Sei sulla pagina 1di 20

Dove sono finite le 13 mila tonnellate di rifiuti tossici de La

Maddalena? L’indagine dei magistrati, l’inchiesta del Fatto y(7HC0D7*KSTKKQ( +=!z!,!$!:


www.ilfattoquotidiano.it

ogni mese
in edicola
www.modusvivendi.it www.modusvivendi.it

Sabato 28 maggio 2011 – Anno 3 – n° 126 € 1,20 – Arretrati: € 2,00


Redazione: via Valadier n° 42 – 00193 Roma Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46)
tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009

IL MONDO RIDE DI LUI Strarompi


di Marco Travaglio

L’
ha rifatto ancora. Profittando del fair play

L’ITALIA ANCORA NO
diplomatico che impone ai leader del mondo
di non mandarlo affanculo, il Cainano in gita
premio al G7 e mezzo ha attaccato un
bottone sull’emergenza toghe rosse al leader russo
Medvedev, dopo aver fatto altrettanto con Obama. La
scena ricorda quella di certi vecchietti scatarranti
Dopo Obama anche Medvedev e gli altri leader G8 costretti a sorbirsi che bivaccano nei bar della Brianza e raccontano al
primo avventore che capita le proprie disavventure
le indecenti accuse di Berlusconi contro i pm. Lo atterrisce la sentenza con la moglie che li tradisce con l’idraulico. Ma
esistono anche precedenti nel mondo dello
Mondadori sulla montagna di soldi da restituire a De Benedetti spettacolo: da Strarompi, indimenticabile
personaggio di Paolo Panelli, a Gianrico, il giovane
rompipalle interpretato da Sordi in Via Padova 46 - Lo

Tutti al voto Non va meglio a Milano e Napoli.


La Moratti indica il leghista
scocciatore, che si apposta dietro l’uscio in attesa che
esca per la passeggiata pomeridiana il vicino di
pianerottolo, Arduino alias Peppino De Filippo, poi
di Paolo Flores d’Arcais Castelli come futuro vicesindaco. gli s’appiccica addosso guastandogli il relax e
dc E l’altro leghista Salvini va al insufflandogli nelle orecchie con voce petulante i
suoi problemi personali: “Sor Arduì, ho passato una
l voto di domani non decide solo se Milano concerto per Pisapia pag. 2 - 3 -4 - 5 z

I
notte d’inferno, m’ha mozzicato una zanzara, ma
continuerà a essere sgovernata dagli intral-
proprio in un punto che nun me posso gratta’ né di
lazzatori della Bat-sindaca, dagli appetiti af-
qua né di qua, che me farebbe un grattino alla
faristici e per nulla evangelici di “Comunione
e liberazione”, dai palazzinari piraña e dalla con- U di Vittorio Malagutti schiena, sor Arduì?”. Così al vertice in Francia il
piccolo stalker brianzolo arpiona a uno a uno i
vivenza con la ‘ndrangheta, oppure ritroverà la
decenza e la dignità di un’amministrazione civile. LETIZIA E grandi della terra per coinvolgerli nei suoi guai
giudiziari. Incredibilmente infatti Obama, Medvedev,
Il voto di domani non decide solo se Napoli col- IL GUARITORE Sarkozy, Merkel, Zapatero, Cameron, Naoto Kan se
lasserà definitivamente nel fango della camorra,
nella palude di politicanti avidi, o con De Magi- OFFSHORE ne sbattono allegramente dei suoi processi,
stris tenterà il riscatto da grande capitale euro- preferendo concentrarsi su problemi trascurabili
el suo studio
pea. Il voto di domani avrà un peso rilevantissimo
anche rispetto ai referendum del 12 giugno, ai N di viale Mon-
come le radiazioni di Fukushima, la guerra in Libia, la
primavera araba, i negoziati israelo-palestinesi, la crisi
quesiti sull’acqua, il nucleare, il “legittimo impe- tenero a Milano finanziaria internazionale, i tornado che devastano
dimento”, referendum che il governo sta cercan- si affollano ogni l’America, cosette così. Da un po’ di tempo i vertici
do di scippare in ogni modo agli elettori, tra di- giorno decine e del G7 e mezzo si son trasformati in autentici calvari
sinformazione brezneviana e leggine ad hoc in decine di pa- per i sette leader del mondo, a causa di questo
zona cesarini. zienti. Cercano una parola, anziano molestatore che si apposta dietro gli angoli,
Se a Napoli, Milano, Cagliari, i cittadini sceglie- uno sguardo, un gesto che li con fotografo al seguito, per sfogarsi un po’ con loro
ranno per il rinnovamento democratico contro il faccia stare meglio. La lista sui suoi problemi privati. Avevano anche pensato di
maleodorante malaffare berlusconiano, si pro- non invitarlo più, ma poi hanno avuto pena per lui.
d’attesa è infinita. pag. 4 z
durrà un clima di speranza e di passione civile che Così si sono passati parola: appena lo vedono
renderà assai difficili le manovre del regime per avvicinarsi, si rifugiano alla toilette simulando
affossare i referendum. L’assordante silenzio del- improvvisi attacchi di gastrite o danno disposizione
le tv minzolinizzate, condito magari con radiose ai rispettivi staff di chiamarli al telefono non appena
previsioni del tempo, non sarà sufficiente a con-
ANNOZERO x I commissari di destra preparano nuovi scontri
lui si aggira nelle loro vicinanze. Ma Strarompi, in un
vincere gli elettori per quel “tutti al mare!” con

Agcom contro Celentano e Santoro


modo o nell’altro, riesce sempre a vanificare le
cui Berlusconi spera di salvarsi. Ma se lunedì sera misure di sicurezza. L’altroieri, a uno stranito Obama
potesse vantare anche solo un “pareggio”, anche e all’esterrefatta interprete che faticava a tradurre
solo uno dei due – tra la disastrosa Moratti o l’in- concetti tanto sconnessi, ha raccontato la dittatura
quietante Lettieri – con fascia tricolore, gioche-
rebbe sull’inevitabile mood malinconico dei cit-
tadini onesti per distrarli con successo dalle urne
referendarie.
Vietato parlare di Pisapia e referendum dei magistrati di sinistra e la riforma epocale della
giustizia. Ci aveva già provato due anni fa al G7 e
mezzo di Londra, quando alla foto di gruppo si mise
a sbraitare “Mister Obamaaaaaa! Sono quiiii!”, ma
Il motivo per impegnarsi è dunque duplice, e ri-
E il direttorissimo quel giorno era presente la regina Elisabetta
guarda anche chi non vive a Milano, Napoli, Ca-
gliari, ma vuole evitare future Chernobyl nel Bel- Minzolini utilizza
U di Silvia Truzzi U di Marco Onado d’Inghilterra che, rompendo un silenzio
cinquantennale, si voltò di scatto, strinse a sé la
paese, o un bene elementare come H2O in mano l’editoriale del Tg1
a tanti piccoli Marchionne, o l’impunità della Ca- per attaccare SCALFARI, GRILLI NON borsetta e borbottò un “che bisogno c’è di strillare
così forte?”. Questa volta, intrufolandosi in un attimo
sta quando delinque. E una vittoria ai referendum FONDATORE PUÒ ANDARE
segnerebbe la fine di questi “anni di fango” che Travaglio
di distrazione delle badanti e degli infermieri che lo
stanno distruggendo l’Italia nell’avvitamento di Tecce pag. 5 z NARCISISTA A BANKITALIA hanno in cura, il nanerottolo s’è fiondato con agile
balzo sul presidente Usa per rovesciargli addosso le
un regime dove l’incontinenza l primo momento di tedio dev’es- artedì Mario Draghi leg-
incivile e golpista è ormai priva
perfino del pannolone dell’ipo-
I
sere arrivato al minuto 17, perché M gerà la sua ultima relazio-
Eugenio Scalfari chiede di “essere ne da governatore della Banca
sue manie di persecuzione. Sperava di ricavarne,
oltre alla foto ricordo accanto all’abbronzato più
famoso del pianeta, almeno una frase di circostanza
crisia. Lidia Ravera
Ogni lettore di questo giornale corretto” se divaga troppo: in realtà d’Italia e la corsa alla succes- o di comprensione da spendere nella campagna
è più che un lettore. È, in un am- Piccoli uomini vuol far presente che tempus fugit. Se- sione, già iniziata, diventerà elettorale domestica. Invece Obama, che non l’ha
bito più o meno ampio, un “opi- Maschi sto piano del condominio Repubblica, ufficiale. Prima che di perso- mai voluto incontrare se non in luoghi molto
nion leader”. Possiamo tutti – ritratti la stanza del Fondatore è una bellis- ne, bisogna preò parlare di affollati, l’ha liquidato con un paio di “ok” (traducibili
siamo più di centomila – inf lui- dell’Italia sima biblioteca. pag. 14 z princìpi. pag. 10 z in un romanesco “e sti cazzi?”), mentre la Merkel
re sul voto di domani, dedican- d’oggi faceva la faccia spazientita e Sarkozy richiamava
do interamente alla democrazia all’ordine l’attempato discoletto invitandolo a
il nostro tempo libero fino alle tornare al posto. Ieri il petulante vecchietto s’è
15 di lunedì, con telefonate, n
calcio sfogato sulle “ben 24 accuse infondate” con
mail, blog, sms, messaggi face-
Juve: un passato tanto CATTIVERIE Medvedev, che l’ha assecondato sorridendo, come si
book... Siamo quasi niente di B. spiega la sconfitta a Milano: fa con i casi clinici, non senza rimpiangere quei bei
fronte alle tv, obietterà il pessi- grande, un presente “Colpa della confusione sulla manicomi siberiani di una volta. Manca solo che
mista. È vero: il quasi niente del- scheda elettorale. C’erano qualcuno, impietosito dalle sue precarie condizioni
la fionda di Davide contro Go- troppo piccolo simboli diversi dal mio” psicofisiche, gli allunghi una banconota dicendo:
lia. Beccantini pag. 15z (Loriano Rampazzo, www.luttazzi.it) “Tenga, buon uomo, ora però abbiamo da fare”.
pagina 2

B
IL MONDO RIDE DI LUI

aci affettuosi e qualche abbraccio. La


Carlà bacia premiere dame Carla Bruni si è
presentata così ieri ai suoi ospiti: il
premier inglese Cameron, il presidente americano
tutti i “grandi” Obama, la cancelliera tedesca Merkel. Uno solo
dei “grandi” è sembrato meno gradito: Berlusconi,
al quale la moglie di Sarkozy ha riservato solo una
Tranne lui stretta di mano e un sorriso di circostanza.
(FOTO LAPRESSE)

QUESTO È STALKING
Dopo Obama, B. assilla Medvedev:
“Contro di me accuse false. Pm patologici”
di Giampiero Gramaglia parole brevissimo, con da parte riso e due pacche sul braccio (e tare la sua nuova maggioranza
dell’americano, forse, un cenno un sospiro di sollievo). politica ‘comprata’ al super-
a un presidente (del Con- di simpatia per il dramma sfio- Berlusconi, dal canto suo, si mercato delle prebende.

D siglio) a un altro (ma della


Repubblica): Barack Oba-
ma, che la differenza ha
già mostrato di saperla fare, ra-
ramente deve averla apprezzata
rato in Libano dai militari italia-
ni. A Deauville, invece, Mister B.
aveva mandato in scena l’atto
secondo del suo show sotto il
tendone del circo mediatico del
vanta di non avere risparmiato
nessuno, a Deauville: “Ho par-
lato con tutti i leader del G8”.
“Era mio dovere informarli su
quello che succede in Italia”, af-
Ma, naturalmente, per Mr B. la
delegittimazione dell’Italia sul
piano internazionale non è col-
pa sua e dei suoi atteggiamenti,
ma “di certa informazione che,
come questa volta. Giunto a Var- Vertice degli Otto Grandi. Vitti- ferma, riferendosi “a 24 accuse anziché narrare i fatti, tende a
savia da Deauville, dove ieri ave- ma, dopo Obama, il presidente contro di me cadute nel nulla” screditare le istituzioni del no-
va subito attonito l’atto di accu- russo Medvedev: la loro conver- (nel corso della conferenza stro Paese”. Berlusconi respin-
sa di Berlusconi contro la “dit- sazione, anche stavolta registra- stampa, diventeranno poi 31). ge l’accusa dell’opposizione di
tatura” della magistratura italia- ta dalle telecamere, non è com- Chissà se l’ha compreso il pre- avere gettato fango sull’Italia al
na, vede a cena Giorgio Napo- prensibile come quella di ieri sidente Obama, con cui Berlu- G8. “E’ più che doveroso – in-
litano, insieme agli altri capi di con l’americano, ma si capisce sconi asserisce di avere svolto siste – spiegare la situazione ita-
Stato di 21 Paesi dell’Europa bene lo stesso che il premier ita- “un ragionamento più ampio” liana a chi, specie all’estero, non
centrale. E, qui, Obama non cor- liano, ovviamente assistito dal- di quello riportato “dai titoli di riesce a comprenderla perché bilanciamenti previsti dalla no- completamente destituite di
re rischi: né esternazioni né ri- l’interprete, torna sul tema della alcuni giornali”. Vero è che Oba- troppo spesso travisata dalla stra Costituzione e i magistrati ogni fondamento e che mai han-
cerca senza pudore di un dialo- giustizia e parla di “quattro ac- ma non ha detto una parola, ma stampa”. colpevoli non sono stati sanzio- no retto al vaglio dei magistrati
go a quattr’occhi; una stretta di cuse importanti”. Al termine Berlusconi, nel suo monologo, nati per le loro responsabilità”. giudicanti: ma io risulto colpe-
mano calorosa, guardandosi be- del breve colloquio, Medvedev ha avuto giusto il tempo per la- E MENTRE Davide Zoggia, un Nei suoi confronti, poi, le inter- vole perché i giornali danno no-
ne negli occhi, e uno scambio di congeda Berlusconi con un sor- mentarsi della giustizia e di van- responsabile del Pd, gli rimpro- ferenze sono basate “su accuse tizia dei procedimenti che mi ri-
vera “molestie” ai leader dei
Grandi, importunati dalle sue la-
Continuano mentele e dai suoi aggressivi si-
parietti ‘testa a testa’, Berlusconi di Pino Corrias
gli assurdi quasi se ne vanta: “Qui al Vertice
ho ricordato a tutti che le accuse Agguato con autoscatto:
attacchi sulla a me rivolte sono state tutte giu-
dicate false. E ho difeso l’istitu-
zione del presidente del Consi-
scene dall’orrore
giustizia glio”.
Al Vertice, la perdita d’inf luenza IL FATTO che B. sia andato ad avvertire il suo personale
durante il G8: dell’Italia di Berlusconi è eviden- fotografo un minuto prima di avvicinarsi a Obama per
te. Se c’è un tema su cui potreb- molestarlo sui suoi guai giudiziari infischiandosene di tutto il
“L’ho detto be parlare con competenza per- resto (cioè il vertice in corso, la guerra di Libia, la Grecia in
sino eccessiva, è la Libia, vista l’a- bancarotta, la crisi economica internazionale, le rivolte
a tutti i leader” micizia con il colonnello Ghed- arabe, il Giappone in ginocchio, l’arresto del boia Mladic e
dafi. E, invece, quando prova a persino la catastrofe economica istituzionale e politica
dire la sua (che il figlio minore dell’Italia) non è un dettaglio irrilevante.
“Vogliono del dittatore non sarebbe mor-
to), la Nato quasi lo smentisce:
Come si vede nell’eccellente servizio del Tg3, B. prima studia
con gli occhi l’agguato. Calcola le distanze tra lui e Obama.
aggredirmi “Noi non ne sappiamo nulla”.
Come ha fatto con i leader, anche
Parte. Ma prima di raggiungerlo, va dal fotografo a dargli
istruzioni su come dovrà inquadrarlo.
(FOTO ANSA)
anche sul piano con la stampa il premier rilancia
il suo ‘j’accuse’ contro i magi-
È questo che gli sta a cuore più di ogni altra cosa. Farsi
fotografare mentre parla con il presidente americano.
strati, che “hanno più volte inter-
finanziario” Letteralmente: immortalarsi. Accrescere il suo sterminato

SCUSACI Gli italiani Il presidente Usa


ferito nella vita politica” italiana
e “hanno addirittura creato in al-
archivio (si parla di migliaia di foto ossessivamente stampate,
rilegate, coccolate) che certifica il suo successo, le sue
cuni casi crisi di governo e pro- conoscenze, il suo potere, per poterlo raccontare,
sul facebook di Barack stringe la mano vocato la caduta d’esecutivi, de-
mocraticamente eletti, con il
vantarsene: comunicarlo. Come prova inconfutabile della
propria esistenza. Che è sempre il sintomo più doloroso (e
arack Obama ha venti milioni di fan su Face- conseguente ricorso a elezioni
Blianibook. Ma nelle ultime ore sono soltanto gli ita-
che gli scrivono: “I’m sorry Mr President, I’m
a Napolitano anticipate. Sono venuti meno i
anche commovente) di una intima certezza del contrario.

Italian. Mr Berlusconi is not speaking in my na-


me”, Le chiedo scusa, Presidente, sono italiano e Il Presidente del Consiglio a rischio frana
Berlusconi non parla a mio nome”. Lo stesso mes-
saggio è replicato migliaia di volte: ogni secondo
sono decine gli italiani che si rivolgono alla ba-
checa dell’uomo più potente del mondo per
prendere le distanze dal nostro premier. Qualcu-
La morsa tra Lega e Lodo Mondadori
no aggiunge “Le scrivo dalla parte onesta del Pae- di Sara Nicoli Cavaliere, brucia più di tante altre ferma della sentenza di primo grado, finita la coalizione con il Pdl perché ha
se”, qualcun altro; “È pericoloso per la democra- cose. ma più favorevole sul fronte econo- giudicato “un atto di ostilità” il pas-
zia, ci aiuti!”. on si arrende, perché la parola È noto di come, da sempre, Berlu- mico. Forse, invece di 750 milioni di saggio di due consiglieri dalla sua lista
Tale e tanta la frustrazione, però, che ben presto è
diventata ironia. Sempre sul social network è na-
Nchenon gli appartiene. Ma prima
le urne dei ballottaggi travolga-
sconi abbia utilizzato i summit inter-
nazionali per stringere amicizie che
euro gliene chiederanno la metà, ma
sarà comunque un salasso. Con i
al partito dei berluscones. Eppoi gli ex
aenne anti La Russa, con Matteoli e
to un gruppo “Dillo a Obama” dove gli utenti si no – non definitivamente, ma in mo- poi ha sfruttato anche sul fronte eco- grandi, Berlusconi ha messo le mani Augello in prima fila, che puntano a
mettono, a modo loro, nei panni di B. al G8: “Mr do doloroso – il suo ventennio, ha nomico personale. E quella di Deau- avanti sapendo che già martedì al- fare un gruppo autonomo sul genere
Obama, mi perseguitano, ho cinque esami a giu- provato a dare una mano di vernice ville altro non è stata che l’ennesima l’estero si parlerà di nuovo di lui come di quello di Viespoli al Senato. Infine,
gno. Congiura!! Dittatura degli accademici” de- alla sua immagine sfilacciata con i tappa di questa strategia, pur aven- uno zar con un piede già dentro lo la mina Micciché, che aspetta che si
nuncia Marta; “Mr Obama, non è che può far riu- grandi del mondo, ma senza dimen- do privilegiato il messaggio pre bal- strapiombo politico. E non solo. riapra il Parlamento per aprire il suo
nire i Beatles, che sono stati sciolti da Pisapia?” ticare di solleticare a distanza gli lottaggio contro la magistratura me- gruppo Forza Sud almeno alla Came-
chiede Sara; “Hi Mr Obama, si è rotto il mio frul- istinti più grevi del suo elettorato; an- neghina. L’immagine di un Obama A ROMA proprio martedì lo ra. Divisioni, spifferi e correnti che la
latore, pensa che il Sig. Anemone possa regalar- cora i giudici di sinistra, ancora l’ur- sorpreso, ma comunque attento alla aspetta un ufficio di Presidenza all’in- probabile sconfitta di Milano renderà
mene uno nuovo?” la richiesta di Antonella; “Pre- genza della riforma. Ancora i fatti spiegazione di un’Italia “in mano ai segna della resa dei conti. La balca- del tutto ingovernabili. Berlusconi un
sidente, mi perdoni ma la vicina del piano di so- suoi. La figuraccia è stata forse la più giudici di sinistra” potrebbe aver fat- nizzazione del partito ha raggiunto piano ce l’ha, azzerare tutto, rifonda-
pra continua a bagnare le piante e a scrollare le alta degli ultimi anni, ma nella testa to breccia anche in chi, come lui, pen- ormai livelli inimmaginati solo poche re un nuovo partito perché tanto “il
tovaglie fuori agli orari consentiti. Siamo tutti nel- di Berlusconi contava di più far ve- sa che davvero che ci siano dei giudici settimane fa; Frattini e Scajola a pran- Pdl ha ormai un’immagine perden-
le mani di questa comunista dell’ultimo piano”. dere al suo elettorato di portare, tra che lo vogliono far fuori dalla scena zo insieme (giovedì) per vedere di far te”, più leggero nella struttura e con il
Alessandro, infine, sposa la battaglia del premier: i grandi del mondo le difficoltà di un politica colpendolo anche nel patri- coincidere, almeno sulla carta, la cor- Capo che comanda davvero accanto
“Mr Obama, chiedo scusa, qui un giorno fa caldo governo sotto attacco da parte di monio. Ecco la frase chiave, media- rente di Liberamente con la fondazio- a un direttorio di pochi, fidatissimi e
e quello successivo piove a dirotto... potrebbe di- una magistratura golpista, quindi far ticamente parlando, dell’ultimo co- ne di “sciaboletta”; Alemanno e Re- intimi, compagni di viaggio. E di certo
re ai giudici di sinistra di smetterla? Grazie”. colpo su Obama, che continua ad mizio dal “predellino” internaziona- nata Polverini ormai apertamente anche di merende. Con tanti giovani
avere un asse privilegiato con Na- le. È la sentenza Mondadori attesa a sull’Aventino con quest’ultima che sul territorio. Se ne parla da tempo,
politano e non con lui. E questo, al giorni, forse a ore; si parla di una con- proprio ieri, in Regione, ha decretato ma ora è venuto il momento di par-
Sabato 28 maggio 2011

L
IL MONDO RIDE DI LUI

a sentenza d’Appello è attesa a giorni, Metta. Cir chiede la conferma del risarcimento proprio incubo lo hanno rivelato anche le
La corruzione di Metta molto probabilmente dopo i ballottaggi. E stabilito in primo grado, che Berlusconi ha bollato intercettazioni del Trani gate. Confidava infatti all’ex
per Berlusconi è qualcosa che leva il come “una rapina a mano armata”. “Ma il premier commissario Agcom Innocenzi: “È una cosa pazzesca,
sonno. È l’affare Lodo Mondadori. Fininvest in primo dimentica - è stata la replica di Cir - di dire che l'unico ho il fisco che mi chiede 900 milioni, coso… De
e il maxi-risarcimento grado è stata condannata a pagare 750 milioni di euro. reato di questa lunga vicenda, come stabilito dalla Benedetti che me li chiede, ma ha già avuto una
La vicenda riguarda il danno che la società di Carlo De Corte di Cassazione, è stata la corruzione del giudice sentenza a favore, 750 milioni… Pensa te , mia moglie
Benedetti avrebbe subìto per il passaggio della Vittorio Metta perpetrata nell'interesse di Fininvest che mi chiede 90 miliardi di vecchie lire all’anno, sono
a De Benedetti Mondadori al Cavaliere dalla corruzione del giudice nel 1991”. Ma che la sentenza per B. sia un vero e messo bene no?”.

“Il premier? Sofferenza umana”


L’IMBARAZZO DI FRATTINI. MA IL CAIMANO STA BENE?
di Paola Zanca Farnesina chiede pietà per il presiden- sto chi tra loro avesse “la sensazione ga il Responsabile Francesco Pionati –
te del Consiglio che “ha dentro qual- che viviamo in una pericolosa dittatu- rispetto a noi, riesce ad intercettare i
vvicina Obama, mentre gli altri cosa che nessuna persona umana può ra”. Chissà se hanno accolto il messag- momenti intimi”. Dunque la sua è

A capi di Stato lo aspettano, per par-


largli dei “giudici di sinistra” che
in Italia lo assillano. Ci è o ci fa? La
risposta arriva direttamente dal mini-
stro degli Esteri Franco Frattini: non è
evitare”. Da ieri, anche la delusione per
essere stato liquidato dal presidente
degli Stati Uniti in persona, anche se lui
si ostina a dire che non c'è stato “distac-
co o freddezza nei miei confronti”. Ma
gio di Frattini, costretto a spiegare per
tutto il giorno che lo sfogo di Berlusco-
ni è frutto di “una componente ovvia-
mente personale di indignazione da
parte di chi è stato perseguito”. Nel
“un'analisi corretta”. Ma “non sarei
preoccupato per la sua salute”, tran-
quillizza il ministro Gianfranco Roton-
di: “L'unico rischio per noi – ministri e
giornalisti – è che si sfili: non ci farebbe
“una tattica”. Dunque, non ci fa. È il sin- la “confidenza” di Berlusconi al G8 non centrodestra invitano a prenderlo sul un regalo, è il nostro core business, di-
tomo di “una sofferenza umana”, di è piaciuta nemmeno al vicepresidente serio, perchè quello del ministro degli ciamo così. L'unico timore che dobbia-
“un dolore profondo che bisogna cer- del Csm Michele Vietti che, parlando ai Esteri è un “punto di osservazione pri- mo avere è che si scocci lui. Speriamo
tamente comprendere”: il titolare della procuratori generali dell'Ue si è chie- vilegiato”: “Frattini gli sta vicino – spie- di no”.

Il conduttore tv Il giornalista Il direttore editoriale di “Libero”


Berlusconi con il presidente russo Vespa: “L’ossessione? Guzzanti: “Crede Feltri: “Non si rende
Medvedev, a sinistra con Obama,
sotto con Sarkozy (FOTO LAPRESSE) Mica è uno scoop” di poter fare di tutto” più conto di nulla”
guardano e non raccontano il se- e parole del ministro uello che è successo i rendiamo tutti conto
guito”.
Berlusconi parte dalla difesa del-
“L Frattini? Quasi banali.
Non mi pare che l’ossessio-
“Q con Obama è talmente
anomalo, talmente senza
“C che quello non era il
momento opportuno per
le istituzioni, ma poi la lingua fi- ne di Berlusconi per la giu- precedenti, che lo si può at- dire quelle cose, però
nisce con l’andare a battere dove stizia sia uno scoop”. tribuire solo a uno stato quando uno vive nell'os-
il dente duole: dice che non vuo- Bruno Vespa, mercoledì, emotivo molto provato”. sessione, ogni occasione è
le lasciare l’incarico da condan- ha avuto ospite il presiden- Paolo Guzzanti deputato e buona per tirar fuori quello
nato e, soprattutto, si denuncia te del Consiglio a Porta a Por- storica firma del Giornale de- che lo opprime, che lo an-
“aggredito” anche sul piano pa- ta . Un’intervista - centrata scrive come “un’enorme gustia. Immagino non lo
trimoniale (un riferimento, pare sui ballottaggi ma inevitabilmente planata anche anomalia” il fatto che “un primo ministro europeo si faccia neanche dormire sereno”. Vittorio Feltri, di-
a tutti, al ‘lodo Mediaset’, la cui sul tema giudici - un po’ sottotono rispetto alle confidi con un presidente americano lamentando il rettore editoriale di Libero replica così al titolo del
sentenza è attesa dopo il voto di precedenti, senza grossi colpi di scena se non trattamento che subisce in Patria dai magistrati”. Ma Fatto di ieri: “Quest’uomo sta male”: “Tanto bene
domenica): qualche leggera (e insolita) stoccata da parte del non si stupisce: “Rientra tutto nella Berlusconi-wel- non sta. La questione giudiziaria lo assilla in modo
Se Berlusconi non prova rimorso conduttore tv che aveva offerto lo studio per la tanschauung, nell'antropologia del personaggio, che noi fatichiamo a comprendere, perché vedia-
per i ‘confessionali’ di Deauville, ormai celeberrima firma del ‘Contratto con gli ita- sempre sicuro di potersi permettere qualunque co- mo in lui soprattutto il riccone, il presidente del
moltissimi italiani ne sono imba- liani’. sa con qualsiasi grande della Terra. Non ha mai sa- Consiglio, ma dal punto di vista umano è difficile
razzati: in migliaia, lasciano mes- E dopo lo “show” del premier con Obama al G8, puto e voluto distinguere i confini tra ciò che può non capire che sia sconvolto. Ormai è diventata
saggi sulla bacheca facebook di Vespa conferma di aver avuto anche lui la sensa- essere detto e ciò che non può essere detto. Aveva un un’ossessione che non si può giustificare solo sul
Obama, scusandosi in inglese zione di assistere a un “gesto talmente clamoroso, rapporto così anche con Bush, che gli dava spago, piano politico: c'è una partecipazione umana do-
(“Sorry Mr President”). diciamo così, piuttosto singolare che dimostra probabilmente è convinto di avere un rapporto per- vuta al fatto che lui da tanti anni è sotto tiro e non
una angoscia non solo politica ma anche perso- sonale anche con Obama. Io non lo so, magari si te- riesce a venirne fuori”. E adesso ad aggravare la
nale”. Vespa chiarisce di avere, rispetto al Fatto lefonano tutte le sere, magari troveremo su Wikilea- situazione è arrivato “un altro fardello, con la Mo-
Quotidiano, una “valutazione diversa sui processi di ks le reazioni della Casa Bianca. So che lui ha vinto ratti che perde a Milano, la tua città, non è che sei
Berlusconi”. Ma conferma l’ipotesi di una “osses- con le caratteristiche che gli antiberlusconiani liqui- contento”. Per questo l'episodio del G8 non si può
sione” del premier nei confronti della magistra- dano, anche a ragione, a pura patologia: ‘Quest’uo- “giustificare” ma è “comprensibile che un uomo
tura e di “un’angoscia” che lo ha portato a parlarne mo è pazzo, quest’uomo non sta bene’. Ma le pacche che ha quei problemi giudiziari che lo turbano pos-
perfino davanti al presidente degli Stati Uniti. Per sulle spalle, le confidenze, le barzellette sono anche sa scegliere il momento meno opportuno per tirar
questo le parole di Frattini sono “quasi banali”. la sua cifra, queste cose ai suoi piacciono”. fuori quello che lo macera nel proprio intimo”.

