Sei sulla pagina 1di 5

ANALISI DEL DISCORSO

Tema: La strategia comunicativa nella cultura vietnamita e italiana a confronto.


Membri del gruppo: Trần Khánh Linh (Capogruppo)
Nguyễn Vân Anh
Nguyễn Thị Thu Hà
Nguyễn Thị Thu Huyền
Ngô Thị Hải Yến
Prassi del progetto:
- 16/09: Riassumiamo le informazioni che sono state istruite dall'insegnante
nella lezione e dividiamo il lavoro come in seguite.

Lavoro Responsabile
Hải Yến
La strategia comunicativa nella cultura vietnamita.
Thu Huyền
Vân Anh
La strategia comunicativa nella cultura italiana.
Thu Hà
+ Descrivere la prassi del progetto.
+ Confrontare le strategie di comunicazione nella cultura
vietnamita e italiana. Khánh Linh
+ Riassumere le informazioni e presentarle come un
rapporto completo.

- 19/09: Il capogruppo riassume le informazioni che hanno cercato i membri


del gruppo e realizza il prodotto finale.
Contenuto del rapporto:
In ogni società, le persone prendono in prestito il mezzo del linguaggio come un
modo per esprimere la propria volontà ed i propri pensieri, tutti si rivolgono nell’
ambiente comunicativo. - L'ambiente di comunicazione è tutte le strutture fisiche,
mentali e spaziali in cui si svolgono le attività di comunicazione umana (l'ambiente
qui non è semplicemente un luogo di comunicazione ma include anche fattori
sociali - la storia che gli individui portano nel processo di comunicazione), hanno
un'influenza diretta su la qualità e l'efficacia della comunicazione umana.
Sulla base dell'ambiente comunicativo della cultura di ogni paese, il gruppo ha
studiato i seguenti aspetti riguardo ai contenuti teorici: Analisi del discorso vista
dalla pragmatica:
- Obiettivi e finalità della comunicazione
- Partecipanti alla comunicazione
- Contenuto della comunicazione
- Modo di comunicare

I. La strategia comunicativa nella cultura vietnamita.


I vietnamiti spesso non esprimono i loro pensieri direttamente (atto locutivo),
invece, usano un discorso implicito (atto illocutivo). Per quanto riguarda le
strategie della cortesia, i vietnamiti hanno:
1. Strategie per l’uso dei pronomi personali.
- Le forme vocative in Vietnam rappresentano lo stato sociale, rappresentano
diversi livelli di vicinanza, assicurano la gentilezza delle persone che parlano con le
persone con cui comunicare e devono essere appropriate con il campo della
comunicazione.
- In Vietnamita, a differenza dell'italiano che ha un pronome personale neutron
come: “io” e “tu”/”voi”, i pronomi personali di prima e seconda persona sono: tôi,
tớ, ta, tao, mình, chúng ta, bọn mình, cậu, bạn, mày, bay, các cậu,… Inoltre, si
usano anche i propri nomi, i nomi di parentela, i nomi di professione,…
- La strategia di usare pronomi appropriati nella testualizzazione vietnamita è
sempre stata uno dei modi più evidenti ed efficaci di mostrare cortesia. I pronomi
vietnamiti contengono la posizione sociale e le sfumature del parlante. Di
conseguenza, i parlanti come pure gli ascoltatori nel processo di comunicazione
devono determinare a quale rapporto appartengono per richiamare correttamente.
- La conversazione deve mostrare il ruolo della comunicazione (chi parla, chi
ascolta)
- La conversazione deve mostrare il rapporto di autorità. In Vietnam l'età ha
una forte pressione rispetto alla differenza di status sociale (gli anziani hanno
il diritto di parlare con persone con stato sociale sopra di loro usando i
pronomi vicini; pero’ coloro che hanno stato sociale alto devono ancora
rivolgersi adeguatamente agli anziani, indipendentemente dalla posizione
che occupano).
- La conversazione deve mostrare la stretta relazione.
- La conversazione deve essere appropriata.

