Sei sulla pagina 1di 8

L A

T E C H N O L O G Y

T R A N S F E R

P R E S E N T A

Roma 22-24 Giugno 2011 Residenza di Ripetta Via di Ripetta, 231

INTERNATIONAL

SUMMIT 2 0 1 1

Data Warehousing & Business Intelligence


NUOVE TECNOLOGIE EMERGENTI

La crescita delluso della Business Intelligence continua inarrestabile. Quindi necessario introdurre le nuove tecnologie e i nuovi prodotti di Business Intelligence. Cloud Computing, Data Warehouse Appliances, Predictive Analysis, Mobile BI, Text Analytics, sviluppo Agile BI, databases noSQL, Social Media Analytics sono soltanto alcuni esempi degli enormi cambiamenti tecnologici che si stanno verificando nellindustria della Business Intelligence e del Data Warehousing. Spesso separare la realt dagli annunci commerciali pu essere difficile e decidere come questi nuovi sviluppi possono realmente aiutare il Business non un lavoro affatto semplice. Questo Summit esamina i nuovi trends nella Business Intelligence e nel Data Warehousing dando uno sguardo dettagliato alle tecnologie chiave che guideranno il processo di Decision Making nei prossimi anni. Vi aiuter a determinare, non solo gli sviluppi che miglioreranno i risultati della Vostra azienda, ma anche quelle soluzioni che renderanno pi facile il Vostro lavoro.

Fra gli argomenti trattati citiamo:

Cool ed emerging trends nella BI Costruire sistemi pi intelligenti per un mondo incerto Esame delle piattaforme di BI e Dashboards Soluzioni noSQL: pronti per essere usati? Il mito del Data Warehouse non strutturato Usare la Predictive Analytics Agile BI: mito o realt? BI e Data Warehousing: lo stato dellarte DIY (Do It Yourself) BI: il self-Service negli ambienti di Business Intelligence BI per il Mobile Information Worker LAdaptive Analytic Cycle: integrare gli spreadsheets nellambiente BI Usare la BI per migliorare la sostenibilit: non significa solo essere verdi

SPEAKERS
Colin White
Presidente di Database Associates e fondatore di BI Research. un autorevole esperto di Data Management, Information Integration e di tecnologie di Business Intelligence e di come possono essere usate per costruire lo smart e agile Business. Ha svolto consulenze per molte aziende in tutto il mondo ed uno speaker abituale nei pi prestigiosi eventi di IT. Ha scritto numerosi articoli sulle nuove tecnologie dellinformazione usate per creare benefici di Business e collabora con le pi importanti riviste tecniche basate su Web. Per dieci anni stato chairman della Conferenza Portals, Content Management e Collaboration di DCI e di Shared Insight. stato anche Conference Director di DB/EXPO.

Claudia Imhoff Colin White

James T aylor

Barry Devlin Cindi Howson

James T aylor
CEO di Decision Management Solutions e uno dei pi autorevoli esperti di Decision Management. Collabora da anni con i suoi clienti per trovare soluzioni tecnologiche efficaci per migliorare la Business performance. stato Vice Presidente della Fair Isaac Corporation dove ha sviluppato e messo a punto il concetto di Enterprise Decision Management. Mr. Taylor ha una notevole esperienza su tutti gli aspetti del design, lo sviluppo, il marketing e luso di tecnologie avanzate. consulente, speaker e autore. Scrive molti blogs e molti articoli tecnici che vengono pubblicati in importanti riviste del settore. Ha dato un contributo significativo alla stesura dei seguenti libri: Applying Real-World BPM in an SAP Environment (in uscita), The Decision Model, The Business Rules Revolution: Doing Business The Right Way and Business Intelligence Implementation: Issues and Perspectives. il principale autore del libro Smart (Enough) Systems: How to Deliver Competitive Advantage by Automating Hidden Decisions (Prentice Hall, 2007) scritto con Neil Raden.

