Sei sulla pagina 1di 2

2 IL DOMENICALE

Arthur
Rimbaud
Arnoldo Ciarrocchi
puntasecca

Ambroise
Thomas
Paul Renouard
Boileau inc.
xilografia

Gesualdo
Bufalino
Piero Guccione
carboncino

André Antoine
Jean Baptiste Guth
Ruffe inc.

Le donne, DI MARCO RESPINTI


una cosa. La vita è sacra, la persona
non si tocca, aborto, contraccezione
xilografia

i cavalier,
«V
irginity rocks», la ver- e sesso libero son porcate. AL CENTRO:
ginità è cool. Il contra- Sì, ho capito, avete già iniziato a Gabriele
l’armi, rio esatto di quando
qualcosa sucks, ciò stucca.
salmodiare l’esorcismo contro il mio
solito, prevedibile sermone. Ma, a
D’Annunzio
Bruno Caruso
gli amori. Fa un freddo becco, la sinusite mi
uccide e io barcollo ma non mollo ritto
parte il fatto che m’interessa poco,
siccome su questo numero il “Dom”
disegno a china

I nazisti come un bravo soldatino aspettando


che il corteo di popolo-che-è-il-con-
ha deciso di riportarvi (réportage)
esperienze che uniscano racconto
dell’Illinois trario-della-massa avvii la Marcia per
la Vita, quella che ogni 22 gennaio (da
vissuto e considerazioni di costume,
ecco qua il soprascritto. Del resto, la
e i miei quel 1973 in cui la Corte Suprema de-
gli Stati Uniti legalizzò, nel Paese, l’a-
mia più recente definizione autobio-
grafica suona così: “Sta scrivendo il
due figli. borto grazie a un “colpo di mano”) in-
vade festosa Constitution Avenue. Di-
I pro-lifer, re no all’aborto gridando sì alla vita Concentrati nel Mall, sfileremo
nel cuore di Washington è più bello.
i conservatori La ragazzina minuta e algida che
in Constitution Avenue fino alla
mi sta a fianco – chissà da quale Stato
e quella città, viene (ho visto un bus di liceali del
Corte Suprema. Un freddo becco
Kansas, un viaggio enorme in giorni
sempre gelida di scuola), chissà in quale città abita
(avrà 16 anni, fa la donna ma le si leg- suo unico romanzo da sempre (anche
d’inverno, che ge la timidezza negli occhi) – n’è asso- se, per quel che gli consta, non ha al-
lutamente convinta. Vergine è bello e cuna intenzione di concluderlo, il che
è Washington. “rocka” con noi. Lo dice sulla t-shirt, non significa di non finirlo), ma se n’è
tre taglie in più, che porta sopra la accorto solo di recente grazie alla gra-
Un percorso, giacca a vento. Surgelato, le batto i fica de il Domenicale, Elena”.
denti di fianco, impettito nel mio ges-
del tutto sato di lana portoghese, ricoperto dal Predicozzo
cappotto nero di lusso e incoronato da Sempre gli Stati Uniti?, direte, se
individuale uno sciarpone bianco perché io son ancora non avete voltato pagina. Be’,
fatto così: un bimbo mai cresciuto che lasciatemi confessare. A me gli Stati
e decisamente sa diventare più formale di uno chaf- Uniti piacciono perché lì si può essere
feur, che cerca di non sfigurare fra i di destra fino al midollo senza cadere
insolito, suoi ospiti stilé (soprattutto per rin- nell’inganno di passare per “fascisti”
graziarne l’impareggiabile cortesia), (o “urfascisti”) e vivere pure tutte le
dentro ma che resta comunque affascinato cose belle che ci attizzano nel fasci-

