Sei sulla pagina 1di 32

DATI TECNICI

Martinetti di sollevamento a vite

L’assortimento comprende, in totale, 10 tipi di martinetti a vite, suddivisi nelle versioni da NMJ 1 a NMJ 5, con
capacità di corsa fino a 100 kN e da NJB 1 e da NJB 5 con capacità di spinta da 150 kN a 500 kN statici.

Velocità di corsa Tolleranze e gioco


Rapporto H (per elevate velocità di avanza- • Le scatole dell’azionamento sono lavorate su
mento) tutti e quattro i lati di montaggio. Le tolleranze
sono a norma ISO 2768 mH in vigore.
Per i martinetti di sollevamento a vite realizzati con Le parti non lavorate sono a norma DIN 1685 GTB 18.
vite trapezia un giro completo della vite senza fine, Il gioco assiale della vite con carico variabile è:
genera una corsa di 1 mm con una relativa velocità - con vite trapezia, 0,2 mm.
lineare pari a 1500 mm al minuto con 1500 min. - con vite a ricircolo, 0,08 mm
I valori per quanto riguarda la versione con vite a • Il gioco radiale tra il diametro esterno della vite
ricircolo di sfere, in funzione del passo e della gran- ed il diametro della guida è pari a 0,2 mm.
• Il gioco dell’ingranaggio elicoidale, misurato
dezza, vanno da 1071 mm/min. fino a 2142 sull’albero di azionamento, è pari a +/-4˚ con
mm/min. trasmissione H ± 1˚.
Con tutti i modelli, a partire dal NMJ 4, la dilata-
Rapporto L (per ridotte velocità di avanza- zione in funzione della temperatura, dell’unità
mento) con cuscinetti di guida è compensata dalla pos-
sibilità di movimentazione assiale disponibile.
Per i martinetti di sollevamento a vite realizzati con • Le viti trapezie e quelle a ricircolo di sfere sono
vite trapezia un giro completo della vite senza fine, realizzate con una rettilinearità di 0,4 mm su di
genera una corsa di 0,25 mm con una relativa velo- una lunghezza di 1000 mm con le seguenti pre-
cità lineare pari a 375 mm al minuto con 1500 min. cisioni passo:
I valori per quanto riguarda la versione con vite a ricir- - da NMJ 1 a NMJ 5: 0,05 mm/300 mm di lun-
colo di sfere, in funzione del passo e della grandezza, ghezza
- da NJB 1 a NJB 5: 0,2 mm/300 mm di lun-
vanno da 312 mm/min. fino a 535 mm/min. ghezza.
Occorre considerare che la velocità di avanzamento • FORZE LATERALI SULLA VITE DI SOLLEVA-
può essere incrementata utilizzando viti a più principi MENTO, eventuali forze laterali devono essere
e/o con passi maggiori. assorbite da una guida esterna.
L’elevato grado di efficienza dell’ azionamento con
vite a ricircolo di sfere rende possibili tempi di inseri- Sicurezza anti-sfilamento A
mento maggiori. Impedisce lo sfilamento della vite sull’aziona-
mento. Con le versioni N e V con vite a ricircolo di
sfere tale dispositivo è fornito come standard
mentre nella versione con vite trapezia è a richie-
sta. Il sistema anti-sfilamento non deve essere uti-
lizzato come dispositivo di arresto.

Arresto automatico
L’arresto automatico è in funzione dei seguenti
parametri:
• passi elevati
• differenti rapporti di trasmissione con la nuova
elicoidale
• tipo di lubrificazione
• parametri di scorrimento
• condizioni ambientali quali: caldo, freddo,
scosse, ecc.
• condizioni di montaggio

Versioni speciali
Oltre al vasto assortimento standard, la NC
COMPONENTI, a richiesta, è in grado di fornire
martinetti di sollevamento a vite in materiale
speciale, con senso di rotazione antiorario e con
viti a più principi.

X/2 Tel. ++39 011 9575222 www.nccomponenti.it CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO
DATI TECNICI

Vite trapezia e vite a ricircolo di sfere

VITE TRAPEZIA
NMJ 0 NMJ 1 NMJ 2 NMJ 3 NMJ 4 NMJ 5 NJB 1 NJB 2 NJB 3 NJB 4 NJB 5
Forza di sollevamento max (kN) 2,5 5 10 25 50 100 150 200 250 350 500
Diametro e passo (mm) 16x4 18 x 4 20 x 4 30 x 6 40 x 7 55 x 9 60 x 9 70 x 10 80 x 10 100 x 10 120 x 14
Percorso ogni giro albero Rapporto H1) 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
di azionamento (mm) Rapporto L1) 0,2 0,25 0,25 0,25 0,25 0,25 0,25 0,25 0,25 0,25 0,25
Rapporto Rapporto H1) 4:1 4:1 4:1 6:1 7:1 9:1 9:1 10:1 10:1 10:1 14:1
Rapporto L1) 20:1 16:1 16:1 24:1 28:1 36:1 36:1 40:1 40:1 40:1 56:1
Rendimento (%) 2) Rapporto H1) 38 31 29 29 26 24 20 19 18 17 16
Rapporto L1) 30 28 27 26 21 19 18 17 15 15 15
Peso (Kg) (corsa zero) 0,6 1,2 2,1 6 17 32 41 57 57 85 100
Peso (Kg ogni 100 mm di corsa) 0,26 0,1 0,35 1,14 1,67 3,04 3,1 4,45 6,13 7,9 11,5
Mom. torcente a vuoto (Nm) H 0,03 0,04 0,11 0,15 0,35 0,84 0,88 1,28 1,32 1,62 1,98
L 0,02 0,03 0,10 0,12 0,25 0,51 0,57 0,92 0,97 1,10 1,42

VITE A RICIRCOLO DI SFERE


NMJ 1 NMJ 2 NMJ 3 NMJ 4 NMJ 5 NJB 1 NJB 2 NJB 3 NJB 4 NJB 5
Forza di sollevamento max (kN) 5 8 9,5 26 19 30 55 – – 78 – –
Diametro e passo (mm) 1605 2005 2505 3210 4005 4010 5010 – – 8010 – –
Percorso ogni giro albero Rapporto H1) 1,25 1,25 0,83 1,66 0,71 1,43 1,1 – – 1 – –
di azionamento (mm) Rapporto L1) 0,31 0,31 0,21 0,416 0,18 0,36 0,28 – – 0,25 – –
Rapporto Rapporto H1) 4:1 4:1 6:1 7:1 9:1 – – 10:1 – –
Rapporto L1) 16:1 16:1 24:1 28:1 36:1 – – 40:1 – –
Rendimento (%) 2) Rapporto H1) 57 56 55 57 53 56 47 – – 45 – –
Rapporto L1) 46 44 43 47 43 45 37 – – 34 – –
Peso (Kg) (corsa zero) 1,3 2,3 7 19 35 – – 63 – –
Peso (Kg ogni 100 mm di corsa) 0,26 0,42 1,14 1,74 1,67 3,04 – – 6,13 – –
Mom. torcente a vuoto (Nm) H 0,04 0,11 0,15 1,15 0,35 0,84 – – 1,32 – –
L 0,03 0,10 0,12 0,25 0,51 – – 0,97 – –

1) H = velocità di avanzamento elevata; L = velocità di avanzamento ridotta


2) Il dato relativo al grado di rendimento riportato, si tratta di un valore medio

CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO www.nccomponenti.it Tel. ++39 011 9575222 X/3
MARTINETTO DI SOLLEVAMENTO A VITE
Versione base
LATO B

LATO A

VERSIONE V KGT
*Il martinetto NMJ1 è disponibile ora anche in alluminio pressofuso.
N (G)
Grandezza/Tipo
Indice NMJ0 NMJ1* NMJ2 NMJ3 NMJ4 NMJ5 NJB1 NJB2 NJB3 NJB4 NJB5
NMJ0G_? NMJ1G_? NMJ2G_? NMJ3G_? NMJ4G_? NMJ5G_? NJB1G_? NJB2G_? NJB3G_? NJB4G_? NJB5G_?
A 94 120 140 195 240 300 325 355 355 380 500
A1 56 75 89 109 150 170 200 225 225 254 305
B 64 80 100 130 180 200 210 240 240 290 360
C 54 72 85 105 145 165 195 220 220 250 300
D 38 52 63 81 115 131 155 170 170 190 230
E 48 60 78 106 150 166 170 190 190 230 290
F 20 24 27,5 45 47,5 67,5 65 67,5 67,5 65 100
G 22, 62 25 32 45 63 71 71 80 80 100 135
H 16 18 20 36 36 56 56 56 56 56 90
I 8 10 11 12 15 17 20 25 25 30 35
Jj6 9 10 14 16 20 25 25 30 30 35 48
K M6 M8 M8 M10 M12 M20 M24 M30 M30 M36 M42
L2) 20/45 20/48 30/55 30/60 50/85 55/80 55/90 60/95 60/95 65/105 85/135
MH74) 26 32 35 40 52 62 72 80 80 85 90
N1 25 32 37 41 59 79 87 82 82 106 133
N2 25 30 38 41 58 81 88 83 83 114 133
O 17, 38 24 28 31 39 46 49 60 60 65 75
P 15 19 19 22 29 49 49 59 59 78 118
Q 33,5 33,5 42 50 65 90 95 110 125 150 180
Q13) 35 35 45 50 65 90 100 120 120 150 180
Q23) 50 50 64 71 92 128 142 170 170 213 255
Q33) 6 6 6 8 10 10 10 10 10 10 10
R M10 M12 M14 M20 M30 M36 M48x2 M56x2 M64x3 M72x3 M100x3
S 50 62 75 82 117 160 175 165 165 220 266
T1) 5) 30 35/46 45/48 50 65 95 95 110 110 140 200
U1) 12 12/22 18/22 23 32 40 40 40 40 50 60
V1) 30 30/48 39/57 46 60 85 90 105 120 145 170
WTR 16x4 18x4 20x4 30x6 40x7 55x9 60x9 70x10 80x10 100x10 120x14
Y 3 3 5 5 6 8 8 8 8 10 14
Z 11 13 15 15 16 30 40 45 45 54 80
a** 32 35 44 55 60
b** M5x10 M6x12 M8x12 M10x15 M12x18
** solo a richiesta
1) La seconda dimensione viene applicata sulla versione KGT. 2) La seconda dimensione viene applicata sulla versione con l'asse e con
il programma di sicurezza. 3) Il programma di sicurezza di ammortizzazione della vite di solito viene usata la versione KGT. Per la
versione TR come optional (per le corse più lunghe è raccomandata la chiocciola di sicurezza); Nota: La dimensione Q3 per il montaggio
posteriore deve essere presa in considerazione. 4) Il diametro centrato del motore del montaggio monoblocco. 5) Usando il soffietto o la
spirale, l'asse sarà più lunga (a richiesta).