BESTIARIO Sesso, razzismo Russia 1

e insulti: tutte le gaffe in un catalogo Polonia 2


di Wanda Marra
IL REPERTORIO Germania 2
(FOTO LAPRESSE)
a maggior parte delle bestialità berlusconiane – il 22,8% – è a Dove, quanto
L base sessista. E poi ci sono blasfemia, omofobia, insulti con- e come: Gran Bretagna 1
Calderoli: tro la sinistra (il 19,3%), gaffe (il 19,3%), clichè contro gli stranieri
(il 15,8%), antisemitismo (il 7%), manifestazioni di un ego so-
il dossier di
“Il voto di vradimensionato (il 12,3%). L’edizione francese dello Slate (il
molto seguito magazine online americano, che pubblica notizie Belgio 2
Italia 34
Milano e e commenti sull’attualità) poco più di un mese fa ha pubblicato
un lungo articolo sulle gaffe del nostro presidente del Consiglio.
Con tanto di torte, grafici e tabelle, ha analizzato le poco felici
Napoli segnale uscite del premier dal 2000 al 2010, individuandone 44 “me-
morabili”. Partendo da un assunto di base: “I giornalisti devono
al governo” cominciare a prepararsi al vuoto che il Cavaliere lascerà”, visto
Spagna 1
che non ci sarà per lui “un ultimo mandato”. E dunque, ecco
La paura della alcune di queste perle, che il dossier mette insieme. Si va da Algeria 1
considerazioni sul sesso femminile (“Ho scoperto qual è il pun-
sentenza Cir to G delle donne... l’ultima lettera di shopping”), alle accuse
contro i giudici (“sono una metastasi”), passando per gli insulti
agli elettori avversi (“ho troppa stima dell’intelligenza degli ita- 1.7% Blasfemia
tire. E sarà un modo, questo, di te- liani per pensare che siano così coglioni da votare contro i loro 1.8% Omofobia
nere a bada anche il Carroccio. Da interessi”) ai complimenti imbarazzanti ad Obama (“giovane,
lunedì l’alleanza con la Lega subirà bello e abbronzato”), fino alle incredibili considerazioni su di sé 19.3% Insulti contro la sinistra
contraccolpi decisi. Calderoli l’ha (“Io sono il Gesù Cristo della politica, una vittima, paziente, mi
detto con chiarezza: “Gli elettori, sacrifico per tutto il mondo”). Al di là delle categorie, lo Slate fa 19.3% Gaffes e battute
con la sconfitta di Milano e Napoli, anche una divisione delle occasioni prescelte dal premier per
hanno voluto mandare un messag- sfogare la sua particolare vena creativa: come destinatari pri- 15.8% Xenofobia
gio anche al governo”. Vita dura per il vilegia i giornalisti (il 34%), o le sedi internazionali (il 19,1%). Ma
Cavaliere, dunque, da lunedì. Anche non disdegna i sindacati e i giovani (il 10,6%). Oltre ovviamente 7% Antisemitismo
se la Moratti dovesse perdere solo di alla campagne elettorali (l’8,5%). Lo Slate fa anche una suddi- 12.3% Ego dilagante
misura, il redde rationem nella mag- visione per anni: il picco viene raggiunto nel 2009. Da notare la
gioranza e nel partito è ormai ine- cartina interattiva, con tutti i luoghi che il premier ha allietato 22.8% Sessismo
vitabile. E l’odore di un voto politico con le sue figuracce: ovviamente l’Italia in pole position.
anticipato si fa sempre più forte.
pagina 4

A
AL VOTO AL VOTO

nche i bambini milanesi alle urne per carne e ossa e visitare con loro la mostra settimana, l’altro, quello dedicato al Supereroe con
Anche i bambini alle urne scegliere il proprio super eroe dei fumetti. “Vendicatori uniti!”. Il tutto immediatamente dopo il lo scudo a stelle e strisce, che arriverà nei prossimi
I due candidati al ballottaggio sono Thor e voto, rigorosamente segreto, che decreterà il mesi. Per convincere i piccoli elettori a farsi votare -
Capitan America, che si contenderanno il titolo di vincitore assoluto. È la prima volta in assoluto che spiegano - i due supereroi si sfideranno a colpi di
per scegliere il supereroe Supereroe preferito. Batman, tanto caro alla famiglia Thor e Capitan America approdano a Milano: il 2011 super poteri e promesse di voto. Non basta dire che
Moratti, è già stato escluso dalla competizione del infatti è l’anno che li sta celebrando attraverso due salveranno il Mondo, troppo scontato. I bambini
“Wow Spazio Fumetto” di Milano. straordinari kolossal cinematografici. Uno, quello milanesi, come i loro genitori, punteranno sulla
ma non c’è Batman I bambini potranno giocare con i loro beniamini in dedicato al Dio del Tuono, già nelle sale da qualche qualità dei programmi dell’uno e dell’altro.

Strategie paranormali: Letizia


si affida al guaritore offshore
VITA, OPERE E IMPOSIZIONI DI MANI DI MARIO AZZONI
IL PRANOTERAPEUTA CHE DÀ CONSIGLI AL SINDACO
di Thomas Mackinson rapporto almeno ventennale, È un pranoterapeuta che si di- Insomma, un disastro. Azzoni passano nello studio almeno
e Vittorio Malagutti il loro. Una frequentazione as- chiara in grado di diagnosti- però di questi tempi ha ben al- 200 persone, a sera l’incasso
sidua, che a quanto lasciano care un tumore osservando tro a cui pensare. Letizia chia- può arrivare a superare 2.000
el suo studio di viale intendere i biografi di Azzoni, un indumento, che fa l’elenco ma e lui non può fare altro che

N
euro. Non c’è da sorprendersi,
Montenero a Milano si sarebbe condivisa anche con dei malanni di un interlocu- rispondere, coinvolto come allora, se l’attivissimo Azzoni,
affollano ogni giorno altri vip o presunti tali. La lista tore mai visto prima sempli- sempre in tutte le scelte che che allo studio milanese ne af-
decine e decine di pa- comprende Paolo Berlusconi, cemente guardandolo, che è contano. Sempre più potente. fianca un altro a Como, fa capo
zienti. Cercano una parola, Maurizio Costanzo, Barbara in grado di capire al primo Sempre più influente. È acqua un piccolo impero finanziario.
uno sguardo, un gesto che li D’Urso e anche Gianmarco sguardo se si trova di fronte a passata, ormai, la denuncia Palazzi, terreni, negozi intesta-
faccia stare meglio. La lista Moratti, il marito petroliere di un ladro o a una persona one- dell’Associazione anti-plagio ti a società, alcune amministra-
d’attesa è infinita, addirittura Letizia. Sarà vero l’elenco? sta. che nel lontano 1989 segnala- te da lui direttamente. Ma ca-
tre anni per un appuntamen- Oppure fa parte di una sapien- va l’esercizio abusivo della pita anche che la proprietà sia
to, come si è sentito dire il te strategia di marketing che “TUTTO VERO”, sono professione medica, la circon- riconducibile a società stranie-
cronista del Fatto. Per Letizia con l’andare del tempo ha pronti a giurare migliaia e mi- venzione di incapace, l’evasio- re, con base in Svizzera o ad-
Moratti, però, le porte sono moltiplicato la fama e il giro gliaia di sostenitori sparsi nel ne fiscale, la raccolta di infor- dirittura nelle remotissime
sempre aperte. Anzi, è lui, il d’affari di questo controverso Nord Italia e anche in Svizzera. mazioni e dati sensibili sui pa- Marshall Islands, un paradiso
pranoterapeuta Mario Azzoni “uomo dei miracoli”? Azzoni E il sindaco Moratti si fida a tal zienti utili a una “diagnosi” fiscale nel bel mezzo dell’O-
che accorre a domicilio dal è un tipo di cui si raccontano punto di Azzoni, che nell’ot- istantanea. Tutto archiviato. ceano Pacifico. Carte alla ma-
sindaco per consolarla e con- episodi sorprendenti (a dir tobre scorso lo ha nominato no si scopre che Azzoni ha
sigliarla nei momenti più duri. poco) come la miracolosa alla presidenza di Casa Letizia, LO STESSO Azzoni del resto, scommesso su Benetton. Due
È successo lunedì 16 maggio, “guarigione di una persona un’associazione che si presen- anche sul suo sito Internet, av- società amministrate dal pra-
la sera della disfatta elettorale, paralizzata agli arti inferiori”. ta come “punto di ascolto” e verte di non essere né medico noterapeuta della Moratti ge-
quando Lady Letizia non tro- uno spazio “civico” e ha sede né psicoterapeuta. Da sempre
vava la forza di commentare allo stesso indirizzo del comi- però sospetti e ambiguità cir-
in pubblico la disfatta. E così è
toccato ad Azzoni farle corag-
La sua lista tato elettorale della stessa Mo-
ratti. Qui, al civico 24 di via
condano l’attività del consu-
lente di Lady Letizia. È vero,
Una rete di
gio per affrontare le telecame-
re.
di appoggio Montebello, sono state decise
le strategie della campagna
per esempio, che nella prima
biografia a lui dedicata (nel
società con sedi
Pranoterapeuta, allora. Ma
non solo. Anche consulente,
alla Moratti per le elezioni comunali, qui
spesso si svolgono le riunioni
1982, quando aveva solo 32
anni!) Azzoni viene accredita-
in Svizzera
motivatore, guru, mago, gua- dei collaboratori più stretti del to di un non meglio precisato
ritore. Se ne sentono tante su ha speso sindaco. Il tutto alla presenza titolo accademico. In una se- e nelle Isole
questo ex pollivendolo, mu- del pranoterapeuta “munici- conda edizione questa citazio-
ratore, tipografo di Lecco, che più del Pd, pale”. ne è stata eliminata. Marshall, e in
in 30 anni di carriera, adesso L’impegno di Azzoni – fanno Non è chiaro se il potere del
ne ha 50, è diventato il più ma si è fermata sapere dal Comitato – è a titolo guaritore sia reale o effetto di città ha puntato
ascoltato consigliere del pri- “gratuito e volontario”. Lo autosuggestione. In rete si leg-
mo cittadino di Milano. È un allo 0,2% stesso Azzoni però è anche il gono storie di segno opposto. su Benetton
promotore della li- Chi lo addita come ciarlatano e
sta “Giovani per chi come un sant’uomo. Nu-
Incendiari Il ministro l'Expo! Insieme a merose testimonianze raccol- stiscono una decina di negozi cento è intestato a tale Gian-
Roberto Calderoli quando Letizia” che al pri- te dal Fatto affermano che al con il marchio degli United franco Barbieri, nativo di Bre-
decise di dare fuoco alle mo turno delle ele- primo appuntamento, quello Colors, quasi tutti a Milano e scia, che ricorre più volte ne-
“leggi inutili” F A
OTO NSA zioni ha racimola- della diagnosi a distanza e con dintorni. Tra questi c’è anche l’organigramma societario del
L’illustrazione a centro to un migliaio di l’imposizione delle mani, il il megastore in centro a Monza pranoterapeuta. Per scoprire
pagina è di Emanuele voti in tutto (lo 0,2 cliente paga 150 euro e riceve considerato uno dei più grandi chi è il proprietario del restan-
Fucecchi. A destra, per cento). Diffici- regolare fattura. La terapia suc- d’Italia. te 40 per cento bisogna invece
Santoro e Celentano le definirlo un suc- cessiva consiste in un numero fare un salto (si fa per dire) alle
cesso, soprattutto variabile di sedute infrasetti- IL GIRO D’AFFARI di que- Marshall, dove ha sede la Cap-
se si pensa che la manali della durata di pochi se- sta rete commerciale sfiora i gest, terzo e ultimo socio di
lista giovanil-morattiana ha condi e prevede una “offerta 10 milioni di euro e fa capo alla Ventiquattro. E infine c’è la
speso per la campagna eletto- libera” variabile nell’importo, Ventiquattro Srl. Chi controlla barca, uno yacht da 22 metri
rale la bellezza di 970 mila eu- ma mediamente di 5-10 euro. questa azienda? Azzoni ne pos- dove Azzoni ospita spesso gli
ro, il triplo del Pd. Contando che ogni giorno siede il 10 per cento, il 50 per amici. L’imbarcazione, che co-

PROPOSTE ELETTORALI

CALDEROLI, IL MINISTRO CHE PROVÒ A DARSI FUOCO


plice un trasloco di massa di un paio di mi- mente le abbiamo fatto in questi anni”. Un senti o irraggiungibili. Tutti. Compreso il sot-
nistri e del Colle a Milano. Poi ha capito di numero che sarà abbondante, eppure mai pari tosegretario Francesco Belsito, la folta pattu-
averla sparata più grossa che in tante (e no- ai tagli del Semplificatore. Nessun regista ame- glia della struttura di missione, la segreteria
tevoli) occasioni precedenti. E in panico, ricano si sarà accorto di una scena memora- tecnica, un doppio ufficio stampa, portavoce e
smarrita la lucidità che partorì la legge (por- bile, ancora a disposizione di chi adora l’azione collaboratori. Un encomiabile guardiano, di
cata) elettorale, ha cercato di smentire l’in- e le facce drammatiche: il ministro Calderoli passaggio al capezzale di Calderoli, ci guarda
tervista, secondo lui vittima di un’incompren- che, in giacca di pelle e cravatta verde di or- con aria esterrefatta: “Che vuole? Oggi è ve-
sione, di un’interferenza telefonica tra un co- dinanza, dà fuoco a un muretto di cartoni con- nerdì di ballottaggio. C’è solo la sorveglian-
mizio e una tavolata. tenenti 29.100 leggi inutili. za”.
Un bel falò di 375.000 fasci-
di Carlo Tecce LA DIREZIONE del Corriere
risponde con un comunicato,
Annuncia coli e fogli che Gian Antonio
Stella, un anno fa sul Corriere,
SUL SITO DEL MINISTERO benedicono
l’operazione Taglialeggi, scritta con la maiu-

C’ è un modo per semplificare il governo:


eliminare il ministero per la Semplifica-
Calderoli annuncia querela e il
direttore Ferruccio de Bortoli
al Corriere calcolava in una sforbiciata al
minuto del supereroe Calde-
scola: “Via 411.298 atti per un risparmio di
carta di 75,6 milioni l’anno”. E ricordano che
zione. Un eldorado romano diretto dal leghi-
sta Roberto Calderoli, dove 73 (set-tan-ta-tré)
raddoppia: “Le confermo
quanto le ho già scritto. Ra-
la chiusura roli. Mentre il governo sforna-
va pacchi di nuove leggi e
restano 10.000 leggi in pericolo, che diven-
teranno presto 5.000. Ma come fa Calderoli a
infaticabili filologi esaminano leggi, testi, atti ramente mi è capitato di avere nuovi articoli ugualmente in- infiammare una norma al minuto e dove ha
e decreti regi in italiano dantesco. E poi zac- a che fare con una persona del ministero comprensibili. L’avviso di preso 411.298 atti? Deve rallentare, altrimenti
chete: puliscono, tagliano, bruciano. Il mi- confusa e in malafede come sfratto (a mezzo stampa) del manca legna per ardere. Forse domani Calde-
nistro è veloce a infilare trapani e forbici, fe- lei, ma ormai non mi stupisco ma ci ripensa ministro per il palazzo di San roli rettificherà la rettifica, i 73 di San Lorenzo
dele al suo mestiere originario di odontoiatra più di nulla. Sa che le dico? La Lorenzo in Lucina è andato in Lucina saranno salvi e con loro i 2,6 milioni
a Bergamo: ieri ha confessato al Corriere della querela la faccio io. E le chie- De Bortoli: “Ora perso. I 73 dipendenti del mi- di euro per pagare stipendi e cancelleria. L’im-
Sera di voler chiudere l’ufficio del ministero di derò anche i danni per le trop- nistero per la Semplificazione presa titanica è un’altra: come semplificare
piazza San Lorenzo in Lucina a Roma, com- pe interviste che generosa- lo querelo io” erano momentaneamente as- Calderoli.
Sabato 28 maggio 2011

“C
AL VOTO AL VOTO

aro direttore, ma chi lo ha votato, nella sua DEMONIACA giornale in vista del primo turno delle
Gli appelli soprattutto cari voglia di avvelenare gli italiani”. Con elezioni di Milano. “Fra quattro giorni -
STUDENTI, questo incipit, il 29 aprile scorso, Adriano scriveva - si vota per le amministrative e
comunisti, fascisti, leghisti e operai Celentano affidava al Fatto Quotidiano il finalmente sapremo cosa c’è dentro
di Adriano costretti a lavorare nell’insicurezza. Come proprio appello ad andare a votare per i l’UOVO dei milanesi. Qualcosa mi dice
avrete letto su tutte le prime pagine dei referendum su nucleare e acqua. Due che la SORPRESA sarà grande (...) Se
giornali, il governo non demorde. settimane dopo, l’l1di maggio, Celentano vince Pisapia, sarà grande perché
pubblicati dal Fatto Continua, sfidando l’intelligenza anche di affidò un secondo appello al nostro finalmente le cose cambierebbero”.

AGCOM, LA BANDA
te ben rappresentate anche
le ragioni per il voto a Letizia
Moratti. Dunque non è stata
violata alcuna legge”.
Ecco che con la chiusura del-
la campagna elettorale e con

DEI QUATTRO
la multa ancora fresca di 358
mila euro, Augusto Minzolini
ritorna in video al Tg1 (e a
telecamera fissa) per decla-
mare un editoriale. Il diret-
torissimo elogia il suo tele-

CONTRO CELENTANO
giornale: “Non avrei voluto
parlare, ma una mia redattri-
ce è stata criticata pesante-
mente per l’intervista al pre-
sidente del Consiglio della
settimana scorsa. Più che cri-
tiche le sono state rivolte del-
le vere e proprie manganel-
MARTUSCIELLO & C: “AD ANNOZERO VIOLATA LA PAR CONDICIO” late mediatiche anche in una
trasmissione di questa azien-
SANTORO: “FALSO”. OBIETTIVO? ZITTIRE ANCHE I REFERENDUM da”. Chiaro riferimento al-
l’intervento di Marco Trava-
glio giovedì sera ad Annozero.
ilvio Berlusconi, Porta a rantito proprio da Lupi), do- nozero che, anche con Adria- uno dei pochi programmi Poi butta lì tra un panegirico

S Por ta, mercoledì scor-


so: “L’Agcom è un so-
viet. Inutile”.
Toccati nell’orgoglio (e for-
se nelle poltrone), Antonio
ve c’è chi parteggia per un
candidato e chi per il suo ri-
vale.

NON C’È PARAGONE


no Celentano, autore di due
appelli sul Fatto Quotidiano,
darà spazio ai temuti referen-
dum di giugno sul legittimo
impedimento, l’acqua priva-
(Annozero) che può concede-
re luce a un tema oscurato
prima dalla commissione
parlamentare di Vigilanza e
poi dal governo.
e una medaglia per il suo plu-
ralismo: “Chi grida al regime
è aguzzino di regime alla ro-
vescia”. E affonda, il diretto-
rissimo, con un messaggino
Martusciello, Enzo Savare- con l'intervista a raffica e in ta e (se resiste al giudizio del- subliminale, ovviamente
se, Stefano Mannoni, Rober- replica di Berlusconi a cin- la Cassazione) l’energia nu- MICHELE SANTORO ri- sempre per Annozero e Tra-
to Napoli, i quattro commis- que telegiornali, uno sfregio cleare. Con le amministrati- spedisce l’istruttoria al mit- vaglio: “Non ho neppure
sari vicini al centrodestra, per le regole di par condicio ve in archivio, i quattro com- tente: “Si dovrebbe aprire, stigmatizzato il fatto che
chiedono al presidente Cor- che costa una sanzione a Rai missari cercano di colpire un ma non su Annozero, piutto- qualche pseudo sacerdote
rado Calabrò di aprire un’i- (358 mila euro) e Mediaset simbolo del movimento per i sto per chiedere la sostitu- dell’informazione avesse ele-
struttoria contro Annozero (458 mila). Nonostante la referendum (Celentano) e zione dei quattro commissa- vato al rango di icona an-
per sanzionare la Rai. Con- prevedibile discussione nel- ri dell’Agcom che si compor- ti-mafia un mezzo cialtrone
testano a Michele Santoro la commissione servizi e pro- tano come rappresentanti di come Massimo Ciancimino
l’intervento di Adriano Ce-
lentano che, al telefono du-
dotti, l’Autorità di garanzia
nelle comunicazioni dovreb-
Poi Minzolini partito”. E poi aggiunge:
“Siamo di fronte a interventi
che per mesi e mesi ha preso
per il naso i media italiani
rante il programma, aveva
dichiarato il suo voto per
be cestinare la pratica. Ma ai
quattro commissari, capita-
al Tg1 usa un di chiara natura censoria,
mossi da una forza politica
con bugie e pseudo rileva-
zioni solo per salvare il pa-
Giuliano Pisapia a Milano:
par condicio violata, orrore.
nati dal napoletano Martu-
sciello (fondatore di Forza
editoriale che sta cercando di compri-
mere gli spazi di informazio-
trimonio di famiglia messo
insieme all’ombra delle co-
Citano la legge, articoli, Italia, ex sottosegretario e vi- ne e la libertà di espressione. sche. C’è chi ammette gli
commi: “È vietato fornire in- ceministro nei governi Ber- per sfogarsi: L’opinione di Celentano per sbagli e chi no, ma alla fine
dicazioni di voto”. Ma di- lusconi), forse interessa lan- il voto a Giuliano Pisapia – ognuno farà i conti con la
menticano che Celentano, ciare un segnale politico. Av- “Chi grida spiega Santoro in una nota – propria coscienza”. E così fi-
al pari di Maurizio Lupi o Ni- vertire. Utilizzare la sponda è stata espressa durante un nisce, passa la linea perché
chi Vendola in studio, è un Agcom – come rivelò l’in- al regime è dibattito plura- incombono le notizie: le
protagonista del dibattito chiesta di Trani – per osta- lista nel qua- previsioni del tempo.
con il contraddittorio (ga- colare l’informazione di An- un aguzzino” le sono sta- Car.Tec .

sta più di 2 milioni, è stata pre-


sa in leasing dalla San Michele
Arcangelo, società a cui risul-
tano intestati numerosi immo-
bili. Il consulente della Moratti
però qui non compare. L’am-
ministratore unico della San
Michele è il già citato Barbieri.
E il proprietario? Il capitale fa
capo a una società svizzera
con azioni al portatore, per di
più amministrata da un fidu-
ciario. Un doppio schermo a
prova di curiosi.

LEGA Crisi in onda Castelli e Lupi: la Milano della Moratti


su Radio Padania LA CANDIDATA FA I NOMI DI UN’IPOTETICA GIUNTA. E SALVINI VA AL CONCERTO PER PISAPIA
di Gianni Barbacetto
La soliatesta
fede, come il Sole (delle Alpi), può dare alla
dei leghisti. Radio Padania, ieri mattina:
due giorni dalla fatidica disfida di Milano. finita, la campagna elettorale
un ruolo importante nella sua
giunta, in caso di vittoria: il che
equivale a una sorta di commis-
de La7. Letizia Moratti ha indicato
i nomi di sette assessori su dodici.
politicizza la governance delle
società comunali che dovrebbe

Gli ascoltatori telefonano e fanno il tifo per l’e-


rodeputato Mario Borghezio che ha sparato,
Èha dichiesto
Zingaropoli. Letizia Moratti
il voto ai milanesi per
sariamento. Vicesindaco il pri-
mo, assessore alla casa, alla pe-
Al sottosegretario Luigi Casero
andrà il bilancio, al filosofo Paolo
Del Debbio la cultura, a Daniela
invece rispondere solo ai criteri
di efficienza, mercato e compe-
tenza.
tanto per cambiare, contro il cardinale “progres- poter completare la sua espe- riferia e al territorio il secondo. Mainini le attività produttive, alla
sista” di Milano, Dionigi Tettamanzi. Poi la sor- rienza di sindaco. E ha giocato la pierre Giovanna Mavellia i servizi “NON MI SEMBRANO no-
presa. Anzi, un evento per la comunità radio- sua ultima carta, dopo tante mi- ACCONTENTATA così la Le- ai cittadini e la semplificazione, a mi di grande novità, è il vecchio
fonica del Carroccio: si fa vivo Giuseppe Leoni, rabolanti promesse per tentare ga, la coperta tirata da una parte Evelina Flachi la salute. che avanza - ha commentato Pi-
primo deputato della Lega (subentrò nel 1987 a di recuperare i quasi sette punti rischia però di lasciarne scoperta Non la prenderanno bene gli sapia - Sono i titoli di coda della
Umberto Bossi che optò per Palazzo Madama, che la distanziano da Giuliano Pi- un’altra: l’arrivo di Castelli signi- esclusi, come quel Giovanni Ter- Moratti come sindaco di Milano”.
diventando da allora il Senatùr), tuttora eminen- sapia: ha annunciato che nella fica l’esclusione dell’attuale vice- zi, assessore uscente alle Attività Il candidato del centrosinistra ha
za grigia del capo nonché leader dei Cattolici sua giunta entreranno il vicemi- sindaco, Riccardo De Corato, produttive, che tanto si è dato da concluso la sua campagna in
Padani. Leoni scomunica Borghezio: “In cam- nistro Roberto Castelli e il vice- area ex An, che pure è stato al pri- fare in campagna elettorale. Un piazza Duomo, sotto la pioggia
pagna elettorale certe cose contro la Chiesa non presidente della Camera Mauri- mo turno il più votato del Pdl do- ruolo di primo piano sarà riserva- battente, con una manifestazio-
si dicono”. La telefonata di Leoni spiazza tutti. zio Lupi. Leghista il primo, ciel- po Silvio Berlusconi. Comunque to, garantisce Moratti, al sindaco ne-concerto a cui hanno parteci-
Compreso il conduttore Giuliano Citterio, che lino il secondo: uomini che pro- neanche nella Lega sono rimasti che l’ha preceduta, Gabriele Al- pato Claudio Bisio, Gad Lerner,
la pensa come l’eurodeputato ultras della xe- vengono dunque dalle due aree tutti soddisfatti delle scelte di Mo- bertini, che ha sempre goduto in Lella Costa, Paolo Rossi, Gioele
nofobia: “Questi ragionamenti di Leoni mi fanno politiche del centrodestra che ratti, se è vero che Matteo Salvini città di un consenso molto mag- Dix, Antonio Cornacchione, Elio
venire l’orticaria. Quasi quasi mi viene voglia di più malvolentieri l’hanno sup- – in passato indicato da Umberto giore del suo. All’avvocata matri- e le Storie Tese, Daniele Silvestri,
mandare all’aria tutto e votare Pisapia per pro- portata al primo turno, tanto da Bossi come il possibile vicesinda- monialista Annamaria Bernardini Giuliano Palma & The Bluebea-
testa”. Un paradosso da crisi di nervi. fd’e essere indicati dentro il centro- co leghista per Milano – è andato De Pace sarà invece affidata la ters. “Io ci credo - ha detto - È ar-
destra come responsabili della a godersi il concerto di Pisapia in presidenza di una società parte- rivato il tempo. È arrivato il no-
disfatta. Castelli e Lupi avranno piazza Duomo come afferma il Tg cipata. Promessa incauta, perché stro tempo”.
pagina 6 Sabato 28 maggio 2011

A
AL VOTO

l fianco di De Magistris, candidato magistrati fanno carriera politica, come in Israele napoletani se ne faranno una ragione”. Secondo
Erri De Luca: “Può sindaco di Napoli, si schierano anche i generali: lo sappiamo da tempo e questa è una lo scrittore, infine, De Magistris “è il pretesto
gli intellettuali. Sul quotidiano spia del nostro stato febbrile. Ma l’idea di poter intorno al quale l’indifferenza si rovescia nella
Repubblica interviene anche lo scrittore Erri De piazzare un magistrato affianco e contro a un sua faccia opposta. Si ha voglia di fare una scelta.
succedere qualcosa Luca: “Luigi De Magistris è una alternativa nitida, imprenditore di guadagni privati con denaro Un altro indizio dell’innesto nuovo è la
c'è bisogno di una scelta”. L’ex magistrato, pubblico, è un’alternativa nitida, chiara”. Quanto provocazione del cardinale Sepe, che ha
secondo De Luca, “proviene da un’esperienza di al fatto che il premier ha avvisato ‘Napoli non proclamato un Giubileo per Napoli, anno di
di nuovo” pubblica accusa. Siamo in un paese in cui i venga poi a bussare...’, De Luca è convinto: “I redenzione e riscatto”.

