Sei sulla pagina 1di 20

Rissa fra il premier e Bossi, poi l’ennesima tregua.

Oltre
il polverone si annuncia una dura realtà: la stangatada 8 miliardi y(7HC0D7*KSTKKQ( +=!"!,!"!\
www.ilfattoquotidiano.it

Giovedì 5 maggio 2011 – Anno 3 – n° 106 € 1,20 – Arretrati: € 2,00


Redazione: via Valadier n° 42 – 00193 Roma Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46)
tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009

PD, MA QUALE OPPOSIZIONE Rondolindo


di Marco Travaglio

S
iccome in Italia il primo che passa diventa
La mozione sulla Libia è così blanda che va bene perfino esperto di tutto, non bastando Belpietro e
Sallusti, è arrivato pure Fabrizio Rondolino.
a Berlusconi. Nelle amministrative sembra non credere Già inviato dell’Unità al seguito di D’Alema,
portavoce del radioso governo
nel ballottaggio a Milano e Napoli. E sui referendum tace D’Alema-Cossiga-Mastella del ‘99 (quello delle
bombe in Serbia e dell’affare Telecom), autore del
Grande Fratello e de La pupa e il secchione

Consigli (Mediaset), rubrichista di Panorama, ora finalmente


approdato al Giornale di Olindo, il Rondolino ci
illumina sull’house organ berlusconiano col suo
non richiesti autorevole parere sulla deposizione di Brusca al
processo per le stragi del ‘93: “Una classe dirigente
che abbia rispetto di sé non può neppure
di Antonio Padellaro immaginare di prendere in considerazione le
dc chiacchiere e le opinioni di un signore che era
chiamato ‘lo scannacristiani’ e ‘il porco’, è stato
pinti da profonda coster-

S
condannato per un centinaio di omicidi, ha
nazione per il ripetersi di strangolato e sciolto nell’acido il piccolo Di Matteo,
eventi che stentiamo a ha attivato il radiocomando di Capaci”. Anche
comprendere, porgiamo perché, argomenta l’acuto neofita della mafiologia,
alcuni consigli non richiesti ai Brusca parla a orologeria “a un mese dalle elezioni
grandi leader dell’opposizio- amministrative”. L’esperto di nonsisache ignora che
ne. Brusca disse praticamente le stesse cose al pm
Primo. Il rappattumarsi tra fiorentino Chelazzi nel giugno 2001, dieci anni
Bossi e Berlusconi sulla Libia prima delle elezioni comunali che tanto angustiano
dimostra una volta di più che Rondolindo. E quelli che lui chiama “particolari da
commedia all’italiana” sono fatti documentati da
questi non li schiodate neppu-
anni e in gran parte già raccontati da decine di
re (si fa per dire) con le bombe. collaboratori e testimoni: Cosa Nostra trattò con lo
Duole ammetterlo, ma a furia Stato sotto i governi Amato e Ciampi, poi da fine ‘93
di mancate spallate e di mozio- si rivolse a due vecchi amici che entravano in
ni sbrindellate, finisce che è politica: Dell’Utri e B. Non è vero che, come scrive
sempre lui a mettervi con le Umberto Bossi, Silvio Berlusconi e Giulio Tremonti, ieri durante le operazioni di voto nell’aula della Camera (FOTO ANSA) Rondolindo, “nel settembre ‘93 B. doveva ancora
spalle al muro. fondare Forza Italia e non l’aveva detto neppure a
Secondo. Sempre a proposito
Intercettato Clemente, candidato Pdl in lista con la Moratti, in un colloquio Confalonieri”, né che, come dice B., “all’epoca
della Libia, se la maggioranza con un ‘ndranghetista. Guerre intestine nel centrosinistra, nonostante politicamente non esistevamo”, dunque Brusca
decide di astenersi sulla mo- le buone chance dei candidati. Mentre la maggioranza regge pag. 2 - 5 z mentirebbe quando racconta che nell’autunno ‘93
Cosa Nostra spedì Mangano a Milano a parlare con
zione Pd, non è certo colpa del
Dell’Utri. Nell’agenda di Dell’Utri sono annotati due
Pd. Colpisce piuttosto la con-
appuntamenti a Milano con Mangano nel novembre
sonanza bipartisan (certamen- STATI UNITI x Il presidente censura le immagini del blitz: “Troppo crude” ‘93. Dell’Utri commissionò al consulente Ezio
te benedetta dall’alto) sull’e- Cartotto i primi studi sul partito Fininvest nel
vento bellico. Il Pdl ne esce al-
la grande. L’opposizione bro-
dino del Pd purtroppo no per-
ché non ha avuto il coraggio di
Obama: “Non faremo mai vedere maggio-giugno ‘92, dopo Capaci e prima di via
D’Amelio (tempistica perfettamente compatibile
con quella indicata da Brusca, quando ricorda che
Riina gli confidò che dopo Capaci si erano “fatti
riconoscere l’errore gravissi-
mo del trattato con Gheddafi.
Terzo. Con lo scollamento
Pdl-Lega, l’opposizione ha
le foto di Bin Laden ucciso” Gramaglia, Mello, Schiavulli, Zunini pag. 12 - 13 z
sotto” prima Ciancimino, che faceva da tramite col
Ros, e poi Dell’Utri). E il marchio Forza Italia fu
depositato dal notaio nell’estate ‘93, dopo varie
riunioni ad Arcore cui partecipò pure Confalonieri.
Il fatto poi che Brusca sia stato condannato per vari
un’occasione storica per arri- omicidi, compreso quello del piccolo Di Matteo, e
vare almeno al ballottaggio in Udi Massimo Fini fosse apostrofato con soprannomi truculenti non
città-chiave come Milano e Na- MADOFF DEI PARIOLI x può di per sé sminuire l’attendibilità del suo
poli. La Moratti resta un osso ORA TRATTARE CON
QUELLA
racconto, né tantomeno smentirlo, anzi. Intanto, se
duro, ma una sconfitta del ber-
lusconismo sotto il Duomo
IL MULLAH OMAR sappiamo che commise quei delitti, è perché li ha
confessati lui assieme ad altri pentiti come lui. E poi
non è un’ipotesi assurda. Ep-
pure, cari strateghi e amati lea-
der, non sembra proprio che
l Washington Post avanza l’ipotesi che la morte di
Ilebani
Bin Laden possa favorire le trattative con i ta-
afghani guidati dal Mullah Omar. Sarebbe
MEDIAZIONE un pentito, più delitti ha commesso, più cose ha da
raccontare. A meno che non si ritenga che il pentito
buono è quello muto, perché non ha fatto nulla,
stiate dando l’anima per soste-
nere la candidatura Pisapia.
Non parliamo poi di Napoli
finalmente una cosa di buon senso. pag. 18 z
DA 80 MILIONI dunque non ha nulla di cui pentirsi né da
raccontare. Ma Rondolindo fa di più: scrive che “sia
B. sia Mancino hanno seccamente smentito” Brusca,
dunque Brusca mente: se fosse così semplice, non si
dove il centrosinistra si pre- Dietro la commessa da due miliardi
processerebbe mai nessuno. Poi aggiunge che,
senta diviso tra Morcone e De con l’Austria per 15 caccia, insieme siccome Brusca accusa Mancino e Dell’Utri, “B. non
Magistris. Il modo migliore con il romano Lande, c’è l’ex uomo è il mandante occulto delle stragi (e chissà come ci
per spianare la strada al discus- di Finmeccanica Romagnoli Lillo pag. 7 z sarà rimasto male Travaglio)”. Spiacenti di deluderlo,
so pdl Lettieri. ma noi non abbiamo mai detto che B. sia il
Quarto. E che dire, infine, del mandante delle stragi, né che sia un mafioso.
silenzio di tomba che avete fat- Abbiamo “solo” ricordato quel che dicono le
to calare sui referendum di giu- sentenze che Rondolindo ignora: B. ha avuto a
lungo rapporti con la mafia, l’ha finanziata per
gno? La democrazia diretta dei
cittadini sembra darvi proprio
nvoci e smentite CATTIVERIE trent’anni, ne è stato (e forse ne è ancora) ricattato e
nel ‘94 la sua discesa in campo gettò Cosa Nostra in
fastidio. O la sinistra è credibi- Prove di stangata: un tale sconforto da indurla a interrompere di botto
le e affidabile o resta all’oppo-
sizione, ha detto il presidente
in arrivo manovra L’eliminazione di Bin Laden le stragi. Il resto lo stabiliranno i giudici, ben consci
porterà davvero alla fine del fatto che Brusca va riscontrato, ma è un
Napolitano. Avanti così e ci ri- estiva da 8 miliardi di al Qaeda? O è solo roba testimone oculare di quei fatti, mentre Rondolino
manete altri vent’anni. Feltri pag. 4z da un’Abottabad e via? non sa nemmeno che giorno è.
pagina 2

LE AMMINISTRATIVE

MILANO BOLOGNA TORINO


Il 15-16 maggio al voto Dalla criminalità alla Bat-caverna: Il dopo-Delbono è già Merola, L’ex segretario dei Ds senza rivali
la sfida a Donna Letizia il Pdl si butta sull’uomo della Lega Tranne il gelo dei torinesi
Per il Pdl la conferma si gioca sulla tenuta con È il superfavorito, nonostante le gaffe: Virginio Il partito è compatto, i malumori solo un fruscio. La
in 12,7 milioni: 11 l’alleato leghista e sui possibili contraccolpi per gli Merola, ex assessore di Cofferati, corre per il Pd corsa di Fassino non ha rivali: non lo impensieriscono
scandali cittadini (compreso quello del loft stile che cerca di dimenticare il caso Delbono. Per la il giovane Coppola né il candidato del Nuovo Polo
Batman del figlio della Moratti). Per l’opposizione Lega Manes Bernardini, sostenuto anche dal Musy. L’unica variabile che lo potrebbe separare da un
province e 1.315 comuni invece il nodo è: il Pd davvero sosterrà Pisapia? Pdl, e Stefano Aldrovandi per il Terzo Polo. en plein al primo turno è l’astensione, valutata al 30%.

Pdl, così a Milano


le ‘ndrine si mettono in lista
BOSS, APPALTI E FAVORI ALL’OMBRA DELLA MADUNINA
CANDIDATO DELLA MORATTI AL TELEFONO CON I CLAN

di Gianni Barbacetto tre parla con Giuseppe Amato, superboss all’ergastolo Anto- dal 2009 in poi ci saranno nu- vanno a verificare. E poi andia-
e Davide Milosa in seguito arrestato per associa- nio Papalia), considerato il nuo- merosi appalti da assegnare e se mo da lui con la lista della spe-
zione mafiosa con l’accusa di es- vo referente della ’Ndrangheta le elezioni dovessero essere vin- sa”. Osnato è anche consigliere
periamo che muoia co- sere il luogotenente del boss Pe- in Lombardia. I due giovani del- te dal Pdl i lavori più consistenti dell’Aler, l’ente che gestisce le

“S me un cane”. Così par-


la (intercettato) il can-
didato al Comune Mar-
co Clemente, riferendosi al tito-
lare di un locale sotto estorsio-
pè Flachi per la riscossione del
pizzo nei locali notturni. Amato
era il terrore degli “after hour”:
taglieggava sistematicamente
gli organizzatori, minacciando
fini delle cosche chiedono a
Marco Clemente “informazioni
sugli appalti promessi prima
delle elezioni in cambio di un
sostegno elettorale”.
li commissionerebbero a una
società pulita e di copertura che
a sua volta li subappalterebbe a
lui e ad altri calabresi”.
Osnato è ben conosciuto anche
case popolari di Milano. In que-
sta veste è indagato per turba-
tiva d’asta e corruzione. In
un’intercettazione, Iannuzzi di-
ce a Iorio, sempre riferendosi a
ne dalla ’ndrangheta. Altro che chi si rifiutava di pagare. “Due Il nome di Clemente è presente da Iannuzzi e Iorio, i due della Osnato: “Mi ha chiamato ieri
liste pulite, a Milano. Dietro chi settimane e non fanno più after, anche nelle carte dell’inchiesta Kreiamo poi finiti in galera. In Marco e mi ha detto: Michele,
aspira a diventare sindaco, si la prossima volta che si permet- “Infinito” che nel luglio 2010 ha un’intercettazione dopo le ele- guardi che l’hanno chiamata dei
muove una piccola schiera di tono, che fanno, gli spacco tut- portato in carcere 169 presunti zioni del 2008, il primo dice al miei collaboratori perché ci so-
candidati impresentabili. So- to”, dice a Clemente, che poi, mafiosi impiantati in Lombar- secondo, riferendosi proprio a no dei lavori all’Aler”.
prattutto per relazioni con boss riferendosi a Bartolo Quattroc- dia. I carabinieri di Monza inter- Osnato: “Quando lo vado a tro- Un vecchio lupo della politica è
mafiosi. Ecco le loro storie. chi della discoteca Pulp, pesan- cettano il padrone del Lime li- vare, prepariamo un elenco di Armando Vagliati, consiglie-
Il capolista del Pdl a Milano è temente minacciato dal clan, ght mentre parla al telefono con tutti i vari comuni dove noi ab- re comunale di Forza Italia dal
Silvio Berlusconi, che ha deci- sbotta: “Speriamo che muoia Loris Grancini, capo ultrà dei Vi- biamo portato dei voti, così li 1997, membro della segreteria
so di sovrapporre la sua faccia a come un cane”. king della Juventus e campione cittadina del partito e ora di
quella di Letizia Moratti, per cer- Due informative di polizia del di poker, considerato vicino a nuovo in corsa con il Pdl. Vaglia-
care di scongiurare una sconfit- 2008 aggiungono che Clemen- Cosa Nostra. Grancini nel no- ti ha un rapporto stretto con i
ta del centrodestra che sarebbe te avrebbe attivato contatti con vembre 2008 era all’opera “per fratelli Lampada, imprenditori
disastrosa. Sono note la sua sto- il giovane boss di Buccinasco tentare di far ottenere dei bene- calabresi considerati il braccio
ria giudiziaria, le prescrizioni, le Salvatore Barbaro. “Il deputato fici carcerari a Giovanni Lamar- finanziario a Milano della cosca
indagini e i processi. Meno note Ignazio La Russa”, si legge nella more”, il padre del capo della Condello. Francesco Lampada
le storie degli altri candidati. prima informativa, “attraverso “locale” di ’ndrangheta di Lim- finisce in cella il 1 luglio 2010,
Giulio Gallera è capogruppo un suo diretto familiare e tale biate. Nelle telefonate, annota- coinvolto nel blitz che porta in
del Pdl al comune e terzo nella Clemente, socio di una nota di- no gli investigatori, i due dicono carcere l’intero clan Valle. Giu-
lista del partito. Durissimo op- scoteca, avrebbe fatto contatta- che “sfruttando conoscenze di lio Lampada, il fratello delegato
positore in Consiglio della com- re Salvatore Barbaro al quale i personaggi politici che gravita- a tenere i rapporti con la poli-
missione comunale antimafia, due avrebbero chiesto un inter- no nell’area di An hanno fatto tica, è un grande amico di Va-
vento della sua famiglia su tutta recapitare una lettera al diretto- gliati. I due vanno spesso a cena
la comunità calabrese presente re del carcere di San Giminia- con le rispettive mogli e più vol-
Lassini e i manifesti in provincia di Milano, al fine di no... Lamarmore è rimasto con- Marco Clemente te Lampada cita “l’Armando”
sulle Br in Procura far votare alle prossime consul- tento per questo intervento e a un malvivente nelle sue telefonate (intercetta-
tazioni elettorali la lista del Pdl vuole sdebitarsi scrivendo una te). “Eravamo alla festa insieme

“ Le mie
parole sono
(...). Salvatore Barbaro si sareb-
be impegnato attivamente (...)
garantendo che i voti sarebbero
andati sicuramente alla lista”.
Dopo le elezioni dell’aprile
lettera a Clemente”. In coppia
con Clemente si muove Marco
Osnato, candidato Pdl. È il “fa-
migliare di La Russa” citato nel-
l’informativa del 2008: ha infatti
“ Speriamo
che muoia
ad Armando! Tutti i consiglieri
comunali, provinciali, regiona-
li. C’era pure il presidente del
Parlamento europeo Mario
Mauro. Eravamo nel tavolo io,
state ispirate 2008, vinte dal Pdl, i boss si pre- sposato la figlia di Romano La come un cane lui”. E ancora: “Siamo accredi-
sentano a riscuotere il compen- Russa, fratello di Ignazio. Osna- tati, c’è la fiducia, capisci cosa
da Berlusconi: so per il loro sostegno. Lo affer- to avrebbe avuto, con Clemen- (riferito al voglio dire. Perché lui sa che
ma la seconda informativa, che te, contatti con Salvatore Barba- sputazza non ne ho fatto mai e si
se vengo racconta un incontro in un ri- ro, a cui avrebbe chiesto i voti proprietario di butta a capofitto. Dice: vuoi
storante milanese tra Marco della comunità calabrese. “In questo, facciamo quello che
eletto non mi Clemente e Salvatore Barbaro, il cambio”, si legge nell’informa- una discoteca cazzo ti interessa”. “Lui” è Va-
quale si presenta in compagnia tiva, “il familiare di La Russa gliati. “L’attività investigativa”,
dimetto di Domenico Papalia (figlio del avrebbe garantito a Barbaro che taglieggiata) si legge nei rapporti dei carabi-


fatta naufragare nel 2009 dalla
maggioranza, è citato nell’ordi-
nanza antimafia “Parco sud”, fir- MUSSOLINI il giusto
” nieri, “permetteva di accertare
che Armando Vagliati costituiva
l’elemento di riferimento dei
Lampada con il comune, per la
risoluzione delle diverse pro-
Sta aiutando a tutti, poi ti spie-
go... È utile anche per noi!”.
Roberto Lassini è sotto inchie-
mata dal gip Giuseppe Gennari, blematiche di ordine ammini- sta per i manifesti “Via le Br dalle
che porta in carcere tra il 2009 e
il 2010 due personaggi con cui
testimonial di Caprasecca strativo”. Dal canto suo Vagliati,
secondo i carabinieri, “era a co-
Procure”. Passi indietro, nessu-
no: “Se sarò eletto, restarò al
Gallera è in contatto: Michele
Iannuzzi, consigliere comunale
del Pdl a Trezzano sul Naviglio,
Ndo ilondelle
solo trash: c’è anche il Duce a fare campagna in vista
prossime amministrative. Benito Mussolini, secon-
candidato di Pomezia Giuliano Caprasecca, merita “ono-
noscenza della loro apparte-
nenza al gruppo criminale”.
“L’Armando” nel febbraio 2010
mio posto”. Poi ha confermato
che l'ispirazione gli è arrivata
dalle parole di Berlusconi. Me-
e Alfredo Iorio, uomo d’affari e re e rispetto”, come titola il manifesto elettorale. La lista so- firma un emendamento al nuo- no noto Rosario Scuteri, detto
presidente della società Kreia- stenuta dalla presidente Renata Polverini rispolvera nostalgie vo Pgt, il Piano di governo del Saro, candidato in Comune nel-
mo, con sede in via Montenapo- del Ventennio, perché “lui ha fondato Pomezia, a noi il com- territorio, che propone di ren- la lista “Io amo Milano” di Magdi
leone. La Kreiamo è considerata pito di farla crescere”. Ma il circo dei cartelloni, a dieci giorni dere edificabile un’area indu- Cristiano Allam. Il nome di Scu-
il braccio finanziario del clan Pa- dal voto, non si ferma qui. Dopo il candidato sindaco Gallina striale in zona Ripamonti. Una teri, imparentato con la famiglia
palia-Barbaro, originario di Pla- che esorta a “schiudere il domani” e all’aspirante primo cit- nota della polizia giudiziaria se- mafiosa dei Mammoliti di Oppi-
tì, in Calabria, ma operativo a tadino che vuole “scopare... via la classa politica”, arriva an- gnala poi che Giulio Lampada do Mamertina, compare più vol-
Buccinasco. che il bagnino di Rimini. Alberto Astolfi detto Bertino di dub- “starebbe acquistando in zona te nell’inchiesta “Parco sud”.
L’uomo che dice “Speriamo che bi non ne ha : “Senza se e senza ma ho sempre remato per la Ripamonti un terreno agricolo Compra un terreno da Iorio
muoia come un cane” è Marco mia città”. E così, in canotta bianca e con lo sguardo all’o- che dovrebbe ottenere il cam- (quello della Kreiamo), ma si
Clemente, candidato nella li- rizzonte, il 63enne esibisce tutta la tempra virile del roma- bio di destinazione d’uso grazie mette di mezzo la cosca dei
sta Pdl, molto vicino a Ignazio gnolo. Il primo premio oggi lo vince però il candidato di Ra- all’intervento del consigliere Muià di Baggio. A comporre i
La Russa. È un nuovo acquisto gusa Sergio Papa: sui muri siciliani appare, sei metri per tre, comunale Armando Vagliati”. conflitti interviene allora An-
della politica: finora ha fatto circondato da ogni genere di sfera. Palle da basket, da tennis, L’assessore uscente Giovanni drea Madaffari (vicepresidente
l’imprenditore, è socio di mag- da ping pong palline e palloni. Il suo motto: “Questa città Terzi, della lista “Milano al cen- della Kreiamo). A questo punto,
gioranza della discoteca milane- merita un buon consiglio… Votiamo gente con le palle!”. tro” (pro-Moratti), partecipa al “il ringraziamento di Scuteri a
se Lime light. Ha contatti ravvi- Mandateci le foto dei manifesti più ridicoli che vedete a: bar Magenta a un aperitivo con Madaffari”, scrive il gip Genna-
cinati con gli uomini della ’n- redazioneweb@ilfattoquotidiano.it Francesco Piccolo, il luogote- ri, “non è un grazie qualsiasi, ma
drangheta: il 17 febbraio 2008 Bea. Bor. nente del boss della ’ndranghe- il riconoscimento di una grati-
viene intercettato all’interno ta Pepè Flachi. Spiega Piccolo: tudine che andrà sdebitata”. Da
della discoteca Babylon, men- “Deve parlare per le votazioni... consigliere comunale?
Giovedì 5 maggio 2011

LE AMMINISTRATIVE

NAPOLI REGGIO CALABRIA TRIESTE CAGLIARI


Lettieri in vantaggio su De Magistris e Morcone Pd, Idv e Fli: ognuno corre da solo Area di “colpaccio” per Pd e Idv: Il vendoliano Zedda prova a sorprendere
Ma in città chi spadroneggia è la mondezza Pdl sostenuto da 11 liste qui Pdl e Lega corrono divisi il blocco Pdl-Udc-La Destra
Il sindaco uscente è Rosa Russo Iervolino, Sono 745 candidati, 25 liste, a contendersi 32 posti di consigliere Qui la divisione è a destra, con il Pdl Dopo due mandati di Emilio Floris eletto sempre
centrosinistra. In lizza il candidato del Pdl, l’imprenditore comunale di Reggio Calabria, mentre gli aspiranti sindaco sono contrapposto anche alla Lega. Per Berlusconi il al primo turno (56,9% nel 2001; 53,6% nel 2006),
Gianni Lettieri, quello di Pd e Sel, Mario Morcone e Luigi 6. A sfidare il Pdl Demetrio Arena, sostenuto da 11 liste, sarà candidato è Roberto Antonione, per Bossi tocca Massimo Fantola (Pdl assieme all’Udc e a
De Magistris dell’Idv. Lettieri è dato in vantaggio, Massimo Canale (Pd). Idv, Sel e Comunisti italiani schierano Aldo Massimiliano Fedriga. Per Pd e Idv, ecco La Destra), contro Massimo Zedda, giovane
Morcone rischia di non arrivare al ballottaggio. De Caridi, mentre Fli corre da sola con Carlo Sbano. Roberto Cosolini, un outsider da ribaltone. poco più che trentenne, di area vendoliana.

FACCIAMOCI DEL MALE


Da De Magistris a Pisapia: invece di remare
dalla stessa parte le opposizioni si spaccano. E B. gode
di Luca Telese

e prossime elezioni sa-

“L ranno un test politico


nazionale”. Se c’è uno
che lo ha capito è Ber-
lusconi. Se c’è qualcuno che
sembra ancora non averlo capi-
to sono i gruppi dirigenti dei
partiti del centrosinistra, che
appaiono non sempre consape-
voli della posta in palio – come
sui referendum d’altronde –,
troppo spesso coalizzati quasi
controvoglia, e troppo spesso
intenti a martellarsi sugli zebe-
dei. Eppure, mai come oggi le
distanze si sono accorciate. Ci
sono tre città, che meglio di Con possibilità di... Da sinistra Luigi De Magistris, Giuliano Pisapia (F OTO EMBLEMA) e Massimo Zedda (FOTO ANSA)
ogni altro raccontano la croce e
la delizia di questo centrosini- sizioni, fin dal primo turno. A pezzo importante di borghesia politica – dalemiano nuragico –
stra che muove i suoi primi passi Milano, Albertini era stato rie- laica meneghina, che negli anni viene battuto con il 46%. Il prin-
incerto tra l’entusiasmo e la ris- letto spendendo al secondo Ottanta votava Psi, e negli anni cipale partito del centrosinistra
sosità: Milano, Cagliari e Napoli. mandato, virtuosamente, solo Novanta votava Forza Italia, que- all’inizio non la prende bene. Il
Ci sono tre città in cui la destra 15 milioni di lire. Alla Moratti sta volta potrebbe votare il gran- segretario regionale vorrebbe
pensava di poter vincere a mani forse non basteranno 15 milioni de avvocato garantista, senza es- persino negare al vincitore l’uso
basse, e in cui adesso invece di euro. sere spaventato dal suo passato del simbolo del Pd sul manifesto.
Berlusconi trattiene il respiro, di parlamentare di Rifondazione. Ma il candidato non nasconde i
sperando che il Tafazzismo (la IL DISASTRO dell’Expo e le Solo illusioni? Mica tanto, se è ve- dissidi e non fa una piega: “Se c’è
peggiore malattia congenita primarie, hanno cambiato le car- ro che donna Letizia deve rincor- una cosa che non dobbiamo fare
della sinistra italiana) produca il te in tavola. Perde l’architetto rere in salita, uno per uno (pro- è mostrarci disuniti agli occhi,
solito effetto harakiri. Ci sono Boeri, vince l’avvocato Pisapia. prio lei che ha il calore incande- occorre quindi accantonare da
tre città in cui – invece – in que- Quel voto rimette in moto ener- scente di un iceberg!) i voti po- subito i personalismi per conse-
ste ore il centrosinistra sta recu- gie: la Moratti si spaventa e butta polarissimi dei leghisti riluttanti. gnare alla nostra città un nuovo
perando consensi insperati. La sul piatto l’argent de poche del ma- Per farlo sale persino sul palco modello di sviluppo”. La campa-
notizia più sorprendente arriva rito pur di vincere la campagna dei giovani padani e si incolla, gna stile-Vendola mette in gioco
da Milano. Tre mesi fa sembrava elettorale. Allestisce gazebo in con piglio di grande annuitrice, il popolo delle chiavette Inter-
sconfitta già scritta, per le oppo- tutta la città, affigge grotteschi alle spalle di Bossi. Non le va be- net, suscita entusiasmo. Dieci
sei per tre ovunque in cui appare nissimo – in platea – se è vero che giorni fa i sondaggi dicono che la
come una specie di santa protet- dal fondo gridano: “Umberto, vittoria della destra al primo tur-
Magari Pd, Idv e trice, sorridente (e terribilmente
incombente) al fianco di incol-
manda a casa il governo!”. E il lea-
der del Carroccio deve rispon-
no è stata disinnescata. E al bal-
lottaggio cambia tutto. Esatta-
Sel iniziassero pevoli pensionati, lavoratori,
bambini sorridenti. Spedisce a
dergli: “Va piàn…”.
Secondo quadretto, all’ombra
mente come a Milano.

a copiare la casa di tutti i milanesi un fotoro-


manzone dolciastro sul modello
del casteddu. Sorprendendo tut-
ti, un altro candidato di Sinistra e
ESATTAMENTE come a Na-
poli, dove il pasticcio creato dai
della “Storia Italiana” di Berlu- libertà Massimo Zedda (un ra- dirigenti locali è da Premio
destra che sconi. Dovrebbe essere un gran- gazzo di 35 anni), alle primarie Oscar tafazziano: prima si silura
de lifting di immagine, rischia di sbaraglia il senatore Antonello l’ottima candidatura di Umber-
marcia divisa, essere un boomerang. I biliardini Cabras, vecchio volpone del Pd. to Ranieri (che aveva raccolto le
davanti agli sportelli del comita- E dire che per l’occasione si era speranze dei riformisti) con del-
ma colpisce to elettorale spesso sono deserti ricomposta la faida sarda fra so- le primarie taroccate (ancora
e i sondaggisti rivelano al centro- ruani e antisoruani. Niente da fa- non si sa quale sia il risultato).
sempre unita destra un dato sorprendente: un re: il grande professionista della Poi Bersani deve spedire un
commissario politico, Andrea
Orlando, che tira fuori dal cilin-
TORINO La variabile del 30% di astensione dro la candidatura di un prefet-
to. Stavolta, però, non si vota e

