Sei sulla pagina 1di 53

GEOTECNICA

ESERCITAZIONE 7
TENSIONI LITOSTATICHE
PROVA EDOMETRICA
CONSOLIDAZIONE
MONODIMENSIONALE
ESERCIZIO 1
Calcolare lo stato di sforzo geostatico per i due depositi indicati in figura.
ESERCIZIO 1-Soluzione

CASO 1. Calcolare lo stato di sforzo geostatico per il seguente deposito normal consolidato (tensioni in kPa).

K0sabbia(NC) = (1-sin φ’)=0,455


σ’h = k0·σ’v σh = σ’h+u
K0argilla(NC) = (1-sin φ’)=0,531

σv=σ
σ ’v u=0 K0(NC) σh=σ
σ ’h

90 0,455 40,95
0,531 47,79

190 100,89

z z z z
ESERCIZIO 1-Soluzione

CASO 1. Calcolare lo stato di sforzo geostatico per il seguente deposito sovraconsolidato (tensioni in kPa).

Tensioni Tensioni attuali


massime
σ’vmax
σvmax=σ σv=σ
σ ’v
72
A 73,8 1,8

162 90
B

262 190
C
z z
OCR in corrispondenza del piano
campagna va ad infinito. Si sceglie di OCR A =73,8/1,8=41
calcolare le tensioni in un punto appena OCR B =162/90=1,8
al di sotto del piano campagna, avente
OCR finito. (es: punto A a 0,1m dal PC). OCR C =262/190=1,38
ESERCIZIO 1-Soluzione
K0sabbia(NC) = (1-sin φ’)=0,455 K0sabbia(OC) = K0sabbia(NC) √OCR
OCR A =73,8/1,8=41 K0sabbiaA(OC) =2,91
OCR B =162/90=1,8 K0sabbiaB(OC) =0,60

K0argilla (NC) = (1-sin φ’)=0,531 K0argilla(OC) = K0argilla(NC) √OCR


OCR B =162/90=1,8 K0argillaB(OC) =0,71
OCR C =262/190=1,38 K0argillaC(OC) =0,62

σ’h = k0·σ’v

OCR K0(OC) σh=σ


σ ’h
A 5,24

54
B 63,9

117,8
C
z z z
ESERCIZIO 1-Soluzione

CASO 2. Calcolare lo stato di sforzo per il seguente deposito, inizialmente normal consolidato, a seguito di uno
scavo di 2m (tensioni in kPa).

Inizialmente Successivamente allo scavo: OC


Tensioni massime
(tensioni prima dello scavo) Tensioni attuali

SCAVO σvmax=σ
σ’vmax σv=σ
σ ’v
2 36
A 37,8 1,8
90 54
B

190 154
C
z z
OCR in corrispondenza del nuovo piano
campagna va ad infinito. Si sceglie di OCR A =37,8/1,8=21
calcolare le tensioni in un punto appena OCR B =90/54=1,67
al di sotto del piano campagna, avente
OCR finito. (es: punto A a 0,1m dal OCR C =190/154=1,23
nuovo PC).
ESERCIZIO 1-Soluzione
K0sabbia(NC) = (1-sin φ’)=0,455 K0sabbia(OC) = K0sabbia(NC) √OCR
OCR A =37,8/1,8=21 K0sabbiaA(OC) =2,09
OCR B =90/54=1,67 K0sabbiaB(OC) =0,59

K0argilla (NC) = (1-sin φ’)=0,531 K0argilla(OC) = K0argilla(NC) √OCR


OCR B =90/54=1,67 K0argillaB(OC) =0,69
OCR C =190/154=1,23 K0argillaC(OC) =0,56

Inizialmente NC Successivamente allo scavo: OC


σ’h = k0·σ’v

SCAVO OCR K0(OC) σh=σ


σ ’h
2 A 3,762
31,86
B 37,04

90,86
C

z z z
ESERCIZIO 1-Soluzione

CASO 2. Calcolare lo stato di sforzo per il seguente deposito sovraconsolidato in seguito ad uno scavo di 2m di
profondità (tensioni in kPa).

