Sei sulla pagina 1di 2

La Prima guerra mondiale (1914-1918)

Rapporti Stati e cause guerra:


1894: duplice franco-russa = alleanza militare fra Francia e Russia, che diventerà poi Triplice Intesa
(UK, Russia e Francia); Triplice Alleanza = alleanza a scopo difensivo tra Italia, Germania e Impero
austroungarico.
 Guerre balcaniche
 Crisi marocchine

Il 28 giugno 1914 viene assassinato a Sarajevo l'erede al trono austriaco l'arciduca Francesco
Ferdinando da uno studente serbo, appartenente alla mano nera.
Le tensioni in Europa erano le seguenti:
 il revanscismo francese nei confronti della Germania per riottenere l’Alsazia e la Lorena
 il controllo dei mari conteso tra Germania ed Inghilterra
 le tensioni tra la Serbia e l'impero austro ungarico nei Balcani
 l'indebolimento dell'impero ottomano, in conseguenza alle guerre balcaniche

Le prime dichiarazioni di guerra avvennero tra l'Austria e la Serbia il 28 luglio del 14, Nel momento
in cui l'Austria voleva condurre le indagini in Serbia. La Russia in aiuto della Serbia mobilità il
proprio esercito, così il 31 luglio la Germania manda un ultimatum alla Russia in cui chiede di
bloccare le truppe, non otterrà una risposta è il 1 agosto la Germania dichiarerà guerra alla Russia;
facendo parte della triplice intesa la Francia mobilita le sue truppe in aiuto della Russia per la
Germania dopo una non risposta all'ultimatum dichiarerà guerra alla Francia.

La Germania aveva pronto un piano di guerra, il piano Schlieffen, Ehi basato su una guerra di
movimento che prevedeva un attacco alla Francia e uno spostamento veloce delle truppe in
Russia. Attaccando la Francia La Germania attraverserà il Belgio dichiaratosi neutrale, perciò il 4
agosto la Gran Bretagna decide di dichiarare guerra alla Germania per tale azione.
Il piano di guerra tedesco fallirà, la guerra diventerà una guerra di trincea, di logoramento. Tra tre
fronti : occidentale, orientale ed italiano.

ITALIA:
Non era tenuta ad entrare in guerra facendo parte della triplice alleanza. nel paese scoppia un
dibattito tra interventisti, coloro che volevano la guerra (gruppi sx democratica, associazioni
irredentiste, nazionalisti, liberal-conservatori, interventisti rivoluzionari e Mussolini) I neutralisti,
che erano sfavorevoli all'entrata in guerra (Giolitti e liberali, cattolici , socialisti e sindacati).

I neutralisti erano la maggioranza in Parlamento, ma molti erano anche gli interventisti soprattutto
i giovani. Salandra, Sonnino e il re decisero di entrare in guerra.
Il 26 aprile 1915: firmarono segretamente il patto di Londra, per cui se l'Italia avesse vinto,
avrebbe ottenuto Il Trentino, il sud Tirolo, l’Istria, la Dalmazia e il Venezia Giulia.
nel frattempo Giolitti aveva ottenuto in Parlamento i voti favorevoli per la neutralità, Salandra si
dimette ma il re respinse le sue dimissioni; il 20 maggio del 15 per evitare di sconfessare il re il
governo il Parlamento approva la concessione dei pieni poteri al governo.
L'Italia dichiara guerra all’Austria e il 24 maggio iniziano le operazioni militari. I fronti principali
sono: occidentale, orientale, “interno” ed italiano.

1917: anno della svolta


 2 rivoluzioni in Russia: Febbraio, con cui cade lo zarismo e si forma un governo provvisorio.
Ottobre, Lenin ottiene il potere e forma un governo rivoluzionario. 1918: Trattato di Brest
Litolvsk
 Ingresso USA in guerra
 Aspirazioni indipendentiste dell’impero austro-ungarico
 Agosto: Papa Benedetto XV fa un appello per porre fine al conflitto
 Anno più difficile per l’Italia: disfatta di Caporetto, nasce un governo di coalizione
nazionale, capeggiato da V.E. Orlando

Gennaio 1918: i 14 punti di Wilson, documento in cui si propone di attuare una politica di fine
guerra e di ridisegnare la carta geo-politica europea. Si prepara l’armistizio tra Germania e Russia.
La Germania dopo la pace con la Russia sposta tutte le sue truppe sul fronte occidentale e i
tedeschi avanzano nel territorio francese. Nel giugno 1918 gli austriaci tentano di annientare
l'esercito italiano; a fine luglio le forze dell’intesa erano le più forti e numerose: con la battaglia di
Aniense si ha la prima sconfitta dei tedeschi sul fronte orientale, La perdita della Germania era
chiara ma non ci voleva firmare l'armistizio, a firmarlo sono il governo di coalizione e la spd.
A settembre e ottobre crollano la Bulgaria, l’Impero turco e l’Austria Ungheria. Il 24 ottobre 1918
gli italiani lanciano un'offensiva sul Piave agli austriaci che si arresero dopo la battaglia di Vittorio
Veneto: il 4 novembre viene firmato l'armistizio con l’ Austria Ungheria. nella Germania allo
sbando nascono vari conflitti e l'imperatore fugge in Olanda si crea un governo provvisorio con a
capo Hebert. L’11 novembre i delegati tedeschi firmano nei pressi di rotond l'armistizio accettando
le dure condizioni di pace imposte da Francia ed Inghilterra. Alla fine della guerra la Germania
aveva perso senza che i suoi territori fossero stati invasi, Ehi ci furono 8 milioni e mezzo di morti e
20 milioni di feriti e mutilati.
Trattati di pace: A Versailles il 18 gennaio 1919 si apre la conferenza di pace durata circa un anno e
mezzo, si doveva ridisegnare la carta geopolitica europea, i protagonisti erano Wilson (USA),
Orlando (italia), Lioyd George (UK) e Clemenceau (Francia).
In Europa dopo la guerra vi furono 8 nuovi stati, fu costituita la società delle Nazioni che rinunciava
alla guerra per le controversie fra gli Stati introduceva sanzioni per gli Stati aggressori.

Potrebbero piacerti anche