Sei sulla pagina 1di 34

Ti rivelo un segreto…

“Lo sai che l’87% di quello che


accade nella tua vita dipende dai
vestiti che indossi?”
S tava succedendo un’altra volta.
Ancora una volta mi ritrovavo a piangere davanti allo specchio.
E ancora una volta per un uomo.

Ancora una volta la mia immagine era riflessa nello specchio con le guance
rigate dal rimmel che, gocciolando, formava piccoli cerchietti neri sul
lavandino.

Ancora una volta. Perché? Cosa c’era di sbagliato in me?

1
Erano mesi che cercavo di farmi notare da David, un ragazzo che mi piaceva
da impazzire.
Alto, moro, con uno sguardo di quelli in cui potresti perderti per sempre.

Finalmente, dopo mesi, mi aveva invitata ad uscire con un messaggio su


WhatsApp.

Leggevo il messaggio e mi sudavano le mani. Stava succedendo davvero?


2
Ecco cosa dovevo fare: rivoltare tutto il guardaroba sul letto e provare uno
ad uno tutti gli abiti finché non avrei trovato quello giusto.

E tac!
Finisco per passare tutto il pomeriggio davanti allo specchio a
provare tutti i vestiti che ho.

“Mmm…. questa gonna è troppo lunga…no! Questa è


troppo corta, poi pensa che gliela voglio dare subito!
Questo vestito mi sta malissimo. Questo è troppo nero…”
E così via.

Poi, ecco! Finalmente trovo cosa indossare!

Ore 21:00, io ero già pronta da 20 minuti.

Era un afoso venerdì sera d’agosto a Roma.


Nell’attesa ammazzavo il tempo facendo gli ultimi ritocchi al trucco e ai
capelli.

Suona il citofono.
Calma. Molta calma!
Conto… 1… 2… 3… E poco dopo sono già fuori casa.

Lui scende dalla macchina e mi apre lo sportello. Mi sento una principessa


salendo sulla sua auto blu notte.
Questa è la volta buona!

Andiamo a cena.
Al ristorante il cameriere ci presente una lista di antipasti che sembrano uno
più gustoso dell’altro.
Penso di prendere quello meno calorico.

Sto per chiedere a David quale antipasto avrebbe scelto, mi accorgo che il
suo sguardo è diretto verso una ragazza seduta due tavoli dietro di noi.

Lui non é minimamente attratto da me.


Siamo da poco seduti al tavolo insieme, al nostro primo appuntamento, e lui
già si distrae da me! Eppure mi ha detto che sono carina, simpatica…

3
“Cosa c’è che non va in me?”
Q uesta domanda mi rimbalzava nella mente e smorzava l’entusiasmo di
quell’incontro tanto atteso…

A fine serata lui mi riaccompagna a casa e mi saluta come si saluta la


propria migliore amica.

Entro in casa, saluto i gatti.


Piango davanti allo specchio.

Mi butto sul divano con un barattolo di marmellata alle arance e un pacco di


gocciole Pavesi.
Su Sky l’unica cosa che non è iniziata già da 50 minuti è il Diavolo veste
Prada.

E via alla mia serata fatta di cibo, lacrime e depressione.


… E gatti, si… Loro ci sono sempre.
Ecco il perfetto stereotipo della zitella sfigata.

A metà film, dopo aver finito il pacco di Gocciole, quando pure i gatti sono
andati a dormire, mi accorgo di una grande verità.

Andy, la protagonista, diventa improvvisamente cazzutissima.


Da sfigata neo laureata che era all’inizio del film, diventa una donna di
successo.

“Cosa era cambiato in lei?


Semplice. Il suo aspetto.”
Ha iniziato a truccarsi, i suoi vestiti non sono più “quello che trova
nell’armadio”, ma capi scelti in modo accurato.
Capi eleganti, di classe, scelti con l’aiuto del collega, in base alla sua figura.

D’impulso prendo il telefono, digito la prima cosa che mi viene in mente e


clicco su invio.
“Sono stata bene questa sera, ti va di vederci sabato prossimo?”

Al suo “sì” decido di farmi una promessa…

4
“Da Anonima Gattara a Bomba Sexy in 7 giorni.
Ecco il piano d’attacco.”