Il terreno, inizialmente già sovraconsolidato, raggiunge un


grado di sovraconsolidazione maggiore in seguito allo scavo.

Tensioni Tensioni attuali


massime

SCAVO σ’vmax
σvmax=σ σv=σ
σ ’v
108
2 A 109,8 1,8
162 54
B

262 154
C
z z
OCR in corrispondenza del nuovo piano
campagna va ad infinito. Si sceglie di OCR A =109,8/1,8=61
calcolare le tensioni in un punto appena OCR B =162/54=3
al di sotto del piano campagna, avente
OCR finito. (es: punto A a 0,1m dal PC). OCR C =262/154=1,7
ESERCIZIO 1-Soluzione
K0sabbia(NC) = (1-sin φ’)=0,455 K0sabbia(OC) = K0sabbia(NC) √OCR
OCR A =109,8/1,8=61 K0sabbiaA(OC) =3,51
OCR B =162/54=3 K0sabbiaB(OC) =0,79

K0argilla (NC) = (1-sin φ’)=0,531 K0argilla(OC) = K0argilla(NC) √OCR


OCR B =162/54=3 K0argillaB(OC) =0,92
OCR C =262/154=1,7 K0argillaC(OC) =0,69
Il terreno, inizialmente già sovraconsolidato, raggiunge un
grado di sovraconsolidazione maggiore in seguito allo scavo.
σ’h = k0·σ’v

SCAVO OCR K0(OC) σh=σ


σ ’h
2 A 6,318
42,66
B 49,68

106,62
C

z z z
ESERCIZIO 1-Soluzione

CASO 3. Calcolare lo stato di sforzo per il seguente deposito, inizialmente normal consolidato, in seguito alla
costruzione di un rilevato di spessore 2m (tensioni in kPa).

Il terreno NC si consolida normalmente sotto al peso del


Inizialmente NC nuovo rilevato di spessore 2m.

K0sabbia(NC) = (1-sin φ’)=0,455


σ’h = k0·σ’v σh = σ’h+u
K0argilla(NC) = (1-sin φ’)=0,531

+2
RILEVATO 36
σv=σ
σ ’v K0(NC) 16,4
σh=σ
σ ’h

126 0,455 57,3


0,531 66,9

226 120

z z z
ESERCIZIO 1-Soluzione

CASO 3. Calcolare lo stato di sforzo per il seguente deposito, inizialmente sovraconsolidato, in seguito alla
costruzione di un rilevato di spessore 2m (tensioni in kPa).

Il terreno, inizialmente sovraconsolidato per l’erosione di uno spessore pari a


OC 4m, raggiunge un grado di sovraconsolidazione minore in seguito alla
costruzione del rilevato di spessore pari a 2m, avente stesse caratteristiche
dello strato eroso.
Tensioni Tensioni attuali
+2 massime
RILEVATO σvmax=σ
σ’vmax σ ’v
σv=σ
72 36
A

162 126
B

262 226
C
z z

OCR A =72/36=2
OCR B =162/126=1,29
OCR C =262/226=1,16
ESERCIZIO 1-Soluzione
K0sabbia(NC) = (1-sin φ’)=0,455 K0sabbia(OC) = K0sabbia(NC) √OCR
OCR A =72/36=2 K0sabbiaA(OC) =0,64
OCR B =162/126=1,29 K0sabbiaB(OC) =0,52

K0argilla (NC) = (1-sin φ’)=0,531 K0argilla(OC) = K0argilla(NC) √OCR


OCR B =162/126=1,29 K0argillaB(OC) =0,60
OCR C =262/226=1,16 K0argillaC(OC) =0,57

σ’h = k0·σ’v
+2
RILEVATO OCR K0(OC) 23
σh=σ
σ ’h
A

65,5
B 75,6

128,8
C
z z z
ESERCIZIO 1-Soluzione

CASO 4. Calcolare lo stato di sforzo per il seguente deposito, inizialmente normal consolidato, in seguito alla
costruzione di un rilevato di spessore 5m (tensioni in kPa).