CÀMON BEBI, IZ ONLI ROCK’N’ROLL:


il rock, dal casual istrionico dei youngster, ta- smo ma che non son fasciste perché- punk, metal e cose così. La Marcia per ce dei teorici della panspermia pure se un rockettaro. Bill Clinton suonava il
le per cui sull’abito impeccabile porto il-fascismo-le-ha-solo-scippate-e-in- la Vita non è ancora partita, i ragazzi da Nobel, per il momento non ci risul- sax clubbettaro progressista, ma Bush
meglio un pin della mia collezione (bandiere sozzate (patriottismo, cameratismo, prendono a suonare. ta. Persino, qui, adesso, alla Marcia jr. è famoso per il gala di vittoria (pre-
sudiste, spillette pro-life, gadget para- militanza, estetica dell’abnegazione, Gran parte del resto degli america- per la Vita, il conservatore più rigori- sidenziali 2004) rigidamente black tie
se duro militari) e sul suddetto sciarpone una senso del dovere, ˘et cētera, latino, poi- ni che sta qui con me a prendere un ste ode lo stridore delle chitarre elettri- e stivali western dove, fra grigliate e
patacca vistosa (in tasca, mi manca il ché negli USA piace spesso più che da sacco di freddo per dire sì alla vita a che (e noi, che siam conservatori bla- birra, si suonava il country, musica
e pesante. coraggio, tengo un berretto streetwear noi). Del resto, «io li odio i nazisti del- casa ha una biblioteca pingue di testi
di lana nera con scritta oro ed “s” runi- l’Illinois» (The Blues Brothers). che spiegano i guasti della controcul-
Mi sono ca, “Jesus”, e croce nel mezzo, che Ora, “Rock for Life” è il progetto tura, i mali dei Sixties (il loro Sessan- Bianca con le gote rosse, avrà avuto 16
sembra il logo degli AC/DC). giovani dall’American Life League, totto), i danni disseminati dal rock e
sforzato La ragazzina bianca con le guance una delle più vaste ed efficaci organiz- dal “modello Hollywood”. Ne ho pa- anni. Io, gessato portoghese, impettito
rosse – diamine, ha cominciato a ve- zazioni antiabortiste degli USA, da recchi anch’io. Formidabili. Ma c’è un
di stupirvi, nir giù acquetta gelata qui – sostiene sempre presieduta a Stafford, mitica fatto. Il rock è oramai parte inalienabi- come un generale. Mi sono innamorato
coram populo che conservarsi vergini Virginia, dall’infaticabile Judie le della vita e dell’immaginario quoti-
spero proprio fino al matrimonio è ganzo. La pensa- Brown. La regia è cattolica, ma è pie- diano non solo dei giovani; e questo,
no uguale i suoi comrade, femmine e no di non cattolici. Anzi, proprio piaccia o no, resta impermeabile an- sé, tamburelliamo a ritmo le dita nella campagnola e conservatrice agli anti-
di esserci pure maschi. Ma che fanno, adesso? “Rock for Life” è una operation in cui, che alla più lucida delle denunce, per- tasca del paltò). podi del rock cittadino e liberal.
Tirano fuori chitarra e “ampli”, che mentre la fede può pure essere deter- sino alla più raffinata delle analisi so- Nella vita, del resto, o stai al bal- Perché allora Sarkozy-Presley?
riuscito. ciologiche su testi e contesti. cone a vedere gli altri fare e disfare, Anzitutto perché se l’abito non fa il
oppure scendi per la via e t’incammini monaco, nemmeno il country fa auto-
La sorpresa
Dixieland (di provenienza nera), ninna- Sarkozy come Elvis
Chi, infatti, non è mai stato a un
(magari lungo la Constitution Avenue
di Washington) verso il mulino, aven-
maticamente la Destra. Prendete per
esempio le Dixie Chicks, eroine nel
l’ho tenuta concerto o in una discoteca, chi non do solo l’accortezza di fare attenzione new country che chiedono l’impeach-
per il finale nanna delle Bahamas e inno nordista ha mai comperato oppure ricevuto in che la proverbiale farina che di certo ment di Bush (ma dalle cui melanco-
regalo (o subìto) un vinile, un nastro, t’imbratterà le vesti resti a opportuna niche melodie cowboyesche non ri-
e i paragrafi mixati in salsa metal. Siòri, i Manowar un cd pop o rock, chi non possiede un portata di spazzola senza penetrare usciamo a stare lontani). Oppure il
lettore mp3, chi non ha visto un film fastidiosamente sotto. Il rock, insom- vecchio caso di Bruce Springsteen,
con un pezzo rock anche solo a latere ma, è una fait accompli, me lo ricorda- buon ruspante anche se non country,
li ho conditi non è il Marshall di Jimi Hendrix, ma minante (epperò la parte del leone la (ci son persino cartoni animati “edu- no gli occhi chiari di quel visino virgi- che se la legò al dito quando Ronald
che, del medesimo colore, pece, fa il fa il diritto naturale, cosa chiara e di- cativi” con ritmetti hip hop), quale neo che sta rockando qui accanto con- W. Reagan disse che la di lui musica
con le mie suo effetto. Ora ricordo! Sono i ragaz- stinta per giovani di ogni parrocchia, massaia, o professionista adepto delle tro l’aborto; per cui delle due l’una: o incarnava lo spirito true blue ameri-
dichiarazioni zi di “Rock for Life”, li ho visti ieri nel-
le ballroom dell’Hyatt Regency, su sul-
compresi quelli che con l’Onnipoten-
te fanno ancora i conti), le confessioni
monoporzioni, non ha fatto la spesa
al super sorbendosi, assieme allo
ne prendiamo atto e lo sfidiamo sul
suo terreno, oppure ci rintaniamo sot-
can della sua politica. Il Boss non si
perde un comizio liberal che sia uno,
di voto la collinetta del Campidoglio, dirim-
petto alla caserma dei pompieri che
religiose no.
“Rock for Life” sponsorizza i can-
sconto, il collegamento-impossibile-
da-far-tacere con una radio che men-
to una campana di vetro (o, peggio an-
cora, sotto la sabbia).
ma il vero mistero è che Reagan aveva
ragione da vendere: i testi springstee-
vomita carri rossi a sirene urlanti, do- tanti pro-life, dell'antiabortismo fa tre tu scegli i tuoi cereali preferiti ti Pensate che del rock ha preso atto niani restano tra i più grassroots e pro-
ve le organizzazioni pro-life allesti- una bandiera a suon di megadecibel e somministra per endovena l’hit del persino il presidente uscente degli fondi (nel senso dell'America profon-
scono gli stand in un suk dalla lingua predica, con successo, in folle da con- momento che è non è mai né Burt Ba- USA, George W. Bush jr., salutando, il da) del pop di oggi, pescano abbon-
unica, no abortion, no compromise. certo, cantina, garage, party, i luoghi charach né Johann Sebastian bach? 4 aprile scorso, Nicholas Sarkozy co- dantemente in John Steinbeck (non
“Rock for Life” è una costellazio- insomma del sesso a rischio. Però, Insomma, per non avere mai sen- me nuovo Elvis Presley. Ed era un conservatore, ma americano sin al mi-
ne di band e di fan della musica più con tutto il rispetto, non è mica Gen tito un brano pop occorrerebbe essere complimento, un gran complimento. dollo) e per di più di quello scrittore
spaccatimpani che c’è convinti di verde o Gen rosso; qui si parla di dei marziani, che però, con buona pa- Ora, fa specie perché Bush non è mica colgono il lato più autentico giacché

