Sei sulla pagina 1di 51

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

TERMOREGOLAZIONE E CONTABILIZZAZIONE DEI


CONSUMI: NORME VIGENTI E NUOVE METODOLOGIE

RISANARE OGGI
Un Investimento per il Domani
Milano 22 Aprile 2013

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
INDICE

Aspetti normativi/legislativi Europei, Statali e Regionali

Riqualificazione energetica edifici residenziali e commerciali


Cosa è?
Quale approccio professionale corretto seguire
Audit/diagnosi energetica
Scelta dell’intervento su analisi costi/benefici
Certificazione Energetica finale
Monitoraggio e verifica dei risultati attesi
Esempio di modello di calcolo

Tipologie di interventi di riqualificazione energetica


Focus su Termoregolazione e Contabilizzazione calore
Conclusioni
Case Study
Sessione Plenaria: domande dal pubblico

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
LEGISLAZIONE - MOTIVAZIONI
Le autorità competenti in ambito energetico a
partire dalla comunità europea, stato
italiano e regioni hanno emanato una serie
di direttive, leggi, decreti, e delibere al fine di
contenere i consumi energetici e migliorare
l’efficienza energetica degli edifici.

Congiuntamente sono state emanate leggi


atte ad incentivare il risparmio energetico
tramite strumenti econimici/finanziari quali
detrazioni fiscali ed incentivi in conto esercizio

Principalmente per due ragioni, la prima


per diminuire la dipendenza dalla fonti
energetiche di origine fossile ovvero Gas,
Gasolio, Gpl etc e quindi non essere dipendenti INCENTIVI IN CONTO ESERCIZIO E DETRAZIONI
da paesi i quali regimi politici sono instabili FISCALI
ed in secondo luogo per diminuire la Legge finanziaria 2007 sulla detrazione fiscale del
quantità di agenti inquinanti emessi in 55% per interventi di efficienza energetica.
atmosfera quali gas serra (anidride Detrazione fiscale del 50% su interventi
migliorativi ed innovativi in edilizia (DL 83 del 22
carbonica), Nox, SxOx, e le famigerate polveri Giugno 2012).
sottili (PM10) che tanto affligono le nostre città V Conto energia impianti fotovoltaici (DM 5 Luglio
causando anche malattie respiratorie di tipo 2012)
cronico!

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
LEGISLAZIONE
La prima legge sul
contenimento energetico negli
edifici risale al 1976.

Il patrimonio immobiliare


residenziale è vecchio, 2/3 delle
abitazioni “ante legge 383/1976”
energivore causa isolamento
termico nullo. Dal 1976 fino ai
primi anni 2000’ sostanzialmente
la situazione non varia di molto
nonostante nel 1991 sia stata
introdotta un ulteriore legge in
Foto Termocamera, le parti più chiare sono quelle a maggior dispersione termica
ambito di risparmio energetico
(legge 10/91).
Nel 2007 è stata introdotta la L’italia vanta il primato
L’opinione pubblica ed i poco edificante di essere
certificazione energetica degli tra le nazioni europeo
costruttori edili, su spinta anche edifici e diventa obbligatoria nel con il più alto consumo
delle direttive europee, iniziano a 2010 per compravendite e affitti. di energia a mq
prendere seriamente la questione Utilizzo pressochè
totale di fonti
di risparmio ed efficienza Dlgs n.28 del 2011, impone un energetiche di origine
energetica dopo il 2005 (Dlgs utilizzo massivo di fonti rinnovabili fossile
192/2005 e Dlgs 311/2006). a partire del 2012. Elevate emissioni di
CO2

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
LEGISLAZIONE

DIRETTIVE Decreti Legislativi Leggi, Delibere e


DPR e Leggi Regolamenti regionali
2002/91/CE
2010/31/CE
Legge 383/1976 L.R. n.26/2003
Legge 10/91 L.R. n.39/2004
Dlgs 412/93 L.R. n.24/2006
Dlgs 551/99 L.R. n.3/2011
Dlgs 192/2005
Dlgs 311/2006 DGR n.5773/2007
Dlgs 115/2008 DGR n.8745/2008
DPR 59/2009
Dlgs 28/2011 DGR n.IX-2601/2011
DGR n.IX-3522/2012
DGR n.IX-3855/2012

Norme tecniche nazionali, europee ed internazionali.


