Sei sulla pagina 1di 5

Arte romana – classica

- Sobrietà , equilibrio , chiarezza ;

- Prevalenza del volume ;

- Materiali durevoli e funzionali ;

- Marcato naturalismo , realismo e tridimensionalità ;

- Naturalezza del colore ;

- Qualche simbolismo ;

- Linguaggio chiaro ;

- Arte aperta a miglioramenti , cambiamenti, sviluppi ;

Arte paleocristiana

- Valore simbolico delle raffigurazioni artistiche ( simbolismo estendibile ad ogni campo artistico ) ;

- Discontinuità rispetto alle altre tradizioni religiose ;

- Ripresa e imitazione di schemi compositivi e tecniche costruttive latine ;

- Scomparsa della visione naturalistica , del concetto di imitazione ( mimes ) e di bello


classico ;

- Viene eccessivamente valorizzato il contenuto : di contro , del tutto trascurato appare l'aspetto
esteriore ;

- Funzione didattica delle opere ( in quanto i fruitori erano per lo più analfabeti ) ;

- Non si disdegnavano gli scopi propagandistici ( proselitismo , conversione , simpatia ) ;

- Per quando riguarda l’Architettura se , in un primo momento ( periodo antecedente al 313 d.C. ) , le
sedi cristiane erano le “ domus ecclesiae “ ( piccole case a un piano con cortile interno , sul quale si
affacciavano alcune stanze , in una stanza delle quali si svolgeva la messa ) , successivamente i cristiani
poterono costruire i propri edifici di culto pubblicamente : si ispirano alla basilica che, in quanto
edificio pubblico romano, si differenziava dagli altri edifici di culto come i templi pagani.

 Caratteristiche della Basilica :

o Aveva pianta rettangolare ed era generalmente divisa generalmente in tre o cinque navate
da colonnati interni : la navata centrale era maggiore per lunghezza e larghezza ;

o L'entrata si trovava su un lato più corto ;

o Antecedente all’entrata c'era un atrio ( che deriva da quello della casa romana , contenente
la vasca per le abluzioni ) , i cui quattro lati erano costituiti da porticati ( quadriportico ) ;

o Nel lato opposto a quello dell'entrata si trova l'abside ;

o Nelle basiliche più tarde compare il transetto , braccio trasversale che conferisce alla pianta
la forma di croce latina ;

o Vi sono finestre affacciate sulla navata centrale ;

o Vi è una copertura a capriate in legno o a lacunari ;

o All'esterno della costruzione si trovava il battistero e il mausoleo ;

- La pittura paleocristiana : è narrativa , a tratti rapidi ed essenziali ( compendiaria ) : la prima


forma di questa corrente , infatti , è il graffito semplice o composto ( riempito di pasta colorata ).
Successivamente avranno fortuna anche mosaici e affreschi ;

- La scultura paleocristiana è caratterizzata da una forte decadenza rispetto al periodo classico.


Rarissima è la statuaria : la scultura è prevalentemente praticata sui sarcofagi ( attraverso
bassorilievi e altorilievi ) ;
Arte bizantina

- Preziosismo , ricercatezza , decorativismo ;

- Prevalenza della linea sul volume ;

- Preferenza per i materiali preziosi , luminosi ;

- Tendenza all’ antinaturalismo , all’ astrazione e alla sublimazione ;

- Bidimensionalità di spazio e volumi ;

- Colori spesso irreali ( es. cielo dorato ) ;

- Presenza di numerosi Simboli ;

- Complessità del linguaggio ;

- Conservatorismo , tradizionalismo ( che rispecchiano lo stato conservatore di questo stile ) ;

- Forte uso del mosaico e abbandono della scultura : simboleggia il miglioramento dello spirito ;

Arte barbarica

- I barbari erano privi di una loro tradizione artistica, che acquisirono dall’arte romana ;

- Interruzione della tradizione scultorea romana : scomparvero quasi totalmente il ritratto


e la scultura a tutto tondo ;

- Scarso sviluppo dell’ architettura  ( es. “ Chiesa di Santa Sofia “ , a Benvenuto ) ;

- Le popolazioni barbariche eccellevano nella lavorazione dei metalli ( metallotecnica ) , nella


oreficeria ( fibule , spille , oggetti decorativi e di uso quotidiano ) e nella produzione di armi. Tuttavia
la loro produzione era legata anche alla produzione di molti oggetti di uso quotidiano ;

- Arte decorativa , con uso di intrecci di motivi vegetali ( tipici della tradizione germanica ). Si
trattava di un’arte aniconica ( che prevedeva la completa esclusione di ogni immagine umana )
orientata verso una rude espressività e una tensione lineare ;
- Gusto per la stilizzazione magra e caricaturale , essenziale e geometrizzante , per la scarna
definizione ( contro la ricerca di una preziosa modellazione di matrice bizantina ) e per il linearismo
esasperato e astratto ;

Arte carolingia

- Durante l’impero di Carlo Magno si vogliono recuperare le tradizioni : vengono , dunque , riproposte le
caratteristiche artistiche classiche , unite però alla nuova religione cattolica ;

- L’Arte viene anche usata come strumento di propaganda ( numerosi sono i bronzi che raffigurano
imperatori o figure importanti della corte carolingia ) : ci si ispira alle numerose statue equestri degli
imperatori romani e bizantini ;

- Ritorna la produzione artistica ( anche di statue e sculture ) e la creazione di opere


architettoniche ( es. : “ La chiesa di San Salvatore “ , a Brescia ) ;

- Durante il periodo carolingio vengono recuperati i modelli preesistenti , ma vengono anche


realizzate nuove tipiche strutture carolingie :

 Torhalle : edificio di ingresso ai monasteri ;

 Westwerk : edificio a più piani anteposto all’ingresso delle chiese più importanti , con la funzione di
ospitare l’Imperatore e la sua corte ;

Arte romanica

Romanico : il termine indica la presenza di elementi di continuità tra l’ Arte dei secoli XI e XIII con la
tradizione romana. Il richiamo al mondo antico non è rigoroso e non esaurisce i caratteri
di uno stile che presenta una spiccata persistenza di elementi barbarici.

 Arte romana : presentava uno spiccato carattere unitario ;

 Arte romanica : fu una cultura policentrica e variegata ;

Tra i principali aspetti dell’Arte romanica ricordiamo :

- Sentimento di appartenenza alla comunità e propria identità di cristiani : l’intero consorzio


sociale si sentiva coinvolto e rappresentato ;
- Uso costante di archi e volte ;

- Chiara e regolare suddivisione dello spazio ;

- Luce contrastata : tale contrasto serviva a mettere in evidenza la concretezza del terreno , la
realtà ( e non la forte luce del divino ) ;

- In Architettura , la facciata dell’ edificio ha il compito di proiettare all’esterno l’articolazione dello


spazio interno , mentre la campata diventa la cellula base di tutta l’architettura romanica.

- Valore del lavoro ( “ horat et laborat ” ) : si pone in risalto la fatica che serve per costruire
determinati edifici ;

Potrebbero piacerti anche