I Metallica, «Ha le scarpe di serpente, «Mi guadagnavo da vivere «Fanno del loro meglio, «[..] Non mi piacciono «[..] e un mondo senza eroi «Ero una corsa senza meta, «Ritengo Ronald Reagan
Luciano Ligabue un brillante in pieno dente cogliendo le banane. fanno quel che possono. i comunisti [...] non mi non è cosa da farsi, credi ai miracoli perché il miglior presidente che abbia
ed un figlio cui ha dato Adesso faccio la guida per Si preparano per il Vietnam. piacciono i “Jesus freak” non un luogo per me». io ne sono uno. [...] Credo veduto in vita mia». «Dio
e i Ramones, nome Elvis». la CIA, urrà per gli USA!». Dalla vecchia Hanoi [...] non mi piace il sex –Kiss, ai miracoli e in un mondo benedica il presidente Bush,
un sacco –Luciano Ligabue, –Ramones, a Berlino Est. Commando – and drugs [...] non mi A World migliore per me e per te». Dio benedica l’America».
di Ramones Un figlio di nome Elvis Havana Affair sempre in pista». piacciono i Viet Cong». Without Heroes –Ramones, –Johnny Ramone
–Ramones, Commando –Ramones, I’m Against It I Believe in Miracles (1948-2004)
IL DOMENICALE 3

