Sei sulla pagina 1di 254

!"#$%&'()'*+,,'$%-(.

'('$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$ $$$$$$$$$$$$$$$$$/!!$0$12,'3+-(2$$$$$$$$$


1
!
CITTA' DI FRANCAVILLA FONTANA
PROVINCIA DI BRINDISI
P.U.G.
Documento Programmatico Preliminare
Progetllsll:
Ing. Cesore SARNO - coordinatore
orch. Fulgenzio CLAVICA
Ing. Domenico MANCINI
Ing. Giuseppe SARNO
Relazione
IL OIRIGfNTE UIC
Ing. Antonio PESCATORE
Il SINDACO
doli. Vi ncenzo DELLA CORTE
maggio 2004
CITTA' DI FRANCAVillA FONTANA
PROVINCIA DI BRINDISI
P.U.G.
Documento Programmatico Preliminare
Progettlsll:
Ing. Cesore SARNO - coordinatore
orch. Fulgenzio CLAVICA
Ing. Domenico MANCINI
Ing. Giuseppe SARNO
Relazione
Il DIRIGENTE UTe
Ing. Antonio PESCATORE
\
Il SINDACO
doli. Vincenzo DELlA CORTE
maggio 2004
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


2
"#$$%!&#!'()*+),#--)!'.*$)*)!
!
Prorivcia ai rivai.i,



/iano 0rbanistico 1enerale

!
2.+345*$.!/(.6()44)$#+.!/(5-#4#*)(5!
!
!
!
!
75-)8#.*5!
!
!
!
9-!:3)&(.!+.*.;+#$#,.!5!6-#!#*&#(#88#!&#!<#)*.!
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


3
INDI(L



PRLMLSSA



=>!9?!@0=27A!"ABAC"9D9EA!"AF/?GCC9EA!

1. Sintesi Storica ed urbanistica della citta
2. Strutturazione ambientale e paesaggistica
3. Gli elementi di interesse storico-paesistico-ambientale
4. Il territorio rurale
5. La citta storica


H>!9?!@0=27A!"ABAC"9D9EA!29!CGDDA7G!

6. Dimensione demograica attuale e la sua proiezione nel quindicennio
. Loluzione del patrimonio edilizio residenziale: analisi delle condizioni
abitatie
8. (alcolo del abbisogno di edilizia residenziale nel quindicennio
9. Attiita produttie nel settore economico primario
10. Attiita produttie nel settore economico secondario e nel settore
economico terziario
11. labbisogno di aree per i settori economici primario. secondario e terziario
12. Sistema della iabilita e dei collegamenti strutturali
13. Dotazione e abbisogno delle aree a standards per i serizi di interesse
collettio a liello comunale e soracomunale e quelli relatii agli
insediamenti residenziali


">!9?!@0=27A!2G1?9!AH9GDD9E9!29!/9=BA!
14. Obiettii e criteri di impostazioni del P.U.G.
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


4


9B29"G!2G??G!D=HG??G!



D)I>!BJ!K Piani Urbanistici Lsecutii - Stato di attuazione

D)I>!BJ!L! Ldiici incolati ai sensi della legge n 108939
!
D)I>!BJ!M! Loluzione della popolazione di lrancailla lontana
!
D)I>!BJ!N! Popolazione residente e amiglie negli ultimi 40 anni
!
D)I>!BJ!O! lamiglie residenti per numero di componenti
!
D)I>!BJ!P! Numero di componenti per amiglie
!
D)I>!BJ!Q! Popolazione residente per classi di eta a lrancailla lontana e nella proincia -
dati Istat 1991
!
D)I>!BJ!R! Popolazione residente per classi di eta
!
D)I>!BJ!S! Popolazione residente con piu di 6 anni per grado d`istruzione
!
D)I>!BJ!KT! Popolazione residente per grado d`istruzione a lrancailla lontana e nella
Proincia - dati Istat 1991
!
D)I>!BJ!KK! Variazione del grado d`istruzione a lrancailla lontana negli ultimi 40 anni
!
D)I>!BJ!KL! Popolazione attia e non attia a lrancailla lontana - dati Istat 1991
!
D)I>!BJ!KM! Popolazione attia e non attia a lrancailla e in Proincia - dati Istat 1991
!
D)I>!BJ!KN! Popolazione residente attia in condizione proessionale a lrancailla e nella
Proincia - dati Istat 1991
!
D)I>!BJ!KO! Popolazione attia nel settore agricoltura a lrancailla lontana
!
D)I>!BJ!KP! Popolazione residente ai censimenti
!
D)I>!BJ!KQ! Loluzione della popolazione residente a lrancailla lontana nel quindicennio
1988 - 2003
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


5
!
D)I>!BJ!KR! Popolazione residente nel quindicennio 1988 - 2003 saldo naturale e saldo
migratorio
!
D)I>!BJ!KS! lamiglie residenti per ampiezza
!
D)I>!BJ!LT! Moimento della popolazione di lrancailla lontana diagramma saldo naturale
!
D)I>!BJ!LK! Moimento della popolazione di lrancailla lontana diagramma saldo
migratorio
!
D)I>!BJ!LL! Moimento della popolazione di lrancailla lontana diagramma
!
D)I>!BJ!LM! Proiezioni della popolazione e delle amiglie al 2018
!
D)I>!BJ!LN! Abitazioni occupate e non occupate
!
D)I>!BJ!LO! Abitazioni non occupate per motio della non occupazione
!
D)I>!BJ!LP! Popolazione e abitazioni nei nuclei e nelle case sparse
!
D)I>!BJ!LQ! Abitazioni occupate per titolo di godimento
!
D)I>!BJ!LR! Abitazioni occupate per numero di stanze

!
D)I>!BJ!LS! Abitazioni occupate per epoca di costruzione
!
D)I>!BJ!MT!
(alcolo del rapporto abitante stanza

!


D)I>!BJ!MK! (alcolo del abbisogno di edilizia residenziale - 1 procedimento
!
D)I>!BJ!ML! (alcolo del abbisogno di edilizia residenziale - 2 procedimento
!
D)I>!BJ!MM! Aziende per classe di supericie agricola
!
D)I>!BJ!MN! Dimensione delle aziende per orma di conduzione
!
D)I>!BJ!MO! Variazioni strutturali delle aziende agricole dal 1990 al 2000 - conronto delle
superici agrarie
!
D)I>!BJ!MP! Variazioni delle aziende agricole nell`ultimo decennio supericie agricola totale
!"#$%&'()'*+,,'$%-(.'('$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$ $$$$$$$$$$$$$$$$$/!!$0$12,'3+-(2$$$$$$$$$

PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


7
1991- 2001
!
D)I>!BJ!OP! (onsumi di energia elettrica secondo l`utilizzazione conronto dati Ispes 1995
- 2001
!
D)I>!BJ!OQ! Attiita insediate nel P.I.P. di ia Grottaglie
!
D)I>!BJ!OR! Popolazione attia e non attia a lrancailla lontana - dati Istat 1991
!
D)I>!BJ!OS! Popolazione attia a lrancailla lontana per ramo di attiita economica

!

D)I>!BJ!PT! Popolazione attia a lrancailla lontana per ramo e posizione proessionale
!
D)I>!BJ!PK! Popolazione attia a lrancailla lontana per ramo di attiita economica

PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


8
H9H?9A17='9=!29!79'G79FGBDA!!
!
!
S(UOLA MLDIA S1. P. VIRGILIO MARONL . ravcaritta ovtava - evi aet territorio
va..eriegrotte.peccbie. ravcaritta ovtava ]:

G. lUZIO. Ma..erie tortiticate iv Pvgtia: a cvra ai R. De 1ita. ari ]1:

P. PALUMBO. toria ai ravcaritta ovtava. ^oci ]0]:

R. POSO. l. (LAVI(A. ravcaritta ovtava .rcbitettvra e ivvagive. Catativa ]0:

V. RIBLZZI PL1ROSILLO. l. (LAVI(A. Cviaa ai ravcaritta ovtava a citta aegti
vperiati . Catativa ]::

R. LOBLLLO. BALLS1RA. Cevvi .vtta vatvra geotogica e .vt ctiva aet territorio ai ravcaritta
ovtava. ravcaritta ovtava ]0:

(. DL GIORGI. Ceogratia ti.ica e ae.crittira aetta Prorivcia ai ecce. ecce ]:

IPRLS. Pvgtia iv citre 2002. Ca..avo aette Mvrge 2002:

PROVIN(IA DI BRINDISI. Cata.to aegti .caricbi vei cor.i a`acqva .vperticiati aetta Prorivcia ai
rivai.i. rivai.i ]:

(. DL GIORGI. a Prorivcia ai ecce - o..etti ai riaggio. ecce ]2 teai.iove ava.tatica -
Catativa ]:):

G. (ALO`. Reta.iove igievico.avitariareterivaria iv ravcaritta ovtava. ecce ]:

A. P. (O(O. ravcaritta ovtava vetta tvce aetta .toria. )aravto ]1]. Catativa ]:

l. ARGLN1INA. a citta vatia. a.avo ]0:

G. MAR1U((I. Carte topograticbe ai ravcaritta. Oria e Ca.atvvoro aet ]1. ravcaritta ovtava
]:

L. OUILI(I. S. OUILI(I GIGLI. Repertorio aei bevi cvttvrati arcbeotogici aetta Prorivcia ai
rivai.i. a.avo ]::

l. RIBLZZO. a citta veotitica ai ravcaritta. .tti Covgre..o torico Pvgtie.e. iv .rcbirio torico
Pvgtie.e 1. ]:2:

IS1A1. Caratteri.ticbe .trvttvrati aette a.ievae agricote. Prorivcia ai rivai.i : cev.ivevto geverate
aett`agricottvra 22 Ottobre 2000. Rova Cevvaio 200:

IS1A1. vpre.e. .titv.iovi e vvita tocati. Prorivcia ai rivai.i. cev.ivevto geverate aett`ivav.tria e
aei .erri.i 2] Ottobre ]]. Rova ]1:

RCO^ P|C.. ...e..orato att`|rbavi.tica DR.C Docvvevto Regiovate iv ...etto Ceverate.
ari 0 ettevbre 200:
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


9
.rcbirio torico Covvvate ai ravcaritta ovtava:

.rcbirio ai tato ai ^apoti:

.rcbirio ai tato ai rivai.i:





PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


10

G?GB"A!2G1?9!=??G1=D9!






Documentazione otograica - Il centro urbano

1a. 1 - Inquadramento 1erritoriale - rapp. 125.000

1a. 2 - Uso del suolo - rapp. 125.000

1a. 3 - Morologia del territorio comunale - rapp. 125.000

1a. 4.a - Beni paesaggistici extraurbani - rapp. 125.000

1a. 4.b - La citta storica - Beni storico architettonici - rapp. 11.000

1a. 5 - Reti tecnologiche urbane - rapp. 110.000

1a. 6.a - Percorsi urbani dei mezzi pubblici - rapp. 15.000

1a. 6.b - llussi urbani di traico - rapp. 15.000

1a. 6.c - Analisi della sosta urbana - rapp. 15.000

1a. - Strumentazione urbanistica igente - rapp. 125.000

1a. 8.a - Serizi di interesse collettio esistente - rapp. 110.000

1a. 8.b - Rapporto tra area l` e serizi esistenti - rapp. 110.000

PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


11


PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


12
/(545;;)!
La redazione del /#)*.! 0(I)*#;$#+.! 15*5()-5! U/01V di lrancailla lontana
aiene dopo decenni di blocco della pianiicazione urbanistica generale comunale.
come si potra leggere nel successio paragrao dedicato alla storia urbanistica della
citta.
La strumentazione generale igente e inatti erma alla E)(#)*$5!)-!/(.6()44)!&#!
')II(#+)8#.*5 del 195 -9.
(io nonostante. non sarebbe corretto parlare di stasi della citta. che. al contrario. si
e siluppata costantemente nell`ultimo trentennio modiicandosi in maniera
noteole. e trasormandosi urbanisticamente da citta cevtripeta. polarizzata attorno al
suo centro antico e ai borghi settecenteschi e ottocenteschi. a citta cevtritvga.
noteolmente allargata erso gli ampi quartieri di espansione a Nord e ad Lst e dalla
grande area per gli insediamenti produttii ad Oest. A questo si aggiunge una
molteplicita di interenti puntuali realizzati nell`ultimo trentennio. le Opere
Pubbliche e di Interesse Pubblico. che in molti casi hanno creato le condizioni di
ulteriori espansioni del centro urbano intorno a tali siti di interesse.
Molte sono le motiazioni per cui risulta urgente interenire in maniera strutturale
sull`assetto urbanistico dell`attuale citta. principalmente perch il concetto di ita
urbana si e sostanzialmente modiicato. Si e inatti innalzata la qualita delle
aspettatie dei cittadini. essendo aumentata enormemente l`attenzione erso il
benessere dell`abitare che si riolge ad una gamma di attori i quali sinergicamente
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


13
laorano per rendere migliore la condizione urbana: attenzione all`ecologia
dell`ambiente. salubrita dei luoghi. conserazione del patrimonio edilizio ma anche e
soprattutto conserazione di un patrimonio territoriale caratterizzante la nostra ita
comune. la nostra cultura sociale: parliamo degli spazi pubblici. dei serizi. delle aree
storiche. del legame tra citta e mondo rurale. del paesaggio. naturale ed agrario. del
erde pubblico. delle testimonianze storiche. dell`incentiazione allo siluppo
socio-economico di tipo sostenibile. del rilancio delle risorse locali.
L` con tale spirito che l`Amministrazione ha inteso aiare i laori per la redazione
del PUG comunale. che inizia il suo iter procedurale con la ase di stesura del
presente 2.+345*$.! /(.6()44)$#+.! /(5-#4#*)(5! U2//V. Si uole breemente
sottolineare che dal punto di ista ormale la redazione del nuoo Piano. quindi del
presente DPP. contenente gli obiettii e i criteri di impostazione del PUG. a
rierimento alla nuoa normatia regionale in materia di urbanistica Legge Regionale
2 Luglio 2001 n. 20 Norme generali di uso e goerno del territorio`. (io se da un
lato rappresenta un elemento innoatio nel metodo pianiicatorio. diiene altresi
una sida per l`amministrazione e per i tecnici incaricati. quella di porre in essere un
piano moderno` e eloce` in sintonia con la necessita di attuare una riorma
della Legge Urbanistica Nazionale. di cui si parla ormai da decenni. al ine di
proporre un Piano in grado di arontare le trasormazioni urbane proprie dell`Italia
contemporanea. la cui attuazione non sia caricata solo sulle risorse pubbliche. ma in
parte aidata alle capacita speciiche degli imprenditori locali. Il nuoo Piano. il
PUG. come chiarisce la suddetta Legge Regionale. si articolera in preisioni
strutturali e preisioni programmatiche`: il DPP dora contenere gli obiettii e i
criteri di impostazione del PUG`.
Si uole inoltre sottolineare che dalla data dell`incarico di redazione del PUG alla
stesura del presente DPP. la regione Puglia ha approato con Delibera di Giunta
Regionale e trasmesso allo stesso (onsiglio Regionale la I.88)! &5-! 2.+345*$.!
756#.*)-5! &#! =;;5$$.! 15*5()-5! U27=1V. preisto dalla stessa Legge Regionale
202001 che contiene ta aetivi.iove aegti avbiti ai tvteta e ratori..a.iove aei bevi cvttvrati ea
avbievtati. gti ivairi..i vece..ari atta torva.iove e aivev.iovavevto aegti .trvvevti ai
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


14
piavitica.iove a .cata prorivciate e covvvate. oltre che i retatiri covtevvti e gti .cbevi ai
ivtra.trvttvre ai ivtere..e regiovate.
Per tale motio la redazione del presente Documento Programmatico Preliminare.
nella orma e nei contenuti. e stata realizzata conormemente alle indicazioni del
DRAG. anche al ine di accelerare quel processo di innoazione del processo di
piano a cui si acea rierimento in precedenza.
La redazione del PUG e. tra l`altro. per il (omune di lrancailla lontana
l`occasione per dar ita all`0WW#+#.! &5-! /#)*.. allineandosi ai (omuni. rarissimi
nell`Italia meridionale. che hanno maturato le piu conincenti esperienze nella
gestione del territorio. L`Uicio del Piano riestira ondamentale importanza per
l`attiita di coordinamento dell`intero laoro di redazione del PUG. di supporto alle
ricerche per la ormazione del database del piano. ma soprattutto riestira un ruolo
determinante nella ase di applicazione e gestione del Piano che. secondo i
moderni indirizzi e sistemi di gestione uniicati si aarra di un supporto
inormatio cartograico conorme al SI1 Sistema Inormatio 1erritoriale,
regionale. attraerso cartograie GIS Geographic Inormation Svstem, che
permetteranno una chiara. unioca e corretta indiiduazione delle aree sottoposte a
incolo. delle aree tipizzate. e di ogni altra inormazione necessaria alla pratica
urbanistica ed edilizia. (io rispondera. in maniera eloce. omogenea. coerente e
trasparente. alle necessita concrete e quotidiane dei Serizi 1ecnici (omunali. dei
tecnici operanti nel territorio e di tutti i cittadini che richiederanno tali serizi.
1ale sistema cartograico costituira la base per qualsiasi tipo di ulteriore
implementazione del quadro conoscitio territoriale. in relazione ad ambiti diersi o
tra loro integrati catasto. ambiente. agricoltura. attiita produttie. sorintendenze.
mobilita. ecc:,.
La stesura degli elaborati richiesti dalle igenti disposizioni per la redazione del
Documento Programmatico Preliminare DPP,. e stata solta in sintonia con
l`Uicio del Piano. Assieme all`Uicio. si sono contattati gli enti. le aziende e gli
uici preposti - Soprintendenza Archeologica. Soprintendenza ai Beni Ambientali
Architettonici Artistici e Storici. Genio (iile. Regione Puglia. Proincia di Brindisi.
(onsorzio di Boniica. Asl. (uria Vescoile. lerroie. Acquedotto Pugliese. Lnel.
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


15
Azienda Gas - al ine di eettuare ogni ricognizione dei incoli. lo studio del
sistema dei serizi esistenti e preisti. proedendo inoltre ai necessari sopralluoghi.
riliei e indagini sul campo.
Particolare attenzione e stata riolta al laoro di digitalizzazione graica e
alanumerica sul Sit che ha auto come oggetto l`indiiduazione di tutti i dati che
ormano il quadro conoscitio del territorio comunale di lrancailla lontana:

! #*W();$(3$$3(5!;3!;+)-)!$5((#$.(#)-5!
! 3;.!&5-!;3.-.!
! )(55!65.-.6#+X5!
! ;#;$54)!#&(.65.-.6#+.!
! ;#;$54)!4.(W.-.6#+.!
! 3;.!&5-!;3.-.!
! I5*#!;$.(#+.Y<)5;#;$#+#Y)4I#5*$)-#!5Z$()3(I)*#!
! I5*#!;$.(#+.Y<)5;#;$#+#Y)4I#5*$)-#!3(I)*#!
! &.$)8#.*5!&#!;5(,#8#!5;#;$5*$#!
! ;#;$54)!&5--5!)$$#,#$%!<(.&3$$#,5!
! ;#;$54)!&5--)!4.I#-#$%!
! ;#;$54)!&5--5!(5$#!$5+*.-.6#+X5!5!&5#!;.$$.;5(,#8#!#*!(5$5!
! ;$(345*$)8#.*5!3(I)*#;$#+)!,#65*$5!

Per t`avati.i aetta cov.i.tev.a eaiti.ia e aei caratteri aegti iv.eaiavevti e.i.tevti sono stati
necessari riliei otograici e puntuali del centro urbano e dei quartieri perierici.
nonch delle aree residenziali extraurbane.
Per l`analisi dell`uso del suolo e stata utilizzata la (arta Uso Suolo realizzata dai
redattori dell`Aerootogrammetria. attraerso la restituzione graica. per tematismi.
della ortootocarta` del territorio comunale.
L`aerootogrammetria. realizzata nel 1999 e aggiornata in Marzo 2003. per la sola
ascia che interessa i laori di ammodernamento eseguiti sulla S.S. la Superstrada
Brindisi-1aranto,. e alla base di tutti gli elaborati graici del DPP.
!"#$%&'()'*+,,'$%-(.'('$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


17
K!Y!C#*$5;#!;$.(#+)!5&!3(I)*#;$#+)!&5--)!+#$$%!

!
!
9-!;#$.!&#!'()*+),#--)!'.*$)*)!
!
lrancailla lontana inizia la sua storia moderna agli inizi del XIV secolo
1310,. quando. per riattiare terre incolte e selagge. il principe di 1aranto lilippo
I d`Angio concesse ad un subeudatario. Guglielmo de Nantolio. il ia libera a
promuoerne il popolamento. Attorno all`antico (asale del Salatore. nei cui pressi.
durante una battuta di caccia a cui partecipaa lo stesso Principe. era stata rinenuta
miracolosamente un`icona bizantina raigurante la Madonna. conluirono. attirati
da larghe ranchigie. gli abitanti di altri casali Pazzano. (asaletere. S. Gioanni.
(aselle, sparsi nelle icinanze.
lrancailla lontana enia dunque atta nascere strategicamente in un
punto equidistante dalle due citta portuali di Brindisi e di 1aranto. cosi come. nello
stesso anno e con gli stessi scopi. era stata atta nascere sul pendio delle Murge
ostunesi. Martina lranca. quasi messa a guardia dell`allora boscosa e imperia Valle
d`Itria.
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


18
Il sito di lrancailla lontana era comunque gia stato indiiduato dal
prei.torico aet atevto come uno dei luoghi migliori della intricata Sila Uritana doe.
abbandonate le grotte naturali. organizzarsi in piccoli illaggi.
Il illaggio di capanne del periodo neolitico 2500 a.(.,. rinenuto nel 1950 e ancora
oggi studiato. costituisce la testimonianza di una sorta di citta del Neolitico` ed
indica il proilarsi di un`iniziale ciilta protourbana`. La citta neolitica di lrancailla
sorgea tra due corsi d`acqua. allora iumi. il Reale a nord proeniente dalle ultime
Murge tarantine Monte Scotano, e a sud. proeniente dal Monte Aulone. l`Alente o
Aulente. oggi scomparso ma segnato nel bruno dei campi da una lista color cretaceo
tra le ie per Saa e S. Marzano.
Molti secoli dopo. con l`insediamento dei Messapi nel Salento. secondo
alcuni autoreoli studiosi Ribezzo. De Leo. Pacelli ed altri,. Rudiae. la amosa patria
del poeta Ouinto Lnnio. era localizzata in contrada Guardiola` nella zona nord-est
del territorio di lrancailla lontana. Il De Leo dice che della Rudiae Lnniana si
edono le roine nel luogo detto Rodia a 1 miglia da Brindisi tra Oria e (eglie. sei
miglia quinci e quindi in territorio di lrancailla`: anche il dotto geograo
manduriano Giuseppe Pacelli ubica la etusta citta di Rudiae a meta e poco in uori
della linea congiungente lrancailla-(eglie. immaginando un triangolo aente come
ertici lrancailla. (eglie e Villa (astelli.
Inine lrancesco Ribezzo. a proposito di Rudiae. nell`ubicarla presso la
masseria Guardiola`. dice: di questa citta io ho indicata la posizione. inestigati i
ruderi allo scoperto. indicate le necropoli. pubblicate le iscrizioni messapiche`.
Distrutta Rudiae. scrie il Pacichelli che i Rodiani uggiaschi e dispersi si raccolsero
nei icini illaggi.ra tutti (asaletere. che riusci la piu requentata e copiosa`.

?5!<(#45!W.($#W#+)8#.*#!

Le case dei primi lrancaillesi sorsero accanto alle sparute abitazioni del
(asale del Salatore e si disposero lungo un asse ideale che unia l`antica chiesetta
del Salatore con il conento dei lrancescani. atto erigere dal Principe nel 1322.
passando per la nuoa (hiesa costruita sul luogo del rinenimento.
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


19
Il rapido moltiplicarsi delle costruzioni muto ben presto la struttura e la
consistenza dell`insediamento. tanto da indurre il Principe di 1aranto a concedere
con Priilegio del 16 noembre 1364 la costruzione di una cinta muraria uturi
orsan hostis metus`.
La 1erra di lrancailla. che aea il suo centro comunitario nella Piazzolla.
doe si ronteggiaano la nuoa (hiesa. dienuta (ollegiata con bolla di Papa
Gioanni XXII del 28 agosto 1332 e da cui dipendeano le parrocchie dei casali
icini Santissimi Salatoris. (asaliseteris. Pazzani. (asalini et aliis`. e il palazzo
baronale. assorbendo gli abitanti dei casali circostanti. andaa strutturandosi sempre
meglio sotto il proilo urbanistico e ambia a dientare. grazie all`inidiabile
posizione geograica. uno dei maggiori centri abitati di 1erra d`Otranto.
Il eudo di lrancailla nel 1455 passo dai de Nantolio o dell`Antoglietta a
Gioanni Antonio del Balzo Orsini. che penso subito di ortiicare la 1erra come
punto strategico tra le citta di 1aranto e di Brindisi: le ecchie mura angioine. che
racchiudeano il primo nucleo urbano. urono sostituite da altre piu solide e
articolate e. a completamento del sistema diensio. sull`angolo nord-est u costruito
un piccolo castello.
Il tracciato della nuoa muraglia partia dalla Porta Grande o del Salatore.
eretta nei pressi della ecchia chiesetta. passaa alle spalle della stessa. si apria nei
pressi del castello con la Porta S. Antonio. toccaa. comprendendolo. il conento
dei lrancescani neri e arriaa ino alla 1orre d`Llia. eretta nell`angolo nord-oest.
per poi ritornare erso sud. aprendosi nei pressi della cappella della Madonna di
Loreto nella Porta Noa e. aolgendo le case dell`Uniersita. ricongiungersi con la
Porta Grande.
Nei successii cinquant`anni un grande erore di costruzioni riusci quasi a
riempire gli spazi tra il quartiere piu antico e il perimetro murario orsiniano. tanto da
costringere l`Uniersita nel 151 ad inoltrare supplica alla Regina Gioanna IV ed
ottenerne il Placet per poter costruire un borgo uori le mura.



PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


20


9!I.(6X#!

Il superamento delle mura sposta il baricentro della 1erra dalla pia..otta alla
Porta Grande e determina il tracciamento in direzione di (asaletere di un asse
iario strada del (armine. oggi ia Roma,. attorno al quale crescera il nuoo Burgo
Grande secondo maglie regolari che costituiranno le direttrici di siluppo dei borghi
limitroi.
Nel XVI secolo la crescita di lrancailla sara dunque caratterizzata dal
tessuto regolare e rettilineo contrapposto a quello contorto e aolgente del rione
1erra. Accanto al Borgo Grande o del (armine prenderanno orma ad oest. erso
S. Maria delle Paludi. il Borgo Santo Biasi e. oltre il tratto di mura compreso tra la
Porta Grande e Portanuoa. quello di S. Maria degli Angeli: ad est. quasi simmetrico
a quello di S. Biagio. sorgera il Borgo S. Lligio. a caallo della strada che poi si
chiamera (roce. oggi ia Regina Llena. e. oltre i igneti del (apitolo. quello piu
rado di S. Antonio. di ronte alla porta omonima tra le mura e il castello.
Dal (atasto del 1604 emerge un quadro suicientemente dettagliato
dell`assetto urbanistico consolidatosi nel XVI secolo: all`interno delle mura la 1erra
propriamente detta troa le maggiori articolazioni al icinanzo` delle emergenze
piu signiicatie le chiese. il castello. le cappelle. le porte. le due piazze,. nei nuoi
borghi. doe si sente pulsare un organismo piu arioso. la dizione ia o strada
pubblica lascia intendere un impianto ispirato a criteri nuoi.
Il (atasto del 1636-1643 consente di eriicare le eoluzioni del tessuto e
della struttura urbana nella prima meta del secolo XVII: accanto al Borgo del
(armine. compreso tra la nuoa Piazza. detta il loggiaro o lossajo per la presenza
di numerose ogge per il deposito dei cereali. e la nuoa grande Porta a tre ornici
eretta accanto al conento dei (armelitani. si e siluppato un nuoo quartiere
attorno alla strada oggi denominata ia l. Ribezzo. cosi come oltre la strada
Antoglietta. oggi ia A. Manzoni. e il conento-ospedale di S. Biagio si e enuto
deinendo il Borgo della Graziosa: sul ersante orientale. tra il Borgo S. Lligio ormai
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


21
completato e l`antico Borgo S. Antonio. sui terreni del (apitolo gia coltiati a
igneto e sorto il Borgo S. Nicola: ad oest. nei pressi di Portanuoa. e cresciuto il
Borgo di S. Maria della Grazia. dal nome della icina antica cappella. legando il
Borgo di S. Maria degli Angeli con quello piu recente di S. Sebastiano. caratterizzato
dal pettine` che si innesta sul tratto stradale compreso tra largo Portanuoa e la
(hiesa di S. Sebastiano. oggi corso G. Garibaldi.
La Pianta della 1erra di lrancailla del 1643 ore un quadro quanto mai
completo dell`armatura urbana di quel tempo. da cui emerge chiaramente che uori
dal perimetro delle ecchie mura a ormai deinendosi una citta moderna. innestata
sul tessuto medieale attraerso sapienti cuciture operate negli slarghi antistanti le
tre porte principali della cinta muraria Grande. S. Antonio e Nuoa, o utilizzando
assialita e direttrici determinate dal tracciato murario.

?[3(I)*#;$#+)!&56-#!94<5(#)-#!

Acquistato il eudo nel 155. ma stabilitisi in lrancailla solo nel 1593. i
genoesi Principi Imperiali si distinsero per il piglio con cui incisero nell`impianto
urbano di lrancailla. che per loro decisione era dientata la capitale del eudo.
(ome segno del loro aento. nei primi decenni del secolo XVII ecero costruire la
maestosa porta a tre ornici detta Porta del (armine e il Palazzo del Sedile nella
Piazza Grande. entro le mura orsiniane. Seguirono quindi decisii interenti
sull`assetto urbanistico.
Prima Michele II. detto Michelino. che. deinendo e prolungando ino al
conento dei (armelitani la strada che gia si chiamaa Imperiale o Lunga.
tracciando le strade parallele che poi si chiameranno Lauro e Palomba e assegnando
all`ampia strada S. Lligio la unzione di arteria di collegamento con la campagna. che
aea come primo rierimento il conento dei Padri Riormati o della (roce.
raorzo tutti i segni urbani nella parte orientale della citta. Successiamente suo
nipote. Michele III. attraerso una serie concatenata di interenti. coneri alla
struttura urbana quel carattere di compiutezza ancora oggi riconoscibile. Innanzi
tutto completo il disegno del nonno. realizzando 114-15, la perimetrazione della
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


22
zona est con una cinta muraria che. aperta dalle porte della (roce e di S. Lorenzo. si
collegaa alla ecchia cinta orsiniana in corrispondenza del (astello. che egli aea
trasormato in uno splendido palazzo: e aprendo. in prosecuzione della strada S.
Lligio e oltre la Porta della (roce. una larga strada alberata ino al conento dei
Riormati. Anche uori la Porta del (armine. per accentuare una orte assialita. ece
aprire un`altra ampia ia alberata sino a (asaletere e inizio a tracciare la strada
l`attuale ia S. lrancesco, che arebbe collegato la Porta del (armine con il
conento dei Padri Riormati.
L`interento orse piu signiicatio u la realizzazione di un altro importante
asse iario a oest che. in onore del casato della moglie. chiamo Strada Simiana.
La nuoa strada. lunga trecentotrentanoe passi e tracciata dal conento dei
(appuccini alla contrada Paludi. tagliando ortogonalmente le strade dei i borghi
della zona occidentale. aori il completamento degli stessi e il sorgere di altri dalla
parte della campagna. bilanciando cosi l`espansione erso est del secolo precedente.
e chiuse a nord il perimetro urbano. legando il quartiere alle spalle della (hiesa di S.
Sebastiano con quello delle (ase Nuoe.
(on Michele III Imperiale lrancailla assume un assetto urbanistico
morologicamente e strutturalmente incentrato su tre grandi assi. le strade
Imperiale. (armine-S. Sebastiano e Simiana. che aeano regolato le asi della sua
crescita. e deinito dalla nuoa cinta muraria. che racchiudea i tutti i borghi sorti
dopo il superamento erso sud. est ed oest delle mura orsiniane.
Il terremoto del 20 ebbraio 143. pur danneggiando. in molti casi
irrimediabilmente. quasi tutti gli ediici pubblici e priati. non prooco signiicatii
sconolgimenti urbanistici. ma indusse molti a rinnoare il patrimonio edilizio.
Le strade principali si arricchirono di nuoe acciate di case e palazzi dai
rainati motii tardo-barocchi. introdotti dalle ristrutturazioni e soprattutto dalle
nuoe costruzioni.
Molti ediici pubblici urono restaurati. consolidati o. come la (hiesa
Matrice. riediicati. Un insieme di opere. come la ristrutturazione del lato sud-est. la
demolizione e ricostruzione della 1orre dell`Orologio . il miglioramento dell`aspetto
generale con l`introduzione dei portici .vppevve, e l`installazione delle tre statue di
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


23
S.Irene. di S. (arlo Borromeo e dell`Immacolata. prepararono lo spostamento
graduale della Piazza. intesa come ulcro della ita cittadina. dalla Piazza Grande
antistante il Sedile al contiguo lossajo.

Nel 182. anno della morte senza igli di Michele IV. percio ultimo degli
Imperiali di lrancailla. la citta si presentaa larga e imponente`. come dice il
Palombo. contaa quasi undicimila abitanti. iea prealentemente di agricoltura.
ma prolieraa di commercianti. artigiani e imprenditori ari.

?[A$$.+5*$.!

Nei primi decenni del secolo XIX la citta non subi grosse modiiche nel suo
impianto generale. ma consolido la sua struttura nelle zone perieriche in prossimita
delle mura.
Nel 1831 il patrimonio edilizio era costituito da:
235 case con orto` o senza. caselle. casamenti e palazzi. oltre a 250 botteghe di
ario genere. 90 rimesse. 4 stalle. 88 magazzini. 108 cantine. 13 pagliere. 14 legnere.
53 orti o cortili. 20 orni. 30 molini. 23 trappeti. 1 posture. 8 armacie. 8 caetterie.
2 locande. 1 osteria. 1 neiera ed era distribuito lungo circa 130 strade. ichi e larghi.
Vanno. inoltre. aggiunti il (astello Imperiali. dal 1821 dienuto Palazzo
(omunale. il (onseratorio delle Orane alla strada (astello oggi corso Umberto
I,. l`Ospedale dei poeri alla strada Imperiale. 12 chiese e 10 cappelle entro le
mura. i conenti dei Padri (armelitani. dei Riormati e dei (appuccini uori le mura.
il conento-ospedale dei latebeneratelli accanto alla (hiesa di S. Biagio e il
conento dei Liguorini accanto all`antica (hiesa di S. lrancesco. L` intanto gia sorto
1821, il cimitero comunale. che sara successiamente ampliato.
Il primo superamento delle mura settecentesche aenne nel 1838. quando
comincio a prendere consistenza il Borgo (roce con una ila di case sul lato destro
erso il conento.
La seconda meta del secolo ide la citta rinnoarsi attraerso le numerose
opere dell`architetto-ingegnere Luigi lumagalli che. oltre a realizzare o a
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


24
ristrutturare numerosi palazzi. u il progettista di quasi tutte le opere di sistemazione
stradale. a cominciare dalla strada estramurale. e dell`ampio iale alberato da Porta
(armine ino alla stazione erroiaria.

Il passaggio della tanto agognata erroia 1aranto-Brindisi orni l`occasione
per raorzare ancora di piu l`asse portante della citta. rappresentato dalla
congiungente Stazione erroiaria-Piazza e aorire l`espansione erso sud. che si
concretizzo nel secolo seguente.

9-!B.,5+5*$.!

L`apertura 190, del tronco erroiario lrancailla-Lecce. tratto della
trasersale Bari-Lecce. indusse il (onsiglio (omunale a conerire l`incarico prima
all`ing. Nicola De Pace di Lecce e poi al pro. Ing. Luca di (astri. rancaillese con
studio in Napoli. per un piano regolatore della zona che sta ra il paese e la
Stazione lerroiaria`. e. piu precisamente. la zona compresa ra la erroia e
l`abitato dal ponte Paludi oest, al abbricato del (onento (roce. per eitare che
si aesse a deplorare un sistema edilizio e stradale irregolare. antigienico ed
antiestetico`.
Non si conoscono pero le modalita con cui il piano u portato a termine. n
se u mai redatto: comunque prima. nel 1914. con i prolungamenti delle ie S.
Sebastiano. Massari. lorleo Bravda. S. (esarea e G. (arducci. e piu tardi nel 1925.
alla contrada Paludi. con quelli delle ie (retazzo. della Pace. Simeana e (asisto si
pose mano ad ampliamenti oltre il ecchio perimetro murario. Si tratto pero di
progetti parziali e non inseriti in un piano organico della zona compresa ra la ia
(roce prolungata in linea retta ino all`incontro della ia errata 1aranto-Brindisi. ed
un`altra perpendicolare che prolungasse la estramurale dal punto in cui s`inizia il
(anale Paludi ino alla suddetta ia errata`. come era stato deliberato dal (onsiglio
(omunale il 30 marzo 1912 Proedimenti per il piano regolatore della (itta,.
Nel primo dopoguerra si comincio a goernare la crescita della citta.
attraerso l`approazione di un Regolamento edilizio 1919-25,. che ebbe per la
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


25
prima olta una planimetria allegata con la perimetrazione di tutta la zona soggetta
allo stesso. e che sostitui il Regolamento d`Ornato. messo a punto in piu riprese
negli anni 1862-65.

Nei quindici-enti anni successii si attuarono alcune operazioni di
risanamento` che. se nel caso della sistemazione e ampliamento della piazza
Umberto I con la demolizione della quinta di sud-est Albergo lerroia,.
dientarono delle discrete modiiche planoolumetriche. nello sentramento del
rione Liquorini cancellarono interi tessuti di antica origine e smembrarono ediici
importanti taglio dell`ex Monastero delle (larisse per prolungare ia Municipio ino
al largo Liguorini,.

?)!<#)*#W#+)8#.*5!3(I)*#;$#+)!

(on delibera del Podesta Pompeo Pisciotta. il 28.3.1936 enia approato il
Regolamento Ldilizio con le modiiche richieste dal Ministero dei Laori Pubblici
che non aea omologato il testo approato il 20..1935. Lsso disciplinaa tutte le
attiita edilizie comprese nel raggio di 1 km dalla torre dell`orologio di piazza
Umberto I.
Anche dopo il 1942. con l`entrata in igore delle L. U. n.1150. la crescita
della citta continuo ad essere goernata dal R. L. del 1936. Presero cosi corpo. a
sud. ino a toccare i limiti imposti dai tracciati delle erroie 1aranto-Brindisi e Bari-
Lecce. i rioni La Volpe e (roce: ad est i rioni Peraro e (aallerizza. a nord. con le
palazzine INA il rione Peschiera e ad oest i rioni (appuccini e Paludi.

Nei primi anni sessanta. pero. allo scopo di disciplinare il disordinato
siluppo edilizio determinatosi nel dopoguerra. l`Amministrazione (omunale
aerti l`esigenza di ar redigere un Piano Regolatore Generale.
Il 29.5.1961 u deliberato un concorso di idee e di impostazione del Piano
regolatore generale della citta` e un anno piu tardi. il 13.6.1962. u aidato l`incarico
agli architetti (oncetto Santuccio e Biagio Accolti-Gil.
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


26
Il Piano Regolatore cercaa di rappresentare una solta all`espansione della
citta. ino allora siluppatasi a entaglio` con il ertice nella zona di Porta
(appuccini. preedendo tre nuoi settori di espansione edilizia a Nord. Lst ed
Oest. A Nord si proponea un altro entaglio. opposto a quello del nucleo urbano
esistente e limitato dalla progettata superstrada lerrandina - 1aranto - Brindisi e
dalla linea delle lerroie del Sud-Lst: ad Lst la zona di espansione era compresa tra
la s.s. n. e detta superstrada: ad Oest. piu che un settore di espansione il Piano
preedea una grande area a disposizione del (omune per la realizzazione di tutta
l`edilizia soenzionata dallo Stato`. dettata dal atto che in prossimita di essa era
preista tutta la grande zona industriale di lrancailla. come uno dei poli dell`area
industriale di Brindisi. Si trattaa quindi di un grande complesso edilizio a serizio
dei laoratori dell`industria. da eseguire preio piano particolareggiato.
Le zone di espansione erano suddiise in:
L` case abbinate. lotto min. mq.600. rapp. di cop. 15. hmax ml..50. dist. dai
conini ml..85,. L1` lotto min. mq.1000. rapp. di cop. 15. hmax ml.10.50. dist.
dai conini ml..85,. L2` lotto min. mq.1000. rapp. di cop. 15. hmax ml..50.
dist. dai conini ml.4.00,. L3` lotto min. mq.1500. rapp. di cop. 18. hmax
ml..50. dist. dai conini ml.6.00,. S`-ediici semintensii- lmax ml.18.50.
arretram. ilo stradale ml.3.00. dist. dai conini ml.10.00,.
Le tre zone di espansione non erano contigue ed erano separate tra di loro
da tre cunei di erde di noteole dimensione. il primo. destinato a giardino
pubblico. nella zona Peschiera`. riproponea l`antico parco del (astello Imperiali:
il secondo separaa il nucleo est di nuoa espansione dalla statale n.: il terzo. posto
tra il nuoo settore di espansione nord e quello destinato all`edilizia economica e
popolare. era un erde priato e i era consentita la realizzazione di una zona di
residenza a bassa percentuale di sruttamento` rapp. di copertura 120. lmax
.50. dist. dai conini pari all`altezza,.
Lrano inoltre preiste aree destinate a erde con impianti sportii`tra la
statale e le due erroie,. erde con attrezzatura ieristica`attigua alla zona
sportia,. erde con impianti ospedalieri`nord. attuale ospedale,. oltre.
naturalmente. al erde cimiteriale`.
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


27
Per il resto del territorio comunale. nei cunei ormati da alcune zone
iancheggianti le strade proinciali e nazionali ancora liberi da costruzione. e negli
spazi interposti a separazione delle nuoe zone di espansione` il piano regolatore
preedea una destinazione che potea essere considerata sia come zona erde. sia
come zona di residenza a bassissima densita edilizia lotto minimo pari a mq.5000,.
Il Piano recepia per le aree riserate all`agglomerato industriale di
lrancailla lontana l`indicazione atta dal progetto dell`area industriale di Brindisi.
elaborato dalla societa (.L.G.O.S. Italia per conto del (onsorzio del Porto e
dell`Area di Siluppo Industriale` di Brindisi. Nel progetto si preedea una prima
ase di siluppo con l`insediamento di industrie su una supericie di 35 ha.: nella
seconda ase era preista un`integrazione di aree ino a 5 ha..
Dopo due conerenze dei serizi` 5.11.1962 e 8.2.1963, presso la Sezione
Urbanistica del Proeditorato alle OO.PP. di Bari e una riunione per l`illustrazione
deinitia in (omune 23.2.1963,. l`iter si concluse con l`adozione all`unanimita del
P.R.G. da parte del (onsiglio (omunale deliberazione n.8663,.
Ratiicata dalla G.P.A. ai primi di noembre dello stesso anno. la delibera di
adozione non u mai pubblicata e il (onsiglio (omunale. nell`ultima seduta alida
per quel consesso deliberazione n.5164, reoco sorprendentemente il P.R.G.
adottato all`unanimita. Il successio (onsiglio. malgrado il Preetto aesse annullato
la deliberazione di reoca Decreto n.44292 del 20.11.1964,. nella seduta del
5.4.1965 riconermo l`orientamento precedente e il Piano u deinitiamente
reocato.
(io. naturalmente. contribui ad accrescere la conusione edilizia. per cui l`A.
(.. accantonata l`idea del Piano Regolatore. decise di sostituire il Regolamento
Ldilizio. in igore dal 1936. aidando all`ing. Antonio (aiero l`incarico per la
redazione del Piano di zona per l`edilizia economica e popolare nonch del
Programma di labbricazione. in esecuzione di quanto disposto dagli art.1 e 3 della
L.1662.
Il 14.1.196 il (onsiglio (omunale. ai sensi e per gli eetti del combinato
disposto dell`art. 34 della legge n.115042 e degli art. 3 e 8 della legge n.1662.
adottaa il P.d.l. con i Piani di Zona per l`edilizia economica e popolare ubicati a
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


28
nord tra la zona (appuccini` e la zona Peschiera` e sulla ia Appia a sinistra
contrada S. Lorenzo`,. nonch una zona a disposizione del (omune. a caallo ra
la ia (arosino e la ia Grottaglie piano di lottizzazione Mozzoni`,.
Il Proeditorato alle OO.PP.. su conorme parere della sezione urbanistica.
initaa l`A. (. ad esaminare l`opportunita di apportare ai piani di zona ed al
programma delle rettiiche e. dopo l`entrata in igore della legge ponte` n.6568.
che pero non aea modiicato l`iter non ancora concluso dei proedimenti
urbanistici adottati. il P.d.l.. riadottato il 29.1.1969 in esecuzione a quanto
consigliato dal Proeditorato Regionale alle OO.PP.. enia approato
deinitiamente con Decreto n.642814Urb dell`11..190.
Per il successio trentennio. si preedea il reperimento di aree per 1.434
abitanti .434 di incremento demograico - 10.000 per portare l`indice di
aollamento da 1.4 a 1, e quindi un abbisogno di 1.450 ani.
L`interento per l`edilizia economica e popolare enia limitato alla sola
zona in contrada S. Lorenzo` di circa ha. 20 e il resto delle aree di espansione
residenziali era concentrato lungo la direttrice nord-est. riniando nel tempo
l`espansione in direzione sud-oest e subordinandola alla realizzazione degli
insediamenti industriali in una asta zona a nord della statale per Grottaglie e alla
costruzione di un sottopassaggio sulla ia (arosino in corrispondenza della
conluenza delle linee delle lerroie dello Stato e delle lerroie del Sud-Lst.
L`Amministrazione (omunale. con le deliberazioni n. 56 dell`8.2.193 e n.
214 del 25..193. decidea in seguito di procedere ad una ariante al Programma di
labbricazione igente. nonch alla redazione di uno studio particolareggiato delle
zone omogenee B`. aidandone l`incarico all`ing. (esare (asiere.

La necessita dell`elaborazione di uno studio particolareggiato relatio alle
zone omogenee B. B1 e B2 scaturia dalla constatazione che in tali zone. interessate
da una ediicazione che superaa il 95. non si riuscia ad eseguire. con interenti
singoli. la sopraeleazione del primo piano sul piano terra esistente. n la
sostituzione edilizia limitata a piano terra e primo piano.
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


29
La suddetta ariante. strumento urbanistico tuttora igente. era incentrata
nella ridimensionamento delle zone di completamento B`da 50 ha a 3 ha, e nel
conseguente incremento delle aree di espansione (`da 4 ha a 80 ha, e di quelle
aenti destinazione pubblica o di uso pubblico.
(on Decreto Regionale n. 228 del 31.1.195 eniano approati la Variante
al P.d.l. con annesso R. L. e lo Studio Particolareggiato per le zone B. B1 e B2.
proedimenti poi perezionati con Decreto Regionale n. 1848 del 25..19.

?)!E)(#)*$5!)-!/(.6()44)!&#!')II(#+)8#.*5!,#65*$5!

PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


30
ed i beni ambientali del territorio. assumendoli nel senso di conerire al piano la
capacita di guidare un processo ambientale sostenibile.
Analizzando inatti lo strumento urbanistico si riscontra che il (entro
storico zona A, e limitato al nucleo piu antico corrispondente alla 1erra di
lrancailla. escludendo e tenendo separati i `borghi` che hanno conerito alla (itta
il modello del singolare organismo che la caratterizza . Peraltro anche negli ediici
di particolare pregio la normatia del (entro Storico. pur indiiduando tale ambito
come Area ambientale da tutelare`. preede alcuni interenti che non ne
garantiscono a pieno la salaguardia. come le sorastrutture e i olumi tecnici sulle
coperture e i corpi accessori negli spazi interni .
Inoltre nella zona A` le Norme di attuazione preedono anche la
sostituzione edilizia di ediici malsani o di scarso alore ambientale` . 1uttaia con
le prescrizioni della Sezione urbanistica regionale relazione S.U.R. n 641 del
18.11.194, e stabilito che gli interenti nella zona omogenea A` deono inserirsi
in idonei studi di settore. che tengano conto delle prescrizioni . concernenti la
necessita di uno studio di ristrutturazione dell`intera zona A` .
Rispetto alla precedente disciplina del P.d.l. scompare la prescrizione di
salaguardia delle zone B circostanti al (entro Storico entro un raggio di 100 metri.
con la quale si stabilia. a tutela dell`agglomerato urbano di piu antica origine. che le
eentuali opere di trasormazione doeano essere subordinate alla redazione di un
Piano particolareggiato da sottoporre all`approazione del Settore urbanistico
regionale e della Soprintendenza ai Monumenti .
Accade cosi che. sebbene insieme alla Variante al P.d.l. enga approato
anche lo Studio Particolareggiato delle zone B. entro tali tipizzazione di zona B
totalmente ediicata` rimangono inglobate gli importanti assi iari dei Borghi
circostanti il nucleo piu antico. quali ia Roma. ia Regina Llena. ia Michele
Imperiali. ia (arducci. ia Simeana. e altre strade adiacenti. tutte caratterizzate da
un impianto urbanistico e da un tessuto edilizio di particolare alore storico.
artistico e di pregio ambientale . L poich in tali assi iari lo Studio
Particolareggiato delle zone B indiiduaa soltanto pochi ediici storici
monumentali - artistici` per lo piu chiese ed alcuni ediici gia incolati dalla
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


31
Sorintendenza, rimaneano quindi prii di qualsiasi salaguardia i restanti Palazzi e
gli altri ediici e nuclei antichi. (io ha portato a risultati di interento sui tessuti
edilizi non proprio integrati` e di tutela nei conronti di caratteristiche
tipologiche e morologiche signiicatie. D`altra parte i risultati sono sotto gli occhi
di tutti.
Per quanto attiene lo siluppo urbano nel periodo piu recente. la crescita
della (itta si e siluppata sulla base delle preisioni della Variante al Programma di
labbricazione igente. con aggregazioni di una pluralita di comparti - insule` - di
nuoo insediamento. addensati nei settori a nord e ad est. non essendo possibile
indirizzare le espansioni nelle altre due direzioni ad oest e a sud, in quanto
rigidamente bloccate dalla presenza dei tracciati delle linee erroiarie Bari - Lecce e
1aranto - Brindisi. costituenti un limite isico allo siluppo urbano e per cui il Pdl
ed i successii interenti di pianiicazione non hanno neanche tentato di ipotizzare
qualsiasi tipo di soluzione al problema.
In particolare nel settore nord. compreso tra la ia di Villa (astelli ed il
prolungamento di ia (aour. le preisioni insediatie interessano
complessiamente una estensione territoriale di oltre 54 ettari. per complessii .500
abitanti e sono localizzate sostanzialmente in due nuclei. il primo compreso tra la
ia lerroia e la ia per (eglie insule (.1. (.2 e (.3, ed il secondo che. dopo il
cuneo dell`area a serizi generali del nuoo Ospedale. risulta esteso tra la ia
Madonna delle Grazie ed il prolungamento di ia (aour insule dalla (.4 alla (.10,
.
In relazione alle predette preisioni. allo stato attuale risultano realizzate e
quasi completamente saturate le insule (.1. (.. (.8. (.9 e (.10 : Inece hanno
auto solo una limitata attuazione i due piani attuatii Piano Ouadro e P.L., relatii
alle insule (.2 - (.3 ed alle insule (.4 - (.5 - (.6. per i quali complessiamente le
preisioni insediatie riguardano complessiamente circa 4.521 abitanti su una
supericie da urbanizzare di circa 32.6 ettari. che pertanto costituiscono aree di
disponibilita per il soddisacimento del patrimonio abitatio.
Nella direzione est. tra l`asse di ia S. Lorenzo ed il tracciato della ia
ecchia per Brindisi. le preisioni insediatie si concretizzano nella indiiduazione
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


32
delle insule (.11. (.13 e (.14 poste in continuita con le espansioni perieriche del
quartiere S. Lorenzo, e la insula (.12 aente noteole estensione. che costituisce
l`attuale quartiere P.L.L.P.. siluppatosi secondo una orma allungata entro il
territorio agricolo circostante per una lunghezza di circa un chilometro .
Le preisioni insediatie della Variante al Programma di labbricazione nei
predetti comparti risultano completamente saturate. pressoch ai lielli delle densita
programmate. che in particolare comprendono :
per le insule (.11. (.13 e (.14 :
complessiamente : abitanti 1.16 e supericie territoriale : ha. 24.6
per le insule (.12 P.L.L.P., :
complessiamente : abitanti 4.060 e supericie territoriale : ha. 19.4 .





PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


33
D=H>!BJ!K!Y!/9=B9!07H=B9CD9"9!GCG"0D9E9!\!CD=DA!29!=DD0=]9ABG!
(OMPAR1O
ANNO
APPR.
SUP.
1LRR.
SUP.
lOND.
SUP.
A1RLZ.
SUP.
S1RADL
VOL.
RLSID.
1O1ALL
ABI1.
INSLD.
1O1ALL
S1A1O
DI
A11UAZ.
ABI1.
INSLD.
RLSIDUI
N
PIANO
A11UA1IVO
mq. mq. mq. mq. mc. ab. ab.
(.1
P.L.
(APPU((INI
884 43.106 23.160 11.800 8.146 59.94 600 100 0
(.2 PIANO
OUADRO
(.2-(.3
1980
50.13 25.862 13.968 10.343 .584 6 0 6
(.3 36.380 22.906 6.223 .251 34.355 344 0 344
(.4 P.L.
INSULL
(.4-(.5-(.6
1985
6.568 50.146 13.540 12.882 5.12 51 23 58
(.5 9.632 43.50 23.523 12.549 130.680 1.30 8 10
(.6 82.255 40.151 28.910 13.194 160.604 1.606 11 1.429
(.
P.L.
RUGGILRO
1980 46.661 22.296 13.122 11.243 2.900 29 100 0
(.8
P.L.
PLS(lILRA
193 94.532 46.802 2.80 19.860 114.50 1.146 100 0
(.9
(OMPAR1O
I.A.(.P.
4.000 3.380 350 20 4.000 40 100 0
(.10
P.L. (RL1A
ROSSA
193 26.300 12.610 8.100 5.590` 40.860 409 100 0
(.11
P.L. d`uico
S. LORLNZO
193 40.915 1.69 9.91 13.355 66.886 669 85 100
(.12
P.L.L.P

S. LORLNZO
190 194.324 120.483 38.345 35.496 64.924 3.649 100 0
(.13
P.L.
DI PUNZIO
1980 19.452 11.52 5.961 1.919 33.120 331 100 0
(.14
P.L.
RLS1A
1980 10.10 5.558 2.90 2.182 6.22 16 100 0
(.15
P.L.
Via GORIZIA
1980 13.34 .295 4.000 2.052 21.918 219 40 131
(.16
P.L.
Via BRINDISI
1982 16.964 9.49 5.346 2.393 2.825 282 100 0
(.1
P.L. ia ORIA
(ASALINI
196 39.518 18.383 8.05 13.060 32.160 321 0 321
B.3
P.L.
Via BRINDISI
1982 .549 5.06 434 2.039 20.105 201 100 0
B.3
P.L. ia ORIA
(ASALINI
11.880 8.900 360 2.620 32.160 322 100 0
LP18
P.L.str. sport.
Via Oria
1988 1.113 15.436 1.085 592 0 0 0 0
LP19
P.L.str. sport.
1ang. nord
1982 11.900 113.886 1.500 2.250 0 0 0 0
1O1ALL 3.883
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


34
Inine risultano saturate. secondo il dimensionamento preisto. le altre
insule (.16 e B.3 su ia Brindisi con un`incidenza abitatia corrispondente pari a
circa abitanti 480 su una supericie territoriale pari a 2.45 ettari . Sono inece
tuttora in ase di completamento i comparti (.15 e (.1. rispettiamente ubicati
sulla ia Gorizia e sulla ia Oria. le cui preisioni insediatie ammontano
complessiamente a circa :
abitanti 219 - 322, ~ ab. 541
supericie territoriale ~ mq. 13.34 - 11.880, ~ha. 2.52 .
Il quadro della strumentazione urbanistica attuatia. ormatasi in base agli
interenti di pianiicazione innanzi descritti e riportato nella tabella di cui sopra.
nella quale sono riassunti i principali dati e parametri urbanistici dei relatii piani
approati. nonch lo stato di attuazione e gli abitanti ancora insediabili. desunto da
riscontri diretti eettuati sui luoghi eo sulla cartograia aerootogrammetrica .
La conigurazione complessia della (itta si e eoluta. quindi. sino a
raggiungere le dimensioni attualmente conseguite. attraerso una pluralita di
interenti attuati come successie aggregazioni all`impianto urbanistico della (itta
Storica .
In conseguenza e risultata alquanto carente l`esistenza di un nuoo sistema
di direzionalita inrastrutturali. che coordini mobilita e unzioni primarie nella nuoa
direzione urbana ed in rapporto ai lussi di interconnessione con le direttrici
territoriali. Inatti la crescita per stratiicazioni secondo un continuum ediicato.
sostanzialmente indierenziato. richiede in modo prioritario il recupero delle
unzioni a liello urbano. organizzate su un supporto inrastrutturale di iabilita
primaria che si riallacci agli assi ed alle polarita della (itta storica senza intererire
con il sistema della iabilita cittadina .
In realta sotto tale proilo una prima importante proposta e contenuta nella
stessa Variante al P.d.l.. allorch. nell`ambito territoriale a sud dell`abitato. iene
indiiduato il tracciato di un nuoa tangenziale sud` esterna. aente la unzione di
collegamento tra la strada proinciale per Oria e la statale n Appia` per
Grottaglie e 1aranto secondo un percorso che consentia di raccordare. da est ad
oest. le numerose ie di comunicazione extraurbane esistenti in quel ersante.
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


35
comprendenti nell`ordine le strade proinciali per Oria. per Manduria. per Saa e
per San Marzano e quindi la S.S. n 603 per (arosino e San Giorgio Jonico e la S.S.
n per Grottaglie e 1aranto. sulla quale era preisto l`innesto in corrispondenza
dello sincolo con l`altra tangenziale in corso di realizzazione nel ersante nord da
parte dell`Anas .
Un consistente tratto di tale tangenziale sud e stata in seguito realizzato nei
primi anni 80 dall`Amministrazione proinciale di Brindisi. relatiamente all`intero
tratto della lunghezza di circa 4.6 Km. compreso tra la ia di Oria e l`incrocio con la
statale per (arosino e San Giorgio Jonico. secondo un tracciato pressoch uguale a
quello preisto dalla Variante al P.d.l. e comprendente anche il sorappasso alla
linea erroiaria per Manduria e Lecce. nonch gli sincoli attrezzati a raso del tipo
a quadrioglio`, in corrispondenza degli incroci con le strade proinciali .
La stessa Amministrazione proinciale di Brindisi ha inoltre programmato il
completamento dell`opera mediante un progetto POR - misura 4.2 - del marzo
2001. tuttora pero ancora in corso di inanziamento. che tiene conto della presenza
del (entro di carico intermodale nel rattempo realizzato all`esterno del tracciato
ipotizzato dalla Variante al P.d.l. . In particolare con tale progetto e stato preisto
un percorso a piu ampio raggio della lunghezza di circa 2.8 Km.. che. modiicando il
tracciato della Variante al P.d.l. subito dopo il raccordo con la S.S. n 603 per
(arosino. si ricollega alla S.S. n per Grottaglie e 1aranto. sempre in
corrispondenza dell`ampio sincolo esistente della tangenziale nord. dopo aere
superato con sorappasso la linea erroiaria per 1aranto e circuitato l`area del
(entro intermodale. peraltro serito da altro sincolo per entrambe le direzioni di
marcia .
Per il (entro di (arico Intermodale e stato realizzato un collegamento
diretto con la ia di Grottaglie mediante un tracciato di iabilita secondaria.
anch`esso approato dall`Amministrazione proinciale di Brindisi con delibera n
108 del 6.4.2000.
Altra importante opera a liello inrastrutturale e costituita poi
dall`eliminazione. ai margini del centro abitato. del passaggio a liello in
corrispondenza della strada proinciale per San Marzano con la realizzazione del
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


36
sorappasso della linea erroiaria Brindisi - 1aranto. raccordato con ampia cura
alla ia l. D`Angio subito dopo l`incrocio con il iale V. Lilla e costituente
anch`esso attuazione di analoga preisione della Variante al P.d.l. .
1ale sorappasso. che. attraerso raccordi iari secondari. consente pure di
bvpassare gli altri passaggi a lielli delle strade per Saa e per Manduria. rappresenta
una prima risoluzione dell`annoso problema del superamento della linea erroiaria
in corrispondenza della iabilita di collegamento tra il centro abitato ed il territorio
limitroo nelle direzioni ad oest e a sud . Problema questo peraltro reso ancora piu
complesso per la estrema contiguita dei tessuti ediicati alla linea erroiaria. sicch
altre possibilita di raccordo doranno ricercarsi un programma organico di reisione
eo di completamento della iabilita tangenziale esterna al (entro abitato .
Allo stato attuale inatti la ex tangenziale nord preista dalla Variante al
P.d.l. peraltro in un contesto lontano e completamente aulso dalla iabilita
cittadina,. e stata nel rattempo interamente realizzata come ariante Anas della S.S.
n `Appia`. conermando il suo importantissimo ruolo di strada extraurbana a
carattere regionale. sicch lungo l`intero arco a 360 delle arie strade radiali
extraurbane che si dipartono dal centro abitato. non esiste alcun collegamento iario
con caratteristiche di tangenziale esterna .
Risulta necessario pertanto inserire tra gli obiettii del presente D.P.P. la
preisione di una siatta arteria. che. opportunamente attrezzata per il traico
eicolare primario in modo da aorire la mobilita esterna all`abitato. possa
assolere alle unzioni di raccordo tra i diersi quartieri della (itta. incanalando
anche il traico dei mezzi pesanti eo soltanto di passaggio ed eitando
l`attraersamento della iabilita cittadina . Nel settore sud dell`abitato la nuoa
arteria potra anche utilizzare. opportunamente potenziandolo. il tracciato gia
realizzato dalla Proincia per il raccordo delle proinciali che si dipartono in quella
direzione.
Per quanto riguarda la zona omogenea L. la Variante al P.d.l. indiidua tre
sottozone distinte. classiicate pero non in base alle caratteristiche agricole e
morologiche dei terreni. ma soprattutto in unzione della loro distanza con il
centro abitato .
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


37
Inatti : la sottozona L.1 e indiiduata in corrispondenza della ascia
perimetrale al centro abitato ed alle aree di espansione per una ascia della
proondita di circa 200 metri. con possibilita di realizzare le normali attiita agricole
produttie con esclusione di quelle propriamente zootecniche di qualsiasi liello per
la non compatibilita con le zone residenziali icine :
la sottozona L.3 tipizza un`area per centro di serizi in localita Bax dell`estensione di
circa ettari destinata alla realizzazione delle attrezzature collettie in appoggio
delle attiita agricole e alle residenze circostanti`. comprendenti istruzione.
ambulatorio e delegazione comunale. uici pubblici. commercio. tempo libero e
sport :
la sottozona L.p indiidua due comparti di aree L.p.18 ed L.p.19, con destinazione
a erde attrezzato ed impianti sportii e ricreatii ad uso priato. da attuarsi
mediante lottizzazione conenzionata :
la sottozona L.2 comprende la restante parte del territorio agricolo con possibilita di
realizzare le normali attiita agricole produttie compreso quelle zootecniche.
attrezzature a serizio del traico stazioni di serizio. motel e simili,. nonch in casi
particolari industrie per la raccolta e distribuzione dei prodotti agricoli e attrezzature
a destinazione socio-culturale collegi. centri per la gioentu. chiese rurali e simili, .
In sede di approazione della Variante al P.d.l.. con la relazione n 641 del
194. la Sezione urbanistica regionale ha riportato l`indice di abbricabilita ondiaria
all`unico alore di 0.03 mcmq. originariamente preisto pari a 0.10 mcmq.,.
subordinando la possibilita di alori maggiori alle procedure di deroga allora igenti
e riniando l`attuazione delle attrezzature a serizio del traico alla redazione di
idonei piani quadro. .Ad eccezione della preisione relatia alla localita Bax. la
Variante al P.d.l.. pur denunciando l`alto indice di razionamento della proprieta`
agricola. non stabilisce particolari norme regolanti le aree caratterizzate da una
diusa ediicazione anche destinata alla residenzialita stagionale e anzi. poich non
issa alcun alore come supericie minima del lotto. di atto si puo dire che abbia
acilitato l`ulteriore razionamento delle aree agricole e la loro conseguente
ediicazione specialmente lungo i ronti erso strada. Una tendenza. questa inatti.
siluppatasi in modo cospicuo negli ultimi decenni sulla scia anche dell`antica
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


38
tradizione consolidata nella popolazione locale. che aea dato luogo alle numerose
Ville suburbane o (asine. localizzate principalmente lungo le ie per (eglie
Messapica. San Vito. Manduria. Oria e (arosino .
Inoltre nessuna indicazione e riportata nella Variante al P.d.l. relatiamente
alle emergenze ambientali. come il (anale Reale nonostante osse indiiduato nella
cartograia di Piano, e le aree con presenza di macchia mediterranea o di importanti
impianti arborei. come la grande estensione di macchia mediterranea sulla Via per
(arosino e l`area a Nord del territorio comunale. estesa piu di 200 ha. situata in
prossimita della Masseria Bottari. al conine con (eglie Messapica: stessa scarsita di
indicazione e prescrizioni per quanto riguarda le antiche testimonianze di particolare
pregio storico architettonico. come le ille. le masserie e gli altri insediamenti di
carattere tradizionale. malgrado la loro noteole diusione nell`ambito dell`agro
rancaillese e la loro importanza di caratterizzazione del territorio .
Inine la Variante al P.d.l.. considerata la carenza nel centro abitato di
lrancailla lontana di idonee aree pubbliche o di uso pubblico per l`insediamento
di attrezzature generali o comuni. indiidua 12 comparti di zona omogenea l
contraddistinti come insule` l.20 l.31,. che. allo scopo di supplire alle suddette
carenze. sono preisti nelle immediate adiacenze del centro abitato per le
destinazioni di attrezzature di interesse generale pubbliche o di uso pubblico. in
aggiunta a quelle da cedere per il soddisacimento dello standard di 18 mqab. nelle
zone ( di espansione .
Per quanto riguarda tali attrezzature di zone l la Variante al P.d.l. :
relatiamente alle insule l.24l.30 rinia a uture determinazioni
dell`Amministrazione (omunale la deinizione della loro utilizzazione. lasciando
libera la scelta tra le destinazioni a carattere sociale. amministratio. culturale.
sanitario. religioso. scolastico. per parcheggi pubblici e per impianti sportii e
ricreatii :
mentre relatiamente alle insule l.20. l.21. l.22. l.23. ed l.31 stabilisce
preentiamente la loro destinazione. indiiduandola rispettiamente per impianto
dell`inceneritore. per parco sportio pubblico. per carcere mandamentale. per zona
Ospedaliera e per ampliamento dell`area della liera di lrancailla lontana.
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


39
Poich le suddette attrezzature non sono comprese entro comparti
perequatii sicch la loro realizzazione era subordinata al perezionamento di
diicili procedure espropriatie. le preisioni relatie a tali zone l in tutto l`arco del
trentennio hanno auto soltanto una scarsa attuazione. per lo piu circoscritta a
poche aree di limitata estensione . In particolare. in base alle eriiche dirette.
riscontrate anche sulla cartograia aerootogrammetrica aggiornata. risultano
impegnate dalla realizzazione di attrezzature eo ediici d`interesse pubblico le
seguenti superici di zone l :
sottozona l.22. interessata per una supericie pari a circa il 50 dalla realizzazione
di ediicio scolastico :
sottozona l.23. impegnata per una supericie pari a circa il 56 . corrispondente
alla supericie dell`area ospedaliera relatia all`ediicio del nuoo Ospedale
preesistente alla Variante al P.d.l. :
sottozona l.24. interessata da due ediici scolastici scuola elementare e scuola
materna, per una supericie complessia pari a circa il 68 :
sottozona l.25. interessata per una supericie pari a circa il 20 da un ediicio di
scuola materna :
sottozona l.26. interessata da due ediici scolastici scuola media ed asilo nido, per
una supericie complessia pari a circa il 50 :
sottozona l.2. interessata anch`essa da due ediici scolastici scuola media ed
scuola materna, per una supericie complessia pari a circa il 30 :
sottozona l.31. interessata per una supericie pari a circa il 60 dalla realizzazione
delle strutture della liera campionaria .
Gli altri comparti di zone l non hanno troato inece alcuna attuazione. in
quanto :
le zone l.28 ed l.30. comprese nell`ambito del tessuto urbano. sono rimaste libere e
prie di qualsiasi ediicazione. analogamente alla zona l.20. ubicata pero a circa 600
m. a nord dalla tangenziale dell`Anas tra le proinciali per Ostuni e San Vito dei
Normanni :
la zona l.29. posta all`interno dell`isolato in angolo tra le ie Di (astri e San
lrancesco. risulta interessata da edilizia priata :
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


40
il comparto di zona l.21 dell`estensione di circa 26 ettari. destinato a parco sportio
e ricreatio a carattere territoriale. non ha troato alcuna attuazione neanche a
liello della progettazione del relatio Piano quadro richiesto dalle N.1.A. e. allo
stato attuale risulta in parte impegnato da un`ediicazione di seconde case distribuita
su lotti della supericie di circa 1 ettaro disposti perpendicolarmente alla proinciale
per Ostuni .
Pertanto complessiamente. escludendo pero il grande comparto l.21
peraltro non utilizzabile mediante interento diretto. essendo subordinato a
preentio Piano Ouadro,. rispetto alla supericie totale dei restanti comparti di
zone l pari a circa 26.22 ettari risulta interessata dalla realizzazione di attrezzature e
serizi un`estensione di circa ettari 10.19 pari al 38.9 del totale. sicch le restanti
aree della supericie di 16.03 ettari pari al 61.1 , sono a tutt`oggi rimaste non
ediicate e quindi bloccate con la destinazione di zone bianche`. L cio anche a
conerma dell`estrema diicolta in ordine all`attuazione di aree a serizi ed
attrezzature non comprese entro comparti perequatii .
Si rilea inine che la Variante al P.d.l.. nel periodo di circa 30 anni dalla sua
entrata in igore. e stata interessata essenzialmente soltanto da tre arianti principali.
di cui le prime due resesi necessarie entrambe nel 1990 per dare luogo al (entro di
carico intermodale ed al (onsorzio SISRI lungo la strada per San Vito dei
Normanni e l`altra nel 1993 occorrente per la realizzazione dell`Impianto consortile
della discarica controllata.

9-!/#)*.!&#!75+3<5(.!&5-!"5*$(.!=*$#+.!

L`Amministrazione (omunale adottaa. con Delibera di (.(. n. 232 del
14.0.`88. Il Piano Particolareggiato e di Recupero del (entro Antico.
deinitiamente approato con delibera commissariale n. 2 del 31.01.`96.
Il progetto enia siluppato. anche a causa delle diicolta rienienti da una
documentazione catastale largamente insuiciente e inaidabile. con rileazione
diretta dei prospetti delle unita tipologiche. la schedatura delle unita d`uso e il
riconoscimento planimetrico nel rapp. 1:500 delle unita tipologiche.
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


41
Il riconoscimento delle unita d`uso rierite alla stato di atto. il conronto di
tali unita con l`unita tipologica e la successia proiezione di tali dati sul tipo di
interento di recupero issabile costituiano l`assunto metodologico posto a base
delle ipotesi progettuali contenute nel Piano Particolareggiato e di Recupero del
(entro Storico.
I requisiti base analizzati per ogni singola unita d`uso erano la proprieta. la
disponibilita. l`economicita e le risorse inanziarie.
I singoli interenti edilizi deono garantire:
1. la coincidenza tra unita di minimo interento con una o piu unita tipologiche:
2. il rispetto della morologia urbana:
3. il rispetto delle caratteristiche costruttie e tecnologiche originarie:
4. l`indiiduazione degli elementi di pregio:
5. il ripristino della tipologia originaria:
6. la riqualiicazione dell`ambiente e dell`arredo urbano:
. il rispetto delle destinazioni d`uso di progetto:
8. l`eliminazione di tutti gli elementi in contrasto con l`unita minima.
A ronte delle diicolta connesse al recupero delle aree storiche che non
comportasse n il soertimento dei alori iguratii. n il soertimento delle
strutture unzionali attraerso l`espulsione dei residenti e la loro sostituzione con
attiita terziarie o residenze per quelle classi piu agiate in condizione di arontare
direttamente o indirettamente le spese per le operazioni di recupero. enia
proposto il sistema del covrev.iovavevto come strumento di interento dell`Lnte
pubblico che potesse:
a, garantire la corretta progettazione ed esecuzione delle opere di recupero:
b, orire agli attuali proprietari un noteole contributo operatio ad un indiscutibile
antaggio inanziario:
c, sancire. anche a liello di progettazione esecutia. la possibilita di realizzare gli
interenti preisti dal P.P. orendo ai preisti i mezzi tecnici per la realizzazione
degli interenti:
d, garantire un controllo sui prezzi di endita degli alloggi nel (.A. esercitando il
diritto di prelazione nel caso.
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


42
Il Piano indicaa anche cinque aree preerenziali di interento pubblico:
1. (astello Imperiali
2. Area a erde in (orso Umberto I
3. (orso Umberto I
4. Area a erde in Via Orsini
5. Area a erde in ia Barbaro lorleo giardino PP. Liguorini,
Ad oggi il Piano ha auto esecuzione limitata. anche per il mancato ricorso
al conenzionamento che costituia l`elemento cardine per l`attuazione degli
interenti.
Va pero detto che nella maggioranza dei casi si sono realizzati interenti in
linea con le indicazioni di Piano.
Nelle cinque aree preerenziali di interento non si e proceduto ad alcun
interento.

!"#$%&'()'*+,,'$%-(.'('$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$ $$$$$$$$$$$$$$$$$/!!$0$12,'3+-(2$$$$$$$$$


43
P1X, ....,. .............
IlPl' """"-
!"#$%&'()'*+,,'$%-(.'('$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$ $$$$$$$$$$$$$$$$$/!!$0$12,'3+-(2$$$$$$$$$


44
Cl
\,
l A TERRA E l BORGHI
Cl
I.A TERRA E I BORca!!
!"#$%&'()'*+,,'$%-(.'('$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$ $$$$$$$$$$$$$$$$$/!!$0$12,'3+-(2$$$$$$$$$


45
VIANTA DI FRANCAVIlLA 1861
PIANTA 01 FRANCAVU.J.A CON ILCANi\U> REAU:
~ -
~ -
PIANTA DI FRANCAVIu.A 1861
PIANTA DI FRANCAVIlLA CON ILCA.-':AL REALE
rl:c. __
--
!"#$%&'()'*+,,'$%-(.'('$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$ $$$$$$$$$$$$$$$$$/!!$0$12,'3+-(2$$$$$$$$$


46
, .
I .
PLi\NIMETRIA OEUA CITIA' - 1921-25
!"#$%&'()'*+,,'$%-(.'('$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$ $$$$$$$$$$$$$$$$$/!!$0$12,'3+-(2$$$$$$$$$


47
~ -
~ -
PI:r. __
--


l J
- -5
!"#$%&'()'*+,,'$%-(.'('$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$ $$$$$$$$$$$$$$$$$/!!$0$12,'3+-(2$$$$$$$$$


48
STRAI. CIO PDF ADOTTATO 1961 TTATOI961 STRALCIO PDF ADO
P1X, ....,. .............
IlPl' """"-
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


49
!"#$%&'()'*+,,'$%-(.'('$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$ $$$$$$$$$$$$$$$$$/!!$0$12,'3+-(2$$$$$$$$$


50
LO SVILUPPO DEllA CiTrA' DAL 1M AL 1999
ARIlOfOTOGAAMMlITll lA 1980
LO SVILUPPO DI!.UA cm,,' DAL t9IOAL ""
AJlROf'O'f()(;RAIoIMIITRIA 1911
... -.:_-
--
, ARMOfOTOGRMI).U!TRIA 1_
!"#$%&'()'*+,,'$%-(.'('$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$ $$$$$$$$$$$$$$$$$/!!$0$12,'3+-(2$$$$$$$$$


51
ORTO FOTO 1999 ORTOFOTOI999
P U G F ~ _
I>PP . """"" ...
!"#$%&'()'*+,,'$%-(.'('$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$ $$$$$$$$$$$$$$$$$/!!$0$12,'3+-(2$$$$$$$$$


52
!
..... 'C ......................
DPI' . ",,-
... : F_,,-
])1'1, .-......
!"#$%&'()'*+,,'$%-(.'('$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$ $$$$$$$$$$$$$$$$$/!!$0$12,'3+-(2$$$$$$$$$


53
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


54
L!Y!C$(3$$3()8#.*5!)4I#5*$)-5!5!<)5;)66#;$#+)!



Il territorio del comune di lrancailla lontana. collocato sull`asse Brindisi-
1aranto. si estende tra la piana brindisina e la prima Murgia. per 1.520 ettari circa. a
ormare un`area agamente triangolare erso Sud.
Il Paesaggio rancaillese. possiede le caratteristiche di area di transizione e
di passaggio` ra diersi sistemi territoriali costituenti. 1ale caratteristica
paesaggistica. deinibile come paesaggio di transizione e eidente nella lettura della
morologia e geomorologia. oltre che dell`idrologia supericiale del territorio.
sinteticamente rappresentabile nella assimilabilita territoriale delle aree poste ad Lst.
Sud-Lst alle caratteristiche geologiche e geomorologiche della piana brindisina.
anche in relazione alla egetazione ed alle colture agrarie. delle aree poste a Nord.
erso (eglie Messapica. Ostuni. alle caratteristiche della prima Murgia. senz`altro
contraddistinta dal permanere di egetazione spontanea. da una itta rete idrologica
supericiale. disposta a pettine nel senso Nord-Sud. da un sistema morologico quasi
collinare. con noteoli ariazioni di quota rispetto al l.d.m e da un sistema geologico
peculiare. Il lato Sud-Oest. coninante con la Proincia di 1aranto. rappresenta un
terzo dierso sistema del Paesaggio. assimilabile alla ascia jonico-salentina che da
1aranto scende erso Gallipoli. all`interno della ascia costiera.
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


55
Le attiita per la ormazione dell`adeguamento al PU11P regionale.
adottati in (.(. con delibera n. 34 del 08.08.2003 hanno condotto. tra l`altro. alla
deinizione di un inentario dettagliato delle risorse storiche. naturali. agronomiche
e paesaggistiche presenti nel territorio comunale. Le indagini solte ci restituiscono
un quadro sorprendente. per ricchezza e arieta dei alori in gioco. giustiicando la
scelta di porre la alorizzazione del capitale naturale rancaillese tra i principali
obiettii di piano. Il quadro analitico. conerma la compresenza all`interno del
territorio comunale di sistemi naturali e paesaggistici dierenti. Il territorio passa dai
paesaggi rupestri e ricchi di egetazione spontanea della primissima collina
murgiana. a grandi superici alberate con olieti secolari. a sistemi colturali intensii
di seminatii e ortaggi. a consistenti aree di macchia mediterranea che rappresentano
ancora oggi un delicato ecosistema caratteristico dell`area salentina.
1ale sistema territoriale e stato per secoli uso ad un sistema produttio
agricolo tra i piu prosperosi. L`approccio utilizzato per la caratterizzazione
paesaggistica del comune di lrancailla lontana a rierimento a numerosissimi
sopralluoghi eettuati in situ. a dati proenienti da ortooto redatte per
l`Amministrazione (omunale nel 1999. ad archii dall`Ispettorato Agrario
Proinciale. alla cartograia dell`uso del suolo generalmente nota come (orine Land
(oer.
L`intento e quello di restituire un` immagine del sistema paesaggio`
attraerso un gruppo articolato di caratteristiche ambientali - relatie alla
morologia. ai suoli. all`idrologia. alla egetazione e all`uso del suolo- attraerso
l`identiicazione per ia sintetica di sistemi e sottosistemi. anche secondo le
indicazioni proposte dal PU11P regionale.
Di seguito iene ornita una descrizione ambientale sintetica dei tre sistemi e
delle unita indiiduate nel territorio comunale di lrancailla.
Il! ;#;$54)! B.(&. della prima Murgia. si puo ar partire all`incirca dalla Via
per (eglie Messapica. all`altezza dell`attraersamento. sulla stessa strada proinciale.
della erroia Sud-Lst. secondo un taglio traersale del territorio comunale. in
direzione Lst-Oest. comprendendo le direttrici per Villa (astelli. (eglie Messapica.
Ostuni. S.Vito dei Normanni.
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


56
Geologicamente tale area e caratterizzata dalla presenza di calcari
dolomitici e rappresenta la parte emersa di un mare pleistocenico che toccaa
approssimatiamente la quota dell`isoipsa 10`. L`area costituisce la piattaorma di
erosione con segni di denudamento della corteccia pedologica. di caotica
gerarchizzazione delle acque dilaanti. di aanzato stato di degrado egetale`. In
questi terreni sono ubicate le orme carsiche piu signiicatie. quali ore. lame.
alloni. doline. grotte. che costituiscono la testimonianza strutturale di questo
sistema idro-geo-morologico. Da un punto di ista ambientale. la presenza di
queste emergenze carsiche. l`innalzamento delle quote altimetriche. rendono il
paesaggio simile al territorio della bassa Murgia. Anche le colture agrarie e le aree
naturali. assieme agli insediamenti rurali. si possono identiicare con caratteristiche
peculiari. Le colture piu diuse sono senz`altro l`oliocoltura e i seminatii. sebbene
in molte zone di questo primo sistema paesaggistico ci sia in corso l`espianto di
olieti secolari. la trasormazione radicale dei terreni. attraerso spietramento e
rantumazione della pietra e la creazione di terrazzamenti utili ad ospitare colture
dierse di specie oliicole. e non solo. non propriamente` autoctone.
In questa area si troa una delle piu importanti emergenze naturalistiche del
territorio. l`area del Bosco Bottari. un ecosistema ancora ben conserato.
rappresentato da un insieme di emergenze costituenti un complesso sistema
ambientale. atto di aree boscate di querce. lecci. roerelle. olmi: un sottobosco
ospitante arie specie autoctone comuni all`area murgiana. Sono ancora presenti
arieta loristiche quali il corbezzolo. l`oliastro. il mirto. il lentisco. il perastro. il
timo. il cisto. il pungitopo: e presente una estesa gariga in cui e possibile troare una
lora di habitat rupestre come la parietaria. l`arabetta. la borraccina e molte
orchidacee quali la orchidea italica. il giglio caprino. la serapide. il giaggiolo
siciliano.ecc.: un sistema idrologico supericiale costituito da lame e alloni: la
presenza di auna selatica comprendente alchetti. beccacce. lepri. olpi. tartarughe.
ricci: L`area si troa all`interno di un sistema di insediamenti rurali. masserie. di
particolare importanza storica. tipologica e costruttia: Masseria Bottari ortiicata,.
Masseria Bax. Masseria Palmo. Masseria Serro di Palmo. Masseria Diesa. Masseria
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


57
Palmarino. Masseria Monacelle ecchia. Masseria Monacelle nuoa. Masseria
(asalicchio. Masseria Vizzo. Masseria Spadone. Masseria Sciaiani. . Masseria (aalli.
Gli insediamenti rurali storici tipici. appunto le masserie. pur essendo diuse
in maniera omogenea in tutto il territorio comunale. risentono anch`esse
dell`inluenza del sistema territoriale in cui sono collocate. In questa zona si e in
presenza di masserie con corpi di abbrica realizzati con tipologia a trullo. tipiche
della alle d`Itria e della Murgia 1arantina e Sud-barese: il materiale da costruzione e
la pietra calcarea piu dura. spesso pria di intonaco. la disposizione planimetrica e
piu chiusa`. spesso ortiicata o comunque recintata da mura
Dagli elenchi degli =4I#$#! D5((#$.(#)-#! 2#;$#*$# A1D, del PU11P
riportati su ortootocarta del territorio comunale si possono indiiduare le
componenti della struttura geo-morologica. idrogeologica. le componenti botanico
egetazionali. le componenti storico-culturali:
per quanto riguarda l`assetto geologico. geomorologico e idrogeologico di questa
area. si eidenziano:
! le grotte Bax 1. Bax 2. Bax 3. Gioannella. Sciaiani 1. Sciaiani 2.
Voragine di Palmo:
! le lame presso il allone Bax e presso il allone Bottari:
! le sorgenti del (anale Reale ai conini con il territorio di Villa
(astelli. nei pressi della (hiesa della Madonna dei Grani:
! i alloni e le scarpate. di cui sopra oltre a quelle di Gioannella. e
Sciaiani:

per il sistema botanico- egetazionale. colturale e del contesto aunistico:
! i boschi e le macchie rappresentati dalle aree Bottari. Bax.
Gioannella. Monacelle-Bottari:

per il sistema storico- culturale:
! le aree archeologiche site in Bax 1. Bax 2. (arlo di Noi superiore.
Specchia Gioannella. (ontrada Madonna dei Grani:
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


58
! i beni architettonici extraurbani: (hiesa Madonna dei Grani e tutto il
sistema delle masserie che ben identiicano. tipologicamente. il sistema
paesaggio che rappresentano e di cui sono il naturale risultato: Masserie
Bax. Bottari. Bontempo. (adetto ineriore. (adetto superiore. (arlo di
Noi superiore. (asalicchio. (aalli. Diesa. Don Giulio. Don Luca.
leudo ineriore. leudo superiore. lorleo ineriore. lorleo superiore.
Gioannella. Guardiola. Lamalupa. Monacelle 1. Monacelle 2.
Palmarino. Palmo. Panepassole. Sciamani. Spadone. 1redicina. Vizzo:

Il!;#;$54)!G;$. della piana brindisina. si dierenzia noteolmente da quello
illustrato precedentemente e si puo ritenere che l`intero centro abitato di lrancailla
possa essere ricompresso in esso. Si tratta di un`area pianeggiante. a quota 140 metri
s.l.m. estesa circa 6500 ha.
L`indiiduazione di tale area puo essere in larga massima eettuata
considerandola una ascia trasersale che attraersa l`intero territorio comunale. da
Oest ad Lst. allargandosi noteolmente erso Lst. Lssa e delimitata a Nord dalla
S.S. Brindisi-1aranto mentre a Sud conina con i comuni di Oria. Manduria. Saa.
Geologicamente tutta l`area e costituita da terreni sedimentari incoerenti.
secondo la seguente successione stratigraica riportata dal Geol. Luparelli nella sua
Relazione Geologica redatta per il (omune di lrancailla nel 1983:
! 1erreno egetale di copertura:
! Sabbie calcaree con debole componente argillosa:
! Argille azzurre:
! (alcarenite:
! (alcare:
.rappresentando geologicamente il bacino di sedimentazione di un mare poco
proondo che raccogliea i prodotti dell`erosione di una piattaorma continentale
emersa. costituita da terreni calcari posti oggi lungo la isoipsa 160. in direzione Villa
(astelli. (eglie Messapica. S. Michele. Ostuni`.
Da un punto di ista pedologico. tali terreni. di natura alluionale di eta
recente. ormate da sabbie calcaree e argilla. si prestano particolarmente a colture
!"#$%&'()'*+,,'$%-(.'('$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$ $$$$$$$$$$$$$$$$$/!!$0$12,'3+-(2$$$$$$$$$


59
+(.2(7+*2$+($F'&.+)-,'&2$'$)-,.B&2$-&.-N&B..+
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


60
per il sistema storico- culturale:
! le aree archeologiche site in (ontrada (entorizzi. (ontrada la lranca.
presso la Masseria (aniglie. Rinalda lusi. (ontrada S. Lorenzo. localita
presso il (imitero:
! i beni architettonici extraurbani: (hiesa e conento di S. Maria della
(roce. (asa Resta con l`annesso parco. (asino (asalino. (asina La
lranca. (asino S. Grato: le masserie (aniglie. (apitanessa. (apitolo
superiore. (apitolo inerore. Donna Laura. lontanelle. lortuna.
Mogaeri. Monteciminiello. Nanni lasana. Panemolle. Paolo dell`Aglio.
Pupini. Salinari. Santa (roce ineriore. santa (roce superiore. 1iberio.

Il terzo ed ultimo sistema paesaggistico. quello C3&YA,5;$. comprende le
aree che possono essere identiicate tra quelle ricomprese a Sud della lerroia
1aranto-Brindisi. delimitate ad Oest dai comuni della Proincia di 1aranto
Grottaglie. (arosino. mentre il limite a Sud e costituito dai (omuni di S.Marzano.
Saa e Manduria. 1ali aree hanno quote massime intorno ai 150 m. Il paesaggio e
moimentato e ario. di noteole pregio estetico. Sono presenti olieti tradizionali
di buon alore produttio e paesaggistico. seminatii. boschetti di lecci e roerelle.
e una noteole estensione della tipica macchia salentina.
Da un punto di ista geologico l` area puo. per eta e composizione
litologica. essere assimilata a quella Nord gia descritta. La zona Sud-Oest. rispetto a
quella a Nord. risente maggiormente dell`azione antropica che ha trasormato aste
zone rurali in zone ediicate in maniera intensia ad esempio le contrade (antagallo
e 1ermitone,. Gli insediamenti sono stati aoriti da ampi terrazzi pianeggianti e da
una diusa presenza di acqua sotterranea.
I terreni sono composti da calcari dolomitici ed in essi sono ubicate orme
carsiche signiicatie. simili alla zona Nord: oragini. grotte. doline. La alda reatica
si riniene generalmente tra i 40-0 m di proondita dal piano campagna
Il ;#;$54)!C3&YA,5;$. a dierenza del sistema Nord. comprende i terrazzi
alluionali pleistocenici. modellati e incisi dai corsi d`acqua. in un paesaggio
suggestio e armonico. dolcemente ondulato. Le aree rileate dei terrazzi antichi
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


61
terrazzi alti, si estendono in orma di dossi rastagliati. allungati lungo la direttrice
Nord Oest-Sud Lst. tuttaia sono spesso articolate da sinuosita d`ampiezza
ariabile. Le massime quote altimetriche del territorio si raggiungono proprio nel
margine nord-occidentale. Le scarpate che delimitano le alture. o che raccordano i
ari ripiani tra loro. hanno in genere una inclinazione non superiore ai 20 e spesso
ineriore ai 10: sono tuttaia da considerarsi abbastanza ripide. in rapporto alla
dolcezza generale delle orme.
Ouesti riliei delimitano a sud sud-oest aree a morologia piu dolce doe
aiorano le sabbie argillose. I lembi calcarei. anche se non molto eleati. a olte si
staccano nettamente dal terreno circostante essendo limitati da scarpate piu o meno
ripide e alte. Alcune di queste scarpate sono parallele agli elementi strutturali della
zona e sono il rutto di enomeni disgiuntii chiaramente rileabili. come sul
ersante erso Grottaglie e S. Marzano. La ormazione piu recente. che occupa la
posizione piu depressa. tende in prossimita della scarpata. a raccordarsi a
quest`ultima. assumendone la stessa immersione. Soente contro la scarpata si troa
del brecciame o del ciottolame proenienti dalla stessa ormazione che sostituisce
l`altura. con matrice dello stesso materiale che occupa la depressione.

I suoli presenti nel sistema Sud-Oest sono ben drenati. destinati a colture
legnose. alla iticoltura ed all`oliocoltura ed al rutteto specializzato.
Dal punto di ista egetazionale e aunistico il Sistema Sud-Oest presenta
superici estese scampate all`azione di disboscamento e di messa a coltura anche e
soprattutto grazie alla morologia dei terreni che si presenta poco praticabile per
l`uso agrario. In queste aree e ancora presente una olta egetazione spontanea. in
parte di tipo boschio. in parte arbustio. 1ale egetazione e quella tipica della
macchia mediterranea. Predominano le seguenti specie: lentisco. cisto. illirea. mirto.
ginestra comune. ginestra spinosa. pungitopo. corbezzolo. timo. origano. ecc.
Le aree a macchia sono localizzate soprattutto nella estrema ascia
occidentale. sulla Via per (arosino. sulla Via per S. Marzano. in un`area denominata
(onca d`oro. sulla Via per Saa.

PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


62
Da segnalare. anche in questo terzo sistema territoriale. l`eleato rischio di
salinizzazione della alda.
Dagli elenchi degli =4I#$#! D5((#$.(#)-#! 2#;$#*$# A1D, del PU11P
riportati su ortootocarta del territorio comunale si possono indiiduare. anche per
il sistema territoriale Sud-Oest. le componenti della struttura geo-morologica.
idrogeologica. le componenti botanico egetazionali. le componenti storico-
culturali:
per quanto riguarda l`assetto geologico. geomorologico e idrogeologico di questa
area. si eidenziano:
! le grotte: S. (andida. 1arantina:
! le scarpate: (onca Vecchia. S. (andida. scarpata presso la Masseria
(lemente:

per il sistema botanico- egetazionale. colturale e del contesto aunistico:
! i boschi e le macchie rappresentati dalle aree (antagallo. 1orricella I-IX.
Via (arosino nei pressi della Masseria (lemente,. Grappone presso la
Specchia 1arantina.: l`Oasi di protezione di S. 1otaro:

per il sistema storico- culturale:
! le aree archeologiche site presso: Specchia (alo. Masseria (istonaro.
Masseria Guardiola. (.da Monticello. grotta S. (andida. Masseria
S.(roce ineriore. Specchia 1arantina. parte del 1ratturo Martinese n.3
della (arta Storica dei 1ratturi,:
! i beni architettonici extraurbani: le masserie (alo. (antagallo piccola.
(antagallo grande. (istonaro. (lemente. lergola. lontanelle. lortuna.
Grappone. Grappone piccolo. Laio. Maraciccappa. Montelaconca.
Perito. Santa (roce ineriore. Santa (roce Superiore. 1orricella.
1rentaagnuni. Viscigli:



PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


63

?5!;#$3)8#.*#!&#!W()6#-#$%!&5-!$5((#$.(#.!

In sede di analisi delle condizioni di ragilita che contraddistinguono i tre
diersi ambiti territoriali indiiduati. si intende in questa sede richiamare l`attenzione
su alcuni punti salienti. di seguito sinteticamente riportati. ritenuti rileanti per le
principali scelte di piano:

! 9-!<)5;)66#.!)6()(#.!
! ?5!)(55!*)$3()-#!!
! 9-!")*)-5!75)-5!
! ?)!<(.$58#.*5!&5--)!W)-&)!
! ?[#*;5&#)45*$.!&#WW3;.!#*!8.*)!)6(#+.-)!
! ?)!&#;+)(#+)!+.*;.($#-5!
! =$$#,#$%!*.*!+.4<)$#I#-#!+.*!-5!&5;$#*)8#.*#!)6(#+.-5!
>!
Nel complesso. l`intero territorio comunale si caratterizza per una eleata
ulnerabilita della alda sotterranea.
Desta qualche preoccupazione il rischio di degradazione delle risorse idriche
sotterranee legate alle caratteristiche idrogeologiche speciiche. L`acquiero della
zona risulta caratterizzato. inatti. da una iniltrazione eleata e alori medio-alti di
conducibilita idraulica e. quindi. da una eleata ulnerabilita all`inquinamento. La
ulnerabilita all`inquinamento dell`acquiero risulta ulteriormente incrementata dalla
presenza di una alda supericiale a contatto con le attiita antropiche che
interagiscono con la alda proonda. e dalla presenza di un numero eleato di pozzi.
Le prime eidenze di una parziale compromissione della qualita delle acque sono gia
riscontrabili nell`incremento del tenore di mineralizzazione della alda. imputabile al
richiamo di acque proonde e quindi a maggiore salinita. proocato dal
sorasruttamento dell`acquiero per uso agricolo.

PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


64
Il (anale Reale risulta essere elemento di eleato degrado ambientale a causa
dell`immissione dei relui del depuratore ognario. quando gli stessi risultano non
conormi alla 15290.
Inoltre nello stesso engono riersati spesso scarichi abusii derianti da
attiita del settore primario e secondario che non rispettano la sopraccitata
normatia.
Ulteriore elemento di alterazione ambientale e costituito dalla ediicazione o
dalla localizzazione di impianti colturali immediatamente a ridosso del corso d`acqua
con conseguente pericoli di dissesto e alterazione del corpo d`acqua.
La recente apertura della discarica consortile ha aggraato la ulnerabilita
ambientale della zona compresa tra le ia di San Vito ed Ostuni. gia in passato
interessata dalla presenza della ecchia discarica RSU. oggi boniicata.
A cio si aggiunge la presenza nell`area in questione della zona industriale
ASI - SISRI. estesa circa 100 ha. attigua alla discarica.
La discarica consortile. preista per 9 comuni consorziati. oggi.
temporaneamente ospita i riiuti dei 21 comuni della Proincia.
Il noteole impatto ambientale della discarica non si esaurisce solo sulla
possibilita di inquinamento del suolo e della alda acquiera. ma a queste si aggiunge
l`aggraio dell`ingente umo dei mezzi di trasporto dei riiuti che generano. in
particolar modo per quelli di proenienza dei comuni posti a Sud dell`abitato.
inquinamento atmoserico. traico dei mezzi pesanti e. a causa della scarsa
inrastrutturazione iaria. problemi di iabilita e di traico.

PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


65
M!Y!1-#!5-545*$#!&#!#*$5(5;;5!;$.(#+.Y<)5;#;$#+.Y)4I#5*$)-5!



".4<.*5*$#!&5--)!;$(3$$3()!65.Y4.(W.-.6#+)^!#&(.65.-.6#+)!


?5!1(.$$5!
Per le inormazioni relatie alle grotte ed alle specchie si sono utilizzate le
seguenti onti: R. Lobello Balestra (enni sulla natura geologica e sul clima del
territorio di rancailla lontana` 1960: Memorie e scritti di N. Marinosci: Memorie
e scritti del Gruppo Speleologico lrancaillese: Beni del territorio: masserie.
Grotte e Specchie` Scuola Media P.V.Marone 1988: D.(oppola Brundisii Res`
1980:

1(.$$)!H)Z!K!
Inserita nell`elenco delle Grotte della regione Puglia con n.1106. la grotta si
troa a pochi metri del margine sinistro sulla Strada Proinciale lrancailla lontana
- (eglie Messapica. al Km. .1 e a 400 metri in direzione N-O della masseria Bax.
La Bax 1 e una grotta preistorica abitata nel neolitico e nell`eta successia del
bronzo. La caita si compone di un asto ambiente circolare del diametro di 22
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


66
metri circa. In direzione N-O la grotta si dirama in un altro spazio. ricco di ulteriori
cunicoli non praticabili. con una ricca presenza di stalattiti tubolari.

1(.$$)!H)Z!L!
Inserita nell`elenco delle Grotte della regione Puglia con n.110. la grotta
Bax 2 e situata nelle icinanze della Bax 1: anche questa grotta risulta essere stata
abitata in eta preistorica: ha uno siluppo piuttosto modesto. raggiungendo appena i
14 metri di lunghezza. Nel suo interno sono stati rinenuti cocci di ceramica dell`eta
del bronzo.

1(.$$)!H)Z!M!
Inserita d`Uicio nell`adeguamento al PU11P. la grotta si raggiunge
percorrendola Strada Proinciale lrancailla lontana - (eglie Messapica. soltando
a sinistra all`altezza del Km.6.00 per una strada rurale che corre parallela al Vallone
Bax. La caita si compone di un asto ambiente di orma circolare. attualmente
parzialmente occupata da pietrame e terriccio depositati dalle acque meteoriche.
Presumibilmente anche questa grotta e di origine preistorica.

E.()6#*5!&#!/)-4.!
Inserita nell`elenco delle Grotte della regione Puglia con n.503. consiste in
una oragine di noteole interesse scientiico anche se attualmente si presenta colma
di detriti che la rendono del tutto inaccessibile.

1(.$$)!D)()*$#*)!
Inserita nell`elenco delle Grotte della regione Puglia con n.384. la grotta e
posta a circa 5 Km. A S-SL dell`abitato. in contrada S.(roce. tra la Via per Saa e la
Via per S.Marzano: si estende orizzontalmente per 200 metri circa. L`ingresso alla
grotta. del diametro di circa un metro. si troa tra rocce di natura sedimentaria.
Nell`interno sono scaati due gradini naturali che arriano ad una proondita di 2
metri. attraerso i quali si penetra in un primo ano della grotta. Proseguendo
attraerso un primo passaggio a gola di 80 centimetri ed un secondo passaggio
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


67
denominato caallo`. si penetra in un`altra grotta ricca di concrezioni alabastrine.
di stalattiti e stalagmiti.

E.()!75)-5!
Inserita nell`elenco delle Grotte della regione Puglia con n.383. consiste in
una oragine che si apre in un banco calcarenitico. Si e in piu occasione ipotizzato.
da parte dei ricercatori locali. che essa rappresentasse un eentuale aleo sotterraneo
dell`antico iume ora indiiduato come (anale Reale.

1(.$$)!1#.,)**5--)!
Inserita d`Uicio nell`adeguamento al PU11P. la suddetta grotta si troa a
1.5 Km dalla omonima masseria. sita sulla proinciale lrancailla lontana- Villa
(astelli. L`ingresso alla grotta immette in una caita circolare colma di pietrame di
aria origine: al ano principale sono annessi due bracci laterali siluppatisi
rispettiamente in direzione N-O e S-L. (aratteristica di questa grotta sono le
concrezioni del paimento e delle pareti.

1(.$$)!C+#)#)*#!K!
Inserita d`Uicio nell`adeguamento al PU11P. la grotta si raggiunge
percorrendo la proinciale lrancailla lontana- Villa (astelli. soltando sulla destra
al Km. 6.2 e risalendo la scarpata murgiana. La grotta e molto ricca di concrezioni
che si presentano piuttosto integre. Il ano centrale di orma ooidale. presenta una
diramazione ad Oest. con cunicoli laterali. La stanza terminale ha pareti
concrezionate a cascate con delicate stalattiti tubolari e a capelli d`angelo` di calcite
purissima.

1(.$$)!C+#)#)*#!L!
Inserita d`Uicio nell`adeguamento al PU11P. la grotta. distante solo 500
metri dalla grotta Sciaiani 1. si presenta come una caita. attualmente trasormata in
rantoio. ipogeo con asche di decantazione. e serbatoi scaati nella roccia.
proista di camino in pietra per il riscaldamento degli ambienti.
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


68
1(.$$)!C>!")*&#&)!
Inserita d`Uicio nell`adeguamento al PU11P.la grotta ritroa in localita
Perito. non lontano da un antico insediamentodoe ci sono stati rinenimenti di
materiale archeologico risalente all`eta del erro. Alla caita si accede attraerso
un`apertura probabilmente generatasi per il crollo della olta. successiamente
ampliata. Gli ambienti interrati sono due.Il primo presenta un`altezza di 2 metri. una
larghezza di 6.5 metri ed una lunghezza di 12 metri localizzato: il secondo e piu
basso ma piu esteso del primo.
Nel ano piu grande si rinengono in supericie numerose testimonianze di
interesse archeologico quali reperti ceramici graiati a tremolo e relitti antropologici
che attestano un`utilizzazione uneraria della caita. Reperti importanti. studiati dal
Pro. D. (oppola testimoniano una datazione dei luoghi all`eta dei metalli ed all`eta
ellenistica romana.

9!+.(;#!&[)+:3)^!-5!-)45^!#!,)--.*#!
NO1A: per le inormazioni relatie alla idrologia del territorio comunale si sono
utilizzate le seguenti onti: P.Palumbo Storia di lrancailla lontana` 1901: Beni
del territorio: masserie. Grotte e Specchie` Scuola Media P.V.Marone 1988: (.De
Giorgi Geograia isica e descrittia della Proincia di Lecce` 189:
!
?)4)!<(5;;.!,)--.*5!H)Z!5!?)4)!<(5;;.!E)--.*5!H.$$)(#!
Poich entrambe le emergenze costituiscono un unico sistema idrogeologico
che non puo essere analizzato se non nella sua interezza. la descrizione iene resa
congiuntamente:
l`area interessata ricade a caallo dei ogli n.45 di Martina lranca e n. 494 di
lrancailla lontana della cartograia 1:50.000 IGM.Lssa ricomprende il tratto piu
settentrionale del territorio rancaillese. coincidendo con quello piu meridionale
della Murgia Brindisina. la quale si elea bruscamente in un altipiano. emergendo in
modo istoso sulla pianura salentina. (aratterizzato da una limitata accidentalita del
rilieo e dalla costante presenza del calcare. il territorio su cui insistono il bosco. la
masseria e il allone Bottari. presenta una morologia discontinua. in cui a tratti
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


69
pianeggianti si alternano depressioni allie allungate e modeste colline dai morbidi
pendii che consistono in liei ondulazioni degli strati calcarei. La zona presenta
aspetti morologici supericiali tipici di ambienti carsici: depressioni subcircolari.
dette doline. dal ondo ricoperto in terra rossa.
L`idrograia sotterranea di questa zona e molto siluppata e aorita dai
banchi calcarei che essendo ratturati. essurati e carsiicati. aoriscono la
percolazione delle acque meteoriche in proondita. In questo contesto generale si
eidenzia una particolare situazione idrograica. che interessa i territori di Villa
(astelli. (eglie Messapica e soprattutto lrancailla lontana e che lascia intraedere
un sistema di solchi torrentizi organizzati in un reticolo idrograico. Oui inatti e
indiiduabile un ampio bacino idrograico a carattere torrentizio che spiega l`intensa
erosione nel collettore principale denominato Vallone Bax. il quale presenta un
proondo aleo incassato nel basamento calcareo. Il bacino di raccolta coninato e
contornato da alture ricadenti nei territori di (eglie e Villa (astelli. ha una orma ad
emiciclo ed e percorso da una itta rete di solchi di erosione. i quali riunendosi
engono a costituire un canale di scarico. il Vallone Bax. che conoglia le acque al di
la della soglia murgiana nella pianura sottostante. 1ra questi rami torrentizi. se ne
distingue uno per le dimensioni e le caratteristiche naturali e paesaggistiche: il
allone Bottari. Lsso ha origine a Nord-Oest di Villa (astelli e. costeggiando le
alture di Monte lellone e Monte Scotano. scende ino alla Masseria Bottari doe.
anche per la conluenza di altri rami secondari. dienta piu ampio. In esso si
consera un noteole lembo di macchia mediterranea che cresce rigogliosa con
alberi ad alto usto e un sistema di bosco. sottobosco e gariga che ospita dierse
specie arboree di interesse comunitario Direttia habitat: 9243(LL, ed altre
componenti di lora erbacea protette dalla conenzione internazionale (I1ILS
(onenzione di \ashington,.





PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


70

")*)-5!75)-5!
Inserito nell`elenco delle acque pubbliche della Proincia di Brindisi.
rappresenta l`unico corpo idrico supericiale presente in agro di lrancailla. L`intero
corso del Reale e lungo 58 km e attraersa ben sei comuni della Proincia di
Brindisi: Villa (astelli. doe nasce. lrancailla lontana. Latiano. Mesagne. S.Vito.
Brindisi. doe socia in Mare Adriatico. all`interno dell`Area Protetta di 1orre
Guaceto. Il De Giorgi. alla ine del secolo scorso lo ritrae come un canale di scolo
delle acque pioane`. Plinio il ecchio. nella sua listoria Naturalis. lo descrie come
l`antico iume Pactius o Ausonius. Le sorgenti. ubicate a Nord-Oest del territorio
comunale. a caallo del conine con il territorio di Villa (astelli. in un`area
denominate madonna dei Grani. occupano un`estensione di circa 1 ha. Il Pacichelli
scrie che ai suoi tempi nel nostro territorio. la onte dei Grani. si dirama in un
ruscello detto reale che in due parti dell`anno a a scaricarsi presso Brindisi.` Le
polle sorgie. in contrada Madonna dei Grani costituiscono un sito noteolmente
interessante sia da un punto di ista naturalistico. sia da un punto di ista biologico.