Il terreno NC si consolida normalmente sotto al peso del


Inizialmente NC nuovo rilevato di spessore 5m.

K0sabbia(NC) = (1-sin φ’)=0,455


σ’h = k0·σ’v σh = σ’h+u
K0argilla(NC) = (1-sin φ’)=0,531

+5
RILEVATO

90
σv=σ
σ ’v K0(NC) σ =σ
40,95 h
σ ’h

180 0,455 81,9


0,531 95,6

280 148,7

z z z
ESERCIZIO 1-Soluzione

CASO 4. Calcolare lo stato di sforzo per il seguente deposito, inizialmente sovraconsolidato, in seguito alla
costruzione di un rilevato di spessore 5m (tensioni in kPa).

Il terreno, inizialmente sovraconsolidato per l’erosione di uno spessore pari


Inizialmente OC a 4m, diviene normal consolidato in seguito alla costruzione di un rilevato NC
di spessore 5m, avente stesse caratteristiche dello strato eroso.

K0sabbia(NC) = (1-sin φ’)=0,455


σ’h = k0·σ’v σh = σ’h+u
K0argilla(NC) = (1-sin φ’)=0,531

+5 Tensioni
massime
RILEVATO =
Tensioni attuali
90
σv=σ σ ’v K0(NC) σ =σ
40,95 h
σ ’h
A

180 0,455 81,9


B 95,6
0,531

280 148,7
C
z z z
ESERCIZIO 2
Calcolare lo stato di sforzo geostatico per i due depositi indicati in figura.

sat sat

sat sat
ESERCIZIO 2-Soluzione

Calcolare lo stato di sforzo geostatico per il seguente deposito normal consolidato (tensioni in kPa).

K0sabbia(NC) = (1-sin φ’)=0,455


NC σ’h = k0·σ’v σh = σ’h+u
K0argilla(NC) = (1-sin φ’)=0,531

σv u=0 σ ’v σ ’h σh

sat
90 50 40 18,2 68,2
21,2 71,2
sat

190 100 90 47,8 147,8

z z z z
ESERCIZIO 2-Soluzione

Calcolare lo stato di sforzo geostatico per il seguente deposito sovraconsolidato (tensioni in kPa).

Tensioni max Tensioni max Tensioni attuali


totali efficaci efficaci
σvmax u=0 σ’vmax σ ’v
72 72
A 73,8 1 72,8 0,8

sat
162 50 112 40
B
sat

262 100 162 90


C
z z z z
OCR in corrispondenza del piano
campagna va ad infinito. Si sceglie di OCR A =72,8/0,8=91
calcolare le tensioni in un punto appena OCR B =112/40=2,8
al di sotto del piano campagna, avente
OCR finito. (es: punto A a 0,1m dal PC). OCR C =161/90=1,8
ESERCIZIO 2-Soluzione
K0sabbia(NC) = (1-sin φ’)=0,455 K0sabbia(OC) = K0sabbia(NC) √OCR
OCR A =72,8/0,8=91 K0sabbiaA(OC) =4,34
OCR B =112/40=2,8 K0sabbiaB(OC) =0,76

K0argilla (NC) = (1-sin φ’)=0,531 K0argilla(OC) = K0argilla(NC) √OCR


OCR B =112/40=2,8 K0argillaB(OC) =0,89
OCR C =161/90=1,8 K0argillaC(OC) =0,71

σ’h = k0·σ’v σh = σ’h+u


OCR K0(OC) σ ’h σh
A 3,5 4,5

sat
30,4 80,4
B 35,6 85,6

sat
63,9 163,9
C
z z z z
ESERCIZIO 3

Determinare le caratteristiche di compressibilità di un campione di terreno sul quale è stata eseguita una
prova edometrica che ha dato i seguenti risultati: D= 7 cm, H0 = 2 cm, Ps = 108,415 g, γs =2,74 t/m3, γsat
=1,88 t /m3.