Fassino scopre l’incubo del ballottaggio non si concorda con gli alleati.
Così, rifiutando questa logica si
candida il grande assente delle
primarie, Luigi De Magistris, so-
di Stefano Caselli prova di forza delle primarie ha in- i cuori berlusconiani e meno che Beppe Grillo, ha di nuovo radunato stenuto da Idv e Rifondazione.
coronato Fassino e i malumori – mai quelli della Lega. Di sicuro non in piazza Castello oltre diecimila Inizia una guerra civile a sinistra,

Vme.incere, salvo imprevedibili cata-


clismi, vincerà. Il problema è co-
E soprattutto quando. L’incu-
quando esistono – sono sotto trac-
cia: qualche mugugno cattolico per
la presenza in lista del radicale Sil-
farà peggio di Rocco Buttiglione che
nel 2006, contro Chiamparino, rac-
colse un misero 29%. Tuttavia, negli
persone) ripeterà l’exploit delle re-
gionali e dopo palazzo Lascaris, i
“grillini” faranno il loro ingresso an-
in cui l’unico partito che fa vo-
tare i suoi elettori, Sel, si spacca
in due (anche se prevale Morco-
bo – se così si può chiamare – di vio Viale (il ginecologo della ambienti del centrodestra, si dà per che a palazzo di Città. Tutti dietro ne). Adesso il paradosso è per-
Piero Fassino, candidato sindaco a Ru486), timide proteste per la “re- certo che i voti per Coppola saranno (compreso Iuri Bossutto, candidato fetto: i sondaggi dicono che De
Torino per il centrosinistra, si chia- surrezione” di Giusy La Ganga (ex meno di quelli per la coalizione. Se della Federazione della Sinistra) gli Piero Fassino (FOTO ANSA) Magistris ha più possibilità di
ma ballottaggio. Il barometro dei proconsole craxiano) e la querelle ne potrebbe avvantaggiare il qua- altri otto pretendenti alla successio- vincere al secondo turno, ma la
sondaggi, da qualche settimana, sull’alleanza (poi naufragata) con rantaquattrenne avvocato e docen- ne di Sergio Chiamparino. nima passoniana del partito (Gian- lotta tra le “due sinistre”, avvan-
non segna più trionfo e l’eventua- il partito-famiglia dei “Verdi-Verdi” te universitario Alberto Musy, can- L’insidia ballottaggio per Fassino, guido Passoni, assessore al Bilancio taggia lo spento Lettieri, candi-
lità che il 15 maggio l’ex segretario (che l’anno scorso si chiamava didato del Nuovo Polo, che una pic- semmai, sta nei torinesi: in quel di Chiamparino, avversario “di sini- dato del centrodestra assistito
Ds non sfondi quota 50% non è da “Verdi-Verdi per Cota”). Per il resto cola breccia in certi “poteri forti” 30% che sembra diserterà le urne e stra” alle primarie, ndr) ha cercato da un consulente di immagine di
escludere, come dimostra la riunio- il “fassinismo” è pressoché totale, cittadini (a cominciare dall’ex galas- in quella non quantificabile percen- di spingere Fassino a prendere po- sinistra (l’ex assessore di Basso-
ne tenutasi lunedì mattina nei lo- dall’Idv a Sel passando – ovvia- sia liberale) pare averla aperta. I tuale di cittadini (per lo più giovani sizione su alcuni temi forti. Invano. Il lino, Claudio Velardi). Insom-
cali della sede Pd di via san Fran- mente – per il Pd. sondaggi lo danno al 7 per cento, trenta-quarantenni) che lo votereb- rischio è di farsi mettere all’angolo ma, tre possibili ballottaggi, tre
cesco d’Assisi, in cui il sindaco in non molto, ma se si andrà al bal- be senza alcun entusiasmo e che dai grillini e da Bossutto su temi co- possibilità di vittoria. Chissà co-
pectore ha chiamato a raccolta GLI AVVERSARI non sem- lottaggio sarà lui a dettare le regole dunque, fino all’ultimo, potrebbe me lavoro e ambiente”. Le truppe sa potrebbe accadere se a sini-
parlamentari e consiglieri regionali brano all’altezza. Non il giovane e a Fassino e a tutto il centrosinistra. anche cambiare idea: “Il motivo è Pd, tuttavia, non sembrano troppo stra si finisse di darsi martellate
della coalizione invitandoli alla mo- aitante Michele Coppola, la cui de- Quarto incomodo è il candidato del semplice – racconta il consigliere in ansia. Al corteo del primo maggio nei coglioni, chissà cosa acca-
bilitazione. E così sarà. Torino è signazione è stata sin dall’inizio fon- Movimento 5 Stelle Vittorio Bertola, comunale Francesco Salinas, 35 il commento sul sondaggio che dà drebbe se cominciassero a co-
una città tradizionalmente gerar- te di malumori nel Pdl subalpino. 36 anni, ingegnere già fondatore di anni, che con la politica (per ora) ha l’ex ministro al di sotto del 50% era piare la destra, che – come a Mi-
chica e la classe dirigente di cen- L’ex pr di discoteca ce la mette tut- Vitaminic. Quasi sicuramente il Mo- scelto di chiudere – Fassino non sta uno solo: “Con dodici candidati sin- lano – marcia sempre divisa, ma
trosinistra non fa eccezione. La ta, ma non sembra scaldare troppo vimento (che domenica, guest star convincendo la sinistra. Più volte l’a- daco, può succedere”. colpisce sempre unita.
pagina 4

G
L’INCIUCIO

ià un mese fa, al momento di adottare paletti della Lega siano aria fritta, buona solo per in “accordo” con le forze alleate. Ma è stata la
Altro che guerra a la Risoluzione Onu che stabiliva la campagna elettorale. Vogliono, tra le altre cose, stessa Nato, prima per voce dell’ammiraglio Veri,
l’intervento in Libia, la Lega aveva che la guerra sia a termine e che il governo aggiri la poi direttamente del segretario Rasmussen a
posto i suoi “paletti irrevocabili”: un blocco navale bocciatura dell’Unione europea sulla direttiva chiarire che non è possibile “fissare una data per la
termine, per la Nato una per contrastare l’esodo dei profughi, il rispetto italiana dei rimpatri. Due missioni impossibili, ma fine dell’operazione”, ciò potrà avvenire “solo
degli accordi commerciali e la spartizione degli il Pdl pur di accontentare gli alleati riottosi, è dopo che saranno stati raggiunti gli obiettivi”. Che
immigrati con l’Ue. La maggioranza fu costretta ad disposto a far finta che si possano realizzare, alla Lega piaccia o meno, fino alla deposizione di
data non si può stabilire accettarli. Come adesso. Peccato che stavolta i scrivendo che la data di fine guerra verrà stabilita Gheddafi, i soldati non possono tornare a casa.

CRISI? NELL’OPPOSIZIONE
Lega e Pdl votano compatti un accordo “patacca” sulla Libia
Al Pd va l’astensione della maggioranza
di Fabrizio d’Esposito ribadisce che il “Carroccio ce mezz’ora nel cortile di Monteci-
e Paola Zanca l’ha sempre duro”, facendo ca- torio in un colloquio con il “ri-
pire che è stato il premier a ca- belle” Claudio Scajola, che due
lla fine, Bersani e Di Pie- larsi le braghe. Risultato: tre mo-

A
giorni fa non ha votato il decreto
tro, attori protagonisti del zioni approvate (maggioranza, anti-scalate voluto dal ministro
film del centrosinistra Pd e Terzo Polo) e una respinta dell'Economia. Non c’è Berlu-
spaccato sulla Libia, alme- (Idv). Dettaglio non seconda- sconi, arrivato giusto in tempo
no su un punto concordano. Di- rio: Pdl e Lega si astengono sui per il voto, che per sedersi al suo
ce il segretario del Pd, nella lun- documenti democrat e fi- posto ha dovuto quasi scavalca-
ga riunione del suo gruppo par- nian-casiniani, mentre Pd e Ter- re la sedia del Senatùr, che nem-
lamentare alla Camera: “Mentre zo si appoggiano a vicenda e no- meno ha provato a farsi avanti
noi siamo qui a discutere della ve dissidenti del partito di Ber- per fargli spazio. Maroni c’è, ma
crisi libica, loro, la maggioran- sani rompono il patto di non bel- si guarda bene dal sedersi sui
za, pensano solo a Milano”. Cioè ligeranza (astensione) con l’Idv banchi del governo. Frattini è so-
alle amministrative. Dice il lea- e votano contro. Un sorta di gi- lo, talmente tanto che il leader
der dell’Idv nel suo intervento gantesco inciucio non richie- dell’Udc Pier Ferdinando Casini
in aula: “La mozione sulla Libia sto, nonostante il veemente in- arriva a esprimergli “solidarie-
messa a punto dalla maggioran- tervento di Bersani che parla di tà”, perché “c’è da uscire pazzi a
za serve solo a fare marchette “vergognosa pantomima e cata- fare il ministro degli Esteri in
elettorali e a disinformare la strofe diplomatica”. Gli unici a questa situazione: neanche un
gente”. rimanere fuori da questa surrea- Churchill riuscirebbe a farlo”.
Per il resto, la fotografia dell’op- le cornice bellica bipartisan (in Sottinteso, figuriamoci tu.
posizione è quella scattata sen- serata il Quirinale precisa di non È un’aula mezza vuota anche
za pietà dal falco berlusconiano volere commentare il voto par- quella che ascolta il leader Idv
Cicchitto: “Se voi foste al gover- lamentare) sono i sei deputati Antonio Di Pietro mentre dice
no, oggi sarebbe stata crisi dopo pacifisti del Pd astenuti, guidati che il Parlamento sta violando la
le parole di Di Pietro”. A dire il da Luisa Bossa. Costituzione, che sono tutti de-
vero, Pd e Idv hanno provato a gli “ipocriti”: “Dichiarate lo stato
non farsi troppo male sulle IL BALLETTO LIBICO inizia di guerra, allora”. La sua mozio-
bombe tricolori anti-Gheddafi. I con un’immagine solitaria. Men- ne chiedeva il no alle bombe, ma
due capigruppo, Franceschini tre confessa, a un’aula mezza quella parte nemmeno si è vota-
per i democrat e Donadi per i di- vuota che “non è possibile dire ta: “Preclusa”, ha spiegato il pre-
pietristi, sono stati in contatto quale sarà la data” della fine della sidente Fini, perché poco prima
per l’intera mattinata, con un missione militare italiana in Li- era stata già approvata la mozio-
obiettivo pragmatico, basato su bia, il ministro degli Esteri, Fran- ne del Terzo polo che le bombe,
alchimie regolamentari in stile co Frattini, è solo. Non c’è La invece, le autorizza con più
politichese. Ossia contenere i Russa, non c’è Bossi. Non c’è “flessibilità a seconda degli
danni, come dimostra questa Tremonti, impegnato per più di obiettivi militari”. Così come era Illustrazione
frase di Donadi: “Possibile che stata approvata quella del Pd, più del Carroccio Marco Reguzzoni cenare proprio con il Senatùr, ha di Emanuele Fucecchi
votiamo una gran parte della orientata (grazie alle modifiche viene travolto dagli applausi dei continuato a ripetere che con la
mozione Pd salvo dove si dice sì
alle bombe”. Non è finita nem-
Terzo Polo e fatte solo qualche ora prima del
voto, pare ispirate da D’Alema,
suoi deputati. Il Pd protesta. Lui
replica con una citazione latina,
Lega è tutto apposto, che lo
scontro è stato dettato da “esi-
Oggi il rimpasto,
meno così, in questo balletto tra
il paradosso e la farsa, sfociato
Democratici che però ha smentito) all'azione
diplomatica che ai bombarda-
che tradotta recita: “I vasi vuoti
fanno molto rumore”.
genze elettorali”. Poi lo scambio
di cortesie ipocrite sul successo-
dovrebbero
poi in un gioco di astensioni, vo-
ti contrari e finanche di rinfacci,
insieme (ma menti, ma comunque favorevole
all’escalation del nostro impe- LA LEGA VINCE e questa vol-
re Tremonti. Berlusconi: “Se fac-
cio un passo indietro, Tremonti
entrare 4
come quando Franceschini di- gno in Libia. ta l’unico che può dar torto al mi- è il candidato”. Bossi: “B. durerà
ce che Di Pietro ha “rinunciato a con qualche Quel che rimane, sono i 309 sì nistro Bossi è il segretario gene- ancora a lungo”. Nel vertice i due Responsabili:
fare politica per inseguire i son- alla mozione di maggioranza, rale della Nato, Rasmussen: è hanno parlato pure di rimpasto:
daggi”. In pratica la stessa accu- dissidente) che “rispetta in toto i punti sta- inutile che il governo italiano ci stamattina forse la prima infor- Pionati, Polidori,
sa rivolta a Pdl e Lega, a loro vol- biliti dalla Lega”, compreso il chieda un termine, i soldati tor- nata di sottosegretari. Quattro
ta attori protagonisti della sce- si dividono “termine temporale certo” della nano a casa solo quando cade responsabili (Pionati, Polidori, Belcastro
neggiata della guerra con sca- guerra. Quella data non c’è, non Gheddafi. Berlusconi, intervista- Belcastro, Cesario, escluso Ca-
denza, col Senatùr che esulta e dall’Idv ci può essere, ma il capogruppo to ieri sera a Porta a Porta, prima di learo) e forse qualche leghista. e Cesario

IL GOVERNO SMENTISCE A METÀ

IN ARRIVO LA MANOVRA ESTIVA DA 8 MILIARDI


di Stefano Feltri non mi tirerò indietro, se invece si affretta a ricordare che “non è ne considerata una sostanziale
di Caterina Perniconi verranno fuori altre personali- prevista nessuna manovra cor- ammissione. Restano i dati di fat-
erve un assoluto rigore nei tà, e ne abbiamo diverse, Tre-
CAMERA L’assemblea di Montecitorio si è riunita
alle 10.45 e ha lavorato 4 ore e 32 minuti. La
“S conti, non c’è proprio mo-
do di tagliare le tasse adesso,
monti in primis...”. È un periodo
ipotetico dell’irrealtà, e non bi-
rettiva sui conti pubblici per il
2011”. Altri sembrano meno
convinti, il ministro dello Svilup-
to: secondo il Def, il Documento
economico e finanziario del Te-
soro, da oggi in discussione al Se-
seduta è infatti cominciata con la discussione non ci si possono inventare ri- sogna dimenticare che, solo po- po Paolo Romani combina una nato, tra il 2013 e il 2014 si ma-
delle mozioni sulla situazione delle carceri ed è sorse da spendere che non esi- che settimane fa, lo stesso di- mezza gaffe dicendo “non con- terializzerà nei conti pubblici un
stata sospesa tra le 11.35 e le 11.38 e tra le stono”. Sembra il sunto della li- scorso Berlusconi lo faceva in- fermo”, formula che di solito vie- cratere da 40 miliardi e allora sa-
11.40 e le 11.55. Dopo l’incardinamento del nea di rigore del ministro Giulio dicando come delfino Angelino rà il momento di lacrime e san-
decreto omnibus sono state votate le mozioni Tremonti e invece è Silvio Ber- Alfano. gue della cui impopolarità dovrà
sull’impegno militare in Libia. Fermati
nuovamente tra le 14.40 e le 15, i lavori sono
lusconi che, ieri, a Porta a Porta
ha fatto una cosa apparente- C’È PERÒ un dettaglio che fa la
E da Vespa farsi carico chi governerà nella
prossima legislatura.
ripresi con lo svolgimento del question time che
è terminato alle 15.55.
mente bizzarra: alla vigilia del-
l’approvazione di un “decreto
differenza. Nel pomeriggio l’a-
genzia Ansa attribuisce a “fonti
il presidente Ma visto che lo sforzo richiesto
dai nuovi vincoli europei è enor-
Nuovo appuntamento questa mattina alle ore
12.
sviluppo” pre-elettorale che do-
vrebbe piacere agli industriali,
governative” la notizia che pri-
ma dell’estate arriverà una ma-
del Consiglio me (lo scorso anno la traumatica
manovra estiva era di “soli” 25
lui parla di austerità. E, dopo novra di bilancio da 7-8 miliardi miliardi), bisognerebbe comin-
SENATO A Palazzo Madama l’aula si è riunita alle settimane di tensioni (evidenti di euro. In parte si tratterebbe di lancia ciare a far capire da subito che si
9.41 per discutere il Documento economico negli attacchi del Giornale) arri- rifinanziamento di spese già pre- è nel giusto ordine di idee. I pri-
finanziario. La seduta è stata sospesa alle 12.57 va addirittura a dire: “Vedremo viste, come quelle per le missio- Tremonti mi segnali del risanamento, ha
ed è ripresa alle 16.35. Terminata alle 20.08, alla fine di questa legislatura se ni militari. E in parte tagli, ovvia- sottolineato la Banca d’Italia, de-
l’assemblea è riconvocata oggi alle 10. sarà necessario per il centrode- mente. Il governo smentisce su- come suo vono arrivare già a settembre
stra mettermi ancora quale can- bito l’indiscrezione, il sottose- 2011. La batosta dopo le ammi-
didato alla guida del governo, io gretario al Tesoro, Luigi Casero, successore nistrative, o al massimo dopo l’e-
Giovedì 5 maggio 2011

C
L’INCIUCIO

hi fa politica a sinistra ed è a quanto caratteristiche elencate dal politico per spiegare cosa intendesse Giolitti: essere credibili
Napolitano: se vuole pare oggi all’opposizione, dovrebbe l’alternativa: “Deve essere credibile, affidabile e vuol dire “mostrarsi capaci di esercitare l’azione
leggere la definizione di cosa sia praticabile”. Poi Napolitano ha aggiunto: “Sono di governo”, essere affidabili significa “togliersi di
l’alternativa”, data da Antonio Giolitti. Lo ha detto passati 15 anni dal libro in cui Antonio scriveva dosso il sospetto di volersi insediare al potere
governare la sinistra il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, questa riflessione e lui oggi non c'è più, ma resta come alternativa senza alternativa”, praticabile
nel prendere parte a un dibattito con Eugenio vero che o l’alternativa la si immagina così o si vuol dire “rendere realistici e perciò convincenti”
Scalfari e Giuliano Amato sulla figura di Giolitti. resta all’opposizione”. gli obiettivi da raggiungere, gli ostacoli da
sia credibile e affidabile Il capo dello Stato ha ricordato le tre Il presidente ha anche letto dei passaggi per superare e la gradualità per superarli.

GARANTISCE CORREVA
FORZA ITALIA L’ANNO 1996
Da sinistra, la garanzia Quindici anni fa. Non
fornita da Forza Italia sembra cambiato molto.
per un finanziamento Da sinistra, negli studi
della Lega Nord di Porta a Porta, ci sono
(l’immagine è tratta dal Gianfranco Fini, Silvio
libro “Dossier Bossi- Berlusconi, Bruno
Lega Nord” a cura di Vespa, Umberto Bossi,
Michele De Lucia per Lamberto Dini
Kaos edizioni. Subito (all’epoca presidente
dopo il simbolo storico del Consiglio) e
della Lega con Alberto Massimo D’Alema
da Giussano (FOTO ANSA)

I COSTI DELLE MISSIONI


I 150 MILIONI PER “ODISSEA
ALL’ALBA” FINISCONO A GIUGNO
A chiacchiere la quadra si può sempre trovare,
Patti e ricatti
Cosa unisce Bossi e B.
ma coi soldi la faccenda è più difficile. Quel che
è successo nella maggioranza sulla Libia – se lo si
guarda dalla prospettiva dei soldi – è che Pdl e Lega
hanno stipulato una tregua di un mese e mezzo circa,
fino a metà giugno. È quanto dureranno, secondo il
ministero della Difesa, i 150 milioni di euro (“e non
un soldo di più”) concessi dal Carroccio per raid
aerei, gestione dei profughi e rimpatri coatti.
“Speriamo che finisca entro giugno”, mette le mani
COME IL PARTITO DEL PREMIER
avanti il sottosegretario Guido Crosetto. Così non
fosse, però, si potrebbe calcolare in 750 milioni di
HA SALVATO I BILANCI DEL CARROCCIO
euro il costo dell’operazione per quest’anno (stima
prudente), all’ingrosso quello che già spendiamo per
l’Afghanistan. Un bell’aggravio per i conti pubblici. Il di Elisabetta Reguitti cende leghiste. Quello relati- ma certamente una certa coin- premier avrebbe finanziato il
governo a trazione leghista ha una sua risposta: vo all’esistenza di un patto se- cidenza c’è tra l’apertura del fi- Carroccio, a un passo dalla
risparmieremo sulle altre missioni, Kabul e Libano erché Umberto Bossi greto tra i due leader: la sot- do e la difficile situazione in cui bancarotta e in cambio avreb-
su tutte. Solo che si tratta di una menzogna. Ecco il
parere del ministro La Russa: “C’è un impegno preso
da tempo con gli alleati per ridurre gradualmente le
truppe”. Da quest’anno? Solo in Kosovo, per le altre
zone se ne parla “dal 2012”. I risparmi, dunque, sono
P non scarica Silvio Berlu-
sconi? I primi a chieder-
selo sono i militanti pa-
dani stanchi di credere che sia
solo questione di equilibri in-
toscrizione di un atto notarile
e massicci finanziamenti ber-
lusconiani al Carroccio. Voci,
ancora prive di riscontro, ma
che si rincorrono soprattutto
versava la Lega proprio in que-
gli anni. Era il tempo in cui la
Padania titolava: “Berlusconi,
sei un mafioso? Rispondi” met-
tendo in prima pagina le foto di
be chiesto come contropartita
il simbolo. “Niente di ciò che
dico è stato inventato – spiega
la diretta interessata –e la ripro-
va è che fino ad ora nessuno si è
già contabilizzati. Quindi la Lega cosa ha ottenuto? terni in vista delle prossime all’interno delle segrete stan- Riina, Brusca, Bagarella, Berlu- mai permesso di smentirmi”.
“Una vittoria di Pirro”. Il problema si porrà a giugno. amministrative. za di via Bellerio secondo le sconi e Dell’Utri. Racconta Sapori che nel 2000
Passate le amministrative, il governo dovrà infatti Un paio di giorni fa un ascol- quali ci sarebbe stata addirit- la Lega non aveva neppure gli
approvare il decreto di rifinanziamento delle tatore di Radio Padania Libera tura la compravendita da par- Le querele occhi per piangere. Solo debiti
missioni internazionali (succede ogni sei mesi): è lì aveva chiesto: “Ma è vero che te di Berlusconi del “marchio e ipoteche pure sulle rotative
probabilmente – se Gheddafi non si toglie di mezzo – ritirate
Berlusconi si è comprato la Lega Nord”. del quotidiano. A rischio c’era
che bisognerà scrivere quanti soldi mettiamo sulla Lega?”. Una telefonata bru- anche la casa di Gemonio del
crisi libica e come li troveremo. Senza contare la scamente interrotta, nono- Quando in banca IL SENATÙR non le manda- Senatùr. Oltre ai costi del fare
Libia, oltre 8 mila nostri soldati partecipano a 29 stante la diretta, che apre una va a dire al Cavaliere, tanto che politica, Bossi e i suoi doveva-
missioni in 21 paesi per una spesa che nel 2011 garantiva FI
serie di interrogativi sul soda- di quel periodo Gianluca Mar- no rimediare ai danni della Cre-
dovrebbe stare sotto al miliardo e mezzo di euro (nel lizio a denti stretti, difeso a chi, primo direttore de la Pada- dieuronord (la banca padana)
2008 era 1 miliardo). Poche le operazioni che tutti i costi soprattutto in que- UNA QUESTIONE ripresa nia, dice a Facco: “Con la storia salvata dalla Banca popolare di
impiegano un numero significativo di uomini: 4.200 sti giorni. Qualcosa in più di dal giornalista Leonardo Facco del Berlusconi mafioso avevo Lodi di Giampiero Fiorani.
in Afghanistan al costo di 750 milioni di euro un semplice accordo politico nel suo Umberto Magnoedito da sulle spalle qualcosa come 13 “Fiorani entrò su decisione del
quest’anno, 1.780 in Libano (215 milioni), 650 nei se analizzato dal punto di vi- Aliberti e dal tesoriere dei Ra- querele tra Fininvest, Dell’Utri Cavaliere molto probabilmen-
Balcani (100 milioni) e 274 nelle operazioni sta delle difficoltà a sciogliere dicali italiani Michele De Lucia e Confalonieri. Nel 2000, in te consigliato da Aldo Bran-
anti-pirateria in Somalia (52 milioni). Si potrebbero questa convivenza (forzata) che ha curato Dossier Bossi-Lega prossimità dell’accordo fra il cher. Berlusconi a sua volta ri-
tagliare i fondi per la cooperazione, ma non sono tra i due. Il mezzo accordo sul- Nord di Kaos Edizioni. I rappor- leader leghista e il Cavaliere, pianò i debiti della Lega” so-
nemmeno il 4% del totale. Difficile che si punti a la Libia e lo sfogo del ministro ti extra politici tra Bossi e Ber- sono state tutte rimesse, ritira- stiene Rosanna Sapori nella sua
contrarre le spese della Difesa: quest’anno, tutto La Russa: “Umberto capo del- lusconi, quindi, sono di fatto te”. Un colpo di spugna e il fu- analisi a metà tra la politica e il
compreso, dovrebbero superare i 25 miliardi, la la sinistra” sono, d’altro can- un giallo nonostante tutto pe- turo della Lega segue un altro giornalismo. “Io ho avuto il co-
maggior parte dei quali per l’acquisto di armi. La to, i segni che Bossi e Berlu- rò ci sono delle certezze. Par- corso. Qualcuno considera il raggio di spiegare perché Bossi
Lega pacifista non si farà sentire: le aziende che le sconi stanno tirando a campa- tiamo con le carte, in partico- 1998 l’anno di svolta: quando si è dimostrato prigioniero di
producono sono quasi tutte al Nord. re. Ecco allora riemergere lare il documento, datato 28 alla Camera dei deputati la Le- Berlusconi. So che qualcuno
Marco Palombi uno dei grandi misteri delle vi- giugno 2000, firmato dall’am- ga Nord votò contro la richie- vorrebbe farmi pagare questa
ministratore nazionale degli sta di arresto di Cesare Previti libertà di opinione. Con quella
azzurri Giovanni Dell’Elce che uomo di fiducia di Silvio Berlu-
scrive alla Banca di Roma per sconi.

Ieri a Montecitorio, Umberto


garantire un fido alla Lega. “Vi
diamo incarico – si legge –, di
Ma la vera spina nel fianco per
il popolo di Pontida è un’altra.
Rosanna Sapori,
Bossi, Silvio Berlusconi
e Giulio Tremonti (FOTO ANSA)
aprire a favore del Movimento
politico Lega Nord, che assi-
A ricostruirla è Rosanna Sapori
già militante leghista e giorna-
ex militante
stiamo finanziariamente, un
credito complessivo di due mi-
lista di Radio Padania. Le sue pa-
role sono state raccolte da Fer-
padana,
ora Berlusconi prepara il terre- liardi di lire, valido fino a nostra ruccio Pinotti e Udo Gempel
no alla manovra. Perché una ma- revoca, utilizzabile per gli sco- ne L’unto del Signore ma il Fatto conferma
novra comunque ci sarà questa pi istituzionali e le esigenze ge- Quotidiano l’ha incontrata a ca-
estate, è già prevista, i dubbi so- nerali del movimento”. sa sua. In provincia di Bergamo al Fatto: “Fu
no sull’entità. Prosegue poi la lettera: “Vi dia- dove ha aperto una tabacche-
Dopo la tregua con la Lega sulla mo atto che, dati i rapporti at- ria. Berlusconi
guerra in Libia, appesa alla que- tualmente intercorrenti tra noi
stione dei finanziamenti che du- e il suddetto Movimento, il pre- A.a.a. Alberto ad aiutarli”
rano fino a luglio, Berlusconi sa sente mandato di credito è uti- da Giussano
che molto della tenuta nella le per il conseguimento dei no-
state, sembra inevitabile. E il go- sentazione della Dfp (“Decisio- maggioranza passa per la gestio- stri fini istituzionali”. Tradotto storia io ho chiuso anche se
verno sta preparando il terreno. ne di finanza pubblica”, equiva- ne della politica di bilancio. E significa che Forza Italia si era LA DONNA ha deciso di rac- non mi sento tranquilla e per
Un anno fa lo schema era stato lo lente del Def), passa poi da 5 a 25 che non può appaltarla comple- impegnata a tutelare ogni contare una storia della Lega questo non voglio che scrivia-
stesso, prima le fughe di notizie miliardi di euro. tamente all’asse Lega-Tremonti, eventuale manchevolezza del che spiega molto del Carroc- te dove abito. Nonostante ciò,
pilotate, poi la mazzata. L’8 apri- con il rischio di essere attaccato partito fondato da Bossi. E for- cio di oggi e del perché Bossi però, sbaglia chiunque pensi
le 2010 l’Ansa scatena un pande- COME SI SPIEGA quindi l’im- (come in questi giorni) per es- se la cosa non farà molto piace- alla fine dovrà fare quello che che farò un passo indietro ma-
monio con un’agenzia in cui ri- provvisa passione di Berlusconi sere uno spendaccione che pa- re alla base, nonostante le pre- gli dice Silvio Berlusconi. Sapo- gari dicendo che mi sono con-
ferisce di “fonti parlamentari per il rigore contabile? Si posso- ga i cacciabombardieri, ma affa- cisazioni fatte dallo stesso Del- ri sostiene che il premier abbia fusa”.
della maggioranza” che parlano no solo azzardare interpretazio- ma il Paese. Meglio condividere, l’Elce e riportate da De Lucia: la titolarità del logo del partito Intanto la Lega corre ai ripari
di una manovra da 4-5 miliardi. ni sulla base degli indizi. Dopo almeno a parole, l’urgenza del ri- “Sia chiaro: non gli abbiamo da- della Lega. Che il mitico “spa- diffondendo la notizia che co-
Inizia il dibattito, le opposizioni aver mortificato Tremonti – pa- sanamento contabile. Poi c’è to nessun contributo, ma solo done” di Alberto da Giussano munque il patto “era a scaden-
chiedono a Tremonti di riferire ladino dell’italianità di Parmalat sempre tempo per scaricare di garantito un fido ed è una cosa insomma appartenga al Cava- za” del compimento dei 75 an-
in Parlamento, quindi la mano- dando (due volte) – il via libera ai nuovo addosso a Tremonti il pe- che abbiamo fatto nella massi- liere. La storia non è nuova ne- ni di uno dei due: Berlusconi li
vra si materializza ma, con la pre- compratori francesi di Lactalis, so delle misure più impopolari. ma trasparenza”. Sarà un caso, gli ambienti padani: nel 2005 il festeggerà a settembre.
pagina 6 Giovedì 5 maggio 2011

N
AD PERSONAM

on può aspirare a diventare l’incompatibilità tra il mandato parlamentare e piccoli, conflitti di interesse, annidati tra le pieghe
La proposta di Di Pietro: deputato o senatore chi ha una l’esercizio delle professioni cosiddette intellettuali dell’attività parlamentare. L’esercizio di queste
professione che preveda l’iscrizione e regolamentate, vigilate dal ministero della professioni – dice quindi la legge – è sospeso
a un albo, che sia giornalista o avvocato, architetto Giustizia, indicate in uno specifico elenco”, si durante il periodo del mandato parlamentare. In
i parlamentari non o commercialista e continui a praticarla. A legge nella relazione che accompagna l’articolato. caso di incompatibilità, i parlamentari “sono
chiederlo è Antonio Di Pietro in una proposta di Per il leader dell’Idv, “l’esercizio della libera tenuti, entro un mese dalla data di entrata in
legge depositata alla Camera. “Con la presente professione, cumulata all’ufficio parlamentare, vigore della presente legge, a optare fra il mandato
esercitino la professione proposta di legge si intende introdurre non può ritenersi immune da diversi, più o meno parlamentare e l’esercizio della professione”.