?5!;+)(<)$5^!#!,5(;)*$#^!#!+(#*)-#!
!
C+)(<)$)!H.$$)(#YH)Z_!
C+)(<)$)!".*+)!E5++X#)_!
C+)(<)$)!1#.,)**5--)_!
C+)(<)$)!C>!")*&#&)_!
C+)(<)$)!C+#)#)*#_!
C+)(<)$)!#*!E#)!")(.;#*.^!<(5;;.!-)!F);;5(#)!"-545*$5_!



!
!
!
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


71
!
".4<.*5*$#!I.$)*#+.Y,565$)8#.*)-#!!
!
H.;+X#!5!4)++X#5_!

H.;+.!H.$$)(#!
Situato nella parte piu settentrionale del territorio comunale. ai conini con i
territori d Villa (astelli e (eglie Messapica. esso a parte di un sistema naturale gia
analizzato da un punto di ista morologico ed idrogeologico nella descrizione dei
Valloni Bax e Bottari. da cui non puo essere disgiunto per una comprensione reale
delle caratteristiche eccezionali del sito. Bosco Bottari e un complesso boschio di
eleato interesse sotto il proilo logistico e egetazionale. su cui si e riersato
l`interesse scientiico per studi specialistici di tipo botanico del laboratorio di
Botanica Sistematica ed Lcologia Vegetale del Dipartimento di Biologia
dell`Uniersita di Lecce. Si rammenta tra l`altro che l`Amministrazione (omunale e
l`Amministrazione Proinciale hanno congiuntamente proposto alla Regione Puglia
l`inserimento dello stesso negli elenchi delle Aree Naturali
Protette ai sensi della L.R.199: la pratica e ancora in ase istruttoria
presso l`Uicio Parchi e Risere Naturali della Regione Puglia.
L`area si estende per circa 150 ha e si presenta con orti peculiarita botanico-
egetazionali costituendo un`area boschia di transizione ra le ormazioni
sempreerdi termoile della pianura brindisina e le ormazioni submediterranee
mesoite delle murge di Sud-Lst. Lsso e costituito prealentemente da una lecceta
con tratti a ustaia e tratti a ceduo matricinato. L`habitat della lecceta e un habitat di
interesse comunitario secondo la Direttia 9243(LL. meglio nota come
Direttia labitat`. La componente arborea del bosco. oltre che da Ouercus ilex
leccio,. e costituita da Ouercus Virgiliana e da Ouercus 1roiana ragno,. Il
sottobosco si presenta itto e intricato e ra le specie arbustie predominano le
scleroile sempreerdi mediterranee. Le specie piu tipiche sono: Pistacia lentiscus.
Phvllirea latioglia. Viburnum tinus. Rhamnus alaternus. Mvrtus communis. Osvris
alba. smilax aspera. ledera helix. Rosa semperirens. lra le specie erbacee tipiche
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


72
del sottobosco possiamo citare Vinca diormis. Viola odorata. (iclamen
hederiolium. Arum italicum: a tali specie si aggiungono compagini loristiche
mesoile quali: Pvrus piraster perastro,. (ratageus monogvna Biancospino,.
Anemone hortensis. Ranunculus elutinus. L`area boschia degrada in piu punti
erso ormazioni di macchia nelle quali prealgono specie elioile quali: Olea
svlestris oliastro,. (alicotome inesta ginestra,. (vstus (isto,. ecc.
!
F)++X#)!H)Z!!

F)++X#)!")*$)6)--.!
L`area si troa sulla Via per (arosino. nei pressi della Masseria (antagallo
piccola. localizzata su un`altura che domina il territorio circostante. La zona e
caratterizata da calcare aiorante e doline.
La macchia. compatta e continua. si estende per circa...ed assume
importanza per la arieta delle essenze egetazionali presenti oltre che per la auna
ancora ospitata all`interno dell`area arborata. Le essenze piu comuni sono di Pvrus
piraster perastro,. (ratageus monogvna Biancospino,. Olea svlestris oliastro,.
(alicotome inesta ginestra,. (vstus (isto,. Iris pseudopumila giaggiolo,. Pistacia
lentiscus lentisco,. Mvrtus communis mirto,.

F)++X#)!F.*)+5--5Y!H.$$)(#_!
!
F)++X#)!1()<<.*5!<(5;;.!-)!C<5++X#)!D)()*$#*)_!
!
F)++X#)!<(5;;.!'.(-5.!#*W5(#.(5_!
!
F)++X#5!D.((#+5--)!E99Y9`_!

F)++X#)!#*!E#)!")(.;#*.^!<(5;;.!-)!F);;5(#)!"-545*$5_!


PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


73

H5*#!*)$3()-#;$#+#_!

H.;+.!H.$$)(#!
In ase di istruttoria presso l`Uicio Parchi e Risere Naturali della Regione
Puglia per l`istituzione di un`Area Naturale Protetta ai sensi della L.R.199: Vedi
Boschi e macchie`,.

=(55!<(.$5$$5_!
Oasi di Protezione S.1otaro. istituita all`interno del Piano launistico
Proinciale 1999-2003. attualmente in ase di aggiornamento triennale. ai sensi della
L. 1592 e L.2898:

H5*#!&#WW3;#!*5-!<)5;)66#.!)6()(#._!
Sistema edilizio rurale tradizionale: casini. pagliare`. cisterne. acquari`.
neiere. sistema dei muretti a secco: colture di olii secolari.

".4<.*5*$#!;$.(#+.Y+3-$3()-#!

].*5!)(+X5.-.6#+X5!

Area Archeologica Bax 1. inserita tra gli elenchi dei incoli e delle
segnalazioni archeologiche del PU11P :
Area Archeologica Bax 2 inserita tra gli elenchi dei incoli e delle
segnalazioni archeologiche del PU11P :
Area Archeologica (ontrada (entorizzi inserita tra gli elenchi dei incoli e
delle segnalazioni archeologiche del PU11P :
Specchia Gioannella inserita tra gli elenchi dei incoli e delle segnalazioni
archeologiche del PU11P :
Area Archeologica presso (ontrada la lranca inserita tra gli elenchi dei
incoli e delle segnalazioni archeologiche del PU11P :
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


74
Area Archeologica presso Masseria (aniglie inserita tra gli elenchi dei incoli
e delle segnalazioni archeologiche del PU11P :
Area Archeologica presso Masseria (arlo di Noi ineriore inserita tra gli
elenchi dei incoli e delle segnalazioni archeologiche del PU11P :
Area Archeologica presso Masseria (istonaro inserita tra gli elenchi dei
incoli e delle segnalazioni archeologiche del PU11P :
Area Archeologica presso Masseria Guardiola inserita tra gli elenchi dei
incoli e delle segnalazioni archeologiche del PU11P :
Area Archeologica presso Masseria 1redicina inserita tra gli elenchi dei
incoli e delle segnalazioni archeologiche del PU11P :
Area Archeologica presso (ontrada Monticello inserita tra gli elenchi dei
incoli e delle segnalazioni archeologiche del PU11P :
Area Archeologica presso (ontrada Rinalda - lusi:
Area Archeologica presso Grotta S.(andida inserita tra gli elenchi dei
incoli e delle segnalazioni archeologiche del PU11P :
Area Archeologica presso Masseria S.(roce ineriore inserita tra gli elenchi
dei incoli e delle segnalazioni archeologiche del PU11P :
Area Archeologica presso (ontrada S.Lorenzo inserita tra gli elenchi dei
incoli e delle segnalazioni archeologiche del PU11P :
Area Archeologica presso localita Sportello (amassa inserita tra gli elenchi
dei incoli e delle segnalazioni archeologiche del PU11P :
Area Archeologica in prossimita del (imitero. istituita con Decreto del
30.0.1990 ai sensi della L.108939 inserita tra gli elenchi dei incoli e delle
segnalazioni archeologiche del PU11P :
Area Archeologica in prossimita di Madonna dei Grani inserita tra gli
elenchi dei incoli e delle segnalazioni archeologiche del PU11P :
1ratturo Martinese inserito tra gli elenchi dei incoli e delle segnalazioni
archeologiche del PU11P :
Specchia Gioannella istituita con Decreto del 09.12.1992 ai sensi della
L.108939:
Specchia (alo inserita nell`adeguamento al PU11P
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


75
H5*#!)(+X#$5$$.*#+#!5Z$()3(I)*#!

"X#5;)!&5-!"(.+#W#;;.!.!&5--.!C<#(#$.!C)*$.!
"X#5;)!F)&.**)!&5#!1()*#!
"X#5;)!C>!F)(#)!&5--5!1()8#5!
"X#5;)!5!".*,5*$.!&5--)!"(.+5!!
"X#5;)!&#!C>!C5I);$#)*.!
"X#5;)!&5--.!C<#(#$.!C)*$.!

?5!4);;5(#5!
NO1A: per le inormazioni relatie alle masserie si sono utilizzate le
seguenti onti: Beni del territorio: masserie. Grotte e Specchie` Scuola Media
P.V.Marone 1988: D.(oppola Brundisii Res` 1980: L. Mongiello Le Masserie di
Puglia` 1984: P.Palumbo Storia di lrancailla lontana` 1901: lonti dell`Archiio
Storico di Brindisi: A.Sozzi ostini nella Storia` 1986: G.(alo Relazione igienico-
sanitaria-eterinaria`18:
Le masserie sono tra i piu importanti interenti edilizi in ambito
extraurbano. perch caratterizzanti il territorio rurale e lo stesso paesaggio.
1estimonianza storica dell`importanza socio-economica delle attiita agricole
dell`agro rancaillese e del lungo rapporto esistito per secoli tra uomini. terra.
produzione ed economia locale. Rapporto che ha generato una usione dei caratteri
unzionali alle attiita produttie con il territorio naturale. Nell`agro sono isibili
ancora le testimonianze di iorenti aziende agricole economicamente autosuicienti.
spesso obiettio e preda del brigantaggio che iori dopo l`unita d`Italia e occasione
di abbondanti saccheggi e proicui ricatti. Le solide strutture ortiicate e la presenza
di un contingente noteole di personale di atica seriano a limitare gli attacchi e i
soprusi delle squadre di briganti aggiratisi per le campagne. Sono molte le
testimonianze che si tramandano e che rielano la tensione e la paura in cui si era
costretti a iere nelle masserie in quei tempi.
Le masserie costituiscono strutture di aggregazione ed economiche
autosuicienti la cui organizzazione permettea di sopraiere e di solgere
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


76
l`attiita agricola. traendone il massimo proitto anche in periodi diicili e
saoreoli.
L`origine della struttura agricola denominata masseria`. secondo gli storici.
risale al tempo dei Normanni. Il termine masseria` deria dal termine latino
arcaico massa` inteso genericamente come riunione. aggregazione. accumulo`: in
seguito tale termine e stato identiicato nell`accezione di complesso unitario di beni
rustici`. In eta medieale si indicaano con la parola massa` le terre che urono
oggetto di donazioni o di inestiture sorane. le terre eudali. parte di curtes
regiae`.
In epoca successia massa` ha indicato in generale estese proprieta in
genere.
(on lederico II di Seia il ruolo attribuito a tali organismi architettonici
crebbe per importanza economica. dienendo delle ere e proprie abbriche
agricole`. Lgli elimino i lationdi utilizzati come pascolo e li trasormo in centri
agricoli con lo scopo di promuoere un mercato dei prodotti agricoli. oggetto di
scambio durante le piu importanti iere.
Le attiita solte all`interno delle masserie non erano esclusiamente
agricole ma in parte destinate all`alleamento di bestiame ed alla pastorizia che
conobbe un consistente siluppo dalla dominazione aragonese in poi con
l`istituzione della Dogana delle pecore`.
Architettonicamente le masserie dell`agro rancaillese sono diersiicate e
molto spesso risulta diicile datarle con certezza. Le strutture piu antiche sono
databili in epoca non anteriore al XVI secolo. Spesso gli attuali complessi
architettonici hanno auto origine da modeste aggregazioni di dimore e strutture
destinate al ricoero delle greggi. In seguito con la specializzazione delle colture e le
migliorie apportate all`attiita agro-pastorale in genere. tali insediamenti si sono
arricchiti di elementi e strutture che si sono addizionate nel tempo. di generazione
in generazione. adattandosi alle nuoe necessita dei coloni. Spesso. soprattutto nel
XVII e XVIII secolo periodo in cui si ebbe un orte incremento delle masserie
nell`agro. esse sono dienute dimore importanti. con una acies architettonica
assimilabile alle dimore cittadine. o. altre olte sono sorte su insediamenti
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


77
preesistenti di natura diersa. non strettamente legate all`attiita agricola chiese.
cripte. insediamenti antichi. ecc:,. Le aziende piu moderne sono riconoscibili dalla
maggiore organizzazione spaziale. da una diersa articolazione planimetrica e
olumetrica. e dall`uso di tecnologie costruttie piu coerenti e d omogenee: in
particolare maggiore cura e riposta nell`organizzazione e nella costruzione degli
spazi destinati al bestiame. alle laorazioni dei prodotti dell`alleamento. alle
suddiisioni dei recinti iazzi`. Sono inoltre presenti come strutture a serizio delle
masserie. altre piccole costruzioni sparse nelle campagne unzionali alla
transumanza delle greggi: ricoeri temporanei di pietra e canne. pagghiare. pozzi.
cisterne. recinti. acquari. che ancora oggi e possibile rintracciare.
Una importante causa dell`incremento delle masserie tra il XVII ed il XVIII
secolo u la necessita di diendersi da inasioni. guerre e brigantaggio e per tale
motio la localizzazione degli insediamenti non e mai casuale ma sempre strategica e
unzionale. perseguendo un sistema di diesa attia e passia per garantire
l`inaccessibilita al sito.
Molte masserie rancaillesi presentano le caratteristiche di un sistema di
diesa attia. attraerso caditoie. eritoie. garitte pensili: alcuni esempi sono
rappresentate dalle masserie: Bottari. Laio. leudo ineriore. Don Giulio. S.(roce
ineriore. Viscigli. In alcune masserie. quelle dislocate nel Sistema Nord del
territorio. si puo riscontrare la presenza di trulli. spesso adibiti a ricoeri per gli
animali.
Le masserie sono tra l`altro un esempio eccellente di bioarchitettura e di
edilizia sostenibile. In esse inatti ogni ricchezza naturale iene utilizzata dall`uomo
nella maniera piu rinnoabile` . con un principio di economia delle risorse
inidiabile. La regolazione della temperatura interna ed esterna era gestita dalla
stessa struttura muraria e da un sistema di accorgimenti che inluendo sulla
entilazione. sull`umidiicazione. sull`ombreggiamento. creaano un sistema
bioclimatico eccellente. La scarsita dell`approigionamento idrico enia risolto
attraerso un sistema complesso di raccolta delle acque pioane. recuperate da
coperture e spazi esterni lastricati aie, e canalizzate in cisterne. L`acqua enia usata
in maniera distinta per scopi domestici o produttii.
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


78
Una tale ricchezza territoriale non puo non meritare una seria rilessione sul
recupero e mantenimento di queste strutture edilizie che caratterizzano ortemente
la storia di lrancailla lontana. Oualsiasi politica urbanistica si adotti. essa non dee
prescindere da indicazioni concrete e cogenti per la tutela e il riuso. quindi per la
riitalizzazione di tutto il sistema delle Masserie di seguito riportato. che essendo
numericamente signiicatio 68 masserie. oltre a casine e illini,. rappresenta anche
un patrimonio edilizio non trascurabile.

F);;5(#)!H)Z!

F);;5(#)!H.$$)(#!
Situata ai conini tra il territorio di lrancailla lontana e quello di (eglie
Messapica. poco distante dall`omonimo bosco. ha un`estensione di terreni di circa
200 ha. L`azienda e attualmente in trasormazione e molte laorazioni agrarie e di
ristrutturazione dell`ediicio sembrano non essere del tutto compatibili con i principi
di tutela e di salaguardia del paesaggio agrario e dell`architettura rurale storica.
La masseria e un ediicio ortiicato del 600. che si apre su un cortile
recintato da alte mura. Alle spalle del muro. sul lato destro si estende un giardino
recintato con muri a secco. La struttura e imponente. proista di grandi caditoie e
eritoie che ne disegnano i prospetti. Sulla acciata principale sono posta due
guardiole cilindriche. L`intero ediicio e costruito in blocchi di pietra calcarea
squadrati e regolari. Le stanze sono tutte oltate e paimentate con ceramiche del
600. Adiacente alla imponente costruzione si allineano. a sud. locali adibiti a
rantoio e deposito. Le colture tradizionali di questa masseria sono sempre state
quelle del pascolo. del seminatio. dell`olio.

F);;5(#)!H3.*$54<.!
!
F);;5(#)!")&5$$.!#*W5(#.(5!
!
F);;5(#)!")&5$$.!;3<5(#.(5!
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


79
!
F);;5(#)!")-a!
!
F);;5(#)!")*#6-#5!
Situata a pochi chilometri dalla Strada Proinciale lrancailla lontana-
S.Vito dei Normanni. nei presi del (imitero (omunale. deria il suo nome da quello
di uno dei proprietari. Leonardo. Antonio (aniglia. Probabilmente costruita nel
1600. e costituita da un`imponente struttura architettonica: ha le caratteristiche di
una masseria ortiicata. anche grazie alla presenza di un massiccio muro perimetrale
che la delimita e la protegge. Si presenta con una tipologia a corte chiusa. con due
ingressi ad arco. Al centro dei olumi edilizi si erge il nucleo abitatio siluppato su
due lielli. con depositi al piano terra e ani abitati al piano superiore. Da segnalare
la icinanza al (anale Reale da cui un tempo aenia l`approigionamento idrico.

F);;5(#)!")*$)6)--.!1()*&5!
!
F);;5(#)!")*$)6)--.!<#++.-)!
!
F);;5(#)!")<#$)*5;;)!

F);;5(#)!")<#$.-.!#*W5(#.(5!5!F);;5(#)!")<#$.-.!;3<5(#.(5!
Le due masserie del 00 sono poco distanti l`una dall`altra. situate presso
l`attuale zona industriale. sulla Via per Grottaglie. Lntrambi gli ediici hanno subito
numerose trasormazionisino ad essere semplicemente residenze rurali.

F);;5(#)!")(-.!&#!B.#!#*W5(#.(5!
!
F);;5(#)!")(-.!&#!B.#!;3<5(#.(5!


F);;5(#)!");)-#++X#.!
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


80
(asalicchio e una delle masserie eudali appartenute agli Imperiali. Principi
di lrancailla tra il VII ed il XVIII secolo. Situata tra la Via di Villa (astelli e la Via
per (eglie Messapica. non molto distante dall`area del Vallone Bottari. essa
rappresenta una testimonianza dell`edilizia rurale storica daero esemplare. La
struttura della masseria e a corte aperta. L`abitazione. siluppata su due lielli
domina il piazzale . Su un lato si allineano i locali a piano terra destinati a deposito.
piu aanti si collocano le caratteristiche curti`. i ricoeri per animali
essenzialmente oili,. realizzati con otto trulli in pietra e delimitati da un poderoso
muro a secco.

F);;5(#)!"),)--#!
Situata erso l`interno. a destra. della proinciale per Villa (astelli. la
masseria si presenta come unediico rurale semplice e compatto che si stende
intorno ad un cortile centrale adibito alle laorazioni. Il corpo residenziale si
siluppa su due lielli. aiancato da un ilare di locali a piano terra destianti a
ricoeri e depositi.

F);;5(#)!"#;$.*)(.!
!
F);;5(#)!"-545*$5!
!
F);;5(#)!2#W5;)!
!
F);;5(#)!2.*!1#3-#.!
Situata ad Lst del (imitero (omunale. sulla Strada Proinciale lrancailla -
S.Vito. su una strada rurale che iancheggia il (anale Reale. la masseria prende il
nome da Don Giulio (almieri. L`estensione della masseria e di circa un ettaro
coltiato aigneto e a colture intensie. L`impianto edilizio e stato rimaneggiato nei
secoli ma sono rintracciabili elementi della struttura originaria circondata da un
imponente muro perimetrale a secco.

PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


81




F);;5(#)!2.*!?3+)!
Alcuni storici hanno sostenuto che la masseria Don Luca sorgesse nel luogo
in cui si troaa l`antica Rodi. patria di Lnnio. ma non ci sono onti abbastanza
attendibili per conermare tale teoria.
La masseria e raggiungibile percorrendo la Stada Proinciale per S.Vito dei
Normanni per circa 1 km e proseguendo sulla destra per altri 5 km. dalle notizie
storiche risalirebbe al XVI secolo. La denominazione deria da uno dei proprietari.
Luca Dell`Aglio a cui e appartenuta agli inizi del 100. La struttura architettonica
rimanda piu all`idea di una residenza di campagna che ad un azienda agricola. pur
presentando elementi tipici della masseria rancaillese: il portale d`ingresso. il
massiccio muro a secco perimetrale. ecc.

F);;5(#)!2.**)!?)3()!
!
F);;5(#)!'5(6.-)!
!
F);;5(#)!'53&.!#*W5(#.(5!
La masseria localizzata su di un poggio al centro di una asta pianura. quasi
del tutto pria di egetazione e ben isibile dalla Strada Proinciale lrancailla
lontana-S.Vito dei Normanni. a 3 km dall`abitato. La costruzione presenta le
caratteristiche di una masseria ortiicata. L`impianto originario e ancora ben
conserato e distinguibile. L`ediicio centrale. articolato su due piani e
tipologicamente assimilabile ad una illa di campagna. con caratteristiche di diesa.
come dimostrano le due garitte angolari di orma cilindrica. Accanto all`ediicio
centrale. usione tra palazzo e torre. si snodano diersi locali destinati a ricoeri e
depositi. un portale ad arco che immette in un modesto cortile su cui si aacciano
altri ediici di serizio. I terreni di pertinenza si estendono per 12 ha. coltiati a
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


82
seminatio. oltre a 2 ha di olieti. L`azienda attualmente ospita una consistente
attiita zootecnica.


F);;5(#)!'53&.!;3<5(#.(5!
La struttura e isibile dalla Strada Proinciale lrancailla lontana - S.Vito
dei Normanni. a 5 km dall`abitato. poco distante dalla masseria leudo ineriore. di
cui orse costituia uno iazzo`. (ostruita quasi certamente nella seconda meta del
00. la costruzione. dipinta a calce in colore rosa. si presenta come un palazzo
cittadino dell`eta degli Imperiali adattato all`ambiente rurale. Aggiunte e
superetazioni rendono poco leggibile l`impianto originario. I terreni hanno
un`estensione di circa 6 ha. coltiati a seminatio. con pochi ettari ad olieto.


F);;5(#)!'.*$)*5--5!
!
F);;5(#)!'.(-5.!#*W5(#.(5!
!
F);;5(#)!'.(-5.!;3<5(#.(5!
!
F);;5(#)'.($3*)!
!
F);;5(#)!1#.,)**5--)!
!
F);;5(#)!1()<<.*5!
!
F);;5(#)!1()<<.*5!<#++.-.!
!
F);;5(#)!13)(&#.-)!
Il complesso edilizio si raggiunge dalla Strada Proinciale per S.Vito dei
Normanni a circa 4.6 km dall`abitato. La masseria. malgrado lo stato di disacimento
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


83
e le aggiunte realizzate in epoche successie. presenta ancora i segni della
monumentalita originaria. 1ipologicamente la masseria e una struttura a corte.
chiusa da un poderoso muro a secco. irrobustito da contraorti.Il corpo centrale su
due lielli riproduce il classico schema con locali deposito al piano terra e
l`abitazione al piano superiore. la parte del complesso una cappella diroccata.
arescata. La cappella. le cisterne. il orno e la complessita degli spazi testimoniano
l`importanza economica. auta in passato. del complesso masserizio. che e
senz`altro uno dei piu importanti del territorio.

F);;5(#)!?)4)-3<)!
!
F);;5(#)!?)#.!
!
F);;5(#)!F)()+#++)<<)!
!
F);;5(#)!F.6),5(#!
!
F);;5(#)!F.*)+5--5!E5++X#)!5!F);;5(#)!F.*)+5--5!B3.,)!
Poco distanti tra loro si troano a Sud del Vallone Bottari. in un habitat
naturale tra i piu belli e interessante del territorio comunale. che consera ancora
aste zone di macchia mediterranea e le caratteristiche di una zona selaggia e
imperia. anche a causa delle sue caratteristiche geo-morologiche. La piu
interessante e senz`altro la Masseria Monacelle Vecchia. oggi abbandonata. Si tratta
di una struttura completamente realizzata in pietra calcarea squadrata. costituita da
un corpo principale e da quattro trulli con copertura tronco-conica. due dei quali
coperti da un`unica lastra di pietra.

F);;5(#)!F.*$5+#4#*#5--.!
!
F);;5(#)!F.*$5-)+.*+)!
!
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


84
F);;5(#)!B)**#!.!/.66#.!');)*)!
!
F);;5(#)!B3.,)!
!
F);;5(#)!/)&(5$5(*.!
La masseria si troa sulla ecchia Via Appia. da lrancailla in direzione
Latiano. all`altezza del km.4.00. lin dal 1800 e ricordata come un poggio. cioe una
modesta struttura rurale a supporto delle attiita agricole e zootecniche. L`intera
area agricola di pertinenza ha un`estensione di 5 ha circa coltiato parzialmente ad
olieto. e per la restante parte a colture intensie. Dal punto di ista architettonico il
complesso e costituito da un porticato adiacente alla costruzione principale che
introduce ad una corte sulla quale si aacciano stalle e locali deposito. Le abitazioni
sono dislocate al piano superiore. Il complesso edilizio e circondato da giardini.
agrumeti. recintati da un alto muro in tuo.

F);;5(#)!/)--.*5!
!
F);;5(#)!/)-4)(#*.!
!
F);;5(#)!/)-4.!
!
F);;5(#)!/)*5!5!/);;.-5!
!
F);;5(#)!/)*54.--5!
!
F);;5(#)!/).-.!25--[=6-#.!
!
F);;5(#)!/5(#$.!
!
F);;5(#)!/5$(.;)!
!
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


85
/.66#.!")(.-#!
!
/.66#.!");5--5!
!
/.66#.!&5-!/(5$5!

F);;5(#)!/3<#*#!
Situata sulla Via per Brindisi a circa 6 km dall`abitato di lrancailla lontana. si
presenta come un insediamento di modesta entita sia nell`estensione. appena pari a
2 ha. sia nella composizione edilizia. limitata a pochi locali residenziali e capannoni
deposito. La sua denominazione risale al nome di un acoltoso proprietario terriero
del 00. Giuseppe Renato Pupino.

F);;5(#)!C)-#*)(#!
!
F);;5(#)!C>"(.+5!#*W5(#.(5!
!
F);;5(#)!C>"(.+5!;3<5(#.(5!
!
F);;5(#)!C+#)#)*#!
!
F);;5(#)!C#5((.!&#!/)-4.!
!
F);;5(#)!C<)&.*5!
1ale masseria si troa sulla Via per Villa (astelli. nell`omonima contrada.
L`ediicio settecentesco e caratterizzato da un portale di accesso. da una graziosa
costruzione a torre merlata che si elea per circa dieci metri sul cortile interno. con
unzione di colombaia. e da un massiccio muro di recinzione nel quale sono situate
le stalle. i ricoeri per gli animali. i depositi e le abitazioni su due lielli. Interessanti i
resti dell`antico pergolato realizzato con colonne e capitelli in stile ionico.

PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


86
F);;5(#)!D#I5(#.!
La masseria si troa nei pressi dello sincolo per la zona PIP sulla S.S.
proenendo da Grottaglie. Anche questo ediicio 00esco e stao noteolmente
trasormato nel corso dei secoli attraerso ampliamenti e ristrutturazioni. Non sono
leggibili muri di recinzione. La costruzione originaria ha una tipologia a torre. Il
portale di ingresso sorge tra due torri siluppate su due lielli. La torretta piu piccola
e proista di coronamento di merli e decorata da piccoli archi pensili. Ouesti ultimi
elementi decoratii si ritroano sulla torre piu grande.

F);;5(#)!D.((#+5--)!
!
F);;5(#)!D(#&#+#*)!
!
F);;5(#)!D(5*$),)6*3*#!
!
F);;5(#)!E#;+#6-#!
!
F);;5(#)!E#88.!
Raggiungibile la strada icinale Buontempo. a destra della Via per Villa
(astelli. la masseria Vizzo e una struttura a corte aperta. L`antica costruzione
realizzata su due lielli. e dotata di torretta. oggi abbandonata e atiscente. e nascosta
da un corpo di abbrica realizzato di recente che ha compromesso la lettura
originaria dell`ediicio.

E#--5!5!+);#*5!

");)!75;$)!5!<)(+.!)**5;;.!
!
E#--)!H)(I)(.!'.(-5.!
!
");#*)!-)!'()*+)!
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


87
!
");#*.!");)-#*.!
!
E#--)!H3.*$54<.!5!<)(+.!)**5;;.!
!
");#*.!C>1()$.!
!

/3*$#!<)*.()4#+#!

1#.,)**5--)!
!
".*+)!E5++X#)!
!
C>!")*&#&)!
!
E#)!"56-#5!F>!+b.!")&5$$.!;3<5(#.(5!
!
C<5++X#)!D)()*$#*)!

!"#$%&'()'*+,,'$%-(.'('$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$ $$$$$$$$$$$$$$$$$/!!$0$12,'3+-(2$$$$$$$$$


88

!"#$%&'()'*+,,'$%-(.'('$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$ $$$$$$$$$$$$$$$$$/!!$0$12,'3+-(2$$$$$$$$$


89
!"#$%&'()'*+,,'$%-(.'('$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$ $$$$$$$$$$$$$$$$$/!!$0$12,'3+-(2$$$$$$$$$


90
BOSCHI E MACCHIE
1'\,'<;1'""" ... -.-
DPI' -.;. ...
,L<J __ _
~ -
BOSCHI E MACCHIE
!"#$%&'()'*+,,'$%-(.'('$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$ $$$$$$$$$$$$$$$$$/!!$0$12,'3+-(2$$$$$$$$$


91
BOSCHI E MACCHIE
MM:ClllA coso. \"ECCI IiA
1'\,'<;1'""" ... -.-
DPI' -.;. ...
,L<J __ _
~ -
BOSCHI E MACCHI E
!"#$%&'()'*+,,'$%-(.'('$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$ $$$$$$$$$$$$$$$$$/!!$0$12,'3+-(2$$$$$$$$$


92
BENI DII'FUSI NEI. P"EUGGIO "CR,\RIO
~ -
~ -
BENI DIfFUSI NEL PAESAGGIO ACItARIO
rl:c. __
--
!"#$%&'()'*+,,'$%-(.'('$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$ $$$$$$$$$$$$$$$$$/!!$0$12,'3+-(2$$$$$$$$$


93
BENI DIFFUSI NEL PAE5,o\GGIO AGRARIO BENI DIFFUSI Nel. P"esAGeIO AGItARlO
",:G __
--
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


94
!"#$%&'()'*+,,'$%-(.'('$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$ $$$$$$$$$$$$$$$$$/!!$0$12,'3+-(2$$$$$$$$$


95
l'UI'o'T1 PANORAMICI
~ -
~ -
GW1TAM).TACA.'''[)!I).\
PUNTI PA,. ... OIlAMICI

PI:r. __
--
!"#$%&'()'*+,,'$%-(.'('$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$ $$$$$$$$$$$$$$$$$/!!$0$12,'3+-(2$$$$$$$$$


96
: .......................... . : ~ ~ E R I E
MASSERIE
PI:r. __
--
!"#$%&'()'*+,,'$%-(.'('$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$ $$$$$$$$$$$$$$$$$/!!$0$12,'3+-(2$$$$$$$$$


97
MASSERI E
DOSU!CA

0."101.111
",:G __
--
!"#$%&'()'*+,,'$%-(.'('$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$ $$$$$$$$$$$$$$$$$/!!$0$12,'3+-(2$$$$$$$$$


98

VIlLE E CASINI
~ - ....
..... "'F __
J)pp . ",,-
Vl u..E E CASINI
~ - .....
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


99
N!Y!?[3;.!)6(#+.-.!&5#!;3.-#!



















La carta dell`uso dei suoli e stata prodotta dalla Societa SI1 di Noci Ba, che
ha redatto l`ultima aerootogrammetria del territorio comunale nel 1999. con
aggiornamenti in alcune zone ascia interessata dalla nuoa s.s. , compiuti nel
2003. La suddetta carta e stata realizzata mediante scala approssimatia 1:5000: essa
ornisce una base di dati aggiornata sulle attiita agricole in atto nel territorio
comunale.
(onrontando i dati Istat del (ensimento Generale dell`Agricoltura 2000
con il quadro delle attiita agricole rileate sulla carta dell`uso del suolo si eidenzia
che:
!
SUP. AGR.
U1IL.
ARBORI
(OL1URL
ha.
BOS(lI
ha.
SUP. A. NON
U1IL.
AL1RA
SUP.
ha.
1O1ALL
ha.
ha. 1O1ALL
Att.
Ricr.
SLMINA1. 2.83 21.88
PRA1I L
PAS(OLI
458 3.60
(OL1IV.
LLGNOSL
9.029 0.9
1O1ALL
SUP.AGR.U1.
12.20.63 6.40 63.28 209.4 1.44 13.0 12.23
96.45 0.05 0.50 1.64 1.36 100
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


100


VI1L OLIVO AGRUMI lRU1Il. 1O1ALL
AZ.
n
SUP.
ha
AZ.
n
SUP.
ha
AZ.
n
SUP.
ha
AZ.
n
SUP.
ha
AZ.
n
SUP.
ha
1.216 1.40.65 5.32 6.990.5 9 21.49 1.051 336.88 .18 9.006.59
(olt.
legnose
15.63 .62 3.01 3.4 100

S.A.1.
11.05 54.90 2.13 2.65 0.3
DIM.
MLDIL
1.2
haaz.
1.3 haaz. 3.4 haaz. 0.3 haaz.




(LRLALI lRUMLN1O
(OL1IVAZIONI
OR1IVL
(OL1IVAZIONL
lORAGGILRL
1O1ALL
AZ.
n
SUP.
ha
AZ.
n
SUP.
la
AZ.
n
SUP.
ha
AZ.
n
SUP.
ha
AZ.
n
SUP.
ha
504 1.18.33 461 1.488.11 142 234.51 30 286.25 1.13 3.2.20

S.A.1.
13.49 11.69 1.84 2.25 29.2
DIM.
MLDIL
3.4
haaz.
3.2 haaz. 1. haaz. 9.5 haaz.










PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


101



I dati relatii alla supericie assoluta e relatia di ciascuna delle 10 unita
cartograiche presenti nella carta dell`uso agricolo dei suoli sono riportati nella
tabella seguente:
!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!0B9D=[!0CA!2G?!C0A?A!
!
0B9D=[!0CA!2G?!C0A?A c4d e
1 Boschi e macchie 1.92 1.09
2 Pascolo 0.12 0.06
3 (olture annuali perenni 43.6 24.8
4 Olieto 81.4 46.25
5 Seminatio 35.68 20.2
6 Vigneto 6.4 3.63
(aa 0.63 0.35
8 (imitero 0.0 0.03
9 Industriale 3 1.
10 Urbano 3.08 1.5
DAD=?G! KQO^SQ KTT
!
Lsaminando analiticamente si rilea che la percentuale delle aree prie di
suolo. ossia le aree urbanizzate. le cae. le aree industriali. il cimitero rappresentano
meno del 4 il 3.83, del territorio comunale.
L` importante ricordare come il dato relatio alle aree urbane 3.08 Km, si
rierisca all`urbano come agglomerato` e non sia pertanto comprensio della
supericie occupata da case sparse o da inrastrutture lineari che attraersano le aree
agricole.
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


102
Sarebbe interessante. in una ase di indagine piu approondita computare le
aree aperte impermeabilizzate piazzali, di pertinenza di strutture agricole.
produttie. residenziali. non ricadenti in area urbana o industriale.
Per quanto concerne le risorse egetazionali. si rilea che le superici di
boschi e macchie. ancora identiicabili come unita. rappresentano l` 1.09 della
supericie comunale. 1ali aree sono tra loro isolate. non comunicanti e non
rappresentano piu una rete ecologica caratterizzante il territorio come
probabilmente hanno rappresentato in passato.
- Gli olieti costituiscono uno degli ordinamenti caratterizzanti ol passaggio
agricolo rancaillese. con un` estensione di 8.140 ha 81.4 Km,. pari al 46.25 del
territorio comunale.
Le aree ad olieto rappresentano un dato signiicatio: un agro-ecosistema
altamente equilibrato. di noteole alore non solo produttio ma anche ecologico e
paesaggistico.
Le aree piu estese sono nella ascia Nord e nella ascia Sud dell`Agro.
Il pascolo comprende:
- Per quanto concerne le colture annuali perenni si speciica che esse sono
ricompresse nella zona centrale del territorio comunale. a corona per un estensione
di 4.36 ha del territorio urbanizzato. rappresentano il 24.8 della supericie
comunale ed anche un noteole punto di orza dell`economia agricola del territorio.
- Il seminatio ha un` estensione totale di 3.568 ha 35.68 Km, rappresentando
quindi il 20.2 del territorio comunale.
Lsso come tipologia di uso del suolo e diuso in tutto il territorio comunale
tra una zona centrale. destinata per lo piu a colture annuali perenni. e le zone Nord
e sud degli olieti.
- Signiicatiamente ridotta e la supericie destinata alla coltiazione di igneti. che
pure hanno rappresentato per decenni un settore - orza dell` economia agricola
rancaillese. assieme a quello dell`olio.
L`estensione complessia risulta essere pari allo 3.63 della supericie comunale.
con un` estensione di 640 ha.
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


103
- Le attiita agricole nel comune di lrancailla lontana hanno un ruolo
ondamentale nell` economia locale e rappresentano in molti settori alori
eccezionali a liello proinciale.
lrancailla lontana e il terzo comune della Proincia di Brindisi per
supericie comunale dopo Brindisi ed Ostuni,.
Si eidenzia la percentuale altissima di coltiazione tradizionale ad olieto
46.25, e le altrettanto alte percentuali di seminatio e colture annuali perenni che
insieme raggiungono il 45.0. costituiscono una dualita di paesaggi della quale e
opportuno tenere conto in ase di pianiicazione.
Si sottolinea inoltre una marcata parcellizzazione di ondi. con aziende
agricole di dimensioni sempre piu ridotte. come si eince dalla tabella che segue:

(LASSL DI
SUPLRlI(IL
AGRI(OLA 1O1ALL
Dim. medie
AGRI(OLA
Dim. medie
Aziende n Sup. ~ ha Aziende n Sup. ~ ha
Senza supericie 0 0 0 3 0 0
lino 1 ha 4.305 2.29.31 0.53 4.411 2.280.16 0.52
1ha 2ha 1.218 1.05.8 1.40 1.153 1.612.6 1.40
2ha 5ha 62 1.993.2 2.9 64 1.920.0 2.9
5ha 10ha 12 1.130.05 6.5 158 1.04.33 6.63
10ha 20ha 8 1.182.83 13.60 82 1.104.93 13.4
20ha 50ha 49 1.46.3 30.14 49 1.430.42 29.19
50ha 100ha 19 1.329.65 69.98 19 1.304.98 68.64
100 ha e oltre 8 1.625.14 203.14 8 1.50.0 196.26
1O1ALL 6.530 12.22.85 1.95 6.530 12.20.63 1.88

Si eidenzia ancora la carenza di strutture di commercializzazione speciiche.
Un ultimo dato importante che non puo non essere alutato in questa sede
e la diusione capillare dell`edilizia rurale di recente costruzione in tutto il territorio
comunale: la eccessia parcellizzazione dei ondi. con la conseguente perdita
dell`unita di paesaggio e dell`identita rurale: la utilizzazione di tecnologie costruttie
non tradizionali` per la realizzazione di strutture residenziali e non. in zona
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


104
agricola con la conseguente crescente perdita di identita e la sempre piu conusa
mescolanza ra territorio rurale e territorio urbano.
Si uole qui eidenziare un aspetto importante per l`economia agricola
locale. Il POR Puglia attraerso misure inanziate dal leoga ha messo a disposizione
ingenti risorse economiche per interenti di Siluppo Rurale`.
La quota piu rileante di queste risorse e presente nell`asse IV - Sistemi
locali di Siluppo - . nell`ambito del quale si intende. tra l`altro migliorare la
competitiita dei sistemi agricoli e agroindustriali in contesto di iliera. nonch
sostenere lo siluppo dei territori rurali e alorizzare le risorse agricole. ambientali. e
storico - culturali.

/A7!/01?9=!Y!!C9CDGF9!?A"=?9!29!CE9?0//A!

Risorse
in milioni di euro,
misura 4.3 Inestimenti nelle aziende agricole 500.00
misura 4.4 Insediamento gioani agricoltori 40.00
misura 4.5 Miglioramento delle strutture di trasormazione dei
prodotti agricoli

155.
misura 4.6 Silicoltura 12.00
misura 4. Aiuti di aiamento per l`assistenza alla gestione
delle aziende agricole
2.
misura 4.8 (ommercializzazione dei prodotti agricoli di qualita 9.6
misura 4.9 Diersiicazione delle attiita delle imprese agricole 8.6
misura 4.10 Inrastrutture rurali 66.9

Se si riuscisse a innescare un meccanismo di partecipazione pubblica e
priata alle risorse sopra descritte si potrebbe incidere sulle condizioni produttie
economiche e sociali, di contesto complessio attraerso modiiche inrastrutturali
acquedotti e strade rurali, e strumentali miglioramento delle aziende agricole,
nonch erogazione di serizi ormazione. miglioramento della competitiita, anche
in ottica di diersiicazione. sostegno e promozione delle economie rurali.
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


105
O!Y!?)!+#$$%!;$.(#+)!
!

















La ricognizione dello stato di atto del territorio comunale di lrancailla
lontana. occorrente per l`illustrazione richiesta nel presente Documento
Programmatico Preliminare. ha auto inizio dall`indagine approondita sulla
strutturazione ambientale. artistica e sociale dell`importante tessuto antico cittadino
costituito dall`attuale (entro storico e dalle maglie urbane comprese entro il
quadrilatero dei iali conergenti sulle antiche Porte .
Una scelta questa dettata dalle qualita speciiche dell`insediamento antico di
lrancailla lontana. che. oltre a qualiicarsi per la particolare morologia del
disegno urbanistico e per le importanti emergenze storico architettoniche che
testimoniano i periodi piu rappresentatii della sua storia. si contraddistingue per
una numerosa presenza di popolazione residente che rende ancor piu io e itale il
ruolo ondamentale del (entro storico. contribuendo a ornire un`immagine
abbastanza reale delle caratteristiche e degli aspetti piu essenziali della (itta .
La citta storica e stata analizzata come un patrimonio culturale. sociale ed
artistico da conserare e tutelare per le generazioni uture. ma anche da mantenere
nelle sue caratterizzazioni piu singolari onde rispondere alle esigenze della ita
contemporanea secondo lielli di qualita piu consoni con le moderne tecnologie e
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


106
alorizzando tutti gli elementi strutturali e ormali che indiiduano e qualiicano
l`immagine culturale e sociale di lrancailla lontana .
La singolare caratterizzazione dell`ambiente ed il suo ruolo solto. sempre
presente nella ormazione della coscienza ciica e nella tradizione ciile della cultura
rancaillese. hanno portato ad analizzare l`intero tessuto urbano del nucleo antico
in modo da indiiduare le sue orme urbanistiche e architettoniche piu singolari. che
costituiscono nella loro continuita un organismo unitario di qualita ormale
omogenea in cui ogni parte concorre a deinire il alore complessio ambientale e
culturale della citta storica .
Inatti la dimensione della citta storica di lrancailla lontana come
organismo urbano unitario si deinisce attraerso un lungo percorso nel tempo. che.
come speciicato nel capitolo sulla sintesi storica della (itta. partendo dall`inizio del
secolo XIV si conclude alla ine del XIX secolo .
Le asi successie della crescita urbana troano preciso riscontro nei tre
perimetri delle cinte murarie :
! le Mura Angioine. che. concesse con priilegio dell`anno 1364 dal principe
lilippo di 1aranto. recingono il primo nucleo insediatio attorno al (asale del
Salatore` Villa S. Salatore, ed intorno alla nuoa (hiesa. che in seguito
dierra la (hiesa della (ollegiata. ed al (onento dei rati minori eretto sin dal
1322 :
! le Mura Orsiniane. che. realizzate secondo la piu ampia cintura ortiicata atta
costruire dal eudatario di lrancailla lontana. Gioanni Antonio Orsini del
Balzo. comprendono l`intero primo nucleo antico delimitato secondo il tracciato
di (orso Garibaldi. (orso Umberto I e ia Barbaro lorleo. chiudendosi a nord
oest con la spezzata ormata dalla ia Salerno e dalla Salita della (arita :
! le Mura Imperiali. che. realizzate progressiamente dai Principi Imperiali dal
XVII secolo alla ine del XVIII. concludono il processo ormatio della (itta
antica. ormai dienuta alla ine del secolo vva targa ea ivpovevte citta cre.civta.
ivgigavtita` con quasi 11.000 abitanti e ricca di attiita economiche. ondate
prealentemente sull`agricoltura. sull`artigianato e sul commercio . La nuoa
cinta muraria con le sue sette Porte deinisce una struttura urbana gia completa
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


107
nella sua organizzazione unzionale e morologica . Il tracciato delle nuoe
mura. partendo dalla Porta del (armine. prosegue per ia San lrancesco. ia l.
Baracca con la Porta della (roce. un tratto di ia San Lorenzo con la Porta
omonima e la Porta di Pazzano. ia Barbaro lorleo con la Porta di San (arlo o
Roccella tra il (onento dei Liquorini ed il (astello, sino alla Porta dei
(appuccini e quindi ia G. Di Vagno. rinchiudendosi con la ia (arlo Pisacane.
sulla quale si apria la Porta delle Paludi in icinanza di ia Simeana .
I caratteri morologici del tessuto urbano mostrano nel nucleo piu antico
compreso entro la linea ideale delle Mura Orsiniane, un impianto iario che.
ricreato sui resti di antichi tracciati. segue gli schemi del ecchio tessuto
medioeale e determina una composizione tipicamente barocca di spazi
ariamente articolati secondo percorsi che si snodano in una successione di
episodi spaziali aperti alle isuali delle strutture architettoniche che li delimitano .
L`assetto morologico del tessuto iario circostante. realizzato dagli Imperiali nei
primi decenni del 00. da luogo inece ad una piavta topogratica . ta piv regotare
tra tvtte qvette citta ai )erra a`Otravto`. come dice il De Giorgi nei suoi Bozzetti di
iaggio . Il sistema risulta ormato da piu trame ortogonali. che aolgono
concentricamente il nucleo piu antico della pianta cinquecentesca e si impostano
sugli assi iari principali che si ricollegano con le polarita distribuite nel tessuto
ediicato. attraersandolo longitudinalmente da nord a sud .

Gli assi iari principali del sistema. lungo i quali engono accentrate le
principali unzioni emergenti. sono costituiti da :
! l`asse di ia Roma originariamente detta ia del (armine,. che nella Piazza
Umberto I gia Piazza Grande, si innesta sul tracciato iario che segue la linea
ideale delle Mura Orsiniane (orso Garibaldi e corso Umberto I,. conergendo
ai due estremi sui poli rispettiamente del (astello e del complesso dei
(appuccini :
! l`asse di ia Simeana. che. in direzione nord - sud. dal conento dei (appuccini
si proietta sino alla contrada Paludi`. ricucendo assialmente i borghi ad oest di
ia Roma :
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


108
! l`asse di ia Imperiali. che. con un tracciato lungo 640 metri. assume la unzione
di arteria primaria per i borghi dell`espansione ad est :
! e inine l`asse di ia San lrancesco. che. collegando la Porta del (armine al
(onento della (roce. richiude la orma urbis nella direzione a sud .

Lo siluppo ottocentesco si localizza principalmente nelle aree perimetrali
alle mura. in continuita con l`assetto morologico consolidato e con interenti
neoclassici realizzati in numerose ristrutturazioni di ediici del ecchio tessuto
urbano. Particolare rilieo assumono in tale periodo lo siluppo di Borgo (roce. la
boniica dei terreni acquitrinosi a ridosso delle Mura. la sistemazione di Piazza
Umberto I con la collocazione del nuoo orologio e della meridiana. la
realizzazione della erroia 1aranto -Brindisi e la costruzione della Stazione
erroiaria in corrispondenza del prolungamento di ia Roma. che dara luogo al
siluppo urbanistico nella direzione a sud.
Agli inizi del secolo la realizzazione del tracciato della erroia Bari - Lecce.
che lambisce le espansioni urbane in direzione nord - sud. deinisce una barriera per
la crescita urbana in tale direzione. determinando una progressia saturazione delle
relatie aree marginali . Si saturano anche tutte le aree in direzione sud. anche sulla
base di iniziatie progettuali parziali o comunque prie di carattere unitario. sicch
nel tempo si engono a completare le urbanizzazioni delle aste estensioni
territoriali a sud tra le mura ed i due tracciati erroiari .
Nei decenni successii al primo dopoguerra purtroppo si sono eriicate
situazioni di grae turbamento nell`equilibrio morologico all`interno della (itta
storica con interenti che. proposti come risanamento di ecchi rioni o anche come
potenziamento della rete iaria. realizzano in realta la distruzione di importanti
strutture storiche e di cospicue parti del tessuto antico .
In tale periodo. inatti. si procede progressiamente alla demolizione delle
mura settecentesche e di gran parte delle Porte della (itta storica . Inoltre
nell`intento di risanare il rione Liguorini si demolisce l`intera maglia compresa tra la
(appella Madonna di Loreto ed il (onento dei Liguorini per dare luogo alla
costruzione di un ediicio scolastico in stile umbertino. che scompagina i rapporti
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


109
spaziali e la loro concatenazione all`interno del nucleo antico . Per di piu. allo scopo
di realizzare il prolungamento della ia Municipio sino al Largo Liguorini. si sentra
persino l`antico (onento delle (larisse. lasciandone in piedi soltanto alcune parti
disaggregate .
In epoca piu recente ulteriori squilibri morologici si sono eriicati nella
citta storica. all`interno della cinta muraria settecentesca. anche a motio della
disciplina urbanistica introdotta dal P.d.l. del 190 e dalla relatia Variante tutt`ora
igente. che indiidua come aree di particolare pregio ambientale da tutelare` e
quindi come zona A` soltanto i tessuti ricadenti entro il perimetro delle Mura
Orsiniane. declassando gli altri tessuti della citta storica a liello di zone B` di
completamento. per le quali la relatia normatia non preede alcuna prescrizione di
tutela e salaguardia. consentendo anzi interenti sostitutii. sopraeleazioni e
costruzioni su aree libere .
(on il nuoo P.U.G. l`analisi della struttura urbana dora essere estesa
all`intera citta storica deinita secondo il tracciato delle mura settecentesche degli
Imperiali. considerando separatamente gli aspetti unzionali derianti dalle
destinazioni d`uso dei singoli ediici. i caratteri storico ambientali degli ediici e la
loro tipologia edilizia .
In conormita al punto 6.1.3.2 del DRAG le disposizioni strutturali per la
indiiduazione del (SU (entro storico urbano, doranno considerare l`impianto
originario dell`insediamento e le sue espansioni che si sono caratterizzate ed hanno
mantenuto la riconoscibilita della loro ormazione. sicch. doendo considerare
atvevo t`eaiticato avteriore atta co.titv.iove aetto tato vvitario`. la perimetrazione del (SU
dora comprendere la predetta area della citta storica secondo il tracciato delle mura
settecentesche . Un importante rierimento cronologico utile a tale indiiduazione e
costituito dalla stampa dell`architetto Luigi lumagalli datata per l`appunto 1861. che
attesta chiaramente l`esistenza a quell`epoca dell`ediicazione estesa sull`intera area
della predetta (itta storica .



PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


110
D=H>!BJ!L!Y!!G29'9"9!E9B"A?=D9!=9!CGBC9!2G??=!?G11G!BJ!KTRSbMS!
!
1. (asa denominata del Procuratore icoletto I (astello
2. Loggiato antico ia San Gioanni
3. Palazzo ico Bonaentura
4. Palazzo (otogno ia (ardinale Spinelli n 14-16
5. (astello Imperiali - ia Municipio
6. (hiesa Madonna degli Ulii ia dei Mulini
. (omplesso monumentale Real (ollegio
lerdinandeo`
con annessa (hiesa di San Sebastiano


ia (rispi. ia Mazzini
8. Santuario S. Maria della (roce` e conento
annesso

9. 1eatro Schiamone - acciata (orso Umberto I
10. 1orre dell`Orologio Largo Sedile
11. (hiesa S. Maria delle Grazie ia Madonna delle Grazie
12. (hiesa dello Spirito Santo Largo (appuccini
13. Palazzo Maggi Scazzeri. gia lorleo Bravda ia Umberto I
14. Palazzo (arissimo ia Roma. ia Lligio. ia Pepe
15. Palazzo Braccio gia Marucci ie S.Biagio. Marucci. Ouaranta
16. Palazzo Barbaro lorleo ie D`Llia. Lauro. Imperiali
1. Palazzo Scazzeri (asalini ie (asalini. Scazzeri. Sa
Gioanni
18. (hiesa del (rociisso o dello Spirito Santo (ontrada Spirito Santo
19. (alario neoclassico, Largo (roce
20. Palazzo Bottari (orso Umberto I
21. (hiesa del (armine Piazza Volta. ia S. lrancesco
22. (appella Madonna dei Grani
23. Palazzo (ito Lupo gia (aniglia ia Roma. ico Sant`Angelo
24. Palazzo Gargiulo Pepe ie R. Llena. Marrese. Semeraro
25. Palazzo Incalza gia (aniglia ia Roma
26. Palazzo Gallone ia M. Imperiale. ia R. Llena
2. Palazzo Meo ia Roma. ico Basile
28. Palazzo Argentina ia Argentina. ia (roce della
Pieta
29. Palazzo del Sedile ia Dante
30. Palazzo Gatti ia Dante. piazza V. Lmanuele
31. Villa Resta e Parco (ontrada (entorizzi
32. Specchia Gioannella
33. Palazzo Rubino o (aniglia Serio, Via San Gioanni angolo ia
(asalino
34. Palazzo loresto (ozzolino ia Dante. Piazza Umberto I
35. (hiesa San Gioanni Battista ia San Gioanni
36. (asa De Argentina ia San Gioanni
3. Palazzo Di (astri gia Basile ia Roma
38. Palazzo Petrera lorleo ia Roma


PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


111

Per quanto riguarda le modalita e la disciplina degli interenti. sulla base
delle analisi della struttura urbana saranno tratti gli elementi dierenziali ai ini della
classiicazione degli ediici e degli ambiti del (entro storico secondo categorie di
interenti indirizzati alla tutela e salaguardia ambientale e dei alori storico artistici.
nonch al riuso qualiicato del patrimonio edilizio esistente .
Oltre agli ediici e manuatti d`interesse storico artistico gia sottoposti al
incolo di tutela ai sensi della legge n 1089 del 1939. doranno essere indiiduati
quelli da proporre per tale incolo a motio delle loro peculiarita artistiche.
architettoniche ed ambientali . Allo stato attuale l`elenco degli ediici assoggettati al
incolo della Soprintendenza ai monumenti e riportato nella scheda della $)I5--)!*J!
L!>!!
A tale elenco anno aggiunti gli ulteriori manuatti ed ediici proprieta del
(omune o di Lnti ecclesiastici. in quanto automaticamente incolati ex art. 4 della
legge n 108939. attualmente sostituito dal Decreto Lgs 29.10.1999 n 490. 1ra
questi si ricordano le tre antiche Porte ancora esistenti Porta (appuccini in (orso
Garibaldi. Porta (roce in ia Regina Llena e Porta del (armine in ia Roma,. il
1eatro degli Imperiali in ia Municipio. il Palazzo dell`ex Pretura in ia Barbaro
lorleo. l`Ospedale latebeneratelli in ia San Biagio. le Scuole Pie ex (onento
degli Scolopi, in ia Mazzini angolo ia Simeana. l`ex (onento dei (armelitani in
Piazza A. Volta. l`ex (onento delle (larisse attualmente occupato dalla (aserma
della Guardia di linanza, in Largo Liguorini. l`ex Monastero di Santa (hiara in ia
(hiariste ed il (onento dei Padri Liguorini nel Largo omonimo .
L`elenco delle (hiese comprende la (hiesa Matrice e la (hiesa di Santa
(hiara in Piazza Gioanni XXIII. la (hiesa di Sant`Alonso De` Liguori in Largo
Liguorini. la (hiesa di San Nicola in (orso Umberto I. la (hiesa del Salatore in
ia San Gioanni. le (hiese dell`Immacolata e di San Biagio nelle ie omonime. e la
(hiesa di Sant`Lligio in ia Regina Llena .
I predetti ediici e gli altri importanti palazzi o case di rileante interesse
storico artistico sono stati indiiduati nell`apposita taola del presente D.P.P.
concernente l`analisi del (entro storico e riportati anche nella relatia
documentazione otograica allegata .
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


112
(on rierimento a quanto stabilito al punto 6.1.3 del DRAG. le preisioni
strutturali del P.U.G. doranno indiiduare gli altri insediamenti storici o d`interesse
ambientale areali. lineari e puntuali IS1, presenti nel territorio urbanizzato.
dettando per gli stessi la disciplina strutturale immediatamente cogente ed operatia
sia per le attiita insediabili e sia per gli interenti di trasormazione ammissibili.
Analoghe indiiduazioni doranno essere precisate dal P.U.G. anche relatiamente
al territorio non urbanizzato. con possibilita quindi di estendere a tali beni di
rileante interesse storico. artistico o ambientale le disciplina gia issata per gli
ambiti territoriali distinti A1D, della medesima categoria .

PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


113
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


114
!!
!"#$%&'()'*+,,'$%-(.'('$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$ $$$$$$$$$$$$$$$$$/!!$0$12,'3+-(2$$$$$$$$$


115
HY!9?!@0=27A!"ABAC"9D9EA!29!CGDDA7G!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


116
P!Y!2#45*;#.*5!&54.6()W#+)!)$$3)-5!5!-)!;3)!<(.#58#.*5!*5-!:3#*&#+5**#.!!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
La popolazione residente a lrancailla lontana in base ai dati Istat del 14
(ensimento del 2001 risulta pari a 36.24 abitanti. articolati in 12.330 amiglie con
una densita territoriale pari a 20 abitanti per Kmq. . sicch il territorio di
lrancailla lontana si conerma al 3 posto tra i comuni della Proincia con
maggior numero di abitanti. dopo il capoluogo Brindisi e dopo lasano. che hanno
rispettiamente 91.664 e 38.359 abitanti .
Le indicazioni statistiche deriabili dal conronto tra l`ultimo censimento e
quello precedente del 1991 pongono in eidenza innanzitutto il noteole
incremento demograico del 6. eriicatosi in tale periodo a lrancailla lontana.
che risulta in netta controtendenza rispetto al quasi generale calo della popolazione
che contemporaneamente si riscontra nell`intera Proincia con una diminuzione
media di circa il 2 . Anche l`aumento del numero di amiglie pari a circa il 21 ,
risulta molto maggiore a lrancailla lontana rispetto alla media del 6.2
riscontrabile nell`intera Proincia. mentre. per quanto riguarda la composizione
percentuale della popolazione. anche a lrancailla si eriica una leggera
diminuzione del numero di maschi con un tasso del 48.3 ineriore al 48.6
registrato nel 1991, in analogia al calo medio proinciale pari allo 0.6 .
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


117
Peraltro a lrancailla lontana l`andamento demograico anche in tempi piu
remoti e stato sempre caratterizzato da un trend positio U$)I>!M!5!NV . A partire dal
1861 sino al 1961 e cioe nell`arco di un secolo, la popolazione si e quasi
raddoppiata passando da 15.844 a 30.300 abitanti e negli ultimi 40 anni l`
incremento della popolazione e proseguito con una crescita continua. dando luogo
ad un aumento complessio nel quarantennio del 19. in termini di abitanti e di
circa il 0 relatiamente al numero di amiglie.

D=H!BJ!M!Y!!GEA?0]9ABG!2G??=!/A/A?=]9ABG!29!'7=B"=E9??=!!
'ABD=B=!
!
ANNO
DI (LNSIMLN1O
POPOLAZIONL
1O1ALL
1861 15.844
181 1.08
1881 16.436
1901 1.59
1911 18.508
1921 19.291
1931 21.32
1936 22.140
1951 2.663
1961 30.300
191 31.84
1981 32.912
1991 33.995
2001 36.24

!
!
!
!
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


118
!
D=H! BJ! N! Y! ! /A/A?=]9ABG! 7GC92GBDG! G! '=F91?9G! BG1?9!
0?D9F9!NT!=BB9!
!
0
10000
20000
30000
40000
UOMINI 14727 15492 0.00 16537 17526
DONNE 15573 16355 16873 17458 18748
TOTALE 30300 31847 32912 33995 36274
FAMIGLIE 7302 8237 9428 10202 12330
1961 1971 1981 1991 2001


Lmerge quindi dai predetti dati la stabilita della unzione urbana solta da
lrancailla lontana nel contesto territoriale. come centro di serizi per le unzioni
di liello superiore nel suo iterland. unzione che e nella tradizione storica e trae
speciicita dalla collocazione geograica centrale rispetto ai due poli di Brindisi e
1aranto .
I dati censuari aggiornati al 2001 relatii alle dimensioni e composizione dei
nuclei amiliari tab. 32, mostrano un incremento tra il 1981 ed il 1991 di 4 unita
pari all`8.2, e tra il 1991 ed il 2001 di ben 2.128 unita pari al 20.8 .







PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


119
D=H!BJ!O!Y!!'=F91?9G!7GC92GBD9!/G7!B0FG7A!29!"AF/ABGBD9!
!
0
1000
2000
3000
4000
1 COMP. 2 COMP. 3 COMP. 4 COMP. 5 COMP. 6 COMP. OLTRE 6



K!+.4<>! L!+.4<> M!+.4<> N!+.4<> O!+.4<> P!+.4<>! .-$(5!P>
191 92 1.445 1.446 1.52 1.23 06 823
1981 1.392 1.12 1.61 2.089 1.509 605 450
1991 1.300 2.156 1.90 2.582 1.555 512 190
2001 2.621 2.02 2.393 3.098 1.254 222 40


Analogamente a quanto aiene in altri (omuni. ad aumentare sono
soprattutto le amiglie dei single` gioani o anziani,. il cui numero si raddoppia.
passando da 1.300 a 2.621 unita. Aumenta pero anche il numero delle amiglie con
2. 3 e 4 componenti con incrementi di circa il 25 20 ,. mentre diminuiscono le
amiglie con 5. 6 e piu componenti. costituendo poco piu del 12 del numero di
amiglie locali .
Ne consegue una riduzione della dimensione media dei nuclei amiliari. che
passano U$)I>!OV!da 3.84 componenti per amiglia nel 191 a 3.32 del 1991 e a 2.88
del 2001. sicch nel tempo si determinano proonde trasormazioni delle tipologie
domestiche. che certamente anno ad incidere sulle caratteristiche della domanda
abitatia. in ordine sia alla utilizzazione del patrimonio edilizio esistente e sia alla
programmazione dei nuoi alloggi .
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


120
D=H!BJ!P!Y!!B0FG7A!29!"AF/ABGBD9!/G7!'=F91?9G!!
!
4,12
3,84
3,48
3,32
2,88
0
1
2
3
4
5
1961 1971 1981 1991 2001


Per quanto riguarda la struttura della popolazione per classi di eta U$)I>!Q!5!
RV. pur non rileando sostanziali dierenze rispetto ai alori medi proinciali. i dati
censuari Istat 1991, di lrancailla lontana in generale mostrano un proilo
demograico della popolazione mediamente piu gioane rispetto a quello dell`intera
Proincia .











PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


121
D=H>! BJ! Q! Y! /A/A?=]9ABG! 7GC92GBDG! /G7! "?=CC9! 29! GD=[! =!
'7=B"=E9??=! 'ABD=B=! G! BG??=! /7AE9B"9=! \!
2=D9!9CD=D!KSSK!
!
7,1
15,7
7,2
4,2
21,3
5,1
18,5
19,4
27,9
6,1
14,3
7,7
28
17,5
0
10
20
30
ANNI FINO
A 5
DA 6 A 14 DA 15 A 24 DA 25 A 45 DA 46 A 64 DA 65 A 74 OLTRE 75
FRANCAVILLA PROVINCIA

























PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


122
D=H>!BJ!R!Y!/A/A?=]9ABG!7GC92GBDG!/G7!"?=CC9!29!GD=[!

























(LASSI
DI L1A`
(LNSIMLN1O
KSQK!
(LNSIMLN1O
KSRK!
(LNSIMLN1O
KSSK!
(LNSIMLN1O
LTTK!
!
F!
!
!
'!
!
!
DAD>!
!
!
e!
!
F! '! DAD>! e! F! '! DAD>! e! F! '! DAD>! e!
!
'9BA!=!O!
!
1.35 1.581 3.316 10.4 1.51 1.413 2.930 9.0 1.224 1.182 2.406 .1 1.132 1.088 2.220 6.1
!
'9BA!=!KN!
!
3.240 3.158 6.398 20.1 3.429 3.255 6.684 20.3 2.95 2.555 5.350 15. 2.06 2.025 4.092 11.3
!
'9BA!=!LN!
!
2.833 2.862 5.695 1.9 2.945 2.93 5.882 18.0 3.148 3.128 6.26 18.5 2.43 2.622 5.365 14.8
!
'9BA!=!NO!
!
3.684 4.000 .684 24.1 3.90 4.310 8.280 25.1 4.556 4.934 9.490 2.9 5.652 5.82 11.524 31.8
!
'9BA!=!ON!
!
~ ~ ~ ~ 1.521 1.33 3.254 9.8 1.658 1.814 3.42 10.2 1.933 2.086 4.019 11.1
!
'9BA!=!OO!
!
1.545 1.642 3.18 10.0 ~ ~ ~ ~
!
'9BA!=!PT!
!
636 68 1.323 4.2 92 869 1.661 5.0
!
'9BA!=!PN!
!
659 1 1.430 4.5 59 610 1.189 3.6 1.449 1.686 3.135 9.2 1.954 2.181 4.135 11.4
!
A?D7G!PO!
!
~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ 1.161 1.28 2.448 .2 1.218 1.55 2.93 .
!
A?D7G!QN!
!
53 958 1.11 5.3 920 1.116 2.036 6.2
!
A?D7G!QO!
!
40 696 1.103 3.5 366 630 996 3.0 546 82 1.418 4.2 82 1.299 2.126 5.8
!
DAD=?G!
!
15.492 16.355 31.84 100 16.039 16.83 32.912 100 16.53 1.458 33.995 100 1.526 18.48 36.24 100
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


123
Inatti la struttura della popolazione per classi di eta risulta caratterizzata da
percentuali d`incidenza che anche se con ariazioni intorno all`ordine di 1 punto,
risultano sempre maggiori rispetto alle medie proinciali nelle classi d`eta
dell`inanzia e dell`adolescenza e sempre minori relatiamente alle generazioni adulte
ed anziane.
Pure l`analisi dei dati censuari relatii al grado d`istruzione della popolazione
U$)I>! S! Y! ! KT! 5! KKV non mostra sostanziali dierenze rispetto ai alori medi
proinciali e conerma il noteole processo di alabetizzazione e in generale il
continuo innalzamento qualitatio del condizione culturale della popolazione
residente a lrancailla lontana.

TAB. N 9 - /A/A?=]9ABG! 7GC92GBDG! "AB! /90[! 29! P! =BB9! /G7!
17=2A!2[9CD70]9ABG

1961 1971 1981 1991 2001
MF % MF % MF % MF % MF %
LAUREA 290 1,1 400 1,4 552 1,9 836 2,7
DIPLOMA 733 2,8 1.463 5,3 2.082 7,1 3.672 11,8
LIC. MEDIA 1.765 6,7 2.870 10,3 6.658 22,7 10.508 33,8
LIC.
ELEMEN
12.329 47,1 9.551 34,3 10.774 36,8 9.104 29,3
ALFABETI 5.523 21,1 8.960 32,1 6.701 22,8 4.972 16,0
ANALFABETI 5.546 21,2 4.622 16,6 2.547 8,7 1.998 6,4
TOTALI 26.186 100 27.866 100 29.314 100 31.090 100 100


1uttaia nella graduatoria dei titoli di studio. secondo i dati Istat ancora
ermi al 1991. prealgono di gran lunga quelli meno eleati registrandosi in
particolare il orte aumento pari al 66 nell`ultimo decennio, del numero di
diplomati eidentemente in rapporto al tipo di richieste prealenti nello stesso
periodo di oerte di laoro . Particolarmente noteole inoltre e il numero di
possessori di licenza media. raggiungendo un`incidenza percentuale del 33.8 . che
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


124
attesta un eleato liello di assolimento agli obblighi scolastici da parte delle ultime
generazioni .

D=H! BJ! KT! Y! ! /A/A?=]9ABG! 7GC92GBDG! /G7! 17=2A!
2[9CD70]9ABG! =! '7=B"=E9??=! 'ABD=B=! G!
BG??=!/7AE9B"9=!\!2=D9!9CD=D!KSSK!

2,7
33,8
16
6,4
13,7
11,8
29,3
31,1
30,3
18
4,7
2,2
0
10
20
30
40
LAUREA DIPLOMA LIC. MEDIA LIC. ELEM. ALFAB. ANALFAB.
FRANCAVILLA
PROVINCIA

















PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


125
D=H>! BJ! KK! Y! E=79=]9ABG! 2G?! 17=2A! 2[9CD70]9ABG! =!
'7=B"=E9??=! 'ABD=B=! BG1?9! 0?D9F9! NT!
=BB9!
!
0,0%
10,0%
20,0%
30,0%
40,0%
50,0%
1961 1,1% 2,8% 6,7% 47,1% 21,1% 21,2%
1971 1,4% 5,3% 10,3% 34,3% 32,1% 16,6%
1981 1,9% 7,1% 22,7% 36,8% 22,8% 8,7%
1991 2,7% 11,8% 33,8% 29,3% 16,0% 6,4%
LAUREA DIPLOMA LIC. MEDIA LIC. ELEM. ALFABETI ANALFAB.

Per quanto riguarda le attiita economiche ed i lielli occupazionali U$)I>!KL!
5!KMV. secondo i dati Istat del 1991 la popolazione totale di 33.995 unita. escludendo
i residenti ino a 14 anni. si riduce a 26.239 abitanti in condizione proessionale eo
in cerca di prima occupazione,. che a loro olta si articolano in :
! 13.660 abitanti costituenti la popolazione attia. pari al 52.1
! e 12.59 abitanti costituenti la popolazione non attia corrispondente al 4.9 .

Il conronto con la situazione proinciale. pur essendo caratterizzato da
alori percentuali pressoch analoghi. eidenzia una congiuntura del grado di attiita
e dei lielli occupazionali alquanto piu aoreole a lrancailla lontana rispetto
all`intera Proincia di Brindisi e cio in relazione alla gran parte dei ari elementi
statistici presi in considerazione. In assoluto comunque risultano ancora abbastanza
eleati i dati della disoccupazione complessia. che. considerando anche i residenti
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


126
attii in cerca di prima occupazione pari all`11.1 ,. assommano in totale a 3.852
abitanti. corrispondenti alla noteole incidenza percentuale del 14. .
La ripartizione della popolazione attia di lrancailla lontana in condizione
proessionale nei diersi settori e rami di attiita economica U$)I>!KLV. in rierimento
ai corrispondenti dati censuari precedenti del 1981. mostra :
! un orte calo degli addetti in agricoltura. che dall`81 al 91 passano dal 3. al
28.1 . con una diminuzione del 9.6 .
! un incremento del 3 degli addetti all`industria. con un aumento piu
consistente del 2. nel settore maniatturiero e soltanto dello 0.3 per gli addetti
alle costruzioni.
! altri incrementi di circa il 2 nei settori del commercio e del credito ed
assicurazioni. nonch del 2.8 relatiamente agli addetti alla pubblica
amministrazione
! e inine il liee calo dello 0.4 nel settore dei trasporti .

D=H>! BJ! KL! Y! /A/A?=]9ABG! =DD9E=! G! BAB! =DD9E=! =!
'7=B"=E9??=!'ABD=B=!Y!2=D9!9CD=D!KSSK!!

KSPK! KSQK! KSRK! KSSK! LTTK!
F'! e! F'! e! F'! e! F'! e! F'! e!
".*&>!<(.W5;>!
A""0/=D9! ~ ~ ~ ~ 9.553 41.0 9.808 3.4
29CA""0/=D9 ~ ~ ~ ~ 1.682 .2 953 3.6
DAD=?G! 12. 61.6 11.233 49.5 11.235 48.2 10.61 41.0
9*!+5(+)!&#!
Kf!.++3<)8>!
388 1.9 650 2.9 2.14 9.3 2.899 11.1
DAD=?G!!
/A/>!=DD9E=!
13.165 63.5 11.883 52.4 13.409 5.5 13.660 52.1
/A/A?=]9ABG
BAB!=DD9E=!
20.41 36.5 10.89 4.6 9.899 4.2 12.59 4.9
DAD=?G!UgV! 20.41 100 22.62 100 23.928 100 26.239 100 100
UgV!popolazione residente da 14 anni in poi

PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


127
Il conronto con i dati relatii alle medie proinciali U$)I>! KM! 5! KNV! mostra
dierenze abbastanza simili alle predette ariazioni nei settori dell`industria e del
commercio. per i quali a lrancailla lontana si rileano maggiori incidenze
percentuali rispettiamente del 2.8 e del 3.6 .

D=H>! BJ! KM! Y! ! /A/A?=]9ABG! =DD9E=! G! BAB! =DD9E=! =!!
'7=B"=E9??=! G! 9B! /7AE9B"9=! Y! 2=D9! 9CD=D!
KSSK!
!
FRANCAVILLA FONTANA
52,1
37,3 37,4
3,6
11,1
13,3
9
68,3
25,7
50,2
2,6
4,8
0
20
40
60
80
TOT. POP. ATTIVA POP. ATTIVA M POP. ATTIVA F
TOTALE ATT.
OCCUPATI
DISOCCUPATI
IN CERCA DI PRIMA OCCUPAZIONE

PRONVI NCI A DI BRI NDI SI
0
10
20
30
40
50
60
70
80
TOT. POP. ATTIVA POP. ATTIVA M POP. ATTIVA F
TOTALE ATT.
OCCUPATI
DISOCCUPATI
IN CERCA DI PRIMA OCCUPAZIONE

In quasi tutti gli altri settori e cioe agricoltura. trasporti. alberghi e ristoranti.
pubblica amministrazione. istruzione e sanita, a lrancailla lontana si riscontrano
inece quote di circa 1 punto 1 punto e mezzo ineriori alle corrispondenti
percentuali della Proincia . Molto rileante inoltre appare la ariazione negatia
che si registra nell`arco di 30 - 40 anni per la popolazione attia nel settore primario
dell`agricoltura. che si riduce dal 1961 al 1991 da .260 a 3.029 addetti U$)I>!KOV!.
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


128

D=H>! BJ! KN! Y! ! ! ! /A/A?=]9ABG! 7GC92GBDG! =DD9E=! 9B!
"AB29]9ABG! /7A'GCC9AB=?G! =! '7=B"=E9??=! G!
BG??=!!/7AE9B"9=!Y!2=D9!9CD=D!KSSK!
!
0
10
20
30
40
50
M 17,2 20,3 14,7 18,8 1,4 3,1 1 3,3 8,6 4,9 5,2 1,5
F 47,6 11,9 0,6 8,1 0,8 0,5 0,5 1,7 5,6 15,1 6,4 1,2
TOT. 28,1 17,3 9,6 15 1,2 2,1 0,9 2,7 7,6 8,5 5,6 1,4
agricolt
ura
manif at
tura
costru
zioni
comme
rcio
albergh
i e
trasp.m
agaz.
banche
immob.
noleg.
p. a.
dif esa
istruzio
ne
sanit
e serv.
altro

PROVINCIA DI BRINDISI
0,00%
10,00%
20,00%
30,00%
40,00%
50,00%
M 18,90% 18,3% 14,0% 13,3% 3,3% 5,1% 1,4% 3,5% 10,6% 3,4% 5,7% 2,5%
F 46,9% 9,4% 0,7% 8,3% 2,0% 1,0% 0,8% 2,5% 5,6% 13,1% 8,2% 1,5%
TOT. 29,2% 15,0% 9,1% 11,4% 2,8% 3,6% 1,2% 3,2% 8,7% 7,0% 6,4% 2,4%
agric. manif. costr. comm.
alb. e
rist.
trasp.m
agaz.
banche
immob.
noleg.
p. a.
difesa
istruz.
sanit e
serv.
altro







PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


129
D=H>!BJ!KO!Y!!/A/A?=]9ABG!!=DD9E=!BG?!CGDDA7G!
=179"A?D07=!=!'7=B"=E9??=!'ABD=B=!
!
8042
7260
4235
3029
5415
0
1000
2000
3000
4000
5000
6000
7000
8000
9000
1951 1961 1971 1981 1991















































PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


130
/(.#58#.*5!&5--)!<.<.-)8#.*5!

In conormita alla metodologia stabilita dalla Delibera G.R. n 6320 del
1989. le preisioni insediatie del P.U.G. sono commisurate al prossimo
quindicennio e engono stimate quindi all`anno 2018. che costituisce il rierimento
temporale per il dimensionamento del abbisogno uturo di abitazioni. aree
produttie e serizi .
Ai ini del calcolo della proiezione della popolazione al 2018. la dinamica
demograica nel territorio di lrancailla lontana e stata analizzata organizzando i
dati statistici dei censimenti Istat e quelli relatii al saldo naturale e sociale. orniti
dall`anagrae comunale. in modo da indiiduare :
! le percentuali di modiicazione della popolazione residente. determinate in base
ai dati degli ultimi censimenti e dell`anno di redazione del P.U.G. U$)I>!KPV!:
! il tasso annuo di crescita della popolazione residente nell`ultimo quindicennio.
ricaato come media delle ariazioni percentuali eriicatesi ogni anno per il saldo
naturale e per quello migratorio U$)I>!KQ!5!KRV!:
! l`eoluzione tendenziale della composizione media dei nuclei amiliari.
preedibile in base all`analisi delle ariazioni interenute nell`ultimo quarantennio
nella composizione e strutturazione delle amiglie residenti U$)I>!KSV!.

!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


131
!
D=H>!BJ!KP!Y!!/A/A?=]9ABG!7GC92GBDG!=9!"GBC9FGBD9!



KSPK! KSQK! KSRK! KSSK! LTTK! LTTM!
F=C"h9! ! 14.2 15.492 16.039 16.53 1.526 1.680
2ABBG! ! 15.53 16.355 16.83 1.458 18.48 18.88
DAD=?G! ! 30.300 31.84 32.912 33.995 36.24 36.56
E=79=]9ABG!
KSPK!\!KSQK!
=CCA?0D=! 1.54
~ ~ ~ ~ e! 5.10
FG29=!=BB> 0.51
E=79=]9ABG!!
KSQK!\!KSRK!
=CCA?0D=!
~
1.065
~ ~ ~ e! 3.34
FG29=!=BB> 0.334
E=79=]9ABG!!
KSRK!\!KSSK!!
=CCA?0D=!
~ ~
1.083
~ ~ e! 3.29
FG29=!=BB> 0.329
E=79=]9ABG!
KSSK!\!LTTK!
KSSK!YLTTM!
!
=CCA?0D=!
~ ~ ~
2.29 2.52
e! 6.04 .566
FG29=!=BB> 0.60 0.631


Per una stima piu realistica delle preisioni di crescita. il tasso di proiezione
ai prossimi 15 anni iene determinato come media aritmetica tra il tasso medio
annuo dell`ultimo quindicennio 1988 - 2003 ed i tassi medi annui degli ultimi due
periodi intercensuari compresi rispettiamente tra l`81 e il 91 e tra il 1991 ed il 2001
.









PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


132


D=H>! BJ! KQ! Y! GEA?0]9ABG! 2G??=! /A/A?=]9ABG! 7GC92GBDG! =!
'7=B"=E9??=! 'ABD=B=! BG?! @09B29"GBB9A! KSRR! \!
LTTM!

=BBA! B=D9! FA7D9!
C=?2A!
B=D07>!
9FF917=D9 GF917=D9
C=?2A!
F917=D>
C=?2A!
1?AH=?G!
'9BG!
=BBA
KSRR! 55 23 320 306 440 - 134 186 MN>SQL
KSRS! 531 236 295 306 401 - 95 200 MO>KQL
KSST! 523 260 263 340 384 - 44 219 MO>MSK
KSSK! 539 246 293 342 528 - 186 10 MM>SMN
KSSL! 536 231 305 303 49 - 446 - 141 MM>QSM
KSSM! 521 225 296 359 489 - 130 166 MM>SOS
KSSN! 446 259 18 39 4 - 80 10 MN>TPP
KSSO! 433 256 1 281 535 - 254 - MM>SRS
KSSP! 381 2 104 32 486 - 114 - 10 MM>SQS
KSSQ! 40 264 143 2.950 453 2.49 2640 MP>PKS
KSSR! 431 262 169 362 450 - 88 81 MP>QTT
KSSS! 388 265 123 350 496 - 146 - 23 MP>PQQ
LTTT! 392 238 154 311 456 - 145 9 MP>PRP
LTTK! 363 20 156 283 402 - 119 3 MP>LNL
LTTL! 411 251 160 304 43 - 133 2 MP>LPS
LTTM! 392 29 113 333 432 - 99 14 MP>LRM

In tal modo engono portate in conto le modiicazioni piu signiicatie
interenute sull`assetto della popolazione negli ultimi periodi. potendo inoltre
compensare tra loro il noteole incremento demograico eriicatosi nell`ultimo
interallo intercensuario diicilmente ripetibile in un prossimo uturo, con quello
piu normale del decennio precedente .
(on tale criterio il tasso medio annuo di crescita della popolazione risulta
uguale allo 0.551 . sicch applicando la ormula dell`interesse composto si ottiene.
come proiezione al termine del prossimo quindicennio. una popolazione di 40.14
abitanti con un incremento rispetto al 2003 pari a :
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


133
40.14 - 36.56 ~ 3.580 abitanti .
Anche per quanto riguarda le amiglie. la proiezione al 2018 del numero
preedibile di amiglie dee essere rierito. ai ini di una alutazione piu realistica ed
in linea con le medie proinciali. alla composizione media dei nuclei amiliari
ricaata estrapolando le ariazioni dei precedenti interalli intercensuari e tenendo
altresi conto della persistenza nel tempo di strutture amiliari di maggiore ampiezza
anche in relazione alla maggiore durata media della ita .
(on tali criteri. assumendo il numero medio di componenti le amiglie nel
2018 pari a 2.5 abitanti. si ricaa che la proiezione allo stesso anno del numero
preedibile di amiglie risulta uguale a :
ab. 40.14 2.5 ab.am. ~ 14.598 amiglie .
Ne consegue un aumento del numero di amiglie rispetto all`anno 2003 pari a:
14.598 - 12.28 ~ 1.80 amiglie
corrispondente ad un incremento medio annuo dello 0.98 pressoch intermedio
alle medie annue di aumento di 1.45 e 0.82 registrate rispettiamente nei
decenni 1`81 ed 81`91 .
Nella $)I>!*J!LM sono riportate le modiicazioni della suddiisione della popolazione
residente concretatesi dall`ultimo censimento all`anno del P.U.G. e preiste per il
quindicennio uturo. modiicazioni che. in assenza di speciici studi specialistici.
sono calcolate applicando la ripartizione percentuale dell`ultimo censimento
adeguata per il conseguimento dei alori complessii .






PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


134

D=H>! BJ! KR! Y! ! /A/A?=]9ABG! 7GC92GBDG! BG?! @09B29"GBB9A!
KSRR!\!!LTTM!C=?2A!B=D07=?G!G!C=?2A!F917=DA79A!

=?!MKbKL!
C=?2A!B=D07=?G! C=?2A!CA"9=?G! E=79=]>!DAD=?G!
/A/A?=]9ABG
7GC92GBDG!
BJ! e! BJ! e! BJ! e!
KSRR! MN>SQL!
KSRS! 295 0.84 - 95 - 0.2 200 0.5 MO>KQL!
KSST! 263 0.5 - 44 - 0.13 219 0.62 MO>MSK!
KSSK! 293 0.83 - 186 - 0.53 10 0.30 MM>SMN!
KSSL! 305 0.90 - 446 - 1.31 - 141 - 0.41 MM>QSM!
KSSM! 296 0.88 - 130 - 0.38 166 0.50 MM>SOS!
KSSN! 18 0.55 - 80 - 0.24 10 0.31 MN>TPP!
KSSO! 1 0.52 - 254 - 0.5 - - 0.23 MM>SRS!
KSSP! 104 0.31 - 114 - 0.34 - 10 - 0.03 MM>SQS!
KSSQ! 143 0.42 2.49 .35 2.640 . MP>PKS!
KSSR! 169 0.46 - 88 - 0.24 81 0.22 MP>QTT!
KSSS! 123 0.34 - 146 - 0.40 - 23 - 0.06 MP>PQQ!
LTTT! 154 0.42 - 145 - 0.40 9 0.02 MP>PRP!
LTTK! 156 0.42 - 119 - 0.32 3 0.10 MP>LNL!
LTTL! 160 0.44 - 133 - 0.3 2 0.0 MP>LPS!
LTTM! 113 0.31 - 99 - 0.2 14 0.04 MP>LRM!
FG29=!
=BB0=!
KSP! T^OPT! LR! - T^TSM! LLN! T^POM! !








PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


135

D=H>!BJ!KS!Y!!'=F91?9G!7GC92GBD9!/G7!=F/9G]]=!

BJ!
"AF/AB>!
KSPK! KSQK! KSRK! KSSK! LTTK!
N. Ml Ml Ml Ml
K>!9*!+.)I#$>! ~ ~ ~ ~ 489 5.1 22 0.2 ~ ~
B.*!+.)I#$>! ~ ~ ~ ~ 909 9.6 1.28 12.5 ~ ~
DAD=?G! 92 11.8 1.392 14.8 1.300 12. 2.621 21.3
L>! 1.445 1.5 1.12 18.2 2.156 21.1 2.02 21.9
M>! 1.446 1.5 1.61 1. 1.90 18. 2.393 19.4
N>! 1.52 19.1 2.089 22.1 2.582 25.3 3.098 25.1
O>! 1.23 15.5 1.509 16.0 1.555 15.3 1.254 10.2
P>! 06 8.6 605 6.4 512 5.0 222 1.8
Q>! 404 4.9 248 2.6 190 1.9 31 0.2
R>5!<#i!'=F>! 419 5.1 202 2.2 9 0.1
".4<>! 2.055 1.52 1.412 8
DAD>!'=F>! .302 100 8.23 100 9.428 100 10.202 100 12.330 100
DAD>!
"AF/>!
30.106 ~ 31.628 ~ 32.848 ~ 33.920 ~ 35.493 ~
BJ!45&#.!
"AF/b'=F!
N^KL! j! M^RN! j! M^NR! j! M^ML! j! L^RR! j!












PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


136
D=H>! BJ! LT! Y! ! FAE9FGBDA! 2G??=! /A/A?=]9ABG! 29!
'7=B"=E9??=! 'ABD=B=! 29=17=FF=! C=?2A!
B=D07=?G!
!
345
293
345
320
295
263
293
305
296
187
177
104
143
169
123
154
156
160
113
100
150
200
250
300
350
400
1
9
8
5
1
9
8
6
1
9
8
7
1
9
8
8
1
9
8
9
1
9
9
0
1
9
9
1
1
9
9
2
1
9
9
3
1
9
9
4
1
9
9
5
1
9
9
6
1
9
9
7
1
9
9
8
1
9
9
9
2
0
0
0
2
0
0
1
2
0
0
2
2
0
0
3

Inine nei diagrammi delle tabelle LT^!LK!5!LL sono rappresentati i enomeni
demograici nelle componenti dei saldi naturale e sociale. nonch il diagramma
complessio della popolazione residente .












PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


137
D=H>!BJ!LK!Y!!FAE9FGBDA!2G??=!/A/A?=]9ABG!29!
'7=B"=E9??=!'ABD=B=!29=17=FF=!C=?2A!
F917=DA79A!
!
345
293
345
320
295
263
293
305
296
187
177
104
143
169
123
154
156
160
113
100
150
200
250
300
350
400
1
9
8
5
1
9
8
6
1
9
8
7
1
9
8
8
1
9
8
9
1
9
9
0
1
9
9
1
1
9
9
2
1
9
9
3
1
9
9
4
1
9
9
5
1
9
9
6
1
9
9
7
1
9
9
8
1
9
9
9
2
0
0
0
2
0
0
1
2
0
0
2
2
0
0
3


D=H>!BJ!LL!Y!!FAE9FGBDA!2G??=!/A/A?=]9ABG!29!
'7=B"=E9??=!'ABD=B=!29=17=FF=!!
35391
33934 33959 33979
36700 36686
36242
35172
33793
34066
36677
36280
30300
31847
32912
34439
34972
30000
31000
32000
33000
34000
35000
36000
37000
38000
1
9
6
1
1
9
7
1
1
9
8
1
1
9
8
6
1
9
8
8
1
9
8
9
1
9
9
0
1
9
9
1
1
9
9
2
1
9
9
3
1
9
9
4
1
9
9
7
1
9
9
8
1
9
9
9
2
0
0
0
2
0
0
1
2
0
0
3

PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


138

D=H>! BJ! LM! Y! /7A9G]9AB9! 2G??=! /A/A?=]9ABG! G! 2G??G!
'=F91?9G!=?!LTKR!
!
!
FG29=!!=BB0=!
KSRK!\!KSSK!!
FG29=!!=BB0=!
KSRK!\!KSSK!!
FG29=!!=BB0=!
KSRK!\!KSSK!!
FG29=!2G??G!
!FG29G!
D=CCA!FG29A!
29!!"7GC"9D=!
T^MLS! T^PQT! T^POM! T^OOK!
/A/A?=]9ABG!
=?!LTKR
/LTKR!j!/LTTM!Z!UK^TTOOKV
KQ
!j!)I>!MP>OPQ!Z!K^TSQSK!j!!NT>KNQ!)I>!
/A/A?=]>!
7GC92GBDG
LTTK! LTTM! LTKR!
n. n. - - n. - - - -
DAD=?G! MP>LQN! 100 MP>OPQ! 293 NT>KNQ! 3.580 3.83
k!P! 2.220 6.1 2.238 18 2.449 211 229
KK!l!KM! 1.486 4.1 1.499 13 1.646 14 160
KN!l!KQ! 2.142 5.9 2.15 15 2.369 212 22
KR!l!LN! 3.26 10.3 3.55 29 4.135 380 409
LO!l!PT! 18.023 49. 18.16 144 19.953 1.86 1.930
PK!l!PO! 1.652 4.5 1.666 14 1.80 141 155
m!PO! 4.919 13.6 4.961 42 5.460 499 541
?=07G=! 290 0.8 293 3 321 28 31
29/?AF=! 33 2.0 39 6 811 2 8
FG29=!9B'! 1.65 4.9 1.9 14 1.953 14 188
G?GFGBD>! 12.329 34.0 12.428 99 13.645 1.21 1.316
DAD>!'=F>! KL>MMT! 100 KL>QLR! 398 KN>OSR! 1.80 2.268
"AF/AB>! ~
K! 2.621 21.3 2.21 100 3.121 400 500
L! 2.02 21.9 2.802 100 3.214 412 512
M! 2.393 19.4 2.493 100 2.859 366 466
N! 3.098 25.1 3.11 20 3.55 458 4
O! 1.254 10.2 1.332 8 1.528 196 24
P! 222 1.8 222 255 33 33
Q! 31 0.2 31 36 5 5
R!5!<#i! 9 0.1 9 10 1 1
B>!45&#.!
".4<!
L^SN! L^RQ! ! L^QO! !


PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


139
Q!Y!G,.-38#.*5!&5-!<)$(#4.*#.!5&#-#8#.!(5;#&5*8#)-5!\!=*)-#;#!&5--5!+.*&#8#.*#!!
)I#$)$#,5!













Lo siluppo del patrimonio edilizio nel (omune di lrancailla lontana.
ricaato dai dati dei censimenti relatii all`ultimo quarantennio. eidenzia
cambiamenti sostanziali della struttura abitatia della popolazione residente. con un
noteole incremento della disponibilita di alloggi. senz`altro rapportabile al
crescente abbisogno residenziale rienente dalla noteole crescita demograica e
dalla contestuale orte espansione dei nuclei amiliari .
Dall`analisi degli ultimi censimenti si eince che il parco alloggi nell`arco di
40 anni si e quasi raddoppiato in termini di abitazioni occupate. passando da 6.566
unita del 1961 a 12.044 del 2001. mentre relatiamente alle abitazioni totali
comprese quelle non occupate, l`incremento complessio e stimabile attorno a 2
olte e mezzo. essendo ariato da .301 unita del 1961 a 1.0 del 2001 .
Le indicazioni statistiche della tabella *J! LN onte Istat, chiariscono pero
che gli accrescimenti del patrimonio abitatio seguono in misura pressoch identica
le modiicazioni della struttura demograica della popolazione residente .
!
!
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


140
D=H>!BJ!LN!Y!!=H9D=]9AB9!!A""0/=DG!!G!!BAB!!A""0/=DG!
!

KSPK! KSQK! KSRK! KSSK! LTTK!

N N N N N
=H9D=]>!A"">! 6.566 90.0 .905 81.1 8.30 58.5 1015 62.5 12.044 6.8
N S1ANZL 20.580 91.0 28.585 85.8 35.639 68.0 43.64 6.9 39.824 1.2
N S1.
ABI1AZ.
3.1 3.6 4.1 4.3 3.31
SUP. 1O1. mq. ~ 631.942 66.05 959.14
SUP. MLDIA ~ 80.0 8. 94.5
lAMIGLIL .302 8.162 9.424 10.202 12.330
(OMPONLN1I 30.106 31.411 32.839 33.920 36.24
O((. ABI1AZ. 4.6~ 4.0 3.8 3.3 2.9
O((. S1ANZL 1.46 1.10 0.92 0.8 0.91
=H>!BAB!A"">! 35 10.0 1.845 19.9 6.182 41.5 6.103 3.5 5.26 32.8
N S1ANZL 2.103 9.0 4.11 14.2 16.9 32.0 20.625 32.1 16.126 28.8
N S1.
ABI1AZ.
2.8 2.6 2. 3.4 2.82
=H>!BAB!A"">! .301 100 9.50 100 14.912 100 16.260 100 1.0 100
N S1ANZL 22.683 100 33.296 100 52.436 100 64.299 100 55.950 100
N S1.
ABI1AZ.
3.1 3.4 3.5 4.0 3.15

Inatti nei cinque censimenti dal 1961 al 2001. poich il numero di nuclei
amiliari aumenta da .302 unita del 1961 a 12.330 del 2001. l`indice di coabitazione
rapporto amiglie abitazioni occupate, rimane pressoch uguale ad 1. ariando di
poco anche se in maniera incostante, con alori successiamente uguali ad 1.11 nel
61. ad 1.03 nel 1. ad 1.08 nell`81. ad 1.00 nel 91 e inine ad 1.02 nel 2001 .
Peraltro nell`ultimo periodo. a seguito del ormarsi di nuoi nuclei amiliari.
l`esigenza di nuoe case a ad incidere anche sulle abitazioni non occupate. che
negli ultimi censimenti del 1991 e del 2001 diminuiscono rispettiamente di 9 e di
3 unita eidentemente perch occupate da nuoe residenze stabili,. nonch
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


141
sull`indice di aollamento rapporto abitantistanze occupate,. che. anzich
diminuire. rimane ermo attorno al alore di 0.8 0.9 abstanza .
In base ai dati ancora proisori dell`ultimo censimento del 2001. la
situazione abitatia di lrancailla lontana eidenzia. a ronte di una popolazione
residente di 36.24 abitanti suddiisi in 12.330 amiglie. una dotazione totale di
39.824 stanze distribuite in 12.044 abitazioni occupate e di 16.126 stanze ripartite in
5.26 abitazioni non occupate .
Il totale delle stanze quindi risulta essere di 55.950 stanze distribuiti in
1.0 abitazioni . L`indice di aollamento e uguale a 0.91 abitantestanza e l`indice
di coabitazione. come si e detto. e uguale a 1.024 amiglie abitazioni occupate. che
e di poco maggiore di quello dell`intera Proincia che e pari a 1.005 amiglie
abitazioni occupate .
Sempre in base al censimento del 2001 la composizione media degli alloggi a
lrancailla lontana si attesta su un alore di 3.31 stanze per ciascuna abitazione
occupata e si riduce a 2.82 per quelle non occupate . Peraltro. salo ulteriori
cambiamenti dei dati censuari deinitii. tali ampiezze medie risultano ineriori
rispetto ai corrispondenti alori riscontrati con il precedente censimento del 1991.
alori che erano uguali rispettiamente a 4.3 stanzeabitazione per gli alloggi
occupati ed a 3.4 per quelli non occupati . L cio in netta controtendenza rispetto
alla consueta eoluzione dell`ampiezza media degli alloggi. che in genere con il
passare degli anni tende quasi sempre ad aumentare. in relazione anche al generale
miglioramento delle condizioni abitatie .
La supericie media delle abitazioni occupate. uguale a 94.5 mqalloggio in
base ai dati del 1991 non essendo ancora disponibili quelli del 2001,. risulta quasi
coincidente con il corrispondente alore di 94.4 mqalloggio della media proinciale
e inoltre conerma il trend positio dei censimenti precedenti con incrementi di
circa l`8 ogni 10 anni . In termini di numero di ani le dimensioni delle abitazioni
occupate rispecchiano le medie proinciali per le tipologie composte da 4 e da 5
ani. che a lrancailla lontana incidono per il 35.4 e per il 26.4 contro il
33. ed il 2 dell`intera Proincia,. mentre alori alquanto diersi si hanno per
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


142
tipologie di 2 oero 3 ani con incidenze rispettiamente del 4.8 e del 20.5
contro il 6.8 ed il 1.4 dell`intera Proincia, .
Per quanto riguarda le abitazioni non occupate. si puo rileare che dopo il
orte balzo eriicatosi tra il `1 e l`81 con incrementi di circa 3 olte e mezzo sia
delle abitazioni che passano da 1.845 a 6.182, che delle stanze non occupate che
aumentano da 4.11 a 16.9,. la situazione sostanzialmente si stabilizza e. anzi.
come gia detto. risulta caratterizzata da un trend leggermente negatio. Inatti
l`incidenza percentuale delle abitazioni non occupate negli ultimi 20 anni diminuisce
passando dal 41.5 dell`81 al 3.5 del `91 ed al 32.8 del 2001. mentre
nell`intera Proincia tale incidenza risultaa del 33 nel `91 e del 34.8 nel 2001.
Variazioni piu articolate nello stesso periodo degli ultimi 20 anni si hanno
inece per le stanze non occupate. che. eidentemente per un singolare intreccio di
circostanze tra loro contrastanti. dapprima aumentano da 16.9 stanze dell`81 a
20.625 del `91 e poi diminuiscono ino al alore di 16.126 stanze riscontrato nel
censimento del 2001 . L cio. mentre la loro incidenza percentuale rispetto al
numero di stanze totali rimane pressoch la stessa. essendo uguale rispettiamente a
circa il 32 nell`81e nel `91 ed al 28.8 nel 2001.
Il motio della non occupazione. secondo i dati censuari del 1991 della
tabella *J!LO. e da ricercarsi principalmente nell`uso per acanza. pari al 46.4 ed al
48 rispettiamente in termini di abitazioni e di stanze non occupate contro il 55
ed il 58 delle corrispondenti medie proinciali,. mentre il non utilizzato e pari
al 35. per le abitazioni ed al 35.4 per le stanze non occupate contro il 33.
ed il 32 delle corrispondenti medie proinciali, .






PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


143
D=H>! BJ! LO! Y! ! ! =H9D=]9AB9! BAB! A""0/=DG! /G7! FAD9EA! 2G??=!
BAB!A""0/=]9ABG!

1981 1991
!
=H9D=]9AB9 CD=B]G =H9D=]9AB9! CD=B]G
N N N N
0CA!/G7!E="=B]G! 3.040 49.2 9.061 54.0 2.832 46.4 9.903 48.0
?=EA7A!A!CD029A! 1.65 2.1 2.848 16.9 589 9. 1.83 8.
=?D79!!FAD9E9! 850 13. 2.0 16.1 501 8.2 1.636 .9
BAB!!0D9?9]]=DG! 61 10.0 2.181 13.0 2.181 35. .303 35.4
DAD=?G! 6.182 100 16.9 100 6.103 100 20.625 100
EGB29D=!A!=''9DDA 61 10.0 2.181 13.0 1.694 2.8 5.826 28.2

Si riscontra cosi anche a lrancailla lontana la particolare ocazione della
seconda casa in campagna. molto diusa nell`intero territorio proinciale. in quanto
gran parte di queste abitazioni non occupate e utilizzate per le acanze o disponibili
per la endita o aitto sono disseminate nell`agro rurale e anno a costituire
quell`insediamento diuso che caratterizza alcune aree extraurbane .
Peraltro non solo di seconde case sono costituiti questi insediamenti. oe si
consideri che. analogamente a tanti altri comuni della Proincia lasano. Ostuni.
Oria. (isternino. Mesagne ed anche Brindisi,. anche nell`agro di lrancailla lontana
esiste una consistente parte della popolazione che risiede nei nuclei ad esempio
(adetto ineriore e (apace, eo nelle case sparse. con presenze anche crescenti da
un censimento all`altro .
Si ha inatti tab. *J! LP, che nell`ultimo decennio la popolazione di
lrancailla lontana residente nei nuclei o nelle case sparse. cioe al di uori del
centro urbano. aumenta in totale da 1.82 a 3.12 abitanti. con un incremento di
circa il 4 in piu e totalizzando inoltre una percentuale dell`8. rispetto alla
popolazione residente nell` intero territorio comunale .
!
!
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


144
D=H>!BJ!LP!Y!!/A/A?=]9ABG!G!=H9D=]9AB9!BG9!B0"?G9!G!BG??G!
"=CG!C/=7CG!
!
! 1991 2001
! '=F>
POPOLAZ. ABI1AZ. 1O1.
lAM.
POPOLAZ. ABI1AZIONI
N N N N
B0"?G9! QS! 225 0. 138 0.8 149 58 1.6
"=CG!C/=7CG! OLN! 1.602 4. 4.189 25.8 92 2.585 .1
DAD=?G! PTM! 1.82 5.4 4.32 26.6 941 3.12 8.
! !

Per quanto attiene il titolo di godimento dai dati disponibili relatii agli
ultimi 4 censimenti dal `61 al `91,. riportati nella $)I>! *J! LQ^ risulta eidente la
progressia crescita delle utilizzazioni in proprieta. che nell`arco di 30 anni
aumentano piu del doppio in termini di abitazioni e poco meno del triplo in termini
di stanze. perenendo nel 1991 ad un incidenza del 2.2 rispetto al totale delle
abitazioni occupate.

!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


145
D=H>! BJ! LQ! ! \! =H9D=]9AB9! A""0/=DG! /G7! D9DA?A! 29!
1A29FGBDA!
!
!
KSPK! KSQK! KSRK! KSSK! LTTK!
!
BJ! e! BJ! e! BJ! e! BJ! e! BJ! e!
/7A/79GD=[!
=I#$)8#.*#! 3.39 51. 4.41 56.6 5.49 62.8 .330 2.2
C$)*85! 11.834 ~ 1.13 ~ 23.553 ~ 32.385 ~
')4#6-#5!11 23.553 ~ 34B16.65 ~ 861J1281JL169.96 64233054 0 1D.4998 reB96 62.68 0.48001 19.5 re58354.42 64.660.48 19.5 re258354.42 68 0.48 19.5 re258354.42 68 0.48 19.5 .56 re58354.42 64.660.48 19.59.56 re58354.42 64.660.48 19.59.56 re58354.42 64.660.48 19.59.56 re58354.42 2.68 0.4998 19.5 re58354.42 2.68 0.4998 19.56 re58354.42 2.68 0.4998 1956 re58354.42 2.68 0.4998 19.56 re58354.42 2.68 0.4998 19.56 re58354.42 2.68 0.4998 110.02 8.66 63.4603 1m-0.0004 3189Abitazioni,5.4 912 1 16.Occupanti 1D1.81 1w25 1w ,-26.5 ,~ ,-101.81413 ,-6~ 23.553 ~ 32.3835~ ,-128 1c9,1J.59331JL169.96 62.2 461.04 0.4998 re58369.96 62.68 0.48001 19.5 re56148.4 62.68 0.48 19.5 re256148.4 628 0.48 19.5 re256148.4 628 0.48 19.5 .56 re56148.4 62.68 0.48 19.59.56 re56148.4 62.68 0.48 19.59.56 re56148.4 62.68 0.48 19.59.56 re56B1116 1 110.02 0 0 9.5 re56B1116 1 110.02 0 0 9.56 re56B1116 1 110.02 0 0 956 re56B1116 1 110.02 0 0 9.56 re56B1116 1 110.02 0 0 9.56 re56B1116 1 110.02 0 0 10.02 8.66 6903 1m9 10528559.40Stanze 1D1.81 1w9.255
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


146
Rispetto al territorio circostante. le suddette incidenze percentuali relatie al
1991 risultano sostanzialmente simili per ciascun tipo di utilizzazione alle
corrispondenti medie dell`intera Proincia .

D=H>!BJ!LR!Y!!=H9D=]9AB9!A""0/=DG!/G7!B0FG7A!29!CD=B]G!
!
B0FG7A!29!CD=B]G!
KSRK! KSSK! LTTK!
29''G7
>!
SKYLTTK!
BJ!
e!
BJ!
e!
BJ!
e!
K!
BJ!=H9D=]>! 19 2.2 118 1.2
BJ!'=F91?9G! 202 2.2 118 1.1
BJ!"AF/AB>! 51 1. 20 0.8
L!
BJ!=H9D=]>! 640 .3 486 4.8
BJ!'=F91?9G! 60 .1 486 4.8
BJ!"AF/AB>! 2.022 6.1 1.209 3.6
M!
BJ!=H9D=]>! 2.205 25.3 2.080 20.5
BJ!'=F91?9G! 2.328 24. 2.085 20.4
BJ!"AF/AB>! .08 23.5 6.060 1.8
N!
BJ!=H9D=]>! 2.896 33.2 3.59 35.4
BJ!'=F91?9G! 3.134 33.2 3.609 35.4
BJ!"AF/AB>! 11.222 34.2 12.166 35.9
O!
BJ!=H9D=]>! 1.61 19.2 2.685 26.4
BJ!'=F91?9G! 1.822 19.3 2.03 26.5
BJ!"AF/AB>! 6.39 20.5 9.905 29.2
P!G!
/90!
=H9D=]9AB9!
CD=B]G!
1121
608
12.8
1191
8531
11.
BJ!'=F91?9G! 1.268 13.5 1.201 11.8
BJ!"AF/AB>! 4.5 14.0 4.310 12.
DAD>!
BJ!=H9D=]>! 8.30 100 10.15 100 100
BJ!'=F91?9G! 9.424 100 10.202 100 100
BJ!"AF/AB>! 32.839 100 33.920 100 100
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


148
D=H>! BJ! ! LS! Y! ! =H9D=]9AB9! A""0/=DG! /G7! G/A"=! 29!
"ACD70]9ABG!!
!
!
KSRK! KSSK! LTTK!
!
BJ!
e!
BJ!
e!
BJ!
e!
G/A"=!91BAD=!
G!
/79F=!2G?!KSKS!
=H9D=]9AB9! 1.100 12.6 81 8.0
CD=B]G! 4.481 12.6 3.404 .8
KSKS!"!KSNO!
=H9D=]9AB9! 1.398 16.0 946 9.3
CD=B]G! 5.114 14.4 3.44 8.6
KSNP!"!KSPT!
=H9D=]9AB9! 2.01 23.1 1.881 18.5
CD=B]G! .848 22.0 .658 1.5
KSPK!"!KSQK!
=H9D=]9AB9! 2.28 26.2 2.524 24.9
CD=B]G! 9.84 2.6 10.860 24.9
KSQL!"!KSRK!
=H9D=]9AB9! 1.928 22.1 2.431 23.9
CD=B]G! 8.351 23.4 10.8 24.9
KSRL!"!KSRP!
=H9D=]9AB9! ~ ~ 1.558 15.4
CD=B]G! ~ ~ .131 16.3
KSRQ!"!2001!
=H9D=]9AB9!
CD=B]G!
DAD=?9!
=H9D=]9AB9! R>QMT! KTT! KT>KOQ KTT! ! ! !
CD=B]G! MO>PMS KTT! NM>PQN KTT! ! ! !