UNI 10200:2013
UNI 9019.2013
UNI 11388
………

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
LEGISLAZIONE - FOCUS

Dlgs n.28 del 2011


(allegato 3, art. 11)

Comma 1. Nel caso di edifici nuovi o edifici sottoposti a


ristrutturazioni rilevanti, gli impianti di produzione di
energia termica devono essere progettati e realizzati in
modo da garantire il contemporaneo rispetto della
copertura, tramite il ricorso ad energia prodotta da impianti
alimentati da fonti rinnovabili, del 50% dei consumi
previsti per l'acqua calda sanitaria e delle seguenti
percentuali della somma dei consumi previsti per l'acqua
calda sanitaria, il riscaldamento e il raffrescamento:
a) il 20% se il titolo edilizio é presentato dal 31.05.2012 al 31.12.2013
b) il 35% se il titolo edilizio é presentato dal 01.01.2014 al 31.12.2016
c) il 50% quando la richiesta del pertinente titolo edilizio é rilasciato dal 01.01.2017.
Comma 2. Gli obblighi di cui al comma 1 non possono essere assolti tramite impianti da
fonti rinnovabili che producano esclusivamente energia elettrica la quale alimenti, a sua
volta, dispositivi o impianti per la produzione di acqua calda sanitaria, il riscaldamento e il
raffrescamento…….Comma
raffrescamento 5, l’obbligo di cui al Comma 1 non si applica qualora l’edificio
sia servito da un impianto di Teleriscaldamento per la produzione di Acs e riscaldamento…..
Comma 7 …L'impossibilità tecnica di ottemperare, in tutto o in parte, deve essere
evidenziata dal progettista nella relazione tecnica ……………….e dettagliata esaminando la
non fattibilità di tutte le diverse opzioni tecnologiche disponibili.

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
LEGISLAZIONE – OBBLIGATORIETA’ DIAGNOSI ENERGETICA
«Diagnosi Energetica»: procedura sistematica volta a fornire
un'adeguata conoscenza del profilo di consumo energetico di un edificio o
gruppo di edifici, di una attività o impianto industriale o di servizi pubblici
o privati, ad individuare e quantificare le opportunità di risparmio
energetico sotto il profilo costi-benefici e riferire in merito ai risultati.
Decreto Legislativo 115/2008 – Art. 2 comma 1 punto n)

Obbligatorietà della Diagnosi:


Nel caso di installazioni di potenze nominali del focolare maggiori o
uguali a 100 kW,
kW e’ fatto obbligo di allegare alla relazione tecnica […] una
diagnosi energetica dell'edificio e dell'impianto nella quale si individuano
gli interventi di riduzione della spesa energetica, i relativi tempi di ritorno
degli investimenti, e i possibili miglioramenti di classe dell'edificio nel
sistema di certificazione energetica in vigore, e sulla base della quale sono
state determinate le scelte impiantistiche che si vanno a realizzare.
DPR 59/2009 – Art. 4 comma 5
“In relazione agli usi efficienti dell'energia nel settore degli edifici, gli
obblighi della pubblica amministrazione comprendono di norma: […]

Le diagnosi energetiche degli edifici pubblici o ad uso pubblico, in caso di


interventi di ristrutturazione degli impianti termici, compresa la
sostituzione dei generatori, o di ristrutturazioni edilizie che riguardino
almeno il 15 per cento della superficie esternadell'involucro edilizio che
racchiude il volume lordo riscaldato.
DLgs 115/2008 Art. 13 comma 1 punto b)
LEGISLAZIONE - FOCUS
DGR n.IX-2601/2011 – Regione Lombardia

Comma 10.2. Termoregolazione e Contabilizzazione


………La regolazione climatica deve essere indipendente per
singolo ambiente o per singola unità immobiliare e, ove
possibile, assistita da compensazione climatica.
La contabilizzazione deve poter individuare i consumi di energia
termica utile per singola unità immobiliare e deve essere
effettuata anche per i consumi di acqua calda sanitaria, ove
questa è prodotta centralmente, attraverso l’individuazione dei
consumi volontari di energia termica utile.
utile
Tale obbligo è altresì previsto per le sostituzioni dei generatori di calore, anche se la
sostituzione non coinvolga tutti i generatori che costituiscono l’impianto.
l’impianto Eventuali casi di
impossibilità tecnica alla installazione dei suddetti sistemi di termoregolazione e
contabilizzazione devono essere riportati in apposita relazione tecnica del progettista o
del tecnico abilitato, da allegare al libretto di centrale…….
centrale
DGR n.IX-3522/2012

Tipologia Impianto Data entro cui adottare le misure necessarie per impianti termici per i quali il cambio di
termoregolazione e contabilizzazione combustibile sia avvenuto dopo
l’01.08.1997
Potenza > 350 kW Primo agosto 2012 impianti termici che sono stati collegati a reti
Ante 01/08/97 di teleriscaldamento dopo
l’01.08.1997
Potenza > 116,4 kW Primo agosto 2013 ·impianti per i quali viene approvato un
Ante 01/08/98 progetto di ristrutturazione complessiva che
consenta un miglioramento dell’efficienza
energetica non inferiore al 40% rispetto al
Altri Primo Agosto 2014 rendimento dell’impianto originario
RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI-IMPIANTI

Riqualificare energeticamente un edificio e relativi


impianti tecnologici significa rendere più efficientie il
sistema edificio/impianti dal punto di vista
dell’utilizzo delle risorse energetiche.

