Sei sulla pagina 1di 17

GUIDA AL SERVIZIO TELEMATICO

1^ FASE - IPSOA
PREMESSA

Prima di iniziare i lavori descritti in questa guida è necessario che la /le dichiarazioni
che si desidera archiviare siano state:

1) compilate completamente per quanto riguarda i VALORI CONTABILI


2) compilate completamente nella parte relativa alla sezione “PRESENTAZIONE
DELLA DICHIARAZIONE”.

Questa sezione si trova:

- nella Dichiarazione Iva Periodica: in calce in ogni mese


- nelle Dichiarazioni dei Redditi: in calce al frontespizio del modello

Creazione File Telematico

Servizio Telematico -> Archiviazione Dati Telematici

Tipo modello: dal menu a tendina scegliere il modello della dichiarazione che si
vuole archiviare. Es. IVA PERIODICA

Tipo fornitore: dal menu a tendina scegliere sempre 10) ALTRI INTERMEDIARI

Fornitore:
Click su Binocolo per cercare (DI SANTO)
Click su OK per avere la Lista Intermediari
Doppio click su “Di Santo” per prelevare i suoi dati
OK su Mex “Verificare la correttezza dei dati in Anagrafica Unica”.

Opzioni Archiviazione

Normalmente NON BARRARE OPZIONI (solo casi particolari)

Selezione dichiarazioni

- Intervallo da …. A….
- oppure FILTRO …. Per selezionare più contribuenti con codice non consecutivo

1
ARCHIVIAZIONE:

Nome file: fare click su bottone celeste.


Esce finestra “SALVA CON NOME”… ed occorre:
A) specificare il percorso dove salvare
B) inventare un NOME appropriato da dare al file (max 8 caratteri).
Ad es.:
Per creare un file contenente la Dichiarazione Iva periodica del contribuente
FLORES relativa a Dicembre 2000…dalla maschera SALVA CON NOME
specificare il seguente percorso:

C\TELEMATICO\2000\DIP

attribuire al file il nome

FLORES12

Per fare questo è necessario:


A) nella finestra SALVA CON NOME (che si apre già sulla cartella TELEMATICO)
fare un solo click sulla cartella 2000 e fare un click sul bottone APRI.

Accanto alla scritta SALVA CON NOME compare la cartella appena scelta
(2000) e nella parte sottostante compare il contenuto della cartella appena aperta.

Fare un solo click sulla cartella DIP e fare un click su APRI. A questo punto
accanto alla scritta SALVA CON NOME compare la cartella DIP (che è quella in
cui abbiamo deciso di salvare)…

B) nello spazio accanto alla scritta NOME FILE scrivere un nome appropriato
(inventato) composto da massimo 8 caratteri

ATTENZIONE! L’estensione del file è attribuita automaticamente dal programma in


base alle specifiche del Ministero delle Finanze ed è .001.

Fare click sul bottone SALVA per confermare il nome e il percorso … si torna così
alla maschera precedente.

Opzioni Iva Periodica

Selezionare il periodo desiderato: nel nostro esempio (contribuente mensile – mese


Dicembre) mettere il puntino su MESE e scegliere DICEMBRE facendo click sulla
casella vuota accanto al mese stesso nel quale compare un “V” ovvero un flag (visto).

2
FARE CLICK SU ARCHIVIA PER AVVIARE LA CREAZIONE DEL FILE!

Rispondere SI alla domanda.

Fare click su OK al messaggio ARCHIVIAZIONE TERMINATA!

STAMPARE IL FOGLIO CHE APPARE A FINE ARCHIVIAZIONE ovvero il


REPORT di archiviazione.

N.B. Il report di archiviazione è memorizzato in un file che ha il nome uguale al


giorno e all’orario in cui l’archiviazione è stata effettuata (Es.28021920), presenta
estensione .LOG ed è memorizzato nel seguente percorso:

C:\IPSOWARE\DR\DR2000\LOG.

Quindi se per qualche motivo la stampa lanciata a fine archiviazione non va a buon
fine è sempre possibile effettuare tale stampa in un momento successivo.

FINE FASE IPSOA – CHIUDERE IL PROGRAMMA DELLE DICHIARAZIONI

2^ FASE – ENTRATEL

PREMESSA

Per procedere con i passaggi descritti occorre aver creato l’archivio (file) telematico
dal programma delle Dichiarazioni Fiscali Ipsoa e aver verificato (leggendo con
attenzione il Report di archiviazione) che nel file stesso siano contenuti il documento
e/o i documenti desiderati.