IL PLEBISCITO VUOTO
DI BERLUSCONI A NAPOLI
In pochi nella piazza più famosa, il premier asserragliato
in hotel con i dignitari del Pdl
di Enrico Fierro fanno la fila nella hall del Vesuvio. nell’ombra, con il tentativo di l’intervento in queste ore per cer-
inviato a Napoli Ci sono tutti, da Caldoro, il pre- comprare interi pacchetti di voti. care di comprare voti”. E’ caccia
sidente della Regione, a Gigino Così come al primo turno, rac- all’ultima scheda. I sondaggi del
eppure Gigi D’Alessio, il Cesario, presidente della Provin- contano i boatos raccolti soprat- centrodestra, almeno quelli più

N cantante che riempie tutte


le piazze di Napoli, è riusci-
to a rianimare Berlusconi,
Lettieri e il Pdl. Doveva essere la
serata fine di mondo, con i calcia-
cia, alle girls come Francesca Pa-
scale, ora politico di rango, un
tempo show-girl a “Telecafone”.
L’umore peggiora quando gli dan-
no i dati dell’altra piazza sul lun-
tutto nelle zone più periferiche
della città, sono in azione i “por-
tavoti”, strani figuri a cavallo tra
camorra e galoppinismo elettora-
le che assicurano al candidato
favorevoli, danno De Magistris
avanti a Lettieri, ma di poco. “Ce
la possiamo fare”, è la parola d’or-
dine che circola in queste ore, a
allora le promesse si sprecano. E’
tori del Napoli ad entusiasmare la gomare dove ci sono i fan di De supporto e consensi. Si parla di caccia al voto dei parenti dei de-
folla. E invece alle nove e mezza Magistris. “L’Italia è uscita dall’e- voti comprati tra i 50 e i 70 euro tenuti a Secondigliano, al Cavo-
della sera Piazza Plebiscito è semi- terno spot berlusconiano e De due settimane fa. Allora erano in ne, a Scampia e nei Quartieri Spa-
vuota e Berlusconi è ancora asser- Magistris ha bucato la pancia dei campo i vari candidati al consi- gnoli, dove molte famiglie di car-
ragliato nella sua suite all’Hotel napoletani”, dice un entusiasta glio comunale, ora che a fronteg- cerati in istituti di pena lontani da
Vesuvio. È da lì che il Cavaliere, Nichi Vendola. “Gigi avrà carta giarsi sono solo in due, Lettieri da Napoli, sono state avvicinate con
che ha scelto Napoli per chiudere bianca nel governo della città, i una parte, De Magistris dall’altra, la promessa di trasferimenti dei
la campagna elettorale più diffici- partiti non faranno da ostacolo”, il prezzo è aumentato. Ne parla congiunti in carceri più vicine.
le della sua vicenda politica, lan- promette Tonino Di Pietro. anche Luigi De Magistris in un Tenta le ultime carte il Pdl, la più
cia le sue invettive. “De Magistris Ma c’è un’altra campagna eletto- esposto presentato al Procurato- gettonata è quella che punta a
è un magistrato fallito, per Napoli rale, occulta e parallela, che non re della Repubblica. “Delineo - screditare De Magistris. Ernesto Un’immagine di piazza del Plebiscito (FOTO ANSA)
sarebbe una iattura. Non votate- ha bisogno di concerti e comizi e spiega - gli ambienti camorristici Caccavale, ex europarlamentare
lo”. Ed è in una strana conferenza che si chiuderà lunedì quando che ruotano intorno a Lettieri, berlusconiano, ha messo in cam-
stampa, fatta solo con le tv napo- l’ultimo elettore avrà infilato la con elementi seri sulla strategia po addirittura una “associazione TRASFORMAZIONI
letane escludendo agenzie e gior- sua scheda nell’urna. E’ quella della tensione messa in atto da lui delle vittime” dell’ex pm. E per le
nali nazionali, che ripropone il che in queste ore si sta svolgendo e da persone a lui vicine, oltre al- strade ieri è apparso un dossier
vecchio repertorio del miracolo
napoletano. “Presto vareremo un
provvedimento di sospensione
nel quale si parla di De Magistris
come di “Gigino ‘o flop”, nel qua-
le si ricostruiscono, ovviamente
MAREKIARO HAMSIK
degli abbattimenti fino al 31 di-
cembre. E Napoli avrà la sua legge
speciale”. Il modello è quello già
in modo falso, le inchieste porta-
te avanti dall’ex magistrato. Col-
pi bassi, tentativi disperati di ri-
FA DIVORZIARE
sperimentato a L’Aquila e ripro-
posto a Lampedusa: “Verde, par-
chi, nuove opere”. Insomma, tut-
salire la china di uno svantaggio
che molti sondaggi ritengono in-
superabile, e tensione. L’ultimo,
DE LAURENTIIS DA B.
te cose che verranno se i napole- grave episodio è l’incendio del eLa&DeMa. Al secolo Aure- Paolo, destinato a rimanere lo
tani domenica e lunedì sceglie-
ranno Lettieri, “altrimenti non ve-
comitato elettorale del candidato
del Pdl. Lettieri. Una vicenda
DMagistris,
lio De Laurentiis e Luigi De
la diarchia politi-
stadio del Napoli.
E così, stavolta, il presidente de-
nite a bussare”, ha minacciato il oscura sulla quale si sta ancora in- co-calcistica che fa sognare Na- gli azzurri, protagonisti di una
Cavaliere due giorni fa. dagando che però dà l’occasione poli. E una sorpresa, anche. Per- stagione straordinaria con il ter-
Appare stanco, Berlusconi, e ner- a Lettieri per attaccare il suo av- ché il 12 maggio scorso una pa- zo posto che vale la Champions,
voso quando i suoi gli comunica- versario. De Magistris è "moral- ginata del “Giornale” di Sallusti ha messo a segno un endorse-
no che la Piazza del Plebiscito è mente responsabile del clima esultava per un gol ritenuto de- ment diabolico e più efficace di
ancora semivuota e che fuori dal- d'odio. Non ha mai preso le de- cisivo nella partita del primo quello a favore di Lettieri. Un
l’albergo non ci sono più le folle bite distanze dai numerosi episo- turno: “Napoli, l’assist di De pronunciamento scolpito ieri a
di napoletani osannanti dei tempi di di violenza che hanno caratte- Laurentiis manda in rete il cen- caratteri cubitali sulla prima pa-
belli. È scuro in volto e a poco ser- rizzato questa campagna eletto- trodestra. Lettieri incassa il tifo gina della “Gazzetta dello
vono le rassicurazioni dei dignita- rale". L’ex pm replica parlando di del patron della squadra azzur- Spor t”: “Hamsik, De Laurentiis
ri napoletani del suo partito che strategia della tensione. ra: ‘È l’uomo giusto’. Il sondag- attacca Berlusconi. Se il Milan
gista: ‘Qui il calcio può tutto’ ”. vuole un giocatore del Napoli,
Poi le cose sono andate diver- allora mi chiami lui. Anche il ca-
CUSENZA RISPONDE ALLE ACCUSE DI FAVORIRE L’EX PM samente e dodici giorni dopo, il po del governo deve rispettare il
24 maggio, DeLa ha telefonato fair play finanziario”.
a DeMa: “Oggi è il mio com- Il ventitreenne Marek Hamsik è
“FONDI TRUCCATI? NO, BANALI CORREZIONI” pleanno e stasera c’è una cena
a casa mia a Roma. Lei è in-
vitato”. L’ex pm, benché inte-
senza dubbio il giocatore di mag-
giore talento del Napoli. Lui, il
Pocho Lavezzi e Cavani l’atleta
di Fabrizio d’Esposito questo”. Ieri mattina, Cusenza Franco Caltagirone, editore an- meno imprevisto che non favo- rista, ha accettato e tra i due è di Cristo vengono chiamati i tre
è stato il bersaglio del titolo d’a- che del Messaggero. risce Lettieri, fino a qualche me- scoccata la scintilla. Anche per- tenori. Intoccabili, ovviamente. E
mpossibile convincere Vir- pertura del quotidiano di Ales- se fa vincitore in pectore. So- ché DeLa, su cui la tifoseria na- il solo pensiero che la chioma
IMattino
man Cusenza, direttore del
di Napoli: “No, alle vol-
sandro Sallusti: “Taroccano i
giornali per colpire Berlusco-
IN DIFESA DI CUSENZA ,
ieri, è intervenuto persino il
stiene Cusenza: “C’è un forte
vento di novità, verissimo. Ma
poletana ha giudizi contrastan-
ti, è uno che va subito al sodo: in
con la cresta di “Marekiaro”
Hamsik possa agitarsi altrove
garità del Giornale e di Libero ni”. Su Libero, invece, il taglio candidato sindaco del Pdl a Na- decrittarlo è difficile, ci sono testa ha un sacco di progetti per atterrisce e spaventa il popolo
non rispondo. È una vicenda centrale, sempre in prima pa- poli, Gianni Lettieri: “Caro di- ancora molte cose da capire e “riqualificare” la città e soprat- dei tifosi. Quello di DeLa è senza
molto più semplice di quanto gina: “Per favorire De Magi- rettore, ho letto con stupore gli chiarire. Mi auguro che chi ver- tutto non vuole cacciare una lira dubbio uno dei colpi più bassi
si pensi, al massimo si sarà trat- stris, il Mattino trucca il fondo”. attacchi concentrici del Giorna- rà eletto possa interpretare per la ristrutturazione del San ricevuti dal premier in questi
tato di banali correzioni, come Tanto scalpore per trentuno ri- le e Libero a un editoriale pubbli- questo cambiamento”. giorni. Eppure i due sono gran-
accade in tutte le redazioni. So- ghe che sarebbero state ag- cato dal Mattino, e le scrivo sem- Il direttore del Mattino, merco- di amici. Il 26 aprile del
no stupito, credimi. Se vuoi giunte a un editoriale su que- plicemente per testimoniare ledì scorso, era nello studio di 2009, Berlusconi prima ce-
parliamo di Napoli, ma non di stione meridionale e Nord che, in una campagna elettora- Porta a Porta per intervistare il nò con De Laurentiis a Na-
pubblicato dal Mattino giovedì le dura e difficile, ancora una premier. I risolini e le imperti- poli, poi si diresse alla volta
Virman Cusenza (FOTO EMBLEMA) scorso. Un fondo a firma di Gio- volta il nostro giornale cittadi- nenze di Bruno Vespa sono stati di un locale sulla circonval-
vanni Orsina, storico della no ha mantenuto un atteggia- un altro segnale da 25 Luglio? lazione di Casoria, alla festa
Luiss che fa parte di Magna Car- mento corretto, di carattere isti- Risponde Cusenza: “Questo lo dei diciotto anni di Noemi
ta, la fondazione di Gaetano tuzionale”. Insomma nessuno devi chiedere a Vespa. Però a Letizia. Ancora: il Cavaliere
Quagliariello, vicecapogrup- sbilanciamento a favore di Luigi prescindere dalle cose dette, aveva pensato proprio ad
po del Pdl al Senato. In una let- De Magistris, arrivato secondo comunque violente, Berlusco- “Aurelio”, nel gennaio scor-
tera a Cusenza, Orsina denun- rispetto a Lettieri nella solida- ni è sembrato meno aggressivo so, come il migliore candi-
cia che il suo articolo è stato rietà a Cusenza: “Il Mattino si è e più rinunciatario. Adesso ba- dato sindaco del Pdl. Ma il
“manipolato” per far apparire distinto per correttezza in que- sta, però, questa non è un’inter- presidente del Napoli gli ri-
“il governo incoerente e indo- sta campagna elettorale. Si trat- vista”. Ultima domanda: “Trava- spose di no, impegnandosi però
lente”. Un “gesto inqualificabi- ta di attacchi beceri”. glio ha scritto che sei un ottimo La rosa In prima pagina a sostenere chi sarebbe stato
le” che interrompe la collabo- Come che sia, la violenza ner- cronista ma pur sempre nipote l’attacco di De Laurentiis a scelto. In effetti, ha mantenuto
razione dello storico con il vosa dei due giornali di destra di Dell’Utri”. Cusenza: “Non è Berlusconi su Hamsik: l’impegno ma adesso è stato le-
quotidiano di proprietà del co- dà la percezione del vento nuo- vero. Abbiamo una parentela “Se il Milan vuole un stissimo a salire sul carro dei vin-
struttore romano, nonché suo- vo che sta spirando nella città lontanissima. L’ho già spiegato giocatore del Napoli allora mi citori, eterna sindrome italica,
cero del terzopolista Casini, del fu bassolinismo. Un feno- una volta a Travaglio”. chiami lui” non solo di Napoli. fd’e
Sabato 28 maggio 2011 pagina 7

A
ISOLATI

ppelli, passeggiate, comizi. Ultimo silenzio, come previsto dalla legge. Per Zedda
A Cagliari si vota giorno di campagna elettorale a un leggero vantaggio alla fine del primo turno,
Cagliari per Massimo Fantola quindi l’appoggio di gran parte di Fli, con
(centrodestra) e Massimo Zedda Fabio Granata che ha dichiarato: a Cagliari è
il sindaco: per Zedda (centrosinistra). Il primo ha chiuso sul palco, il lui il mio candidato, lui mi ricorda Artizzu Massimo Zedda,
secondo con la partecipazione ai tre cortei (forte di un 4,33 per cento conquistato due candidato
cittadini promossi dai suoi sostenitori, dopo la settimane fa). Per Fantola la ricerca del voto sindaco a
la festa con Vendola festa di giovedì sera con Vendola. Quindi moderato Cagliari (FOTO ANSA)

La Procura

di Alessandro Ferrucci
LA MADDALENA ha disposto il
sequestro dei to gran parte delle tonnellate. Cosa

M
inviato a La Maddalena

are cristallino, sabbie


bianche, angoli ventosi,
sole splendente anche
Bonifica atomica fondi marini
Un testimone
denuncia: mi
è successo? Qualcuno deve aver fat-
to una soffiata, perché contestual-
mente ci hanno raggiunto le forze
dell’ordine e ci hanno impedito di
entrare. Ma a un certo punto uno

che terrorizza
quando nella Penisola in dei gestori, sotto le nostre doman-
tanti tirano fuori l’ombrello. Sa- de, è andato in contraddizione e ha
rebbe un paradiso. Per molti non quasi ammesso la presenza dei ri-
lo è più. “Qui alla Maddalena c’è
un rischio serio, quello di aver
hanno fatto fiuti. E pensare che sotto c’è una fal-
da acquifera fondamentale per l’i-
causato un genocidio”, spiega al
scaricare sola”. Sotto c’è una riserva da un mi-

la popolazione
Fatto Claudia Zuncheddu, consi- liardo di metri cubi di acqua, clas-
gliere regionale sardo del gruppo sificata dallo Stato italiano come
indipendentistas. Lo dice e non
pensa di esagerare: lei medico,
rifiuti dove punto strategico in caso di calami-
tà. “Ma a questi non interessa nien-
impegnata in politica, da anni de-
nuncia le tante vessazioni perpe- non dovevo te – conferma Marras –, hanno pun-
tato sulla fame delle persone, sulla
trate sull’isola e i suoi abitanti. A La Maddalena disoccupazione per realizzare un
partire dalla zona dove sorge il Po- disastro. Noi lo sappiamo, ne abbia-
ligono di Quirra: qui il 65% dei mo le prove”. Vuol dire un “penti-
pastori è affetto da leucemia, qui to”: con la certezza dell’anonimato
sono nati i maialini senza occhi né i rappresentanti del “Sindacadu se
orecchie, gli agnelli con due te- Sassari sa Natzione Sarda” hanno intervi-
ste. E ancora l’area vicino a Ca- stato uno degli ottanta autisti coin-
gliari, protagonista la raffineria volti nello smaltimento e nel tra-
Saras: “Lì tutte le famiglie sono sporto. Nel filmato ammette:
colpite da casi di cancro, tutte Nuoro “Quello che caricavamo lo portava-
hanno uno o più morti da pian- mo alle discariche di Canaglia e Sca-
gere – continua la Zuncheddu –. Oristano la Erre. Ogni tipo di materiale. Da
Così via, ogni angolo della Sarde- chi sono stato assunto? Dalla Serfat
gna ha la sua causa di grave in- di Enrico Piras”. Quest’ultimo è il
quinamento”. Fino al nord-est, fi- presidente del consiglio provincia-
no al 26 gennaio del 2008, quan- Poligono interforza le di Sassari, uomo di navigata espe-
del salto
do, dopo 35 anni, viene ammai- di Quirra
rienza politica.
nata la bandiera stelle e strisce a
La Maddalena: gli statunitensi ab- 70 mila metri cubi
bandonano la base atomica. At- dragati in 14 mesi
tenzione: a-to-mi-ca. Vuol dire mi-
gliaia di tonnellate di rifiuti spe-
Cagliari
ciali da rimuovere, quindi soldi, “LE ISTITUZIONI non hanno
maestranze specializzate, luoghi mai risposto alle nostre domande,
di stoccaggio e tempo. Soprattut- Le zone più a rischio A nord-est formali e informali – sorride la Zun-
to tempo. Peccato che non ce n’è: l’arcipelago de La Maddalena; più a sud la cheddu –, solo quella di Sassari-Ol-
il luogo è stato prescelto per ospi- zona del Poligono di Quirra; sotto Cagliari e bia ci ha fornito dei dati”. Ed è stata
tare il summit del G8 del 2009, la Saras; a nord-ovest il sassarese foto Ansa necessaria un’istanza di accesso
vetrina chiave per il rilancio in- ambientale, che per legge
ternazionale del governo italiano. prevede una risposta en-
Silvio Berlusconi gongola, fa pro- speciali. Tempo di realizzazione: lo hanno riversato. Parliamo di ri- politica da quasi tren- tro trenta giorni. “Da lo-
clami, parla di rilancio della zona, 45 giorni in tutto, tra luglio e ago- fiuti altamente pericolosi, ribadi- t’anni; il dirigente ro sono arrivati nume-
di occupazione, turismo, e tutto il sto, momento di massima invasio- sco: la sede era atomica”. Quindi di un piccolo sin- ri – conferma la Cor-
solito repertorio. ne turistica della zona, grazie all’im- amianto, idrocarburi e metalli pe- dacato indipen- reddu – che ci allar-
piego di oltre duemila autocarri e santi. Eppure la vicenda è avvolta dentista, Angelo mano ulteriormen-
62 mila tonnellate: tre navi. Cifra investita: 23 milioni nel mistero, gli interpellati istituzio- Marras, un avvo- te: parlano di 40 mi-
ci pensa Bertolaso di euro. “Peccato che qualcosa non nali non rispondono a interrogazio- cato di Sassari, la tonnellate totali,
torna – interviene la Zuncheddu –. ni, sollecitazioni o quant’altro. “È Luigi Azena e un di queste il 20% è
Cosa? I rifiuti speciali dovevano es- un anno che cerco risposte, non ci altro di Cagliari, classificato come pe-
IL PREMIER chiama in causa Gui- sere spediti sul continente, ma nes- sono mai riuscita – prosegue il con- Renato Margelli. In- ricoloso. Insomma, ci-
do Bertolaso e la Protezione civile: suno ha visto partire alcuna nave, sigliere regionale –. E come me al- sieme seguono legal- fre differenti rispetto a
c’è bisogno di loro per raggiungere non esistono i piani di navigazione. tre persone che si sono interessate mente la vicenda. Insie- quelle della Protezione ci-
l’obiettivo nella data prestabilita. In molti si sono accorti del traffico all’accaduto, gente che ha ‘annusa- me si sono messi di traverso, vile. Perché? Chi dice il vero? E
C’è bisogno di potere decisionale, notturno via mare dall’arcipelago a to’ l’aria, che ha voluto e vuole ca- hanno deciso di non stare alla fine- non è finita: c’è anche la questione
pochi vincoli, segreto di Stato. Sul Porto Torres, sede di due discari- pire cosa accade”. Qualcuno la de- stra. “Pensi – interviene la Corred- legata alla bonifica dei fondali”. In
sito dichiarano: rimosse 62 mila che, e da Olbia con i camion via ter- finirebbe la “società civile”. Così ec- du –, abbiamo anche tentato un questo caso parliamo di un’area
tonnellate di rifiuti, il 21% delle qua- ra, ma basta. Tutto si è fermato lì. Il co un medico di Alghero, Paola Cor- blitz con Claudia (Zuncheddu): sia- marina di circa 17 ettari per un bi-
li giudicate pericolose. Tradotto: problema è dove, in quale luogo reddu, un ex vicesindaco di Porto mo andate alla discarica di Cana- lancio di 70 mila metri cubi di se-
49 mila non pericolosi e 13 mila hanno scaricato il materiale e come Torres, Giancarlo Pinna, fuori dalla glia, dove temiamo hanno scarica- dimenti dragati tra l’ottobre del
2008 e il maggio 2009. Anche qui
dubbi, denunce, segnalazioni, in-
chieste a partire da quelle di Fabri-
CAPPELLACCI due tegole giudiziarie taglia per il lavoro. Dal controllo della do-
zio Gatti per l’Espresso.
Fino a ieri, quando la Procura della
cumentazione erano emersi fatti nuovi Repubblica di Tempio Pausania ha
sul governatore della Sardegna che, nelle scorse settimane, hanno portato
all'arresto degli amministratori della Ila
disposto il sequestro probatorio dei
fondali antistanti l’ex Arsenale della
ue tegole giudiziarie sulla testa del go- La vicenda che vede coinvolto il governa- (Roberto Carboni, Andrea Binetti e Stefa- Marina Militare de La Maddalena.
Dun'inchiesta
vernatore della Sardegna. La prima
penale che vede indagato Ugo
tore nell'indagine per il crac della Ila risale
al periodo novembre 1999-giugno 2001.
nia Gambacorta) accusati di concorso in
bancarotta, falso, truffa aggravata e false
Una decisione presa dopo il rappor-
to dei sommozzatori del nucleo dei
Cappellacci per concorso in bancarotta in Circa due anni durante i quali Cappellacci comunicazioni sociali. Dalla relazione dei Carabinieri, su incarico della Corte
merito al crac della Ila (Industria lamina- ha svolto la sua attività di commercialista, curatori fallimentari (determinante per gli dei Conti di Roma, che indaga sui 31
zione alluminio) di Portovesme; la seconda come consulente nominato dal pubblico arresti degli ex amministratori) è scaturita milioni di euro spesi per le bonifi-
civile ed è relativa al fallimento della Mu- ministero. La consulenza gli era stata af- anche la decisione del pubblico ministero che. Solo in teoria, a quanto pare. “Il
nicipalizzata di Carlo- fidata dopo l'apertura di una prima inda- Giangiacomo Pilia di aggiungere il nome problema è uno: la vicenda è tal-
forte per cui il governa- gine per truffa che aveva portato al seque- dell'attuale presidente della Regione nel mente grande che, temo, difficil-
tore è chiamato a ri- stro di fondi (circa 9 miliardi di lire) erogati registro degli indagati perché avrebbe at- mente avremo un colpevole – am-
spondere in sede civile, dal ministero delle Attività produttive. Il testato falsi valori del patrimonio societa- mette laconico Giancarlo Pinna –.
assieme ad altre perso- magistrato, a seguito dell'attività svolta da rio, ritardando di fatto il fallimento. Questo territorio è martoriato, da
ne, di un passivo di oltre Cappellacci, aveva deciso di dissequestra- Per quanto riguarda, invece, la Municipa- tumori e disoccupazione. Pensi, a
2 milioni di euro. En- re la somma di denaro e archiviare il caso. lizzata di Carloforte si tratta di un proce- Porto Torres su ventimila abitanti,
trambe le vicende han- Qualche anno più tardi, però, la Procura ha dimento civile. Il governatore, assieme ad cinquemila sono disoccupati. Ep-
no come scenario due deciso di aprire un nuovo fascicolo per fare altri sei ex componenti del consiglio di am- pure avremmo tutto a disposizione
centri del Sulcis Igle- chiarezza su un ulteriore finanziamento ministrazione e tre sindaci revisori, è chia- per stare bene: sole, vento, mare, ri-
siente, nel sud dell'iso- concesso alla fabbrica, che attualmente ve- mato a rispondere di un passivo da 2 mi- sorse, cultura e possibilità di svilup-
la. de gli operai impegnati in una dura bat- lioni di euro. Cinzia Simbula pare il turismo”. Al contrario è una
delle zone più inquinate e martoria-
te d’Europa.
pagina 8 Sabato 28 maggio 2011

LA LORO SANITÀ

N
QUELL’ACCORDO SEGRETO NAPOLI
Morto il turista
aggredito

TRA LA POLVERINI E GLI ANGELUCCI È morto all’ospedale


Loreto Mare di Napoli
il turista americano
66enne ricoverato dopo
l’aggressione subita lo
Intesa per il San Raffaele, ma il testo non è disponibile scorso 18 maggio a Napoli
da due scippatori che
volevano strappargli il
Rolex. L’uomo, che era
di Mario Reggio un Ircss, con tutte le sembra essere a corto di denari. appena sbarcato da una
agevolazioni che que- Ha finanziato la contestata statua nave da crociera, non
anto rumore per nulla. Do- dedicata a Giovanni Paolo II in aveva mai ripreso