L’intervento deve mantenere o migliorare i livelli di


servizio finale (es. confort termico, illuminazione,
etc.) consumando meno tra:

Energia elettrica per usi domestici (illuminazione,


elettrodomestici etc.) o funzionali (es al
servizio degli impianti tecnologici quali pompe di
circolazione)
Energia elettrica per la climatizzazione Invernale o
Estiva
Combustibile per la Climatizzazione Invernale
Risorse idriche

La riqualificazione interviene su:

Involucro edilizio in tutti i suoi componenti


Impianti tecnologici in tutti i suoi aspetti

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA
!APPROCCIO (PERCORSO) PROFESSIONALE CORRETTO!
Audit/Diagnosi Energetica e certificazione dello
stato di fatto [a cura dell’energy Manager]

Analisi dei dati emersi dallo studio[idem].

Si prospettano al Cliente/Condominio interventi in


progressione, efficaci, da poco invasivi, sino a quelli più
radicali ed impegnativi finanziariamente, ma ancora più
efficienti[idem].

Si evidenziano i possibili benefici/costi di ogni


intervento e quindi i tempi di rientro[idem] Sull mercato operano aziende in grado
di fornire l’intero servizio.
Attuazione delle decisioni prese: Capitolato di
appalto, progetto esecutivo, ricerca fornitori, Ẻ importante per le aziende meno
contrattazione delle forniture, ricerca di finanziamenti, strutturate quali termoidraulici,
messa in opera, svolgimento pratiche artigiani, etc affiancarsi a professionisti
amministrative[Impresa, Progettista/Termotecnico in in grado di applicare l’approccio
collaborazione con l’energy Manager]. corretto al fine di presentare al cliente
un servizio di qualità.
 Certificazione energetica finale[energy
manager] Una corretta gestione progettuale
assicura la buona riuscita
Collaudo intervento e Monitoraggio dei risultati dell’intervento, evitando brutte
attesi [Impresa in collaborazione con l’energy sorprese ed un aumento sensibile dei
Manager] costi!
RIQUALIFICAZIONE DALL’ AUDIT ENERGETICO ALL’ESERCIZIO
!APPROCCIO (PERCORSO) PROFESSIONALE CORRETTO!
DIAGNOSI ENERGETICA – IL PRIMO PASSO VERSO L’EFFICIENZA
!APPROCCIO (PERCORSO) PROFESSIONALE CORRETTO!

«Diagnosi Energetica»: procedura sistematica volta a fornire un'adeguata conoscenza


del profilo di consumo energetico di un edificio o gruppo di edifici, di una attività o
impianto
industriale o di servizi pubblici o privati, ad individuare e quantificare le opportunità di
risparmio energetico sotto il profilo costi-benefici e riferire in merito ai risultati
La diagnosi energetica consiste in un’analisi delle prestazioni del sistema
edificio-impianto in condizioni di esercizio.

1. Acquisizione dati

2. Implementazione e taratura del modello

3. Validazione del modello

4. Simulazione degli interventi

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
DIAGNOSI ENERGETICA – IL PRIMO PASSO VERSO L’EFFICIENZA
!APPROCCIO (PERCORSO) PROFESSIONALE CORRETTO!

1. L’acquisizione dei dati avviene:


- mediante esame dei consumi di energia elettrica e di combustibile (bollette, fatture ecc.);
- mediante rilevazione delle condizioni di temperatura interne ed esterne su un arco di
tempo significativo;
- mediante rilievo planivolumetrico e delle caratteristiche costruttive dell’involucro edilizio;
- mediante rilievo delle caratteristiche costruttive e funzionali dell’impianto di
climatizzazione, degli orari di funzionamento e della regolazione impostata;
- mediante la documentazione tecnica di progetto (es. Legge 10), se disponibile;
-sperimentalmente, mediante indagini termografiche.

2. I dati vengono utilizzati per implementare e tarare,


tarare con l’uso di softwares dedicati,
un modello che simuli il comportamento termico del sistema edificio-impianto in condizioni
di esercizio.

3. I fabbisogni energetici del sistema, stimati mediante il modello, modello vengono


confrontati con i consumi effettivi dell’edificio, rilevati su una serie storica significativa, per
valutare l’affidabilità dei risultati ottenuti.

4. Una volta validato il modello,


modello è possibile utilizzarlo per simulare gli effetti degli
interventi di riqualificazione, al fine di valutare quali risultino più efficienti sia dal punto di
vista del risparmio energetico che dal punto di vista economico.
DIAGNOSI ENERGETICA – IL PRIMO PASSO VERSO L’EFFICIENZA

«Indagine Termografica»:

-Cattivo isolamento sottofinestra

-Colonne montanti riscaldamento

-Ponti termici della struttura

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
DIAGNOSI ENERGETICA – IL PRIMO PASSO VERSO L’EFFICIENZA

PRINCIPALI CRITICITA’:
- Elevata trasmittanza dell’involucro e presenza di Ponti termici.
- Collocazione dei terminali scaldanti e delle colonne montanti dell’impianto di distribuzione
sulle pareti perimetrali
- Caldaia obsoleta
- Regolazione climatica della temperatura agente a valle della caldaia
-Assenza di una regolazione della temperatura per unità immobiliare e/o per singolo
ambiente