François
René de
Chateaubriand
Achille Jacques
Jean Deveria
litografia

Otto von
Bismark
G. de la Barre
Ernest Florian inc.
xilografia

Mino Maccari
Autoritratto
carboncino
e acquerello

Gyp
Albert Aublet
Rosseau inc.
anno fa pionieristicamente, oggi è di- mo. «Io li odio i nazisti dell’Illinois». sta». La prossima volta, di qualsiasi
xilografia
ventato un vero e proprio genere: il Fe- I Manowar sono americani, ma Paese sarò cittadino e al di là che si
male Metal, con tanto di festival dedi- forse discendono dai vichinghi che candidino o meno, voterò Ted Nu-
cati e gremiti in giro per il mondo. Di- Eric il Rosso portò nel Nuovo Mondo gent, Chuck Norris e Sarah Palin.
ciamolo, son meglio degli uomini, attorno al Mille. Avrebbero voluto es- Adesso però Lady Nugent mi fa
spesso, spessissimo. Virginity rocks. sere britannici, patria avita del Sacro venire in mente un altro quadretto fa-
Il massimo del settore sono i fin- Graal del metallo musicale, ma venne miliare, cioè Alice Cooper (Vincent
landesi Nightwish, con la cantante (li- l’Undici Settembre, il sangue chiamò Damon Furnier, classe 1948) e con-
rica) Tarja Turunen (che io vorrei nei e loro incisero cose come An Ameri- sorte, Sheryl Goddard, sua metà dal
panni di Lúthien, mezzo elfo e mezza can Trilogy, a suo tempo resa celebre 1976, sopravvissuti a una separazio-
umana capace di una voce da usigno- da Elvis (eccolo qua) che mixa la “su- ne. Lui porta il nome d’arte di una
lo, in un adattamento filmico di un dista” Dixieland (prodotto di canzo- (presunta) strega di Salem, i suoi
pezzo de Il Silmarillion sognando di nieri neri), All My Trials (ninna-nan- spettacoli sono baracconate maca-
redigerne lo script per il regista Peter na delle Bahamas simile a uno spiri- bre e va in fissa per i serial-killer. Nel
tual biblico) e The Battle Hymn of the nuovo disco, Along Came a Spider,
Republic, l’inno dei “nordisti”, conci- un tale vuole avere più arti come un
Profetò l’asina di Balaam, volete liazione nazionale in salsa rock (in-
tanto Springsteen incideva il sublime
ragno, decide di amputare la gamba
di una tizia, ma se ne innamora e si
non possa ragliare una rockstar? The Rising, dove “preghiera” ricorre
più di ogni altra parola, mia moglie
ferma. Tutto culmina quando il folle
si chiede, disarmante, “...e se avessi
(Il mondo è donna, se sa cantare) me l’ha regalato subito). sbagliato tutto?”. Alice dice che è una
conversione. Autobiografica, ag-
I conservatori del metallo giungo io. Andiamo avanti.
Jackson, stupenda ugro-finnica, Tar- I Manowar hanno un pallino. Si ri- Come sceglie gli attori delle sue
ja, come chi dice lo siano in radice, per tengono, loro e pochi intimi, gli unici truci carnevalate? Facile: moglie, bal-
ragioni linguistiche, gli elfi di J.R.R. veri metallari tutti gli altri son falsari. lerina provetta, e figlie. Family first.
Tolkien). Oggi la sostituisce la brava Si è pensato che ce l’avessero con i gla- Dice che non ha mai tradito Sheryl se
Anete Olzon e Tarja va avanti alla mour, più tempo dal parrucchiere che non, un tempo, con la bottiglia (quel-
grande da sola. Poi c’è Sharon den ad affilar chitarre, ma non è così. De- la che a momenti provoca il divorzio),
Adel dei Within Temptation, Floor testano, i Manowar, chi ha spinto il ma alla fine si è tenuto la famiglia. Fa-
Jansen degli After Forever, Simone Si- power metal fino al trash, cioè alla mily forever. Alice fa teatro, dell’as-
mons degli Epica (tutti neerlandesi) spazzatura. Per loro invece il rock è surdo, ma non crede che son belli solo
Amy Lee degli statunitensi Evane- melodia ed energia da gourmet. Il li- se son maledetti e se muoiono giova-
scence, Kaisa Joukhi dei finlandesi e mite consentito sono i cari, vecchi bri- ni. Ricorda con timore il pur bravo Jim
tolkieniani Battlelore, e Cristina Scab- tannici Motörhead, che in più di 35 Morrison; perché, dice, corteggiava
bia degl’italianissimi Lacuna Coil, più anni di onorata carriera hanno sem- perciolosamente la morte...
un sottobosco di band meno note ma pre suonato la stessa canzone, al limi- Quello di Alice, che adora il golf, è
non meno talentuose. L’ugola femmi- te senza mai infrangerlo. Pelli, moto e insomma un pulpito. Alice infatti –
nile accompagnata dalle mosse sua- suono martellante, più una faccia che spalancate le orecchie – è nientemeno