Di seguito verranno denominate SEZIONI le opzioni selezionabili con appositi


bottoni che si trovano nella parte centro/sinistra della maschera principale
dell’applicazione.

Verranno invece definite MENU le scelte attivabili dai veri e propri menu che
compaiono nella barra alta della stessa maschera.

Le sotto- scelte dei Menu verranno chiamate OPZIONI.

ARCHIVIO verrà anche detto FILE.


CARTELLA verrà anche usato come sinonimo di DIRECTORY.

Avviare l’applicazione Entratel

Dal Desktop di Windows entrare nell’applicazione ENTRATEL facendo doppio click


3
sul simbolo S.

I LAVORI SI ARTICOLANO NELLE SEGUENTI 7 FASI

A) CONTROLLO DEL FILE ARCHIVIATO CON IPSOA (o con altro programma)


E CREAZIONE DEL FILE CONTENENTE I SOLI DOCUMENTI CONFORMI,
ovvero privi di segnalazioni o comunque non contenenti errori bloccanti (= tanto
gravi che non permettono di mandare la dichiarazione al Ministero)

B) VERIFICA ESITO CONTROLLO

C) AUTENTICA DEL FILE CONTROLLATO, ossia CONTENENTE SOLO


DOCUMENTI CONFORMI ( = buoni per essere trasmessi al Ministero e leggibili
dal medesimo ente)

D) INVIO DEL FILE AUTENTICATO

E) DOWNLOAD (SCARICARE) LA RICEVUTA DEL FILE INVIATO

F) ELABORAZIONE DELLA RICEVUTA

G) STAMPA DELLA RICEVUTA

FASI A + B

Queste due fasi vengono descritte insieme perché la seconda delle due viene avviata
in automatico al termine della prima.

FASE A)

Entrare nella sezione DOCUMENTI E RICEVUTE facendo UN SOLO CLICK sul


bottone apposito

Fare UN SOLO CLICK sul menu DOCUMENTI

Scegliere l’opzione CONTROLLA -> Fare click sempre sulla scelta SINGOLO FILE

Si apre la finestra SELEZIONA TIPO DI DOCUMENTO

Dal menu a tendina specificare il tipo di documento che si deve controllare (TIPO DI
MODELLO) :
Es. Dichiarazione Iva Periodica Versione…

N.B. L’elenco che compare nella finestra rappresenta i modelli di


4
dichiarazioni che è possibile controllare. In particolare è importante
sottolineare che si tratta dell’elenco dei Moduli di Controllo Formale che
in quel momento sono presenti sul computer e delle relative versioni
(specificate per tipo di modello).

Mettere il puntino su CONTROLLLO E CREAZIONE DEL FILE CONTENENTE I


SOLI DOCUMENTI CONFORMI.

Fare click su OK.

Esce finestra CERCA IN.

Utilizzando il menu a tendina specificare il percorso dove si è archiviato il file con


Ipsoa (Es. C\TELEMATICO\2000\DIP) e selezionare il file che si vuole controllare
(Es. FLORES12).

Per fare questo è necessario:


Fare UN SOLO CLICK sul simbolo della freccetta rivolta in basso accanto alla
scritta CERCA IN.

Dal menu a tendina fare UN SOLO CLICK sulla lettera C. Accanto alla scritta
CERCA IN compare la lettera C e nella finestra sottostante tutte le cartelle contenute
in C.

Fare UN SOLO CLICK sulla cartella TELEMATICO e 1 click sul bottone APRI. La
cartella scelta compare accanto alla scritta CERCA IN. E nella finestra compare il
contenuto della directory TELEMATICO.

Fare UN SOLO CLICK sulla cartella 2000 e 1 click su APRI (SUCCEDE LA


STESSA COSA DETTA PRIMA).

Fare UN SOLO CLICK sulla cartella DIP eD UN SOLO CLICK su APRI.

A questo punto abbiamo specificato il percorso desiderato, e - accanto alla scritta


CERCA IN - è specificata l’ultima directory del nostro percorso (di archiviazione).

Pertanto nella finestra sottostante, dove ci viene mostrato il contenuto della cartella,
ci sarà anche il file archiviato con Ipsoa.

Fare UN SOLO CLICK sul nome del file (Es. FLORES12.001) e fare UN SOLO
CLICK su APRI.

Si apre finestra COMPONI NOME FILE.


Fare direttamente click su OK per avviare la fase del CONTROLLO FORMALE
5
DEL FILE scelto.

