Sei sulla pagina 1di 48

made in Italy

Cinecittà Si Mostra

Marc Chagall
il mondo sottosopra in mostra

Torna a Firenze

muv
music and digital
art festival
Free Press - Anno XV - Num. 151 maggio 2011

LE IPPOVIE DELLA BELLA EMILIA

Moscato Wine Festival


FESTIVAL DEL GUSTO... trentino
Era2000 1
1 hotel, 2 anime

Gli opposti che attraggono

Catania
Via del Bosco, 62 - tel. +39 095 7335100 - fax: +39 095 7335103
www.hotelvilladelbosco.it
2 ERA2000 - www.hotelvdbnext.it - info@hotelvilladelbosco.it - eventi@hotelvdbnext.it
ERA2000
promuove il “Made in Italy”

www.era2000online.it Era2000 3
RIALE
EDITO

La nostra redazione si dedica ad evidenziare gli eventi e le


manifestazioni per l’unità d’Italia da marzo. Lo fa con amo-
re e orgoglio, non soltanto perchè si deve fare. Siamo con-
vinti che la riappropriazione della nostra identità nazio-
nale ci renderà più fieri e pronti ad affrontare il futuro.

Inno Nazionale

Fratelli d’Italia L’Italia s’è desta, Dell’elmo di Scipio S’è cinta


la testa. Dov’è la Vittoria? Le porga la chioma, Ché schiava di
Roma Iddio la creò. Stringiamci a coorte Siam pronti alla morte
L’Italia chiamò.

Noi siamo da secoli Calpesti, derisi, Perché non siam popolo,


Perché siam divisi. Raccolgaci un’unica Bandiera, una speme:
Di fonderci insieme Già l’ora suonò. Stringiamci a coorte Siam
pronti alla morte L’Italia chiamò.

Uniamoci, amiamoci, l’Unione, e l’amore Rivelano ai Popoli


Le vie del Signore; Giuriamo far libero Il suolo natìo: Uniti per
Dio Chi vincer ci può? Stringiamci a coorte Siam pronti alla
morte L’Italia chiamò.

Dall’Alpi a Sicilia Dovunque è Legnano, Ogn’uom di Ferruccio


Ha il core, ha la mano, I bimbi d’Italia Si chiaman Balilla, Il
suon d’ogni squilla I Vespri suonò. Stringiamci a coorte Siam
pronti alla morte L’Italia chiamò.

Son giunchi che piegano Le spade vendute: Già l’Aquila d’Au-


stria Le penne ha perdute. Il sangue d’Italia, Il sangue Polac-
co, Bevé, col cosacco, Ma il cor le bruciò. Stringiamci a coorte
Siam pronti alla morte L’Italia chiamò .

***Con la banda porpora “dimore di charme” ERA2000 Cultura&Turismo intende segnalarVi la presen-
za di specifici redazionali pubblicitari realizzati per esaltare la singolare qualità di quelle strutture ricettive territoria-
li4 ERA2000
di cui ha avuto esperienza diretta! ERA2000 promuove per Voi le migliore rappresentanze del savoir faire italiano!
SOMMARIO
Num.151Anno XV maggio 2011
N A Z I O N A L E

Direttore Editoriale
Nature 02 West 8 pag. 08
Antonio Guerrieri
Direttore Responsabile
Stefania Legumi
Caporedattore Cinecittà Si Mostra pag. 12
Caterina Guerrieri

Hanno Collaborato:
Sara Paradisi, Renato Rovetta,
Cassandra Nail, Maria Scoscia, Muv Festival 2011 pag. 18
Cinzia Mortolini, Rossana Furfaro,
Franco Baccarini, Agata Preziosa,
Francesco Fiumarella, Maria Stella Oddi
Michele De Luca, Umberto Zonin,
Armando Zonin, Luciana Iannaco, Chagall in mostra pag. 26
Luisa De Salvo, Silvia Antonini

Progetto Grafico/Impaginazione
Caterina Guerrieri
Moscato Wine Festival pag. 32
Direzione e Amministrazione
Via Hanoi, 2
06083 • Bastia Umbra (PG)
Tel. 075 8005389
Fax.075 8004270 Cantine Aperte pag. 33
redazione@era2000online.net

Marketing e Pubblicità
Altea Natalino
Aprea Carmela L’asparago igp di Badoere pag. 34
Editore
E.G.I. s.r.l.
Reg. Tribunale di Perugia
N. 24 del 18/07/1996 Le ippovie pag. 38
Stampa
Properzio srl di
Bastia Umbra (PG)
Festival del Gusto trentino pag. 42
Le opinioni espresse impegnano solo la
responsabilità dei singoli autori.
Tutto il materiale inviato, anche se non
pubblicato, non sarà restituito e resterà
di proprietà dell’editore.

Era2000 5
U na suggestiva ed aristocratica dimora
dove riposare e vivere bene,
godendo il lusso della discrezione

Gubbio (PG) in Via Galeotti, 19 Tel: 075 9220157 Fax: 075 9220159 info@relaisducale.com
6 ERA2000
ERA 2000 promuove le “Dimore di Charme”
Relais Ducale
Il fascino del tempo

di Stefania Legumi

A Gubbio una dimora d'altri


tempi alberga in piazza della Signo-

redazionale pubblicitario
ria. Nel centro storico del “libero
comune” prende forma la magnifi-
cenza del Relais Ducale; struttura-
to in un edificio del'300, offre una
splendida vista sulla vallata, servizi
e comfort di alto livello quali came-
re arredate con cura, un giardino,
un ottimo snack bar, 3 sale riunio-
ni dotate delle ultime novità tecno-
logiche, un internet point ADSL e
una deliziosa terrazza panoramica.
Tra i palazzi gotici senza tempo e le
strette vie medievali si respira un'at-
mosfera magica e sognante. Le suites
e le camere del Relais sono arreda-
te con gusto e rispettano i parame-
tri storici e architettonici dell'epo-
ca. Le volte maestose accolgono con
dolcezza l'ospite che coglie fin dalla
prima occhiata la bellezza dell'arre-
do. Per un soggiorno di charme e re-
lax. Per chi ama le dimore d'epoca
accoglienti e lussuose. Per un tuffo
nel morbido sapore del passato che
risveglia l'animo e riscalda il cuore.
Era2000 7
Il MAXXI, Museo Nazionale delle Arti del XXI Secolo di Roma
presenta...

8 ERA2000
NATURE 02 WEST 8
P
rosegue il ciclo di mostre/installazioni con cui il evidente il bisogno primordiale del contatto dell’uomo
MAXXI Architettura sperimenta un diverso modo con la natura nella consapevolezza però che la natura non
di intendere le mostre monografiche. Si è scelta in- è sempre migliore dell’artificiale.
fatti la via del confronto per raccontare gli indirizzi delle
ricerche più avanzate dell’architettura contemporanea, i DALLA CONVERSAZIONE DI
suoi differenti approcci e risposte ai grandi temi che carat- ADRIAAN GEUZE CON
terizzano la nostra epoca.
Le quattro mostre, dalle dimen-
sioni contenute, agili nel loro apparato teorico ed espo- ALESSANDRO D'ONOFRIO,
sitivo, allestite in stretta sequenza temporale nella stessa
area del museo ma da curatori differenti, sono da inten-
IN CATALOGO 


“Siamo stati ispirati dalla qualità incredibile dei lucernari
dersi come quattro distinti capitoli di un unico racconto, del museo. Il paradiso nascosto sottolinea il piacere ge-
o meglio di un unico spaccato della complessa geografia nerato dalle caratteristiche della luce, catturandola e mo-
del mondo architettonico contemporaneo. Nelle singo- dellandola con sagome bianche di alberi trasparenti, la
le installazioni i quattro architetti invitati avranno da un cui ombra, le stratificazioni e il delicato movimento cre-
lato la possibilità di realizzare uno spazio specifico, capace ano un'atmosfera che è davvero fantastica. Naturalmen-
di rappresentare loro stessi e il loro rapporto col tema Na- te, queste sagome insieme ai ceppi di albero in acciaio
ture, e dall’altro di esporre uno o più progetti della loro nel cortile definiscono in modo letterale il paradigma di
produzione legati a questo tema. Un “bosco tessile” in The Stolen Paradise. Soprattutto, questa installazione è
fibra naturale sospeso tra le pareti inclinate del museo. É leggera, amichevole e sensuale - e non grottesca. Abbia-
l’installazione The Stolen Paradise del gruppo di architet- mo scelto questi progetti perché tutti condividono uno
ti, urbanisti e paesaggisti olandesi WEST 8, secondo ap- specifico spirito di narrazione poetica e di natura ricreata
puntamento di NATURE. Lo studio di architettura pren- come un contesto che noi pensiamo essere una seconda
de il suo nome da un vento del Mare del Nord, un vento naturale tendenza del genere umano. Ciò sarà reso visibile
forte che a Rotterdam, sede del loro studio principale, è attraverso modelli astratti di specifici aspetti dei progetti,
insieme al mare uno dei caratteri maggiormente identifi- e manifesti fumettistici - simili a caricature, o ritratti dei
cativi del contesto ambientale. Nei loro progetti è infatti progetti”.