X/4 Tel. ++39 011 9575222 www.nccomponenti.it CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO
MARTINETTO DI SOLLEVAMENTO A VITE
Versione con la chiocciola mobile
LATO B

LATO A

*Il martinetto NMJ1 è disponibile ora anche in alluminio pressofuso.


R (LM)
Grandezza/Tipo
Indice NMJ0 NMJ1* NMJ2 NMJ3 NMJ4 NMJ5 NJB1 NJB2 NJB3 NJB4 NJB5
NMJ0LM_? NMJ1LM_?NMJ2LM_?NMJ3LM_?NMJ4LM_? NMJ5LM_? NJB1LM_?NJB2LM_? NJB3LM_? NJB4LM_? NJB5LM_?
A 94 120 140 195 240 300 325 355 355 380 500
A1 56 75 89 109 150 170 200 225 225 254 305
B 64 80 100 130 180 200 210 240 240 290 360
C 54 72 85 105 145 165 195 220 220 250 300
D 38 52 63 81 115 131 155 170 170 190 230
E 48 60 78 106 150 166 170 190 190 230 290
F 20 24 27,5 45 47,5 67,5 65 67,5 67,5 65 100
G 22, 62 25 32 45 63 71 71 80 80 100 135
H 16 18 20 36 36 56 56 56 56 56 90
I 8 10 11 12 15 17 20 25 25 30 35
Jj6 9 10 14 16 20 25 25 30 30 35 48
K M6 M8 M8 M10 M12 M20 M24 M30 M30 M36 M42
MH72) 26 32 35 40 52 62 72 80 80 85 90
N1 25 32 37 41 59 79 87 82 82 106 133
N2 25 30 38 41 58 81 88 83 83 114 133
O 17, 38 24 28 31 39 46 49 60 60 65 75
S 50 62 75 82 117 160 175 165 165 220 266
U 3) 12 12 18 23 32 40 40 40 40 50 60
V 30 30 39 46 60 85 90 105 120 145 170
WTR 16x4 18x4 20x4 30x6 40x7 55x9 60x9 70x10 80x10 100x10 120x14
X j6 10 12 15 20 25 40 45 55 60 80 95
Y 3 3 5 5 6 8 8 8 8 10 14
Z 11 13 15 15 16 30 40 45 45 54 80
M11) 45 48 55 62 95 110 125 180 190 240 300
M21)H9 25 28 32 38 63 72 85 95 105 130 160
M31) 35 38 45 50 78 90 105 140 150 185 230
M41) 25 44 44 46 73 97 99 100 110 130 160
M51) 10 12 12 14 16 18 20 30 30 35 40
M61) 6 6 7 7 9 11 11 17 17 25 28
I 10 10 15 20 25 25 25 25 25 25 30
II 12 15 20 25 30 45 55 70 75 100 120
a** 32 35 44 55 60
b** M5x10 M6x12 M8x12 M10x15 M12x18

** solo a richiesta
1) Dimensioni M1…M6 nella versione KGT alla richiesta
La chiocciola rotante come optional con il foro per la lubrificazione
2) Il diametro centrato del motore del montaggio monoblocco
3) L = lunghezza effettiva che dipende dalla costruzione (la designazione alternativa alla lunghezza della corsa)

CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO www.nccomponenti.it Tel. ++39 011 9575222 X/5
ACCESSORI

Chiocciola a filettatura trapezia

Chiocciola in bronzo flangiata EFM


Per movimentazioni con funzionamento continuo e
caratteristiche di logoramento particolarmente

D 1-0.3
favorevoli.

-0.2
D4
D6
Ideale come chiocciola di sicurezza ed in collega-

D1
mento con viti in inox resistenti “all’acqua di
mare”.
Le chiocciole EFM sono intercambiabili con quelle
flangiate a ricircolo di sfere e possono, inoltre,

D5
essere montate con gli adattatori KON-N e KAR-N
(ved. accessori delle viti a ricircolo di sfere).
Materiale: G-CuSn 7 ZnPg (Rg 7)

R1
,B = 269 N/mm2; HB 10 = 75 L2 L3
L1

Tipo Grandezza Dimensioni [mm]


D1 D1 D1 6xD6 L1 L2 L3 L4 L5
NMJ 1 EFM Tr 18 x 4 28 48 38 6 44 12 8 17 22
NMJ 2 EFM Tr 20 x 4 32 55 45 7 44 12 8 20 25
NMJ 3 EFM Tr 30 x 6 38 62 50 7 46 14 8 20 25
NMJ 4 EFM Tr 40 x 7 63 95 78 9 73 16 10 30 35
NMJ 5 EFM Tr 55 x 9 72 110 90 11 97 18 10 35 40
NJB 1 EFM Tr 60 x 9 85 125 105 11 99 20 10 35 40
NJB 2 EFM Tr 70 x 10 95 180 140 17 100 30 16 35 40
NJB 3 EFM Tr 80 x 10 105 190 150 17 110 30 16 35 40
NJB 4 EFM Tr 100 x 10 130 240 185 25 130 35 16 45 50
NJB 5 EFM Tr 120 x 14 160 300 230 28 160 40 20 50 55

Flangia di interfaccia per montaggio


soffietti di protezione L5
L4 D6
(Solo per versione R)
D4
D5
D1

X/6 Tel. ++39 011 9575222 www.nccomponenti.it CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO
ACCESSORI

Chiocciola a ricircolo di sfere

Chiocciola flangiata a ricircolo


di sfere KGF
Chiocciola a ricircolo di sfere flangiata con fori di

D 1 -0.8
-0.2
D 1 g6
fissaggio e di lubrificazione e con anello di tenuta L 10 ° 30
60 °°
x
profilato (riduzione dell’ingresso del lubrificante ed 60
eliminazione dello sporco) per vite a ricircolo di GxL 9
sfere KGS.
Materiale: 16 MnCr 5

D4
D6
Unità precaricate senza gioco KGT-
FF/KGT-MM/KGT-FM
L7 6xD 5
Combinazioni montate e messe a punto di due L1
chiocciole cilindriche (MM), di due chiocciole flan- L2
giate (FF) e di una chiocciola flangiata con una
chiocciola cilindrica (FM). È possibile effettuare il
montaggio di tali gruppi precaricati solo ed esclusi-
vamente sulla loro relativa vite a ricircolo di sfere.

Tipo Grandezza Forma Foratura


diametro [mm]/ D1 D4 D5 D6 L1 L2 L7 L9 L10 G
passo [mm]
NMJ 1 KGF 1605 RH-VV E 3 28 38 5.5 48 8 44 12 8 6 M6
NMJ 2 KGF 2005 RH-VV E 3 32 45 7 55 8 44 12 8 6 M6
NMJ 3 KGF 2505 RH-VV E 3 38 50 7 62 8 46 14 8 7 M6
NMJ 4 KGF 4005 RH-VV E 3 53 68 7 80 10 59 16 8 8 M6
NMJ 4 KGF 4010 RH-VV E 3 63 78 9 95 10 73 16 8 8 M8x1
NMJ 5 KGF 5010 RH-VV E 3 72 90 11 110 10 97 18 8 9 M8x1
NJB 3 KGF 8010 RH-VV E 3 105 125 14 145 10 101 22 8 11 M8x1

Tipo Gioco Nr. ricircoli portata (kN)


assiale
max. [mm] C31) C31) C0=C0a
NMJ 1 0.1 3 12.0 7.0 12.7
NMJ 2 0.1 3 14.0 8.0 17.0
NMJ 3 0.1 3 15.0 9.5 22.4
NMJ 4 0.1 5 26.0 19.0 63.5
NMJ 4 0.18 3 50.0 30.0 70.0
NMJ 5 0.18 5 78,0 55,0 153,0
NJB 3 0.18 5 93,0 69,0 260,0

1) Con vite a ricircolo avente classe di 2) Portata dinamica a norme DIN 69051 -
precisione 200 μm / 300 mm è Parte 4 - Edizione 1978.
permesso solo il 75% dei valori 3) Portata dinamica a norme DIN 69051 -
riportati. Parte 4 - Edizione 1989.
4) EE = Raschiapolvere in gomma

CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO www.nccomponenti.it Tel. ++39 011 9575222 X/7
ACCESSORI

Fissaggi
øA 3
Listelli di fissaggio L
Forniti con viti di fissaggio per l’azionamento
articolato. Bruniti.

A2
A1
A4
A5 A7 A8
A6

Tipo Dimensioni [mm] Peso


A1 A2 A3 A4 A5 A6 A7 A8 [kg]
L NMJ 0 54 38 6,5 15 75 90 7,5 10 0,1
L NMJ 1 72 52 8.5 20 100 120 10 10 0.3
L NMJ 2 85 63 8.5 20 120 140 10 10 0.4
L NMJ 3 105 81 11 24 150 170 10 12 0.8
L NMJ 4 145 115 13.5 30 204 230 13 16 1.7
L NMJ 5 171 131 22 40 236 270 17 25 3.9
L NJB 1 205 155 26 50 250 290 20 30 5.8
L NJB 2 230 170 32 65 290 340 25 40 10
L NJB 3 230 170 32 65 290 340 25 40 10
L NJB 4 270 190 39 80 350 410 30 50 20.8
L NJB 5 330 230 45 100 430 500 35 60 34.4

Raccordo cardanico K
B

Fornito con viti di fissaggio per l’azionamento D1

articolato. Brunito.
D2
L5

L6
L4
L3 L2
L1
L1

Tipo Dimensioni [mm] Peso


L1 L2 L3 L4 L5 L6 Df8 D1 D2 B [kg]
K NMJ 0 84 64 - - 54 - 10 35 - 15 0,4
K NMJ 1 110 80 49 9 72 13 15 44 18 20 0.76
K NMJ 2 140 100 60 10 85 18 20 58 23 25 1.44
K NMJ 3 170 130 76 11 105 18 25 72 28 30 2.80
K NMJ 4 240 180 102 12 145 28 35 86 38 40 7.40
K NMJ 5 270 200 117 17 165 33 45 115 48 50 10.72
K NJB 1 290 210 120 15 195 38 50 130 56 60 11.8
K NJB 2 330 240 140 20 220 43 70 170 76 80 26.1
K NJB 3 330 240 140 20 220 43 70 170 76 80 26.1
K NJB 4 410 290 165 20 250 58 80 160 88 90 40.2
K NJB 5 520 360 210 30 300 78 90 175 96 100 67.7

X/8 Tel. ++39 011 9575222 www.nccomponenti.it CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO
ACCESSORI

Particolari aggiuntivi
B8

B7
Piastra di fissaggio BP
È avvitata sulla filettatura di fissaggio della vite e
assicurata contro la rotazione.

