Sei sulla pagina 1di 141

IL PREPARATORE DEI PORTIERI

ESORDIENTI
di Longo Gregorio

Una raccolta elaborata e studiata per un lavoro tecnico e coordinativo


al ruolo del portiere nella categoria Esordienti

Un supporto didattico tecnico per sapere e conoscere questo ruolo


appassionante ed affascinante nel mondo del calcio

L’insegnamento e l’addestramento del ruolo specifico con l’ appendice


tecnica e tattica nella situazione di gioco

1
Longo Gregorio,
nato il 18 febbraio 1961 a Cavalese (TN).
Contatti:
Indirizzo e-mail: greg61long@gmail.com
Oppure greglongg@yahoo.it

Cell. 347 8121450

Istruttore Giovani Calciatori FIGC


Socio APPORT, Associazione Sportiva Italiana Preparatori Portieri di
Calcio

Risiedo a Tesero (TN) in Val di Fiemme, dove opero e collaboro in tutte


le società di calcio. Inoltre partecipo alla promozione e alla crescita nel
ruolo del portiere anche nelle vicine valli di Fassa e Cembra.
Formo, preparo e alleno i portieri di tutte le categorie dal 1987.

Terminato la stesura di questo “libro” il 6 gennaio 2013.

2
INDICE

L’introduzione pg. 7

Gli esperti di Massimo Casella e di Savino Freda pg. 9

L’intervista pg. 13

La programmazione pg. 15

Il progetto pg. 17

La metodologia pg. 19

Supporti caratteriali pg. 27

Scheda personale pg. 28

Questionario caratteriale pg. 29

Supporti didattici pg. 31

Regole di gioco per il portiere pg. 32

Riscaldamento pre partita pg. 33

Supporti statistici pg. 34

Griglia dati partita pg. 35

Moduli reti subite pg. 36

Supporti tecnici pg. 37

Modello scheda seduta allenamento pg. 38

Scheda d’allenamento 01 pg. 39

Scheda d’allenamento 02 pg. 40

Scheda d’allenamento 03 pg. 41

Scheda d’allenamento 04 pg. 42

3
Scheda d’allenamento 05 pg. 43

Scheda d’allenamento 06 pg. 44

Seduta d’allenamento 07 pg. 45

Seduta d’allenamento 08 pg. 46

Seduta d’allenamento 09 pg. 47

Seduta d’allenamento 10 pg. 48

Seduta d’allenamento 11 pg. 49

Seduta d’allenamento 12 pg. 50

Seduta d’allenamento 13 pg. 51

Seduta d’allenamento 14 pg. 52

Seduta d’allenamento 15 pg. 53

Seduta d’allenamento 16 pg. 54

Eserciziario tecnico didattico pg. 55

Presa a due mani sotto pg. 56

Presa a due mani sopra pg. 59

Respinta a due pugni pg. 62

Deviazione a una mano pg. 65

Lancio basso pg. 68

Lancio alto pg. 70

Controllo e gestione pg. 72

Ricezione e passaggio pg. 75

Calcio con palla ferma pg. 78

Calcio al volo pg. 80

Tuffo pg. 82

Attacco palla pg. 85


4
Palla alta pg. 88

Uscita bassa pg. 91

Piazzamento pg. 94

Eserciziario coordinativo formativo pg. 96

Apprendimento motorio pg. 97

Equilibrio pg. 99

Rapidità pg. 101

Reazione pg. 103

Ritmizzazione pg. 105

Eserciziario coordinativo tecnico pg. 107

Apprendimento motorio + prese pg. 108

Equilibrio + lanci pg. 109

Rapidità + deviazioni pg. 110

Reazione + calci pg. 111

Ritmizzazione + respinte pg. 113

Eserciziario tecnico progressivo pg. 114

Prese e parata pg. 115

Attacco palla e lancio pg. 116

Parata e lancio pg. 117

Parata e calcio al volo pg. 118

Calcio con palla ferma e parata pg. 119

Podalica e attacco palla pg. 120

Podalica e parata pg. 121

Respinta e uscita bassa pg. 122


5
Eserciziario situazionale pg. 123

Lancio basso, parata in presa, calcio al volo pg. 124

Calcio con palla ferma, uscita bassa, gestione della palla pg. 125

Ricezione e passaggio, attacco palla, lancio alto pg. 126

Lancio alto, palla alta, passaggio pg. 127

Eserciziario palle inattive pg. 128

Calcio d’angolo pg. 129

Calcio di punizione pg. 130

Calcio di rigore pg. 132

Eserciziario giochi pg. 133

Giochi a confronto tecnico pg. 134

Giochi tecnici di gruppo pg. 135

Giochi tecnici in gruppo pg. 136

Giochi tecnici in porta pg. 137

L’ Editoria pg. 138

I Ringraziamenti pg. 139

Il Ricordo pg. 140

6
INTRODUZIONE

In questo mio secondo lavoro ho voluto riportare i tanti anni d’esperienza trascorsi sui campi erbosi
con ragazzi di tutte le categorie dai otto anni all’adulto con più di trent’anni.

Le esperienze vengono maturate con i dirigenti più o meno disponibili e interessati, accumunati
dalla voglia e l’amore per la propria società; gli allenatori capaci, aggiornati o soltanto
accompagnati dalla passione per questa categoria degli esordienti, in cui si ritrova la semplicità e
l’amore per questo sport; i genitori trasportati dall’amore per il figlio. A volte però, il genitore
viene offuscato dalle proprie ambizioni calcistiche sfumate nel passato e ciò oscura il carattere del
ragazzo.
Infine, ultimi di posto ma non di importanza, ci sono i ragazzi che in questa età (11 e 12 anni) con
le loro speranze, la loro gioia ti contagiano, ti danno davvero molto sotto ogni forma, soprattutto
personale. Questi sentimenti ti stimolano a dare il massimo in ogni singolo minuto trascorso con
loro.

Questo libro pensato da un appassionato di questo ruolo con la voglia di soddisfare una pazza idea,
meditata con tanti amici. Questi erano in tanti a incoraggiarmi nel raccogliere i tanti pensieri
didattici e i molti concetti tecnici studiati, analizzati da portare sul campo ai miei tantissimi ragazzi
in questi anni, tanto da convincermi ad intraprendere quest'emozionante avventura.

In tanti libri letti e riletti sul tema, non ho riscontrato la facilità, la


sintesi di una lettura esplicita, di una comprensione semplice, perché
chi inizia questo percorso di tecnico specifico, non sapendo da dove
cominciare o avendo poche conoscenze, deve trovare l’equilibrio in
pochi concetti. Solo in seguito potrà ampliare il proprio bagaglio
tecnico, coordinativo e qualche accenno di tattica senza trascurare
l’aspetto psicologico, in quanto trovandosi in un gruppo di ragazzini
può essere difficile da gestire. Ognuno di noi crea il proprio rapporto
coi portierini. Dunque, come ci si può comportare verso un
ragazzino? Senza dubbio questo è un aspetto difficile da
programmare o da indicare, perché è il carattere e l' animo
dell'allenatore che porta i propri ragazzini vicini al loro cuore, alla
loro ammirazione per lasciarsi accompagnare, assieme a loro, verso il
sogno tanto desiderato.

Il mio pensiero non è e non vuole avere la presunzione di sapere, ma


di conoscere un ambiente dilettantistico diverso, immagino, rispetto
ad un ambiente professionistico, formato da un gruppo di ragazzini
di qualità sia tecniche che comportamentali. Da qui, la mia
esperienza mi ha portato a comprendere che tale aspetto è presente in
maniera minore, o nulla, in un contesto dilettantistico.

In questo mio “libro”, oltre a questa breve introduzione, ho inserito due corti articoli di due esperti
preparatori nel settore giovanile professionistico: un pensiero di Savino Freda, il quale, dal suo sito
www.ilportiere.it, ci scrive dell’importanza della programmazione e dell’organizzazione della
stagione; altro pensiero di Massimo Casella, il quale tratta la formazione del piccolo portiere

7
estratto dal sito www.accademiaportieri.it. Inoltre ho inserito un' interessante intervista raccolta dal
prof. Carmelo Lovecchio ad Angelo Peruzzi, noto portiere del recente passato, cresciuto nel settore
giovanile della Roma passato in seguito al Verona, Juventus, Inter e Lazio, oltre aver giocato nella
nazionale italiana.

Ho incluso una programmazione rivolta maggiormente ai dirigenti di società, nella quale ho


raccolto alcuni suggerimenti e qualche consiglio per il compimento di un disegno societario di
risalto al settore giovanile con forme e risorse importanti da utilizzare.
Inoltre ho compreso un progetto esposto ai preparatore dei portieri degli esordienti con alcune
indicazioni di attività da portare sul campo al gruppo e la metodologia trattata in questo percorso
realizzato con cura.
Ho incluso poi, vari supporti didattici, la sintesi delle regole di gioco per il portiere tratte dal
regolamento, il preparatore o il mister devono informare i propri portieri delle regole di gioco, in
particolare le sette regole dove il portiere è il protagonista, la scheda personale da compilare dal
ragazzo dei dati anagrafici e delle domande generali sul singolo ragazzo, e un breve questionario
caratteriale con alcune domande e soprattutto con le risposte di carattere psicologico inserite in
ambito calcistico della squadra. Inoltre l’importanza del riscaldamento pre partita, nel quale
coronare il lavoro dell’intera settimana anche se giovane; è necessario far conoscere l’approccio
alla partita ed è giusto capirlo sino dai loro primi passi in questo ruolo. Al termine del riscaldamento
prima della partita, il mister dei portieri si pone di lato al campetto con la griglia partita da
compilare durante il gioco con le azioni in negativo (errore) e in positivo (corretto). Ho la
consuetudine di lasciare ai ragazzi dei moduli “reti subite” per la spiegazione scritta dell’azione
della rete subita: sul lato sinistro disegnare (con le figure ricordate nel riquadro a destra) l’intera
azione nella specifica metà campo (già stampata) e sul lato destro segnare con la palla il punto nella
porta in cui si ha subìto il goal, da conservare e accumulare per creare una raccolta statistica.
Infine, estraendo da questa varia e ampia raccolta di esercizi e utilizzando il modello scheda seduta
allenamento, si possono personalizzare le sedute d’allenamento in base alle proprie esigenze.
Tutto questo può aiutare la maturazione dell’istruttore nel suo tragitto di formazione.

In questo manuale sono raccolti 171 esercizi ed esercitazioni di facile interpretazione, studiati e
esaminati nell’eseguire i gesti motori e tecnici nella modalità corretta, supportati da 16 schede
d’allenamento predefinite.

Lavorare a questa raccolta è stata un’altra esperienza straordinaria, divertente e anche impegnativa,
da ricordare e da portare con me, a tal punto che mi sono convinto a proseguire l’impegno con i
portieri di tutto il settore giovanile. Tutto ciò dopo aver già scritto il primo capitolo dei pulcini,
intrapreso quello dei giovanissimi e terminando con gli allievi.

 Nella foto: un grande preparatore dei portieri nel settore giovanile della Sampdoria: Guido
Bistazzoni

8
LA FORMAZIONE DEL GIOVANE PORTIERE NELLA SCUOLA
CALCIO
di Massimo Casella
(tratto dal sito www.accademiaportieri.it)

Osservare il portiere per imparare a non demordere mai

Se ci si pone un attimo ad osservare il gioco del calcio estrapolandosi da esso, è possibile rendersi
conto che il mondo interiore del portiere è completamente differente da quello degli altri giocatori.
In esso viene esaltata la tenacia di non demordere, la capacità di consolarsi immediatamente da un
evento negativo, perché è abituato a reagire ai goal subiti, ma anche a non esaltarsi troppo se
compie una bella parata per mantenere intatta la sua concentrazione.
Un ruolo difficile quello del portiere, i suoi errori sono “papere” e quelli dei altri giocatori sono
“lisci”.
Il portiere deve avere coraggio da vendere, lui mette la testa dove gli altri mettono i piedi, in questo
ruolo ci si mette in gioco in ogni momento, improvvisando, valutando direzioni di palla e sveltezza
di movimenti, con grande capacità di reazione istintiva e razionale.
La sua unicità di questo ruolo è evidente anche quando si parla di sistemi di gioco (4-4-2, 3-5-2, 4-
3-3); si gioca sempre in 10+1.
Osservando i grandi portieri, il loro comportamento e le loro azioni ci mostrano una grande forza
d’animo che ispira a non arrendersi mai.

Il portiere è un atleta

Nelle categorie giovanili spesso ad andare in porta è quello che risulta meno dotato tecnicamente,
quello che con i piedi ci prende di meno; oppure quello che ha meno voglia di correre, o infine colui
che si dimostra più imbranato rispetto i suoi compagni,“…ma si stai in porta così non fai danni!”
Questo ruolo richiede principalmente slanci, estensioni, salti, tuffi, capriole e rotolamenti, abbinate
a principali capacità coordinative come reazione, destrezza, equilibrio e valutazione spazio-tempo;
tutto ciò evidenzia che il giovane portiere debba avere una predisposizione ad essere un futuro
atleta.
Di seguito vedremo come individuare o riconoscere colui che ha i requisiti più idonei per giocare in
questo delicato ruolo.

Analisi dei requisiti per valutare un giovane portiere

REQUISITI FISICI
 PREDISPOSIZIONE ALLA STATURA ELEVATA
 CAPACITA’ SENSO PERCETTIVE
 CAPACITA’ ANTICIPAZIONE MOTORIA (PENSARE IN ANTICIPO E MUOVERSI
PER TEMPO)
 CAPACITA’ COORDINATIVE
 MOVIMENTI ACROBATICI
 TECNICA DI BASE (USO DELLE MANI, DEL CORPO E DEI PIEDI)

9
 REQUISITI PSICOLOGICI
 CORAGGIO
 DECISIONE E COMANDO
 MOTIVAZIONE

REQUISITI SITUAZIONALI
 SAPER GIOCARE NELLA PORTA
 SAPER GIOCARE NELLO SPAZIO (AREA DI RIGORE)

APPRENDIMENTO DELLA TECNICA E’ CONDIZIONATO DA:

 Sistema Neuromuscolare: rilassamento e contrazione dei muscoli.


 Capacità di trattamento delle informazioni esterne relative a: pallone, parabole, velocità,
direzione, punto di caduta.
 Capacità di percezione: comprensione, apprendimento e integrazioni delle informazioni
ricevute siano esse esterne relative al gioco, a fattori esterni, climatici o specifiche consegne
impartite dall’istruttore.
 Capacità di riutilizzare le informazioni immagazzinate nella memoria, in seguito allo
svolgimento di un’azione motoria o di un gesto tecnico ed in relazione al risultato ottenuto
(feedback).
 Capacità di essere funzionali: più informazioni vengono immagazzinate e maggiore sarà
l’apprendimento; ma attenzione!! IMPARARE non significa RIPETERE.

APPRENDIMENTO DELLA TECNICA CON I 4 PROCESSI FONDAMENTALI

I seguenti 4 processi devono essere affrontati e superati nell’ambito dell’apprendimento della


tecnica, se vogliamo ottenere risultati di qualità e raggiungere i nostri obiettivi.
1. Equilibrio: Statico / dinamico su uno, due appoggi.
2. Dissociazione motoria: utilizzo dei segmenti corporei e dei muscoli necessari all’esecuzione
di un movimento o di un gesto tecnico (es° presa della palla in uscita alta).
3. Coordinazione: permette un miglior movimento e consente di eseguire efficacemente uno o
più gesti tecnici abbinati (es° controllo della palla + calciare ).
All’inizio le azioni sono ben distinte tra loro.
Con la pratica due o più azioni si combinano senza perdita di tempo ed energie, fino quasi a
diventare un unico movimento.
4. Automatizzazione: realizzare un gesto tecnico in modo naturale con la maggior velocità di
pensiero ed esecuzione.
1° fase) il ragazzo è accentrato e attirato dalla palla, dominano le informazioni di carattere visivo
(controllo visivo).
La risposta alla situazione circostante risulta maggiormente istintiva.
2° fase) decentramento con visione periferica sia della palla che della situazione circostante.
Meno spreco di energia fisica e nervosa, la risposta alla situazione è più razionale e non solo
istintiva.
N.B. Per arrivare all’automatizzazione dei gesti è importantissimo il tempo da dedicare alla pratica,
all’esecuzione dei gesti finalizzati alla qualità.

Livello 2 dagli 11-12 anni


La specializzazione sportiva iniziale;

10
CARATTERISITCHE
1. I bambini iniziano ad orientarsi nella porta e nello spazio.
2. L’emotività risulta meglio dominata.
3. Si va alla scoperta del modo per giocare meglio, nei limiti di una tecnica ancora grezza.
4. Dal punto di vista motorio: inizio della dissociazione fra la parte alta del corpo e gli
appoggi; sono invece ancora tardive le corrette reazioni motorie sulle traiettorie.
5. Il giovane portiere riesce ad effettuare la presa anche in azioni di tuffo laterale.
6. Il giovane portiere è in grado di effettuare rinvii sia di piede che con le mani, in modo
corretto e funzionale in chiave tattica.
7. Rinvii e respinte di pugno iniziano ad essere efficaci.
8. Sono ancora evidenti le difficoltà nelle uscite alte.

OBIETTIVI DELL’ALLENAMENTO
1. Privilegiare il metodo per prove ed errori con situazioni di problemi da risolvere, dal facile
al difficile.
2. Inizio della formazione tecnica generale di base, curando l’eliminazione degli errori
principali.
3. Importanza rilevante del lavoro sugli appoggi per esercizi di rapidità e velocità.
4. Iniziare a sperimentare abilità acrobatiche e coraggio nelle uscite basse contro un avversario.
5. Svolgere le esercitazioni inserendo sempre una parte in situazione di gioco.
6. Iniziare allenamenti tattici che porti il giovane portiere ad abbandonare la riga di porta e
seguire maggiormente lo svolgimento dell’azione nell’area, partecipando con il reparto
difensivo.
7. Introdurre la nozione di aiuto al compagno che ha la palla (retropassaggio).

CAPACITA’ COORDINATIVE (cosa sapere)


• Sono le capacità che permettono agli atleti di compiere i seguenti processi: organizzazione,
controllo e regolazione del movimento.
• Sono le fondamenta per l’apprendimento e lo sviluppo delle abilità motorie e per una corretta
costruzione tecnica sportiva.
1. Capacità di orientamento spazio-temporale.
2. Capacità di reazione (semplice e complessa).
3. Capacità di trasformazione del movimento (programma motorio adeguato).
4. Capacità di differenziazione (uso dei distretti muscolari adeguati).
5. Capacità di equilibrio (stabilità statica e dinamica).
6. Capacità di combinazione dei movimenti (combinare più gesti).
7. Capacità di ritmizzazione (rilassamento e contrazione muscolare adeguatamente distribuiti).

11
METODOLOGIA DELLA PROGRESSIONE DIDATTICA PER
L’ALLENAMENTO DEL GIOVANE PORTIERE
di Savino Freda
(tratto dal sito www. ilportiere.it)

La programmazione e l’organizzazione

Per l’allenamento del giovane portiere sono fondamentali la programmazione e l’organizzazione


organica dell’attività da svolgere.

La programmazione presuppone l’analisi della situazione di partenza per distribuire in modo


equilibrato il carico didattico ed evitare che i naturali processi evolutivi possano essere alterati da
una precoce o ritardata attività motoria; presuppone, inoltre, la creazione di un progetto atto ad
individuare gli obiettivi e i contenuti per realizzarli. In definitiva programmare significa escludere
improvvisazioni e casualità ed elaborare un itinerario preciso, proteso alla realizzazione di dati
obiettivi didattici.

OBIETTIVI E METODI DEL PROCESSO EDUCATIVO

L’allenatore, per trasferire gli stimoli tecnici e motori nel giovane portiere, deve intraprendere un
percorso formativo che si avvalga di uno o entrambi (principio della polivalenza) dei seguenti
metodi:
- METODO DEDUTTIVO (apprendimento guidato)
- METODO INDUTTIVO (per risoluzione di problemi)

Il primo si concretizza in assegnazione di compiti, in spiegazioni e dimostrazioni date


dall’allenatore senza l’interazione dell’allievo.
Il secondo dà vita a un’interazione tra allenatore e allievo, questi elabora una propria idea e dà
risoluzione ai problemi a seguito di indicazioni date dall’allenatore.
Entrambi i metodi apportano benefici. Il metodo guidato, grazie al suo approccio analitico, produce
maggiori risultati tecnici nel breve; il metodo per risoluzione di problemi, abituando il giovane
portiere a risolvere rapide, inaspettate e nuove situazioni di gioco, offre maggiori possibilità
all’adattamento.

I PRINCIPI FONDAMENTALI DELLA DIDATTICA DELL’ALLENAMENTO

Per fornire ai giovani portieri una corretta e coerente didattica d’allenamento ritengo siano almeno
tre i principi fondamentali da soddisfare:
1) CICLICITA': una volta fissati nel programma gli obiettivi da raggiungere e organizzati i
contenuti riguardo detti obiettivi, distribuirli in modo logico e temporale (micro, meso e
macrociclo).
2) CONTINUITA': proporre l’attività utilizzando sequenze logiche, quindi esercitazioni che
seguono il criterio della linearità e coerenza.
3) PROGRESSIVITA': gradualità, successione del gesto e degli esercizi dal facile al difficile, dal
semplice al complesso, dal conosciuto allo sconosciuto; il passaggio dall’esercizio alla situazione di
gioco.

12
INTERVISTA ad Angelo Peruzzi
di Prof. Carmelo Lovecchio
(tratta dal sito www.portieridicalcio.it)

Una dichiarazione di Angelo Peruzzi: "Dietro Buffon il vuoto, parare non è di moda"

La colpa è dei troppi stranieri?


«Di sicuro tolgono spazio ai giovani ma se un ragazzo di qualità come Fiorillo a 18 anni costa tre o
quattro milioni capisco che un club corra in Sudamerica e prenda a un milione un portiere già
formato. Basta farlo ambientare un po’, come ha fatto l’Inter con Julio Cesar, e si sistema».

Allora da dove si deve cominciare?


«Dall’inizio. La crisi parte dai settori giovanili: ragazzini di 12 o 13 anni si bruciano in una
domenica per un paio di errori. La volta successiva non giocano più. Se ai miei tempi si fosse
ragionato così non avrei mai cominciato».

E cosa è cambiato?
«La pressione sugli allenatori che devono vincere per fare carriera. A noi, da bambinetti,
chiedevano soltanto di crescere, divertirsi e imparare, a questi chiedono già il successo. Insieme ai
tecnici ci metto i genitori».

Cosa c’entrano?
«Una volta in porta ci andava il più scarso in attacco o chi aveva la vocazione. Adesso molti
spingono i figli a fare calcio perché un giorno diventino milionari e, nonostante il fascino di figure
come Buffon, la speranza di avere in casa un Totti o Del Piero è più forte. Un portiere di solito
guadagna meno».

Qual è la prima regola da ripristinare?


«Al centro del calcio c’è il pallone: più lavori con quello e più ti impratichisci nella presa, nel
movimento dei piedi, eccetera. Invece mandano i giovani in palestra, per potenziare braccia e
gambe, quando non sanno ancora tenere un pallone».

Un’altra regola tradita?


«Il divertimento. Sa quali sono le due paure inconsce che si affrontano cominciando in questo
ruolo? Il timore per il pallone che ti arriva addosso e quello per la botta quando cadi a terra. Se ti
restano dentro, avrai un difetto per sempre. Perciò è importante superarle da piccoli attraverso
esercizi di gioco, non con le esercitazioni noiose. È come per i difensori».

Cioè?
«Invece di buttarli in campo a marcare l’avversario, a 14 o 15 anni devono già conoscere la "zona".
Così crescono che sanno difendere sempre meno».

Quanto pesa sulla crisi il cambio del regolamento?


«So di osservatori che vanno a guardare dei ragazzi, magari ben messi nel fisico e con certe qualità,
chiedendosi: "vediamo come se la cava con i piedi". È la nuova moda. Un’idiozia. È come se
valutassi un’auto da comprare per l’autoradio».

13
Si potrà mai tornare indietro?
«Spero di sì, con il coraggio di valutare gli errori e ricostruire una scuola italiana. Era la migliore
perché fino a 20 anni fa soltanto da noi c’era tanta cura nell’allenare in questo ruolo. In Inghilterra
non avevano ancora il secondo portiere e nei nostri staff già comparivano i preparatori specifici. Noi
ci siamo fermati, gli altri ci hanno copiato. Talvolta in meglio. Nei corsi per allenatori a Coverciano
si dovrebbe introdurre una specializzazione: io ho giocato tanti anni ma non è detto che l’esperienza
basti a insegnare, come per Ancelotti, Capello o Mancini non è bastata con i centrocampisti o gli
attaccanti. Bisogna tornare a scuola. E ripescare i vecchi insegnamenti».

14
PROGRAMMAZIONE

Programmazione, proposte, verifiche con i dirigenti della categoria

Lo scopo di ogni allenatore che si occupi degli esordienti sarebbe quello di programmare la
stagione agonistica prima del termine della stessa, in modo da rendere l'attività divertente e dunque
ludica. Questa linea di pensiero dovrebbe essere al vertice di ogni proposta di questa categoria.

Importante è iniziare in sede della società con un incontro


esclusivo per il gruppo di riferimento dei giovani portieri
della categoria esordienti uniti ai piccoli numeri uno usciti
dalla categoria dei pulcini, nella quale discutere di
eventuali ultime proposte per rinnovare il gruppo.
In questa riunione devono essere presenti il responsabile
del settore giovanile, il dirigente e gli allenatori delle varie
squadre di categoria (a volte ci sono più di trenta ragazzi
da essere costretti ad allestire due squadre).
Il gruppo di giovani portieri è sempre ampio, sarebbe
opportuno dividere tale gruppo. Inoltre, se in società sono
presenti più preparatori dei portieri, sarebbe giusto se questi possono seguire l'intero settore
giovanile per assistere alla formazione del ragazzo nel totale del suo lungo percorso.

Il primo suggerimento nel caso in cui manca la figura del preparatore dei portieri può essere quello
di proporre il ruolo ai portieri della prima squadra, magari ad entrambi, oppure alternandosi a
seguire le due categorie dei più piccoli (esordienti e pulcini) coniugando il loro lavoro con quello
dei ragazzi, creando così un gruppo di lavoro affiatato. La loro esperienza potrebbe portare
motivazioni e stimoli ai ragazzi preparati dai ragazzi più grandi arrivati dopo anni trascorsi nel
settore giovanile della società.

Il secondo suggerimento è di tenere aperto il gruppo per l’inserimento di ogni ragazzo che si
proponesse di provare il difficile ruolo del portiere, poiché in questa ultima categoria della scuola di
calcio, può uscire ancora qualche ragazzo maturato tardi sotto l’aspetto fisico e caratteriale. Il
percorso, però, potrebbe essere pure al contrario e cioè di lasciare il difficile ruolo del portiere. In
questa categoria mutare radicalmente le dimensione del terreno di gioco e soprattutto della porta
alla loro età in modo davvero notevoli, potrebbe influenzare la scelta (se difficile da prendere).