B asta piangersi addosso!

Dovevo fare qualcosa per me stessa. Per sentirmi più bella in modo da
aumentare la mia autostima.

Era chiaro che per cambiare la mia vita da perfetta sfigata a donna di
successo dovevo innanzitutto migliorare me stessa.

Sì certo è vero, lui non era stato affatto carino a stare con me e guardare
un’altra ma…
Alla fine, se non ami te stessa… Perché mai dovrebbe farlo qualcun altro?

La mattina seguente mi alzai dal letto al 6:15, feci colazione, una lezione di
yoga e meditazione e poi mi preparai per andare in libreria.
Comprai tutti i libri sull’abbigliamento che trovai e tornata a casa iniziai subito
a leggere. Si comincia!

Studiai diligentemente per tutta la settimana.


Senza nemmeno accorgermene qualcosa dentro di me stava cambiando.

Continuai a dedicarmi al miglioramento di me stessa per diversi mesi.

In quei mesi lessi libri sul miglioramento dell’autostima, sulla crescita


personale, sul portamento, libri di personal shopper, libri sulle forme del corpo
femminile, su come vestire bene in ogni occasione; insomma, feci una
scorpacciata di conoscenza sulla vera figaggine e sul completamento di me
stessa.

Ora posso dirti una verità che mai nessun altro là fuori ti dirà:

”Non esiste il fisico perfetto, esiste


l’abito giusto!”
5
“Il tuo corpo è il tempio della tua anima”
Se decidessi di vivere in una casa sporca, non curata o una casa con mobili
vecchi e mezzi rotti… Di certo anche tu ne risentiresti.

Di certo non usciresti di casa con un’aria regale.


La stessa cosa vale per il nostro corpo.

Se lo vestiamo con abiti vecchi, abiti che non si adattano alla forma del nostro
corpo, abiti che non rendono giustizia alla persona che siamo….
Come possiamo vivere una vita da vincenti?

Ho applicato tutte le regole che avevo imparato dai libri su di me.


Più cambiavo il mio aspetto fisico e più mi accorgevo che cambiavo
anche io.

Non sto parlando di una trasformazione solo esteriore.


Io stavo trasformando anche il mio spirito, la mia anima.

6
“La storia di una vittoria”

Q uel film mi aveva davvero stregata.


Ero decisa più che mai a diventare una donna migliore.

Una donna con autostima, si sa, può ottenere tutto ciò che vuole.

A me successe tutto come un domino.

Una catena di incredibili eventi cominciò a capitare nella mia vita, uno dopo
l’altro.

• Le mie amiche cominciavano a notare ciò che indossavo e mi chiedevano


consigli di bellezza
• Avevo smesso finalmente di vestire sempre di nero
• Avevo smesso di buttare via soldi inutilmente per vestiti che non mi
stavano bene
• Avevo iniziato a scegliere i vestiti che mi piaceva indossare e NON
quelli che la società mi imponeva
• Avevo iniziato a scegliere io con chi passare il mio tempo e avevo smesso
di accontentarmi di uomini che non erano alla mia altezza
• La mia vita sessuale stava migliorando sempre di più (insieme alla mia
autostima)
• La mia sicurezza e la mia autostima stavano iniziando a crescere sempre di
più al punto da diventare un’imprenditrice di successo
• Mi ero presa l’uomo dei miei sogni
• E nonostante la storia con lui non sia andata a buon fine, ho comunque
sviluppato una tale autostima e sicurezza in me stessa, non solo da
rimanere amica di David (nonostante l’abbia visto con la sua nuova
ragazza) ma non ho mai più avuto paura di rimanere sola. Ho scoperto
quanto stare sola con me stessa sia meraviglioso e che non ho bisogno di
elemosinare l’amore di nessuno. 

L’unica persona per la quale vale davvero la pena lottare, ora, sono io!

E ti dico un’ultima cosa che forse riterrai meno importante rispetto a tutte le
altre ma che di certo segnò un altro grosso cambiamento nella mia vita.

7
Migliorò infatti anche la mia vita nelle piccole cose quotidiane, perchè
diciamoci la verità, quando risulti “figa” agli occhi degli altri, è anche più facile
chiedere un favore!