B5
B3
B4

B6
B2
B1

Tipo Dimensioni [mm] Peso


B1 B2 B3 B4 B5 B6 B7X4 B8 [kg]
BP NMJ 0 16 7 50 40 26 M10 7 M4 0,1
BP NMJ 1 20 7 65 48 29.3 M12 9 M5 0.2
BP NMJ 2 21 8 80 60 38.7 M14 11 M6 0.3
BP NMJ 3 23 10 90 67 46 M20 11 M8 0.6
BP NMJ 4 30 15 110 85 60 M30 13 M8 1.2
BP NMJ 5 50 20 150 117 85 M36 17 M10 4.8
BP NJB 1 50 25 170 130 90 M48x2 21 M10 5
BP NJB 2 60 30 200 155 105 M56x2 25 M12 7.7
BP NJB 3 60 30 220 170 120 M64x3 25 M12 9,8
BP NJB 4 80 40 260 205 145 M72x3 32 M12 18.4
BP NJB 5 120 40 310 240 170 M100x3 38 M12 29.6

Testata a forcella GA
G4
Fissata sulla filettatura di fissaggio della vite, è
assicurata contro la rotazione. Fornita con bulloni
di fissaggio e relativa coppiglia.
G8
G 11

G3 G9 G6
G2 G5
G 10

Tipo Dimensioni [mm] Peso


G2 G3 G4H9 G5 ▫ G6B12 G8 G9 G10 G11 [kg]
GA NMJ 0 40 20 10 20 10 M10 15 52 18 0,08
GA NMJ 1 48 24 12 24 12 M12 18 62 20 0.125
GA NMJ 2 56 28 14 28 14 M14 22 72 24.5 0.19
GA NMJ 3 80 40 20 40 20 M20 30 105 34 0.8
GA NMJ 4 120 60 30 60 30 M30 43 160 52 2.5
GA NMJ 5 144 72 35 70 35 M36 40 188 60 3.8

CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO www.nccomponenti.it Tel. ++39 011 9575222 X/9
ACCESSORI

Particolari aggiuntivi

Testata articolata GK G4

È fissata sulla filettatura di fissaggio della vite ed è


assicurata contro la rotazione.

G8
G7
G3 G6
G2
G1

Tipo Dimensioni [mm] Peso


G1 G2 G3 G4H8 G6H10 G7 G8 [kg]
GK NJB 1 120 75 45 40 60 90 M48x2 4.8
GK NJB 2 130 90 50 50 70 105 M56x2 4.8
GK NJB 3 155 105 60 60 80 120 M64x3 8.0
GK NJB 4 220 135 85 80 110 145 M72x3 22.5
GK NJB 5 300 200 100 90 120 170 M100x3 31.5

Soffietto di protezione FB
Soffietto di protezione FB (versione standard)

I soffietti di protezione proteggono la vite dallo


sporco e riducono il rischio di incidenti.

Grandezze D1 D2 2) L 2) Lmin 2) Lmax 2) Corsa max.


52 10 30 110 80
52 20 100 300 200
NMJ0/1 30 61 15 40 180 160
61 15 40 215 175
56 10 195 310 215
NMJ2 38 60 8 50 280 220
80 10 80 420 340
90 8 20 170 150
NMJ3 45 94 11 35 285 250
90 10 70 420 350
94 12 45 280 235
NMJ4 58 96 14 100 500 400
116 20 120 750 630
NMJ5 85 119 20 75 360 285
90 141 20 50 400 350
NJB 105 181 40 90 600 510
120 166 20 90 480 370

Materiale: Molerit TH 59 ( PVC morbido)

1) Con altre corse a richiesta.


2) Con altre corse varia la dimensione! Prevedere l'allungamento della dimensione "T" (ved. Pag. 4).
3) In funzione degli accessori (piastra di interfaccia, supporto ritto,...).
4) Con corse maggiori possono essere utilizzati soffietti di protezione similari aventi dimensioni importanti.
Fine corsa E con punteria a rulli. Da utilizzarsi come interruttori di fine corsa.
Versione antideflagrante a richiesta.

X/10 Tel. ++39 011 9575222 www.nccomponenti.it CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO
ACCESSORI

Dispositivi di protezione

Micro di fine corsa con


A
punteria a rullo 4 30 C
10.6 M 12x1
Particolarmente adatto per la

20
posizione finale di disinnesto.
(Fornibile anche nella versione

35.4

4.5 +1
antideflagrante).

15
7
Eccentrico di comando a 30°
da norme DIN 69639:
A (corsa di comando minima):

51
2,6 ± 0,5 mm
7

B (corsa differente) 30 16
0,85 ± 0,25 mm
FO (forza di avviamento minima)
1N
Ve (velocità di avanzamento)
0,001 fino a 0,1 m/s

Connessione:
cavo a 5 condutture con prote- B A
zione in PVC - lunghezza 1 m. B A
Sezione trasversale conduttore
2 (Adattatore cardanico)
0.75 mm , (Adattatore cardanico)
marrone/blu: chiuso

K
K

verde/nero: aperto
A1

A2

verde/giallo: conduttore chiuso XCM-F102


F
E

Micro 1 XCM-F102
capacità di commutazione:

E
L = corsa+G2
Micro 1
F

NCF 63140
L = corsa+G2

Codice Nr. 92203259


C±10
F

XCM-F102
E

XCM-F102 Micro 2
E

Micro 2
B

Montaggio micro
5
5

øD
øD

Tipo Dimensioni [mm]


A1 A2 B C ØD E F G1 G2 K
NMJ 1 40 65 30 80 70 20 25 82 107 20
NMJ 2 45 70 30 80 80 20 25 87 112 25
NMJ 3 50 75 30 80 80 20 25 92 117 30
NMJ 4 60 85 30 80 80 20 25 102 127 40
NMJ 5 70 95 30 80 80 20 25 112 137 50
NJB 1 80 105 30 80 80 20 25 122 147 60
NJB 2 100 125 30 80 80 20 25 142 167 80
NJB 3 100 125 30 80 80 20 25 142 167 80
NJB 4 110 135 30 80 80 20 25 152 177 90
NJB 5 120 145 30 80 80 20 25 162 187 100

CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO www.nccomponenti.it Tel. ++39 011 9575222 X/11
AZIONAMENTI E RELATIVI COMPONENTI

Flange attacco motore


Flange attacco motore MG H
I ■ R1

Le flange servono per il fissag- K N ■ R2

gio dei motori sui martinetti di


sollevamento a vite e, nello
stesso tempo, come sede del
giunto tra motore ed albero di

U
azionamento.

øBF9(F8)
øA

øC

øE f8
øD

øF1

T
M+0.5 ø14 S2
L S1

Tipo Motore Versione A B C D E F1 F2 H I K


MG NMJ 1 63 A 90 60 56 22 28 62 – 61.5 60 8
MG NMJ 1 71 A 100 70 64 22 28 74 – 68.5 67 8
MG NMJ 1 80 A 120 80 56 22 28 62 – 91.5 90 10
MG NMJ 2 63 A 90 60 56 26 35 65 – 65.5 64 8
MG NMJ 2 71 A 100 70 64 26 35 74 – 72.5 71 8
MG NMJ 2 80 A 120 80 78 26 35 88 – 92.5 91 10
MG NMJ 2 90 A 140 95 80 26 35 98 – 102.5 101 12
MG NMJ 3 63 C 90 60 56 28 35 – 65 92 90 10
MG NMJ 3 71 C 100 70 56 28 35 – 65 93 91 10
MG NMJ 3 80 A 120 80 78 28 35 88 – 103 101 10
MG NMJ 3 90 A 140 95 80 28 35 98 – 113 111 12
MG NMJ 3 100/112 A 160 110 95 28 35 104 – 125 123 12
MG NMJ 4 80 C 120 80 75 42 52 – 88 105 103 12
MG NMJ 4 90 A 140 95 95 42 52 114 – 114 112 12
MG NMJ 4 100/112 A 160 110 98 42 52 114 – 128 126 12
MG NMJ 5 90 C 140 95 85 42 52 – 100 138.5 136 12
MG NMJ 5 100/112 A 160 110 105 42 52 115 – 150.5 148 15

L M N ▫ R1 ▫ R2 S1 S2 T U
MG NMJ 1 63 A 55 3 18 53 32 75 45.3 5.5 5.5
MG NMJ 1 71 A 59 3 18 60 32 85 45.3 6.6 5.5
MG NMJ 1 80 A 85 3.5 20 70.7 32 100 45.3 6.6 5.5
MG NMJ 2 63 A 59 3 22 53 35 75 49.5 5.5 6.6
MG NMJ 2 71 A 63 3 22 60 35 85 49.5 6.6 6.6
MG NMJ 2 80 A 84 3.5 22 70.7 35 100 49.5 6.6 6.6
MG NMJ 2 90 A 94 3.5 25 81.3 35 115 49.5 9 6.6
MG NMJ 3 63 C 83 3 30 53 44 75 62.2 5.5 9
MG NMJ 3 71 C 82 3 32 60 44 85 62.2 6.6 9
MG NMJ 3 80 A 93 3.5 32 70.7 44 100 62.2 6.6 9
MG NMJ 3 90 A 102 4 32 81.3 44 115 62.2 9 9
MG NMJ 3 100/112 A 114 4 30 92 44 130 62.2 9 9
MG NMJ 4 80 C 94 3.5 35 70.7 55 100 78 6.6 11
MG NMJ 4 90 A 102 4 34 81.3 55 115 78 9 11
MG NMJ 4 100/112 A 116 4 30 92 55 130 78 9 11
MG NMJ 5 90 C 126 3.5 52 81.3 60 115 85 9 13.5
MG NMJ 5 100/112 A 134 4 50 92 60 130 85 9 13.5
1)
In caso di ordine occorre indicare chiaramente il diametro della foratura lato motore della metà del giunto.