Il terzo consiglio è quello di disporre di un terreno


d’allenamento adatto ai giovani numeri uno, con almeno una
porta regolamentare trasportabile da collocare dopo la
ricerca dell’erba (non su tutti i campi è possibile).
La qualità del terreno favorisce la buona crescita del
ragazzo, in quanto correre e tuffarsi su un manto erboso è
molto più stimolante che su un terreno in terra.
Anche se meno gradito, il terreno in sintetico può aiutare
alla formazione in un percorso tecnico, tattico e motorio del
ruolo.

15
Un altro suggerimento riguarda l’attrezzatura da campo utile per una corretta e varia seduta d’
allenamento:
 1 porta regolamentare da posizionare a piacere sul terreno;
 palloni n°4 (1 per ogni 2 portieri) da usare (anziché n° 5) per facilitare la presa e variare la
seduta d’allenamento;
 palloni n°5 (1 per portiere);
 palle varie (rimiche colorate, rugby, volley, tennis,
medica da 1kg.e 2kg.) per differenziare la tecnica di presa e
respinta sia alla figura sia a terra;
 materassino (200 x 100 x 10 densità 60) per facilitare il
tuffo a mezza altezza e alto;
 casacche colorate (1 colore per ogni portiere) per
testare l’attenzione del portiere con chiamate del colore delle
casacche, anziché con il suo nome;
 cinesini colorati per delimitare gli spazi in orizzontale;
 paletti colorati per delimitare gli spazi in verticale;
 meduse per differenziare e conoscere la posizione eretta squilibrata;
 sagome colorate per ostacolare, oscurare e limitare la visuale;
 scaletta per migliorare la coordinazione degli arti inferiori e superiori;
 cerchi colorati per condizionare gli appoggi e i salti;
 nastri elasticizzati da usare legati a due paletti in sostituzione degli ostacoli, in quanto meno
dolorosi in caso d’urto;
 trampolino per condizionare i salti;
 corde per saltare per saltelli coordinativi.

L’ultimo consiglio per i ragazzi è l’importanza dell’abbigliamento in allenamento


e in partita caratterizzato da poche cose, ma molto importanti:
 1 paio di guanti d'allenamento;
 1 paio di guanti da partita;
 1 pantalone lungo d'allenamento imbottito da preferire al pantalone corto;
 1 pantalone lungo da partita imbottito in caso di campi in sintetico o in
terra;
 1 pantalone corto da partita imbottito in caso di campi in erba;
 2 paia di calzettoni;
 1 paio di scarpini da 13 tacchetti;
 Tuta d'allenamento della società;
 Divisa di rappresentanza della società.

Nel borsone d'allenamento sarebbe opportuno inserire anche la biancheria


d’intimo per il cambio dopo una calda doccia. Tutto ciò deve essere tenuto pulito e con cura.

 Nella prima foto : i miei esordienti; Dennis, Thomas, Martin, Francesco, Simone e Andrea.
 Nella seconda foto: panoramica sul campo sportivo di Panchià (TN).
 Nella terza foto: l’attrezzatura disposta sul campo d’allenamento a Cavalese (TN).
 Nella quarta foto: come si veste in allenamento il piccolo portiere Manuel.

16
PROGETTO

Proposta con verifiche assieme agli allenatori e i preparatori dei portieri della categoria

Il progetto della stagione agonistica da presentare sul campo con gli allenatori dei portieri della
categoria, nasce dall’esperienza sviluppata in più di vent’anni sui campi.

Con gli allenatori dobbiamo pianificare date, luoghi, orari ed i giorni delle sedute d’allenamento.
Gli esordienti effettuano due sedute d’allenamento in settimana, ai quali si aggiunge una seduta
specifica col preparatore dei portieri. Nel caso in cui seguire tutti e tre gli allenamenti sia difficile, il
portierino potrebbe assentarsi al secondo allenamento con la squadra, in modo da poter partecipare
alla seduta specifica.

Necessariamente si dovranno tenere conto gli impegni di scuola ed artistici (musica, altri sport),
senza ostacolarne la partecipazione, in quanto a questa età è giusto che il ragazzo pratichi più sport
o altre attività per poter conoscere e interpretare le proprie emozioni.

Il gruppo deve essere sempre aperto all’ingresso di altri ragazzi che vogliono misurarsi in un ruolo
che lo affascina. Molto probabilmente ci saranno anche delle uscite, per le quali l'allenatore può
conoscere o meno la motivazione che ha spinto il ragazzo a prendere tale decisione.

L’allenatore, in concerto con il preparatore, dovrà concordare la visione delle sedute d’allenamento
e la verifica sul campo in partita da parte del preparatore dei portieri.

Il ruolo del preparatore dei portieri di questa categoria non


può essere proposto a chiunque, in quanto non basta solo la
volontà e l’impegno, ma bisogna avere una minima
conoscenza tecnica e motoria. È per questo che sarebbe
meglio affidare il compito ad un ex portiere, il quale di
recente abbia smesso l’attività calcistica, così in grado di
tramandare la propria esperienza del ruolo perfezionata
negli anni.
Il giovane portiere va stimolato ad impegnarsi, in quanto il
ruolo del portiere è anomalo e richiede grande sicurezza.
Questo perché trovarsi spesso soli in uno sport di squadra è
molto pesante, soprattutto per i piccoli e dunque solo la voglia e il carattere del portiere possono
aiutare a superare i momenti meno belli presenti soprattutto in questa categoria, dove risulta
notevole il salto di categoria per le dimensioni del terreno di gioco e soprattutto delle porte. Tutto
ciò complica l’aspetto psicologico che non deve essere sottovalutato.
Importante per un allenatore dei portieri è tenere costantemente accesa quella fiammella chiamata
passione nel ragazzo e che lo porti con serenità al termine del primo anno agonistico.

Il preparatore dei portieri deve pianificare e coordinare il lavoro con tutto il settore giovanile dei
portieri seguendo gli obiettivi comuni (tecnici e coordinativi), mantenendo sempre comportamenti
e atteggiamenti corretti sia verso il gruppo, sia verso il preparatore.
Ai ragazzi vanno chiesti il rispetto, la puntualità (in caso di assenza può bastare un SMS),
l’impegno, la volontà e, non ultima, la tenacia per poter migliorare le proprie capacità coordinative
e qualità tecniche principali della categoria.
17
Fin da subito il gruppo portieri esordienti può presentarsi numeroso e, in tal caso, il numero
perfetto di questa categoria è di quattro elementi, mentre un numero maggiore potrebbero essere già
troppo elevato, in quanto nell'attendere il proprio turno, si potrebbero creare malumori. Questo
fatto non deve essere per alcun motivo causa della decisione dell'allenatore di allontanare il ragazzo
dalla squadra. Potremmo dividere il gruppo con l’aiuto di un compagno del gruppo a turno che,
anziché attendere, può vestire le funzioni di vice, eseguendo lo stesso esercizio sul lato opposto
(con due porte difronte o affiancate).

La durata della seduta non può superare un’ora e quindici minuti, oltre questo tempo l’attenzione
dei giovani portieri si riduce di molto.

Un altro argomento delicato da affrontare è la presenza, a volte ingombrante, del/dei genitore/i ai


margini del campo d’allenamento con l’intento di aiutare. L’aiuto è apprezzato nel momento in cui
la presenza del/dei genitore/i non sia di disturbo per lo svolgimento dell'allenamento nel modo
migliore, senza creare imbarazzi o malumori.

La mia esperienza consiglia che dare subito delle regole al gruppo è molto importante, le quali
devono essere poche e semplici. Un esempio potrebbe essere che se il portiere arriva in ritardo, alla
fine dell'allenamento dovrà portare nello spogliatoio la sacca dei palloni. Inoltre, in ogni esercizio,
dove il gruppo si alterna nell’esecuzione, viene scelto il primo che mostra l'esercizio. Questo viene
scelto perché più maturo, più alto o più bravo tecnicamente, facendo così da “maestro” agli altri
portieri, i quali saranno “maestri” per altri ragazzi negli anni in futuro.

Ho preparato queste 16 sedute divise in 4 fasi distinte da stampare su foglio per portare in teca al
campo, pensate per un allenamento specifico alla settimana (il secondo allenamento con la
squadra) che ritengo sia sufficiente per i portieri della categoria esordiente, completando il lavoro
nell’arco di quattro mesi. (la durata del girone d’andata). Queste sedute vanno poi riproposte nel
girone di ritorno utilizzando le varianti degli esercizi, confrontando le differenze d’interpretazione,
d’esecuzione delle esercitazioni e l’apprendimento nei gesti coordinativi e tecnici.

“Chiedetevi sempre: ho dato tutto?”

 Nella foto sono in compagnia di Tommaso, Claudio, Michele, Mattia e Raffaello: un gruppo di
portieri esordienti di qualche anno fa, ora tutti maggiorenni.

18
METODOLOGIA

Obiettivi e metodi da perseguire nell'avviamento al ruolo del piccolo portierino

ESERCIZIARIO TECNICO DIDATTICO

Presa a due mani sotto (cucchiaio)


La capacità di bloccare la palla radente o mezzaltezza a due mani con i pollici opposti.
La velocità, la direzione e la traiettoria del tiro in porta o del calcio per l’uscita ne determina l’ impiego
della presa a due mani, specifico gesto tecnico indicato per il portiere di questa categoria.
Curare la posizione del busto proteso in avanti, inoltre su palloni bassi accompagnare verso il terreno, il
busto con una genuflessione (un ginocchio piegato sul terreno), la postura delle braccia, delle mani e delle
dita a contatto sulla palla.
Esercizi in forma tecnica statica per l’apprendimento didattico ed esercitazioni in forma motoria dinamica
con situazioni tecniche.
- 2 esercizi, il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porticina (nello spazio), in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 3 ripetizioni.

Presa a due mani sopra (cuore)


La capacità di afferrare la palla alta o mezzaltezza a due mani con i pollici uniti.
La velocità, la direzione e la traiettoria del tiro in porta o del calcio per l’uscita ne determina l’ impiego
della presa a due mani.
Curare la posizione del busto proteso leggermente in avanti, la postura delle braccia, delle mani e delle dita
a contatto sulla palla.
Esercizi in forma tecnica statica per l’apprendimento didattico ed esercitazioni in forma motoria dinamica
con situazioni tecniche.
- 2 esercizi, il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porticina (nello spazio), in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 3 ripetizioni.

Respinta a due pugni


La capacità di modificare la traiettoria della palla a due pugni.
La velocità, la direzione e la traiettoria del tiro in porta o del calcio per l’uscita ne determina l’ impiego
della respinta a due pugni, specifico gesto tecnico indicato per il portiere di questa categoria.
Curare la posizione del busto proteso in avanti, la postura delle braccia, delle mani e delle dita con l’impatto
sulla palla.
Esercizi in forma tecnica statica per l’apprendimento didattico ed esercitazioni in forma motoria dinamica
con situazioni tecniche.
- 2 esercizi, il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porticina (nello spazio), in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 3 ripetizioni.

Deviazione a una mano


La capacità di modificare la traiettoria della palla a una mano.
La velocità, la direzione e la traiettoria del tiro in porta ne determina l’ impiego della deviazione a una mano.
Curare la posizione del busto proteso in avanti, la postura delle braccia, delle mani e delle dita con l’impatto
sulla palla.
Esercizi in forma tecnica statica per l’apprendimento didattico ed esercitazioni in forma motoria dinamica
con situazioni tecniche.
- 2 esercizi, il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porticina (nello spazio), in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 3 ripetizioni.
19
Lancio basso (bowling)
La capacità di indirizzare la palla con una traiettoria radente al terreno con le mani.
L’impiego del lancio basso per raggiungere un compagno a breve distanza senza avversari vicini, con una
minore difficoltà di precisione, specifico gesto tecnico indicato per il portiere di questa categoria.
Curare la posizione del busto verso il terreno e degli arti inferiori in leggera genuflessione, la postura del
braccio, delle mani e delle dita a contatto con la palla.
Esercizi in forma tecnica statica per l’apprendimento didattico ed esercitazioni in forma motoria dinamica
con situazioni tecniche.
- 2 esercizi, il gruppo si alterna in 2 serie con 4 ripetizioni.
- 1 esercitazione, il gruppo si alterna nella porticina (nello spazio), in 2 serie con 4 ripetizioni.
- 1 esercitazione, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 4 ripetizioni.

Lancio alto (giavellotto)


La capacità di indirizzare la palla con una traiettoria alta in aria con le mani.
L’impiego del lancio alto per raggiungere un compagno a media distanza con avversari anche vicini
scavalcati dalla parabola, con una maggiore difficoltà di precisione.
Curare la posizione del busto leggermente all’indietro e degli arti inferiori in leggera genuflessione, la
postura e movimento ampio del braccio e della spalla, delle mani e delle dita a contatto con la palla.
Esercizi in forma tecnica statica per l’apprendimento didattico ed esercitazioni in forma motoria dinamica
con situazioni tecniche.
- 2 esercizi, il gruppo si alterna in 2 serie con 4 ripetizioni.
- 1 esercitazione, il gruppo si alterna nella porticina (nello spazio), in 2 serie con 4 ripetizioni.
- 1 esercitazione, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 4 ripetizioni.

Controllo e gestione
La capacità di addomesticare la palla con i piedi in aria e di modificare la traiettoria e la direzione.
L’impiego del controllo necessita di qualità coordinative per sapere gestire la palla con i piedi e la gestione
con o senza il contatto al terreno.
Curare la postura dell’intero corpo a contatto e l’impatto con la palla, addestrando entrambi i piedi.
Esercizi in forma tecnica statica per l’apprendimento didattico ed esercitazioni in forma motoria dinamica
con situazioni tecniche.
- 2 esercizi, il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porticina (nello spazio), in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 3 ripetizioni.

Ricezione e passaggio
La capacità di arrestare e trasmettere la palla con i piedi.
L’impiego della ricezione e di conseguenza del passaggio necessita di qualità tecniche per sapere gestire la
palla con i piedi in un gioco di squadra, specifico gesto tecnico indicato per il portiere di questa categoria.
Curare la postura dell’intero corpo a contatto e l’impatto con la palla, addestrando entrambi i piedi.
Esercizi in forma tecnica statica per l’apprendimento didattico ed esercitazioni in forma motoria dinamica
con situazioni tecniche.
- 2 esercizi, il gruppo si alterna in 2 serie con 4 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porticina (nello spazio), in 2 serie con 4 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 4 ripetizioni.

Calcio con palla ferma (a terra)


La capacità di calciare la palla ferma a terra con i piedi.
L’impiego del calcio con palla ferma necessita di qualità tecniche e coordinative per sapere calciare la palla,
per iniziare una nuova azione di gioco.
Curare la postura dell’intero corpo a contatto e l’impatto con la palla, addestrando entrambi i piedi.
Esercizi in forma tecnica statica per l’apprendimento didattico ed esercitazioni in forma motoria dinamica
con situazioni tecniche.
- 2 esercizi, il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 1 esercitazione, il gruppo si alterna nella porticina (nello spazio), in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 3 ripetizioni.

20
Calcio con palla al volo (in aria)
La capacità di calciare la palla in aria con i piedi.
L’impiego del calcio con palla al volo necessita di qualità tecniche e coordinative per sapere calciare la
palla, per ricominciare una nuova azione di gioco dopo un intervento, specifico gesto tecnico indicato per il
portiere di questa categoria.
Curare la postura dell’intero corpo a contatto e l’impatto con la palla, addestrando entrambi i piedi.
Esercizi in forma tecnica statica per l’apprendimento didattico ed esercitazioni in forma motoria dinamica
con situazioni tecniche.
- 2 esercizi, il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 1 esercitazione, il gruppo si alterna nella porticina (nello spazio), in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 3 ripetizioni.

Tuffo (in caduta)


La capacità di sbilanciare e attenuare la caduta sul terreno senza la spinta degli arti inferiori.
La velocità, la direzione e la traiettoria del tiro in porta ne determina l’impiego del tuffo dove necessita di
qualità coordinative e acrobatiche per sapere cadere a terra e afferrare la palla con qualità tecniche, specifico
gesto tecnico indicato per il portiere di questa categoria.
Curare la postura dell’intero corpo a contatto con la palla e l’impatto al terreno.
Esercizi in forma tecnica statica per l’apprendimento didattico ed esercitazioni in forma motoria dinamica
con situazioni tecniche.
- 2 esercizi, il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porticina (nello spazio), in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 3 ripetizioni.

Attacco alla palla (in uscita)


La capacità di movimento in piedi verso la palla per la raccolta.
La velocità, la direzione e la traiettoria del calcio ne determina l’impiego della corsa la raccolta in
genuflessione sulla palla, tale gesto tecnico di difficile interpretazione necessita di qualità coordinative per
sapere afferrare la palla con qualità tecniche e qualità cognitive nel saper leggere la situazione, specifico
gesto tecnico indicato per il portiere di questa categoria.
Curare la postura dell’intero corpo a contatto con la palla in raccolta.
Esercizi in forma tecnica statica per l’apprendimento didattico ed esercitazioni in forma motoria dinamica
con situazioni tecniche.
- 2 esercizi, il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porticina (nello spazio), in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 3 ripetizioni.

Palla alta (copertura dello spazio)


La capacità di movimento verso la palla in aria con stacco.
La velocità, la direzione e la traiettoria del calcio ne determina l’impiego della corsa e lo stacco in verticale
con la spinta con un solo piede, tale gesto tecnico di difficile interpretazione necessita di qualità coordinative
per sapere afferrare o respingere la palla con qualità tecniche e qualità cognitive nel saper leggere la
situazione, specifico gesto tecnico indicato per il portiere di questa categoria.
Curare la posizione da occupare sul terreno davanti alla linea di porta, la postura delle gambe per la corsa e
il salto e delle braccia allungate con le mani aperte rivolte alla palla, comunque la posizione e la postura
saranno sempre condizionate dal punto alto della palla e dal suo movimento.
Esercizi in forma tecnica statica per l’apprendimento didattico ed esercitazioni in forma motoria dinamica
con situazioni tecniche.
- 2 esercizi, il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porticina (nello spazio), in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 3 ripetizioni.

Uscita bassa (attacco palla)


La capacità di movimento verso la palla in moto a terra in tuffo.
La velocità, la direzione e la traiettoria del calcio ne determina l’impiego del tuffo in uscita per la presa sul
terreno della palla, tale gesto tecnico di difficile interpretazione necessita di qualità coordinative e

21
acrobatiche per sapere cadere a terra, afferrare la palla con qualità tecniche e qualità cognitive nel saper
leggere la situazione.
Curare la postura dell’intero corpo a contatto con la palla e l’impatto al terreno per l’uscita bassa.
Esercizi in forma tecnica statica per l’apprendimento didattico ed esercitazioni in forma motoria dinamica
con situazioni tecniche.
- 2 esercizi, il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porticina (nello spazio), in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 3 ripetizioni.

Piazzamento (copertura della porta)


La capacità di coprire lo spazio (in orizzontale) e lo specchio (in verticale) della porta.
La posizione della palla e la disposizione degli avversari in possesso di palla con i compagni di reparto
impegnati a contrastare l’azione, ne determina l’impiego del posizionamento al centro della porta su tiri
centrali che tiri laterali per la copertura del primo palo (tiro sul palo più vicino) e del secondo palo, tale
comportamento tattico di difficile interpretazione necessita di qualità cognitive nel saper leggere la
situazione, specifico gesto tecnico indicato per il portiere di questa categoria.
Curare la posizione da occupare sul terreno davanti alla linea di porta, la postura delle gambe flesse sugli
avampiedi e delle braccia allargate lungo i fianchi con le mani aperte rivolte alla palla, comunque la
posizione e la postura saranno sempre condizionate dal punto della palla e dal suo movimento.
Esercizi in forma tecnica statica per l’apprendimento didattico ed esercitazioni in forma motoria dinamica
con situazioni tecniche.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porticina (nello spazio), in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 4 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 3 ripetizioni.

PER UN TOTALE di 78 esercizi

ESERCIZIARIO COORDINATIVO FORMATIVO

Apprendimento motorio
Sollecita lo sviluppo della capacità di riconoscere e di imparare i movimenti e gli spostamenti in aria e a
terra.
L’utilizzo di capovolte, rotolamenti a terra, ruote e giravolte per il raggiungimento dell’obiettivo
coordinativo di riferimento, particolarmente indicato nello specifico del portiere di questa categoria.
Curare le posture riguardanti al movimento specifico richiamato.
Esercitazioni in forma tecnica statica per l’insegnamento motorio didattico ed esercitazioni in forma motoria
dinamica con situazioni tecniche.
- 3 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porticina (nello spazio), in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 3 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 3 ripetizioni.

Equilibrio
Stimolare l’ incremento della capacità di mantenere e di recuperare il corpo in posizione corretta.
L’utilizzo di un solo arto inferiore, inoltre con attrezzatura supplementare come meduse e trampolino
elastico per il raggiungimento dell’obiettivo coordinativo di riferimento, particolarmente indicato nello
specifico del portiere di questa categoria.
Curare le posture riguardanti ai gesti motori specifici richiamati.
Esercitazioni in forma tecnica statica per l’insegnamento didattico ed esercitazioni in forma motoria
dinamica con situazioni tecniche.
- 3 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porticina (nello spazio), in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 3 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 3 ripetizioni.

Rapidità
Sollecitare lo sviluppo della capacità di eseguire brevi movimenti e spostamenti veloci.
L’utilizzo di varie posture da terra ed da eretti, per il raggiungimento dell’obiettivo coordinativo di
riferimento, particolarmente indicato nello specifico del portiere di questa categoria.

22
Curare le posture riguardanti i movimenti specifici richiamati.
Esercitazioni in forma tecnica statica per l’insegnamento didattico ed esercitazioni in forma motoria
dinamica con situazioni tecniche.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porticina (nello spazio), in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 3 ripetizioni.

Reazione
Stimolare l’ incremento della capacità di reagire rapidamente con una risposta ad uno stimolo.
L’utilizzo di comandi vocali e colori, inoltre con attrezzatura supplementare come palle colorate e sagome
per il raggiungimento dell’obiettivo coordinativo di riferimento.
Curare le posture, i movimenti e gli spostamenti specifici richiamati.
Esercitazioni in forma tecnica statica per l’insegnamento motorio didattico ed esercitazioni in forma motoria
dinamica con situazioni tecniche.
- 3 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porticina (nello spazio), in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 4 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 3 ripetizioni.

Ritmizzazione
Stimolare l’ incremento della capacità di dare un andamento ritmico alle azioni motorie.
L’utilizzo di palleggi, scambi e passaggi, per il raggiungimento dell’obiettivo coordinativo di riferimento.
Curare i movimenti e gli spostamenti specifici richiamati.
Esercitazioni in forma tecnica statica per l’insegnamento motorio didattico ed esercitazioni in forma motoria
dinamica con situazioni tecniche.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porticina (nello spazio), in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 3 ripetizioni.

PER UN TOTALE di 27 esercitazioni

ESERCIZIARIO COORDINATIVO TECNICO

Apprendimento motorio + prese


Esercitazioni motorie specifiche accoppiate con i multipli gesti tecnici selezionati.
- 1 esercitazione, il gruppo si alterna nella porticina (nello spazio), in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 3 ripetizioni.

Equilibrio + lanci
Esercitazioni motorie specifiche accoppiate con i multipli gesti tecnici selezionati.
- 1 esercitazione, il gruppo si alterna nella porticina (nello spazio), in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 3 ripetizioni.

Rapidità + deviazioni
Esercitazioni motorie specifiche accoppiate con i multipli gesti tecnici selezionati.
- 1 esercitazione, il gruppo si alterna nella porticina (nello spazio), in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 3 ripetizioni.

Reazione + calci
Esercitazioni motorie specifiche accoppiate con i multipli gesti tecnici selezionati.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porticina (nello spazio), in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 3 ripetizioni.

Ritmizzazione + respinte
Esercitazioni motorie specifiche accoppiate con i multipli gesti tecnici selezionati.
- 1 esercitazione, il gruppo si alterna nella porticina (nello spazio), in 2 serie con 3 ripetizioni.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 3 ripetizioni.

PER UN TOTALE di 16 esercitazioni

23
ESERCIZIARIO TECNICO PROGRESSIVO

Prese e parata
Esercitazioni tecniche accoppiate in forma semplice con situazioni tecniche e tattiche.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 3 serie con 3 ripetizioni.

Attacco palla e lancio


Esercitazioni tecniche accoppiate in forma semplice con situazioni tecniche e tattiche.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 3 serie con 3 ripetizioni.

Parata e lancio
Esercitazioni tecniche accoppiate in forma semplice con situazioni tecniche e tattiche.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 3 serie con 3 ripetizioni.

Parata e calcio al volo


Esercitazioni tecniche accoppiate in forma semplice con situazioni tecniche e tattiche.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 3 serie con 3 ripetizioni.

Calcio con palla ferma e parata


Esercitazioni tecniche accoppiate in forma semplice con situazioni tecniche e tattiche.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 3 serie con 3 ripetizioni.

Podalica e attacco palla


Esercitazioni tecniche accoppiate in forma semplice con situazioni tecniche e tattiche.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 3 serie con 3 ripetizioni.

Podalica e parata
Esercitazioni tecniche accoppiate in forma semplice con situazioni tecniche e tattiche.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 3 serie con 3 ripetizioni.

Respinta e uscita bassa


Esercitazioni tecniche accoppiate in forma semplice con situazioni tecniche e tattiche.
- 2 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 3 serie con 3 ripetizioni.

PER UN TOTALE di 16 esercitazioni

ESERCIZIARIO SITUAZIONALE

Lancio basso, parata in presa, calcio al volo


Esercitazioni tecniche combinate in forma complessa in situazioni tattiche semplici.
Il Mister visiona l’esecuzione e nella pausa corregge, modifica, valuta e stimola l’interpretazione del gruppo.
Curare l’aspetto tecnico (parata in presa e calcio al volo) e tattico (lancio basso e calcio al volo).
- 3 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 2 ripetizioni.

Calcio con palla ferma, uscita bassa, gestione della palla


Esercitazioni tecniche combinate in forma complessa in situazioni tattiche semplici.
Il Mister visiona l’esecuzione e nella pausa corregge, modifica, valuta e stimola l’interpretazione del gruppo.
Curare l’aspetto tecnico (calcio con palla ferma e gestione della palla) e tattico (uscita bassa e calcio con
palla ferma).
- 3 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 2 ripetizioni.

Ricezione e passaggio, attacco palla, lancio alto


Esercitazioni tecniche combinate in forma complessa in situazioni tattiche semplici.
Il Mister visiona l’esecuzione e nella pausa corregge, modifica, valuta e stimola l’interpretazione del gruppo.

24
Curare l’aspetto tecnico (ricezione e attacco palla) e tattico (passaggio e lancio alto).
- 3 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 2 ripetizioni.

Lancio alto, palla alta, passaggio


Esercitazioni tecniche combinate in forma complessa in situazioni tattiche semplici.
Il Mister visiona l’esecuzione e nella pausa corregge, modifica, valuta e stimola l’interpretazione del gruppo.
Curare l’aspetto tecnico (lancio alto e palla alta) e tattico (lancio alto e passaggio).
- 3 esercitazioni, il gruppo si alterna nella porta (copertura), in 2 serie con 2 ripetizioni.