VALE A DIRE UNO SPETTACOLO PER FAMIGLIE


ne correggono il tiro con iniezioni di frontiera e dall’altro blues e jazz (cioè una cosa che non v’immaginate. Bel- denti di queste bambole metalliche non teme nulla, nemmeno di finire tra che un born-again Christian (come
Flannery O’Connor (da cui pure pesca il papà e la mamma del rock), è tortuo- la, cioè, scusate se mi piace. Immagi- per molti è canto di sirene che schian- i meno politicamente corretti, e pro- Bush jr., insomma, altro ex alcolista
il Boss ), e la O’Connor era conserva- sa ma certa. Del resto, se vuoi diventa- nifica, colorata, coinvolgente. ta sugli scogli, ma non si scordi che i prio politicamente parlando, eroi del convertito). Non ne parla in giro per-
trice doc, e cattolica, e niente ciarpa- re chitarrista rock come il giovane che Da lì i pieni orchestrali sono di- destini del gothic in gonnella s’intrec- rock. Insomma, anche il rock ha i suoi ché, dice, è cosa troppo seria per farne
me liberal. mi sta strimpellando qui vicino alla ventati un classico della musica dura, ciano con il Christian Metal (o White conservatori che non amano i pro- show. Lo ha cambiato la paura del-
Marcia per la Vita t’iscrivi a un corso vedi Kiss e Metallica, fino al fuori pro- Metal, per farla al Black, satanista). gressisti trash. Un altro è Ted Nugent. l’inferno. Tipo Fatima. Dicevo io che
Barra verso sud di chitarra jazz. E se poi prendi in con- gramma di Ritchie Blackmore (chitar- Il gioco mescola Søren Kierkeg- Vive nel Michigan, guida un l’horror ha senso. In politica, ha appe-
Torniamo al dunque, la Casa Bian- siderazione gli Hayseed Dixie tracolli. rista storico dei Purple) che ha molla- gard, vampiri e mito. Nulla di nuovo a Bronco della Ford battezzato Bush- na definito Sarah Palin «una totale
ca è a un tiro di schioppo da questo no- Suonano, gli statunitensi Hayseed to tutto per creare il gruppo Blackmo- Occidente. L’Occidente ha infatti già
stro concentramento pro-life. Bush Dixie, roba dei Black Sabbath, dei re’s Night (assieme alla vocalist Can- vissuto la sbornia romantica, ma que-
(che telefona sempre ai marciatori per
la vita) paragonò Sarkozy a Presley
Kiss, degli AC/DC e dei Metallica in
versione hillbilly e pure con tecnica
dice Night di Long Island, già corista
di Rainbow, poi sua moglie), che pro-
sto soprattutto per colpa del deraglia-
mento razionalista che l’aveva prece-
L’endorsement più glam di (c’ho la fissa)
per premiarne l’originalità, il saper
bucare il video, il venire dal popolo
fingerpicking (e beer-drinking). Se pe-
rò non te lo dicono, ti pare l’ultimo
pone musica rinascimentale (vera o
para) ma schitarrandoci dentro ai
duta. C’è il rischio di finire sulla stra-
da, ma alcune strade corrono dal con- Sarah Palin? Leggete qui (una traccia:
anzi del popolo l’essere una icona per successo cowboy, altro che metallo concerti anche i riff delle song più fa- te Dracula all’Onnipotente. Come nel-
identificazione. Poteva Bush scegliere pesante. Adesso vado per associazio- mose dell’hard rock purpleano. la bella letteratura horror (un genere uomo, fa teatro nei panni di strega)
altri esempi? Certo. Ma se dici Presley, ne d’idee, che un giorno registro da- Gli Apoclayptica, e la teen-ager prediletto dai conservatori anglo-
capiscono tutti, persino i giovani, vanti a notaio e ci faccio una carriera. antiabortista che nel gelo di Washing- americani). Succede (leggete oltre).
quelli più difficili da politicizzare. E ton si scalda a suon di musica, mi sug- Master, caccia con l’arco assieme al- boccata di aria fresca». Voto anche lui,
poi un’altra cosa. La scrive bene Clint Donne. Con le gonne geriscono un altro tassello. Il rock è Odino sull’Harley-Davidson la moglie a cui è fedelissimo, orga- la prossima volta. News che girano so-
Johnson in The Politically Incorrect Come gli Hayseed Dixie fanno me- per essenza cantato: il singer, folta E con ciò ci assalgono i Manowar. nizza campi estivi per giovani a cui lo in America. Rock for Life.
