Sei sulla pagina 1di 3

UDA DIDATTICA DELLA LINGUA ITALIANA

DESTINATARIO: Studenti immigrati adulti,


Corso di italiano livello B1.
TEMA: “Il mondo del lavoro: il colloquio”
OBIETTIVO DISCIPLINARE: L’UDA ha come obiettivo quello di potenziare le capacità
comunicative degli studenti con il fine di favorirne l’autorealizzazione e l’integrazione. Nello
specifico, lo studente acquisirà le competenze necessarie per affrontare un colloquio di
lavoro attraverso attività di approfondimento lessicale e di simulazione.
L’UDA forma parte integrante del corso, il cui obiettivo è il raggiungimento di un livello B1:

“É in grado di comprendere i punti essenziali di messaggi chiari in lingua standard su


argomenti familiari che affronta normalmente al lavoro, a scuola, nel tempo libero ecc. Se la
cava in molte situazioni che si possono presentare viaggiando in una regione dove si parla
la lingua in questione. Sa produrre testi semplici e coerenti su argomenti che gli siano
familiari o siano di suo interesse. É in gradi di descrivere esperienze e avvenimenti, sogni,
speranze, ambizioni, di esporre brevemente ragioni e dare spiegazioni su opinioni e
progetti.” (QCER)
L’UDA verrà svolta nella seconda metà del corso.
Settore
● Fonetica
● Sintassi
● Lessico
● Morfologia
● Pragmatica
Categoria o fenomeno specifico
Saper affrontare un’intervista su esperienze personali, professionali e\o di formazione;
potenziamento del lessico.
Competenza
Competenza multilinguistica: prevede la conoscenza del vocabolario di lingue diverse dalla
propria, con conseguente abilità nel comunicare sia oralmente che in forma scritta. In linea
di massima essa condivide le abilità principali con la competenza alfabetica: si basa sulla
capacità di comprendere, esprimere e interpretare concetti, pensieri, sentimenti, fatti e
opinioni in forma sia orale sia scritta (comprensione orale, espressione orale, comprensione
scritta ed espressione scritta) in una gamma appropriata di contesti sociali e culturali a
seconda dei desideri o delle esigenze individuali
Competenza disciplinare
● Padroneggiare il lessico relativo alla sfera lavorativa.
● Saper strutturare correttamente discorsi di media difficoltà tesi a esplicitare
esperienze pregresse di tipo personale e lavorativo (padroneggiando le diverse
conoscenze relative al lessico, alla morfologia e alla sintassi).
Obiettivi disciplinari in forma operativa:
● Utilizzare le conoscenze pregresse e quelle acquisite in itinere.
● Potenziare la capacità di esposizione orale
● Comprendere informazioni essenziali da testi audiovisivi relativi alla sfera sociale e
lavorativa
● Conoscere e saper usare il lessico del mondo del lavoro
Attività Fase1:
MOTIVAZIONE. Discussione sulle proprie esperienze di lavoro, di formazione e di colloqui in
Italia o in altri paesi.
Fase 2:
GLOBALITÀ. Comprendere efficientemente testi orali e saperne riportare i contenuti.
Fase 3:
ANALISI. Esercizi di approfondimento sul lessico e sul linguaggio non verbale.
Fase 4:
SINTESI. Applicazione pratica di quanto appreso: “L’intervista”
Fase 5:
VERIFICA. Valutazione dell’attività svolta, resoconto sulle attività svolte.
Prerequisiti:
● l’alunno possiede un livello di lingua A2 “Riesce a comprendere frasi isolate ed
espressioni di uso frequente relative ad ambiti di immediata rilevanza (per esempio
informazioni di base sulla persona e sulla famiglia, acquisti, geografia locale, lavoro).
● Riesce a comunicare in attività semplici e di routine che richiedono solo uno scambio
di informazioni semplice e diretto su argomenti familiari e abituali.
● Riesce a descrivere in termini semplici aspetti del proprio vissuto e del proprio
ambiente ed elementi che si riferiscono a bisogni immediati.”
LESSICO:
alcuni termini utili da sapere relativi a:
● Ruoli: l’operaio/a, il capo, il / la responsabile, lo / la stagista, il / la caporeparto ecc.
● Lavoro: Il turno, lavorare a turni, orario flessibile, (fare) gli straordinari, ecc.
● Contratti: Part-time, Full time, Indeterminato, determinato, stagionale ecc. -
● Collocazioni: cercare/ trovare lavoro, tornare dal/andare al lavoro, perdere il lavoro,
cambiare lavoro, firmare un contratto, aumentare/ diminuire lo stipendio ecc. 1.2
● Esercizi sul lessico Gli esercizi hanno lo scopo di consolidare e contestualizzare il
lessico già noto e quello trattato nella precedente attività. Gli studenti svolgeranno
autonomamente i seguenti esercizi e, una volta terminato il compito, si procederà a
correggere insieme eventuali errori.
○ ESERCIZIO 1: Associa ad ogni termine la definizione corretta. 1.Contratto a
tempo indeterminato 2.Contratto a tempo determinato 3.Contratto Part-time
