Sei sulla pagina 1di 28

PERCUSSIONI

IMPOSSIBILE CATALOGARE IL NUMERO DI


PERCUSSIONI

LA SEZIONE CHE HA AVUTO LA MAGGIORE


EVOLUZIONE STORICA

DIVISIONE PRINCIPALE IN SUONO DETERMINATO


E SUONO INDETERMINATO
PERCUSSIONI
LE PIU UTILIZZATE IN ORCHESTRA

TIMPANI

XILOFONO

GLOCKENSPIEL

CAMPANE TUBOLARI

MARIMBA

VIBRAFONO

GRANCASSA

RULLANTE

PIATTI

GONG

BATTERIA

CONGAS

BONGOS
QUANTI STRUMENTI SI POSSONO
SUONARE?
DIPENDE DALLA SCRITTURA

SOLITAMENTE IL TIMPANISTA SUONA SOLO I


TIMPANI

UN PERCUSSIONISTA PREDILIGE LE PERCUSSIONI A


TASTIERA: XILOFONO, GLOCKENSPIEL, MARIMBA,
VIBRAFONO

UN ALTRO PERCUSSIONISTA SUONA LE MEMBRANE

NON E’ UNA LEGGE! BISOGNA RICORDARE CHE

OGNUNO HA AL MASSIMO DUE MANI E CHE ALCUNI STRUMENTI POSSONO


ESSERE APPOGGIATI, MENTRE ALTRI VANNO TENUTI IN MANO.

SE UN PERCUSSIONISTA SUONA I PIATTI SINFONICI, PUO SUONARE SOLO QUELLI!


TIMPANI
LE PIU UTILIZZATE IN ORCHESTRA
20” - 23” - 26” - 29” - 32”
ACCORDATURA PER MEZZO DEL PEDALE

DI BASE SUONATI CON BACCHETTE DI FELTRO O LEGNO


32” 29” 26”

23” 20”
TIMPANI
LE PIU UTILIZZATE IN ORCHESTRA
XILOFONO
CON BACCHETTE DI LEGNO - SOLITAMENTE SOLO DUE

SUONA ALL’OTTAVA SUPERIORE RISPETTO A COME SI SCRIVE


XILOFONO
GLOCKENSPIEL
SOLITAMENTE BACCHETTE DI GOMMA DURA O METALLO

SUONA DUE OTTAVE SOPRA RISPETTO A COME SI SCRIVE


GLOCKENSPIEL
PRIMA VOLTA PIANO - SECONDA FORTE
CAMPANE TUBOLARI
SOLITAMENTE MARTELLI IN LEGNO O FELTRO

SUONANO COME SCRITTO. IL PEDALE ALLUNGA LA DURATA DELLE NOTE


CAMPANE TUBOLARI
SOLITAMENTE MARTELLI IN LEGNO O FELTRO
VIBRAFONO
SOLITAMENTE BACCHETTE IN LANA (4) MA
ANCHE ARCHETTO SFREGATO
IL PEDALE ALLUNGA LA DURATA DELLE NOTE. IL
MOTORINO GENERA UN EFFETTO DI VIBRATO
VIBRAFONO

PRIMA VOLTA CON MOTORE

SECONDA VOLTA SENZA MOTORE


VIBRAFONO

DEAD STROKE E’ LA TECNICA DI SMORZAMENTO DELLA NOTA


IMMEDIATA CON LA BACCHETTA. MOLTO USATA NEL JAZZ
VIBRAFONO

CON ARCHETTO PER VIOLONCELLO

PRIMA VOLTA MOTORE ACCESO

SECONDA MOTORE SPENTO


MARIMBA
SOLITAMENTE BACCHETTE IN LANA 2 O 4
MARIMBA
GRANCASSA
SOLITAMENTE BATTENTE DI LANA O
BACCHETTE IN LEGNO

NOTAZIONE O SU UN RIGO
SINGOLO

O SUL PENTAGRAMMA
RULLANTE
SOLITAMENTE BACCHETTE IN LEGNO

NOTAZIONE O SU UN RIGO
SINGOLO

O SUL PENTAGRAMMA
PIATTI SINFONICI
SOLITAMENTE PERCUOTENDOLI TRA LORO

NOTAZIONE O SU UN RIGO
SINGOLO

O SUL PENTAGRAMMA
GONG E TAM TAM
SOLITAMENTE PERCOSSO CON GRANDE MAZZA DI
FELTRO O LEGNO RIVESTITA

GONG INTONATO E CON


PROTUBERANZA
TAM TAM INDETERMINATO E LISCIO

NOTAZIONE O SU UN RIGO
SINGOLO

O SUL PENTAGRAMMA
GONG E TAM TAM
3 GONG E 1 TAM TAM
BONGOS
SOLITAMENTE PERCOSSI CON LE MANI MA IN
ORCHESTRA USATO ANCHE CON BACCHETTE DI LEGNO

NOTAZIONE SUL PENTAGRAMMA


INDICANDO DUE ALTEZZE DIFFERENTI

E MODALITA DI COLPO APERTO O SLAP


BONGOS
PRIMA VOLTA MANI

SECONDA BACCHETTE
CONGAS
SOLITAMENTE PERCOSSE CON LE MANI SCONSIGLIATO
UTILIZZO CON LE BACCHETTE

NOTAZIONE SUL
PENTAGRAMMA INDICANDO
DUE ALTEZZE DIFFERENTI E I
RIFERIMENTI PER

SLAP TONE (x)

OPEN TONE

BASS TONE
CONGAS
SOLITAMENTE PERCOSSE CON LE MANI SCONSIGLIATO
UTILIZZO CON LE BACCHETTE
BATTERIA
SOLITAMENTE BACCHETTE O FELTRO,
SPAZZOLE O MANI

NOTAZIONE SUL PENTAGRAMMA


PER OGNI PEZZO DELLA
BATTERIA UNA NOTA.

PIU E’ GRAVE IL SUONO, PIU E’


SCRITTO NELLA PARTE BASSA
DEL PENTAGRAMMA.

LE X INDICANO I PIATTI.
L’EVOLUZIONE DELLA SCRITTURA
CON L’UTILIZZO DELLE PERCUSSIONI

L’UTILIZZO DELLA BATTERIA

HA SEGNATO IL CAMBIAMENTO

SIN DAI TEMPI DI GERSHWIN

Potrebbero piacerti anche