Sei sulla pagina 1di 1

L’ANDAMENTO DEI COSTI AZIENDALI IN RELAZIONE AI VOLUMI DI ATTIVITA

Esistono diverse tipologie di costi:

1. Costi variabili: costi variano in modo direttamente proporzionale al volume della produzione. È possibile
rappresentare l’andamento del Costo variabile unitario attraverso una funzione lineare:

Cvt = Cvu * V esempio Cvu=4 V=50 -> Cvt= 4 * 50 = 200

2. Costi fissi: non variano al variare del volume della produzione, sono costi fissi: i costi di pulizia, di leasing, di
personale. Questi ad un certo punto di capacità produttiva devono essere incrementati, dando vita ai Costi
semifissi e assumono un andamento a gradini.
3. Costi semi variabili: mostrano una componente fissa variabile rispetto ai volumi di produzione (es. Costo
energia)
4. Costi totali: è dato dalla somma dei costi fissi e variabili (CT = Cf + Cv). Il grafico è una retta che incontra
l’asse dell'ordinata nel punto corrispondente ai costi fissi e l’inclinazione della retta dei costi totali è la stessa
dei costi variabili.

Break even analysis

Serve a definire le politiche di prezzo e a capire l’equilibrio economico dell’azienda. L'obiettivo di ciascuna azienda è
quello di conseguiree un certo volume di ricavi che in un certo periodo di riferimento, pareggi o superi i costi totali
sostenuti. Si può agire in 3 modi:

- Aumentare i prezzi dei prodotti


- Aumentare la quantità venduta
- Ridurre i costi

La logica è quella di determinare il punto di pareggio o break even point, ovvero il livello di produzione e vendita.
Per determinare tale punto è necessario partire dall’uguaglianza tra ricavi e costi e determinare il volume di produzione
(RT=CT) -> (RT = Pu * Vc) (CT = Cf +(Cvu * Vc). Da tale formula troviamo la formula per individuare il break
even point, che è la seguente (Vc = Cf / Pu – Cvu). Mentre Pu – Cvu sta a indicare il margine di
contribuzione unitario, che esprime il contributo economico che ogni unità di prodotto venduto porta alla copertura dei
costi fissi aziendali e alla formazione dell’utile.

Il volume critico è insignificante nelle aziende con ampia gamma di prodotti. Infatti, in questo caso il punto di pareggio
viene calcolato il fatturato.

Il fatturato di pareggio: è dato dal prodotto tra il volume di equilibrio e il prezzo unitario di vendita. (RC= Cf / (RT –
Cvt /RT)

Margine complessivo = Margine unitario * Volume

Target profit

per calcolarlo serve applicare la seguente formula: (VC = Cf + utile obiettivo/ Pu – Cvu)

Analisi grado di rischio operativo

esprime il rischio esprime la volatilità dei risultati reddituali al variare dei volumi di produzione e
vendita

Potrebbero piacerti anche