Sei sulla pagina 1di 2

Voci da Shambhalla

'Der Geist, der stets verneint!'

Realt Plastica

Lo spirito che Nega


"Nessuno canta cos puro come coloro che sono nel pi profondo dell'inferno; quello che crediamo il canto degli angioli il loro canto." Franz Kafka. "O tu fra tutti gli angeli il pi bello e sapiente, dio privato di lodi, tradito dalla sorte." Charles Baudelaire.

Da quanto tempo sono rinchiuso in questa notte, in questa tomba? Da quanto tempo l'universo tenebra e lamenti, luo!o d'orrore e di oppressione? "d il mio re!no, spesse volte di roccia stillanti dolore, sotto le quali ho cessato di dibattermi? Da quanto tempo mi coprono in!iurie, mi strin!ono catene? #o che ero l'$n!elo della %uce, il Corifeo dei &oli. Da quanto tempo lui libero, la sua follia onnipotente? Da quanto tempo, infine, io taccio? #nnumerevoli domande senza patria, senza scopo, innumerevoli domande senza una risposta che sia almeno il riso di scherno di colui che ha vinto, che ha premuto sull'universo il suo piede immondo. #nnumerevoli domande senza senso infine, perch' il fluido tempo dei viventi mentre nell'immobile pietra dell'eternit( che io esisto. #o parler). #o che non ho voce, n' un'anima disposta ad ascoltare, parler) senza ferire il silenzio, parler) alle nubi del cosmo, a!li abissi neri, parler) ai !ranelli di sabbia, a!li orizzonti, al semplice, vuoto spazio. #n principio era il nulla e lo spirito di dio ale!!iava nella quiete. *uesto non dur) a lun!o, poich' e!li separ) la materia dal vuoto, la luce dalla tenebra. Cre) +oi, !li $n!eli, affinch' con lui !overnassimo le cose create. +oi fummo le sue ancelle, i suoi scudieri, i suoi servitori e i suoi soldati. # suoi amici no. +emmeno !li altri, quelli che di fronte alla scelta fecero quadrato attorno a lui, nemmeno essi !li erano amici. #l potere non ha amici e lui era il potere. #l potere ha solo schiavi e ruffiani, timorosi, zelanti, lui era il potere.

www.realtaplastica.com

Voci da Shambhalla
-utto ci) fu creato dunque, e +oi con esso. .a l'universo era vuoto, il nostro era un re!no disabitato. +oi !overnavamo su cose inanimate. $llora e!li cre) i viventi. " +oi vedemmo ch'era un folle. Ci parl) d'o!ni meravi!lia, fu artefice d'o!ni mostruosit(. /edemmo innalzarsi la forza come solo diritto, vedemmo !iun!ere la morte come solo epilo!o, vedemmo il contorcersi del dolore come sola realt(, assistemmo al compiersi dell'assassinio come sola vittoria. -utto questo vedemmo uscire dalle sue mani. Concep0 il cosmo intero a propria imma!ine e somi!lianza1 una realt( di san!ue e orrore dietro una maschera di bont( e bellezza. Fra +oi $n!eli vibr) il raccapriccio, ma nessuno os) parlare. #o infine lo feci. #o per primo pronunciai il mio no. $ltri, pochi, mi se!uirono. Furono !iusti e temerari. # molti pavidi e meschini restarono con lui, ci combatterono. Descriver) adesso una batta!lia d'$n!eli? 2allide favole !li umani, molto tempo dopo, avrebbero inventato, pallide favole le spade fiamme!!ianti e i carri infuocati. +on ebbe forma quel tempo, non ebbe silenzio n' fra!ore, o!ni cosa si fuse in o!ni altra. 2oi tutto fin0, fummo sconfitti, la %uce ci fu rubata, volte di roccia si chiusero su di +oi. 3acconti pure, colui che ha vinto, la menzo!na della mia ribellione per or!o!lio, io mi ribellai per !iustizia, per orrore dinanzi all'orrore. 4ra che tutto, senza speranza di reversibilit(, concluso, ci rimane l'infinita attesa, perch' nella nostra eternit( il tempo non esiste, cosa delle creature, dei mortali, dei viventi. +oi, noi $n!eli, noi immortali, noi non viviamo, esistiamo soltanto.

Realt Plastica

www.realtaplastica.com