Sei sulla pagina 1di 2

RELAZIONE EQUILIBRI CHIMICI

SCOPO: DOBBIAMO VERIFICARE CHE IN UNA REAZIONE IN CUI SI ARRIVA ALL’EQUILIBRIO CI


SONO FATTORI CHE SPOSTANO L’EQUILIBRIO

MATERIALI:
•    Nitrato ferrico Fe(NO3)3   0,01 M
•    Tiocianato di potassio KSNC (0,002M)
•    Idro fosfato bisodico Na2HPO4
•    4 CONTENITORI
•    2 CUCCHIAI
•    Carta 
•   PROVETTA

PROCEDIMENTO:  
Abbiamo versato il liquido Fe(NO3)3 prelevati attraverso una provetta in un contenitore, in seguito
abbiamo prelevato anche un po’ di KSCN e versato nello stesso contenitore quando le due
soluzioni di Fe(NO3)3   e KSCN entrano in contatto avviene una reazione chimica, si produce infatti
una sostanza di colore rosso mattone, infine abbiamo versato il resto anche negli altri tre
contenitori in modo da avere approssimativamente la stessa quantità nei quattro contenitori
numerati, dopo pochi minuti però il colore schiarisce e dopo circa 5 minuti l'intensità del colore
rimane nei 4 contenitori invariata nel tempo.
Poi siamo andati ad osservare il colore dei quattro contenitori, per prima cosa abbiamo versato nel
1° contenitore alcuni cristalli di KSCN e mescolato e poi abbiamo versato nel 2° contenitore alcuni
cristalli di Fe(NO3)3 e mescolato, quando abbiamo versato alcuni cristalli di KSCN nel becher 1 si
nota che l'intensità del colore della soluzione aumenta notevolmente, lo stesso avviene quando
nel contenitore 2 abbiamo aggiunto cristalli di Fe(NO3)3.
Infine abbiamo aggiunto nel 3° contenitore Na2HPO4, quando nel contenitore numero 3 invece è
stato aggiunto Na2HPO4 avviene una nuova reazione chimica che non ha più come prodotto una
sostanza di colore rosso, abbiamo notato infatti un miscuglio eterogeneo nel quale si nota un
liquido biancastro e un sedimento di colore giallognolo. Tutto questo osservando a ogni passaggio
i fenomeni che avvengono confrontando il tutto con il contenitore 0 che funge da controllo.

CONCLUSIONE:
inizialmente come è stato detto in laboratorio nella reazione tra Fe(NO3)3 e KSCN, nella fase
iniziale, il colore del prodotto è rosso intenso, dopo poco la soluzione schiarisce, questo fa pensare
che oltre alla reazione diretta avvenga anche una reazione inversa che riporta il prodotto ai due
reagenti schiarendo così la soluzione.
Sappiamo infatti che le moli dei reagenti sono le stesse del prodotto, eppure nel sistema sono
presenti sia reagenti che prodotti non rispettando quindi la proporzionalità. Inoltre per dimostrare
ciò si può considerare anche l'aggiunta dei cristalli di KSCN e di Fe(NO3)3, quindi abbiamo notato
infatti che il colore della soluzione, all’aggiunta di uno di questi due sali, non cambia, ma
semplicemente aumenta di intensità. Quindi possiamo dedurre che nei vari contenitori siano
presenti sia i reagenti sia i prodotti.

LEONARDO SODI

Potrebbero piacerti anche