2. Strategie del discorso indiretto, implicito.


_ Nella vita quotidiana della comunicazione, le persone comunicano principalmente
in due modi: esplicatura e implicatura. Questo fenomeno è presente in quasi tutte le
lingue del mondo, ma la sua prevalenza dipende dalle caratteristiche culturali
tradizionali di ogni paese. In particolare per i vietnamiti, amano molto il discorso
indiretto implicito.
Es: La mamma dice a suo figlio: “I pasti sono pronti”.
 Questo è l’atto illocutivo che esprime implicazione: “Va’ alla cucina e
facciamo mangiare”.
_ Per quanto riguarda il modo di comunicare, la sottigliezza fa i vietnamiti ad avere
l'abitudine di comunicare "vòng vo tam quốc", cioe’ non cominciano direttamente
mai la conversazione. La tradizione vietnamita all'inizio della comunicazione è
chiedere informazioni su età, famiglia, lavoro, figli, ecc., anche per promuovere
l'atmosfera.
A causa della tradizione di affetto e flessibilità, i vietnamiti non hanno una parola
di ringraziamento, mi dispiace per tutti i casi come persone occidentali. Per ogni
caso, ci può essere un modo diverso per dire grazie, scusa.
Es: - Con xin chú (grazie per aver ricevuto il regalo)
- Chị chu đáo quá (grazie per essere preso cura)
- Quý hóa quá (grazie quando qualcuno verra’ a trovare)
- Anh quá khen (grazie per aver ricevuto complimenti)
- Cháu được như hôm nay là nhờ cô đấy (grazie per esser aiutato).
II. La strategia comunicativa nella cultura italiana.
A differenza del Vietnam, in italiano i verbi si coniugano per persona, quindi non
c'è bisogno di nominare o specificare la persona a cui si rivolgono. In Italia ci sono
7 pronomi personali (io, tu, lui/lei, noi, voi, loro) e per estranei o in una situazione
formale le persone useranno Lei. Le persone non comunicano solo parlando, ma
anche con espressioni del viso, gesti e movimenti.
1. La gesticolazione. nella comunicazione degli italiani
Gli italiani, infatti, sono conosciuti per utilizzare molti gesti e movimenti mentre
parlano, Ecco quali sono quelli principali:
- Il contatto visivo: Guardare negli occhi la persona con cui parli è
fondamentale. È un segno di rispetto e fa capire all’altra persona che sei
attento alle sue parole.
- Le espressioni facciali: In Italia le persone usano molto le espressioni della
faccia per comunicare i loro pensieri e le loro sensazioni. Di solito, durante
una conversazione amichevole, si vedono le persone con un’espressione
rilassata e sorridente. Mentre, durante un litigio, si vedono le persone con
un’espressione molto severa ed arrabbiata.
- Il portamento: La postura indica la posizione della tua schiena e del tuo
corpo.
- Lo spazio personale. In Italia le persone mantengono una distanza di almeno
un braccio dalla persona con cui stanno parlando, soprattutto se non la
conoscono.
- La gesticolazione: Le persone in Italia gesticolano molto, cioè muovono
molto le mani mentre parlano. Molti movimenti hanno un significato
preciso.
Questi fanno parte della “comunicazione non verbale”, cioè che non prevede
l’utilizzo di parole. Gesticolare “in italiano” è fondamentale, è parte integrante
della lingua e indispensabile nella comunicazione. Il gesto non sostituisce la parola,
ma la arricchisce. È un linguaggio parallelo, che aggiunge sfumature o cambia il
significato del discorso. Gesticolare è in ingrediente particolare in una litigata. In
effetti, è anche molto liberatorio dato che quando si è in collera, non sempre si
trovano le parole giuste e quindi il gesto colma le lacune e si sentono soddisfatti di
essere riusciti a esprimersi.
2. Le strategie della cortesia nella comunicazione:
Le persone in Italia hanno regole specifiche riguardo a quando una persona deve
utilizzare un linguaggio informale o formale.In italiano per rivolgere la parola a
qualcuno esistono tre forme allocutive: il tu, il Lei e il Voi. Il tu è conosciuto come
espressione informale o famigliare, invece il Lei e il Voi sono propriamente di
cortesia. La scelta tra una forma e l’altra dipende dai diversi fattori sociolinguistici,
come per esempio l’età, il sesso, la formalità della situazione e il tipo di rapporto
fra interlocutori, ma anche dalla potenza, ricchezza ed importanza che si attribuisce
alla persona a cui si rivolge la parola. Nell’italiano di oggi il pronome Lei, o Lei di
cortesia, è la forma orale scritta maggiormente utilizzata quando si parla ad un
uomo o ad una donna che non si conosce e verso cui si vuole mostrare rispetto e
distanza sociale. Si usa il Lei se si scrive una lettera formale a un superiore, a un
medico, a un professore, al preside, a un Presidente ecc.. Secondo le regole della
grammatica, il Lei di cortesia è scritto con L maiuscola.
3. Atti linguistici nell’italiano
Ogni enunciato italiano corrisponde ad un atto linguistico. Con le parole gli italiani
compiano atti come domandare, ordinare, asserire, promettere, scusare e
minacciare. L’atto illocutorio è l’atti linguistici comuni degli italiani. Invece di
parlare direttamente, gli italiani spesso esprimono i loro desideri indirettamente
all'ascoltatore.
Es: Luca dice a Maria: “Qua dentro fa caldissimo”
 Luca la richiesta di aprire la finestra.
III. Confronto