Se sei davvero sicura di te, puoi riuscire a non farti dare una multa ad
esempio, o magari puoi fermare qualcuno per strada che ti aiuti a portare le
buste pesanti della spesa o ancora puoi chiedere al signore in fila prima di te
di farti passare per prima e con un magico sbattito di ciglia… et voilà! Il posto
il posto in prima fila è il tuo.

E se adesso stai pensando “certo bella per te è facile, ti sta bene anche un
sacco della monnezza”, ti rispondo che in realtà il sacco della monnezza io lo
so portare e in aggiunta anche con gran classe!

Ma la stessa Francesca di qualche anno fa, più giovane, con meno rughe e le
chiappe più sode, ti assicuro che non si sarebbe sentita a suo agio nemmeno
con un abito di Dior e delle scarpette firmate Chanel.

Basta pensare a star come Angelina Jolie, che soffre di bassa autostima
perchè si sente brutta!
O Meryl Streep che al suo provino nel 1976 per King Kong il produttore Dino
De Laurentiis chiese a suo figlio, in italiano, "perché mi hai portato questa
brutta cosa?”.
O ancora Sarah Jessica Parker definita dal giornale Maxim come una delle
donne meno sexy del mondo.

Insomma ma siamo seri???


Brutta Maryl Streep o Angelina Jolie??? Ma cosa cosa cosa?????
E potrei farti ancora una lista infinita di splendide donne che sono state
vittime di Body Shaming e posso dirti una cosa?

Grazie al cielo hanno dato retta solo a se stesse perchè se avessero


ascoltato “gli altri” probabilmente io non avrei mai visto il “Diavolo Veste
Prada”, la nostra Maryl non ci avrebbe mai fatto sognare, io non avrei mai
ottenuto questa splendida trasformazione e tutte quante noi staremmo ancora
da qualche parte a pulire i caminetti (perchè si sa che le streghe possono
giusto fare quello).

Ricorda: la luce che emani non te la regala Madre Natura, ma te la costruisci


se davvero lo vuoi!

8
Come Scoprire la propria
Forma del Corpo
“La moda è architettura:
è una questione di proporzioni”
COCO CHANEL

9
S pesso nelle e-mail che ricevo leggo frasi del genere:

“Non riesco a capire perché la mia amica X sta bene con qualsiasi cosa
indossi, mentre io faccio sempre schifo.
Eppure non siamo poi così diverse”

Ma questo è ovvio ragazze!

Innanzitutto mettere a confronto i tuoi difetti con i pregi di altre donne non ti
aiuterà a trovare il meglio di te.

In secondo luogo rispondo all’unanime dicendo:

“Se la tua amica X ha un fisico a Clessidra, mentre il tuo è un fisico a Mela,


non potrete MAI indossare le stesse cose”

Ogni forma ha i suoi punti di forza e i suoi punti deboli.

E’ inutile che ti focalizzi su quante cose stanno bene alla tua amica e quante
cose stanno male a te!

Molto probabilmente la tua amica ha già capito il Segreto!


Molto probabilmente la tua amica ha capito la Sua Forma del Corpo e sceglie
solo capi che le stanno bene.

Cosa che non fai tu.

Ecco quindi perché è così importante conoscere il proprio corpo e la propria


forma.

Se c’è una cosa che ho capito facendo consulenze è che le donne NON sono
in grado di essere oggettive quando si parla del proprio corpo.

Ci vediamo sempre un po’ peggio di quello che siamo.

Se sei una mela penserai di essere una “mela marcia”, se sei una pera mi
dirai di essere “la pera peggiore tra le tue amiche”, se sei una rettangolo
probabilmente penserai comunque di essere pera (chissà perchè poi!!).

Ma questo non è vero e non può essere vero.

10
Le forme del corpo, come vedremo tra poco, si dividono in 5 categorie, ma
NESSUNA di noi è fatta con lo stampino.

Se ti dico che una Mela ingrassa principalmente sulla pancia, questo non
significa che sulle gambe non prenderai mai un chilo.

Significa che PRINCIPALMENTE ingrassi sulla pancia. Significa che “i primi 3


chili” tu li metti in quel punto.

Se scopri di essere una rettangolo e ti sfondi (beata te che puoi) di


cioccolatini e panini del Mc Donald, non mi dire poi “ah ma io ingrasso sulla
pancia”.