(io conerma. come gia rileato in altri capitoli della presente Relazione. la
considerazione che l'intero segmento delle abitazioni occupate costruito a
lrancailla lontana negli ultimi 40 anni. incidendo sul totale per quasi due terzi. ha
di atto modiicato sostanzialmente l'aspetto e l'organizzazione unzionale della
(itta .
Il conronto tra i dati del 1991 e quelli dei censimenti precedenti consente
inoltre di rileare che a lrancailla lontana. nonostante la presenza dell'importante
(entro storico. risultano noteolmente diminuite le abitazioni occupate costruite
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


149
prima del 1919 e quelle realizzate tra il 1919 ed 1945. riducendosi rispettiamente a
sole 81 e 946 unita. con decrementi medi di circa il 30 rispetto alla precedente
rileazione del 1981 e addirittura del 5 rispetto ai dati del censimento 191.
1ale enomeno inece non si riscontra negli altri importanti centri della
Proincia. che. escluso (eglie Messapica. mantengono nell'arco dello stesso
decennio pressoch inalterata la consistenza abitatia dei propri nuclei storici con
una riduzione percentuale media molto esigua cioe di circa il 3.5, del numero di
abitazioni occupate costruite prima del 1919 .
(on rierimento ai dati relatii alla distribuzione delle abitazioni occupate
per classe di numero di stanze. nella $)I>!MT e determinato l`indice di aollamento
eettio. che. rierito ai dati inora disponibili del 1991 ed espresso come numero di
persone per stanza in media percentuale. risulta uguale a 0.89 personestanza .

D=H>!BJ!MT!Y!!"=?"A?A!2G?!7=//A7DA!=H9D=BDG!b!CD=B]=!
!
B0FG7A!!
CD=B]G!
/G7!!
=H9D=]>!
/G7"GBD0=?G!!
=''A??=FGBDA!
/G7C!b!=H9D=]>!
/G7"GBD0=?G!
=''A??=FGBDA
/G7C!b!CD=B]=
/G7"GBD0=?G!!
=H9D=]9AB9!
/G7CABG!
/G7!CD=B]=!
9B!!
KSSK! LTTK! KSSK! LLTK! KSSK! LTTK! KSSK! LLTK!
K! 2.29 2.29 0.012 0.02
L! 2.49 1.24 0.048 0.060
M! 2.91 0.9 0.205 0.199
N! 3.38 0.84 0.354 0.29
O! 3.69 0.4 0.264 0.195
P!G!/90[! 3.62 0.60 0.11 0.011
! K^KKM! ! K^TT! K^TT! T^QRS! !
!
!
!
!
!
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


150
In particolare. applicando le metodologie della Delibera di G.R. n
6320`89. tale indice e calcolato :
! attraerso l`aollamento risultante in ciascuna delle predette classi come
rapporto tra i componenti e le abitazioni.
! quindi rapportando i alori cosi troati al numero di stanze di ciascuna classe. in
modo da ricaare la percentuale di aollamento personestanza.
! quindi riportando dalla suddetta tabella delle classi per numero di stanze le
percentuali di abitazioni presenti in ciascuna classe rispetto al totale.
! e inine moltiplicando tra loro i due ultimi alori cosi troati. in modo da
ricaare il alore totale dell`indice di aollamento eettio come sommatoria delle
singole incidenze percentuali aerenti ciascuna classe.
In deinitia in base alle precedenti elaborazioni risultano determinati i
attori attinenti alla domanda sociale pregressa di nuoe abitazioni. deducendoli
dagli stessi caratteri strutturali del patrimonio abitatio esistente.
1ali attori in termini quantitatii sono rappresentati :
! dall`indice di aollamento eettio. che. espresso in media percentuale rispetto
alle abitazioni occupate. risulta uguale in base ai dati del 1991, a 0.89
personestanza:
! dal numero di abitanti in condizioni in aitto. che. sempre in base ai dati del
1991. risultano pari a 8.082 abitanti:
! dal numero di stanze in abitazioni occupate costruite anteriormente al 1945 ed
al 1960. per le quali sono ipotizzabili interenti di radicale eo parziale restauro nel
prossimo quindicennio per complessii!P>MQT!ani :
! dalla riduzione del numero medio di componenti la amiglia per ciascuna
abitazione. che. nel passaggio dal 2001 ino all`anno di proiezione del P.U.G.. si
preede che possa ridursi a 2.5 componente per amiglia .

PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


151
R!Y!")-+.-.!&5-!W)II#;.6*.!&#!5&#-#8#)!(5;#&5*8#)-5!*5-!:3#*&#+5**#.!





























(on rierimento ai dati innanzi ricaati. il abbisogno di edilizia abitatia nel
prossimo quindicennio - periodo interessato dal dimensionamento del P.U.G. - si
determina con i criteri e la metodica sempliicata di calcolo stabilita dalla Delibera
G.R. n 6320`89 e conermata nella recente proposta di D.R.A.G. recepito agli atti
del (onsiglio Regionale con il n 2353 .
Doendo intendere il calcolo del abbisogno di edilizia residenziale come
calcolo del numero delle stanze da costruirsi eo da recuperarsi per conseguire
accettabili lielli di aollamento e di qualita dell`abitare. si assumono per la
determinazione di tale dimensionamento le seguenti componenti :
! incremento della popolazione nel prossimo quindicennio :
! incremento delle amiglie nel prossimo quindicennio :
! abbattimento del soraollamento e delle coabitazioni :
! normalizzazione dell`indice medio di aollamento :
! detrazione delle stanze oero delle abitazioni inidonee eo non recuperabili :
! detrazione delle stanze oero delle abitazioni isiologicamente non occupate :
! domanda sociale deriante dalla tendenziale riduzione della dimensione media
dei nuclei amiliari :
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


152
! domanda per terziarizzazione e secondarizzazione dell`edilizia residenziale .
Per quanto riguarda l`indice medio di aollamento. tenendo conto dei
caratteri prealenti delle tipologie residenziali e della tendenziale riduzione delle
abitazioni in aitto. si assume il rapporto di 0.5 stanzaabitante. determinato come
proiezione all`anno 2004 - 15, del dato medio della tabella relatia al calcolo del
rapporto abitantestanza. con i criteri innanzi esposti . 1ale alore risulta pressoch
coincidente con l`indice medio assunto dal Piano Regionale di siluppo per la
determinazione del abbisogno abitatio connesso alla espansione demograica ed
alla riqualiicazione urbana .
Per quanto riguarda la dotazione di edilizia residenziale esistente. le quantita
di stanze ed abitazioni costruite dal 24 ottobre 2001 data dell`ultimo censimento, al
31 dicembre 2003 data di rierimento per il presente D.P.P., sono desunte dai dati
orniti dall`Uicio 1ecnico (omunale sull`attiita edilizia nel medesimo periodo e
possono schematizzasi come segue :


ABI1AZIONI
(OS1RUI1L
S1ANZL
(OS1RUI1L
VOLUML
mc.
SUPLRlI(IL
mq.
(ON(LSSIONI
RILAS(IA1L
2001 ,
2002
2003
1O1ALL 180 860
, dopo il 24.10.2001
Inoltre. considerato che per il censimento del 2001 il dato proisorio
ornito dall`Istat pari a 55.950 stanze, risulta noteolmente ineriore rispetto a
quello uiciale pari a 64.299 stanze, rileato con il precedente censimento del 1991.
si e ritenuto opportuno prudenzialmente nella determinazione del numero totale di
stanze esistenti al 2003 aggiungere un`integrazione di 6.000 stanze che
presumibilmente potranno essere recuperate in sede di uicializzazione dei dati
inali dello stesso (ensimento 2001 .
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


153
Si determina cosi il calcolo del abbisogno residenziale seguendo le
schematizzazioni delle tabelle seguenti n MK! e! ML. entrambe inalizzate alla
quantiicazione del abbisogno totale di stanze. eettuata assumendo
rispettiamente come rierimento:
! lo strumento dell`indice di aollamento rapporto tra abitante e stanze,.
secondo lo schema della tabella *J!MK :
! lo strumento dell`indice di coabitazione rapporto tra amiglie ed abitazioni,.
secondo lo schema della tabella *J!ML .

(on i due procedimenti si periene a risultati abbastanza simili tra loro.
aendo ottenuto per il abbisogno residenziale complessio nel prossimo
quindicennio il alore di 22.049 stanze con il primo procedimento e di 22.655 con il
secondo .
Si assume pertanto come alore del abbisogno abitatio la media aritmetica
dei due predetti alori che costituisce il abbisogno di edilizia a carattere residenziale
nel prossimo quindicennio per l`intero territorio comunale di lrancailla lontana :
' x 22.049 - 22.655, ~ 22.352 stanze .

Il abbisogno di stanze cosi determinato tiene gia conto del potenziale
recupero dell`esistente e pertanto rappresenta il nuoo ediicato da realizzare nella
zona omogenea B di completamento e nella zona omogenea ( di espansione.
secondo le rispettie articolazioni nelle dierse sottozone destinate all`edilizia
residenziale .
!
!
!
!
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


154
!
D=H>! BJ! MK! Y! "=?"A?A! 2G?! '=HH9CA1BA! 29! G29?9]9=!
7GC92GB]9=?G!Y!!KJ!!!/7A"G29FGBDA!!

Popolazione residente nell`anno 2003 - 15, ~ N. 40.14
Indice di aollamento medio comunale
al 2003 - 15, Occ.st. 0.5
Dotazione necessaria al 2003 - 15, di stanze St. 53.529

DO1AZIONL LSIS1LN1L AL 2003

1otale stanze censite al 2001 55.950
Integrazione a compenso della minore quantita
del dato proisorio Istat rispetto a quello del 91 6.000
1otale stanze costruite da 2001 al 2003 860
Numero totale stanze 62.810 St. 62.810
Stanze inidonee oppure perse negli interenti
di recupero per esigenze tipologiche e tecnologiche,
alutate in unzione dell`eta delle costruzioni ,:

- il 35 di quelle costruite prima del 1919
0.35 x 1.405 x 3.404 ~ 1.64
- il 32 di quelle costruite tra il 1919 e il 1946
0.32 x 1.405 x 3.44 ~ 1.683
- il 28 di quelle costruite tra il 194 e il 1960
0.28 x 1.405 x .658 ~ 3.013
Stanze isiologicamente` non occupate rispetto
al totale ,
0.288 x 62.810 ~ 18.089
Sommano stanze a detrarre, 24.459 St.- 24.459
Stanze idonee al dicembre 2003 St. 38.351
labbisogno di edilizia residenziale al 2003 - 15,
53.529 - 38.351, ~ St. 15.18
labbisogno di stanze per terziarizzazione e
secondarizzazione dell`edilizia residenziale
20 x 15.18 - 10 x 38.351 ~ St. 6.81
labbisogno complessio di stanze al 2003 - 15, C$>!!!LL>TNS

, Per riportare alla totalita le stanze si applica il rapporto tra stanze totali e quelle
occupate pari a : 55.950 39.824 ~ 1.405
, Percentuale delle stanze non occupate rispetto al totale : 16.126 55.950 ~ 0.288
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


155
D=H>! BJ! ML! Y! "=?"A?A! 2G?! '=HH9CA1BA! 29! G29?9]9=!
7GC92GB]9=?G!Y!LJ!!/7A"G29FGBDA!!

lamiglie residenti nell`anno 2003 - 15, ~ N. 14.598
Indice di coabitazione medio al 2003 - 15, lamiglieabitazioni 1.00
Dotazione necessaria di abitazioni al 2003 -15, Abitazioni 14.598

DO1AZIONL LSIS1LN1L AL 2003
1otale abitazioni censite al 2001 1.0
1otale abitazioni costruite da 2001 al 2003 180
Numero totale abitazioni 1.950 n. 1.950
Abitazioni inidonee oppure perse negli interenti
di recupero inidonee oppure perse negli interenti
alutate in unzione del numero di stanze al censimento ,:

- il 35 di quelle costituite da 1 stanza
0.35 x 1.45 x 118 ~ 61
- il 32 di quelle costituite da 2 stanze
0.32 x 1.45 x 486 ~ 229
- il 28 di quelle costituite da 3 stanze
0.28 x 1.45 x 2.080 ~ 859
Abitazioni isiologicamente` non occupate rispetto
al totale ,
0.322 x 1.950 ~ 5.80
Sommano abitazioni a detrarre, 6.929 n.- 6.929
Abitazioni idonee al dicembre 2003 n. 11.021
labbisogno di abitazioni al 2003 - 15,
14.598 - 11.021, ~ St. 3.5
labbisogno di abitazioni per terziarizzazione e
secondarizzazione dell`edilizia residenziale
20 x 3.5 - 10 x 11.021 ~ St. 1.81

labbisogno complessio di abitazioni al 2003 - 15, St. 5.394
Numero medio di stanze per abitazione al 2003 - 15, St.ab. 4.20
labbisogno complessio di stanze al 2003 - 15, C$>!!!LL>POO
, Per riportare alla totalita le abitazioni si applica il rapporto tra stanze totali e
quelle occupate pari a : 1.0 12.044 ~ 1.45
, Percentuale delle abitazioni non occupate rispetto al totale :
5.26 1.0 ~ 0.322

PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


156
S!Y!=$$#,#$%!<(.&3$$#,5!*5-!;5$$.(5!5+.*.4#+.!<(#4)(#.!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
In base ai dati del 5 (ensimento generale dell`agricoltura del 2000 il
territorio comunale di lrancailla lontana. aente la supericie territoriale di 1.520
ettari. comprende un insieme di terreni con destinazione agricola che occupano
l`estensione complessia di 12.22.85 ettari. costituente la supericie agricola totale
S.A.1., e corrispondente ad un`incidenza percentuale del 2.6 rispetto all`intero
territorio comunale .
Nell`ambito di tali aree con destinazione agricola l`insieme di terreni
direttamente interessato dalla coltiazione e produzione agricola. costituenti la
supericie agricola utilizzata S.A.U.,. copre un`estensione complessia di 12.20.63
ettari. sicch l`incidenza di tali aree coltiate e pari al 0 dell`intera supericie
territoriale e al 96.4 rispetto alla supericie agricola totale S.A.1.,. Di
conseguenza le aree agricole improduttie eo inutilizzate interessano un insieme di
terreni abbastanza esiguo della supericie di soli 452.22 ettari. corrispondente al 2.6
dell`intera supericie territoriale ed al 3.5 della supericie agricola utilizzata .
Sempre con rierimento ai dati dell`ultimo (ensimento dell`agricoltura del
2000 nelle seguenti $)I5--5! MM! 5! MN! sono riportati i dati relatii all`organizzazione
delle aziende agricole ed alle loro dimensioni per orma di conduzione .
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


157
D=H>!BJ!MM!Y!!=]9GB2G!/G7!"?=CCG!29!C0/G7'9"9G!=179"A?=!
!
(LASSL DI
SUPLRlI(IL
AGRI(OLA 1O1ALL
Dim. medie
AGRI(OLA
Dim. medie
Aziende n Sup. ~ ha Aziende n Sup. ~ ha
Senza supericie 0 0 0 3 0 0
lino 1 ha 4.305 2.29.31 0.53 4.411 2.280.16 0.52
1ha 2ha 1.218 1.05.8 1.40 1.153 1.612.6 1.40
2ha 5ha 62 1.993.2 2.9 64 1.920.0 2.9
5ha 10ha 12 1.130.05 6.5 158 1.04.33 6.63
10ha 20ha 8 1.182.83 13.60 82 1.104.93 13.4
20ha 50ha 49 1.46.3 30.14 49 1.430.42 29.19
50ha 100ha 19 1.329.65 69.98 19 1.304.98 68.64
100 ha e oltre 8 1.625.14 203.14 8 1.50.0 196.26
1O1ALL 6.530 12.22.85 1.95 6.530 12.20.63 1.88

D=H>! BJ! MN! Y! 29FGBC9ABG! 2G??G! =]9GB2G! /G7! 'A7F=! 29!
"AB20]9ABG!
!

1IPO DI
(ONDUZIONL
AZILNDL SUP. ha
DIM.
MLDIL

'7=B"=E9??=!
'ABD=B=!
DIRL11A 6.330 11.91.80 1.88 93.
(ON SALARIA1I 200 805.05 4.03 6.3
AL1RL lORML 0 0 0 0
1O1ALL 6.530 12.22.85 1.95 100
/7AE9B"9=!29!
H79B29C9!
DIRL11A 48.849 105.52.46 2.16 85.02
(ON SALARIA1I 1.899 18.51.55 9.8 14.9
AL1RL lORML 4 14.23 3.56 0.01
1O1ALL 50.52 124.113.24 2.45 100

La distribuzione delle aziende agricole per classe di supericie agricola
eidenzia la noteole rantumazione della proprieta nell`ambito del territorio
comunale. oe risultano di gran lunga prealenti le aziende agricole di ridotte
dimensioni : si ha inatti che le aziende ino ad 1 ettaro e quelle con supericie
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


158
compresa tra 1 e 2 ettari costituiscono rispettiamente il 65.9 ed il 18. del
numero totale di aziende in attiita. con un estensione complessia pari al 31.
del totale della supericie agricola utilizzata S.A.U., per la coltiazione .
Sono senz`altro predominanti le aziende agricole a conduzione diretta. che
rappresentano circa il 9 del numero totale di aziende in attiita sul territorio
comunale e. in termini di supericie utilizzata. impegnano circa il 9.1 del
territorio agricolo complessio. con una dimensione media di 1.88 ettari per
azienda. mentre nell`intera Proincia di Brindisi tale dimensione media risulta pari a
2.16 .
Per le 200 aziende a conduzione con salariati. presenti nel territorio di
lrancailla lontana. il alore della dimensione media aziendale dienta pari a 4.03
ettari per azienda. risultando comunque noteolmente ineriore al corrispondente
alore pari a 9.8 ha.azienda, riscontrabile nell`intera Proincia di Brindisi .
Il trend nel settore primario degli ultimi 10 anni risulta eidente dal
conronto delle ariazioni strutturali delle aziende agricole aenute nel passaggio
tra gli anni 1990 e 2000. conronto riportato nelle $)I5--5! MO^! MP! 5! MQ. anche con
rierimento ai corrispondenti dati dell`intera Proincia di Brindisi .
Per i primi due indicatori. relatii all`estensione delle superici agricole totali
eo utilizzate,. si ossera un trend negatio con alori percentuali meno accentuati a
lrancailla lontana - 12 , rispetto a quelli dell`intera Proincia - 16 ,. che
troa le sue motiazioni nelle trasormazioni dell`ambiente agricolo operate
nell`ultimo decennio a seguito della urbanizzazione di alcune parti del territorio
comunale destinate ad insediamenti prealentemente residenziali e produttii .
Noteolmente positio risulta inece l`indicatore relatio al numero delle aziende
agricole in attiita soprattutto per quanto attiene il territorio di lrancailla lontana.
doe si riscontra un aumento del numero di aziende pari 1.162 unita corrispondente
ad un`incidenza del 21.6 . che risulta noteolmente minore della percentuale del
3. registrata nell`intera Proincia .

PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


159
D=H>! BJ! MO! Y! ! E=79=]9AB9! CD70DD07=?9! 2G??G! =]9GB2G!
=179"A?G! 2=?! KSST! =?! LTTT! \! "AB'7ABDA!
2G??G!C0/G7'9"9!=17=79G!
!
SUP. AGR. 1O1ALL
S.A.1.
SUP. AGR. U1ILIZZA1A
S.A.U.
AZILNDL

1990 2000 VARIAZ. 1990 2000 VARIAZ. 1990 2000 VARIAZ.
lRAN(AV.
lON1ANA
14.610 12.23
-1 88
13.995 12.21
-1 88
5.368 6.530
1 162
-12.9 -12.3 21.6
PROVIN(IA 148.305 124.113
-24192
141.201 11.933
-23268
48.960 50.52
1 92
-16.3 -16.5 3.

Peraltro il predetto aumento del numero di aziende agricole nell`ultimo
decennio da un lato conerma la maggiore parcellizzazione della proprieta terriera e
dall`altro eidenzia anche un noteole impulso della produzione agricola nello stesso
periodo. che puo essere direttamente correlato con i corrispondenti aumenti che si
eriicano sia per le aziende a conduzione diretta e sia per il numero di aziende di
piu ridotta estensione.














PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


160
D=H>! BJ! MP! Y! E=79=]9AB9! 2G??G! =]9GB2G! =179"A?G!
BG??[0?D9FA! 2G"GBB9A! C0/G7'9"9G!
=179"A?=!DAD=?G!\!C>=>D>!
!

1IPO DI
(ONDUZIONL
lRAN(AVILLA lON1ANA
VARIAZIONI
PROVIN(IA
1990 2000 VARIAZIONI
(ONDUZIONL
DIRL11A
AZILNDL 5.018 6.330 - 26.15 - 6.4 5
SUP.Agr.1ot. ha 12.33 11.918 - 3.40 - 15.59
DIM. MLDIL ha. 2.46 1.88 - 0.58 - 0.56
(ONDUZIONL
(ON SALARIA1I
AZILNDL 34 200 - 42.36 - 3.45
SUP.Agr.1ot. ha 2.265 805 - 64.46 - 20.28
DIM. MLDIL ha 6.53 4.03 - 2.50 - 2.32
AL1RL lORML
DI
(ONDUZIONL
AZILNDL 3 0 - 100 - 88.23
SUP.Agr.1ot. ha 6.9 0 - 100 - 96.00
DIM. MLDIL ha 2.32 0 - 2.32 - 6.90
1O1ALL
AZILNDL 5.368 6.530 - 21.65 - 3.66
SUP.Agr.1ot. ha 14.610 12.23 - 12.91 - 16.31
DIM. MLDIL ha. 2.2 1.95 - 0. - 0.45














PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


161
D=H>! BJ! MQ! Y! E=79=]9AB9! 2G??G! =]9GB2G! =179"A?G!
BG??[0?D9FA! 2G"GBB9A! C0/G7'9"9G!
=179"A?=!0D9?9]]=D=!\!C>=>0>!
!

1IPO DI
(ONDUZIONL
lRAN(AVILLA lON1ANA
VARIAZIONI
PROVIN(IA
1990 2000 VARIAZIONI
(ONDUZIONL
DIRL11A
AZILNDL 5.018 6.330 - 26.15 - 6.4 5
SUP.Agr.Ut.. ha 11.805 11.481 - 2.4 - 15.55
DIM. MLDIL ha. 2.35 1.81 - 0.54 - 0.54
(ONDUZIONL
(ON SALARIA1I
AZILNDL 34 200 - 42.36 - 3.45
SUP.Agr.Ut.. ha 2.183 90 - 63.83 - 19.04
DIM. MLDIL ha 6.29 3.95 - 2.34 - 2.15
AL1RL lORML
DI
(ONDUZIONL
AZILNDL 3 0 - 100 - 88.23
SUP.Agr.Ut.. ha 6.95 0 - 100 - 96.25
DIM. MLDIL ha 2.32 0 - 2.32 - 6.9
1O1ALL
AZILNDL 5.368 6.530 - 21.65 - 3.66
SUP.Agr.Ut.. ha 13.995 12.21 - 12.32 - 19.3
DIM. MLDIL ha. 2.61 1.88 - 0. - 0.56

Pertanto le modiicazioni rileate dagli ultimi due censimenti in ordine alla
orma di conduzione e alle dimensioni aziendali porta ad eidenziare che :
! le aziende a conduzione diretta passano da 5.018 a 6.330 unita. incrementandosi
di 1.312 unita corrispondenti ad un aumento del 26.15 :
! le aziende agricole con meno di 1 ha. aumentano di 1.802 unita con un aumento
quindi del 2 . mentre per le altre classi di maggiore estensione il numero di
aziende si riduce mediamente di circa il 22 :
! analogamente la supericie agricola utilizzata per le aziende con meno di 1 ettaro
si incrementa alla ine del decennio di 65 ha. pari ad un aumento del 50.5 ,.
mentre per le altre aziende di maggiore estensione la supericie risulta mediamente
ineriore di circa il 20 . sicch complessiamente si ottiene nel decennio una
riduzione complessia della supericie aziendale di 1.24.3 ha. corrispondente ad
un decremento del 12.3 .
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


162
La distribuzione delle aziende a seconda del titolo di possesso dei terreni
riportata nella successia $)I5--)!*J!MR,. mostra la netta prealenza delle aziende di
proprieta rispetto a quelle in aitto o in uso gratuito. conermando in tal modo le
prealenti caratteristiche delle produzioni agrarie esistenti nel territorio comunale.
consistenti in aziende di dimensioni abbastanza contenute estese in media 1.8
ha.az., e direttamente gestite con il sistema della conduzione diretta .
!
D=H>!BJ!MR!\!!=]9GB2G!/G7!D9DA?A!29!/ACCGCCA!2G9!DG77GB9!

1I1OLO DI POSSLSSO AZILNDL
SUP. AGR. 1O1ALL S.A.1., SUP. AGR. U1ILIZ. S.A.U.,
Sup. ~ ha Dim. media Sup. ~ ha Dim. Media
PROPRIL1A` 6.45 11.582.5 1.8 11.18.9 1.
AllI11O 11 126.1 11.5 120.0 10.9
USO GRA1UI1O 10 29.30 2.9 2.3 2.
PROPR. L USO GRA1. 24 342.94 14.3 300.1 12.5
AL1RL lORML MIS1L 10 641.13 64.1 634.51 63.5
1O1ALL 6.530 12.22.85 1.9 12.20.6 1.9

Nelle successie $)I5--5! MS^! NT! 5! NK sono riportate le dierse utilizzazioni
delle superici agricole nonch la ripartizione delle principali coltiazioni legnose e a
seminatio. con l`indicazione delle relatie incidenze percentuali e delle dimensioni
medie aziendali .


PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


163
D=H>!BJ!MS!Y!!79/=7D9]9ABG!2G??G!C0/G7'9"9!=]9GB2=?9!!
CG"AB2A!?[0D9?9]]=]9ABG!
!

SUP. AGR.
U1IL.
ARBORI
(OL1URL
ha.
BOS(lI
ha.
SUP. A. NON
U1IL.
AL1RA
SUP.
ha.
1O1ALL
ha.
ha. 1O1ALL
Att.
Ricr.
SLMINA1. 2.83 21.88
PRA1I L
PAS(OLI
458 3.60
(OL1IV.
LLGNOSL
9.029 0.9
1O1ALL
SUP.AGR.U1.
12.20.63 6.40 63.28 209.4 1.44 13.0 12.23
96.45 0.05 0.50 1.64 1.36 100

!
D=H>!BJ!NT!Y!!=]9GB2G!/G7!/79B"9/=?9!"A?D9E=]9AB9!?G1BACG!

VI1L OLIVO AGRUMI lRU1Il. 1O1ALL
AZ.
n
SUP.
ha
AZ.
n
SUP.
ha
AZ.
n
SUP.
ha
AZ.
n
SUP.
ha
AZ.
n
SUP.
ha
1.216 1.40.65 5.32 6.990.5 9 21.49 1.051 336.88 .18 9.006.59
(olt.
legnose
15.63 .62 3.01 3.4 100

S.A.1.
11.05 54.90 2.13 2.65 0.3
DIM.
MLDIL
1.2
haaz.
1.3 haaz. 3.4 haaz. 0.3 haaz.






PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


164
D=H>! BJ! NK! Y! =]9GB2G! /G7! /79B"9/=?9! "A?D9E=]9AB9! =!!
CGF9B=D9EA!

(LRLALI lRUMLN1O
(OL1IVAZIONI
OR1IVL
(OL1IVAZIONL
lORAGGILRL
1O1ALL
AZ.
n
SUP.
ha
AZ.
n
SUP.
la
AZ.
n
SUP.
ha
AZ.
n
SUP.
ha
AZ.
n
SUP.
ha
504 1.18.33 461 1.488.11 142 234.51 30 286.25 1.13 3.2.20

S.A.1.
13.49 11.69 1.84 2.25 29.2
DIM.
MLDIL
3.4
haaz.
3.2 haaz. 1. haaz. 9.5 haaz.

Risulta eidente che nel territorio comunale di lrancailla lontana le colture
agricole prealenti sono quelle destinate alle coltiazioni legnose per una supericie
totale di circa 9.030 ha. pari al 1 della S.A.1., e tra queste risultano prealenti le
colture ad olieto con 6.991 ettari. pari a circa il 55 , e quelle a igneto con 1.408
ettari. pari a circa l`11 ,. mentre le coltiazioni ad agrumeti e a rutteti interessano
estensioni di terreni pari rispettiamente a 21 e 33 ettari .
Minori estensioni delle superici agricole utilizzate sono impegnate dalle
colture a seminatio con una supericie di 2.83 ettari pari a circa il 22 , e dai
prati permanenti e pascoli estesi circa 458 ettari. corrispondenti a circa il 4 della
S.A.1. supericie agricola totale, . 1ra le colture a seminatio risultano prealenti
le aree coltiate a cereali e quelle a rumento con estensioni di 1.18 e di 1.488
ettari,. mentre le coltiazioni orticole e oraggiere impegnano appena
rispettiamente 234 e 286 ettari .
Le dimensioni medie delle aziende rispecchiano sostanzialmente la
redditiita economica delle singole coltiazioni e anno da un massimo di 9.5 haaz.
relatio alle colture oraggiere. passando poi per i alori intermedi di circa 3.3 haaz.
delle colture a cereali ed a rumento. mentre minori estensioni medie sono
interessate dalle coltiazioni ad olieti o igneti con alori di 1.2 ed 1.3 haaz., ino
ad un minimo di 0.3 haaz. riscontrabile per le aree coltiate a rutteti .
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


165
Rispetto agli altri comuni della Proincia di Brindisi il tipo di produzione
agricola di lrancailla lontana con coltiazioni oliicole pari al 55 , si colloca in
posizione intermedia tra i comuni come Oria. Latiano. Villa (astelli. Lrchie. San
Vito dei Normanni, caratterizzati da asti olieti estesi sino al 65 - 0 della
S.A.1. e l`insieme dei (omuni del ersante sud Mesagne. (ellino. San Donaci. ecc.,.
doe le colture a igneto costituiscono ancora la principale onte di guadagno degli
operatori agricoli anche per la presenza di particolari specie itiinicole
recentemente alorizzate dai marchi D.O.(. .
Le ariazioni interenute nell`ultimo decennio nelle coltiazioni delle
superici aziendali sono analizzate nella successia $)I5--)! *J! NL con rierimento
anche alle corrispondenti ariazioni percentuali rileate per lo sesso periodo per
l`intera Proincia di Brindisi .

D=H>! BJ! NL! Y! E=79=]9AB9! 2G??G! C0/G7'9"9! =]9GB2=?9! 2=?! KSST!
=?!LTTT!
!

SUPLRl. 1990 SUPLRl. 2000 VARIAZIONI
VARIAZ.
PROV.
ha. ha. ha.
SLMINA1IVO 3.261.09 22.3 2.83.46 21.9 -4.6 - 14.6 - 16.3
PRA1I L
PAS(OLI
450.38 3.1 45.3 3.6 - .35 - 1.6 - 21.2
(OL1IVAZIONI
PLRMANLN1I
10.283.53 0.4 9.029.44 1.0 -1254.1 - 12.2 - 16.4
1O1ALL S.A.U. 13.995.00 95.8 12.20.63 96.4 -124.4 - 12.3 - 16.5
BOS(lI L
ARBORI(OL1.
42.90 0.3 69.68 0.5 - 26.8 - 62.4 - 18.
AL1RL
SUPLRlI(I
51.61 3.9 382.54 3.0 - 189.1 - 33.1 - 10.1
SUP. AGR. 1O1. 14.609.51 100 12.22.85 100 -1886. - 12.9 - 16.3
OLIVO 6.694.89 45.8 6.990.5 54.9 - 295. - 4.4 - 2.3
VI1L 2.930.20 20.1 1.40.65 11.1 -1522.5 - 52.0 - 44.8


PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


166
La comparazione tra i dati degli ultimi due censimenti porta a ormulare
alcune considerazioni e precisamente :
! le coltiazioni ad olieto aumentano del 4.4 in termini di supericie e di ben il
24.4 come numero di aziende :
! un orte calo si registra nelle coltiazioni dei igneti che. per eetto delle
politiche compensatie della (omunita Luropea. si riducono ad oltre la meta in
termini di supericie - 52 ,. con un corrispondente decremento di - 39 come
numero di aziende :
! un sensibile aumento si riscontra per la supericie dei boschi. che. considerando
anche le aree per arboricolture da legno. si incrementano del 62.4 . raggiungendo
un`estensione di circa 0 ettari :
! altro noteole incremento percentuale si registra nelle colture di agrumeto. che.
pur rimanendo uguali come numero di aziende che passano da 9 ad 80,. ampliano
la loro supericie dai 32 ha. del 1990 ino ai 21 ettari censiti nel 2000 :
! inine tutte le altre coltiazioni inece anno registrare una contrazione delle
rispettie superici. che senz`altro puo inquadrarsi nella generale riduzione delle
superici agricole sia totale che utilizzata, nell`intero territorio comunale. secondo
un trend negatio attestatosi negli ultimi due decenni in misura pressoch costante
pari a circa il 12 .
Analogamente un trend negatio si riscontra nello siluppo delle aziende
con alleamenti. come risulta eidente dalla successia $)I5--)!*J!NM. nella quale
sono analizzati i dati del censimento relatii a tali impianti anche con rierimento
alle corrispondenti ariazioni assolute oero percentuali rileate nell`ultimo
decennio per lrancailla lontana e per l`intera Proincia di Brindisi .







PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


167
D=H>!BJ!NM!\!=]9GB2G!"AB!=??GE=FGBD9!



BOVINI SUINI OVINI (APRINI LOUINI AVI(OLI 1O1ALL PROV.
AZILNDL
OUAN1I1A`
anno 2000
21 5 1 11 11 18 83
VARIAZ.
90 - 2000
- 5 - 11 - 4 - 4 0 - 16 - 40
-
61.6
(API
OUAN1I1A`
anno 2000
986 60 2.48 456 35 8.495 12.510
VARIAZ.
90 - 2000
-16.4 -50 -16 - 14.9 -23.9 -2.4 -.6
-
33.2
,
, senza gli alleamenti aicoli. includendo i quali la ariazione dienta - 41.6


Nel territorio di lrancailla lontana si assiste. pertanto. ad un calo generale
dell`attiita zootecnica sia come numero di aziende che in 10 anni si riducono del
32.5 . passando da 123 nel 1990 ad 83 nel 2000, e sia come numero di capi alleati
per tutte le tipologie di alleamento. che si riducono mediamente di circa il 1
senza considerare gli alleamenti aicoli e del .6 relatiamente al numero totale
di capi .
In particolare si rilea che :
! analogamente all`andamento dell`intera Proincia. anche a lrancailla si registra
un noteole potenziamento di attrezzature ed impianti delle aziende aicole. che
concentrano in un minor numero di attiita quasi la stessa produzione del 1990.
raddoppiando all`incirca il numero medio di capi per azienda :
! sia a lrancailla che nell`intera Proincia gli alleamenti di suini e la connessa
produzione diminuiscono in misura molto consistente in relazione a una minore
richiesta del mercato :
! per le altre quattro tipologie di alleamenti boini. oini. caprini ed equini, il
trend negatio risulta molto piu contenuto a lrancailla lontana con decrementi
medi pari a circa il 16 , rispetto all`intera Proincia. doe inece tali decrementi
sono uguali al 56 come numero di aziende e del 31 relatiamente al numero di
capi.
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


168
Il quadro complessio delle caratteristiche strutturali delle aziende agricole
nel territorio di lrancailla lontana. anche con rierimento alle ariazioni
interenute nel decennio scorso. e completato dalle $)I5--5!NN^!NO!5!NP relatie alla
meccanizzazione delle aziende e dalle $)I5--5! NQ! 5! NR che riportano i dati della
manodopera agricola e delle giornate di laoro nell`annata agraria .
Per quanto attiene la meccanizzazione delle aziende agricole. si rilea :
! la noteole diusione dell`uso di mezzi meccanici. che interessa ben 5.83 delle
6.530 aziende agricole di lrancailla lontana corrispondente ad un`incidenza dell`
89.4 , :
! gran parte di tali aziende precisamente il 65.1 , peraltro posseggono in
proprieta tali mezzi meccanici e tra questi la maggior parte e costituita da trattrici e
da macchine ad un solo asse motocoltiatori. motozappe. ecc., utilizzate per la
coltiazione di grandi estensioni di terreni. senza contare quelli destinati
esclusiamente per gli orti amiliari. i parchi ed i giardini ornamentali :
! il trend positio della meccanizzazione e sostanzialmente conermato anche dal
conronto tra i due ultimi censimenti 1990 e 2000. in quanto nello stesso periodo il
orte aumento di motocoltiatori largamente compensa alcuni decrementi relatii
soprattutto alle trattrici. in gran parte douto alla diusione di mezzi a motore
utilizzabili sia per la coltiazione che come eicoli di trasporto e moimentazione .
!
D=H>!BJ!NN!\!=]9GB2G!"hG!0D9?9]]=BA!FG]]9!FG""=B9"9!!

MLZZI AZILNDL
IN PROPRIL1A` 4.251 65.1
lORNI1I DA 1LRZI 1.82 2.3
IN (OMPROPRIL1A` 11 2.6
(OMUNOUL A DISPOSIZIONL 5.83 89.4
1O1ALL AZILNDL AGRI(OLL 6.530 100
Dati (ensimento agricoltura del 2000

PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


169


D=H>!BJ!NO!\!=]9GB2G!"AB!FG]]9!FG""=B9"9!29!/7A/79GD=[!


1RA11RI(I
MO1O(OL1.
,
MIL1I
1RLBB.
RA((OL1A
AU1OMA1.
IRRORAZ.
lI1OIA1R.
MA((lINL
lLR1ILIZ.
AL1RI
MLZZI
1O1ALL
AZILNDL 918 3.889 12 32 89 122 8 5.00
, 14.1 59.6 0.2 0.5 1.4 1.9 0.1
MLZZI 1.09 4.05 13 36 95 12 0 5.425
20.2 4.8 0.2 0. 1.8 2.3 100
, Percentuale rierita al numero totale di aziende pari a 6.530 attiita
, compreso le motozappe. le motoresatrici e le motoalciatrici .


D=H>! BJ! NP! \! ! ! ! FG""=B9]]=]9ABG! 2G??G! =]9GB2G\
"AB'7ABDA!ST\LTTT!


(LNSIMLN1O 1990 (LNSIMLN1O 2000 VARIAZIONL
AZILNDL
N
MLZZI
AZILNDL
n
MLZZI
AZILNDL nMLZZI
1RA11RI(I 1.039 1.225 918 1.09 -121 -11.6 -10.4
MO1O
(OL1IVA1ORI
2.858 2.98 3.889 4.05 -1031 -36.1 -35.8
APPARL((lI
IRRORA1ORI
238 249 211 222 -2 -11.3 -10.8
RA((OGLI1RI(I
1RIN(IA1RI(I
13 14 32 36 -19 -146 -15
1O1ALL 4.148 4.45 5.50 5.412 902 -21. -20.9

Al noteole impulso della meccanizzazione a riscontro il orte calo della
manodopera aziendale. che nel periodo dal 1990 al 2000 da luogo a un decremento
complessio del 41 . ottenuto come media tra le riduzioni meno consistenti 33 e
30 , relatie ai titolari dell`azienda conduttore e coniuge, e quelle piu consistenti
del personale dipendente. che riduce di oltre la meta il numero di giornate di laoro
nell`annata agraria .
Di conseguenza alori abbastanza esigui si riscontrano anche per quanto
riguarda la media del numero di giornate laoratie per addetto. che si riducono in
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


170
media a circa 18 giornate laorate nell`intera annata. con punte di 25.6 gganno per
il conduttore e 5.8 gganno per l`operaio a tempo indeterminato .
Dati. questi. che si ricollegano direttamente alle caratteristiche strutturali
delle aziende e delle produzioni agricole innanzi eidenziate. conermando il quadro
complessio di un`attiita agricola contraddistinta per lo piu da ridotte dimensioni
aziendali. da coltiazioni monoculturali con pochi raccolti in un anno e. in generale.
da un ridotto impiego della popolazione addetta in tale settore produttio primario .

D=H>!BJ!NQ!!\!!F=BA2A/G7=!=179"A?=!G!19A7B=DG!29!?=EA7A!
BG??[=BB=D=!=17=79=!

(A1LG.
MANOD.
(ONDU
1
(ONIUG
lAMIL L
PARLN1I
DIRIG. L IMPILG. OPLRAI L ASSIM.
1O1ALL
INDL1. DL1LR. INDL1. DL1LR.
ADDL1
1I
6.519 4.648 5.68 11 488 8 6.505 24.01
GIORN. 166.824 9.451 52.398 916 11.19 4.510 109.839 425.11
GGAD. 25.6 15.8 9.1 83.3 22.9 5.8 16.9 1.
Dati (ensimento agricoltura del 2000

D=H>!BJ!NR!\!!E=79=]9AB9! 2G??=! F=BA2A/G7=! =]9GB2=?G! 2=?!
KSST!=?!LTTT!
!
(A1LGORIA
DI
MANODOP.
(ONDU1 (ONIUG lAMIL. PARLN1I
OPLRAI
1O1ALL
,DL1LR. ,INDL1.
GIORNA1L
(LNS. 1990
250.198 113.608 .3 21.23 10.613 22.683 01.06
GIORNA1L
(LNS. 2000
166.82414.1 9.451 42.468 9.930 4.510 109.839 413.022
DIllLRLNZA - 83.34 - 34.15
-
35.269
- 11.30 - 6.103 -11.844 -288.054
VARIAZIONL
PLR(LN1.
- 33.3 - 30.1
- 45.4

- 53.2 - 5.5 - 51.8 - 41.1
, rispettiamente manodopera a tempo determinato e a tempo determinato

PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


171
C#$#!<(5,)-5*$#!&5--5!,)(#5!+.-$#,)8#.*#!\!E)-3$)8#.*#!&#!+)()$$5(5!)4I#5*$)-5!

Per quanto riguarda i siti prealenti delle arie coltiazioni. i igneti si
siluppano principalmente nella parte centrale del territorio agricolo di lrancailla
lontana. oe si troano i terreni piu umidi. non eccessiamente acidi e di natura
limo-argillosa . La loro coltiazione si aale di sistemi di irrigazione che utilizzano
acque sotterranee emunte da pozzi artesiani. distribuiti in modo irrazionale su
appezzamenti di terreno spesso di pochi ettari e in alcuni casi con concentrazioni
che possono determinare l`insalinamento della alda reatica dolce. sicch
risulterebbe opportuna una razionalizzazione dei sistemi di emungimento delle
acque mediante orme associate di utilizzazione dei pozzi da realizzare eo gestire
da parte dei cooperatie tra operatori del comparto .
La produzione orto loro rutticola si siluppa prealentemente nella ascia
coninante con i (omuni di Oria e di Latiano. caratterizzata da terreni calcarei e
argillosi di natura alluionale di eta recente. intensamente coltiati per la presenza di
alda reatica abbastanza supericiale acilmente utilizzabile per l`irrigazione .
La coltura oliicola si siluppa prealentemente nei settori settentrionali e
meridionali del territorio comunale. utilizzando spesso terreni non idonei ad altre
coltiazioni . Le specie piu comunemente coltiate sono la Ogliarola Salentina e la
(ellina di Nardo . Unitamente alla diusione di tale coltura incrementatasi. come
si e detto. nell`ultimo decennio,. sono stati anche razionalizzati in alcuni casi i
sistemi di produzione. mediante un discreto impiego della meccanizzazione per la
preparazione dei manti egetali e la raccolta automatizzata .
In relazione alla particolare pregio ambientale delle coltiazioni oliicole. gli
interenti doranno comunque essere inalizzati alla tutela e salaguardia degli
impianti esistenti. in quanto costituenti elemento caratterizzante dell`ambiente e del
paesaggio agricolo talentino. ietando l`abbattimento degli alberi di olio. oero
ricorrendo alla loro sostituzione quando sia richiesta da comproate esigenze
inerenti la conduzione agricola .
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


172
Per quanto attiene i boschi. le macchie e gli altri beni naturalistici. nella
cartograia degli ambiti territoriali distinti del PU11P regionale sono indiiduate
sei siti. ubicati rispettiamente nelle localita Bottari. Bax 2. (antagallo. Gioannella.
Monacelle-Bottari e Grappone presso specchia 1arantina, . Nel recente Piano
comunale di adeguamento al suddetto PU11P sono altresi indiiduati i boschi
nelle localita lorleo Ineriore. 1orricella VIII - IX. masseria (lemente lungo la ia
per (arosino,. nonch sono richiamati come beni naturalistici il programma di
istituire il parco regionale Bottari in base alla L:R: 199, e dell`ampliamento dello
stesso bosco Bottari relatiamente alla zona aente le stesse caratteristiche di
rileanza botanico egetazionale .
L`area boscata piu integralmente conserata e il bosco Bottari ubicato nei
pressi del conine con i territori di Villa (astelli e (eglie Messapica. oe altre aree
boschie si estendono in dimensioni piu consistenti . In un ambito territoriale piu
ampio. che include anche le Masserie Monacelle. Vizzo. Spadone e (aalli. per
un`estensione di circa 1.100 ettari. sussiste una possibilita di integrare con interenti
di orestazione le potenzialita boschie residue. ricostituendo gli equilibri di un
complesso ecosistema caratterizzato da specie arboree tipiche querce. olmi.
castagni. lecci, con numerose presenze di querce allonee e roerelle di noteoli
dimensioni ed altezze nonch di olta egetazione di sottobosco. che ore riugio e
nutrimento ad una asta arieta di auna alchetti. gazze e beccacce. olpi lepri.
ricci,. sicch l`intera zona boschia dorebbe assumere la qualiicazione di area di
protezione aunistica .
La presenza della macchia mediterranea. caratterizzata da una egetazione
spontanea di tipo orestale. e riscontrabile nelle contrade (antagallo piccolo.
(antagallo grande e (istonaro a sud oest dell`abitato. nonch in minor misura nella
contrada Santa (roce a sud dell`abitato. per una supericie stimata
complessiamente in 30 ettari . La macchia e costituita da specie tipiche sempre
erdi. che doranno essere protette e salaguardate . Le stesse. opportunamente
integrate. potrebbero costituire idonee risere per il riugio della auna aicola
stanziale. utili per la diesa idrogeologia e la qualiicazione del paesaggio .
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


173
Un tessuto insediatio di noteole alore storico ambientale da
salaguardare e rappresentato inoltre nel contesto agricolo rancaillese dalla
presenza delle numerose Masserie. che storicamente costituiano la struttura
organizzatia del territorio agrario. essendo distribuite con continuita con unzioni
di centri di produzione e della residenza rurale .
Nell`insieme si hanno 68 Masserie. che. indicate con l`antica denominazione
tradizionale che costituisce il toponimo e la connotazione di rierimento per le
relatie localita. sono state dettagliatamente indiiduate nel recente Piano comunale
di adeguamento al PU11P regionale . Il relatio elenco e riportato nel successio
capitolo della presente relazione relatio alla conormita del P.U.G. al medesimo
PU11P .
Altri beni di particolare alore ambientale e geomorologico del territorio
sono costituiti dalle Grotte carsiche e dalle Specchie presenti nell`agro di lrancailla
lontana e. in quanto tali. indicati nel PU11P regionale e nel relatio Piano
comunale di adeguamento .
In particolare risultano indiiduate complessiamente 10 Grotte carsiche
riportate come segue :
! nell`elenco del PU11P regionale : Bax 1. Bax 2. Voragine di Palmo.
1arantina e Vora Reale :
! nell`elenco del Piano comunale di adeguamento al PU11P : Bax 3.
Gioannella. Sciaiani 1. Sciaiani 2 e S. (andida .
! Le Specchie. essendo costituite da costruzioni turrite di noteole altezza
utilizzate sin da epoche remote come aamposti di aistamento. hanno anche
ormato oggetto di appositi decreti ex legge 108939 della Soprintendenza ai Beni
Archeologici . 1ra le piu importanti anno ricordate : Specchia Gioannella.
Specchia (alo. e altri 16 siti peraltro inseriti nei predetti elenchi PU11P .
! La parte settentrionale del territorio comunale. erso il conine con il comune
di (eglie. e interessata dalla presenza di alcune costruzioni caratteristiche a trullo.
anticamente utilizzate come ricoero attrezzi e come residenza diurna durante i
laori di campagna e realizzate secondo la tipologia ostunese` ed il tipo nuraghe`
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


174
a piu piani . L`esempio piu signiicatio e costituito dall`agglomerato a piu trulli nei
pressi della Specchia 1arantina denominato 1rentaagnuni` .
! Inine una quantiicazione delle principali modiicazioni a carattere ambientale
interenute nel paesaggio agricolo rancaillese durante il decennio 1990 - 2000 puo
dedursi dagli indicatori riportati nella $)I5--)!NS>!

D=H>!BJ!NS!!\!!E=?0D=]9AB9!29!"=7=DDG7G!=FH9GBD=?G!
"AB'7ABDA!!KSST!\!LTTT!

1990 2000 VARIAZIONI
SUP. 1LRRI1ORIALL S1, 1.520 ha 1.520 ha
SUP. AGRI(. 1O1ALL SA1, 14.610 ha 12.23 ha - 12.9
SUP. AGRI(. U1IL. SAU, 13.995 ha 12.21 ha - 12.3
SUP. AGR. 1O1. SUP. 1LR. 83.4 2.6 - 10.8
SUP. AGR. U1IL. SUP. 1LR. 9.9 0.0 - 9.9
SUP. BOS(lI L ARBORI(. 43 ha 0 ha - 62.8
SUP. BOS(lI SUP. 1LR. 0.2 0.4 - 0.2
SUP. (OL1. LLGN. SUP.
1LR.
58. 51.5 - .2
SUP. OLIVO SUP. 1LR. 38.2 39.9 - 1.
SUP. VI1L SUP. 1LR. 16. 8.0 - 8.
SUP. PRA1I L PAS(. SA1 2.6 2.6 0.0
SUP. SLMINA1. SA1 18.6 15.9 2.
SUP. AGR. NON U1IL. SA1
3.3
1.2
-1.1
AL1RA SUP.SA1 1.0


PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


175
KT! Y! =$$#,#$%! <(.&3$$#,5! *5-! ;5$$.(5! 5+.*.4#+.! ;5+.*&)(#.! 5! *5-! ;5$$.(5!
5+.*.4#+.!$5(8#)(#.!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
Nel (omune di lrancailla lontana i dati sulla distribuzione percentuale
della popolazione residente attia nelle dierse attiita produttie $)I>! *J! OT,
denotano una realta economica caratterizzata dalla prealenza di addetti impiegati
del settore terziario rispetto alle incidenze occupazionali riscontrabili nel settore
primario e in quello secondario.
In particolare secondo i dati Istat ancora ermi pero al 1991, i dati
percentuali dei residenti a lrancailla lontana produttii nei diersi settori di attiita
risultano abbastanza congruenti rispetto ai corrispondenti alori proinciali. essendo
uguali:
! al 28.1 per il settore primario. contro il 29.2 dell`intera Proincia
! al 2. nel secondario. alquanto superiore rispetto al 25.8 della Proincia
! ed al 44.1 nel settore terziario. di poco ineriore rispetto al 45.0 della
Proincia.
Oltre all`agricoltura che. con un incidenza occupazionale pari al 28.1
impegna quasi completamente l`intero settore primario. le altre attiita con un
maggior numero di attii nel territorio di lrancailla lontana risultano:
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


176
! per il settore secondario: le attiita maniatturiere e delle costruzioni
rispettiamente con incidenze percentuali pari rispettiamente al 1.3 15.0
nella Proincia, e al 9.6 9.1 nella Proincia, rispetto al totale della popolazione
residente attia
! e per il settore terziario : le attiita del commercio. dell`istruzione e della
pubblica amministrazione con incidenze percentuali pari rispettiamente al 15.0
l`11.4 nella Proincia,. all`8.5 il .0 nella Proincia, ed al .6 l`8. nella
Proincia, rispetto al totale della popolazione residente attia .
!
D=H>!BJ!OT!!\!!!!!/A/A?=]9ABG!=DD9E=!/G7!CGDDA79!29!=DD9E9D=[!
\!2)$#!9;$)$!KSSK!


PRIMARIO SL(ONDARIO 1LRZIARIO
POLAZIONL
A11IVA
ABI1AN1I ABI1AN1I ABI1AN1I ABI1AN1I
lRAN(AVILLA
lON1ANA
3.029 28.1 2.986 2. 4.46 44.1 10.61 31.
BRINDISI 2.524 9.3 8.20 30.0 16.595 60. 2.326 28.6
PROVIN(IA 38.912 29.2 34.360 25.8 59.944 45.0 133.216 32.4

Anche per quanto riguarda i dati al 1991 relatii all`incidenza della
popolazione residente attia in condizione proessionale rispetto al totale della
popolazione si riscontrano alori pressoch uguali a quelli dell`intera Proincia.
aendosi per lrancailla lontana una percentuale del 31. di poco ineriore della
media proinciale pari al 32.4 . percentuale quest`ultima che pero risulta
ortemente inluenzata dal corrispondente alore molto basso pari al 28.6 ,
ottenuto nel capoluogo Brindisi .
Di conseguenza. pur rimanendo sostanzialmente nella media. il dato al 1991
dei residenti attii di lrancailla lontana e ineriore. anche di diersi punti. alle
incidenze riscontrabili negli altri centri della Proincia. denotando in tal modo una
condizione economico sociale della citta certamente da migliorare sotto gli aspetti
occupazionali e produttii .
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


177
Situazioni piu aoreoli si rileano inece dai dati del censimento Istat
dell`industria e dei serizi del 1991. che. relatiamente alle caratteristiche della
struttura imprenditoriale e produttia nel (omune di lrancailla lontana.
dimostrano una tipologia organizzatia abbastanza omogenea rispetto ai alori medi
proinciali $)I>!*J!OK, .
Inoltre. conrontando le incidenze percentuali di imprese e serizi rispetto ai
connessi totali proinciali $)I>!*J!OL,. si ricaa che le attiita presenti sul territorio
di lrancailla lontana impegnano lielli imprenditoriali ed occupazionali anche
superiori al peso demograico della citta. costituendo insieme al capoluogo Brindisi
ed ai centri di lasano ed Ostuni i quattro poli di rierimento della Proincia per
l`importanza delle unzioni urbane eo produttie.
!
D=H>!BJ!OK!!\!!!!9F/7GCG^!9CD9D0]9AB9^!0B9D=[!?A"=?9!G!=22GDD9!!
\!2)$#!9;$)$!KSSK!
!