X/12 Tel. ++39 011 9575222 www.nccomponenti.it CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO
AZIONAMENTI E RELATIVI COMPONENTI

Motori a corrente trifase

Motore a corrente trifase M


K1
Motori a corrente trifase a 4 poli (1500 min-1) in
versione chiusa con aerazione delle superfici, K
q
secondo VDE 0530 - Parte 1.
A g
Tipo di protezione standard IP55 - classe termica F. z x
Altri tipi di motore a richiesta. l 1)
Note: nel caso in cui il terminale libero dell’albero u u1

r
motore sia utilizzato come asse per la manovella

a1
b1

p
t

t1
di sicurezza fissa, è necessario un dispositivo d d1
che interrompa l’erogazione di corrente, prima

e1
f1 B
che la manovella giunga in contatto. Motori di s1
c1
altre case costruttrici con altri numeri di giri,
come anche motori frenanti e speciali, sono
disponibili a richiesta.
Con i motori frenanti, con il secondo terminale
albero si modifica la quota d1.

Tipo Potenza Numero di Rendimento Fattore di Corrente Corrente Momento Momento Momento Momento
nominale giri % potenza nominale di traz. di traz. di rovesciam. relativo inerzia
-1 2
kW min cos 380 V (A) relativa relativo relativo avviam. Kg/m

M 63 K 4 0.12 1360 0.56 0.72 0.45 3.1 1.7 2.0 1.6 0.00019
M 63 G 4 0.18 1340 0.60 0.73 0.62 3.2 1.8 2.1 1.8 0.00024
M 71 K 4 0.25 1370 0.64 0.77 0.77 3. 5 1.6 1.9 1.6 0.00040
M 71 G 4 0.37 1345 0.66 0.80 1.06 3.6 1.8 2.0 1.8 0.00050
M 80 K 4 0.55 1390 0.68 0.80 1.60 4.2 2.0 2.1 1.9 0.00087
M 80 G 4 0.75 1380 0.70 0.76 2.15 4.4 2.1 2.2 2.0 0.00107
M 90 S 4 1.10 1400 0.75 0.84 2.65 5.0 2.1 2.2 2.0 0.00207
M 90 L 4 1.50 1390 0.76 0.86 3.50 5.2 2.3 2.4 2.2 0.0026
M 100 L 4 2.20 1410 0.80 0.81 5.15 5.8 2.7 2.8 2.5 0.0040
M 100 Lx 4 3.00 1425 0.81 0.83 6.80 5.9 1.9 2.5 1.8 0.00725
M 112 M 4 4.00 1425 0.82 0.82 9.00 6.3 2.6 3.0 2.3 0.0090

Tipo Dimensioni [mm] (Le dimensioni tra parentesi si riferiscono alla versione con flangia grande)
1)
a1 b1 c1 d d1 e1 f1 g k k Mn k1 I
(con freno) [Nm]
M 63 K 4 90 (120) 60 (80) 8 11 11 75 (100) 2.5 (3) 109 179 224 3.0 205 23
M 63 G 4
M 71 K 4 102 70 (95) 8.5 (10) 14 14 85 (115) 2.5 (3) 124 206 255 6.3 238.5 30
M 71 G 4
M 80 K 4 118 (160) 80 (110) 8 (10) 19 19 100 (130) 3 (3.5) 139 249 306 13.5 293 40
M 80 G 4
M 90 S 4 140 (160) 95 (110) 10 24 24 115 (130) 3 (3.5) 157 276 338 27.0 330 50
M 90 L 4 298 360 352
M 100 L 4 160 (200) 110 (130) 10.5 (12) 28 24 130 (165) 3.5 177 332 398 27.0 386 60
M 100 Lx 4 196 359 432 65.0 425
M 112 M 4 160 (200) 110 (130) 10 (12) 28 28 130 (165) 3.5 196 393 466 65.0 459 60
1) momento di fermata con freno

CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO www.nccomponenti.it Tel. ++39 011 9575222 X/13
AZIONAMENTI E RELATIVI COMPONENTI

Motori a corrente trifase

Tipo Dimensioni [mm] (Le dimensioni tra parentesi si riferiscono alla versione con flangia grande)
P
I1 p q r s t t1 u u1 A BL min x z [kg]
M 63 K 4 23 152.5 (158) – Pg 16 M 5 (M 6) 12.5 12.5 4 4 57.5 14 92 92 4.8
M 63 G 4 5.2
M 71 K 4 30 166 (174) – Pg 16 M 6 (M 8) 16 16 5 5 61.0 14 92 92 6.8
M 71 G 4 7.8
M 80 K 4 40 180 (191) – Pg 16 M 6 (M 8) 21.5 21.5 6 6 67 16 92 92 10.6
M 80 G 4 11.7
M 90 S 4 50 (200) – Pg 16 (M 8) 27 24.5 8 6 70 16 92 92 15.5
M 90 L 4 18.0
M 100 L 4 50 216 (227) 233.5 Pg 16 M 8 (M 10) 31 27 8 8 75 18 92 92 23.5
M 100 Lx 4 60 235 (237) 235.5 31 75 20 30.0
M 112 M 4 60 235 (237) 235.5 Pg 16 M 8 (M 10) 31 31 8 8 75 20 92 92 37.0
1) momento di fermata con freno

A1

Versione 1
C min

C max
D1

Giunti
D

Giunti elastici RA, RG E b E


F B F
I giunti elastici trasmettono il momento A1
torcente in modo geometrico e senza
vibrazioni, equilibrando il minimo spo- Versione 2
C max
C min

stamento degli assi, il gioco assiale e lo


D

spostamento angolare.
Corona dentata standard 92 Shore A.
b
F B F

Tipo Versione Md. Dimensioni [mm] Peso


Max. max. d
[Nm] A1 E F B b D1 D d Cmin1) Cmax1) [Kg]
RA 14 2 7.5 35 11 11 13 10 - 30 10 6 16 0.05
RA 19 1 10 66 20 25 16 12 32 40 18 6 19 0.15
RA 19/24 2 10 66 - 25 16 12 - 41 18 19 24 0.15
RA 24 1 35 78 24 30 18 14 40 55 27 14 24 0.25
RA 24/28 2 35 78 - 30 18 14 - 56 27 22 28 0.35
RA 28 1 95 90 28 35 20 15 48 65 30 14 28 0.40
RA 28/38 2 95 90 - 35 20 15 - 67 30 28 38 0.55
RA 38 1 190 114 37 45 24 18 66 80 38 12 38 0.85
RA 42 1 265 126 40 50 26 20 75 95 46 28 42 1.2
RA 48 1 310 140 45 56 28 21 85 105 51 28 48 1.7
RG 55 1 410 160 52 65 30 22 98 120 60 20 55 7.3
RG 65 1 625 185 61 75 35 26 115 135 68 22 65 11.0
RG 75 1 975 210 69 85 40 30 135 160 80 30 75 17.9
RG 90 1 2400 245 81 100 45 34 160 200 100 40 90 28.5

X/14 Tel. ++39 011 9575222 www.nccomponenti.it CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO
AZIONAMENTI E RELATIVI COMPONENTI

Volantini a mano

Volantino a mano HR A
l1

Due volantini manuali a ruota con raggi in metallo

d1
leggero - alluminio fusione in conchiglia RN 9501
lucidato con maniglia conica girevole in plastica
nera. Foratura con sede chiavetta a norme DIN

d2

D
d
6885.

L1
L

Tipo Dimensioni [mm] Foratura L1 L I1 I2


A D d d1 d2 H7
HR 80 13 80 31 21 ø9 16 25,5 50 2.5
HR 80 13 80 31 21 ø 10 16 25,5 50 2.5
HR 100 14 100 33 21 ø 10 17 29,5 50 2.5
HR 100 14 100 33 21 ø 12 17 29,5 50 2.5
HR 125 15 125 35 22 ø 12 18 33,5 56 2.5
HR 125 15 125 35 22 ø 14 18 33,5 56 2.5
HR 140 16,5 140 37 22 ø 14 19 36,5 56 2.5
HR 140 16,5 140 37 22 ø 16 19 36,5 56 2.5
HR 160 18 160 40 23 ø 14 20 39 65 2.5
HR 160 18 160 40 23 ø 16 20 39 65 2.5
HR 200 20,5 200 45 26 ø 18 24 45 80 2.5
HR 200 20,5 200 45 26 ø 22 24 45 80 2.5
HR 250 23 250 52 31 ø 22 28 51 102 2.5
HR 250 23 250 52 31 ø 26 28 51 102 2.5

Supporti e ritti
Supporto ritto NP-K A1

Supporto ritto con calettatore.


B5
H2 d4
G
H
H1
J
L A

Tipo ø Albero Dimensioni [mm] Peso


[mm] [kg]
L H H1 H2 Jmax Jmin G A A1 B5 d4
NP1025-20K 20 139.00 36.50 16.00 71.00 112.70 96.80 10 36.50 24.50 29.00 38.00 0.7
NP1030-25K 25 160.50 42.90 17.70 82.70 129.50 108.50 12 41.50 27.50 31.00 45.00 1.3
NP1035-30K 30 166.00 47.60 17.50 93.00 136.50 121.50 12 44.50 30.50 35.00 52.00 1.7
NP1040-35K 35 180.50 49.20 18.50 98.50 148.00 127.00 12 51.00 34.50 36.00 58.00 2.1
NP1045-40K 40 190.50 54.00 20.00 108.00 154.50 140.50 12 54.00 35.00 39.00 65.00 2.8
NP1050-45K 45 206.00 57.20 21.00 115.20 163.00 154.00 16 55.00 36.00 42.00 70.00 3.2
NP1055-50K 50 219.10 63.50 19.10 127.00 176.20 166.70 16 60.30 41.30 45.00 75.00 4.0

CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO www.nccomponenti.it Tel. ++39 011 9575222 X/15
AZIONAMENTI E RELATIVI COMPONENTI

Chiocciola di sicurezza

Chiocciola di sicurezza SFM

Per la versione R: la chiocciola di sicurezza scorre EFM


senza carico assiale e, di conseguenza,senza usura,
sotto la chiocciola di scorrimento scarica.
La funzione della chiocciola di sicurezza è garantita
solo quando la posizione di montaggio e l’azione della
forza si presentano come la figura (a destra).

