Sei sulla pagina 1di 3

Anno accademico 2017/2018

Corsi per l’acquisizione dei 24 CFA utili per la partecipazione ai concorsi


(DM 616 del 10 agosto 2017)

Progetto didattico
Linee guida per la realizzazione

Insegnamento:
METODOLOGIA DELL’EDUCAZIONE MUSICALE
Progetto didattico
Linee guida per la realizzazione

Progettare un percorso formativo di Educazione Musicale, di argomento a scelta, rivolto ai ragazzi della scuola secondaria di primo grado.
La progettazione del percorso (obiettivi, contenuti, ecc.) deve essere originale e coerente con le Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e
del primo ciclo d’istruzione emanate dal Ministro Profumo nel 2012 e le recenti «Indicazioni nazionali e nuovi scenari» (Febbraio 2018)
Il progetto dovrà contenere:
INTRODUZIONE/PRESENTAZIONE: in questa fase deve essere presentato il percorso formativo, devono essere esplicitati i destinatari (classi della scuola
secondaria di primo grado) e deve essere ipotizzata la situazione di partenza (i requisiti iniziali dei fruitori). In questo senso il riferimento potrebbe essere rivolto
alle esperienze musicali già maturate in precedenti contesti scolastici ed extrascolastici; al momento evolutivo del ragazzo; ai bisogni e alle aspettative dettate
anche dal contesto sociale e scolastico in cui si opera (comprese eventuali «situazioni critiche» di cui si vuole eventualmente tenere conto.
Giova ricordare a questo proposito che l’esperienza sonora fa parte del vissuto di ogni individuo che non può mai, quindi, dirsi completamente estraneo alla
musica. I giochi di voce iniziati fin dai primi vagiti, la manipolazione di oggetti in forma percussiva e dunque sonora, la fruizione dell’abbondante materiale
acustico offerto dall’ambiente di vita, rappresentano gli indicatori evidenti di un percorso musicale già attivamente intrapreso. E poi ancora le stimolazioni
culturali che provengono dalla famiglia, dall’ambiente sociale; le esperienze di vita comune, le attività didattiche oltre le esperienze della scuola primaria
completano il quadro di partenza dei ragazzi che si apprestano a seguire le tappe della formazione musicale.

DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI/TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE: progettare un obiettivo significa ipotizzare un cambiamento. Per una
maggiore efficacia dell’azione didattica, gli obiettivi devono essere effettivamente centrati sull’alunno, in sintonia con le sue esigenze e peculiarità evolutive; non
devono, nella loro enunciazione, essere ambigui ma definire con chiarezza finalità effettivamente osservabili e valutabili.
Anche questa fase della progettazione (definizione degli obiettivi) deve tener conto delle Indicazioni Nazionali, in particolare per quello che riguarda il
curricolo musicale nella scuola secondaria di primo grado.
È inoltre doveroso rammentare che gli ambiti di sviluppo della competenza musicale sono quelli dell’ascolto, della vocalità, del corpo (sia come mediatore fra
musica e cervello che come propulsore dell’attività strumentale) e della mente che assorbe, con fluidità e costanza, tutti gli apprendimenti proposti trasformando
ogni informazione sonora in competenza musicale.
Progetto didattico
Linee guida per la realizzazione

Per quello che riguarda le «competenze», vale la pena ricordare che il termine sta ad indicare una serie di abilità, di capacità potenziali che, portate al miglior
compimento, contraddistinguono ogni persona. In particolare, lo sviluppo della competenza, può essere pensato come il consolidamento delle abilità sensoriali,
percettive, motorie, linguistiche, sociali e come capacità di pervenire e padroneggiare forme di riorganizzazione dell’esperienza, di esplorazione e di ricostruzione
della realtà. Con il termine «competenza musicale» indichiamo l’insieme delle abilità - “corredo” potenziale di ogni individuo - che coinvolgono il fare musica e
che vengono consolidate attraverso il processo educativo al fine di padroneggiare le capacità fruitive e produttive del linguaggio sonoro e, in generale, la
comprensione musicale.
DEFINIZIONE DEI CONTENUTI: nella fase di progettazione dei contenuti educativi, vengono individuate le proposte concrete attraverso le quali si intende agire
per raggiungere gli obiettivi formativi e i traguardi ipotizzati. Si tratta di predisporre effettive attività didattiche appropriate al percorso progettato.
Tali attività devono possono anche prevedere schede di lavoro orientative per i ragazzi; tali schede devono eventualmente essere concepite, progettate e
realizzate nella logica della gradualità, concretezza e ludicità e, ovviamente, devono essere efficaci e dunque perfettamente coordinate con il contesto generale
nel quale si collocano.

METODI, TEMPI, SPAZI E ORGANIZZAZIONE: nella definizione dei metodi, vengono esplicitate le strategie atte a conseguire la realizzazione degli obiettivi. In
pratica si tratta di scegliere il modo attraverso il quale si intende procedere per rendere maggiormente funzionali i contenuti proposti. Nel progettare l’attività
musicale è anche necessario individuare i sussidi indispensabili al lavoro didattico, gli spazi eventualmente indispensabili, i tempi ipotizzati per la realizzazione e
l’organizzazione generale di tutta l’attività.
MONITORAGGIO, VERIFICA, VALUTAZIONE: Il monitoraggio in itinere dell’attività, la verifica periodica e finale, sono strumenti indispensabili ad un coerente
lavoro didattico. Questa fase è caratterizzata dall’osservazione dell’effettivo avvenuto cambiamento ipotizzato nella definizione degli obiettivi.
È dunque necessario che vengano chiaramente indicate le modalità e strumenti di verifica e valutazione del percorso formativo delineato. Faranno parte del
progetto, quindi, schede di verifica e simulazioni per il monitoraggio.
CONSEGNA DEL PROGETTO: Il progetto deve essere redatto, in formato digitale (documento word o compatibili), secondo le indicazioni fornite; deve
avere una consistenza di non meno di 10.000 caratteri (circa 5 cartelle di testo scritto); deve essere corredato da un frontespizio con titolo, nome e cognome,
disciplina di riferimento. Il file con il progetto individuale ed originale deve essere inviato non oltre 10 giorni prima della data fissata per gli esami di profitto al
seguente indirizzo mail: didattica-musica@istitutobraga.it Eventuali progetti simili fra di loro o «di gruppo» (o scaricati dal web) non verranno presi in
considerazione con conseguente non attribuzione del Credito Accademico

Potrebbero piacerti anche