IMPRLSL IS1I1UZIONI
UNI1A` LO(. - IMPRLSL
L IS1I1UZIONI
N ADDL11I AdImp. N ADDL11I AdImp. N ADDL11I AdImp.
lRAN(AVILLA
lON1ANA
1.81 4.168 2.2 25 993 39. 2.125 5.918 2.8
BRINDISI
3.215 12.553 3.9 94 2.84 29.6 3.956 31.36 .9
PROVIN(IA
18.292 46.128 2.5 354 .828 22.1 21.082 9.350 3.8











PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


178
D=H>!BJ!OL!!\!!!!!9B"92GB]G!/G7"GBD0=?9!29!9F/7GCG!G!CG7E9]9!
79C/GDDA! =?! DAD=?G! /7AE9B"9=?G! \! 2)$#! 9;$)$!
KSSK!
!

IMPRLSL IS1I1UZIONI UNI1A` LO(ALI
POPOLAZIONL
RLSIDLN1L
N ADDL11I N ADDL11I N ADDL11I
lRAN(AVILLA
lON1ANA
10.2

9.0 .1 12.
10.1

.5 8.3
lASANO
10.

11.2 .1 6.8
10.6

9.0 9.4
OS1UNI
9.0

8.6 4.8 10.2


8.9

.5 8.2
MLSAGNL
.5

5. 4.8 9.
.2

5.3 .4
BRINDISI
1.6

2.2
26.6

35.6
18.8

39.5 23.2
PROVIN(IA
100

100
100

100
100

100 100

Per quanto riguarda la tipologia degli addetti $)I>! *J! OM,. la rileante
presenza di laoratori indipendenti 42.9 , da l`idea di un proilo imprenditoriale
nel territorio di lrancailla lontana noteolmente polerizzato con prealenza delle
aziende di ridotte dimensioni aenti un numero ridotto di dipendenti .
Perettamente omogenea rispetto alla media degli altri comuni della Proincia
escluso il (apoluogo, risulta inoltre la presenza a lrancailla lontana di orza
laoratia maschile con un percentuale del 66.2 ,. secondo schemi di assetti
sociali e amiliari che peraltro si riscontrano abbastanza uniormi nell`intero ambito
proinciale .
I dati Istat al 1991 relatii alla popolazione e laoro $)I>!*J!ON, eidenziano
situazioni abbastanza preoccupanti nel territorio di lrancailla lontana circa il tasso
di disoccupazione sia in generale che rierito ai gioani da 14 a 29 anni. che
raggiunge alori noteolmente eleati rispettiamente uguali a circa il 28 ed il 52
,. anche se ineriori alle corrispondenti medie proinciali pari a circa il 31 ed il 54
.




PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


179


D=H>!BJ!OM!\!!!!!D9/A?A19=!29!=22GDD9!2G??G!0B9D=[!?A"=?9!!\!!
2)$#!9;$)$!KSSK!
!

INDIPLNDLN1I DIPLNDLN1I 1O1ALL ADDL11I
1O1ALL
A

MAS(lI
(
1O1ALL
B

MAS(lI
D
1O1ALL
A-B
1O1ALL
(-D
MAS(lI

lRAN(AVILLA
lON1ANA
2.540 42.9 2.026 3.38 5.1 1.894 5.918 3.920 66.2
BRINDISI
4.848 15.5 3.460 26.528 84.5 20.088 31.36 23.548 5.1
PROVIN(IA
25.513 32.2 19.491 53.83 6.8 35.94 9.350 55.438 69.9


D=H>! BJ! ON! ! \! ! ! ! 9B29"=DA79! C0! /A/A?=]9ABG! G! ?=EA7A! \! 2)$#!
9;$)$!KSSK!


1ASSO DI A11IVI1A`
1ASSO DI
DISO((UPAZIONL
1ASSO DI DISO((UP.
GIOVANILL
1O1ALL

M

l

1O1ALL

M

l

1O1ALL

M

l

lRAN(AVILLA
lON1ANA
40.2 51. 29.3 28.2 26.5 31.1 52.5 52. 52.2
BRINDISI
38.0 53.2 23.8 30.9 25.9 41.4 61. 55.5 1.1
PROVIN(IA
40. 51. 30.4 30.6 28.2 34.5 54.3 53.2 55.8


1uttaia il raronto dei dati Istat relatio alle ariazioni di imprese. unita
locali ed addetti nel decennio 1991 - 2001 $)I>!*J!OO, consente di eidenziare per
lrancailla lontana un andamento crescente nell`ultimo periodo sia delle unita
locali che degli addetti relatii alle istituzioni con aumenti rispettiamente del .5
e del 19.9 , e cio in conormita ad uguale trend riscontrabile nell`ambito
proinciale conseguente alle recenti politiche di decentramento amministratio .

PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


180
D=H>! BJ! OO! \! ! ! E=79=]9AB9! 29! 9F/7GCG^! 0B9D=[! ?A"=?9! G!
=22GDD9!BG??[0?D9FA!2G"GBB9A!\!2)$#!9;$)$!KSSK!\!
LTTK!!
!
IMPRLSL IS1I1UZIONI 1O1ALL
1O1ALL
ADU.L.
AD.
su
100
ANNO UN.LO(. ADD. UN.LO(. ADD. UN.LO(. ADD.
lRAN(AV.
lON1ANA
1991 2.019 4.528 106 1.390 2.125 5.918 2.8 1.4
2001 2.119 4.541 114 1.666 2.233 6.20 2.8 1.0
DIll. 5.0 0.3 .5 19.9 5.1 4.9 0 -
0 4
PROVIN(IA DIll. 5.9 .4 16.1 9.5 6.6 .9 0 1.9

Per quanto riguarda le imprese inece ad un discreto aumento pari al 5 ,
del numero attiita non corrisponde un`uguale crescita della orza laoro delle
aziende. che. registrando un aumento soltanto dello 0.3 . ha eidentemente
risentito della maggiore meccanizzazione ed inormatizzazione recentemente
introdotti nei sistemi produttii.
Inine un quadro dei lielli di attiita nel territorio di lrancailla lontana e
nell`intera Proincia. anche con rierimento alle ariazioni interenute nell`ultimo
periodo. e riportato nella $)I>! *J! OP. relatia ai consumi di energia elettrica rieriti
agli anni 1995 - 2001 secondo i ari tipi di utilizzazione . L` interessante notare
relatiamente al territorio di lrancailla lontana :
! i noteoli incrementi nel settore terziario. sia come numero di utenze che come
media dei consumi :
! un calo sia delle utenze - 5.9 , che dei consumi - 6.1 , nelle attiita
industriali. pur rimanendo inalterato il alore dei consumi medi per azienda :
! un calo delle utenze agricole pari a - .2 . rimanendo sostanzialmente stabile
l`entita dei consumi. eidentemente a seguito dell`elettriicazione di altri ambiti
agricoli :
! l`incremento delle utenze per usi domestici. accompagnato pero da una
diminuzione dei consumi medi. sicch puo desumersi che parte dei nuoi allacci
abbia riguardato anche seconde case raggiunte dal predetto ampliamento
dell`elettriicazione .
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


181
D=H>! BJ! OP! ! \! ! "ABC0F9! 29! GBG719=! G?GDD79"=! CG"AB2A!
?[0D9?9]]=]9ABG!"AB'7ABDA!2=D9!9C/GC!KSSO!
\!LTTK!!
!

ANNO ABI1AZ.
USI DOMLS1. AGRI(OL1. INDUS1RIA 1LRZIARIO
U1LNZL Mwhut. U1LNZL Mwhut. U1LNZL Mwhut. U1LNZL Mwhut.
lRAN(.
lON1.
1995 16.859 15.299 2.2 432 9.0 422 21.9 1.551 8.0
2001 1.0 16.35 1.8 401 13.1 39 21.9 1.55 10.0
DIll. 5.4 .0 - 0.4 -.2 4.1 -5.9 0 13.2 2.0
PROV.
1995 202310 188558 2.3 4.612 11.6 5.11 63.1 19.215 10.5
2001 212635 199803 1.8 4.608 12.3 4.629 2.4 22.10 11.3
DIll. 5.1 6.0 - 0.5 -0.1 0. - 9.5 -35. 15.1 0.8


=$$#,#$%!#*&3;$(#)-#!5&!)($#6#)*)-#!
!
!
Il territorio di lrancailla lontana e stato interessato nei decenni scorsi da
importanti iniziatie di insediamenti produttii. che. programmati erso la ine degli
anni `0 nel quadro delle politiche di siluppo industriale della proincia di Brindisi.
hanno troato la piu idonea localizzazione in tale ambito territoriale. caratterizzato
da una posizione geograicamente strategica in quanto intermedia tra i due grandi
poli industriali di Brindisi e di 1aranto ed adiacente ai grandi lussi di traico della
dorsale ionico salentina. nonch baricentrica rispetto all`intero sistema delle
interrelazioni economiche pugliesi .
Sono state cosi aiate le realizzazioni del grande agglomerato
industrialeartigianale del P.I.P. lungo la strada statale Appia n per Grottaglie e
1aranto. approato con D.R. n 396 del 15.01.1980. e quindi del complesso edilizio
relatio al (entro di carico intermodale approato con il terzo piano d`interento
straordinario della legge n 64`86 ed ubicato in un`area compresa tra la suddetta
statale Appia e la statale n 603 per S. Giorgio Jonico .
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


182
L`agglomerato del />9>/>!&#!,#)!1(.$$)6-#5. sorto sotto la spinta di noteoli
aspettatie di grande siluppo economico - produttio. impegna una asta area. che
costeggia il lato nord della S.S. n ad una distanza di circa 1 Km. dall`abitato di
lrancailla lontana. siluppandosi per una lunghezza di circa 2.500 m. e per oltre
600 m. di proondita con una supericie complessia di circa 16 ettari .
L`organizzazione interna dell`agglomerato e costituita essenzialmente da tre assi
mediani che diidono longitudinalmente la zona in senso parallelo alla ia di
Grottaglie. comprendendo al loro interno. oltre alle asce di lotti produttii. anche le
arie insule destinate a serizi . In relazione alla sua noteole estensione. la
realizzazione del P.I.P. e stata preista secondo asi successie. da attuarsi
interessando progressiamente dapprima le arie asce di lotti piu icine alla ia di
Grottaglie e quindi quelle comprese tra le strade dell`agglomerato piu lontane .
(omplessiamente l`articolazione originaria del Piano approato preedea
le seguenti destinazioni:
! )(55!<5(!-)!<#++.-)!5!45&#)!#*&3;$(#)!n! ! !!!!!!!!!!!!!! !!X)>!KTT^TT!
! )(55!<5(!-[)($#6#)*)$.!n! ! ! !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!o!!!!!KT^TT!
! )(55!<5(!,5(&5!<3II-#+.!n! ! ! ! ! !!o!!!!!!!O^PM!
! )(5)!<5(!-[9;$#$3$.!<(.,#*+#)-5!&5--[)6(#+.-$3()!n! ! !!o!!!!!!!L^TK!
! )(55!<5(!;5(,#8#!<3II-#+#!&[3;.!<3II-#+.!n! ! ! !!o!!!!!!!O^KT!
! )(55!<5(!<)(+X566#!n! ! ! ! !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!o!!!!!!!L^SO!
! )(55!<5(!;5(,#8#!<(#,)$#!&[3;.!<3II-#+.!n! ! ! !!o!!!!!!!K^OO!
! W);+5!&#!;5(,#8#.!U4)(6#*)-#!)--5!;$()&5V!n! ! ! !!o!!!!!!!S^ST!
! )(55!+.*!,#*+.-.!&#!(#;<5$$.!U<5(#45$()-#!)-!+.4<)($.V! !!o!!!!!!!S^PT!
! )(55!&5--)!,#)I#-#$%!n! ! ! ! ! ! !!o!!!!!KS^PN!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!;.44)*.!n! ! ! ! !!!!!!!!!!!!X)>!KPP^MR!

Per quanto riguarda lo stato di esecuzione del P.I.P.. all`atto
dell`approazione del 2 P.P.A.. nel marzo del 198. risultaano insediate 30 attiita
industriali eo artigianali all`interno dell`agglomerato per il quale. essendo stati
approati i progetti delle opere di urbanizzazione primaria . risultaano appaltati i
laori di costruzione delle strade relatie alla prima ase di attuazione ed in corso di
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


183
appalto quelli delle reti ognanti ed elettriche . Allo stato attuale le urbanizzazioni
primarie risultano realizzate per circa l`85 delle opere preiste nell`intero
agglomerato . Inoltre. come speciicato nella $)I>! OQ. risultano rese operatie 94
attiita industriali eo artigianali insediate su una supericie ondiaria complessia di
mq. 50.61 ettari con un liello occupazionale globale di 823 addetti. sicch la
supericie ondiaria media dei lotti occupati risulta pari a 5.385 mqlotto ed il
numero medio dei posti di laoro e pari a 8.8 addetti per azienda .


















PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


184
D=H>! BJ! OQ! ! \! ! =DD9E9D=[! 9BCG29=DG! BG?! />9>/>! 29! E9=!
17ADD=1?9G!
!
(LASSL PRODUZIONL
SUP. lONDIARIA
1O1ALL mq.
1O1ALL ADDL11I
ARRLDAMLN1O
MOBILI 58.300 111
SLDIL 29.000 0
(ASALINGlI 15.100 10
PRODUZIONL DIVANI .500 10
lALLGNAMLRIA
MANUlA11I DI LLGNO. (ORNI(I
(ASSL11L. lALLGNAMLRIA IN GLNLRL
34.200 56
ML((ANI(A
(ARPLN1LRIA. S1O(AGGI SPL(IALI.
OllI(INL L RIPARAZIONI. DLP. AU1O
LAVORAZIONI INlISSI L SLRRANDL.
PRODUZIONL DLL lRLDDO
4.450 139
1RASPOR1I DLPOSI1O AU1OMLZZI 5.600 30
ALIMLN1ARI
LAV. PROD. AGRI(OLI L SPLDIZIONL.
(LN1RI (OMMLI. PROD. INSA((A1I
MA(LLLAZIONL L DLPOSI1O (ARNI
lRU11A L VLRDURA. OLIO L VINO
PRODO11I SURGLLA1I DLRIVA1I LA11L
VLNDI1A ALL`INGROSSO
158.091 29
(lIMI(A BI1UML 6.000 10
LDILIZIA
DLPOS. MA1LRIALI DA (OS1RUZIONL
LLLMLN1I DL(ORA1IVI. PROD. S1ANDS
12.300 20
LLL11RI(O
PUBBLI(A ILLUMINAZIONL
ASSLMBLAGGIO APPARL((lI
9.300 15
1LSSILL
(AMI(LRIA. BIAN(lLRIA. MAGLILRIA
ABBIGLIAMLN1O. 1LNDAGGI. SPUGNL
VLNDI1A PRODO11I (ASALINGlI
54.640 50
(OMMLR(IO
PLLL11LRIA. AR1I(OLI (ASALINGlI
ABBIGLIAMLN1O
41.684 23
1O1ALL OTP>KPO! RLM!
VALORI MLDI 5.385 8.8




PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


185
Il "5*$(.!&#!+)(#+.!#*$5(4.&)-5^ autorizzato su proposta della Regione e
del Ministero per gli interenti straordinario per il Mezzogiorno, con deliberazione
del (IPL del 29.03.1990 e successia delibera del (.(. di lrancailla lontana n 50
del 24..1990. e stato realizzato limitatamente ad un 1 interento unzionale
ultimato nel 1998. che comprende. su un`area estesa circa ettari. le strutture
occorrenti per la gestione logistica delle merci in ia di esportazione articolate con le
caratteristiche di accessibilita oerte alle tipologie di trasporto sia su gomma che su
rotaia .
In base al recente Piano regionale dei trasporti. approato con deliberazione
della Giunta Regionale n 119 del 6.11.2002. il complesso e deinito come (entro
di (arico intermodale di primo liello`. sicch puo accedere a ulteriori
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


186
e conina sul lato sud per una lunghezza di circa 450 metri direttamente con l`aleo
del (anale Reale e. per il restante tratto di circa 50 metri. con la relatia ascia di
rispetto .

(omplessiamente la supericie territoriale del P.I.P. e pari a 1.015.418 mq.
e risulta ripartita nelle seguenti destinazioni:
! )(55!<5(!)$$#,#$%!<(.&3$$#,5!n! ! ! ! !!!!!!!!!!!!!4:>!!!!!QKR>KKK!
! )(55!<5(!,5(&5!<3II-#+.!n! ! ! ! ! !o!!!!!!!!!!MP>PMM!
! )(55!<5(!;5(,#8#!<3II-#+#!&[3;.!<3II-#+.!n! ! ! !o!!!!!!!!!!RQ>PRT!
! )(55!&5--)!,#)I#-#$%!n! ! ! ! ! ! !o!!!!!!!!KQL>SSN!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!;.44)*.!n! ! ! ! !!!!!!!!!!!4:>!!K>TKO>NKR!

Per quanto riguarda lo stato di attuazione. le urbanizzazioni primarie del
P.I.P. risultano realizzate limitatamente all`anello della rete iaria principale ed
interessano complessiamente circa il 30 delle opere preiste nell`intero
agglomerato. per il quale inoltre sono stati assegnati circa 40 lotti ad aziende
industriali eo artigianali. per una supericie ondiaria complessia di circa mq.
35.000 con una preisione occupazionale corrispondente di circa 160 addetti .
(omunque nel proseguimento della realizzazione delle opere risulta
opportuno prospettare la necessita di riconsiderare la destinazione di supericie
ondiaria industriale eo artigianale del settore nord del comparto. in modo da
consentire in tale ambito l`inserimento di una idonea ascia di rispetto della
larghezza non ineriore a 300 metri dall`impianto consortile della Discarica
controllata di 1` categoria. ubicata esattamente sul lato opposto della stessa strada
proinciale per San Vito dei Normanni. pressoch in corrispondenza del ertice
nord del comparto P.I.P. .
Il sito relatio all` 94<#)*$.! +.*;.($#-5! &#! 2#;+)(#+)! +.*$(.--)$)! &#! Kf!
+)$56.(#) e stato prescelto. su proposta del (omune di lrancailla lontana. con
Deliberazione della Giunta Proinciale di Brindisi n 2955 del 13.11.1993 ed e
destinato alla realizzazione dei serizi di smaltimento dei riiuti urbani nonch dei
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


187
anghi proenienti dalla depurazione dei liquami urbani con annesso impianto di
compostaggio. in conormita alle indicazioni contenute nel relatio Piano Regionale
di cui alla L.R. n 1 del 13.08.1993 ed alla Deliberazione della G.R. n 251 del
30.06.1993 .
Peraltro tale scelta del sito u determinata anche in relazione alla presenza in
loco di una grande caa. a suo tempo scaata per il prelieo di materiale inerte
utilizzato per la realizzazione della statale n . sicch l`area in questione. ancor
prima dell`attuale destinazione ad impianto di Discarica controllata. enia usata
come centro di smistamento dei riiuti solidi urbani che da lrancailla lontana
doeano essere recapitati in altre discariche autorizzate .
L`impianto di Discarica controllata e del tipo consortile. in quanto
costituisce inrastruttura d`igiene ambientale a serizio della cerchia di 9 (omuni
acenti parte del bacino di utenza BR2. comprendenti gli abitati di lrancailla
lontana. (eglie Messapica. Lrchie. Latiano. Oria. San Michele Salentino. San
Pancrazio Salentino. 1orre S. Susanna e Villa (astelli. con una popolazione
complessia preista al 2001 di 126.851 abitanti. che poi. in base ai dati del
censimento. sono in eetti risultati pari a 132.666 abitanti .
L`area interessata dalla realizzazione dell`impianto. anch`essa a orma
pressoch trapezoidale. ha una supericie complessia di circa .36 ettari . Ubicata
ad una distanza di circa due chilometri e mezzo dall`estrema perieria dell`abitato e
compresa tra la strada proinciale per Ostuni e quella per San Vito dei Normanni.
prospettando su quest`ultima per un ronte della lunghezza di circa 400 metri .
Il progetto esecutio della Discarica. approato con Deliberazione di G.P.
n 213 del 26.03.199. ha indiiduato. sulla base di arie eriiche di carattere
ambientale e geologico del sito. una serie di accorgimenti atti a diminuire il piu
possibile l`impatto ambientale. boniicando la asta area degradata dalla presenza
della caa anche con la piantumazione di barriere arboree ad alto usto, e
preedendo. durante il periodo di attiita dell`impianto. l`installazione di una serie di
apparecchiature per il controllo in tempo reale delle emissioni gassose nonch per la
captazione e lo smaltimento del biogas prodotto .
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


188
Oltre alle suddette strutture ed aree attrezzate per attiita industriali ed
artigianali. numerose )-$(5! )8#5*&5! )! +)()$$5(5! <(.&3$$#,. sono insediate
all`interno dell`ambito urbano oero con maggiore requenza, nelle maglie
perieriche dell`abitato. pur essendo caratterizzate da laorazioni eo dimensioni
aziendali che. dando luogo a grae congestione del traico e ad un peggioramento
della qualita urbanistica del tessuto urbano. troerebbero una migliore
organizzazione e collocazione nelle aree. che. aendo tale speciica destinazione.
sono tuttora disponibili nelle zone P.I.P. .

Da cio la necessita di indiiduare nella nuoa disciplina urbanistica alidi
incentii atti a conseguire :
! nell`ambito del tessuto urbano eo delle maglie perieriche dell`abitato. la
riqualiicazione delle situazioni maggiormente degradate a causa della presenza di
laorazioni non compatibili sia con le destinazioni residenziali e sia con il
miglioramento delle condizioni di iabilita :
! il conseguente traserimento delle suddette laorazioni nelle zone P.I.P.
esistenti. incentiato anche mediante la cessione di tali aree a condizioni aoreoli
ed a prezzi ageolati :
! una migliore accessibilita delle aree artigianali ed industriali. da realizzare
mediante collegamenti alternatii alla iabilita esistente e comunque mediante la
creazione di nuoe inrastrutture stradali occorrenti per la eliminazione degli attuali
passaggi a liello :
! la riqualiicazione dei suddetti comparti P.I.P. esistenti. mediante la realizzazione
dei ari serizi di supporto delle aree industriali ed artigianali a suo tempo preisti
dai relatii strumenti urbanistici da attuarsi anche con la partecipazione di priati,.
in modo da conseguire una maggiore attrattia di tali luoghi sia in termini di
parcheggi. marciapiedi ed arredo urbano e sia per quanto attiene la presenza di
particolari attiita di contorno con alide unzioni di richiamo ed attrattia .

PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


189
KK! Y! ')II#;.6*.! &#! )(55! <5(! #! ;5$$.(#! 5+.*.4#+#! <(#4)(#.^! ;5+.*&)(#.! 5!
$5(8#)(#.!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
(on rierimento alle analisi solte nei precedenti paragrai. le considerazioni
in merito alle realta e alle dinamiche economiche degli ultimi decenni. rileabili
nell`ambito territoriale e comprensoriale interessato. consentono di delineare per
lrancailla lontana elementi tendenziali di crescita nel complesso abbastanza
positii. potendosi riconoscere nell`ambito comunale sistemi produttii capaci di
integrare economie agricole ed economie industriali e dei serizi e nello stesso
tempo diersiicare le iniziatie laoratie con buona qualita dei prodotti e singolari
dinamismi imprenditoriali.
L`economia di lrancailla lontana. oltre al asto segmento terziario
tipicamente urbano di una (itta di circa 3.000 abitanti pubblica Amministrazione
istruzione. sanita. edilizia. attiita connesse ai beni di consumo e serizi correlati alla
produzione, e caratterizzata da un non trascurabile siluppo industriale legato
soprattutto alla agroindustria e alla produzione di manuatti e semilaorati del
settore edile .

PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


190
Si ricaa quindi per i settori primario. secondario e terziario una
conigurazione abbastanza integrata dell`economia di lrancailla lontana rispetto al
comprensorio ionico salentino. con indicatori da interpretarsi in termini
suicientemente positii ai ini delle preisioni di siluppo. A tale proposito
particolarmente signiicatii risultano i dati sull`economia locale orniti dall`IPRLS
di Bari secondo le metodologie dell`Istituto 1agliacarne. in base ai quali per
lrancailla lontana nell`anno 2002 si riscontraano i seguenti alori :
! il alore aggiunto per abitante reddito pro capite medio, prodotto dai attori
produttii che operano nel (omune pari a 12.254 ( . alquanto ineriore quindi alla
media proinciale pari a 12.996 ( :
! il alore complessio dei capitali depositati nelle banche nell`anno 2001, pari a
218.4 milioni di ( noteolmente superiore all`ammontare dei depositi degli altri
comuni della Proincia pari ad una media di circa 0.6 milioni di (, ed ineriore
soltanto ai depositi di Brindisi pari a circa 552.8 milioni di ( :
! il alore medio dei depositi nelle banche per abitante pari a 6.090 ( superiore
alla media proinciale pari a 5.10 (,
! il olume medio di depositi allo sportello pari a 18.392 ( . nonostante l`esistenza
di ben 12 sportelli bancari presenti in (itta.

A ronte di questi dati abbastanza positii deono riscontrarsi inece :
! l`inecchiamento crescente della popolazione con un`incidenza percentuale di
ultrasessantenni pari a circa il 25 .
! il limitato tasso di istruzione eleata. con una percentuale di laureati e laureate
solo del 2. rispetto alla popolazione residente :
! la ridotta popolazione attia pari al 3.4 rispetto alla popolazione residente
con piu di 14 anni
! il ridotto numero di addetti nei 3 settori. pari rispettiamente a 3.029 unita nel
primario 28 ,. a 2.986 unita nel secondario 2. , e 4.46 unita nel terziario
44.1 , :
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


191
! il persistente limitato tasso di laoro emminile con 3.524 occupate pari a circa il
36 della popolazione attia emminile in condizione proessionale :
! il orte tasso di disoccupazione in generale 28.2 , e gioanile in particolare
52.5 , :
! la polerizzazione delle aziende agricole con un`ampiezza media di circa 1.9
ettari e caratterizzate da un`occupazione prealentemente limitata al solo titolare.
(ome speciicato pero nelle analisi dei precedenti paragrai. gli aspetti
negatii eidenziati da questi dati sono in gran parte attenuati dal raronto con la
dimensione comprensoriale piu allargata. sicch i aoreoli indizi riconoscibili nella
realta economica locale consentono di ipotizzare discrete prospettie di siluppo
anche in relazione alla razionalizzazione dei sistemi produttii ed ai preedibili
incentii inalizzati a nuoe possibilita occupazionali .
!
')II#;.6*.!&#!)(55!<5(!#-!;5$$.(5!<(#4)(#.!
!
Nel precedente capitolo relatio alle attiita agricole si e isto che nel
(omune di lrancailla lontana le aree interessate dal settore primario. rispetto al
totale della supericie territoriale di 1.520 ettari. occupano un`estensione
complessia di circa 12.20 ettari. che puo considerarsi totalmente impegnata
dall`agricoltura. risultando pressoch assenti nell`intero ambito territoriale
consistenti estensioni di cae per l`estrazione della pietra o utilizzate per la
ormazione di conglomerati.
Per quanto riguarda la restante supericie di 4.800 ettari corrispondente alla
dierenza tra la supericie territoriale e la supericie agricola totale,. poich le aree
interessate dalla presenza dei tessuti ediicati eo urbanizzati della (itta consolidata
incluse le zone perieriche circostanti, e dei due comparti di zone industriali
occupano un`estensione complessia stimabile in circa 800 ettari. si dee dedurre
che i rimanenti 4.000 ettari sono costituiti dalla sommatoria dei ari ambiti del
territorio comunale attinenti gli insediamenti diusi a illini e gli altri nuclei sparsi.
destinati alla residenzialita stagionale eo permanente e pertanto non piu utilizzabili
per la produzione agricola .
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


192
Lstendendosi in direzione da nord a sud per una lunghezza di circa 20 km..
il territorio agricolo di lrancailla lontana comprende aree morologicamente
abbastanza dierse tra loro. essendo caratterizzate da una conigurazione che nei
ersanti a sud e ad est e pressoch pianeggiante e lieemente degradante erso
Manduria e quindi erso il mare Ionio. mentre nei rimanenti settori a nord ed a
nord oest si moimenta noteolmente con andamento altimetrico ortemente
risalente erso la Murgia di (eglie Messapica e di Villa (astelli e con alcune
accidentalita carsiche. quali le due orti incisioni del Vallone Bax e del Vallone
Bottari entrambe ubicate nei pressi del conine erso (eglie Messapica .
Le quote piu alte si rinengono presso il conine nord oest con altezze
massime sopra il liello del mare di m. 239 Masseria (asalicchio, e m. 232
Masseria Sciaiani,. mentre le quote piu basse del territorio sono poste lungo tutto il
margine a sud e ad est con altezze sul liello del mare di circa 110 metri .
In coerenza a siatte situazioni morologiche dei terreni. le produzioni
agricole si distribuiscono nel territorio comunale con una prealenza di colture ad
olieto nei settori settentrionali e meridionali. con coltiazioni a igneto alternate
con le colture a seminatio nella parte centrale caratterizzata dalla presenza di
terreni piu umidi non eccessiamente acidi,. e inine con una produzione orto-loro-
rutticola siluppata prealentemente nella ascia coninante con i (omuni di Oria e
di Latiano piu intensamente coltiati per la presenza di una alda reatica abbastanza
supericiale.
Molte di queste possono considerarsi colture di pregio. essendo peraltro
ordinate e gestite in modo abbastanza moderno. con produzioni anche etichettate
come doc`. soprattutto per quanto riguarda l`olio e il ino. enduti ormai da
dierse aziende in bottiglie e conezioni di qualita. perettamente consone alla bonta
e genuinita del prodotto .
La coltiazione di gran lunga piu diusa e quella ad olieto con
un`estensione di circa .000 ettari. seguita dalle colture a seminatio estese circa
2.800 ettari e da quelle a igneto con una supericie di circa 1.400 ettari. mentre i
rimanenti terreni sono interessati da colture ad agrumeti e rutteti ciascuna
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


193
rispettiamente con superici di circa 300 ettari, oero a pascolo per una
supericie di circa 450 ettari, nonch dalle aree impegnate dai boschi perenni estese
complessiamente circa 60 ettari .
Si tratta di una ripartizione della S.A.U. supericie agricola utilizzata,. che.
essendosi sostanzialmente ermato il enomeno di ormazione eo espansione di
nuclei sparsi o insediamenti diusi a seguito della politica di contenimento degli
abusi edilizi. puo ritenersi ormai consolidata e pertanto suscettibile soltanto di
piccole ariazioni. che non andranno pero ad incidere sulla redditiita complessia
della produzione agricola .
Altre importanti occasioni di crescita e siluppo possono indiiduarsi nel
recupero e alorizzazione delle numerose dimore rurali di alore storico ambientale
masserie. casini. ille e case coloniche,. che. sparse un po` ounque nella campagna
rancaillese. costituiscono importanti testimonianze di un`antica ciilta contadina.
impreziosite da mirabili architetture risalenti anche alla seconda meta del 00 e da
contesti naturalistici di noteole bellezza . L` questo inatti un patrimonio di grande
alore che ore rileanti potenzialita e risorse di siluppo economico integrato. oe
si associno le produttiita in senso proprio alle iniziatie agrituristiche tese a
alorizzare antiche dimore rurali. ecchie attrezzature produttie palmenti e rantoi
per la laorazione dell`ua e delle olie, e paesaggi di rileante interesse storico
ambientale. in una politica di richiamo di alussi turistici nei periodi estii e
primaerili. anche associato a maniestazioni ed eenti culturali o ricreatii per il
tempo libero .
Pertanto gli scenari ipotizzabili per il settore primario nell`agro rancaillese
doranno preedere :
! la tutela e la alorizzazione del paesaggio e dell`ambiente agricolo e delle
connesse emergenze e testimonianze di interesse eo alore storico o ambientale:
! nella parte dell`agro destinata alla oliicoltura ed alla iticoltura lo siluppo delle
attiita orientate erso le produzioni etichettate doc` e protette di nicchia :
! nella parte rimanente dell`agro lo siluppo della produzione agricola di qualita.
inalizzata alla piu razionale utilizzazione dei terreni ed orientata erso attiita di
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


194
alleamento. di produzioni biocompatibili e in genere delle coltiazioni sostenute da
particolari attenzioni e incentii inanziari regionali. nazionali ed europei :
! nella parte dell`agro interessata dalla presenza di masserie o dimore e strutture
storiche dell`ambiente contadino. l`organizzazione di attiita inalizzate all`ospitalita
turistica o agrituristica. secondo moderni criteri di richiamo e intrattenimento. anche
correlati ai programmi delle maniestazioni estie da organizzarsi a cura
dell`Amministrazione comunale nel centro storico della (itta :
! nella parte dell`agro occupata dagli insediamenti diusi la riqualiicazione delle
situazioni urbanizzatie esistenti. con interenti di risanamento ambientale e
dotazione di piccoli serizi e attrezzature collettie per la residenza :
! incentiazione delle attiita agricole. eliminando tutte le sacche di agricoltura
arretrata o sottoutilizzata presenti nell`agro. con interenti mirati anche al
miglioramento dei lielli occupazionali :
! ricomposizione della dimensione aziendale. rapportata ad una ragioneole
economicita di gestione. anche con lielli di conduzione meccanizzata o
specializzata.
Le scelte di carattere piu speciicatamente urbanistico doranno indiiduare.
nel rispetto delle prescrizioni del PU11P regionale. zonizzazioni e normatie le
piu idonee a conseguire gli scenari innanzi preigurati. preedendo :
! mantenimento e siluppo delle colture arboree esistenti. anche sotto il proilo
della salaguardia ecologica.
! riduzione delle densita edilizie nelle zone naturalistiche. panoramiche o di pregio
ambientale.
! recupero e risanamento dell`intero sistema naturalistico ed idrogeologico del
(anale Reale. con interenti inalizzati anche alla riqualiicazione paesaggistica
dell`elemento naturalistico e delle aree contermini.
! corretta gestione delle attiita in esercizio.
! modalita di conserazione e trasormazioni coerenti ai principi di tutela e
salaguardia. prestando anche particolare attenzione ai manuatti ed elementi
tradizionali della ciilta contadina tratturi. muretti a secco. aie. trulli. pagliare. ecc.,.
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


195
! indicazione di precisi codici d`interento per l`edilizia storica dell`agro. secondo i
canoni del restauro e risanamento conseratio.
! indicazione di tipi edilizi ed architetture e initure tradizionali per le costruzioni
rurali.
! riordino e riqualiicazione degli insediamenti diusi e dei nuclei sparsi esistenti
nell`ambito di perimetrazioni estese a pluralita di ediici comportanti una continuita
ediicata ed una rileante modiicazione dell`assetto territoriale .
!
')II#;.6*.!&#!)(55!<5(!#-!;5$$.(5!;5+.*&)(#.!
!
Nel precedente capitolo relatio alle attiita del settore secondario e stato
gia richiamato il problema del traserimento delle principali attiita artigianali ed
industriali esistenti nell`ambito della (itta consolidata. determinando le condizioni
per portarle nei due insediamenti industriali dei P.I.P. di ia Grottaglie e di ia San
Vito. Un traserimento chiaramente da attuarsi mediante la delocalizzazione sia dei
complessi produttii inquinanti attualmente esistenti in (itta e sia delle altre attiita
produttie. che. pur essendo non inquinanti. determinano comunque con la loro
presenza noteole disordine urbanistico in relazione all`esigenza di piu ampie
dimensioni e di migliori organizzazioni produttie .
Altri importanti problemi circa il riassetto di questo settore produttio nel
(omune di lrancailla lontana riguardano :
! il completamento delle maglie esistenti all`interno della zona P.I.P. di ia
Grottaglie ancora non esaurite. da incentiarsi anche mediante la realizzazione dei
serizi e delle attrezzature necessarie al soddisacimento dello standard del 10 .
strutture queste che. alidamente organizzate. possono costituire un orte richiamo
di nuoe iniziatie e capitali oltre che il miglioramento delle condizioni laoratie
degli operatori gia insediati :
! per gli stessi motii la realizzazione dei serizi nella misura dello standard del
10 relatii alla zona P.I.P. della ia San Vito :
! la riqualiicazione dei suddetti comparti P.I.P. esistenti. mediante il
miglioramento dell`arredo urbano parcheggi. marciapiedi. aree a erde e alberature
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


196
perimetrali alla iabilita, e la preisione di particolari attiita di contorno capaci di
costituire altri motii di richiamo e orte attrattia :
! il miglioramento delle iabilita di accesso ai due predetti insediamenti industriali.
mediante la realizzazione di nuoe opere e innoazioni utili a conseguire idonee
condizioni di sicurezza .

D=H>! BJ! OR! \! /A/A?=]9ABG! =DD9E=! G! BAB! =DD9E=! =!
'7=B"=E9??=!'ABD=B=!Y!2=D9!9CD=D!KSSK!
!
KSPK! KSQK! KSRK! KSSK! LTTK!
F'! e! F'! e! F'! e! F'! e! F'! e!
".*&>!<(.W5;>!
A""0/=D9! ~ ~ ~ ~ 9.553 41.0 9.808 3.4
29CA""0/=D9 ~ ~ ~ ~ 1.682 .2 953 3.6
DAD=?G! 12. 61.6 11.233 49.5 11.235 48.2 10.61 41.0
9*!+5(+)!&#!
Kf!.++3<)8>!
388 1.9 650 2.9 2.14 9.3 2.899 11.1
DAD=?G!!
/A/>!=DD9E=!
13.165 63.5 11.883 52.4 13.409 5.5 13.660 52.1
/A/A?=]9ABG
BAB!=DD9E=!
20.41 36.5 10.89 4.6 9.899 4.2 12.59 4.9
DAD=?G!UgV! 20.41 100 22.62 100 23.928 100 26.239 100 100
UgV!popolazione residente da 14 anni in poi

Per quanto riguarda il calcolo del abbisogno delle aree per l`edilizia
produttia. con rierimento alla metodologia della Delibera G.R. n632089 occorre
analizzare la strutturazione e la dinamica della popolazione attia nel (omune di
lrancailla lontana in modo da indiiduare :
! l`andamento nel tempo delle attiita economiche e produttie esistenti nel
territorio comunale :
! l`eoluzione della popolazione residente attia e non attia in base ai dati dei
censimenti :
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


197
! la distribuzione della popolazione residente attia nei diersi rami delle attiita
economiche :
! gli altri dati sulla popolazione residente attia relatiamente alla distribuzione
delle dierse posizioni proessionali .
I dati statistici relatii al settore secondario peraltro ancora ermi al 1991 a
causa della mancata pubblicazione di quelli relatii al (ensimento del 2001, parlano
di circa 3.000 addetti residenti a lrancailla lontana. senza considerare pero gli
eetti circa la mobilita della domanda occupazionale sul territorio. nel senso che
parecchi occupati nelle imprese locali sono residenti in altri (omuni del
comprensorio e iceersa non pochi laoratori rancaillesi risultano impegnati
presso Ditte con sede ed attiita in altri (omuni .

D=H>! BJ! OS! \! /A/A?=]9ABG! =DD9E=! =! '7=B"=E9??=! 'ABD=B=!
/G7!7=FA!29!=DD9E9D=[!G"ABAF9"=!!

KSPK! KSQK! KSRK! KSSK! LTTK!
F'! e! F'! e! F'! e! F'! e! F'! e!
=179"A?D07=! .260 56.8 5.415 48.2 4.235 3. 3.029 28.1
9B20CD79=!U$.$)-5V! 3.049 23.9 2.888 25. 2.90 24.8 2.986 2.8
"AFH>^G?GD>^="@0=! 22 0.2 44 0.4 1 0.6 56 0.5
F=B9'=DD07G! 2.059 16.1 1.886 16.6 1.63 14.9 1.896 20.0
"ACD70]9AB9! 968 .6 958 8.5 1.046 9.3 1.034 9.6
"AFFG7"9A!! 835 6.5 1.02 9.5 1.5 14.0 1.38 16.2
D7=C/A7D9! 331 2.6 262 2.3 281 2.5 230 2.1
"7G29DA!G!=CC9">! 52 0.4 51 0.5 19 1.6 384 3.6
/0HH?9"=!=FFbBG!
G!CG7E9]9
1.250 9.8 1.545 13.8 2.13 19.4 2.394 22.2
DAD=?G!UgV! 20.41 100 22.62 100 23.928 100 26.239 100 100
Llaborazione dati IS1A1

PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


198
La ripartizione in termini percentuali degli addetti alle attiita industriali a
seconda della loro posizione proessionale eidenzia la netta prealenza dei
laoratori dipendenti con un`incidenza pari al 0.5 , rispetto ai laoratori in
proprio incidenza pari al 15.5 ,. nonch rispetto agli impiegati. dirigenti e
coadiutori incidenza pari al 10.4 , e inine agli imprenditori e liberi proessionisti
incidenza pari al 3.6 , .
Va` rileato pero che per conronto con il decennio precedente i dati piu
recenti dimostrano una consistente diminuzione della percentuale dei laoratori
dipendenti nella misura di circa il 13 e di conseguenza un contemporaneo
aumento della percentuale relatia ai laoratori in proprio di circa il 6 , e di quelle
relatie alle altre categorie sia imprenditori che dirigenti e impiegati, ciascuna nella
misura di circa il 3.5 . Variazioni queste che denotano un certo incremento delle
attiita di minore dimensione cioe quasi a conduzione diretta, a carattere
artigianale. a scapito di quelle piu ampie con laoratori dipendenti e quindi con
caratteristiche piu simili a quelle degli impianti industriali .
















PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


199
D=H>! BJ! PT! \! /A/A?=]9ABG! =DD9E=! =! '7=B"=E9??=! 'ABD=B=!
/G7!7=FA!G!/AC9]9ABG!/7A'GCC9AB=?G!
!
KSPK! KSQK! KSRK! KSSK! LTTK!
F'! e! F'! e! F'! e! F'! e! F'! e!
=179"A?D07=! .260 56.8 5.415 48.2 4.235 3. 3.029 28.1
94<(5*&>\?#I>!<(.W>! 12 0.1 15 0.1 12 0.1 44 0.4
?),>!#*!!<(.<(#.! 55 4.4 438 3.9 39 3.4 410 3.8
".)&#3$.(#! 529 4.2 114 1.0 4 0.4 63 0.6
2#(#65*$#!94<#56)$#! 20 0.2 16 0.1 11 0.1 35 0.3
?),>!2#<5*&5*$#! 6.142 48.0 4.832 43.0 3.86 33. 2.4 23.0
9B20CD79=!
U$.$)-5V!
3.049 23.8 2.888 25. 2.90 24.8 2.986 2.8
94<(5*&>\?#I>!<(.W>! 11 0.1 34 0.3 12 0.1 110 1.0
?),>!#*!!<(.<(#.! 491 3.8 36 3.3 263 2.4 465 4.3
".)&#3$.(#! 64 0.5 32 0.3 28 0.2 42 0.4
2#(#65*$#!94<#56)$#! 46 0.4 140 1.3 15 1.6 260 2.4
?),>!2#<5*&5*$#! 2.43 19.1 2.315 20.6 2.312 20.6 2.109 19.6
=?D7G!=DD9E9D=[! 2.468 19.3 2.930 26.1 4.210 3.5 4.46 44.1
94<(5*&>\?#I>!<(.W>! 104 0.8 161 1.4 232 2.1 314 2.9
?),>!#*!!<(.<(#.! 626 4.9 6 6.9 889 .9 1.136 10.6
".)&#3$.(#! 113 0.9 112 1.0 112 1.0 122 1.1
2#(#65*$#!94<#56)$#! 15 5.6 1069 9.5 1.620
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


200
D=H>! BJ! PK! \! /A/A?=]9ABG! =DD9E=! =! '7=B"=E9??=! 'ABD=B=!
/G7!7=FA!29!=DD9E9D=[!G"ABAF9"=!!


KSRK! KSSK! E)(#)8> KSSK! LTTK!
!
B! e! B! e p!B! F'!
!
e! F'! !
/.<.->!D.$)-5! 32.912 100 33.995 100 1.083 100 36.24 100 40.14
/.<.->!=$$#,)! 11.235 34.1 10.61 31. - 44 31. 11.500 31.4 12.605
=&&5$$#!=6(#+.-$>! 4.235 12.9 3.029 8.9 -1206 8.9 3.228 6.4 2.50
=&&5$$#!9*&3;$(#)!! 1.44 5.3 1.952 5.8 208 5.8 2.100 .8 3.140
=&&5$$#!".;$(38>! 1.046 3.2 1.034 3.0 - 12 3.0 1.090 3.2 1.280
=&&5$$#!D.$)-5! 2.90 8.5 2.986 8.8 196 8.8 3.190 11.0 4.420
=&&5$$#!".445(+#.! 1.5 4.8 1.38 5.1 161 5.1 1.850 5.3 2.125
=&&5$$#!D();<.($#! 281 0.8 230 0. - 51 0. 255 0. 280
=&&5$$#!"(5&#$.!5!
=;;#+3()8#.*#!
19 0.5 384 1.1 205 1.1 400 1.1 440
=&&5$$#!/3III-#+)!
=44b*5!
2.13 6.6 2.394 .1 221 .1 2.55 6.9 2.0 100
Llaborazione dati IS1A1

In deinitia. in base alla proiezione del trend tendenziale riscontrabile nei
decenni precedenti. rispetto alla popolazione attia stimata nell`anno 2001 pari a
circa 11.500 residenti. risulta abbastanza plausibile preedere che alla ine dell`anno
2018 cioe alla ine del quindicennio di alidita del P.U.G., la situazione della
popolazione residente attia possa modiicarsi nel senso che :
! gli attii in condizione proessionale possano incrementarsi sino a un totale di
circa 12.600 residenti :
! la popolazione attia si ripartisca secondo percentuali rispettiamente del 22
destinato al settore primario. del 32 destinato al settore secondario e del 46
impegnato nel settore terziario :
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


201
! sicch in base alle proiezioni riportate nella tabella relatia al calcolo dei nuoi
posti di laoro si ricaa che circa 4.420 addetti potranno costituire la orza laoro
dell`intero settore secondario. da ripartirsi in 3.140 addetti alle attiita artigianali e
industriali e 1280 addetti nel campo delle costruzioni :
! di conseguenza con rierimento allo stesso arco di tempo si ricaa una quantita
complessia di circa 1.230 nuoi posti di laoro del settore secondario. suddiisi in
1040 nuoi posti per le attiita artigianali e industriali e 190 nuoi posti per le
attiita del settore delle costruzioni .
Nell`elaborare i predetti dati di proiezione del dimensionamento relatio al
settore secondario si e tenuto conto. oltre che delle dinamiche economiche
eriicatesi negli ultimi decenni. anche delle caratteristiche di attrattiita riconoscibili
per l`area produttia rancaillese : e cio sia in rapporto alla sua posizione
baricentrica nell`area ionico salentina e sia per i possibili eetti che potranno essere
indotti dall`entrata a regime delle attiita connesse al (entro di carico intermodale .
Pertanto. con rierimento alle speciiche analisi socio economiche innanzi
riportate. il dimensionamento delle aree industriali e artigianali occorrenti nel
prossimo quindicennio nel (omune di lrancailla lontana puo preedersi secondo
il seguente conteggio :
! liello occupazionale complessio raggiungibile
nel prossimo quindicennio edi $)I>!*J!PK, addetti 3.140
! a detrarre la orza laoro occupata nelle altre attiita
produttie esterne alle zone P.I.P. : si stima nella misura
del 10 rispetto alla orza laoro al 2001:
10 x 2100 addetti - 210
! (apacita insediatia residua in termini occupazionali
da insediare nelle zone P.I.P. addetti 2.930

! Standard medio rierito alla dimensione aziendale
ricorrente nella zona, della densita di addetti per le classi
piu signiicatie delle attiita produttie insediabili nelle
zone P.I.P. addettiettaro 20

! Dimensionamento delle aree da impegnarsi con lotti
industriali e artigianali insediabili nelle zone P.I.P.
addetti 2.930 : addetti ettaro 20 ~ ettari 146.50
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


202
Il abbisogno di 146.50 ettari innanzi determinato per il prossimo
quindicennio iene largamente soddisatto dalla dotazione complessia di aree
attualmente destinate all`insediamento di lotti industriali e artigianali. che. come
speciicato nel precedente capitolo relatio a tali attiita. nelle due zone P.I.P. di ia
Grottaglie e di ia San Vito risultano complessiamente pari a :
110.00 - 1.80 ~ ettari 181.80
Si ricaa quindi un esubero pari a: 181.80 - 146.50, ~ 35.30 ettari
che dora essere riserato alle attiita collaterali agli impianti produttii. le quali
potranno comprendere aziende della grande distribuzione. magazzini per il
commercio all`ingrosso. concessionarie per la endita di eicoli. nonch altre
particolari attiita di contorno con unzione anche di richiamo e orte attrattia.
quali discoteche. impianti multisala. sale bingo e altre attrezzature simili di
aggregazione collettia .

')II#;.6*.!&#!)(55!<5(!#-!;5$$.(5!$5(8#)(#.!
!
La crescita del benessere economico e dei lielli di qualita della ita. la
migliore organizzazione della struttura sociale e la diusione di modelli di
rierimento pubblicizzati dai mass media e in particolare dalla teleisione, negli
ultimi decenni hanno contribuito a determinare nel (omune di lrancailla lontana
un orte siluppo anche in termini quantitatii delle )$$#,#$%! +.445(+#)-#.
aorendo il processo di terziarizzazione gia riscontrato nell`indagine sulla
distribuzione delle attiita economiche .
Soltanto nel settore alimentare si riscontra una riduzione degli esercizi al
minuto in analogia al enomeno piu generale legato alla ristrutturazione del sistema
tradizionale del commercio al dettaglio. per il quale si e eriicato il passaggio dai
piccoli esercizi a conduzione amiliare al cosiddetto dettaglio organizzato` con il
ormarsi di grandi magazzini. minimercati e supermercati .
Per il settore non alimentare nel (omune di lrancailla lontana la struttura
del commercio presenta lielli dimensionali tra i piu consistenti riscontrabili nel
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


203
(omprensorio e nelle medie proinciali : situazione questa certamente dipendente
dalla particolare posizione geograica e dalla disponibilita di serizi d`interesse
generale e di ordine superiore esistenti in questo centro abitato .
I dati raccolti presso l`Uicio commercio del (omune di lrancailla
lontana segnalano alla data del 29 settembre 2003 la presenza nel territorio
comunale complessiamente di 650 negozi al dettaglio del settore alimentare e non
alimentare, piu 8 pubblici esercizi ripartiti in 60 bar o caetterie e 18 ristoranti o
pizzerie. determinando quindi incidenze di esercizi di endita ogni 1000 abitanti
uguali rispettiamente a 1.8 per i negozi al dettaglio e a 2.1 per gli esercizi pubblici.
medie queste che risultano perettamente allineate a quelle riscontrabili nelle citta
capoluogo o in altri grandi centri. caratterizzati da importanti unzioni
amministratie di ordine territoriale .
Ai predetti dati deono aggiungersi inoltre quelli relatii alle endite
all`ingrosso. che tradizionalmente a lrancailla lontana hanno costituito sempre un
settore noteolmente diuso soprattutto nel campo dell`abbigliamento. delle
maglierie e degli articoli da corredo .
In particolare l`analisi della rete distributia nel centro urbano di lrancailla
lontana eidenzia che lo siluppo del settore ha portato ad una distribuzione della
rete commerciale prealentemente localizzata all`interno del (entro storico e nelle
sue immediate adiacenze. nonch lungo le principali direttrici di collegamento ai
centri icini . Ne sono conseguite condizioni di un certo squilibrio nelle aree piu
perieriche e nei nuoi quartieri residenziali. oe dee lamentarsi la carenza di
strutture per unzioni commerciali a serizio delle destinazioni abitatie .
In tale quadro un eicace indirizzo ai ini dello siluppo e riordino
dell`organizzazione distributia puo essere solto regolando l`inserimento ragionato
e programmato delle nuoe unita commerciali in armonia con i criteri urbanistici e
mirando ad adeguare la potenzialita delle strutture distributie alla capacita di
consumo per le dierse situazioni territoriali e ambientali .
A tal ine un`eicace integrazione delle residenze con i serizi ad esse
connessi potra attuarsi nell`ambito delle nuoe preisioni dell`organizzazione urbana
da stabilirsi con il P.U.G.. in relazione al rispetto della norma che impone la
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


204
dotazione di 20 metri cubi per ogni abitante insediato nelle zone di espansione. L
cio per l`eidente necessita di garantire lo siluppo di un adeguato tessuto terziario
oltre che artigianale di serizio come barbieri. parrucchieri. calzolai. sartorie. ecc.,
nelle aree residenziali di completamento e di nuoo impianto. nonch una adeguata
organizzazione del sistema di distribuzione delle unzioni commerciali .
Altra importante esigenza del settore commerciale e rappresentata dalla
necessita di realizzare nell`ambito del tessuto urbano di lrancailla lontana un`area
mercatale. attrezzata per lo solgimento del mercato settimanale a norma della L.R.
24.0.2001 n 18 disciplina del commercio su aree pubbliche, . Per l`attuazione di
una siatta attrezzatura peraltro sono attualmente in corso apposite iniziatie da
parte dell`Amministrazione comunale con l`intento anche di allocare le attiita
circensi e dello spettacolo iaggiante in conormita alla legge n 33del 1968 .
A lrancailla lontana le attiita di commercio sulle aree pubbliche e quindi
anche del mercato settimanale sono regolamentate da apposito studio del (.A.1.
della (oncommercio di Puglia. che di recente e stato atto predisporre dalla
Amministrazione comunale a seguito delle nuoe disposizioni del Decreto Bersani e
della citata L.R. n 182001. 1rattasi inatti di attiita che. ripetendosi con regolare
requenza o in occasione di particolari ricorrenze. realizzano nel complesso una
consistente aluenza di pubblico e anche un cospicuo moimento commerciale e
nel contempo rinnoano e tramandano antiche consuetudini. espressioni tipiche
dell`economia agricola legate alla endita di prodotti agricoli. di manuatti
dell`artigianato locale e di altri beni di consumo di ogni genere e tipo .
In particolare il mercato settimanale attualmente si solge ogni sabato lungo
le strade del nuoo quartiere residenziale della zona Peschiera` posta a nord del
(entro storico,. occupandone quasi per intero le sedi iarie sia con i banchi di
endita che con i urgoni e le altre attrezzature degli operatori .
Ne conseguono quindi condizioni di grae disagio per gli abitanti residenti e
per gli stessi operatori del mercato. conermando cosi l`esigenza di addienire ad
una nuoa idonea sistemazione di tale mercato settimanale in area aente
destinazione speciica. con possibilita pero anche di utilizzazioni pluriunzionali .
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


205
Dierse inece sono le situazioni che si eriicano per le altre attiita di
commercio su aree pubbliche in occasione di sagre. iere e maniestazioni consimili
che si solgono in (itta durante in ari periodi dell`anno. trattandosi in questo caso
di este popolari o comunque di momenti di aggregazione. che. rinnoando antiche
tradizioni dei costumi e della storia locale. alorizzano ed esaltano gli aspetti piu
genuini e singolari del olclore e delle consuetudini popolari. costituendo anche
orte motio di richiamo turistico e di aluenza dagli altri centri dell`area ionico
salentina .