B1
Con l’usura in aumento della chiocciola di scorri- A1

B2
mento, si riduce la distanza “X” tra le due chiocciole, A2
permettendo l’esecuzione di un controllo visivo senza
previo smontaggio.
La chiocciola di sicurezza deve essere sostituita
quando il gioco assiale, nel caso di filettatura ad un
principio, è più di 1/4 del passo (= misura X), poiché
altrimenti la sicurezza non è garantita.
Nel caso di usura maggiore di 1/4 del passo del filetto
possono essere messe in pericolo cose e persone.
La misura X deve essere sempre controllata.
Dato che i passi filettati della chiocciola di scorrimento
sono soggetti a rottura in seguito ad un’usura ecces-
siva (sporco, scarsità di lubrificazione, surriscalda-
mento), la chiocciola di sicurezza, in questo caso, si
accolla il carico giacente. È anche possibile effettuare Per la versione N: la costruzione è principalmente
l’inserimento di un contatto per far scattare un segnale uguale a quella della versione R. È possibile, tuttavia,
di allarme quando si supera il livello di usura massima ottenere un controllo ottimale del grado di usura.
consentito. La chiocciola di sicurezza può solo essere
ordinata in collegamento con la chiocciola flangiata In fase di ordine, prego comunicare la direzione del
(ci riserviamo il diritto di effettuare varianti costruttive). carico.

Tipo Dimensioni [mm] * Peso


A1 A2 - 0,5 B1 B2 X [kg]
SFM NMJ 0 8 25 8 43 1 0,2
SFM NMJ 1 10 28 10 44 1 0.45
SFM NMJ 2 10 32 10 44 1 0.55
SFM NMJ 3 12 38 10 46 1.5 0.70
SFM NMJ 4 16 63 15 73 1.75 3.10
SFM NMJ 5 20 72 16 97 2.25 4.30
SFM NJB 1 20 85 16 99 2.25 5.70
SFM NJB 2 25 95 20 100 2.5 11.30
SFM NJB 3 25 105 20 110 2.5 13.70
SFM NJB 4 30 130 25 130 2.5 23.30
SFM NJB 5 40 160 25 160 3.5 45.70

* Per le dimensioni della chiocciola vedi pag. 11.

X/16 Tel. ++39 011 9575222 www.nccomponenti.it CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO
AZIONAMENTI E RELATIVI COMPONENTI

Trasmissione cardanica, serie GX

Le trasmissioni cardaniche servono per il collega-


mento di più martinetti tra loro. Attutiscono i
rumori, le oscillazioni torsionali e gli urti, ed equili-
brano gli spostamenti assiali, radiali ed angolari.
Questi componenti si distinguono per l’elevata
resistenza alla torsione ed alle elevate tempera-
ture, e sono particolarmente adatti in caso di col-
legamenti molto lunghi e/o numero di giri elevati.
Le trasmissioni cardaniche non richiedono manu-
tenzione, la parte centrale può essere smontata
(trasversalmente), senza lo spostamento assiale
degli altri componenti, collegati in modo radiale.
La fornitura è effettuata con la dimensione L a
richiesta del cliente e con i giunti montati ad
entrambe le estremità.
Tranne che in caso di collegamenti molto lunghi,
questi alberi cardanici non necessitano di
supporti ritti.

Grandezza Dimensioni [mm] Peso


M1) A B d2 min d2 max d3 d4 L2 N2 R m12) m23)
(Nm) (Kg) (Kg/m)
GX 1 10 18 7 8 25 56 56 24 36 30 0.47 1.05
GX 2 30 24 8 12 38 85 88 30 55 40 1.06 1.42
GX 4 60 25 8 15 45 100 100 30 65 45 2.31 1.61
GX 8 120 30 10 18 55 120 125 42 80 60 3.55 2.16
GX 16 240 35 12 20 70 150 155 50 100 70 6.16 2.53
GX 25 370 40 14 20 85 170 175 55 115 85 9.5 3.09

1) momento torcente trasmettibile in Nm 2) m1 = peso senza parte centrale 3) m3 = peso della parte centrale al metro

Diagramma
trasmissione cardanica
In funzione della lunghezza e del numero di giri

CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO www.nccomponenti.it Tel. ++39 011 9575222 X/17
SCELTA E DIMENSIONAMENTO

Esempio: direzione di rotazione

Fig. 1
Indicazione della direzione di rotazione Fig. 1 Fig. 2

Fig. 2
Senso di rotazione di un martinetto di sol-
levamento a vite (N), per il movimento di
sollevamento, in vista dall’alto

Fig. 3
Impianto di sollevamento con 4 martinetti Fig. 3
a vite e 2 rinvii ad angolo

Fig. 4
Impianto di sollevamento - Variante 1 Fig. 4 Fig. 5
Altre posizioni dei motori, ma con la pos-
sibilità del solo rapporto di trasmissione
1:1; è tuttavia necessario l’utilizzo di un
giunto sovraccarico

Fig. 5
Impianto di sollevamento - Variante 2
Particolarmente economica, non neces-
sita di giunto elastico

X/18 Tel. ++39 011 9575222 www.nccomponenti.it CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO
SCELTA E DIMENSIONAMENTO

Scelta di un martinetto di sollevamento a vite


e relativo azionamento

Dopo la scelta dell’aziona-


mento occorre tassativa- 1.
mente verificare se il marti- 2. Carico assiale:
netto di sollevamento, e più Velocità F = kN
precisamente, un eventuale v = m/min-1

elemento di trasmissione del


blocco di comando possono
Corsa = mm
essere sovraccaricati (ved. Corsa = mm. Forza critica di rottura 3.
pag. 31). nr. giri critico (solo R) F = kN Durata di intersezione
-1 ED = % in un’ora
In seguito, occorre determi- n = min
(a partire dal 50%
nare: Ved. pag. 21
Ved. pag. 22 nel caso F sia troppo grosso: Ved. pag. 20
1: Lato montaggio motore nel caso n sia troppo grosso: 1. passare alla grandezza nel caso ED sia troppo grosso:
2: Senso di rotazione dell’ 1. Diminuire v ingranaggio successiva 1. TG KGT
2. Maggiorare la vite 2. Diminuire F o la corsa 2. Maggiorare il martinetto
impianto di sollevamento
3. Maggiorare il passo 3. Diminuire v, F o ED

Grandezza ingranaggio

Momento torcente
dell’azionamento necessario
M = Nm

Verificare il momento torcente


necessario all’azionamento
(specialmente in caso di
impianti con più comandi).
Ved. pag. 22
MT = eff · P + M0
F
2/η i

Forze e momenti sul


martinetto di solleva- Verificare la forza radiale sulla Verificare la forza radiale sulla
vite e le forze radiali ed assiali vite e le forze radiali ed assiali
mento a vite: sull’albero di azionamento sull’albero di azionamento

nota: Le forze ed i momenti


MT · n
si possono valutare in fun- Evitare forze laterali (guida) P=
9550
zione dell’accettazione sem-
plificata: i valori di attrito
degli accoppiamenti di scor-
rimento e, di conseguenza, il Feff = Forza assiale sulla vite
loro riscaldamento e la loro Fs = Forze laterali risultanti
durata sono in funzione del sulla vite
carico, della velocità, della M = Momento della vite o
temperatura e delle condi- della chiocciola
zioni di lubrificazione; il (escluso versione v)
numero di giri critico e la lun- VH = Velocità corsa
ghezza di rottura sono in fun- Fax = Forza assiale sull’albero
zione della rigidità, della di azionamento
massa,del fissaggio e dell’in- Fr = Forza radiale sull’albero
castellatura macchina. di azionamento
I risultati di calcolo ottenuti MT = Momento di azionamento
necessitano, di conse- NT = Numero di giri
guenza, di una verifica critica azionamento
in vista di acquisizioni prese.;
in caso di dubbio, prego con-
tattarci.

CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO www.nccomponenti.it Tel. ++39 011 9575222 X/19
SCELTA E DIMENSIONAMENTO

Durata di inserzione e rendimento

Per ottenere nei limiti il surri-


scaldamento del martinetto a ft per versione H; per la versione L occorre raddoppiare i valori riportati.
vite derivante dall’attrito, 1.0
0.9
0.8
occorre limitare la forza e la 0.7 KG
T(
0.6 tut
velocità della corsa,in fun- 0.5
te
le dim
NM ens
J
zione del relativo tempo di 0.4 NM 1
J
ion
i)
NM 2
J3
inserzione. La procedura qui 0.3
NM
J
NM 4
J
di seguito riportata consente NJB 5
NJB 1
0.2 NJB 3
una valutazione della corsa 5

max. permessa e relativa


velocità. 0.1
0.09
0.08
0.07
0.06
0.05
0.04

0.03
10 15 20 30 40 50 60 70 80 90 100%

20 30 40 50 60 70 80 90 100%
A: tempo di inserzione relativo riferito ad un’ora
B: tempo di inserzione relativo riferito a10 min.

Feff x VH ≤ Fcorsa max. · VHmax. · ft

Feff è la forza assiale reale agente ft è il fattore temperatura in funzione


sulla vite in kN. del relativo tempo di inserzione riferito ad
VH è la velocità corsa in mm/min. un lasso di tempo da 10 a 60 minuti con
Fcorsa max. è la forza corsa max. permessa una temperatura di 20ºC. I valori qui
(ved. tabella dimensioni a pag. 9) riportati non sono validi per corse molto
VH max. è la velocità corsa max. permessa in corte ed azionamento reversibile. In que-
mm/min. Si ricava dal numero di giri max sto caso Vi preghiamo di contattarci. Con
permesso dall’albero elicoidale di 1500 tempi di inserzioni relativi molto piccoli
min (numero di giri più elevato a richiesta) (meno di 10 min., ad es. per spostamenti
e dal rapporto di trasmissione del marti- occasionali, gradi di aggiustaggio, ecc.,)
netto. Per la versione H la quota Vh max. la dimensione ft può essere estrapolata
è di 1500 mm/min; per la versione L la dal lato sinistro del diagramma. Tenendo
quota Vhmax. è di 375 mm/min; per la conto dei rispettivi gradi di rendimento, si
versione KGT vedere il rapporto di tra- verificano i seguenti valori max.
smissione del martinetto in mm. corsa relativi in kW:
per ogni giro dell’albero elicoidale
a pag. 3

NMJ1 NMJ2 NMJ3 NMJ4 NMJ5 NJB1 NJB2 NJB3 NJB4 NJB5
Versione H (a vite trapezia) 0,3 0,55 1,18 2,3 4,7 6,5 8,4 10,9 14,7 19
Versione L (a vite trapezia) 0,19 0,35 0,75 1,4 3 4,2 5,4 7,3 9,3 12
Con vite a ricircolo di sfere 0,3 0,56 0,95 1,7/3,2 5,9 - - 13,9 - -

Questi valori non rappresentano alcun criterio di scelta per il motore, che sarà da determinare in funzione del
momento torcente, del numero di giri e delle condizioni di utilizzo.