T
sta certificazione
po settanta giorni e, pare, comporta. Ma il go- piazza dei Cinquecento a Roma. conoscenza.
altrettante notti di incontri vernatore ha omesso Angelucci senior, senatore Pdl,
e discussioni, sit in di lavo- di dire che la Regione ha regalato un milione di euro a
ratori e familiari dei pazienti sot- fa la richiesta ma è il mi- Denis Verdini, coordinatore del
to la sede della Regione Lazio, il nistero della Salute a dare partito, per mettere a posto i con-
caso San Raffaele sembra essersi l'approvazione definitiva. ti del Credito Cooperativo Fio-
concluso, con la soddisfazione rentino, con l'aggiunta di un pre-
di tutti. Del presidente Renata PER LA POLVERINI l'accor- stito di altri dieci milioni di euro.
Polverini e dell'amministratore do è stato possibile “grazie all'im- Intanto la Polverini si trova alle
delegato della San Raffaele Spa pegno degli amministratori del prese con una grana non da po-
Carlo Trivelli. Salvati i posti di la- Gruppo San Raffaele e anche gra- co: due consiglieri regionali della
voro di 2.171 dipendenti, molti zie allo stimolo che abbiamo ri- sua Lista se la sono filata ed hanno
dei quali lavoratori delle coope- cevuto dai comitati che sono nati aderito al Pdl. Il governatore non
rative di assistenza sanitaria, spontaneamente sia a tutela dei l'ha mandata giù: “Un atto che ROMA
confermati i duemila posti letto lavoratori che dei pazienti”. Non mette fine alla coalizione che fi-
delle otto strutture che da anni ricorda che i dipendenti caricati no ad ora ha governato la Regio- San Giacomo,
lavorano nel settore della riabi- La presidente del Lazio Polverini. In basso, l’assessore piemontese Ferrero (FOTO ANSA) sui pullman e trasportati sotto la ne Lazio”. esposto
litazione. Soddisfatta anche la fa- sede della giunta regionale sono Nel frattempo, la scure sulle
miglia Angelucci, proprietaria ranno tutti revocati, duemila po- sformato in Ircss grazie a France- una prassi abituale per il gruppo. strutture sanitarie non si ferma. alla Procura
delle aziende, anche se ufficial-
mente non è scesa in campo.
sti letto saranno salvati e una par-
te di questi verranno rimodula-
ti”.
sco Storace nell'anno in cui è sta-
to ministro della Salute, la Casa di
cura San Raffaele di Cassino,
È successo più di una volta duran-
te la gestione Marrazzo, quando
la famiglia Angelucci batteva cas-
Chiuso il pronto soccorso del
Centro traumatologico ortopedi-
co di Roma. Addio agli ospedali
A desso sulle sorti
dell’ospedale San
Giacomo di Roma pesa
MA CI SONO alcuni lati oscuri. Il nuovo piano del gruppo preve- Montecompatri, Villa dei Fiori, sa alla Regione. di Bracciano, Monterotondo e anche un esposto
In primis il testo dell'accordo, si- de otto strutture che operano sul Rocca di Papa, Nomentana, Por- Le minacce sempre le stesse: mi- Magliano Sabino. Mattanza an- presentato alla Procura
glato nella notte tra giovedì e ve- territorio regionale: l'Istituto di tuense e Velletri. Ma non basta. gliaia di lavoratori licenziati, mi- che nella provincia di Frosinone: dal senatore Idv Stefano
nerdì, che è ancora segreto. Dalle ricovero e cura a carattere scien- Secondo la Polverini, il San Raf- gliaia di pazienti senza più cure. addio a quelli di Anagni, Cecca- Pedica. Come il Fatto ha
dichiarazioni della Polverini si tifico San Raffaele alla Pisana, tra- faele di Cassino diventerà presto Eppure la famiglia Angelucci non no, Pontecorvo e Isola del Liri. documentato, il
apprende che “le oltre cento cau- nosocomio - chiuso nel
se, per un valore complessivo di 2008 dalla precedente
alcune centinaia di milioni di eu-
ro, tra il gruppo San Raffaele, la
Regione e le Asl verranno risolte
transattivamente”. Il gruppo San
Aste truccate e pannoloni gonfiati giunta Marrazzo - è
tuttora abbandonato,
nonostante vi siano
all’interno sale
Raffaele ha presentato fatture TANGENTI IN PIEMONTE: SETTE ARRESTI, INDAGATO L’ASSESSORE (CHE SI DIMETTE) operatorie ristrutturate
per circa 200 milioni di euro. Ma da poco. Pedica
quanti soldi la Regione si è impe- Torino Un secondo caso di turbativa d’asta ri- ch’egli arrestato, nonché figlio del “re sottolinea nell’esposto
gnata a pagare? Nessuno è in gra- guarda l’assunzione in Regione di un ex delle cliniche private” piemontesi) di di aver già sollecitato
do di rispondere. E che fine han- dieci anni dallo scandalo tangenti direttore amministrativo di una Asl (di aggiudicarsi la gara d’appalto. Il quarto invano, dapprima
no fatto i 30 milioni di euro che il
gruppo ha chiesto in via priori-
Atornadell’ospedale Molinette di Torino,
la tempesta sulla sanità piemon-
cui non è stato fatto il nome) tramite un
concorso pilotato su iniziativa – secon-
episodio riguarda un giro di corruzione
tra Camerlengo, Plastino e l’odontoia-
telefonicamente poi in
forma scritta, una
taria per pagare gli stipendi ai di- tese. La Guardia di Finanza ha arrestato do l’accusa – dell’assessore Ferrero e di tra Marco Mozzati (il quinto a finire in risposta dall’attuale
pendenti che hanno trovato vuo- cinque persone, tra cui Piero Garbari- Garbarino. Gli indizi a carico dell’asses- carcere). Infine una vicenda di interfe- governatrice Polverini.
ta la busta paga di aprile? Nessu- no, braccio destro dell’assessore alla sa- sore, in questo caso, sarebbero consi- renza nello staff della Spresal (il Servizio
no risponde. Carlo Trivelli, ad del nità della giunta Cota, Caterina Ferrero stenti, ma la procura, in base al terzo prevenzione infortuni della regione) a IMMIGRAZIONE
gruppo San Raffaele, raggiunto al (Pdl), a cui è stato notificato un avviso di comma dell’articolo 289 del codice di seguito della lamentele di un imprendi-
cellulare ha risposto: “Non ho al- garanzia e che in serata ha rassegnato le procedura penale, non ha ritenuto di tore sottoposto a verifiche dallo staff di Ripresi gli sbarchi
cuna intenzione di fare dichiara- dimissioni. La Procura di Torino indaga chiedere al gip la sospensione dai pub- Raffaele Guariniello. “Un quadro a tinte a Lampedusa
zioni”. per corruzione, concussione e turbati- blici uffici data la natura di ufficio elet- fosche – scrive il gip di Torino – carat-
Eppure nel corso della conferen-
za stampa di ieri tutto sembrava
essersi concluso con un embras-
va d’asta in relazione a cinque episodi,
due dei quali toccano l’assessore Ferre-
ro. Il primo riguarda la fornitura pub-
tivo.
Il terzo episodio (turbativa d’asta e cor-
ruzione) riguarda la vendita da parte del
terizzato dal sistematico sviamento a fi-
ni privati della funzione pubblica”. Il
procuratore capo Gian Carlo Caselli
D opo oltre una
settimana sono
ripresi a ritmo
sons nous. A partire dalla Polveri- blica di pannoloni. Secondo gli inqui- comune di Cavagnolo di un’area indu- parla di “operazione chirurgica che ri- sostenuto gli sbarchi di
ni: “Nessun licenziamento, sa- renti, nel settembre 2010, Piero Garba- striale dimessa, dal valore di mezzo mi- guarda fatti specifici e non la sanità pie- migranti dal Nordafrica.
rino, in qualità di consigliere della so- liardo di euro, de- montese nel suo comples- A Lampedusa sono
cietà di committenza regionale che stinata alla costru- so, dove operano funziona- approdati, tra ieri
Il gruppo provvede agli acquisti dell’assessorato
alla Sanità, si sarebbe accordato con i
zione di una resi-
denza sanitaria.
ri onesti, come il neo diret-
tore generale Paolo Monfe-
mattina e la notte
appena trascorsa, circa
aveva vertici di Federfarma Piemonte (il pre-
sidente Luciano Platter e il segretario
L’interessamento
di Garbarino e del
rino, che hanno impedito
la commissione di altri rea-
800 stranieri (tra i quali
donne e bambini), ma il
presentato Marco Cossolo, entrambi ai domiciliari)
affinché il lotto destinato alla fornitura
sindaco di Cava-
gnolo Franco
ti”. Inevitabile il terremoto
politico: l’assessore Ferre-
loro numero è destinato
ad aumentare. Altri 55
dei privati (un affare da 50 milioni di eu- Sampò e del Com- ro si è dimessa, il senatore tunisini, tra cui una
fatture per 200 ro) fosse affidato direttamente alle far- missario straordi- Idv Patrizia Bugnano an- donna, sono sbarcati
macie. Un mese dopo l’assessore Ferre- nario dell’Asl 5 Vi- nuncia un’interrogazione mattina a Pantelleria.
milioni di euro ro (ma allo stato degli atti non è provato to Plastino (en- parlamentare e il governa- Dalla Cei l’invito a “non
che fosse a conoscenza dell’accordo) trambi arrestati), tore Cota ha sbottato: “Iso- avere paura” e a seguire
Ora sono tutti annulla la delibera del bando pubblico e avrebbe consenti- leremo le mele marce sen- l’esempio di
predispone una nuova gara per i soli lot- to a Pierfrancesco za nessuna pietà”. accoglienza dei
contenti ti della fornitura ospedaliera. Camerlengo (an- Giorgio Mazzola lampedusani.
Sabato 28 maggio 2011 pagina 9

TRAGEDIE

BIMBI LASCIATI IN AUTO


NE MUORE UN ALTRO
La tragedia sul Trasimeno. Fenomeno
Le lacrime del papà del bimbo morto a Passignano sul Trasimeno (FOTO ANSA)
non solo italiano: nel 2010 un’inchiesta da Pulitzer
di David Perluigi Nel 2010 Gene Weingarten, un solo anno negli Usa di bam- sciuti gli obblighi paterni e la ne sulle cause che generano sensore che possa innestare un
eclettico giornalista america- bini abbandonati in auto. Il più mancanza di adempimento di queste tragedie. Un gruppo di allarme volumetrico quando si
ultimo bimbo portava il no dell'autorevole Washington tali obblighi.

L’
delle volte fatali. Poi studia la madri però ha lanciato una sta chiudendo l'auto da fuori
nome di Jacopo, aveva Post vince il più prestigioso casistica sulle sentenze. Verifi- Nel caso Harrison il giudice del- semplice, ma geniale proposta con un essere umano chiuso
soli 11 mesi, morto per premio giornalistico al mon- ca che le corti americane si so- la Virginia, R. Terence, ricono- alle case automobilistiche: un ancora all'interno.
arresto cardiaco. Il papà, do: il Pulitzer. Vince con una no spaccate spesso su un que- sce in soli tre giorni che non c'è
ora indagato per omicidio col- lunga inchiesta che parte dal sito e cioè: dimenticare un stato un crimine. Terence scri-
poso, lo avrebbe lasciato ore caso di Miles Harrison, uno sti- bambino in macchina è un er- verà testuale negli atti del pro-
chiuso nell'auto al sole. La mato uomo di affari di 49 anni, rore terribile, ma tecnicamen- cesso: “Non c'è stato crimine. IMMIGRAZIONE di Silvia D’Onghia
macchina che diventa una ba- un professionista apprezzato, te è un crimine? Il cronista ri- Perché è un mondo imperfetto
ra arroventata, la tragedia che
sconquassa una famiglia e un
amato da tutti, descritto come
un padre e un marito coscien-
leva che nel 40 per cento dei ca-
si i giudici hanno sentenziato
il nostro” e cita la perizia di un
neurologo che spiega che “il
Maroni, poche
piccolo centro in provincia di
Perugia, Passignano sul Trasi-
zioso. Un quadro descrittivo
molto simile al papà di Tera-
che non è stato commesso al-
cun reato. Ma essendo la legge
funzionamento del cervello va
in ‘overload’ (cioè con un ecces- idee ma confuse
meno. Solo pochi giorni fa il mo, difeso in modo straziante diversa da stato a stato negli so di informazioni, ndr), dove lo
caso di un'altra bambina, Ele-
na, 22 mesi, dimenticata an-
che lei dal papà in auto nel par-
dalla propria moglie in tv. Har-
rison abitava nel distretto di
Commonwealth, in Virginia:
Usa, nel 60 percento dei casi
l'atto viene giudicato di una ne-
gligenza tale che il giudice de-
scarico avviene senza selezio-
ne, così ti scordi anche la cosa
più importante e cioè i figli”.
G iocare sulla pelle delle persone. Il 24
maggio il ministero dell’Interno ha inviato
una circolare a tutte le Prefetture, nella quale si re-
cheggio dell'università di Tera- una mattina di estate, preso an- cide essere un crimine: omici- cepivano le indicazioni del Consiglio di Stato e del-
mo, convinto di aver portato che dalle molte chiamate che dio colposo. Sono stati ricono- TRA IL FOLTO pubblico che la Corte di Giustizia europea a proposito del reato
sua figlia al mattino all'asilo ni- gli arrivano al cellulare, dimen- è nell'aula del processo, Wein- di immigrazione clandestina. Un sostanziale via li-
do. Un black out della mente tica suo figlio Chase, neonato, garten riconosce anche Lyn bera, finalmente, alla regolarizzazione di 24 mila
imperdonabile. Questa volta
due casi ravvicinati in pochi
sul sedile posteriore dell'auto. Un giornalista Balfour e Mary Parks, due don-
ne, due madri che avevano la-
persone, quelle che nel 2009 avevano fatto doman-
da per la sanatoria, poi bloccata dalla circolare
giorni. Dal 1998 ad oggi i casi
fatali in Italia sono stati quat-
IL CASO del piccolo Chase ca-
talizza l'attenzione dei media
del sciato morire i loro figli in auto.
“Tre persone - scrive il Washin-
“Manganelli” che interveniva sulla loro condizio-
ne di clandestini. Ma gli stranieri hanno po-
tro.
Storie incredibilmente simili a
per settimane. Harrison è accu-
sato di omicidio colposo. Il pro-
Washington gton Post - in un unico luogo che
hanno condiviso la stessa storia
tuto festeggiare solo per poche ore. Il 26 mag-
gio è intervenuta una seconda circolare che so-
quelle che accadono anche al- cesso viene seguito da radio e straziante. Tutti e tre avevano spende la prima. Motivazione ufficiale? Que-
l'estero, sia nei centri di pro- tv in diretta. Il cronista del Wa- Post ha accidentalmente ucciso i loro siti interpretativi mossi da alcune Prefetture.
vincia che nelle città metropo- shington Post fa una ricerca atten- bambini in un identico, incom- Dal Viminale fanno sapere che i tempi per
litane. Tragedie avvenute in ta, verifica che l'anno prima - in scoperto 48 prensibile, modo tipico dei no- sbloccare tutto saranno brevi, ma sorge una
Belgio, vicino Bruxelles, come una sola giornata - negli Stati stri tempi”. domanda: solo una stesura poco precisa o Ma-
in Francia ad Arcueil. Motivate Uniti sono accaduti tre casi casi negli Usa In questi giorni decine di psico- roni proprio non riesce ad accettare l’idea che
tutte dallo stress e dai ritmi che uguali. Fa di più il cronista: ve- logi sulla stampa italiana si sono i clandestini possano diventare regolari?
ci impone la società di oggi. rifica che ci sono stati 48 casi in in un solo anno sperticati a dare una spiegazio-
pagina 10 Sabato 28 maggio 2011

ECONOMIA

Banca d’Italia
GENOVA PROVA dc
Dopo Draghi

A SALVARE LA SUA Grilli non basta


di Marco Onado

M artedì prossimo Mario

FINCANTIERI
Draghi leggerà la sua
ultima relazione da
Governatore della Banca
d’Italia e la corsa alla
successione, da tempo
avviata sotto traccia,
diventerà ufficiale. Per una
Folla in piazza, il presidente del Porto: carica così importante e
per l’istituzione che è una
delle poche che ha tenuto
“Anticipiamo noi gli investimenti” alto il prestigio dell’Italia
in questi anni bui, prima di
parlare di persone,
di Ferruccio Sansa burrasca. Il corteo ha ripercorso cio stringe Matteo, due anni. bisogna però parlare di
Genova le strade simbolo della Genova Ecco la rabbia che leggi sui volti princìpi. Il primo è quello
operaia, con le case semplici, della gente di Sestri: “Non ci con- dell’indipendenza della
iù di cinquemila persone. siderano. Abbiamo letto sui gior- Banca d’Italia,

P
basse, ma dignitose con quei co-
Ieri in piazza non c’erano lori grigi e pastello. Così come nali che ci chiudevano i cantieri”, fondamentale per una
soltanto gli uomini della composto è stato il corteo. Era da conclude Luisa mentre segue Banca centrale e per la
Fincantieri, c’era Genova: decenni che la città non si ritro- questo corteo che sembra una ce- nostra in particolare e che
operai, certo, ma anche dipen- vava tanto unita. A cominciare da rimonia collettiva con la gente è garantito da un processo
denti di tante altre ditte, poi stu- Paolo Odone, presidente della che parla a bassa voce. Con gli an- di nomina che vede
denti, tassisti, commercianti, 73 Camera di Commercio che cam- ziani che guardano dalle finestre, coinvolto un organo di
rappresentanti dei comitati di minava vicino a Bruno Mangana- con i negozi chiusi e le saracine- garanzia interno (il
quartiere e tanta gente comune. ro della Fiom Cgil. Poi famiglie sche abbassate. Consiglio superiore della
con bambini, spesso di operai E ci sono anche i politici, centro- Banca d’Italia), la
SESTRI PONENTE per una che senza quei millecinquecen- sinistra e centrodestra uniti. La manifestazione contro la chiusura della parte genovese di Fincantieri (FOTO ANSA) presidenza del Consiglio, il
mattina si è fermata. Alle dieci la to, duemila euro al mese adesso Claudio Burlando, presidente Consiglio dei ministri, il
folla ha cominciato a raccogliersi rischiano di vedersela davvero della Regione, si sta impegnando sogno Aponte). da applausi. E il primo cittadino è presidente della
in via Soliman, davanti ai cancelli brutta. Perché “in Liguria di que- per cercare in zona cesarini una Lo chiamano “ribaltamento a ma- stato duro con i vertici Fincantie- Repubblica. Il corollario di
da cui sono usciti Rex, Michelan- sti tempi trovare un lavoro è commessa per i cantieri dal co- re” del cantiere. Prevede la co- ri: “Non c’è mai stata polemica questo principio di
gelo e Andrea Doria. C’era un’at- un’impresa disperata. Se mandi il losso degli armatori Aponte (na- struzione di un nuovo stabili- sull’eventualità di effettuare an- indipendenza è che il
mosfera cupa cui sembrava par- curriculum neanche ti rispondo- poletano emigrato in Svizzera). mento accanto ai moli e la trasfor- che altre attività a Sestri Ponente. governatore venga scelto
tecipare anche il cielo: nuvole no. Che umiliazione”, racconta Da Roma nella stessa direzione si mazione delle vecchie strutture Noi abbiamo solo detto di non fra le file interne della
scure, basse, un vento forte di Luisa Bacigalupo, mentre in brac- sta muovendo anche Gianni Let- in zona residenziale. Un’opera- escludere la cantieristica. Sareb- Banca, per la semplice ma
ta, anche se è una partita delicata, zione che comporterebbe nuove be una beffa inaccettabile, dopo decisiva ragione che più
con più di un’incognita, perché case. Ipotesi che potrebbe essere quello che si è fatto per permet- un’istituzione è autorevole
Aponte è impegnato contempo- accettata se servisse per salvare tere a Fincantieri di ristrutturare e credibile, tanto maggiore
CAMPORESE raneamente su un altro tavolo:
comprare dallo stesso Stato la Tir-
cantieri e posti di lavoro. Ma sul
disastro Fincantieri si allunga
il cantiere”. Vincenzi non ha ri-
sparmiato l’ad Giuseppe Bono e
è la probabilità che la
persona più idonea a
renia. Intanto Luigi Merlo, presi- l’ombra di una beffa: si chiude- il Governo: “Spero” che l’annun- succedere al capo vada
si dimette da Terna dente del Porto di Genova, pro-
pone: “Anticipiamo noi i 35 mi-
ranno i cantieri e arriverà il ce-
mento? I gloriosi stabilimenti di
cio della chiusura da parte di Bo-
no “non sia stato un tentativo di
cercata fra i suoi più diretti
collaboratori. E infatti nel

Icdalgiornalisti.
presidente dell'Inpgi, l’istituto di previdenza dei
Andrea Camporese si è dimesso dal
di Terna, nel quale sedeva su indicazione del-
lioni per costruire il nuovo stabi-
limento della Fincantieri”.
Sestri e di Riva Trigoso (vicino a
località turistiche come Sestri Le-
vante e le Cinque Terre), secon-
alzare l’asticella per poi trattare,
sarebbe al limite dell'irresponsa-
bilità. Purtroppo questo governo
direttorio della Banca
d’Italia siedono oggi
alcune fra le persone più
l’azionista di controllo della società che gestisce la UN ALTRO PUNTO da chia- do una bozza Fincantieri antici- non dà molta importanza all’in- stimate nelle sedi
rete elettrica, cioè il ministero del Tesoro. Il Fatto rire: Fincantieri voleva costruire pata anche dal Fatto mesi fa, po- dustria, sembra più interessato finanziarie internazionali.
aveva segnalato la singolarità della scelta (il vigi- un impianto a mare di quello vec- trebbero diventare palazzi. In- ad altre questioni… mentre sia-
lante che nomina il vigilato) e ora Camporese scrive chio. Oggi i blocchi di acciaio che somma, come dissero i critici, mo rimasti a lungo senza ministro a tradizione della Banca
all’Inpgi dicendo di aver deciso di lasciare Terna a
causa di “dubbi e perplessità” sollevati dopo la no-
servono per lo scafo delle navi de-
vono essere sollevati e fatti pas-
l’impresa pubblica rischia di tra-
sformarsi in imprenditore del
per lo Sviluppo Economico”.
Alla fine il corteo arriva in piazza
Lnomine
d’Italia vuole che le
esterne
mina. Questa la motivazione: “Di fronte anche al sare sopra la linea ferroviaria che mattone. La gente di Genova è Baracca, il cuore di Sestri. Si par- avvengano in circostanze
più lontano sussurro decido di porre fine a una taglia a metà il cantiere. Con il più diretta: “Così saremmo cor- la, ci si mette d’accordo: il 3 giu- eccezionali, come quelle
questione, lasciando il cda di Terna, che rischia di nuovo assetto si potrebbero co- nuti a mazziati”. Di questo ha par- gno, giorno dell’incontro con il imposte dal discusso stile
divenire sgradevole e contraria al bene comune”. struire contemporaneamente lato ieri Marta Vincenzi. Il sinda- Governo, mille persone partiran- di vigilanza adottato da
più navi e scafi anche più grandi co di Genova era in corteo, accol- no per Roma. Per far sentire che Antonio Fazio.
(come i transatlantici di cui ha bi- ta da qualche fischio, ma anche Genova c’è. Fortunatamente quei
tempi sono ormai un
pallido ricordo e il

Fiat andrà al 57% di Chrysler prestigio della Banca è


tornato ai livelli che le
competono. Oggi una
scelta esterna non
MARCHIONNE NON SI ACCONTENTA E COMPRA ANCHE IL 6% DEL GOVERNO USA potrebbe che essere
interpretata come una
dal 46 per cento al 52 per della casa avere un altro 5 per cento del gruppo soluzione”. E mentre i sindacati italiani rottura della tradizione e
americana avverrà entro il 10 giugno. Il americano, quando verrà omologata tremano, quelli americani potrebbero un vulnus
prezzo per l'acquisto della partecipa- l'auto Chrysler a basso consumo con presto passare alla cassa. Così come la all’indipendenza.
zione dal Tesoro Usa sarà basato su una tecnologia Fiat, l'ultima delle condizio- Casa Bianca, che ieri ha reso pubblico È quindi inopportuno che
determinazione del valore del capitale ni previste nell'accordo del 2009. Ar- riconoscimento a Chrysler per aver il direttore generale del
di Chrysler da concordarsi tra le parti riverà così a detenere il 57 per cento. onorato gli impegni presi e restituito Tesoro, il pur apprezzato
entro dieci giorni lavorativi a partire da Ma non sono esclusi nuovi acquisti a con gli interessi i miliardi di dollari avu- Vittorio Grilli, passi
ieri. pagamento dato che Fiat ha in mano ti in prestito. A tal proposito il vicedi- direttamente dal Tesoro
Marchionne in versione americana (FOTO ANSA) In caso di mancato accordo, il valore delle opzioni per salire fino al 70 per rettore delle Comunicazioni della Casa alla Banca d’Italia,
sarà stabilito “sulla media delle due va- cento, anche se per ora l'azionariato di Bianca, Jen Psaki, ha ricordato che “ap- soprattutto dopo che
di Giovanna Lantini lutazioni più prossime tra di loro su tre Detroit vede accanto a Fiat il fondo per pena due anni fa l'industria automobi- Tremonti ha appena
Milano valutazioni formulate da tre banche di l'assistenza sanitaria ai pensionati, Ve- listica americana era sull'orlo del col- mandato il suo
investimento nominate dalle parti”. Se ba, che detiene la quota del sindacato lasso. Il presidente prese una decisione viceministro alla Consob.
ltro che Italia e strappo con la Con- si considera i valori dell'acquisizione di Uaw, oltre al governo canadese. La loro difficile nel fornire sostegno a General E considerazioni non
AFiatfindustria di Emma Marcegaglia. La
di Sergio Marchionne è sempre
questa settimana, si può ipotizzare una
cifra compresa fra i 500 e i 600 milioni
uscita, via quotazione a Wall Street o at-
traverso appunto le opzioni, dovrebbe
Motors e a Chrysler. Lo fece a condi-
zione che tutti gli azionisti facessero i
diverse vanno fatte per
l’altrettanto apprezzato
più concentrata su Detroit. Tanto da di dollari, che porterebbe così la spesa portare alla fusione tra i due gruppi, an- sacrifici necessari per ristrutturare dal- Lorenzo Bini Smaghi. Se
aver ulteriormente accelerato le tap- americana di Fiat vicina a quota 1,86 che se Marchionne finora ha detto che le fondamenta questi gruppi, e rimet- poi per quest’ultimo la
pe e da essere pronta a comprare un miliardi di dollari, a cui va aggiunto il non c'è fretta e che non si dovrebbe fa- terli sulla carreggiata dell'affidabilità”. motivazione fondamentale
altro 6 per cento del gruppo america- massiccio indebitamento da 7,5 miliar- re prima dell'anno prossimo. Il risultato raggiunto parla da sé: non fosse che al poverino va
no, così da arrivare entro pochi mesi al di di dollari che si farà sentire sul bilan- solo gli impianti hanno evitato la chiu- trovato al più presto un
57 per cento. cio del Lingotto a partire dal primo giu- L'OPERAZIONE, però, per un abile sura, ma sono ripartite le assunzioni. posto perché scade dal
gno, quando cioè il gruppo americano contabile dovrebbe avere degli effetti Peccato non poter dire altrettanto del- consiglio direttivo della
L’ANNUNCIO è arrivo ieri, a soli verrà consolidato nei conti di Torino. positivi sul gruppo in termini di ridu- l'Italia. Bce, va ricordato
due giorni dall'acquisto di un ulteriore Un effetto che è già sato considerato da zione dei costi, mentre le l’esempio di Tommaso
16 per cento di Chrysler per 1,26 mi- agenzie di rating come Moody's e Fitch, conseguenze sui posti di la- Padoa-Schioppa, di cui
liardi di dollari avvenuto in seguito al
rimborso dei debiti con i governi ame-
che a fine aprile hanno messo sotto os-
servazione il merito di credito di Fiat
voro sono ancora tutte da ve-
rificare. Cose che Marchion-
Entro fine anno il Lingotto sentiamo sempre più forte
il rimpianto per le lezioni
ricano e canadese. Operazione costata
al gruppo ormai decisamente italoame-
proprio per l'aumento dell'esposizio-
ne verso Detroit. Anche perché, secon-
ne sa molto bene e a scanso di
equivoci lo ha ribadito sotto-
avrà il controllo che ci avrebbe potuto dare
sulla crisi europea. Egli
ricano un nuovo indebitamento verso do alcune stime, la somma dei due lineando di non avere ancora lasciò il suo posto a
banche e obbligazionisti per un somma gruppi dovrebbe portare l'indebita- una risposta immediata, ma dell’azienda di Detroit, Francoforte e si guardò
vicina a 7,5 miliardi di dollari, serviti ap- mento finanziario del Lingotto vicino a ricordando che “tenere due bene dal chiedere subito
punto a rimborsare i prestiti governa- quota 25 miliardi di euro. La scalata, in organizzazioni separate per la fusione sarà un nuovo incarico: le sue
tivi e a risparmiare sugli interessi. Il ogni caso, proseguirà ancora: entro un costruttore unico non ha lezioni erano anche di
prossimo passaggio, che porterà Fiat l'anno, questa volta a gratis, Fiat potrà senso. Bisogna trovare una il passo successivo stile.
Sabato 28 maggio 2011 pagina 11

ECONOMIA

LA MARCIA DI TREVISO Protesta silenziosa di 2 mila imprenditori


contro il governo che li ha dimenticati
di Nicola Brillo zioni in ogni momento: “I pro- il giorno dopo
Treviso blemi delle banche non posso-

S
filano in doppiopetto e
tacco 12, imprenditori e
imprenditrici, giovani,
composti e in silenzio. Per
no essere scaricati sulle azien-
de, una norma di questo tipo
non può passare, faremo mas-
sima opposizione”, prosegue la
Marcegaglia. E invita il Gover-
Marcegaglia
molti è la “prima volta” che
scendono in strada a manifesta-
re. In pochi degli oltre 2.000
che hanno preso parte all’as-
semblea di Unindustria Treviso
no alle liberalizzazioni e alla
semplificazione.