GASPARRI
VUOLE IL BAVAGLIO
PER IL CSM
Due proposte di legge per azzittirlo
e renderlo dipendente dal ministero
di Sara Nicoli cerlo, c’è stato chi ha voluto suoi ddl (presentati qualche
scientificamente disobbedire. tempo fa) fatti apposta per
ue nuove leggi per Il suo nome è Maurizio Gaspar- mettere un bavaglio al Csm. E

“D
Il plenum straordinario del Consiglio superiore della magistratura. Sotto, Ignazio La Russa (FOTO EMBLEMA)
mettere il silenzia- ri, capogruppo pidiellino al per derubricarlo a mero istitu-
tore al Csm. E che si- Senato, e non nuovo a queste to consultivo del ministro del- approvarlo; a conti fatti, il ba- Gasparri, spesso “si risolvono mato sì ad esprimere “liberi pa-
lenziatore. alzate d’ingegno. Comunque, la Giustizia (ma solo su richie- vaglio al Csm potrebbe arriva- – si legge nella sua presenta- reri”, ma solo su richiesta del
Se da un lato il Cavaliere aveva giusto ieri Gasparri ha avuto la sta) privo anche della facoltà re in aula in parallelo con il zione della legge – come prese ministro della Giustizia. La
imposto di congelare, almeno piacevole sorpresa di veder di aprire “pratiche a tutela del- processo breve, ovvero nelle di posizione prive di reali ef- spiegazione di Gasparri al per-
fino a dopo le amministrative, entrare trionfalmente in com- l’indipendenza e del prestigio prime due settimane di giu- fetti giuridici, idonee solo ad ché di un simile provvedimen-
il florilegio di iniziative legisla- missione Giustizia del Senato, della magistratura” che possa- gno. E il rischio di vederli di- ingenerare polemiche e ten- to è meritevole di menzione: il
tive ad personam per compia- pronti per essere discussi, due no avere una valenza più po- ventare legge in autunno, ca- sioni politiche non seconda- Csm “calendarizza sovente la
somai pro- rie”. Talvolta, cita sempre Ga- discussione e la votazione di
prio alla ria- sparri, questi interventi sono pareri (liberi, ndr) in coinci-

PAROLA DI “BETULLA”
Il capogruppo Pdl pertura della
Camera dopo
anche utilizzati come “solleci-
tazioni di apertura di inchieste
denza con i lavori parlamentari
su disegni di legge sulla giusti-
conferma: “Vuole ergersi le vacanze è giudiziarie”. Infine, si sottoli- zia e il suo ordinamento legit-
Una Commissione a Terza Camera,
più che con-
creto.
nea come i “dibattiti pubblici
o prese di posizione ufficiali
timando l’impressione (sic!) di
volersi ergere a Terza Camera,
per il Fatto necessario un intervento
Ma questo
doppio bava-
glio, esatta-
dell’organo di autogoverno”
abbiano spesso (non si sa co-
me) messo a repentaglio “la se-
in concorrenza con gli organi
deputati alla definizione del-
l’indirizzo politico”.

U na Commissione parlamentare
d’inchiesta sulla cristianofobia,
come quella sull’antisemitismo. Per il de-
legislativo” mente, come
è fatto? Nel
solo articolo
renità dei collegi giudicanti”
in processi delicati. Insomma,
niente tifo per la Boccassini e
Insomma, il ddl di Gasparri
non ci prova neppure a far finta
che non sia una censura per
putato Renato “Betulla” Farina ci meritia- del primo dei compagni sottoforma di “pra- non disturbare il manovratore;
mo addirittura l’attenzione delle Camere litica che funzionale. due ddl (il 1833) si dice che “il tiche di tutela dell’indipen- lo ammette espressamente.
riunite. La pietra dello scandalo è la vi- Insomma, un bel cerottone Csm non può assumere inizia- denza della magistratura”. Perché “vista l’attuale situazio-
gnetta di Milo Manara sul Misfatto di do- censorio sulla bocca dei com- tive che arrechino nocumen- ne – si legge sempre nella spie-
menica scorsa, definita “evidentemen- ponenti dell’organo di autogo- to alla riservatezza, alla sereni- MA NON È FINITA. Il ba- gazione alla legge – questo in-
te offensiva ed oscena, tale addirittura verno della magistratura, fatto tà e all’imparzialità della fun- vaglio vero arriva con il secon- tervento legislativo ordinario
da indurre venti lettori dello stesso di soli due articoli, uno per cia- zione giudiziaria e al regolare do ddl (il 1832) dove si vieta sembra l’unico modo per ri-
giornale a scrivere una e-mail di pro- scun ddl, che il presidente del- svolgimento di procedimenti espressamente al Csm di espri- portare i rapporti tra gli organi
testa al quotidiano dichiarandosi offe- la commissione Giustizia del pendenti”. Tradotto: il gover- mere “liberi pareri” su questio- in questione alla loro giusta di-
si”. Quindi per l’opinionista di Libero Senato si è rifiutato di riman- no vuole mettere dei paletti ni che hanno attinenza “con mensione”. E la giusta dimen-
la Commissione sostituirebbe il proce- dare alla riforma costituziona- “stringenti” alla possibilità del l’ordinamento giudiziario e sione, come sempre per il Pdl,
dimento penale perché sul Fatto “sono le della Giustizia (dove è pre- Csm di correre in soccorso di l’amministrazione della giusti- è una mordacchia. Stavolta con
più numerosi i magistrati che ci scri- vista la riforma del Csm) sem- magistrati presi di mira da Ber- zia”, finendo per “esorbitare tanto di ministro della Giustizia
vono di quelli che lo leggono”. plicemente perché il Pdl, tan- lusconi attraverso i famosi ‘in- dalle proprie attribuzioni”. E si (dunque, il governo) a tenere il
to per cambiare, ha fretta di terventi a tutela’ che, secondo specifica che il Csm sarà chia- guinzaglio corto.

Disastro La Russa: dopo la gaffe, i fischi della piazza


IN DIRETTA A BALLARÒ CHIEDE AI COLLABORATORI CHI SIA LUKASHENKO. IERI CONTESTATO A TORINO DAVANTI A NAPOLITANO
di Chiara Paolin rie, deve difendersi persino dal fuoco amico so reato di immigrazione clandestina. E lì,
di Flavio Tosi, il mascellato sindaco di Ve- anche le residue energie di riserva mandano di Pino Corrias
l soldato La Russa è nei guai. Dopo il vaffa rona che dice chiaro e tondo: “Le bombe in- in tilt il kamikaze La Russa. Si agita sulla se-
I a Casini e i calci a Formigli, la battaglia di
Ballarò l’ha ridotto definitivamente a pezzi.
telligenti non esistono, ammazzeremo i ci-
vili”. Sudori freddi per il convinto ministro
dia, muove le mani e invita la signora ad an-
darsene. Lei è disponibile a lasciare il campo
Ignazio, dalla
Galattica la figuraccia su Lukashenko. Floris
tenta di fare una domanda al ministro della
della guerra, che credendo di essere fuori
onda azzarda anche un sano “porcaputta-
ma non senza la stoccata finale: “Ministro,
vuole qualche lezione di democrazia?”. Il
Bielorussia con amore
Difesa su come gestire l’attacco a Gheddafi, na!”. Poi, davanti alle accuse di aver imba- giorno dopo, la Urbinati non ha sbollito la
ma lui non può dargli retta, è troppo impe- stito via mozione una squallida tattica elet- rabbia. “Una serata autistica, dove ognuno L’ALTRA SERA durante il più seguito talk show politico del
gnato a interrogare il suo assistente in secon- torale sulla pelle dei libici, tenta eroicamen- diceva una cosa senza ascoltare gli altri né primo canale della tv bielorussa, Alexandr Grigorevic
da – fila – cui chiede circospetto: “Ma chi è te l’assalto solitario ricordando i doveri del- tentare un dialogo – spiega –. Mi sono sentita Lukashenko - 57 anni, ex comunista, detto il Grande
questo Lukashenko?”. Non un giocatore del l’Italia verso l’Onu. Anche lì Tosi lo ammaz- in totale imbarazzo perché dire la verità era Comandante o anche il Piccolo Stalin, eletto tre volte
Milan, gli spiegano, ma quel presidente della za: “Bisogna sostenere i bravi amministrato- impossibile: siamo diventati un Paese ridi- presidente, dal 1994 a oggi con il sospetto di infiniti brogli,
Bielorussia verso cui Silvio mostra una certa ri locali, come De Luca a Salerno” dice il pa- colo, questo governo è pericoloso, i ministri violenze, minacce, fino a raggiungere l’attuale 86 per cento
invidia (“Il popolo ti ama”, gli disse il pre- dano, e il povero La Russa rincula: “Ma quel- sono degli inetti. Bisogna rompere l’autar- dei consensi, incline a imprigionare gli oppositori politici e i
mier in occasione della elezione nel 2009) e lo è del Pd! Che stai dicendo? La città è am- chia informativa che regna in Italia per met- giornalisti, a chiudere i giornali, a controllare radio, tv e
un solido feeling personale. ministrata malissimo, ci sono stato io pro- tere in guardia le persone e spiegare che al- internet, celebre per avere ostacolato l’espatrio delle
Ignazio però non ha tempo per le smance- prio l’altro giorno”. Insomma disastro su tut- trove i governanti vengono cacciati per mol- giovani donne verso l’Occidente “per non indebolire la
ta la linea, cui si ag- to meno”. razza bielorussa”, schifato da tutti Paesi democratici a
giunge la mina finale In realtà anche da noi c’è chi s’è accorto di cominciare dagli Stati Uniti che lo considerano “l’ultimo
Litiga col sindaco Tosi Nadia Urbinati. La po-
litologa della Colum-
qualcosa. Ieri La Russa è stato fischiato a To-
rino per le celebrazioni dell’Unità davanti al
dittatore tiranno d’Europa”, ma ammirato da Berlusconi
che gli ha detto: “Beato te che sei così amato dal tuo
e la politologa Urbinati, bia University tenta di
sottolineare come il
Presidente della Repubblica. “Piccoli fischia-
tori di professione”, li definisce il ministro.
popolo” - si è voltato verso uno dei suoi più stretti
tirapiedi, il suo personale capezzone, e gli ha chiesto: “Ma
pianeta resti basito da- “Ma che si vergogni – chiude la Urbinati –.
che spiega: “All’estero vanti alle proposte del- Vabbè che l’Italia sopravvive a tutto da tre-
chi cazzo è questo La Russa?”. Lo ha fatto senza accorgersi
di essere ancora in diretta tv. Perciò la domanda è risuonata
la maggioranza: guer- mila anni, però adesso basta. Non se ne può per le valli, i torrenti e le città dell’intera Bielorussa,
governanti cacciati ra a scadenza tipo yo- più. E ai miei colleghi che mi chiedono che generando un fragorosa risata nazionale. Mentre a La Russa
gurt e ribellione alla succede a casa mia, non so più cosa rispon- fischiavano le orecchie.
per molto meno” Corte Ue sul fantasio- dere”.
Giovedì 5 maggio 2011 pagina 7

C
SCANDALI

ontinuità sulle strategie. È questa cambiamenti. Ci sarà continuità. Alcune conoscenze e capacità strategiche saranno un
Presentati la direttiva indicata dal idee possano cambiare, ma soprattutto per contributo prezioso negli anni a venire. Uno
neoamministratore delegato di condizioni esterne. Ma questi cambiamenti dei miei primi compiti , nei prossimi canonici
Finmeccanica, Giuseppe Orsi, nel corso arriveranno con il tempo e i tempi che 100 giorni, sarà quello di esaminare lo
i nuovi vertici della conferenza stampa seguita alla Finmeccanica richiederà”. scenario economico globale, alquanto
riunione del Consiglio di amministrazione “Con Guarguaglini – ha detto Orsi – abbiamo complesso e valutare dall’interno le
della società. “Non dobbiamo stare ad lavorato fianco a fianco ottenendo grandi opportune azioni, al fine di rendere più
della multinazionale aspettare e pressare per nuovi successi in Italia e all’estero. Le sue competitiva Finmeccanica”.

CACCIA AL TESORO
Tutte le carte sugli affari tra l’ex uomo di Finmeccanica
Romagnoli e il Madoff dei Parioli Lande
di Marco Lillo l’uomo che gli ha portato su ni, Il Fatto Quotidiano ha spul-
un piatto d’argento l’affare ciato i registri delle camere di
l Madoff de noantri, come è Eurofighter, il migliore della commercio di Roma e il Com-

I stato soprannominato
Gianfranco Lande dai
giornali, ha lasciato cade-
re la frase con predeterminata
vaghezza al termine del suo
sua vita e probabilmente il mi-
gliore mai realizzato nell’inte-
ro continente. Romagnoli era
responsabile export del con-
sorzio Eurofighter GMBH,
pany house a Londra.
Si scopre così che i legami tra
Romagnoli e le società create
da Lande sono ancora vivi. E si
scopre anche che l’arresto di
interrogatorio: “Devo verifi- partecipato da Alenia per il Lande non ha fermato le at-
care se Pierluigi Romagnoli 19,5 per cento quando, sulla tività sulla piazza di Londra:
abbia percepito parte di quei commessa da 2 miliardi di eu- due giorni dopo l’arresto del
84 milioni di euro”. L’uomo ro per l’acquisto di 15 aerei da Madoff dei Parioli, la signora
che ha fatto sparire 170 mi- parte dell’Austria, Lande ha Suzane Takieddine si presen-
lioni di euro dei suoi 1200 incassato tramite le società ta a Londra e chiude la filiale
clienti sparsi tra il centro e il create a Londra 84 milioni di londinese della Aharti
quartiere Parioli di Roma, il 6 euro. Per rinfrescare la me- SA, la società di Lan-
aprile 2011 ha perso improv- moria al grande ‘Re sola’, co- de che ha percepito
visamente la memoria con il me è stato definito il prota- 12 milioni di euro gra-
pm Luca Tescaroli proprio gonista del maggiore scanda- zie al business Eurofi-
quando ha dovuto parlare del- lo finanziario degli ultimi an- ghte. Il Fatto inoltre, sem-
pre dalle carte ottenute
dal registro delle socie-
I documenti tà a Londra, ha sco-
Le carte che dimostrano
perto un’altra coin-
il passaggio di denaro tra
cidenzaa: una secon-
le società a scatole cinesi
da società che ha incas-
sato almeno 7,4 milioni di
euro grazie alle commissioni
volate sull’affare Eurofi- oggi vanta come rappresen- Romagnoli è titolare di una nella vicenda Eurofighter è
ghter-Austria, la Centro Con- tante preposto alla sede in Ita- delle posizioni più importanti stato descritto da lui stesso al
sult Ltd, è oggi di proprietà di lia, situata a Roma in via Cre- tra i correntisti delle società pm Tescaroli. Quando il Con-
una holding di diritto inglese, scenzio, proprio Pierluigi Ro- di Lande, con un conto che sorzio europeo che produce
la Marketdrive Consultants magnoli, nominato a dicem- secondo gli elenchi pubblica- il caccia ha venduto 15 veli-
Ltd che aveva come direttore bre del 2008, dopo la sua usci- ti dai giornali e tutti da veri- voli al Governo Austriaco, la
ai tempi dell’affare Eurofi- ta da Eurofighter. ficare, si aggirerebbe sulla de- EADS Germania, socio di
ghter Gianfranco Lande e che Se a questo si aggiunge che cina di milioni di euro, è chia- maggioranza del consorzio
ro che l’ex manager Finmec- con il 30 per cento, si è in-
canica è un soggetto che do- caricata di offrire all’Austria
STRAGE DI VIA D’AMELIO vrà dare molte risposte sui una serie di investimenti in-
suoi affari. dustriali.E, per garantirsi dal
Il Fatto lo ha contattato tra- rischio di inadempimento
L’UOMO DI GIUSEPPE GRAVIANO: “FU LUI AD AGIRE” mite la moglie, Maria Pia Pao-
lantoni, imprenditrice della
ristorazione, socia della socie-
EADS Germania ha stipulato
una sorta di assicurazione sce-
gliendo però non una grande
di Giuseppe Lo Bianco l’avevo trovato ebbe a dirmi via D’Amelio per la violenza tà che gestisce il famoso caffé società multinazionale ma
e Sandra Rizza che allora si sarebbe messo co- dell’esplosione aveva temuto Palombini all’Eur a Roma e di una sconosciuta piccola so-
Palermo modo nel giardino. Dov’è avve- che la parete di cemento crol- altre società che gestiscono cietà creata a Londra da Lan-
nuta la strage in effetti c’era un lasse e lo seppellisse sotto i de- caffé museali e immobili. An- de. Un parlamentare austria-

Clio,ome Brusca a Capaci, anche


per la strage di via D’Ame-
Cosa Nostra avrebbe scelto
muro e un giardino”. È lì, dietro
quel muro, che interrompe l’a-
sfalto della strada e protegge
triti. Quella del neo pentito
Tranchina è comunque una ri-
costruzione, tutta ancora da
che la Paolantoni è titolare di
un conto presso le società di
Lande e ha provveduto a ef-
co, il verde Peter Pilz, sollevò
il caso nel 2007. Ci sono state
indagini di una commissione
un capo militare cui affidare il un piccolo giardino, che Ma- verificare che, se accertata, fettuare - stando all’elenco parlamentare e della magi-
telecomando di morte: l’ora x dre Natura (questo il sopran- spazzerebbe via, dopo vent’an- trovato dalla Guardia di Finan- stratura ma nessuno concluse
sarebbe scattata dietro un mu- nome del padrino di Brancac- ni, l’ipotesi investigativa finora za - lo scudo fiscale per un im- in un buco nell’acqua. Nessu-
retto di cemento che taglia via cio), dunque, avrebbe schiac- più accreditata: quella cioè porto pari a 227 mila euro. Il no però aveva scoperto né gli
D’Amelio, un muretto all’om- ciato il pulsante per provocare che il pulsante del telecoman- Fatto le ha chiesto un contat- 84 milioni di Lande né il ruolo
bra del quale il boss Giuseppe l’impulso elettrico e scatenare do fosse stato premuto dagli to con il marito, inutilmente. di Pierluigi Romagnoli.
Graviano si sarebbe appostato l’esplosione assassina. Un na- stragisti appostati nei pressi Il ruolo di Gianfranco Lande (1.continua)
fin dalle prime ore del pome- scondiglio ravvicinato, a pochi del Castello Utveggio, in cima
riggio a pochi metri dall’auto- metri dal portone del palazzo al monte Pellegrino, che dal-
bomba imbottita di esplosivo, dove abita la madre di Borsel- l’alto offre una visuale da car-
per far saltare Paolo Borsellino
e gli uomini della scorta. Dopo
lino, dove il boss avrebbe po-
tuto seguire agevolmente tutte
tolina di tutta la via D’Amelio.
Su quella montagna, secondo il MANTOVANO: niente volto la Forleo nel 2009: “Il
19 anni, trascorsi tra le bugie di le fasi cruciali del piano di mor- vicequestore Gioacchino Gen- decreto di archiviazione
Scarantino, l’assenza di indica-
zioni di pentiti e numerose ipo-
te, controllando il suo bersa-
glio dall’abbandono della Cro-
chi era attiva una cellula ‘co-
perta’ del Sisde, che ne ha sem-
scorta per la Forleo del tribunale di Lodi – dice
Zazzera – non esclude la
tesi investigative cadute nel ma, parcheggiata al centro del- pre smentito l’esistenza. La pi- iente scorta per il gip di Cremona Cle- manomissione della vettura da parte di
vuoto, un collaboratore di giu-
stizia indica per la prima volta il
la strada, al momento della ci-
tofonata alla madre, che coin-
sta di Genchi, che per la prima
volta lanciava le indagini verso
Nmentare
mentina Forleo. L’interrogazione parla-
presentata dal parlamentare del-
ignoti. La Forleo, titolare di importanti pro-
cedimenti come bancopoli e il terrorismo in-
luogo dove si appostò il com- cide con la deflagrazione. Fin un’ipotesi di possibili ‘coper- l’Idv Pierfelice Zazzera ha avuto la sua rispo- ternazionale, è stata completamente ab-
mando di morte di via D’Ame- qui la ricostruzione inedita fat- ture’ di pezzi dei servizi sulla sta: “Il ministero dell’Interno – ha dichia- bandonata dallo Stato. Per aver indagato su
lio aggiungendo anche il nome ta nei giorni scorsi ai magistrati strage di via D’Amelio, è tutto- rato ieri il sottosegretario Alfredo Mantova- intrecci politici-bancari che oggi trovano ri-
di chi azionò il pulsante: Giu- di Firenze, e poi ai pm di Cal- ra all’attenzione dei pm di Cal- no – continuerà a seguire la situazione della scontro in sentenze della magistratura, è
seppe Graviano, capo manda- tanissetta e di Palermo, dal neo tanissetta. Accanto alle nuove dottoressa Forleo e ripristinerà il dispositi- stata prima bollata come incapace, poi pu-
mento di Brancaccio. La rive- pentito che dice di averla ap- rivelazioni di Tranchina i pm vo tutorio revocato se sopravvenissero ele- nita con il trasferimento da Milano a Cre-
lazione è di Fabio Tranchina presa direttamente dallo stes- continuano a valutare anche menti in tale direzione”. Resta confermata, mona, e infine privata della tutela fisica, no-
uomo di fiducia di Graviano e so Graviano. Alla Procura di l’altra ipotesi, emersa più re- quindi, per la gip Forleo, la sola sorveglian- nostante diverse minacce e intimidazioni,
recente neo pentito dopo due Caltanissetta è partita la caccia centemente, secondo cui il za radiocollegata nella provincia di Brindisi. fino al recente incendio della masseria di
tentativi di suicidio compiuti ai riscontri, e gli inquirenti commando di via D’Amelio era Dall’8 aprile 2011 “non è più provvista di famiglia a Francavilla Fontana. Tutto questo
nel carcere di Pagliarelli. Tran- stanno rileggendo la dichiara- appostato all’interno dello tutela”. Mantovano ha dichiarato che si è è inaccettabile: il governo toglie la scorta
china avrebbe compiuto alcu- zione di un altro collaboratore, scheletro di un palazzo di 12 “affievolita l’esposizione a rischio del ma- alla Forleo, che ha fatto solo il suo dovere e
ni sopralluoghi in via D’Amelio Giovambattista Ferrante, che piani, all’epoca ancora in co- gistrato” e Zazzera ha commentato dura- invece la assegna a due parlamentari come
prima della strage, accompa- disse di aver saputo come du- struzione, di proprietà dei fra- mente, ricordando “le circostanze poco Razzi e Scilipoti, passati al centrodestra”.
gnando il suo boss: “Mi chiese rante l’eliminazione di Borsel- telli Graziano (costruttori lega- chiare” dell’incidente stradale che ha coin- Antonio Massari
di trovargli un appartamento lino, qualcuno del commando ti alla mafia), posto anche que-
in via D’Amelio e visto che non appostato dietro un muretto di sto oltre il muro del giardino.
pagina 8 Giovedì 5 maggio 2011

CRONACHE

N
MOSE, L’ETERNO INCOMPIUTO FIRENZE
Blitz contro
gli anarchici

CHE COSTA MOLTO E SERVE A POCO V entidue misure


cautelari sono state
eseguite dalla Digos nei
confronti di altrettanti
appartenenti all’area
L’opera faraonica che divide Venezia (da 20 anni) anarchica che fa capo ad
ambienti studenteschi e
alla compagine “Spazio
Liberato 400 Colpi”. Sono
di Erminia Della Frattina zione (secondo Faccioli 25 mi- ga l’architetto. Ai 5,6 miliardi di ritenuti responsabili tra
Venezia lioni l’anno ma è una stima al ri- costo complessivo si devono ag- l’altro di associazione a
basso, ne costerà almeno 30). “I giungere poi quelli per la rico- delinquere,
Chioggia durante la sagra lavori del Mose assorbono risor- danneggiamento,