No cara, tu principalmente NON INGRASSI. Poi, se dopo 18 hamburger con


doppia pancetta e salsa cheddar ti si gonfia un po’ la pancia, non mi dire che
tu HAI la pancia, perchè insomma, Madre Natura è stata così tanto buona
con te che un po’ di gonfiore non me lo puoi proprio chiamare “grasso”.

Insomma, quello che ho capito dopo anni di consulenze è questo: per poter
capire la propria forma bisogna pensare a tutte le amiche che si ha e mettersi
a confronto con loro.

Devi farti domande tipo “ok Giulia ha la cosce molto sporgenti in effetti, e
sopra è piccolina. Io sono uguale a lei? Le mie cosce diventano così tanto
grosse e sproporzionate come le sue?”

Solo capendo tutte quante le forme potrai finalmente capire la tua.

Ecco perché ora le vedremo tutte e capiremo di ognuna le maggiori


caratteristiche.

Ricorda sempre che nella spiegazione generale troverai le caratteristiche


generali delle forme. Per ovvie questioni non potrei mettermi a spiegarti tutte
le varianti di ogni forma altrimenti probabilmente dovrei scrivere un libero.
Minimo. Qualora tu volessi potrai approfondire ogni forma più avanti ti
spiegherò come fare.

11
L e 5 forme del corpo più comuni in italia sono:

- Forma a Pera (o Triangolo)


- Forma a Clessidra
- Forma a Mela (o Cerchio)
- Forma a Rettangolo
- Forma a Triangolo Invertito (o Fragola)

Possiamo dividere queste 5 forme in 2 grandi gruppi:

Forme con Forme Equilibrate


Sproporzioni Evidenti

12
R iconoscere la propria forma è più facile di quanto sembri.

Ci sono diversi metodi ma a mio avviso questo schema è il più semplice e


diretto di tutti.

13
Non ti fare fregare dallo specchio.

Vedersi i fianchi più grossi di quello che sono non ti aiuterà.

Piuttosto sii onesta con te stessa e fa ciò che ti dico.

Come capisco se ho delle sproporzioni?

Mettiti in intimo davanti allo specchio e tieni le


gambe chiuse.

Prendi un bastone lungo -vanno benissimo anche


il manico di una scopa o un metro rigido- e
appoggialo lungo il tuo corpo.

Solo, e solo se, il bastone sporge


perpendicolarmente verso l’esterno o verso
l’interno, significa che abbiamo una sproporzione.

Se, come nel caso delle figura, il bastone


rimanesse dritto, significa che hai una forma del
corpo equilibrata.

14
Caratteristiche della Donna a Pera

Spalle più strette dei


fianchi

Seno e torace minuti

Punto vita segnato

Cosce grosse e sedere


sporgente

Polpacci grossi

15
L a caratteristica principale e più evidente della Donna a Pera è la
sproporzione tra Spalle e Fianchi.

Le spalle infatti, che tu sia 50 o 100 kg, saranno sempre più piccole dei
fianchi.

E’ chiaro che prendendo qualche chilo, potresti mettere un po’ di ciccia anche
nella parte superiore del corpo ma principalmente la zona in cui accumuli il
grasso è dalla vita in giù.

Dalle mie consulenze ho notato che ci possono essere anche pere con le
spalle leggermente più larghe, che possono arrivare ad essere uguali ai
fianchi.

In ogni caso, il torace piccolo e stretto e la parte superiore in generale


più minuta faranno di questa figura una forma a Pera.

La vita della pera è generalmente molto segnata ma si possono trovare delle


donne a pera con una vita anche meno evidente.

Come abbiamo detto prima, le cosce della pera sono sempre più larghe dei
fianchi. L’adipe infatti tende a depositarsi subito su questa zona, creando
anche le fastidiosissime culotte de cheval.

Guardandoti allo specchio noterai che le cosce sporgono lateralmente


verso l’esterno, inoltre il sedere è pieno e sporgente.

In alcuni casi ho notato che i polpacci della pera sono piuttosto grossi, infatti
alcune di loro hanno difficoltà a trovare stivali per l’inverno, ma questa
caratteristica non sempre è presente.