(hs è l’altezza fittizia della sola parte solida)


Di seguito vengono riportate le letture di laboratorio.

Una volta tracciato il grafico su scala normale, si possono determinare il coefficiente di compressibilità av, il
coefficiente di compressibilità volumetrica mv e il modulo edometrico Eed in corrispondenza del valore
tensionale in sito (σ’v0 = 1 kg/cm2). Riportare i dati anche in scala semilogaritimica e determinare il
coefficiente di compressibilità Cc.
ESERCIZIO 3
ESERCIZIO 3
ESERCIZIO 3-Soluzione
Dal grafico della prova edometrica in scala normale si determinano av, mv e Eed in corrispondenza di σ’v0=100kPa.

Δe 0,0625
av = = = 6,25 ⋅ 10 − 4 kPa −1
Δσ' v 100kPa
av 6,25 ⋅ 10 −4 kPa −1
mv = = = 3,344 ⋅ 10 − 4 kPa −1
e0 1 + e0 1 + 0,869
∆e 1 1
e1 E ed = = kPa = 2990kPa
m v 3,344 ⋅ 10 − 4

∆σ’=100kPa

σ’v0=100kPa
ESERCIZIO 3-Soluzione
Segue il grafico della prova edometrica in scala semilogaritmica.
ESERCIZIO 3-Soluzione
Dal grafico della prova edometrica in scala semilogaritmica si determinano i coefficienti di compressibilità.

Δe 0,891 − 0,868
Cr = = = 0,0764
Δlogσ' v log(52/26)

∆e 0,699 − 0,629
Cc = = = 0,2325
∆logσ' v log(1040/5 20)
Cr
∆e 0,729 − 0,650
Cs = = = 0,0565
∆logσ' v log(260/10 ,4)

Cc
Cs
ESERCIZIO 4
Sempre con riferimento ai risultati della prova edometrica dell’esercizio 3 precedente, sono riportati
nella tabella seguente i dati in corrispondenza del carico p=1kg/cm2. Determinare il coefficiente di
consolidazione con il metodo di Casagrande.
ESERCIZIO 4
METODO DI CASAGRANDE: grafico cedimenti-tempo in scala semilogaritmica.

H [cm]
ESERCIZIO 4-Soluzione
METODO DI CASAGRANDE: grafico cedimenti-tempo in scala semilogaritmica.

H [cm]
Ho
U=0% a Si fissa un tempo t1 sufficientemente
a piccolo affinché il punto corrispondente a
t2=4t1 ricada nel tratto parabolico iniziale;
Si definisce “a” la distanza in ordinata tra i
H50 F
U=50%
punti della curva corrispondenti
rispettivamente a t1 ed a t2;
Ribaltando il segmento “a” verso l’alto si
trova l’ordinata relativa a U=0%;
Hf L’ordinata relativa a U=100% si trova
U=100% dall’intersezione tra la retta tangente al
tratto finale della curva e la retta tangente
t50=182,33s
alla curva nel punto di flesso F.
t1=6s t2=24s