A
struzione e la manutenzione di
del patrono una band loca- se enormi, ma sono un esempio spiagge, barene e velme, gli iso- violenza e oltraggio a
le cantava facendo la paro- straordinario di capacità orga- lotti della laguna, per altri 11 mi- pubblico ufficiale. Le
dia di Ramazzotti: “Mo- nizzativa che l’Italia sta dando al liardi di euro complessivi indagini sono partite
se-Mosè, più bella cosa non c’è”. mondo” sembra giustificare i “extra-Mose”. dopo le proteste anti
Secondo i pescatori chioggiotti, costi da capogiro il sindaco Or- Un lavoro immenso fatto dal Gelmini dello scorso
già in crisi da un pezzo, quando soni. Consorzio Venezia Nuova (“con autunno.
le dighe del Mose saranno defi- l’alta sorveglianza del Magistrato
nitivamente incassate nelle boc- RISORSE che finora lo Stato ha alle Acque”) che ha combattuto
che di porto manderanno all’a- erogato per i due terzi conceden- e vinto – almeno per ora – la bat-
ria quel poco di economia della do al Mose 3 miliardi e 700 mi- taglia per costruire un’opera im-
pesca che ancora sopravvive. È lioni, prima attraverso la Legge pressionante, alla quale sono tut-
un’ipotesi, una delle tante lega- Speciale e ora con la Legge tora contrari una buona parte del
te a questa opera di eccellente Obiettivo per le grandi opere mondo accademico e uno schie-
ingegneria (“Sicuramente la più (quella che comprende il mai co- ramento politico trasversale che
imponente in costruzione oggi minciato Ponte sullo Stretto di va dall’ex sindaco Cacciari ai ver- Panoramica aerea del cantiere del Mose alla bocca di porto di Malamocco (FOTO ANSA)
in Italia” dice Giorgio Orsoni, Messina). Mancano ancora al- di al Pd a parte della Lega, che
sindaco di Venezia) che si trasci- l’appello 1 miliardo e ottocento però abbozza. “Non si sa se il Mo- terrompendo il flusso mare-lagu- di questi strani tempi: se funzio-
na però tra dubbi e polemiche milioni, anche se al Consorzio la- se sarà all’altezza del mutamento na, o peggio non assolvendo al na diventerà l’opera ingegneri-
da almeno vent’anni. Polemi- mentano un rallentamento com- climatico dei prossimi anni” dice compito. “Il Mose è progettato stica più celebrata, in caso con- ROMA
che scatenate soprattutto dai plessivo dei finanziamenti nel- Bettini. Tradotto: nessuno è in per funzionare qualche volta al- trario sarà lo spreco di soldi pub-
Verdi e dalle associazioni am- l’ultimo anno, ma assicurano di grado di stabilire se i flussi delle l’anno non di più” chiosa Bettin. blici più clamoroso degli ultimi Bacio gay,
bientaliste, che ormai hanno contare sul Dpef in arrivo. “L’a- maree nei prossimi cento anni 20 anni. “Ho dubbi su tante cose due condanne
perso la battaglia. “È vero, abbia- vanzamento dei lavori è al 60 per saranno costantemente al di so- POI CI SONO i dubbi sulla so- ma sul Mose nessuno, dormo so-
mo perso, ma le obiezioni sul-
l’impatto ambientale e sull’ef-
fettiva efficacia dell’opera resta-
cento in termini di spesa su co-
sto e al 90 per cento quanto al-
l’incidenza sul territorio”, spie-
pra di una certa soglia, e quindi
provocheranno l’innalzamento
delle paratie per lungo tempo in-
stenibilità ambientale: gli enor-
mi cantieri una volta terminati i
lavori saranno smantellati. Quel-
gni tranquilli” è sicura l’architet-
to Faccioli, beata lei. Suona me-
no rassicurante il direttore del
U na coppia gay è
stata condannata a
Roma a due mesi di
no” è il giudizio di Gianfranco lo di Malamocco, costruito su cantiere di Malamocco, che alla reclusione (convertiti
Bettin, assessore all’Ambiente una piattaforma artificiale, sarà domanda: “Fra cent’anni cosa in una pena pecuniaria
della giunta veneziana e oppo-
sitore da sempre del Mose. Ora i
Una spesa di 5,6 miliardi di euro per completamente sradicato dalle
fondamenta. Insomma il Mose,
succederà, bisognerà rifare tut-
to? Chi toglierà questi blocchi
di 2.280 euro) per atti
osceni in luogo
dubbi si estendono anche alla controllare le maree: ma chi può dire se 18 chilometri di cantiere sul ma- enormi dalla Laguna?” ha rispo- pubblico. Roberto e
data di fine lavori: non sarà più il re che danno lavoro a tremila sto: “Boh, fra cent’anni chi lo Michele furono fermati
2014 come si è sempre detto fi- persone compreso l’indotto, ri- sa... Lei ci sarà? Io no”. E forse dai carabinieri nel
nora, ma secondo Giovanni i flussi saranno gli stessi tra 100 anni? schia di essere la prova del fuoco nemmeno Venezia. 2007, mentre si
Mazzacurati, dg del Consorzio scambiavano effusioni
Venezia Nuova, concessionario all’ombra del Colosseo.
unico dell’opera, “c’è da augu- LORENZA LEI NUOVO DG Solo un bacio, secondo
rarsi che finiscano entro il i due ragazzi; un
2015”. rapporto orale,
Sono cambiate al rialzo anche le
risorse necessarie per costruire
le paratie mobili e i cassoni che
FINALMENTE LA RAI DARÀ VOCE AI REFERENDUM secondo l’accusa.
L’avvocato della coppia,
Daniele Stoppello
staranno per cento anni affon- er un giorno in Rai trionfa l'una- accaduto in precedenza per le elezioni già gravemente danneggiati dal com- (legale dell’Arcigay) ha
dati in Laguna a proteggere le tre
bocche di porto che si affaccia-
Pil radicale
nimità: tutti i parlamentari (tranne
Beltrandi) hanno votato in
amministrative.
La maggioranza si è piegata per le pres-
portamento ostruzionistico di questa
maggioranza, siano informati corret-
annunciato ricorso in
appello.
no al mare – Malamocco, Chiog- commissione di Vigilanza il regola- sioni di Zavoli e perché spera, come tamente in vista dei referendum del 12
gia e Lido-Treporti – dal perico- mento sulla par condicio per il refe- previsto dal calendario, di riprendere e 13 giugno”. EX DEPUTATO PCI
lo delle acque alte. Fino a un an- rendum, tutti i consiglieri di viale Maz- l'atto di indirizzo sul pluralismo, la fa- Ieri si è chiusa definitivamente la sta-
no fa il progetto costava 4 miliar- zini hanno ratificato la nomina di Lo- mosa bozza di Alessio Butti (Pdl), per gione di Mauro Masi in Rai che, come Addio ad Andrea
di e 200 milioni di euro, ora sia- renza Lei direttore generale. Ora toc- far valere le sue ragioni (e le sue idee) ultimo atto di direttore generale, ha Geremicca
mo arrivati a 4,7. Una quota che cherà proprio al servizio pubblico, per nella televisione pubblica. Il presiden- firmato il trasferimento di Cecilia Pri-
comprende il recupero delle co-
ste dal mare e il sistema dei 35
cassoni di calcestruzzo grandi
la prima volta in sessant'anni guidato
da una donna, applicare la norma par-
lamentare per dare spazio e voce al
te Zavoli rivendica la sua strategia:
“Già in ufficio di presidenza, il 20 apri-
le, si concordò sulla necessità di dare
merano, redattrice di Porta a Porta, al
Tg1 di Augusto Minzolini. La Prime-
rano dovrebbe continuare a seguire il
È morto ieri a 78
anni Andrea
Geremicca, figura
come condomini che saranno triplo referendum del 12 e 13 giugno la priorità alla delibera sul referendum presidente del Consiglio, ma la sua as- storica della sinistra
affondati a maggio 2012 nelle sull'energia nucleare, l'acqua privata e rispetto all’atto di indirizzo che sareb- sunzione al telegiornale di Rai1 può napoletana, deputato
bocche di porto. Ma si arriva a 5 il legittimo impedimento, mentre il be stato ripreso nella prima seduta uti- causare - secondo i sindacati - centi- del Pci, giornalista e
miliardi e 600 milioni conside- governo con una legge in Parlamento le. Mi sono adoperato per mantenere naia di ricorsi di tutti i giornalisti pre- soprattutto coraggioso
rando le opere aggiuntive ri- cerca di vanificare il quesito sull'ato- l’ordine dei lavori”. Antonio Di Pietro cari che lavorano negli altri program- assessore
chieste dall’Unione europea mo per evitare una clamorosa boccia- esulta: “A questo punto la Rai non ha mi del servizio pubblico. Car.Tec . all’urbanistica durante
(“l’Europa ha chiesto una serie tura nelle urne. Dopo settimane di rin- più scuse: l’azienda de- la giunta di Maurizio
di misure compensative” dice vii per l'ostruzionismo di Pdl e Lega ve adempiere gli obbli- Valenzi. Fu
l’architetto Flavia Faccioli del
consorzio) e gli insediamenti
Nord, esattamente un mese di ritardo,
grazie all'intervento del presidente Za-
ghi fissati dalla com-
missione Vigilanza e
L’ultimo atto di Masi: Cecilia protagonista delle
battaglie per il
ambientali.
Il tutto per mettere in funzione
voli e dei presidenti di Camera e Se-
nato, ieri la Vigilanza ha votato il testo
far partire la campa-
gna d’informazione
Primerano da Porta a Porta al Tg1, risanamento
urbanistico della città e
la grande architettura del Mose, che garantisce ai telespettatori Rai l'in- sui quesiti. È fonda- della lotta contro
poi ci sono i costi di manuten- formazione sui referendum come già mentale che i cittadini, protestano i precari l’abusivismo.
Giovedì 5 maggio 2011 pagina 9

CRONACHE

MELANIA, DELITTO
SENZA CASTIGO?
L’inchiesta passa da Teramo ad Ascoli
Si cerca una traccia nei tabulati telefonici
di Sandra Amurri pochi chilometri da Ascoli, può voler dire che lo studio dei
Ascoli Piceno dove il marito Salvatore Paro- tabulati telefonici e delle gab-
lisi è istruttore delle donne bie del cellulare ha svelato che
l corpo di Melania Carme- soldato al 235° Reggimento la donna è stata sequestrata a

I la Rea, dilaniato da 32 col-


tellate, resterà impresso
negli occhi di chi l’ha sco-
perto due giorni dopo l’omi-
cidio a Ripe di Civitella, nei
Piceno. Mamma di una bimba
di 18 mesi Melania, uccisa a 29
anni, era una donna molto bel-
la e discreta. Timida, dicono i
vicini.
Colle San Marco e condotta
successivamente dove è stata
uccisa. Vicino a dove è stato ri-
trovato il cadavere si trova il
poligono di tiro per l’addestra-
pressi del Chiosco della Pine- mento dei militari frequentato Il luogo del ritrovamento del cadavere di Melania (nel tondo) (FOTO ANSA)
ta mentre, forse, stava cercan- LA SUA PRESENZA ha la- anche dal marito della vittima.
do funghi. Un signore senza
volto di cui si conosce solo la
sciato piccoli frammenti di ri-
cordo, quasi tutti concentrati
Potrebbero rivelarsi utili le im-
magini satellitari. Molti fami-
L’attenzione degli accertamenti tecnici ef-
fettuati dai Ris di Roma sui re-
lare una verità comprometten-
te? Alla Caserma Clementi l’a-
voce, registrata nei nastri del
113 dove ha telefonato da una
in uno dei pochi luoghi che fre-
quentava: la parrocchia. Le
liari di persone scomparse si
rivolgono appositamente al
degli inquirenti perti prelevati nel luogo dove
è stato rinvenuto il cadavere.
ria è pesante.
Tanto che il ministro della Gio-
cabina telefonica di Teramo.
Se la telecamera di sicurezza,
persone, confuse e spaventa-
te, lo sono state finchè le in-
ministero della Difesa per cer-
care di ritrovare i parenti. Lo
è concentrata Ci si chiede anche che fine ab-
bia fatto la borsetta della vitti-
ventù Giorgia Meloni ha rinun-
ciato alla visita già programma-
che si trova proprio di fronte, dagini non hanno iniziato a fece anche la mamma della pic- ma: il marito giura che la don- ta e ieri la cerimonia per le ce-
non fosse stata fuori uso gli in- ipotizzare i contorni di un omi- cola Sara Scazzi di Avetrana. sui rapporti na l’aveva lasciata a casa, men- lebrazioni del 150° anniversa-
vestigatori avrebbero anche la cidio a sfondo passionale o co- Vicino al corpo della vittima è tre la telecamera a circuito rio della costituzione dell'Eser-
sua immagine. Un comporta- munque maturato dentro il stato trovato uno scontrino con il marito chiuso di un supermercato cito Italiano si è svolta in un
mento inusuale in una terra ri- groviglio familiare in cui si in- emesso da un panificio di Villa racconta che poco prima di clima di frorte disagio. Qui
gogliosa e orgogliosa, genero- trecciano sentimenti traditi, Lempa appena poche ore pri- e sui presunti scomparire Melania la teneva ogni anno vengono addestrate
sa e ospitale, dove l’omertà offesi, calpestati. Poi sono pre- ma dell’uccisione di Melania. in mano. 1600 soldatesse. Ragazze belle
non è di casa. Siamo ad Ascoli valse la tristezza e la pietà. “Sa- La commessa del negozio non tradimenti che non superano i 21 anni e
Piceno, ultima provincia pri- pere che tra noi poteva esserci ricorda a chi l’abbia consegna- MA le attenzioni sono con- che, a quanto pare, non lascia-
ma dell’Abbruzzo nelle Mar- un maniaco non ci faceva dor- to, ma di certo non alla vittima. centrate sul rapporto tra Me- vano indifferente il marito di
che “sporche”, per dirla con i mire la notte – confessa Dalila, Nel forno, però, ogni giorno si soldatessa di Verona, interrot- lania e Salvatore. Che un’ami- Melania. E non passano inos-
pesaresi (terra attaccata all’E- mamma di tre adolescenti – ma recano i militari della Caserma tasi solo quando è diventato ca di lei, Simona, definisce servate neppure in città. Nei
milia Romagna) dove ogni pa- se fosse stato il marito sarebbe Clementi che vanno a eserci- padre. Carmela infatti aveva “idilliaco, tanto che per San Va- bar le ipotesi sull’assassinio è
rola pronunciata finisce con terribile. L’epilogo peggiore tarsi al poligono. Per adesso le trascorso la gravidanza a casa lentino Melania aveva prepara- l’argomento che accompagna
la “e” (lu gatte, lu tavule, li vin- sarebbe però il delitto irrisol- sole certezze sono le bugie e le dei genitori a Somma Vesuvia- to una torta ricoperta di cuori le colazioni. Ogni parola si ar-
ci sgrasse, l’olive e le creme to”. Il fatto che l’inchiesta sia parole non dette del marito di na. E poi, ancora, il flirt con di cioccolato”. Mentre secon- ricchisce di bocca in bocca.La
fritte). Melania, originaria di stata trasferita dalla Procura di Melania, il caporal maggiore un’altra soldatessa che vive a do altri erano in crisi. Melania verità è ancora lontana. Si spe-
Summa Vesuviana, viveva a Teramo – dove il corpo è stato Parolisi. Così come la relazio- Roma. La svolta potrebbe es- sapeva di quelle relazioni scot- ra che non resti sepolta con
Folignano da tre anni,paese a ritrovato – a quella di Ascoli ne da lui intrattenuta con una sere determinata dai risultati tanti? Aveva minacciato di sve- Melania.
pagina 10 Giovedì 5 maggio 2011

ECONOMIA

INDUSTRIALI E CGIL
DUE GIORNI PER
CONTARE ANCORA
Domani lo sciopero generale,
sabato le assise di Confindustria Emma Marcegaglia (Confindustria) e Susanna Camusso (Cgil) in occasione di un convegno a febbraio (FOTO ANSA)

di Stefano Feltri una fase strana. Alle carrozze- trattando da tempo con Con- pressione fiscale”. E le indi- verno di centrosinistra). e il rilancio del “piano Casa” a
rie Bertone, gruppo Fiat, su in- findustria dando per scontato screzioni sulla manovra estiva Per gli industriali, invece, i sol- cui, dopo due anni di flop, non
n due giorni Confindu- dicazione dei delegati che il governo non ha inten- da 8 miliardi, forse consape-

I
di si trovano. Oggi arriverà un crede più nessuno, nemmeno
stria e Cgil si giocano se Fiom-Cgil gli operai hanno vo- zione di legiferare in materia). volmente lasciate filtrare dal decreto legge sulle energie rin- le associazioni di categoria del
non tutto, sicuramente tato “sì” al referendum sulle Tesoro, non danno molte spe- novabili che ripristina parte settore. Chi sta dentro Confin-
molto. Domani il sindaca- stesse condizioni di lavoro IL CONSIGLIO dei ministri ranze a chi vuole più fondi. degli incentivi rimossi con la dustria spiega che: “Gli im-
to di Susanna Camusso si ci- contestate dal sindacato di di oggi presenterà misure che Tradotto: il governo si prepara Finanziaria (1,36 miliardi per il prenditori hanno capito che di
menta con lo sciopero gene- Maurizio Landini a Mirafiori. I dovrebbero servire a rassere- a ignorare le richieste della periodo 2013-2016), anche se soldi non ce ne sono più, quin-
rale, l’arma estrema che la delegati Fiom della Rsu, la rap- nare gli industriali. Mentre da Cgil. Anche se nel decreto svi- restano comunque sensibil- di non chiedono elemosine,
Cgil ha esitato a lungo a usare, presentanza sindacale, dopo Porta a Porta il premier Silvio luppo dovrebbe esserci un mente più bassi di quanto si ma riforme vere che si posso-
consapevole che nella crisi, ri- aver firmato l’accordo si sono Berlusconi risponde indiretta- “piano triennale” per l’assun- aspettavano gli imprenditori no fare a costo zero, liberaliz-
nunciare a una giornata di la- dimessi, a significare che han- mente alle richieste della Cgil: zione di 65 mila precari della quando hanno avviato gli inve- zazioni e semplificazione am-
voro, è un sacrificio ancora no chiesto ai lavoratori di vo- ''Non è possibile, per nessun scuola, evitando le cause di la- stimenti. Nella bozza del de- ministrativa, oltre a una rifor-
più gravoso (traduzione poli- tare “sì” per salvare l’investi- Paese d’Europa, in questo mo- voro che i precari stanno ini- creto sviluppo che circolava ma del fisco”. Ma di tutto que-
tica: si rischia bassa adesione, mento da 550 milioni di euro mento introdurre o pensare di ziando a vincere (una parte dei ieri, poi, si parlava di incentivi sto nel decreto sviluppo non
trasformando una prova di ma sanno che così facendo introdurre una riduzione della soldi li aveva già stanziati il go- a chi assume al Sud (300 euro), c’è ovviamente traccia.
forza in ammissione di debo-
lezza). Emma Marcegaglia riu-
nisce la base confindustriale Oggi arriva
nelle annuali assise, a Berga-
mo, che quest’anno sono più il decreto CALISTO TANZI Condanna definitiva a 8 anni
una seduta di autocoscienza,
un modo per ricompattare
un’associazione sempre più
sviluppo, per per il crac Parmalat, ma non andrà in prigione
sfilacciata prima della messa circa sette anni e cinque mesi dal della società ora sottoposta all’orbita mentre per l’ex presidente di Parmalat
cantata annuale dell’assem-
blea a Roma, il 26 maggio.
riconquistare un Amente
crac Parmalat si chiude definitiva-
uno dei tanti filoni giudiziari che
Lactalis: “É quasi certo che Tanzi scon-
terà qualche giorno di carcere dopo
Venezuela Giovanni Bonici (condanna-
to in appello a 2 anni e 6 mesi) rinvio ad
po’le imprese tra Milano e Parma riguardano la mag- questa sentenza”dice al Fatto Quotidiano un nuovo procedimento di Appello.
A BERGAMO non ci saran- giore bancarotta europea. Ieri infatti la il suo avvocato Giampiero Biancolella. Per Calisto Tanzi resta anche la condan-
no politici: “Nei rapporti con il prima delle corte di Cassazione ha emesso la sen- Da ricordare che l’ex imprenditore era na a risarcire ai circa 40 mila risparmia-
governo c’è un obiettivo imba- tenza definitiva sul procedimento per finito in cella già a fine dicembre 2003, tori truffati che si erano costituiti parte
razzo, rischiavamo che i poli- amministrative aggiotaggio che vedeva coinvolti Cali- restandovi per circa 4 mesi e mezzo, se- civile il 30 per cento del valore dei bond
tici fossero maltrattati dalla sto Tanzi, Luciano Silingardi e Giovanni guiti dagli arresti domiciliari. “La carce- ritenuti carta straccia a titolo di prov-
platea”, spiega una fonte con- Bonici. Per l’ex patron del gruppo di razione in casa, possibile per questo visionale, pari a circa un centinaio di
findustriale. Dopo aver denun- hanno tradito il mandato con Collecchio la Corte, nel confermare reato per chi ha più di 70 anni non è milioni di euro. Ma fantomatico tesoro
ciato per mesi “il governo im- cui erano stati eletti. La situa- l’impianto accusatorio, ha ritenuto di automatica ma soggetta alla verifica del a parte, ben difficilmente il condannato
mobile” e aver promesso che zione, insomma, è ingarbuglia- poter decretare l’entità della pena sen- tribunale di Sorveglianza, che ha i suoi potrà pagare la somma, non avendo più
avrebbe fatto meno convegni ta e non certo l’ideale per gal- za rinvio alla corte d’Appello, ma la con- tempi tecnici” ha detto Biancolella. Ma beni di proprietà.
e più lobby vera, la Marcega- vanizzare la piazza. danna è scesa a 8 anni e un mese dai 10 Tanzi non sconterà tutta la pena: tolti i Il tribunale di Milano lo scorso 18 aprile
glia deve provare a riconqui- Ci sono comunque 12 ragioni anni del secondo grado di giudizio, gra- tre anni di indulto e la carcerazione pre- aveva assolto Bank of America, Citi-
stare l’associazione prima del- per scioperare, come ricorda zie alla prescrizione di alcune accuse ventiva gli resterebbero da scalare, se- group, Deutsche Bank e Morgan Sta-
l’inizio del “semestre bianco” la Cgil sul suo sito web. Tre le relative a false informazioni al mercato condo i primi calcoli, circa 4 anni e set- nley, oltre a cinque manager dall’accu-
che prelude alla nomina del principali: chiedere al gover- fino al 18 giugno 2003, come richiesto te mesi. sa di aggiotaggio. Alle banche erano sta-
nuovo presidente (forse Aure- no un fisco più equo che alleg- espressamente dal procuratore genera- Per Luciano Silingardi, ex consigliere ti sequestrati 120 milioni di euro a titolo
lio Regina). Susanna Camusso gerisca il carico sui lavoratori le. Prescrizione a parte, è stato quindi indipendente del gruppo ex presidente cautelativo e con l’assoluzione erano
ha in parte lo stesso problema, dipendenti, interventi di spesa sostanzialmente confermato il disposi- della Cassa di risparmio di Parma e Pia- sfumati i sogni dei risparmiatori di cor-
perché lo sciopero generale pubblica per pensionati, gio- tivo dei due precedenti gradi di giudi- cenza, condanna alleggerita da 3 anni a posi risarcimenti, almeno dagli istituti
arriva nel momento in cui la vani e precari, e infine per più zio. Con la sentenza è arrivata anche un anno, due mesi e 15 giorni di reclu- di credito.
vicenda simbolo delle difficol- democrazia sui luoghi di lavo- una cattiva notizia per l’ex proprietario sione con la sospensione condizionale, Alfredo Faieta
tà di gestione della crisi, cioè ro (anche se la Camusso, sulla
quella della Fiat, è entrata in rappresentanza sindacale, sta

Gli invisibili di Rosarno in piazza con il sindacato


UN ANNO DOPO LA RIVOLTA DELLE ARANCE, GLI IMMIGRATI ARRIVANO A ROMA: “VOGLIAMO IL PERMESSO COME I TUNISINI DI LAMPEDUSA”
di Tommaso Rodano sti campesinos del terzo millennio perché non posso avere un docu- quelli che abitano le campagne le bidonville, la comunità africana
sono a Roma e occupano piazza mento?”. italiane sono lavoratori stagionali, si è dispersa in una molteplicità di

Pno robabilmente non sanno chi è


Sergio Marchionne e non han-
alle spalle alcun sindacato, ma
dell’Esquilino, in vista della mani-
festazione di venerdì.
Prendono la parola alla spicciola-
Destiny invece viene dalla Nige-
ria, prima di parlare chiede l’au-
torizzazione al marito che le con-
estremamente mobili: migrano tra
Calabria, Basilicata e Puglia, nei
vari nodi della raccolta di frutta e
abitazioni non meno precarie. Se-
condo ReteRadici, il 32 per cento
dei braccianti ha trovato riparo in
allo sciopero generale di domani ta: “Papier, maison, travail”, grida cede la parola con un cenno del ortaggi. Vivono uno stato di sfrut- vecchi casolari nelle campagne, il
ci saranno anche i braccianti di Omar, senegalese di nascita e ita- capo: “This is not life”, ripete più tamento estremo sul lavoro e in 90 per cento dei quali è sprovvisto
Rosarno. Sfileranno a testa alta e a liano per lavoro. Soggiorno, casa e volte. “Questa non è vita”: in au- condizioni abitative, sociali e sa- dei servizi essenziali. La novità di
buon diritto, perché sono le loro lavoro: i problemi sono sempre gli tunno le arance di Rosarno, d’e- nitarie indecenti. questa stagione è l’affitto delle ca-
mani che mandano avanti, fisica- stessi. “Ai tunisini di Lampedusa state i pomodori vicino Foggia, vi- Nella Piana di Rosarno sono dimi- se: il 53 per cento dei migranti
mente, l’agricoltura sommersa hanno concesso un permesso vendo nei campi e dormendo in nuiti: poco più di mille, meno del- paga in media 48 euro il suo posto
del Meridione. temporaneo dopo un mese. Io rac- case abbandonate dove acqua e la metà rispetto all’anno scorso. letto, rigorosamente in nero. Uno
Da ieri, circa quattrocento di que- colgo le vostre arance da sei anni: luce sono un’utopia. Colpa della crisi del settore e delle sproposito per abitazioni spesso
La rivolta del 7 gennaio 2010 ave- politiche restrittive attuate dopo fatiscenti e sovraffollate. Il 77 per
(FOTO ANSA)
va fatto conoscere per la prima la protesta. Sono di meno, quindi, cento vive in gruppi tra le 5 e le 10
volta la condizione delle comuni- ma non se la passano meglio. Il 96 persone, il 16 per cento in comu-
tà di immigrati impiegati nelle per cento dei braccianti intervi- nità tra le 10 e le 20 unità, il 6 per
campagne calabresi. stati da ReteRadici lavora in nero, cento in piccoli ghetti di oltre 60
É passato più di un anno, Rosarno solo l’1 per cento dichiara di aver abitanti. Alla base del ricatto che
è stata rimossa dalle scalette dei tg sottoscritto un contratto regolare. permette il loro sfruttamento, da
e dalle pagine dei giornali, ma nel- Le paghe sono miserabili: la stra- parte dell’affittuario come del da-
la piana non è cambiato pratica- grande maggioranza dei ragazzi tore di lavoro, c’è l’irregolarità del
mente nulla: la vita degli extraco- africani impiegata a Rosarno (età loro status giuridico. I migranti di
munitari che lavorano alla giorna- media 29 anni) percepisce tra i 20 Rosarno provengono quasi tutti
ta nei campi di agrumi rimane la e i 25 euro ogni dieci ore di lavoro. da teatri di guerra dell’Africa sub-
stessa. Meno di 3 euro all’ora. sahariana, ma come registra l’I-
Come racconta il dossier dell’as- La “tolleranza zero” scattata nei stat, in Italia sono meno del 10 per
sociazione ReteRadici, che dagli mesi successivi alla rivolta ha cam- cento i richiedenti asilo ai quali
scontri dello scorso anno moni- biato anche la natura dei loro in- viene concessa la tutela giuridi-
tora la situazione dei braccianti, sediamenti. Scomparsi i “ghetti” e ca.
Giovedì 5 maggio 2011 pagina 11

ECONOMIA

MEDIOLANUM OFFSHORE
Indagine dell’Agenzia delle entrate sulla banca
di Doris e Berlusconi che aggira il fisco in Irlanda
di Vittorio Malagutti Questa in sintesi la contesta- le prossime settimane. Questo
Milano zione degli ispettori ministe- però è solo il primo round. Re-
riali che a giugno e poi a ot- stano aperti gli altri procedi-
otto il cielo d'Irlanda, se tobre del 2010 hanno messo

S
menti avviati nei confronti del
sei straniero e porti dena- per iscritto i loro rilievi a Ban- gruppo e per Mediolanum, alla
ro, si pagano poche, po- ca Mediolanum e a Mediola- fine, il conto potrebbe rivelar-
chissime tasse. Lo sa be- num Vita. In totale fanno 134 si pesante, con decine di mi-
ne Ennio Doris che ha trasfe- milioni di proventi sottratti, lioni da versare pronta cassa al-
rito da quelle parti la cassa di sostiene l'accusa, alla tassazio- lo Stato. Peggio ancora: il Fisco
Mediolanum. Somme impor- ne negli anni 2005 e 2006. Il contesta altri 64 milioni di Iva
tanti: profitti per centinaia di secondo siluro è arrivato un non pagata su compensi ai
milioni riescono ogni anno a paio di mesi fa, a fine febbraio. promotori. Qui però i mana-
dribblare le imposte con il ri- Questa volta Banca Mediola- ger di Doris sembrano inten-
sultato di ridurre al minimo num si è vista contestare un zionati a dare battaglia. “Ci sia-
l'impatto del Fisco sui conti imponibile supplementare di mo comportati secondo la
del gruppo controllato dallo 121 milioni per il periodo che prassi di mercato”, sostengo-
stesso Doris insieme al suo va dal 2006 al 2009. Che fare? no con il conforto di pareri le-
amico Silvio Berlusconi. Tutto Di fronte all'attacco del Fisco, gali e precedenti a loro favo-
bene, se non fosse che dopo Doris ha pensato bene di ve- revoli sulla stessa materia. Tan-
anni d'inerzia l'Agenzia delle nire a patti. t'è vero che nel bilancio 2010
entrate ha messo nel mirino non sono stati fatti accantona-
questo gioco di sponda tra Mi- IN GERGO TECNICO si menti per far fronte ad even-
lano e Dublino. Quei soldi che chiama “accertamento con tuali sanzioni.
tornano in Italia sotto forma di adesione”. In pratica, pur di in- A questo punto, però, il pro-
commissioni per la gestione cassare in fretta, l'Agenzia del- blema maggiore non sembra
dei fondi d'investimento irlan- le entrate è disposta a fare uno neppure la vertenza fiscale in
desi vanno tassati come red- sconto alla banca e l'accordo sé. Del resto negli ultimi due
dito nostrano. potrebbe essere siglato già nel- anni l'Agenzia delle entrate è
partita lancia in resta contro di- Ennio Doris, 71 anni, fondatore e
versi istituti di credito per san- numero uno di Banca
zionare operazioni finanziarie Mediolanum, siede anche nel cda Ebbene, questa società di Du- be se alla fine dovesse preva-
CAMION IN VENDITA? Gio. Lan. costruite apposta, questa è la di Mediobanca (FOTO EMBLEMA) blino ha realizzato la bellezza lere la nuova linea interventi-
contestazione, per pagare me- di 257 milioni di profitti lordi. sta dell’Agenzia delle entrate?
LE SMENTITE DELLA FIAT no tasse. Sono finiti nel mirino,
per esempio, alcuni pesi mas- ni. Lo stesso che adesso viene
Le imposte però, come risulta
dal bilancio, non hanno supe-
Quali sarebbero gli effetti sui
conti del gruppo finanziario se
FUORI TEMPO MASSIMO simi del settore come Intesa e
Unicredit, al centro di conten-
ziosi per svariate centinaia di
contestato dal Fisco.
Per dare un'idea delle cifre in
gioco va segnalato che la con-
rato i 32 milioni. Ovvero il 12
per cento circa degli utili. Tut-
to merito del generoso Fisco
il Fisco nostrano si mettesse di
traverso sulla strada che va da
Milano a Dublino?
a regola del silenzio assenso non vale per Piazza
L Affari. Sergio Marchionne dovrebbe saperlo.
Accade invece, come ieri, che la Borsa vada in
milioni. Mentre la Popolare di
Milano ha preferito chiudere
in gran fretta la questione sbor-
trollata irlandese Mediolanum
International Funds ammini-
stra oltre 17 miliardi di euro
irlandese, che per attirare nuo-
vi business da anni garantisce
un trattamento di favore alle
FACILE IMMAGINARE
che i vertici di Mediolanum sa-
fibrillazione, non ricevendo nessuna smentita sando quasi 140 milioni. raccolti per lo più in Italia sot- società straniere. E così, grazie rebbero costretti a rivedere lo
ufficiale, tranne un ambiguo no comment, alla to forma di sottoscrizioni di al trasloco sotto il cielo d’Irlan- schema operativo che fin qui
notizia pubblicata da Repubblica secondo cui PER MEDIOLANUM però fondi comuni d’investimento. da, la Mediolanum Internatio- ha garantito utili a palate. Non
Marchionne aveva affidato a un gruppo di banche la questione sembra diversa e nal Funds, vera macchina da è detta l’ultima parola, ovvia-
l'incarico di trovare un acquirente per Fiat Industrial. per molti aspetti anche più soldi della galassia Doris, è riu- mente. I procedimenti aperti
Dopo l'esitazione iniziale, il titolo ha infatti preso la preoccupante. Come il Fatto
Quotidiano ha già raccontato
Gran parte scita a cavarsela pagando all’e-
rario meno della metà di quan-
nei mesi scorsi potrebbero an-
che dar ragione alla “banca co-
via del rialzo ed è arrivato a guadagnare il 3,22% a
10,25 euro. Per molti operatori e risparmiatori,
(articolo del 9 dicembre 2010)
il gruppo guidato da Doris è
degli utili to dovrebbe versare se avesse
sede nel nostro Paese.
struita intorno a te”, per citare
lo slogan più celebre recitato
quindi, è stata una brutta sorpresa la smentita
arrivata solo nel tardo pomeriggio, quando la Borsa
una macchina che viaggia a
tutta velocità grazie soprattut-
del gruppo Risultato finale: il tax rate del-
l'intero gruppo Mediolanum,
per anni in tv da Doris. Un tipo
ambizioso. Uno che solo pochi
era praticamente chiusa. Il titolo ha frenato e per i to alla benzina irlandese. Il bi- cioè l'aliquota media di tassa- giorni fa nel sermone autoce-
meno veloci era già troppo tardi per correre ai ripari. lancio del 2010 si è chiuso con realizzati grazie zione applicata, si aggira intor- lebrativo recitato nell’annuale
246 milioni di utili, in aumento no al 18 per cento. Un dato di convention del gruppo si è
Sollievo e soddisfazione, invece, per chi, grazie al
sonno della Consob e della Fiat, ha avuto tutto il del 15 per cento circa sull'an- alla sponda gran lunga inferiore rispetto detto convinto che Mediola-
no precedente. Gran parte dei ad altri grandi gruppi finanzia- num conquisterà un posto tra
tempo di portare rapidamente a casa il guadagno di
giornata.
profitti vengono realizzati a su Dublino, che ri nostrani come Intesa, Uni- le prime cinque banche nazio-
Dublino proprio grazie al gio- credit e Monte dei Paschi. Do- nali. Fisco permettendo, natu-
co di sponda delle commissio- ora è a rischio manda: che cosa succedereb- ralmente.