Guide to the American South (and tal-bluegrass con banjo e arnesi simili, chioma e borchie scintillanti, è il capo Sembra di entrare nell’epica, sguai- insegna come scuoiare animali e fa- Caspita, mi sono distratto, la
Why It will Rise Again), edito l’anno i finlandesi Apocalyptica segano vio- che combatte davanti. Senza, non c’è nando la spada (che mai deve manca- re barbecue, nei concerti si veste da Marcia per la Vita è partita e la mia
scorso da Regnery qui nella capitale loncelli su cover di Metallica, Slayer, rock. Gli Apocalytica, invece, han sal- re alla cintola) per affrontare ogni indiano, indossa una bandiera sudi- ragazzina vergine è già là avanti.
federale: Presley veniva dal Mississip- Led Zeppelin, e via così. La cosa non è tato l’ostacolo. Niente cantante, ma mattina il traffico di Milano, destreg- sta e mette la mimetica per sparare Non la voglio perdere, mi sono inna-
pi, familiarizzò con la musica nella nuova. Iniziarono i britannici Deep non meno coinvolgimento. Ed eccoci giandosi fra draghi malvagi, streghe in effige a Saddam Hussein, va in ti- morato. Chissà come saranno, do-
Chiesa evangelicale frequentata assi- Purple nel 1969 incidendo Concerto qua, la voce come strumento. Nel set- belle quanto fetenti e troll puzzolenti, vù a detestare Barack Hussein Oba- mani, i miei due piccolini che ho la-
duamente dalla sua famiglia e si stabi- chi non li vedi non ha occhi. Dopo ma e Hillary Clinton, scrive libri di sciato a casa, chissà cosa faranno fra
lì nel Tennessee, che è Mid-country in- aver cercato la propria strada fra i che- pesca, caccia e sport, e firma le pre- verginità e rock’n’roll, loro che sono
clinante a sud; e la musica rock è nata
nel Sud, come tre quarti abbondanti
Ted Nugent guida un Bronco della rokee e l’Achille omerico, hanno spo-
sato senza clausole di divorzio il Wal-
fazioni a report di gruppi conserva-
tori. Shemane è la sua seconda mo-
nati al contrario di quei milioni di
bimbi, scempiati, che oggi qui a
di tutte le cose buone di questo Paese.
Certo, la genealogia è discussa ol- Ford, caccia con l’arco, scuoia le pelli halla odinico. Loro sono americani,
ma è il momento di ricordare che la
glie, impalmata nel 1989. Qualcuno
gli ha ricordato i quattro figli, due
Washington ricordiamo pure con il
rock, i miei due piccolini, cinque e
tre che controversa, e magari pure in- maggior parte dei gruppi gothic, dal primo matrimonio, uno di She- sei anni, che stasera van fuori a cena
fida. Ma la linea che parte da zampo- e ama sua moglie e i suoi cinque figli symphonic e dark al femminile vengo- mane, l’ultimo da una ex (finito “da soli” (pizzata galattica per il
gne e violini irish, scottish e english no dall’Europa Settentrionale, spes- adottabile). Ted ribatte: «In realtà ne compleanno di Matilde, coetanea
dei bei tempi coloniali, intersecata a sissimo dalla Scandinavia. Il nobile abbiamo cinque. Uno lo ebbi extra- del maggiore, “senza” genitori, cioè
certa tradizione franco-canadese for Group and Orchestra, movimento tore la fanno da padroni gruppi metal spirito germanico porta in sé virtù che coniugale 10 anni fa. Ti suggerisco con i genitori dietro l’angolo). Alcu-
(che, fra cajun di Louisiana e regione in tre parti composto dal tastierista o gothic che schierano line-up tradi- il metal esalta oggi come il Beowulf e di contare anche lui, giusto per mo- ni dei miei lettori che hanno resistito
umana dell’Appalachia, si porta die- Jon Lord e inciso con la Royal Philhar- zionali (batteria, basso, chitarre e a l’Edda allora, e il nazismo ci fa schifo strare che deficiente sono. Eccomi fin qui si domanderanno perché mai
tro dall’Europa mezzo Antico Regi- monic Orchestra di Londra, hard rock volte tastiere) ma che puntano tutto come faceva schifo a Tolkien, inter- qua, faccio raduni contro quelli che abbia scelto il rock. Abbiate pazien-
me), figliante poi da un lato country di più musica sinfonica che viene fuori sulla voce, femminile. Iniziò qualche prete senza ambiguità del germanesi- si drogano e faccio cose come que- za: anch’io tengo famiglia. •