Si determina l’altezza corrispondente alla metà del processo di consolidazione, ovvero corrispondente ad U=50%,
essendo essa l’altezza media tra Ho ed Hf;
Si individua il tempo t50 necessario al grado di consolidazione del 50%
Dalle tabelle che forniscono Um in funzione di Tv, si ricava il fattore tempo adimensionale che corrisponde ad un
grado di consolidazione medio del 50% (ad esempio dalla relazione di Terzaghi si ottiene Tv=0,197 per drenaggio
consentito sopra e sotto;
Sostituendo i valori sopra determinati nella definizione del fattore tempo Tv è possibile ricavare il coefficiente di
consolidazione verticale (H massimo percorso di filtrazione):
2
T 0,197  1,9056  −4
cv = v H2 =   cm = 9,81 ⋅ 10 cm /s
2 2

t 50 182,33s  2 
ESERCIZIO 5
ESERCIZIO 5-Soluzione
1) Il valore del cedimento finale a fine consolidazione vale:
m2 kN
W = m v ⋅ H ⋅ Δσ' z = 5 ⋅ 10 − 4 ⋅ 0,02m ⋅ 100 2 = 0,001m = 1mm
kN m

2) Il fattore tempo Tv relativo ad un cedimento di 0,25mm è pari a:

Um = 0,25mm/1mm = 25%
Entro nel grafico con Um=25%
fino ad intersecare la curva
relativa al caso di drenaggio
da ambo i lati e determino il
fattore Tv:
Tv=0,05
Tv = 0,05

3) Il tempo affinché il cedimento raggiunga il valore di 0,25mm vale:


2
T 0,05  0,01975  2 −6
t25% = v H 2 = 2   m = 2,437 ⋅ 10 anni = 76,88s
cv 2m /anno  2 
(NB: H25%=20mm-0.25mm=19,75mm)

4) Il grado di consolidazione dopo 3 minuti è pari a:


Non conoscendo l’altezza dopo 3 minuti
t ⋅ c v 2m2 /anno ⋅ (3/60/24/365)anni
Tv = 2 = 2
= 0,114 dall’inizio della consolidazione di usa
H  0,02  2 l’altezza iniziale del provino per ricavare il
 m percorso di massima filtrazione.
 2 
ESERCIZIO 5-Soluzione

Per determinare il grado di consolidazione medio dopo 3 minuti dall’inizio del processo di consolidazione, entro
nel seguente grafico con il fattore tempo adimensionale Tv pari a 0,114:

Um = 38%
Um = 38%

Tv = 0,114
ESERCIZIO 6

Tv

Um
ESERCIZIO 6-Soluzione
Il cedimento a fine consolidazione edometrica vale:
m2 kN
W = m v ⋅ H ⋅ Δσ' z = 5 ⋅ 10 − 4 ⋅ 8m ⋅ 800 2 = 0,32m
kN m

Il fattore tempo Tv dopo 20 giorni dall’applicazione del sovraccarico vale :

c v ⋅ t 2m 2 /anno ⋅ (20/365)an ni Um = 10%


Tv = 2 = 2
= 0,0068
H 8 2
  m
2

Entro nel grafico con Tv=0,007 fino ad intersecare la curva


relativa al caso di pressione interstiziale in eccesso con
andamento rettangolare e determino il grado di Tv = 0,007
consolidazione medio Um: Um=10%

Conoscendo il grado di consolidazione medio dopo 20 giorni


ed il cedimento finale, è possibile determinare il cedimento
edometrico corrispondente:
Wct
Um = Wct = Um ⋅ Wc∞ = 0,1 ⋅ 0,32m = 0,032m
Wc∞
ESERCIZIO 6-Soluzione
t>>0 Stato tensionale molto tempo dopo l’applicazione del sovraccarico. LT: Condizioni drenate.

q=80kPa 80 σv u0 80 σ ’v

20

60

80
z z z

≥0 Stato tensionale immediatamente dopo l’applicazione del sovraccarico. BT: Condizioni non drenate.
t≥

q=80kPa 80 σv σ’v(t<0) 80 u=u0+ue

20+80=100

60+80=140

80+80=160
z z z
ESERCIZIO 6-Soluzione

Il fattore tempo Tv relativo a 120 giorni dopo l’applicazione del sovraccarico vale :
T v = 0,05
c v ⋅ t 2m /anno ⋅ (120/365)a nni
2
Tv = = 2
= 0,04
H2 8 2
  m
2 z A /H = 0,5