PER UN TOTALE di 12 esercitazioni

ESERCIZIARIO PALLE INATTIVE

Calcio d’angolo
Istruzione delle posizioni dei compagni in area di rigore, insegnamento della posizione e della postura
corretta nello specchio di porta, addestramento dell’orientamento verso la palla in presa, deviazione o
respinta.
Curare attentamente l’aspetto tecnico e tattico.
- 3 esercitazioni, il gruppo si alterna in 3 serie con 3 ripetizioni.

Calcio di punizione
Comprensione delle regole di gioco riguardante il calcio di punizione, istruzione della disposizione della
barriera, insegnamento della posizione e della postura corretta nello specchio di porta, addestramento
dell’orientamento verso la palla in presa, deviazione o respinta.
Curare attentamente l’aspetto tecnico e tattico.
- 4 esercitazioni, il gruppo si alterna in 3 serie con 3 ripetizioni.

Calcio di rigore
Comprensione delle regole di gioco riguardante il calcio di rigore, insegnamento della posizione e della
postura corretta nello specchio di porta.
Confronto tecnico in forma ludica di gara a punti nel gruppo, da non trascurare l’aspetto emotivo.
- 3 esercitazioni, il gruppo si alterna in 3 serie con 3 ripetizioni.

PER UN TOTALE di 10 esercitazioni

ESERCIZIARIO GIOCHI

Giochi a confronto tecnico


Partite con confronto tecnico del gruppo diviso in due squadre (2 gruppi equilibrati) in un campetto diviso da
un nastro, durante la partita stimolare i due gruppi, non trascurare l’aspetto emotivo nella gara.
- 3 giochi, in gruppo per la durata di 10 minuti oppure in 3 partite.

Giochi tecnici di gruppo


Giochi tecnici individuali del gruppo diviso in spazi delimitati, durante i giochi insistere nella ricerca del
gesto tecnico richiesto, non trascurare l’aspetto emotivo del confronto a distanza nei propri spazi.
- 3 giochi, in gruppo per la durata di 10 minuti.

Giochi tecnici in gruppo


Partite con confronto tecnico individuale del gruppo in un campetto, utilizzando anche altri tipi di palloni,
con punteggi, durante la sfida stimolare i singoli più deboli, non trascurare l’aspetto emotivo.
- 3 giochi, il gruppo si alterna per la durata di 10 minuti.

25
Giochi tecnici in porta
Sfide con confronto tecnico individuale del gruppo in porta, chi segna al proprio turno va in porta, durante la
sfida stimolare i singoli più deboli, non trascurare l’aspetto emotivo.
- 3 gioco, il gruppo si alterna per la durata di 10 minuti.

PER UN TOTALE di 12 giochi

PER UN TOTALE di 171 esercizi ed esercitazioni.

26
Supporti caratteriali

Scheda personale
Raccolta compilata dal singolo ragazzo con i dati anagrafici e personali, completato con delle
domande generali comportamentali.

Questionario caratteriale
Raccolta delle risposte di carattere psicologico inserite in ambito calcistico con la squadra, segnate
dal singolo ragazzo.

27
SCHEDA PERSONALE

Cognome e Nome Società

Nato il Categoria Abito a

Cellulare Telefono Altezza e Peso /

Allenatore (cognome e nome) Cell.

Le mie misure e la marca preferita di:


Scarpe Pantalone Maglia Guanti

Il mio campo della partita è a:

Il mio campo d’allenamento con tutti i miei compagni di squadra è a:

Perché giochi in porta?

Chi è il tuo portiere preferito?

Chi è il tuo idolo nel calcio?

Qual è la tua squadra del cuore?

Cosa ti piace al di fuori del calcio?

Mi dò i voti (voto da 1 a 5)

Con i piedi breve commento:

Con le mani breve commento:

In porta breve commento:

In area breve commento:

In partita mi comporto breve commento:

In allenamento mi comporto breve commento:

Elenca tutti i tuoi pregi non nel calcio:

Elenca tutti i tuoi difetti non nel calcio:

28
QUESTIONARIO CARATTERIALE

Cognome Nome …………………………………………… Nato il …………………………

Società …………………………………………………………

1. Il primo giorno d’allenamento:


o Cominciare subito l’attività fisica
o Salutare tutti ed ascoltare le presentazioni di rito
o Finire al più presto per andare a casa
o Lavorare duro, ma concludere con una partitella
o Altro ……………………………………………………………………………………………………

2. La prima partita:
o Vincere
o Dimostrare le tue qualità
o Non prendere gol
o Essere il migliore in campo
o Giocare anche poco tempo
o Altro ……………………………………………………………………………………………………

3. Cosa pensi il giorno prima dell’allenamento:


o Uffa devo ancora allenarmi
o Fantastico potrò dimenticare i problemi della vita e sfogarmi
o Bello rivedere i miei compagni di squadra
o Posso rimediare agli errori della partita
o Altro ……………………………………………………………………………………………………

4. Come trascorri la vigilia della partita di campionato:


o Fidanzata, amici o studio
o A letto tutto il giorno o altro per concentrarmi
o Play station, tv
o Al bar
o Altro ……………………………………………………………………………………………

5. Oggi non hai voglia di allenarti:


o Cerco di impegnarmi lo stesso
o Chiedo al mister una giornata di riposo
o Eseguo tutto brontolando
o Invento una scusa per stare a casa
o Altro ……………………………………………………………………………………………

6. Come vorresti fosse il rapporto con il tuo preparatore:


o Sono indifferente, tanto valgo le mie potenzialità
o Sincero, aperto con scambi di opinioni
o Prima conosco la persona e poi mi adatto
o Amichevole, ma con rispetto, che sappia aiutarmi quando ho bisogno
o Altro ……………………………………………………………………………………………

29
7. Come trovi la giusta concentrazione nello spogliatoio prima della partita:
o Mi cambio subito per essere già in partita
o Rido, scherzo, discuto con i compagni
o Mi isolo mentalmente
o Bevo e mi rilasso in attesa della formazione
o Altro ……………………………………………………………………………………………

8. Oggi non sei titolare:


o Bene, tanto nono avevo voglia
o Pazienza, l’altro portiere saprà dare il meglio di sé
o Sono deluso, non parlo con nessuno, ma durante la partita incito i compagni
o Spero che l’altro portiere giochi male
o Devo riprendermi il posto da titolare, impegnandomi di più in allenamento
o Altro ……………………………………………………………………………………………

9. La tua squadra ha perso, quali sono i tuoi pensieri:


o Penso di avere dato il massimo
o Non mi importa perché non sono colpevole dei gol subiti
o Pazienza la prossima partita ci rifaremo
o Si poteva evitare la sconfitta se tutti fossimo stati più concentrati, io per primo
o Altro ……………………………………………………………………………………………

10. Quanto è utile lo sport per la crescita sociale di gruppo:


o Molto poco
o Poco
o Sufficiente
o Importante
o Molto importante
o Necessario
o Indispensabile

11. Quanto è utile lo sport per la crescita individuale del proprio carattere
o Molto poco
o Poco
o Sufficiente
o Importante
o Molto importante
o Necessario
o Indispensabile

12. La competizione sportiva, in relazione alla vita quotidiana è:


o Molto poco
o Poco
o Sufficiente
o Importante
o Molto importante
o Necessario
o Indispensabile

30
Supporti didattici

Regole di gioco per il portiere


Esporre il regolamento al portiere, in particolare le sette regole dove il portiere è il protagonista.

Riscaldamento pre partita


E’ fondamentale nel completare il lavoro dell’intera settimana, l’attenzione all’approccio tecnico e
mentale alla partita ed è opportuno farlo sino dai primi passi in questo ruolo.

31
REGOLE DI GIOCO DEL PORTIERE

REGOLA N° 1
DENTRO O FUORI
Il portiere non può utilizzare le mani fuori dell’area di rigore, sarà la palla a fare da riferimento,
quindi se le gambe o le braccia si trovano all’esterno, ma la palla all’interno non è fallo.

REGOLA N° 2
LATERALE CON I PIEDI
Il portiere se riceve la palla da un fallo laterale, non può utilizzare le mani, ma deve giocare la palla
come un qualunque giocatore usando i piedi.

REGOLA N° 3
PASSAGGIO ARRETRATO
Il portiere se riceve un passaggio arretrato volontario (il compagno è rivolto verso il portiere, o è
rivolto di schiena usa il tacco), deve giocare la palla usando i piedi, anche se in area di rigore.

REGOLA N° 4
PERSA USARE I PIEDI
Il portiere dopo aver lasciato cadere dalle mani la palla non può più riprenderla, ma deve giocarla
usando i piedi (vedi n° 5).

REGOLA N° 5
SEI SECONDI
Il portiere dopo aver fatto un gesto tecnico (parata , uscita, ecc…), ha 6 secondi di tempo per
rinviare o scaricare la palla dalle mani, facendo tutti i passi che vuole, (vedi n° 4) oppure lasciata la
palla a terra usa i piedi per il rinvio da terra non utilizzando più le mani.

REGOLA N° 6
DIRETTA O INDIRETTA
L’arbitro con il braccio alzato comanda una punizione indiretta (la palla deve essere tocca da
chiunque per essere convalidata), quindi se il portiere sbaglia la presa e la palla entra in rete questa
è valida.

REGOLA N° 7
RETE DAL LATERALE
Se la palla entra in rete dopo un fallo laterale e nessuno la tocca, questa non viene convalidata, ma
se il portiere sbaglia l’intervento e la tocca è valida.

32
RISCALDAMENTO PRE PARTITA DELLA CATEGORIA
ESORDIENTI

MOBILITA’ GENERALE CON LA PALLA


1. Movimenti frontali (andata e ritorno) con la
conduzione della palla con i 2 piedi.
4 2 1
2. Movimenti frontali con il palleggio della palla in
aria alternando i 2 piedi.
3. Movimenti laterali con la guida della palla a terra 3
con le 2 mani.
4. Movimenti laterali con il palleggio della palla
battente a terra alternando le 2 mani.
Per circa 5 minuti.

APPROCCIO DI STRETCHING CON RECUPERO ATTIVO

MOBILITA’ TECNICA CON LA PALLA IN PORTA


1. Lanci alla figura a varie altezze (radente,
all’inguine, al petto, alla testa, sopra la testa con
salto), per la cura della presa a contatto con la
palla.
2. Lanci alla figura a varie altezze, per la cura della 1 2
presa e della copertura del palo omologo di porta
da entrambi i lati.
3 4
3. Calci in porta per la cura della parata a terra, del
contatto con la palla in presa o in deviazione e
copertura dello specchio.
4. Calci in porta per la cura della parata a terra in
presa o deviazione e della copertura dei pali da entrambi i lati.
Per circa 7 minuti.

MOBILITA’ TECNICA CON LA PALLA NELLO


4
SPAZIO
1. Calci radenti per lo sprint frontale o laterale in 3
raccolta o in tuffo della palla.
2. Lanci alti per lo stacco frontale in presa o in
respinta.
3. Calci radenti per la copertura dello spazio in tuffo 1 2
con la presa o la deviazione della palla.
4. Lanci alti per lo stacco laterale in presa o in
respinta per la copertura dello spazio.
Per circa 8 minuti.

PER LA DURATA TOTALE DI CIRCA 15-20 minuti

DA EFFETTUARE CON ENTRAMBI I PORTIERI.

33
Supporti statistici

Griglia dati partita


Compilazione della prima griglia per la raccolta dei dati personali (esempio):
- Cognome e nome (Rossi Marco)
- Società di appartenenza (F.C. Juventus)
- Categoria giovanile (esordienti)
- Luogo e data (Torino, 30 settembre 2012)
- Partita e risultato (Juventus - Torino, 3 - 1)

Compilazione della seconda e terza griglia per la raccolta dei dati offensivi e difensivi:
Inserire E per evidenziare l’errore e C per distinguere l’azione o il gesto corretto, differenziare il
settore di campo del rinvio, del rilancio con i piedi e del lancio con le mani con i 3 colori (sinistra
rosso, centro blu, destra nero) e il lato di parata e di uscita.

Moduli reti subite


Occorre per la spiegazione scritta dell’azione della rete subita. Sul lato sinistro disegnare (con le
figure ricordate nel riquadro a destra) l’intera azione nella specifica metà campo (già stampata), e
sul lato destro segnare con la palla il punto nella porta di marcatura subita. Questo modulo è da
conservare e accumulare per creare una raccolta statistica personale.

34
GRIGLIA DATI PARTITA

cognome nome società categoria luogo e data partita e risultato

AZIONI OFFENSIVE 1° TEMPO 2° TEMPO 3° TEMPO


rilancio alto di piede
rilancio basso di piede
rinvio alto di piede
rinvio basso di piede
lancio alto con la mano
lancio basso con la mano

AZIONI DIFENSIVE 1° TEMPO 2° TEMPO 3° TEMPO


parata alla figura in presa
parata alla figura con deviazione
parata alla figura con respinta
parata in tuffo con presa bassa
parata in tuffo con presa alta
parata in tuffo con deviaz. bassa
parata in tuffo con deviaz. alta
parata in tuffo con respinta bassa
parata in tuffo con respinta alta
uscita bassa in raccolta
uscita bassa in tuffo con presa
uscita mezz’altezza in raccolta
uscita alta centrale in presa
uscita alta centrale con respinta
uscita alta laterale in presa
uscita alta laterale con respinta
uscita di piede fuori area
uscita di testa fuori area

Valutazioni E C E C E C
tecniche e Errore Corretto Errore Corretto Corretto Corretto
tattiche SX SX CX CX DX DX

35
MODULI RETI SUBITE

Cognome e nome Società

Data Categoria

Partita Risultato parziale

Risultato finale Breve commento

porta palla portiere

tiro, passaggio o lancio basso attaccante

tiro, passaggio o lancio alto A

difensore
gestione della palla con i piedi
D

Cognome e nome Società

Data Categoria

Partita Risultato parziale

Risultato finale Breve commento

porta palla portiere

tiro, passaggio o lancio basso attaccante

tiro, passaggio o lancio alto A

difensore
gestione della palla con i piedi
D

36
Supporti tecnici

Modello scheda seduta allenamento


Per la personalizzazione delle sedute d’allenamento.

Sedici sedute d’allenamento predefinite


Raccolta di 16 seduta d’allenamento già disponibili.

37
N. società data ESORDIENTI
Seduta Materiali:

38
N. 01 società data ESORDIENTI
Prima fase con seduta di preparazione Materiali: palloni, cinesini, paletti, porta.
Tecnico didattico presa a 2 mani sotto Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercizio 1
 Distanza: lancio da 5m. e cinesini a1,5m.
 Descrizione: prese con scivolamenti laterali 3
Portiere scivola (piede scaccia piede) in diagonale (1) verso il primo
cinesino per la presa (2) a cucchiaio, poi scivola sul secondo, poi il 1
terzo, sino al quinto. 2
blu

 Varianti:
- Lancio battente.
- Variare il numero dei cinesini.
Curare solamente l’aspetto tecnico.
Coordinativo formativo apprendimento motorio Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercizio 2
 Distanza: lanci da 5m. con 2 paletti da 4m. Via 1, 2, 3, ....

 Descrizione: prese e capovolta


Mister scambia (1) la palla con le mani alla figura con il Portiere 1
un numero imprecisato di palle, P deve contare ogni scambio.
Dopo M chiama il via, P esegue (2) una capovolta frontale. 2
 Varianti:
- Palla lanciata a varie altezze da radente ad alta.
- Scambi della palla con un compagno.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.
Coordinativo tecnico rapidità + deviazioni Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercizio 3
 Distanza: lancio da 5m., 2 paletti di 4m. e calcio da 10m. 1
 Descrizione: deviazione alta e deviazione bassa
Portiere a terra sul fianco verso il Compagno posto sul lato della 3 2
porticina lancia (1) la palla a P, il quale con la mano opposta (mano 4
sopra) devia la palla, si rialza rapidamente e con un breve sprint (2)
5
recupera la porticina (3) e da seduto para (5) in deviazione con la mano
omologa (mano lato del tiro) sul tiro (4) del Mister.
 Variante: Invertire le postazioni.
Curare l’aspetto motorio e tecnico.
Tecnico didattico calcio al volo Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 4
 Distanza: calcio a 20m. e tiro da 10m.
 Descrizione: calcio e parata
Portiere calcia (1) una parabola alta con palla al volo col piede forte 1
verso il Compagno, poi effettua una parata (3) sul tiro radente (2) del
Compagno.
3
 Varianti: 2
- Provare ad alternare i 2 piedi.
- Calciare in successione 3 palloni.
Curare solamente l’aspetto tecnico.
Giochi tecnici giochi tecnici in gruppo Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercizio 5
 Distanza: calci e lanci da 15m. con 2 porticine di 4m.
 Descrizione: calcio e lancio alla figura
Il gruppo si alterna a turno nelle due porticine frontali a calciare basso o
alto con palla ferma a terra alla figura del Compagno opposto. Poi
lanciare basso, mezzaltezza e alto.
 Varianti:
- Calcio con palla in mano.
- Provare ad usare mano e piede debole.
Curare l’aspetto emotivo e tecnico.

39
N. 02 società data ESORDIENTI
Prima fase con seduta in preparazione Materiali: palloni, cinesini, paletti, porta.
Tecnico didattico presa a 2 mani sopra Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercizio 1
 Distanza: lancio da 8m. con paletti di 2m.
1
 Descrizione: prese e scivolamenti con riferimenti 2
Portiere effettua uno scivolamento (1) nello spazio tra i paletti (2)
chiamato dal Mister, il quale lancia (3) la palla per la presa a cuore 4
e subito con un altro scivolamento (4) e torna. 3 tre

 Varianti:
- Lancio battente.
- Variare il numero e lo spazio dei paletti.
Curare solamente l’aspetto tecnico.
Coordinativo formativo equilibrio Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercizio 2 1, 2, 3, ....
 Distanza: lanci da 5m. con 2 paletti da 4m.
 Descrizione: prese su un arto
2
Mister scambia (1) la palla con le mani alla figura con il Portiere in cambia
appoggio su una gamba, un numero imprecisato di palle, P deve contare 1
ogni scambio. Dopo M chiama il cambio, P cambia con un saltello (2)
su un’altra gamba.
 Variante:
- Palla lanciata a varie altezze, mezzaltezza, battente ad alta.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.
Coordinativo tecnico reazione + calci Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercizio 3 bianco
 Distanza: calci da 10m. con 2 paletti da 4m.
 Descrizione: tiri a sorpresa e calcio con palla ferma
Mister con un braccio alzato condiziona il lato del tiro (1) di una palla 2
3
delle due palle ferme ai suoi piedi, il Portiere effettua la parata (2)
chiamando il colore della stessa, si rialza rapidamente per il calcio con
palla lasciata ferma a terra.
 Varianti: 1
- Postazioni laterali.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.
Tecnico didattico lancio basso Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercizio 4
 Distanza: 10m. con 2 paletti a 4m.
 Descrizione: lancio radente e parata
Portiere effettua un lancio radente (1) verso il Compagno posto
difronte, il quale dopo il controllo di piede tira (2) nella porticina, per la 1
parata bassa (3). Eseguire sul lato opposto della porticina con un altro
2 3
Compagno, il quale però lancia per la parata alta del Portiere.
 Variante:
- Compagni si alternano a calciare e lanciare.
Curare solamente l’aspetto tecnico.
Giochi tecnici giochi tecnici in porta Il gruppo si alterna per la durata di 10 minuti
 Esercizio 5
 Distanza: tiri da 10m.
 Descrizione: segna a vai in porta
Il gruppo si alterna a calciare in porta, in caso di segnatura va ad
occupare il ruolo di portiere.
 Varianti:
- Valido anche il goal sulla respinta.
- Avvicinare o allontanare la distanza del tiro.

Curare l’aspetto emotivo e tecnico.

40
N. 03 società data ESORDIENTI
Prima fase con seduta in preparazione Materiali: palloni, cinesini, paletti, nastro, porta.
Tecnico didattico presa a 2 mani sotto Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 1
 Distanza: tiri da 8m.
 Descrizione: prese con scivolamenti laterali in porta
Portiere posto sul palo effettua la presa (1) a cucchiaio sul calcio da
terra del Compagno, di seguito scivola (piede scaccia piede) in laterale 1
per una seconda presa (2) con il Mister, poi scivola per una terza presa 3
2
(3) con il secondo Compagno posto sull’altro palo.
 Varianti:
- Palla in mano per calcio al volo.
Curare solamente l’aspetto tecnico.
Coordinativo formativo rapidità Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercizio 2
 Distanza: calcio da 10m.
 Descrizione: postura e parata
Mister chiama per una rapida rialzata da terra da una posizione supina via
(in schiena) del Portiere per la presa in tuffo sulla palla calciata radente.
3
 Varianti: 2 1
- Da seduto, in ginocchio.
- Un compagno a turno calcia al compagno in porta.

Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

Coordinativo tecnico ritmizzazione + respinte Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni


 Esercizio 3
Marco
 Distanza: scambi da 3m., 2 paletti da 2m. e paletti da 4m.
 Descrizione: scambi sopra nastro e recupero per respinta 1
5
Due Compagni difronte con un nastro alto si scambiano (1) la palla più
volte con la respinta, poi il Mister chiama il Portiere, il quale recupera 3
4
(2) la porticina (3), M lancia la palla (4) per la respinta (5) con i due
pugni di P oltre la testa di M.
2
 Varianti:
- Postazioni laterali.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.
Tecnico didattico tuffo Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercizio 4
 Distanza: calcio da 8m. con 2 cinesini da 4m. 1
 Descrizione: tuffi con leggero controtempo
Mister comanda il cinesino per il breve movimento (1) del Portiere, 3
tocco con la mano omologa del cinesino chiamato, nel frattempo il
Mister calcia una palla nel mezzo dei 2 cinesini per il tuffo in rosso
controtempo. 2
 Variante:
- Tocco con piede omologo e palle lanciate a mezzaltezza.
Curare solamente l’aspetto tecnico.
Giochi tecnici giochi tecnici in gruppo Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercizio 5
 Distanza: calci e lanci da 15m. con 2 porticine di 4m.
 Descrizione: calcio e lancio in tuffo e salto 3
Il gruppo si alterna a turno nelle due porticine frontali a calciare (1) 4
radente per il tuffo (2) e lanciare (3) alto per lo stacco (4) del
Compagno opposto. 1 2
 Varianti:
- Calcio con palla in mano.
- Provare ad usare mano e piede debole.
Curare l’aspetto emotivo e tecnico.

41
N. 04 società data ESORDIENTI
Prima fase con seduta in preparazione Materiali: palloni, cinesini, paletti, porta.
Tecnico didattico presa a 2 mani sopra Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercizio 1 gira
 Distanza: lanci da 5m. con 2 paletti di 4m.
 Descrizione: prese in avanti e all’indietro
Portiere effettua la presa (1) a cuore sul lancio mezzaltezza del Mister, 3 1
di seguito si gira (2) di lato per un’altra presa (3) con il Compagno
posto dietro sempre a copertura della porticina.
2
 Varianti:
- Lancio battente.
- Lanci con i compagni.
Curare solamente l’aspetto tecnico.
Coordinativo formativo reazione Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercizio 2 bianco
 Distanza: calci da 10m. con 2 paletti da 4m.
 Descrizione: tiri a sorpresa
Mister con un braccio alzato condiziona il lato del tiro (1) di una palla 2
delle due palle ferme ai suoi piedi, il Portiere effettua la parata (2)
chiamando il colore della stessa.
 Varianti:
- Postazioni laterali. 1
- Con un compagno.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.
Coordinativo tecnico apprendimento motorio + prese Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 3
 Distanza: lanci da 8m.
 Descrizione: rotolamenti e prese
Portiere esegue 1 rotolamento (1), si rialza e con il Compagno scambia 1 3
(2) la palla con le mani alla figura, poi esegue un altro rotolamento (3) 2 4
si rialza e con l’altro Compagno scambia (4) la palla con le mani.
 Varianti:
- Eseguire 4 rotolamenti.
- Aumentare il numero di scambi e la distanza.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.
Tecnico didattico lancio alto Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 4
 Distanza: lancio e tiro da 15m.
 Descrizione: lancio alto e parata in porta
Portiere effettua un lancio alto (1) verso il Mister posto difronte, il
quale dopo la presa con palla in mano tira (2) nella porta, per la parata 1
bassa (3).
 Varianti: 2
3
- Compagni si alternano a calciare.
- Postazioni laterali.
Curare solamente l’aspetto tecnico.
Giochi tecnici giochi tecnici in porta Il gruppo si alterna per la durata di 10 minuti
 Esercitazione 5
 Distanza: tiri da 8m. e da 15m.
 Descrizione: vicini e lontani
Il gruppo si alterna a calciare in porta da due postazioni (vicino da 8-
10m. e lontano da 14-16m.), in caso di segnatura va ad occupare il
ruolo di portiere.
 Varianti:
- Valido anche il goal sulla respinta.
- Tiri dai lati dell’area.
Curare l’aspetto emotivo e tecnico.

42
N. 05 società data ESORDIENTI
Seconda fase con seduta di apprendimento Materiali: palloni, cinesini, paletti, porta.
Tecnico didattico respinta a 2 pugni Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercizio 1
 Distanza: lancio da 10m. con cinesini a 1,5m. 1
2
 Descrizione: respinte con scivolamenti frontali
Mister lancia (1) la palla alta verso il Portiere effettua la respinta (2) in
avanti, di seguito si sposta in avanti (3) sul secondo cinesino per
3
un’altra respinta, poi sul terzo, sino al quinto.
 Varianti:
- Variare il numero e la distanza dei cinesini.
- Utilizzare i paletti per l’anticipo sulla palla.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

Coordinativo formativo ritmizzazione Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni


 Esercizio 2
 Distanza: spazio di 5 x 5m., 2 paletti di 4m. e lancio da 5m. Claudio
 Descrizione: palleggi nello spazio e recupero porta
Il gruppo con movimenti in avanti, all’indietro e laterali palleggiano la
propria palla sul terreno con le due mani, poi il Mister chiama il 2
Portiere per nome che esce con un breve sprint (1) recuperando la porta
per la presa a mezzaltezza (2) o alta alla figura. 1
 Variante:
- Palleggi con 2 pugni.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.
Coordinativo tecnico equilibrio + lanci Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 3 sinistra
 Distanza: lanci da 10m. e calcio da 15m.
 Descrizione: scambi su un arto, spostamento e presa
Mister con il Portiere si scambiano la palla (1) su una gamba, poi M
chiama il lato dove lanciare la palla radente (2), poi si sposta 1
lateralmente (3) verso il Compagno, il quale calcia (4) la palla alla 2
figura, P va in presa (5). 3
 Variante: 5
- Palla lanciata a varie altezze da radente ad alta.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico. 4

Tecnico didattico calcio con palla ferma Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 4
 Distanza: calcio a 15m. e tiro da 10m.
 Descrizione: calcio e parata 1
Portiere calcia (1) una parabola alta con palla ferma a terra col piede
forte verso il Compagno, poi effettua una parata (3) sul tiro radente (2)
del Compagno.
2
 Varianti: 3
- Provare ad alternare i 2 piedi.
- Calciare in successione 3 palloni e parata.
Curare solamente l’aspetto tecnico.
Giochi tecnici giochi tecnici in gruppo Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercizio 5
 Distanza: 10m. con 2 porticine di 4m.
 Descrizione: conduzione e guida della palla
Il gruppo si alterna a turno nelle due porticine frontali a condurre la
palla con i piedi verso il Compagno opposto, il quale la conduce
all’altro Compagno. Poi guidare la palla a terra con le mani.
 Varianti:
- Palleggi a 2 mani a terra e coi piedi in aria.
- Usare palle varie (volley, rugby e palla medica da 1kg.).
Curare l’aspetto emotivo e tecnico.

