Sei sulla pagina 1di 1

SOMMARIO: Letteratura italiana Luigi Pirandello 'Il fu Mattia Pascal' tra il romanzo e il film di Marcel L'Herbier.

. Filosofia Schopenhauer e 'il mondo come rappresentazione' Storia dell'arte Munch e L'Espressionismo Storia Il cinema e i regimi totalitari Letteratura Inglese Samuel Beckett INTRODUZIONE L'uomo ha sempre cercato di rappresentare gli avvenimenti e la realta' che lo circonda utilizzando linguaggi differenti. Dalle prime rappresentazioni teatrali alla musica, dalla poesia ai dipinti fino ad arrivare, agli inizi del secolo scorso, alla scoperta della settima arte: il cinema. Il cinema mescola varie forme d'arte e nasce dagli studi sulla fotografia. Immagini in movimento, che, una dopo l'altra raccontano storie. Dopo la nascita della fotografia si inizio' a studiare la riproduzione del movimento a scatti consecutivi. Sfruttando i principi dei dispositivi ottici del passato, si iniziarono a cercare modi di proiettare fotografie in successione per creare un'illusione del movimento realistica: tra i vari esperimenti andarono a buon fine il Kinetoscopio di Thomas Edison e il Cinematografo dei fratelli Lumire. Dal 1917 in poi, si impone il concetto di film come racconto, come romanzo visivo: lo spettatore viene portato al centro del film e vi partecipa con l'immaginazione, esattamente nello stesso modo in cui, leggendo un libro, si ricostruiscono tutti i dettagli non scritti delle vicende. E come per i libri, iniziano a emergere anche nel cinema dei generi ben precisi: l'avventura, il giallo, la commedia, l'horror, tutti con delle regole stilistiche da seguire. Ecco perch il cinema presto si avvicino' alla letteratura come nel caso del romanzo di Pirandello 'Il fu Mattia Pascal', messo in pellicola da Marcel l'Herbier in collaborazione con l'autore stesso. Il cinema si porta dietro un bagaglio culturale e filosofico che poggia le basi sul teatro degli albori: il teatro greco e romano, con le sue tragedie, il suo concetto di scena, di coro e di attore. 'Il mondo come rappresentazione' come dira' nella sua opera maggiore il filosofo Arthur Schopenhauer. Nello stesso periodo in Europa si impose l'espressionismo, corrente che si sviluppo' nei primi vent'anni del novecento in Germania e abbraccio' tutte le arti in tutta Europa: architettura, pittura, cinema e teatro. In arte sperimentarono l'espressionismo artisti del calibro del norvegese Munch e del russo Kandinskij. Nel cinema l'esempio piu' alto lo tocco' Murnau con il suo Nosferatu, primo film horror (muto) della storia, proiettato nel 1922. I film documentano gli eventi e rispecchiano le correnti letterarie, artistiche e filosofiche. Per questo diventa importante, dunque, studiare il cinema e analizzarlo per conoscere e approfondire una data epoca o un dato evento storico.