Al termine del controllo esce una finestra che sintetizza l’esito dello stesso.

FASE B)

Fare click su OK per visualizzare il Report dell’esito del controllo formale detto
anche DIAGNOSTICO.

Fare click su STAMPA.

Selezionare STAMPANTE e fare click su OK

Fare click su STAMPA

Fare click su CHIUDI,.

N.B. LEGGERE ATTENTAMENTE IL FILE DI ESITO.

E’ BENE CHE IL NUMERO TOTALE DELLE DICHIARAZIONI


CHE SONO SENZA SEGNALAZIONI SIA UGUALE AL
NUMERO DELLE DICHIARAZIONI CONTROLLATE.

Il file del diagnostico si chiama con lo stesso nome del file controllato ma ha
estensione .DGN (Es. FLORES12.DGN) ed è sempre memorizzato in automatico nel
percorso C:\ENTRATEL\DOCUMENTI\ESITO

Se l’esito del controllo è POSITIVO (per tutti i documenti o parte di essi) viene
creato in automatico il file CONTENENTE I (SOLI) DOCUMENTI CONFORMI.

L’archivio creato è memorizzato all’indirizzo

C:\ENTRATEL\DOCUMENTI\CONTROLLATI

Tale archivio si chiama sempre con lo stesso nome del file ma ha una diversa
estensione: ora tale estensione è .DCM (Es. FLORES12.DCM).

Tale file deve essere sottoposto alla fase successiva che è l’AUTENTICAZIONE.

FASE C

La fase di AUTENTICAZIONE consiste nell’apposizione della FIRMA DIGITALE


dell’Intermediario sul File (Controllato e contenete i soli documenti conformi) per
predisporre lo stesso nel formato richiesto dall’Amministrazione Finanziaria nella
6
fase (successiva che è l’INVIO.

Infatti alla fine di questa terza fase si ottiene un file che è Compresso Crittografato e
Firmato e che può essere trasmesso in via telematica assicurando la sicurezza dei dati.

Il file ha lo stesso nome ma ha estensione CCF e viene creato in automatico sempre


in

C:\ENTRATEL\INVIO.

Prendere uno dei 2 floppy dove è memorizzata la c.d. CHIAVE PRIVATA


dell’Intermediario e ricordarsi che nell’utilizzarlo verrà richiesta la PASSWORD che
è ANNA (maiuscola).

Dal menu DOCUMENTI scegliere l’opzione AUTENTICA.

Esce finestra CERCA IN già aperta sulla cartella (giusta) che è CONTROLLATI.

Scegliere il file di estensione .DCM che si desidera autenticare (es. FLORES


12.DCM).

Click su APRI.

Esce maschera “COMPONI NOME FILE DA AUTENTICARE”

Click su tasto LISTA per avere elenco documenti inseriti nel file.

Esce foglio con lista.

Fare click su STAMPA.

Ancora click su STAMPA.

Fare click su OK.

Fare click su CHIUDI.

Fare click su OK per avviare la fase di autenticazione.

Lasciare puntino sull’opzione FILE PER LA TRASMISSIONE EFFETTIVA.

Fare click su OK.

Fare click nello spazio bianco.


7
Inserire il floppy CHIAVE PRIVATA.

Digitare la password in maiuscolo ANNA.

Fare click su OK.

Esce maschera INVIA FILE AUTENTICATO.

N.B.: a questo punto è stato predisposto il file FLORES 12.CCF nel


percorso C:\ENTRATEL\INVIO pronto da inviare.

Fare click su DETTAGLI.

Esce foglio riepilogativo dei lavori fatti sull’archivio telematico.

Fare click su STAMPA.

Fare click su OK.

Fare click su CHIUDI.

FASE D

PREMESSA

La quarta fase è quella dell’INVIO del file all’Amministrazione Finanziaria tramite


collegamento via modem ad una linea dedicata agli utenti autorizzati.

Il collegamento avviene tramite una rete privata virtuale al sito


WWW.TELEMATICO.ENTRATE.FINANZE.IT.

Questo sito non è accessibile via Internet tramite un collegamento “normale” in


quanto fa parte di una rete accessibile solo ad “utenti autorizzati” (non è una rete
Internet ma Intranet) cioè i soggetti abilitati alla trasmissione telematica indicati
dalla normativa in materia.

ACCENDERE IL MODEM

N.B. Se si è appena conclusa la fase di autenticazione è possibile avviare


questa quarta fase saltando alcuni passaggi. Si può infatti collegarsi
immediatamente alla rete del Ministero.