Era2000 9
10 ERA2000
Nel caso in cui il giorno del compleanno coincida con la chiusura dei luoghi, l’ingresso omaggio sarà valido per il giorno successivo a quello di
Era2000 11
chiusura. Le categorie già destinatarie di agevolazioni riceveranno un ingresso omaggio per un accompagnatore che non goda degli stessi benefici.
12 ERA2000
In occasione del suo 74° compleanno, Cinecittà apre per la prima volta le porte al
grande pubblico che avrà la possibilità di visitare, all’interno degli storici studi
cinematografici di Via Tuscolana, l’esposizione Cinecittà Si Mostra: un’occasione
unica per vivere da vicino il cinema e i suoi mestieri. Un’anticipazione di un più
ampio progetto che prevede la realizzazione nei prossimi anni di un “Museo del
Cinema” che avrà sede permanente negli Studios.

A
festeggiare Cinecittà, il 28 aprile, sarà un grande grandezza di questa azienda anche a tutti coloro che ne
evento inaugurale cui sarà chiamato a parteci- vivono il mito dall’esterno. Intendiamo parlare di noi
pare il mondo del cinema e i suoi più autorevoli stessi, raccontarci mostrando gli spazi nei quali lavoria-
rappresentanti, insieme a tutte quelle figure professionali mo e insieme il frutto del nostro lavoro. Vogliamo farlo
che lo hanno reso grande a livello internazionale. Nel con semplicità, certi che la storia di Cinecittà e il nostro
150° anniversario dell’Unità d’Italia, Cinecittà si mostra impegno quotidiano possano rappresentare un momento
ai cittadini nella sua reale dimensione diventando, per di crescita culturale e di piacevole svago per i visitatori”.
l’intera durata dell’esposizione, il luogo ideale in cui Promossa da Cinecittà Studios in collaborazione con il
passare momenti di contatto con quelli che sono i segreti Centro Sperimentale di Cinematografia, e con la parte-
e le magie legate alla realizzazione di un film. A partire cipazione di Cinecittà Luce, del Museo del Cinema di
dal 29 aprile, il visitatore potrà finalmente accedere alla Torino e della Cinémathèque Française di Parigi, con il
Fabbrica dei Sogni direttamente dallo storico ingresso di patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Cultu-
via Tuscolana 1055 e si ritroverà immerso sin da subito rali, Regione Lazio, Roma Capitale, Provincia di Roma,
in una sorta di sala cinematografica dove il film comincia X Municipio, la mostra è allestita all’interno di due
e le suggestioni si animano. Giuseppe Basso, ideato- palazzine storiche di Cinecittà, quella presidenziale e la
re della mostra e vice direttore generale degli Studios, Fellini, e si sviluppa nelle aree all’aperto con una parti-
spiega: “Abbiamo sentito il bisogno di comunicare la colare attenzione ai bambini e alle famiglie. Nell’ambito

Era2000 13
della mostra verrà infatti ospitata un’area dedicata ai cumentario che spiega i procedimenti e le tecniche del
più piccoli, il CineBimbiCittà dove, in un contesto montaggio di un film. La sala successiva è dedicata alla
professionale ed elegante, è possibile coinvolgere i bam- visione del film finito con una selezione di immagini
bini in attività improntate all’avvicinamento al mondo delle pellicole più rappresentative girate negli Studios.
del cinema, permettendo così ai genitori di godersi nel Nella palazzina Fellini sono state allestite le sale dedicate
frattempo il percorso della mostra o di rilassarsi nelle aree al produttore, alla Storia di Cinecittà - dove si intende
di ristoro o dell’ampio parco. Il pubblico che visiterà Ci- celebrare il mito con uno sguardo ai gloriosi anni 50/60
necittà Si Mostra sarà accolto all’ingresso dalle parole che segnano la leggenda di Hollywood sul Tevere senza
delle sceneggiature di film girati negli Studios quali viati- perdere di vista il presente e il futuro anche attraverso
co simbolico prima di partire per un viaggio che lo con- l’utilizzo delle nuove tecnologie - e ai ritratti dei prota-
durrà nella magia del cinema e del mondo di Cinecittà gonisti, una sorta di galleria ideale in cui rivedere, pro-
dove quelle stesse parole sono tradotte in immagini che iettati, tutti i grandi personaggi che hanno contribuito
hanno fatto sognare intere generazioni. Entrati nel vivo, a rendere famosi gli Studios nel mondo. In particolare
si prosegue nelle due sale dedicate al costume in cui nella sala del produttore sarà possibile assistere ai provi-
sarà possibile ammirare una selezione di abiti delle più ni di alcune star agli inizi della loro carriera. La mostra
famose sartorie cinematografiche. Si potrà comprendere culminerà con la visita sui grandi set all’aperto: l’impo-
il prezioso lavoro degli artigiani nella sala dedicata alla nente Foro della Roma Imperiale ricostruito in occasione
scenografia dove sono esposti plastici e bozzetti, per poi di una famosa serie americana - oltre 4 ettari di ricostru-
passare alla sala dedicata alla post produzione, pensata zione scenografica realizzata dalle maestranze degli Stu-
come una video-installazione dove sarà proiettato un do- dios - e la Broadway di Gangs of New York realizzata

14 ERA2000
mondo dall’arte di Federico Fellini, rimane ancora oggi
il cuore pulsante dell’attività cinematografica in Italia:
nei suoi teatri di posa e nelle sue imponenti scenografie
esterne continuano ad essere realizzate grandipellicole
italiane e internazionali e spot pubblicitari con grandi
protagonisti del cinema. Cinecittà è stata, e tuttora è,
l’anima del cinema italiano, un’azienda che fa dei me-
stieri artigianali e della tecnologia l’essenza della sua arte.
Tutti i più importanti registi italiani scelgono di girare
ogni anno negli Studios. Tra questi, recentemente, Nan-
ni Moretti, Pupi Avati, Mario Martone, Carlo Verdone,
Giovanni Veronesi e Neri Parenti solo per citarne alcuni.
“Cinecittà è viva, lavora e si sviluppa per essere sempre
più internazionale - afferma il presidente di Cinecittà
dal due volte Premio Oscar Dante Ferretti per Martin Studios Luigi Abete - Proprio per questo motivo, e per
Scorsese. Dal 1937, anno della sua fondazione (i lavori consentire una visione completa e integrata dei mestieri
ebbero inizio il 26 gennaio 1936 con la posa della prima che vengono quotidianamente svolti nella Fabbrica dei
pietra e dopo 15 mesi, esattamente il 28 aprile dell’anno Sogni, questa mostra avrebbe avuto necessità di ben altri
successivo, Mussolini inaugurò i nuovi stabilimenti), Ci- spazi. Tuttavia, tra accettare il rischio del limite di spazio
necittà è il luogo dove i “sogni diventano realtà”. Loca- o subire quello del silenzio, abbiamo deciso di sviluppare
tion naturale dei film di registi come Alessandro Blasetti, l’iniziativa della mostra che vuole consentire ai visita-
Roberto Rossellini, Vittorio De Sica, Luchino Visconti tori di conoscere di persona Cinecittà e che vuol essere il
che hanno dato vita al mito di Cinecittà, consolidato nel progetto pilota del futuro Museo del Cinema”.

