Sei sulla pagina 1di 4

N.

53 MAGGIO 2008 articolo

15
RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET
REG. TRIBUNALE DI LUCCA N° 785 DEL 15/07/03
SEDE VIA E.FRANCALANCI 418 – 55054 BOZZANO (LU)
TEL. 0584 976585 - FAX 0584 977273
DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO
COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

SETTORE GIOVANILE

Categoria Esordienti: la programmazione


annuale dell’allenamento.
A cura di GIANLUCA URGNANI

Come cominciare a lavorare per la prossima stagione: obiettivi, metodi e


programmazione dell’allenamento.

OBIETTIVI TECNICI. OBIETTIVI TATTICI.

Nella scelta degli obiettivi tecnici su cui Nella scelta degli obiettivi tattici ho
lavorare ho pensato di identificare come pensato di identificare come obiettivo
obiettivo primario quello di elaborare un primario quello di elaborare un
“modello“ di calciatore con forti “modello“ di calciatore con forti
attitudini tecniche e con fantasia attitudini al gioco di squadra, alla
nell’esecuzione. costruzione del gioco stesso ed al
movimento senza palla.
Nella scelta di tali obiettivi, su cui
lavorare e migliorare, ho poi pensato di Questo per poi identificare nello
identificare come obiettivo specifico specifico i seguenti obiettivi di tattica
ogni “gesto tecnico” presente nel gioco collettiva, indipendenti dalla scelta del
del calcio, così come da definizione modulo utilizzato:
presente anche in bibliografia. • possesso palla;
Quindi i gesti tecnici, che diventeranno • conduzione in meta;
gli obiettivi su cui lavorare, sono i
seguenti: • gioco in profondità;

• conduzione di palla; • gioco in ampiezza.

• stop o controllo;

• passaggio; OBIETTIVI MOTORI.

• tiro in porta; Nella scelta degli obiettivi motori ho


pensato di identificare come obiettivo
• rimessa laterale; primario quello di elaborare un
• finta o dribbling; “modello“ di calciatore con
caratteristiche di coordinativa,
• colpo di testa; forza e resistenza, qualità
opportune alle esigenze del calcio
• tecnica del portiere. moderno.
Questo per poi identificare nello • Forza (capacità di superarse od
specifico i seguenti obiettivi sui quali opporsi ad una resistenza).
lavorare:
• Resistenza (capacità di resistere alla
• capacità coordinative generali; fatica).

• capacità coordinative specifiche;

• capacità condizionali. METODI D’INSEGNAMENTO.

Esistono due diverse modalità per


l’insegnamento di gesti tecnici e tattici
Capacità coordinative generali
e motori:
• Capacità di controllo motorio.
• il metodo deduttivo (apprendimento
• Capacità di adattamento e guidato);
trasformazione.
• il metodo induttivo (per risoluzione
• Capacità di apprendimento motorio. di problemi).

Capacità coordinative specifiche Metodo deduttivo


• Capacità di combinazione dei Si concretizza in assegnazione di
movimenti (salto e afferro, etc). compiti, in spiegazioni e dimostrazioni
date dall’allenatore senza l’interazione
• Capacità di differenziazione dell’allievo.
(lontano/forte, vicino/piano, etc).
Il vantaggio di questo metodo, grazie al
suo approccio analitico, produce
• Capacità di percezione spazio
maggiori risultati tecnici nel breve.
temporale (distanze, velocità,
traiettorie).
Metodo induttivo
• Capacita di equilibrio (statico,
dinamico, di volo). Questo metodo genera un’interazione
tra allenatore ed allievo, il quale
• Capacità di ritmo (variazione di elabora una propria idea e dà
velocità e frequenza). risoluzione ai problemi a seguito di
indicazioni date dall’allenatore.
• Capacità di orientamento (propria
posizione in funzione di altre). Questo metodo per risoluzione di
problemi, abitua il giovane giocatore a
• Capacità di reazione motoria risolvere rapide, inaspettate e nuove
(reazione a stimoli esterni, colori, situazioni di gioco ed offre maggiori
etc.). possibilità all’adattamento.

• Capacità di anticipazione motoria


(valutare in anticipo situazioni).
FASI DELL’ALLENAMENTO.