MA MENTRE dentro si alter-


navano sul palco gli interlocuto-
minimal
non hanno partecipano alla ri, fuori manifestavano una tren- di Stefano Feltri
marcia. Dallo stadio del rugby tina di lavoratori della Datalo-
di Monigo alla nuova sede nella gic, nota società bolognese, uno u Libero il direttore Maurizio
cittadella delle istituzioni Ap-
piani tutti muniti di K-way e
dei principali produttori mon-
diali di lettori di codici a barre.
SEmma
Belpietro la chiama addirittura
MarCHEgaglia, il vignet-
ombrello “griffato” Unindu- Proprio nel giorno in cui a Tre- tista la raffigura con basco e stella
stria, distribuito dall’organizza- viso si parla di internazionalizza- rossa rivoluzionaria. Ma il giorno
zione, visto l’acquazzone del zione delle imprese e del valore dopo l’assemblea in cui ha de-
pomeriggio. Duemila e trecen- del Made in Italy, ironia della sor- nunciato i “dieci anni perduti”, la
to metri di camminata guidati te, ai sindacati della sede di presidente di Confindustria sem-
dalla presidente di Confindu- Quinto di Treviso sono state bra voler raffreddare ogni pole-
stria Emma Marcegaglia accer- consegnate le lettere di licenzia- mica. Mentre sfila con gli indu-
chiata dalle guardie del corpo, La marcia degli industriali di mento: una novantina a tempo Emma Marcegaglia (F E OTO )
MBLEMAstriali di Treviso nella marcia si-
tra i quartieri popolari della cit- Unindustria Treviso (FOTO VENEZIA VISION) indeterminato e altri 50 a tempo lenziosa di ieri (che era soprat-
tà. Con lei il presidente degli
imprenditori veneti Andrea To-
In prima fila la determinato. Le rsu spiegano
come qualche mese fa abbiano
tutto per denunciare il senso di abbandono), la Marcegaglia
assicura che non ha mai detto di voler fare politica: “Con-
tica di Silvio Berlusconi e dei
mat e tutte le alte cariche asso-
ciative.
presidente di suoi ministri, in un territorio do- addirittura ricevuto un premio
consistente di produzione, e a
findustria non ha paura degli attacchi giornalistici, è autonoma
e indipendente. Ho detto che siamo pronti a batterci anche
ve il centrodestra raccoglie una
“NON È UNA manifestazio-
Confindustria maggioranza schiacciante di distanza di poche settimana ar-
riva la chiusura, definitiva. E la
fuori dalle imprese, ma non parlavo certo di un mio impegno
politico”. Quantomeno deve essersi trattato di un errore di
consensi. “Ma l’operato, o me-
ne contro nessuno, è una mani- produzione di sposta in Orien- comunicazione perché tutti, ma proprio tutti, avevano letto in
festazione in cui gli imprendito- Marcegaglia glio, il non operato del governo
te, in Vietnam. I dipendenti spe- quel “batterci per l’Italia anche fuori dalle imprese” una sug-
Berlusconi è sotto gli occhi di
ri dicono noi camminiamo con cializzati, molti dei quali giova- gestione politica, se non per la Confindustria sicuramente per la
le nostre gambe - spiega la pre- e il leader degli tutti, serve una politica indu-
striale e le liberalizzazioni tanto ni, si trovano ora senza lavoro. Marcegaglia che difficilmente si accontenterà di tornare nel-
sidente degli industriali Marce- La marcia silenziosa di ieri è cer- l’azienda di famiglia quando, tra pochi mesi, finirà il suo man-
gaglia - Da sempre non chiedia- imprenditori promesse”, spiega un imprendi-
tore cinquantenne. E a farne le tamente una novità a livello na- dato associativo.
mo niente di particolare, ma so- zionale, ma gli industriali della Dopo aver visto le reazioni alla sua relazione annuale, la
lo di poter lavorare seriamente veneti Tomat spese è il ministro del Welfare
Maurizio Sacconi, originario di Marca trevigiana non sono nuo- Marcegaglia non se la sente di rincarare la dose, esplicitando
senza intralci. È una manifesta- queste parti, che raccoglie solo vi ad iniziative a forte impatto che se gli industriali del Veneto scendono in strada come dei
zione di impegno”. Concetto ri- due timidi applausi di cortesia comunicativo. A fine anni No- cassintegrati qualsiasi è il segnale che davvero la politica del
badito anche dall’ideatore del- All’interno del tendone il clima durante il suo intervento. In par- vanta l’ex presidente di Unindu- governo è stata insufficiente (e anche che Confindustria non è
l’iniziativa, Alessandro Vardane- è differente rispetto alle scorse ticolare quando paragona l’ini- stria Treviso Nicola Tognana e riuscita a rappresentare le loro istanze con gli strumenti di cui
ga, presidente di Unindustria edizioni, meno calore per i rap- ziativa di Treviso “alla marcia già vicepresidente nazionale de- dispone). La presidente si limita a usare argomenti di sicura
Treviso: “Non è una marcia di presentanti del governo, a cui della maggioranza silenziosa gli industriali aveva consegnato presa nelle zone leghiste: “Bisogna ridurre i confini dello Stato,
protesta, in quanto non è nel no- spesso si dava credito sulla fidu- della Milano degli anni 70 o ai per protesta ai Prefetti le chiavi lasciare più spazio ai privati, alla società”. Ha addirittura par-
stro stile, ma una camminata si- cia. Gli anni della crisi sono pas- 40.000 quadri della Fiat”. delle aziende. Mentre Tomat lato di una riforma fiscale da fare entro la fine della legislatura,
lenziosa di proposta”. “Abbia- sati, ma poco o nulla è cambiato aveva portato in piazza gli im- un’ipotesi a cui ormai non sembra credere più neppure lo
mo immaginato questo momen- per chi fa impresa. Specie all’e- SU UN PUNTO Emma Mar- prenditori a manifestare. stesso ministro del Tesoro Giulio Tremonti. Ma soprattutto ci ha
to carico di simbologia - ha pro- stero, dove si confrontano quo- cegaglia, che in Veneto ha fatto E la Marcegaglia ha chiuso l’as- tenuto a precisare che quella di Treviso “non è una mani-
seguito - per richiamare l'atten- tidianamente le piccole e medie il pieno di voti per la corsa alla semblea a ricordando la modifi- festazione contro nessuno. È una manifestazione in cui gli
zione su quanto sia nocivo quel- imprese trevigiane: la riforma poltrona di Confindustria, di- ca statutaria, che ha inserito le imprenditori dicono 'noi camminiamo con le nostre gambe”.
l'atteggiamento ostile verso il fa- tanto promessa dell’Istituto per chiara “guerra” al Governo. quote rosa a Treviso (il 30% de- Che, fuori dal lessico della prudenza confindustriale, significa
re impresa, dunque ostile allo il Commercio Estero e in là da Con l’ultimo decreto si intende gli eletti sarà donna) e l’impe- che gli imprenditori non hanno più alcuna fiducia nel governo,
sviluppo e alla crescita. Fra gli venire. “E noi siamo costretti ad introdurre lo jus variandi nei gno a favore ai profughi, con la ma che è contro il loro Dna dirlo esplicitamente. Il massimo che
esempi più recenti vi sono i casi andare con le nostre gambe, so- contratti tra banche e imprese. concessione delle abitazioni di possono fare è marciare in silenzio. La Marcegaglia, costretta
del cementificio di Monselice e li, altro che i colleghi tedeschi”. Gli istituti potranno così varia- proprietà di Unindustria. Altro a parlare dal suo ruolo, finisce per depotenziare la forza della
della conversione della centrale Nessuno si espone pubblica- re a piacimento tassi e condi- punto di contrasto con la poli- protesta. Perché nessuna manifestazione può ottenere qual-
di Porto Tolle”. mente, criticando l’azione poli- tica. che risultato se è “contro nessuno”.

E ORA RISCHIO SCONTRI CON I MANIFESTANTI

DEBUTTA FASSINO DA SINDACO A TORINO: “APRIRE SUBITO I CANTIERI TAV”


di Stefano Caselli la Tav Torino-Lione s’ha da fare. il cantiere deve aprire e che l’o- molte sue componenti, si è radi- significa che, al di là delle parole,
Torino Con la non trascurabile differen- pera deve essere avviata. È neces- calizzato oltremisura. non c’è alcuna volontà reale di
za che oggi la situazione è chia- sario sollecitare tutti a fare la pro- Il tutto per qualcosa che – quasi investire”.

Nun on è ancora stato proclamato


sindaco di Torino ma ha già
cerino in mano. Piero Fassino
ramente a un punto di non ritor-
no: entro la fine del mese dovreb-
be partire il cantiere del tunnel
pria parte; a cominciare dal go-
verno, che deve garantire l’aper-
tura del cantiere”. Dunque, par-
tutti lo pensano, ma ben pochi lo
dicono – non si farà mai; almeno
così come è stato concepito fino
E ALLORA PERCHÉ si rischia
di nuovo lo scontro? “Succede
ha esordito ieri in via semi-uffi- esplorativo di Chiomonte in lo- rebbe di capire, anche con la for- ad oggi. Lo spiega bene Antonio ogni volta che c’è una scadenza
ciale (ancora affiancato dal pre- calità La Maddalena, sotto il via- za. Ferrentino, sindaco di Sant’Am- elettorale – risponde Ferrentino –
decessore Sergio Chiamparino) dotto Clarea dell’A32. Secondo Fassino il movimento brogio di Susa, coordinatore pro- oppure, come in questo caso,
all’Unione industriale di Torino, No Tav non ha più giustificazioni, vinciale di Sel ed ex presidente quando ci sono impegni da ono-
in compagnia di tutto il mondo IL PRIMO TENTATIVO di av- dal momento che “c’è un percor- della Comunità Montana Bassa rare con la Francia.
politico ed economico del terri- viare i lavori è terminato ancor so nuovo, totalmente in galleria, Valle Susa. Nel 2005, ai tempi de- La ragione principale, comun-
torio per ribadire un ritornello prima di cominciare lunedì notte, che risolve in gran parte i proble- gli scontri di Venaus, c’era lui alla que, sono gli oltre 400 milioni di
già ascoltato mille e mille volte: sotto la sassaiola dei dimostranti mi d’impatto ambientale esterno testa del movimento No Tav: “La finanziamento dell’Unione euro-
No Tav scattata non appena sono che allarmavano la comunità. In Torino-Lione, nei fatti, non inte- pea che andrebbero in fumo in
Sergio Chiamparino e Piero Fassino (FOTO ANSA) apparsi sull’autostrada i mezzi più sono stati definiti i meccani- ressa a nessuno – dichiara – né caso di mancato avvio del cantie-
delle ditte vincitrici dell’appalto. smi di compensazione, in base ai alle Ferrovie, né alla politica. Fas- re”.
Il presidio nell’area di cantiere e quali il 5 per cento degli investi- sino ha le sue ragioni, ma invo- Alla domanda su quali siano le dif-
le barricate sulle strade sono an- menti devono andare a favore del- cando il governo dovrebbe ricor- ferenze tra Venaus 2005 e Chio-
cora lì e nulla fa pensare che i la Valle”. Peccato che di investi- dare che la Valle non ha mai ri- monte 2011, Ferrentino rispon-
manifestanti possano andarsene. menti e compensazioni – e Fas- cevuto nulla. Tutti gli impegni de: “Allora i sindaci avevano un
Non occorre essere particolar- sino lo sa – non si sia mai visto un presi negli anni sono stati disat- ruolo significativo, ora non è più
mente preveggenti per immagi- euro. E proprio qui sta parte della tesi. Del Piano strategico da 1,4 così. E poi il movimento non può
nare che – salvo improbabili ac- vicenda ormai ultraventennale (e miliardi di euro (che comprende- rinunciare a essere un movimen-
cordi – nei prossimi giorni torne- sempre più kafkiana) della Tav To- va l’intervento sulla linea storica) to pacifico, altrimenti è perduto.
ranno i problemi di ordine pub- rino-Lione, dove si fronteggiano non abbiamo visto un centesimo. Tirare pietre ai poliziotti o agli
blico. Piero Fassino lo sa, e non da una parte il mondo politico – L’osservatorio di Mario Virano, operai delle ditte che hanno vinto
usa mezzi termini: “Io penso – di- che di quest’opera ha sempre fat- anche se lui non può confermar- gli appalti è semplicemente stu-
chiara il neo sindaco – che si deb- to un totem – e dall’altra il mo- lo, ha agito sempre nel totale di- pido. Non è certo con loro che
ba dire con grande chiarezza che vimento No Tav, che negli anni, in sinteresse della politica. Questo bisogna prendersela”.
Sabato 28 maggio 2011 pagina 12

DAL MONDO

N
LA RESISTENZA DEGLI INDIGNADOS PAKISTAN-USA
L’incontro per
“fare la pace”

PRESA A CALCI DAL PALLONE “G li Usa ritengono


che il Pakistan
non sapesse dove si
trovava Bin Laden”. Lo ha
detto ieri Hillary Clinton
Alla vigilia della Champions, la Polizia caccia i manifestanti in visita a Islamabad, dove
ha incontrato il
presidente Zardari, per
ricucire lo strappo e le
di Alessandro Oppes lire la zona per ragioni di “sicu- sione potrebbe crescere presto reciproche accuse dopo il
Madrid rezza e ordine pubblico”. Duris- anche a Madrid. Il presidente del- blitz che ha portato alla
sime le critiche dell’opposizione la Camera di commercio Arturo morte del leader di Al
ento feriti per “ripulire” Qaeda.

C
socialista e dei Verdi, che hanno Fernández, ha chiesto lo sgombe-
una piazza. Alla vigilia della elogiato il comportamento ro della Puerta del Sol e ha annun-
finale di Wembley della “esemplare” dei dimostranti. ciato azioni legali se non si adotta
Champions League che op- Quando, all’una del pomeriggio, una soluzione “immediata e defi-
pone stasera il Barça al Manche- la polizia si è ritirata, la piazza è nitiva”. A dargli man forte, la pre-
ster United, i Mossos d’Esquadra – stata invasa da migliaia di perso- sidente regionale Esperanza
la polizia regionale catalana – ha ne (all’inizio dell’operazione di Aguirre, rieletta domenica con
sgombrato con la forza gli indi- sgombero erano solo poche cen- ampia maggioranza nelle liste del
gnados installati da oltre dieci tinaia), che hanno deciso di ri- Partito Popolare: “Non è possibi-
giorni nella Plaza Catalunya, nel montare l’accampamento. le che una città come Madrid sia
cuore di Barcellona. Sei ore d’as- In tutta la Spagna, alle 7 di sera, sequestrata da signori che non
sedio con l’obiettivo, secondo la decine di migliaia di manifestanti sanno neppure ciò che rivendica-
versione ufficiale, di ritirare tutti sono scesi in piazza portando un no”. Nessuna risposta alla richie-
gli oggetti che potessero risulta- fiore in segno di solidarietà con sta d’intervento, per ora, da parte YEMEN
re pericolosi nel caso dell’even- gli indignados catalani. Ma la ten- del ministro dell’Interno.
tuale celebrazione di un trionfo I manifestanti e la polizia catalana (FOTO ANSA) La tregua
blaugrana. In realtà, sui camion dopo gli attentati
della nettezza urbana, hanno ca-
ricato tutti gli oggetti personali
degli aderenti al movimento De-
mocracia Real Ya, compresi i com-
Mladic e l’Onu che non volle vedere U na posizione delle
forze fedeli a Saleh
tra Sanaa e la città di Marib
puter e materiale d’archivio, stri- L’OLANDESE KARREMANS NON EVITÒ SREBRENICA. I DELIRI PRO-SERBI DI BORGHEZIO è stata presa da una tribù,
scioni, cartelli, sacchi a pelo, sto- provocando come
viglie, fino a smantellare com- di Giampiero Gramaglia massacri rwandesi a quelli balcanici, Sre- nunciano ricorso: “Mladic non può esse- reazione un
pletamente l’accampamento. Bruxelles brenica, purtroppo, non è l'unico esem- re estradato perché è molto malato”, la te- bombardamento aereo. Le
pio di passività e inefficienza di truppe si. Si vedrà lunedì. forze armate yemenite
OPERAZIONE alla quale si so- he fine ha fatto Thom Karremans, ge- hanno messo in atto raid
no opposti pacificamente centi-
naia di giovani, a mani alzate e of-
Ctenente
nerale olandese, l'alto ufficiale – era
colonnello, all’epoca dei fatti –
Onu. E, dietro Srebrenica la strage di Mla-
dic, si intuiscono pavidità e forse porche-
rie occidentali, che il generale ora cattu-
INTANTO, EMERGONO particolari
sull'arresto a Lazarevo, dove il “boia” vi-
aerei per riprendere il
controllo della posizione.
frendo fiori agli agenti. Ma la ri- che assistette alla strage di Srebrenica rato potrebbe anche raccontare, anche se veva, non si sa da quanto, in casa di pa- I morti sarebbero almeno
sposta della polizia è stata bruta- con i suoi Caschi blu, senza potere, o sa- c'è chi lo dice malato non solo d'alcolismo renti. Era in pigiama, in camera da letto, 7. Tre militari e un civile
le: hanno caricato la folla a colpi per, fare nulla per impedirla? La cattura, e malandato, addirittura affetto da un ma- quando l'hanno preso. Nel villaggio e a sono stati uccisi invece in
di manganello e sparando proiet- dopo 16 anni di latitanza, del responsa- le incurabile che gli lascerebbe poco da Belgrado e in altre città, nazionalisti serbi alcuni attacchi avvenuti
tili di gomma. Gli accessi alla piaz- bile di quel massacro, il comandante ser- vivere. E se ci vorrà solo una settimana per hanno inscenato proteste e gridato slo- nel sud. A dare la notizia
za sono stati sbarrati per ore, per bo-bosniaco Ratko Mladic, tira fuori dal- consegnarlo ai giudici dell’Aja, ci vorrà gan pro Mladic (meno, però, di quanto av- sono i servizi di sicurezza,
evitare l’ingresso di altri manife- l'ombra della storia anche Karremans, di tempo perché il processo inizi. Mladic, venne quando fu arrestato Karadzic). Al- che attribuiscono le
stanti. Il portavoce del governo cui resta sul web l'ignominiosa foto del che ha 69 anni, finirà nel carcere che ospi- l'ingresso di Lazarevo, qualcuno ha scritto violenze a
nazionalista catalano, Francesc brindisi, forse coatto, con il “boia”. Nep- ta il suo referente politico Radovan Karad- “eroe” su un cartello. Che lo si scriva lì, si un’organizzazione
Homs, ha difeso l’operato delle pure la stampa olandese, però, aggiorna zic, già sotto processo, e dove morì, prima può forse capire. Che lo scriva, invece, un riconducibile ad al Qaeda.
forze dell’ordine sostenendo che la biografia dell'uomo che bevve la slivo- che si arrivasse alla sentenza, Slobodan eurodeputato come il leghista Borghezio, Dopo quest’ultimo
aveva come unico obiettivo ripu- vica con Mladic. Milosevic. Ieri, dopo un interrogatorio so- inneggiando al bastione contro l'Islam, episodio lo sceicco Sadiq
speso perchè il generale aveva bisogno di non ci sta proprio: una spia dell'oltranzi- Al-Ahmar, capo della
NEL LUGLIO 1995 i soldati olandesi, cure, il tribunale di Belgrado l'ha giudica- smo anti-musulmano e xenofobo che sta potente tribù degli Hasid,
Barcellona: equipaggiati in modo inadeguato e senza
mandato di intervenire se non attaccati,
to trasferibile all'Aja. Il figlio e la difesa an- infiammando l'Europa della paura. e i militari fedeli a Saleh,
in lotta a Sanaa hanno
cento feriti per dovevano garantire la sicurezza dell'en-
clave musulmana in territorio serbo-bo-
dichiarato una tregua.

ripulire la piazza sniaco. Invece, non s'opposero al massa- MICRONESIA


cro di quasi 8.000 uomini e ragazzi mu-
occupata sulmani. Il dramma di Srebrenica, rico- Atolli contro
struito più volte e con versioni diverse centrale a carbone
nelle aule dei tribunali, non impedì a Kar-
Sequestrati
computer e
remans di fare carriera e ricevere deco-
razioni. Del resto, l'Olanda insignì di me-
daglie tutta l'unità che non impedì la stra-
I l piccolo
stato-arcipelago della
Micronesia, 100mila
ge e ne difese l'operato dalle accuse e dal- I sommersi e i salvati Da sinistra: Ratko Mladic, catturato giovedì vicino al confine tra Serbia e Romania, l’ex colonnello abitanti in più di 600 isole,
oggetti personali le critiche bosniache e internazionali. Dai olandese Tohm Karremans che “presidiava” Srebrenica nei giorni della strage e Goran Hadzic, l’ultimo dei ricercati (FOTO ANSA) tra le nazioni più
immediatamente
minacciate dal

Strauss-Kahn al muro, ma per l’appartamento sollevamento dei mari, ha


montato una sfida legale
ai piani della Repubblica
Ceca di espandere una
LA PRIGIONE DORATA DELL’EX PRESIDENTE DELL’FMI IMBARAZZA I SOCIALISTI FRANCESI centrale a carbone a
11mila chilometri di
di Gianni Marsilli amico Dsk: “Sono sicuro che tire”. Che pensasse proprio al- quella palestra privata, quegli il portavoce Benoit Hamon che distanza, affermando che
Parigi non c’è stato nulla di violento, l’altro Kahn? Di certo, però, da arredi strepitosi e quell’affitto proprio non ce la fa più a nic- il danno ambientale
conosco il personaggio”. E an- un paio di giorni nel dibattito è da paura: 50 mila dollari al mese, chiare, sorvolare, rimandare: causato minaccia la sua
h no, i soldi no. Passi per cer- cora, ridacchiando: “Magari sopravvivenza. Il caso
Esenza.
to machismo, con stupro o
Passi l’affaire Dsk per co-
un’imprudenza, un troussage de
domestique c’è stato”. Laddove
subentrata la casa in mattoni
rossi di Tribeca, New York. Del-
lo stupro eventuale si parlerà an-
35 mila euro. È questo che i fran-
cesi non sopportano, e che co-
mincia ad indignare gli stessi so-
“Capisco bene che sentir parla-
re di simili affitti possa choccare
milioni di francesi, d’altra parte
potrà stabilire un
precedente nel diritto
me si è configurato all’interno per troussage s’intende il pal- cora, verranno i giorni del pro- cialisti. Il campione della gauche non è un segreto per nessuno internazionale, man
del Sofitel di New York, dove peggiamento spinto del patri- cesso. Ma al momento incom- che sbatte in faccia al mondo la che Strauss-Kahn e la sua con- mano che i paesi esposti al
permane qualche zona d’om- zio nei confronti della camerie- bono quei 632 metri quadrati sua ricchezza: imperdonabile. sorte dispongano di una certa cambiamento climatico
bra che il processo s’incariche- ra, lui maiale e lei ricattabile, lui sontuosamente distribuiti su tre Fanno i conti: è lo stipendio an- fortuna”. decidono di agire contro i
rà, forse, di rischiarare. Ma la ricco e lei povera. L’illustre per- piani, quei quattro bagni, quella nuale di un funzionario pubbli- maggiori responsabili
ricchezza no, quella non si per- sonaggio si è poi scusato: “Ho jacuzzi che pare una piscina, co. Ecco allora che il Partito so- UN MODO DI DIRE che un delle emissioni di CO2.
dona. Dominique sostenuto propositi totalmente quel terrazzo, quella cucina da cialista, finora prudente, comin- simile train-de-vie non è il più in-
Strauss-Kahn, nello spirito pub- ingiustificabili” e ha persino an- sogno, quella sala per il cinema, cia a prendere le distanze. Ecco dicato per dichiararsi paladino MALTA
blico francese, è ancora “in at- nunciato di voler lasciare il gior- dei disoccupati e dei senza casa.
tesa di giudizio” nell’orribile af- nalismo. Ma il tono era dato. Che insomma i socialisti sono Referendum
faire che l’oppone alla giovane
Ophelia. I suoi amici si son pre- LO STESSO USATO da Ber-
Ancora però c’è un’altra cosa. François Hollande
se ne va in giro in scooter e pri-
sul divorzio
cipitati a spiegare che non è
quel bruto descritto in questi
nard Henri-Levy: “Che ci faceva
da sola una cameriera in quella
chi lo difende, meggia nei sondaggi, e Martine
Aubry si veste come una suori- D omani referendum
per introdurre o
giorni, l’uomo che conosceva-
no. L’élite ha fatto quadrato, più
suite?”. E altri maestri di pensie-
ro, nella scia. Solo ieri, da Deau-
come un famoso na. C’è voglia di archiviare
Strauss-Kahn, con le sue grane
meno il divorzio. Malta e
le Filippine sono i soli
del Ps che si è attenuto alla “pre- ville, Sarkozy per la prima volta giudiziarie ma soprattutto con il paesi dove non c’è una
sunzione d’innocenza”. Dell’é- ha detto la sua, rispondendo alla giornalista che suo palazzo di Tribeca, la sua legge per mettere fine al
lite fa parte, per esempio, Jean domanda di una giornalista. E, Porsche Panamera, la sua casa di matrimonio. Il quesito,
François Kahn, filosofo e gior- forse, non è un caso che – oltre a ha detto: “È Marrakesh, il suo appartamento proposto dal deputato
nalista di grido, che dai micro- definire “particolarmente tri- di place des Vosges, i suoi abiti nazionalista Jeffrey
foni di France Culture aveva su- ste” l’intera vicenda – abbia det- stato solo un da 30 mila dollari. Questione di Pullicino Orlando, ha
bito trovato una spiegazione to di aver sentito commenti e La casa newyorchese Dna nazionale, da un paio di se- diviso l’opinione
per il comportamento del suo frasi “che non avrei voluto sen- palpeggiamento” di Strauss-Kahn (FOTO ANSA) coli a questa parte. pubblica.
pagina 13 Sabato 28 maggio 2011

DAL MONDO

UNA BOMBA
NEL LIBANO
DIMENTICATO
Feriti due militari italiani della missione Onu
Il contingente sarà presto ridotto Sequenza esplosiva Tre immagini dell’attentato e un mezzo dell’Unifil. Sotto, una manifestazione di Hezbollah. In basso, Frattini
di Alessandro Cisilin tutto per il contingente con-
nazionale, un cruento risve-
Quasi duemila che intimava Israele e il mo-
vimento sciita Hezbollah di
i temeva il peggio. La glio da un contesto in appa- uomini che fermare le armi, e al contem-

S morte di uno o più sol-


dati italiani annunciata
da media stranieri è sta-
ta poi smentita, ma restano i
feriti, ben sei, della brigata
renza sotto controllo, sep-
pur tra i condizionali legati
allo stato di crisi nel mondo
arabo e delle tensioni regio-
nali con Israele.
devono vegliare
sulla pace nel sud
po irrobustiva il contingente
dispiegato in Libano dopo il
precedente conflitto con
Israele nel 1978.
E il nostro paese si fece carico
meccanizzata Aosta, insedia- del più esteso contributo
tasi poco più di due settima- A ESPLODERE è stato un del paese, tra (1780 uomini), nonché per
ne fa. E rimane il fatto che si è ordigno artigianale, risultato tre anni (fino al 2010) del suo
trattato di un attentato, che devastante centrando in pie- influenza comando. A documentare il
rappresenta per la missione no un nostro convoglio. Piaz- successo, militare e diploma-
dell’Onu in Libano, e soprat- zato dietro a una barriera di israeliana e siriana tico, è stato l’effettivo cessate
cemento armato sulla traffi- il fuoco e la relativa pacifica-
cata superstrada che condu- zione interna, culminata con
Le prime notizie ce Beirut a Sidone, capitale
del governatorato del Sud, ha
niera grave ma non in peri-
colo di vita. “Uno è stato ope-
in una delle aree più sensibili
della regione mediorienta-
lancia l’intenzione di una ri-
duzione del contingente, cir-
le elezioni del 2009 e i suc-
cessivi governi di unità nazio-
parlavano colpito gli ultimi due dei
quattro veicoli in movimen-
rato alla carotide, l’altro ri-
schia di perdere un occhio”,
le”. costanza del resto prospetta-
ta dalla stessa scadenza uffi-
nale che hanno messo insie-
me sciiti, sunniti e cristiani,
di due morti to.
Sono seguite ore d’angoscia
ha precisato durante un in-
contro elettorale a Milano il
UNA REPLICA di quanto
gli stessi ministri erano stati
ciale della missione Unifil, fis-
sata almeno per ora alla fine
filoccidentali e filo siriani. Più
rilevante ancora, la stabilizza-
perché le agenzie riferivano ministro La Russa. “Sgomen- costretti a spiegare solo una dell’agosto prossimo. zione politico-militare è stata
Dubbi sulla di una vittima, l’emittente Al to e preoccupazione” dal pre- ventina di giorni fa per neu- Tale missione rappresentava accompagnata da tassi di cre-
Arabiya addirittura di due. Poi, sidente Napolitano; “Auguri tralizzare la sortita della Lega, il fiore all’occhiello della po- scita economica pressoché
matrice, non fortunatamente lo Stato Mag- di una pronta guarigione” dal che prospettava il loro ritiro litica estera dell’ultimo gover- sconosciuti in questi anni nel-
giore della Difesa smentiva, e premier Berlusconi, mentre il in vista di un dislocamento no Prodi, e forse dell’ultima l’arco mediterraneo, e sostan-
si esclude il portavoce della missione ministro degli Esteri Frattini sulle coste italiane, per difen- politica italiana per il Medio- zialmente immuni al crac fi-
Tenenti chiariva che due sol- ha riconosciuto il loro “con- derle dalle carrette dei mi- riente. Roma promosse nel nanziario globale del 2008.
al Qaeda dati risultavano feriti in ma- tributo decisivo alla stabilità granti. Frattini comunque ri- 2006 una risoluzione Onu Ora l’attentato, dopo anni di
quiete, tant’è che le ultime
vittime italiane risalgono alla
Hezbollah caduta accidentale di un eli-

“AIUTEREMO PRIMAVERA Araba cottero nel ’97.