16
Caratteristiche della Donna a CLESSIDRA

Spalle della stessa


dimensione dei fianchi

Seno abbondante e torace


ampio

Punto vita segnato

Cosce grosse e sedere


sporgente

Figura proporzionata

17
L a Clessidra è principalmente una forma morbida. E’ quel fisico che le
forme non sa più dove metterle!

Presenta le spalle della stessa larghezza dei fianchi, il seno florido, la


vita stretta, il sedere sporgente e le cosce piene.

Praticamente la clessidra è la classica Pin Up!

Questi parametri, ovviamente, sono generali.

Vi sono anche clessidre che tendono a rimanere magre o clessidre con


meno forme, io per esempio sono una clessidra con il punto vita poco
segnato e le maniglie dell’amore.

Ognuna di noi deve capire che non siamo uscite dalla fabbrica delle Bratz,
dove ogni bionda ha lo stesso tono di colore, o ogni pera ingrassa solo da
sotto il bacino in giù.

Con questo eBook voglio spiegarti quali sono le 5 forme del corpo in generale
e capire come rendere migliore Te Stessa utilizzando i consigli che più si
addicono alla tua forma.

Per esempio, se ti accorgi di essere una clessidra con poche forme, anche se
generalmente per la clessidra classica sono sconsigliati capi troppo scollati,
tu potrai comunque indossarli perché su di te non risulteranno così volgari.

Per quanto riguarda i chili di troppo, questa forma è una tra le più fortunate di
tutte, perché tende ad ingrassare uniformemente.

Il grasso infatti si va a depositare su tutto il corpo: braccia, seno, torace,


pancia, sedere e cosce.

Guardandoti allo specchio con un’amica dalla forma a Pera, potrete notare di
avere una cosa in comune.

Dal bacino in giù ingrassate più o meno nello stesso modo, le cosce
tendono ad allargarsi lateralmente e il sedere è di entrambe sporgente.

18
Caratteristiche della Donna a MELA

Spalle della stessa


dimensione dei fianchi

Torace ampio

Punto vita non segnato

Maniglie dell’amore

Cosce dritte e sedere


tendenzialmente piatto

Figura proporzionata

19
L a Mela è la forma con più variazioni in assoluto!

Ci sono così tante cose da dire sulla Mela che non so nemmeno da dove
cominciare! :-)

Parto col dire che la sua caratteristica principale è quella proprio di sembrare
una mela. Guardandoti frontalmente potrai infatti vedere che il tuo fisico
tende a formare un cerchio (ovviamente immaginario!) a metà busto.

Questo effetto ottico lo si ha per la mancanza di punto vita, altra


caratteristica importante di questo fisico.

Una cosa che la mela mantiene in tutte le sue varianti è la proporzione tra
spalle e fianchi, che rimangono sempre uguali e il torace che risulta sempre
piuttosto importante.

Per tutto il resto cominciamo.

Il seno può essere piccolo oppure molto florido e, in entrambi i casi,


possiamo trovare una pancia bella sporgente.

Generalmente il punto vita di questa forma è assente, ma vi sono anche Mele


con il punto vita alto (proprio sotto al seno) leggermente segnato.

Anche per le gambe e il sedere vale lo stesso discorso.

Alcune mele hanno il sedere completamente piatto e le cosce dritte e snelle,


che rimangono tali anche quando ingrassano. Altre invece hanno il sedere
non piatto, che tende ad allargarsi lateralmente e le cosce sempre dritte ma
più tornite.

Una volta mi ha scritto una ragazza che stava impazzendo perché non
riusciva proprio a capire la sua forma.