All’interno di una seduta di allenamento


Capacità condizionali si distinguono tre fasi che verranno
• Rapidità (capacità di effettuare proposte al fine di raggiungere gli
azioni motorie in un tempo minimo). obiettivi prefissati:
2
• fase preparatoria; ‰ Verifica intermedia (Novembre,
Dicembre).
• fase centrale;

• fase conclusiva. Pausa invernale

‰ 2° Periodo preparatorio
Fase preparatoria (Gennaio, Febbraio).
• Accoglienza (l’allenamento inizia
nello spogliatoio).
‰ 2° Periodo agonistico (Marzo,
• Illustrazione dell’allenamento Aprile).
(spiegazione della seduta).
‰ Verifica finale (Maggio, Giugno).
• Messa in azione (riscaldamento).

Alcune considerazioni.
Fase centrale
Poiché i periodi di preparazione
• Ricerca dell’obiettivo (tecnico, presentano allenamenti più frequenti
motorio, tattico). dei canonici due della settimana,
considereremo ogni singolo periodo
composto da 12 sedute, sulle quali
Fase conclusiva costruiremo la programmazione e
• Defaticamento, partita finale. inseriremo gli obiettivi per singola
seduta.
• Analisi dell’allenamento tramite Al termine dell’articolo un modello di
confronto. programmazione di un singolo periodo
(composto da 12 sedute), esempio che
• Congedo (l’allenamento finisce nello
vale per l’intera stagione e quindi da
spogliatoio).
ripetere per un totale di 6 periodi.

PROGRAMMAZIONE ALLENAMENTO. CONCLUSIONI.


La stagione sportiva, per le categoria In conclusione riportiamo gli obiettivi
Esordienti, comprende il periodo che principali del programma annuale per la
va, all’incirca, dalla fine di Agosto alla categoria Esordienti al fine di elaborare
prima settimana di Giugno, e pertanto un “modello“ di calciatore che abbia:
un’opportuna suddivisione dei mesocicli
d’attività potrebbe essere quella che • forti attitudini tecniche e alla
prevede tre mesocicli prima della pausa fantasia nell’esecuzione;
invernale e altrettanti dopo la stessa.
• forti attitudini al gioco di squadra,
Questa la proposta nello specifico:
alla costruzione del gioco e al
‰ 1° Periodo preparatorio (Agosto, movimento senza palla;
Settembre).
• caratteristiche di coordinativa, forza
‰ 1° Periodo agonistico e resistenza, qualità opportune alle
(Settembre, Ottobre). esigenze del calcio moderno.◊
3
Modello di Periodo Programmazione Esordienti

Fasi dell'allenamento

Fase Fase Centrale Fase
preparatoria Tattica Motorio Tecnica Conclusiva

Durata 5' 20' 15' 20' 20'

Riscaldamento Conduzione Capacità Conduzione


1 Partita finale
tecnico in meta coordinative palla

Riscaldamento Gioco in Capacità Conduzione


2 Partita finale
tecnico ampiezza condizionali palla

Riscaldamento Gioco in Capacità Stop o


3 Partita finale
tecnico profondità coordinative controllo

Riscaldamento Possesso Capacità Stop o


4 Partita finale
tecnico palla condizionali controllo

Riscaldamento Conduzione Capacità


5 Passaggio Partita finale
tecnico in meta coordinative

Riscaldamento Gioco in Capacità


6 Passaggio Partita finale
tecnico ampiezza condizionali

Riscaldamento Gioco in Capacità


7 Tiro in porta Partita finale
tecnico profondità coordinative

Riscaldamento Possesso Capacità


8 Tiro in porta Partita finale
tecnico palla condizionali

Riscaldamento Conduzione Capacità Finta o


9 Partita finale
tecnico in meta coordinative dribbling

Riscaldamento Gioco in Capacità Finta o


10 Partita finale
tecnico ampiezza condizionali dribbling

Riscaldamento Gioco in Capacità Colpo di


11 Partita finale
tecnico profondità coordinative testa

Riscaldamento Possesso Capacità Rimessa


12 Partita finale
tecnico palla condizionali laterale

Potrebbero piacerti anche