NON CI SONO per ora ri-


A TROVARE Piano Marshall dal G8 vendicazioni, ma i segnali di
allarme erano evidenti. La cri-
I COLPEVOLI” l G8 sostiene i venti di democrazia
IMediterraneo.
che spirano sulla sponda sud del
E lancia dal summit di
mato”, spiegano i Grandi (Berlusconi
compreso) al termine di un summit
che ha visto Mosca dirsi pronta a “me-
si di governo, dal gennaio
scorso. Le tensioni tra i pro-
fughi palestinesi, sfociati nel-
di Stefania Pavone ne? Deauville un partenariato per la “Pri- diare” per l’uscita di scena del rais. le scorse settimane in scontri
Hezbollah condanna l'atten- mavera Araba”, creando un fondo – il Con Obama e Sarkozy che si dicono e vittime alla frontiera israe-

Ilah,bhraim El Moussaoui, capo


ufficio stampa di Hezbol-
appena tornato a Beirut
tato e contribuirà all'indivi-
duazione degli autori come
sostegno al ruolo decisivo de-
cui ammontare potrebbe arrivare a 40
miliardi di dollari – per accompagna-
re quei paesi nel loro cammino. Il ver-
“determinati a proseguire il lavoro fi-
no alla fine”. Anzi, il presidente ha
annunciato che andrà a Bengasi insie-
liana. La Siria, nel pieno delle
proteste e della sanguinosa
repressione. Hezbollah, che
dall’Italia, è amareggiato per gli italiani nell’Unifil. tice mette già sul piatto 20 miliardi di me al premier britannico David nei giorni scorsi aveva riba-
l'attentato. E sottolinea il de- Crescerà il caos? dollari per Tunisia e Egitto indirizzate Cameron. I Grandi leggono quanto sta dito la solidarietà a Damasco
licato equilibrio su cui di reg- Certo, l’attentato complica la sulla strada della democrazia, ma avvenendo nella regione anche in e, soprattutto, alla causa pa-
ge la politica libanese. situazione. Crediamo però guarda anche a quegli Stati – Libia e chiave di processo di pace e spiegano lestinese. Gli islamici libanesi
“Esprimiamo dolore per il fe- che la sua matrice sia salafita. Siria in primis – in cui la repressione che questi cambiamenti “rendono comunque smentiscono
rimento degli italiani, membri Che giudizio da Hezbollah tiene banco, condannando ogni vio- più, e non meno, importante” la ri- coinvolgimenti e condanna-
di un paese che ha portato sta- al ruolo italiano nell’Unifil? lenza. E mette nero su bianco – in una presa dei negoziati senza ulteriori no l’attacco. E nell’assenza di
bilità e pace. Gli italiani sono Gli italiani hanno fatto benis- posizione unanime – che Gheddafi se “rinvii” tra Israele e palestinesi. Chis- rivendicazioni finisce col suo-
sempre stati in prima linea, vi- simo il loro dovere e si sono ne deve andare. “Non è più legitti- sà se loro ne hanno voglia. nare credibile ed eloquente
cini alla popolazione”. distinti per il ruolo umanitario l’esultanza di siti stranieri, fi-
Quale è la vostra posizio- svolto a fianco dei libanesi. lo-quaedisti.
pagina 14 Sabato 28 maggio 2011

SECONDOTEMPO
SPETTACOLI,SPORT,IDEE
in & out

EROS E DINTORNI
Il giornalista tra amore, L’Aquila Giro d’Italia Blatter Moretti
filosofia e politica Sarà sede
del nuovo
Contador
lascia a
Guerra dei
dossier: la
Nastri
d’argento; 7
Centro Tiralongo la Fifa apre un nomination

SCALFARI
Sperimentale penultima procedimento ad Habemus
Cinematografia tappa su di lui Papam

SONO NARCISO, E ALLORA?


di Silvia Truzzi È già stato scritto. Sono due
risvolti di un medesimo im-
tutti. Per essere più pedestri,
vuol dire innamorarsi della vita e
da: è innamorato di sé?
Mi hanno invitato a presentare il
chiedevano un autografo, rispon-
devo: ‘Si chiedono ai calciatori’.
Può sfogare la sua satiriasi dove
gli pare. Il suo guaio è l'egola-

I
pulso: siamo animali sociali, far in modo di esercitare il potere mio libro alla Società di psicana- E questa non è superbia? tria.
abbiamo bisogno degli altri. in compagnia. Chi ha amore pa- lisi. A un certo punto mi hanno No, autentico imbarazzo. Molto colesterolo cattivo?
Infatti qualcuno lo dice. Ma po- ternale non è solitario nell'eser- detto: ‘Se l'amore per sé è un co- È vero che quand'era deputa- Lui quello buono non ce l'ha per
chi affermano che si tratta di cizio del potere. losterolo cattivo, la paternalità – to che disse a un vigile di Mi- niente.
istinto. Freud chiama l’amore Il padre però è uno e gerar- che contiene una buona quota di lano: “Lei non sa chi sono io”? E dall'altra parte? La classe
per gli altri Super-io, quello che chicamente superiore. amore per gli altri – è il coleste- È vero. Era il 1970, accompagna- dirigente che sta all'opposi-
cerca di imporre all'Io, e quindi Ma per me, per tutti quelli che rolo buono. Noi possiamo dire vo alla stazione mia moglie e le zione sembra del tutto non
all'Es, un dover essere. fanno bene il mestiere di dirige- che ha ben bilanciato i due co- bambine. C'erano due posti vuo- all'altezza.
Perché ci occupiamo del bene re un gruppo, la coralità diventa lesteroli’. Ho ringraziato per un ti riservati ai Carabinieri. Posteg- È una cosa che si dice. Voi del Fat-
comune? un presupposto. Sono sempre giudizio che mi riconosceva giai, un vigile mi disse di andar- to avete un fucile a due canne:
Moltissimi filosofi si sono posti andato al lavoro come si va a una equilibrio. In me c'è una dose mene. Gli spiegai che volevo so- sparate contemporaneamente
questa domanda, Schopenhauer festa. notevole di narcisismo. Il fatto di lo aiutare con le valigie la mia fa- un colpo sul Pdl e uno sul Pd.
con maggiore chiarezza di altri. Giuliano Ferrara l’ha sopran- saperlo può essere il colesterolo miglia. Intanto accostò, nell'al- Grazie, siamo democratica-
La socievolezza però è sempre nominata “Io” alludendo, ol- buono, ma la parte di colestero- tro posto riservato, una macchi- mente cattivi. Vogliamo par-
l primo momento di tedio de- stata collocata in una dimensio- tre che al titolo di un suo li- lo cattivo è alta. na, cui venne consentito di resta- lare della mai approvata leg-
v’essere arrivato al minuto 17, ne sentimentale. Non istintuale. bro, al suo narcisismo. Non si annoia a essere tratta- re: era l'auto del questore. E al- ge sul conflitto d’interessi?
perché Eugenio Scalfari chiede Se ciò che Freud chiama Su- Non è solo Ferrara. Da parecchi to come un venerato mae- lora dissi: “Io sono un deputato Sbagliarono gravemente.
di “essere corretto” se divaga per-Io fosse collocato nei dintor- anni mi sono appassionato della stro? della Repubblica. Se ci sta il que- Non è un dettaglio.
troppo: in realtà vuol far presen- ni della razionalità, non regge- conoscenza e ho fatto due vite Non mi dà fastidio. Il mio narci- store a maggior ragione ci posso No. Ma Bersani ha pubblicamen-
te che tempus fugit. Sesto piano rebbe all'irruenza degli istinti. parallele: accanto alla carriera sismo lo accetta volentieri. Però stare io. Nessuno dei due è un ca- te riconosciuto l'errore. Il Fatto
del condominio Repubblica, la Non può resistere con l'ausilio giornalistica e all’impegno poli- quando mi fermavano per la stra- rabiniere”. E me ne andai lascian- somiglia al Corriere che cerca
stanza del Fondatore è una bel- dei Carabinieri, sarebbe travolto tico ho avviato un percorso cul- da per dirmi cose gentili, m’imba- do lì l’auto. continuamente le crepe nel Pd
lissima biblioteca. In questi gior- ogni volta che gli istinti si mani- turale. E il problema dell'Io è af- razzavo. Domandavo molto bru- Come finì? perché l'ideologia di quel gior-
ni sta presentando il suo libro – festano nella loro irruenza an- fiorato subito. scamente: ‘Perché si complimen- Mi ritirò la patente – era scaduta nale è privilegiare il centro. Il Fat-
Scuote l’anima mia Eros (Einaudi, ti-sociale. Invece reggono: signi- Non ha risposto alla doman- ta?’. Era una difesa. Quando mi e non me ne ero accorto – mi die- to non si capisce chi privilegia.
17 euro; 120 pagine) – e le buste fica che questa forza di modera- de la multa. Su tutti i Forse nessuno: il giornale non
con lo struzzo campeggiano zione degli istinti è collocata in giornali uscì la versione è un partito. È una voce criti-
candidamente abbandonate su
un tavolo laterale. La noia è com-
un luogo psichico diverso.
Nella caverna?
Il fondatore del vigile, perché il co-
mando - legato all’asses-
ca, di stimolo e controllo sulla
politica. Il famoso cane da
prensibile: è reduce da una lun-
ga intervista all’Espresso, in cui
Sì. L’amore per gli altri è un fatto
biologico. Negli animali non è
di Repubblica sore al traffico che era
socal-democratico - te-
guardia.
Anche Repubblica non è un par-
ha concesso perfino confiden-
ze, dal non proprio tempestoso
così. La nostra è una specie de-
siderante, dove il desiderio è il
parla del suo lefonò all'Ansa. Io diedi
la mia versione, ma la
tito. Ma voi non stimolate. Spa-
rate a pallettoni.
salotto di Che tempo che fa e dal desiderio di desiderare. Riven- storia era troppo com- I giornali generalisti perdono
non meno complimentoso col- dico con umilità la collocazio- libro. Ma anche plicata. Ricevetti mol- copie. Non è il momento di
loquio sul divano dandinesco. ne della socievolezza nella tissime lettere di cittadi- ripensarli?
Però parla anche con noi: ed è un sfera istintuale. Mentre il di potere e ni indignati. Questo riguarda in prima linea
battesimo. In cui si cerca di ca- concetto di essere deside- Torniamo al potere, giornali come il Fatto. O come il
pire perché uno dei più grandi rante ovviamente non è satiriasi, in questo periodo Foglio.
giornalisti italiani ha deciso di in- mio. sembra impossibile Piano con i paragoni...
dossare l’abito del filosofo, tutti Se gli altri sono solo e attacca il Fatto parlarne senza parla- Voglio dire che il Foglio nella sua
lo scambiano per una veste tala- la soddisfazione di re di sesso: da Berlu- turpitudine esercita una funzio-
re e lo trattano come un papa. un desiderio, vuol sconi a Strauss-Kahn. ne maieutica sul pubblico. Co-
Cominciamo dal primo capi- dire che le scel- Sono degli ammalati. Esiste una me fate voi. Ma cosa saranno il
tolo del libro: s’intitola La ca- te che facciamo malattia che la medicina ha iden- Foglio o il Fatto, quando Berlusco-
verna di psiche. Un po’ cupo. prescindono tificato, si chiama satiriasi. Vero- ni e il berlusconismo non ci sa-
Direi oscuro. Noi avvertiamo gli dalla loro sog- nica Lario scrisse: ‘Mio marito è ranno più? Noi abbiamo uno sfo-
istinti nel loro nascere: si trasfor- gettività. Un po’ ammalato’. Strauss-Kahn è mol- glio importante, ma è una fortu-
mano in sentimenti quando ir- avvilente. to diverso da Berlusconi per ca- na. Perché da R2 in poi la politica
rompono dal profondo e vengo- Bè, che vuole, do- pacità politiche e intellettuali, scompare. Noi non avremo pro-
no a contatto con la mente. potutto è recipro- però pure lui sembra ammalato. blemi nel dopo Berlusconi.
In un'intervista all'Espresso co. Questi uomini a me paiono degli Al di là della contingenza, non
ha detto: “Parto da Freud, Nel libro parla impotenti. si compra più il quotidiano
ma ne rovescio la logica”. Pe- anche di potere. Crede che il governo Berlu- per sapere cosa succede. Il
rò la sua caverna sembra Dice: è una con- sconi cadrà? giornale dovrebbe guidare,
coincidere con l'Es freudiano. dizione triste Bisogna vedere se la Lega gli stac- evidenziare collegamenti, ap-
È proprio l'Es, se vogliamo atte- perché solitaria. ca la spina. Nel medio termine, profondire.
nerci alla dinamica freudiana E lei? Non neghe- avrebbe vantaggio a far cadere il Per questo oggi sia Repubblica
classica. L'istinto è la vita. rà di essere un uo- governo. Ma su un orizzonte più che il Fatto hanno in prima pagi-
Leopardi lo diceva così: la vita mo di potere? lungo no. Certo se perde Milano na il berlusconismo. Perché
è il sentimento dell'esistenza. C'è potere e potere e salta il tappo. Berlusconi però è spiegano i motivi, incomprensi-
Giusto. L'istinto base da cui tutti natura e natura. Io sento talmente ricco che i guai giudi- bili se non li approfondisci, per
gli altri derivano è quello di so- molto Eros, nelle sue va- ziari non lo toccano più di tanto. cui nonostante tutto c'è ancora
pravvivenza. Ce l'hanno tutti i vi- rie manifestazioni. E lo sen- consenso attorno a Berlusconi.
venti, ma in noi si biforca in due to con una tonalità paterna- Non è cosa di cui compiacersi,
istinti: l'amore per se stessi e l'a- le. Mi sono sempre innamo- Illustrazione di Emanuele ma il problema è la mancanza di
more per gli altri. rato dell'amore: non succede a Fucecchi un'alternativa valida.
Sabato 28 maggio 2011 pagina 15

SECONDO TEMPO

NOBILI DECADUTE

UNA JUVE QUALUNQUE


Un passato troppo grande e un presente piccolo piccolo:
la crisi d’identità bianconera
di Roberto Beccantini poco juventino, spiega il fal- BARCELLONA - MANCHESTER
limento e illustra la “corto-
l problema della Juven-

I
miranza” dei signori proprie-
tus è, semplicemente, la
Juventus. Ad agosto, l'a-
vevo collocata al sesto
tari. Delneri e il suo staff sa-
rebbero stati oltranzisti pri-
ma e ondivaghi poi.
UN SABATO DA CAMPIONI
posto. Ho sbagliato di uno. DI Luca Pisapia
Niente Champions, niente OGNI TECNICO a libro
Europa League: come ai paga si vede caricato delle uella di stasera tra Manchester United e Barcellona sarà la
tempi di Maifredi e Monte-
zemolo, la coppia di fatto
aspirazioni represse e delle
frustrazioni accumulate: te-
Qnuncia,
più grande finale di Champions League della storia. Lo an-
infischiandosene del famoso understatement britan-
che riuscì nell'impresa di mo che Conte, al di là del no- nico, il Daily Mirror. E, guardando ai numeri, si potrebbe dargli
sperperare il tesoro di Ro- me e del curriculum, potrà ragione. Essendo la prima finale che si gioca di sabato, invece
berto Baggio. Il problema salvarsi, esclusivamente, se del mercoledì, ci si aspetta un'audience televisiva pari al mezzo
della Juventus, di “questa” gli si aprirà il paracadute dei miliardo di persone che ha seguito la finale dei Mondiali 2010.
Juventus, è la pancia che, da risultati. In campo poi ci saranno le due squadre con il più alto numero
Calciopoli a oggi, ne ha do- Basta con l'alibi di Calciopo- di tifosi: 330 milioni per gli inglesi, oltre 200 per gli spagnoli;
minato gli umori e influen- li. Basta con le operazioni un quelle che per introiti possono rivaleggiare con le franchigie
zato la rotta. Tre punti in più tanto al chilo: urgono innesti degli sport americani: nel 2010 a bilancio 450 milioni per i
costituiscono il macabro mirati, fra i terzini e a metà blaugrana e 400 per i diavoli rossi; quelle che nelle loro file
confine tra l'ennesimo tra- campo. L'attacco è l'unico re- schierano i fuoriclasse del momento. Di fronte anche due al-
collo e l'ennesimo (manca- parto che non toccherei, o lenatori d'eccezione: il monumento Ferguson, 70 anni a di-
to) decollo. toccherei per ultimo. cembre, che vincendo la sua terza Champions eguaglierebbe il
La maglia pesa, ovunque e Brutto segno, se nel parlare record di Pasley, e lo splendido quarantenne Guardiola, il ca-
comunque: in campo, in dell'ultima stagione si finisce postipite della nouvelle vague dei giovani tecnici rampanti, che
panchina, in ufficio. Prova per sprofondare nella melma quando Fergie cominciava ad allenare non andava nemmeno
ne sia l'ultimo mercato, in- della penultima. alle elementari. E se per The Guardian Guardiola è bravo, ma per
titolato, come i precedenti, In base ai soldi profusi, sul essere considerato tra i migliori deve dimostrarlo allenando in
alla quantità. Era la prima Ju- lascito tecnico della Triade Inghilterra – e forse accadrà presto, perché come racconta
ventus di Andrea Agnelli e gli esperti di casa Elkann Cruyff a El Mundo Deportivo, l'anno prossimo Pep potrebbe la-
Giuseppe Marotta. Avevano avrebbero dovuto costruire sciare la Catalunya – per gli spagnoli è già nell'Olimpo. "Guar-
ereditato le macerie della ge- una Juventus meno qualun- diola domani (stasera, ndr) può diventare meglio di Mou" titola
stione Blanc, presidenteam- que e meno qualunquista. Marca, giornale di riferimento del madridismo che ne appro-
ministratoredelegatodiret- Quando c'era Amauri, man- fitta per tirare una stoccata al portoghese, che (anche) a Madrid
toregenerale tutto d'un fia- cava il passaporto; quando è cominciano a non sopportare più. Quella di stasera è anche la
to. Il nuovo “Triade”. Uomo arrivato il passaporto, è sfida tra due modi diversi di intendere la vita. Il gioco del Man-
di sport, ma non di calcio. Andrea Agnelli (FOTO LAPRESSE) scomparso Amauri. chester United, le sue rapide e improvvise ripartenze che su-
Quando si riparte da zero, Quando c'era la Juventus, blimano il pragmatismo di un popolo abituato ad andare al dun-
non bisogna indovinare mol-
ti numeri al lotto. Ne basta
Dal 2007 ha investito quasi quanto mancava lo stadio; ora che lo
stadio c'è, non c'è più la Ju-
que senza bisogno di fastidiosi orpelli, contro il possesso di
palla del Barcellona, quegli arabeschi infiniti alla ricerca del
uno, “quello”: l'esperto che,
scelto, sceglie. Con Blanc,
l’Inter di Moratti. Ma al contrario di ventus. Gino Palumbo, in-
ventore della Gazzetta nazio-
piacere supremo specchio della tranquillità latina. Anche il
modo in cui i quotidiani raccontano la vigilia è sintomo delle
John Elkann prese un gran- nal-popolare, avrebbe chio- profonde differenze culturali tra i due paesi:
chio, a conferma che non questa, ha sprecato tempo e denari sato così: parlatevi. nella forma e nella sostanza. In Inghilterra fra-
tutti sono capaci di passare si semplici e coincise, come un assist di Giggs
da Marchionne a Marchion- per l'inzuccata di Rooney; in Spagna periodi
ni senza lasciare tracce. sioni, gli obblighi, i debiti so generazionale, da tutti in interminabili pieni d'incisi, come l'infinita
Non è vero che la Juventus (verso la storia, verso la pan- gruppo e senza fuggitivi di ragnatela di passaggi a metà campo tra Xavi
abbia speso poco. Dal 2007, cia) di quassù. talento; ciò doverosamente e Iniesta. Da una parte l'accento sul gossip:
ha investito qualcosa come Per Tony Damascelli de il premesso, a scartabellare le foto del Daily Mail dei giocatori dello Uni-
187,3 milioni di euro, secon- Giornale, la Juventus si è fic- l'ultima infornata del Ct Pran- ted che appena arrivati a Londra si tuffano
da soltanto ai 195,2 milioni cata in un binario morto. Per delli sorgono imbarazzi non nel West End per il musical di cartello "Jer-
dell'Inter di Moratti (fonte me, in un labirinto. Cambia lievi: Balzaretti, Criscito, No- sey Boys"; o la copertina del Daily Star che ac-
Gazzetta dello Sport, 12 gen- poco. Adesso sì che, senza cerino, Giovinco erano tutti cusa Giggs, di cui si è appena scoperta un'a-
naio 2011). Al contrario, ha Champions, torna Conte ma della Juve, se non proprio mante segreta, di nasconderne altre. Dall'altra
sprecato tempo e denari. Il i conti non tornano, e ci vor- “da” Juve (e a ogni modo, Andrea il montaggio analogico dei quotidiani catalani
simbolo della campagna di ranno, a maggior ragione, molto più “da” Juve di alcuni Agnelli, El Periodico e La Vanguardia: nelle pagine di po-
Marotta resta Martinez, 12 idee capaci di affiancare e ce- titolari odierni o sedicenti ta- presidente litica le foto degli indignados caricati dalla po-
milioni, prelevato dal Cata- mentare i quattrini. Va bene li). della Juventus; lizia nelle piazze di Barcellona, nello sport le foto
nia a una velocità non infe- Pirlo, sempre che non sia lo- Deschamps, Ranieri, Ferrara, sotto, dei ragazzi che invadono festosi Hyde Park in at-
riore a quella che Blanc im- goro. Attraversiamo un mo- Zaccheroni, Delneri, Conte: Roberto tesa della finale. Splendori e miserie del gioco del
piegò per rapire Felipe Me- mento un po' così, di trapas- anche questo elenco, così Benigni calcio, le definirebbe Eduardo Galeano.
lo, alla modica cifra di 25 mi-
lioni, record di tutti i tempi e
di tutti gli scempi.

DELNERI, LUI, si è incar-


tato strada facendo, troppo
La ricerca della felicità secondo Benigni
artigiano per un ambiente QUESTA SERA A PESARO ROBERTACCIO SPIEGHERÀ COME INCREMENTARE IL BENESSERE INTERNO LORDO
ostaggio delle frenesie dei
giornali, degli anatemi del di Valerio Venturi pire in quale modo si mi- co toscano è di scena pro-
web e degli amarcord calcio-
poleschi, alcuni dei quali tut- onsoliamoci: anche se
sura il buon umore; quali
sono le regole, i parame-
prio questa sera a Pesaro
(Adriatic Arena di via Ga- A CASELLI
t'altro che faziosi. Fino al 6
gennaio, la situazione sem-
Csaremo
l'Italia uscirà dal G8 e
sempre più pove-
tri che possono portare a
definire il Bil, ovvero il
garin, ore 21.30, ticket da
33 a 60 euro) con uno il Premio Lajolo
brava sotto controllo. L'infor- ri, pare non sia il Pil a fare Benessere Interno Lordo show unico, irripetibile,
l Premio Davide Lajolo 2011 viene
tunio di Quagliarella, uno dei
rari acquisti a non essersi
rimbecilliti, ha contribuito a
la felicità. Lo diceva Ro-
bert Kennedy – ''il Pil mi-
sura tutto, eccetto ciò
– che dev'essere equo e
solidale: un nuovo stan-
dard per stabilire come
sicuramente anti-depres-
sivo, pieno di riferimenti
all'attualità e alla cultura.
Icapo
assegnato quest’oggi al procuratore
del Tribunale di Torino Gian Carlo
castrare le ambizioni. Non si che rende la vita vera- siamo messi, nell'insie- Strutturato in due parti, (FOTO ANSA) Caselli in occasione della diciottesima
tratta di gioco: si tratta di gio- mente degna di essere me, come nazione, un parte dalle stalle della po- edizione della passeggiata sull’itinera-
catori. Date a Delneri la rosa vissuta'' – e un po', causa punto di partenza per litica del bunga-bunga Gianna Nannini, Gian- rio letterario di Davide Lajolo “Il mare
di Allegri, con Ibrahimovic, e crisi, l'abbiamo capito creare – secondo le paro- (con benedette ed inedi- franco Fini, Vauro, Mar- verde - Ulisse sulle colline”. Poesia, na-
ad Allegri l'organico di Del- anche noi. le del patron della ker- te frecciate sulla campa- cello Veneziani, Andrea tura, musica e arte nello scenario della
neri, con Traorè: siete sicuri A Pesaro e Urbino è par- messe Matteo Ricci – ''u- gna elettorale e sull'imba- de Carlo, Helene Cooper, Riserva naturale della Valsarmassa
che lo scudetto lo vincereb- tito ieri il ''Festival della na nuova visione e un razzante show del signor Carlo Petrini e altri. Un (Asti). La passeggiata parte alle 14.30 da
be comunque il Milan? La Felicità'' messo in piedi nuovo modello di svilup- B. con Obama) per arri- parterre de roi che già Vinchio-Vaglio Serra, e prevede tre tap-
mediocrità del certame pre- da Provincia, Istat, Fon- po''. vare alle stelle, agli astri mette di buon umore. pe. Il presidente dell’Ente Parchi Asti-
mia i mercati di qualità. D'ac- dazione Carisp, Universi- Oltre cinquanta le perso- di Dante, aspirante alla Cominciamo ad allenar- giani, Gianfranco Miroglio, illustrerà la
cordo, Mazzarri ha spinto il tà di Urbino, Regione nalità coinvolte, tra poli- felicità eterna del Paradi- ci: a seconda di come an- mostra degli elaborati grafici delle scuo-
Napoli oltre le colonne d'Er- Marche, Upi: fino al 5 giu- tici, uomini di spettaco- so abitato da Beatrice. dranno i ballottaggi, ma- le per il logo del progetto “Le Colline
cole dei pronostici più arditi, gno, convegni, incontri, lo, economisti, giornali- Oltre al tosco, ci sono – in gari domani ci sarà da ri- del Mare”. Quindi, la premiazione del
ma non c'è paragone fra la dibattiti, eventi e spetta- sti. In primis il mitico Ro- ordine sparso – Kathleen dere e crescerà un po' il procuratore Caselli.
tensione di laggiù e le pres- coli, con l'obiettivo di ca- berto Benigni: l'istrioni- Kennedy, Sergio Rizzo, nostro Bil.
pagina 16 Sabato 28 maggio 2011

SECONDO TEMPO

SALISCENDI

TELE COMANDO
TG PAPI
+ ducente?”. Più che una do-
manda è un consiglio, un aiu- di Carlo Tecce
La7,
l’altra Rai3
ressi. Il palinsesto di La7 inizia sbranato dai partiti, ma pur

