Sei sulla pagina 1di 8

Alice

nel Paese delle meraviglie


Musica di

Antonio Cericola
Scuola di danza di

Emanuela D'Alfonso

Martedi 14 giugno 2011 - Pescara Teatro Flaiano ore 21,00

A l i c e nel Paese delle meraviglie


Musica di Antonio Cericola
Testo filologico tratto dall'opera originale di Lewiss Carroll - Adattamento teatrale e regia di Antonio Cericola

Scuola di danza di Emanuela D'Alfonso


Coreografie di Veronica Frati, Alice Peca, Alfredo Di Luzio, Emanuela D'Alfonso

PERSONAGGI ED INTERPRETI
Fiorellino - Michela Casoraro Voci narranti - Alice De Luca, Gaia Valoroso, Giulia Valoroso, Martina Lagan Sorella di Alice - Alice De Luca Giardinieri - Gaia Valoroso, Giulia Valoroso Fante di Cuori - Martina Lagan Cuoca - Laura Catena Tartaruga - Sara Masciarelli Ghiro - Martina Berghella Lepre - Carlotta De Cesaris Topo - Aurora Lamonaca Bianconiglio - Lucia Fiale Duchessa - Giorgia Casoraro Re - Silvia Barbone Regina - Deborah Lamonaca Bruco - Rebecca Ionata Cappellaio Matto - Benedetta Lamonaca Alice - Alice Zaccardi

DANZATRICI
Casoraro Michela - Fermi Federica - Santone Sharon Barbone Silvia - Basho Giorgia - Berghella Martina - Catena Aurora - Catena Laura Coccia Martina - De Cesaris Carlotta - De Luca Alice - De Lucia Margherita - De Lucia Marianna Espositi Sofia - Fiale Lucia - Ionata Rebecca - La Barba Daniela - Lagan Martina - Lamonaca Aurora Masciarelli Sara - Quintiliani Sara - Rajabi Soraya - Valoroso Gaia - Valoroso Giulia Casoraro Giorgia - Cortazzi Noemi - D'Onofrio Michela Lamonaca Benedetta - Marku Angela - Sinelabe Claudia - Zaccardi Alice Bossone Alessandro - De Matteis Filippo - Fermi Alessandro - Maiano Alessio Frisicaro Peter - Orlov Luciano - Russo Antonio Bascelli Sara - D'Angelo Silvia - De Leonardis Claudia - Di Credico Antonella Di Santo Ludovica Febbo GiuliaLezzi Miriana - Monda Federica - Petruccelli Giada - Rizza Alessandra Maestri di palcoscenico: Luisa Bartolomeo Antonella Salvatore

Trama e balletti
PROLOGO

Nel Paese delle meraviglie


1 NELLA TANA DEL CONIGLIO
Seguendo un coniglio bianco, Alice cade in un onirico mondo sotterraneo fatto di paradossi, di assurdit e di nonsensi. Nella sua caccia al coniglio le accadono le pi improbabili disavventure.

Corri Bianconiglio
Alice, rincorrendo Bianconiglio, cade nella sua tana in uno strano tunnel. Arrivata in fondo, trova una stanza con tante porte minuscole. Guardando attraverso una serratura, scorge un bellissimo giardino e vuole raggiungerlo, ma lei troppo grande per entrare nella porticina. Trova una bottiglia con su scritto bevimi. La misteriosa bevanda la fa rimpicciolire ma si rende conto di aver lasciato la chiave sul tavolo. Assaggiato un pasticcino comparso dal nulla con su scritto mangiami, diventa enorme. La piccola Alice, caduta quaggi, non sa cosa far per tornarsene su.

La piccola Alice
2 LO STAGNO DI LACRIME
Divenuta enorme, Alice pu finalmente prendere la chiave, ma di nuovo non riesce ad entrare nella porticina. Per la fanciulla va tutto alla rovescia, tanto che non ricorda nemmeno le poesie che conosceva benissimo. Prova cos a recitare rondinella porporina, ma con esiti infelici.

Rondinella porporina

Affranta, inizia a piangere ininterrottamente allagando la stanza con le sue lacrime. Si forma intorno a lei un grande stagno nel quale all'improvviso compare un Topo che le racconter la sua storia.