I gruppi con la «Non voglio vivere «Stanotte, stanotte sono «Ora la missione della «Il male che gli uomini «I miei occhi cercano la «E se sbagliassi? […] Ho «Bere birra è facile.
dieresi nel nome per sempre sulla strada, sono sulla mia tua vita ti sta innanzi come compiono vive, realtà, le mie dita cercano gettato una vita per burla. Sfasciare la camera
e a quanto pare strada, casa dolce casa, a me la mia tanto tempo continua vivere». le mie vene. [...] Ti prego […] C’è chi per me è morto, dell’albergo è facile.
(inutile sul piano lo sto facendo». casa dolce casa. [...] Solo fa. Aiutare gl’indifesi –Iron Maiden, perdonami. [...] Tutto ciò lavacro di sangue, avendo Ma essere cristiani, questa
linguistico, –Motörhead, liberami, casa dolce casa». che guardano a te The Evil That Men Do che voglio è il perdono». pietà di me. […] Una è una vocazione da duri.
ma fa cool) Ace of Spades –Mötley Crüe, e difenderli sino alla fine». –Metallica, chance di salvezza eterna». Questa è ribellione».
Home Sweet Home –Manowar, Defender Low Man’s Lyric –Alice Cooper, Salvation –Alice Cooper, Sunday Times