La difesa della banca centrale di Pechino

Il muro di dollari che protegge la Cina dalla crisi


di Superbonus vedimenti su misura, alzando i coefficienti potrebbe dover fronteggiare. La domanda della soia o della carne. Il presidente della usando parte dell’ “eccesso” di riserve per
Hong Kong di riserva obbligatoria solo a quattro ban- che gli operatori finanziari si fanno in questi Federal Reserve Ben Bernanke ha comu- sussidiare i consumi alimentari. Questo so-
che che si erano spinte troppo oltre nel fi- giorni è come la Cina utilizzerà questo ec- nicato che la politica del dollaro debole con- sterrebbe artificialmente la domanda pro-
La Cina non ha i problemi dell’Occiden- nanziare nuove costruzioni. Il denaro per cesso di moneta straniera. La quantità di tinuerà, il segretario del Tesoro Tim Gei- vocando un aumento ulteriore delle mate-
Ldamente
te. Il governo di Pechino controlla rigi-
la base monetaria e l’erogazione
l’impresa invece circola abbondante, dei fi-
nanziamenti alle esportazioni beneficiano
titoli di Stato di Paesi terzi acquistati supera
i 2000 miliardi di dollari e non è ragionevole
thner continua a chiedere a Pechino di ri-
valutare lo yuan di ben più del 6 per cento
rie prime a livello mondiale e un’esplosione
dell’inflazione nei paesi occidentali difficil-
dei prestiti tramite la Banca centrale cinese centinaia di migliaia di fabbrichette cinesi, pensare a un incremento di questo valore previsto per il 2011. Entrambi sperano che mente gestibile con le politiche economiche
che “suggerisce” alle banche pubbliche e terzisti di marchi europei o americani che nel breve periodo. Compreranno ancora i cinesi cedano e le merci asiatiche diventino tradizionali. La partita cinese è speculare a
private quanti prestiti fare, a che tassi e producono di tutto, dal tessile all’elettroni- oro? Può darsi, ma non in una misura così più care, convincendo i consumatori ame- quella che si sta giocando in America: il be-
quanti titoli del Tesoro americano compra- ca, dalle calzature ai pannelli solari. Di oc- ampia da spingere il prezzo del metallo su ricani a comprare beni prodotti in patria. nessere economico del mondo è in bilico fra
re. Gli operatori finanziari occidentali mo- cidentale su questi prodotti è rimasto solo il livelli ancora più alti di quelli raggiunti in Ma i calcoli di Washington potrebbero es- due sistemi opposti che interagiscono trop-
strano nelle loro parole un misto di rispetto marchio. questi anni. E molto più probabile che il re- sere sbagliati. Il governo cinese potrebbe po per essere separati e sono troppo diversi
e ammirazione per questo sistema dirigista Un fiume di merci in uscita che affolla i porti gime cinese usi questa montagna di denaro decidere di salvare il proprio modello eco- per trovare un nuovo equilibrio.
che ha consentito lo sviluppo di una finanza di Shangai ed Hong Kong dove è impos- per difendersi dalle tensioni sociali che pri- nomico e sociale (oltre che il proprio potere) www.superbonus.name
in grado di supportare la crescita econo- sibile contare i container ammassati sulle ma o poi si manifesteranno in Asia e nelle
mica. Da questa parte del mondo non ar- banchine e i camion in fila all’entrata delle sue grandi città. Il 50 per cento del budget La banca centrale di Pechino (FOTO LAPRESSE)
riveranno crolli improvvisi di aziende di cre-
dito, scandali finanziari incredibili, ci potrà
banchine. Un fiume di dollari in entrata che
si ammassa nei conti correnti delle banche
familiare dei cinesi è rappresentato dalle
spese per l’alimentazione e i prezzi del cibo
Il dirigismo
essere qualche turbolenza ma niente che le
grandi riserve monetarie della banca cen-
cinesi che ricevono i pagamenti per conto
dei propri clienti e li convertono in yuan
stanno continuamente toccando nuovi
massimi. La politica monetaria americana
della politica
trale non possano risolvere in pochissimo
tempo.
presso la banca centrale che, per mante-
nere il cambio stabile e non fare apprez-
ha spinto al rialzo il prezzo del cibo e la
pervicace volontà di mantenere la moneta
monetaria
La muraglia finanziaria che la Cina ha eret- zare la propria valuta, compra altri dollari cinese legata al dollaro ha fatto sì che per la
to a difesa della sua economia tiene lontane ed euro sotto forma di titoli di Stato. Così le prima volta nella sua storia il governo di Pe- impedisce
le operazioni spericolate sui derivati e sui riserve monetarie della Banca popolare ci- chino stia importando inflazione. Ma i sa-
prestiti subprime che hanno messo in gi- nese sono arrivate a 3000 miliardi di dol- lari dei lavoratori non crescono allo stesso alle banche
nocchio gli Usa. Qui la finanza è legata al- lari, che si aggiungono alle 1500 tonnellate ritmo dei prezzi delle derrate alimentari.
l’economia reale più che altrove, l’eccessiva di oro custodite negli stessi forzieri. Livello La nuova classe media cinese ha conosciuto di correre
esposizione al settore immobiliare di alcuni che lo stesso governatore Zhou Xiaochuan il primo benessere e non ci sta a rimanere
istituti di credito è stata corretta con prov- considera “eccessivo” rispetto ai rischi che schiacciata fra le rate del mutuo e il prezzo troppi rischi
pagina 120

KILL BIN

Osama Ayman Kalid Shaikh Muhammad Ahmed


Bin Laden Il capo al-Zawahri Il Mohammed Una Atef Considerato il Hamed Alì Ai
di al Qaeda, il “mentore” di Bin delle menti pianificatore vertici di al Qaeda,
principe del Terrore Laden, potrebbe dell’11/9, catturato dell’11 settembre, è si nasconde in
che ha organizzato prendere le redini nel 2003, è stato morto sotto le Pakistan, ricercato
l’attacco di al Qaeda. La sua sottoposto bombe americane per le bombe in
all’America taglia è di 25 al waterboarding in Afghanistan nel Kenya e Tanzania
dell’11/9. Ucciso milioni di dollari a Guantanamo novembre 2001 del 1998
ARABIA SAUDITA EGITTO KUWAIT EGITTO EGITTO

ADDIO FOTO-PROVA
OBAMA CANCELLA OSAMA
Il presidente: Non mostreremo mai l’immagine
del cadavere devastato. rivelate le altre vittime
di Giampiero Gramaglia quella di Elvis Presley. Le foto ci
Bruxelles sono (sono state mostrate a de-
putati e senatori), le prove pu-
i ha pensato su 72 ore, poi

C
re.
ha deciso di non farlo: gli
Usa non pubblicheranno I DUBBI che restano non toc-
le foto di Osama bin La- cano la morte di Osama, ma le
den ucciso, immagini che chi sue circostanze. Versioni prima
le ha viste definisce “atroci” e raccontate da fonti Usa ufficiali,
“raccapriccianti”. Il presiden- poi negate: una donna gli ha fat-
te Obama ha fatto conoscere la to scudo ed è stata uccisa (non è
sua decisione quando l’attesa vero); il capo di al Qaeda era ar-
delle immagini era ormai dive- mato (non è vero). Molti parti-
nuta parossistica e la Cia aveva colari restano sfocati nella rico-
anzi indicato come “probabi-
le” la loro diffusione. Una pro-
struzione del raid che domeni-
ca ha condotto all’eliminazione INTERNET Troppe verità
va in più che l’intelligence non del nemico pubblico numero 1
sempre ci azzecca, neppure
quando gioca in casa. Chiedere
degli Stati Uniti e non solo: 79
uomini, due elicotteri, 40 minu-
uguale nessuna certezza
uesta volta Internet ha con- profilo di (quasi) tutti gli utenti
ai servizi di sicurezza pakistani
per conferma. Poco dopo la
Reuters ha pubbliato in esclusi-
ti, per colpire Geronimo, nome
in codice di Osama. Una figlia di
12 anni, che era nel bunker,
Qla confusione.
tribuito solo ad alimentare (provocando anche un invio
Se durante la automatico agli amici). Un ti-
va le foto delle altre vittime del- avrebbe raccontato che il padre primavera araba, la Rete si era pico caso di phishing con il qua-
l’assalto. sarebbe stato catturato vivo e rivelata strumento fondamen- le male intenzionati puntano a
quindi ammazzato: ma Obama tale per diffondere testimo- carpire informazioni presenti
A FAVORE della pubblicazio- avrebbe dato ordini per pren- nianze e notizie “sul campo”, sul computer (si consiglia di
ne delle foto di Bin Laden, l’idea derlo in vita. La ragazzina è de- per la cattura di Bin Laden ha aggiornare gli antivirus). Ma
che essa potesse stemperare il tenuta in Pakistan, con una mo- contribuito unicamente ad ali- c’è stato anche il pasticcio del-
tamtam senza tregua nel mondo glie del terrorista ferita e altri mentare ipotesi complottiste, le foto: il fotomontaggio pub-
islamico che l’uccisione del ca- bambini che vivevano nel bun- falsi clamorosi, e non solo. Ie- blicato da una tv pachistana e il
po di al Qaeda è un falso Usa. Ma
le immagini avrebbero anche
ker.
Gli esperti della Cia vagliano i
numerose installazioni. Oba-
ma, la cui popolarità è salita di
Sul cadavere ri, infatti, si è assistito ad una
Caporetto sulle bacheche de-
falso pubblicato dagli hacker
di Anonymus (la famoso foto
potuto fare crescere, non solo
fra gli arabi, l’orrore e il racca-
segreti dei computer di Osama:
sarebbero cinque, non solo
11 punti, al 57%, va oggi a in-
contrare i familiari delle vittime
del saudita gli utenti Facebook nel mondo.
Un virus, abilmente camuffato
“verde”): anche in questi casi
c’è voluto del tempo per capi-
dietro un annuncio allettante:
priccio: esse mostrano, raccon-
ta sempre chi le ha viste, il volto
uno, quelli sequestrati. E c’è chi
afferma che addosso ad Bin La-
dell’11 Settembre a Ground Zero,
New York. Voleva accanto il suo
sarebbero stati “Questo è davvero scioccan-
re che si trattava di “prove”
contraffatte. Dalla città di Ab-
del terrorista squarciato da una den siano state trovate due ban- predecessore George W. Bush, te... ecco il video dell esecu-
delle due pallottole che lo han- conote da 500 euro, con alcuni che ringrazia, ma declina. Il pre- trovati 500 euro zione di Bin Laden!” ha diffuso
bottabad, inoltre, la città pa-
chistana dove si è svolto il raid,
no colpito, una poco sopra l’oc- numeri di telefono. Nel blitz, sa- sidente sarà superprotetto, co- un link “maligno” che, sugge- il citizen journalism non ha pro-
chio, l’altra al petto. Il no di rebbe stato usato un tipo di eli- me nella missione in Europa a e numeri rendo alcune semplici opera- dotto niente. Esemplare il caso
Obama è un segno di forza: il cottero invisibile ai radar nemi- fine mese. Dal sud dello Yemen, zioni, si è auto-installato sul di Sohaib Athar, il programma-
presidente sa che la leggenda di ci: quelli di al Qaeda e quelli dei un capo di una cellula di al Qae- di telefono, ora
“Osama è vivo” resisterà sul per militari pakistani, che ad Abbot- da annuncia vendetta: lui alla
anni e anni, come e peggio di tadad hanno un’accademia e morte di Osama ci crede. al vaglio della Cia

Il giocatore di poker che ha “ingannato” il mondo


COME OBAMA È RIUSCITO PER MESI A TENERE IL SEGRETO DELL’OPERAZIONE GERONIMO
di David Usborne ad un par ty in onore di William e Kate. la decisione si trattava solo di tenere Panetta, direttore della Cia. Stando a
Il vicepresidente era come al solito ancora la lingua a freno per qualche quanto riferito da Brennan, l’atmosfe-

Nnondiessun uomo politico può sperare


arrivare fino alla Casa Bianca se
è capace di “ingannare” l’opinio-
ciarliero e di buon umore. 24 ore do-
po all’Hotel Hilton di Washington la
nonchalance di Obama ha toccato qua-
ora. E nessuno – tra i suoi consiglieri
anche il ministro della Difesa Robert
Gates, e il segretario di Stato Hillary
ra era terribilmente tesa. “Hanno rag-
giunto l’obiettivo”, ha detto ad un cer-
to momento Panetta. E qualche minu-
ne pubblica americana, per lo meno si le vette dell’arte. Davanti ad una Clinton – si è fatto scappare una pa- to dopo ha aggiunto: “Riusciamo a ve-
quando è in gioco la sicurezza nazio- platea di giornalisti e divi di Hol- rola. Per fortuna l’opinione pubblica dere Geronimo”. Ed infine: “Geronimo è
nale. Nella vita di qualsiasi comandan- lywood ha scherzato, raccontato sto- mondiale era distratta da altri avveni- stato ucciso in azione”. Il commento di
te in capo arriva il momento di met- rielle e preso in giro Donald Trump. menti. Joe Biden aveva fatto la sua par- Obama è stato essenziale: “L’abbiamo
tere alla prova la capacità di mante- te facendo credere che la cosa più im- preso”. C’era ancora qualcosa da fare.
nere un segreto, con la faccia da po- LA MORSA intorno ad Osama aveva portante del momento fosse il Royal Gli esperti della Cia hanno dovuto con- No a Ground Zero
ker. Per Obama i giorni cruciali sono cominciato a stringersi l’estate scorsa Wedding e il presidente si era esibito tra fermare l’identità di Osama bin Laden
stati quelli a cavallo tra la fine di aprile
e l’inizio di maggio. In quelle decisive
quando gli analisti della Cia avevano
individuato il suo nascondiglio in una
gli applausi in un numero degno di un
comico davanti alla stampa nazionale
osservando una foto del suo cadavere.
Poi il corpo è stato trasportato in Af-
BUSH LONTANO
72 ore tutti alla Casa Bianca si sono
comportati come se nulla bollisse in
cittadina a nord di Islamabad. Ma il ve-
ro conto alla rovescia è cominciato alle
ed estera. Ma non mancavano gli indizi
che c’era qualcosa nell’aria. Obama,
ghanistan ed infine gettato in mare.
DAI
pentola. Poco prima delle 9 del mat-
tino di venerdì scorso il presidente,
sua moglie Michelle e le due figlie so-
8,20 di venerdì, mezz’ora prima che la
famiglia Obama salisse a bordo dell’e-
licottero. La decisione di far scattare
ad esempio, domenica scorsa si è fer-
mato alla nona buca invece di com-
pletare le classiche diciotto del campo
OBAMA intanto era impegnato in un
giro di telefonate e ha dato la notizia
anche al suo predecessore George W.
RIFLETTORI
no saliti a bordo dell’elicottero diretti l’operazione era stata presa dal presi- di golf. Bush. Infine, alla 23,35, Obama ha da- GEORGE W. BUSH ha
in Alabama per consolare le vittime dente e da quattro dei suoi uomini di Tornato alla Casa Bianca si è precipi- to la notizia ai giornalisti accreditati declinato l’invito del suo
del tornado e poi in Florida per una primo piano, tra i quali Tom Donilon, tato nello Studio Ovale con le scarpe alla Casa Bianca che non avevano so- successore Barack Oba-
visita alla Nasa. consigliere per la Sicurezza nazionale. da golf e un’ala della Casa Bianca è spettato nulla. L’operazione che ha ma a partecipare a una
“Pensate bambine come deve essere L’ipotesi di bombardare a tappeto il stata temporaneamente chiusa ai visi- portato all’uccisione di Osama bin La- cerimonia a Ground Ze-
bello salire sullo shuttle e in appena rifugio di Osama bin Laden era stata tatori. Domenica pomeriggio il presi- den è stata condotta in maniera im- ro che si terrà oggi. Il
otto minuti trovarsi nello spazio”, di- scartata dal presidente che voleva la dente Obama, Clinton, Gates, Doni- peccabile e segretissima come a Wa- presidente che ha scate-
ceva il presidente alle figlie mentre il cattura del capo di al Qaeda, vivo o lon, Brennan e pochi altri si sono riu- shington non accadeva da molto tem- nato la guerra al terrore
suo vice, Joe Biden, si dirigeva alla morto. Aveva prevalso l’ipotesi di una niti nella Situation Room per seguire le po. dopo l’11/9 ha fatto sa-
volta dell’ambasciata della Gran Bre- operazione di commando condotta ultime fasi della caccia a Geronimo in Copyright The Indipendent pere di voler rimanere
tagna a Washington per partecipare dai super-soldati della Navy Seals. Presa collegamento audio e video con Leon Traduzione di Carlo Antonio Biscotto lontano dai riflettori.
Giovedì 5 maggio 2011

KILL BIN

Anas al-Liby Ahmed Khalfan Saif al-Adel Per Mullah Omar Abu Mus‘ab
Catturato per Ghailani Bombe un rapporto del Capo dei Talebani al- Zarqawi Capo
Human Right in Kenya e 2003 si dell’Afghanistan, di Ansar al-Islam,
Watch, in realtà Tanzania, paga con nasconderebbe in figura leggendaria avamposto di al
rimane nella lista una pena a vita per Iran, ma il regime in grado di fuggire Qaeda in Iraq,
dei ricercati per gli il suo ruolo negli di Teheran dagli americani ucciso nel 2006 da
attacchi a Kenya e attacchi alle si rifiuterebbe scappando in moto un drone
Tanzania ambasciate di estradarlo nel deserto a Ba‘quba
LIBIA TANZANIA EGITTO AFGHANISTAN GIORDANIA

N
Il citofono bianco
turismo. "Qui vengono circa 20
mila visitatori all’anno, un po’
meno ultimamente, ma ora che LIBIA
siamo finiti nelle tv del mondo
forse ci sarà gente che verrà a ve- Bombardato

di casa Bin Laden


dere dove viveva Bin Laden, ab- il porto di Misurata
biamo già delle prenotazioni”. E
qui Bin Laden con i membri della
sua famiglia ci viveva almeno da 5
anni. “Ripeto non credo che fos-
È di almeno 5 morti il
bilancio del
bombardamento

Tanti curiosi e molti dubbi


sero loro, comunque almeno due condotto dalle truppe di
uomini li vedevamo al mercato – Gheddafi contro il porto
racconta Nias, un idraulico 30en- di Misurata: secondo
ne – erano tutti molto gentili, par- l’opposizione libica è stata
lavano la lingua locale, le donne attaccata anche la zona di
erano velate e i bambini, doveva- Qasr Ahmad e la zona
NEL COMPOUND DEL BLITZ AMERICANO no essercene diversi, uscivano industriale. Si
I TESTIMONI: GENTE APPARTATA, MA NORMALE ogni tanto ma non frequentavano conterebbero anche
i nostri figli”. diversi feriti tra libici e
stranieri in città.
di Barbara Schiavulli ciati i rifiuti. Non ci sono grandi residenti della casa di Bin Laden UNA, L’UNDICENNE in ma-
Abbottabad (Pakistan) segni di combattimento o di ma- entravano e uscivano, qualcuno no delle autorità pakistane dove-
cerie, la casa è intatta come lo era andava a fare la spesa, arrivava va essere la figlia di Bin Laden, un
ul citofono di casa Bin La- quella notte tranquilla dove dal

S
qualche macchinone, si vedeva altro sarebbe stato portato via da-
den non c’è nessun nome, cielo sono arrivate le forze spe- qualche bambino, ma nessuno gli americani, gli altri, una dozzi-
solo una targhetta lasciata ciali per mettere fine a una caccia nel paese dei Pini poteva imma- na, probabilmente erano i figli
in bianco, un numero scrit- all’uomo durata dieci anni. A vi- ginare l’inquietante presenza del dei fratelli dell’emiro del terrore.
to in pennarello, a fianco di un sitare gli interni mentre conti- simbolo del terrorismo. Ma eliminato Bin Laden, la paura
cancello verde con un poliziotto nuavano i rilievi della polizia, an- La maggior parte dei residenti an- dei pakistani ora corre sul filo del-
davanti che controlla il via vai di che il capo dell’Esercito Pervez cora non ci crede. “È stata tutta le conseguenze della sua presen-
residenti, soprattutto giovani, Kiyani, mentre al di là del confi- una messinscena, un drammone za. “Salvateci da Obama”, chiede
ancora increduli di aver vissuto ne, il comandate dei Taliban del- degli americani per mettere in una donna in tono concitato che
accanto all’uomo più ricercato la zona orientale Dawran Sawi, difficoltà il Pakistan una volta per con un gruppetto di altre donne SIRIA
al mondo. Un fortino ad appena annunciavano la creazione di un tutte. Osama è l’eroe di tutti i mu- manifesta contro gli americani –
pochi centinaia di metri da una comitato speciale per vendicare sulmani, speriamo che lui sia an- sono solo una cittadina preoccu- Tank contro
tore informatico, il “vicino”, storica accademia militare, cir- la morte di Bin Laden. cora vivo”, afferma Nias, ma non pata, che sia stato creato un pre- gli oppositori
che ha raccontato l’azione dei condato da qualche vicino che gli altri, che sebbene credano alla cedente, che ora chiunque possa
militari americani senza capi-
re cosa stesse succedendo (tra
l’altro, anche il suo blog ieri è
ha ville simili, ma non con mura
così alte e filo spinato e da case in
costruzione come quella di fian-
MUHAMMAD NIAS non si è
ancora ripreso da quella notte e
dalla paura. “Non vengono mai
finzione, non sono contenti della
cattiva reputazione che si sta fa-
cendo la cittadina circondata da
venire qui e violare la sovranità
del nostro Stato”. La donna e le
sue compagne pensano all’India,
T renta carriarmati e
una settantina di
mezzi trasporto truppe
stato vittima di un attacco in- co violata da una folla di curiosi. elicotteri da queste parti. Mi sono montagne verdi. “Ci siamo chie- l’eterna rivale, che due giorni fa, con 1.500- 2.000 soldati
formatico). Tanta confusione Hanno percorso le scale poco si- svegliato, poi c’è stato il caos, i sti come fosse stato possibile per saputa la notizia del raid america- dell’esercito siriano sono
perchè questa volta, a differen- cure per arrampicarsi sul tetto e miei due bambini erano terroriz- Obama arrivare qui, non può es- no ha subito chiesto che venisse- stati schierati attorno ad
za di quanto successo in Nor- guardare dentro il compound di zati”. La “via dell’acqua fredda” sere una storia vera”, ci dice ro trovati i mandati della strage di Al-Rastan, nei pressi della
dafrica, “la Storia” non si è Bin Laden, con un muro interno che separa le due case, ora è gre- Muhammad, uomo d’affari in Mumbai del 2008 le cui tracce città di Homs, nel centro
svolta in piazza, ma dietro i di protezione e un cortile anne- mita di gente, ma fino alla settima- pensione. “Io penso che il pro- portano in Pakistan. Non lontano della Siria, teatro di
muri di un compound. E ancora rito dal fuoco, dove, dice la gen- na scorsa era solo una normale blema stia a monte, che quando le si accende un’altra manifestazio- scontri fra manifestanti
una volta è stato dimostrato il te di Abbottabad, venivano bru- strada sterrata dove ogni tanto i persone si sradicano dal proprio ne degli avvocati della città anche anti-regime e forze di
rapporto di dipendenza reci- paese, quando non c’è giustizia, loro preoccupati per quel Paki- sicurezza.
proca che lega oggi “testimo- L’ultima casa di Osama bin Laden. Sopra, un poster di estremisti in Indonesia si creano terroristi”, mormora Sa- stan violato.
nianze dal basso” via Internet, yed Tahershar, un avvocato che D’altra parte il governo dovrà far TURCHIA
a verifiche dei mezzi d’infor- discute con il proprietario di una buon viso a cattivo gioco se vorrà
mazione tradizionali. Più raffi- profumeria, “Neanche io riesco a uscire dall’imbarazzo di essere Attacco contro
nata, invece, la strategia dei credere a quello che si dice, la no- stato tenuto all’oscuro dell’ope- il premier
criminali informatici che han- stra cittadina è laica e pacifica, razione americana, ma anche dal-
no sfruttato l’ansia di aggiorna-
menti su una notizia globale
per entrare nei computer degli
qui si viene in vacanza, non pen-
so che il governo potesse non sa-
perne niente, è pieno di milita-
l’ignoranza di avere per anni Bin
Laden nella casa di villeggiatura
dei pakistani bene a soli cento
C accia all’uomo in
Turchia per stanare i
responsabili dell’attacco
utenti. Minacce di questo tipo ri”. chilometri dalla capitale, ma so- ai poliziotti di scorta al
sono inevitabilmente destina- Lo scetticismo, l’incredulità, lo prattutto per mantenere quell’as- premier Recep Tayyip
te ad aumentare. sconforto per sentirsi usati, scor- segno di 1.300 miliardi di dollari Erdogan nella città
Federico Mello re a fiumi tra le vie della città. Ma che ogni anno gli americani rega- settentrionale di
qualcuno sorride come Shabir lano per gli aiuti militari e la lotta Kastamonu. Dopo
Hussein, impiegato dell’ente del al terrorismo. l’attacco, in cui un
poliziotto è rimasto ucciso
e un altro ferito, il gruppo
Accordo Fatah-Hamas di attentatori è fuggito: il
premier punta il dito

Palestina unita, ma senza pace con Israele contro i curdi.