4.Contratto di lavoro a chiamata 5.Contratto di lavoro in apprendistato
6.Contratto di lavoro stagionale a. Si tratta di un contratto che serve a coprire
esigenze temporanee del datore di lavoro. b. Si tratta di un contratto ‘infinito’
che dura fino a quando una delle due parti non decide di mettervi fine. c. È
rivolto a lavoratori dai 15 ai 29 anni. Generalmente, oltre allo svolgimento di
un’attività di lavoro prevede anche una formazione professionale. d. È un
contratto con una scadenza prefissata, non può durare più di 12 mesi,
prorogabili fino a 24 e. Si tratta di un contratto che consente di lavorare tutti i
giorni ma solo per parte della giornata lavorativa oppure di lavorare per
l’intera giornata lavorativa ma non tutti i giorni. f. Si tratta di un contratto
riservato ad occupazioni particolarmente richieste in determinati periodi
dell’anno.
○ ESERCIZIO 2: Completa le frasi con le parole o le collocazioni mancanti.
Colleghi Turni Capo Licenziare Trovare lavoro Determinato Riunione
Caporeparto Operaio Azienda Stipendio Fare gli straordinari Cercare lavoro
1. La sua …………… produce tessuti di cotone per camicie e vende in tutto il
mondo. 2. Mattia lavora come…………. nell’azienda di famiglia. 3. Ho un
contratto a tempo…………. per 8 mesi e lavoro su…………: a volte lavoro
dalle 6 alle 14, altre volte dalle 14 alle 22. Mi piace questa organizzazione
perché ho molto tempo per andare in palestra, in piscina o a correre. 4. Molti
lavoratori ricevono uno………… molto basso e sono costretti a ……….. 5.
……………. da un anno, ma non ho ancora trovato niente. 6. Il mio desiderio
è quello di specializzarmi e avere una mansione più qualificata: vorrei tanto
diventare………… in futuro! 7. Il …………mi ha proposto un nuovo contratto a
tempo indeterminato! 8. I miei ………… sono molto gentili e disponibili e
quando non capisco qualcosa mi aiutano sempre. 9. A causa di un imprevisto
non riuscirò mai ad arrivare in tempo alla…. 10. Dopo tanti anni, Marco è
stato………… senza motivo. 11. Ha spedito tanti curricula e alla fine
ha……………
○ ESERCIZIO 3: Scrivi cinque frasi sulle tue esperienze lavorative riutilizzando
il lessico dei precedenti esercizi (se non hai precedenti esperienze lavorative
scrivi cinque frasi su come immagini il tuo lavoro ideale). .2. Agli studenti
viene proposto un breve esercizio con immagini sul “Linguaggio non verbale”.
Anche il corpo parla durante il colloquio ed è quindi importante sapere come
comportarsi e quali atteggiamenti adottare. Dopo aver completato il compito
(recuperando quanto visto nei video della fase 2) gli studenti dovranno
motivare le loro risposte oralmente. ESERCIZIO: Guarda le foto e indica SI se
i gesti e atteggiamenti vanno bene, e NO se invece ti sembrano poco educati
o inadeguati al contesto. SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO SI NO FASE 4:
SINTESI (1h 30m) 1. Preparazione dell’intervista 2. Intervista 1. Preparazione
dell’intervista (30 minuti) Consegna: Partendo dalle seguenti domande
pianifica mentalmente o per iscritto le risposte. Puoi aggiungere anche altre
informazioni che ritieni utili. RICORDA: siamo in contesto formale quindi è
sempre opportuno dare del “lei” al nostro interlocutore come segno di rispetto
e professionalità. -Ci parli un po’ di lei. (specificare i propri pregi e difetti:
tipicamente vengono chiesti al candidato 3 difetti e 3 pregi) -Mi parli della sua
esperienza lavorativa\ di formazione -Perché dovremmo scegliere proprio lei?
\Perché vorrebbe lavorare per questa azienda? -Che tipo di contratto
preferirebbe? -Ha qualche domanda? 2.Intervista (1 ora) La classe viene
divisa in coppie che, a turno, svolgeranno sia il ruolo di intervistato che di
intervistatore. L’attività ha lo scopo di prendere confidenza con la situazione
e, inoltre, permette al docente di verificare le competenze linguistiche degli
studenti e la loro capacità di applicare quanto trattato nelle fasi precedenti.
L’intervistatore può sia utilizzare le domande della fase “preparazione
dell’intervista” che porne di diverse. L’intervistato deve mostrare di essere in
grado di esporre il discorso precedentemente pianificato a partire dalle
domande suggerite e, eventualmente, di rispondere a domande impreviste.
Inoltre, gli alunni dovranno applicare le “regole” relative al linguaggio non
verbale viste nelle fasi precedenti: mantenere la giusta postura, evitare gesti
o atteggiamenti che potrebbero essere fraintesi ecc.
● FASE 5: VERIFICA (30m) Valutazione formativa delle attività La valutazione prende
in considerazione tutte le attività svolte nell’UDA e ha lo scopo di fornire allo studente
un feedback utile per prendere coscienza dei risultati raggiunti e di quelli ancora da
conseguire.

Potrebbero piacerti anche