Cultura Vietnamita Cultura Italiana


Seguono le regole conversazionali e le strategie della cortesia nella
comunicazione.
Somiglianza
Usano entrambi modi di comunicare: diretto ed indiretto per
esprimere i propri pensieri.
Ci sono tanti pronomi personali
Ci sono 7 pronomi personali
alla base sull’età, sul sesso,
informali e uno formale.
sullo stato sociale.
Oltre a parlare, comunicano
Ci sono altri modi di
anche in modo non verbale
Dissomiglianza ringraziare e dispiacere senza
utilizzando molti gesti e
dire “Grazie” o “Mi dispiace”.
movimenti.

La frequenza di usare La frequenza di usare


l’implicatura è più alta. l’implicatura è meno alta.

 I materiali:
- http://nguvan.hnue.edu.vn/Nghi%C3%AAn-c%E1%BB%A9u/L%C3%BD-lu
%E1%BA%ADn-v%C4%83n-h%E1%BB%8Dc/p/chien-luoc-giao-tiep-1024 
- https://thanhdiavietnamhoc.com/dac-trung-van-hoa-giao-tiep-cua-nguoi-viet-
nhin-tu-goc-do-chien-luoc-lich-su-trong-quang-cao-phan-2/ 
- http://luanvan.net.vn/luan-van/luan-van-ngon-ngu-hoc-lich-su-trong-hanh-
dong-cau-khien-tieng-viet-74389/ 
- http://www00.unibg.it/dati/corsi/52013/30086-materiale%20integrativo%20per
%20programma%20frequentanti%202008%2009%20pag.%2016-20.pdf
- https://www.treccani.it/enciclopedia/pragmatica_(Enciclopedia-dell'Italiano)/
- https://italiahello.it/articolo/comunicazione/?
fbclid=IwAR1th96DUs0bgEPvZKUapw33LFRWIOjb9Rz-
E7sXMUCQrI74EjxvT-ze7Do#:~:text=Le%20persone%20non%20comunicano
%20solo,prevede%20l'utilizzo%20di%20parole.&text=Gli%20italiani%2C
%20infatti%2C%20sono%20conosciuti,gesti%20e%20movimenti%20mentre
%20parlano
- https://www.waitaly.net/2021/05/18/litaliano-e-labitudine-di-gesticolare/?
fbclid=IwAR2fSNAWEGqWGpoz60_ZC9Bs0g16gGOpf20Io4h5DlimCVB1iZ
AjZX_aQl0
- https://www.lavocedinewyork.com/arts/lingua-italiana/2014/01/26/la-cortesia-
italiana/?fbclid=IwAR2_INWEYIhxEjlS-
KeWWrasrt3kpx_Hqy9fLNiukRU4XikthCv9y5Je5s0

Potrebbero piacerti anche