GRAN BRETAGNA
di Roberta Zunini role di incoraggiamento alla ribellione lemme Est. “Israele scelga, o la pace o di Mohammed ElBaradei, candidato al processo di pace. Lieberman, il mi- Sistema elettorale
contro la tirannia, compresa in segui- le colonie”, ha detto ieri, dopo la firma alle presidenziali di settembre, una nistro degli Esteri, invece ha fatto pre- a referendum
Lmentoaun’accelerazione
primavera araba ha impresso
al ricongiungi-
tra Hamas e Fatah, avvenuto
to quella di Mubarak. Ora come po-
trebbe continuare a stare zitta di
fronte alla ribellione del popolo siria-
del ricongiungimento, il presidente
Abu Mazen. Che, per portare avanti il
suo progetto di Stato palestinese uni-
presa di posizione dura nei confronti
di Israele qualora dovesse colpire la
Striscia. Impossibile che gli Usa – tut-
parare uno studio da cui emerge che
la ritrovata unità palestinese potreb-
be al contrario giovare alla ripresa dei G iornata di voto in
Gran Bretagna per il
formalmente ieri al Cairo davanti al no contro Bashar Assad? Il problema laterale domani vedrà Nicolas Sarko- tora finanziatori dell’esercito egizia- negoziati. Il punto è che molti comin- referendum sul nuovo
presidente della Lega araba Amr è che proprio quest’ultimo, è il suo zy all’Eliseo. no – non siano d’accordo. Mentre i ciano a temere che l’ipotesi di uno sistema elettorale. In
Moussa. Le rivolte nel Maghreb han- maggior sostenitore. Assad infatti ha palestinesi si ricongiungono, Israele si Stato palestinese autoproclamato Scozia, Eire e Galles urne
no mostrato l’esistenza di un abbozzo sempre aiutato Hamas a crescere, IL PRESIDENTE francese sareb- divide sulle conseguenze: Netanyahu potrebbe diventare realtà. Lasciando aperte anche per eleggere
di opinione pubblica laica, interessata anche finanziariamente: se Hamas be favorevole a questa soluzione, al ha commentato che è un duro colpo insoluto il problema dei coloni. i nuovi Parlamenti e, in
alla libertà di espressione. Negata, a chiedesse la caduta del presidente si- contrario della Germania e degli Stati Irlanda del Nord e in
Gaza da Hamas e in Cisgiordania da riano, perderebbe il suo più fedele al- Uniti. Gli Usa continuano a cercare una Abu Mazen, presidente dell’Anp e Meshal di Hamas al Cairo (FOTO ANSA) Inghilterra, per il rinnovo
Fatah. Sotto questo profilo sono sono leato nell’area. Rimanendo isolata ri- soluzione condivisa con Israele che pe- dei consigli locali. In gioco
due i fattori principali che hanno co- spetto all’Anp. Ma la settimana scor- rò non transige soprattutto sugli inse- al referendum vi è la
stretto il presidente Abu Mazen e il sa, i religiosi sunniti hanno chiesto di diamenti a Gerusalemme Est che con- sostituzione del
leader politico di Hamas, Khaled scegliere: o Assad o la nomenclatura sidera “capitale unica e indivisa dello maggioritario secco.
Meshal, a velocizzare i tempi del- religiosa sunnita. Una scelta obbliga- Stato ebraico” al contrario dell’Onu,
l’accordo: il timore di rivolte da parte ta per il movimento islamico anch’es- che non ha accettato l’annessione da
dei giovani palestinesi, la maggior so di confessione sunnita. Abbando- parte israeliana della zona orientale
parte dei quali non si sente rappre- nando Assad, e non essendo suffi- della città santa, avvenuta nel 1980.
sentata né dall’Anp né dal movimen- ciente la sola copertura religiosa sun- L’amministrazione americana sta cer-
to islamico, e la questione siriana. nita, Hamas non ha potuto che ricon- cando di smuovere l’intransigenza
giugersi con Fatah, rientrando nei gio- israeliana, attraverso i rappresentanti
HAMAS, da sempre sostenuta dal- chi per il governo di un eventuale fu- egiziani del dopo Mubarak. Non è un
l’Iran e dalla Siria, dal 15 marzo scorso turo Stato palestinese. Che potrebbe caso che l’accordo si sia firmato al Cai-
– giorno delle prime manifestazioni a essere proclamato unilateralmente a ro da dove il ministro degli esteri, Nabil
Daraa contro il regime di Assad – si è settembre, qualora non si dovesse in- Al Arabi, la settimana scorsa aveva
trovata di fronte a una contraddizio- vertire la posizione israeliana a favo- proclamato la riapertura del valico di
ne. Fin dall’inizio della rivoluzione tu- re dell’ampliamento delle colonie Rafah con la Striscia di Gaza. E da
nisina, aveva speso entusiastiche pa- ebraiche in Cisgiordania e a Gerusa- dove è stata diffusa, anche per bocca
pagina 14 Giovedì 5 maggio 2011

SECONDOTEMPO
SPETTACOLI,SPORT,IDEE
in & out

TourdeFrance Berlusconi Mentana Patti Smith


La prima “Ho vinto “Conosco il Vince a
tappa più di tutti: Tg1, per Stoccolma il
dell’edizione perché non questo ho Polar, il
2014 partirà mi intitolano rifiutato di Nobel della
da Firenze San Siro?” dirigerlo” musica

Lelio Luttazzi, conduttore


dal 1967 al 1976
di “Hit Parade”,
uno dei programmi più popolari
e influenti della storia della
radiofonia italiana. (FOTO OLYCOM)

La classifica nata
in radio nel 1967
aveva un seguito
e un’attendibilità
che nelle
rilevazioni di oggi
si è perduta

OGGETTI SMARRITI copie è possibile far salire il pro-


prio disco nella classifica dei do-
wnload di iTunes; la vera cartina
grammi “Per voi giovani”, “Ban-
diera gialla” e “Alto gradimento”.
Abbiamo chiesto all’ideatore e
di mandare in onda “Je t’aime” di
Serge Gainsbourg e Jane Birkin
(nel 1969). E sul ruolo di talent
di tornasole (della popolarità) è conduttore di “Quelli della not- scout Arbore fu lungimirante

Dove è finita
“Music Control”: la lista dei brani te” (lettore del “Fatto”) di rac- per il “lancio” dei dischi: “c’era
più trasmessi dalle radio redatta contarci qualche gustoso aned- un brano di Fausto Leali nel suo
dalla Nielsen. I doto: “Io e Boncompagni abbia- 33 giri che, secondo me, doveva
mo riempito il programma di essere pubblicato come singolo;
L POTERE di influenza è nelle rhytm’n’blues”, racconta diver- era “A chi” e vendette tantissime
mani dei programmatori radio- tito Arbore, “dopo i Beatles e i copie”. Arbore condusse Hit pa-
fonici: il risultato è l’omologazio- Rolling stones ci eravamo inna- rade durante l’arresto di Luttazzi

la vecchia
ne dei brani trasmessi dai net- morati del soul. Ricordo che una nel 1970 per possesso di droga:
work (per evitare rischi, solo le puntata era piena di artisti black “Mi dissero che Lelio era amma-
hit straniere). Resta soltanto la e soltanto una cantante italiana, lato, appresi dal radiogiornale
classifica della Federazione in- Orietta Berti. Dicevamo in giro qualche minuto dopo il pro-
dustria musicale italiana; la dia- che avevamo fatto una Hit para- gramma il perché della sua sosti-
triba riguarda i cosiddetti dati sa- de più nera di quella di Mem- tuzione”. Si trattò di un errore
le-in e sale-out: si deve rilevare il phis. Non ci fu mai scandalo, i da- giudiziario e poco dopo Hit Pa-
singolo disco venduto al cliente ti non venivano mai contestati”. rade ritrovò il suo mattatore, l’u-

Hit Parade?
oppure al negozio? Nel blog di Al massimo, se di scandalo vo- nico che resterà nell’immagina-
Fegiz l’utente Ales scrive che nel gliamo parlare, c’era l’imbarazzo rio collettivo legato al vinile.
centro commerciale Media Wor-
ld di Pisa “le copie dell’ultimo al-
bum di Vasco Rossi giacciono ac-
catastate senza che si avverta un
benché impercettibile movi- BENIGNI in mostra
mento che renda la pila dei cd un
di Guido Biondi ness milionario dell’industria
discografica negli Anni sessanta
proprio “addetto ai lavori”, Lelio
Luttazzi. Musicista di ispirazione
po’ meno consistente. Lo stesso
dicasi per Jovanotti e Nannini”.
a ruota libera

“N
e settanta. Era l’epoca in cui un jazzistica, autore e conduttore La risposta sincera del critico del enigni-show a sorpresa ieri sera a Bologna,
singolo di successo arrivava a
vendere un milione di copie se-
televisivo, attore per Michelan-
gelo Antonioni e Dino Risi ma,
Corriere: “Già mio padre Pier-
paolo, che ai tempi della Doxa
Bpertura
dove l’attore e regista ha presenziato all’a-
della mostra 'Bob e Nico', racconto
guito, subito dopo, dal cosid- soprattutto, compositore di 45 curava l’Hit parade, mi diceva: i dell'avventura umana e artistica di una coppia
detto long playing. A differenza giri di successo quali “Una zebra commessi dei negozi indicano molto speciale - quella composta con la moglie,
di oggi (quattro multinazionali a pois” cantata da Mina e tanti al- quello che vorrebbero vendere Nicoletta Braschi. Sotto le volte di Palazzo Pe-
si spartiscono gran parte dei tri. Il personaggio ideale per non quello che vendono effetti- poli, epicentro fino al 6 agosto della 'Beni-
profitti della musica pop) i rivo- condurre (fino al 1976) quello vamente”. Gianni Boncompagni gni-mania', Robertaccio non si è risparmiato.
luzionari “sixties” avevano co- che per ogni artista (e per il gran- e Renzo Arbore sono stati in as- "Mi sento come Gasparri in Senato, fuori luo-
me protagoniste case discogra- de pubblico) era “il momento soluto gli “spin doctor” più in- go", ha esordito fulmineo. Commosso, a suo
fiche rigorosamente italiane di della verità”. E oggi? Con poche fluenti di Hit Parade grazie ai pro- dire, per essersi "ritrovato qui, glorificato men-
cui Ladislao Sugar, Nanni Ricor- tre sono ancora in vita". Una sorta di 'beati-
di, Ennio Melis sono statit i prin- ficazione” tanto che "mi chiedo dov'é Caffarra
cipali “motori” e imprenditori. - ha sorriso - dov'é il nostro amatissimo arci-
oi non vendevamo saponette, E Lelio si scoprì scrittore vescovo che vorrei ballare il valzer con lui in
vendevamo sogni, emozioni, DATE LE DIMENSIONI del E’ stato l’icona della vecchia Hit Parade ma anche di uno stile Piazza Maggiore, davanti a San Petronio?".
pensiero, divertimento e certo giro d’affari era necessario orga- del varietà televisivo interpretato con la stessa classe con cui Battute sul premier (“Berlusconi non è scemo,
subivamo tensioni ma eravamo nizzare una sorta di termometro indossava lo smoking. Ora si scopre che Lelio Luttazzi è stato se lo dice Bossi c’è da credergli”), sul candidato
coinvolti in una bolla artistica e che rilevasse le vendite al detta- anche scrittore, e la serata in suo onore si annuncia come sindaco del centrosinistra Merola e sul com-
nell’orgoglio di portare a termi- glio (e all’ingrosso nei negozi). Il l’appuntamento più interessante del festival “Le corde missario Cancellieri. E su Bondi dice: "Bisogna
ne un’impresa grande. Perché 6 gennaio 1967 dai microfoni dell’anima”, musica e letteratura a confronto in una serie di investire sulla cultura. Bisognerebbe aumen-
allora la canzone era una cosa della Rai iniziò uno dei program- incontri a Cremona dal 3 al 5 di giugno. I racconti e i romanzi tare le opere d'arte e, infatti, con il ministero di
grande”. Mimma Gaspari scrive mi più popolari (e influenti) del- di Luttazzi, in corso di pubblicazione, verranno presentati in Bondi è stato bellissimo: le rovine sono rad-
queste note nel libro Penso che la storia radiofonica italiana: si anteprima dalla moglie Rossana Luttazzi con il critico doppiate quando c'era lui".
un mondo così non ritorni mai chiamava semplicemente Hit Pa- musicale Dario Salvatori e la scrittrice Camilla Baresani.
più, ricordando lo show-busi- rade ed era condotto da un vero e
Giovedì 5 maggio 2011 pagina 15

SECONDO TEMPO

WEEKEND di Biondi, Colasanti, Pasetti, Pontiggia

Manuale di sopravvivenza
¸Cinema
IL BARRITO
èè
Drammatico / Usa
Da vedere Come l’acqua per gli
elefanti è THE FUTURE IS
èèèè di Francis Lawrence, con Robert UNWRITTEN
Drammatico / Francia Pattinson, Reese Whiterspoon Aa. Vv.
Angèle et Tony Se già il best-seller di Sara Gruen non 2007 – Capitol

DI PATTINSON
di Alix Delaporte, Clotilde Hesme, dissetava, l’adattamento predica sic- La colonna sonora e le
Grégory Gadebois cità. Grande Depressione, l’amante immagini del film di Julian
Squame di pesce e volto d’angelo. Robert Pattinson ci fa (mossette à la Temple rendono omaggio a
Forse per questo l’hanno chiamata “quanto son figo”) e ci è (discreto at- Joe Strummer e al suo
Angèle (la magnifica e intensa Clo- tore), l’amante e moglie Reese Whi- spirito libero. C’è “White
tilde Hesme, look tra Keira Kni- terspoon fa di scucchia poca virtù, il Riot” dei Clash e qualche
ghtley e la nostra Stefania Rocca) marito Christoph Waltz è ancora il brano dei suoi Mescaleros
bellissima e algida, infelice ragaz- nazista Bastardo di Tarantino: lette- e una chicca recuperata
za-madre 27enne che non vede il ralmente, un triangolo da circo, dalle registrazioni live
pargolo da due anni: gliel’hanno por- equestre nel risultato e mastodon- (“Pouring Rain”, bella da
tato via con un’ordinanza del tribu- tico per contatto, perché l’unica no- piangere). Temple nel film
nale. Tony (Gadebois, ottimo) è un ta lieta è l’elefantessa Rosy, che fa i raduna amici e le due mogli
pescatore, aspetto non raffinato e numeri, prende le botte e regala te- per raccontare il genio e il
un mistero mal celato. Con un blind nerezza. Non c’è Fellini sotto il ten- grande cuore di Strummer
date da autogrill si incontrano, la done, bensì dovrebbe risiedere l’ul- e il suo disprezzo per lo
convenienza vorrebbe farli stare in- tra-capitalismo americano: il sadico status di rockstar
sieme, la vita ancora non lo sa. Am- profitto di Waltz, invece, lascia spa- egocentrica. Ci sono le sue
bientata nell’ittica Normandia ar- zio al fuilleton tra Rob e Reese, trito tracce preferite, ad
gentata, dove i locali si rivoltano per che più trito non si può. Un’occasio- esempio “Crawfish” di
il pesce importato dall’Asia, colpisce ne persa, e male: dialoghi per le lun- Presley (che poi ha inciso
al cuore l’opera prima della francese ghe, drammaturgia fuori fuoco, un lui stesso): le selezionava
Delaporte: un tocco non lontano barrito lo seppellirà. (Fed. Pont.) nel programma della Bbc
dai fratelli Dardenne per una storia chiamato “London
universale. Applaudito alla Settima- è Calling”, con un’audience
na internazionale della Critica vene- Commedia / Italia enorme. La sua storia ha
ziana 2010, distribuisce la Sacher di Senza arte né parte influenzato tutti i più
Moretti. di di Giovanni Albanese, con grandi artisti, da Bono ai
(AM Pasetti) Vincenzo Salemme, Giuseppe Nirvana e Red Hot Chili
Battiston Peppers fino ai Beastie
èèè A volte i titoli fanno la critica: la com- Boys. Commovente la
Drammatico / Italia media dell’artista-regista Giovanni riflessione finale di Joe,
Hai paura del buio Albanese è Senza arte né parte. An- quasi un testamento ai
di Massimo Coppola, con Alexandra cora Puglia (la Film Commission lavo- posteri: “La gente può
Pirici, Erica Fontana, Marcello rare le personalità, corrodendo èè “dimenticando” l’abbiente letterato: ra bene, troppo), ancora Vendola cambiare qualsiasi cosa se
Mazzarella, Manrico Gammarota ogni sicurezza esistenziale. Coppo- Drammatico / Italia la regista Giorgia Cecere le sta attac- (scoprite il product placement), an- vuole. La gente corre,
Il lavoro latita, nei sobborghi di Bu- la esordisce con ambizione su un Il primo incarico cata, senza troppe ambizioni, pren- cora precarietà, e pure un migrante e segue i suoi piccoli binari,
carest come a Melfi. Le coetanee dramma intimista, dai contorni neri di Giorgia Cecere, dendo ieri per capire oggi. Istruzione un gay: al presepe mancano solo bue e io sono uno di loro. La
rumena Eva e l’italiana Anna, gio- e dagli sfondi sociali: seppur il risul- con Isabella Ragonese e sessismo, radici ed emancipazione: asinello, al film tutto il resto. Salemme gente si fa male a vicenda,
vani e diverse, si scontrano e s’in- tato finale non soddisfi a pieno le Piccole donne crescono: insegnan- senza infamia e senza lode, un piccolo e Battiston (formato macchietta do- perché è stata
contrano specchiandosi nel reci- intenzioni, resta impressa la prima do. Puglia anni ’50: Isabella Ragonese film che alza la camera verso cime po le buone Notizie date a Greco) disumanizzata. L’avidità non
proco buio di un futuro che temo- e folgorante parte del film in una (brava, ma l’accento è giusto?) lascia tempestose, ma trova le fresche fra- vengono licenziati, la salvezza è l’arte porta da nessuna parte.
no allo stesso modo. E se la prima Romania dal sapore neorealista. famiglia povera e fidanzato ricco e sche. (Fed. Pont.) contemporanea: prendono Fontana, Dovrebbero scriverlo su
nasconde un passato misterioso, la Che vale tutto il biglietto. Unico ita- prende il primo incarico da maestra Pascali e Schnabel e ne fanno copia un grande cartellone a
seconda imparerà a dubitar delle liano selezionato dalla Settimana elementare in un villaggio dei conforme, ma finiranno a smerciare Times Square. Senza gli
proprie certezze fino ad allora cri- internazionale della critica all’ulti- (con)dannati al grado zero dell’esi- Vlatka Horvat, “From Behind”, sciroppo di melograno. Si ride poco, si altri non siamo niente”.
stalline. Complice una precarietà ma Mostra veneziana. stenza. Tra miseria e nobiltà, ne verrà 2006/2011, neon. In alto, una scena solidarizza meno:
professionale che arriva a trasfigu- (AM Pasetti) fuori, mettendosi il villico nel letto e di “Come l’acqua per gli elefanti” non è commedia so-
ciale, ma innocua
evasione dal Brutto
Paese, che combina
CD in uscita ³
IL FUMETTO alto (arte contem- è WASTING LIGHTS

THOR, RITORNO ALLE poranea) e basso (


povericristi) per ca-
dere più giù. Si salva
Foo Fighters (Sony)
Settimo album
dell’ex-Nirvana Dave Grohl

ORIGINI DEL MITO FUMETTISTICO solo il tamarro si-


tuazionista Giulio
Beranek, il resto va
prodotto da Butch Vig (lo
stesso della pietra miliare
Nevermind) e con la
all’asta del politically partecipazione di Krist
correct. (Fed. Pont.) Novoselic. Metabolizzati i
fantasmi del passato
ascoltate senza sosta quattro
piatti forti: “Rope”,
ARTE di Claudia Colasanti “Arlandria”, “These Days” e
“Bridge Is Burning”. I pezzi
ALLA FIERA DEL TESTACCIO tolgono il fiato, devastano
come dovrebbe fare sempre

DOVE PICCOLO È BELLO il rock genuino: si resta


stregati dall’energia e dalla
capacità di emozionare.
arliamo raramente delle fiere di arte contempora-
Pcausa
nea, come se si trattasse di qualcosa da congedare a
dello stereotipo legato ad una facile mercifica-
Sono canzoni frutto del
grande leader ispirato (ed
ormai emancipato) Grohl.
zione dell’oggetto d’arte. Peraltro le fiere si sono mol- Appuntamento imperdibile a
tiplicate, sia in Italia che nel mondo, molte di esse sono Rho (Milano) il 15 giugno.
troppo dispersive o banalmente commerciali, altre rap-
presentano invece il vero termometro, sia del mercato è HOT SAUCE
èè verine) e disegnate da uno dei zioni con un po’ di suspence. In che delle tendenze artistiche più attuali. “The Road to COMMITTEE PART 2
Supereroi grandi maestri di quella genera- questo volume Wein si inventa Contemporary Art”, che inaugura oggi a Roma (e ter- Beastie Boys (Capitol)
Thor- Se Asgard cadesse zione, John Buscema. I dialoghi un paio apocalissi, tra viaggi nel minerà domenica) è diversa da tutte le altre: per prima Era il 1986 quando il rap
di Len Wein e John Buscema sono verbosi e didascalici, in pu- tempo e sconvolgimenti ad cosa per la dimensione, più piccola, quasi intima, e poi bianco di “Fight For Your
Panini Comics, 224 pag., ro stile anni Settanta, l’impianto Asgard, la patria degli dei, per per l’ottima scelta della location, per la seconda volta Right” (prodotto da Rick
euro 18 delle storie pure (più scazzottate mettere in difficoltà Thor. E i di- nel suggestivo ex mattatoio, nel cuore di Testaccio, uno Rubin) entrò
Tra i molti volumi che la Panini che psicologia). Mancano 10 anni segni di Buscema sono perfetti dei quartieri storici di Roma. E’ la formula (oltre che la prepotentemente nei ghetto
Comics ha mandato in libreria in alla rivoluzione crepuscolare dei per il contesto, una fusione tra cura dei dettagli), comprensiva di apertura serale, ad blaster facendo tabula rasa
occasione del film su Thor diret- comics. Eppure sono storie che fantascienza classica, battaglie essere innovativa: gli spazi saranno aperti dalle 15 alle nell’hip hop culture. Amati
to da Kenneth Branagh, ce n’è spiegano perché un dio della mi- tra supereroi anni Sessanta e psi- 22 il 6 e 7 maggio e dalle 12 alle 22 domenica 8 maggio, alla follia per il loro essere
uno che bisogna leggere per ca- tologia scandinava abbia fatto chedelia. In gran parte per me- e fino a notte inoltrata continueranno ad essere animati visionari e pure massimi
pire il quarantennale successo carriera come supereroe Mar- rito del tratto spettacolare di da un programma di eventi artistici, incontri e perfor- ispiratori di “cazzeggio”,
fumettistico del dio del Tuono. Si vel. Thor è quasi onnipotente, Buscema, i testi di Wein talvolta mance. Nei tre padiglioni, fra Macro Future e Pelanda, si sono tornati con un album
chiama “Se Asgard cadesse”, con il suo maglio Mijolnir, e pra- finiscono per trascendere i limiti trovano le gallerie nazionali e estere, in tutto 76, sia che è il successore di The
raccoglie un ciclo di storie del ticamente immortale. Quindi, del genere e sfiorare la dimensio- della Main Section che le più giovani. All’esterno, in Mix Up, nonostante i
1976, firmate da un allora giova- un po’ come Superman, costrin- ne dell’epica. Come dovrebbe singolari ex recinti, sono collocati piacevoli ristoranti, problemi di salute di Mca.
ne scrittore, Len Wein (che si è ge i suoi sceneggiatori a sforzi succedere in storia di Thor. oltre ad un nuovo padiglione, il Kaleidoscope Arena, “Multilateral Nuclear
inventato personaggi come Wol- supplementari per creare situa- Stefano Feltri ideato e progettato dall’artista Andrea Sala, che ospiterà Disarmament” è l’essenza
una tre giorni dedicata a tre importanti città del pa- stessa di New York, tracce
norama artistico contemporaneo quali Los Angeles, Pa- dub seminate da Sandinista
NELLE STORIE DEGLI ANNI SETTANTA UN DIO rigi e Roma. dei Clash. Fioccano già i
The Road To Contemporary Art. Macro Testaccio, Piaz- remix in rete di “Make Some
NORDICO DIVENTA IL SUPEREROE PERFETTO za Orazio Giustiniani 4, Roma. Ingresso: int 15; rid 10. Noise”, cercate quello di
Info: 066938070;. Fino all’8 maggio 2011 Meninskratch. (Guido
Biondi)
pagina 16 Giovedì 5 maggio 2011

SECONDO TEMPO

IL PEGGIO DELLA DIRETTA

TELE COMANDO
TG PAPI
+ pravvissuta ha descritto la sua
fine come un mattatoio e le fo- di Nanni Delbecchi
Nato con
la camicia
lista, sono così: camicia e cra- passati la metà a parlare male

A rischio to “sono così orripilanti” che


la Casa Bianca non le diffon-
derà. Ma il blitz – si dice in un
altro servizio – è stato “magi-
strale”, ipertecnologico, infal-
a saga del conduttore ma-
Lfonda
schio in camicia bianca af-
nella notte dei tempi
televisivi. Dopo una serie di
vatta, da non confondersi
con il più tradizionale culo e
camicia, anche se a volte il
rischio di fare confusione
c’è.
dei suoi colleghi e l’altra metà
a parlare bene di sé. Quando
parla male dei colleghi, si trat-
ti di Fazio, Santoro o Floris,
bisogna riconoscergli di esse-

martirio libile. Il Tg2 si accorge anche


che i prezzi delle benzine sono
segno “dello strapotere delle
compagnie petrolifere”, visto
che il greggio sta scendendo. I
segnali premonitori, la vera
svolta arrivò con Alessandro
Baricco, che in “Pickwick”
(1994), parlando di Proust e
di Dickens, comprese che
Nella puntata conclusiva di
“Niente di personale” (mar-
tedì sera su La 7) Piroso ha
ospitato Giampaolo Pansa,
il quale a sua volta ospitava il
re un vero fuoriclasse. Deci-
samente più loffio il Pansa im-
pegnato a parlare di se stesso,
che ci informa che legge un-
dici quotidiani in cinque mi-
di Paolo Ojetti signori del petrolio rispondono: è il “merca- non soltanto l’era della cra- suo nuovo libro, “Carta strac- nuti, che va alla partita ma se-
to”. Non vale, il “mercato” lo fanno loro. vatta ma anche quella della cia”. Qui, quando incontra gue poco la televisione.
g1 giacca si era conclusa, con ve- personaggi che non fa miste- Quando poi si avventura a oc-
T E allora questa volta rendiamo al Tg1 l’onore g3
delle armi. Qui, dove anche le più colossali bugie T Quando ci sono di mezzo i servizi segre-
ra intuizione da romanziere
(e al tempo stesso, da foto-
ro di conoscere e ammirare,
c’è il Piroso alla massima po-
cuparsi del resto del mondo,
va anche peggio. Cinque mi-
di Berlusconi diventano verità rivelate, le men- ti, c’è sempre qualcosa – appunto – di segre- romanziere). Si poteva, e for- tenza. Quel sorrisetto scodel- nuti prima sostiene che i gior-
zogne della Cia e della Casa Bianca diventano ma- to e di sfuggente. La Casa Bianca – questa la se si doveva presentarsi in lato a mezza bocca, un po’ di nalisti non hanno alcun po-
teria opinabile, oggetto di dubbi e critiche. Sen- ricostruzione del Tg3 – non diffonderà le fo- maniche di camicia, meglio scherno e un po’ d’intesa, tere, come prova il fatto che
tire dal Tg1 che l’America “si interroga sulla le- to, troppo orribili e pericolose. Ma non sa se immacolata. Per il testoste- quel dare del lei che sottin- B. sia ancora lì nonostante ab-
galità e la legittimità” dell’uccisione di Osama nemmeno come rimettere ordine nelle pri- rone, era la morte sua. Da al- tende il suo contrario (siamo bia contro la stragrande mag-
bin Laden, ha solo un significato: che le bugie me “rivelazioni”, che non reggono alla prova lora si sono sprecati conti- così in confidenza che ti do gioranza della categoria. Cin-
hanno le gambe corte, se pure le hanno. E vedere dei fatti: Bin Laden è stato preso e, solo dopo, nuatori ed esegeti del mezzo- del lei), quel fingere di essere que minuti dopo, parlando di
confermate dal Tg1 tutte le cose che ogni per- ucciso con un colpo in piena faccia. Certo, busto che lava più bianco, non davanti alle telecamere Carlo De Benedetti, dice
sona di buon senso immagina (tagliata, la testa di era lo “sceicco del terrore”, un fanatico che dallo stile Harvard di Gianni ma al bar o al ristorante, e di che l’ingegnere dispone di
Osama ne partorirà molteplici altre, come l’Idra aveva la responsabilità diretta e indiretta di Riotta a quello talare (maglio- essere un fan del suo inter- un’arma micidiale con cui an-
mitologica) per una volta consola, non tutto è stragi mostruose: ma il nostro spirito occi- ne dolcevita) del professor locutore, con cui scambiare nienta sistematicamente tutti
perduto. Ritratto di Lorenza Lei, votata all’una- dentale, umano e garantista, dov’è finito? E Silvio Garattini; dalla cami- confidenze e malignità. E’ i suoi nemici (e a quel punto
nimità. Tutti dicono che è “indipendente”. Avrà adesso, come dimostrano le folle mediorien- cia di Nesso di Leonardo da questo il trucco principe di ci si chiede se è amico di Ber-
un anno per dimostrarlo. tali che inneggiano a Bin Laden, il morto sta Silva al segretario Pd Pierluigi Piroso e delle sue interviste in lusconi). Consapevole di tut-
diventando subito un martire, un mito, una Bersani, il nuovo in camicia. maniche di camicia; semplice to ciò, Piroso stava bene at-
g2 mina vagante. Dopo i servizi politici (Berlu- Diciassette anni dopo, il cer- ma geniale, perché gli ospiti tento a non distrarre Pansa
T Quel pasticciaccio brutto di Montecitorio
apre il sipario del Tg2. Berlusconi e Bossi cantano
sconi indica il delfino in Tremonti e parla con
Vespa di “clima da guerra civile”), l’annun-
chio si chiude con Antonello
Piroso, che della camicia
ci cascano quasi sempre. E i
giornalisti sempre, senza il
dal suo cavallo di battaglia
(Pansa stesso), e ha colto il
vittoria, anche se la loro mozione è un foglio bian- cio di una stangatina estiva da 8 miliardi di bianca e delle maniche rim- quasi. Dei cinquanta minuti fiore più raro quando il suo
co e a Bossi che chiedeva un “termine”, risponde euro. In quali tasche pescherà il governo, boccate fino all’avambraccio di conversazione, Pansa ne ha uomo, per una volta, ha par-
indirettamente Rasmussen: e chi può dirlo? Ge- non si sa. E, quasi di riflesso, la base Fiom ha fatto un‘ un’arte, ripristi- lato bene di un collega, che
rardo Greco riordina tutte le novità su Bin La- della ex-Bertone accetta il piano Marchion- nando anche la cravatta regi- Il giornalista Antonello Piroso, poi è anche l’unico che lo in-
den. Non si entusiasma affatto: Osama era disar- ne: Landini non firma e sembra l’ultimo mental. A loro volta le inter- conduttore su La7 del programma vita in tv a reclamizzare i suoi
mato, con lui c’erano 8 bambini, una figlia so- giapponese, eroico, ma solo. viste, di cui Piroso è specia- “Niente di personale” libri. Indovinate un po’ chi?