31 al V icario
ristorante
Piazza Montecitorio, 131 • 00186 Rome (Italy)
Ph: +39 06.695001 Fax: +39 06.6786677
E-mail: info@hotelnazionale.it

Era2000 15
www.borgobrufa.it

In Umbria,
su una collina che domina a
360 gradi uno scenario
d’incomparabile bellezza, nasce il
Relais & spa Resort Borgo Brufa...
pensato per offrire ai
propri ospiti il massimo delle
attenzioni e dei servizi.

BORGROBRUFA SPA RESORT

Era2000 17

Via del Colle 38 - Brufa di Torgiano (PG) Tel. +39 075 985267 - Cell. 349 67 09 526
MUV FESTIVAL 2011 – VII edizione
L
a settima edizione di Muv, festival di musica elet- suo ultimo album “Life Index” uscito nel febbraio 2011
tronica ed arti digitali, si svolgerà a Firenze dal 1 su Crosstwon Rebels, l’etichetta di Damian Lazarus. Il
al 5 giugno 2011 a Firenze. Il programma, re- secondo giorno del festival è quello dedicato alle nuo-
alizzato da Associazione Culturale Muv e Intooitiv or- ve sonorità “black”, spazio quindi a P Money, uno dei
ganizzazione eventi, prenderà forma all’interno dell’e- più promettenti Mc grime della nuova generazione, e
sclusiva cornice della Limonaia di Villa Strozzi. Dopo a Sukh Knight producer dubstep dell’east London che,
lo straordinario successo dello scorso anno all’Anfiteatro grazie alle sue produzioni su True Tiger Recordings, in
delle Cascine, 30.000 presenze in solo 6 giorni, la ma- pochissimi anni ha avuto un impatto fortissimo su tutta
nifestazione apre l’Estate Fiorentina 2011 con una ricca la scena inglese. I primi illustri testimoni di questa cla-
selezione di ospiti internazionali, workshop sempre più morosa ribalta sono David Rodigan, Jahcoozi, N Type,
vicini alle nuove frontiere della sperimentazione digitale Plastician e Hatcha; ma la lista sarebbe ancora lunga.
e contest dedicati all’interaction design, ai live media e Dopo le bassline di giovedì il terzo giorno del festival
al video. Tra le main guest in programmazione nel pri- ospita, dopo quasi due anni di attesa, l’artista multime-
mo giorno spicca sicuramente Monika Kruse, producer diale di origine britannica Scanner, dal vivo sul palco del
techno-funk tedesca che con il suo primo album “Chan- muv insieme a Claudio Sinatti – regista milanese e ide-
ges of Perception” ha convinto pubblico e critica aggidi- atore di innovativi sistemi video spaziali e di visualizza-
candosi il titolo di miglior album del 2008 su Germany’s zione del suono. In questa occasione i due artisti daran-
Raveline Magazin. Da non trascurare sempre in questo no forma al lavoro dei dieci allievi iscritti al workshop
giorno la presenza di Maceo Plex, producer originario live video ensemble. Altri nomi assolutamente degni di
di Miami ma di origini cubane che presenterà al Muv il nota in questa terza giornata di programmazione del

18 ERA2000
MUSICA – VIDEO – WORKSHOP – CONTEST
festival sono l’americano Jay Haze,
attivo su etichette blasonate come
BPitch Control e Cocoon, l’italiano
Davide Squillace, uno dei maggio-
ri esponenti della techno made in
italy, e Marco Faraone, giovane ta-
lento di 22 anni molto apprezzato
dai veterani della scena dance, uno
su tutti Alex Neri. Nel weekend sa-
ranno ben 5 le main guest sul pal-
co della Limonaia di Villa Strozzi.
Nella giornata di sabato il program-
ma propone Mark Broom, uno dei
dj più popolari del Fabric di Londra
attivo su 2020 vision e Bpitch Con-
trol al quale segue lo svedese Cari
Lekebusch, dj producer accostato
a nomi del calibro di Adam Bayer,
Joel Mull, Alexi Delano e Jasper
Dahlback, solo per citare alcuni. Il

Era2000 19
giorno di chiusura, prevede l’apertura alle tre del pome-
riggio all’interno del Parco della Limonaia e potrà van- La seconda sezione è invece dedicata alle live
media performance. Attorno a questo nucleo tematico
tare la presentazione in anteprima nazionale del nuovo
sono raccolti invece progetti performativi, creati da
album dei Minimono “Runaway”, già definito dagli singoli artisti o gruppi di lavoro, che utilizzino le pratiche
addetti ai lavori come un eccezionale blend di house live insite nella natura dei nuovi media. Live Cinema,
music e down-tempo. A seguire il live dei Supernova Mixed Media, performance audiovisive, dj associati
reduci dalla partecipazione al rinomato Ultra Music Fe- a vj set, etc… sono tutti ambiti di produzione che
stival 2011 di Miami, e gli Audiobullys, veri e propri indagaremo per scoprire nuovi talenti capaci di creare
pesi massimi della scena dance inglese considerati dai inedite forme di interazione tra suono e immagine,
media alla stessa stregua di Groove Armada Basement votate alla sinestesia e alla multimedialità. I progetti
Jaxx, Tom Dinsdale e Simon Franks. Molti anche gli selezionati entreranno nel programma ufficiale di Muv
ospiti della più vivace scena locale e nazionale tra i quali 2011, condividendo il palco con importanti protagonisti
citiamo: Miro, The Eming, Cole, Philipp, Ragnampiza, della musica e delle arti elettroniche internazionali, e
saranno promossi presso altre manifestazioni e festival.
Pepesoup, Numa Crew, Dj Foster, Ganji Killa, Loren-
zo Ballerini, Teo Naddi, Maal Bros, Samtech, M.a.r.e.k,
Jaka, Lu Mi, Tomato Sound soup, Ponz. Una menzione La terza sezione infine, quella è invece rivolta
speciale spetta infine ai visuals che tesserano il bellissimo agli short movie ed è curata da Piero Fragola. Questo
tappeto visivo che farà da sfondo alle performance del concorso si pone come obiettivo l’analisi di tematiche
quali la competizione, i ruoli, il confronto, i conflitti e
Muv: Werk, Niccolò Presenti, Influx, Vj lp, Pornoro-
le tensioni sociali che vengono trasformati dal gioco in
botz, Urtropode. ludico equilibrio delle parti. Quanti sono i giocatori?
Quali sono le regole del gioco? Qual’è l’obiettivo da

Muv Contest
Il tema del muv contest 2011 è dedicato al gioco e alla
raggiungere? I giocatori si esprimono attraverso i gesti,
le parole, attraverso i codici imposti dal gioco, spesso
con l’ausilio di elementi propri del gioco stesso. Cosa
muta nel tempo? Cosa permane? Cosa scompare? Cosa
attualizza il gioco rendendolo parte del nostro linguaggio
sua interazione con la musica e le digital art. Nella lingua quotidiano?
inglese il verbo “to play” ha un duplice significato. Da
un lato si riferisce alla pratica del gioco dall’altro invece Bando, premi, informazioni e form d’iscrizione sono
all’arte di eseguire la musica o dare vita ad una azione disponibili sul sito ufficiale del festival al seguente link
teatrale. Il campo semantico di questa parola racchiude www.firenzemuv.com/2011/contest.html - info: info@
firenzemuv.com - le iscrizioni sono aperte fino al 20
quindi il concetto che sarà fonte di ispirazione del muv
maggio 2011.
contest, un concorso suddiviso in tre diverse sezioni:
interaction design, live media e short movie.
Lud in ! - LUDIC INTERFACES 01 è il titolo
della prima sezione del muv contest, un progetto dedicato
all’interaction design curato da Antonio Boldrini che
offre la possibilità a giovani artisti, progettisti, studenti
Workshop
e appassionati di tutto il pianeta di mostrare al mondo
le proprie creazioni all’interno degli spazi espositivi
DJING & LIVESET CON ABLETON LIVE
di MUV Festival 2011. La partecipazione è gratuita A cura di Ableton
e aperta a (interaction) designers, artisti, ricercatori,
architetti e studenti italiani e stranieri. Il divertimento Per tutti coloro che vogliono avvicinarsi alla “Computer
è tutto ciò che è legato alla game art si sta rivelando Music”, Ableton Live, semplice e intuitivo da utilizzare,
una forma sempre piu efficace per l’apprendimento. offre la possibilità di creare, modificare e personalizzare
Imparare giocando, questa la nostra sfida legata alle suoni in infinite combinazioni, e di riprodurre il tutto
istallazioni interattive che prenderanno parte al festival in live set.
nella prossima estate: “Fateci vedere come sensibilizzare
il pubblico di tutte le età alla questione ecologia, al
rispetto dell’ambiente e alla salvaguardia delle risorse
LIVE VIDEO ENSEMBLE
idriche. Come insegnare lingue straniere o le nozioni A cura di Claudio Sinatti
fondamentali di matematica e fisica ai bambini, come
imparare ad ascoltare, capire comporre musica e video Workshop di improvvisazione audiovisiva, ideato e
attraverso dei giochi interattivi”. curato da Claudio Sinatti in collaborazione con Daniele

