Sei sulla pagina 1di 2

Diamo il benvenuto alla morte, noi non vogliamo vivere con la NATO, vivere sotto i tuoi razzi e i tuoi

aerei, non ne abbiamo bisogno, questa non vita! Il martirio milioni di volte meglio di tale vita"

Il discorso di Gheddafi, : 7 giugno 2011. Audiomessaggio trasmesso dal Colonnello in contemporanea al criminale bombardamento NATO di ieri :http://www.youtube.com/watch?v=ePpXpO3Oa2M&feature=player_embedded#at=11

Siete dei codardi, non riuscirete mai a far in modo che la grande Libia

abbia paura di voi, non riuscirete a terrorizzare la perenne

Tripoli. Tripoli ha distrutto gli spagnoli e Skulaip, il Sud e i Cavalieri di Malta, i bizantini, i Romani, gli italiani si sono tutti schiantanti sulle rocce Tripoli. Gloria a Tripoli, Gloria alla Libia! La Libia di fronte alla pi letale campagna di barbarie e ferocia che ha lo scopo di sottometterla, ma noi non ci abbasseremo, noi non ci arrenderemo! Noi abbiamo una sola opzione: la nostra terra e qui ora ci viviamo. Vita, morte o vittoria, non importa, questa la nostra unica opzione, questa la nostra terra e noi non la lasceremo, noi non ci arrenderemo e non la venderemo. S! Tiranni, fascisti, siete ingiusti! Voi, figli della terra di nessuno (figli del Sacro), avete di fronte a voi diverse possibilit: tornare al vostro paese, pentirvi, voi gente del sangue, ritiratevi, avete trascinato le vostre generazioni, rammaricatevi, lasciate la Libia alla sua gente. Il popolo libico risolver questa battaglia, e porr fine a questa serie. Voi sarete sottoposti alla volont del popolo libico. Milioni di libici avanzeranno, e quando dico milioni significa un quarto di milione o mezzo milione, avanzeranno verso le montagne o in qualsiasi altra zona dove ci sono le bande armate, quelle bande che vi hanno chiamato per aprire il fuoco su di noi; il popolo libico avanzer verso lest e verso l ovest o ovunque siano le bande armate, milioni avanzeranno per disarmarli, quarto di milione o mezzo milioni, avanzeranno per disarmare le bande senza lottare di fronte al mondo, e i tuoi aerei non potranno fermare questa marcia di milioni. Nessuna banda pu resistere un minuto di fronte a questa marcia milionaria, marceranno uomini, donne con i nostri figli, con i nostri anziani per liberare e pulire la nostra terra. Questo il nostro dovere storico. Nessuna debolezza, nessun tradimento della nostra storia. Non ci tradiremo, e versa pure il tuo fuoco su di noi, come ti piace, troverai un codardo, ma noi siamo pi forti dei vostri razzi, pi forti dei vostri aerei, le nostre voci sono pi forti del rumore dei bombardamenti, la volont dei libici pi forte della tua portaerei. Non la prima volta che ci bombardate, e poi siete sconfitti e poi vi rammaricate. Sto parlando ai libici in questo momento e so che i libici vivono tempi gloriosi e alti spiriti, ora i libici vivono tempi gloriosi e le nostre generazioni saranno fieri di ci, i nostri figli e i nostri nipoti sono orgogliosi di noi e del nostro coraggio duraturo, sconfiggeremo il nostro nemico. Non ci cura della vittoria ora, e non ci importa della vita o della morte. Abbiamo deciso di fare il nostro dovere. La battaglia ci stata imposta con l'ingiustizia e l'aggressione, non siamo stati noi i motivi di questa battaglia. Abbiamo deciso di fare il nostro dovere che dobbiamo fare. Il nostro dovere per la storia, per i nostri nonni che si sono sacrificati per questa terra, e per le generazioni che vivranno in Libia. Voi siete proprio qui nel mare, state rincorrendo un miraggio, che cosa volete? Ti stiamo facendo del male? Abbiamo attraversato il mare? Perch questo bombardamento? Ci volete sottomettere? Andate al diavolo, non ci sottometteremo mai! Diamo il benvenuto alla morte, noi non vogliamo vivere con la NATO, vivere sotto i tuoi razzi e i tuoi aerei, non ne abbiamo bisogno, questa non vita! Il martirio milioni di volte meglio di tale vita! Caro popolo libico, fai in modo che la tua volont sia forte, so che la tua volont forte, ed alza la testa. Vedo i giovani a Bab Azyzia quando bombardano, molti giovani vengono a Bab Azyzia. Questo il popolo libico che loro pensano sar sottomesso, uomini e donne in una battaglia di fierezza. Non ci importa della vita e della morte, ci preoccupiamo del nostro dovere! Non ci importa se la vittoria o la morte, ci cura del nostro dovere per il futuro, per la nostra terra! E tu vieni ad attaccarci nella nostra terra! Anche le donne libiche, prese dalla collera, sono venute a migliaia per imparare ad usare le armi, grandi donne libiche che imparano come usare le armi per la battaglia. Non sconfiggerete mai il popolo armato: Dernah si sollever, Bendasi si sollever. Conoscete le trib di Berqa chi vi hanno attaccato prima, sapete come sono coraggiosi. Voi offendete Bengasi quando la visitate, con i vostri uomini sporchi! Voi volete offendere le persone di Bengasi. Queste trib cancelleranno la vergogna, non c possibilit per i traditori e nessun valore per i traditori, quelli non sono niente. La gente resister. Io parlo e loro bombardano accanto a me e gli aerei volano sopra di me, ma la mia anima con Dio. Andate avanti milioni marcianti, ad ovest e ad est, per il nostro dovere!

Traduzione del discorso di Gheddafi, dall'arabo all'inglese, da Admin: http://www.facebook.com/Millions.Supporting.AlGaddafi?sk=wall