LA TV DI OGGI
11.00 NOTIZIARIO TG1 14.00 ATTUALITÀ Pome- 14.00 NOTIZIARIO TG 19.30 NOTIZIARIO TG3 11.00 REAL TV Forum 14.05 REALITY SHOW 13.00 TELEFILM Distretto 11.25 TELEFILM Cuore e
11.05 ATTUALITÀ Occhio riggio sul Due Regione - TG3 - Meteo 3 (REPLICA) 13.00 NOTIZIARIO TG5 - Uman - Take control! di Polizia 9 batticuore
alla spesa 16.10 TELEFILM La signora 14.50 RUBRICA TGR Leo- 20.00 RUBRICA Il caffé - Meteo 5 14.25 CARTONI ANIMATI 13.50 REAL TV Sessione 12.30 TELEFILM Due South
12.00 VARIETÀ La prova in giallo nardo Noi e loro (REPLICA) 13.40 SOAP OPERA Beauti- 15.15 TELEFILM E alla fine pomeridiana: il tribunale 13.30 NOTIZIARIO TG La7
del cuoco 17.00 TELEFILM Top Secret 15.00 NOTIZIARIO TG3 20.30 RUBRICA Consumi e ful arriva mamma! di Forum 13.55 FILM Il cacciatorpe-
13.30 NOTIZIARIO TG1 17.45 NOTIZIARIO TG2 L.I.S. consumi 14.10 SOAP OPERA Cento- 15.45 TELEFILM Zack e Cody 15.10 TELEFILM Flikken diniere maledetto
14.00 NOTIZIARIO TG1 Flash L.I.S. 15.05 SPECIALE Tribune 20.57 NOTIZIARIO Agrime- Vetrine sul ponte di comando coppia in giallo 15.55 DOCUMENTARIO
Economia - TG1 Focus 17.50 NOTIZIARIO SPORTI- Elezioni Amministrative teo 14.45 TALK SHOW Uomini 16.40 TELEFILM Zeke e 16.15 DOCUMENTARIO Atlantide - Storie di uomi-
14.10 ATTUALITÀ Se... a VO Rai TG Sport 15.50 NOTIZIARIO TG3 GT 21.00 NOTIZIARIO News e Donne Luther Magnifica Italia ni e di mondi
casa di Paola 18.15 NOTIZIARIO TG2 Ragazzi lunghe da 24 16.15 ATTUALITÀ Pome- 17.10 SIT COM Camera 16.20 FILM Le avventure 17.40 TELEFILM J.A.G. -
16.10 ATTUALITÀ La vita 18.45 TALK SHOW Mauri- 16.00 DOCUMENTARIO 21.27 PREVISIONI DEL TEM- riggio Cinque Cafè del capitano Hornblower - Avvocati in divisa
in diretta zio Costanzo Talk Cose dell'altro Geo PO Meteo 18.50 GIOCO Chi vuol 17.40 SIT COM Camera Il temerario 18.35 REAL TV Cuochi e
18.50 GIOCO L'eredità 19.30 TELEFILM Squadra 17.40 DOCUMENTARIO 21.30 RUBRICA Tempi essere milionario Cafè Ristretto 18.55 NOTIZIARIO TG4 - fiamme
20.00 NOTIZIARIO TG1 Speciale Cobra 11 Geo & Geo dispari 20.00 NOTIZIARIO TG5 - 17.50 SIT COM Love Bugs Meteo 19.40 VARIETÀ G' Day
20.30 ATTUALITÀ Qui 20.25 Estrazioni del Lotto 19.00 NOTIZIARIO TG3 - 22.30 NOTIZIARIO News Meteo 5 18.10 REALITY SHOW 19.35 SOAP OPERA Tempe- 20.00 NOTIZIARIO TG La7
Radio Londra 20.30 NOTIZIARIO TG2 - TG Regione - Meteo lunghe da 24 20.30 ATTUALITÀ Striscia Uman - Take control! sta d'amore 20.30 ATTUALITÀ Otto e
20.35 GIOCO Affari tuoi 20.30 20.00 VARIETÀ Blob 22.57 PREVISIONI DEL TEM- la Notizia - La voce del- 18.30 NOTIZIARIO Studio 20.40 EVENTO SPORTIVO mezzo
21.10 FICTION Un medico 21.05 ATTUALITÀ Annozero 20.10 TELEFILM Cotti e PO Meteo l'improvvidenza Aperto - Meteo Calcio, UEFA Europa Lea- 21.30 REAL TV S.O.S. Tata
in famiglia 7 "Il desiderio 23.10 NOTIZIARIO TG2 - mangiati 23.00 RUBRICA Il punto 21.10 VARIETÀ Lo Show 19.00 NOTIZIARIO SPORTI- gue 2010/2011 Semifinale, (REPLICA)
più grande" "Problema di TG2 Punto di vista 20.35 SOAP OPERA Un 23.27 PREVISIONI DEL TEM- dei Record VO Studio Sport gara di ritorno Sporting 23.20 VARIETÀ G' Day
coppia" 23.25 DOCUMENTARIO posto al sole PO Meteo 23.30 ATTUALITÀ Matrix 19.30 TELEFILM C.S.I. Mia- Braga - Benfica (DIRETTA) (REPLICA)
23.20 ATTUALITÀ Porta a La Storia siamo noi 21.05 TELEFILM Desperate 23.30 NOTIZIARIO News 1.30 NOTIZIARIO TG5 mi 22.40 RUBRICA SPORTIVA 23.30 ATTUALITÀ Effetto
Porta 0.25 RUBRICA Base Luna Housewives brevi Notte - Meteo 5 Notte 20.30 GIOCO Trasformat Speciale Europa League Domino 2020
0.55 NOTIZIARIO TG1 1.05 ATTUALITÀ TG Par- 23.25 VARIETÀ Parla con me 23.33 ATTUALITÀ Inchiesta 2.00 ATTUALITÀ Striscia 21.10 FILM The Bourne 23.10 RUBRICA Cinema 0.25 NOTIZIARIO TG La7
Notte - TG1 Focus - Che lamento 0.00 ATTUALITÀ TG3 23.57 PREVISIONI DEL TEM- la Notizia - La voce del- Supremacy Festival 0.40 ATTUALITÀ Otto e
tempo fa 1.20 TELEFILM In Justice Linea notte PO Meteo l'improvvidenza (REPLICA) 23.20 REALITY SHOW 23.15 FILM Bordertown mezzo (REPLICA)
1.30 ATTUALITÀ Qui 2.05 PREVISIONI DEL TEM- 1.00 RUBRICA Appunta- 0.00 NOTIZIARIO News 2.20 TELEFILM In tribuna- Uman - Take control! 1.25 NOTIZIARIO TG4 1.20 DOCUMENTI La7
Radio Londra PO Meteo 2 mento al cinema lunghe da 24 le con Lynn 0.05 VARIETÀ Le Iene Night News Colors

TRAME DEI FILM PROGRAMMIDA NON PERDERE


/ The Bourne Supremacy  Annozero  Effetto Domino 2020
Torna Jason Bourne, il letale agente Qual è lo stato di salute del governo? Ricchezza e povertà: istruzioni per il
segreto che ha perso memoria ed iden- Quali i reali rapporti fra Berlusconi e la futuro. Il mondo sarà sempre più ricco
tità. Jason si era rifugiato in India con Lega? Mentre il governo fatica a tenere ma sempre più diseguale? Siamo pronti
la nuova fidanzata nel tentativo di salda la maggioranza, la crisi economica ad un’ economia così distribuita? Myrta
recuperare un po’ di serenità. Ma un logora il Paese reale. Michele Santoro ne Merlino ne parlerà in un’intervista con
attentato a Berlino, dove viene ucciso parla con i suoi ospiti: il leader del Par- Serge Latouche, il guru mondiale della
un informatore dell’Agenzia, scatena tito Democratico Pier Luigi Bersani, il decrescita e con gli ospiti in studio Giu-
una serie di eventi per cui Jason si tro- Presidente della Regione Lombardia seppe Mussari Presidente Abi, Innocen-
/ Agorà / Bordertown  La Storia siamo noi
va, suo malgrado, nuovamente nei guai. Roberto Formigoni e i giornalisti Nico- zo Cipolletta Presidente Università di
Nel IV Secolo dopo Cristo ad Alessan- Ciudad Juarez è una città di confine tra A pochi giorni dall’anniversario della
Un sicario inviato ad ucciderlo fallisce la Porro del Giornale e Massimo Gian- Trento e Massimo Mucchetti, giornali-
dria d'Egitto, teatro delle contese tra il Messico ed il Texas, diventata triste- morte del grande statista democristia-
la missione, ma elimina Marie... nini di Repubblica. sta del Corriere della Sera.
la neonata civiltà cristiana ed i pagani, mente nota per l'assassinio di almeno no “La Storia Siamo noi”ricostruisce
la filosofa Hipatia lotta per difendere la Italia 1 21,10 settanta operaie di una fabbrica, rapite,
Rai 2 21,05 uno dei più intricati misteri di questa
La7 23,30
cultura antica, aiutata dai suoi discepo- stuprate e uccise dal 1993 in poi con vicenda: il Memoriale Moro. Le carte
li.Tra questi, due uomini innamorati di cadenza regolare. Spetta a Lauren ritrovate nel covo di via Monte Nevoso,
lei: l’arguto Oreste e il giovane schiavo Adrian (Jennifer Lopez), giornalista di a Milano, dapprima nel 1978 e poi nel
Davo, combattuto tra l’amore per la Chicago, indagare a fondo sul caso, 1990, sono infatti incomplete. E allora,
sua padrona e la libertà che otterrebbe, naturalmente senza cadere nella trap- quali sono i pezzi che mancano? E
unendosi ai cristiani... Nastro d'argen- pola del serial-killer, che la osserva soprattutto, dove sono i manoscritti
to 2010 e 7 Premi Goya 2010. celatamente durante ogni sua mossa. originali?
Sky Cinema 1 21,10 Rete 4 23,15 Rai 2 23,25
Giovedì 5 maggio 2011 pagina 17

SECONDO TEMPO

feedback$
MONDO
FACEBOOK VISTO DA ASSANGE
WEB
di Federico Mello
è IL PD IN PUGLIA LITIGA SU FACEBOOK
IL SEGRETARIO REGIONALE CONTRO IL SINDACO DI BARI
“La politica non si fa su Facebook. Non capisco chi alla
sera tardi si mette a scrivere questo e quello. Io mi
riposerei dopo una giornata di lavoro”. Riposta seccata –
e analogica – del segretario pugliese del Pd Sergio Blasi
alle critiche del sindaco di Bari, Michele Emiliano che
aveva utilizzato il social network – tra l’altro – per
Commenti al post
su ilFattoQuotidiano.it:
“Ballarò, La Russa:
“Lukashenko, chi è
questo?”

contestare la scelta del Pd di candidare capolista a è NON C’È dubbio!!

“Una macchina è GIOVANARDI E KHAMENEI


GRUPPO FB “BACI CONTRO L’OMOFOBIA”
Il gay center, gruppo per i diritti degli
Massafra Michele Mazzarano, tirato in ballo
dall’imprenditore Gianpaolo Tarantini nelle
indagini sullo scandalo sanità in Puglia. “Io – ha
detto Blasi – sono garantista e attendo l’esito
delle indagini”. Il segretario Pd, più che
un’intellettuale a tutto tondo
ed un “savoire faire” tipico
della Destra di una volta!
Fabrizio08

di spionaggio” omosessuali, per rispondere alle


dicharazioni di Giovanardi su Ikea e
famiglia, ha aperto il gruppo
Facebook “baci contro
l’omofobia” e invita tutti a inviare
prendersela con Facebook, avrebbe potuto
chiarire com’è stato scelto Mazzarano.
è IL BELLO è che Casini
glielo aveva appena detto:
“dittatore bielorusso”. Il
massimo è stato quando ha
cercato di dire che i militari
foto e immagini di baci per
IsélAssange
fondatore di Wikileaks Julian
torna a far parlare di
in modo plateale: accusa Fa-
ca piccata di Facebok. Sicuramen-
te, le autorità Usa – come quelle
italiane – possono chiedere di ac-
lanciare un messaggio dalla Rete. Il
primo bacio a essere pubblicato è
italiani non bombardano i
civili, ma semmai sono
sbagliati gli ordini che
cebook di essere “la macchina di cedere alle bacheche Facebook di il fotomontaggio dell’unione tra il vengono dal personale a terra.
spionaggio più spaventosa che persone indagate. Diverso però il sottosegretario Carlo Giovanardi, Ovvero: non è colpa nostra
sia mai stata inventata”. L’hacker caso di un vera e propria “inter- artefice della polemica contro i che gli abbiamo tirato il
ha affidato il suo j’accuse a Russia faccia” a disposizione e da consul- manifesti dell’ikea con il leader missile, ma loro che stavano
Today, così come riferisce il Daily tare a piacimento. Il tema delle in- fondamentalista iraniano sulla traiettoria!
News. Il sito di Zuckerberg, se- gerenze sulla privacy da parte di Ayatollah Khamenei. Fra313
condo Assange, è “il database governi e servizi, comunque, ri-
più completo al mondo di per- mane all’ordine del giorno. In è IN DUE puntate di Ballaró
sone, con i loro rapporti, i loro Russia, il maggior motore di ricer- due Minsitri hanno fatto due
nomi, i loro indirizzi, i luoghi in ca, Yandex, ha “tradito” Aleksiei fuguracce colossali, prima la
cui si trovano, le loro comunica- Navalni, il più influente e temuto Gelmini e poi La Russa. E c’é
zioni”. Tutto ciò, aggiunge, sa- blogger anticorruzione russo. I gente che ancora non capisce
rebbe “accessibile ai servizi se- nomi dei suoi finanziatori, finora da chi siamo governati e
greti Usa”, al punto che “Face- anonimi, sono stati svelati da alcu- voterebbe ancora per questa
book, Google, Yahoo e tutte le ni “Nashi”, militanti del movimen- banda.
grandi organizzazioni Usa, sono to di Putin: sono gli stessi dati che Andrej
dotate di un’interfaccia per l’in- il motore di ricerca aveva rivelato
telligence”. ai servizi segreti su esplicita ri- è LUKASHENKO non
Assange, che si è contraddistinto chiesta. Immediata la domanda: esiste. È un’invenzione della
ultimamente per accuse molto come sono finiti dai servizi ai mi- scuola pubblica, comunista
mediatiche e non sempre circo- litanti putiniani? La stampa locale italiana. Infatti Ignazio Benito
stanziate, non aggiunge “cable” a fa notare come il motore stia per Maria La Russa ha studiato in
supporto della sua denuncia. sbarcare in Borsa e, la fuga di no- una scuola privata svizzera.
“Non è mai accaduto di aver su- tizie, potrebbe rappresentare uno Milu
bito pressioni affinché rivelassi- stop “governativo” all’operazione
mo determinate informazioni, che potrebbe portare il motore di è CHE DIRE? Ennesima
bensì rispondiamo alle leggi che ricerca in mani straniere. Julian Assange; Mark Zuckerberg; figura di ***** di un ministro
sono obbligatorie” è stata la repli- f.mello@ilfattoquotidiano.it Michele Emiliano su Fb; arrogante e incompetente!
la strana coppia Povera Italia.
“Giovanardi-Khamenei” Peleppe

I FILM LO SPORT è HO VISTO tutta la puntata


di ieri, come sempre, tra La
SC1= Cinema 1
SCH=Cinema Hits
SCF=Cinema Family
SCC=Cinema Comedy
SP1=Sport 1
SP2=Sport 2
BLOGGER DEL MAGHREB IN SPAGNA Russa e Crozza non so mai
SCP=Cinema Passion SCM=Cinema Max SP3=Sport 3
FATMA E LA VIGNETTA DA ARRESTO scegliere chi mi fa più ridere.
I cyberattivisti del Maghreb si sono Peleppe
17.50 Doppia ipotesi per un 16.00 Tennis, ATP World Tour
incontrati di persona. È successo a
delitto SCM Masters 1000 2011 Madrid:
MediEncounter, il primo meeting dei blogger del è BENE fanno Floris e
18.55 Ladykillers SCC ottavi di finale (Diretta) SP2
Mediterraneo che si è svolto a Xàabia (Alicante) il 29 e 30 Santoro a chiamarli in studio,
19.05 Mine vaganti SC1 17.30 Calcio, Serie A 2010/2011 aprile. Gli ospiti di punta sono stati due tunisini, il come quel “professore” che
19.15 Guida per riconoscere Anticipo 13a giornata ritorno fumettista anonimo Z e la sceneggiatrice Fatma Riahi, doveva perorare la causa del
i tuoi Santi SCP Inter - Chievo (Sintesi) SP1 uniti dalla censura del regime. nucleare e che non conosceva
19.15 La mia vita è un 18.00 Tennis, ATP World Tour Nel 2008 Z aveva cominciato a denunciare sul suo blog la nulla sulle scorie nucleari
disastro SCF Masters 1000 2011 Madrid: speculazione edilizia del governo di Ben Ali, che stoccate in Italia. Queste
19.25 The Skeptic SCM ottavi di finale (Highlights) SP2 nascondeva corruzione e malaffare. Da lì la critica si figure barbine sono tutti voti
19.25 Hotel Bau SCH 19.00 Tennis, ATP World Tour estese anche ai membri della famiglia presidenziale e in persi... continuasse il
21.00 Il sapore della vittoria SCP Masters 1000 2011 Madrid: Rete cresceva la visibilità. Le vignette di Z, da sempre cosiddetto ministro della
21.00 Shutter Island SCM ottavi di finale (Diretta) SP2 rimasto anonimo, erano in francese e per questo Fatma difesa a dire che “i napoletani
21.00 Una notte al museo 2: 21.00 Calcio, UEFA Champions Riahi, alias Arabicca, decise di tradurle in arabo sul suo hanno risporcato Napoli” ...è
La fuga SCF League 2010/2011 Semifinale, blog. La polizia, convinta che lei fosse l’autrice, la arrestò il solo un bene lasciarli parlare.
21.00 Wild Target SCC gara di ritorno Barcellona - 2 novembre 2009 e Franzosco
21.10 Un'estate ai Caraibi SCH Real Madrid (Replica) SP1 decise di trattenerla in
21.10 Prima tv Agorà SC1 22.00 Tennis, ATP World Tour carcere 5 giorni. è FOSSI in Floris
22.45 Whipped SCC Masters 1000 2011 Madrid: Per il suo rilascio modificherei un poco la
22.50 La rivincita delle ottavi di finale (Replica) SP3 fu determinante la disposizione delle poltrone
damigelle SCF 23.30 Basket, NBA 2010/2011 vignetta che Z nello studio, lasciando un
23.00 Ondine SCP Playoff, Semifinale di Conference pubblicò per poco più isolati i vari
23.10 Watchmen SCH Gara 2 Los Angeles Lakers - scagionarla. “ministri” che partecipano,
23.20 Il piccolo Nicolas e i Dallas Mavericks (Replica) SP2 Nell’immagine il (vedi anche Gelmini) allora
suoi genitori SC1 1.00 Calcio, Serie A 2010/2011 fenicottero rosa, secondo me diventerebbe
23.25 Traitor SCM Posticipo 16a giornata protagonista delle sue davvero un programma
0.10 Per sesso o per amore? SCC ritorno Lazio - Juventus strisce, diceva “Io non comico.
0.40 Cool Runnings SCF (Replica) SP1 sono Fatma”. Freemarc
All’indomani la
blogger venne è RADIO SHERWOOD VA ONLINE è QUESTO è il livello
rilasciata. I due attivisti STORICA EMITTENTE NO-GLOBAL culturale e comportamentale
RADIO si sono reincontrati a
MediEncouter. Poi lei
è tornata a Tunisi e lui
“Radio Sherwood”, punto di riferimento
dalla metà degli anni ‘70 prima
dell’autonomia padovana e poi dei
di una persona chiamata a
guidare un comparto
delicatissimo della nostra
è ARRIVANO I NUOVI IMAC
A “Radio3 Scienza” l’atomo CON PROCESSORE QUAD-CORE
a Parigi, dove si è
trasferito per sfuggire
movimenti no global, ha lasciato da questa
settimana le onde radio della modulazione
nazione: in realtà abbiamo di
fronte un ometto da relegare
I Mac-fan si preparino. Apple ha
è nudo annunciato l’arrivo dei nuovi iMac
alla censura.
(Eleonora Bianchini)
di frequenza, canale 97.800, per trasferirsi
sul web. “Non è la fine di un processo –
come comparsa al Bagaglino!
Iltrota
all-in-one, che includono ora
Un piccolo sistema solare.Al centro un nucleo di proto- dice Wilma Mazza, una delle colonne
processori quad-core di ultima
dell’emittente fondata nel 1976 da Emilio è SEMPRE più imbarazzo
ni e neutroni, e gli elettroni che gli ronzano intorno. generazione, nuova grafica potente,
Vesce – ma un rafforzamento. Siamo empatico. Dio mio, in mani a
rivoluzionaria tecnologia I/O Thunderbolt ad alta velocità
Cent’anni fa Ernst Rutherford presentava il modello sempre stati all’avanguardia per l’uso delle chi siamo.
e una nuova videocamera FaceTime HD, per video chat e
tecnologie”. Già da qualche anno il Franzosco
atomico che ci ha aiutato a visualizzare la realtà a livel- conferenze. A partire da 1.149 euro, il nuovo iMac
portale web viaggiava in parallelo con la
lo microscopico. E che è diventato uno dei simboli del- promette fino al 70 per cento di velocità in più, mentre i
radio e “il nostro portale diventerà ancora è POVERO La Rissa, non si
nuovi processori grafici garantiscono prestazioni fino a tre
l'indagine scientifica. Lo celebriamo insieme a Dario più potente con audio e video”. La rende conto che meno parla e
volte superiori rispetto alla generazione precedente. “Con
frequenza è stata ceduta dalla società più bella figura farebbe!
Bressanini, chimico dell'università dell’Insubria. processori quad-core all’avanguardia, nuova potente
cooperativa e gli introiti reinvestiti “nel Purtroppo l’uomo è
capacità grafica, tecnologia Thunderbolt e una
Consumare meno energia, e usarla meglio. Scopriamo potenziamento multimediale. “Mi sembra “sanguigno” e lasciandosi
videocamera FaceTime HD, abbiamo migliorato
la cosa giusta – dice Luca Casarini –: andare da’ la più ampia
come con Andrea Mameli, fisico e autore di Manuale di ulteriormente quello che era già il miglior desktop al
bisogna essere sempre un laboratorio dimostrazione della sua
sopravvivenza energetica (Scienza Express, 2011). mondo” l’annuncio del manager Apple Philip Schiller .
innovativo”. La rete, aggiungono i levatura intellettuale e umana,
Al microfono Rossella Panarese. militanti, permette di rivolgersi a un tipica della Destra del bel
“territorio globale, senza limiti fisici” e tempo andato!
Radiotre 11,00 sperano di arrivare alle trasmissioni video. Fabrizio08
pagina 18 Giovedì 5 maggio 2011

SECONDO TEMPO

nordisti
PIAZZA GRANDE É di Gianni Barbacetto

DOPPIA LETIZIA
sostenere Letizia Moratti nella sua faticosa corsa
A verso la rielezione a sindaco di Milano c’è anche la

Ora si tratta con il Mullah Omar? Lista Riconoscenza. In verità si chiamerebbe “Milano al
centro”, ma al centro di che? È una lista civetta per
raccattare il “voto di ringraziamento”. Proviamo a
spiegare. È composta da uno stuolo di sconosciuti, a
di Massimo Fini fatti che sono avvenuti negli Sta- Il Washington Post esponenti talebani. In realtà era- parte Ornella Vanoni, ottima nella musica e pessima in
ti Uniti al World Trade Center e no solo delle scartine raccattate politica. Capilista Giovanni Terzi e Mariolina Moioli.
l Washington Post avanza l'i- sostiene per le strade di Kabul. Si sono