20 ERA2000
Era2000 21
Videozone
Ciabattoni. Scopo del workshop è di focalizzare
l’attenzione dei partecipanti sull’aspetto performativo di
questa pratica, la relazione con lo spazio, il pubblico, la
musica, l’allestimento e il rapporto con gli altri membri
dell’ensemble.
La rassegna propone una panoramica dei lavori più
contemporanei nel campo video, mettendo a confronto
INTO THE PICTURE! il meglio della produzione giovanile con opere di
A cura di InFlux video artisti tra i più affermati sulla scena mondiale.
La selezione presenta opere di vario genere scelte in
Il workshop, rivolto a chiunque sia interessato al vjing, base all’innovatività e alla capacità di unire tecnologia
si focalizzerà sull’utilizzo che si può fare della fotografia e creatività artistica in modo originale. Per l’edizione
all’interno di un vj-set: le tecniche di missaggio, sampling 2011 saranno presentati nell’Anfiteatro della Limonaia
e destrutturazione dell’immagine stessa, approfondendo di Villa Strozzi di Firenze i seguenti progetti:
le potenzialità dei software e sperimentando tecniche di
ripresa finalizzate ad una performance live. • LPM (Live Performers Meeting) - Selezione speciale
2010 • CELESTE PRIZE - Selezione video 2010 •
ROMA EUROPA WEB FACTORY – selezione video
CLUBBING PHOTOGRAPHY 2011 • VIEW FEST - Digital Movie Festival • MUV
FESTIVAL - Volume 5
A cura di Sandro Bini

Il lavoro sarà finalizzato alla realizzazione di un


reportage fotografico su una serata di dance elettronica Informazioni pratiche
nell’ambito di Muv Festival 2011. Le foto selezionate
saranno pubblicate sul sito e i social network di Muv
Festival e Deaphoto. All’interno dell’intera area del festival ampia zona bar e
ristoro. La direzione di Muv Festival invita il pubblico
al rispetto dell’ambiente e all’utilizzo di mezzi pubblici.
L’IPAD DEL FOTOGRAFO La Limonaia di Villa Strozzi è raggiungibile dal centro
In collaborazione con Fnac e Fondazione Studio di Firenze con gli autobus urbani 6, 26 e 27 (prima
Marangoni fermata via Bronzino).

Seminario dedicato all’acquisizione di immagini UFFICIO STAMPA MUV Festival Lorenzo Migno
da periferiche come iPhone, fotocamere wireless, press@firenzemuv.com | +39 339 4736584 | Info,
connessione USB, al loro editing su Adobe Photoshop biglietti e programma completo su: www.firenzemuv.
Express e all’uso di app di fotoritocco come “touch com - info@firenzemuv.com Infoline: 055/6530215 –
retouch” e “photo retouch”. 393 9012549

31 r i s t o r a n t e
al V icario Piazza Montecitorio, 131 • 00186 Rome (Italy)
Ph: +39 06.695001 Fax: +39 06.6786677
E-mail: info@hotelnazionale.it

22 ERA2000
Roseto Degli Abruzzi
Lungomare Trento, 49 - Roseto Degli Abruzzi (TE) - Tel. (+39)085.8996278 Era2000 23
e-mail: info@residencemarechiaro.it www.residencemarechiaro.it
Tel 0732.21965

24 ERA2000

a Fabriano, nella provincia di Ancona


ROMA
www.mencarelligroup.com

Catering
&Banqueting
in tutta Italia

Carlo Repetto
Cell. 335.737.15.91
Tel. 06.669.26.88 • FAX 06.661.83.757
carlorepetto@hotmail.it

Mencarelli Group
www.mencarelligroup.com
catering@mencarelligroup.com
mencarelli@mencarelligroup.com Era2000 25
26 ERA2000
ChagallllagahC
il mondo sottosopra il mondo sottosopra

N
elle 137 magnifiche opere di Chagall proposte in questa mostra i personaggi, gli ani-
mali, gli oggetti che popolano paesaggi complessi spesso sfidano la legge di gravità.
O meglio la vedono da una diversa, originale prospettiva. A Verona dal 9/4 al 10/7.

"
Mi tuffo nelle mie riflessioni e volo al di sopra del
mondo", scriveva Chagall nel suo diario e i dipinti, i
disegni e le incisioni esposti a Palazzo Forti esprimo-
no questa personalissima rappresentazione delle cose. E'
un mondo "sottosopra", alla rovescia, dove regole e rigidi-
tà hanno ceduto il passo a sogno e fantasia. «Un uomo che
cammina ha bisogno di rispecchiarsi in un suo simile al
contrario, per sottolineare il suo movimento», così come
«un vaso in verticale non esiste, è necessario che cada per
provare la sua stabilità», annotava Chagall. I 137 dipinti,
disegni e incisioni esposti in questa grande mostra sono
datati tra il 1917 e il 1982: attraversano quindi gran parte
della vita di Chagall e gran parte del recente Novecento.
Sono opere provenienti dal Musée national Marc Chagall
di Nizza, dal Musée national d'Art Moderne Centre Ge-
orges Pompidou e da importanti collezioni private,
A Verona la mostra giunge dopo essere stata presentata,
con grandissimo successo, al Musée national Marc Cha-
gall di Nizza e all'Ara Pacis di Roma e celebra i 25 anni
dalla scomparsa di Chagall (1887 - 1985). Sono molti gli
approcci possibili all'opera di Chagall: la relazione con
i movimenti d'avanguardia a cui si è accostato nel cor-
so della sua vita, ma da cui si è poi sempre distinto per
originalità; i temi legati alle sue origini russe ed ebraiche
e i relativi contenuti spirituali; la sua capacità di servirsi
di tecniche miste per superare le frontiere fra pittura e
grafica. Questa mostra ha scelto di indagare le affinità che
l'artista condivise con i Surrealisti - anche loro seguaci
della "rivoluzione" e del sovvertimento dei valori stabiliti
- e il forte sentimento della sua identità religiosa. Osser-
vando le opere di Chagall si può cogliere la peculiarità
che contraddistingue l'universo dell'artista: i personaggi,
gli animali, gli oggetti che popolano paesaggi complessi

Era2000 27
28 ERA2000
Era2000 29
spesso sfidano la legge di gravità. Il mondo che Chagall stampe popolari russe e le immagini derivanti dal Surre-
raffigura è, nel vero senso del termine, un mondo "sotto- alismo, dimostrando così di aver tanto ricevuto quanto
sopra" in cui «il tempo non ha sponde», per riprendere il innovato. Osservare le opere di Chagall ci porta ad indi-
titolo di un quadro degli anni trenta, nel quale fidanzati, viduare le peculiarità che contraddistinguono l'universo
sposi, rabbini, musicisti, orologi a pendolo, carretti, asini, raffigurato. Ogni singolo quadro permette di contemplare
galli e il pittore stesso - che si è ritratto tante volte nelle un mondo in cui il capovolgimento dell'ordine costituito
sue tele - si abbandonano ad audaci acrobazie come i cir- può derivare tanto da catastrofi e tragici sconvolgimenti
censi, altro soggetto che l'artista raffigura tanto volentieri.
quanto dal fascino e dal piacere, popolato com'è da perso-
Questo mondo capovolto è senza dubbio il frutto di una
naggi di un'altra epoca che abitano improbabili spazi, da
visione che si è formata attorno a molteplici assi. Uno di
animali trasfigurati di cui è difficile individuare la specie
questi è la religione ebraica, con i suoi racconti fondatori
e dominato da architetture raccolte che ospitano scene
in cui il caos iniziale, l'esodo delle folle erranti e altri ce-
lebri episodi sembrano anticipare gli sconvolgimenti della quotidiane raffiguranti altrettanti spettacoli magici. Ogni
storia recente, i suoi esili e le sue diaspore. La rivoluzione singola tela di Chagall contiene episodi nei quali gli esseri
d'Ottobre alla quale Chagall prese parte è il secondo. Le umani, gli animali e perfino gli oggetti sono stati spostati,
immagini che l'artista crea restituiscono ai termini "ri- mossi, collocati in un luogo "altro". La loro immagine si è
voluzione" e "capovolgimento" la loro piena accezione liberata da ogni tipo di realtà contingente e da ogni punto
fisica. I fattori culturali e artistici sono una terza fonte. di ormeggio, così da risultare più facile per lo spettatore
L'opera di Chagall si colloca facilmente tra le tradizionali lasciarsi trasportare in un mondo "sottosopra".