-POSSIBILI INTERVENTI:
-Coibentazione delle pareti verticali opache mediante cappotto esterno
-Coibentazione di pareti a cassa vuota mediante riempimento dell’intercapedine con
materiale isolante (questa soluzione non corregge i ponti termici)
-Coibentazione di solette e/o coperture
-Sostituzione di serramenti e infissi e coibentazione dei sottofinestra
-Rifacimento impianto emissione e/o collocazione dei terminali scaldanti sulle pareti interne
-Sistema di ventilazione meccanica controllata.
-Installazione di caldaie a condensazione con regolazione climatica agente direttamente su
un bruciatore modulante e/o di pompe di calore ad alta efficienza.
efficienza

-Installazione si sistemi di Termoregolazione e Contabilizzazione del Calore


-Installazione di impianti solari fotovoltaici, termici e/o impianti solari ibridi per la produzione
di acqua calda ad uso riscaldamento e/o ACS.
Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
Emissioni
Risparmio energia evitate
Tipo di intervento Costo Risparmio / ricavo
(m3 di gas)
(T di CO2)
Risparmio annuale 410 €
Coibentazione sottotetto € 50/m2 (circa 82 m2)
con tramittanza media – Spesa complessiva 49% - 490 m3 Contributo Conto Termico 2,45
U=0,19W/mq*K € 4'100 + iva 1'800 € / anno

Risparmio annuale 91 €
€ 350/m2 (c.a 11 m2)
Sostituzione infissi – Spesa complessiva 11% - 110 m3 0,6
Contributo Conto Termico €
€ 3'900 + iva 1'700 € /anno
Applicazione cappotto € 35/m2 (c.a 56 m2) –
termico interno Spesa complessiva € 10% - 100m3 Risparmio annuale 91 € 0,6
U=0,31W/mq*K 2’000 + iva

Sostituzione Generatore Risparmio annuale €1’100,00


di calore con Pompa di 100% se installato per riscaldamento, ACS ed
calore aria-acqua per il impianto energia elettrica.
8’000 € 5,3
riscaldamento e fotovoltaico – 1'100
produzione acqua calda m3 Contributo Conto Termico
sanitaria €800/anno

Risparmio annuale €
100% se installata 1’100,00 per riscaldamento,
Installazione Impianto
€ 7'000 pompa di calore – ACS ed energia elettrica 5,3
Fotovoltaico 3,5kW
1’100 m3
Conto Energia € 700/anno

Sistema di emissione a
€1'800 10% - 110m3 Risparmio annuale 90 € 0,6
piastre radianti lavoranti
Sistema di termo-
regolazione e
€ 800 10% - 110m3 Risparmio annuale 90 € 0,6
contabilizzazione
individuale del calore
Sistema di ventilazione
meccanica controllata € 5’500 10% - 100m3 Risparmio annuale 90 € 0,6
/VMC
DIAGNOSI ENERGETICA – IL PRIMO PASSO VERSO L’EFFICIENZA

ESEMPIO DI MODELLO E SIMULAZIONE: APPARTAMENTO MQ 80 IN CONDOMINIO

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
DIAGNOSI ENERGETICA – IL PRIMO PASSO VERSO L’EFFICIENZA

ESEMPIO DI MODELLO E SIMULAZIONE: APPARTAMENTO MQ 80 IN CONDOMINIO

DIFFERENZA IN GRADI GIORNO: 38 || DIFFERENZA 1,58 GRADI CENTIGRADI

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
DIAGNOSI ENERGETICA – IL PRIMO PASSO VERSO L’EFFICIENZA

ESEMPIO DI MODELLO E SIMULAZIONE: APPARTAMENTO MQ 80 IN CONDOMINIO


Energia[kWh] – Ogni Ora
1,74
1,76
1,82
1,84
2,18
2,16
2,32
1,97
1,90
2,21
1,71
1,55
1,44
1,24
1,06
1,11
1,23
1,28
1,76
1,80
1,63
1,73
TEMPERATURA MEDIA: 4,07 GRADI
1,82
GIORNATA INVERNALE CON CIELO SERENO 2,04
Totale Giorno 41,29

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
DIAGNOSI ENERGETICA – IL PRIMO PASSO VERSO L’EFFICIENZA

ESEMPIO DI MODELLO E SIMULAZIONE: APPARTAMENTO MQ 80 IN CONDOMINIO


Energia[kWh] Ogni Ora
2,13
2,12
2,16
2,17
2,43
2,40
2,49
2,15
2,11
2,47
2,46
2,35
2,43
2,34
2,16
2,40
2,42
2,35
2,15
2,14
TEMPERATURA MEDIA: 0,47 GRADI 1,96
GIORNATA INVERNALE CIELO NUVOLOSO 2,05
DIFFERENZA ENERGIA kWh 12,90
DIFFERENZA: 3,6 GRADI 2,10
DIFFERENZA ENERGIA % 31,25% 2,29
8,7% INCREMENTO CONSUMI PER OGNI GRADO
Totale Giornata 54,20

