Sei sulla pagina 1di 3

Brig. Ca.

Alessandro MATTEI
App. Sc. Matteo SFERRA CARINI

ENCOMIO concesso dal Comandante della Legione Carabinieri “T.A.A.” con la seguente motivazione:

“ADDETTI A SEZIONE RADIOMOBILE DI COMPAGNIA CAPOLUOGO, EVIDENZIANDO ESEMPLARE SPIRITO DI INIZIATIVA ED ELEVATO SENSO DEL DOVERE, NON
ESITAVANO AD INTERVENIRE IN SOCCORSO DI UNA GIOVANE CHE VOLEVA LANCIARSI NEL VUOTO DAL PARAPETTO DI UN PONTE, AVVICINANDOLA CON
SENSIBILE DIALOGO ED EMPATIA, E RIUSCENDO POI AD IMMOBILIZZARLA FULMINEAMENTE PREVENENDO PER POCO LA TRAGEDIA

Brig. Paolo CHISTÈ


App. Sc. Luigi LAVERMICOCCA

ENCOMIO concesso dal Comandante della Legione Carabinieri “T.A.A.” con la seguente motivazione:
“ADDETTI AD ALIQUOTA RADIOMOBILE, DURANTE UN NORMALE TURNO DI PATTUGLIA, INTERVENIVANO SULLA STRADA IN SOCCORSO DI UNA DONNA CHE
ERA IN PROCINTO DI PARTORIRE E, MEDIANTE INDICAZIONI TELEFONICHE DEL PERSONALE MEDICO DEL 118, GESTIVANO IL PARTO D’URGENZA CHE PORTAVA
IN VITA SUL LUOGO UNA BAMBINA, POI AFFIDDATA AI SANITARI ARRIVATI IN SEGUITO SUL POSTO.”
Lgt. C.S. Armando SERRA
Mar. Ca. Maurizio ABBATE
Mar. Ca. Gaetano MARIALTO
Brig. Luciano ZANON
Car. Sc. Raffaella BIAGINI

ENCOMIO concesso dal Comandante della Legione Carabinieri “T.A.A.” con la seguente motivazione:
“ADDETTI A COMPAGNIA DISTACCATA, DANDO PROVA DI ELEVATA PROFESSIONALITÀ, SPICCATE CAPACITÀ INVESTIGATIVE E LODEVOLE SPIRITO DI
SACRIFICIO, DANDO ASCOLTO E VINCINANZA A DIVERSI ANZIANI VITTIME DI TRUFFE E RAGGIRI, DISARTICOLAVANO E PORTAVANO A GIUSTIZIA UN
SODALIZIO CRIMINALE CHE AVEVA COMPIUTO 27 RAPINE E FURTI IN ABITAZIONE AI DANNI DI CATEGORIE DEBOLI, ARRESTANDO 5 PREGIUDICATI E
DENNCIANDONE ALTRI 3, CON RELATIVO SEQUESTRO DI TUTTE LE ATTREZATURE USATE COMPIERE I REATI.”

Brig. Lorenzo COVI


Car. Alessio MOCA

COMPIACIMENTO del Comandante Provinciale come prima attestazione di merito con la seguente motivazione:
EQUIPAGGIO DI RADIOMOBILE DI COMPAGNIA DISTACCATA, DURANTE LEI RICERCHE A LIVELLO PROVINCIALE DI UNA ADOLESCENTE SCOMPARSA IN STATO
DI DISAGIO, LA INDIVIDUAVANO IN SOSPENSIONE SOTTO LE ARCATE DI UN CAVALCAVIA A OLTRE 90 DI ALTEZZA CON INTENTI AUTOLESIONISTICI, LA
RAGGIUNGEVANO IN PRECARIO EQUILIBRIO ATTRAVERSO UNO STRETTO TIRANTE SOSPESO NEL VUOTO ED INSTAURAVANO UN PROGRESSIVO DIALOGO CHE

NE CONSENTIVA UN NON SEMPLICE RECUPERO PORTANDOLA IN ZONA DI SICUREZZA.


Brig. CA. Luca VALSECCHI
App. Sc. Massimiliano CASAROTTO

COMPIACIMENTO del Comandante Provinciale come prima attestazione di merito con la seguente motivazione:
“MILITARI SCIATORI ADDETTI AL SERVIZIO DI VIGILANZA E SOCCORSO SULLE PISTE DEL COMPRENSORIO DEL DOSS DEL SABBION IN PINZOLO, SI PORTAVANO
CON CELERITÀ E SPICCATA PROFESSIONALITÀ IN SOCCORSO DI UNA DONNA SEGNALATA GIA’ PRIVA DI SENSI E IN ARRESTO CARDIOCIRCOLARORIO,
RIPRISTINANDOLE LE FUNZIONI VITALI ATTRAVERSO RIPETUTE MANOVRE DI RIANIMAZIONE CARDIO-POLMONARE, E SALVANDOLE IN DEFINITIVA LA VITA.

Potrebbero piacerti anche