Sei sulla pagina 1di 3

Le scuole nuove sono nate tra la fine dell’ottocento e primi anni

del novecento, dove c’era stata da poco la rivoluzione industriale,


e quindi c’era bisogno di un nuovo programma sociale. Le scuole
nuove si rifanno alla pedagogia scientifica e le materie riviste sono
tecnico-scientifiche e professionale.
Le prime scuole nuove vengono istituite in Inghilterra perché era il
paese messo meglio a livello socio economico. Il progetto
scolastico dell’Inghilterra si rifà alla pedagogia di Locke; il
programma di Locke era stabilito per un progresso di studi della
classe dirigente. Questa classe dirigente viene inserito nelle scuole
private (fondate nel 19 sec). E queste scuole private subiscono
delle innovazioni che non vengono date dalla teoria pedagogica
bensì dal esperienza diretta, infatti i maggiori cambiamenti
riguardano la struttura e il materiale scolastico.
1889 invece viene creata la prima scuola nuova ad Abbotsholme
da Cecil Reddie, questa scuola nuova è diventa così tanto famosa a
diventare la prima cellula del movimento delle scuole nuove.
Questa scuola nuova dava un convitto infatti era definita scuola-
convitto educava le classi elevate, volta a formare persone ricche
di cultura, capacità e spirito d’iniziativa e la formazione
umanistica era incentrata sugli studi linguistici e scientifici perché
era necessaria ai futuri membri della classe dirigente.
La didattica era basta sugli interessi e sull’esperienza e questo
prevedeva
 Vita a l’aria aperta perché era vista una cosa fondamentale
svolgere la lezione a l’aria aperta
 Lavori manuali
 C’era molta osservazione degli alunni nei confronti del
insegnante
 C’erano anche viaggi e visite d’istruzione
Una parte del pomeriggio e la sera vengono dedicate agli sport, i
giochi, alle attività artistiche e alle relazioni sociali.
Poiché, secondo il motto della scuola, “la libertà è l’obbedienza
della legge”, la disciplina è rigida e considerata fondamentale per
la formazione del carattere. Inoltre la scuola non doveva essere
vista come un luogo chiuso e diviso dalla società, infatti viene
inserito il giornale scolastico all’interno della scuola.
In Inghilterra oltre le scuole nuove vengono create delle attività
extrascolastiche.
Powell che è un ex militare crea lo scautismo che si diffonde
subito in tutto il mondo. Le ragioni del successo dello scautismo
sono legate al fatto che Powell istituisce un percorso formativo
esterno a quello scolastico in cui si unisce l’avventura e un metodo
educativo attivo integrale, simile a quello utilizzato nella scuola, e
obiettivi formativi utili al singolo alla comunità, quali lo spirito di
osservazione, la disciplina, il senso di responsabilità, il senso di
appartenenza al gruppo e lo spirito di servizio.
Le caratteristiche fondamentali dello scautismo sono:
 La fiducia nel ragazzo e la sua educazione individuale: viene
aiutato a scoprire se stesso, a sviluppare il buono che è in lui
e ad esprimersi liberamente, per poi portare un contributo
nella comunità in cui fa parte.
 L’attenzione alla psicologia dei ragazzi: perché sono proprio
loro a scegliere l’attività da fare o proporre loro le attività.

 La vita comunitaria: i ragazzi, alcuni in base alla sua età e


alle sue caratteristiche svolgono specifiche funzioni
all’interno della comunità e sono responsabili di essa.
 L’importanza del capo: il capo è fondamentale perché è un
esempio da seguire per i ragazzi.
Quindi lo scautismo è un movimento che educa giovani al contatto
con la natura, alla solidarietà, alla disciplina, allo spirito di gruppo
e alla responsabilità

Potrebbero piacerti anche