X/20 Tel. ++39 011 9575222 www.nccomponenti.it CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO
SCELTA E DIMENSIONAMENTO

Forza critica di rottura della vite


con carico a pressione

Con viti di sollevamento a


dimensioni contenute, con
carico a pressione, esiste il
pericolo di rotture laterali.
Forza critica di rottura Fcritica in kN
Prima della determinazione
della forza di pressione con-
sentita sulla vite, occorre
verificare i fattori di sicurezza
dell’impianto.

Feff ≤ fk · Fcritica · 1/Sk

Feff è la forza assiale


effettiva agente
sulla vite in kN
(forza di pressione).
fk è il fattore di corre-
zione che tiene in
considerazione il
tipo di supporto
vite. I casi 2,3 e 4
presuppongono tipi
di montaggio suffi-
cientemente rigidi
dei martinetti di sol-
levamento a vite.
Fcritica è la forza di rottura
critica in funzione
della lunghezza
libera L Lunghezza libera L in mm.

Sk è il fattore di sicu-
rezza. Il suo dimen-
sionamento è in
funzione dei rispet-
tivi casi di applica-
zione. Nelle costru-
zioni di macchine
meccaniche tali
valori sono, gene- Caso 1 Caso 2 Caso 3 Caso 4
ralmente, compresi
tra 3 e 6.

CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO www.nccomponenti.it Tel. ++39 011 9575222 X/21
SCELTA E DIMENSIONAMENTO

Numero di giri critico della vite

(solo per versione R)


Con le viti con diametro con- Numero di giri critico teorico di flessione n (min)
tenuto ed avanzamenti
rapidi, esiste il pericolo della
vibrazione di flessione di
risonanza. Il procedimento
riportato qui di seguito da la
possibilità di valutare la fre-
quenza di risonanza fermo
restando la rigidità dell’instal-
lazione.
numero di giri limite
nzul = fkr · ncritica · 0,8

nzul è il numero di giri


max. permesso dalla
-1
vite in 1 min .
fkr è il fattore di corre-
zione che considera
il tipo di supporto
vite. I casi 1,2 e 3
presuppongono
un’installazione del
martinetto sufficien-
temente rigida con
supporti robusti.
nkr è il numero di giri cri-
tico della vite e corri-
sponde alla fles-
sione di base della
vite e porta al feno- lunghezza libera L (mm)

meno di risonanza.

Caso 1 Caso 2 Caso 3 Caso 4


Per applicazioni con velocità
elevate, sono disponibili mar-
tinetti di sollevamento con
vite a più principi. Queste
versioni hanno la stessa velo-
cità di corsa ma presentano
un numero di giri della vite
notevolmente ridotto e, nello
stesso tempo, hanno un ren-
dimento migliore, e, general-
mente, non sono autobloc-
canti.

X/22 Tel. ++39 011 9575222 www.nccomponenti.it CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO
SCELTA E DIMENSIONAMENTO

Momento torcente di azionamento necessario

Il momento torcente di azionamento necessario di Feff è la forza assiale effettiva agente sulla vite
martinetto di sollevamento a vite è in funzione del in kN.
carico assiale sulla vite, del rapporto di trasmis- η è il grado di rendimento del martinetto in
sione e del grado di rendimento. È da tenere pre- numeri decimali, ad es.: 0,32 al posto di
sente che il momento di rottura può essere più 32% (per i valori vedere la tabella a pag. 5)
grande del momento torcente necessario in un η è il valore medio ottenuto dalle misura-
funzionamento continuo. Questo vale, in modo zioni.
particolare, per martinetti di sollevamento con p è il rapporto del martinetto a vite in mm.
gradi di rendimento ridotti dopo lunghi arresti. Con i corsa ogni giro dell’albero di azionamento.
viti a passi elevati e tempi di inserzione ridotti Mo è il momento torcente necessario in un
occorre, eventualmente, verificare il momento di sistema di martinetti in Nm. Mo è stato rile-
accelerazione. vato mediante le misurazioni, dopo breve
tempo di funzionamento, con lubrificazione
Feff P a grasso di scorrimento a temperatura
MT = . + Mo
ambientale. Si tratta del valore medio che
2.π.η i è sottoposto a oscillazioni più o meno forti,
dipendente dalla situazione di funziona-
NT è il momento di azionamento necessario mento, dal lubrificante e dalla temperatura.
del martinetto sull’albero elicoidale in Nm. Per i valori ved. tabella a pag. 11.

Momento torcente necessario in un impianto con martinetti


di sollevamento a vite
Il momento torcente neces-
sario in un sistema di marti- Albero di trasmissione rigido Rinvio ad angolo K
netti a vite risulta dai
momenti di comando dei sin-
goli martinetti, considerando
le perdite di attrito statico e
Albero di trasmissione rigido v2

dinamico negli elementi di


Mmotore = MTSHG1 . 1 +
trasmissione (accoppia-
mento, albero di trasmissione ηv1
+ MTSHG2 +
rigido, supporto ritto, rinvio
ad angolo). In base allo 1 1
+ MTSHG3 . .
schizzo sotto riportato, con-
siderare il flusso di forze. ηv2 ηK

MTSHG1 Momento di comando richiesto del marti- ηv1 è il rendimento dell’albero di trasmis-
netto SHG1. Bisogna considerare il fatto sione rigido V1 (V2); contiene le perdite
che il momento torcente (momento di di attrito statico e dinamico nei supporti
spunto ed eventualmente il momento di ritti e negli accoppiamenti.
sollecitazione) potrebbe essere notevol- ηv2
mente più alto del momento di comando
richiesto per il funzionamento continuo. ηv = 0,75... 0,95 in funzione della lunghezza
Questo vale, in modo particolare, con dell’albero e del numero di supporti ritti.
basso rendimento dopo lunghi arresti. ηK è il rendimento dell’invio ad angolo (solo
con il flusso di forze mediante coppia
conica, e, in questo caso, anche tra
albero di trasmissione rigido V2 e motore
di azionamento) ηk = 0,9.

CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO www.nccomponenti.it Tel. ++39 011 9575222 X/23
SCELTA E DIMENSIONAMENTO

Momento torcente di azionamento massimo


Nel caso il martinetto risultasse bloccato tramite la corsa della Scelta del rinvio ad angolo
vite contro un ostacolo, è ancora possibile rilevare da tale col- La scelta del rinvio ad angolo è determinata dai seguenti fattori:
legamento i momenti torcenti Mt sotto riportati, sull’albero di - momento di comando
trasmissione. Nel caso di martinetti collegati in serie, il marti- - numero di giri azionamento (vedere tabella)
netto più vicino all’azionamento può trasmettere questo durata di inserzione e potenza di avviamento
momento al suo albero di trasmissione. - forze e momenti sui terminali alberi (in caso di dubbio, prego con-
tattarci).
TIPO Mt max (Nm)
NMJ 1 3,4
NMJ 2 7,1
Numero di giri di comando richiesto
Il numero di giri di comando necessario è in funzione della velocità
NMJ 3 18
della corsa desiderata, della trasmissione del martinetto e dagli
NMJ 4 38 elementi di trasmissione. In generale, si possono ottenere diverse
NMJ 5 93 possibilità per arrivare alla stessa velocità di sollevamento. I criteri
NJB 1 148 per una scelta adeguata sono i seguenti:
NJB 2 178 - rendimento favorevole
NJB 3 240 carico possibilmente ridotto degli elementi di trasmissione per la
NJB 4 340 costruzione di spazi ridotti e con minima spesa
- evitare il numero di giri critico della vite di sollevamento e degli
NJB 5 570
alberi di collegamento.

Forze e momenti sull’albero di comando Momento torcente della chiocciola della vite di
Se i martinetti non sono azionati mediante l’accoppiamento,
senza forza radiale, sull’albero motore, ma mediante catene o sollevamento
cinghie, occorre fare attenzione che la forza radiale sull’albero Il momento torcente della chiocciola M della vite di sollevamento è
di comando rimanga nei limiti stabiliti (vedere tabella sotto quel momento torcente che la vite di sollevamento esercita sulla
riportata); nel peggiore dei casi, la vite senza fine, in seguito piastra di fissaggio (tutte le versioni N eccetto che V), oppure quel
alla flessione sotto la forza radiale F, si stacca dalla ruota eli- momento torcente che la chiocciola di scorrimento riceve dalla vite
coidale. È da evitare tale disposizione, in quanto il contatto tra (versione R). Non deve essere confuso con il momento di aziona-
la vite senza fine e la ruota elicoidale peggiora, con il conse- mento Mt del martinetto sull’albero elicoidale.
guente aumento dell’usura. M (Nm) = Feff (kN) · fM
(valido per carichi medi e superiori)

TIPO FR max (Nm) M è il momento torcente della chiocciola della vite di solleva-
NMJ 1 0,1 mento in Nm per il tipo di movimento “sollevamento sotto
NMJ 2 0,2 carico”.
NMJ 3 0,3 Feff è l’effettiva forza assiale in kN.
NMJ 4 0,5 fM è un coefficiente di conversione che determina la geome-
tria della vite e l’attrito. Il coefficiente vale nel caso di una
NMJ 5 0,8
normale lubrificazione. Valori più elevati si verificano in
NJB 1 0,8
caso di attrito dovuto a mancanza di lubrificazione. Nella
NJB 2 1,3 versione a vite a ricircolo il valore fM è praticamente
NJB 3 1,3 costante.
NJB 4 2,1
NJB 5 3,1
TIPO f (vite trapezia) f (vite a ricircolo
NMJ 1 1.6 1.6
Scelta del motore di comando
La precisa conoscenza del momento torcente necessario e del NMJ 2 1.8 1.6
numero di giri facilitano la scelta del motore di comando più ido- NMJ 3 2.7 1.6
neo. Per principio, bisogna controllare che nessuno dei martinetti, NMJ 4 3.4 1.6 / 3.2
o che nessuno degli elementi di trasmissione vengano sovraccari- NMJ 5 4.6 3.2
cati dal motore di comando. Questo pericolo esiste, maggior- NJB 1 5.5 -
mente, negli impianti con più martinetti ed in caso di carichi irrego- NJB 2 6.4 -
lari. In generale, sarà necessario proteggere l’impianto mediante
NJB 3 7.2 3.2
interruttori di fine corsa, oppure mediante limitatori di coppia.
NJB 4 8.0 -
Forze e momenti sull’albero motore
NJB 5 10.6 -
Nei comandi a cinghia dentati o in quelli a catena, con pignoni
molto piccoli, forze radiali notevoli potrebbero avere effetto
sull’albero motore. In caso di dubbio, si consiglia di rivolgersi al
costruttore dei motori.