Ufficio comunicazione comune di Verona - Assessorato alla Cultura Roberta Bordignoni,


tel. 045 8077839 e-mail: roberta_bordignoni@comune.verona.it
Ufficio Stampa Studio ESSECI di Sergio Campagnolo Tel. 049.66.34.99
e-mail: info@studiesseci.net WS: www.studioesseci.net

30 ERA2000
Lungomare Trieste - Roseto (TE) - Tel: 085.8944163 085.8936126
CARAIBI
Anguilla, Cuba, Santo Domingo

VILLAGGI ITALIANI NEL MONDO

Era2000 31
GRATO VIAGGI E VACANZE
Agenzia di Foligno (Pg) - Via Garibaldi 32 - Tel: 0742.35.15.15
Moscato Wine
Festival

I
l Moscato Wine Festival giunge alla undicesima edi-
zione: si svolgerà a Torino nel nei giorni di venerdì Il programma in pillole:
10 e sabato 11 giugno (orario 19-23,30). Cambia la
sede: l’evento sarà ospitato presso gli ambienti del Golden Banchi d’assaggio: uomini e donne del vino incontrano
Palace Hotel, utilizzando tutta l’area del Golden Garden, direttamente il pubblico
l’elegante cortile esterno, e le sale interne per le degusta- La grande enoteca del Moscato italiano: dalla Valle d’A-
zioni tematiche e professionali. Sarà una due giorni di osta fino alla Sicilia a Pantelleria, una selezione imperdibi-
degustazione speciali con un vero e proprio omaggio al le di Moscato da conoscere
Moscato, vitigno ricco di storia e di cultura, presenti in Il Moscato nel mondo: un’enoteca vi farà idealmente
ogni Regione in Italia come in molti Paesi del mondo. La viaggiare dalla Francia all’Ungheria, dalla Grecia al Porto-
sua diffusione si accompagna con la storia di molte terre gallo, alla Spagna per scoprire vini altrimenti introvabili
del vino: il Moscato Wine Festival rappresenta un’occa- I Maestri dolciari e le pasticcerie del Piemonte presenti
sione unica per conoscere un universo di vini straordina- in banchi d’assaggio
rio, quasi viaggiando idealmente, con il calice, fra molti Le degustazioni guidate: ogni giorno appuntamenti
territori. I vini saranno presentati in degustazione attra- esclusivi, confronti, dialoghi con i produttori
verso banchi d’assaggio, sia alla presenza dei produttori E ancora… gli amici del Moscato Wine Festival:
che parteciperanno direttamente alla manifestazione, sia I vini da meditazione italiani, una selezione delle principa-
con la Grande Enoteca del Moscato italiano con un alle- li varietà autoctone
stimento che farà percorrere al pubblico una sorta di iti- Gli altri aromatici, malvasia e non solo…
nerario fra le varie realtà regionali, partendo a Nord dalla Pianeta Bollicine, spumanti italiani con uve autoctone
Valle d’Aosta, giungendo fino alla Sicilia, a Pantelleria. incontrano l’Asti spumante
Uno spazio di riguardo sarà riservato alle due grandi orga- Oltre il Moscato, una selezione di altri vini autoctoni pie-
nizzazioni del settore: il Consorzio per la Tutela dell’Asti, montesi da uve nebbiolo, barbera, dolcetto ecc… festeg-
e la “Produttori Moscato d’Asti Associati”. In un’apposi- giano gli undici anni del Moscato Wine Festival
ta sezione saranno presentati i vari volti del Moscato nel
Mondo, con una selezione sfiziosa dedicata quest’anno
in particolare ai moscato francesi. L’edizione 2011 confer-
merà nel programma alcune scelte che in passato si sono
rivelate vincenti ed hanno incontrato il favore del pub-
blico: spazio dunque ai vini da meditazione italiani, con
una selezione delle principali varietà autoctone, ad altri
vini aromatici, malvasia e non solo, al “Pianeta Bollicine”,
con spumanti italiani con uve autoctone incontrano l’Asti
spumante. I grandi rossi piemontesi da vitigno autocto-
no firmeranno l’ Enoteca “Oltre il Moscato”, ampliando
le proposte di degustazione. Ed ancora un calendario di
degustazioni guidate in corso di definizione caratterizzerà
il programma.

32 ERA2000
Cantine Aperte
in Umbria
In festa con
Bacco
di Stefania Legumi

T
utte le cantine regionali socie del
Movimento del Turismo del vino
accolgono l'iniziativa con entusia-
smo. Anche quest'anno in Umbria l'ultimo
fine settimana di maggio Bacco apre le sue
porte all'estasi attraverso “Cantine Aperte”.
56 le adesioni delle cantine per l'evento:
da Torgiano al lago Trasimeno, dall'Alto-
tevere a Todi e ancora, Bettona, Cannara,
Assisi,Montefalco, Orvieto, Narni, Allerona
e Amelia. Un tripudio di assaggi e di vere
e proprie cene a base di prodotti del terri-
torio e piatti unici, il tutto condito con le
meravigliose degustazioni del nostro splen-
dido vino. Il 19 maggio alle 18.00 la libreria
Feltrinelli in Corso Vannucci con la colla-
borazione della Gribaudo Gusto annuncerà
i vari appuntamenti presenti nel territorio
con “Cantine Aperte in Feltrinelli”, invitati
esperti enogastronomi che daranno il loro
contributo alla presentazione della manife-
stazione. Sempre più evidente la presenza di
giovani all'evento che nel corso degli anni
ha raccolto proseliti soprattutto nel mondo
giovanile. Segno importante che la cultura
del bere se insegnata e tramandata in modo
corretto può arginare anche la diffusione di
problematiche serie legate all'alcool. Anche
quest'anno con “Un bicchiere per la vita”
chi parteciperà avrà la possibilità di donare
fondi per le attività di assistenza ai piccoli
pazienti del reparto di Oncologia ed Ema-
tologia dell'Ospedale Santa Maria della Mi-
sericordia di Perugia che sono accolti presso
il Residence Chianelli. Quindi non soltanto
divertimento ma anche beneficenza e cono-
scenza attraverso la full immersion nel mon-
do delle cantine dove tutti ammireranno da
vicino gli strumenti di lavoro, le vigne e i
processi produttivi che danno vita e anima
al gustoso nettare degli dei.

