Sei sulla pagina 1di 2

Una passione (mondiale) per lItaliano : Giappone, scelta per 500 mila.

Introduzione : Questo testo un articolo giornalistico che sintitola Una passione (mondiale) per lItaliano : Giappone, scelta per 500 mila. , sritto da Dario Fertilio (giornalista e scrittore italiano) e pubblicato mercoledi 9 dicembre 2009 sul Corriere della sera. Largomento principale del testo linteresso degli Giapponesi per la lingua e la cultura intaliana. IL testo puo essere diviso in tre parti:

La prima parte va dallinizio fino alla riga sei. Lautore evocato le mostre che legare il Giappone a lItaliano. La seconda parte va della riga sette a la riga 19 : il direttore dellistituto di Tokio, Umberto Donati parla del fenomeno della lingua italiana degli studenti.

La tersa parte va della riga venti alla fine : il testo parla della passione giapponese per la cultura italiana. Prima parte : In Giappone si trova un pilastro della cultura italiana. In effetti, nel 2001 stato festeggiato linziativa Italia in Giappone su cento milioni di contatti. Ancora, una mostra ha raduna molto persone, novecentalila visitare per vedere LAnnuciazione di Leonardo da Vinzi. Ed in 2009, unespesizione stata fatta sullimpero romanzo. Tutti questi avvenimenti incoraggiare la populazione Giapponese a parlano lItaliano. Seconda parte : Il direttore dellIstituto di Tokio, Umberto Donati parliamo del fenomeno degli studenti di italiano. Pui di seimila iscritti, ma lobiettivo dellInstituto la fidelizzazione degli studenti. Il corso di italiano si passato direttamente nellistituto. I studenti sono pui interessano per la cultura avanzata. Un nuvo modo di sapere la lingua italiana apparso : le lezioni di titaliano sono donate per la tlevisione e la radio pubblica. Tutti persone puo sapere litaliano gratuito. Duecentomila di studenti, per si esercitano comprare i libri dei testi per la gramatica e gli esercizi che la televisione valorizzare. Il direttore Donati spiegga che la partecipazione e molto pui importante rispetto al pasato, dopo il boom degli anni Ottanta e Novanto. I Giapponesi sinteressano alla civilit, larte, lopera, la gastronomia, la storia, la lettura. Dunque il fenomeno non solamento associato alla lingua Italiana

ma a un modo di vita Italiana. I giapponesi sinteressano non sollo alla cultura italiana ma anche a tutto cio che vi associato : eleganza, bellezza, raffinatezza. Litaliano presente anche nei prodotti commerciali : molte aziende danno nomi italiani ai loro prodotti industriali, come per esempio serena della Nissan.

Terza parte : Questultima parte, lambasciatore Vincenzo Petrone sottolinea questa pasione Japonaise spiegando il finanziamento giapponese degli eventi italiani. Anche le televisioni giapponese partecipano o contribuscono nel sviulppare limmagine dellitalia in giappone : cone la vendita dei cataloghi. Infine la fondazione Italia-Giappone ha anche un ruolo importante. Conclusione : Questo articolo presenta limportanza dellitaliano a lestero. Il centro della cultura italiana a lestero si trova in Giappne. Lautore Dario fertilio, enumerato a traverso il direttore dellistituto di Tokio Umberto Donati e lambasciatore Vincenzo Petrone la presenza della cultura italia in Giappone.

Interessi correlati