Sei sulla pagina 1di 46

INDICE

Introduzione: L’Universo ti sta parlando… sei in ascolto? . . . . . .3

Capitolo 1: Attiva l’intuito . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5


Io, intuitivo? . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5
I cinque sensi interiori . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7
Il senso interiore predominante . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8
Presta attenzione a segni e messaggi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9
Fidati della voce interiore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10
Speciale: Esercizio per attivare le capacità intuitive . . . . . . . . . . . . . . . . . 12

Capitolo 2: Scelta del mazzo e cura delle carte . . . . . . . . . . . 13


I diversi tipi di mazzi di carte . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13
Speciale: Qual è la differenza tra tarocchi e carte oracolari? . . . . . . . . . . . . 15
Ho appena comprato un mazzo di carte: ora che faccio? . . . . . . . . . . . . . 16
Riporre le carte . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 17

Capitolo 3: Preparazione alla lettura . . . . . . . . . . . . . . . . 19


Radicati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 19
Purifica l’ambiente . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 22
Sintonizza le carte alla tua energia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 24
Abbandona le aspettative . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 25
Speciale: Come formulare le domande . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 26

Capitolo 4: Le principali stese di carte . . . . . . . . . . . . . . . . 28


Come mescolare le carte . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 28
Introduzione alle stese . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 29
Quale metodo scegliere? . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 30
Quando basta una sola carta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 30
Tre carte: Passato, presente, Futuro . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 31
Dieci carte: La Croce Celtica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 33
Un cenno alle letture con più mazzi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 35
Speciale: Cosa fare se sei confuso . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 36

Capitolo 5: L’interpretazione delle carte . . . . . . . . . . . . . . 37


Consigli per interpretare le carte . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 37
I simboli sono soggettivi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 38
Cerca la storia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 40
Speciale: Dieci simboli ricorrenti nelle carte . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 42

Conclusione: Vai avanti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 43

www.CardReadingItalia.it
INTRODUZIONE

L’Universo ti sta parlando…


sei in ascolto?
L’Universo ti invia messaggi in continuazione. Ti è mai capitato di accen-
dere l’autoradio e di renderti conto che le parole della canzone in onda in
quel preciso momento erano proprio quelle di cui avevi bisogno? O hai mai
trovato una piuma bianca in un posto insolito, come se fosse stata lasciata
lì apposta per te?
Sono tutti messaggi dell’Universo.
Spesso però noi, con le nostre vite frenetiche e piene di impegni, non ci
accorgiamo di questi segni. Ci dimentichiamo della nostra connessione con
il Divino. A volte, ci domandiamo se all’altro capo della linea di comunica-
zione spirituale ci sia davvero qualcuno.
Se invece impariamo a prestare attenzione ai messaggi dell’Universo, ci
rendiamo conto o, meglio ancora, ci ricordiamo, che il Divino ci parla in ogni
momento. Basta solo che lo invitiamo nella nostra vita e che impariamo ad
ascoltare la sua lingua.
È qui che entra in gioco la lettura delle carte.
Le carte oracolari e i tarocchi vengono utilizzati da millenni per comuni-
care direttamente con il Divino, variamente definito la Fonte suprema, Dio,
l’Universo, l’Intelligenza infinita. Come spiega Colette Baron-Reid, esperta
di tarocchi e carte oracolari, “le carte sono un tramite tra te e il Divino.”
Sono un metodo di divinazione che si esprime per metafore e immagini,
eludendo la parte logica e analitica del cervello e attivando la tua saggezza
più profonda. Ti permettono di aggirare la mente razionale e di attingere
direttamente al sapere dell’Universo.
Che desideri fare chiarezza nella tua vita, vedere cosa accade da una pro-
spettiva più elevata o comprendere cosa succede sotto la superficie, le car-

www.CardReadingItalia.it
te possono sempre fornirti le informazioni dettagliate di cui hai bisogno. Ti
mostrano il passato, il presente e il futuro, permettendoti di capire meglio
la mappa della tua vita e, se necessario, di cambiare rotta per procedere
con saggezza.
Se vuoi imparare a leggere le carte, questa guida ti mostrerà come fare,
un passo alla volta. La verità, infatti, è che chiunque può imparare. Non ser-
ve una formazione specifica; non devi essere “dotato” né particolarmente
intuitivo. La capacità di comunicare con il Divino è insita in ognuno di noi.

www.CardReadingItalia.it
C APITOLO 1

Attiva l’intuito
IO, INTUITIVO?
Almeno una volta nella vita, probabilmente hai sentito una qualche ver-
sione delle seguenti frasi:

 “Hai una fervida immaginazione.”