z B /H = 1,5

Δσ'v / ∆q = 10% ue /∆q = 90%

La pressione interstiziale in eccesso nei punti A e B, dopo 120 giorni dall’applicazione del sovraccarico q, vale:

ueA = ueB = 90% ⋅ Δq = 0,9 ⋅ 80kPa = 72kPa

La pressione interstiziale totale nei punti A e B, dopo 120 giorni dall’applicazione del sovraccarico q, vale dunque:
uA = u0A + ueA = 20 + 72 = 92kPa
uB = u0B + ueB = 60 + 72 = 132kPa
ESERCIZIO 7

γ sat1,2,3 = 20kN/m3
ESERCIZIO 7-Soluzione
a)t<0 Stato tensionale nello strato argilloso prima della modifica del regime idrologico (situazione a).

40
σv 20
u 20
σ ’v

120 40 80
z z z
γ sat1,2,3 = 20kN/m3

t>>0 Stato tensionale nello strato argilloso molto dopo la modifica del regime idrologico (situazione b). LT: CD.

40
σv 20
u0 20
σ ’v

120 20 100
z z z
γ sat1,2,3 = 20kN/m 3
ESERCIZIO 7-Soluzione
≥0 Stato tensionale nello strato argilloso immediatamente dopo la modifica del regime idrologico (situazione
t≥
b). BT: CND.

40
σv 20
σ’v(t<0) 20 u=u0(t>>0)+ue
A

B 120 80 20+20=40
z z z
γ sat1,2,3 = 20kN/m3

Il diagramma delle pressioni in eccesso immediatamente dopo la modifica del regime idrologico ha andamento
triangolare: da valore 0 in A varia linearmente fino a raggiungere 20kPa nel punto B.

b)Il tempo necessario affinché il grado di consolidazione medio raggiunga il 90% è pari ad:
2
T 0,848 4 2
t 90% = v H2 = −3   m = 424giorni
cv 8 ⋅ 10 m /giorno  2 
2
ESERCIZIO 7-Soluzione

c)La pressione u in corrispondenza della superficie superiore dello strato argilloso dopo un anno vale:

Isocrone della pressione


interstiziale in eccesso
A

Nel punto A la pressione in eccesso è nulla anche immediatamente dopo la modifica del regime idrologico,
quindi:
u A = u 0A + u eA = 20 + 0 = 20kPa
ESERCIZIO 7-Soluzione

d)La pressione u in corrispondenza della superficie inferiore dello strato argilloso dopo 90 giorni vale:

Isocrone della pressione


interstiziale in eccesso
A

c v ⋅ t 8 ⋅ 10 −3 m 2 /giorno ⋅ 90giorni
Tv = 2 = 2
= 0,18 ≅ 0,2
H 4 2
  m
2

uB(t =90gg) = u0B(t >> 0) + ueB(t =90gg) = 20 + 0 = 20kPa

z B /H = 2
Δσ'v = 100%ueB(t≥0) u e = 0%u eB(t ≥ 0)
ESERCIZIO 7-Soluzione

e)La pressione u al centro dello strato argilloso dopo 6 mesi vale:

Isocrone della pressione


interstiziale in eccesso
A

C
B

T v = 0,36
c v ⋅ t 8 ⋅ 10 −3 m2 /giorno ⋅ 180giorni
Tv = 2 = 2
= 0,36
H 4 2
 m
2

z B /H = 1
ueC(t=180gg) = 25% ⋅ ueB(t≥0) = 0,25 ⋅ 20 = 5kPa

uC(t=180gg) = u0C(t>>0) + ueC(t=180gg) = 20 + 5 = 25kPa

Δσ'v = 75%ueB(t≥0) ue = 25%ueB(t≥ 0)


ESERCIZIO 7-Soluzione

Oppure:

Isocrone della pressione


interstiziale in eccesso
A

C
B

T v = 0,36
c v ⋅ t 8 ⋅ 10−3 m2 /giorno⋅ 180giorni
Tv = 2 = 2
= 0,36
H 4 2
 m
2 Δσ'v = 50%ueC(t≥0) ue = 50%ueC(t ≥ 0)

z B /H = 1
ueC(t=180gg) = 50%⋅ ueC(t≥0) = 0,50⋅ 10 = 5kPa

uC(t=180gg) = u0C(t>>0) + ueC(t=180gg) = 20 + 5 = 25kPa


ESERCIZIO 8
ESERCIZIO 8-Soluzione
Si individua la pressione di preconsolidazione con il metodo di Casagrande.

A
B

σ’p=350kPa
Individuare il punto A di massima curvatura;
Tracciare l’orizzontale e la tangente passanti per A;
Tracciare la bisettrice AB dell’angolo compreso tra l’orizzontale e la tangente precedentemente disegnate;
Prolungare verso l’alto la NCL;
Individuare il punto di intersezione tra la NCL e la bisettrice AB: l’ascissa di tale punto rappresenta il valore
della pressione di preconsolidazione.
ESERCIZIO 8-Soluzione
Lo stato tensionale attuale è il seguente (tensioni in kPa).

σv0 u 80 σ’v0

B 17 17

A 164 46,7 117,3

C 206 60 146

z z z
Δhtot = 3m

Δhtot : 9m = ΔhAC : 2m Oppure: Δhtot : 9m = ΔhBA : 7m

3m
Δh AC = ⋅ 2m = 0,67m hA = hC + ΔhAC = 6m+ 0,67m= 6,67m Infatti:
9m
hC = zc + uc /γw = 0 + 60/10= 6m

uA = (hA − z A ) ⋅ γ w = (6,67m − 2m)10kN/m3 = 46,7kPa

Oppure dall’andamento lineare delle pressioni interstiziali si ottiene:


60kPa
uA = ⋅ 7m = 46,7kPa
9m
ESERCIZIO 8-Soluzione
Il grado di sovraconsolidazione nel punto A è pari a:

σ’p/σ
OCR A =σ σ’v0=350/117,3=2,98

Ipotizzando un ko(NC)=0,5, si disegnino nel piano di Mohr i cerchi delle tensioni totali ed efficaci del punto A.

K0(OC) = K0(NC) √OCR=0,5·√2,98=0,863

σ' vA = 117,3kPa σ'hA = σ'vA ⋅k 0 (OC) = 117,3 ⋅ 0,863 = 101,23kPa

σ vA = 164kPa σhA = σ'hA +uA = 101,23+ 46,7 = 147,93kPa

uA

σ ’v σ v
σ' hA σ' vA σ hA σ vA
ESERCIZIO 9
ESERCIZIO 9
ESERCIZIO 9-Soluzione
t<0 Stato tensionale nello strato argilloso prima dello scavo.

σv u σ ’v
72 72
A

B 132 102
30

C 192 60 132
z z z

t>>0 Stato tensionale nello strato argilloso molto dopo l’eliminazione dello strato superficiale sabbioso. LT: CD.

σv u σ ’v
A

B 60 30 30

120 60 60
C
z z z
ESERCIZIO 9-Soluzione
≥0 Stato tensionale nello strato argilloso immediatamente dopo l’eliminazione dello strato superficiale
t≥
sabbioso. BT: CND.