Figuraccia to, ma il “premier” non ascol-


ta, tira dritto e minaccia: “Re-
sterò nel settore della politica
finché non ci sarà una giusti-
zia giusta”. Poi, ha aggiunto:
Nchéella geografia televisiva
Rai3 e La7 sono vicine per-
lontane dal Cavaliere e
dal governo. Chi prepara le
con il telegiornale di Mentana
e si esaurisce in un paio di ore
con Otto e mezzo, In onda, l'In-
fedele, Exit, Le Invasione barba-
riche. Il resto è un contorno di
sempre un'azienda con oltre
3 miliardi di euro di fatturato.
E intorno all’evoluzione di
La7 c'è un paradosso: il suc-
cesso è condizionato da chi

a ovest e a est “Ho difeso l’istituzione del


presidente del Consiglio”. Ci
sarebbe un’altra strada, più
limpida: lasciarla libera.
valigie dal servizio pubblico –
e poi le disfa, come Fabio Fa-
zio e Giovanni Floris – vede
nell’emittente privata di Tele-
com Italia Media l'unico ap-
scarsa qualità, praticamente
ignorato dai telespettatori:
Gad Lerner può competere
con una prima serata di Rai o
Mediaset, un vecchio filmetto
potrebbe lavorarci. Se un Fa-
zio o un Floris non troveran-
no mai l'entusiasmo (o il co-
raggio?) di cambiare e prova-
re, allora a La7 ci andrà solo
di Paolo Ojetti sti anche ieri: se Berlusconi si g3 prodo. fa il solletico ai rivali. chi è escluso dai massimi si-

g1
spogliasse nudo per Deauvil-
le (ah, Giorgino, si pronuncia
T La pioggia di messaggi di
scuse per Obama non sfugge
La7 è una rete a strappi con
punti forti e punti debolissi-
Il canale di Telecom Italia Me-
dia vive con stupore il cam-
stemi di Rai e Mediaset. Ma
l'entusiasmo (o il coraggio?),
T Quando mister Obama apri-
rà il suo sito della Casa Bianca
Dovìl e non Dùville, che suo-
na romanesco, non france-
al Tg3. Ce ne sono di tristis-
simi, di seri e molti ironici. Da
mi, identificata nel telegior-
nale di Enrico Mentana e in
biamento, all'improvviso s'è
scoperta grande e adulta con
per carità, è una qualità non
richiesta a chi è popolare. Poi
non capirà davvero più niente. se), Sonia Sarno direbbe qui a un notiziario che mette pochi programmi d'informa- l'arrivo di Mentana: ascolti c’è da capire se La7 ha la forza
È intasato di messaggi: “Gentile che il “premier” sopporta po- a disagio, il passo è breve. zione. I dati di ascolto dicono che moltiplicano la media del e la voglia di contrastare Rai e
presidente, la prego di non dare co il caldo normanno. E, da Terzulli mostra impietosa- che La7 cresce a rilento e Rai3 giorno, vagonate di pubblici- Mediaset oppure di creare,
retta al signor Berlusconi dal Napoli, in chiusura di campa- mente Berlusconi che saltella tiene botta: la prima è sul 3,5 tà e, soprattutto, la consape- firmato un atto di non belli-
quale, fra l’altro, non mi sento gna, Marina Nalesso ha fir- da una parte all’altra del G8 per cento di share nel 2011, la volezza di esistere. geranza, un terzo polo televi-
affatto rappresentato. Accetti, mato un equilibrato servizio per raccontare i suoi guai, le seconda al 9,8 per cento. La Ora, come dicono a scuola i sivo che regge il moccolo ai
nel frattempo, le mie scuse”. Ec- dove Lettieri risultava la vitti- sue ossessioni. Se Obama fe- differenza numerica è un abis- professori più imbolsiti, l'am- due capitani, per ora diversa-
co, più o meno sono quasi tutti ma di un violento incendia- ce una faccia di circostanza, so, ma è proprio La7 il primo ministratore delegato Gio- mente all’ordine di Silvio Ber-
così, le reazioni dirette della rio: tale De Magistris. Medvedev sembrava ieri im- concorrente di Rai3: possono vanni Stella deve investire – lusconi.
gente comune al folle balletto di barazzato e, alla fine, com- condividere una linea edito- anche se Telecom è pronta a Una prova generale sarà l’as-
Berlusconi. Ma il Tg1, questo g2 passionevole. Una figuraccia riale simile, eppure devono vendere La7 – per il salto di segnazione delle frequenze
santuario della buona informa-
zione, non ne ha dato notizia.
T I messaggi avviliti non
hanno diritto di cittadinanza
a ovest e un’altra a est, un di-
sastro mondiale: a salvare il si-
combattere sul mercato. An-
che il pubblico di riferimento
qualità, trasformare la nicchia
in una platea, un diamante lì
per il digitale terrestre, i mul-
tiplex assegnati con il cele-
Certo, parlare del Tg1 come neanche sul Tg2 e, allora, ci si gnor B. non basterebbero si assomiglia: spalmato tra i 20 per caso in una collezione berrimo beauty contest , una
“mezzo di informazione” è un’ chiede seriamente a cosa ser- neanche marines e cosacchi. e i 50 anni con picchi tra i 64 d'oro. Non sarà facile. Nessu- gara a punti con dei vincitori
esagerazione fuor di luogo, an- vano più questi costosi forni- La solidarietà dei berlusco- in su, laureati, benestanti, più no (o quasi) è disposto a ri- certi: Rai, Mediaset e appunto
che se ieri sera, in un editoriale tori di aria fritta. Passa però il nes rende il tutto anche più uomini che donne, molti a nunciare ai contratti miliona- La7. Se davvero La7 è la pic-
tutto difensivo, Augusto Min- Berlusconi fuori controllo penoso: Bossi e Frattini par- Nord di Roma. Rai3 paga i ri (e sicuri) che garantisce via- cola che vuole conquistare il
zolini ha sostenuto di firmare il (“L’ho detto a tutti i capi di lano di Berlusconi come un guai di famiglia, una Rai lot- le Mazzini, un carrozzone mercato dominato dai colos-
miglior prodotto che c’è e che Stato che la magistratura mi “uomo sofferente, addolora- tizzata per tradizione che ten- si, dovrà pur rispettare le ra-
lui, uomo “tollerante”, è la vera perseguita”) e una domanda to”, come uno mentalmente de a servire il governo di tur- gioni di chi è fuori dal circuito
“vittima di Masanielli e Robe- di Ida Colucci: “Presidente esaurito. Vietti interviene: no; La7 fa riferimento a un Il direttore e vorrebbe entrarci?
spierre improvvisati”. Però, par- non crede che insistere su forse Obama non ha capito, gruppo quotato in Borsa che del Tg La7 Elaborazione dati Auditel studio
lano i telegiornali che si sono vi- questo punto sia contropro- noi purtroppo sì. deve miscelare libertà e inte- Enrico Mentana Frasi

LA TV DI OGGI
11.10 RUBRICA 7+ 14.00 EVENTO SPORTIVO 14.00 NOTIZIARIO TG 20.57 PREVISIONI DEL TEM- 13.00 NOTIZIARIO TG5 - 12.25 NOTIZIARIO Studio 11.30 NOTIZIARIO TG4 - 11.25 TELEFILM Ultime dal
12.00 VARIETÀ La prova Mondiale Formula 1 2011 Regione - TG3 - TG3 Pixel PO Meteo Meteo 5 Aperto - Meteo Meteo - Vie d'Italia noti- cielo "Il camaleonte"
del cuoco Da Montecarlo GP di 14.50 EVENTO SPORTIVO 21.00 NOTIZIARIO News 13.40 TELEFILM Cougar 13.00 NOTIZIARIO SPORTI- zie sul traffico "Previsioni del tempo"
13.30 NOTIZIARIO TG1 Monaco: qualifiche Ciclismo, 94º Giro d'Italia lunghe da 24 Town "San Valentino" VO Studio Sport 12.00 TELEFILM Wolff - Un 13.30 NOTIZIARIO TG La7
14.00 RUBRICA Easy Driver (DIRETTA) 20a tappa: Verbania - 21.27 PREVISIONI DEL TEM- "Che cosa ci fai nella mia 13.35 NOTIZIARIO TGCom poliziotto a Berlino 13.55 TELEFILM Dio vede e
14.30 VARIETÀ Le amiche 15.30 VARIETÀ Top of the Sestriere (DIRETTA) PO Meteo vita?" 13.40 SIT COM All Stars 13.00 TELEFILM Distretto provvede "La suora che
del sabato Pops 2011 17.10 RUBRICA SPORTIVA 21.30 RUBRICA Meridiana 14.40 FILM Laguna blu 14.10 FILM Il ritmo del di Polizia visse due volte" "Viva le
17.00 NOTIZIARIO TG1 - 17.00 RUBRICA Sereno Processo alla tappa - Scienza 1 16.40 MINISERIE Due successo 13.50 REAL TV Forum: ses- spose"
Che tempo fa variabile (DIRETTA) 21.57 PREVISIONI DEL TEM- imbroglioni e... mezzo! 2 16.30 FILM Ragazze nel sione pomeridiana del 16.00 FILM Uomini
17.15 RUBRICA RELIGIOSA 18.00 NOTIZIARIO TG2 18.00 RUBRICA Tv talk PO Meteo 18.50 GIOCO Chi vuol pallone 4 Sabato d'amianto contro l'inferno
A sua immagine L.I.S. - Meteo 2 19.00 NOTIZIARIO TG3 - 22.00 ATTUALITÀ Inchiesta essere milionario 18.00 TELEFILM Zeke e 14.55 VARIETÀ Ieri e oggi 18.05 TELEFILM Relic Hun-
17.45 DOCUMENTARIO 18.05 RUBRICA Crazy TG Regione - Meteo 3 (Interni) (REPLICA) 20.00 NOTIZIARIO TG5 - Luther in tv ter "La formula dell'oro"
Passaggio a Nord Ovest Parade 20.00 ATTUALITÀ Blob 22.30 NOTIZIARIO News Meteo 5 18.30 NOTIZIARIO Studio 15.15 FILM Poirot e la salma "La pietra del male"
18.50 GIOCO L'eredità 18.35 TELEFILM Primeval presenta Vota Antonio lunghe da 24 20.30 ATTUALITÀ Striscia Aperto - Meteo 17.00 TELEFILM Detective 20.00 NOTIZIARIO TG La7
20.00 NOTIZIARIO TG1 19.30 TELEFILM Squadra 20.10 ATTUALITÀ Che 22.57 PREVISIONI DEL TEM- la Notizia - La voce del- 19.00 CARTONI ANIMATI Monk 20.30 ATTUALITÀ In Onda
20.25 EVENTO SPORTIVO Speciale Cobra 11 tempo che fa PO Meteo l'improvvidenza Bugs Bunny 18.55 NOTIZIARIO TG4 - "Pensioni e lavoro: Se
Calcio, UEFA Champions 20.25 Estrazioni del Lotto 21.30 DOCUMENTARIO 23.00 RUBRICA Consumi e 21.10 REALITY SHOW Ita- 19.20 FILM Princess - Alla Meteo potessi avere 2000 euro al
League 2010/2011 Finale 20.30 NOTIZIARIO TG2 - Ulisse: Il piacere della consumi lia's got talent ricerca del vero amore 19.35 SOAP OPERA Tempe- mese..."
Barcellona - Manchester 20.30 scoperta 23.27 PREVISIONI DEL TEM- 0.30 VARIETÀ Chiambret- 21.10 FILM Mr. Magorium e sta d'amore 21.30 TELEFILM L'ispettore
United (DIRETTA) 21.05 FILM Tutta colpa 23.25 NOTIZIARIO TG3 - PO Meteo ti Night & Day - Solo per la bottega delle meraviglie 20.30 TELEFILM Walker Barnaby "Segreti e spie"
23.00 RUBRICA SPORTIVA dell'amore TG Regione 23.30 RUBRICA Tempi sup- numeri uno 23.05 EVENTO SPORTIVO, Texas Ranger 23.30 TELEFILM New Tricks
90° Minuto Champions 23.00 TELEFILM Three 23.45 ATTUALITÀ Un gior- plementari 1.30 NOTIZIARIO TG5 - World Series of Boxing 21.30 FILM The Unsaid - "Episodio pilota"
23.35 RUBRICA Italia mia, Rivers no in Pretura 23.57 PREVISIONI DEL TEM- Meteo 5 Notte Finale categoria pesi mas- Sotto silenzio 0.55 NOTIZIARIO TG La7
esercizi di memoria 23.40 NOTIZIARIO TG2 0.45 NOTIZIARIO TG3 PO Meteo 2.00 ATTUALITÀ Striscia simi Clemente Russo - 23.40 FILM Il commissario 1.05 ATTUALITÀ M.O.D.A
0.20 RUBRICA Cinemato- 23.55 RUBRICA TG2 Dossier 0.55 RUBRICA TG3 Agen- 0.00 NOTIZIARIO News la Notizia - La voce del- Magomedrasul Medzhidov Wallander - Profughi ed 1.50 FILM Totò di notte
grafo 0.40 RUBRICA TG2 Storie da del mondo lunghe da 24 l'improvvidenza (REPLICA) 0.30 FILM Lasko eroina n. 1
1.10 NOTIZIARIO TG1 - I racconti della settima- 1.10 ATTUALITÀ TG3 0.27 PREVISIONI DEL TEM- 2.20 FILM Và dove ti por- 2.30 ATTUALITÀ TV 1.35 NOTIZIARIO TG4 3.40 DOCUMENTI La7
Notte - TG1 Focus na Sabato notte PO Meteo ta il cuore Moda (REPLICA) Night News Colors

TRAME DEI FILM PROGRAMMIDA NON PERDERE


/ Mr. Magorium e la bottega...  Barcellona - Manchester United  Ulisse: Il piacere della scoperta
La goffa e timida Molly Mahoney, man- L’appuntamento più atteso da tutti gli In questa puntata Alberto Angela invi-
da avanti da qualche tempo il negozio appassionati di calcio: la finale di ta a un viaggio piccolo ma affascinante:
di giocattoli del signor Magorium. Non Champions League. Si trovano di fronte i quattro chilometri del Canal Grande
si tratta, però, di un negozio come gli le due formazioni più competitive d’Eu- per scoprire i tanti straordinari edifici
altri. La bottega, infatti, oltre ad essere ropa il Barcellona di Pep Guardiola e il che si affacciano su questa strada d’ac-
tanto grande quanto bizzarra, nasconde Manchester United di Sir Alex Fergu- qua e rendono Venezia una città unica
un segreto: è, a tutti gli effetti, un luogo son. Favoriti i catalani che possono con- al mondo. Dietro ogni portone, sotto
magico dove non è difficile incontrare tare sul Pallone d’Oro Leo Messi, ma da ogni cupola si nascondono tante storie.
/ Tutta colpa dell’amore / The Unsaid - Sotto silenzio  In Onda
burattini che prendono vita, mini dino- non sottovalutare la voglia di rivincita Il viaggio comincia da Piazza San Mar-
Melanie Carmichael, fashion designer di La vita e la carriera di Michael Hunter, Dai dati INPS del 2010 emerge il 50%
sauri che si muovono e orsacchiotti che degli inglesi dopo la sconfitta nella co: da una parte la Basilica, dall’altra
successo, si muove nella modaiola New brillante psichiatra, vengono distrutte dei pensionati percepisce una pensione
abbracciano i bambini. finalissima del 2009 a Roma. Palazzo Ducale.
York con la disinvoltura di chi è nata dal tragico, quanto inaspettato, suicidio di 500 euro. I dati raccolti nel libro di
con la camicia. Bell’aspetto, carriera Italia 1 21,10 del figlio. Dopo un lungo periodo passa-
Rai 1 20,25 Mario Giordano intitolato “Sanguisu-
Rai 3 21,30
soddisfacente e il miglior scapolo della to in un volotario ascetico isolamento, ghe - Le pensioni d’oro che ci prosciu-
Grande Mela ai suoi piedi. Quando lui ad Hunter si presenta l’occasione di gano le tasche”, descrivono uno scena-
le fa la fatidica proposta, lei si trova tornare al lavoro che ama. Il paziente, rio completamente opposto. Ospiti: il
costretta ad affrontare l’unico neo di Thomas Caffey, è un giovane rimasto Segretario nazionale Fiom Maurizio
una vita perfetta: il primo marito. Mela- traumatizzato dal folle gesto che ha Landini, il Direttore di News Mediaset
nie infatti non ha ancora ottenuto il portato suo padre ad uccidere sua Mario Giordano e al giornalista econo-
divorzio dal bel Jake. madre. mico Oscar Giannino.
Rai 2 21,05 Rete 4 21,30 La7 20,30
Sabato 28 maggio 2011 pagina 17

SECONDO TEMPO

feedback$
MONDO
CONCLUSO IL VERTICE FRANCESE
WEB
di Federico Mello
è “IL FAVOLOSO MONDO DI PISAPIE”
UN CORTO TUTTO DA RIDERE SULLA MILANO DI PISAPIA
Gli utenti della Rete, che in questi giorni hanno seppellito di ironia
la campagna di Letizia Moratti, non potevano esimersi dal regalare
un’ultima chicca per la vigilia del voto. È comparso ieri su YouTube
un video esilarante “Scritto dal premio Strega Letizia Moratti”,
“Diretto da Red Ronnie” e realizzato dal gruppo “Il terzo segreto
di satira”. È la storia di un elettore che, nella cabina elettorale,
Commenti al post
su ilFattoQuotidiano.it:
“L’ossessione di B.
davanti al mondo:
“Giustizia patologia
nostra democrazia”
viene preso da visioni sulla Milano governata da Pisapia. È un

Internet e G8 è L’HUFFINGTON? NON È DI ARIANNA


DUE CONSULENTI PRESENTANO UNA QUERELA
“L’Huffington Post l’abbiamo inventato
mondo “da incubo”: il Corriere titola: “3000
clandestini sbarcano sul naviglio”; per far prelevare
contante i bancomat chiedono la tessera Arci; in giro
per la città ci sono solo locandine dei film di Moretti; il
novello sindaco dai manifesti murari dà “un abbraccio
è DELLE DUE l’una: o sta
male e non si rende conto di
quello che dice, o è talmente
disperato che è disposto a
svilire il paese davanti al

in chiaroscuro noi”. È sempre più sotto attacco Arianna


Huffington, fondatrice del super-blog
venduto ad Aol per 315 milioni di dollari.
Peter Daou e James Boyce, due
consulenti del Partito democratico
sincero agli amici di al Qaeda”; la pizza prosciutto e
funghi si chiama “La Togliatti” e i gazebo di Pisapia
distribuiscono eroina. Alla fine l’elettore butterà il
cuore oltre l’ostacolo ma... andate a vederlo:
http://youtu.be/rwDWrrW4cg8.
mondo pur di salvarsi la
ghirba. In entrambi i casi
alzate le dosi di calmante –
che non è la pillolina blu –
Bonaiuti dov’è quando serve?
un bilancio in chiaroscuro menti” nella banda larga ad alta americano, sostengono di aver
ÈG8quello che chiude il primo
della storia in cui si è parlato
velocità. Dalla politica, però,
non è arrivato molto: nel docu-
avuto l’idea del sito e di aver
collaborato alla sua nascita con è NON RIESCO ad
Cal

di Internet. Se da una parte per mento finale del G8 “vero”, si af- il partner di Arianna, Kenneth immaginarmi le risate dei vari
la prima volta gli otto grandi ferma che la Rete “è diventata Lerer. I due, dopo che una Obama, Sarkozy, Merkel, ecc.
hanno parlato della Rete nei lo- essenziale per le nostre società, loro richiesta alla giornalista è dietro le spalle di questo
ro incontri – dedicando un ca- per l’economia e la crescita”, e i stata rimandata al mittente, piccolo (in tutti i sensi)
pitolo del documento finale del grandi “incoraggiano” lo svilup- hanno deciso di presentare omiciattolo.
vertice al web; dall’altra, poco o po della banda larga e la prote- querela. A muso duro la Mauro-67
nullo è stato il coinvolgimento zione della proprietà intellet- risposta della Huffington che
della “società civile connessa” tuale. Viene affermato anche nega tutto. è QUEST’UOMO è
(blogger, intellettuali, ecc; che è indispensabile salvaguar- andato proprio. Povera Italia.
l’hanno fatta da padrone i mana- dare la “libertà di opinione”, e Danyb
ger) negli incontri, e vaghi sono “ogni censura o restrizione arbi-
stati gli impegni presi dagli Otto traria o indiscriminata all’acces- è PDL + LEGA NON
per lo sviluppo della rete. so a Internet è incompatibile sono stati votati dal 50% + 1
“Più Internet per tutti, gratis e in con gli obblighi internazionali dei votanti, essi sono al
ogni angolo del pianeta” era sta- degli Stati e inaccettabile”. Il G8 governo grazie a una legge
ta la richiesta principale degli “si impegna” a incoraggiare “l’u- elettorale che gli permette di
e-protagonisti invitati al tavolo so di Internet come strumento governare con una
dei politici. Reduci dell’e-G8 a per far avanzare i diritti umani e maggioranza relativa
Parigi, gli uomini che guidano la partecipazione democratica (inferiore al 50% dei voti
Facebook (Mark Zuckerberg), in tutto il mondo” mentre priva- validi)!!!!!!
Google (Eric Schmidt) e altri gi- cy e sicurezza del web richiedo- Erika
ganti on line si sono poi trasferiti no “coordinamento fra i gover-
a Deauville per discutere nel G8 ni, organizzazioni regionali e in- è CHI DEVE firmare per il
“vero”. Tra le loro richieste quel- ternazionali, settore privato e TSO? Qualcuno lo faccia al
la di “proteggere la proprietà in- società civile”. Insomma, al più più presto.
tellettuale” senza “creare osta- un inizio. Al prossimo vertice si Hal Incandenza
coli alla crescita e allo sviluppo” può fare di più.
della rete, e “massicci investi- f.mello@ilfattoquotidiano.it è MAGARI se i nostri
“rappresentanti”
“democraticamente eletti”
Il sito dell’e-G8; evitassero di compiere reati
I FILM LO SPORT Arianna Huffington; un’immagine magari la magistratura li
da “Il favoloso mondo di Pisapie”; lascerebbe stare no?
SC1= Cinema 1 SCF=Cinema Family SP1=Sport 1 il sito dedicato a Bob Dylan Robycarr
SCH=Cinema Hits SCC=Cinema Comedy SP2=Sport 2
SCP=Cinema Passion SCM=Cinema Max SP3=Sport 3
è PERCHÈ si ostina a
19.10 I perfetti innamorati SCP 15.00 Golf, PGA European Tour
prendere il viagra al posto del
19.10 Io non ho paura SC1 2011 BMW PGA Championship:
valium?
19.20 L'era glaciale 3 SCF 3a giornata (Diretta) SP3
Anthos
19.20 Triplo Inganno - Wrong 15.55 Rugby, AVIVA Premiership
Number SCM 2010/2011 Finale Leicester è PER I GRILLINI: e
19.20 Un povero ricco SCC Tigers - Saracens (Diretta) SP2 questo qui sarebbe uguale a
19.40 Un principe in giacca e 18.15 Basket, Serie A maschile Bersani? Forse vi rendete
cravatta SCH 2010/2011 Playoff - Quarti di conto adesso delle bestialità
21.00 Prima tv La banda dei finale, Gara 4 Benetton Treviso - che dice il vostro guru e che
coccodrilli, tutti per uno SCF Air Avellino (Replica) SP2 voi ripetete a pappagallo?
21.00 Screamers SCM 20.40 Dallo stadio Wembley di Mimmobreve
21.00 In mezzo scorre il fiume SCP Londra Calcio, UEFA Champions
21.00 Ace Ventura l'acchiap- League 2010/2011 Finale è IL MONDO ci ride dietro
panimali SCC Barcellona - Manchester Utd per colpa di questo pagliaccio
21.10 Pelham 123: Ostaggi in (Diretta) SP1 che si sente perseguitato dal
metropolitana SCH 21.00 Golf, PGA European Tour fantasma di Lenin. I giovani
21.10 Iron Man 2 SC1 2011 BMW PGA Championship: che lavorano all’estero
22.30 Oggi sposi SCC 3a giornata (Replica) SP3 vengono discriminati grazie
22.35 Down to Earth: ritorno 21.45 Basket, NBA 2010/2011 alle cazzate che dice questo
dal paradiso SCF Playoff - Finale di Conference, vecchio pistola.
22.55 Shutter Island SCM Gara 5 Dallas Mavs - Oklaho- Alan Bicco
23.05 Adventureland SCH ma City Thunder (Replica) SP2
23.10 Niente velo per Jasira SCP 0.00 Dallo stadio Wembley di è QUESTI siparietti a
23.20 Toy Story 3 SC1 Londra Calcio, UEFA Champions livello di “Albero Azzurro” (il
0.25 Amore 14 SCF League 2010/2011 Finale Barcel- livello “Ciao-Ciao” lo
0.35 L'erba di Grace SCC lona - Manchester United abbiamo superato da tempo)
1.00 Society - The Horror SCH (Replica) SP1 hanno un pochino stancato.
Il sito del... 1821 Ma solo un pochino è...
Per festeggiare i suoi 190 anni è “SOLO ANIMALI UCCISI DA ME” Miomao70
il quotidiano britannico LA NUOVA DIETA DI ZUCKERBERG

RADIO Guardian ha realizzato una


versione del suo sito web con
un’impostazione grafica di
L’ultima delle “follie” di Mark Zuckerberg,
l’inventore di Facebook, è un po’ macabra:
come riporta la rivista Fortune la “missione”
è PERCHÉ non sono di
Milano o Napoli?! Voglio
andare a votare!
è UN ANNO CON BOB DYLAN
A “In Europa” protagonista PORTALE CON STORIA E MUSICA
inizio ‘800. Chiaro e
cliccabile, è perfetto esempio
che il miliardario 27enne si è dato per il 2011
è “mangiare solo carne di animali uccisi con
Floss
William Butler Yeats Martedì 24 maggio Bob Dylan ha
compiuto 70 anni. Festeggiato da fan,
di (finto) “vintage web” le proprie mani”. La decisione, che per il è BASTA, basta. L’Italia
Protagonista della puntata odierna è il poeta irlandese golden boy della Silicon Valley dovrebbe deve liberarsi di questo
giornali e siti web di tutto il mondo, il
William Butler Yeats. aiutarlo a diventare vegetariano, segue quella figuro e di TUTTI i suoi
signor Zimmerman ha anche in Italia
Umberto Broccoli apre la puntata con le parole del del 2009 di portare la cravatta ogni giorno e sostenitori. Non ci sono più
uno stuolo di ammiratori devoti. A
poeta, i suoi primi ricordi:“ i miei primi ricordi sono quella dell’anno seguente di imparare il alibi.
loro è rivolto il progetto highweb61.com che ha l’obiettivo
frammentari, isolati, contemporanei…”; segue una lette- cinese. Secondo Fortune a introdurre Pasquale
di prendere spunto della musica di Dylan per raccontare
ra al padre: ”l’influsso di mio padre sui miei pensieri era Zuckerberg alla pratica è stata la chef Jesse
periodi storici associati alla sua vita: una sperimentazione,
al culmine”; infine un breve bilancio esistenziale:“Sono Cool, che lo ha portato nel suo ranch di Palo è RAGAZZI, questo è
scrivono i responsabili del sito, che punta a “raccontare
dunque vissuo con la mia giovinezza e la mia infanzia, Alto facendogli sgozzare capre, maiali e polli, andato fuori di testa del
con una nuova prospettiva la sua opera, e che dia la
non sempre scrivendone ma pensandoci quasi ogni gior- pratica immediatamente descritta in un post tutto. L’aveva detto sua
possibilità di ripercorrere storie personali, italiane e
no”. Per l’attualità europea Tiziana Di Simone intervi- sul suo profilo: “La mia sfida personale per moglie, ormai due anni fa,
internazionali, attraverso questo personaggio diviso tra
sta Niamh Kinsella, direttrice dell’Ufficio del Turismo quest’anno è essere grato per il cibo che che è malato. Questo non è il
Irlandese in Italia, sulla persistenza in Irlanda di sim-
musica e impegno”. Il sito, dove troveranno spazio
mangio – spiega Zuckerberg – la gente momento di gioire per
boli mitologici e di luoghi “magici” . contributi inediti di giornalisti, scrittori, vignettisti e
spesso dimentica che per mangiare carne un l’ormai prossima ed
Per la Rubrica “l’Europa di ieri”, in collaborazione con musicisti, verrà aggiornato fino al 23 maggio 2012 per
essere vivente deve essere ucciso, quindi il inevitabile caduta, ma stare
le Teche RAI , ascolteremo l’annuncio della morte di festeggiare un intero anno “insieme a Bob Dylan”.
mio obiettivo è non dimenticarlo”. Sempre all’erta perchè ora è
Bobby Sands, 5 maggio 1981. in tema, a detta dell’inventore di Facebook, disperato e capace di tutto.
In chiusura una poesia di Yeats dal titolo “Lo sprone”. sarà la sfida dell’anno prossimo: Zuckerberg Non abbassiamo la guardia!!!
Radiouno 9,35 ha in mente di diventare un cacciatore. Dino Pavan
pagina 18 Sabato 28 maggio 2011

SECONDO TEMPO

Battibecco
PIAZZA GRANDE É di Massimo Fini

SE L’AFRICA HA
IL MAL D’EUROPA
I giovani deprezzati S iamo continuamente sollecitati a versare, anche via sms, un obolo
per l'Africa nera, soprattutto per i bambini che non hanno scuole,
che non possono usufruire di un'educazione come si deve, che
muoiono di malattie da noi curabilissime, come il tifo, o scomparse da
di Alessandro Rosina* ll Paese invecchia, quale la difesa del benessere tempo come la malaria. Alcune aziende, per accattivarsi i possibili
presente dei padri è stata clienti, dichiarano che uno o due euro saranno destinati ad aiutare
ifficile capire la realtà i ragazzi diventano tanto clamorosamente e ino-