SCHEDA DISCRIZIONE

Da restituire compilata a: Technology Transfer Piazza Cavour, 3 - 00193 Roma Tel. 06-6832227 Fax 06-6871102 www.technologytransfer.it info@technologytransfer.it

Partecipanti

Questo Summit si rivolge a Professionisti, Manager e Architetti di IT che vogliono conoscere e capire in maniera approfondita gli ultimi sviluppi nel Data Warehousing e nella Business Intelligence. Barry Devlin
uno dei pi autorevoli esperti mondiali di Business Insight e Data Warehousing. Consulente, speaker e autore del famoso libro Data Warehouse from Architecture to Implementation. Linteresse di Mr. Devlin oggi si estende a un Business completamente integrato, coprendo ambienti informational, operational e collaborative per offrire una esperienza olistica del Business attraverso lIT. fondatore di 9sight Consulting, una societ di consulenza specializzata nel progettare soluzioni ampie di Business Insight lavorando con prestigiosi analisti, vendors di BI e molto di pi.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

Euro 1700 (+IVA)


La quota di partecipazione comprende documentazione, colazioni di lavoro e coffee breaks. MODALIT DI ISCRIZIONE Il pagamento della quota, IVA inclusa, dovr essere effettuato tramite bonifico, codice Iban: IT 34 Y 03069 05039 048890270110 Banca Intesa Sanpaolo S.p.A. Ag. 6787 di Roma intestato alla Technology Transfer S.r.l. e la ricevuta di versamento inviata insieme alla scheda di iscrizione a: TECHNOLOGY TRANSFER S.r.l. Piazza Cavour, 3 - 00193 ROMA (Tel. 06.6832227 - Fax 06. 6871102) entro il 7 Giugno 2011

CONDIZIONI GENERALI In caso di rinuncia con preavviso inferiore a 15 giorni verr addebitato il 50% della quota di partecipazione, in caso di rinuncia con preavviso inferiore ad una settimana verr addebitata lintera quota. In caso di cancellazione del seminario, per qualsiasi causa, la responsabilit della Technology Transfer si intende limitata al rimborso delle quote di iscrizione gi pervenute. SCONTI DI GRUPPO Se unazienda iscrive allo stesso evento 5 partecipanti, pagher solo 4 partecipazioni. Chi usufruisce di questa agevolazione non ha diritto ad altri sconti per lo stesso evento. ISCRIZIONI IN ANTICIPO I partecipanti che si iscriveranno al seminario 30 giorni prima avranno uno sconto del 5%.

Cindi Howson
Presidente di ASK, una societ di consulenza di BI, con 15 anni di esperienza sulla Business Intelligence e il Data Warehousing. autrice di BIScorecardTM product reviews, il libro BusinessObjects XI R2: The Complete Reference e numerosi articoli per Intelligent Enterprise. Prima di fondare la ASK, ha lavorato per molte importanti aziende come specialista di BI ed stata Manager alla Deloitte & Touche. Tiene seminari per TDWI e ha un MBA della Rice University.

ROMA 22-24 Giugno 2011 Residenza di Ripetta Via di Ripetta, 231


In caso di rinuncia o di cancellazione dei seminari valgono le condizioni generali riportate sopra.
Quota di iscrizione Euro 1700 (+IVA)

DURATA ED ORARIO

3 giorni: 9.30 - 13.00 14.00 - 17.00

Conference

Nome Cognome Funzione aziendale Azienda Partita IVA Codice fiscale Indirizzo CAP Citt Provincia Telefono Fax E-mail Timbro e firma
isto prev izio il serv zione u di tradltanea simu
Tutela dati personali Ai sensi dellart. 13 della legge n. 196/2003, il partecipante informato che i suoi dati personali acquisiti tramite la scheda di partecipazione al seminario saranno trattati da Technology Transfer anche con lausilio di mezzi elettronici, con finalit riguardanti lesecuzione degli obblighi derivati dalla Sua partecipazione al seminario, per finalit statistiche e per linvio di materiale promozionale dellattivit di Technology Transfer. Il conferimento dei dati facoltativo ma necessario per la partecipazione al seminario. Il titolare del trattamento dei dati Technology Transfer, Piazza Cavour, 3 - 00193 Roma, nei cui confronti il partecipante pu esercitare i diritti di cui allart. 13 della legge n. 196/2003.

Claudia Imhoff
Presidente di Intelligent Solutions Inc., una nota e rispettata societ di consulenza e di training specializzata in Business Intelligence e CRM che ha implementato con successo pi di 150 Architetture di Corporate Information Factory. Claudia Imhoff molto famosa e internazionalmente riconosciuta come esperta di CRM e dellinfrastruttura di supporto che la Corporate Information Factory. co-autrice di 4 libri, scrive mensilmente una rubrica su DM Review e collabora con molte altre riviste e pubblicazioni. stata nel Board of Advisors del DAMA International e nel 1999 ha ricevuto dal DAMA lIndividual Achievement Award. anche una advisor e faculty member del Data Warehousing Institute.