Fare click su CONNETTI.


8
Esce maschera CONFIGURA UTENZA con il nome utente e la password (della
sezione 1 della busta del Ministero) già pre impostati.

Fare click su CONNETTI.

Fare click su OK sul messaggio CONNESSIONE ATTIVATA.

Si apre da solo il browser Internet Explorer (programma per la navigazione


telematica).

Si apre da solo il sito WWW.TELEMATICO.ENTRATE.FINANZE.IT.

Se compare messaggio di “BENVENUTO…” chiudere la finestra del messaggio


facendo click sulla X in alto a destra.

Sulla sinistra del sito fare un solo click sulla scritta SERVIZI.

Fare un click su OK per confermare il nome utente e la password di accesso al sito


(sezione 2 della busta del Ministero) già pre impostati.

Si apre la pagina SERVIZIO TELEMATICO.

Sulla sinistra (sotto la scritta SERVIZI) fare un solo click sulla scritta INVIA FILE.

Fare click sul bottone SFOGLIA.

Si apre finestra CERCA IN.

Specificare il percorso dove si trova il file da inviare sempre in

C:\ ENTRATEL \ INVIO

e scegliere il file di estensione .CCF che si vuole inviare.

Ad es. per inviare il file FLORES12.CCF procedere così:


dal menu a tendina accanto alla scritta CERCA IN scegliere il disco C.

Dalla finestra sottostante (dove è mostrato tutto il contenuto di C) fare un solo click
sulla cartella ENTRATEL e poi fare click sul bottone APRI.

Accanto alla scritta CERCA IN compare la cartella ENTRATEL.

Nello spazio sottostante (che mostra il contenuto della cartella scelta) fare un click
9
sulla cartella INVIO e poi un click su APRI.

A questo punto accanto alla scritta CERCA IN compare la cartella INVIO e quindi ci
troviamo nell’ultima directory del percorso che ci interessava raggiungere.

Nello spazio sottostante è mostrato il contenuto della cartella scelta (tutti i files di
estensione CCF).

Fare un click sul nome del file che ci interessa (FLORES12.CCF) e fare click su
APRI.

Si ritorna alla pagina di partenza ed è riportato il percorso e il nome del file prescelto.

N.B. Il percorso e il nome del file devono corrispondere a quanto scritto


sul foglio RIEPILOGO LAVORI.

Fare click su OK per inviare.

Esce pagina CONFERMA RICEZIONE.

Da menu file scegliere l’opzione STAMPA.

Fare click su OK.

Chiudere Internet scegliendo dal menu FILE l’opzione CHIUDI.

Per interrompere il collegamento telefonico: dalla sezione SITO WEB fare click sul
menu COLLEGAMENTO e scegliere l’opzione DISCONNETTI.

Fare click su OK al messaggio DISCONNESSIONE RIUSCITA.

Per uscire dall’applicazione ENTRATEL fare click sul menu OPERAZIONI e


scegliere ESCI.

N.B. L’Amministrazione Finanziaria attribuisce un protocollo di 17


caratteri al file ricevuto. Questo protocollo è composto dalla data di
ricezione, dall’orario espresso in ore, minuti e secondi, e da un numero
progressivo interno.
Questo numero di protocollo è comune a tutti i documenti ricevuti con lo
stesso file.

Ad es. se in un archivio telematico si inseriscono 10 dichiarazioni dello stesso tipo e


si inviano tutte insieme tramite ENTRATEL, il protocollo attribuito
dall’Amministrazione Finanziaria al file sarà comune a tutte e 10 le dichiarazioni.
10
Ciò che le distingue è un ulteriore protocollo di 6 cifre che segue il primo protocollo
(quello comune).

Il protocollo della singola dichiarazione può essere individuato solo stampando la


ricevuta del singolo documento (in una fase successiva a questa).

FASE E

PREMESSA

Dopo un paio di giorni che si è effettuato l’invio di uno o più files si deve scaricare la
ricevuta che contiene il vero esito dell’invio effettuato.

Infatti, anche se il sistema dell’Amministrazione Finanziaria ha ricevuto il file


telematico, l’intermediario non può stare tranquillo finché non ha scaricato, elaborato
e stampato la ricevuta di ogni documento inviato e aver letto con attenzione queste
ricevute che contengono i dati più significativi delle dichiarazioni (e a volte i motivi
di eventuali scarti).

