Sei sulla pagina 1di 2

Miaskovsky ne scrive 27, shostakovich 15

Orchestra piccola, schierata dall’inizio. Tutti generale appartenente alla sinfonia francese. Quasi sempre si
comincia tutti insieme nello stile classico.

Comincia con un gesto musicale della scuola di mannheim, un arpeggio verso l’alto. Es sonata in do minore
di mozart. Forte poi contrasto col piano.

Prokofiev Anticlassico: ripete il tema in una tonalità lontana. Modulazione improvvisa, tagliata con l’accetta.
Re maggiore e poi subito il do maggiore senza modulazione.

Musica asimmetrica ma ci suona naturalissima. Semplicissima. Fa il verso, utilizza lo stile classico come
fosse un materiale.

Il secondo tema è armonicamente rozzo.

La coda finale è fatta sullo stesso arpeggio con cui si apre.

Prokofiev mette una pausa per una battuta e poi sviluppo. Anticlassico perché non c’è continuità. Non c’è
logica conseguenza. Pensieri musicali che si succedono caotici. Modulazioni improvvise. La coda a metà
sviluppo. Ricapitola di sorpresa. Non è subito re maggiore. Arriva dopo.

Prokofiev sta facendo delle variaz su uno stile utilizzando degli stilemi elementi di uno stile separati dal loro
brodo di cultura dal loro mondo di riferimento operando su di essi con distacco con ironia ma anche con
amore

come strawinsky con luccello di fuoco con i temi folklo russi. Strawinsky non crea ma utilizza, a diff di
schoenberg. Anche prok lo fa. Straw utilizza temi per creare un suo stile personale.

Prok prende uno stile già dato per dichiarare la sua estraneità a quel medesimo stile.

Secondo movimento

Es. stilema accompagnamento staccato tipico del settecento. Nel concerto per violino, scritto nello stesso
anno, stessa cosa.

Haydn non avrebbe scritto un primo tema di una parte cantabile al violino così in alto.

Cambiamenti repentini.

Zone armoniche incerte. Diverse armonizzazioni del tema iniziale.

Introduzione che è la coda

Forma aba giocata con molta intelligenza

Terzo movimento (gavotta)

Prokofiev lo preferiva e infatti la rielaborò per romeo e giulietta. Un po’ più haydniana nelle cadenze.

Quarto movimento

Tema del ponte del primo movimento si ritrova nel quarto movimento. Disegni messi in maniera differente.

Il tema è fatto di arpeggio e una figura di crome. Elementi che intrecciati insieme formano il primo
movimento.

Gioca con degli stilemi, frasi, parti tratte dal repertorio classico e li ricombina in maniera originale. Si sente il
riferimento allo stile classico di haydn. Apre la strada a una reinterpretazione del passato.

Potrebbero piacerti anche