P R O G R A M M A
Sessione 1
Trends emergenti nella Business Intelligence

Cindi Howson
Linnovazione sta rimodellando laspetto dei tools di BI rendendoli pi attraenti e pi potenti. Questa presentazione evidenzier quali sono i nuovi e pi acclamati tools di BI. Imparerete come distinguere gli inganni dalle vere innovazioni che permettono di dare benefici duraturi al Business. I principali trends includono la convergenza di Search con BI, mobile-powered BI, Collaboration e in-memory analysis. Quali sono alcune delle pi recenti innovazioni e cosa significano Cosa cercare quando si valutano queste innovazioni Dove si ferma il mercato nelladozione di queste innovazioni Come dare una priorit ai Vostri investimenti BI nelladottare queste innovazioni

cipali differenze fra i principali vendors includendo i segmenti di mercati che perseguono, i punti di forza e di debolezza della piattaforma BI e dove si collocano gli Open Source allinterno di un portafoglio totale di tools di BI. Con i Dashboards che sempre pi stanno diventando la faccia della BI per gli executives, questa sessione Vi aiuter inoltre a determinare quali caratteristiche cercare nella valutazione dei Dashboards dalle piattaforme BI e soprattutto i vendors che servono questo mercato. Scommesse della BI e velocit di adozione Gli ultimi trends dellindustria Differenze strategiche e di prodotto fra i principali vendors Come posizionare i tools di BI per i corretti segmenti di utenza Criteri da considerare quando si includono Dashboards nel Vostro portafoglio di tools di BI

Sessione 4 Sessione 2
Costruire sistemi pi intelligenti per un mondo pieno di incertezze Soluzioni NoSQL: pronte per essere usate?

Colin White
Piattaforme analitiche a basso costo, accoppiate ai crescenti volumi dati, alle nuove sorgenti dati e ai sempre pi complessi workloads analitici, stanno conducendo ad alternative ai tradizionali Enterprise Data Warehouses. Queste nuove piattaforme analitiche impiegano una variet differente di tecniche, tecnologie e modellli di deployment. Uno degli approcci pi dirompenti che stato introdotto nel mercato la cosiddetta tecnologia NoSQL. Gli avvocati della soluzione NoSQL dichiarano che presto questa tecnologia rimpiazzer i DBMS relazionali. Dal campo relazionale si dice che questi prodotti sono immaturi e mai rimpiazzeranno i DBMS relazionali su cui le aziende hanno investito milioni di dollari. Chi ha ragione? Quale ruolo hanno le soluzioni NoSQL nel processing analitico? Possono coesistere i due approcci? Queste sono alcune domande che verranno indirizzate da questa presentazione che esaminer queste nuove piattaforme analitiche e offrir un insieme di informazioni che Vi aiuteranno a scegliere la giusta piattaforma basata sulle necessit di Business e sui requisiti della tecnologia. I benefici delle piattaforme analitiche e delle appliances Una panoramica del mercato NoSQL Pro e contro degli approcci NoSQL confrontati con i prodotti relazionali Il ruolo delle soluzioni NoSQL come Hadoop/MapReduce nel processing analitico Patterns e Case Studies

James Taylor
In un mondo pieno di incertezze il Business richiede pi che altro agilit. I Business non possono essere rallentati da sistemi statici o difficili da cambiare. Inoltre i moderni ambienti di Business non permettono processi manuali e un processo di Decision Making solamente umano. Bisogna automatizzare i processi e il processo di Decision Making. Bisogna assicurarsi che questa automazione ci permetta una maggiore flessibilit per cambiare il nostro approccio, ci permetta di sperimentare e ci predisponga allapprendimento. La necessit per sistemi pi intelligenti Le principali caratteristiche di un sistema pi intelligente: orientato allazione, flessibile, che predice, che impara, che si adatta Decision Management: un approccio collaudato per sviluppare sistemi pi intelligenti I tre stadi del Decision Management: decision discovery, decision services, decision analysis

Sessione 3
Esame di Piattaforme di BI e Dashboards

Cindi Howson
Negli ultimi anni lindustria di BI passata attraverso un significativo consolidamento che vede oggi i principali vendors offrire un variegato insieme di capabilities di BI. Questa sessione evidenzier le prin-

Sessione 5
Il mito del Data Warehouse non strutturato: perch il Web 2.0 e 3.0 richiedono un nuovo approccio

Sessione 7
Agile BI: Mito o Realt?