σv σ’v(t<0) u
72 -72
A

B 60 102 -42

120 132 -12


C
z z z

a) Il rigonfiamento del deposito argilloso a breve termine è nullo, poiché in condizione non drenate il banco
d’argilla non ha ancora registrato variazioni di tensioni efficaci.

m2 kN
δ BT = m v ⋅ H ⋅ ∆ σ ' z = 1, 62 ⋅ 10 −4
⋅ 6m ⋅ 0 2 = 0
kN m

b) Il rigonfiamento del deposito argilloso a lungo termine vale:

m2 kN
δ LT = m v ⋅ H ⋅ ∆ σ ' z = 1, 62 ⋅ 10 −4
⋅ 6 m ⋅ 72 2 = 0 , 07 m = 7 cm
kN m
ESERCIZIO 9-Soluzione

c) Il tempo, in giorni, necessario per raggiungere un rigonfiamento pari al 90% di quello finale vale:

Entro nel grafico con Um=90% fino ad intersecare


la curva relativa al caso di pressione interstiziale
in eccesso con andamento rettangolare e
determino il fattore tempo adimensionale:
Tv=0,848

In questo caso, il massimo percorso di filtrazione


Um = 90% corrisponde allo spessore di 6m dello strato
Tv = 0,848 argilloso stesso; infatti, a causa della presenza di
una formazione rocciosa impermeabile
sottostante, il drenaggio è consentito solo
dall’alto.

Tv 2 0,848
t 90% = H = −7
(6 )2 m2 = 8480000s = 98,15giorn i
cv 36 ⋅ 10 m /s
2
ESERCIZIO 9-Soluzione

d) Determinare il valore della pressione interstiziale in corrispondenza della superficie superiore e inferiore e a
metà dello strato d’argilla dopo 35 giorni dalla fine dello scavo.

c v ⋅ t 36 ⋅ 10−7 m2 /s ⋅ (35⋅ 24 ⋅ 60 ⋅ 60)s


Tv = 2 = = 0,3
H 62 m2

z A /H = 0 La pressione interstiziale in corrispondenza della


superficie superiore dello strato d’argilla dopo 35
giorni dalla fine dello scavo vale:
ueA(t =35gg) = 0% ⋅ ueA(t ≥ 0) = 0 ⋅ (−72kPa) = 0

uA(t=35gg) = u0A(t>>0) + ueA(t=35gg) = 0 + 0 = 0

Drenaggio consentito solo dall’alto.

U = 100%
ESERCIZIO 9-Soluzione

d) Determinare il valore della pressione interstiziale in corrispondenza della superficie superiore e inferiore e a
metà dello strato d’argilla dopo 35 giorni dalla fine dello scavo.

c v ⋅ t 36 ⋅ 10−7 m2 /s ⋅ (35⋅ 24 ⋅ 60 ⋅ 60)s


Tv = 2 = = 0,3
H 62 m2

La pressione interstiziale in corrispondenza della


mezzeria dello strato d’argilla dopo 35 giorni dalla
fine dello scavo vale:
z B /H = 0,5 ueB(t=35gg) = 42% ⋅ ueB(t≥0) = 0,42 ⋅ (−72kPa) =
= −30,24kPa

uB(t=35gg) = u0B(t>>0) + ueB(t=35gg) = 30 − 30,24 =


= −0,24kPa
Drenaggio consentito solo dall’alto.

U = 58%
ESERCIZIO 9-Soluzione

d) Determinare il valore della pressione interstiziale in corrispondenza della superficie superiore e inferiore e a
metà dello strato d’argilla dopo 35 giorni dalla fine dello scavo.

c v ⋅ t 36 ⋅ 10−7 m2 /s ⋅ (35⋅ 24 ⋅ 60 ⋅ 60)s


Tv = 2 = = 0,3
H 62 m2

La pressione interstiziale in corrispondenza della


superficie inferiore dello strato d’argilla dopo 35
giorni dalla fine dello scavo vale:

ueC(t=35gg) = 60% ⋅ ueC(t≥0) = 0,6 ⋅ (−72kPa) =


= −43,2kPa
z C /H = 1
uC(t =35gg) = u0C(t>>0) + ueC(t =35gg) = 60 − 43,2 =
= 16,8kPa
Drenaggio consentito solo dall’alto.

U = 40%

Potrebbero piacerti anche