1ra queste maniestazioni. in particolar modo anno ricordati :
! la iera agricola di S. Marco:
! il mercatino di Natale e della Beana in Viale V. Lilla:
! e tutti i ari mercatini che si solgono in occasione di iere. sagre e este
patronali che si susseguono durante l`anno nelle principali piazze del (entro storico
o degli altri quartieri della (itta .

Sempre nel campo delle attiita commerciali noteole importanza rieste a
lrancailla lontana la liera Mostra dell`Ascensione. che si solge nell` ormai
ecchio quartiere ieristico di ia Mulini con l`esposizione e endita dei prodotti
maniatturieri e artigianali della regione e in particolare dell`area ionico - salentina.
Anche in questo caso pero l`attuale sistemazione risulta alquanto superata
rispetto alle esigenze richieste da una razionale organizzazione degli spazi occorrenti
per un adeguato solgimento di tale importante maniestazione : e cio in rapporto
sia alla esiguita degli spazi disponibili e sia alla sua impropria localizzazione in un
contesto cittadino che. al contrario di tanti anni a. quando la liera Mostra enne
traserita da Largo Borgo (roce alla struttura di ia Mulini. attualmente ha
completamente circondato le aree dell`esposizione. inglobandole ormai in un tessuto
ediicato densamente abitato ed aggraato anche dall`intenso traico eicolare
determinato dalla icinanza con la stazione erroiaria .
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


206

Per quanto riguarda le altre )$$#,#$%! &5-! ;5$$.(5! $5(8#)(#. esistenti o
preedibili a lrancailla lontana. queste. in relazione alle dimensioni ed alle
caratteristiche della (itta. comprendono una pluralita di serizi. attrezzature ed
attiita proessionali e direzionali che in base ai dati del censimento 1991 e senza
considerare gli addetti al commercio, complessiamente impegnano il 28 della
popolazione attia. con un`incidenza quindi maggiore o uguale a quelle riscontrabile
negli altri settori. che risultano pari rispettiamente al 16 per il commercio. al 28
per l`agricoltura ed al 28 per l`intero settore secondario .
Inatti in tale ampio segmento di attiita terziarie rientrano la sanita. la
pubblica amministrazione. l`istruzione. gli studi proessionali. le strutture culturali.
quelle per il diertimento e lo sport. gli impianti tecnologici in genere. le
intermediazioni inanziarie e monetarie. i serizi sociali e assistenziali. gli altri serizi
in genere e quindi tutto il complesso di strutture della societa ciile che sono alla
base dell`organizzazione sociale. politica ed economica della (itta .
A lrancailla lontana parti signiicatie del terziario si concentrano nel
(entro storico e nelle immediate adiacenze. mentre altre parti ugualmente
signiicatie ospedale. scuole. caserma dei carabinieri. centri sportii. ecc., sono
distribuiti nelle arie zone perieriche dell`abitato soprattutto in relazione alla loro
piu recente realizzazione ed in rapporto all`esigenza di potere disporre di adeguati
spazi per parcheggi. aree di accesso e altre aree a erde e di pertinenza .
Il dimensionamento di molti di questi spazi per attiita terziarie coincide
con quello da determinarsi ai sensi del Decreto I.M. n 144468 sugli standards
urbanistici. ai ini del calcolo dei abbisogni sulle quantita minime di spazi da
riserare alle zone l` per attrezzature e serizi .
Peraltro in base al recente schema di DRAG Documento regionale di
assetto generale,. adottato ai sensi della L.R. n 202001 dalla Giunta regionale.
ulteriori serizi d`interesse collettio sono precisati eo inclusi ex noo tra gli
standards attinenti le preisioni strutturali da perseguire nelle dotazioni minime.
sicch ai ini della corretta pianiicazione urbanistica si puo dire che l`intera gamma
delle aree per le attiita terziarie puo considerarsi quantitatiamente deinita oe
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


208
KL!Y!C#;$54)!&5--)!,#)I#-#$%!5!&5#!+.--56)45*$#!#*W();$(3$$3()-#!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
E#)I#-#$%!5!+.--56)45*$#!#*W();$(3$$3()-#!5Z$()3(I)*#!
!
Le strutture della iabilita e dei collegamenti inrastrutturali assumono
grande importanza nel territorio di lrancailla lontana per la sua unzione di polo
direzionale nell`intero ambito comprensoriale e per la sua posizione baricentrica nel
sistema territoriale ionico salentino lungo la direttrice Brindisi - 1aranto. ad una
distanza pressoch uguale di circa 32 km. dai due (apoluoghi di proincia .
In relazione a tale peculiare ubicazione. la citta di lrancailla lontana. che
costituisce il centro piu importante dell`hinterland brindisino. e posto al centro di
una itta rete di comunicazioni stradali e erroiarie che assicurano sia i collegamenti
a carattere primario nella direzione est - oest rispettiamente erso Brindisi e
Lecce da un lato e erso 1aranto e la (alabria dall`altro, e sia quelli della iabilita
secondaria. costituita da un olto sistema radiale di strade extraurbane che la
mettono in comunicazione con i numerosi comuni contermini delle proince di
Brindisi e 1aranto.

PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


209
9-!;#;$54)!W5((.,#)(#.!
!
Il sistema erroiario si articola essenzialmente in due tracciati. l`uno
nettamente nazionale e interregionale e l`altro decisamente locale ed intercomunale.
che. incrociandosi nello snodo erroiario di lrancailla lontana. determinano
anche aoreoli condizioni di interconnessione nella gestione logistica del trasporto
di merci e dei prodotti locali dell`agricoltura e delle attiita industriali ed artigianali .
Situazioni queste. che attorno al 1990 sono state alla base della scelta di localizzare a
lrancailla lontana l`insediamento del (entro di carico intermodale attrezzato per
l`interscambio tra le tipologie di trasporto sia su gomma che su rotaia
La linea a carattere nazionale ed interregionale e costituita dalla erroia
Brindisi - 1aranto delle lerroie dello Stato. che. pur essendo ancora a binario
unico. di recente e stata oggetto di elettriicazione. della quale e preista l`attiazione
entro il prossimo luglio 2004 . I laori di elettriicazione peraltro hanno comportato
la realizzazione di una grande sottostazione elettrica. ubicata in base a Delibera
(.(. del 3.8.1998, su una asta area della supericie di circa mq. 5.000. posta ai
margini del caalca - erroia di ia D`Angio ed in continuita con lo scalo
erroiario della Stazione.
1ale linea delle lerroie dello Stato. assolendo all`importante collegamento
tra la Puglia e la (alabria e Basilicata. e interessata da un consistente traico
erroiario con il transito nella stazione di lrancailla lontana di circa 30 treni al
giorno. corrispondenti al passaggio di circa 15 conogli nei due sensi da Brindisi e
Lecce erso 1aranto. Potenza e (osenza e iceersa .
L`altra linea erroiaria a carattere locale ed intercomunale e costituita dalla
erroia Lecce - Martina lranca - Bari. un tempo priata delle lerroie del Sud Lst
ed attualmente gestita dalla Regione Puglia . Solgendo la unzione quasi di una
metropolitana di supericie intercomunale. tale linea erroiaria. con un percorso
abbastanza tortuoso. sere direttamente la ila dei (omuni interni lungo la dorsale
salentina a nord di Lecce (ampi Salentina. Guagnano. San Pancrazio e Manduria, e
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


210
quindi le (itta della Murgia brindisina (eglie Messapica. (isternino. Martina
lranca. Alberobello. ecc., ino a ricollegarsi a Bari .
Il traico erroiario su tali tratte e abbastanza limitato. in quanto costituito
dal transito nella stessa stazione di lrancailla lontana di circa 16 treni al giorno 8
conogli nei due sensi,. distribuiti in modo da assicurare gli spostamenti pendolari
di laoratori e studenti . In relazione al basso liello di serizio. per la linea non e
preisto alcun interento di elettriicazione. sicch i conogli sono per lo piu del
tipo littorine` o locomotori azionati con motori a scoppio .
Si dee aggiungere che entrambe le erroie sono adibite indierentemente
al trasporto di persone e merci. che potra ulteriormente incentiarsi dopo la
completa attiazione del suddetto (entro di carico intermodale . In tal senso
peraltro. negli interenti di completamento di questa nuoa struttura e preista la
realizzazione di una linea erroiaria di raccordo dell`area del (entro con la stazione
di lrancailla lontana .
I serizi di stazione comprendono anche lo scalo merci momentaneamente
pero disattiato. essendo stato di recente dirottato a Brindisi, ed il deposito per la
sosta dei treni. attrezzato con le oicine e gli impianti di laaggio .
Per quanto attiene i rilessi sul traico cittadino. la presenza dei tracciati
erroiari posti immediatamente a ridosso dell`abitato costituisce uno dei punti di
criticita dello studio urbanistico. in relazione ai noteoli problemi che si
ripercuotono sulla circolazione eicolare e pedonale . Va tenuto conto inatti che le
aree dei tracciati erroiari engono a realizzare una barriera che diide nettamente
la (itta dal territorio circostante. per cui la stessa risulta superabile esclusiamente
mediante il caalcaerroia di ia D`Angio ed attraerso gli 8 passaggi a liello
custoditi o comandati a distanza dalla Stazione erroiaria, esistenti in
corrispondenza con le strade proinciali e comunali .
In realta tali tracciati erroiari. realizzati in epoca abbastanza remota a
partire dagli ultimi decenni dell`Ottocento, quando l`espansione della (itta si
ermaa a noteole distanza dalla linea errata. urono raggiunti. nelle arie direzioni
circostanti l`ambito urbano. dalla consistente trama dei tessuti edilizi marginali ai
nuoi rioni di espansione La Volpe. (roce. (appuccini e Paludi sorti a partire dal
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


211
1936 e siluppatisi in modo piu consistente dopo la 2` guerra mondiale ino anche a
dopo l`ultima strumentazione urbanistica igente .
Poich pero siatta crescita dello siluppo urbano sostanzialmente e
aenuta senza lasciare suicienti soluzioni di continuita rispetto alla linea errata.
allo stato attuale non si riscontrano adeguati margini per preedere nuoe
inrastrutture che. superando la barriera della erroia mediante sottopassi o
sorapassi preisti negli stessi siti. permettano di eliminare come nel caso del
caalcaerroia di ia D`Angio, almeno alcuni dei passaggi a liello esistenti in
corrispondenza delle principali arterie di traico nelle direzioni a sud e ad oest del
centro urbano. L cio. salo che le necessarie opere inrastrutturali non engano
indiiduate attraerso uno studio della iabilita esterna a ridosso dell`abitato. da
coordinarsi con i collegamenti alle suddette principali direttrici di traico .

9-!;#;$54)!&5--)!,#)I#-#$%!5Z$()3(I)*)!
!
Per quanto riguarda il sistema della iabilita extraurbana le principali arterie
di comunicazione nel territorio comunale di lrancailla lontana. in base alla loro
importanza ed alle loro caratteristiche costruttie e unzionali. possono indiiduarsi
secondo la seguente classiicazione. eettuata con rierimento a quanto stabilito dal
(odice della strada D. Lgs. n 2851992, :
! strada extraurbana principale. costituita da strada a carreggiate indipendenti o
separate da spartitraico inalicabile. ciascuna con almeno due corsie di marcia e
banchina paimentata a destra. pria di inserzioni a raso. contraddistinta dagli
appositi segnali di inizio e ine ed attrezzata con apposite aree di serizio e spazi per
la sosta. con accessi dotati di corsie di accelerazione e decelerazione` :
! strade extraurbane secondarie. costituite da strade ad unica carreggiata con
almeno una corsia per senso di marcia e banchine laterali` :
! strada extraurbana locale. costituita da strada non acente parte degli altri tipi di
strade` .
La principale direttrice di comunicazione che. a liello di ;$()&)!
5Z$()3(I)*)!<(#*+#<)-5. interessa il sistema della iabilita di lrancailla lontana e
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


212
costituita dalla strada statale n Appia`. ormante il collegamento regionale a
scorrimento eloce tra Brindisi e 1aranto . 1ale arteria e stata completata in tempi
abbastanza recenti per quanto attiene l`importante interento di ammodernamento
realizzato dall`Anas. il cui progetto u adottato a liello di ariante allo strumento
urbanistico igente con delibera (.(. del 1 marzo 1995. sicch le sue caratteristiche
risultano perettamente rispondenti alla predetta deinizione del (odice della strada .
Il percorso della strada statale attraersa il territorio comunale da est ad
oest per uno siluppo lineare complessio di circa 15.2 km.. di cui circa 9 km. sono
interessati dal tracciato della tangenziale esterna a nord della (itta compresa tra i
due sincoli principali. che. indiiduati come lrancailla est` e lrancailla oest`.
costituiscono l`accesso al centro abitato ed alle aree circostanti. proenendo
rispettiamente dalle direzioni di Brindisi e di 1aranto .
In particolare il tracciato della tangenziale esterna si siluppa in un contesto
con caratteristiche completamente omogenee a quelle della zona agricola. risultando.
nei punti meno lontani dall`abitato. ad una distanza di circa 800 metri dai tessuti
edilizi marginali all`insediamento urbano . La tangenziale inoltre scaalca
interamente l`area interessata dagli insediamenti della zona industriale lungo la ia
per Grottaglie e mediante lo sincolo di lrancailla oest si raccorda alla ecchia
sede della Statale a circa 250 metri dal limite estremo oest preisto dal P.I.P. per
detti insediamenti .
Altri tre sincoli raccordano il tracciato della tangenziale rispettiamente il
primo con la strada ecchia per Latiano. il secondo con il biio da cui si dipartono
le strade proinciali per San Vito dei Normanni e per Ostuni e il terzo con l`altra
strada proinciale per (eglie Messapica . Mediante quattro sorapassi sono
realizzati inece gli attraersamenti delle altre strade. costituite rispettiamente dalla
strada comunale per il (imitero. dalla 2` strada proinciale per (eglie detta anche
della Masseria di Donna Laura,. dalla strada comunale per le Masserie di
Buontempo e (adetto e inine dalla strada proinciale per Villa (astelli .
A liello inece di ;$()&5!5Z$()3(I)*5!;5+.*&)(#5. il sistema della iabilita
di lrancailla lontana e costituito dalle principali arterie che in senso radiale
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


213
assicurano le comunicazione con i (omuni circostanti e comprende le seguenti
strade proinciali :
a) nel settore nord :
! S.P. n 48 che mette in comunicazione lrancailla lontana con San Vito dei
Normanni e superato il conine comunale nei pressi della Masseria S. Giacomo ad
una distanza di circa 8.5 km. dallo sincolo con la tangenziale, si incrocia con altra
strada proinciale diretta a nord oest erso San Michele Salentino e a sud est erso
Latiano :
! S.P. n 28 che collega lrancailla lontana con Ostuni e. rimanendo nel
territorio comunale per circa km. dopo il predetto sincolo con la tangenziale.
segue un tracciato che nel primo tatto in localita lorleo ineriore, e caratterizzato
dalla presenza di un olto nucleo ediicato che si estende sino alle altre strade
proinciali contigue :
! S.P. n 2 che collega lrancailla lontana con (eglie Messapico. seguendo un
tracciato un po` arcuato con dislielli meno accentuati. caratterizzato inoltre nel
primo tatto di circa 3 km. a nord della tangenziale, dalla presenza di numerose case
sparse attestate erso il ronte stradale e di nuclei ediicati compresi tra le Masserie
Donna Laura e (arlo Di Noi di basso :
! S.P. n 26 che. come la precedente. collega lrancailla lontana con (eglie
Messapico seguendo un tracciato pero rettilineo e quindi con dislielli e saliscendi
abbastanza accentuati specialmente nei pressi del Vallone Bax`,. sicch si passa
dalla quota -136 nei pressi della tangenziale alla quota -210 in corrispondenza del
conine comunale :
! S.P. n 50 che collega lrancailla lontana con Villa (astelli e a circa 800 metri
dal centro urbano si dirama con la strada comunale per le Masserie Buontempo e
(adetto. interessate anche dalla presenza di un nucleo ediicato :
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


214

IV nel settore sud :
! S.P. n 4bis corrispondente alla ex strada statale n 603,. che collega
lrancailla lontana con (arosino e quindi con S. Giorgio Jonico e 1aranto.
seguendo un percorso rettilineo della lunghezza di circa 9 km. all`interno del
territorio comunale,. che a circa 4.3 km. dalla (itta attraersa il consistente nucleo
ediicato compreso tra le Masserie lontanelle e 1orricella :
! S.P. n 55 corrispondente alla tangenziale sud realizzata nei primi anni 80.
che.ad una distanza di circa 1 km. dal centro urbano. raccorda tra loro. mediante
incroci a raso canalizzati. la suddetta S.P. n 4bis per (arosino con le altre strade
proinciali esistenti nello stesso settore dirette rispettiamente a San Marzano. Saa
e Manduria ino a collegarsi poi alla proinciale per Oria :
! S.P. n 52 che collega lrancailla lontana con San Marzano ed e caratterizzata
da un tracciato con alcune cure che seguono le originarie suddiisioni interpoderali
e a circa 4 km. dal centro urbano attraersa un nucleo ediicato adiacente alla
Masseria S. (roce superiore sorto in corrispondenza dell`incrocio con la S.P. n 51 :
! S.P. n 53 che collega lrancailla lontana con Saa ed e caratterizzata da un
tracciato anch`esso non rettilineo e dalla presenza di poche residenze agricole per lo
piu esistenti nel primo tratto :
! S.P. n 54 che. partendo dalla predetta S.P. n 53 per Saa a circa 600 metri dal
centro urbano si ricollega con Manduria e quindi erso il mare Ionio e la spiaggia di
S. Pietro in Beagna ed e inoltre caratterizzata da un tracciato pressoch prio lungo
i suoi lati di residenze agricole eo di seconde case :
! S.P. n 56 che collega lrancailla lontana con Oria con un tracciato non
rettilineo della lunghezza di circa 2.5 km.. caratterizzato dalla presenza di numerose
residenze agricole e di seconde case attestate erso il ronte stradale:
! e inine la S.P. n 51. caratterizzata da un tracciato rettilineo e parallelo alla linea
erroiaria per 1aranto e costituente un ulteriore bretella esterna che. ad una
distanza di circa 2. km. dal centro urbano. raccorda con incroci a raso canalizzati la
strada di (arosino con le predette altre strade proinciali ino a collegarsi poi alla
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


215
proinciale per Oria con una lunghezza di circa 10 km. all`interno del territorio
comunale .
Molto piu itta inece e la rete ormata dalle ;$()&5! 5Z$()3(I)*5! -.+)-#.
costituite per lo piu dalle strade comunali esterne all`abitato. che si diramano nel
territorio agricolo. collegando le direttrici delle suddette strade proinciali con le
arie Masserie e gli altri siti d`interesse ambientale. produttio e anche abitatio
esistenti nell`agro di lrancailla lontana .
L`elenco aggiornato delle strade comunali extraurbane e riportato
nell`apposito Piano di classiicazione. redatto dall`Amministrazione comunale ai
sensi dell`art. 5 della L.R. n 38 del 19. con il quale risultano censite e catalogate
in rapporto alle loro caratteristiche natura del ondo. lunghezza. larghezza. capisaldi
e percorrenza, complessiamente 192 strade per una lunghezza totale di 384.91 km.
In particolare il tipo di paimentazione piu diuso e quello riinito con
macadam. che caratterizza inatti una lunghezza complessia di strade comunali pari
a circa 14 km. corrispondente a circa il 45 , . Le strade con paimentazione del
tipo naturale siluppano circa 163 km. pari al 42 ,. mentre quelle con ondo
stradale bitumato hanno una lunghezza complessia di circa 48 km. pari al 13 , .
Il disegno ormato dall`intreccio delle arie strade eidenzia per ognuna di
esse percorsi abbastanza brei. alcune olte caratterizzati da andamento segmentato.
eidentemente richiesto dalla necessita di doersi adattare alle delimitazioni
irregolari dei ondi e delle relatie colture agricole .
La lunghezza media delle strade e di circa 2 km. : comunque per eetto del
noteole estensione del territorio comunale dierse strade si siluppano per 45 km.
soprattutto nei settori nord ed oest . Le maggiori lunghezze si riscontrano per le
strade Bontempo - Puledri 8.03 km.,. Abruzzese .6 km.,. 1ratturo Martinese
.2,. Oria San Vito .9 km.,. La lranca Paolo Dell`Aglio .2 km.,. San Marzano
Oria .0 km., e la loresio San Girolamo .0 km., .
La diusione di tali strade sul territorio risulta maggiormente concentrata
nei settori est e sud-est. cioe a caallo delle direttrici per Brindisi. Oria e Saa .
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


216
Inece sensibilmente meno addensata e la trama delle arie strade comunali
nell`ambito tra le direttrici per (eglie e per Villa (astelli .
Il disegno complessio della iabilita extraurbana locale e completato inine
dalle strade icinali e dalle strade priate o condominiali. rispettiamente a serizio
dell`accesso ai ondi oero all`interno dei ari nuclei sparsi ediicati presenti nel
territorio .
I problemi da risolere per queste strade extraurbane locali e in particolar
modo per quelle comunali essenzialmente riguardano :
! la sicurezza della circolazione. soprattutto per quanto attiene la canalizzazione
degli innesti di tali percorsi sulle strade proinciali. innesti che attualmente
aengono quasi sempre senza alcuna regolamentazione. mentre inece dorebbero
essere modiicati con incroci del tipo ad U`. preedendo adeguati spazi di attesa
prima dell`immissione sulla iabilita principale :
e inoltre la salaguardia degli aspetti tipici ancora riconoscibili nei ecchi tracciati
rurali della campagna rancaillese. con la conserazione della morologia dei luoghi
e soprattutto delle testimonianze tradizionali del paesaggio agrario. quali recinzioni
con muretti a secco. aie. banchine con arbusti e in generale tutti gli altri aspetti che
costituiscono elementi identitari dell`ambiente agricolo .

E#)I#-#$%!+#$$)&#*)!5!$()WW#+.!3(I)*.!
!
Lo studio della mobilita e dei problemi connessi alla circolazione. alla sosta
ed al trasporto pubblico nella citta di lrancailla lontana e stato di recente
eettuato dal Piano generale del traico. predisposto dal (omune ai sensi
dell`articolo 36 della legge 28595 e approato con Delibera (.(. n 2 del
10.01.2003.
1ale Piano ha tenuto conto che il traico urbano risulta direttamente
condizionato. oltre che dalla mobilita cittadina. anche dai lussi proenienti dai
collegamenti iari con i centri contermini e con il territorio circostante. collegamenti
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


217
che per la citta di lrancailla lontana si conigurano come un sistema radiale
ormato dagli assi principali della iabilita extraurbana .
(on il Piano del traico pertanto sono stati rileati i lussi di mobilita in
ingresso e in uscita. suddiisi in base alle dierse tipologie di eicoli auto. motocicli.
eicoli commerciali e mezzi pubblici,. attraerso le principali sezioni di accesso al
centro urbano corrispondenti alle seguenti direttrici extraurbane :

K> ,#)!<5(!A(#)!
L> ,#)!<5(!H(#*&#;#^!
M> ,#)!<5(!C)*!E#$.!&5#!B.(4)**#!5&!A;$3*#^!
N> ,#)!"56-#5!F5;;)<#+.^!
O> ,#)!<5(!")(.;#*.^!
P> ,#)!<5(!C),)!5!<5(!C)*!F)(8)*.^!!
Q> ,#)!<5(!1(.$$)6-#5!

La direttrice maggiormente requentata. sia in entrata che in uscita. e
risultata quella della ia per Grottaglie. con intensita media dei lussi auto che sono
risultati uguali a circa una olta e mezzo di quelli rileati nelle ie per Oria e per San
Vito. nonch a circa il doppio di quelli rileati per ciascuna delle ie per Brindisi. per
(eglie Messapico e per Saa e San Marzano ed inine a circa 3.5 olte dei lussi
relatii alla ia per (arosino .
Dalle tabelle di rileazione e dalle elaborazioni delle indagini eettuate con il
Piano del traico emergono inoltre i seguenti aspetti piu interessanti :
! per quanto riguarda la tipologia dei eicoli. i lussi del traico automobilistico
risultano di gran lunga prealenti rispetto a quelli delle altre categorie. con alori
medi pari a circa 6 olte di quelli relatii ai eicoli pesanti ed a circa 20 olte di quelli
rileati per i motocicli :
! il olume complessio medio del traico automobilistico attraerso le sezioni di
rileamento risulta abbastanza sostenuto durante l`intero arco della giornata. anche
se nelle ore centrali dalle 10 alle 14 si registrano intensita di lussi ineriori di circa il
20 :
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


218
! ariazioni molto piu consistenti nell`arco della giornata si hanno inece
relatiamente alle singole sezioni. sicch emerge un quadro della mobilita per
lrancailla lontana ariamente articolato. che rispecchia peraltro le principali
caratteristiche della (itta legate alle sue unzioni di polo direzionale ed alla sua
posizione baricentrica entro l`ambito territoriale :
! i maggiori lussi pendolari per laoro si riscontrano in uscita erso la direzione di
Grottaglie ed in entrata dalla direzione di Oria :
! il traico dei mezzi pubblici e concentrato principalmente nelle ore degli
spostamenti pendolari degli studenti :
! per quanto attiene le tipologie degli spostamenti. di gran lunga prealenti sono
risultati rispettiamente quelli relatii a motii di laoro. quelli aenti una requenza
giornaliera. nonch quelli eettuati da persone in condizione proessionale di
occupato e inine quelli caratterizzati da un tempo di spostamento non superiore ad
un`ora .
In base all`analisi dell`attuale assetto circolatorio. il Piano generale del
traico ha indiiduato i principali poli di attrazione nella compagine urbana
diidendoli nelle seguenti 5 categorie. costituenti centri di serizio riolti per lo piu
ad un bacino coincidente con il territorio comunale :
! +5*$(#!&[#*$5(5;;5!<3II-#+.^!
! +5*$(#!&[#;$(38#.*5^!
! ;$(3$$3(5!;)*#$)(#5^!
! 5&#W#+#!(5-#6#.;#^!
! #;$#$3$#!I)*+)(#!>!
L`ubicazione dei principali poli di attrazione sulla cartograia dell`intero
ambito urbano eidenzia una distribuzione abbastanza uniorme all`interno del
tessuto cittadino. atta eccezione soltanto per il settore marginale ad oest adiacente
alla erroia e per i nuoi quartieri residenziali a nord .
Presenze piu diuse dei centri d`interesse eo di attrazione si riscontrano
all`interno del (entro storico. nelle sue immediate adiacenze e lungo il tracciato di
ia Roma e iale Lilla che. costituendo anche l`asse commerciale piu importante
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


219
della (itta. ha in s anche altri motii di richiamo per renderlo molto requentato
lungo l`arco dell`intera giornata .
Il sistema attuale della mobilita eicolare nella zona centrale e organizzato
secondo uno schema non propriamente deinito nella orma urbana . Inatti il
sistema iario utilizza per la iabilita principale di attraersamento i tracciati stradali
del primitio impianto della (itta storica. che si susseguono con un tragitto
discontinuo attraerso strade regolamentate con una percorrenza a senso unico. in
quanto rese abbastanza strette per la continua presenza dei parcheggi autorizzati
delle auto .
In tale schema le due principali direttrici di accesso alla zona centrale della
(itta sono costituiti nel ersante a sud dall`asse rettilineo di iale Lilla e ia Roma
separate dalla Porta del (armine, e nel ersante ad est dal lungo rettiilo di ia San
Lorenzo. che. partendo dagli ultimi abbricati del quartiere omonimo di edilizia
residenziale pubblica. termina esattamente in corrispondenza del ronte laterale del
Palazzo degli Imperiali. Lntrambe le due direttrici conergono sul primo anello
iario di delimitazione del nucleo piu antico della (itta. costituito dal tracciato
curilineo di (orso Umberto I. dalla Piazza omonima. e quindi da (orso Garibaldi
e ia l. (rispi. per chiudersi inine con l`estramurale esterna di ia Barbaro lorleo .
I percorsi in uscita sono costituiti inece in direzione nord erso Largo dei
(appuccini con la Porta omonima, dall`asse di (orso Garibaldi e ia l. (rispi e in
direzione sud est dal percorso comprendente ia M. Imperiali. ia Regina Llena.
l`attraersamento di Porta (roce e inine iale (apitano Di (astri. caratterizzato
quest`ultimo dalla zona pedonale centrale delimitata da una doppia ila di alberi di
quercia.
Un secondo anello della iabilita principale. che raccorda e disimpegna la
itta maglia iaria circostante al nucleo piu antico. e costituito dal quadrilatero dei
iali esterni alle Porte della (itta. comprendente a sud. oltre la Porta del (armine.
l`ampio tracciato alberato di ia San lrancesco di collegamento tra le direttrici
erso Brindisi e erso Grottaglie,. ad oest il percorso curilineo di ia G. Di
Vagno. a nord. dopo la Porta dei (appuccini. l`altra strada alberata di ia Barbaro
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


220
lorleo per ricollegarsi inine sul lato est. attraerso ia lrancesco Baracca. al
predetto iale (apitano Di (astri .
Gli innesti della iabilita principale lungo tale secondo anello extramurale
sono disciplinati da impianti semaorici che regolano la circolazione soltanto in
corrispondenza di tre tra i nodi stradali piu congestionati della (itta. costituiti da
Largo Borgo (roce in angolo tra ia San lrancesco e iale (apitano Di (astri,. da
piazza A. Volta nei pressi della Porta del (armine, e da Largo (appuccini. in
corrispondenza del quale il semaoro iene ripetuto nei pressi del icino innesto tra
ia (eglie e ia Madonna delle Grazie. 1utti gli altri incroci sono inece prii di
regolamentazione con impianti semaorici. n la conluenza negli stessi di numerose
direttrici di traico e razionalizzata dalla presenza di corone rotatorie. utili per
migliorare l`assetto circolatorio delle strade che i aluiscono .
Per quanto riguarda le zone a traico limitato. attualmente la iabilita
pedonale permanente e circoscritta esclusiamente alla zona centrale del nucleo piu
antico del (entro storico. compreso tra Piazza Vittorio Lmanuele. Piazza Umberto
I e ia Municipio. caratterizzato dagli antichi tracciati medioeali quali ia Dante.
ia San Salatore. Largo San Marco. ia San Gioanni e ia (ardinale Spinelli,.
arricchiti lungo l`intero percorso dalla presenza su entrambe i ronti di palazzi e
palazzetti delle antiche dimore signorili e da altre importanti emergenze
architettoniche .
Nei giorni estii e in altri particolari momenti della settimana. la iabilita
pedonale e estesa anche per intero all`attuale (entro storico ed all`asse di ia Roma e
iale Lilla. deiando di conseguenza il traico di tali strade lungo la stretta
carreggiata della icina ia Marrucci .
Nelle giornate di sabato dalle 6 alle 15, altra limitazione al traico eicolare
e imposta inoltre lungo le sedi stradali della zona Peschiera` e cioe lungo le ie
Moro. (aour. Gamsci. La Pira. 1ogliatti. lalcone e Borsellino. Linaudi e De
Nicola,. in quanto riserate allo solgimento del mercato settimanale. mancando nel
territorio cittadino altra apposita area attrezzata eo destinata per siatta speciica
attiita .
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


221
Andando oltre la zona centrale della (itta. a` rileato che nei nuoi
quartieri residenziali della piu recente espansione residenziale come la suddetta
zona Peschiera, il sistema della iabilita eicolare si e siluppato in modo per lo piu
circoscritto nell`ambito di ogni singolo comparto. cioe secondo accrescimenti
successii che non consentono d`indiiduare direttrici iarie di collegamento tra le
dierse zone della (itta opportunamente attrezzate per il traico eicolare primario.
(osi pure la mancanza nell`intero ambito urbano di arterie iarie con
caratteristiche di tangenziali esterne crea eleati lielli di sorapposizione del
traico. sicch la circolazione dei mezzi pesanti di attraersamento si aggiunge in
piu tratti alla mobilita eicolare cittadina. andando cosi ad intasare i iali perimetrali
al (entro urbano .
A sua olta poi il traico eicolare si sorappone a quello ciclabile eo dei
motocicli. che peraltro non e adeguatamente regolato a causa della totale mancanza
di piste ad esse dedicate .
Il sistema del trasporto pubblico comprende due linee di autobus urbani
circolare destra e circolare sinistra,. che. attraerso i percorsi della iabilita
principale innanzi illustrati e con una requenza di corse interallate ad una distanza
di circa mezz`ora. realizzano un collegamento abbastanza diuso tra le dierse zone
della (itta. estendendosi anche ai comparti residenziali di nuoo impianto. come il
quartiere San Lorenzo ad est. il rione (appuccini ad oest e. a nord. la ia Madonna
delle Grazie con la zona ospedaliera ed il icino quartiere di ia Madre 1eresa di
(alcutta. comprendente anche la piscina comunale e la stazione dei (arabinieri .
Per quanto riguarda i problemi connessi alla presenza della linea erroiaria.
le intersezioni di questa con i principali assi della iabilita extraurbana nelle direzioni
sud e oest. dopo la realizzazione del sorapasso della ia per Saa e San Marzano.
sono regolamentate dalla presenza di cinque passaggi a liello. esistenti in
corrispondenza delle strade proinciali rispettiamente per Villa (astelli. Grottaglie.
(arosino. Manduria ed Oria .
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


222

In relazione alla noteole intensita della circolazione eicolare anche di tipo
pesante, sia in entrata che in uscita dalla (itta. le barriere costituite da tali passaggi a
liello determinano grai problemi di congestionamento del traico. interrompendo
al momento del passaggio dei treni anche il collegamento tra la (itta e la zona
industriale. come nel caso del passaggio a liello della ia di Grottaglie . L a cio si
dee anche aggiungere il grae inquinamento in prossimita di ronti densamente
ediicati. proocato dalle lunghe soste di auto e mezzi pesanti. aggraando cosi una
situazione gia di per s critica. che. non essendo piu tollerabile in una citta moderna.
si pone quindi in una graduatoria delle priorita tra i principali obiettii da conseguire
con il PUG .
Strettamente legato al sistema della iabilita e la questione della sosta e dei
parcheggi delle auto. che. in quanto tale. risulta diusamente trattato nel recente
Piano generale dei traico . In questo strumento inatti sono analizzate le arie
situazioni connesse alle dotazioni ed all`uso di posti auto disponibili nell`area
considerata di attrazione generalizzata. area corrispondente in pratica pressoch
all`intero tessuto iario cittadino. con esclusione soltanto di alcune range
perieriche dell`abitato e dei nuoi quartieri residenziali tipo Peschiera. San Lorenzo
e altri,. ubicati a nord e ad est della (itta .
I rileamenti del Piano generale dei traico sono eettuati rispetto ad
un`oerta complessia di circa 1800 posti auto supericiali. censiti sulle ie e piazze
cittadine comprese nell`area considerata e rieriti alle arie tipologie di sosta
consentita. cioe a pagamento. riserata. con disco orario. libera e segnalata. Dai
risultati dell`indagine emerge che :
! i lielli di domanda di posti auto risultano oiamente sempre ineriori a quelli
dell`oerta disponibile. e cio sia complessiamente nell`intera area di attrazione che
in ciascuna delle sottozone considerate :
! il periodo di maggiore aollamento iene indiiduato al mattino nella ascia
oraria tra le 9.30 e le 10.30 e coincide anche con le maggiori quantita di rileazioni
di sosta in diieto :
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


223
! in tale periodo inatti la percentuale complessia di sosta consentita e pari in
media ad oltre l`83 dell`oerta mantenendosi con alori pressoch costanti nei
diersi settori,. mentre quella relatia alle soste in diieto e pari nello stesso orario in
media all`11 rispetto alle auto parcheggiate regolarmente. con punte del 1
nell`attuale (entro storico :
! la sosta delle auto durante le ore notturne occupa in media il 40 dei posti
disponibili piu un 5 di soste in diieto,. con punte del 5550 riscontrate in 4
dei 6 settori analizzati. denotando cosi una considereole carenza di posti auto
priati. esistenti cioe al coperto o comunque all`interno dei lotti residenziali:
! l`occupazione stabile dei posti auto disponibili risulta in media pari al 35
anche in questo caso con alori abbastanza omogenei nei diersi settori,.
corrispondente in gran parte alla sosta di seconde auto utilizzate solamente di rado
Lmerge cosi un quadro complessio dei parcheggi sia residenziali` che
pertinenziali`, nell`ambito della (itta storica e delle sue immediate adiacenze. che
da luogo ad un noteole abbisogno pregresso. reso ancor piu pesante oe si pensi
che molti dei posti auto stimati dall`indagine del suddetto P.G.1.. essendo rieriti
allo stato attuale. sono ricaati su strade spesso prie di marciapiede ed aenti una
larghezza che dal punto di ista della scorreolezza della circolazione non puo
considerarsi del tutto suiciente ad ospitare su un lato anche la sosta delle auto .
Pertanto lo stesso Piano generale dei traico. tra le sue proposte di strategie
operatie inalizzate alla ricerca di un modello di mobilita sostenibile. indiidua 13
nuoe aree suscettibili di trasormazione a parcheggio. alcune delle quali gia inserite
nei programmi dell`Amministrazione .
In particolare sei di tali proposte sono ubicate nel ersante nord e
comprendono :
! un`area di circa 8.500 mq. compresa tra ia (eglie e ia Madonna delle Grazie.
! un`area di circa 3.000 mq. in angolo tra ia lucini e ia lalcone e Borsellino. gia
preista per attrezzatura nell`ambito della lottizzazione Ruggiero comparto (.,.
! un`area di circa 10.800 mq. ricadente in zona agricola del P.d.l. e compresa tra ia
San Vito. ia Gobetti e ia 1ogliatti :
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


224
! un`area di circa 1.600 mq. da stralciare dal lotto della scuola media Virgilio.
adiacente alla (hiesa dei (appuccini o dello Spirito Santo,. gia preista con
destinazione a parcheggio nell`ambito di un interento di recupero dell`immobile di
proprieta comunale.
! un`area di circa 1.900 mq. in angolo tra ia Barbaro lorleo e ia (otogno.
attualmente occupata dalla (aserma dei Vigili del luoco.
! e inine un`area all`interno del (entro storico corrispondente all`orto del
(onento dei Padri Liquorini con ronte su ia Barbaro lorleo. da utilizzare a
parcheggio entro i limiti del rispetto della qualita dei luoghi e nell`ambito di un
eentuale interento di apertura all`uso pubblico del giardino attualmente non
ruibile.
Le altre sette proposte sono ubicate nel ersante sud e comprendono :
! un lato della sede stradale di ia Licinio Reice adiacente alla cura della linea
erroiaria dopo ia D`Angio, per una supericie di circa 600 mq. .
! un`area di circa 2.200 mq. prospiciente su ia Bellini. corrispondente al giardino
dell`Istituto dei Padri (appuccini.
! un`area di circa 10.00 mq. corrispondente al comparto l.30 per attrezzature del
P.d.l. in angolo tra ia D`Angio e il sorapasso erroiario della ia per Saa e San
Marzano. da utilizzare anche come terminale degli autobus extraurbani e quindi
come parcheggio di scambio.
! una ascia della supericie di circa 800 mq. posta a sud dei binari della Stazione
erroiaria. da attrezzarsi a parcheggio nell`ambito di un interento gia inserito nel
programma delle opere pubbliche, che preeda anche la realizzazione di un
sottopasso pedonale in prosecuzione di quello gia esistente.
! un`area di circa 2.100 mq. corrispondente al ronte anteriore lungo ia Mulini
dell`area libera della liera ed all`adiacente piazzale d`ingresso agli ediici della liera.
! l`area posteriore all`ex ediicio dei Mercati generali con accesso da ia S. Pietro
(anali aente la supericie di circa 5.200 mq..
! e inine l`area della supericie di circa 2.600 mq. in angolo tra ia N. De Reggio
proseguimento di ia Brindisi, e ia Battaglia. antistante alla Scuola Media San
lrancesco e gia tipizzata dal P.d.l. come zona l.28 .
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


225

Altre proposte di aree a parcheggio sono indicate dal P.G.1. a serizio del
(imitero e dell`area ospedaliera quest`ultima anche con unzione di parcheggio di
scambio,. nonch. senza speciicarne l`ubicazione. nell`ambito della zona industriale
come area di sosta per (amper. opportunamente attrezzata dei serizi minimi
necessari .
Per quanto attiene le innoazioni nel settore della circolazione e delle
inrastrutture. le proposte del Piano generale dei traico riguardano :
K> L`inserimento di una corona rotatoria nell`importante nodo di traico di Borgo
(roce. oe conergono sette principali direttrici di accesso alla (itta :
L> La razionalizzazione dell`assetto circolatorio delle strade conluenti in
corrispondenza degli altri piu importanti incroci oero nodi di traico. come
Largo (appuccini. l`incrocio di ia Imperiali e ia San Lorenzo. l`incrocio tra
quest`ultima ia e le strade di accesso al quartiere omonimo e inine la sistemazione
di Piazza Umberto I :
M> Il superamento delle barriere erroiarie costituite dai cinque passaggi a liello in
corrispondenza delle strade proinciali erso i centri icini :
N> L`apertura di un sottopasso di collegamento tra Piazzale Matteotti antistante
alla Stazione erroiaria, e la ia S. Pietro (anali. mediante il prolungamento del
sottopassaggio pedonale gia esistente :
O> La realizzazione di un anello tangenziale. che. percorrendo un circuito attorno al
centro urbano. assicuri il collegamento iario tra le principali direttrici di traico in
senso radiale. potendo cosi smistare anche i traici di attraersamento nel settore
est e nord : l`anello tangenziale iene quindi proseguito ino a ricollegarsi alla strada
proinciale per (arosino .
P> Gran parte del percorso di tale anello e indiiduato come adeguamento e
potenziamento di iabilita secondarie gia esistenti. come quella di collegamento tra il
quartiere San Lorenzo e il ronte nord del (imitero e quella erso il polo
ospedaliero lambendo il nuoo quartiere conigurato dalla lottizzazione (4 - (5 -
(6.
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


226
Q> La realizzazione di una bretella di collegamento tra lo sincolo della superstrada
1aranto- Brindisi ed il (entro intermodale :
R> La realizzazione del collegamento iario tra ia San Vito all`altezza dei nuoi
quartieri d`espansione a nord, e la strada comunale Massimiano corrispondente alla
bretella est dell`anello tangenziale,. da attuarsi mediante il proseguimento e
potenziamento di ia Luigi Andriani :
S> L`ammodernamento della strada comunale ecchia Grottaglie - lrancailla
lontana - Mozzoni :
KT> La realizzazione del collegamento iario in aderenza alla linea erroiaria tra il
piazzale Matteotti antistante la Stazione e la ia S. Pietro (anali :
KK> Inine la realizzazione di piste ciclabili sia a scala urbana che a scala territoriale
queste ultime come itinerario turistico di isita ai siti d`interesse ambientale ed alle
arie Masserie,. da indiiduarsi anche mediante apposito studio particolareggiato .
Per quanto riguarda l`accoglimento o meno delle suddette proposte nel
presente Documento programmatico preliminare. si rinia al paragrao relatio agli
obiettii e criteri di impostazione del P.U.G. .
!
!

PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


227
KM! Y! ')II#;.6*.! &5--5! )(55! )! ;$)*&)(&;! <5(! #! ;5(,#8#! &[#*$5(5;;5! +.--5$$#,.! )!
-#,5--.! +.43*)-5! 5! ;.,()+.43*)-5! 5! <5(! :35--#! (5-)$#,#! )6-#! #*;5&#)45*$#!
(5;#&5*8#)-#!








Una delle principali innoazioni introdotte dal DRAG Documento regionale di
assetto generale,. recentemente adottato dalla Giunta regionale. consiste nella
precisazione eo introduzione di una serie di standards urbanistici da rispettare
nella redazione del P.U.G. ai ini del dimensionamento delle dotazioni minime di
attrezzature e serizi d`interesse collettio.
Inatti il documento regionale. mentre per le attrezzature e i serizi connessi agli
insediamenti residenziali sostanzialmente ribadisce le categorie del D.I.M.
n144468 inserendo soltanto lo standard delle attrezzature igienico sanitarie
nella misura di 1 mqab.. per le attrezzature ed i serizi d`interesse collettio a
liello comunale e soracomunale introduce quattro nuoe categorie di standards
comprendenti i serizi per la mobilita. i serizi per le attiita culturali. ricreatie.
ciili. sociali. sportie. i serizi per la protezione ciile. nonch le inrastrutture
tecnologiche ed ecologiche. il tutto in aggiunta agli standards dell`art. 4 comma
5, del D.I.M. n144468 .
Inoltre nel disciplinare i parametri di dimensionamento dei predetti serizi
d`interesse collettio il DRAG :
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


228
! innanzitutto al punto 3.3 stabilisce. ai ini della deinizione tipologica e
quantitatia dei serizi d`interesse collettio. la classiicazione dei (omuni della
Regione in tre classi distinte a seconda che la popolazione presente e preista dal
P.U.G. sia ineriore a 10.000 abitanti. oero sia compresa tra 10.000 e 50.000
abitanti. oero superiore a 50.000 abitanti :
! quindi ai punti 3.4 e 3.5 per ciascuna di tali classi rimodula le dotazioni medie di
supericie per abitante dei ari standards secondo le eettie esigenze preedibili
rispetto alle popolazioni interessate. allo scopo di non appesantire la domanda di
standards con superici sopradimensionate e quindi inutilizzabili e causa di
disordine urbanistico per la (itta :
! inoltre precisa nell`ambito di ciascuna categoria particolari attiita d`interesse
collettio aggiuntie o esplicatie dei serizi principali stabiliti dal D.I.M. n
144468: cosi ad esempio relatiamente alle attrezzature a liello di quartiere
inserisce nell`istruzione le palestre coperte. in quelle d`interesse comune inserisce
i centri commerciali. in quelle ricreatie. sportie ed a erde attrezzato stabilisce
sette sottoclassi dierenti. mentre tra i serizi a liello comunale include le
attrezzature assistenziali e per la protezione ciile entrambe nel D.I.M. del 1968
considerate di quartiere, e le attiita ormatie. queste ultime rierite
eidentemente alle aree per sedi uniersitarie che erano inece escluse dal D.I.M.
Le dotazioni medie di supericie per abitante dei ari standards sono deinite
dal DRAG in maniera non incolante`. in quanto sono indicate come derianti
dalla speciicita del (omune e della popolazione. nonch dalla qualita
prestazionaleestetica degli eentuali contenitori esistenti da riutilizzare. il tutto
chiaramente da motiare in modo adeguato in sede di redazione del P.U.G. .
Inoltre per quanto attiene la reperibilita delle aree a standards nelle arie zone
omogenee. sostanzialmente sono ribadite le disposizioni stabilite in merito dal
D.I.M. n 144468 circa la possibilita di alutare al doppio le aree per
attrezzature delle zone omogenee A e B. ermo restando il rispetto dei raggi
d`inluenza delle singole attrezzature .
!"#$%&'()'*+,,'$%-(.'('$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$ $$$$$$$$$$$$$$$$$/!!$0$12,'3+-(2$$$$$$$$$
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


230
nuoe aree destinate ai serizi collettii delle zone omogenee A e B e nello stesso
tempo si ottiene una somma complessia degli standards pari a 18.90 mqab..
maggiore quindi del alore di 18.00 mqab. stabilito dal D.I.M. n144468 .
In base a tali criteri gli standards per le attrezzature ed i serizi d`interesse
collettio per gli insediamenti residenziali sono commisurati dal presente D.P.P.
secondo la seguente articolazione :
a, per l`inanzia e per l`istruzione : mqab. 4.05
cosi suddiisi : a.1 - area giochi al coperto : 0.135 mqab.
a.2 - asilo nido : 0.20 mqab.
a.3 - scuola materna : 0.20 mqab.
a.4 - scuola elementare : 1.845 mqab.
a.5 - scuola media : 1.080 mqab.

b, d`interesse comune : mqab. 2.0
cosi suddiisi : b.1 - commerciale : 0.20 mqab.
b.2 - serizi amministratii : 0.80 mqab.
b.3 - culturale e spettacolo : 0.60 mqab.
b.4 - ciico. sociale. religioso : 1.10 mqab.

c, ricreatie. sportie e erde attrezzato mqab. 8.10
cosi suddiisi : c.1 - nucleo element. di erde : 1.35 mqab.
c.2 - gioco bambini 3-6 anni e
c.3 - gioco bambini 6-11 anni : 0.54 mqab.
c.4 - gioco e sport 11-14 anni : 0.36 mqab.
c.5 - gioco e sport oltre 14 anni : 2.25 mqab.
c.6 - parco di circoscrizione e
c.6 - parco urbano : 3.60 mqab.
d, igienico sanitarie : mqab. 0.90
cosi suddiisi : d.1 - centro sanitario elem.: 0.50 mqab.
d.2 - isola ecologica : 0.40 mqab.

e, parcheggi anche su piu lielli, : mqab. 3.15

1otale : C( ~ Serizi per gli insediamenti residenziali mqab. 18.90

In base al criterio ormai assodato dalla tecnica urbanistica circa la possibilita
di eettuare eentuali compensazioni all`interno di ciascuna categoria. e eidente
che le suddiisioni innanzi indicate hanno soltanto alore indicatio. potendo
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


231
inece costituire un utile termine di rierimento per le programmazioni
inalizzate all`attuazione degli interenti .
Le attrezzature a standards esistenti a serizio degli insediamenti residenziali
sono censite e indiiduate nella loro ubicazione nelle taole del presente D.P.P.
relatie alla eriica degli standards in questione . In tali elaborati in particolare
sono dettagliatamente riportate per ogni tipologia di standards le tabelle di analisi
circa la deinizione e caratterizzazione delle strutture esistenti. ricaando in
deinitia per ciascuna categoria :
! l`oerta di supericie complessiamente disponibile al dicembre 2003
! l`analisi della domanda di attrezzature e serizi d`interesse collettio alla ine del
2018
! e quindi la deinizione del abbisogno da soddisare ai ini del rispetto degli
standards del DRAG .
(on rierimento alle suddette taole del D.P.P. il bilancio complessio dei
abbisogni consente di ormulare un giudizio abbastanza positio soltanto per le
prime due categorie di standards relatie all`istruzione e ai serizi di interesse
comune . Per queste inatti il abbisogno si attesta rispettiamente sui alori di
0.91 mqab. per le attrezzature dell`istruzione corrispondente a un deicit di
36.600 metri quadrati, e di -1.24 mqab. per i serizi di interesse comune
corrispondente ad una supericie in piu di circa 5 ettari, .
Al contrario deono considerarsi noteolmente deicitarie le quantita di
attrezzature esistenti relatie alle altre categorie a serizio degli insediamenti
residenziali. per le quali in termini di abbisogni si ricaa complessiamente che :
! per le attrezzature ricreatie. sportie ed a erde attrezzato rispetto allo
standards richiesto di 8.10 mqab. il abbisogno e uguale a 6.99 mqab.
corrispondente a un deicit di oltre 28 ettari, :
! per le attrezzature igienico sanitarie rispetto allo standards richiesto di 0.90
mqab. il abbisogno e uguale a 0.86 mqab. corrispondente a un deicit di
circa 3 ettari e mezzo, :
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


232
! e inine per i parcheggi rispetto allo standards richiesto di 3.15 mqab. il
abbisogno e uguale a 2.80 mqab. corrispondente a un deicit di circa 11.3
ettari,.
Al di la degli aridi risultati numerici che peraltro conermano situazioni e
carenze perettamente gia note e. in quanto tali. gia analizzate nei precedenti
capitoli,. a` eidenziato che anche per le attrezzature di interesse comune le
preisioni programmatiche del P.U.G. doranno includere adeguate superici
delle attrezzature occorrenti ad assicurare nei nuoi insediamenti residenziali il
rispetto dei prescritti raggi d`inluenza per ciascun serizio d`interesse comune .
Di cio si e tenuto conto nella tabella riepilogatia dei abbisogni. riportando nella
colonna delle aree a saturazione relatia alle attrezzature di interesse comune la
supericie aggiuntia di 20.000 mq. che potra consentire in sede di redazione del
P.U.G. di preedere una dotazione di tali attrezzature nei nuoi comparti
residenziali che presumibilmente potranno non ricadere entro i raggi d`inluenza
delle stesse attrezzature esistenti .
Altri aspetti da considerare nelle preisioni programmatiche del P.U.G.
doranno riguardare :
! la necessita di riqualiicazione dei serizi e delle attrezzature esistenti. correlando
gli stessi in modo da rierirli ad un disegno organico perettamente rapportato ai
rispettii bacini di utenza interessati :
! la possibilita di riutilizzare i contenitori` esistenti per il soddisacimento dei
abbisogni di alcuni particolari standards. conseguendo in tal modo il recupero
con il restauro e risanamento conseratio di importanti strutture attualmente in
condizioni di degrado o non adeguatamente utilizzate .
Nelle taole del presente D.P.P. l`analisi dei serizi d`interesse collettio e
delle attrezzature esistenti e completata dalle tabelle di comparazione tra le attuali
tipizzazioni stabilite dalla zonizzazione del P.d.l. igente e le destinazioni speciiche
di ciascuna area. conrontate anche con le deinizioni tipologiche del DRAG. Al
riguardo particolarmente signiicatie risultano le identiicazioni delle aree gia
incluse in comparti di zone l del P.d.l. igente. che determinano una supericie
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


233
complessia di circa ben 60 ettari e mezzo di attrezzature esistenti a serizio degli
insediamenti residenziali .
In deinitia il abbisogno totale delle attrezzature a standards a serizio degli
insediamenti residenziali occorrenti alla ine del 2018 risulta dimensionato per
un`estensione complessia di 460.000 mq.. che pertanto costituisce la dotazione di
nuoe aree a standards da ricomprendere nei PUL da indiiduare con le preisioni
programmatiche del P.U.G. secondo la suddiisione tipologica e quantitatia
speciicata nella tabella riepilogatia riportata nella $),.-)!*>R).