Era2000 33
Marca trevigiana,
“Un territorio da assaggiare”
nel segno dell’Asparago di
Badoere IGP
fino al 31 ottobre, a Morgano, un viaggio a 360
gradi alla scoperta delle eccellenze locali

A
rchitettura, natura, sapori e visita alle attività agri-
cole: questo il ricco programma di una giornata
speciale proposta dalla Pro Loco del Comune di
Morgano (Tv), per scoprire, insieme al gusto unico dell’
Asparago di Badoere IGP , il paesaggio in cui questa ec-
cellenza primaverile prende vita, tra il lento fluire dell’alto
Sile e lo splendore delle ville venete. L’associazione pro-
pone infatti un viaggio a 360 gradi nel territorio grazie
ad un pacchetto, messo a punto dalla primavera del 2011
in collaborazione con l’Amministrazione comunale e il
Consorzio dell’Asparago di Badoere IGP, in cui si intrec-
ciano gastronomia, cultura e paesaggio, passando dai pre-
gi architettonici della Rotonda di Badoere e villa Emo,
alla bellezza naturalistica dell’alto Sile e dell’area delle ri-

34 ERA2000
sorgive, fino alla scoperta, direttamente sul campo, della
coltura dell’asparago. Punto di partenza sarà proprio il
cerchio della Rotonda di Badoere , con una visita guida-
ta per scoprire questa perla settecentesca dell’architettura
veneta e la sua storia, per poi partire in sella alle biciclette
della Pro Loco e immergersi nell’ecosistema unico del-
le sorgenti del Sile con sosta in una zona di coltivazione
dell’Asparago di Badoere IGP e visita alle colture. Dopo il
pranzo in agriturismo a base di prodotti locali, una tappa
alla palladiana villa Emo di Fanzolo di Vedelago (Trevi-
so) (trasporto su bus Bonaventura Express), meraviglioso
esempio di architettura cinquecentesca, con visita guida-
ta. Gran finale in azienda agricola per vedere dal vivo le
fasi di preparazione e confezionamento dell’Asparago di
Badoere IGP e fare ritorno a casa con gli occhi pieni di
cultura, natura e sapori (e con un mazzo di asparagi in
omaggio ). Il servizio è attivo dal 21 marzo al 15 mag-
gio 2011 (periodo coltivazione degli asparagi di Badoere
IGP) e anche dal 16 maggio al 31 ottobre 2011 (senza
visita nelle aziende agricole). L’escursione si effettuerà con
minimo di 30 e un massimo di 45 partecipanti.

Per prenotazioni e informazioni rivolgersi presso la Pro


Loco del Comune di Morgano (Tv)
dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 13:00
oppure telefonare allo 0422/837219 - 348/1133833
www.prolocomorgano.it






Era2000 35
36 ERA2000
DOVE VAI AL MARE
QUEST’ANNO?

...MARE, ANIMAZIONE,
NATURA, GASTRONOMIA,
PER LA TUA
VACANZA
IDEALE! CUOCA
ANNAMARIA FELICIONE

ROSETO
E PINETO
LOCATION DA
BANDIERA BLU,
NELLA REGIONE
PIÙ VERDE
D’EUROPA
Hotel Felicioni
• Soggiorno weekend in
pensione completa
euro 45 al giorno.
Residence Felicioni
• Appartamento bilocale con
4 posti letto soggiorno di 2
notti euro 100.

Info e prenotazioni
tutta la tua natura
Hotel Felicioni Residence Felicioni
Tel. 085 9491512 - 085 9493259 Tel. 085 8944163 - 085 8936126 info@vacanzefelicioni.com
Fax 085 9492053 Fax 085 8932846 www.vacanzefelicioni.com

Era2000 37
LE IPPOVIE:
I PARCHI BOLOGNESI
Il sito web della Regione Emilia Romagna, nel promuovere i tesori del suo entroterra ed il
turismo sostenibile, propone delle meravigliose ippovie... un insieme di itinerari da affron-
tare a cavallo a seconda della provincia di interesse e delle caratteristiche del percorso. Vi
riportiamo, nello specifico, i punti tappa dell’itinerario dei Parchi Bolognesi... recentemente
aggiornati - come tutti gli altri - in collaborazione con la Federazione Italiana Turismo Eque-
stre e Trec ANTE Emilia Romagna.

N
on tutti lo sanno, eppure a due passi da Bologna, umane compatibili. Il tour proposto interseca vari parchi
una delle più belle città d'arte europee, si esten- del bolognese: dal Parco di Monteveglio, attraverso il Con-
dono parchi incontaminati e riserve naturali di trafforte del Pliocenico, il Parco Storico di Montesole, il
grande valore. Importanti non solo dal punto di vista am- Parco di Montovolo si raggiunge il Parco del Corno alle
bientalistico (molte le specie botaniche protette: dagli astri Scale, nei pressi dello spartiacque dell'Appennino Tosco
alpini ai geranei argentei, e quelle faunistiche: dall'aquila Emiliano. Poi il Parco della Martina, da dove si raggiun-
reale ai mufloni alle marmotte). Ma anche dal punto di vi- ge il Parco dei Gessi Bolognesi e Calanchi dell'Abbadessa.
sta storico, culturali, scientifico. Questi parchi sono infatti Un'occasione anche per visitare borghi e pievi. E assaggiare
organizzati e gestiti quotidianamente per conservare e mi- i gioielli dell'enogastronomia bolognese: dalla mortadella
gliorare l'ambiente naturale, promuovere la ricerca scienti- alle crescentine con salumi e sottoli, dai vini DOC ai mitici
fica, le attività didattico-ricreative, sviluppando le attività tortellini.

38 ERA2000
de discese si raggiunge il fiume Reno, alla confluenza col
Da Monteveglio a Lagune: 25 km circa torrente Setta. Qui si entra nel territorio del Parco Storico
(1 giornata) Si parte dalla piana di Monteveglio, zona di Montesole. Il panoramico crinale fra Setta e Reno, con-
collinare ricca di vigneti e produzioni DOC (qui c'è anche duce i viaggiatori fra boschi, antichi casolari e le memorie
la sede del Consorzio vinicolo). Siamo nel parco regionale dei tragici fatti dell'ultima guerra mondiale (strage di civili
di Monteveglio (istituito nel 1995, 1.000 ettari di estensio- nell'eccidio di Marzabotto), fino al rifugio "Il Poggiolo" di
ne). Il percorso passa attorno alla rupe dell'imponente Ab- Montesole. Nel parco di Montesole si può visitare la Casa
bazia di Monteveglio. Un'edificazione antichissima: dall'E- della Pace, un piccolo edificio dove si tengono seminari e
sarcato di Ravenna, l'Abbazia passò ai Longobardi, poi a cicli di lezioni, spesso alla presenza di personalità interna-
Matilde di Canossa. Si sale poi fino al crinale fra i torrenti zionali. Possibilità di visite guidate nel parco.
di Serravalle e Samoggia. Guadato quest'ultimo e valicata
la collina fino al torrente Lavino, da Calderino si risale al
crinale successivo a Lagune nel Contrafforte Pliocenico.
Da Montesole al Parco di Montovolo:
20 km circa (1 giornata) Da Montesole si
Da Lagune al Poggiolo di Montesole: aprono larghi sentieri e comode strade che si insinuano nel
territorio del parco. Il paesaggio è fatto di boschi e prati,
19 km circa (1 giornata) Da Lagune per ripi- popolati da animali selvatici e specie botaniche, tipiche

Era2000 39
dell'Appennino. Come la macchia protetta di pino silve- la: è un bizzarro castello, vagamente orientaleggiante fatto
stre, arborea liofila, di lenta crescita, sopravissuta all'era costruire da un farmacista all'inizio del Novecento. Guada-
glaciale. Si raggiunge poi Grizzana Morandi, tipico paesino to il fiume Reno, si sale a Rocca Pitigliana. Poi alla località
dell'appennino bolognese, ma con qualcosa in più. Qui si Abetaia, fino al crinale fra il Reno e il Panaro, alla chiesetta
può curiosare dentro la casa museo e la biblioteca persona- di Ronchidoso al Monte Belvedere. Si prosegue per Quer-
le del grande pittore bolognese Giorgio Morandi, uno dei ciola fino alla borgata La Ca', nel Parco del Corno alle Scale.
maggiori artisti del Novecento (il museo Morandi è invece Qui si consiglia una sosta di uno o più giorni per visitare
a Bologna). Il percorso si snoda fra colline e castagneti fino il parco che offre una ricca rete di sentieri fra remoti bor-
alla rupe di Montovolo al centro del parco omonimo. Dalle ghi montanari (c'è la via dei mulini o quella delle atmosfere
parti della foresteria ci sono una chiesa romanica risalente medievali organizzate dal Centro Parco), immersi da una
al XII sec. e l'oratorio di Santa Caterina costruito, dice la vegetazione imponente, abitata da fauna varia e interessan-
leggenda, dai crociati. te. Fra gli aspetti naturalistici più interessanti: le cascate del
Dardagna e quelle di Tanamalia, senza dimenticare la cuci-
na tipica dell''Appennino.
Dal Parco di Montovolo al Parco del Cor-
no alle Scale: 28 km circa (1 giornata) Da La Ca' a Borgo Capanne: 20 km cir-
Una ripida mulattiera da Montovolo scende a Campolo, ca (1 giornata) Il percorso prevede la salita fino al
paese di scalpellini, poi al borgo medievale di Scola, fino passo Tre Croci (mt. 1281 s.l.m.) nel territorio del Parco
a Riola sotto la Rocchetta Mattei. Impossibile non notar- del Corno alle Scale. I percorsi sono larghi e comodi: sono