43
N. 06 società data ESORDIENTI
Seconda fase con seduta di apprendimento Materiali: palloni, cinesini, paletti, palle varie, porta.
Tecnico didattico respinta a 2 pugni Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercizio 1
 Distanza: lancio da 10m. con cinesini a 1,5m. 1
2
 Descrizione: respinte con scivolamenti frontali
Mister lancia (1) la palla alta verso il Portiere effettua la respinta (2) in
avanti, di seguito si sposta in avanti (3) sul secondo cinesino per
3
un’altra respinta, poi sul terzo, sino al quinto.
 Varianti:
- Variare il numero e la distanza dei cinesini.
- Utilizzare i paletti per l’anticipo sulla palla.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

Coordinativo formativo ritmizzazione Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni


 Esercizio 2
 Distanza: spazio di 5 x 5m., 2 paletti di 4m. e lancio da 5m. Claudio
 Descrizione: palleggi nello spazio e recupero porta
Il gruppo con movimenti in avanti, all’indietro e laterali palleggiano la
propria palla sul terreno con le due mani, poi il Mister chiama il 2
Portiere per nome che esce con un breve sprint (1) recuperando la porta
per la presa a mezzaltezza (2) o alta alla figura. 1
 Variante:
- Palleggi con 2 pugni.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.
Coordinativo tecnico equilibrio + lanci Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 3 sinistra
 Distanza: lanci da 10m. e calcio da 15m.
 Descrizione: scambi su un arto, spostamento e presa
Mister con il Portiere si scambiano la palla (1) su una gamba, poi M
chiama il lato dove lanciare la palla radente (2), poi si sposta 1
lateralmente (3) verso il Compagno, il quale calcia (4) la palla alla 2
figura, P va in presa (5). 3
 Variante: 5
- Palla lanciata a varie altezze da radente ad alta.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico. 4

Tecnico didattico calcio con palla ferma Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 4
 Distanza: calcio a 15m. e tiro da 10m.
 Descrizione: calcio e parata 1
Portiere calcia (1) una parabola alta con palla ferma a terra col piede
forte verso il Compagno, poi effettua una parata (3) sul tiro radente (2)
del Compagno.
2
 Varianti: 3
- Provare ad alternare i 2 piedi.
- Calciare in successione 3 palloni e parata.
Curare solamente l’aspetto tecnico.
Giochi tecnici giochi tecnici in gruppo Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercizio 5
 Distanza: 10m. con 2 porticine di 4m.
 Descrizione: conduzione e guida della palla
Il gruppo si alterna a turno nelle due porticine frontali a condurre la
palla con i piedi verso il Compagno opposto, il quale la conduce
all’altro Compagno. Poi guidare la palla a terra con le mani.
 Varianti:
- Palleggi a 2 mani a terra e coi piedi in aria.
- Usare palle varie (volley, rugby e palla medica da 1kg.).
Curare l’aspetto emotivo e tecnico.

44
N. 07 società data ESORDIENTI
Seconda fase con seduta di apprendimento Materiali: palloni, cinesini, paletti, porta.
Tecnico didattico ricezione e passaggio Il gruppo si alterna in 2 serie con 4 ripetizioni
 Esercizio 1
 Distanza: passaggi da 10m. con 4 cinesini a 2m.
 Descrizione: ricezione e passaggio in spazio delimitato
Il gruppo a coppie effettuano dei passaggi (1) e la ricezione di piede
tra 2 dei 4 cinesini, poi il controllo (2) e il passaggio (3) al Compagno. 1
 Varianti:
2
- Provare ad alternare i 2 piedi.
- Variare la distanza. 3
- Variare gli spazi dei cinesini.
Curare solamente l’aspetto tecnico.
Coordinativo formativo apprendimento motorio Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 2
 Distanza: calcio da 15m.
 Descrizione: sprint, rotolamenti, respinta 4
2
Al via del Mister, Portiere esegue uno sprint (1) verso il palo, subito
effettua due rotolamenti (2) sino al centro della porta per la respinta (4) 1
sul tiro al volo (3) alla figura di M. via
3
 Varianti:
- Palla calciata a varie altezze da mezzaltezza ad alta.
- Tiro di un compagno.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.
Tecnico progressivo parata e lancio Il gruppo si alterna in 3 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 3
 Distanza: tiro da 10m. e lancio a 15m.
 Descrizione: parata e lancio alto 4
Compagno calcia radente (1) per la parata bassa (2), poi il Portiere Luca
recupera (3) la posizione eretta chiamando per il lancio alto (4)
chiamando il Compagno sul lato opposto. 3
 Varianti: 2
- Tiro a mezzaltezza.
- Lancio basso sul compagno sul stesso lato di tiro.
1
Curare solamente l’aspetto tecnico.
Situazionale lancio basso, parata in presa, calcio al volo Il gruppo si alterna in 2 serie con 2 ripetizioni
 Esercitazione 4 Marco Simone
 Distanza: lancio e tiro da 15m., calcio a 25m.
 Descrizione: lancio, parata e calcio 1 3
Portiere lancia radente la palla (1) chiamando il Compagno, il
quale dopo il controllo calcia radente (2) sul secondo palo per la
parata in presa, poi si rialza per il calcio al volo (3) chiamando il
2
Compagno posizionato sulla ¾ di campo.
Il Mister posizionato di lato, visiona l’esecuzione e nella pausa
corregge, modifica, valuta e stimola l’interpretazione del gruppo.
o Curare l’aspetto tecnico (parata in presa e calcio al volo) e
tattico (lancio basso e calcio al volo).
Palle inattive calcio d’angolo Il gruppo si alterna in 3 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 5 mio 1
 Descrizione: lancio d’angolo e calcio d’angolo 4
Mister chiama il Compagno, il quale lancia la palla (1), Portiere al 5
2
centro chiama la palla e attacca la traiettoria (2) per la presa (3) o in 3
respinta, e torna al centro della porta sul calcio (4) del Compagno 6
dal lato opposto, P attacca la palla (5) per la presa alta (6).
Alex
 Varianti:
- Invertire i lati.
- Compagni sullo stesso lato.
Curare l’aspetto tecnico (postura, posizionamento, orientamento
con presa, deviazione o respinta).
45
N. 08 società data ESORDIENTI
Seconda fase con seduta di apprendimento Materiali: palloni, cinesini, paletti, sagome, porta.
Tecnico didattico palla alta Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercizio 1
 Distanza: inizio da 5m., paletti sparsi a 3m., lancio da 10m. rosso
 Descrizione: uscite con presa o respinta in anticipo
Mister lancia (1) verso il paletto con un breve sprint (2) per il stacco
sulla palla alta (3) del Portiere in anticipo, il quale prima di uscire deve
chiamare il colore sul quale va in presa. 3 1
 Varianti: 2
- Postazioni laterali.
- Variare il numero dei paletti.
Curare l’aspetto tecnico.
Coordinativo formativo rapidità Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercizio 2 via
 Distanza: lancio da 8m.
 Descrizione: postura e parata
Mister chiama per una rapida rialzata da terra da una posizione prona
(sul ventre) del Portiere per la presa in tuffo sulla palla lanciata a
mezzaltezza.
 Varianti:
- Sul fianco, a carponi.
- Un compagno a turno lancia al compagno in porta.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

Tecnico progressivo calcio con palla ferma e parata Il gruppo si alterna in 3 serie con 3 ripetizioni
 Esercizio 3
2
 Distanza: tiro da 10m.
 Descrizione: calcio con palla ferma e parata 1
Portiere con una rincorsa (1) corretta calcia con parabola alta (2), poi
recupera (3) il primo palo per la parata bassa (5) sul tiro basso (4) del 3
Compagno.
 Varianti: 5
- Postazione centrale.
- Con un compagno chiamato a ricevere il calcio a metà campo.
4
Curare solamente l’aspetto tecnico.
Situazionale ricezione e passaggio, attacco palla, lancio alto Il gruppo si alterna in 2 serie con 2 ripetiz.
 Esercizio 4 Thomas
 Descrizione: ricezione, passaggio, raccolta e lancio Luca
Claudio
P chiama il Compagno che calcia radente (1), P va incontro (2), per 2 6
la ricezione e il passaggio alto (3) al Compagno, il Compagno 5
chiamato dal Mister calcia alto per l’attacco con raccolta in presa 1 3
della palla chiamata da P (4), dopo essersi orientato (5) con la palla mia
4
in mano effettua un lancio alto (6) al Compagno chiamato.
Il Mister posizionato di lato, visiona l’esecuzione e nella pausa
corregge, modifica, valuta e stimola l’interpretazione del gruppo.
o Curare l’aspetto tecnico (ricezione e attacco palla) e tattico
(passaggio e lancio alto).
Palle inattive calci di punizione Il gruppo si alterna in 3 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 5
 Descrizione: calci di punizione in diretti
 Didattica: la disposizione e la composizione della barriera
3
le regole riguardanti al calcio di punizione.
Marco
Mister chiama il Compagno, al quale il Compagno nascosto dalle
sagome calcia la palla (1), che calcia (2) dopo il controllo, P effettua
la parata (3), in caso di respinta tutti i compagni cercano di segnare.
 Varianti:
- Postazioni laterali e compagni sullo stesso lato. 1 2
Curare l’aspetto tecnico (postura, posizionamento, orientamento
con presa, deviazione o respinta).
46
N. 09 società data ESORDIENTI
Terza fase con seduta complessa Materiali: palloni, cinesini, paletti, porta.
Tecnico didattico uscita bassa Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercizio 1 mia
 Distanza: calcio da 15m. con 2 paletti da 4m.
 Descrizione: attacco palla in tuffo
Mister calcia radente (1) da postazione laterale per lo sprint (2) e il 3
1
tuffo (3) del Portiere, il quale prima dell’uscita deve chiamare la palla. 2
 Varianti:
- Postazione lato opposto.
- Lancio battente.
- Lancio del compagno.
Curare l’aspetto tecnico e tattico.
Coordinativo formativo reazione Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 2
 Distanza: calci da 12m. 1
 Descrizione: parata a sorpresa
Due Compagni posti ai lati del Mister partono in contemporanea per la
rincorsa sulla palla, M chiama poco prima del tiro (1) su quale palla il
Portiere va in parata (2).
sinistra
 Varianti: 2
- Portiere in posizione eretta di spalle.
- Postazioni laterali. 1
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.
Tecnico progressivo podalica e attacco palla Il gruppo si alterna in 3 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 3
 Distanza: calci da 10m.
 Descrizione: passaggi e raccolta della palla
Compagno calcia al Portiere (1) dopo essere stato chiamato, con un 2
5
breve sprint (2) attacca la palla, P calcia al volo verso l’altro Compagno 3
Mario

(3), il quale dopo il controllo calcia (4) per la raccolta della palla (5).
 Varianti
- Postazioni laterali. 4 1
- Calcio a mezzaltezza.
Curare solamente l’aspetto tecnico.
Tecnico progressivo prese e parata Il gruppo si alterna in 3 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 4
 Distanza: scambi da 10m., calcio da 15m.
1 2
 Descrizione: prese e parata
Compagno scambia più volte la palla (1) usando le mani con il Portiere, 4
poi scambia (2) con l’altro Compagno, poi il Compagno calcia la palla
radente (3) per la parata bassa (4).
 Varianti:
- Compagni sullo stesso lato. 3
- Aumentare o diminuire le distanze.
Curare solamente l’aspetto tecnico.
Situazionale lancio alto, palla alta, passaggio Il gruppo si alterna in 2 serie con 2 ripetizioni
 Esercitazione 5
 Descrizione: lancio, palla alta e passaggio 3 2
4
Portiere lancia alto la palla (1) al Compagno, dopo il Mister chiama 1
il Compagno che lancia una palla alta (3), P nel frattempo si è 5
Claudio
orientato (2) e va in presa, M chiama un altro Compagno
posizionato fuori dell’area, P si sposta (4) e calcia per il passaggio
radente (5).
Il Mister posizionato al centro, visiona l’esecuzione e nella pausa Alex
corregge, modifica, valuta e stimola l’interpretazione del gruppo.
o Curare l’aspetto tecnico (lancio alto e palla alta) e tattico
(lancio alto e passaggio).

47
N. 10 società data ESORDIENTI
Terza fase con seduta complessa Materiali: palloni, cinesini, paletti, porta.
Tecnico didattico piazzamento Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 1
 Distanza: tiri da 10/12m.
 Descrizione: copertura secondo palo in porta 2
1
Mister chiama il cinesino dove il Portiere recupera (1) la posizione con 4
la postura (2) corretta sul cinesino, poi il Compagno calcia radente (3)
rosso
sul secondo palo per la parata bassa (4). 3
 Varianti:
- Calcio mezzaltezza.
- Postazioni laterali più larghe.
Curare l’aspetto tecnico.
Coordinativo formativo ritmizzazione Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 2 Francesco

 Distanza: calci da 5m. e tiro da 16m. 2


 Descrizione: passaggi e recupero posizione in porta 1 3
Mister chiama il primo compagno con cui scambia (1) la palla con i 4
piedi e subito si orienta e corre (2) verso l’altro compagno chiamandolo
per un altro scambio (3) poi chiamato dal Mister recupera la posizione, dx ... vieni

esegue la parata (4) sulla palla calciata radente (5).


5
 Variante:
- Sui vertici alti dell’area piccola.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.
Tecnico progressivo attacco palla e lancio Il gruppo si alterna in 3 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 3
 Distanza: calcio da 15m.
 Descrizione: attacco palla in tuffo e lancio alto mia 2
Mister chiama il Compagno, il quale calcia la palla bassa (1), il
3
Portiere chiama la palla e con un breve sprint (2) la recupera in tuffo 4
(3), si rialza e lancia la palla alta (4) al Compagno. 1
 Varianti: Luca
- Da postazioni laterali.
- Attacco palla in raccolta.
Curare solamente l’aspetto tecnico.
Tecnico progressivo parata e podalica Il gruppo si alterna in 3 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 4
 Distanza: calcio e tiro da 10m.
 Descrizione: passaggi e parata
Compagno calcia verso il Portiere (1) dopo essere stato chiamato dallo 5 2
stesso, con un breve sprint (2) attacca la palla, P calcia al volo verso 3
Mario

l’altro Compagno (3), il quale dopo il controllo calcia (4) verso il primo
palo per la parata (5) di P.
 Variante: 4 1
- Calcio a mezzaltezza.
Curare solamente l’aspetto tecnico.
Palle inattive calcio di rigore Il gruppo si alterna in 3 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 5
 Distanza: area di rigore
 Descrizione: rigori con angolo colorato
 Didattica: le regole riguardanti al calcio di rigore.
Mister chiama il lato, il Compagno calcia la palla (1) radente dalla
parte del cinesino colorato al Portiere, il quale prova la parata (2). 1
In caso di respinta da ricacciare in porta. rosso
 Varianti: 2
- Più cinesini colorati.
Curare l’aspetto tecnico (postura, posizionamento, con presa,
deviazione o respinta).
48
N. 11 società data ESORDIENTI
Terza fase con seduta complessa Materiali: palloni, palle varie, cinesini, paletti, meduse, porta.
Giochi tecnici giochi a confronto tecnico In gruppo per la durata di 10 minuti o in 3 partite
 Esercizio 1
 Distanza: spazio di 10m. x 5m. e 2 paletti con nastro a 50cm.
 Descrizione: coi piedi e prese
Il gruppo diviso in due squadre giocano dal fondo del campetto la palla
con i piedi nello spazio opposto, per la presa degli avversari, se la palla
cade perde il punto, altrimenti è loro. Punteggio sino al 5.
 Varianti:
- Presa dopo un rimbalzo a terra.
- Usare palle varie (volley, rugby, ritmiche).
Curare l’aspetto tecnico e motorio.

Tecnico didattico deviazione a 1 mano Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni


 Esercizio 2
 Distanza: lanci da 5m. con 2 paletti di 4m.
 Descrizione: doppia deviazione
Lancio alto (1) del Mister verso il Portiere, il quale devia (2) la palla
con la mano opposta, rotola dietro (3) si rialza (4) per il lancio basso (5) 4
1
del Compagno per la deviazione bassa (6) con la mano omologa. 5 3
 Varianti: 6 2
- Lanci da postazioni laterali.
- Variare la distanza dalla porticina.
Curare solamente l’aspetto tecnico.
Coordinativo e tecnico equilibrio + lanci Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 3
 Distanza: lanci da 6m. e 8m. e tiro da 10m.
 Descrizione: prese, lancio e parata
Mister con il Portiere in appoggio su 2 meduse si scambiano la palla (1) 4
2
in presa, poi M chiama il lato dove P lancia (2) la palla alta, poi scende
dalle meduse per il tuffo (4) sul tiro (3) del Compagno sul lato opposto.
 Varianti: 1
- Postazioni laterali.
- Aumentare il numero di scambi e la distanza. 3
Curare l’aspetto motorio e tecnico. 1 , 2, 3, ... destra

Tecnico progressivo parata e lancio Il gruppo si alterna in 3 serie con 3 ripetizioni


 Esercitazione 4
 Distanza: calci, lanci e tiri a 15m.
 Descrizione: parate e lancio basso 5
2
Mister chiama il Compagno, il quale calcia a mezzaltezza (1) per la
parata (2), poi il Portiere in posizione eretta lancia radente (3) verso il 3
Compagno sull’altro lato per il tiro (4) e la parata (5) di P. 1
4
 Varianti: Luca
- Tiro radente.
- Lancio alto sul compagno sul stesso lato di tiro.
Curare solamente l’aspetto tecnico.
Situazionale calcio palla ferma, uscita bassa, gestione Il gruppo si alterna in 2 serie con 2 ripetizioni
 Esercitazione 5 Stefano
 Descrizione: calcio, uscita e passaggio
2
Mister chiama il Compagno a cui il Portiere calcia con palla 4 mia
ferma (1) con una breve rincorsa, poi recupera il centro della porta 1
6
(2), il Compagno calcia (3) verso il centro area per la uscita bassa Claudio
5 3
in presa chiamata (4), poi si rialza e riceve dal Compagno una
palla lanciata (5) battente per la gestione (arresta, sposta e passa)
della palla (6) al Compagno chiamato sempre dal Mister.
Il Mister posizionato di lato, visiona l’esecuzione e nella pausa
corregge, modifica, valuta e stimola l’interpretazione del gruppo.
o Curare l’aspetto tecnico (calcio con palla ferma e gestione
della palla) e tattico (uscita bassa e calcio con palla ferma).
49
N. 12 società data ESORDIENTI
Terza fase con seduta complessa Materiali: palloni, cinesini, paletti, porta.
Giochi tecnici giochi tecnici di gruppo In gruppo per la durata di 10 minuti
 Esercizio 1
 Distanza: calci e lanci da 10m. con spazi di 5m.
 Descrizione: conduzione e guida della palla verso gli spazi
Il gruppo in contemporanea esegue la conduzione della palla con i piedi
nello spazio opposto. Poi guidare la palla a terra con le mani.
 Varianti:
- Palleggi a 2 mani a terra.
- Palleggi alternando le 2 mani a terra.
- Usare palle varie (volley, rugby, ritmiche, palla 1kg.).
Curare l’aspetto tecnico e motorio.

Tecnico didattico controllo e gestione della palla Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercizio 2
 Distanza: spazi da 8 x 8m. distanti 8m. 4
 Descrizione: controllo in uno spazio e passaggio 1
Portiere effettua un lancio alto (1) per il controllo (2) della palla nello 5
spazio del Compagno, il quale passa (3) a un altro Compagno, la
raccoglie e la lancia alta (4) al Compagno, il quale controlla (5) nello 6
3
spazio e passa (6) la palla, ricominciando la rotazione.
 Variante:
- Scambio della palla libero nel gruppo. 2
Curare solamente l’aspetto tecnico.
Coordinativo e tecnico rapidità + deviazioni Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 3
3
 Distanza: lanci da 8m. e calcio da 15m.
 Descrizione: deviazione alta e bassa in porta 2
1
Mister lancia (1) la palla alta al Portiere, il quale in tuffo (2) devia la
palla con la mano sinistra (3), si rialza rapidamente per la parata (5) in
deviazione (6) con la mano sinistra sul tiro (4) radente del Compagno.
 Varianti: 5
- Postazioni laterali.
- Variare le distanze. 6
Curare l’aspetto motorio e tecnico. 4

Tecnico progressivo prese e parata Il gruppo si alterna in 3 serie con 3 ripetizioni


 Esercitazione 4 2
 Distanza: scambi da 5m. e 10m., lancio da 8m. 1
 Descrizione: prese con recupero posizione e parata
Compagno scambia più volte la palla (1) usando le mani con il Portiere, 3
poi dallo stesso palo scambia (2) con l’altro Compagno, poi recupera 5
(3) la porta, il Mister lancia la palla a mezzaltezza (4) per la parata (5).
 Varianti: 4
- Dai vertici alti dell’area piccola.
- Impiegare solo compagni.
Curare solamente l’aspetto tecnico.
Situazionale ricezione e passaggio, attacco palla, lancio Il gruppo si alterna in 2 serie con 2 ripetizioni
 Esercitazione 5 Stefano
Simone Marco
 Descrizione: ricezione, passaggio, raccolta e lancio
Portiere chiama il Compagno, il quale calcia radente (1) a P che va 2
incontro (2), per la ricezione e il passaggio alto (3) al Compagno, 6 5
il quale dopo essere stato chiamato dal Mister calcia alto per 3
l’attacco con raccolta in presa della palla chiamata da P (4), dopo 1
essersi orientato (5), poi con la palla in mano effettua un lancio alto 4 mia
(6) al Compagno chiamato.
Il Mister posizionato di lato, visiona l’esecuzione e nella pausa
corregge, modifica, valuta e stimola l’interpretazione del gruppo.
 Curare l’aspetto tecnico (ricezione e attacco palla) e
tattico (passaggio e lancio alto).
50
N. 13 società data ESORDIENTI
Quarta fase con seduta integrativa Materiali: palloni, cinesini, paletti, sagoma, porta.
Giochi tecnici giochi a confronto tecnico In gruppo per la durata di 10 min. o in 3 partite
 Esercizio 1
 Distanza: spazio di 10m. x 5m. e 4 paletti da 4m. (porte)
 Descrizione: tiro
Il gruppo diviso in due squadre a turno calciano la palla con i piedi dal
fondo del campetto nella porticina opposta cercando di segnare.
Punteggio sino al 3. 1 2
 Varianti:
- Anche tiro con palla in mano.
- Azioni di 1 contro 1.
Curare l’aspetto tecnico e motorio.

Tecnico didattico piazzamento Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni


 Esercitazione 2
 Distanza: tiri da 10/12m.
 Descrizione: copertura primo palo in porta 1 2
4
Mister chiama il cinesino dove il Portiere recupera (1) la posizione con
la postura (2) corretta sul cinesino, poi il Compagno calcia radente (3)
3
sul primo palo per la parata (4). blu
 Varianti:
- Calcio mezzaltezza.
- Postazioni laterali più larghe.
Curare l’aspetto tecnico.
Coordinativo e tecnico reazione + calci Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 3 sinistra
 Distanza: calci da 12m.
 Descrizione: parata, copertura, calcio con palla ferma
Mister chiama il lato del tiro, il Compagno calcia radente (1) sul quale
il Portiere coperto da una sagoma si sposta orientandosi (2) per la
parata (3), si rialza rapidamente e calcia con palla lasciata ferma a terra. 2
 Varianti:
- Portiere in posizione inginocchiata e di spalle. 4
3
- Postazioni laterali. 1
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.
Situazionale lancio alto, palla alta, passaggio Il gruppo si alterna in 2 serie con 2 ripetizioni
 Esercitazione 4
 Distanza: lanci e calci da 25m., 20m., 15m. e 10m. 3
2
 Descrizione: lancio, palla alta e passaggio 1
Portiere lancia alto la palla (1) al Compagno, dopo il Mister 4
chiama il Compagno che lancia una palla alta (2) verso P per la Simone
presa, M chiama un altro Compagno posizionato fuori dell’area, P
si sposta (3) e calcia per il passaggio alto (5).
Il Mister posizionato al centro, visiona l’esecuzione e nella pausa Marco
corregge, modifica, valuta e stimola l’interpretazione del gruppo.
o Curare l’aspetto tecnico (lancio alto e palla alta) e tattico
(lancio alto e passaggio).
Giochi tecnici giochi tecnici in porta Il gruppo si alterna per la durata di 10 minuti
 Esercitazione 5
 Distanza: tiri da 10m.
 Descrizione: portieri e tiratori
Il gruppo divisi a coppie si alterna a calciare in porta, in caso di
segnatura va ad occupare il doppio ruolo di portiere.
 Varianti:
- Avvicinare o allontanare la distanza del tiro.
- Valido anche il goal sulla respinta.
- Tiri dai lati dell’area.
Curare l’aspetto tecnico ed emotivo.

51
N. 14 società data ESORDIENTI
Quarta fase con seduta integrativa Materiali: palloni, palle varie, cinesini, paletti, porta.
Giochi tecnici giochi tecnici di gruppo In gruppo per la durata di 10 minuti
 Esercizio 1
 Distanza: sprint da 10m. con spazi di 5m.
 Descrizione: conduzione e guida della palla negli spazi
Il gruppo in contemporanea esegue la conduzione della palla con i piedi
nel proprio spazio. Poi guidare la palla a terra con le mani. Poi il Mister via

chiama il cambio di spazio, il gruppo lo effettua con uno sprint.