Prima di procedere con i passi successivi occorre prendere il foglio di CONFERMA


RICEZIONE di ogni file inviato del quale si vogliono ricercare ed eventualmente
scaricare le ricevute.
Accendere il modem.

Dal Desktop di Windows entrare in Entratel facendo click sull’icona S.

Fare click sul bottone SITO WEB.

Fare click sul menu COLLEGAMENTO

Fare click su CONNETTI.

Fare nuovamente click su CONNETTI .

….. Il modem compone il numero ….

Fare click su OK al messaggio CONNESSIONE ATTIVATA.

Si apre da solo il browser Internet Explorer (programma per la navigazione


telematica).

Si apre da solo il sito WWW.TELEMATICO.ENTRATE.FINANZE.IT.

11
Se compare messaggio di “BENVENUTO…” chiudere la finestra del messaggio
facendo click sulla X in alto a destra.

Sulla sinistra del sito fare un solo click sulla scritta SERVIZI.

Fare un click su OK per confermare il nome utente e la password di accesso al sito


(sezione 2 della busta del Ministero) già preimpostati.

Si apre la pagina SERVIZIO TELEMATICO.

Sulla sinistra (sotto la scritta SERVIZI) fare un solo click sulla scritta STATO
DEGLI INVII/RICEVI FILE.

Si apre pagina STATO DEGLI INVII/RICEVI FILE.

N.B. La ricerca della ricevuta può essere fatta con due metodi:
tramite numero di protocollo o data dell’invio.
Entrambe le informazioni sono comunque reperibili dal foglio di
CONFERMA RICEZIONE.

Inserire il numero di protocollo (17 cifre) oppure selezionare (dal menu a tendina) la
data di inizio e di fine del periodo prescelto (periodo degli invii).

Fare click sul bottone RICERCA.

Se la ricerca va a buon fine si apre pagina con delle scritte…..

Usare la barra di scorrimento che si trova sulla destra della pagina per andare alla fine
della stessa.

Sotto alle scritte compare una tabella a più colonne che sintetizza l’esito della ricerca.

Quando lo stato del file ricercato è ELABORATO sulla prima colonna compare una
cartella gialla che rappresenta la RICEVUTA.

Sulla destra si può subito verificare l’esito dell’INVIO: se tutto è a posto il numero
dei documenti totali è uguale al numero dei documenti acquisiti e quello dei
documenti scartati è pari a zero.

N.B. Il file di ricevuta ha lo stesso nome del file inviato ma l’estensione è


.RCC che significa ricevuta crittografata e compressa (formato che
certifica la sicurezza dei dati trasmessi telematicamente).

Il file di ricevuta va scaricato sempre nel percorso C:\ENTRATEL\RICEZIONE.


12
Per scaricare la ricevuta (ad es. del file FLORES12)

Quando lo stato è ELABORATO, fare un solo click sulla cartella gialla che
rappresenta la ricevuta (FLORES12.RCC).

Si apre finestra DOWNLOAD DEL FILE.

Lasciare il puntino sull’opzione SALVA SU DISCO.

Fare click su OK.

Si apre finestra SALVA CON NOME.

Specificare il percorso dove si vuole salvare il file: sempre in

C:\ENTRATEL\RICEZIONE

Ad es. per scaricare il file FLORES12.RCC procedere così:


dal menu a tendina accanto alla scritta SALVA IN scegliere il disco C.

Dalla finestra sottostante (dove è mostrato tutto il contenuto di C) fare un solo click
sulla cartella ENTRATEL e poi fare click sul bottone APRI.
Accanto alla scritta SALVA IN compare la cartella ENTRATEL.

Nello spazio sottostante (che mostra il contenuto della cartella scelta) fare un click
sulla cartella RICEZIONE e poi un click su APRI.

A questo punto accanto alla scritta SALVA IN compare la cartella RICEZIONE: ci


troviamo nell’ultima directory del percorso che ci interessava raggiungere.

Nello spazio accanto alla scritta NOME DEL FILE c’è già riportato FLORES12.
Nello spazio accanto alla scritta TIPO FILE c’è già impostata la corretta estensione
ovvero .RCC.

Fare click su SALVA.

…… Inizia un velocissimo DOWNLOAD…..

Esce messaggio DOWNLOAD COMPLETATO!.

Fare click su CHIUDI.

Chiudere Internet scegliendo dal menu FILE l’opzione CHIUDI.


13
Per interrompere il collegamento telefonico:
dalla sezione SITO WEB, fare click sul menu COLLEGAMENTO e scegliere
l’opzione DISCONNETTI.