20
Ecco il suo messaggio:

“Cara Francesca ti scrivo perché penso di essere un caso perso…



Mi riconosco in più figure… ho girato un sacco di blog come il tuo, ma ogni
volta, è un mistero, non riesco mai a riconoscermi...eccetto per la pera, che è
quella che mi viene da scartare a priori, al massimo l'unica pera che potrebbe
rispecchiarmi, è quella con spalle larghe, ma non ho nemmeno tutto sto
torace stretto confronto ai fianchi...
Sembro un triangolo invertito, fatto male… non ho le gambe ed il bacino fino
come un triangolo invertito… e nemmeno le spalle tanto larghe come
quest'ultimo...
Ho la vita segnata, ma non troppo… diciamo che più che segnata e
"accompagnata" non so se mi spiego…
Le mie gambe sono un po' tornite, ma non troppo… quindi non posso essere
una mela, che ha delle gambe slanciate, ne un rettangolo, nemmeno se fosse
un rettangolo morbido… e il mio busto non è tanto dritto… Come la clessidra,
dimagrisco in maniera abbastanza uniforme, ma non sono ben proporzionata
come una clessidra, e in più le mie spalle sono un po' più larghe del bacino…
al massimo, l'unica clessidra plausibile per me, è quella con la vita poco
stretta… ma è tutto da vedere...
In quale punto ingrasso? per quanto io ingrassi abbastanza uniformemente,
le parti più evidenti sono: Cosce, pancia, maniglie, sedere, fianchi, schiena,
seno e un po' le braccia...
Quando dimagrisco, la parte che per quanto
dimagrisca molto, rimane comunque un po'
abbondante, è il seno.
Quando ero più grassa, la mia pancia, si allargava a
mo' di goccia...(però c'è da contare che ho anche
problemi di stomaco) ci sono delle volte (circa una
volta l'anno) che ho la pancia piatta...però
comunque, ha un po' la forma di una goccia. Le mie
cosce, non scendono dritte dal mio bacino, ma
nemmeno molto sporgenti lateralmente...quindi,
cosa sono?
Se dovessi paragonare il mio corpo ad un oggetto,
sembrerei un vaso, con orlo più largo dell'anca, ma
in modo regolare, la spalla un po’ larga, ma
comunque un più più stretta dell'orlo...Ti mando
un'immagine giusto per capirci... :)”

Non ho avuto dubbi.

21
Questa ragazza è una variante della Mela. Una delle tanti varianti della
Mela.

Ti ho voluto allegare il suo messaggio perché in lei ho visto quasi una sorta di
“caccia al tesoro”.

Ha catalogato le forme con delle caratteristiche specifiche e mi è parso che


non si fosse resa conto che non siamo dei robot che ingrassano e
dimagriscono a comando in alcune zone precise.

Certo, sarebbe bello poter dire ai quei 2 kg di grasso sul culo “tesoro ciao,
che ne dici di spostarti sulle tette?”, ma purtroppo questo non è possibile
perché il grasso se ne va un po’ dove gli pare!

Ecco perché non voglio che tu ti focalizzi su 5 stereotipi di fisico, ma voglio


che invece veda le 5 forme del corpo come una sorta di Guida Generale.

22
Caratteristiche della Donna a Rettangolo

Spalle della stessa


dimensione dei fianchi

Torace e seno di piccoli

Punto vita poco segnato

Cosce dritte e snelle e


sedere piatto

Assenza di forme

Figura proporzionata

23
I l fisico a Rettangolo è quel fisico su cui la moda degli ultimi anni si ispira.
Fisico snello e slanciato e mancanza di forme, caratteristica principale di
questo tipo di corporatura.

Le donne dal fisico a Rettangolo sono coloro che possono permettersi di


sgarrare di continuo che tanto non ingrassano mai (o se lo fanno, mettono il
grasso solo sulle dita dei piedi!).

Ecco, come al solito, questa regola non è “assoluta”.


Vi sono anche Rettangolo più morbide, con magari anche un piccolo paio di
maniglie dell’amore.

Le gambe sono alte e snelle e il sedere è sempre tendenzialmente piatto.

Di solito questa forma del corpo presenta una vita poco segnata, ma
possiamo trovare anche rettangolo con la vita del tutto assente, o altre con la
vita più evidente.

La cosa su cui bisogna stare attenti è non confondere questa forma con altre
solo perché si è una persona magra.

La rettangolo non è una donna magra.

Possiamo trovare moltissime pere magre, clessidre, mele o triangoli invertiti.

Ognuna di noi quando ingrassa o dimagrisce, porta con sé le sue


caratteristiche e una pera avrà per sempre i fianchi più larghi delle spalle,
anche a 50 kg.

Così come una rettangolo sarà sempre priva di forme, sia da magra che più
in carne.