 Varianti:
- Palleggi alternando le 2 mani a terra.
- Usare palle varie (volley, rugby, ritmiche).
Curare l’aspetto tecnico e motorio.
Tecnico didattico presa a 2 mani sotto Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercizio 2 gira
 Distanza: lanci da 5m. con 2 paletti di 4m.
 Descrizione: prese in avanti e all’indietro
Portiere effettua la presa (1) a cucchiaio sul lancio del Mister, di seguito 3 1
si gira (2) di lato per un’altra presa (3) con il Compagno posto dietro a
copertura della porticina.
2
 Varianti:
- Lancio radente.
- Lancio battente.
Curare solamente l’aspetto tecnico.
Coordinativo e tecnico ritmizzazione + respinte Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 3 1
 Distanza: lanci da 5m., calci da 12m. e 16m. 4
2 mia
 Descrizione: scambio, respinta e parata
Compagno lancia alto (1) per la respinta del Portiere, poi recupera (2) 5
sull’altro Compagno calcia alto (3) per lo stacco chiamando la palla con
la respinta (4) a 2 pugni, infine Mister tira al volo (6) per la parata in 3
respinta (5).
6
 Variante:
- Postazioni laterali.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.
Situazionale lancio basso, parata in presa, calcio al volo Il gruppo si alterna in 2 serie con 2 ripetizioni
 Esercitazione 4 Simone Marco
 Distanza: lancio e tiro da 15m., calcio a 25m.
 Descrizione: lancio, parata e calcio 1 3
Portiere lancia radente la palla (1) chiamando il Compagno, il 2
quale dopo il controllo calcia radente (2) sul primo palo per la
parata in presa, poi si rialza per il calcio al volo (3) chiamando il
Compagno posizionato sulla ¾ di campo.
Il Mister posizionato di lato, visiona l’esecuzione e nella pausa
corregge, modifica, valuta e stimola l’interpretazione del gruppo.
o Curare l’aspetto tecnico (parata in presa e calcio al volo) e
tattico (lancio basso e calcio al volo).
Palle inattive calcio d’angolo Il gruppo si alterna in 3 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 5 mio 1
 Descrizione: lancio d’angolo e calcio d’angolo nei paletti 4
Compagno lancia la palla alta (1), Portiere al centro, chiama la 5
palla e attacca (2) per la respinta in anticipo (3) sul paletto blu, poi 2
3
torna in porta per il calcio alto (4) del Compagno dal lato opposto, 6
P attacca la palla (5) per la presa alta (6) in anticipo sul paletto.
 Varianti:
- Invertire i lati.
- Compagni sullo stesso lato.
Curare l’aspetto tecnico (postura, posizionamento, orientamento
con presa, deviazione o respinta).
52
N. 15 società data ESORDIENTI
Quarta fase con seduta integrativa Materiali: palloni, cinesini, paletti, sagome, porta.
Giochi tecnici giochi a confronto tecnico In gruppo per la durata di 10 minuti o in 3 partite
 Esercizio 1
 Distanza: spazio di 15m. x 10m. e 4 paletti da 4m. (porte)
 Descrizione: partita 3
Il gruppo diviso in due squadre con i Portieri in porta ad ogni cambio
1
d’azione. Il Portiere passa (1) la palla con le mani al Compagno, il
quale non può superare la metà campo, subito l’Avversario porta (2) la 4
pressione, ma il Giocatore calcia (3) in porta, il Portiere cerca la parata 2
(4). Punteggio sino al 3.
 Variante: giocare a tutto campo.
Curare l’aspetto tecnico e motorio.

Tecnico didattico tuffo Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni


 Esercizio 2
 Distanza: calcio da 8m. con 2 paletti a 4m.
 Descrizione: acrobatica e tuffo
Portiere effettua un rotolamento (1) con le braccia basse verso il paletto
e torna verso il centro porta sempre con un rotolamento e tuffo basso
sul tiro basso (2) del Mister. 2
 Varianti: 1
- Rotolamenti con braccia alte.
- Lanci a mezzaltezza per tuffi alti.
Curare solamente l’aspetto tecnico.
Coordinativo e tecnico apprendimento motorio + prese Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 3
 Distanza: lanci da 6m. e 8m. e tiro da 10m.
 Descrizione: prese, capovolte e rotolamenti 5
6
Compagno scambia (1) la palla con le mani alla figura con il Portiere, P
fa una capovolta (2), altri scambi (3) con l’altro Compagno, poi P fa un 3 4
rotolamento (4) si rialza per la parata (6) sul tiro (5) del Mister.
 Varianti: 2
- Invertire l’ordine del gesto acrobatico.
1
- Aumentare il numero di scambi e le distanze.
Curare l’aspetto motorio e tecnico.
Situazionale calcio palla ferma, uscita bassa, gestione Il gruppo si alterna in 3 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 4 Stefano
Mister chiama il Compagno, Portiere calcia con palla ferma (1)
con una rincorsa, poi recupera il centro della porta (2), lo stesso 7 2
5 4
Compagno calcia (3) al centro area per la uscita bassa in presa 6 1
chiamata (4), poi si rialza e si orienta(6) per ricevere dal Compagno mia
Alex
una palla lanciata (5) battente per la gestione (arresta, sposta e
passa) della palla (7) al Compagno chiamato sempre dal Mister.
Il Mister posizionato di lato, visiona l’esecuzione e nella pausa
3
corregge, modifica, valuta e stimola l’interpretazione del gruppo.
 Curare l’aspetto tecnico (calcio con palla ferma e gestione
della palla) e tattico (uscita bassa e calcio con palla ferma).
Palle inattive calcio di punizione Il gruppo si alterna in 3 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 5 mio
 Descrizione: situazione di palla inattiva centrale
 Didattica: la disposizione e la composizione della barriera
2
e le regole riguardanti al calcio di punizione. fiii
Mister fischia (fiii), il Compagno calcia (1) alto, Portiere chiama la 4
palla e attacca la traiettoria (2) per la respinta in anticipo (4) sulla
sagoma verde, il Compagno dal fronte opposto attacca la palla (3)
3
per il disturbo.
Curare l’aspetto tecnico (postura, posizionamento, orientamento 1
con presa, deviazione o respinta) e tattico (ripartenza in
contrattacco).
53
N. 16 società data ESORDIENTI
Quarta fase con seduta integrativa Materiali: palloni, cinesini, paletti, porta.
Giochi tecnici giochi tecnici di gruppo In gruppo per la durata di 10 minuti
 Esercizio 1
 Distanza: spazio di 10m. x 10m.
 Descrizione: tecnica con la palla nello spazio
Il gruppo occupa uno spazio gestendo la palla con i piedi, un Portiere a
turno chiama per nome un Compagno, poi si scambiano (1) (2) la palla
bassa sempre con i piedi per proseguire con il gruppo.
Marco
 Variante:
1
- Gestione della palla con le mani e scambio con le stesse.
2
Curare l’aspetto tecnico e motorio.
Tecnico didattico presa a 2 mani sopra Il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni
 Esercizio 2 gira
 Distanza: lanci da 5m. con 2 paletti di 4m.
 Descrizione: prese in avanti e all’indietro
Portiere effettua la presa (1) a cuore sul lancio mezzaltezza del Mister, 3 1
di seguito si gira (2) di lato per un’altra presa (3) con il Compagno
posto dietro sempre a copertura della porticina.
2
 Varianti:
- Lancio battente.
- Lanci con i compagni.
Curare solamente l’aspetto tecnico.
Tecnico progressivo parata e calcio al volo Il gruppo si alterna in 3 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 3
 Distanza: tiro da 10m.
 Descrizione: parata e calcio al volo 4
Compagno calcia radente (1) per la parata bassa (2), poi il Portiere
recupera (3) la posizione eretta per il calcio alto (4).
 Varianti: 3
- Postazione centrale. 2
- Tiro a mezzaltezza.
- Con un compagno a ricevere il calcio a metà campo.
1
Curare solamente l’aspetto tecnico.
Situazionale ricezione e passaggio, attacco palla, lancio Il gruppo si alterna in 2 serie con 2 ripetizioni
 Esercitazione 4 Stefano Alex
 Descrizione: ricezione, passaggio, raccolta e lancio 2 mia
Portiere chiama il Compagno, che calcia alto (1) a P che va incontro 5
(2), in ricezione e il passaggio alto (3) al Compagno, il Compagno 3 6
chiamato dal Mister calcia per l’attacco con raccolta in presa della 4
Marco
palla chiamata da P (4), dopo essersi orientato (5), poi con la palla in
mano effettua un lancio alto (6) al Compagno chiamato. 1
Il Mister posizionato di lato, visiona l’esecuzione e nella pausa
corregge, modifica, valuta e stimola l’interpretazione del gruppo.
 Curare l’aspetto tecnico (ricezione e attacco palla) e
tattico (passaggio e lancio alto).
Palle inattive calcio di rigore Il gruppo si alterna in 3 serie con 3 ripetizioni
 Esercitazione 5
 Descrizione: sfida ai rigori
 Didattica: le regole riguardanti al calcio di rigore.
Mister fischia (fiii), il Compagno calcia, Portiere prova la parata.
Punteggi parziali: 3pt parata in presa, 2pt parata, 1pt tocco della palla fiii
anche se entrata, 1pt per il goal del calciatore, -1pt se tiro fuori.
Punteggio sino al 6.
 Variante: a giro con tutti i compagni.
Curare l’aspetto tecnico (postura, posizionamento, con presa,
deviazione o respinta).

54
ESERCIZIARIO TECNICO DIDATTICO
Per un totale di 78 esercizi

55
- Presa a 2 mani sotto (cucchiaio) -
Capacità di bloccare la palla radente o mezzaltezza a 2 mani con i pollici opposti.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: lancio da 5m. e cinesini a1,5m.
 Descrizione: prese con scivolamenti laterali
Portiere scivola (piede scaccia piede) in diagonale (1) verso il primo 1
cinesino per la presa (2) a cucchiaio, poi scivola sul secondo, poi il
terzo, sino al quinto.
 Varianti: 2
- Lancio battente.
- Lancio radente.
- Variare il numero dei cinesini.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: lancio da 10m. e cinesini a 2m.
 Descrizione: prese con scivolamenti frontali
Portiere al comando del Mister scivola (piede scaccia piede) (1) sul 3
cinesino chiamato, per la presa a cucchiaio sul lancio (2), poi scivola 1
al centro dello spazio, per un’altra presa su un altro cinesino. 2
blu

 Varianti:
- Lancio battente.
- Lancio radente.
- Variare il numero dei cinesini.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

56
- Presa a 2 mani sotto (cucchiaio) nella porticina -
Capacità di bloccare la palla radente o mezzaltezza a 2 mani con i pollici opposti.
(il gruppo si alterna nella porticina [copertura dello spazio], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: lanci da 5m. con 2 paletti di 4m. gira

 Descrizione: prese in avanti e all’indietro


Portiere effettua la presa (1) a cucchiaio sul lancio del Mister, di 3 1
seguito si gira (2) di lato per un’altra presa (3) con il Compagno
posto dietro a copertura della porticina. 2
 Varianti:
- Lancio radente.
- Lancio battente.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: lanci da 5m. con 4 paletti di 4m.
 Descrizione: prese in avanti e laterali
Portiere effettua la presa (1) a cucchiaio sul lancio del Mister, di 3
seguito si gira di lato e corre verso il Compagno chiamato per 2

un’altra presa (2), poi un’altra presa (3) con il Compagno posto Claudio
dietro. 1
 Varianti:
- Lancio battente.
- Lanci con i compagni.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

57
- Presa a 2 mani sotto (cucchiaio) nella porta -
Capacità di bloccare la palla radente o mezzaltezza a 2 mani con i pollici opposti.
(il gruppo si alterna nella porta [copertura], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: tiri da 8m.
 Descrizione: prese con scivolamenti laterali in porta
Portiere posto sul palo effettua la presa (1) a cucchiaio sul calcio da
terra del Compagno, di seguito scivola (piede scaccia piede) in 1
laterale per una seconda presa (2) con il Mister, poi scivola per una 2
3

terza presa (3) con il secondo Compagno posto sull’altro palo.


 Varianti:
- Palla in mano per calcio al volo.
- Calci con i soli Compagni.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: tiri da 5m., 8m. e 10m.
 Descrizione: prese con spostamenti laterali in porta
Portiere posto al centro porta effettua la presa (1) a cucchiaio sul
calcio da terra del Mister, di seguito si sposta (un paio di passi) 3

verso il Compagno per una seconda presa (2), poi si sposta per una 1
2
terza presa (3) con il secondo Compagno posto sul fondo campo.
 Varianti:
- Palla in mano per calcio al volo.
- Calci con i soli Compagni.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

58
- Presa a 2 mani sopra (cuore) -
Capacità di afferrare la palla alta o mezzaltezza a 2 mani con i pollici uniti.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: lancio da 8m. con cinesini a 1,5m..
 Descrizione: prese con scivolamenti frontali
Portiere effettua la presa (1) a cuore, di seguito scivola (piede 1
scaccia piede) in diagonale (2) verso il primo cinesino dopo essersi
girato, un’altra presa e scivola sul secondo, poi il terzo, sino al 2
quinto.
 Varianti:
- Lancio battente.
- Variare il numero dei cinesini.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: lancio da 8m. con paletti di 2m.
 Descrizione: prese e scivolamenti con riferimenti
1
Portiere effettua uno scivolamento (1) nello spazio tra i paletti (2) 2
chiamato dal Mister, il quale lancia (3) la palla per la presa a cuore 4
e subito con un altro scivolamento (4) e torna. 3 tre
 Varianti:
- Lancio battente.
- Variare il numero e lo spazio dei paletti.
- Lancio del compagno.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

59
- Presa a 2 mani sopra (cuore) nella porticina -
Capacità di afferrare la palla alta o mezzaltezza a 2 mani con i pollici uniti.
(il gruppo si alterna nella porticina [copertura dello spazio], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: lanci da 5m. con 6 paletti di 4m. 1, 2, 3, ...

 Descrizione: prese in avanti


Portiere effettua la presa (1) a cuore sul lancio mezzaltezza del
1
Mister, di seguito si sposta (2) in avanti verso la seconda porticina
assieme al Mister per un’altra presa, poi la terza e ultima porticina. 2 3
 Varianti:
- Lancio battente.
- Porticine poste in orizzontale.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: lanci da 5m. con 2 paletti di 4m. gira

 Descrizione: prese in avanti e all’indietro


Portiere effettua la presa (1) a cuore sul lancio mezzaltezza del 3 1
Mister, di seguito si gira (2) di lato per un’altra presa (3) con il
Compagno posto dietro sempre a copertura della porticina. 2
 Varianti:
- Lancio battente.
- Lanci con i compagni.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

60
- Presa a 2 mani sopra (cuore) in porta -
Capacità di afferrare la palla alta o mezzaltezza a 2 mani con i pollici uniti.
(il gruppo si alterna nella porta [copertura], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: calci da 8m.
 Descrizione: prese con scivolamenti laterali in porta
Portiere posto sul palo effettua la presa (1) a cuore sul calcio da
terra del Compagno, di seguito scivola (piede scaccia piede) in
1
laterale per una seconda presa (2) con il Mister, poi scivola per una 2
3
terza presa (3) con il secondo Compagno posto sull’altro palo.
 Varianti:
- Palla in mano per calcio al volo.
- Calci con i soli compagni.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: lanci e calci da 8m.
 Descrizione: prese con scivolamenti laterali
rosso

Portiere posto al centro porta effettua la presa (1) a cuore sul lancio
del Mister, di seguito corre (2) sul cinesino chiamato dal Mister 1
orientandosi verso il Compagno posto sul fondo campo, il quale
con palla in mano calcia al volo per una seconda presa (3). 2

 Varianti:
3
- Lancio battente.
- Lanci e calci con i soli Compagni.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

61
- Respinta a 2 pugni -
Capacità di modificare la traiettoria della palla a due pugni.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: lancio da 10m. con cinesini a 1,5m.
 Descrizione: respinte con scivolamenti laterali
3
Mister lancia (1) la palla alta verso il Portiere, il quale mette i 2
pugni per la respinta (2) in avanti, poi scivola (piede scaccia piede)
in diagonale (3) sul secondo cinesino per un’altra respinta, poi il 2
1
terzo, sino al quinto.
 Varianti:
- Variare il numero e la distanza dei cinesini.
- Utilizzare i paletti per l’anticipo sulla palla.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: lancio da 10m. con cinesini a 1,5m.
 Descrizione: respinte con scivolamenti frontali 2
1
Mister lancia (1) la palla alta verso il Portiere effettua la respinta (2)
in avanti, di seguito si sposta in avanti (3) sul secondo cinesino per
un’altra respinta, poi sul terzo, sino al quinto. 3

 Varianti:
- Variare il numero e la distanza dei cinesini.
- Utilizzare i paletti per l’anticipo sulla palla.
- Lanci con un compagno.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

62
- Respinta a 2 pugni nella porticina -
Capacità di modificare la traiettoria della palla a due pugni.
(il gruppo si alterna nella porticina [copertura dello spazio], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: lancio da 10m. con 2 paletti di 4m.
 Descrizione: respinte con scambi
Lancio alto con parabola alta del Mister verso il Portiere, il quale
respinge ridando la palla alla figura del Mister. Eseguire vari
scambi.
 Varianti:
- Lanci con i compagni.
- Variare la distanza dalla porticina.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: lancio da 5m. con 2 paletti di 4m. 3
 Descrizione: respinte a scavalcare 1
Lancio alto con parabola corta (1) del Mister verso il Portiere, il
quale attacca (incontro) (2) la palla con una respinta a 2 pugni (3) 2
frontale a scavalcare la figura del Mister.
 Varianti:
- Lanci con i compagni.
- Variare la distanza dalla porticina.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

63
- Respinta a 2 pugni in porta -
Capacità di modificare la traiettoria della palla a due pugni.
(il gruppo si alterna nella porta [copertura], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: lancio da 8m. rosso
 Descrizione: respinte con copertura porta 2

Lancio alto (1) del Mister verso il Portiere, il quale respinge (2) la 1
palla a 2 pugni frontale cercando di avvicinarsi al paletto colorato
chiamato dal Mister.
 Varianti:
- Tiri alla figura.
- Variare le distanze e con postazioni laterali.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: lancio da 5m.
 Descrizione: respinte con copertura porta
Calcio alto (1) del Mister verso il Portiere, il quale respinge (2) la
palla a 2 pugni frontale cercando di avvicinarsi al Compagno Leo 2

chiamato dal Mister. 1


 Varianti:
- Lanci con i compagni.
- Variare le distanze e con postazioni laterali.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

64
- Deviazione a 1 mano -
Capacità di modificare la traiettoria della palla a una mano.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: palle a 3m.
 Descrizione: deviazioni basse su palla ferma
Mister chiama il colore del cinesino, il Portiere in ginocchio si
distende per la deviazione bassa con la mano omologa (mano sx) rosso
sulla palla ferma accanto al cinesino.
 Varianti:
- In genuflessione e da seduto.
- Utilizzare i paletti per l’anticipo sulla palla.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: lancio da 5m. con cinesini di 3m. rosso
 Descrizione: deviazioni alte con rotolamenti
Portiere da una posizione prona (sul ventre) esegue un rotolamento 1
3 2
verso il cinesino chiamato e da terra effettua la deviazione alta con
la mano opposta (mano dx) sulla palla lanciata dal Mister.
 Varianti:
- Da posizione inginocchiata si lascia cadere sul ventre.
- Da posizione supina (sulla schiena).
- Lanci con un compagno.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

65
- Deviazione a 1 mano -
Capacità di modificare la traiettoria della palla a una mano.
(il gruppo si alterna nella porticina [copertura dello spazio], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: lancio da 10m. con 2 paletti di 4m.
 Descrizione: deviazioni in ginocchio
Lancio (1) del Mister verso il Portiere, il quale da inginocchiato 2
1

devia la palla. Alternando la deviazione bassa e alta.


 Varianti:
- Lanci con i compagni.
- Variare la distanza dalla porticina.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: lanci da 5m. con 2 paletti di 4m.
 Descrizione: doppia deviazione
Lancio alto (1) del Mister verso il Portiere, il quale devia (2) la
palla con la mano opposta, rotola dietro (3) si rialza (4) per il 4
1
3
lancio basso (5) del Compagno per la deviazione bassa (6). 5

 Varianti: 6 2

- Lanci da postazioni laterali.


- Variare la distanza dalla porticina.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

66
- Deviazione a 1 mano -
Capacità di modificare la traiettoria della palla a una mano.
(il gruppo si alterna nella porta [copertura], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: lancio da 8m. rosso
 Descrizione: deviazioni alte con copertura porta
Lancio alto (1) del Mister verso il Portiere, il quale devia (2) la 1
2
palla con la mano opposta cercando di avvicinarsi al cinesino
chiamato dal Mister.
 Varianti:
- Chiamare il colore con il portiere di spalle.
- Variare le distanze e con postazioni laterali.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: calcio da 10m. Mario
 Descrizione: deviazioni basse con copertura porta
Calcio basso (1) del Mister verso il Portiere, il quale devia (2) la 2
palla con la mano omologa cercando di avvicinarsi al Compagno
chiamato dal Mister. 1
 Varianti:
- Chiamare il compagno con il portiere di spalle.
- Variare le distanze e con postazioni laterali.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

67
- Lancio basso con le mani -
Capacità di indirizzare la palla con le mani sul terreno.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 4 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: lanci da 15m. con 2 cinesini da 2m.
 Descrizione: lancio radente
Portiere effettua un lancio radente tra la coppia di cinesini verso il
Compagno posto difronte, il quale lancia anch’egli nella stessa
modalità. Eseguire un numero vario di scambi.
 Varianti:
- Usare più cinesini, creando un corridoio.
- Lanci alternando i compagni.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: lanci da 15m. con 3 cinesini da 2 m.
 Descrizione: lancio radente con spostamento
Portiere effettua un lancio radente (1) in uno spazio dei cinesini
verso il Compagno posto difronte, il quale si sposta (2) per la 1
raccolta della palla. Eseguire 4 lanci in rapida successione per poi
dare il turno ad un altro Compagno.
 Varianti:
- Usare più cinesini. 2
- Lanci alternando il compagno.
Curare solamente l’aspetto tecnico

68
- Lancio basso con le mani dalla porticina -
Capacità di indirizzare la palla con le mani sul terreno.
(il gruppo si alterna nella porticina [copertura dello spazio], in 2 serie con 4 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: 10m. con 2 paletti a 4m.
 Descrizione: lancio radente e parata
Portiere effettua un lancio radente (1) verso il Compagno posto
difronte, il quale dopo il controllo di piede tira (2) nella porticina, 1
per la parata bassa (3). Eseguire sul lato opposto della porticina con
un altro Compagno, il quale però lancia per la parata alta del 2 3

Portiere.
 Variante:
- Compagni si alternano a calciare e lanciare.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

- Lancio basso con le mani in porta -


Capacità di indirizzare la palla con le mani sul terreno.
(il gruppo si alterna nella porta [copertura], in 2 serie con 4 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: lancio da 10m.
 Descrizione: lancio radente e parata in porta
Portiere effettua un lancio radente (1) verso il Mister posto difronte, 3

il quale dopo il controllo di piede tira (2) nella porta, per la parata 1

bassa (3). 2
 Variante:
- Compagni si alternano a calciare.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

69
- Lancio alto con le mani -
Capacità di indirizzare la palla con le mani in aria.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 4 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: lanci da 10m. con 2 paletti da 4m.
 Descrizione: lancio alto
Portiere effettua un lancio alto tra 2 paletti e un nastro verso il
Compagno posto difronte, il quale lancia nella stessa modalità.
Eseguire vari numeri di scambi.
 Varianti:
- Creare un quadrato con 4 paletti e 4 nastri.
- Lanci alternando il compagno.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: lancio da 15m. con spazio di 5 x 5m.
 Descrizione: lancio alto con attacco palla
Portiere effettua un lancio alto (1) in uno spazio di cinesini verso il 1
Compagno posto difronte, il quale si sposta (2) per la raccolta della
palla. Eseguire 5 lanci in rapida successione per poi dare il turno ad
un altro Compagno.
 Variante:
- Lanci in rapida successione alternando il compagno. 2
Curare solamente l’aspetto tecnico

70
- Lancio alto con le mani dalla porticina -
Capacità di indirizzare la palla con le mani in aria.
(il gruppo si alterna nella porticina [copertura dello spazio], ad eseguire in 2 serie con 4 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: lanci da 15m. con 2 paletti da 4m.
 Descrizione: lancio alto e parata
Portiere effettua un lancio alto (1) verso il Compagno posto difronte, 1
il quale dopo la presa lancia (2) nella porticina, per la parata alta (3). 2
Eseguire sul lato opposto della porticina con un altro Compagno, il 3
quale però calcia radente per la parata bassa.
 Variante:
- Compagni si alternano a lanciare e calciare.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

- Lancio alto con le mani in porta -


Capacità di indirizzare la palla con le mani in aria.
(il gruppo si alterna nella porta [copertura], ad eseguire in 2 serie con 4 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: lancio e tiro da 15m.
 Descrizione: lancio alto e parata in porta
Portiere effettua un lancio alto (1) verso il Mister posto difronte, il
quale dopo la presa con palla in mano tira (2) nella porta, per la 1
parata bassa (3).
 Varianti: 2
3

- Compagni si alternano a calciare.


- Postazioni laterali.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

71
- Controllo e gestione della palla -
Capacità di addomesticare la palla con i piedi in aria e di modificare la traiettoria e la direzione.
(il gruppo esegue in contemporanea 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: da verificare
 Descrizione: controllo e passaggio
Portiere effettua un lancio alto (1) per il controllo (2) della palla del 1
4
Compagno, il quale passa (3) a un altro Compagno, la raccoglie e la 5

lancia alta (4) al Compagno, il quale controlla (5) e passa (6) la 6

palla, ricominciando la rotazione.


 Varianti: 2 3
- Provando ad alternare i 2 piedi.
- Rotazione dell’esecuzione all’inverso.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: spazi da 8 x 8m. distanti 8m.
 Descrizione: controllo in uno spazio e passaggio 4

Portiere effettua un lancio alto (1) per il controllo (2) della palla 1
5
nello spazio del Compagno, il quale passa (3) a un altro Compagno,
la raccoglie e la lancia alta (4) al Compagno, il quale controlla (5) 6
3
nello spazio e passa (6) la palla, ricominciando la rotazione.
 Varianti:
2
- Provando ad alternare i 2 piedi.
- Scambio della palla libero nel gruppo.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

72
- Controllo e gestione della palla -
Capacità di addomesticare la palla con i piedi in aria e di modificare la traiettoria e la direzione.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: lancio da 5m. con 2 paletti a 4m. e calcio da 8m.
 Descrizione: controllo e nella porticina
1
Mister lancia (1) una palla alta, Portiere effettua il controllo (2) e la
passa (3) al Compagno posto su un lato, per il tiro (4) e la parata 2
bassa (5). 3
 Varianti: 5

- Provando ad alternare i 2 piedi.