Fare click su OK al messaggio DISCONNESSIONE RIUSCITA.

FASE F

PREMESSA

Le ricevute scaricate sono crittografate e compresse, quindi illeggibili.

Per renderle leggibili è necessaria questa fase detta di ELABORAZIONE.

Prima di procedere con i passi successivi prendere uno dei due floppy della CHIAVE
PRIVATA (la cui password è ANNA).

Fare click sul bottone della sezione DOCUMENTI E RICEVUTE.

Fare click sul menu in alto RICEVUTE.

Fare click su APRI.

Mettere il puntino su ELABORA TUTTI I FILES.

Fare click su OK.

…. Mostra elenco delle ricevute da elaborare.

Mettere puntino su SELEZIONA TUTTI I FILES.

Fare click su OK.

Inserire il floppy CHIAVE PRIVATA.

Fare click nello spazio bianco.

Digitare in maiuscolo ANNA.

Fare un click su OK.

….. Elaborazione in corso…

14
Esce a video il risultato dell’elaborazione. Se è tutto a posto il numero dei files totali
è uguale al numero dei files elaborati.
Fare click su CHIUDI.

FASE G

PREMESSA

Dopo aver elaborato le ricevute, bisogna stamparle e leggerle attentamente.

Si consigliano due modalità di stampa differenti:


A) per uso interno
B) per il cliente

A) Stando nella sezione DOCUMENTI E RICEVUTE

Dal menu RICEVUTE scegliere l’opzione STAMPA.

Scegliere l’opzione RICEVUTE ED ELENCO.

Si apre finestra STAMPA RICEVUTE ED ELENCO già posizionate sulla cartella


giusta (RICEVUTE).

Individuare il file della ricevuta elaborata (ad es. FLORES12_n° protocollo. REL).

Fare un click sul nome del file.

Fare un click su APRI.

Scegliere stampante e fare OK.

Fare click su STAMPA.

B) Rimanendo nella stessa sezione.

Dal menu RICEVUTE scegliere l’opzione VISUALIZZA.

Si apre finestra già impostata sul percorso corretto.

Scegliere il file facendo un click sul nome (ad es. FLORES12_n° protocollo. REL).

Fare click su APRI.

Si apre finestra SELEZIONA RICEVUTE DA VISUALIZZARE.


15
Mettere puntino su LISTA DELLE RICEVUTE.
Fare click su OK.

Selezionare un contribuente alla volta e stampare.

Per fare questo procedere così:

Fare un click sul CODICE FISCALE

Fare click su OK

Compare a video la ricevuta.

Fare click su STAMPA.

Ancora click su STAMPA.

Selezionare stampante e fare OK

-----

ENTRATEL (appendice)

Verifica delle ultime versioni disponibili sul sito ENTRATEL:

a) fare doppio clic sull’icona Entratel presente dal desktop

b) andare su Collegamento

c) andare su Connetti

d) andare su Connetti

e) fare clic su OK per collegarsi ad Internet

f) una volta giunti nel sito web fare doppio clic su Nuove versioni e selezionare
servizi

g) andare sulla sezione software inserendo la password relativa alla sezione 2 (vedi
foglio dattiloscritto)

h) considerare le voci relative a:


16
1) aggiornamento applicazioni ENTRATEL

2) controllo formale dichiarazione modelli anno 2001

3) controllo formale dichiarazione modelli anni precedenti

dopo aver selezionato la voce in esame si va su ambiente windows, quindi si fa il


download dando Ok e si salva con nome in C (nell’ultima cartella in cui si è lavorato)
ove si trova la cartella Telematico la quale aperta contiene altre due cartelle
(Aggiornamento applicazioni e Nuovi controlli)

Disinstallare gli aggiornamento meno recenti:

a) fare doppio clic sull’icona Risorse del Computer dal desktop

b) andare su Pannello di controllo

c) andare su Installazione/disinstallazione

d) si disinstallano le versioni meno recenti posizionandosi sulla riga considerata ed


utilizzando il tasto Aggiungi /Rimuovi

e) eliminare file

d) non eliminare i file condivisi dando NO tutte le volte si presentano maschere che
lo richiedono

P.S.
• Quando si installano gli aggiornamenti è consigliabile installare prima gli
aggiornamenti applicazioni e poi nuovi controlli.

• Quando si deve installare il file relativo ai nuovi controlli è consigliabile


cancellare prima la versione precedente per evitare duplicazione di nomi o
confusioni.

17