')II#;.6*.! &#! )(55! )! ;$)*&)(&;! <5(! #! ;5(,#8#! &[#*$5(5;;5! +.--5$$#,.! )! -#,5--.!
+.43*)-5!5!;.,()+.43*)-5!!

Analogamente a quanto gia detto al precedente paragrao in relazione agli
insediamenti residenziali. anche relatiamente alle attrezzature ed ai serizi
d`interesse collettio richiesti a liello comunale e soracomunale. l`analisi dei
abbisogni delle aree a standards ha tenuto presente le caratteristiche speciiche del
territorio di lrancailla lontana e della sua popolazione. indiiduando altresi le
ulteriori esigenze a liello territoriale rienienti dal comprensorio di utenza
interessato.
In particolare per tali serizi d`interesse collettio a liello comunale e
soracomunale relatii alla generalita dei cittadini. in rapporto alla speciicita del
(omune e considerato che gran parte delle aree di attrezzature ricadono oero
sono preedibili al di uori delle zone omogenee A e B. la dotazione media di
standards da rispettare nella redazione del P.U.G. e stata determinata nel presente
Documento Programmatico Preliminare recependo pressoch integralmente i alori
degli standards stabiliti nel DRAG per la 2` classe di comuni entro cui ricade
lrancailla lontana .
lanno eccezione soltanto le due categorie dell`istruzione superiore e delle
inrastrutture tecnologiche. per le quali in relazione alle speciiche caratteristiche
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


234
della (itta di lrancailla lontana risulta piu opportuno adottare gli standards
pertinenti la 1` classe. in quanto :
! relatiamente alle attiita ormatie ed all`istruzione superiore all`obbligo
occorre considerare che la dotazione attuale di attrezzature esistenti.
corrispondente ad uno standard di 0.59 mqab. rierito alla popolazione di
40.14 abitanti dell`anno 2018,. assicura gia un adeguato soddisacimento del
abbisogno di aree per le scuole in questione. essendo queste attualmente
insediate quasi tutte entro strutture proprie escluso soltanto l`Istituto
proessionale per il (ommercio, :
! sicch. alutato che non si ritiene in alcun modo preedibile l`insediamento nel
prossimo quindicennio di attiita uniersitarie. l`innalzamento dello standard da
0.59 ad 1.50 mqab. come preisto dal DRAG per i (omuni della 1` classe,
consente di assicurare ogni necessaria integrazione eo riqualiicazione dei
serizi esistenti. garantendo nel contempo caratteristiche urbanistiche
perettamente adeguate alle prestazioni richieste :
! analoghe motiazioni algono per le inrastrutture tecnologiche ed ecologiche la
cui la dotazione attuale corrisponde ad uno standard di 3.95 mqab. sempre
rierito alla popolazione dell`anno 2018, e comprende una asta gamma di
inrastrutture di buon liello unzionale e relatie ad ogni tipo d`impianto
tecnologico. quali le centrali e sottocentrali elettriche. il grande deposito
dell`acquedotto. il depuratore di ia (eglie ed anche la discarica controllata
consortile di ia San Vito. che peraltro e di recente entrata in unzione a serizio
dei 9 (omuni del bacino BR2 :
! sicch anche per tale categoria di inrastrutture l`innalzamento dello standard da
3.95 a 5.00 mqab. come preisto dal DRAG per i (omuni della 1` classe,
garantisce un buon margine per le necessarie integrazioni preedibili. senza
appesantire ulteriormente il territorio di attiita consimili. peraltro allo stato
attuale non preedibili .

PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


235
Pertanto in base a tali criteri gli standards per le attrezzature ed i serizi
d`interesse collettio a liello comunale e soracomunale sono commisurati dal
presente D.P.P. secondo la seguente articolazione :

a, per la mobilita parcheggi di scambio intermodali,: mqab. 2.00
b, per le attiita ormatie e l`istruzione superiore all`obbligo : mqab. 1.50
c, per le attiita sanitarie e assistenziali : mqab. 2.00
d, per erde in parchi urbani e territoriali : mqab. 10.00
e, per le attiita culturali. ricreatie. ciili. sociali. sportie : mqab. 10.00
, per la protezione ciile : mqab. 0.50
g, per le inrastrutture tecnologiche ed ecologiche : mqab. 5.00
1otale : C+ ~ Serizi a liello comunale e soracomunale mqab. 31.00

Nelle taole del presente D.P.P. relatie alla eriica degli standards anche
per le predette attrezzature a liello comunale e soracomunale e stato eettuato
lo screening delle attiita esistenti. precisando la loro indiiduazione e
localizzazione. In particolare come nel caso delle attrezzature di quartiere, sono
dettagliatamente riportate per ogni tipologia di standards le tabelle di analisi circa
la deinizione e caratterizzazione delle strutture esistenti. ricaando per ciascuna
categoria
! l`oerta di supericie complessiamente disponibile al dicembre 2003
! l`analisi della domanda dei serizi d`interesse collettio alla ine del 2018
! e quindi la deinizione del abbisogno da soddisare ai ini del rispetto degli
standards innanzi stabiliti .
(on rierimento alle suddette taole del D.P.P. il bilancio complessio dei
abbisogni risulta abbastanza positio relatiamente alle prime tre ed all`ultima
delle categorie di standards. attinenti rispettiamente la mobilita. l`istruzione
superiore all`obbligo. le attiita sanitarie e assistenziali e le inrastrutture
tecnologiche ed ecologiche . Per queste categorie inatti il abbisogno di standard
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


236
risulta integralmente soddisatto. come per il (entro intermodale e per
l`Ospedale. oero quasi parzialmente soddisatto. come nel caso dell`istruzione
superiore e delle inrastrutture tecnologiche ed ecologiche. che anno riscontrare
i alori di standards innanzi richiamati .
Graemente deicitarie risultano inece le quantita delle attrezzature esistenti
relatie alle altre categorie a liello comunale e soracomunale. sussistendo per le
stesse le seguenti situazioni :
! per il erde in parchi urbani e territoriali lo standards richiesto di 10.00 mqab.
pari a un deicit di oltre 40 ettari, corrisponde esattamente al abbisogno da
reperire con le preisioni del P.U.G.. in quanto nell`intero territorio comunale
non esiste alcun serizio classiicabile in tale categoria. anche se la presenza di
importanti aree boschie o con macchia mediterranea consente di potere
preedere la realizzazione di parchi e strutture attrezzate idonee a conseguire lo
standard richiesto :
! per le attiita culturali. ricreatie e sportie rispetto allo standards richiesto di
10.00 mqab. il abbisogno e uguale a . mqab. corrispondente a un deicit
di circa 31.2 ettari, :
! e inine per la protezione ciile lo standards richiesto di 0.50 mqab. e quasi del
tutto carente essendo disponibile soltanto le (aserma dei Vigili del luoco di ia B.
lorleo .
Anche per tali attrezzature a liello comunale e soracomunale e stata riportata
nelle taole del D.P.P. la comparazione tra le tipizzazioni della zonizzazione del
P.d.l. igente e le destinazioni speciiche di ciascuna area .
In deinitia il abbisogno totale delle attrezzature a standards a serizio degli
insediamenti residenziali occorrenti alla ine del 2018 risulta dimensionato per
un`estensione complessia di circa 55 ettari. che pertanto costituisce la dotazione
di nuoe aree a standards da ricomprendere nei PUL da indiiduare con le
preisioni programmatiche del P.U.G. secondo la suddiisione tipologica e
quantitatia speciicata nella tabella riepilogatia riportata nella $),.-)!*>R)>!
!"#$%&'()'*+,,'$%-(.'('$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$ $$$$$$$$$$$$$$$$$/!!$0$12,'3+-(2$$$$$$$$$


237
"!\!9?!@0=27A!2G1?9!AH9GDD9E9!2G?!/9=BA!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
!
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


238
KN!Y!!AI#5$$#,#!5!+(#$5(#!&#!#4<.;$)8#.*5!&5-!/>0>1>!













Obiettii prioritari nella redazione del P.U.G. sono la tvteta e ta ratori..a.iove
ai tvtto it territorio covvvate ai ravcaritta ovtava. nelle sue componenti naturalistiche
ed ambientali e con rierimento alle emergenze ed ai segni caratteristici dei processi
storici di antropizzazione .
La tutela e la alorizzazione dee intendersi rierita tanto ad elementi singoli.
distinti ed emergenti. tanto ad insiemi. ambienti. sistemi sia naturali che
caratterizzati dall`opera dell`uomo.
Per raggiungere tali obiettii saranno tenuti presenti i dati idrogeologici e
quelli relatii alla geo-morologia . Saranno analizzate le componenti botanico.
egetazionali e aunistiche. il patrimonio archeologico. le emergenze storiche.
artistiche ed architettoniche. analizzando le qualita ambientali. artistiche e storiche
con rierimento alla storiograia ed agli studi speciici di settore che ne riconoscono
i alori estetico - culturali .
Saranno cosi eidenziate le potenzialita da alorizzare per lo siluppo del
territorio di lrancailla lontana e eriicate le compatibilita con la irrinunciabile
tutela degli ecosistemi e dei segni caratteristici dell`insediamento umano.

PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


239
In tale direzione si indiiduano le ipotesi di laoro in relazione del
raggiungimento degli obiettii del P.U.G. .

9-!;#;$54)!&5--)!,#)I#-#$%!!

Dora essere aorita la mobilita sul territorio. potenziando e riclassiicando.
oe necessario. la iabilita esistente. deinendo percorsi esterni al centro abitato. ed
un sistema organico complessio che consenta l`organizzazione di itinerari per la
ruizione e alorizzazione del territorio comunale di lrancailla lontana .
Per integrare e completare l`assetto iario esistente dora essere assicurato il
collegamento iario tra le principali direttrici di traico che in senso radiale si
dipartono dal centro abitato. preedendo 3*)! *3.,)! )($5(#) con caratteristiche di
tangenziale esterna. che. opportunamente attrezzata per il traico eicolare primario
in modo da aorire la mobilita esterna all`abitato. possa assolere alle unzioni di
raccordo tra i diersi quartieri della (itta. incanalando anche il traico dei mezzi
pesanti eo soltanto di passaggio ed eitando l`attraersamento della iabilita
cittadina . Nel settore sud dell`abitato la nuoa arteria potra anche utilizzare.
opportunamente potenziandolo. il tracciato gia realizzato dalla Proincia per il
raccordo delle proinciali che si dipartono in quella direzione .
Doranno essere indiiduati opportune .<5(5! #*W();$(3$$3()-# che
permettano di eliminare i passaggi a liello esistenti in corrispondenza delle
principali arterie di traico erso il territorio limitroo nelle direzioni sud e oest del
centro urbano. onde risolere il problema del superamento in modo ageole e
razionale della barriera costituita dalle linee erroiarie. che. seguendo un tracciato
immediatamente a ridosso dell`abitato. costituiscono grae motio di ingorghi
stradali. inquinamento atmoserico in prossimita di tessuti residenziali e in generale
deterioramento ambientale degli spazi urbani interessati .
Saranno anche preiste )(55! &#! <)(+X566#.! 5&! )$$(588)$3(5! &#! ;5(,#8#..
ubicate in maniera da minimizzare l`impatto e per raggiungere la migliore ruizione
sociale. garantendo la tutela degli ambienti . La dotazione delle aree a parcheggio
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


240
dora essere opportunamente integrata in rapporto alle esigenze delle principali
attrezzature e serizi d`interesse pubblico .
Il sistema della iabilita integrera e alorizzera anche le nuoe attiita di cui si
preede l`insediamento al ine dello siluppo del territorio .
Lo studio della iabilita nei tessuti ediicati esistenti dora realizzare un
alleggerimento dell`attuale pressione` dei lussi di traico eicolare. con particolare
rierimento ai principali assi iari del nucleo antico da riqualiicarsi come percorsi
pedonali eo a traico limitato. riserati al passeggio anche in rapporto alle attiita
commerciali e di rappresentanza ii insediati . A tale scopo saranno deiniti percorsi
alternatii per il traico eicolare supportati con suicienti aree di parcheggio
acilmente raggiungibili.
I nuoi quartieri e. oe possibile. i tessuti ediicati esistenti saranno attrezzati con
una rete continua di piste ciclabili. corredate da asce di arredo urbano ed aree di
erde attrezzato.
Per contribuire al decongestionamento delle zone centrali. le aree destinate ad
attrezzature di serizio per la endita dei carburanti saranno ubicate in conormita
alle disposizioni regionali in materia e comunque secondo parametri di unzionalita
rispetto alla iabilita e di minore impatto con l`ambiente urbano.
Si doranno razionalizzare le situazioni relatie alle maglie urbane caratterizzate
da una iabilita incompleta o a ondo cieco. integrando l`asseto iario con soluzioni
idonee per la sicurezza del traico e per gli aspetti estetici e unzionali.

=4I#5*$5!5!I5*#!+3-$3()-#!!

Il patrimonio dei beni ambientali e storico culturali costituisce risorsa
primaria per lo siluppo qualitatio. economico e sociale del territorio .
La salaguardia del (entro storico. limitata sinora al nucleo del primo
insediamento della 1erra di lrancailla. dora essere estesa con un`articolata
normatia di tutela alla citta storica comprendente i Borghi` e gli altri tessuti
d`interesse ambientale inclusi entro il perimetro dei iali conergenti sulle antiche
Porte . Una siatta perimetrazione inatti consente di indiiduare come (entro
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


241
storico sia l`agglomerato urbano che rieste carattere storico. artistico e di
particolare pregio ambientale e sia le aree circostanti che. con rierimento
all`organizzazione dell`impianto urbanistico ed alle testimonianze delle stratiicazioni
degli assetti abitatii. sociali e culturali. possono considerarsi parte integrante degli
agglomerati stessi .
Analoga salaguardia dora interessare le altre strutture insediatie abitatie
eo produttie, d`interesse storico. artistico ed architettonico. che. essendo
localizzati nel centro urbano al di uori del perimetro del (entro storico e nel
territorio comunale. costituiscono gli insediamenti storici areali. lineari e puntuali`
IS1, di cui al punto 6.1.3c.1.3 del DRAG. Anche tali beni architettonici`. in
quanto costituenti signiicatia testimonianze della storia locale. doranno essere
perimetrati dal P.U.G. e sottoposti dallo stesso P.U.G. a disciplina strutturale
immediatamente cogente e operatia sia per le attiita insediabili e sia per gli
interenti di trasormazione ammissibili .
Doranno essere alorizzati e protetti con apposite norme di salaguardia e
tutela #! ;#;$54#! #*;5&#)$#,#! ;$.(#+# rappresentati dalle Masserie. dalle Ville
residenziali d`interesse storico ambientale e dagli altri ediici rurali testimonianze
della ciilta contadina trappeti. trulli. pagliare. nuraghe. jazzi. neiere. ecc.,. con le
relatie aree di pertinenza e gli elementi tradizionali ad esse connessi muri a secco.
aie. e altri manuatti simili, . Analoghe attenzioni doranno essere riserate ai
<5(+.(;#!&5--)!$()*;34)*8) regio tratturo Martinese,. agli elementi naturalistici e
geomorologici di particolare interesse quali grotte. specchie e simili. nonch a tutte
le zone archeologiche esistenti nel territorio comunale
In conormita alle prescrizioni del DRAG. gli interenti nel (entro storico e
sui beni architettonici saranno inalizzati al loro recupero e qualiicazione. mediante
la eliminazione delle condizioni di degrado edilizio. inrastrutturale. ambientale.
sociale ed economico e la tutela e la alorizzazione degli aspetti storico-culturali
signiicanti. anche con cambio della destinazione d`uso se compatibile con la tutela .
Inoltre. considerato che allo stato attuale soltanto pochi ediici tra tutti quelli
d`interesse storico artistico e architettonico esistenti nel territorio comunale
risultano assoggettati al incolo della legge 1089`39. il P.U.G. dora indiiduare i
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


242
beni sottoposti e da sottoporre a tutela ai sensi del titolo I e II del Decreto Lo n
49099.
Particolare tutela. ai ini anche del miglioramento del loro stato di
conserazione. dora essere applicata ai boschi di egetazione autoctona. alle aree
caratterizzate dalla presenza di macchia mediterranea ed in generale alle emergenze
ed ai tessuti di alore ambientale e paesaggistico. 1ali ambiti territoriali.
opportunamente integrati. potranno costituire idonee risere ed habitat aunistici
per il riugio della auna aicola stanziale ed utili per diesa idrogeologica e la
qualiicazione del paesaggio.
In conormita alle prescrizioni del PU11P regionale e del relatio Piano
comunale di adeguamento. saranno impartite le apposite normatie di tutela degli
ambiti distinti e delle relatie aree di pertinenza attinenti gli altri beni di alore
ambientale e geomorologico esistenti nel territorio grotte carsiche. specchie.
doline. ecc, . Per quanto riguarda gli ambiti territoriale estesi di categoria A. B. ( e
D. le aree in essi incluse doranno essere salaguardate in conormita alle speciiche
normatie stabilite dal PU11P .
Llementi singolari della caratterizzazione dei alori ambientali del territorio
rancaillese sono costituiti dalla presenza dei tre alei naturali di corsi d`acqua.
costituiti dal ")*)-5! 75)-5^! &)--)! ?)4)! .! E)--.*5! H.$$)(#! 5! &)--)! ?)4)! .!
E)--.*5! H)Z . Ai ini della loro tutela doranno indiiduarsi le modalita di
riqualiicazione e alorizzazione degli ambiti distinti e di pertinenza dei predetti
tracciati. nonch di sistemazione delle egetazioni di contorno e di miglioramento
dei regimi idrici .
Per gli aspetti ambientali delle zone agricole doranno essere alorizzate e
tutelate le coltiazioni arboree di ulieto e mandorleto che costituiscono un
elemento identitario del territorio di lrancailla. salaguardando le caratteristiche
del paesaggio agrario locale e le dimensioni colturali che ne assicurino la produttiita
economica aziendale.
!
!
!
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


243
9-!$5((#$.(#.!)6(#+.-.!<(.&3$$#,.!

Nella deinizione e regolamentazione delle zone agricole dora essere
sostenuta e salaguardata la ocazione produttia del territorio agricolo di
lrancailla lontana. stabilendo una classiicazione articolata in base ai caratteri geo-
morologici dell`ambiente naturale indiiduati attraerso la ricognizione dello stato
isico del territorio. con particolare rierimento alle colture in atto prealenti. alla
presenza di coltiazioni arboree anche del tipo tradizionale,. che doranno essere
considerate come elementi caratterizzanti il paesaggio da salaguardare e alorizzare
nell`assetto naturale.
La disciplina delle zone agricole sara indirizzata al ine di :
! +.*;5*$#(5! -.! ;,#-3<<.! 5! -)! <#5*)! 5WW#+#5*8)! &5--5! )$$#,#$%! )6(#+.-5! 5! -)!
.$$#4#88)8#.*5! &5-! ;#;$54)! #*W();$(3$$3()-5! 5;#;$5*$5^! +.*! -)! (5)-#88)8#.*5!
&5--5! .<5(5! )! +#a! *5+5;;)(#5! ;5! +.4<)$#I#-#! +.*! -)! ;)-,)63)(&#)! &5#! ,)-.(#!
*)$3()-#^!)4I#5*$)-#!5!<)5;)66#;$#+#!&5-!$5((#$.(#.!_!
! #*+5*$#,)(5!6-#!#*$5(,5*$#!W#*)-#88)$#!)--)!&#W5;)!&5-!;3.-.^!)--)!;)-,)63)(&#)!
&56-#! );;5$$#! #&(.65.-.6#+#! 5&! #&()3-#+#^! )--)! ;#+3(588)! &56-#! #*;5&#)45*$#!
)I#$)$#,#^!<(.&3$$#,#!5!#*W();$(3$$3()-#!_!
! #*+5*$#,)(5! #-! (5+3<5(.! &5-! <)$(#4.*#.! 5&#-#8#.! (3()-5! 5^! <#i!
;<5+#W#+)$)45*$5^! &5--5! F);;5(#5^! &5--5! E#--5! (5;#&5*8#)-#! &[#*$5(5;;5!
;$.(#+.! )4I#5*$)-5^! &56-#! )-$(#! 5&#W#+#! (3()-#! $5;$#4.*#)*85! &5--)! +#,#-$%!
+.*$)&#*)^!*.*+Xq!&5-!;#;$54)!&5--)!,#)I#-#$%!;$.(#+)!5!&5#!$()$$3(# .
In rapporto alla diersa natura colturale e doendo tener conto degli
indirizzi di tutela indicati per il territorio comunale di lrancailla lontana dal
P.U.1.1. regionale. dora essere stabilita la dimensione del lotto minimo richiesto
per la realizzazione degli interenti. per un supericie non ineriore ad 1 tomolo
corrispondente a circa 8.000 mq.,. che costituisce una estensione suicientemente
adeguata per potere considerare le trasormazioni dell`assetto attuale compatibili
con la qualiicazione paesaggistico ambientale e un esercizio economicamente
coneniente per le attiita agricole ii praticate .

PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


244
Per gli interenti nelle zone agricole dora essere stabilito il loro coordinamento
con i piani di siluppo e di ristrutturazione agricola e con i piani agricoli zonali. che
possono contenere preisioni insediatie coerenti con l`ammodernamento dei
sistemi produttii agricoli o ad essi connessi . In assenza delle preisioni di tali piani
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


245
! -5! 4.&)-#$%! &#! +.*;5(,)8#.*5! 5! $();W.(4)8#.*5! +.5(5*$#! )#! <(#*+#<#! &#!
$3$5-)! 5! ;)-,)63)(&#)^! +X5! &.,()**.! (#63)(&)(5! )*+X5! #! 4)*3W)$$#! 5! 6-#!
5-545*$#!$()&#8#.*)-#!&5--)!+#,#-$%!+.*$)&#*)!U$()$$3(#^!43(5$$#!)!;5++.^!)#5^!
$(3--#^!<)6-#)(5^!5++>V_!
! #*&#+)8#.*5! &#! <(5+#;#! +.&#+#! &[#*$5(,5*$.! <5(! -[5&#-#8#)! ;$.(#+)! &5--[)6(.^!
;5+.*&.!#!+)*.*#!&5-!(5;$)3(.!5!(#;)*)45*$.!+.*;5(,)$#,.^!
! #*&#+)8#.*5! &#! $#<#! 5&#-#8#! 5! &#! )(+X#$5$$3(5! 5! W#*#$3(5! $()&#8#.*)-#! &)!
(#;<5$$)(5!*5--)!(5)-#88)8#.*5!&5--5!+.;$(38#.*#!(3()-#!>!
=--.!;+.<.!&#!#*+5*$#,)(5!-[3$#-#88.!&#!$#<.-.6#5!+.;$(3$$#,5!$()&#8#.*)-#!
5! &#! 4)$5(#)-#! $#<#+#! -.+)-#! U,.-$5! #*! 43()$3()^! <)()45*$#! 43()(#! )! ,#;$)^! 5!
;#4#-#V^! -)! *.(4)$#,)! &5--5! 8.*5! )6(#+.-5! <.$(%! <(5,5&5(5! )<<.;#$.! I.*3;!
,.-345$(#+.^!)&.$$)*&.!#-!<)()45$(.!&5--[)-$588)!,#($3)-5!&#!4>!M^TT!.,,5(.!4>!
L^QT!&)!)$$(#I3#(;#!)6-#!5&#W#+#!(5)-#88)$#!+.*!$)-#!+)()$$5(#;$#+X5!>!
In conormita al punto 10.1 del DRAG gli interenti nelle zone agricole
saranno disciplinati dal P.U.G. stabilendo che :
! #-! (#-);+#.! &5-! <5(45;;.! &#! +.;$(3#(5! +.*! 5;.*5(.! &5#! +.*$(#I3$#!
+.44#;3()$#! )-! +.;$.! &5--5! .<5(5! &#! 3(I)*#88)8#.*5! 5&! )-! +.;$.! &#!
+.;$(38#.*5!r!+.*;5*$#$.!;.-$)*$.!;3!(#+X#5;$)!5WW5$$3)$)!&)6-#!#4<(5*&#$.(#!
)6(#+.-#!_!
! 4.&#W#+)8#.*#! &5--5! &5;$#*)8#.*#! &[3;.! *5#! &#5+#! )**#! &)-! (#-);+#.! &5-!
<5(45;;.!+.4<.($)*.!#-!<)6)45*$.!&5--5!.*5(.;#$%!*5--)!4#;3()!4);;#4)!
+.4<5$5*$5!)--)!*3.,)!&5;$#*)8#.*5!_!
! -[5&#W#+)8#.*5! +.*! <5(45;;.! &#! +.;$(3#(5! .*5(.;.^! ;3! (#+X#5;$)! &#! ),5*$#!
&#(#$$.!*.*!#4<(5*&#$.(#!)6(#+.-#^!<.$(%!5;;5(5!+.*;5*$#$)!5!&#;+#<-#*)$)!&)-!
/>0>1>! 5*$(.! )<<.;#$5! <5(#45$()8#.*#! &)! #*&#,#&3)(;#! *5-! (#;<5$$.! &5#!
+)()$$5(#!*)$3()-#;$#+#!5!)4I#5*$)-#!*.*+Xq!#*!(5-)8#.*5!)--)!&#;$)*8)!&)--)!
"#$$%!5b.!&)#!<(#*+#<)-#!*3+-5#!;<)(;#!5;#;$5*$#!*5-!$5((#$.(#.>!
All`interno delle zone agricole doranno essere accuratamente salaguardati i
beni ambientali. i beni architettonici. archeologici e paesaggistici. nonch i contesti
territoriali con particolari caratteristiche naturalistiche per gli aspetti geo -
morologici e egetazionali .
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


246
In coerenza con gli indirizzi di pianiicazione regionale saranno perimetrate
le aree che per condizione morologica. ecologica. paesaggistico - ambientale.
archeologica. non sono suscettibili di insediamento. speciicandone la disciplina ed
indiiduando eentuali criteri compensatii eo perequatii con dislocazione della
ediicazione.
In coerenza con la legislazione regionale igente in materia e
compatibilmente alle limitazioni di cui innanzi. nelle zone agricole potra preedersi
la <.;;#I#-#$%!&#!(5)-#88)(5!#*W();$(3$$3(5!(#+(5)$#,5!5!&5;$#*)$5!)--[)6(#$3(#;4..
nei limiti degli indici di abbricabilita delle aree interessate e sempre che le stesse
risultino di contorno all`attiita agricola principale .
Nella parte dell`agro occupata dagli insediamenti diusi dora essere
perseguita mediante la ormazione dei PUL di seguito precisati, la (#:3)-#W#+)8#.*5!
&5--5!;#$3)8#.*#!3(I)*#88)$#,5!5;#;$5*$#. con interenti di risanamento ambientale
e preedendo la dotazione di piccoli serizi e attrezzature collettie per la residenza .
In particolare per gli insediamenti diusi ed i nuclei sparsi maggiormente
ediicati anche con presenza di persone ii residenti quali 1ermitone-(antagallo.
(adetto-Palmarino-Bax. Monteciminello. Rosea. Matroccolo-Via Ostuni-Donna
Laura. (aniglie-DonGiulio. (entorizzi, il riordino e la riqualiicazione potranno
essere consentiti dal P.U.G. entro apposite perimetrazioni estese ad una pluralita di
ediici comportanti una continuita ediicata ed una rileante modiicazione
dell`assetto territoriale. da sottoporre a PUL con apposite preisioni
programmatiche. che. con i criteri perequatii dell`art. 14 della L.R. n 202001.
stabiliscano i parametri urbanistici delle trasormazioni ammissibili .

9-!$5((#$.(#.!3(I)*#88)$.!5!-5!)(55!<5(!-)!*3.,)!5&#W#+)8#.*5

Il P.U.G. dora perimetrare le zone territoriali omogenee in conormita alle
disposizioni del Decreto I.M. 2.4.1968 n 1444 .
(on rierimento al punto 6.1.3 del DRAG le preisioni strutturali del P.U.G.
doranno suddiidere il territorio comunale in territorio gia urbanizzato 1U, e
territorio non urbanizzato 1nU,. indiiduando come territorio urbanizzato 1U
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


247
quello corrispondente alla deinizione di territorio costruito` di cui al punto 5
dell`art. 1.03 delle N1A del PU11P .


Relatiamente al territorio urbanizzato 1U le preisioni strutturali del
P.U.G. doranno :
! <5(#45$()(5^!#*!I);5!)#!+(#$5(#!<(5+#;)$#!)-!<(5+5&5*$5!<)()6()W.!(5-)$#,.!)#!
I5*#! +3-$3()-#^! #-! "5*$(.! ;$.(#+.! 3(I)*.! U"C0V! 5! 6-#! o#*;5&#)45*$#! ;$.(#+#!
)(5)-#^! -#*5)(#! 5! <3*$3)-#s! <(5;5*$#! ;3-! $5((#$.(#.! U9CDV^! $5*5*&.! <(5;5*$5!
+X5! :35;$#! 3-$#4#! &.,()**.! 5;;5(5! +.*;#&5()$#! )*+X5! *5#! $5((#$.(#! *.*!
3(I)*#88)$#!D*0!_!
! <5(#45$()(5! -5! )(55! &#! #*;5&#)45*$.! (5+5*$5! U=97V! &)! +.4<-5$)(5! +.*!
*3.,5! +.;$(38#.*#! 5b.! &)! ;.$$.<.((5! )! (#:3)-#W#+)8#.*5! 5! (#;$(3$$3()8#.*5^!
)*+X5!45&#)*$5!&54.-#8#.*#!5!(#+.;$(38#.*#!5!&#,5(;)!&5;$#*)8#.*5!&[3;.^!
+.*!-)!&5W#*#8#.*5!&5--5!:3)*$#$%!4#*#45!&56-#!;<)8#!<5(!-5!3(I)*#88)8#.*#!
<(#4)(#5!5!;5+.*&)(#5!5!&5--5!4.&#W#+)8#.*#!)445;;5!*56-#!);;5$$#!3(I)*#!
5;#;$5*$#!_!
! &5$$)(5! <5(! $)-#! =97! -)! &#;+#<-#*)!;$(3$$3()-5! #445&#)$)45*$5! +.65*$5! 5&!
.<5()$#,)! .<<3(5^! .,5! (#;3-$);;5! *5+5;;)(#.! #-! +.4<-5$)45*$.! &5--5!
3(I)*#88)8#.*#! <(#4)(#5^! <(5;+(#,5(5! -)! W.(4)8#.*5! &5-! /0G^!
<(5+#;)*&.*5!W#*)-#$%!5!+.*$5*3$#!_!
! #*&#,#&3)(5! -5! &#(5$$(#+#! -.+)-#88)$#,5! &5--5! )(55! <5(! -)! *3.,)! 5&#W#+)8#.*5!
U=BGV! &)! ;.$$.<.((5! )! <#)*#W#+)8#.*5! 3(I)*#;$#+)! 5;5+3$#,)! U/0GV^!
&5W#*5*&.! +.*! &#;+#<-#*)! ;$(3$$3()-5! -5! 3$#-#88)8#.*#! +.4<)$#I#-#^! -5!
4#*#45! &.$)8#.*#! #*W();$(3$$3()-#! 5&! #! <)()45$(#! <5(5:3)$#,#^! #*!
)<<-#+)8#.*5! &5-! +(#$5(#.! &5-! 4);;#4.! (5+3<5(.! &5-! $5((#$.(#.! 3(I)*#88)$.!
5b.!6#%!3$#-#88)$.!)#!W#*#!#*;5&#)$#,#!>!
Gli insediamenti residenziali di nuoo impianto eo di completamento
complessiamente doranno soddisare gli eettii abbisogni abitatii stabiliti dal
presente DPP in rapporto alle carenze pregresse ed agli incrementi sociali preisti
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


248
per i prossimi quindici anni. abbisogni che eentualmente potranno essere
aggiornati in sede di P.U.G. oe risultassero disponibili dati IS1A1 piu recenti .
Nella ormazione del P.U.G. saranno recepiti i piani attuatii igenti e quelli
che siano stati gia adottati oero predisposti dall`Amministrazione comunale .
Inoltre si terra conto delle ulteriori aree di espansione residenziali preiste dal P.d.l.
non ancora utilizzate. eentualmente adeguando gli indici insediatii a lielli
compatibili con le esigenze economiche gestionali dell`insediamento .

Le nuoe localizzazioni residenziali secondo comparti d`interento unitario
da sottoporre a PUL doranno essere indiiduate dal P.U.G. in modo da dare una
orma` alla (itta costruita. ricucendo i quartieri perierici tramite la deinizione di
poli. assi e direttrici in uno schema di siluppo sostenibile del sistema insediatio .
In particolare. tenuto conto che il calcolo del abbisogno di edilizia abitatia
determinato in LL>MOT! ;$)*85 corrisponde a circa L>KRT>TTT! 4+> assumendo un
indice di aollamento pari a 0.5 abitante stanza e un olume per abitante pari a
130 mcab.,. le preisioni del P.U.G. per il settore residenziale doranno preedere
:
! 3*)!&5W#*#8#.*5!+.((5$$)!&5--)!:3.$)!&)!);;56*)(5!)--[5&#-#8#)!(5;#&5*8#)-5!
<3II-#+)! +X5! <.;;)! ;.&&#;W)(5! #! W)II#;.6*#! ;.+#)-#! )I#$)$#,#! 5! +X5!
+.43*:35! *.*! ;#)! #*W5(#.(5! )-! NT! e! &5-! W)II#;.6*.! &#! 5&#-#8#)! )I#$)$#,)^!
<)(#!)!4+>!RQL>TTT!_!
! 3*)! &#;)4#*)! &5--5! (5;#&35! <.;;#I#-#$%! #*;5&#)$#,5! &5--5! 8.*5! H! *.*!
;)$3(5^! #*+-3&5*&.! $()! :35;$5! )*+X5! -5! 8.*5! "! &5-! />&>'>^! <5(! #*&3((5!
+.*;.-#&)45*$#!&5#!$5;;3$#!5&#-#8#!5;#;$5*$#!_!
! 3*)! #*&#,#&3)8#.*5! &5--5! )(55! ;.665$$5! )! $();W.(4)8#.*5! 3(I)*#;$#+)^! #*!
+3#! &.,()**.! )($#+.-)(;#! #! /0G^! W.*&)$#! (#-5,)*$545*$5! ;3-! 4.&5--.!
o<5(5:3)$#,.s^!5;;5*8#)-5!<5(!-)!)+:3#;#8#.*5!&#!)(55!5!-)!(5)-#88)8#.*5!&#!
#*$5(,5*$#!<5(!;5(,#8#!<3II-#+#!&#!:3)($#5(#!3(I)*#!_!
! #-! +.4<-5$)45*$.! &#! 6()*! <)($5! &5--5! <(5,#;#.*#! &#! )(55! <5(! ;5(,#8#! &5-!
/>&>'>^! ,)-3$)*&.! )-! $54<.! ;$5;;.! -)! +.*,5*#5*8)^! )--)! -3+5! &5--5! 43$)$5!
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


249
5;#65*85^! &5-! 4)*$5*#45*$.! &#! )-+3*5! &#! :35;$5! #*&#+)8#.*#!
5,5*$3)-45*$5!*.*!(5)-#88)$5;#!_!
! #-!+.*;563#45*$.!&5--)!&.$)8#.*5!&#!)(55!&#!3;.!<3II-#+.!<5(!)$$(588)$3(5!
5!;5(,#8#^!)-45*.!*5--5!:3)*$#$%!4#*#45!;$)I#-#$5!&)-!25+(5$.!9F>!BJ!KNNN!
5!#*!);;.*)*8)!)!:3)*$.!;$)I#-#$.!&)-!27=1!U+.45!&5$5(4#*)$5!#*!I);5!)#!
W)II#;.6*#! &5$$)6-#)$)45*$5! (#<.($)$#! *5--5! )<<.;#$5! $),.-5! &5-! <(5;5*$5!
2//V^! #*&#,#&3)*&.! <5(! 5;;5! -5! <#i! .<<.($3*5! -.+)-#88)8#.*#! *5--[)4I#$.!
&5--5! )(55! &#;<.*#I#-#! &5-! $5;;3$.! 3(I)*.! 5;#;$5*$5^! #*! +.*;#&5()8#.*5! &5#!
()66#! &#! #*W-35*8)! .$$#4)-#! <5(! -5! &#,5(;5! +)$56.(#5! &#! )$$(588)$3(5! 5&!
)*+X5!#*!4.&.!&)!+.4<5*;)(5!#!W)II#;.6*#!)((5$()$#!>!

Per raggiungere l`obiettio di un`integrazione unzionale tra le arie attiita.
le preisioni programmatiche del P.U.G. potranno stabilire che uno o piu comparti
da sottoporre a PUL comprendano destinazioni d`uso tra loro integrate. nel senso
che possano realizzarsi oltre agli insediamenti residenziali anche destinazioni a
carattere commerciale e per attiita terziarie e direzionali. secondo idonee
percentuali issate dalla normatia .
Inoltre. considerato che in relazione alla posizione baricentrica di lrancailla
lontana nell`area ionico salentina possono indiiduarsi orti potenzialita residenziali
al di uori dell`abitato anche a serizio di nuclei amiliari aenti il posto di laoro
nelle icine citta capoluogo,. le preisioni del P.U.G. potranno indiiduare 3*)! .!
<#i!-.+)-#88)8#.*#!)!+)()$$5(5!)I#$)$#,.!&)!;.$$.<.((5!)!/0G!)!&5*;#$%!()&)!&#!
5&#W#+)8#.*5! &5;$#*)$5! )--)! (5;#&5*8)! ;$)I#-5! #*! #&.*55! )(55! 5;$5(*5! )#! $5;;3$#!
3(I)*# .
Per quanto riguarda le maglie ediicate esistenti nella (itta le preisioni del
P.U.G. doranno essere inalizzate a :
! 4#6-#.()(5! -)! :3)-#$%! &5--[#*$5(.! +5*$(.! 3(I)*.^! )$$(),5(;.! .<5(5! &#!
(#:3)-#W#+)8#.*5! &5-! $5;;3$.! )(+X#$5$$.*#+.! 5! 3(I)*#;$#+.^! )$$(),5(;.! 3*)!
4#6-#.(5!<#)*#W#+)8#.*5!&5#!;5(,#8#!&#!:3)($#5(5!5!)$$(),5(;.!#-!(5+3<5(.!5&!
#-! (#<(#;$#*.! W3*8#.*)-5! &#! 4.-$#! #4<.($)*$#! +.*$5*#$.(#^! ;<)8#! 5&! 5&#W#+#!
<3II-#+#!_!
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


250
! #*&#,#&3)(5! -5! *3.,5! o<.($5s! +#$$)&#*5^! +X5! W),.(#;+)*.! #-! -56)45! $()! -)!
+#$$%! +.;$(3#$)! 5&! #-! $5((#$.(#.! ;3I3(I)*.! 5! +.;$#$3#;+)*.! 3*! *3.,.!
5-545*$.!#&5*$#$)(#.!&5--)!"#$$%>!
Particolare attenzione andra riolta all`esigenza di integrare i quartieri ad
esempio il quartiere San Lorenzo, e le zone di piu recente espansione residenziale
con nuoe preisioni insediatie inalizzate anche a conseguire idonei luoghi di
socialita. di aggregazione o anche di orte richiamo e attrazione`. che attualmente
inece risultano totalmente assenti . Non piu quartieri dormitorio nonostante la
buona qualita architettonica,. bensi tessuti urbani urbanisticamente riqualiicati e
perettamente integrati nelle unzioni della conienza cittadina come luoghi di
condiisione di una identita oltre che di serizi adeguati .

Per quanto riguarda le maglie urbane e gli isolati otto - noecenteschi saturi.
caratterizzati da edilizia abitatia seriale e da talune consistenze erdi interne. le
preisioni del P.U.G. doranno speciicare le disposizioni inalizzate alla tutela dei
caratteri tipologici e costruttii tradizionali. eentualmente con normatia che
integri la conserazione con possibilita di miglioramenti unzionali e olumetrici.
anche in sopraeleazione con caratteristiche tecniche regolamentate .
(on rierimento al punto 6.1.4 del DRAG le preisioni programmatiche del
P.U.G. doranno speciicare :
a) vet aettagtio te ai.po.i.iovi .trvttvrati. ivaicavaove te priorita :
b) it .oaai.tacivevto aei tabbi.ogvi pregre..i ea evergevti vei .ettori re.iaev.iate tpvbbtico e
prirato). proavttiro tpvbbtico e prirato) e aette ivtra.trvttvre. iv coerev.a cov gti obiettiri ea i
criteri a`ivpo.ta.iove aet pre.evte DPP. .atro erevtvati po..ibiti aggiorvavevti eo
ivtegra.iovi ore ri.vtta..ero ai.povibiti aati ).) piv recevti :
c) i perivetri aette aree aa .ottoporre a P| e te .eqvev.e tevporati aetta toro attva.iove :
d) i paravetri aette tra.torva.iovi ti.icbe e tvv.iovati ai ivvobiti .oggetti a Perve..o ai
co.trvire. vov .ottopo.ti atta torva.iove ai P| e vov ai.ciptivati aatte ai.po.i.iovi
.trvttvrati :
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


251
e) i paravetri vrbavi.tici e te ae.tiva.iovi a`v.o aegti ivvobiti. cov riterivevto a qvavto ai
ivi.iatira aei prirati ea a qvavto ri.errato atte tvv.iovi pvbbticbe o cottettire vette aree ai
iv.eaiavevto recevte t.R) .ottopo.te atta torva.iove aei P| :
f) i paravetri vrbavi.tici e te ae.tiva.iovi a`v.o aegti ivvobiti. cov riterivevto a qvavto ai
ivi.iatira aei prirati ea a qvavto ri.errato atte tvv.iovi pvbbticbe o cottettire vette aree per ta
vvora eaitica.iove t.^) cbe .ovo .evpre .ottopo.te atta torva.iove aei P| :
g) avcbe attrarer.o it Piavo aei .erri.i re.i tPie). gti ivterrevti ai vrbavi..a.iove privaria
t|P) e vrbavi..a.iove .ecovaaria t|). articotati iv ivterrevti aa attvar.i cov ri.or.e
pvbbticbe e qvetti aa attvar.i cov te torve ai pereqva.iove preri.te vei P| :
h) it piavo ecovovico ai covpetev.a covvvate. aerirato aat piavo aei .erri.i Pie. retatiro agti
ivterrevti ai |P ea |. covprev.iro aei co.ti ai occvpa.iove e ai e.propria.iove. articotavaoto
iv qvetto ai .oaai.tacivevto aei tabbi.ogvi pregre..i e qvetto retatiro at .oaai.tacivevto aei
tabbi.ogvi evergevti .

In coerenza con il disposto dell`art. 14 della L.R. n 202001 e con il
punto 6.1.4.3 del DRAG. le preisioni programmatiche del P.U.G. doranno
deinire i criteri perequatii da osserare nella ormazione dei PUL in modo che :
! -[5:3)! &#;$(#I38#.*5^! $()! #! <(.<(#5$)(#! &56-#! #44.I#-#! #*$5(5;;)$#! &)6-#!
#*$5(,5*$#^! ;#)! &5#! &#(#$$#! 5&#W#+)$.(#! (#+.*.;+#3$#! &)-! />0>1>! 5! ;#)! &56-#!
.*5(#! &5(#,)*$#! &)--)! (5)-#88)8#.*5! &5--5! 3(I)*#88)8#.*#! <(#4)(#5! 5!
;5+.*&)(#5! &5II)! 5;;5(5! <5(;563#$)! +.*! -[)$$(#I38#.*5! &5--)! 45&5;#4)!
<.;;#I#-#$%! 5&#W#+)$.(#)! U#*&#+5! &#! W)II(#+)I#-#$%! $5((#$.(#)-5V! )#! &#,5(;#!
)4I#$#! +.4<(5;#! *5-! /0G! #*&#<5*&5*$545*$5! &)--5! &5;$#*)8#.*#!
;<5+#W#+X5! U#*&#+5! &#! W)II(#+)I#-#$%! W.*&#)(#.^! <(5;+(#8#.*#! $#<.\
4.(W.-.6#+X5! 5! W3*8#.*)-#V! )$$(#I3#$5! )--5! ;#*6.-5! )(55! &)-! />0>1>! .! &)--.!
;$5;;.!/0G!_!
! -5!&#;<.;#8#.*#!<(.6()44)$#+X5!<5($)*$.!&.,()**.!;$)I#-#(5!#!+(#$5(#!<5(!-)!
&5$5(4#*)8#.*5!&5-!&#(#$$.!5&#W#+)$.(#.!;<5$$)*$5!)!+#);+3*!<(.<(#5$)(#.!#*!
(5-)8#.*5! &5--.! ;<5+#W#+.! ;$)$.! &#! W)$$.! 5! ;$)$.! 6#3(#&#+.! #*! +3#! ;#! $(.,)*.!
6-#! #44.I#-#! )-! 4.45*$.! &5--)! W.(4)8#.*5! &5-! o".4<)($.! &#!
<5(5:3)8#.*5s! U+.#*+#&5*$5! +.*! 3*.! .! <#i! /0GV^! ;#)! <5(! -)! +5;;#.*5!
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


252
6()$3#$)! &5--5! )(55! U0/^! 0C^! /GG/V! 5! &5--5! .<5(5! U0/^! <)($5! &5--5! 0CV!
)--[=44#*#;$()8#.*5! +.43*)-5! >! ! C5*8)! +.*! +#a! 4.&#W#+)(5! *q! #-!
&#45*;#.*)45*$.!65*5()-5!*q!-)!)--.+)8#.*5!&5#!;5(,#8#!>!
!
?5!)$$#,#$%!&5#!;5$$.(#!;5+.*&)(#.!5!$5(8#)(#.

Per quanto riguarda il settore secondario. in base alle analisi dei precedenti
capitoli i abbisogni di aree per le attiita artigianali ed industriali per il prossimo
quindicennio risulta completamente soddisatto dalla dotazione complessia di
aree gia destinate a tali insediamenti nell`ambito delle due zone P.I.P. di ia
Grottaglie e di ia San Vito.
In relazione alle ulteriori aree in esubero risultanti nei due P.I.P. rispetto ai
suddetti abbisogni. le preisioni programmatiche del P.U.G. potranno
speciicare apposite disposizioni normatie onde riserare idonee quantita di tali
aree per le attiita collaterali agli impianti produttii. attiita che potranno
comprendere aziende della grande distribuzione. magazzini per il commercio
all`ingrosso. concessionarie per la endita di eicoli. nonch altre particolari
attiita di contorno con unzione anche di richiamo e orte attrattia. quali
discoteche. impianti multisala. sale bingo e altre attrezzature simili di
aggregazione collettia .
In aggiunta alle predette zone P.I.P.. in relazione all`esigenza di assicurare una
pluralita di localizzazioni produttie in posizioni strategiche rispetto alle direttrici
primarie della iabilita ed allo scopo di incentiare il piu possibile il traserimento
delle aziende esistenti nel tessuto urbano della (itta non compatibili con la
qualita urbanistica dello stesso. le preisioni strutturali del P.U.G. potranno
#*&#,#&3)(5! 3*.! .! <#i! )(55! &)! ;.$$.<.((5! )! /0G! <5(! -[#*;5&#)45*$.! &#!
)$$#,#$%!<5(!#-!+.445(+#.!)--[#*6(.;;.^!&#!)$$#,#$%!&#!$();<.($#!5!;<5&#8#.*#!5!
&#!)-$(5!)$$#,#$%!<(.&3$$#,5!+.43*:35!<.+.!.!&5-!$3$$.!#*+.4<)$#I#-#!+.*!-5!
&5;$#*)8#.*#!(5;#&5*8#)-#!>!
Inoltre le preisioni programmatiche del P.U.G. doranno indiiduare
nella nuoa disciplina urbanistica alidi incentii atti a conseguire :
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


253
! *5--[)4I#$.!&5-!$5;;3$.!3(I)*.!5b.!&5--5!4)6-#5!<5(#W5(#+X5!&5--[)I#$)$.^!-)!
(#:3)-#W#+)8#.*5! &5--5! ;#$3)8#.*#! 4)66#.(45*$5! &56()&)$5! )! +)3;)! &5--)!
<(5;5*8)! &#! -),.()8#.*#! *.*! +.4<)$#I#-#! ;#)! +.*! -5! &5;$#*)8#.*#!
(5;#&5*8#)-#!5!;#)!+.*!#-!4#6-#.()45*$.!&5--5!+.*&#8#.*#!&#!,#)I#-#$%!_!
! #-! +.*;5635*$5! $();W5(#45*$.! &5--5! ;3&&5$$5! -),.()8#.*#! *5--5! 8.*5! />9>/>!
5;#;$5*$#^!#*+5*$#,)$.!)*+X5!45&#)*$5!-)!+5;;#.*5!&#!$)-#!)(55!)!+.*&#8#.*#!
W),.(5,.-#!5&!)!<(588#!)65,.-)$#!_!
! -)! (#:3)-#W#+)8#.*5! &5#! ;3&&5$$#! +.4<)($#! />9>/>! 5;#;$5*$#^! 45&#)*$5! -)!
(5)-#88)8#.*5! &5#! ,)(#! ;5(,#8#! &#! ;3<<.($.! &5--5! )(55! #*&3;$(#)-#! 5&!
)($#6#)*)-#! )! ;3.! $54<.! <(5,#;$#! &)#! (5-)$#,#! ;$(345*$#! 3(I)*#;$#+#! U&)!
)$$3)(;#! )*+X5! +.*! -)! <)($5+#<)8#.*5! &#! <(#,)$#V^! #*! 4.&.! &)! +.*;563#(5!
3*)! 4)66#.(5! )$$()$$#,)! &#! $)-#! -3.6X#! ;#)! #*! $5(4#*#! &#! <)(+X566#^!
4)(+#)<#5&#! 5&! )((5&.! 3(I)*.! 5! ;#)! <5(! :3)*$.! )$$#5*5! -)! <(5;5*8)! &#!
<)($#+.-)(#! )$$#,#$%! &#! +.*$.(*.! +.*! ,)-#&5! W3*8#.*#! &#! (#+X#)4.! 5&!
)$$()$$#,)>!
Per quanto riguarda il settore terziario. in base alle analisi della situazione
attuale illustrate nei precedenti capitoli. le preisioni del P.U.G. doranno :
! #*&#,#&3)(5! 3*)! *3.,)! -.+)-#88)8#.*5! <5(! -)! o'#5()! F.;$()!
&5--[=;+5*;#.*5s! +X5! +.*;5*$)! 3*)! ()8#.*)-5! .(6)*#88)8#.*5! &56-#! ;<)8#!
.++.((5*$#! <5(! 3*! )&563)$.! ;,.-6#45*$.! &#! $)-5! #4<.($)*$5!
4)*#W5;$)8#.*5_!
! #*&#,#&3)(5! 3*)! *3.,)! -.+)-#88)8#.*5! <5(! -[)(5)! 45(+)$)-5! )$$(588)$)! <5(!
-.!;,.-6#45*$.!&5-!45(+)$.!;5$$#4)*)-5!)!*.(4)!&5--)!?>7>!*J!KR!&5-!LTTK^!
<.;;#I#-45*$5!)*+X5!#*$56()$)!+.*!-)!8.*)!&5;$#*)$)!)--5!)$$#,#$%!+#(+5*;#!5!
&5--.!;<5$$)+.-.!,#)66#)*$5!&#!+3#!)--)!-5665!*J!MMQ!&5-!KSPR^!+.*W5(4)*&.!
-)! -.+)-#88)8#.*5! 5,5*$3)-45*$5! *5-! W()$$54<.! 6#%! ;+5-$)! &)! <)($5!
&5--[=44#*#;$()8#.*5!+.43*)-5!_!
! 6)()*$#(5!-.!;,#-3<<.!&#!3*!)&563)$.!$5;;3$.!$5(8#)(#.!.-$(5!+X5!)($#6#)*)-5!
&#!;5(,#8#.!U+.45!I)(I#5(#^!<)((3++X#5(#^!+)-8.-)#^!;)($.(#5^!5++>V!*5--5!)(55!
(5;#&5*8#)-#!&#!+.4<-5$)45*$.!5!&#!*3.,.!#4<#)*$.^!*.*+Xq!3*[)&563)$)!
.(6)*#88)8#.*5! &5-! ;#;$54)! &#! &#;$(#I38#.*5! &5--5! W3*8#.*#! +.445(+#)-#!
PUG lrancailla lontana
DPP - Relazione


254
*5--[)4I#$.! &5--5! *3.,5! <(5,#;#.*#! &5--[.(6)*#88)8#.*5! 3(I)*)! #*!
(5-)8#.*5!)-!(#;<5$$.!&5--)!*.(4)!+X5!#4<.*5!-)!&.$)8#.*5!&#!LT!45$(#!+3I#!
<5(!.6*#!)I#$)*$5!#*;5&#)$.!*5--5!8.*5!&#!5;<)*;#.*5!>!
Lidentemente lo siluppo delle attiita commerciali locali e strettamente
collegato al mantenimento della competizione con le attiita della grande
distribuzione operante anche nelle citta icine, . Le preisioni del P.U.G. doranno
comunque essere indirizzate alla tutela di questo settore produttio. tenendo
presente che il rilancio dello stesso risulta ondamentalmente legato alla
alorizzazione ed alla tutela dei luoghi deputati alle attiita commerciali. che peraltro
contribuiscono anche a ornire motio di richiamo e di aggregazione. rendendo ii
e itali gli spazi della (itta .
Per quanto riguarda le altre attiita del settore terziario. le preisioni
programmatiche del P.U.G. doranno speciicare il soddisacimento dei
abbisogni dei serizi ed attrezzature d`interesse priato o collettio. costituente
l`ampio segmento di tale settore terziario. come quantiicate dal presente DPP
con rierimento agli standards stabiliti dal DRAG. onde assicurare le strutture
che sono alla base dell`organizzazione sociale. politica ed economica della (itta .


!