4
- Variare la distanza.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: lancio da5m. con 2 paletti a 4m. e calcio da 8m.
 Descrizione: controlli e parata nella porticina
Portiere effettua il controllo (1) della palla alta lanciata dal
1 4
Compagno difronte, P dopo il controllo si gira (2) con la palla dietro 5

per il passaggio (3) a un altro Compagno, il quale calcia (4) per la 2


3
parata (5).
 Varianti:
- Con postazioni laterali.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

73
- Controllo e gestione della palla -
Capacità di addomesticare la palla con i piedi in aria e di modificare la traiettoria e la direzione.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: lancio da 10m.
 Descrizione: controllo in porta con parata
Mister lancia (1) una palla alta, Portiere effettua il controllo (2) e la
passa (3) al Mister, per il tiro (5) sull’altro lato, P recupera (4) il 1
6

centro porta per la parata bassa (6). 5


 Varianti: 4
2
- Alternare i lati. 3

- Variare la distanza.
- Da postazioni laterali.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: lancio da 5m. e tiri da 10m.
 Descrizione: controllo in porta e parata
Mister lancia (1) una palla alta, Portiere effettua il controllo (2) e la 5 2 destra

passa (3) al Compagno posto su un lato chiamato da M, per il tiro 1


(4) e la parata bassa (5). 3
4
 Varianti:
- Variare la distanza.
- Da postazioni laterali.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

74
- Ricezione e passaggio -
Capacità di arrestare e trasmettere la palla con i piedi.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 4 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: passaggi da 10m. con 2 cinesini a 2m.
 Descrizione: ricezione e passaggio in spazio libero
Il gruppo a coppie effettuano dei passaggi e la ricezione col piede
dopo il passaggio tra 2 cinesini.
 Varianti:
- Provare ad alternare i 2 piedi.
- Variare la distanza.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: passaggi da 10m. con 4 cinesini a 2m.
 Descrizione: ricezione e passaggio in spazio delimitato
Il gruppo a coppie effettuano dei passaggi (1), la ricezione di piede
dopo tra 2 dei 4 cinesini, controllo (2) per il passaggio (3) al 1
Compagno.
2
 Varianti: 3
- Provare ad alternare i 2 piedi.
- Variare la distanza.
- Variare gli spazi dei cinesini.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

75
- Ricezione e passaggio nella porticina -
Capacità di arrestare e trasmettere la palla con i piedi.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 4 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: calci da 10m. con 2 paletti a 4m.
 Descrizione: ricezione e passaggio in sequenza
Portiere effettua dei passaggi e la ricezione di piede (1) in un
numero imprecisato, poi il Mister calcia (2) alzando la palla per la 2

presa.
 Varianti: 1

- Provare ad alternare i 2 piedi.


- Variare la distanza.
- Postazioni laterali.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: calci da 8m. con 2 paletti a 4m.
 Descrizione: ricezione e passaggio su due fronti
Portiere effettua dei passaggi e la ricezione di piede (1) in un
numero imprecisato, poi il Compagno calcia (2) calcia radente per 1
la presa in raccolta. Ripetere sul lato opposto con un altro 2
Compagno.
 Varianti:
- Provare ad alternare i 2 piedi.
- Variare la distanza.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

76
- Ricezione e passaggio in porta -
Capacità di arrestare e trasmettere la palla con i piedi.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 4 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: calci da 10m.
 Descrizione: ricezione e passaggio in porta
Portiere riceve e passa sempre di piede (1), al Mister che calcia (2)
basso per la presa in tuffo (3).
1
 Varianti:
- Provare ad alternare i 2 piedi. 2 3
- Variare la distanza.
- Postazioni laterali.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: calci da10m.
 Descrizione: ricezioni e passaggi in sequenza con porta 3
Portiere effettua dei passaggi e la ricezione di piede (1) in un
numero imprecisato, poi il Mister calcia (2) basso per la parata (3). 1
 Varianti:
- Provare ad alternare i 2 piedi. 2
- Variare la distanza.
- Postazioni laterali.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

77
- Calcio con palla ferma -
Capacità di colpire la palla ferma a terra con i piedi.
(il gruppo in contemporanea 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: calci da 10 - 15m. (da verificare)
 Descrizione: calcio libero
Il gruppo esegue dei calci a parabola alta con palla ferma a terra col
piede forte al compagno posto difronte.
 Varianti:
- Provare ad alternare i 2 piedi.
- Calciare in successione 4 palloni.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: calci da10/15m. con spazi da 6 x 6m. 1
Descrizione: calcio preciso
Il gruppo si alterna (1) (2) ad eseguire dei calci a parabola alta con
2
palla ferma a terra col piede forte al compagno posto difronte nello
spazio delimitato.
 Varianti:
- Provare ad alternare i 2 piedi.
- Calciare in successione 4 palloni.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

- Calcio con palla ferma dalla porticina -


Capacità di colpire la palla ferma a terra con i piedi.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: calcio a 15m. con 2 paletti a 4m. e tiro da 8m.
 Descrizione: calcio libero e presa
1
Portiere calcia (1) una parabola alta con palla ferma a terra col
piede forte, si gira (2) ed effettua una presa alla figura sul tiro 3 5
radente (3) del Compagno, e poi con la rincorsa (4) esegue un altro 2
calcio con palla (5) posta ferma dietro la porticina. 4
 Varianti:
- Provare ad alternare i 2 piedi.
- Compagno lancia la palla per una presa alta.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

78
- Calcio con palla ferma dalla porta -
Capacità di colpire la palla ferma a terra con i piedi.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: calcio a 15m. e tiro da 10m.
 Descrizione: calcio e parata
Portiere calcia (1) una parabola alta con palla ferma a terra col 1
piede forte verso il Compagno, poi effettua una parata (3) sul tiro
radente (2) del Compagno.
 Varianti: 2
3
- Provare ad alternare i 2 piedi.
- Calciare in successione 3 palloni e parata.
- Parata, calcio e parata.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: calcio a 15m. con spazi da 6 x 6m. e tiro da 10m.
 Descrizione: calcio preciso e parata
Portiere calcia (1) una parabola alta con palla ferma a terra col 4 2
piede forte verso uno spazio delimitato chiamato, poi recupera (2) il
centro della porta ed effettua una parata (4) sul tiro radente (3) del BLU 1
Mister. 3

 Varianti:
- Provare ad alternare i 2 piedi.
- Calciare in successione 3 palloni e parata.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

79
- Calcio al volo -
Capacità di colpire la palla in aria con i piedi.
(il gruppo in contemporanea 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: calcio da 15/20m. (da verificare)
 Descrizione: calcio libero
Il gruppo si alterna ad eseguire dei calci a parabola alta con palla al
volo col piede forte al compagno posto difronte.
 Varianti:
- Provare ad alternare i 2 piedi.
- Calciare in successione 4 palloni.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: calci da 15/20m. con spazi da 8 x 8m. (da
verificare) 1

 Descrizione: calcio preciso


Il gruppo si alterna (1) (2) ad eseguire dei calci a parabola alta con 2

palla al volo col piede forte al compagno posto difronte nello spazio
delimitato.
 Varianti:
- Provare ad alternare i 2 piedi.
- Calciare in successione 4 palloni.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

- Calcio con palla al volo dalla porticina -


Capacità di colpire la palla in aria con i piedi.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: calcio a 20m. con 2 paletti a 4m. e tiro da 8m.
 Descrizione: calcio libero e presa
1
Portiere calcia (1) una parabola alta con palla al volo col
piede forte, si gira (2) ed effettua una presa alla figura sul tiro 3
radente (3) del Compagno. 2
 Varianti:
- Provare ad alternare i 2 piedi.
- Calciare in successione 2 palloni.
- Compagno lancia la palla per una presa alta.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

80
- Calcio con palla al volo dalla porta -
Capacità di colpire la palla in aria con i piedi.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: calcio a 20m. e tiro da 10m.
 Descrizione: calcio e parata
Portiere calcia (1) una parabola alta con palla al volo col piede forte 1
verso il Compagno, poi effettua una parata (3) sul tiro radente (2)
del Compagno.
 Varianti: 2
3

- Provare ad alternare i 2 piedi.


- Calciare in successione 3 palloni.
- Parata, calcio e parata.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: calcio a 20m. con spazi da 8 x 8m. e tiro da 10m.
 Descrizione: calcio preciso e parata
Portiere calcia (1) una parabola alta con palla al volo col piede 3 1
forte verso uno spazio delimitato, poi effettua una parata (3) sul tiro
radente (2) del Mister.
 Varianti: 2
- Provare ad alternare i 2 piedi.
- Calciare in successione 3 palloni e parata.
- Parata, calcio e parata.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

81
- Tuffo -
Capacità di sbilanciare il busto e attenuare la caduta al contatto sul terreno.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: calcio da 8m. con 2 cinesini da 4m.
 Descrizione: tuffi con leggero controtempo 1

Mister comanda il cinesino per il breve movimento (1) del Portiere, 3


tocco con la mano omologa del cinesino chiamato, nel frattempo il
Mister calcia una palla nel mezzo dei 2 cinesini per il tuffo in rosso

controtempo. 2

 Variante:
- Tocco con piede omologo e palle lanciate a mezzaltezza.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: calcio da 12m. con 4 cinesini da 4m. rosso...

 Descrizione: doppio tuffo in doppia postazione


vieni
verde
2
Mister comanda e calcia (1) verso il cinesino per il tuffo basso (2)
del Portiere, il quale poi si rialza per andare (3) a coprire la seconda 3

postazione, il Mister comanda e calcia (4) verso il cinesino per il 5


tuffo basso (5). 1
 Variante: 4

- Lanci a mezzaltezza del Mister per il tuffo alto.


Curare solamente l’aspetto tecnico.

82
- Tuffo nella porticina -
Capacità di sbilanciare il busto e attenuare la caduta al contatto sul terreno.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: calcio da 8m. con 2 paletti a 4m.
 Descrizione: acrobatica e tuffo
Portiere effettua un rotolamento (1) con le braccia basse verso il
paletto e torna verso il centro porta sempre con un rotolamento e
tuffo basso sul tiro basso (2) del Mister. 2
1
 Varianti:
- Rotolamenti con braccia alte.
- Lanci a mezzaltezza per tuffi alti.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercizio 2 Claudio
 Distanza: lancio da 5m. con 2 paletti a 4m. e calcio da 8m.
 Descrizione: doppio tuffo nella porticina
Mister chiama il Compagno di lanciare a mezzaltezza (1) per il 5
4
tuffo alto (2) del Portiere, il quale si rialza e si gira (3) pe il tuffo 3
basso (4) sul tiro basso (5) del Mister. 2
1
 Variante:
- Invertire l’ordine dei tuffi.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

83
- Tuffo in porta -
Capacità di sbilanciare il busto e attenuare la caduta al contatto sul terreno.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: calci da 10m.
 Descrizione: doppio tuffo in porta da postazione laterale
Mister calcia (1) per il tuffo basso (2) a destra sul primo palo del 2
4
Portiere, il quale si rialza riposizionandosi, poi il Mister calcia (3)
1
ancora per un altro tuffo basso (4) a sinistra sul secondo palo di P.
3
 Variante:
- Lanci a mezzaltezza del Mister per il tuffo alto.
- Alternare tuffi alti e bassi.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: lanci da 6m.
 Descrizione: doppio tuffo in porta da postazione centrale
Mister lancia (1) per il tuffo alto (2) a sinistra sul secondo palo 4
2
del Portiere, il quale si rialza riposizionandosi, poi il Compagno
lancia (3) ancora per un altro tuffo alto (4) a destra sul secondo palo 1 3
di P.
 Variante:
- Calci a mezzaltezza del Mister per il tuffo alto.
- Alternare tuffi alti e bassi.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

84
- Attacco palla -
Capacità di movimento verso la palla per la raccolta in piedi.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: inizio da 5m., cinesini sparsi a 2m., calcio a 10m. rosso

 Descrizione: raccolte in presa sul cinesino


Mister calcia (1) verso il cinesino per un breve sprint (2) e la
raccolta della palla radente (3) del Portiere in anticipo, il quale 2
prima di raccogliere deve chiamare il colore sul quale va in presa. 3
1
 Varianti:
- Lancio battente.
- Variare il numero dei cinesini.
Curare l’aspetto tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: inizio da 5m., paletti sparsi a 3m., calcio da 10m. rosso
 Descrizione: raccolte con presa in anticipo
Mister calcia (1) verso il paletto per un breve sprint (2) e la raccolta
della palla radente (3) del Portiere in anticipo, il quale prima di
2
raccogliere deve chiamare il colore sul quale va in presa.
 Varianti: 3
1

- Lancio battente.
- Variare il numero dei paletti.
- Calcio del compagno.
Curare l’aspetto tecnico.

85
- Attacco palla dalla porticina -
Capacità di movimento verso la palla per la raccolta in piedi.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: calcio da 15m. con 2 paletti di 4m. mia

 Descrizione: attacco palla in raccolta 3


2
Mister calcia radente (1) da postazione centrale per un breve sprint
(2) e la raccolta della palla radente (3) del Portiere, il quale prima di 1

raccogliere deve chiamare la palla sul quale va in presa.


 Varianti:
- Lancio battente.
- Postazioni laterali.
Curare l’aspetto tecnico e tattico.

 Esercizio 2
 Distanza: calcio da 10m. e 15m. con 2 paletti di 4m.
mia
 Descrizione: doppio attacco palla in raccolta
Mister calcia radente (1) da postazione laterale per uno sprint (2) e
la raccolta (3) del Portiere, il quale prima deve chiamare la palla, poi 6 5
2 3
si orienta (4) verso il Compagno per un altro sprint (5) e la raccolta 4
della palla (6), chiamare sempre la palla.
 Varianti: mia
1
- Postazione lato opposto.
- Lancio battente.
Curare l’aspetto tecnico e tattico.

86
- Attacco palla in porta -
Capacità di movimento verso la palla per la raccolta in piedi.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: calcio da 15m. con cinesini sparsi a 3m.
 Descrizione: attacco palla in raccolta sul cinesino in porta 2
Mister calcia (1) da postazione centrale verso il cinesino per uno
mia
sprint (2) e la raccolta della palla (3) del Portiere in anticipo sul 3
cinesino, il quale prima di lasciare la porta deve chiamare la palla.
 Varianti: 1
- Postazioni laterali.
- Lancio battente.
- Variare il numero dei cinesini.
Curare l’aspetto tecnico e tattico.

 Esercitazione 2
 Distanza: calcio da 15m. con paletti sparsi a 4m. mia

 Descrizione: attacco palla sul paletto in porta


2
Mister calcia (1) da postazione centrale verso il paletto per un 3
breve sprint (2) e la raccolta (3) del Portiere in anticipo sul paletto,
il quale prima di lasciare la porta deve chiamare la palla.
 Varianti:
- Postazioni laterali.
- Lancio battente.
- Usare delle sagome.
Curare l’aspetto tecnico e tattico.

87
- Palla alta -
Capacità di movimento verso la palla in aria con stacco.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: inizio da 5m., cinesini sparsi a 2m., lancio a10m. rosso

 Descrizione: uscite in presa sul cinesino


Mister lancia (1) verso il cinesino per un breve sprint (2) e stacco
sulla palla alta (3) del Portiere in anticipo, il quale prima di uscire 1
3
deve chiamare il colore sul quale va in presa.
 Varianti: 2

- Postazioni laterali.
- Variare il numero dei cinesini.
Curare l’aspetto tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: inizio da 5m., paletti sparsi a 3m., lancio da 10m.
 Descrizione: uscite con presa o respinta in anticipo rosso
Mister lancia (1) verso il paletto per un breve sprint (2) per il stacco
sulla palla alta (3) del Portiere in anticipo, il quale prima di uscire
deve chiamare il colore sul quale va in presa. 1
3
 Varianti:
2
- Postazioni laterali.
- Variare il numero dei paletti.
- Usare delle sagome.
Curare l’aspetto tecnico.

88
- Palla alta dalla porticina -
Capacità di movimento verso la palla in aria con stacco.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: lancio da 15m. con 2 paletti da 4m. mia
 Descrizione: attacco palla con stacco
Mister lancia alta (1) da postazione laterale per un breve sprint (2) e
lo stacco (3) del Portiere, il quale prima dell’uscita deve chiamare la 3
palla.
 Varianti: 2
1
- Postazione lato opposto.
- Lancio del compagno.
Curare l’aspetto tecnico e tattico.

 Esercizio 2
 Distanza: lancio da 10m. e 2 paletti a 4m. e lancio da 10m. mia mia
 Descrizione: doppio attacco palla con stacco
Mister lancia alto (1) da postazione laterale per uno sprint (2) e lo
stacco (3) del Portiere, il quale prima deve chiamare la palla, si 7
2
3
orienta (4) verso il Compagno per un altro sprint (6) e stacco (7), sul 6
4
lancio (5), chiamare sempre la palla.
 Varianti: 5 1
- Postazione lato opposto.
- Postazione centrale e laterale.
Curare l’aspetto tecnico e tattico.

89
- Palla alta in porta -
Capacità di movimento verso la palla in aria con stacco.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: lancio da 8m. con cinesini sparsi a 3m. mia

 Descrizione: palla alta sul cinesino in porta


Mister lancia (1) da postazione centrale verso il cinesino per uno 2
sprint (2) e lo stacco (3) del Portiere in anticipo sul cinesino, il quale
prima di lasciare la porta deve chiamare la palla. 3

 Varianti:
- Postazioni laterali. 1
- Variare il numero dei cinesini.
- Lancio del compagno.
Curare l’aspetto tecnico e tattico.

 Esercitazione 2
 Distanza: lancio da 15m. con paletti sparsi a 4m. mia

 Descrizione: palla alta con stacco sul paletto in porta


Mister lancia (1) da postazione centrale verso il paletto per un 3 2
breve sprint (2) e lo stacco (3) in presa o respinta del Portiere in
anticipo sul paletto, il quale prima di lasciare la porta deve chiamare
la palla.
 Varianti:
- Postazioni laterali.
- Usare le sagome.
Curare l’aspetto tecnico e tattico.

90
- Uscita bassa -
Capacità di movimento verso la palla a terra in tuffo.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: inizio da 5m., cinesini sparsi a 2m., calcio da10m. rosso

 Descrizione: uscite in presa sul cinesino


Mister calcia (1) verso il cinesino per un breve sprint (2) e tuffo
sulla palla radente (3) del Portiere in anticipo, il quale prima di 2
uscire deve chiamare il colore sul quale va in presa. 1
3
 Varianti:
- Lancio battente.
- Variare il numero dei cinesini.
Curare l’aspetto tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: inizio da 5m., paletti sparsi a 3m., lancio da 10m. rosso
 Descrizione: uscite con presa in anticipo
Mister lancia (1) verso il paletto per un breve sprint (2) per il tuffo
sulla palla battente (3) del Portiere in anticipo, il quale prima di
uscire deve chiamare il colore sul quale va in presa. 2
3
 Varianti: 1

- Calcio radente.
- Variare il numero dei paletti.
- Usare delle sagome.
Curare l’aspetto tecnico.

91
- Uscita bassa dalla porticina -
Capacità di movimento verso la palla a terra in tuffo.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: calcio da 15m. con 2 paletti da 4m. mia

 Descrizione: attacco palla in tuffo


Mister calcia radente (1) da postazione laterale per un breve sprint 1
3
(2) e il tuffo basso (3) del Portiere, il quale prima dell’uscita deve 2
chiamare la palla.
 Varianti:
- Postazione lato opposto.
- Lancio battente.
- Lancio del compagno.
Curare l’aspetto tecnico e tattico.

 Esercizio 2
 Distanza: calcio da 10m. e 2 paletti a 4m. e calcio da 15m. mia mia
 Descrizione: doppio attacco palla in tuffo
Mister calcia radente (1) da postazione laterale per uno sprint (2) e il
tuffo basso (3) del Portiere, il quale prima deve chiamare la palla, si
orienta (4) verso il Compagno per un altro sprint (6) e tuffo (7), sul 7 6 4
2
3

calcio (5), chiamare sempre la palla.


 Varianti: 5
1
- Postazione lato opposto.
- Lancio battente.
Curare l’aspetto tecnico e tattico.

92
- Uscita bassa in porta -
Capacità di movimento verso la palla a terra in tuffo.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: calcio da 15m. con cinesini sparsi a 3m.
 Descrizione: uscita bassa sul cinesino in porta 2
Mister calcia (1) da postazione centrale verso il cinesino per uno
sprint (2) e il tuffo basso (3) del Portiere in anticipo sul cinesino, il 3
mia

quale prima di lasciare la porta deve chiamare la palla.


 Varianti: 1
- Postazioni laterali.
- Variare il numero dei cinesini.
- Lancio del compagno.
Curare l’aspetto tecnico e tattico.

 Esercitazione 2
 Distanza: calcio da 15m. con paletti sparsi a 4m.
 Descrizione: uscita bassa in tuffo sul paletto in porta mia

Mister calcia (1) da postazione centrale verso il paletto per un 3 2


breve sprint (2) e un tuffo basso (3) del Portiere in anticipo sul
paletto, il quale prima di lasciare la porta deve chiamare la palla.
 Varianti:
- Postazioni laterali.
- Lancio battente.
- Usare delle sagome.
Curare l’aspetto tecnico e tattico.

93
- Piazzamento nella porticina -
Capacità di copertura dello spazio in porta.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: tiro da 10m., con 2 paletti a 4m. e tiro da 10m.
 Descrizione: coperture su primo palo 3
4 2
Mister posto lateralmente chiama il Portiere a recuperare (1) la
5
posizione con postura (2) corretta sul cinesino, poi calcia radente
1
(3) sul primo palo per la parata (4), poi recupera la posizione (5)
nella seconda porticina con il comando del Mister per la parata sul rosso ...
calcio radente del Compagno sempre sul primo palo. giallo

 Varianti:
- Postazione lato opposto.
- Calcio mezzaltezza.
Curare l’aspetto tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: tiro da 10m., con 2 paletti a 4m. e tiro da 10m.
 Descrizione: coperture su secondo palo
Mister posto lateralmente chiama il Portiere a recuperare (1) la 2 3
posizione con postura (2) corretta sul cinesino, poi calcia radente 4
1
(3) sul secondo palo per la parata (4), poi recupera la posizione (5) 5
nella seconda porticina con il comando del Mister per la parata sul rosso ...
calcio radente del Compagno sempre sul secondo palo. giallo

 Varianti:
- Postazione lato opposto.
- Calcio mezzaltezza.
Curare l’aspetto tecnico.

94
- Piazzamento in porta -
Capacità di copertura dello specchio in porta.
(il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: tiri da 10/12m.
 Descrizione: copertura primo palo in porta 1 2
4
Mister chiama il cinesino dove il Portiere recupera (1) la posizione
con la postura (2) corretta sul cinesino, poi il Compagno calcia 3
radente (3) sul primo palo per la parata (4). blu

 Varianti:
- Calcio mezzaltezza.
- Postazioni laterali più larghe.
Curare l’aspetto tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: tiri da 10/12m.
 Descrizione: copertura secondo palo in porta 1
2
Mister chiama il cinesino dove il Portiere recupera (1) la posizione 4
con la postura (2) corretta sul cinesino, poi il Compagno calcia
rosso
radente (3) sul secondo palo per la parata bassa (4). 3
 Varianti:
- Calcio mezzaltezza.
- Postazioni laterali più larghe.
Curare l’aspetto tecnico.

 Esercitazione 3
 Distanza: tiri da 10/12m.
 Descrizione: copertura porta con i cinesini 1
Mister chiama il colore del cinesino dove il Portiere recupera (1) la 2
4
giallo

posizione con postura (2) corretta sul cinesino, poi i Compagni o il


Mister in corrispondenza del cinesino chiamato tira (3) nello 3
specchio della porta per la parata (4).
 Variante:
- Variare le distanze.
Curare l’aspetto tecnico.

 Esercitazione 4
 Distanza: tiri da 10/12m.
 Descrizione: copertura porta con i paletti 1 2
4
Mister chiama il paletto dove il Portiere recupera (1) la posizione
e postura (2) corretta davanti al paletto, poi il Compagno rosso
3
corrispondente calcia un tiro libero (3) per la parata (4).
 Variante:
- Usare le sagome.
Curare l’aspetto tecnico.

95
ESERCIZIARIO COORDINATIVO FORMATIVO
Per un totale di 27 esercitazioni

96
- Apprendimento motorio con la palla -
Capacità di riconoscere e di imparare i movimenti e gli spostamenti in aria e a terra.
(il gruppo si alterna nella porticina [copertura dello spazio], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: lanci da 5m. con 2 paletti da 4m. Via 1, 2, 3, ....
 Descrizione: prese e capovolta
Mister scambia (1) la palla con le mani alla figura con il Portiere 1

un numero imprecisato di palle, P deve contare ogni scambio.


Dopo M chiama il via, P esegue (2) una capovolta frontale. 2

 Varianti:
- Palla lanciata a varie altezze da radente ad alta.
- Scambi della palla con un compagno.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: lanci da 5m. con 2 paletti da 4m. 1, 2, 3, ....

 Descrizione: respinte e rotolamento


Mister lancia (1) la palla alla figura con il Portiere un numero Via
2
imprecisato di palle in respinta, P deve contare ogni scambio. 1
Dopo M chiama il via, P esegue (2) un rotolamento laterale.
 Varianti:
- Palla lanciata a varie altezze da radente ad alta.
- Scambi della palla con un compagno.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

 Esercizio 3
 Distanza: inizio da 5m. con 2 paletti da 4m. e calcio da 5m. Via 1, 2, 3, ....
 Descrizione: capovolta, sprint e podalica
Mister chiama il via, Portiere esegue una capovolta all’indietro (1),
poi si rialza ed effettua uno sprint (2) fino alla linea di porta, poi
con M scambia (3) di piede, P deve contare i tocchi. 3 2
1

 Varianti:
- Palla lanciata alta per il controllo e lo scambio.
- Scambi della palla con un compagno.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

97
- Apprendimento motorio con la palla in porta -
Capacità di riconoscere e di imparare i movimenti e gli spostamenti in aria e a terra.
(il gruppo si alterna nella porta [copertura], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: calcio da 15m.
 Descrizione: capovolta, sprint, presa e capovolta
5 3
Al via del Mister, Portiere esegue una capovolta frontale (1), dopo 2 1

essersi rialzato effettua un breve sprint (2) sino al centro della porta
per la presa (3) alla figura sul tiro (4) di M, poi esce dallo specchio via

della porta con un’altra capovolta (5). 4


 Varianti:
- Palla calciata a varie altezze da radente ad alta.
- Tiro di un compagno.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: calcio da 15m.
 Descrizione: sprint, rotolamenti, respinta 4
2
Al via del Mister, Portiere esegue uno sprint (1) verso il palo,
subito effettua due rotolamenti (2) sino al centro della porta per la via
1

respinta (4) sul tiro al volo (3) alla figura di M. 3

 Varianti:
- Palla calciata a varie altezze da mezzaltezza ad alta.
- Tiro di un compagno.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

 Esercitazione 3
 Distanza: lancio da 10m.
 Descrizione: respinta, giravolta, presa e giravolta 2/4
Portiere esegue una respinta (1) sul lancio del Mister, subito
effettua una giravolta (2), immediatamente una presa (3) sempre 1/3

sul lancio di M, quindi P effettua un’altra giravolta sul lato opposto.