 “Sii ragionevole.”
 “Non è vero, è una finzione.”
 “Non può essere dimostrato scientificamente.”

Dall’infanzia all’età adulta, i genitori, i coetanei, gli insegnanti e la società nel


suo complesso ci insegnano che l’intuito e le capacità psichiche non esistono,
oppure sono riservate solo alle persone “dotate”.A scuola impariamo a dare
importanza alla scienza e a sviluppare la parte razionale del cervello. Sceglia-
mo lavori che si basano sul pensiero logico e strategico. Nel frattempo, ci
chiudiamo alle capacità intuitive innate con cui, per l’appunto, siamo nati.
Come afferma il cartomante e sensitivo Radleigh Valentine: “Tutti posse-
diamo l’intuito e una connessione con il Divino. Questa connessione non
può essere recisa, ma possiamo lasciarci convincere che non esista. La no-
stra società tende a farlo. Noi stessi lo facciamo.”
Ognuno di noi è in grado di stabilire una connessione diretta con il Divino,
in qualunque modo si scelga di definirla. L’intelligenza infinita che ci circon-
da, che ci ha creato, fa anche parte di noi. Tuttavia, se non coltivata, questa
connessione si affievolisce. La mente logica finisce così per assumere il con-
trollo totale.
Le nostre capacità intuitive, in ogni caso, non ci abbandonano mai: sono
solo assopite. E puoi riappropriartene con la pratica.
5

www.CardReadingItalia.it
La lettura delle carte è un metodo incredibile non solo per riconnetterti
con le tue capacità intuitive innate, ma anche per comunicare con l’Uni-
verso in maniere inimmaginabili e ricevere risposte alle domande della tua
vita. Come sottolinea Kyle Gray, esperto di angeli: “Possiamo parlare con gli
angeli, l’Universo, quest’incredibile energia d’amore e la pratica della lettura
delle carte ci assiste nella connessione con il Divino.”
Negli ultimi due decenni sono tornati di moda diversi metodi di divi-
nazione, ovvero di comunicazione con il Divino. I tarocchi e le carte ora-
colari sono tra i più affascinanti; ci permettono di ricevere informazioni
dettagliate sulle nostre vite e ci incantano con una vasta gamma di temi,
simboli e immagini. Le carte sono un modo meraviglioso per sviluppare
e coltivare le capacità intuitive, mettendo temporaneamente da parte la
mente razionale.

www.CardReadingItalia.it
I CINQUE SENSI INTERIORI
L’Universo parla con noi in diversi modi. A volte, vedi un segno o ricevi un
indizio visivo; altre, provi un’emozione o una sensazione viscerale; altre an-
cora, senti una parola o una frase. Conoscere i diversi sensi interiori o canali
dell’intuito ti aprirà a ricevere comunicazioni dal Divino in ogni modalità.
Come afferma Sandra Anne Taylor,“alcuni pensano che in una lettura basti
girare la carta e interpretare il simbolo, ma l’intuito svolge un ruolo fonda-
mentale.” La cartomanzia è infatti un’interazione tra l’intuito e le carte.
A volte, per esempio, girando una carta sei subito attratto da un’imma-
gine specifica; altre volte, osservandola, percepisci una particolare energia.
Durante una lettura, è importante essere aperti a ricevere messaggi in qual-
siasi modalità.
Molti considerano l’intuito un “sesto senso”, ma in realtà possediamo
cinque sensi interiori, che costituiscono cinque modalità di espressione
dell’intuito:

 Chiaroveggenza: l’esperienza di “vedere” un’immagine o una scena


nell’occhio della mente.
 Chiarosapienza: l’esperienza di “sapere”, sentire o percepire qualcosa.
 Chiaroudienza: l’esperienza di “udire” un suono, una parola o una frase
nella mente.
 Gusto interiore: l’esperienza di “sentire il gusto” di una certa energia
o sostanza nella bocca.
 Olfatto interiore: l’esperienza di “sentire l’odore” di una certa ener-
gia o sostanza nel naso.

