Sei sulla pagina 1di 1

DIRITTO PUBBLICO

LA MAGISTRATURA
L a competenza dei Giudici:
un processo viene assegnato al giudice secondo
la competenza che può essere:1 per territorio in
base al luogo di residenza del convenuto. 2 Per
materia secondo l’oggetto della controversia. 3
Per valore in rapporto a l’ammontare della
somma in discussione nel procedimento.
L’organizzazione della giustizia civile: Il giudice
di pace: è un giudice monocratico potere di uno
solo decide per controversie di modesto rilievo e
contro le sue sentenze si può ricorrere in appello
in tribunale. Il tribunale ha competenza esclusiva
per determinate materie come la dichiarazione
del fallimento, la separazione dei coniugi,
l’uguaglianza del testamento. La corte d’appello
è un organo collegiale composta da 3 giudici
emette in giudizio di 2° grado relativamente alle
controversie su cui si è pronunciata il tribunale.
La corte di cassazione è l’organo supremo che
valuta che la legge venga applicata in modo
uniforme. La giurisdizione amministrativa è
costituita da tribunali amministrativi regionali
(TAR) che hanno sede in ogni capoluogo di
regione, e sono competenti in primo grado per le
controversie relative alle lesioni di interessi
legittimi da parte della pubblica amministrazione
il TAR esprime un giudizio di legittimità e non
di merito. LA DISTRIBUZIONI DEI POTERI il
parlamento è formato da 2 camere che hanno gli
stessi poteri identiche funzioni che svolgono la
loro attività in maniera separata si tratta di un
sistema bicamerale. La camera dei deputati è
eletta a suffragio universale e diretto da 630
deputati sono eleggibili tutti coloro che abbiano
compiuto 25 anni. Il senato è composto da 315
senatori è eletti a suffragio universale e diretto
da chi ha compiuto 25 e sono eleggibili le
persone che abbiano compiuto 40 anni. E’
senatore a vita chi è stato presidente della
repubblica salvo rinuncia il presidente a sua
volta può nominare senatori a vita 5 cittadini che
hanno illustrato la patria per altissimi meriti in
campo sociale, scientifico, letterario.
INIZIATIVA LEGISLATIVA
Quando l’atto di iniziativa previene dal governo
si parla di disegno di legge negli altri casi si
parla proposta di legge.
DISCUSSIONE/APPROVAZIONE
Ogni disegno di legge è presentato ad una
camera è esaminata da una commissione e poi
dalla camera stessa che l’approva art. per art.
con la valutazione finale. I procedimenti si
distinguono in ordinario e abbreviato.
PROMULGAZIONE/PUBBL.
Le leggi sono promulgate dal Pres. Della
Repubb. Entro un mese dalla approvazione
(procedim. Ordinario). Le leggi sono pubblicate
subito dopo la promulgazione e entrano in
vigore il 15° giorno successivo alla loro pubblic.
Nella gazz. Uff. anche il governo ha un limitato
potere legislativo che si esprime nei decreti
legislativi e nei decreti legge.
IL PRESID. REPUBBLIC.
E’ un organo indipendente e imparziale che
assicura l’equilibrio del sistema rappresenta
l’unica nazione che garantisce l’osservanza della
costituzione. Elezioni: il Presid. Viene eletto dal
parlamento in seduta comune ha luogo per
scrutino segreto a maggioranza dei 2/3
dell’assemblea dopo il 3° scrutino è sufficiente
la magg. Assoluta. I requisiti art. 84 può essere
eletto ogni cittadino che abbia compiuto 50 anni,
e abbia diritti civili e politici. Durata della carica
art. 85 eletto per 7 anni. 30 giorni prima che
scade il termine il presid. Della camera dep.
Convoca il parlamento seduta comune e i
delegati regionali per eleggere quello nuovo. Se
le camere sono sciolte, o manca meno di 3 mesi
alla loro cessazione la elezione ha luogo entro
15 giorni dalla riunione delle camere nuove. Nel
frattempo sono prorogati i poteri del presid. In
carica. Gli Impedimenti: le funzioni del Presd. In
ogni caso che egli non possa adempiere sono
esercitate dal presid. Del Senato e in caso di
impedimento permanente il presd.della camera
dep. Indice la elezione del nuovo Presd. Entro
15 giorni. LE RESPONABILITA’ DEL
PRESID. REPUBB: Nessun atto è valido se non
è controfirmato dai ministri proponenti che ne
assumono la responsabilità. gli atti che hanno
valore legislativo, e gli altri indicati dalla legge
sono controfirmati dal pres. Del consiglio. La
firma del pres. Della repubb. Ha valore solo
formale e solo il ministro che controfirma è
responsabile del atto. Il pres. Repubb. Non è
responsabile degli atti compiuti nell’esercizio
delle sue funzioni, tranne che per alto tradimento
o per attentato alla costituzione in questi casi è
emesso in stato da accusa dal parlamento in
seduta comune a maggioranza assoluta dei suoi
componenti.

Potrebbero piacerti anche