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
DIAGNOSI ENERGETICA – IL PRIMO PASSO VERSO L’EFFICIENZA

ESEMPIO DI MODELLO E SIMULAZIONE: APPARTAMENTO MQ 80 IN CONDOMINIO


Energia[kWh] Ogni Ora
2,62
2,61
2,65
2,66
2,68
2,81
2,94
2,59
2,53
2,84
2,82
2,68
2,78
2,69
2,48
2,74
2,77
2,70
2,55
TEMPERATURA MEDIA: 0,47 GRADI 2,53
SIMULAZIONE CON TEMPERATURA 2,36
INTERNA PLUS 2,45
DIFFERENZA ENERGIA kWh 9,23 2,47
DIFFERENZA: 1,58 GRADI
DIFFERENZA ENERGIA % 17,04% 2,50
10,7% INCREMENTO CONSUMI PER OGNI GRADO
Totale Giornata 63,43

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA - INTERVENTI

CAPPOTTO TERMICO

Aggiunta in retrofit al muro


esterno di tamponamento
(anche a pareti verso vani
scala, cantine e coperture) di
materiale isolante per spessori
variabili da 80-120 mm fino a
150mm nelle coperture.

Il cappotto può essere esterno


se applicato verso il lato più
freddo del muro oppure
interno se applicato verso la
parte più calda del muro

Se interno deve essere


accoppiato ad una pellicola
termoriflettente

Uparete <= 0,28 W/mq*K

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA - INTERVENTI

SOSTITUZIONE INFISSI

Un infisso ad alta efficienza si


considera tale se almeno rispetta
una serie di condizioni quali:

Telaio in legno o Pvc di almeno


70mm in alternativo Telaio in
alluminio con doppio taglio
termico
Doppio vetro con trattamento
basso emissivo e camera d’aria o
gas di almeno 12mm

Uw <= 1,8 W/mq*K

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA - INTERVENTI

SOSTITUZIONE
GENERATORE DI CALORE

Installazione di Caldaia a
condensazione

Abbinata a riscaldamento
di tipo radiante

Aumento delle ore di


funzionamento
dell’impianto se mantengo
impianto tradizionale
(termosifoni)

Risparmio di Gas variabile tra il


10% ed il 15% rispetto ad una
caldaia tradizionale

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA - INTERVENTI

SOSTITUZIONE GENERATORE DI
CALORE

Installazione Pompa di calore di Tipo


aria-acqua o di tipo Acqua-Acqua
Abbinabile preferenzialmente ad
un riscaldamento di tipo radiante
Se pompa di calore reversibile è
possibile fare raffrescamento.
Molto performanti se in
combinazione alle sonde
geotermiche

Risparmio in Energia Primaria intorno al


40-50% e oltre se utilizzo sonde
geotermiche

ARIA COP =~ 3
ACQUA COP >= 4,5

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA
Possibili Interventi
Sistemi di emissione Calore e Freddo a
Bassa Temperatura
Impianto Foto-voltaico

Confort Termico

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA
Possibili Interventi
Sistemi Integrati ad Alta efficienza

Impianto Solare Termico

Sistemi di illuminazione
LED

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA
Possibili Interventi – Termofotovoltaico in Pompa di calore – LA FRONTIERA

Pannello Ibrido

Produzione combinata di
elettricità ed energia termica

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA
Possibili Interventi Termoregolazione e Contabilizzazione

Nella maggioranza dei condomini la


regolazione termo-climatica
dell’impianto avviene solo tramite la
regolazione della termperatura di
mandata sulla base della temperatura
esterna.
Questo implica che vi siano notevoli
inefficienze nella gestione della
temperatura interna alle singole
abitazioni. Nei locali assolati o nei locali
dove vi sono abbondanti apporti interni
(cucine) la temperatura sale
considerevolmente rispetto ai valori di
riferimento (T 20 °C*). La semplice
suddivisione in zona giorno e zona
notte e contestuale regolazione delle
temperature apporta un notevole
risparmio in energia consumata. Statisticamente 1 °C in più rispetto al
  necessario aumenta dal 7% al 10% il
consumo di energia.
 
Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
FOCUS TERMOREGOLAZIONE E CONTABILIZZAZIONE
Contabilizzazione Diretta - Valvole Termostatiche o Cronotermostato abbinato a
Valvola di Zona con Contatore di calore Volumetrico
FOCUS TERMOREGOLAZIONE E CONTABILIZZAZIONE
Contabilizzazione Indiretta - Sistema Base – Valvole Termostatiche e Ripartitori

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
FOCUS TERMOREGOLAZIONE E CONTABILIZZAZIONE
Contabilizzazione Indiretta - Sistema Avanzato – Valvole Elettroniche e
Cronotermostati Wireless

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
FOCUS TERMOREGOLAZIONE E CONTABILIZZAZIONE
Contabilizzazione Indiretta - Sistema Avanzato – Valvole Elettroniche e
Cronotermostati Wireless – Zone Termiche
La termoregolazione della temperatura ambiente
dell’unità abitativa avviene tramite dei Cronotermostati
wireless ed attuatori wireless posizionati direttamente sui
radiatori (impianto a colonne montanti) o in cassetta
colllettori (ditribuzione al piano) in modo da costituire
due o più zone termiche a seconda dell’utilizzo
dell’abitazione.
dell’abitazione Il sistema è dotato di una centralina
intelligente per il controllo e la raccolta di tutti i parametri
rilevati in ambiente.
 
RIPARTIZIONE COSTI DI GESTIONE RISCALDAMENTO
NORMA UNI 10200:2013 - INTRODUZIONE

È una norma tecnica, cioè un DOCUMENTO TECNICO, A


CARATTERE NORMATIVO che stabilisce i principi per l' EQUA
RIPARTIZIONE DELLE SPESE DI CLIMATIZZAZIONE
INVERNALE E ACQUA CALDA SANITARIA in edifici di tipo
condominiale

Distingue i CONSUMI VOLONTARI di energia


termica delle singole unità immobiliari da tutti gli
altri CONSUMI INVOLONTARI

PERCHE’ LA TERMOREGOLAZIONE E CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE

Consente di gestire il riscaldamento secondo le proprie esigenze, quindi garantisce la flessibilità gestionale
caratteristica del riscaldamento autonomo senza rinunciare ai vantaggi del riscaldamento centralizzato

Consente di ottimizzare la correlazione tra la spesa attribuibile al singolo utente e il calore effettivamente
prelevato dalla centrale termica

Premia il comportamento virtuoso del singolo utente che grazie all’utilizzo parsimonioso del servizio di erogazione
del calore, attraverso i dispositivi di termoregolazione, può ottenere una riduzione degli sprechi e quindi una
riduzione dei consumi
RIPARTIZIONE COSTI DI GESTIONE RISCALDAMENTO

NORMA UNI 10200:2013 – QUANDO SI UTILIZZA

La UNI 10200 si applica agli edifici di tipo condominiale


dotati di impianti termici centralizzati di climatizzazione
invernale e di produzione di acqua calda sanitaria (ACS)

La norma definisce i criteri di ripartizione della spesa di climatizzazione


invernale ed ACS per impianti:

1) PROVVISTI di contabilizzazione del calore (diretta o indiretta) e di


termoregolazione
2) PROVVISTI esclusivamente di termoregolazione
3) SPROVVISTI di contabilizzazione del calore e di termoregolazione

Nota
TERMOREGOLAZIONE SENZA CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE
POCO UTILE perché l’utente non è motivato ad utilizzarla

CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE SENZA TERMOREGOLAZIONE


INUTILE perché l’utente non può decidere il proprio consumo
RIPARTIZIONE COSTI DI GESTIONE RISCALDAMENTO

NORMA UNI 10200:2013 – COME FUNZIONA

ST = [Sui,cl + Sui,acs] + [Suc + Sp,cl + Sp,acs] [€]

[Componente Variabile] + [Componente Fissa]

Componente variabile 80% ST


Componente Fissa 20% ST [Delibera Assembleare]

Sui,cl spesa totale per consumo volontario di energia termica utile per
climatizzazione invernale [Viene contabilizzato]

Sui,acs spesa totale per consumo volontario di energia termica utile per
ACS [Viene contabilizzato]

Suc spesa totale per la climatizzazione invernale dei locali ad uso


collettivo

Sp,cl spesa totale per potenza termica installata per climatizzazione


invernale

Sp,acs spesa totale per potenza termica installata per ACS


RIPARTIZIONE COSTI DI GESTIONE RISCALDAMENTO

NORMA UNI 10200:2013 – COME FUNZIONA

CONCENTRIAMOCI SULLA SPESA PER LA POTENZA TERMICA


INSTALLATA PER LA CLIMATIZZAZIONE INVERNALE

Sp,cl = SQd,cl + Scm,cl + Scr,cl [€]

SQd spesa per consumo involontario di energia termica utile per


climatizzazione invernale [Dispersioni impianto o inefficienze]

Scm spesa per conduzione e manutenzione ordinaria dell’impianto


termico centralizzato per climatizzazione invernale

Scr spesa per la gestione del servizio di contabilizzazione dell’energia


termica utile per climatizzazione invernale

Le spese di manutenzione straordinaria (spese a carico della proprietà)


sono escluse dai criteri di ripartizione della UNI 10200.
ST = Sui,cl + Suc + Sp,cl
ST = Sui,cl + Suc + Sp,cl
ST = Sui,cl + Suc + Sp,cl
RIPARTIZIONE COSTI DI GESTIONE RISCALDAMENTO