3 UNA MARATONA E UNA LUNGA STORIA


Nella famiglia del Topo i gatti sono odiati poich un gattaccio impertinente, vedendo un topo sulle scale, lo condusse subito, senza alcun motivo, in tribunale.

Un gattaccio impertinente

4 IL CONSIGLIO DEL BRUCO


Congedatasi dal Topo, Alice incontra il Brucaliffo, che fuma la sua lunga pipa seduto su un fungo. Prima di andarsene, il Bruco le rivela che le due parti del fungo la possono far crescere e rimpicciolire a suo piacimento.

Brucaliffo

5 IL MAIALINO E IL PEPE
Ritrovata la sua giusta statura, Alice si rimette in cammino e giunge nella strana casa della Duchessa che sta cullando un bambino mentre la Cuoca aggiunge al minestrone tantisimo pepe. Nella cucina c' anche un grosso Gatto che ghigna con tutta la bocca, da un orecchio all'altro.

Ghignagatto
La Duchessa continua a cullare il bambino (che si riveler essere un maialino) che piange e starnutisce per l'aria satura di pepe.

Ninna nanna
Invitata dalla Regina, la Duchessa si congeda da Alice per prepararsi alla partita di croquet. Le affida il maialino che, lasciato in libert, corre felice nel bosco.

6 UN THE DA MATTI
Dopo aver scambiato quattro chiacchiere col Ghignagatto, Alice si dirige verso l'abitazione della Lepre. Davanti alla casa, trova una tavola apparecchiata alla quale siedono il Cappellaio e la Lepre che stanno bevendo il the. Con loro c' un Ghiro che dorme profondamente.

Il Cappellaio matto
Il Cappellaio racconta la causa del suo litigio con il tempo: fu al gran concerto dato dalla Regina di Cuori dove cant la canzone del pipistrello. Dopo aver cantato la prima strofa, la Regina si alz di colpo accusandolo di aver sbagliato il solfeggio ed essere andato fuori tempo. Da allora il tempo non fa pi nulla di quello che il Cappellaio vuole e segna sempre le sei: per questo motivo sempre l'ora del the.

Brilla pipistrello

7 UNA PARTITA A CROQUET CON LA REGINA


Dopo aver lasciato il pazzo ricevimento del the, Alice trova la strada per il castello della Regina. Incontra alcuni giardinieri che dipingono di rosso le rose che per sbaglio sono state piantate bianche. In quel momento arriva il corteo regale con l'esercito dei soldatini di carta.

I soldatini
La Regina invita Alice a giocare a croquet. Il campo pieno di buche, si utilizzano le carte come porte, gli istrici come palle ed i fenicotteri come mazze. Il gioco da subito una gran confusione di giocatori che urlano e litigano.

8 LA STORIA DELLA FALSA TARTARUGA


La Regina porta Alice a fare conoscenza della Falsa Tartaruga che racconta i suoi studi svolti in fondo al mare. Alla sua scuola si studiavano le materie dell'annaspare e del contorcersi, dell'ambizione, della bruttificazione e della derisione. Accennati alcuni goffi passi di danza, la Tartaruga intona la sua canzone della bella zuppa.

Bella zuppa
9 CHI HA RUBATO LE CROSTATE?
Nel frattempo stato istituito il processo nel quale si giudicher il Fante di Cuori, accusato di aver rubato le crostate. Sono presenti giurati e testimoni (il Cappellaio matto, la Cuoca della Duchessa e Alice).

Regina di cuori
10 LA TESTIMONIANZA DI ALICE
Il ritrovamento di una lettera senza firma con una filastrocca senza senso, convince tutti che il vero colpevole sia il Fante di Cuori. Prima la sentenza, poi il verdetto declama la Regina, ma Alice dissente urlando non siete altro che uno stupido mazzo di carte! A queste parole tutte le carte si sollevano in aria vorticosamente rovesciandosi sulla fanciulla che emette uno strillo di paura e d'ira cercando di respingerle.

Alice
EPILOGO
Il sogno finisce con Alice che si risveglia tra le braccia della sorella. Ritornata nel mondo reale, la fanciulla corre verso casa tutta felice ed immersa ancora nel suo fantastico mondo del Paese delle meraviglie.

