi buzzatiani (https://www.italinemo.it/rivista/studi-buzzatiani/)
43. Studi e problemi di critica testuale (https://www.italinemo.it/rivista/studi-e-problemi-di-critica-testuale/)
44. Studi goldoniani (https://www.italinemo.it/rivista/studi-goldoniani/)
45. Studi novecenteschi (https://www.italinemo.it/rivista/studi-novecenteschi/)
46. Studi pasoliniani (https://www.italinemo.it/rivista/studi-pasoliniani/)
47. Studi secenteschi (https://www.italinemo.it/rivista/studi-secenteschi/)
48. Studi sul Settecento e l’Ottocento (https://www.italinemo.it/rivista/studi-sul-settecento-e-lottocento/)
49. Testo (https://www.italinemo.it/rivista/testo/)
50 Todomodo (https://www italinemo it/rivista/todomodo/)
50. Todomodo (https://www.italinemo.it/rivista/todomodo/)

PERCORSI
Area riservata
Cos’è Italinemo
Perché e come sostenerci
Link utili

GRUPPO DI RICERCA
Chi siamo
Collaboratori
Contatti

NOTE LEGALI
Privacy Policy
Cookie policy (UE)

2020© Tutti i diritti riservati – www.italinemo.it

Potrebbero piacerti anche