D
l'Africa. Quando questi soldi arrivano a destinazione, se vi arrivano,
e interpretare i cam- pinatamente scaricata sul fu-
biamenti in atto se ci merce rara e, in turo dei figli. Ora quell’ere-
sono maneggiati da ong che, animate dalle migliori intenzioni, li
utilizzano per certi progetti in loco.
mancano le parole per teoria, preziosa dità pesa su una fascia della
A queste 'anime belle' voglio raccontare la storia di Nana
indicarli. Anche nell’innova- popolazione che nel frat-
Konadu Yadom, una Ashanti, antichissima tribù dell'Africa
zione del linguaggio siamo Invece perdono tempo è diventata demogra-
nera, regina di un piccolo villaggio, Besoro, immerso nella
in ritardo e questo la dice ficamente e socialmente
lunga sulla nostra incapacità peso politico e sempre più fragile. L’allarme giungla subtropicale del Ghana. Quando è ancora principessa
non solo politica, ma prima che demografiche e dell'i- più recente è quello della Nana parte per l'Italia perché vuole incontrare una suora di
ancora culturale, di leggere devono pagare un nerzia nel riadattare e rive- Corte dei Conti e delle agen- cui ha sentito parlare e l'ha affascinata. Al momento di partire
il mutamento e coglierne le dere le regole del gioco della zie di rating che sottolinea- è presa da qualche dubbio guardando i volti luminosi, gli occhi
implicazioni. Un esempio?
debito pubblico che partecipazione democrati- no l’importanza di misure limpidi, sereni della sua gente e i mille bambini che
Nella lingua italiana il pro- la generazione dei ca, i giovani italiani si trova- più incisive per ridurre il de- scorrazzano allegramente. Ma parte. L'impulso alla
cesso di continuo aumento no oggi a essere quelli con bito e stimolare la crescita. conoscenza è più forte. Prima di raggiungere la suora, che
della popolazione anziana padri ha scaricato minor peso elettorale e po- Vengono in mente le parole dovrebbe stare, secondo vaghe indicazioni, in una città del
viene chiamato “invecchia- litico nel mondo occidenta- di Edmondo Berselli che in Nord, si ferma in Sicilia dove, per vivere, si adatta a fare la colf.
mento” demografico. Si usa su di loro le. In altri paesi si stanno fa- un articolo su Repubblica il 20 Quando raggiunge la città della suora, Schio, viene a sapere
invece il termine di “ringio- cendo passi concreti per ab- ottobre 2008 scriveva scon- che è morta da cinquant'anni. Si ferma a Schio, sempre come
vanimento” per indicare bassare il voto a 16 anni. Nel solatamente: “A lungo si è domestica. Del nostro Paese non ha una percezione negativa,
l’aumento della consistenza riduzione del peso delle nostro sistema bicamerale detto che con il debito pub-
ne ammira le conquiste, anche se nota che tutti hanno sempre
numerica delle nuove gene- nuove generazioni dovrebbe perfetto solo le generazioni blico stavamo ipotecando il
razioni. Manca invece nel vo- proprio per questo mettere over 40 sono rappresentate futuro dei nostri figli. Evi- una tremenda fretta, vanno di corsa, sono ossessionati da uno
cabolario un nome per indi- in campo esplicite politiche sia alla Camera che al Sena- dentemente non bastava: strano strumento, l'orologio, tutte cose sconosciute a Besoro,
care il processo opposto, che ne promuovano il con- to. noi siam fatti così, le nuove anche perché a Besoro l'orologio non esiste, ci si regola con il
quello che corrisponde alla tributo attivo. Compensan- Il secondo esempio è il ma- generazioni ci piace rapinar- levar del sole e quando l'ombra lambisce le radici di un certo
progressiva riduzione del do così la riduzione quanti- cigno del debito pubblico. le”. baobab. Nel frattempo a Besoro la regina morente, che è sua
peso dei giovani nella popo- tativa con un potenziamento Difficile trovare un’altra *docente di Demografia alla zia, l'ha nominata per la successione. Ma Nana rimane ancora
lazione. qualitativo del loro ruolo grande democrazia nella Cattolica di Milano un po' in Italia. Diventa un caso: una regina che fa la sguattera!
Un vocabolo mai introdotto nella società e nel mercato Finisce sui giornali. Per un pelo non la portano all'Isola
prima anche perché in pas- del lavoro. Solo così il Paese Un nucleo familiare ghanese (FOTO OLYCOM)
dei Famosi. Dopo diciotto anni in Italia, Nana torna al
sato non serviva. Fino a tren- può continuare a crescere e suo villaggio, richiamata dal Consiglio degli Anziani
t’anni fa i giovani erano in- rimanere competitivo. perché adempia ai suoi doveri di regina. Ormai
fatti un bene abbondante- In assenza di lungimiranza partecipe delle due culture Nana vuole portare
mente presente nella popo- nella classe dirigente, l’alleg- qualche innovazione a Besoro, niente di grandioso:
lazione. Poi, come conse- gerimento dei giovani ri- una piccola scuola, un piccolo ospedale. Costruito
guenza dell’accentuata e schia, invece, di affievolirne
questo il medico, un nero pure lui, le fa notare che
persistente denatalità, han- le istanze e di vederne sot-
no iniziato ad affacciarsi in torappresentati gli interessi. l'ospedale è inutile se non si costruisce anche un pozzo
età adulta generazioni via via Diventa più difficile supera- in modo che i bambini e gli adulti di Besoro non si
quantitativamente sempre re le resistenze di chi difen- abbeverino a un laghetto putrido dove si infettano.
meno consistenti. Siamo sta- de lo status quo e le posi- Comincia così una nota trafila da cui non si esce più. I
ti il primo Paese al mondo zioni di rendita. L’esito è una bambini si ammalano di meno, ma Nana nota con
che ha visto gli over 65 su- società che diventa più chiu- sorpresa, che gli abitanti sono diventati tristi, non
perare gli under 15. Secondo sa, meno dinamica, ma an- hanno più i volti luminosi, gli occhi limpidi, felici,
le previsioni Istat, nei pros- che più iniqua e più pove- mentre è comparsa una malattia mai vista a Besoro,
simi dieci anni i ventenni e ra. l'ipertensione. Il virus occidentale ha rotto equilibri
trentenni italiani verranno Come segno tangibile di ancestrali. Il primo a squagliarsela è il cacciatore Coio
per la prima volta superati questa mancanza di lungimi- che torna nella foresta, poi altri, infine anche il
dai maturi cinquantenni-ses- ranza possiamo indicare due tranquillo zio Ofa se ne va, mentre uno che lavora in
santenni scendendo al valo- esempi macroscopici che ospedale le dice con una voce quasi infantile: "Io non
re in assoluto più basso in accentuano lo squilibrio ge- posso vivere con l'orario". L'esperimento è stato
tutta la storia della nostra Re- nerazionale e tarpano le ali ai fallimentare .
pubblica. Un fenomeno im- giovani. Il primo è rappre-
ponente, incisivo e inedito sentato dai vincoli anagrafici Mi piace concludere questo apologo con le parole di
che però, come abbiamo per entrare nel Parlamento Andrea Pasqualetto, il giornalista che ha raccolto il
detto, è orfano di nome for- italiano, insensatamente più racconto della regina Nana Konadu Yadom per un
malmente riconosciuto. severi rispetto a quanto pre- libro che uscirà prossimamente da Marsilio: "Chi l'ha
Non si tratta di una questio- visto nelle altre grandi de- detto che l'Africa nera deve essere aiutata? Chi l'ha
ne semplicemente nomina- mocrazie europee. Come detto che servono scuole, ospedali, pozzi? Servono a
listica. Il linguaggio orienta il conseguenza delle dinami- chi? Agli africani o a noi?".
nostro pensiero, come ben
racconta Orwell nel suo fa-
moso libro 1984. Ecco allora
che in assenza di un nome
specifico, l’Istat usa ufficial-
mente la parola “invecchia-
mento” anche per indicare
la perdita di consistenza del-
Il poeta del piano di sopra
le nuove generazioni. Si trat- di Furio Colombo ra un momento libero, dario e che allora era scomodo e antico, spesso man-
ta di un uso improprio e ho cominciato a farlo giavamo grissini e bollito allo stesso tavolo e lui rac-
fuorviante del termine che orse non è mai esistito il palazzo degli uffici Oli- anch'io. Ero il solo dei

F
contava, dalla guerra allo scrivere, dalla vita a Roma a
porta a focalizzare l’attenzio- vetti in via Clerici a Milano. Se lo racconti oggi, quattro che non aveva quella a Le Grazie, a cui, nel suo conversare tra silenzi
ne solo sul fatto di avere sem- non ti crede nessuno. Al piano terreno un in- ancora pubblicato nien- e pause, ritornava sempre. Leggevo le cose che Giu-
pre più vecchi, distraendo gegnere cinese, Mario Tchou, con decine di gio- te, anche se, poco do- dici cominciava a pubblicare, ma non da lui. Sapevo
l’attenzione sociale e politi- vani scienziati di tutto il mondo, stava costruendo il po, Calvino ha incluso già che la poesia di Giudici era una strana fonte, in
ca dalle possibili implicazio- primo e il solo calcolatore elettronico europeo. due miei racconti ac- apparenza una bellezza infantile, uno sgorgare sem-
ni dell’avere sempre meno Avrebbe cambiato destino e ruolo dell'Italia. Forse canto alle poesie di Giu- plice di parole che sembravano frutto della natura. Ma
giovani. Tanto più che gli ef- non è mai esistita la piccola dici nello stesso nume- solo dopo ti rendevi conto che la sua poesia era una
fetti osservati sono controin- stanza al settimo piano, con ro del "Menabò ". Ottie- casa, con un fuori semplice e un dentro dove abita-
tuitivi. Ci si potrebbe aspet- due scrivanie accostate e La lirica di Giudici ri aveva appena pubblicato il libro più im- vano nostalgia e dolore. Niente però si bloccava nel
tare, da un lato, che gene- due poeti al lavoro. Era l'uf- portante della letteratura operaia italiana, momento difficile. Invece scorreva via, come se le sue
razioni meno numerose che ficio Pubblicità, lo si vedeva aveva Donnarumma all'assalto. Ma in quel momen- parole e i suoi versi seguissero un loro destino, che
si affacciano all’età adulta si dalle bozze di manifesti sui to era Fortini la figura che stava segnando nasce quando nasce e finisce quando è tempo. Le no-
possano trovare complessi- muri. E i due poeti al lavoro un’apparenza Milano con la sua poesia, ma anche con la stre visite all'ufficio Pubblicità, invece, a volte porta-
vamente favorite in termini erano Franco Fortini e Gio- infantile. Solo fermezza morale di un leader capace di vano un premio. Giovanni Giudici ci faceva leggere
di spazi nella società e di op- vanni Giudici. parlare alla folla giovane. pagine scritte a mano sul retro di fogli dattiloscritti
portunità occupazionali. Se- Noi, Ottiero Ottieri e io, ave- dopo ti rendevi dall'altra parte e diligentemente tagliati a metà, tenuti
condo la teoria economica, vamo una stanza in comune PERÒ IL FREQUENTE affacciarsi di Ot- insieme come un libretto da un piccolo gancio a mol-
infatti, più un bene è raro sul al quarto piano, la stanza conto che era una tieri (e poi mio) all'ufficio Pubblicità, dove la. Giudici è il caso del poeta limpido, facile, miste-
mercato, più risulta prezioso delle "interviste" dove in- era difficile fare entrare una sedia in più, era rioso, che altri eventi hanno già segnato, non ciò che
e ricercato. E invece questo, contravamo i giovani neo casa, con un fuori dovuto alla speranza di sentir leggere qual- ora gli accade intorno. Nel suo viaggio ha tutto ciò che
paradossalmente, non è laureati che si candidavano semplice e un cosa di ciò che Giudici andava scrivendo. gli occorre e un suo bagaglio leggero da cui trae il ne-
quello che sta accadendo a posizioni di lavoro in quel- Non era esibizionista e non era schivo, Giu- cessario per la poesia. Fortini, Ottieri, Giudici, non se
per il “bene” giovani in Ita- la azienda. Ogni tanto Ottie- dentro dove dici, e un suo istinto, come un radar miste- n’è andato nessuno, perché ci sono qui i loro testi an-
lia. Inoltre, anche in assenza ri si prendeva qualche mi- rioso, lo guidava ad alzare o abbassare il cora capaci di cambiare la vita. Ma c'è un ricordo in
di spontanei meccanismi vir- nuto di riposo, mi diceva: abitavano ponte levatoio della sua solitudine. Quando più. Quando Adriano Olivetti, come premio per il suo
tuosi di aggiustamento, una "Vado su in Pubblicità". Do- entrambi eravamo a Ivrea e abitavamo nello lavoro, lo nominò dirigente, Giovanni Giudici disse:
società che si trova con una po un po', ogni volta che c'e- nostalgia e dolore stesso albergo, il Dora, che adesso è leggen- “No grazie, io sono un impiegato”. Era Italia, poco fa.
Sabato 28 maggio 2011 pagina 19

SECONDO TEMPO

MAIL BOX A DOMANDA RISPONDO


Furio Colombo

7 IL CERTIFICATO
DI OBAMA
Il peso
LA VIGNETTA a negli altri Paesi le come la professione di malati mentali, ora
delle parole
Leggo sempre diversi quoti-
M campagne elettorali sono
meno partigiane e più miti che in
come un cancro, ora come “una
associazione a delinquere”, e confida
diani e in questo momento Italia? E in Italia, nell’Italia di oggi, pubblicamente il suo incubo al presidente
particolare della mia vita sono si può, si deve, essere meno degli Usa. La campagna elettorale di
sicuramente molto più sensi- partigiani? Milano si è aperta, non dimentichiamo,
bile e per fortuna facile all’in- Flavio con i manifesti “Fuori le Br dalle Procure”,
dignazione. Mio marito è stato è continuata con l’accusa di furto d’auto
operato un anno fa per un tu- QUE STA lettera solleva due per fini terroristici, presentata dalla
more maligno. Venerdì pros- problemi. Uno è il mito che in altri Paesi moderata signora Moratti contro il suo
simo sarà operato ancora per democratici le campagne elettorali siano avversario, a tempo scaduto di un dibattito
lo stesso tumore che, malgra- cerimonie fra gentiluomini. In Spagna, televisivo, e ha trovato il suo corso stabile
do le cure, si è ripresentato. Aznar stava per vincere mentendo, e fra affermazioni tipo “faccia di merda”
Ancora oggi i giornali sono Zapatero lo ha battuto dandogli (con dello statista Bossi a un giornalista de “Il
pieni delle espressioni usate fondatezza) del mentitore e liquidandolo Fatto”, e l’“aggressione” alla signora Rizzi,
dal presidente del Consiglio e dalla vita politica. Negli Stati Uniti, dove il visitata in ospedale dal primo ministro,
dai suoi rappresentanti parla- Partito repubblicano non ha mai interrotto come al fronte, ma senza che un solo
mentari, “cancro – metastasi”. la campagna elettorale contro il presidente giornalista facesse una domanda o un solo
Penso che le parole abbiano Obama, l’ultima idea è stata di accusare il medico desse una notizia sul fatto vero.
un loro specifico significato, carismatico leader di avere falsificato il suo Credo che la frase chiave, in questa
per cui prego Lei e i suoi Col- certificato di nascita, violando la regola che pericolosa Italia sull’orlo della perdita di
leghi, che con le parole ci la- riserva l’eleggibilità alla carica di libertà, sia lo sdegno di Gramsci per
vorate - e quindi sono parte presidente solo ai cittadini nati negli Usa. l’indifferenza. L’indifferenza è, in questo
essenziale della vostra vita - di Obama ha prontamente risposto senza momento, il vero pericolo per un paese
averne più rispetto. Forse il perdere la sua calma famosa. Ha mostrato esausto e mal governato come l’Italia. È il
presidente del Consiglio si ai giornali e televisioni l’originale del suo pericolo che finora abbiamo scampato,
esprime con molta leggerezza penserà che in Bocconi siamo giscono di conseguenza: prima certificato di nascita. Quanto all’Italia, è come hanno dimostrato i cittadini a
e con i termini di cui dispone tutti omofobi”. Nel frattempo strappando i manifesti contro inevitabile, io credo, ispirarsi a ciò che il Milano. Dunque questa volta è legittima e
solo per i propri fini e senza molti si dicono preoccupati. l’omofobia (14 maggio), poi in- capo della Procura nazionale antimafia ha non vana la parola “speranza”.
rispetto per le persone che at- Persino Giovanardi, che dopo sultando e minacciando gli detto di fronte al ministro Alfano nei giorni
torno a quelle parole vivono l’uscita sulla pubblicità Ikea omosessuali. scorsi: non si può discutere di giustizia con Furio Colombo - Il Fatto Quotidiano
molta molta sofferenza. Mi viene sempre interpellato su Sono orgoglioso di frequenta- chi insulta giudici e ordine giudiziario. 00193 Roma, via Valadier n. 42
piacerebbe che questa suppli- questo genere di problemi, ha re un’università in cui gli omo- Ovvero con chi indica la magistratura ora lettere@ilfattoquotidiano.it
ca venisse ascoltata. Un mon- condannato a modo suo: “il fobi si sentono il fiato sul collo
do più rispettoso nell’uso del mondo è pieno di imbecilli che perché la comunità in cui vi-
linguaggio sarebbe sicuramen- vanno isolati”. Ma davvero sia- vono non è più disposta a tol-
te già un mondo più reale e mo di fronte al dilagare del- lerarli. L’importante è persi-
vivibile. l’omofobia? Certo che no, al stere a denunciare e combat- biniere da lui segnalato per la privacy. Come più volte di- inchiesta è stata aperta ed è in
Antonella Mastrototaro contrario. In tutte le società in tere le discriminazioni, ricor- aver usato la posta istituzio- chiarato, Teleperformance corso. Sarà il Garante a
cui sono in corso lotte per la dandoci tutti che non dobbia- nale dell’Arma per farsi cam- non sta procedendo ad alcun valutare l’operato di
La Bocconi parificazione dei diritti delle mo lasciare la comunità gay da pagna elettorale non è Carmi- trasferimento delle proprie Teleperformance. Secondo gli
persone omosessuali, gli epi- sola, perché questa è una lotta ne Abagnale, come scritto ieri attività in Albania: nessun esu- esperti di diritto comunitario il
non è solo omofobia sodi di omofobia sono all’or- di tutti. Mi auguro che se l’u- nell’articolo “Letizia Suona- bero è riconducibile alla de- trasferimento dei dati al di fuori
“I froci si curano con lo Ziklon dine del giorno, come negli niversità individuerà il colpe- ta”, ma Giovanni Mola. Anche localizzazione, le commesse in dell’Ue, in assenza del
B” è una delle agghiaccianti Stati Uniti. All’estremo oppo- vole, come “punizione” lo ob- un altro candidato del Pdl a lingua italiana all'estero hanno consenso scritto del titolare, è
scritte comparse in Bocconi sto, sarà difficile trovare scrit- blighi ad assistere a tutte le Milano, Gianni Lastella, mare- piuttosto rappresentato la sal- possibile, ai sensi dell’ar ticolo
questa settimana. Quando te contro i gay su un muro in conferenze organizzate dal- sciallo luogotenente della vaguardia di posti di lavoro nel 45 della legge sulla privacy, solo
con alcuni amici abbiamo tro- Iran, dove gli omosessuali li l’associazione BESt. Il mondo Guardia di finanza e delegato nostro paese perché hanno in uno dei seguenti casi: quando
vato quei manifesti deturpati impiccano. Da quando alla avrà un omofobo in meno. del Cobar Lombardia della permesso all’azienda di man- la Comunità europea abbia
da insulti e minacce, non ci sia- Bocconi è attiva l'associazione Guido Zichichi Gdf, ha utilizzato lo stesso me- tenersi competitiva in un mer- deciso che tale Paese garantisce
mo scomposti: li abbiamo BESt (Bocconi Equal Studen- todo di propaganda, coinvol- cato altrimenti selvaggio, co- un adeguato livello di
staccati, fotografati e postati ts), che difende i diritti delle La disoccupazione gendo il Corpo nella campa- me quello dei call center, che protezione; oppure quando il
su Facebook. Quello che per- minoranze facendo attività di gna elettorale a favore della da tempo penalizza i virtuosi garante ravvisi adeguate
sonalmente mi ha turbato è sensibilizzazione, gli omofobi secondo Lupi Moratti. Ce ne scusiamo con i che hanno stabilizzato i propri garanzie dei diritti
stata la reazione di alcuni stu- repressi hanno alzato la testa. Nella puntata di Annozero di lettori e con gli interessati. lavoratori con contratti a tem- dell'interessato, costituite dalla
denti che, invece di esprimere Non hanno tollerato la visione giovedì sera è stata svelata dal- po indeterminato (come ha predisposizione di apposite
solidarietà alla comunità gay, di migliaia di studenti e pro- l’onorevole Lupi la vera causa Diritto di Replica fatto Teleperformance sin dal clausole. La Commissione
hanno chiesto che questo ge- fessori che hanno sfoggiato i della disoccupazione giovani- 2007) , e invece favorisce chi europea non ha incluso
nere di episodi - si tratta del braccialetti rosa in occasione le: il riprovevole fatto che i gio- Gentile direttore, l’articolo di opera utilizzando contratti l’Albania tra gli Stati che
secondo nel giro di pochi gior- della giornata internazionale vani di oggi si rifiutano di svol- Daniele Martini, dal titolo “I atipici oppure sfruttando in garantiscono un adeguato livello
ni nell'università - non venis- contro l’omofobia (17 mag- gere lavori manuali! call center di Sky e Alitalia so- maniera speculativa i contri- di protezione (com’è verificabile
sero più pubblicizzati. Non gio). Si considerano - alcuni lo A parte la considerazione che no volati in Albania” contiene buti pubblici. sul sito della Commissione
pochi sostengono che “i panni scrivono su facebook - una con la mia famiglia vivo a Ro- informazioni non complete. Geronimo Emili, europea).
sporchi si devono lavare in ca- “minoranza” la cui “sensibili- ma, dove di lavoro manuale La legge consente il trasferi- ufficio stampa Teleperformance (dan.mar.)
sa” perchè “adesso la gente tà” non viene rispettata. E rea- sembra essercene poco, co- mento dei dati personali all’e-
munque voglio raccontare l’e- stero anche negli Stati non A Teleperformance non risulta
sperienza di mio figlio, che fre- compresi nella “white list”, a di essere oggetto di un’indagine
IL FATTO di ieri28 maggio 1892 quenta l’università e ha rice-
vuto la seguente proposta per
condizione che il trasferimen-
to in conformità a clausole
da parte del Garante della
privacy per i call center in IL FATTO QUOTIDIANO
Un nuovo linguaggio stilistico e un nuovo alfabeto fare il cameriere: 400 euro (in contrattuali tipo, individuate Albania. Il Fatto Quotidiano via Valadier n. 42 - 00193 Roma
architettonico. È la rivoluzione dell’Art Nouveau, estetica di nero) per un orario dalle 17 con decisioni della Commis- conferma, invece, che quella lettere@ilfattoquotidiano.it
rottura fin de siècle che segnerà il trend culturale di alle 3 di notte (variabile). Pur- sione Europea e pubblicate nel
un’epoca, dall’urbanistica al design, dal teatro alla moda, troppo in famiglia abbiamo la 2001, nel 2004 e nel 2010, che
agli arredi, alla pubblicità. E che a Bruxelles, effervescente brutta abitudine di non assog- prevedono adeguate garanzie Direttore responsabile
e ormai avviata al ruolo di metropoli d’avanguardia, vedrà il gettarci al lavoro nero e nean- per i diritti degli interessati.
che a forme più o meno palesi L’autorità Garante per la pro- Antonio Padellaro
suo exploit. Simbolo di avvenirismo architettonico e primo
esempio di art nouveau europea, Casa Tassel, vero di sfruttamento, comunque, tezione dei dati personali ha Vicedirettore Marco Travaglio
manifesto delle nuove forme e tecniche di costruzione, pur sorvolando su queste sot- autorizzato i trasferimenti di
tigliezze, quando avrebbe il dati personali verso Paesi non Caporedattori Nuccio Ciconte e Vitantonio Lopez
realizzata per Emile Tassel, ricco professore scapolo, dal
grande Victor Horta, l’architetto belga inventore del tempo mio figlio per frequen- appartenenti all’Unione Euro- Progetto grafico Paolo Residori
concetto di casa-conchiglia, creata a misura di tare l’università e continuare a pea, con provvedimenti gene- Redazione
proprietario. Iniziata nel maggio 1892, Casa Tassel, oggi studiare? Chissà se l’onorevo- rali pubblicati nel 2002, nel 00193 Roma , Via Valadier n°42
patrimonio Unesco, è un edificio “emozionale”, eccentrico le Lupi accetterebbe per suo 2005 e nel 2010. Teleperfor- tel. +39 06 32818.1, fax +39 06 32818.230
figlio o per sua figlia condizioni mance ha adempiuto a tali e-mail: segreteria@ilfattoquotidiano.it
nell’ondulazione della facciata in vetro e acciaio, ma
sito: www.ilfattoquotidiano.it
soprattutto arioso nelle linee sinuose degli interni e nelle così degradanti. condizioni nella gestione dei
decorazioni, simili a pentagrammi scolpiti, in armonia con Donatella Nicolini rapporti con l’Albania, pertan- Editoriale il Fatto S.p.A.
to non le risulta in alcun modo Sede legale: 00193 Roma , Via Valadier n°42
gli affreschi delle pareti, con gli intarsi, le vetrate e i mosaici
del pavimento. Modello plastico di uno stile di vita, firmato I nostri errori di essere “nei guai”, tantome- Presidente e Amministratore delegato
Giorgio Poidomani
Victor Horta, maestro di una generazione di architetti belgi, no “serissimi”, né di essere
pionieri, in Europa, di una nuova poetica degli spazi. Luca Marco Comellini scrive al oggetto di un inchiesta da par- Consiglio di Amministrazione
Giovanna Gabrielli Fatto Quotidiano che il cara- te del garante per la tutela del- Luca D’Aprile, Lorenzo Fazio, Cinzia Monteverdi, Antonio Padellaro
Centri stampa: Litosud, 00156 Roma, via Carlo Pesenti n°130,
20060 Milano, Pessano con Bornago , via Aldo Moro n°4;
Centro Stampa Unione Sarda S. p. A., 09034 Elmas (Ca), via Omodeo;
Abbonamenti Società Tipografica Siciliana S. p. A., 95030 Catania, strada 5ª n°35
Queste sono le forme di abbonamento • Abbonamento postale semestrale (Italia) Modalità di pagamento di pagamento, nome cognome, indirizzo, Concessionaria per la pubblicità per l’Italia e per l'estero:
previste per il Fatto Quotidiano. Prezzo 120,00 € • 4 giorni telefono e tipo di abbonamento scelto.
Poster Pubblicità & Pubbliche Relazioni S.r.l.,
Il giornale sarà in edicola 6 numeri Prezzo 170,00 € • 6 giorni • Pagamento direttamente online Sede legale e Direzione commerciale: Via Angelo Bargoni n°8, 00153 Roma
• Bonifico bancario intestato a:
alla settimana (da martedì alla domenica). Editoriale Il Fatto S.p.A., con carta di credito e PayPal. tel. + 39 06 68896911, fax. + 39 06 58179764, email: poster@poster-pr.it
• Modalità Coupon *
Per qualsiasi altra informazione in merito
Prezzo 320,00 € • annuale BCC Banca di Credito Cooperativo Distribuzione Italia:m-dis Distribuzione Media S.p.A.,
• Abbonamento postale annuale (Italia) può rivolgersi all'ufficio abbonati ai numeri
Prezzo 180,00 € • semestrale Ag. 105 Via Sardegna Roma
+39 02 66506795 - +39 02 66505026 -
Sede: Via Cazzaniga n°1, 20132 Milano
Prezzo 200,00 € • 4 giorni Iban IT 94J0832703239000000001739 tel. + 39 02 25821, fax. + 39 02 25825203, email: info@m-dis.it
Prezzo 290,00 € • 6 giorni • Abbonamento online PDF annuale +39 02 66506541 o all'indirizzo mail
Prezzo130,00 € • Versamento su conto corrente postale: abbonamenti@ilfattoquotidiano.it Resp.le del trattamento dei dati (d. Les. 196/2003): Antonio Padellaro
E' possibile pagare l'abbonamento annuale 97092209 intestato a Editoriale Il Fatto Chiusura in redazione ore 22.00
postale ordinario anche con soluzione Per sottoscrivere il tuo abbonamento, S.p.A. - Via Valadier n° 42, 00193 Roma * attenzione accertarsi prima che Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione al numero 18599
rateale: 1ª rata alla sottoscrizione, compila il modulo sul sito Dopo aver fatto il versamento inviare un la zona sia raggiunta dalla distribuzione de
2ª rata entro il quinto mese. www.ilfattoquotidiano.it fax al numero 02.66.505.712, con ricevuta Il Fatto Quotidiano

Potrebbero piacerti anche