40 ERA2000
le antiche vie che collegavano la alta valle del Reno con la tra i boschi di conifere sopra il borgo medievale di Casti-
Toscana. Dalla Ca' di Vidiciatico si attraversano, fra monta- glione de Pepoli.
gne ed ampi panorami, i borghi di Pianaccio, Monteacuto
delle Alpi, fino a Borgo Capanne.
Da Castiglione de Pepoli a Montefred-
Da Borgo Capanne al Parco dei Laghi di: 18 km circa (1/2 giornata) Dai boschi di
Castiglione de Pepoli si raggiunge il santuario di Bocca di
Suviana e Brasimone: 16 km circa (1/2 Rio con l’elegante chiostro costruito per ospitare i pellegri-
giornata) Il percorso permette di scoprire i laghi di Su- ni. Superato Roncobilaccio, si sale fino al cosiddetto "pas-
seggere", quadrivio di percorsi antichissimi sulla romana
viana e Brasimone, incastonati fra i monti dell'appennino
Flaminia Militare che collegava Bologna a Fiesole, ancora
bolognese. Scenograficamente notevoli. D'estate Suviana
si trasforma in un colorato luogo di ritrovo per gli appas- oggi percorribile anche a cavallo.
sionati di windsurf. Si attraversa così il territorio del parco,
ricchissimo di corsi d'acqua, e punteggiato da borghi storici Da Montefreddi al Parco la Martina: 14
ed antichi casolari, spesso abbandonati. Si cavalca in mezzo
a boschi misti di latifoglie, castagni, roverelle, carpini, sorbi km circa (1/2 giornata) Fra i boschi dell'Alpe
e faggi. E se si è fortunati si possono incontrare cervi, daini, di Monghidoro si raggiunge al Passo della Raticosa, sulla
caprioli, cinghiali, scoiattoli, donnole, tassi o i rari picchio via Bologna-Firenze per arrivare dopo il Sasso di San Zeno-
rosso e picchio verde. La tappa termina al rifugio L'Abetina bi, al Parco La Martina.

Hotel Colombo**** Hotel Brioni**** Hotel Cesare Augustus**** Hotel Christian***S

Era2000 41
Menazza Hotels Group - Venezia Jesolo - Tel: 0421.370906 - info@menazzahotels.it - www.menazzahotels.it
l’Alto Adige ed il suo

FESTIVAL DEL GUSTO

L’Alto Adige invita al Festival del Gusto, la festa della qualità e dell’origine garantita, in pro-
gramma dal 2 al 5 giugno 2011. Per la prima volta tutti i prodotti di qualità dell’Alto
Adige si presentano assieme nel centro storico di Bolzano. Uno sguardo dietro le quinte
per conoscere meglio gli ambasciatori altoatesini del gusto.

I
nsieme più forti. I dodici prodotti di qualità dell’Alto la carne di bovina dell’Alto Adige che per ultima è entra-
Adige si presenteranno per la prima volta tutti assie- ta a far parte quest’anno della famiglia dei prodotti di
me in occasione della prima edizione del Festival del qualità dell’Alto Adige. Nel corso del lungo fine settima-
Gusto Alto Adige in programma dal 2 al 5 giugno 2011 na del gusto i visitatori potranno non solo deliziarsi con
a Bolzano. I prodotti di qualità e origine garantita saran- le tante tentazioni del palato, ma potranno anche sbircia-
no esposti in apposite case dei prodotti e in diversi stand re dietro le quinte dei dodici prodotti di qualità Alto
espositivi lungo il Miglio del Gusto che si snoderà attra- Adige per scoprirne la storia e rendersi conto di persona
verso il centro storico di Bolzano. La Mela Alto Adige dei tradizionali metodi di lavorazione artigianale. Pro-
IGP, lo Speck Alto Adige IGP, il latte e i latticini avranno motori e protagonisti del Festival del Gusto Alto Adige
ciascuno un proprio padiglione, mentre i Vini Alto Adi- sono i produttori dei prodotti di qualità. L’organizzazio-
ge DOC si uniranno alla kermesse del gusto nell’ambito ne e il coordinamento sono curati da EOS Organizzazio-
dell’annuale Mostra Vini di Bolzano e del Simposio In- ne export Alto Adige della Camera di commercio di Bol-
ternazionale del Gewürztraminer. Gli altri protagonisti zano. Il Festival del Gusto Alto Adige, che si svolgerà per
del Festival del Gusto Alto Adige saranno il pane e i pro- la prima volta con questa formula, viene organizzato con
dotti da forno, gli ortaggi, i piccoli frutti e le ciliegie, il la collaborazione e il sostegno della Provincia Autonoma,
succo di mela torbido naturale, le fette di mele fresche e del Comune di Bolzano e di Alto Adige Marketing.
la frutta secca, il miele, la grappa, le erbe aromatiche e Spettacolo del gusto nel centro storico di Bolzano Il

42 ERA2000
Miglio del Gusto inizierà nella parte orientale di Bolzano,
in piazza del Municipio, e si snoderà attraverso i Portici
fino a piazza delle Erbe, via Argentieri e via della Mostra.
Piazza Walther sarà il cuore della manifestazione e palco-
scenico per svariati eventi. Un tocco di atmosfera medi-
terranea sarà portato al Festival del Gusto Alto Adige dal-
la nota moderatrice televisiva Elisa Isoardi che, venerdì 3
giugno, terrà d’occhio le pentole dei cuochi stellati
dell’Alto Adige - Anna Matscher (Ristorante “Zum
Löwen”, Tesimo), Herbert Hintner (Ristorante “zur
Rose”, Appiano) e Karl Baumgartner (Ristorante
“Schöneck“, Falzes) -, lasciandosi incantare dalle pietan-
ze preparate con i prodotti di qualità dell’Alto Adige. Per
l’intrattenimento musicale suoneranno diversi gruppi
Jazz, in collaborazione con il Südtiroler Jazzfestival Alto
Adige. Markus Lanz, il moderatore altoatesino molto
noto in Germania per numerose trasmissioni televisive di
successo e dichiarato amante dei prodotti di qualità
dell’Alto Adige, sarà ospite sabato 4 giugno. Assieme ai
cuochi stellati dell’Alto Adige, Lanz presenterà sul palco
centrale di piazza Walter il menu del Festival del Gusto
Alto Adige, appositamente creato per l’occasione. A cia-
scuno dei tre cuochi stellati è assegnato uno dei prodotti
di qualità dell’Alto Adige con il quale dovranno realizza-
re una gustosa pietanza direttamente sul palco. Nella cre-
azione del menu del Festival del Gusto i cuochi stellati
dell’Alto Adige saranno assistiti dallo chef di fama inter-
nazionale Roland Trettl del ristorante Hangar-7 di Sali-
sburgo. Altro ospite di fama internazionale sarà il noto
sommelier tedesco Hendrik Thoma che avrà il compito di
erudire gli amanti del vino facendo loro conoscere e ap-
prezzare i vini altoatesini. Markus Lanz si intratterrà con
i suoi ospiti in brevi e divertenti talk durante i quali farà
svelare loro molti interessanti segreti sui prodotti di qua-
lità dell’Alto Adige. L’intrattenimento musicale sarà affi-
dato al gruppo “Ganes & Guests” (powered by Forst
S.p.a.), un trio femminile locale che ha anche accompa-
gnato Hubert von Goisern nella sua tournée in Europa.
Lo chef Roland Trettl darà prova del suo talento anche in
occasione di Alto Adige Teatro di piaceri che si svolgerà in
contemporanea, venerdì 3 giugno al Lago di Caldaro, per
iniziativa di Wein Kaltern. A Palais Campofranco, alle
Delizie del Latte, il latte e i latticini dell’Alto Adige si
presenteranno in modo innovativo e moderno. Non
mancheranno interessanti informazioni sul latte dell’Al-
to Adige così come un ampio programma di intratteni-
mento per i bambini. Verrà spiegato come e perché si
formano i buchi nel formaggio, come vengono prodotti i
formaggi freschi, perché lo yogurt è così indicato per la
salute e la bellezza e si dimostrerà in modo efficace che il
latte è molto più di una semplice bevanda. Verranno
inoltre proclamati i vincitori del concorso per menti cre-
ative “La Dolomilla che vuoi”. La Mela Alto Adige IGP si