I
al Pentagono. Condividiamo il Due assessori uscenti. Il primo alle Attività produttive,
potesi che la morte di Osa- dolore di tutti coloro che hanno sempre rifiutati di trattare con il politiche del lavoro e dell'occupazione. La seconda alla
ma bin Laden possa favori- perso i loro familiari e i loro cari che l’eliminazione Mullah Omar ritenendolo ina- Famiglia, scuola e politiche sociali. Due assessorati
re le trattative con i talebani in questi incidenti. Tutti i re- di Bin Laden deguato per una pacificazione delicati e preziosi. Moioli è la zarina dei servizi sociali e
afghani guidati dal Mullah sponsabili devono essere assi- nazionale. Omar è invece l'uni- con la sua attività di assessore si è meritata il
Omar. Sarebbe finalmente una curati alla giustizia. Noi voglia- faciliterà co interlocutore possibile per- “ringraziamento” di cooperative, associazioni,
cosa di buon senso dopo dieci mo che siano puniti e ci augu- ché è lui che guida, con mano di fornitori. Terzi è lo zar del commercio e della moda, e il
anni di inutile guerra all'Afgha- riamo che l'America sia pazien- i rapporti tra Usa e ferro, la guerriglia. Bin Laden è
“ringraziamento” lo chiede ai negozianti e agli
nistan che ha causato 60 mila te e prudente nelle sue azioni”. morto, gli Stati Uniti potrebbero
morti fra i civili, 35 mila fra i talebani: la fine della dire: ora che la caccia è finita, il operatori del settore in cui ha svolto le sue funzioni
guerriglieri talebani e 2441 ca- E ALLORA PERCHÉ il Mul- sangue delle Twin Towers ven- pubbliche. In più è grande amico di Marcello Dell’Utri e
duti fra i soldati della Coalizio- lah Omar si rifiutò di estradare
caccia potrebbe dicato, si può trattare anche con dell’Opus Dei. Insomma: “Milano al centro” è una lista
ne. È un'ipotesi plausibile e fat- Bin Laden come volevano gli essere una buona il Mullah Omar ponendo come mirata a raccogliere i consensi di quello che nella Prima
tibile, anche se per motivi di- Stati Uniti? Perché Omar, che a condizione, tanto per salvare la Repubblica si sarebbe chiamato clientelismo di governo
versi da quelli avanzati dal gior- suo modo, anche se ciò può suo- exit strategy faccia, che il leader dei talebani e che invece nella Seconda fanno passare (ahi, la
nale americano secondo il qua- nar strano ad orecchie occiden- dichiari di rinunciare ai legami corruzione delle parole!) per coinvolgimento della
le la morte del Califfo saudita tali, è un legalista, chiedeva che dall’Afghanistan con al Qaeda. Omar accettereb- società civile.
potrebbe indurre i talebani af- ci fosse una seria inchiesta sugli be? La Lista Riconoscenza dunque è al lavoro. Forse non
ghani a rompere definitivamen- attentati dell'11 settembre e del- Se la condizione è questa, cer- raccoglierà grandi numeri, ma Letizia Moratti sa che in
te con al Qaeda e il terrorismo le prove che alle spalle ci fosse tamente, così come accettereb- questa battaglia, per lei così difficile, anche poche
internazionale. Omar e Osama davvero Osama bin Laden. Gli be, credo, ispezioni Onu che ac- centinaia di voti possono fare la differenza. Forse della
erano ai ferri corti già nel 1998 americani, che avevano già am- certino che su suolo afghano Lista Riconoscenza non sarà eletto nessuno, nessuno
dopo gli attentati alle ambascia- massato bombardieri e truppe non ci sono campi di addestra- entrerà in Consiglio comunale, ma che importa? I due
te americane in Kenya e Tanza- in Pakistan, risposero arrogan- mento per qaedisti. Se costoro
assessori uscenti hanno già pronte, in caso di vittoria di
nia, attribuiti a Bin Laden, che temente: “Le prove le abbiamo dovessero rifarsi vivi, sarebbe
provocarono 223 morti e 4000 date ai nostri alleati”. A questa lui il primo a cacciarli visto che è donna Letizia, due nuove poltrone d’assessore.
feriti. Poco dopo 75 missili risposta il governo dei talebani a causa loro che ha perso il Paese La campagna elettorale la fanno, però. Eccome. Con
Cruise si abbatterono sulle replicò come avrebbe fatto che governava. Se invece le con- qualche problema per la divisione tra amministrazione
montagne di Khost, dove gli qualsiasi altro governo del mon- dizioni di Obama o di chi per lui (che dovrebbe essere per tutti i cittadini) e politica di
americani ritenevano che si tro- do: che a quelle condizioni, sen- Bin Laden non serve a rompere i fossero: dopo Karzai un altro parte. La Lista Riconoscenza mischia i due piani. E ha
vasse Bin Laden con i suoi cam- za un'inchiesta, senza prove legami fra i talebani e i terroristi Qusling in salsa americana, co- trasformato gli uffici comunali di largo Treves, sede della
pi di addestramento. Non cen- non poteva consegnare una per- internazionali che non ci sono me Naiisbullah lo era stato per i direzione centrale Famiglia, scuola e politiche sociali, nel
trarono il bersaglio, ma fecero sona, che non aveva la naziona- più da tempo, serve all'America sovietici, basi Nato nel Paese e quartier generale della campagna elettorale per Letizia
un bel po' di morti. I bombar- lità americane né quella afgha- per quella exit strategy dignitosa truppe Yankee, sia pur ridotte, sindaco. Strutture e personale, invece di lavorare per tutti
damenti proseguirono per na, che era comunque un ospite che sta cercando da almeno un su suolo afghano, direbbe di no. i cittadini, nelle ultime settimane sono precettati, ventre
qualche mese. Bin Laden era del loro Paese e sotto la loro tu- paio d'anni. Non ha combattuto 30 dei suoi a terra, per ottenere il bis della Moratti a Palazzo
quindi diventato un problema tela, così, al buio, alla giustizia 49 anni di vita per la libertà del Marino. I dirigenti sono costretti a distogliere
per il governo talebano. Così degli Stati Uniti. Il Mullah Omar LA SITUAZIONE sul campo suo Paese, sacrificandogli l'inte- l’attenzione dalle loro attività istituzionali per dedicarsi
quando il presidente Clinton si è giocato un Paese e la sua vita della Nato è divenuta insosteni- ra esistenza, per vedersi impor- alla propaganda. Tra questi, il dottor Patrizio
propose al Mullah Omar di eli- stessa non per difendere Bin La- bile. Secondo le stime più recen- re alla fine una “pax america- Mercadante, direttore del Settore servizi per giovani e
minare fisicamente Bin Laden, den, di cui poco o nulla gli im- ti, i talebani occupano l'80% del na”.
minori, che invece di lavorare nella sua sede,
il leader dei talebani, attraverso portava, che anzi si sarebbe tol- Paese e con una strategia avvol-
il suo ministro degli Esteri, Wa- to volentieri dai piedi, ma per gente stanno bloccando, a est, a Letizia Moratti (FOTO EMBLEMA) in via Porpora, dove dovrebbe svolgere i
kil Muttawakil, inviato a Wa- una questione di principio e di- sud, a ovest, tutte le vie di rifor- compiti per cui è pagato, passa le sue
shington alla fine di quell'anno, gnità. Comunque sia sono anni nimento alle truppe occidentali giornate in largo Treves a fare campagna
si dichiarò d'accordo. Ma quan- che al Qaeda non è più in Afgha- (l'unica sicura rimane quella da elettorale per la Lista Riconoscenza. È
do la cosa sembrava ormai fatta nistan. La Cia ha calcolato che su nord, dalla Russia via Turkmeni- ricomparsa in quegli uffici anche l’ineffabile
Clinton si tirò inspiegabilmen- circa 50 mila guerriglieri che stan e dipende dalla benevolen- Carmela Madaffari. Già potentissimo
te indietro. combattono gli occupanti occi- za di Putin). D'altro canto i tale- direttore centrale del settore Famiglia,
dentali solo 359 sono stranieri. bani non sono in grado di dare la arrivata a Milano dopo essere stata cacciata
E VENNE l'11 settembre. Ma sono ceceni, uzbechi, tur- spallata decisiva nelle grandi cit- da un paio di Asl della natia Calabria,
Mentre le folle di tutti i Paesi del chi, non arabi wahabiti che han- tà – Kabul, Mazar i-Sharif, Herat Madaffari dal 1 aprile è ufficialmente in
mondo arabo scendevano in no in testa il jihad universale – perché troppa è la sproporzio- pensione. Ma è tornata a convocare e dare
piazza per manifestare la loro contro l'Occidente. Gli insurgen- ne con gli armamenti della Na- ordini come fosse ancora in servizio.
gioia, fra i tanti attestati di soli- ts, gli insorti come li definiscono to. La situazione è di stallo. Più Nell’azione di propaganda pro-Moratti
darietà e di cordoglio che arri- la stessa Cia e il Pentagono (solo volte gli americani hanno cerca- impiega dirigenti e funzionari, utilizza
varono agli Stati Uniti ce n'era La Russa e Frattini li chiamano to di avviare trattative, nemme-
personale della sua ex segreteria, materiale,
anche uno del governo taleba- ancora “terroristi”), sono solo no tanto segrete, con i talebani
no. Un comunicato ufficiale che gente che, con l'appoggio della così detti moderati per uscirne. informazioni riservate, documenti interni
diceva: “Bismullah ar-Rabman stragrande maggioranza della Nell'ottobre del 2010 hanno isti- dell’amministrazione, auto e autisti. Come
ar Rabim (nel nome di Allah, del- popolazione, vogliono che le tuito un Alto consiglio di pace in fosse ancora il capo. Uso privato di
la grazia e della compassione). truppe straniere se ne vadano cui sostenevano di aver coinvol- amministrazione pubblica. Anche questo è la
Noi condanniamo fortemente i dall’Afghanistan. La morte di to anche alcuni importanti campagna elettorale a Milano.

L’Italia
Bobbio, straniero impersonata
dal cavalier
poté talora indurre ad errori di giu-
dizio che ebbe, quasi sempre, l’o-
nestà di ammettere, ex post. Così, i
suoi giudizi sulle guerre del mon-
come quello con Günther Anders,
che gli fece scoprire, nei primi an-
ni Sessanta, la “coscienza atomi-
ca”, e per cui scrisse la Prefazione
costruzione, quella che scopriva
il significato della gramsciana
“ri-succedersi di illusioni e disil-
lusioni”, agli occhi del vecchio fi-

in Patria Berlusconi, non


era l’Italia del
do post-bipolare, a cominciare dal-
la prima, quella del Golfo, dell’ini-
zio del 1991, definita improvvida-
mente “giusta”, o quella della Nato
all’edizione italiana di quel bellis-
simo diario di viaggio nelle città
giapponesi martiri della “bomba”.
Altrettanto intenso, e più convin-
cente, il dialogo di Bobbio con la
losofo appariva trasformata nel
suo contrario: l’Italia del malaffa-
re giunta, trionfalmente, al pote-
re, dopo che, per un momento,
era parsa sconfitta e messa alla
È in libreria “L’Italia delle idee” di civile. Era una «Italia contesa», in professore politica interna, e totale la sua ri- gogna davanti a una pubblica opi-
Angelo d’Orsi (Bruno Mondadori, cui i due campi erano diventati pulsa delle nuove (o presentate co- nione infine ridestata da un lungo
23 euro - 360 pagg). Di seguito due eserciti, uno dei quali all’at- torinese: lontana me tali) ideologie, espresse in in- sonno… Questa Italia angosciò
un estratto dell’ultimo capitolo tacco, da posizioni di vantaggio, dalla sua dividui e movimenti, presto tra- l’estrema vecchiezza di Norberto
l’altro sulla difensiva, con forte sformatisi in partiti. Bobbio, contribuendo a toglier-
di Angelo d’Orsi inferiorità di armi, e soprattutto rimpianta e forse gli la voglia stessa di far udire an-
con assenza di figure carismati- CON SOBRIETÀ , che a qual- cora la sua voce, resa più flebile e
a cifra essenziale dell’Italia che capaci di contrastare l’ir- sognata stanca dal carico degli anni. So-

L
cuno poteva sembrare esitazio-
degli anni Novanta e poi dei ruento, irrefrenabile, ora scher- ne, Bobbio monitorò criticamen- prattutto quella sensazione che
primi due decenni del Due- zoso, ora aggressivo Berlusconi. “Italia civile” te l’Italia degli anni Novanta, ul- egli aveva riassunto nell’espres-
mila è il manicheismo. O [...] timo suo decennio di vita, men- sione “straniero in Patria”, di cer-
con me, o contro di me. Anche tre portava avanti una dolente ri- to alleviò Bobbio nell’abbando-
se può esser vero che il nostro è VI SONO stati contravveleni in tutto, pur negli ultimi suoi anni. (del ’99), contro la Repubblica Ju- flessione sulla vecchiezza. E in no della scena: l’Italia impersona-
stato sempre un paese diviso, o questa Italia videocratica, ipercon- Grande sistematizzatore, eccellen- goslava, etichettata addirittura co- parallelo all’inesorabile avanzare ta dal cavalier Berlusconi, non era
comunque portatore di conce- sumistica, postdemocratica e trop- te analista, seppe, con tutti i suoi me “etica”. Bobbio, d’altronde, dell’età, alla perdita di amici e fa- l’Italia del professor Bobbio; un’I-
zioni politiche e visioni ideali po prona ai dettami vaticani? Vi so- limiti – teoretici e legati ai compor- non fu un esponente del pacifi- miliari, si definiva il sentimento talia, lontana incommensurabil-
fortemente oppositive, per la no stati, e vi sono: certamente un tamenti politici – cogliere quasi smo, ideologia che in Italia non ha di crescente estraneità a quella mente dalla sua rimpianta e forse
prima volta dopo il 1948, in un nucleo importante, forse il princi- sempre il punto decisivo delle que- avuto grande fortuna, ma aveva di- Repubblica, che, accanto a tanti sognata “Italia civile”, che era or-
crescendo impressionante, e in pale, fu, ancora una volta, colloca- stioni filosofico-politiche, mentre mostrato apertura e sensibilità alla altri, intellettuali e politici, mili- mai un paese a cui egli si sentiva
modo unilaterale, si giungeva a to sotto la Mole, terreno fecondato il versante giuridico andò lungo i tematica, sia grazie a rapporti uma- tanti e combattenti, egli aveva profondamente estraneo e dal
una situazione che si avvicinava dal liberalismo, dal cattolicesimo decenni riducendosi, pur senza ni e politici, per esempio con Aldo contribuito a costruire. Quell’Ita- quale non dovette dispiacergli
a quelle che preludono o addirit- sociale, dall’azionismo, dal gram- venir meno. Il che se da un lato lo Capitini (a cui ho fatto riferimen- lia accesa dalle grandi speranze troppo uscire per l’estremo viag-
tura accompagnano una guerra scismo. Norberto Bobbio, innanzi aiutò nel fare chiarezza, dall’altro to), sia per incontri intellettuali, resistenziali, e poi l’Italia della ri- gio.
Giovedì 5 maggio 2011 pagina 19

SECONDO TEMPO

IL FATTO di ieri5 maggio 1920

Bin Laden
MAIL BOX Sono le 10 della sera del 5 maggio 1920, quando su un tram
per Boston, salgono due agenti in borghese. A bordo, sulla
via di casa, ci sono loro, Nick e Bart, Sacco e Vanzetti
all’anagrafe, italiani, immigrati, anarchici. Fermati e
catturati in uno degli ordinari Palmer Raids, i famigerati
blitz preventivi contro i sospetti sovversivi voluti dal
ministro della Giustizia americana, Mitchell Palmer. Nelle
tasche dei due “dagos”, emarginati di periferia, ci sono due
e le bufale
Più arrivano particolari sulla
Furio Colombo

7 A DOMANDA RISPONDO revolver e volantini di propaganda ed è l’inizio,


parafrasando Dos Passos, della “più farsesca tragedia”
"eliminazione" di Osama bin
Laden e più mi convinco che se LA GIUSTIZIA dell’America intollerante del presidente Wilson e della “red
scare”, il terrore rosso. Accusati di rapina e omicidio in un
calzaturificio nei sobborghi di Boston, i due “bastardi
non è una bufala totale, lo è in
gran parte. Innanzitutto le fo-
to: la mitica barba già imbian-
IN PRIGIONE anarchici”, definizione del giudice Webster Thayer,
trasferiti in un penitenziario del Massachusetts , finiranno
cata è perfettamente nera (se aro Colombo, abbiamo ascoltato il esempio il giorno di Pasqua). So benissimo ciò che stritolati in un processo senza prove, assassini per
l’è tinta per ricevere i Seals e
per la diretta con la Situation
C ministro della Giustizia Alfano
snocciolare i numeri della attività in
altri parlamentari potrebbero osservare a questo
punto: in carcere ci andiamo anche noi, per vedere,
l’America, martiri per il resto del mondo, mobilitato in una
gigantesca campagna per la loro innocenza. Sette anni di
Room?). Poi è sorridente con ambito penitenziario: “Abbiamo emesso sapere e testimoniare. È vero. Ma solo i Radicali ne passione nelle celle del carcere di Charlestown, sette anni
la metà inferiore mentre quel- tot provvedimenti di sottoposizione al hanno fatto uno dei loro principali impegni politici. di lenta agonia della giustizia. Fino all’agosto ‘27, quando
la superiore è massacrata, la regime del 41 bis, abbiamo creato tot Francesco lo dice con chiarezza, un po’ disperata due scariche da 2000 volt metteranno fine ai loro tormenti.
prima appartenendo a un Bin nuovi posti in carcere senza la necessità che, purtroppo, suona realistica: le carceri stanno Giovanna Gabrielli
Laden giovane, la seconda a un di fare indulti” e altre cose del genere. per esplodere. Perché gli altri (i partiti, i movimenti
qualsiasi morto ammazzato da Come se l’emissione di quei politici di opinione, il governo, le opposizioni) non lo
quelle parti. Poi la perla del provvedimenti di carcere duro siano un vedono e non dedicano tempo ed energia a un indiani. Ecco perché sperava in sto”, oltreché proclamata),
“funerale islamico” (sic! maga- motivo di vanto e non una debolezza problema così grave e urgente? Costa, certo. Ma è un muro contro muro con la non solo ha ospitato, fin dal-
ri con un mullah) con succes- della nostra società, a meno che la un problema che non va via, e che viene trattato Fiom. Ecco perché, sempre se- l’epoca proto-nazista, tra le
sivo lancio in mare del corpo: società italiana non ritenga la tortura un come le scorie quando ti parlano della modernità del condo me, è stato deluso dalla proprie fila “illustri”gay, ma an-
lei se li immagina schierati sul vanto. Mentre i posti che l’on. ministro nucleare (poi si vedrà, si troverà certo una soluzione, vittoria dei SI a Mirafiori. Per cora oggi venera addirittura
ponte della portaerei , magari dice di avere creato sono quelli diventati ti dicono) o dei rifiuti urbani che, oltre una certa pochissimo (5 voti in catena di come icone diversi omoses-
sugli attenti e col fischietto, tre in una cella dove dovrebbe stare un soglia di trascuratezza, diventano assedio montaggio, se ricordo bene) e suali, da Röhm a Mishima, da
che affidano al mare le spoglie solo detenuto, aumentando così il rischio inestricabile e forte minaccia. Qui però c’è di mezzo, avrebbe avuto la scusa per Brasillach all’indiscusso leader
del terrorista n°1 ? Ciò mi ri- che le carceri esplodano due volte, il valore e la dignità della vita umana: chiudere tutto. La colpa sareb- neonazista Michael Kühnen
corda un’altra bufala epocale: i irrimediabilmente. Fermate il massacro salvarla ma poi garantirla, giorno per giorno, in quel be stata di quei comunisti della (morto di Aids nel 1991) e al-
famosi extraterrestri di Roc- e riportate la legalità nelle carceri. lunghissimo percorso (lunghissimo anche se dura Fiom e ciao ciao Italia. Invece tri ancora. E anche in questo
kwell che se fossero stati veri Francesco solo un anno) che è il vivere in prigione. Non occorre adesso gli toccherà tirar fuori i caso colgo una coincidenza
avrebbero dovuto essere ge- santità o altruismo per dedicarsi a questo grave soldi. Almeno che non si in- singolare, perché mi pare che
losamente conservati ad ogni LA LETTERA a cui sto rispondendo problema della Repubblica (ma anche della sua venti qualche altra richiesta anche l’icona leghista per ec-
costo e con ogni mezzo e mo- viene da un carcere (Milano) ed è molto più lunga. dignità, della sua immagine). Occorre un nitido senso inaspettata. Che ne so… “vo- cellenza, Jörg Haider, stando
strati a tutto il mondo e in- Affronta il caso di Calisto Tanzi, che, circondato dalla politico, occorre sapere che nessun problema si glio gli incentivi statali dal go- alla vulgata, non fosse proprio
vece... vennero sepolti!! Ades- sua armata di avvocati, è riuscito finora a non risolve da solo, meno che mai quelli che coinvolgono verno Italiano, altrimenti por- un campione di eterosessua-
so ci dicono che non mostra- entrare neppure per un giorno in prigione. Cita il centinaia di migliaia di vite umane. Da una parte c’è to tutto in Brasile!”. lità…
no le immagini del blitz e del celebre Totò Cuffaro, che, a quanto dice il detenuto la voce di Francesco, che non andrà via, non Giandomenico Racca Marco Fraquelli
corpo perché sarebbero Francesco (che firma con nome e cognome), è stato smetterà di chiedere civiltà. Dall'altra c’è un
“controproducenti”: ma sia- subito accolto nel reparto G8 di Rebibbia che, disinteresse pericoloso e difficile da spiegare perché La Lega Diritto di Replica
mo sicuri che siano mai esistiti precisa la lettera, non è un albergo a cinque stelle. esteso e, disgraziatamente, bipartisan. Quanto
sia l’uno che l’altro? O che non Però “in quel reparto sono attuati tutti i regolamenti durerà l'attesa che qualcuno, oltre ai Radicali, veda e gli omosessuali Il 21 aprile tutte le agenzie
si sia trattato di una messin- e le garanzie e il rispetto che la legge, teoricamente, all'improvviso tutta la gravità di questo problema? Quando la notte prima della hanno pubblicato questo mio
scena magari basata su una stabilisce per ogni detenuto” , e che, in realtà sono Certo, mentre scrivo se ne sta discutendo alla promulgazione del Codice comunicato (Gay. Giovanardi:
delle tante operazioni antiter- negati a tutti gli altri (“tranne a chi ha santi in Camera. Ma non preoccupatevi, passa subito. Anzi, Rocco il governo fascista de- solidarietà Concia, no a logica
rorismo in quelle lande, neces- Parlamento”). La prima cosa che mi ha colpito, in un minuto dopo, il futile problema è già stato rinviato cise – all’ultimo minuto, e do- delirante. “Nell’esprimere so-
saria per far risalire le quota- questa lettera, oltre all’evidente, sincero sfogo di a nuova data. po non poche discussioni – di lidarietà all'amica Paola Con-
zioni della disastrosa presi- verità, è il linguaggio. Lo avranno notato anche alcuni espungere (credo si dica così) cia invito ancora una volta tutti
denza Obama? Viceversa se si lettori. È il linguaggio dei Radicali, la radio e i politici, Furio Colombo - Il Fatto Quotidiano l’articolo che prevedeva san- a una riflessione sulla violenza,
tratta del vero Bin Laden per- come Rita Bernardini e Marco Pannella, che erano in 00193 Roma, via Valadier n. 42 zioni penali per il reato di qualche volta verbale, troppe
ché non catturarlo vivo e pro- giro per le carceri italiane anche pochi giorni fa (per lettere@ilfattoquotidiano.it omosessualità (non per un im- volte fisica, che riempie la cro-
provviso rigurgito di liberalità, naca di efferati delitti, che col-
ma perché l’inserimento del piscono soprattutto le donne,
provvedimento avrebbe se- sia nei rapporti etero che in
LA VIGNETTA gnalato al mondo l’esistenza quelli omosessuali”), ripreso il
lotta all’evasione, di fronte a Qualche tubicino qua e là, e il del “problema” anche nell’Ita- giorno dopo da vari giornali.
episodi del genere mi sorgono tuo corpo morirà quando Dio lia fascista), pare che Mussolini Questa solidarietà non è affat-
dubbi di una certa legittimità. vorrà. avesse esclamato la famosa to in contraddizione con la
Se poi si moltiplicano, su scala Elisa Merlo frase “In Italia son tutti ma- mia difesa della nostra Costi-
ridotta, i casi D&G per tutti gli schi!”. Mi è venuto in mente tuzione e con quanto la Corte
accertamenti che ogni anno I desideri questo episodio, che ricordo costituzionale ha recente-
vengono disposti da questa nel mio libro Omosessuali di mente ribadito, cioè che la fa-
gente, ci si rende conto che di Marchionne destra, leggendo la dichiara- miglia è quella che nasce dal-
l’unica salvezza rimane la chiu- Io penso che in cuor suo, Mar- zione del senatore leghista l’incontro di un uomo e di una
sura di tutti questi uffici, e il chionne contasse moltissimo Piergiorgio Stiffoni riportata donna. Cordiali saluti.
licenziamento di tutti gli inca- sulla fermezza della Fiom, in dal Fatto: “Nella Lega non ci Sen. Carlo Giovanardi
paci che ci lavorano dentro. occasione del referendum alle sono gay”. E sempre nel libro
L’evasione la si sconfigge con Officine Grugliasco. Come a sottolineo le contraddizioni di
l’introduzione di una tassazio- Pomigliano prima e a Mirafiori una destra radicale che, al di là
ne talmente bassa da non ren- poi, anche alla ex Bertone ha della spiccata e violenta omo-
dere più conveniente evadere, preteso dai dipendenti, o al- fobia (ahimè concretamente IL FATTO QUOTIDIANO
automaticamente quel tasso meno dalla maggioranza di lo- praticata, come dimostra la via Valadier n. 42 - 00193 Roma
scende a livelli trascurabili. ro, una formale adesione al triste pagina dell’“Omocau- lettere@ilfattoquotidiano.it
Nei paradisi fiscali non esiste nuovo contratto: condizione
evasione. Chissà come mai. essenziale affinché da Fiat ar-
Clementina Nosemi rivino i soldi per produrre fi- Direttore responsabile
nalmente nuovi modelli, di au-
Processo tomobili. Secondo me però, Antonio Padellaro
lui vorrebbe chiudere tutto
brevissimo qui in Italia. Non perché sia in-
Vicedirettore Marco Travaglio

Siamo spiacenti, spiacentissi- grato o anti-italiano. Non di- Caporedattori Nuccio Ciconte e Vitantonio Lopez
mi, ma i termini sono scaduti, e ciamo sciocchezze! Semplice- Progetto grafico Paolo Residori
cessarlo visto che era disar- stilisti Dolce e Gabbana, ac- il processo finisce qui. Chi ha mente perché lui deve fare gli Redazione
mato come rivelato dalle fonti cusati di aver frodato ben 800 avuto, ha avuto, e chi ha dato, interessi degli azionisti. Per cui 00193 Roma , Via Valadier n°42
ufficiali americane? Cordiali milioni di euro al fisco. Le pre- ha dato. Siamo spiacenti, spia- ha solamente due strade. O tel. +39 06 32818.1, fax +39 06 32818.230
saluti. tese dell’agenzia delle entrate centissimi, ma sono scaduti i porta la produzione in quei e-mail: segreteria@ilfattoquotidiano.it
sito: www.ilfattoquotidiano.it
Antonio Usala sono state ritenute del tutto termini e la guerra finisce qui. paesi che, per mille ragioni,
infondate e quindi quasi un mi- Chi ha avuto, ha avuto, e chi ha consentirebbero alla Fiat di ri- Editoriale il Fatto S.p.A.
Sede legale: 00193 Roma , Via Valadier n°42
Dolce&Gabbana liardo di euro che erano stati dato, ha dato. Siamo spiacenti, durre i costi di produzione.
Presidente e Amministratore delegato
considerati già incassati, sfu- spiacentissimi, caro malato in Oppure riscrive lo Statuto dei
e l’evasione mancata mano in un attimo. Se è vero stato vegetativo, ma per te i Lavoratori italiani (stipendi Giorgio Poidomani
Si è conclusa la vicenda fiscale che l’anno che è appena pas- termini non hanno scadenza. compresi), con un copia incol- Consiglio di Amministrazione
tra l’Agenzia delle entrate e gli sato è stato un successo per la La tua vita non finisce qui. la da quello dei cinesi, o degli Luca D’Aprile, Lorenzo Fazio, Cinzia Monteverdi, Antonio Padellaro
Centri stampa: Litosud, 00156 Roma, via Carlo Pesenti n°130,
20060 Milano, Pessano con Bornago , via Aldo Moro n°4;
Centro Stampa Unione Sarda S. p. A., 09034 Elmas (Ca), via Omodeo;
Abbonamenti Società Tipografica Siciliana S. p. A., 95030 Catania, strada 5ª n°35
Queste sono le forme di abbonamento • Abbonamento postale semestrale (Italia) Modalità di pagamento di pagamento, nome cognome, indirizzo, Concessionaria per la pubblicità per l’Italia e per l'estero:
previste per il Fatto Quotidiano. Prezzo 120,00 € • 4 giorni telefono e tipo di abbonamento scelto.
Poster Pubblicità & Pubbliche Relazioni S.r.l.,
Il giornale sarà in edicola 6 numeri Prezzo 170,00 € • 6 giorni • Pagamento direttamente online Sede legale e Direzione commerciale: Via Angelo Bargoni n°8, 00153 Roma
• Bonifico bancario intestato a:
alla settimana (da martedì alla domenica). Editoriale Il Fatto S.p.A., con carta di credito e PayPal. tel. + 39 06 68896911, fax. + 39 06 58179764, email: poster@poster-pr.it
• Modalità Coupon *
Per qualsiasi altra informazione in merito
Prezzo 320,00 € • annuale BCC Banca di Credito Cooperativo Distribuzione Italia:m-dis Distribuzione Media S.p.A.,
• Abbonamento postale annuale (Italia) può rivolgersi all'ufficio abbonati ai numeri
Prezzo 180,00 € • semestrale Ag. 105 Via Sardegna Roma
+39 02 66506795 - +39 02 66505026 -
Sede: Via Cazzaniga n°1, 20132 Milano
Prezzo 200,00 € • 4 giorni Iban IT 94J0832703239000000001739 tel. + 39 02 25821, fax. + 39 02 25825203, email: info@m-dis.it
Prezzo 290,00 € • 6 giorni • Abbonamento online PDF annuale +39 02 66506541 o all'indirizzo mail
Prezzo130,00 € • Versamento su conto corrente postale: abbonamenti@ilfattoquotidiano.it Resp.le del trattamento dei dati (d. Les. 196/2003): Antonio Padellaro
E' possibile pagare l'abbonamento annuale 97092209 intestato a Editoriale Il Fatto Chiusura in redazione ore 22.00
postale ordinario anche con soluzione Per sottoscrivere il tuo abbonamento, S.p.A. - Via Valadier n° 42, 00193 Roma * attenzione accertarsi prima che Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione al numero 18599
rateale: 1ª rata alla sottoscrizione, compila il modulo sul sito Dopo aver fatto il versamento inviare un la zona sia raggiunta dalla distribuzione de
2ª rata entro il quinto mese. www.ilfattoquotidiano.it fax al numero 02.66.505.712, con ricevuta Il Fatto Quotidiano
*Saranno applicati sovrapprezzi variabili sui bagagli a mano. Alcuni metodi di pagamento saranno soggetti a imposte aggiuntive.