X/24 Tel. ++39 011 9575222 www.nccomponenti.it CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO
ISTRUZIONI DI MONTAGGIO

In fase di montaggio dei martinetti di sollevamento a vite al motore un dispositivo di sicurezza per l'extra corsa.
occorre rispettare le seguenti norme: In caso di utilizzo di più martinetti, collegati da rinvii ad
angolo, tramite alberi cardanici, occorre verificare la
- La superficie di montaggio del martinetto deve essere direzione di fuga su tutti i piani, e si consiglia, per prima
pulita e lavorata ( lo stesso vale per il rinvio ed il cosa, di verificare il serraggio delle viti!
supporto ritto).
Verificare, inoltre, che le viti di fissaggio sfruttino l'intera Nel caso in cui la distanza tra i martinetti sia elevata
lunghezza filettata! (Dimensione "Z") occorre dotare di supporti gli alberi cardanici e verificare,
inoltre, la velocità di funzionamento. Contattate il nostro
- La vite deve essere, se necessario, protetta dallo ufficio tecnico di Rivoli (Torino)!
sporco. Nel caso siano utilizzati soffietti di protezione
o molle a spirale, occorre considerare la riduzione Dopo circa 20 ore di funzionamento o corse di prova,
della corsa tramite il relativo dispositivo di bloccaggio, occorre controllare nuovamente le viti di fissaggio.
e, di conseguenza, prevedere l'utilizzo di una vite più
lunga!!
Vibrazioni, aumento del passo vite o applicazione di
- Si consiglia l'uso di fine corsa elettrici per proteggere azionamenti di rotolamento (KGT, GRT, WGT), sollecitano
il componente da eventuali danni (vedi pag. 11) la reversibilità del sistema.

Contromisure: passi vite ridotti, variazione del rapporto


ottimale
di trasmissione, freni motore

Con l'utilizzo di più martinetti, in fase di disposizione


fare particolare attenzione alla direzione di rotazione!
Da evitare
Con le versioni AS e VS verificare attentamente che la
vite non parta dal dispositivo di bloccaggio, vale a dire
che i fine corsa devono essere assicurati a riguardo.
(Soprattutto con la versione KGT)!
ottimale
Si sconsiglia, nel modo più assoluto, di smontare la
chiocciola a ricircolo di sfere, in quanto ciò provocherebbe
la fuoriuscita delle sfere e l'impossibilità di ripristinare il
Da evitare sistema a vite stesso. Tale operazione deve essere
eseguita solo da personale addetto e qualificato: se
La vite dovrebbe essere, inoltre, protetta da eventuali così non fosse andrebbe a decadere la garanzia sul
forze laterali, anche se le bussole di scorrimento sistema stesso.
all'interno del martinetto sono già predisposte per tale
scopo, ma non sufficienti a garantire una forza ottimale In caso di utilizzo del martinetto pari ad oltre l'80% del
del meccanismo. suo rendimento nominale, si vanno ad infrangere le
relative regole di sicurezza di base.
Occorre fare attenzione a quanto sopra nel caso in cui
Attenzione: Le forze laterali possono anche essere
l'impianto sia montato direttamente dall'utilizzatore.
generate dal momento torcente della vite stessa!! (ved.
Diagramma)

Principalmente occorre fare attenzione alla direzione


del carico.

Il carico deve essere regolato in funzione della superficie


di montaggio in modo che le viti di fissaggio siano sol-
lecitate in fase di trazione.
La vite della versione R dovrebbe essere sempre dotata
di cuscinetti.

Al fine di utilizzare il martinetto nel modo migliore, e


garantirne così una lunga durata, si consiglia di applicare

CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO www.nccomponenti.it Tel. ++39 011 9575222 X/25
MONTAGGIO E MANUTENZIONE

Vi preghiamo, nell'interesse comune, di leggere molto funzionamento verificare nuovamente il serraggio delle
bene quanto riportato qui di seguito al fine di garantire il viti di fissaggio.
perfetto funzionamento dell'impianto ed evitando, così,
spiacevoli inconvenienti. Lubrificazione

Lo smontaggio della vite, come anche quello della I martinetti di sollevamento a vite sono forniti dal
chiocciola a ricircolo di sfere, senza averci prima contattati costruttore già lubrificati e pronti per l'utilizzo.
e consultati a rigurado, ci declina da ogni eventuale Con la versione R la vite deve essere ingrassata prima
responsabilità. Ciò vale anche se in fase di impiego non dell'applicazione.
vengono rispettati adeguatamente i parametri di utilizzo, Dato che in occasione del primo riempimento di lubrifi-
quali: numero di giri, carico, durata di inserimento, cante nella scatola del martinetto si può generare una
influsso ambientale, forze laterali! pressione eccessiva, può accadere, con la messa in
funzione dell'impianto, che si verifichi una fuoriuscita
Prima dell'utilizzo del martinetto e di altre unità di eccessiva di grasso che, in condizioni normali,
azionamento, occorre verificare che la superficie di dovrebbe durare solo per poco tempo. Grazie all'effetto
montaggio sia pulita, piana ed il più possibile lavorata. dei paraolii sulla vite non è da escludere una leggera
E nello stesso modo, occorre verificare la direzione di fuoriuscita di grasso che sarà poi rabboccata nel corso
rotazione di tutti i singoli elementi nel caso di utilizzo di delle lubrificazioni successive.
più martinetti. Se tutto risulta in ordine, occorre verificare
se non ci siano forze laterali che interagiscono sulla vite, Dato che questa uscita di grasso non è comunque
sia dall'esterno che risultanti dal momento di attrito normale, il martinetto deve essere protetto. Questo ha
della chiocciola. per conseguenza che la vite deve essere lubrificata
separatamente per evitare che compia una corsa a
In fase di montaggio tutte le viti di fissaggio devono secco.
essere avvitate leggermente, per consentire la messa in Per facilitarne l'ingrassaggio con i relativi ingrassatori
piano del sistema; in questa fase possono verificarsi Perma sono previsti dei raccordi di lubrificazione,
errori di allineamento o di precarico che devono essere necessari soprattutto per la versione R. Dopo ogni stop
eliminati prima del serraggio delle viti. lavorativo gli azionamenti, e, in modo particolare, la vite,
Prima del collegamento dei martinetti tra loro, le viti devono essere lubrificati ad intervalli regolari.
devono essere portate tutte allo stesso livello corsa e se
ciò non dovesse avvenire si comprometterebbe la Noi consigliamo, dopo ca. 500-600 ore di funzionamento
durata dell'impianto stesso. o dopo ca. 2 anni, di cambiare il grasso, pulire i compo-
Nel caso in cui si verifichi un errore di allineamento con nenti e lubrificarli nuovamente. In questa occasione si
l'utilizzo di alberi cardanici, si deve ovviare al problema dovrebbero anche controllare lo stato di usura della
con l'inserimento di giunti elastici. dentatura e della filettatura della chiocciola.

Prove di funzionamento
Smontaggio e rimontaggio per la sostituzione del
Con l'utilizzo di motori di comando, occorre verificare lubrificante
sempre la direzione di rotazione!
Il tavolo di sollevamento, deve essere fissato al particolare Sfilare la vite e togliere la relativa protezione. Togliere i
o all'attrezzatura da movimentare tramite la vite e la due grani filettati laterali.
relativa chiocciola avvitando di poco le relative viti. Allentare i cuscinetti testata tramite una chiave a gancio
e sfilarli. Togliere la ruota elicoidale ed i cuscinetti assiali
Quando l'intera corsa avviene senza oscillazioni del e pulirli. Togliere gli anelli di guarnizione alberi, gli anelli
momento torcente, si possono serrare le viti. Il di sicurezza e la vite senza fine.
momento non cambia se la corsa avviene in modo
uniforme, e cioè quando tutti i fattori determinano che
l'impianto può lavorare sotto carico.
Quando possibile, verificare se lo sbalzo di tensione del
motore avviene in fase di corsa. Dopo ca. 4-6 ore di

X/26 Tel. ++39 011 9575222 www.nccomponenti.it CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO
Attenzione! Contrassegnare la vite senza fine per poterla Quantità di grasso
poi rimettere nella stessa posizione.
Per realizzare soluzioni di automazioni complesse ed
economiche, non bisogna solo basarsi sulle compe-
Riempire successivamente con il grasso la ruota elicoidale
tenze e sull'esperienza di specialisti nel settore, ma è di
pulita (lasciare posto per i componenti). Lubrificare
fondamentale importanza collaborare con il fornitore
anche con grasso la dentatura, i cuscinetti e la vite
stesso, il quale in magazzino avrà sicuramente diversi
senza fine, al fine di evitare un funzionamento a secco.
sistemi di azionamento da consegnare.
Utilizzare nuovi O-Ring e nuovi anelli di guarnizione
albero. Rimontare i cuscinetti testata, prima serrandoli
Affinché si possa raggiungere questa forma di sviluppo,
lievemente e poi con forza.
fin da subito, offriamo anche una gamma di azionamenti
Fare attenzione alla ruota elicoidale.
lineari (elettrocilindrici).
Inserire nuovamente la vite e fissare i cuscinetti tramite
La risultante di questo progetto offre una vasta gamma
gli appositi grani filettati. E' molto importante che tutti i
di soluzioni standardizzate che rendono possibile la rea-
pezzi siano stati rimontati nella loro posizione esatta!!
lizzazione di linee, portali robotizzati, sistemi a pallet e
Il raggio della ruota elicoidale nella parte superiore!!!
manipolatori a costi ridotti.
Sostituire eventualmente il serbatoio di lubrificazione
Utilizzate la nostra esperienza ed il Know-How dei nostri
Perma e riempire la scatola con grasso tramite l'apposito
specialisti. Approfittate delle nostre innovazioni tecnolo-
ingrassatore.
giche per soluzioni di applicazioni economiche. Noi
siamo i Vostri partner competenti ogni qualvolta vogliate
Controllare il livello dell'olio tramite l'apposito realizzare automazioni individuali e "su misura".
vetrino

TIPO DI LUBRIFICANTE: La prima lubrificazione viene


eseguita con grasso per ingranaggi DEA Paragon EP1 -
classe di consistenza 1. Nel caso di applicazioni speciali
verrà comunicato il tipo di grasso da utilizzare.