Era2000 43
presenterà in piazza del Municipio in un originale Mon- tive “Un’ora in cantina“ e il grande “Wine Tasting Fo-
do della Mela. Gli ambasciatori della Mela spiegheranno rum” a Castel Mareccio, in occasione del quale 74
tutto quello che c’è da sapere sulle zone di coltivazione e produttori di vino di tutte le zone vinicole dell’Alto Adige
sulle varietà di mele. I visitatori potranno inoltre rendersi invitano a degustare circa 400 etichette d’eccellenza. Il
conto di persona del ciclo annuale della coltivazione delle Parkhotel Laurin sarà cornice per due eventi del tutto spe-
mele in Alto Adige. Gli organizzatori hanno pensato an- ciali: un Wineparty di tendenza “Fast Beats – Fresh Wi-
che al gioco con una corsa delle cassette di mele che per- nes” nella serata di giovedì e, domenica mattina, una co-
metterà a grandi e piccoli di mettere in evidenza le loro lazione Jazz con i produttori di spumante dell’Alto Adige
doti di piloti. Via Grappoli si trasformerà in un emozio- nel motto “Swinging-Bubbles“, per dare un avvio friz-
nante percorso di gara, dove si potranno ammirare i boli- zante all’ultima giornata del Festival. Il Miglio del Gusto
di più veloci, quelli più originali e i più belli. Nella Casa farà anch’esso la sua parte con un contorno di vivaci rap-
dello speck, in piazza Parrocchia e via della Posta, si potrà presentazioni che andranno in scena su diversi piccoli pal-
conoscere e apprezzare il tradizionale Speck Alto Adige coscenici. Nei locali dell’Antico Municipio di Bolzano si
IGP. I visitatori potranno apprendere tutto sulla produ- terranno, sabato e domenica, dei brevi corsi e seminari sui
zione e sull’utilizzo dello speck nella cucina tradizionale e prodotti di qualità dell’Alto Adige. Si va da “Assaggi per
in quella moderna. Sono in programma anche delle visite buongustai” per mettere in luce ogni aspetto delle com-
guidate in italiano e tedesco nonché tradizionali merende binazioni fra vino, speck, formaggio, pane, grappa e
con speck. Il vino dell’Alto Adige si presenterà quest’an- mela, ai corsi per l’intera famiglia “Assaporare per tutti”
no in modo del tutto nuovo facendo collimare per la sulla combinazione fra pane, erbe aromatiche, latte, mele,
prima volta la Mostra Vini di Bolzano a Castel Mareccio succo di mela e miele. I corsi sono curati dall’Accademia
e il Simposio Internazionale del Gewürztraminer a Ter- del Vino Alto Adige. Slow Food offre inoltre dei semina-
meno. Nel corso delle due manifestazioni i viticoltori al- ri dal titolo “Laboratori del Gusto”. Teoria e prassi a Bol-
toatesini offriranno in degustazione il meglio della loro zano Il Festival del Gusto si aprirà ufficialmente il 2 giu-
produzione. In concomitanza con questi due eventi si gno con il Simposio del Gusto nel Museo Mercantile in
terranno inoltre numerose iniziative sul tema Gewürztra- via Argentieri. Il simposio prevede alcune relazioni sul
miner da tutto il mondo con particolare attenzione ai vi- tema “Gusto e regionalità – tendenze future nel settore
tigni dell’Alto Adige. Altri momenti culminanti del più alimentare” che verranno svolte da relatori di prestigio
importante evento dell’anno viticolo 2011 sono le inizia- tra i quali Andreas Steinle, direttore del settore consulting

44 ERA2000
www.festivaldelgusto.it
del Zukunftsinstitut di Kelkheim in Germania, Da-
vid Bosshart del GDI Gottlieb Duttweiler Institute, i
fratelli Lange di “Genusskonzepte Lange 2”, Rober-
to Burdese di Slow Food Italia e il parlamentare euro-
peo Herbert Dorfmann. Il Simposio del Gusto sarà
moderato da Ulrich Eggert di “Ulrich Eggert Con-
sulting”. I visitatori del Festival potranno avvicinarsi
ai prodotti di qualità dell’Alto Adige in modo nuovo
e originale, soffermandosi nelle diverse tappe lungo il
Miglio del Gusto e apprezzando appieno le sensazio-
ni acquisite attraverso i loro cinque sensi. L’esperien-
za del gusto verrà organizzata e curata dalle Scuole
professionali per l’agricoltura e l’economia domesti-
ca. Momento culminante per i prodotti alimentari

www.festivaldelgusto.it
con marchio di qualità “Il nuovo Festival del Gusto
Alto Adige che si terrà nel capoluogo altoatesino –
sottolinea Thomas Widmann, assessore provinciale
competente per i prodotti di qualità dell’Alto Adige e
padrino del Festival – costituisce un momento cul-
minante per l’Alto Adige terra del gusto e per i suoi
prodotti di qualità. Non si è mai organizzato prima
d’ora un evento di tale portata, che prende vita grazie
alla fattiva collaborazione fra tanti protagonisti e che
sarà in grado di promuovere i prodotti con il marchio
qualità, la cucina tradizionale e i vini altoatesini in
modo concreto e allo stesso tempo festoso”. Il mar-
chio di qualità Alto Adige è stato introdotto sei anni
fa e da allora l’interesse e la domanda da parte dei
consumatori sono aumentati con ritmo costante.
Nel corso di questi anni il marchio è stato concesso a
prodotti sempre nuovi: oggi ben 12 gruppi di pro-
www.festivaldelgusto.it

dotti fanno parte della grande famiglia dei prodotti


di qualità garantita Alto Adige. Con il Festival del
Gusto, che dovrebbe svolgersi con cadenza biennale,
i promotori puntano a creare una piattaforma per
presentare i prodotti di qualità in modo moderno e al
passo con i tempi. Nelle quattro giornate del Festival
gli abitanti del capoluogo, la popolazione locale e gli
ospiti da ogni angolo del mondo potranno rendersi
conto di persona di come i prodotti alimentari con
marchio di qualità Alto Adige vengono prodotti in
modo autentico e genuino. Ulteriori informazioni
sul programma del Festival e la mappa degli eventi
saranno disponibili a breve su un apposito sito inter-
net all’indirizzo www.festivaldelgusto.it. Il Festival è
sostenuto anche dalla ditta Forst in collaborazione
con la Landeshotelfachschule Kaiserhof, che sarà
presente con un proprio stand, e dai nostri partner
Air Alps e Welcome Air di Welcome Aviation Group
www.festivaldelgusto.it

che nel periodo di Pasqua e prima del Festival offri-


ranno fette di mele fresche ai passeggeri a bordo dei
loro voli da Bolzano e Innsbruck e forniranno infor-
mazioni sul Festival del Gusto.

Era2000 45

     
        

     
   



Garantire un prodotto ottimale ed un servizio di assistenza continuativo ed affidabile: è questo l’obiettivo di MB TEC. Il migliora-
mento costante delle prestazioni è la nostra ambizione.

MB TEC è in grado così di affiancare il cliente in ogni fase di lavorazione,dalla progettazione alla realizzazione finale.

L’impiegno dei migliori materiali, il know how acquisiti in anni di esprerienza, la tecnologia più avanzata e la rinnovata passione
fanno di MB TEC un punto di riferimento sicuro su cui contare.

• 

• 

• 

• 

• 

• 

• 

• 

• 

• 

• 

• 

• 












Era2000 47
www.era2000online.it
diffondiamo cultura

MARTEDÌ:
26 aprile, 31 maggio, 28 giugno, 26 luglio, 30 agosto, 27 settembre, 25 ottobre, 29 novembre, 27 dicembre.

48 ERA2000