24
Caratteristiche della Donna
a TRIANGOLO INVERTITO

Spalle più larghe dei fianchi

Torace ampio e seno


importante

Punto vita segnato ma poco


visibile

Cosce dritte e sedere


tendenzialmente piatto

25
L a donna a Triangolo Invertito è esattamente l’opposto della donna a Pera.

Anche lei infatti presenta una sproporzione evidente: le spalle sono più
larghe dei fianchi.

E, anche in questo caso, ritroverai questa sproporzione sia che tu sia molto
magra o un po’ più in carne.

Le spalle sono il tuo grande pregio, ma sono da “tenere a bada” perché, con
l’outfit sbagliato, potresti rischiare di ottenere un’aria molto maschile.

Il seno della donna a Triangolo Invertito è generalmente molto abbondante,


ma vi sono casi in cui il seno potrebbe essere di taglie più piccole.

La vita è segnata ma, a causa del torace ampio, non si nota molto per cui
dovrai esser brava ad azzeccare i capi giusti per metterla in evidenza.

Dal bacino in giù questa forma si restringe, infatti le triangolo invertito hanno
sempre dei fianchi stretti, accompagnati da un sedere piccolo e poco
sporgente, e da gambe snelle e slanciate.

Questo tipo di fisico può ingrassare in due modi diversi.

Vi sono triangoli invertiti che ingrassano in modo omogeneo in tutto il corpo


ed altri che invece tendono ad accumulare il peso maggiormente nella parte
superiore del corpo (schiena, torace e braccia).

Le gambe sono in assoluto il tuo punto di forza, per cui ti consiglio di


metterle in evidenza ogni volta che ne hai la possibilità.

Dato che ricevo diverse e-mail di donne con questo fisico che si disperano
perché non si sentono femminili, voglio dirti che NON E’ VERO che il fisico a
triangolo invertito è una corporatura mascolina.

Le tue spalle larghe non sono e non devono risultare come un punto debole.

Vi sono donne dal fisico come il tuo che riescono ad essere dannatamente
femminili.
Un esempio? Jessica Biel o Angelina Jolie!
Il trucco è semplicemente quello di azzeccare i vestiti giusti!
26
“Posso rivelarti un Segreto? Ti hanno Mentito tutti!”

Q uante volte hai sentito dire che l’aspetto non conta?

Questa è la più Grande Bugia che ti abbiano mai raccontato.

Chi dice il contrario è soltanto una persona che ha deciso di arrendersi prima
ancora di provare a migliorare se stessa.

L’aspetto esteriore ti può essere d’aiuto in moltissime occasioni e la mia storia


ne è stata la conferma.

Sapersi vestire bene non significa essere schiavi dell’abbigliamento o della


moda, ma significa LIBERTÀ.

Ogni volta che ne avrai bisogno, potrai ricorrere all’aiuto dell’abbigliamento,


migliorando notevolmente il tuo aspetto esteriore.

Con questo e-book ti ho voluto spiegare l’importanza di conoscere la


propria forma del corpo e ti ho voluto raccontare la mia storia, e la storia di
tantissime altre donne che ho aiutato con il mio blog.

Donne che hanno ritrovato se stesse, la propria fiducia o il rapporto con il


partner!

Ora voglio fare molto di più, ora voglio aiutare TE personalmente.


Voglio darti la possibilità di Migliorare Te Stessa.

Voglio poterti esserti d’aiuto per diventare finalmente la donna che sogni
di essere.

E’ per questo che ho deciso di migliorare ancora i miei servizi e offrirti il


Miglior Metodo Rivoluzionario e Personalizzato per permetterti di
Valorizzarti Attraverso l’Abbigliamento Giusto in base alla TUA Fisicità e alle
TUE Esigenze Risparmiando e Divertendoti...


Se ti fosse venuto in mente qualcosa di veramente importante che secondo


te dovrebbe essere all’interno del mio Metodo puoi scrivermelo via mail a:
fancy@50sfumaturedioutfit.com

27
“Smettila di vedere il mondo
attraverso la serratura.
Abbi il coraggio di arrivare alla
maniglia e aprire la porta”

28
Ecco la mia Trasformazione…
E quella di altre decine di donne!

29
Milena

30
Elena

31
Patrizia

32
Rita

33
Chiara

34

Potrebbero piacerti anche