Nel paese delle meraviglie

I l c o m p o s i t o r e d e l l' o p e r a
ANTONIO CERICOLA inizia gli studi musicali parallelamente a quelli classici, conseguendo presso il Conservatorio di S. Cecilia, lAccademia Internazionale delle Arti di Roma e la Scuola Superiore dellA.M.P. i diplomi di pianoforte, didattica pianistica, analisi musicale, direzione di coro, direzione dorchestra. Studia psicologia applicata alla musica con F. Trippetti; analisi con M. Della Chiesa; contrappunto e composizione con M. Corona (allievo di Karajan) e G. Manzoni; composizione per musica da film con S. Miceli, E. Morricone e L. Bacalov conseguendo il diploma di merito; direzione di coro con F. Angius e R. Gabbiani; direzione dorchestra con D. Renzetti. Ha collaborato con Istituzioni di prestigio ed alcuni tra i pi validi artisti del panorama internazionale: P. Bellugi, F. Mannino, D. Renzetti, G. Gelmetti, Larry Willis, R. North, E. Beruschi, M. Fabrizio, C. Baglioni, P. Morgia, L. Tommasini, B. Tosi, C. Gasdia, lAccademia Chigiana di Siena, Classica Oggi, la Societ Italiana della Musica e del Teatro, i Fiati Italiani, lOrchestra Internazionale dItalia, Il Festival Internazionale di Atene... Invitato come compositore al Premio Majella 1996 sotto lalto patronato della Presidenza della Repubblica, ha inciso alcune sue opere in un CD patrocinato dal Ministero per i Beni Culturali ed Ambientali. E autore di musica da camera, corale, sinfonica ed operistica. Sue composizioni di musica sacra sono state eseguite in Vaticano in occasione della Celebrazione di S.S. Giovanni Paolo II per la Beatificazione di Madre Eugenia Ravasco trasmessa in mondovisione. Tra gli ultimi lavori ricordiamo il Balletto Dedalo con le coreografie di R. North e la partecipazione di Maria Teresa Ruta; lOpera lirica Le Avventure di Pinocchio; le operine Il Gatto con gli stivali, Cappuccetto Rosso, Biancaneve; lOratorio di Natale, la Passio et Resurrectio, i Cantica Faceta, il balletto Carpe Diem. La biografia, il catalogo della produzione, lanalisi delle composizioni e lincisione di una sua opera, sono stati inclusi nellEnciclopedia dei Compositori italiani del XX secolo. Le sue composizioni sono registrate presso la banca dati dei compositori italiani ed edite da Suvini Zerboni, Pagano, Vecchio Mulino. Saggi, recensioni ed informazioni sulla sua attivit artistica figurano su riviste nazionali ed estere (LOpera, Amadeus, Il Giornale della Musica, Il Corriere del Teatro, Musica e scuola, Prospettive Musicali, La Cartellina, Choraliter, Europa Cantat...) E stato designato dalla Feniarco quale rappresentante dellItalia al Parlamento Europeo della Musica (Brixen 1998) e presidente della commissione per larte e la cultura. Allattivit artistica affianca da diversi anni quella didattica: docente di Direzione di Coro ai corsi di perfezionamento dellAccademia Musicale Pescarese; di Direzione di Coro e Orchestra nellambito dei corsi internazionali dellEstate Musicale Frentana di Lanciano; del corso di perfezionamento in composizione presso lIstituto Musicale di Taranto P .Longo; dei corsi di direzione a Catania, del corso di direzione di coro e orchestra a Pescara. Gi direttore del Coro Polifonico Iuvenes Cantores e del Coro del Teatro Marrucino di Chieti, direttore dellOrchestra Sinfonica Europea Ars Musica. La sua opera lirica Le avventure di Pinocchio stata rappresentata al Festival Internazionale di Atene in occasione delle Olimpiadi 2004 in Grecia in cartellone con i Berliner Philharmoniker, Luciano Pavarotti, la Filarmonica di Vienna, la London Symphony... Recentemente il suo ultimo balletto Mamma dice stato interpretato in Spagna nel festival Internazionale di Danza Escenamobile a Siviglia dalla ballerina Simona Atzori e replicato su canale 5. Quale riconoscimento internazionale dellattivit artistica, la sua biografia e le sue opere sono documentate sugli annuari dellOpera Lirica del Cidim e sulle enciclopedie Compositori del XX secolo, Virgilio Sapere, Wikipedia.

www.antoniocericola.com http://it.wikipedia.org/wiki/Antonio_Cericola www.accademiadellearti.info