L'olio da utilizzare è il DEA Falcon CLP 460 (in caso di


variazioni verrà comunicato il tipo)

La scatola contenente la vite senza fine e la ruota elicoi-


dale sono riempiti con grasso, in condizioni normali di
funzionamento, necessitano di manutenzione ogni due
anni ca. Utilizzare grasso DEA Orona GF 1464-00.

Per guanto riguarda il tipo di lubrificante si possono


anche utilizzare prodotti similari di altri costruttori, ma
tale variante comporta il declino di ogni responsabilità
da parte nostra.

NMJ0 NMJ1 NMJ2 NMJ3 NMJ4 NMJ5 NJB1 NJB2 NJB3 NJB4 NJB5

40 80 130 250 800 1000 1500 1900 1900 2700 3100 grammi

CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO www.nccomponenti.it Tel. ++39 011 9575222 X/27
CODICE D’ORDINE NMJ® / NJB®

1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. 9. 10. 11. 12.

1. TIPO: 7. ACCESSORI: 11. ACCESSORI SPECIALI:


NMJ 1 - NMJ 5 BP = piastra di fissaggio O = senza
NJB 1 - NJB 5 GA = testata a forcella GA S = a richiesta del cliente
Z = acc. standard a catalogo
2. VERSIONE COSTRUTTIVA: 8. PROTEZIONE VITE: (listelli di fissaggio motore,
N flangia motore con giunto)
0 = senza
R 1 = con soffietto di protezione
V 12. DIMENSIONI VITE:
9. CHIOCCIOLA: 1 = 4005 / 2505
3. RAPPORTO DI TRASMISSIONE:
2 = 4010 / 3210
H Standard 0 = senza
L Differenziato 1 = EFM (trapezia)
2 = KGF (a ricircolo di sfere
4. TIPO DI VITE: flangiata)
TGS (vite trapezia) 3 = KGM (a ricircolo di sfere
KGS (vite a ricircolo di sfere) cilindrica)

5. CORSA: 10. SICUREZZA


(mm) ANTI-SFILAMENTO
O = senza
6. TERMINALE VITE: A = con
G = filetto standard
Z = con terminale cilindrico
O = terminale vite senza lavorazione
S = terminale vite a richiesta
del cliente

Esempio:

N M J 3 N H K G S 0 4 2 5 G B P F 0 A O
1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. 9. 10. 11.

1. TIPO: 5. CORSA: 8. PROTEZIONE VITE:


NMJ 3 425 (mm) con soffietto di protezione

2. VERSIONE COSTRUTTIVA: 6. TERMINALE VITE: 9. CHIOCCIOLA:


N filettatura standard D3 senza

3. RAPPORTO DI TRASMISSIONE: 7. ACCESSORI: 10. SICUREZZA


H BP = piastra di fissaggio ANTI-SFILAMENTO
4. TIPO DI VITE: con
KGS 11. ACCESSORI SPECIALI:
senza

X/28 Tel. ++39 011 9575222 www.nccomponenti.it CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO
FORMULARIO TECNICO

FORMULARIO PER IL DIMENSIONAMENTO DEI MARTINETTI


DI SOLLEVAMENTO A VITE NMJ/NJB

Data:
Ditta Sig.
Via Reparto
CAP/CITTÀ/PROV. Telefono Fax

Carico assiale Tipo di carico Carico totale su


dinamico kN statico kN  continuo 1
a pressione  discontinuo 2
 variabile 3
 urti 4
a trazione  vibrazioni

Posizione Velocità
 verticale  vite verso l’alto (mm)
 orizzontale  vite verso il basso Corsa (mm)

Durata d’inserzione (%) Cicli di lavoro

Guida esterna  SI  NO Azionamento  senza  volantino a mano


Coefficiente di attrito per guida esterna  azionamento

Cicli di lavoro  1 ciclo  2 cicli  3 cicli

Condizioni di funzionamento Versione martinetto Tipo vite


Temperatura °C  traslante (N)  trapezia
% di umidità dell’aria  antisfilamento (V)  a ricircolo di sfere
 rotante (R)

 Polvere  Trucioli  Materiali pericolosi

Accessori
 Chiocciola in bronzo EFM  Placchetta di fissaggio BP  Flangia motore MG  Supporto ritto NP
 Chiocciola flangiata KGF  Testata articolata GA  Motori M  Chiocciola con arresto di
 Listelli di fissaggio L  Soffietto di protezione F  Giunti elastici RA/RG sicurezza SFM

 Volantino a mano HR  Rinvio ad angolo


 Micro di fine corsa XCM-F102  Trasmissione cardanica GX
 Giunto cardanico K
 Supporto chiocciola KON  Antisfilamento A
 Adattatore cardanico KAR

CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO www.nccomponenti.it Tel. ++39 011 9575222 X/29
MARTINETTO AD INGRANAGGIO CONICO
SERIE SPEEDY
Martinetto ad ingranaggio conico - Versione base (N)

Tipo Dimensioni in mm i = 1:1 ed i = 2:1


A1 A2 A3 A4 A5 a1 a2 a3 a4 b1 b2 C1 C2 C3 C4 C5 C6
KH1 90 105 83 113 45 63 78 2 28 5 20 30 114 27 19 1) -
KH2 140 140 130 180 70 113 113 2 50 10 45 45 190 65 32 1) -
KH3 230 230 213 305 115 180 180 2 90 16 80 55 295 95 40 1) -

Tipo in mm i = 1:1 ed i = 2:1


D1j6 D2 D3 D6f7 D10 D13 b1 b2 D1j6 A3 A4 a4
KH1 16 42 1) 60 M8 38,7 - - - - - -
KH2 32 65 1) 95 M12 60 8 45 28 - - -
KH3 55 95 1) 150 M20 90 12 60 40 228 310 80

Martinetto ad ingranaggio conico - Versione con la chiocciola mobile (R)

Tipo Dimensioni in mm i = 1:1 ed i = 2:1


A1 A2 A3 A4 A5 a1 a2 a3 a4 b1 b2 C1 C2 C3 C4 C5 C6
KH1 90 105 83 113 45 63 78 2 28 5 20 - 114 - 19 1) 20
KH2 140 140 130 180 70 113 113 2 50 10 45 - 190 - 32 1) 25
KH3 230 230 213 305 115 180 180 2 90 16 80 - 295 - 40 1) 25

Tipo in mm i = 1:1 ed i = 2:1


D1j6 D2 D3 D6f7 D10 D13 b1 b2 D1j6 A3 A4 a4
KH1 16 - 1) 60 M8 38,7 - - - - - -
KH2 32 - 1) 95 M12 60 8 45 28 - - -
KH3 55 - 1) 150 M20 90 12 60 40 228 310 80

X/30 Tel. ++39 011 9575222 www.nccomponenti.it CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO
MARTINETTO AD INGRANAGGIO CONICO
SERIE SPEEDY

I martinetti ad ingranaggio conico sono usati come alternativa del nostro sistema dei martinetti di sollevamento a vite in
caso dell'aumento di velocità (3 m/min) e del carico minore. Ad esempio, Tecnologia Automatica "Automation
Technology" è la tipica gamma di applicazione dove può essere raggiunto 50% di inserzione.

Per qualità più alta, i martinetti ad ingranaggio conico sono attrezzati con viti a ricircolo di sfere. Questi martinetti sono
lavorati in un modo speciale. La versione standard è fornita lubrificata con grasso. In caso delle specifiche più alte è
disponibile anche la lubrificazione con olio.

I martinetti ad ingranaggio conico sono prodotti nella versione base e nella versione con la chiocciola mobile, ognuna
con il rapporto 1:1, 2:1 e per le applicazioni speciali anche con il rapporto 3:1.

I martinetti tipo KH devono essere comandati con i motori autofrenanti. Per la regolazione manuale consigliamo il nostro
martinetto modulare ad ingranaggio conico MKH (vedi nostro sito www.nccomponenti.it).

CODICE D’ORDINE

1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. 9. 10. 11.

1. TIPO ATTENZIONE!
IL TERMINALE VITE SIA NELLA VERSIONE N
2. VERSIONE COSTRUTTIVA CHE R, VA EVIDENZIATO IN SEDE D’ORDINE,
DIMENSIONI C5 E D3 DELLE TABELLE.
3. RAPPORTO DI TRASMISSIONE

4. TIPO DI VITE

5. CORSA

6. TERMINALE VITE

7. ACCESSORI

8. PROTEZIONE VITE

9. CHIOCCIOLA (SOLO PER VERSIONE R)

10. SICUREZZA
ANTI-SFILAMENTO

11. ACCESSORI SPECIALI

CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO www.nccomponenti.it Tel. ++39 011 9575222 X/31
MARTINETTI AD INGRANAGGIO CONICO
MODULARE, TIPO MKH

Per semplici aggiustamenti di posizionamento


abbiamo realizzato la nuova serie di martinetti
MKH giusto compromesso tra elevata qualità e
costo contenuto, il desiderio di ogni cliente.
Tali risultati sono possibili associando la
costruzione effettiva ai migliori metodi di
produzione.

Martinetti ad ingranaggi elicoidali a uno stadio con


rapporti 1:1 e 2:1 con vite trapezia per carichi fino
a 1000 N.
La serie MKH è disponibile nelle seguenti versioni

• Base con vite traslante (N)


• Con vite rotante (la vite ruota e la chiocciola
conduce la corsa)
• Ingranaggio di trasmissione: disponibile in 4
versioni con rapporti 1:1 e 2:1 ciascuno
Nr. di giri max. Ammesso 1000 min-1

Versione con chiocciola rotante R

Versione base N

X/32 Tel. ++39 011 9575222 www.nccomponenti.it CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO
MARTINETTI AD INGRANAGGIO CONICO
MODULARE, TIPO MKH

La versione MKH mostra i suoi punti di forza nei


suoi diversi campi di applicazione.
Di seguito ne elenchiamo alcuni:

• Momento torcente ridotto in presenza di un


basso numero di giri
• Peso ridotto, dimensioni compatte
• Aggiustamento manuale
• Possibilità di avere un collegamento universale
tramite le scanalature a T, elementi di
connessione e profili base.

MKH1-G Versione base N

Tassello 10 mm per listello M8

1) le versioni dipendono dal


tipo di vesione E, DG, DR.
DL, DA (disegnata DG)

CI RISERVIAMO IL DIRITTO DI MODIFICARE DIMENSIONI E CARATTERISTICHE SENZA PREAVVISO www.nccomponenti.it Tel. ++39 011 9575222 X/33

Potrebbero piacerti anche