Claudia Imhoff
La metodologia Agile ha catturato lattenzione degli sviluppatori software di tutto il mondo. La sua promessa di implementazioni rapide per ambienti complessi ha un grande appeal. Ma una metodologia Agile giusta per un ambiente di BI? La risposta s, con qualche vincolo. Certamente la pressione per i teams di BI grande per sviluppare componenti di BI pi velocemente, ma questo non deve voler dire abbandonare gli standards architetturali o la documentazione per fare pi velocemente. Questa presentazione esaminer la metodologia Agile e il suo ruolo in un progetto di BI. Panoramica della metodologia Agile Pro e contro questa metodologia Best Practices dellAgile Una guida pratica per lutilizzo di architetture e modelli di BI comparando diverse metodologie

Barry Devlin
Linformazione soft (conosciuta anche come non strutturata) continua a crescere di importanza e volume in tutti i campi. Linformazione non strutturata comincia ad essere una sorgente primaria per la Business Intelligence. Questo ha comportato che esperti e vendors hanno cominciato a parlare di Data Warehouse non strutturato, un approccio che assume che quello che stato fatto per i dati pesanti negli anni 80 pu essere applicato allinformazione soft di oggi. Per le informazioni hard e soft sono molto differenti, i loro cicli di vita e approcci di management sono diametralmente opposti. Molte informazioni soft non originano dai sistemi ma direttamente da individui, emails, documenti e altro. Molte vengono dal Web. Mettere questa informazione soft negli attuali ambienti di Data Warehouse non funziona per tante ragioni. Occorre un nuovo approccio architetturale e differenti tools. Le differenze fondamentali e le relazioni fra informazione hard e soft La convergenza delle necessit di Business ha bisogno di entrambe le classi di informazione Una Information Architecture che fa da ponte a questi tipi di informazione Modeling, Metadati e standards applicati allinformazione soft Esempi di tools che possono colmare labisso fra il Warehouse di oggi e la informazione soft

Sessione 8
Panel Discussion: BI e Data Warehouse: lo Stato dellArte

Tutti gli Speakers


Luso della tecnologia e del software di BI e del Data Warehouse sta cambiando velocemente e mantenerci in linea con questi cambiamenti pu non essere una cosa semplice. Questo Panel una opportunit unica per ascoltare e interloquire con tutti gli Speakers del Summit sugli ultimi sviluppi nella Business Intelligence e nel Data Warehousing. Vi aiuter a capire meglio quali tecnologie e quali prodotti avete bisogno di considerare o pianificare e Vi offrir suggerimenti sui migliori approcci per far crescere il Vostro ambiente IT e prendere tutti i vantaggi degli ultimi sviluppi tecnologici nei settori della BI e del DW.

Sessione 6
Usare la Predictive Analytics

James Taylor
Molte aziende hanno capito che possono ottenere un vantaggio competitivo applicando aspetti analitici sui clienti, prodotti, canali, partners, ecc. Ma lidentificazione di aspetti analitici solo una parte del processo perch lapplicazione intelligente di trovare questi aspetti analitici pu solo dare buoni risultati se le decisioni, che sono state assunte, sono corrette. Trasportare lanalitica in migliori risultati operativi richiede una nuova framework concettuale. Le aziende devono diventare molto pi decision-centric, usare le Business rules per controllare quelle decisioni e far leva sulla Predictive Analytics per migliorare la precisione di quelle decisioni. Solo allora potremo mettere al lavoro la Predictive Analytics. Come migliori decisioni operative producono ROI La scommessa di applicare la Predictive Analytics alle decisioni operative Il ruolo del Decision Management nellOperational Decision Making Esempi di come le aziende hanno beneficiato dal Decision Management

Sessione 9
DIY (Do It Yourself) BI: il self-Service negli ambienti di Business Intelligence