 Varianti:
- Palla lanciata a varie altezze da radente ad alta.
- Lancio di un compagno.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

98
- Equilibrio con la palla -
Capacità di mantenere e di recuperare il corpo in posizione corretta.
(il gruppo si alterna nella porticina [copertura dello spazio], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: lanci da 5m. con 2 paletti da 4m. 1, 2, 3, ....
 Descrizione: prese su un arto
Mister scambia (1) la palla con le mani alla figura con il Portiere
2
in appoggio su una gamba, un numero imprecisato di palle, P deve cambia
1
contare ogni scambio. Dopo M chiama il cambio, P cambia con un
saltello (2) su un’altra gamba.
 Varianti:
- Palla lanciata a varie altezze, mezzaltezza, battente ad alta.
- Scambi della palla con un compagno.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: lanci da 5m. con 2 paletti da 4m. 1, 2, 3, ....
 Descrizione: respinte su meduse 2
Mister lancia (1) la palla alla figura con il Portiere in appoggio con sinistra

entrambi gli arti su due meduse, un numero imprecisato di palle in 1

respinta, P deve contare ogni scambio. Dopo M chiama il lato, P


alza il piede (2) chiamato, per appoggiarlo dopo uno scambio.
 Varianti:
- Palla lanciata a varie altezze, mezzaltezza, battente ad alta.
- Scambi della palla con un compagno.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

 Esercizio 3
 Distanza: inizio da 5m., 2 paletti da 4m. e calcio da 10m. Via 1, 2, 3, ....
 Descrizione: capovolta, sprint e podalica
Mister lancia (1) la palla alla figura con il Portiere in appoggio con
entrambi gli arti su due meduse, un numero imprecisato di palle in 1
3

respinta, P deve contare ogni scambio. Dopo M chiama il via, P 2 4


recupera (2) dietro dove il Compagno calcia (3) per la parata (4).
 Varianti:
- Cambio del lato di tiro.
- Scambi della palla con un compagno.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

99
- Equilibrio in porta -
Capacità di mantenere e di recuperare il corpo in posizione corretta.
(il gruppo si alterna nella porticina [copertura dello spazio], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: lancio da 10m. e calcio da 12m. sinistra

 Descrizione: scambi su un arto, spostamento e podalica


Mister con il Portiere si scambiano la palla (1) su una gamba, poi M
chiama il lato da spostarsi lateralmente (2), il Compagno calcia (3) 1

la palla radente alla figura, P sempre di piede ridà la palla (4).


2
 Varianti:
4
- Palla lanciata a varie altezze da radente ad alta. 3
- Qualche scambio di piede in più.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: lancio da 8m.
 Descrizione: respinte e lancio
Mister con il Portiere in appoggio stabile su 2 meduse si scambiano 2 1 , 2, 3, ... destra

la palla (1) con la respinta di P, poi M chiama il lato dove P lancia


(2) la palla al Compagno. 1
 Varianti:
- Postazioni laterali.
- Aggiungo il tiro del compagno che riceve il lancio.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

 Esercitazione 3
 Distanza: lancio da 8m. e calcio da 10m.
 Descrizione: prese con saltelli e parata
Mister con il Portiere, il quale saltellando sul trampolino si 2 1 , 2, 3, ... destra
scambiano la palla (1) in presa, poi M contando gli scambi chiama 4
il lato dove uscire con un salto (2), il Compagno calcia (3) in porta 1

per la parata (4).


 Varianti:
3
- Palla lanciata a varie altezze battente, mezzaltezza e alta.
- Lanci con un compagno.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

100
- Rapidità con la palla -
Capacità di eseguire brevi spostamenti veloci.
(il gruppo si alterna nella porticina [copertura dello spazio], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: inizio da 5m., 2 paletti da 4m. e lancio da 5m.
 Descrizione: postura e presa
Mister chiama il via per una rapida rialzata (1) da terra da una via
posizione supina (in schiena) e un breve sprint (2) per la raccolta 3
della palla lanciata a mezzaltezza (3) alla figura. 2 1
 Varianti:
- Da seduto, in ginocchio.
- Un compagno a turno lancia al compagno in porta.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: inizio da 5m., 2 paletti da 4m. e calcio da 8m.
 Descrizione: postura e presa via

Mister chiama il via per una rapida rialzata (1) da terra da una
posizione prona (sul ventre) e un breve sprint (2) per la raccolta della
palla calciata radente (3) alla figura. 3 2 1
 Varianti:
- Sul fianco, a carponi.
- Un compagno a turno calcia al compagno in porta.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

101
- Rapidità in porta -
Capacità di eseguire brevi spostamenti veloci.
(il gruppo si alterna nella porta [copertura], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: calcio da 10m. via

 Descrizione: postura e parata


Mister chiama per una rapida rialzata da terra da una posizione
supina (in schiena) del Portiere per la presa in tuffo sulla palla
calciata radente.
 Varianti:
- Da seduto, in ginocchio.
- Un compagno a turno calcia al compagno in porta.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: lancio da 8m. via

 Descrizione: postura e parata


Mister chiama per una rapida rialzata da terra da una
posizione prona (sul ventre) del Portiere per la presa in tuffo sulla
palla lanciata a mezzaltezza.
 Varianti:
- Sul fianco, a carponi.
- Un compagno a turno lancia al compagno in porta.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

102
- Reazione con la palla -
Capacità di reagire rapidamente con una risposta ad uno stimolo.
(il gruppo si alterna nella porticina [copertura dello spazio], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1 rosso

 Distanza: lanci e calci da 8m. con 2 paletti da 4m.


 Descrizione: prese a sorpresa
Mister lancia e calcia in contemporanea due palle colorate alla
figura del Portiere per la presa sulla palla chiamata da M.
 Varianti:
- 2 palle lanciate a varie altezze.
- Portiere in posizione eretta di spalle.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: calci da 10m. con 2 paletti da 4m.
bianco

 Descrizione: tiri a sorpresa


Mister con un braccio alzato condiziona il lato del tiro (1) di una 2
palla delle due palle ferme ai suoi piedi, il Portiere effettua la parata
(2) chiamando il colore della stessa.
 Varianti: 1
- Postazioni laterali.
- Con un compagno.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

 Esercizio 3
 Distanza: calci da 10m. con 2 paletti da 4m.
 Descrizione: calci a sorpresa 6

Mister calcia radente (1) la palla nella porticina con il Portiere di 7


1
spalle, quando scorge la palla con uno sprint (2) in tuffo (3) recupera 5
2
la palla, si rialza e la lancia a M, poi P recupera (4) la porticina e in
4
posizione (5) per il tuffo (7) sul tiro di M. 3
 Varianti:
- Postazioni laterali.
- Con un compagno.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

103
- Reazione in porta -
Capacità di reagire rapidamente con una risposta ad uno stimolo.
(il gruppo si alterna nella porta [copertura], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: calci da 12m. 1
 Descrizione: parata a sorpresa
Due Compagni posti ai lati del Mister partono in contemporanea per
la rincorsa sulla palla, M chiama poco prima del tiro (1) su quale
palla il Portiere va in parata (2). sinistra
2
 Varianti:
- Portiere in posizione eretta di spalle. 1

- Postazioni laterali.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: calci da 12m.
 Descrizione: parata a sorpresa con copertura
Mister chiama il lato del tiro, il Compagno calcia radente (1) sul
quale il Portiere coperto da una sagoma si sposta orientandosi (2)
per la parata (3). sinistra
2

 Varianti: 3
- Portiere in posizione inginocchiata di spalle. 1
- Postazioni laterali.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

 Esercitazione 3
 Distanza: calci da 12m.
Marco

 Descrizione: scambi, parata a sorpresa con copertura 1


Mister scambia la palla (1) con le mani sopra 2 sagome con il
Portiere, poi M chiama il Compagno che calcia (2) sul quale P si
sposta orientandosi (3) per la parata (4). 3

 Varianti:
4
- Scambi radenti con i piedi tra le 2 sagome allargate. 2
- Postazioni laterali.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

 Esercitazione 4
 Distanza: calci da 16m. 2
 Descrizione: scambi, parata a sorpresa con copertura 3
Mister scambia la palla (1) con i piedi ai lati delle 2 sagome con il
Portiere, il quale si sposta con piede scaccia piede (2), M dopo
qualche tocco calcia più forte per la parata (3).
 Varianti: 1 1
- Scambi battenti con i piedi tra le 2 sagome allargate.
- Postazioni laterali.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

104
- Ritmizzazione con la palla -
Capacità di dare un andamento ritmico alle azioni motorie.
(il gruppo si alterna nella porticina [copertura dello spazio], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: scambi a 5m., 2 paletti di 4m. e tiro da 10m.
 Descrizione: scambi e recupero porta
sx ... vieni

Mister chiama il primo compagno con cui scambia (1) la palla con le 1
mani e subito si orienta verso l’altro compagno per un altro scambio
(2) poi chiamato dal Mister con un breve sprint (3) esegue la 3 4
2
raccolta della palla calciata radente (4) alla figura.
 Varianti:
- Da seduti, in ginocchio.
- Scambi con i piedi.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: spazio di 5 x 5m., 2 paletti di 4m. e lancio da 5m.
 Descrizione: palleggi nello spazio e recupero porta Claudio

Il gruppo con movimenti in avanti, all’indietro e laterali palleggiano


la propria palla sul terreno con le due mani, poi il Mister chiama il 2
Portiere per nome che esce con un breve sprint (1) recuperando la
porta per la presa a mezzaltezza (2) alla figura. 1
 Varianti:
- Palleggi con 2 pugni.
- Palleggi con i piedi aiutandosi con le mani.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

105
- Ritmizzazione in porta -
Capacità di dare un andamento ritmico alle azioni motorie.
(il gruppo si alterna nella porta [copertura], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: calci da 5m. e tiro da 16m.
 Descrizione: passaggi e recupero posizione in porta
Francesco

Mister chiama il primo compagno con cui scambia (1) la palla con i 2
3
piedi e subito si orienta e corre (2) verso l’altro compagno 1 4
chiamandolo per un altro scambio (3) poi chiamato dal Mister
recupera la posizione, esegue la parata (4) della palla calciata dx ... vieni

radente (5). 5
 Varianti:
- Sui vertici alti dell’area piccola.
- Un compagno a turno calcia al compagno in porta.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: lanci da 5m., calci da 10m. e tiro da 16m. 1
 Descrizione: scambi, passaggi e recupero posizione porta 2
Mister chiama il primo compagno con cui scambia (1) la palla con 4
le mani e subito si orienta (2) verso l’altro compagno un altro
scambio (3) di piede, poi chiamato dal Mister recupera la posizione dx ... vieni 3
5
per la parata(4) della palla calciata radente (5).
 Varianti:
- Invertire i vertici dell’area piccola.
- Un compagno a turno calcia al compagno in porta.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

106
ESERCIZIARIO COORDINATIVO TECNICO
Per un totale di 16 esercitazioni

107
- Apprendimento motorio + prese -
(il gruppo si alterna nella porticina [copertura dello spazio], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: lanci da 8m. con 2 paletti di 4m. 1, 2, 3, .... 4, 5, 6.
 Descrizione: prese e capovolte
Mister scambia (1) la palla con le mani alla figura con il Portiere 1
3
per 3 volte, P deve contare ogni scambio. Dopo P esegue una
capovolta (2) all’indietro con altri 3 scambi (3) continuando il 2
conteggio con il Compagno.
 Varianti:
- Girandosi capovolta frontale.
- Aumentare il numero di scambi e la distanza.
Curare l’aspetto motorio e tecnico.

- Apprendimento motorio + prese in porta -


(il gruppo si alterna nella porta [copertura dello specchio], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: lanci da 8m.
 Descrizione: rotolamenti e prese
Portiere esegue un rotolamento (1), si rialza e con il Compagno
1 3
scambia (2) la palla con le mani alla figura, poi esegue un altro
4
rotolamento (3) si rialza e con l’altro Compagno scambia (4) la palla 2

con le mani alla figura.


 Varianti:
- Eseguire 4 rotolamenti.
- Aumentare il numero di scambi e la distanza.
Curare l’aspetto motorio e tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: lanci da 6m. e 8m. e tiro da 10m.
 Descrizione: prese, capovolte e rotolamenti
5
Compagno scambia (1) la palla con le mani alla figura con il 6

Portiere, poi P esegue una capovolta (2) e altri scambi (3) con l’altro 3 4
Compagno, poi P esegue un rotolamento (4) si rialza per la parata
(6) sul tiro (5) del Mister. 2

 Varianti: 1
- Invertire l’ordine del gesto acrobatico.
- Aumentare il numero di scambi e la distanza.
Curare l’aspetto motorio e tecnico.

108
- Equilibrio + lanci -
(il gruppo si alterna nella porticina [copertura dello spazio], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: scambi da 5m., 2 paletti di 4m. e lanci a 10m. 1, 2, 3, ....
 Descrizione: scambi su un arto e lancio
Mister scambia (1) la palla con le mani alla figura con il Portiere 2
in appoggio su una gamba, un numero imprecisato di palle, P deve 3
cambia
1
contare ogni scambio. Dopo M chiama il cambio, P prima di
cambiare (2) su l’altra gamba, lancia la palla al Compagno posto sul
lato della gamba a terra.
 Variante:
- Aumentare il numero di scambi e la distanza.
Curare l’aspetto motorio e tecnico.

- Equilibrio + lanci in porta -


(il gruppo si alterna nella porta [copertura dello specchio], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: lanci da 10m. e calcio da 15m. sinistra

 Descrizione: scambi su un arto, spostamento e presa


Mister con il Portiere si scambiano la palla (1) su una gamba, poi M
chiama il lato dove lanciare la palla radente (2), poi si sposta 1
2
lateralmente (3) verso il Compagno, il quale calcia (4) la palla alla
3
figura, P va in presa (5).
5
 Variante:
- Palla lanciata a varie altezze da radente ad alta. 4
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: lanci da 6m. e 8m. e tiro da 10m.
 Descrizione: prese, lancio e parata
Mister con il Portiere in appoggio stabile su 2 meduse si scambiano
la palla (1) in presa, poi M chiama il lato dove P lancia (2) la palla 2
4

alta, poi scende dalle meduse per il tuffo (4) sul tiro (3) del
Compagno sul lato opposto. 1

 Varianti:
3
- Postazioni laterali. 1 , 2, 3, ... destra
- Aumentare il numero di scambi e la distanza.
Curare l’aspetto motorio e tecnico.

109
- Rapidità + deviazioni -
(il gruppo si alterna nella porticina [copertura dello spazio], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: lancio da 5m., 2 paletti di 4m. e calcio da 10m.
 Descrizione: deviazione alta e deviazione bassa
Portiere a terra sul fianco verso il Compagno posto sul lato della 1
porticina lancia (1) la palla a P, il quale con la mano opposta (mano
3 2
sopra) devia la palla, si rialza rapidamente e con un breve sprint (2) 4
recupera la porticina (3) e da seduto para (5) in deviazione con la 5
mano omologa (mano lato del tiro) sul tiro (4) del Mister.
 Varianti:
- Aumentare o diminuire le distanze.
- Invertire le postazioni.
Curare l’aspetto motorio e tecnico.

- Rapidità + deviazioni in porta -


(il gruppo si alterna nella porta [copertura dello specchio], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: lanci da 8m. e calcio da 15m. 3
 Descrizione: deviazione alta e bassa in porta
Mister lancia (1) la palla alta al Portiere, il quale in tuffo alto (2) 1 2
devia la palla con la mano sinistra (3), si rialza rapidamente per la
parata (5) in deviazione (6) con la mano sempre sinistra sul tiro (4)
radente del Compagno. 5
 Varianti:
6
- Postazioni laterali. 4
- Variare le distanze.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: lanci da 8m. e 10m. e tiro da 15m.
 Descrizione: deviazioni alte e basse in porta 2
Mister lancia (1) la palla alta alla figura del Portiere, il quale la 5
6
devia a una mano sopra la traversa (2), P effettua la parata (4) in
deviazione con la mano bassa sul tiro (3) radente del Compagno, poi 1
si rialza rapidamente da un altro Compagno sul lato opposto lancia
una palla battente (5) per la deviazione alta (6) con la mano alta. 4
 Varianti:
- Postazioni laterali. 3
- Variare le distanze.
Curare l’aspetto motorio e tecnico.

110
- Reazione + calci -
(il gruppo si alterna nella porticina [copertura dello spazio], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: calci da 10m. con 2 paletti da 4m. bianco
 Descrizione: tiri a sorpresa e calcio con palla ferma
Mister con un braccio alzato condiziona il lato del tiro (1) di una
palla delle due palle ferme ai suoi piedi, il Portiere effettua la parata 3
2

(2) chiamando il colore della stessa, si rialza rapidamente per il


calcio con palla lasciata ferma a terra.
 Varianti: 1
- Postazioni laterali.
- Con un compagno.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: calci da 10m. con 2 paletti da 4m.
 Descrizione: calci a sorpresa e calcio al volo
Mister calcia radente (1) la palla nella porticina con il Portiere di
1
spalle, quando scorge la palla con uno sprint (2) in tuffo (3) recupera
la palla, si rialza e la calcia al volo (4). 2

 Varianti: 3
4
- Postazioni laterali.
- Con un compagno.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

111
- Reazione + calci in porta -
(il gruppo si alterna nella porta [copertura dello specchio], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: calci da 16m.
 Descrizione: scambi, parata, copertura, calcio al volo
2
Mister scambia la palla (1) con i piedi ai lati delle 2 sagome con il 3
Portiere, il quale si sposta con piede scaccia piede (2), M dopo
qualche tocco calcia più forte per il calcio al volo (3).
 Varianti: 1 1
- Scambi battenti con i piedi tra le 2 sagome allargate.
- Postazioni laterali.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: calci da 12m. sinistra
 Descrizione: parata, copertura, calcio con palla ferma
Mister chiama il lato del tiro, il Compagno calcia radente (1) sul
quale il Portiere coperto da una sagoma si sposta orientandosi (2)
per la parata (3), si rialza rapidamente e calcia con palla lasciata 2
ferma a terra.
 Varianti: 4
3
- Portiere in posizione inginocchiata e di spalle. 1

- Postazioni laterali.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

112
- Ritmizzazione + respinte -
(il gruppo si alterna nella porticina [copertura dello spazio], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercizio 1
 Distanza: scambi da 3m., 2 paletti da 2m. e paletti da 4m.
 Descrizione: scambi sopra nastro e recupero per respinta
Marco

Due Compagni difronte con un nastro alto si scambiano (1) la palla 1


5

più volte con la respinta, poi il Mister chiama il Portiere, il quale 3


recupera (2) la porticina (3), M lancia la palla (4) per la respinta (5) 4
con i due pugni di P oltre la testa di M.
2
 Varianti:
- Postazioni laterali.
- Con un compagno.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

- Ritmizzazione + respinte in porta -


(il gruppo si alterna nella porta [copertura dello specchio], in 2 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: lancio da 12m. e calci da 16m.
 Descrizione: scambi, parata alla figura con respinta
Mister chiama, Compagno lancia alto (1) per la respinta del Portiere 4
1
sul Compagno, poi altro Compagno calcia alto (2) per la respinta 2
sempre a 2 pugni, infine Mister tira al volo (3) alla figura di P, il 3
quale respinge (4) lontano.
 Variante: lancio , calcio, tiro
- Postazioni laterali.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: lanci da 5m., calci da 12m. e 16m. 1
4
 Descrizione: scambio, respinta e parata 2 mia

Compagno lancia alto (1) per la respinta del Portiere, poi recupera 5
(2) sull’altro Compagno calcia alto (3) per lo stacco chiamando la
3
palla con la respinta (4) a 2 pugni, infine Mister tira al volo (6) per
la parata in respinta (5). 6
 Variante:
- Postazioni laterali.
Curare l’aspetto motorio, poi tecnico.

113
ESERCIZIARIO TECNICO PROGRESSIVO
Per un totale di 16 esercitazioni

114
- Prese e parata -
(il gruppo si alterna nella porta [copertura dello specchio], in 3 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: scambi da 5m. e 10m., lancio da 8m. 2
 Descrizione: prese con recupero posizione e parata 1
Compagno scambia più volte la palla (1) usando le mani con il
Portiere, poi dallo stesso palo scambia (2) con l’altro Compagno, 3
5
poi recupera (3) il centro della porta, il Mister lancia una palla a
mezzaltezza (4) per la parata (5). 4
 Varianti:
- Dai vertici alti dell’area piccola.
- Impiegare solo compagni.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: scambi da 10m., calcio da 15m.
 Descrizione: prese e parata 1 2
Compagno scambia più volte la palla (1) usando le mani con il 4
Portiere, poi scambia (2) con l’altro Compagno, poi il Compagno
calcia la palla radente (3) per la parata bassa (4).
 Varianti: 3
- Compagni sullo stesso lato.
- Aumentare o diminuire le distanze.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

115
- Attacco palla e lancio -
(il gruppo si alterna nella porta [copertura dello specchio], in 3 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: calcio da 15m.
 Descrizione: attacco palla in tuffo e lancio alto
Mister chiama il Compagno, il quale calcia la palla bassa (1), il mia 2
3
Portiere chiama la palla e con un breve sprint (2) la recupera in tuffo 4
(3), si rialza e lancia la palla alta (4) al Compagno. 1
 Varianti: Luca

- Da postazioni laterali.
- Attacco palla in raccolta.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: lanci da 10m. e 15m.
 Descrizione: attacco palla con raccolta e tuffo, lanci
Compagno lancia la palla (1) a terra, il Portiere chiama la palla e la mia
mia
raccoglie (2), subito la lancia (3) radente all’altro Compagno, il 7
quale calcia la palla radente (5), P recupera il centro della porta (4) e 5

attacca la palla a terra in tuffo (6), si rialza rapidamente per il lancio 6


alto (7) verso il Mister.
 Varianti: 3
4 2
1
- Da postazioni laterali.
- Aumentare o diminuire le distanze.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

116
- Parata e lancio -
(il gruppo si alterna nella porta [copertura dello specchio], in 3 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: tiro da 10m. e lancio a 15m.
 Descrizione: parata e lancio alto 4
Compagno calcia radente (1) per la parata bassa (2), poi il Portiere Luca
recupera (3) la posizione eretta chiamando per il lancio alto (4)
3
chiamando il Compagno sul lato opposto.
2
 Varianti:
- Tiro a mezzaltezza.
- Lancio basso sul compagno sul stesso lato di tiro. 1

Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: calci, lanci e tiri a 15m.
 Descrizione: parate e lancio basso 5
2
Mister chiama il Compagno, il quale calcia a mezzaltezza (1) per la
parata (2), poi il Portiere in posizione eretta lancia radente (3) verso 3

il Compagno sull’altro lato per il tiro (4) e la parata (5) di P. 4 1

 Varianti: Luca

- Tiro radente.
- Lancio alto sul compagno sul stesso lato di tiro.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

117
- Parata e calcio al volo -
(il gruppo si alterna nella porta [copertura dello specchio], in 3 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: tiro da 10m.
 Descrizione: parata e calcio al volo 4
Compagno calcia radente (1) per la parata bassa (2), poi il Portiere
recupera (3) la posizione eretta per il calcio alto (4).
3
 Varianti:
2
- Postazione centrale.
- Tiro a mezzaltezza.
- Con un compagno a ricevere il calcio a metà campo. 1

Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: tiri da 15m.
 Descrizione: parate e calci al volo
Mister chiama il Compagno, il quale calcia a mezzaltezza (1) per la 5
2
parata (2), poi il Portiere in posizione eretta calcia (3) lontano, il 3
Compagno sull’altro lato effettua un altro tiro (4) e la parata (5).
1
 Varianti: 4
Luca
- Postazioni laterali.
- Tiro radente.
- Con un compagno a ricevere il calcio a metà campo.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

118
- Calcio con palla ferma e parata -
(il gruppo si alterna nella porta [copertura dello specchio], in 3 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: tiro da 10m.
2
 Descrizione: calcio con palla ferma e parata 1
Portiere con una rincorsa (1) corretta calcia con parabola alta (2),
poi recupera (3) il primo palo per la parata bassa (5) sul tiro basso 3
(4) del Compagno.
 Varianti: 5
- Postazione centrale.
- Tiro a mezzaltezza. 4
- Con un compagno a ricevere il calcio a metà campo.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: tiri da 15m.
 Descrizione: calci con palla ferma e parate
3 8
Portiere con una rincorsa (1) calcia (2) a metà campo, poi recupera 5
7
(3) il centro della porta, il Compagno calcia a mezzaltezza (4) per la 1 9

parata (5), poi il P si rialza verso il Compagno sull’altro lato, il 2 10


quale effettua un tiro radente (6) e la parata (7) poi recupera (8) il
fondo campo per la rincorsa (9) e il calcio con palla ferma (10). 4
6
 Varianti:
- Postazioni laterali.
- Con un compagno a ricevere il calcio a metà campo.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

119
- Podalica e attacco palla -
(il gruppo si alterna nella porta [copertura dello specchio], in 3 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: calci da 10m.
 Descrizione: passaggi e raccolta della palla
Compagno calcia verso il Portiere (1) dopo essere stato chiamato
2
dallo stesso, con un breve sprint (2) attacca la palla, P calcia al volo 5 Mario
verso l’altro Compagno (3), il quale dopo il controllo calcia (4) 3

verso il primo palo per la raccolta della palla (5) di P.


 Varianti 4 1
- Postazioni laterali.
- Calcio a mezzaltezza.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: calci da 8m., 12m. e 15m.
 Descrizione: passaggi e attacco palla a terra
6
Compagno calcia (1) verso il Portiere, il quale dopo il controllo
8
calcia (2) all’altro Compagno, il quale dopo il controllo calcia (4) a
7
P nel frattempo si è spostato (3) per ricevere, P calcia al volo (5) al
4 5
Mister, il quale calcia (6) sul primo palo, P dopo essersi spostato (7)
attacca la palla in tuffo (8). 3

 Varianti: 2

- Postazioni laterali. 1
- Calci a mezzaltezza.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

120
- Podalica e parata -
(il gruppo si alterna nella porta [copertura dello specchio], in 3 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: calcio e tiro da 10m.
 Descrizione: passaggi e parata
Compagno calcia verso il Portiere (1) dopo essere stato chiamato 5 2
dallo stesso, con un breve sprint (2) attacca la palla, P calcia al volo Mario
3
verso l’altro Compagno (3), il quale dopo il controllo calcia (4)
verso il primo palo per la parata (5) di P.
 Varianti: 4 1
- Postazioni laterali.
- Calcio a mezzaltezza.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: calci da 8m., 12m. e 15m.
 Descrizione: doppio passaggio e parata 7
Compagno calcia (1) verso il Portiere, il quale dopo il controllo
8
calcia (2) all’altro Compagno, il quale dopo il controllo calcia (4) a
P nel frattempo si è spostato (3) per ricevere, P calcia al volo (5) al 5
6
4
Mister, il quale calcia (7) sul primo palo, P dopo essersi spostato (6)
per la parata in tuffo (8). 3
2
 Varianti:
- Postazioni laterali. 1
- Calci a mezzaltezza.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

121
- Respinta e uscita bassa -
(il gruppo si alterna nella porta [copertura dello specchio], in 3 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: calcio da 8m.
 Descrizione: respinte con attacco palla in tuffo
Calcio alto (1) del Mister verso il Portiere, il quale respinge (2) la 2

palla a 2 pugni lateralmente cercando di avvicinarsi al Compagno,


chiamato dal Mister, il quale lascia cadere (3) la palla a terra per Stefano 4

l’attacco (4) alla palla in tuffo (5) di P. 1 5


 Varianti: 3

- Variare le distanze.
- Postazioni laterali.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

 Esercitazione 2
 Distanza: lancio da 15m. Marco

 Descrizione: respinte con uscita bassa


Lancio alto (1) del Mister verso il Portiere, il quale respinge (2) la
palla a 2 pugni lateralmente cercando di avvicinarsi al Compagno, 1

chiamato dal Mister, il quale lascia cadere (3) la palla a terra per il 2

calcio (4) e uscita bassa in tuffo (5) di P.