NORMA UNI 10200:2013 – CALCOLO DELLA POTENZA TERMICA

Per le PIASTRE RADIANTI e per i Per TUTTI GLI ALTRI CORPI


RADIATORI A CONVENZIONE SCALDANTI,
SCALDANTI qualora non siano
NATURALE successivi al 1995 (soggetti reperibili dati conformi alla
a marcatura CE), la potenza termica UNI EN 442-2:
emessa dal singolo corpo scaldante è
data da:

METODO UNI EN 442-2 METODO DIMENSIONALE

Φcs,j,i = ΦUNI EN 442-2,j,i x (ΔTm,j,i/50)1,3 Φcs,j,i = (314 x Sj,i) x (Cj,i x Vj,i)

La POTENZA TERMICA INSTALLATA DELLA SINGOLA UNITÀ IMMOBILIARE:

Φi = Φcs,t,i + [Φtb,t,i] [Eventuali tubi in aria etc.]

I MILLESIMI DI POTENZA TERMICA INSTALLATA:

mΦ,i = (Φi /Σ Φi) x 1000


PROGETTAZIONE SISTEMA DI CONTABILIZZAZIONE CALORE

IN CASO DI CONTABILIZZAZIONE INDIRETTA

1) Rilievo e certificazione dei corpi scaldanti installati per la determinazione di:


- potenza termica secondo la UNI 442-2 o metodo dimensionale
-nuova tabella millesimale

2) Determinazione di:
- diametro delle valvole termostatizzabili e dei detentori e tipo di raccordo alle
tubazioni
Se si utilizza sistema base
-[tipo di valvole termostatiche e di sensore]
-[tipo di ripartitore e di sensore]
- Posizione Cronotermostati o posizione di installazione dei ripartitori
-curva della temperatura di mandata ai fini della precisione di regolazione e della
temperatura di ritorno

3) Calcolo dei parametri richiesti dalla UNI 10200 ai fini della ripartizione della
spesa totale, secondo quanto definito dalle UNI/TS 11300

4) Mappatura dell’impianto (codici apparecchi, nome utente, dati di


programmazione etc.) da aggiornare

5) Stesura delle istruzioni per l’utilizzo dell’impianto e dei dispositivi atti alla
contabilizzazione
FORMULE PER IL CALCOLO DELLA RIPARTIZIONE DEI COSTI
COMPONENTE VARIABILE
con sistema a Ripartitore

NORMA UNI 834 (Ripartitori Elettronici)

«Ripartitore dei costi di riscaldamento per la determinazione dei


consumi dei radiatori».
Il metodo di conteggio del consumo si basa sulla Integrazione
nel tempo delle temperature di funzionamento (piastra radiante
ed ambiente). Il ripartitore può avere una (la temperatura ambiente
è quella convenzionale) o due sonde (la temperatura ambiente
è effettivamente Rilevata e corretta)

Energia consumata dal singolo corpo scaldante =~

Coefficiente Adattativo * Tpiastra

Tpiastra: Temperatura media di piastra


Coefficiente adattativo: Calcolato in funzione della potenza nominale del radiatore e dello scambio termico
con l’ambiente

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
FORMULE PER IL CALCOLO DELLA RIPARTIZIONE DEI
COSTI VARIABILI con sistema a cronotermostato
NORMA UNI 11388 (Totalizzatore compensato sui tempi di inserzione)

Energia consumata dal singolo corpo scaldante =

Potenza Calorifero * [ Tm - Tar ] * Ton

La compensazione avviene considerando la temperatura ambiente rilevata e la


temperatura di mandata o la media tra la temperatura di mandata e ritorno

Potenza Calorifero [kW]: progetto/scheda tecnica o recuperabile dall’abaco della norma UNI
10200:2013
Ta: Tempertaura convenzionale senza termoregolazione [20°C]
Text: Temperatura esterna istantanea
Tm: Temperatura di mandata del fluido termovettore
Tar: Temperatura ambiente rilevata dal cronotermostato
Ton: tempo di inserzione della valvola abbinata al cronotermostato
Fattore correttivo: costante di tempo in minuti od ore che dipende dall’inerzia termica del corpo
scaldante
Fattore correttivo x caloriferi in ghisa: 1,2h

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
FORMULE PER IL CALCOLO DELLA RIPARTIZIONE DEI
COSTI VARIABILI con sistema a cronotermostato

NORMA UNI 9019:2013 (Totalizzatore sui Gradi Giorno Utenza)

Sistemi di contabilizzazione indiretta basato sul totalizzatore


di zona termica e/o unità immobiliare per il calcolo
dell’energia termica utile tramite i tempi di inserzione
del corpo scaldante compensati dai gradi-giorno
dell’unità immobiliare»

Energia consumata dal singolo corpo scaldante =

Potenza Calorifero * [ (Ta – Text) / 25 ] * [ Ton + Fattore Correttivo ]