Claudia Imhoff
Siccome la velocit del Business aumenta, molti utenti del Business sono meno disposti ad aspettate i tempi del dipartimento IT per avere reports personalizzati e analitica. Molti utenti oggi si aspettano di interagire con linformazione e creare una propria vista dei dati. Allo stesso tempo i teams di BI sono ben disposti ad affidare il compito di creare

reports e analitica agli utenti per potersi meglio dedicare ad attivit con pi valore aggiunto. Queste spinte hanno condotto a una nuova forma di Business Intelligence: la Self-Service BI. Ma la self-service BI pi di una interfaccia carina e deve avere 4 componenti tecnologiche distinte. Un accesso pi facile ai dati sorgenti per poterli analizzare: data federation, accesso ai dati non strutturati, migliorata comprensione dei dati (glossario del Business, discendenza dei dati) Facilit duso delle nuove o avanzate capacit analitiche: predictive analytics, modelli predictive predefiniti, analitica nel database Scelta delle opzioni di deployment facili da usare: appliances, Cloud Computing, analytic sandboxes Interfacce utente semplificate: Mobile Computing, interfacce rich Web, Portali personalizzati, capacit avanzate di visualizzazione

del ciclo di innovazione, collaborazione adaptive e promozione alla produzione che poi la chiave per linnovazione nella BI. Questa sessione esamina come gli spreadsheets possono (e devono) essere integrati allinterno dellambiente di BI. Implicazioni dello spreadsheet: il buono, il brutto e il cattivo LAdaptive Analytic Cycle: un nuovo modello per il lavoro analitico Il ruolo del Social Computing nellAdaptive Analytics Promuovere linnovazione individuale per la Corporate Governance Approcci per incorporare Microosoft PowerPivot e altri tools personali nella BI aziendale

Sessione 12
Usare la BI per migliorare la sostenibilit: non significa solo essere verdi

Sessione 10
BI per il Mobile Information Worker

Claudia Imhoff e Colin White


Negli ultimi anni lambiente di Business ha cambiato completamente il modo in cui le organizzazioni operano in un mercato sempre pi globale spingendole sempre pi a preoccuparsi di migliorare lefficienza e ridurre i costi per rimanere competitivi. Allo stesso tempo ci sono pressioni sociali e di leggi affinch le aziende riducano la loro impronta di carbonio e riducano il loro uso di risorse naturali. Questa necessit spesso vista in conflitto con la necessit di riduzione dei costi e laumento della redditivit. In realt vero il contrario. Per esempio diventare una organizzazione verde riduce i costi attraverso lenergy savings e un uso pi efficiente delle risorse naturali. Migliora anche la reputazione del marchio e la quota di mercato. La BI ha un ruolo importante da giocare nel miglioramento della performance della sostenibilit e nellaiutare le aziende a trarre vantaggio da molte opportunit nascoste in questa area dellincremento della redditivit. Il Business case per la sostenibilit Usare la BI per il modeling, la misurazione e lanalisi della performance della sostenibilit Il mercato dei prodotti Best Practices e Case studies

Colin White
Gli analisti prevedono che entro il 2013 ci saranno 1,2 miliardi di mobile workers. Questo significa che nei prossimi anni le aziende avranno sempre pi la necessit di supportare i devices mobili e una workforce mobile sempre crescente. Questo requisito ha implicazioni significative non solo per linfrastruttura IT, ma anche per lo sviluppo applicativo e la Business Intelligence. Questa sessione guarda alluso del Mobile Computing nelle aziende e discute limpatto del Mobile Computing sullo sviluppo e il deployment di applicazioni di Business Intelligence. I benefici del Mobile Computing per il Business Limpatto del Mobile Computing sulla BI Sviluppare e schierare applicazioni mobili di BI Casi duso e Case Studies

Sessione 11
LAdaptive Analytic Cycle: integrare gli spreadsheets nellambiente BI

Barry Devlin
Fin dai primi giorni della BI noi abbiamo avuto un rapporto di amore/odio con gli spreadsheets: le persone del Business amano la loro flessibilit, velocit e facilit duso, lIT odia il loro impatto sulla qualit dei dati. Tanto pi gli speadsheets sono diventati grandi e potenti, tanto pi sono aumentati lamore e lodio. Gli spreadsheets (e strumenti simili) dovrebbero essere visti come una chiave importante

TECHNOLOGY TRANSFER Piazza Cavour, 3 - 00193 Roma Tel. 06.6832227 - Fax 06.6871102 www.technologytransfer.it info@technologytransfer.it