 Varianti: 5
3
- Variare le distanze. 4
- Postazioni laterali.
Curare solamente l’aspetto tecnico.

122
ESERCIZIARIO SITUAZIONALE
Per un totale di 12 esercitazioni

123
- Lancio basso, parata in presa, calcio al volo -
(il gruppo si alterna nella porta [copertura dello spazio e dello specchio], in 2 serie con 2 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: lancio e tiro da 15m., calcio a 25m. Marco Simone

 Descrizione: lancio, parata e calcio


Portiere lancia radente la palla (1) chiamando il Compagno, il 1 3

quale dopo il controllo calcia radente (2) sul secondo palo per la
parata in presa, poi si rialza per il calcio al volo (3) chiamando il 2
Compagno posizionato sulla ¾ di campo.
Il Mister posizionato di lato, visiona l’esecuzione e nella pausa
corregge, modifica, valuta e stimola l’interpretazione del gruppo.
 Curare l’aspetto tecnico (parata in presa e calcio al volo) e
tattico (lancio basso e calcio al volo).

 Esercitazione 2
 Distanza: lancio e tiro da 15m., calcio a 25m. Simone Marco

 Descrizione: lancio, parata e calcio


Portiere lancia radente la palla (1) chiamando il Compagno, il 2
1 3
quale dopo il controllo calcia radente (2) sul primo palo per la
parata in presa, poi si rialza per il calcio al volo (3) chiamando il
Compagno posizionato sulla ¾ di campo.
Il Mister posizionato di lato, visiona l’esecuzione e nella pausa
corregge, modifica, valuta e stimola l’interpretazione del gruppo.
 Curare l’aspetto tecnico (parata in presa e calcio al volo) e
tattico (lancio basso e calcio al volo).

 Esercitazione 3
 Distanza: lancio e tiro da 15m., calcio a 25m. Simone Stefano

 Descrizione: lancio, parata e calcio 1


Portiere lancia radente la palla (1) chiamando il Compagno, il 2 3

quale arresta la palla, il Compagno sul lato opposto calcia radente


(2) sul primo palo per la parata in presa, poi si rialza per il calcio
al volo (3) chiamando il Compagno posizionato sulla ¾ di campo.
Il Mister posizionato al centro, visiona l’esecuzione e nella pausa
corregge, modifica, valuta e stimola l’interpretazione del gruppo.
 Curare l’aspetto tecnico (parata in presa e calcio al volo) e
tattico (lancio basso e calcio al volo).

124
- Calcio con palla ferma, uscita bassa, gestione della palla -
(il gruppo si alterna nella porta [copertura dello spazio e dello specchio], in 2 serie con 2 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: calci a 30m. e 15m. e lancio da 10m. Stefano
 Descrizione: calcio, uscita e passaggio
2
Mister chiama il Compagno a cui il Portiere calcia con palla 4 mia

ferma (1) con una breve rincorsa, poi recupera il centro della porta 1
6
Claudio
(2), il Compagno calcia (3) verso il centro area per la uscita bassa 5 3

in presa chiamata (4), poi si rialza e riceve dal Compagno una


palla lanciata (5) battente per la gestione (arresta, sposta e passa)
della palla (6) al Compagno chiamato sempre dal Mister.
Il Mister posizionato di lato, visiona l’esecuzione e nella pausa
corregge, modifica, valuta e stimola l’interpretazione del gruppo.
 Curare l’aspetto tecnico (calcio con palla ferma e gestione della palla) e tattico (uscita bassa e calcio
con palla ferma).

 Esercitazione 2
 Distanza: calci a 30m.e 15m. e lancio da 10m.
 Descrizione: calcio, uscita e passaggio
Stefano

Mister chiama il Compagno a cui il Portiere calcia con palla 7 2


4
ferma (1) con una breve rincorsa, poi recupera il centro della porta 5
6 1
(2), lo stesso Compagno calcia (3) verso il centro area per la uscita mia
Alex
bassa in presa chiamata (4), poi si rialza e si orienta(6) per
ricevere dal Compagno una palla lanciata (5) battente per la 3
gestione (arresta, sposta e passa) della palla (7) al Compagno
chiamato sempre dal Mister.
Il Mister posizionato di lato, visiona l’esecuzione e nella pausa
corregge, modifica, valuta e stimola l’interpretazione del gruppo.
 Curare l’aspetto tecnico (calcio con palla ferma e gestione della palla) e tattico (uscita bassa e calcio
con palla ferma).

 Esercitazione 3
 Distanza: calci a 30m.e 20m. e lancio da 10m.
 Descrizione: calcio, uscita e passaggio Simone mia
2
4
Mister chiama il Compagno a cui il Portiere calcia con palla 6 3
1
ferma (1) con una breve rincorsa, poi recupera il centro della porta 7
(2), il Compagno calcia (3) verso il centro area per la uscita bassa Luca 5
in presa chiamata (4), poi si rialza e si orienta(6) per ricevere dal
Compagno una palla lanciata (5) battente per la gestione (arresta,
sposta e passa) della palla (7) al Compagno chiamato sempre dal
Mister.
Il Mister posizionato di lato, visiona l’esecuzione e nella pausa
corregge, modifica, valuta e stimola l’interpretazione del gruppo.
 Curare l’aspetto tecnico (calcio con palla ferma e gestione della palla) e tattico (uscita bassa e calcio
con palla ferma).

125
- Ricezione e passaggio, attacco palla, lancio alto -
(il gruppo si alterna nella porta [copertura dello spazio e dello specchio], in 2 serie con 2 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: calci e lanci da 25m., 20m., 15m. e 10m.
 Descrizione: ricezione, passaggio, raccolta e lancio Thomas
Luca
Portiere chiama il Compagno, il quale calcia radente (1) a P che va 2 6
Claudio

incontro (2), per la ricezione e il passaggio alto (3) al Compagno, 5

il Compagno chiamato dal Mister calcia alto per l’attacco con 1 3


mia
4
raccolta in presa della palla chiamata da P (4), dopo essersi
orientato (5), poi con la palla in mano effettua un lancio alto (6) al
Compagno chiamato.
Il Mister posizionato di lato, visiona l’esecuzione e nella pausa
corregge, modifica, valuta e stimola l’interpretazione del gruppo.
 Curare l’aspetto tecnico (ricezione e attacco palla) e tattico (passaggio e lancio alto).

 Esercitazione 2
 Distanza: calci e lanci da 25m., 20m., 15m. e 10m. Simone Marco
 Descrizione: ricezione, passaggio, raccolta e lancio Stefano

Portiere chiama il Compagno, il quale calcia radente (1) a P che va 2

incontro (2), per la ricezione e il passaggio alto (3) al Compagno, 6 5


3
il quale dopo essere stato chiamato dal Mister calcia alto per 1
l’attacco con raccolta in presa della palla chiamata da P (4), 4 mia
dopo essersi orientato (5), poi con la palla in mano effettua un
lancio alto (6) al Compagno chiamato.
Il Mister posizionato di lato, visiona l’esecuzione e nella pausa
corregge, modifica, valuta e stimola l’interpretazione del gruppo.
 Curare l’aspetto tecnico (ricezione e attacco palla) e tattico (passaggio e lancio alto).

 Esercitazione 3
 Distanza: calci e lanci da 25m., 20m., 15m. e 10m.
 Descrizione: ricezione, passaggio, raccolta e lancio Stefano Alex

Portiere chiama il Compagno, il quale calcia alto (1) a P che va 2


5
mia

incontro (2), per la ricezione e il passaggio alto (3) al Compagno, 3 6


il Compagno dopo essere stato chiamato dal Mister calcia radente 4
Marco
per l’attacco con raccolta in presa della palla chiamata da P (4),
1
dopo essersi orientato (5), poi con la palla in mano effettua un
lancio alto (6) al Compagno chiamato.
Il Mister posizionato di lato, visiona l’esecuzione e nella pausa
corregge, modifica, valuta e stimola l’interpretazione del gruppo.
 Curare l’aspetto tecnico (ricezione e attacco palla) e tattico (passaggio e lancio alto).

126
- Lancio alto, palla alta, passaggio -
(il gruppo si alterna nella porta [copertura dello spazio e dello specchio], in 2 serie con 2 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: lanci e calci da 25m., 20m., 15m. e 10m.
 Descrizione: lancio, palla alta e passaggio 3 2
4
Portiere lancia alto la palla (1) al Compagno, dopo il Mister 1
5
chiama il Compagno che lancia una palla alta (3), P nel frattempo Claudio

si è orientato (2) e va in presa, M chiama un altro Compagno


posizionato fuori dell’area, P si sposta (4) e calcia per il passaggio Alex
radente (5).
Il Mister posizionato al centro, visiona l’esecuzione e nella pausa
corregge, modifica, valuta e stimola l’interpretazione del gruppo.
 Curare l’aspetto tecnico (lancio alto e palla alta) e tattico (lancio alto e passaggio).

 Esercitazione 2
 Distanza: lanci e calci da 25m., 20m., 15m. e 10m.
 Descrizione: lancio, palla alta e passaggio 3
2

Portiere lancia alto la palla (1) al Compagno, dopo il Mister 4


1

chiama il Compagno che lancia una palla alta (2) verso P per la Simone

presa, M chiama un altro Compagno posizionato fuori dell’area, P


si sposta (3) e calcia per il passaggio alto (5).
Marco
Il Mister posizionato al centro, visiona l’esecuzione e nella pausa
corregge, modifica, valuta e stimola l’interpretazione del gruppo.
 Curare l’aspetto tecnico (lancio alto e palla alta) e tattico
(lancio alto e passaggio).

 Esercitazione 3
 Distanza: lanci e calci da 25m., 20m., 15m. e 10m. Claudio

 Descrizione: lancio, palla alta e passaggio 1


3 4
Portiere lancia alto la palla (1) al Compagno chiamato, dopo il 2 5
Compagno posizionato sul dischetto lancia una palla alta (2) P Marco

attacca la palla (3) in presa, il Mister chiama un Compagno


posizionato fuori dell’area, P si sposta (4) verso la palla ferma sul
lato omologo e calcia per il passaggio radente (5).
Il Mister posizionato di lato, visiona l’esecuzione e nella pausa
corregge, modifica, valuta e stimola l’interpretazione del gruppo.
 Curare l’aspetto tecnico (lancio alto e palla alta) e tattico (lancio alto e passaggio).

127
ESERCIZIARIO PALLE INATTIVE
Per un totale di 10 esercitazioni

128
- Calci d’angolo -
(il gruppo si alterna nella porta [copertura dello spazio], in 3 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: vertici bassi area piccola e grande
 Descrizione: lancio d’angolo e calcio d’angolo mio 1
Mister chiama il Compagno, il quale lancia la palla (1) con una 4
5
parabola alta, il Portiere da posizione centrale in porta chiama la 2
3
palla e attacca la traiettoria (2) per la presa (3), poi torna al centro 6

della porta per il calcio alto (4) del Compagno dal lato opposto, P Alex
attacca la palla (5) per la presa alta (6).
 Varianti:
- Invertire i lati.
- Compagni sullo stesso lato.
- Respingere la palla con i due pugni.
Curare l’aspetto tecnico (postura, posizionamento, orientamento con presa, deviazione o respinta).

 Esercitazione 2
 Distanza: vertici bassi area piccola e grande
 Descrizione: lancio d’angolo e calcio d’angolo nei paletti mio 1
4
Compagno lancia la palla (1) con una parabola alta, il Portiere da 5
posizione centrale in porta chiama la palla e attacca la traiettoria (2) 2
3
6
per la presa in anticipo (3) sul paletto blu, poi torna al centro della
porta per il calcio alto (4) del Compagno dal lato opposto, P attacca
la palla (5) per la presa alta (6) in anticipo sul paletto.
 Varianti:
- Respingere la palla con i due pugni.
- Invertire i lati.
- Compagni sullo stesso lato.
Curare l’aspetto tecnico (postura, posizionamento, orientamento con presa, deviazione o respinta).

 Esercitazione 3
 Distanza: vertici bassi area piccola e grande mio

 Descrizione: calci d’angolo nelle sagome 1


Compagno calcia la palla (1) con una parabola alta, il Portiere da
4 2
posizione centrale in porta chiama la palla e attacca la traiettoria (2)
per la respinta in anticipo (4) sulla sagoma gialla, il Compagno dal 3
fronte opposto attacca la palla (3) per il disturbo a P.
 Varianti:
- Presa della palla con le due mani.
- Sul lato opposto.
Curare l’aspetto tecnico (postura, posizionamento, orientamento con presa, deviazione o respinta).

129
- Calci di punizione -
(il gruppo si alterna nella porta [copertura della porta e dello spazio], in 3 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: area di rigore
 Descrizione: calci di punizione in diretti
 Didattica: la disposizione e la composizione della barriera e
le regole riguardanti al calcio di punizione. 3
Mister chiama il Compagno, al quale il Compagno posto al centro Marco

nascosto dalle sagome calcia la palla (1) radente, che calcia (2) dopo
il controllo, Portiere effettua la parata in presa (3) o deviazione, in
caso di respinta tutti i compagni vanno per ribadire in rete. 1 2
 Varianti:
- Postazioni laterali.
- Compagni sullo stesso lato.
Curare l’aspetto tecnico (postura, posizionamento, orientamento con presa, deviazione o respinta).

 Esercitazione 2
 Distanza: area di rigore
 Descrizione: calci di punizione diretti o in diretti
 Didattica: la disposizione e la composizione della barriera e
le regole riguardanti al calcio di punizione. 1
Mister calcia la palla con parabola alta (1) nascosto dalle sagome,
con l’opportunità di passare la palla al Compagno (2) posto
lateralmente, Portiere effettua la parata in presa o deviazione, in
caso di respinta tutti il Compagno va per ribadire in rete. Al termine
dell’azione P dichiara la modalità di punizione. 2
diretta

 Variante:
- Postazioni laterali.
Curare l’aspetto tecnico (postura, posizionamento, orientamento con presa, deviazione o respinta).

 Esercitazione 3
 Distanza: area di rigore
 Descrizione: situazione di palla inattiva centrale
mio
 Didattica: la disposizione e la composizione della barriera e
le regole riguardanti al calcio di punizione. 2
fiii
Mister fischia (fiii), il Compagno calcia la palla (1) con una
parabola alta, il Portiere da posizione centrale in porta chiama la 4

palla e attacca la traiettoria (2) per la respinta in anticipo (4) sulla 3


sagoma verde, il Compagno dal fronte opposto attacca la palla (3) 1
per il disturbo visivo e fisico a P.
 Varianti:
- Presa della palla con le due mani.
- Sul lato opposto.
Curare l’aspetto tecnico (postura, posizionamento, orientamento con presa, deviazione o respinta) e tattico
(ripartenza in contrattacco).

130
 Esercitazione 4
 Distanza: area di rigore
 Descrizione: situazione di palla inattiva laterale
 Didattica: la disposizione e la composizione della barriera e mio

le regole riguardanti al calcio di punizione.


Mister fischia (fiii), il Compagno calcia la palla (1) con una 2
parabola alta, il Portiere da posizione centrale in porta chiama la 1
4 fiii

palla e attacca la traiettoria (2) per la respinta in anticipo (4) sulla 3


sagoma rossa, il Compagno dal fronte opposto attacca la palla (3)
per il disturbo visivo e fisico a P.
 Varianti:
- Presa della palla con le due mani.
- Sul lato opposto.
Curare l’aspetto tecnico (postura, posizionamento, orientamento con presa, deviazione o respinta) e tattico
(ripartenza in contrattacco).

131
- Calci di rigore -
(il gruppo si alterna nella porta [copertura della porta], in 3 serie con 3 ripetizioni)

 Esercitazione 1
 Distanza: area di rigore
 Descrizione: rigori con angolo battezzato
 Didattica: le regole riguardanti al calcio di rigore. 2

Mister chiama il lato, il Compagno calcia la palla (1) radente dalla sinistra
parte sinistra del Portiere, il quale prova la parata (2). In caso di
respinta da calciare in porta. 1

 Variante:
- A giro con tutti i compagni.
Curare l’aspetto tecnico (postura, posizionamento, con presa,
deviazione o respinta).

 Esercitazione 2
 Distanza: area di rigore
 Descrizione: rigori con angolo colorato
 Didattica: le regole riguardanti al calcio di rigore.
Mister chiama il lato, il Compagno calcia la palla (1) radente dalla
1
parte del cinesino colorato al Portiere, il quale prova la parata (2). In
caso di respinta da ricacciare in porta. rosso
2
 Varianti:
- A giro con tutti i compagni.
- Più cinesini colorati.
Curare l’aspetto tecnico (postura, posizionamento, con presa, deviazione o respinta).

 Esercitazione 3
 Distanza: area di rigore
 Descrizione: sfida ai rigori
 Didattica: le regole riguardanti al calcio di rigore.
Mister fischia (fiii), il Compagno calcia la palla al Portiere, il quale
prova la parata. fiii

Punteggi parziali: 3pt parata in presa, 2pt parata, 1pt tocco della
palla anche se entrata, 1pt per il goal del calciatore, -1pt se tiro fuori.
Punteggio sino al 6.
 Variante:
- A giro con tutti i compagni.
Curare l’aspetto tecnico (postura, posizionamento, con presa, deviazione o respinta).

132
ESERCIZIARIO GIOCHI
Per un totale di 12 esercitazioni

133
- Giochi a confronto tecnico -
(in gruppo per la durata di 10 min. oppure in 3 partite)

 Esercizio 1
 Distanza: spazio di 10m. x 5m. diviso da 2 paletti con
nastro a 50cm.
 Descrizione: coi piedi e prese
Il gruppo diviso in due squadre giocano la palla con i piedi dal
fondo del campetto nello spazio opposto, per la presa degli
avversari, se la palla cade perde il punto, altrimenti è loro.
Punteggio sino al 5.
 Varianti:
- Presa dopo un rimbalzo a terra.
- Usare palle varie (volley, rugby, ritmiche).
Curare l’aspetto tecnico e motorio.

 Esercizio 2
 Distanza: spazio di 10m. x 5m. e 4 paletti da 4m. (porte)
 Descrizione: tiro
Il gruppo diviso in due squadre a turno calciano la palla con i piedi
dal fondo del campetto nella porticina opposta cercando di segnare.
Punteggio sino al 3. 1 2
 Varianti:
- Anche tiro con palla in mano.
- Tiro dalla metà campo.
- Azioni di 1 contro 1.
Curare l’aspetto tecnico e motorio.

 Esercizio 3
 Distanza: spazio di 15m. x 10m. e 4 paletti da 4m. (porte)
 Descrizione: partita
Il gruppo diviso in due squadre con i Portieri in porta ad ogni 3
cambio d’azione. Il Portiere passa (1) la palla con le mani al 1
Compagno, il quale non può superare la metà campo, subito
4
l’Avversario porta (2) la pressione, ma il Giocatore calcia (3) in 2
porta, il Portiere cerca la parata (4). Punteggio sino al 3.
 Variante:
- Giocare a tutto campo.
Curare l’aspetto tecnico e motorio.

134
- Giochi tecnici di gruppo -
(in gruppo per la durata di 10 min.)

 Esercizio 1
 Distanza: calci e lanci da 10m. con spazi di 5m.
 Descrizione: conduzione e guida della palla verso gli spazi
Il gruppo in contemporanea esegue la conduzione della palla con i
piedi nello spazio opposto. Poi guidare la palla a terra con le mani.
 Varianti:
- Palleggi a 2 mani a terra.
- Palleggi alternando le 2 mani a terra.
- Usare palle varie (volley, rugby, ritmiche, palla 1kg.).
Curare l’aspetto tecnico e motorio.

 Esercizio 2
 Distanza: sprint da 10m. con spazi di 5m.
 Descrizione: conduzione e guida della palla negli spazi
Il gruppo in contemporanea esegue la conduzione della palla con i
piedi nel proprio spazio. Poi guidare la palla a terra con le mani.
via
Poi il Mister chiama il cambio di spazio, il gruppo lo effettua con
uno sprint.
 Varianti:
- Palleggi alternando le 2 mani a terra.
- Palleggi con i piedi in aria con l’aiuto delle mani.
- Usare palle varie (volley, rugby, ritmiche, palla 1kg.).
Curare l’aspetto tecnico e motorio.

 Esercizio 3
 Distanza: spazio di 10m. x 10m.
 Descrizione: tecnica con la palla nello spazio
Il gruppo occupa uno spazio gestendo la palla con i piedi, un
Portiere a turno chiama per nome un Compagno, poi si scambiano
(1) (2) la palla bassa sempre con i piedi per proseguire con il Marco

gruppo. 1

 Variante: 2
- Gestione della palla con le mani e scambio con le stesse.
Curare l’aspetto tecnico e motorio.

135
- Giochi tecnici in gruppo -
(il gruppo si alterna in 2 serie con 3 ripetizioni )

 Esercizio 1
 Distanza: calci e lanci da 15m. con 2 porticine di 4m.
 Descrizione: calcio e lancio alla figura
Il gruppo si alterna a turno nelle due porticine frontali a calciare
basso o alto con palla ferma a terra alla figura del Compagno
opposto. Poi lanciare basso, mezzaltezza e alto.
 Varianti:
- Calcio con palla in mano.
- Provare ad usare mano e piede debole.
- Usare palle varie (basket, volley, rugby, ritmiche tennis).
Curare l’aspetto emotivo e tecnico.

 Esercizio 2
 Distanza: calci e lanci da 15m. con 2 porticine di 4m.
 Descrizione: calcio e lancio in tuffo e salto
Il gruppo si alterna a turno nelle due porticine frontali a calciare (1) 3
4
radente per il tuffo (2) e lanciare (3) alto per lo stacco (4) del
Compagno opposto. 1 2
 Varianti:
- Calcio con palla in mano.
- Provare ad usare mano e piede debole.
- Usare palle varie (basket, volley, rugby, ritmiche tennis).
Curare l’aspetto emotivo e tecnico.

 Esercizio 3
 Distanza: 10m. con 2 porticine di 4m.
 Descrizione: conduzione e guida della palla
Il gruppo si alterna a turno nelle due porticine frontali a condurre la
palla con i piedi verso il Compagno opposto, il quale la conduce
all’altro Compagno. Poi guidare la palla a terra con le mani.
 Varianti:
- Palleggi a 2 mani a terra.
- Usare palle varie (volley, rugby, ritmiche, tennis e palla
medica da 1kg.).
Curare l’aspetto emotivo e tecnico.

136
- Giochi tecnici in porta -
(il gruppo si alterna per la durata di 10 min.)

 Esercitazione 1
 Distanza: tiri da 10m.
 Descrizione: segna a vai in porta
Il gruppo si alterna a calciare in porta, in caso di segnatura va ad
occupare il ruolo di portiere.
 Varianti:
- Valido anche il goal sulla respinta.
- Avvicinare o allontanare la distanza del tiro.
Curare l’aspetto tecnico ed emotivo.

 Esercitazione 2
 Distanza: tiri da 8m. e da 15m.
 Descrizione: vicini e lontani
Il gruppo si alterna a calciare in porta da due postazioni (vicino da
8-10m. e lontano da 14-16m.), in caso di segnatura va ad occupare
il ruolo di portiere.
 Varianti:
- Valido anche il goal sulla respinta.
- Tiri dai lati dell’area.
Curare l’aspetto tecnico ed emotivo.

 Esercitazione 3
 Distanza: tiri da 10m.
 Descrizione: portieri e tiratori
Il gruppo divisi a coppie si alterna a calciare in porta, in caso di
segnatura va ad occupare il doppio ruolo di portiere.
 Varianti:
- Avvicinare o allontanare la distanza del tiro.
- Valido anche il goal sulla respinta.
- Tiri dai lati dell’area.
Curare l’aspetto tecnico ed emotivo.

137
EDITORIA

Vi riporto alcune pubblicazioni presenti nel mio scafale, particolarmente indicati per la categoria e
inoltre per ampliare le conoscenze nel ruolo del preparatore dei giovani portieri.

Dalla casa editrice Calzetti-Mariucci Editori:


 Didattica e gioco per il portiere nella scuola calcio.
di C. Del Ciello e R. Patacchiola
 Gioco ed esercizio tecnico nell’allenamento del portiere.
di C. Del Ciello
 Allenamento tattico del giovane portiere ed altre esercitazioni.
di C. Del Ciello
 Ottimizzazione dell’allenamento del portiere del portiere nel settore giovanile.
di C. Del Ciello
 Il portiere esordiente
Di A. . Messina

Dalla casa editrice Edizioni Nuova Prhomos:


 Evoluzione didattica e metodologica applicata alla formazione del giovane portiere.
di S. Capuano
 Le mani sulla palla.
di F. Berna ed E. Berton

Dalla casa editrice Società Stampa Sportiva:


 L’addestramento dei giovani portieri.
di F. Casali
 Programma di formazione per il giovane portiere di calcio.
di G. Martone

Dal sito www.allenatore.net:


 La preparazione stagionale coordinativa, tecnica, tattica e condizionale del portiere.
di C. Rapacioli

Dal sito www.portieridicalcio.it:


 L’allenamento del portiere di calcio.
di C. Lovecchio e J. M. Ochotorena
 Allenamento delle capacità coordinative nella scuola calcio portieri.
di C. Lovecchio e R. Berti

Questo elenco di pubblicazioni sono accompagnate dal DVD.

138
RINGRAZIAMENTI

La mia famiglia per il tempo rubato a loro, soprattutto mia figlia Chiara per la cura dei testi; i miei
amici che mi hanno spinto a realizzare questo sogno; la mia società A. S. D. Fiemme per
l’opportunità, la disponibilità e la fiducia; e tutti i miei ragazzi, piccoli e grandi, che in tanti anni,
tantissimi anni, mi hanno seguito con tanta passione e ammirazione e ai quali mi sono affezionato
molto.

Ringrazio inoltre e soprattutto APPORT, associazione preparatori portieri italiani, per


l’organizzazione di stage, per aver dato voce e importanza a questo ruolo, del preparatore dei
portieri: il suo giusto spazio nel mondo del calcio.

Ringrazio la rivista “Il nuovo calcio”, il periodico dell’associazione allenatori “L’allenatore” e del
settore tecnico “Notiziario”.

Puoi trovare suggerimenti nei seguenti link:


www.settoretecnico.figc.it
www.settoregiovanile.figc.it
www.assoallenatori.it
www.apport.it
www.portieridicalcio.it
www.preparatorideiportieri.com
www.accademiaportieri.it

e tanti materiali in:


www.keepersport.it

Buon lavoro e buon divertimento con i vostri ragazzi!

Longo Gregorio

139
RICORDO

David il tuo nome, il nostro ricordo.

Eri piccolo, colmo di voglia e passione, il portiere, in quella


porta tutto solo.

Il tempo ci ha rubato al nostro affetto, soprattutto alla tua famiglia.

Ti portiamo sempre con noi.

Ciao David.

140
141

Potrebbero piacerti anche