Potenza Calorifero [kW]: progetto/scheda tecnica o recuperabile dall’abaco della norma UNI
10200:2013
Ta: Tempertaura convenzionale senza termoregolazione [20°C]
Text: Temperatura esterna istantanea
Tm: Temperatura di mandata del fluido termovettore
Tar: Temperatura ambiente rilevata dal cronotermostato
Ton: tempo di inserzione della valvola abbinata al cronotermostato
Fattore correttivo: costante di tempo in minuti od ore che dipende dall’inerzia termica del corpo
scaldante
Fattore correttivo x caloriferi in ghisa: 1,2h

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
CONTABILIZZAZIONE INDIRETTA SISTEMI A CONFRONTO
CONTABILIZZAZIONE INDIRETTA SISTEMI A CONFRONTO
TERMOREGOLAZIONE E CONTABILIZZAZIONE
Conclusioni

La termoregolazione e Contabilizzazione un opportunità


di risparmio.

Mediamente con sistemi a valvola termostatica è


possibile arrivare a risparmi dell’ordine del 10-15%

Mediamente con sistemi a Cronotermostato è Possibile


arrivare a percentuali di risparmio intorno al 25-30%

Inoltre abbiamo i seguenti vantaggi: 


Equità ogni utente paga in base al consumo effettivo.

Autonomia ogni utente può impostarsi la temperatura nei


locali in base alle sue esigenze.

Serenità e sicurezza si evita la responsabilità e il pericolo che


un impianto autonomo comporta.

Costi di installazione contenuti con un ritorno


dell’investimento stimabile in 4 ed i 6 anni.

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it
RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA
Termoregolazione e Contabilizzazione - Esempio

CONDOMINIO CON IMPIANTO CENTRALIZZATO COMPOSTO DA 20


APPARTAMENTI DI CIRCA 80 MQ CADAUNO

Nel caso preso in considerazione la situazione prima dell’installazione di un sistema di


termoregolazione e contabilizzazione a cronotermostati era il seguente:
Consumo annuo medio di Gas: 24'000 mc per un costo di c.a. 20‘500 € (stagione
2009-2010)
Costo di gestione appartamento c.a. 1'000,00 €

L’intervento è consistito nell’installazione di un sistema di termoregolazione e


contabilizzazione del calore composto da valvole termostatizzabili accoppiate a
testine elettroniche e cronotermostati.
cronotermostati Ogni appartamento è stato diviso in zona
giorno e zona notte abbinate a due cronotermostati che regolavano cinque radiatori per
unità immobiliare (suddivisione a zone termiche).
termiche

In tutto sono stati installati


-n.40 Cronotermostati wireless
-Sostituite ed installate n.100 valvole termostatizzabili e relativo detentore
-n. 100 valvole elettroniche wireless ON/OFF
-n. 4 ripetitori wireless nei vani scala
-n. 1 unità centrale posizionata in centrale termica
-n. 1 relè di start/stop pompa di circolazione in caso di richiesta calore anche di una sola
zona termica
-Sostituzione gruppo pompe gemellari con gruppo pompe gemellari elettroniche
RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA
Termoregolazione e Contabilizzazione - Esempio

CONDOMINIO CON IMPIANTO CENTRALIZZATO COMPOSTO DA 20


APPARTAMENTI DI CIRCA 80 MQ CADAUNO

Costo intervento c.a. 1'100 € (iva 10% inclusa) ovvero € 22’000

Nella stagione 2010-2011 è stato rilevato un consumo di c.a. 18'000 mc per un


risparmio monetario di c.a. € 5’300
 
Considerando anche la detrazione fiscale di € 11'000 da suddividere in 10 anni il
tempo di rientro dell’intervento risulta solo di 3,8 anni (vedi tabella riassuntiva)

COSTO INTERVENTO € 22’000

COSTO ANNO CANONE CONTABILIZZAZIONE € 500

RISPARMIO MEDIO ANNUO CONBUSTIBILE* € 5’300

DETRAZIONE FISCALE ANNUALE € 1’100

TEMPO DI RIENTRO INVESTIMENTO 3,8 ANNI

*senza considerare l’aumento del costo del Gas


GRAZIE PER L’ATTENZIONE

Ing Alessio Iannascoli – Entropia Zero Srl


Energy Manager e Sviluppo Progetti
Email: aiannascoli@entropiazero.it
Cellulare: 366.5380118

Sig. Alberto Fassi


Sviluppo Marketing
Email: afassi@libero.it
Cellulare: 349.5883244

Sig. Fabio Ronchi


Referente Commerciale
Email: f.ronchi@technologicalforest.eu
Cellulare: 347.3782184

Entropia Zero Srl - Via Dante 2/c, 21052 Busto Arsizio (VA)
Tel. 0331-1989839 - Fax 0331-1989185 – Web www.entropiazero.it

Potrebbero piacerti anche