Mentre i concetti di chiaroveggenza o chiarosapienza sono abbastanza


noti, gli altri tre aspetti dell’intuito (chiaroudienza, gusto interiore e olfatto
interiore), per essendo altrettanto potenti, potrebbero sembrare strani.
Sandra Anne Taylor descrive un’intensa esperienza di chiaroudienza e
olfatto interiore verificatasi nel corso di una lettura. Durante questa ses-

www.CardReadingItalia.it
sione, estrasse la carta “Viaggio” dal mazzo oracolare. In quel momento,
Sandra udì chiaramente le parole “non andare” e sentì l’odore di fumo
di sigaro. Riferì queste informazioni al cliente, che rimase sbalordito. Le
spiegò infatti che nei giorni seguenti aveva in programma una vacanza con
moglie e figli nella baita di suo nonno in montagna. L’uomo era morto anni
prima ed era stato un accanito fumatore di sigari. Il cliente capì subito
che si trattava di un messaggio del nonno, che gli consigliava di non muo-
versi, così rimandò la partenza. Guarda caso, il giorno in cui era previsto
il viaggio una devastante bufera di neve colpì la baita e i paesi circostanti.
Le strade si ghiacciarono e molte automobili rimasero bloccate. Il cliente
credeva che il nonno avesse vegliato su di lui e la sua famiglia, salvandoli
da una situazione pericolosa.

IL SENSO INTERIORE PREDOMINANTE


Hai la capacità di entrare in sintonia con il tuo intuito attraverso i sensi
interiori di cui abbiamo appena parlato, anche se pensi di non possederli.
Alcuni riescono a usarli tutti, ma nella maggior parte delle persone uno o
due sono dominanti. Sapere come l’Universo comunica con te ti aiuterà a
ricevere i suoi messaggi con maggiore chiarezza.

www.CardReadingItalia.it
Come fai a sapere qual è il tuo senso interiore predominante? Uno dei
metodi più semplici per scoprirlo è pensare a come interagisci con il mon-
do e a come funzionano i tuoi normali cinque sensi.
Ti piace disegnare? Ti ispirano le immagini forti? Ti è più facile imparare
tramite immagini? Se la risposta è sì, forse sei chiaroveggente.
Preferisci ascoltare un libro anziché leggerlo? Ti piace la musica? Quando
fai una passeggiata, presti attenzione ai suoni intorno a te? Se ti riconosci
in queste tendenze, la chiaroudienza potrebbe essere il tuo principale senso
interiore.
Sei particolarmente empatico? Ti sembra che l’energia di ciò che ti cir-
conda condizioni il tuo umore? Quando incontri qualcuno per la prima vol-
ta, capisci immediatamente se andrete d’accordo? Se hai risposto sì a queste
domande, potresti essere chiarosapiente.
Quando spieghi perché hai deciso di non fare qualcosa, ti ritrovi a dire “mi
ha lasciato l’amaro in bocca”? Ti piace provare qualsiasi tipo di cibo nuovo?
Riesci a capire quando qualcuno cambia un ingrediente che la maggior parte
delle persone non noterebbe? Se è così, potresti essere in grado di comu-
nicare con l’Universo attraverso il gusto interiore.
Trovi che l’odore dei cibi abbia una profonda influenza sulle tue scelte ali-
mentari? Ti piace essere circondato da candele e pot-pourri? Vieni partico-
larmente colpito dal profumo delle persone? Se sì, l’olfatto interiore potrebbe
essere il tuo senso dominante.
Comincia a prestare particolare attenzione al modo in cui interagisci con il
mondo e vedi come ricevi le informazioni intuitive. Sintonizzandoti consape-
volmente sulle tue intuizioni quotidiane, intensificherai la connessione con i
sensi interiori, potenziando la capacità di ricevere informazioni dall’Universo.

PRESTA ATTENZIONE A SEGNI E MESSAGGI


Oltre alle intuizioni che ricevi tramite i cinque sensi, l’Universo comunica
con te anche attraverso i segni. Le carte stesse sono un segno (a volte aper-
tamente!), ma sei sempre circondato anche da molti altri nel tuo ambiente
fisico. Come sottolinea la guaritrice e insegnante spirituale Denise Linn,
“l’Universo ti sussurra qualcosa in ogni momento.”

www.CardReadingItalia.it
Le popolazioni native e indigene di tutto il mondo prestano sempre at-
tenzione ai segni: il movimento degli animali, la direzione del vento e la for-
mazione delle nuvole contengono tutti messaggi profondi su cui gli individui
basano la propria vita.
Per gli agricoltori e gli allevatori e, in generale, per le persone il cui so-
stentamento dipende dalla natura, essere in grado di interpretare i segni
provenienti dall’ambiente, come le fluttuazioni della temperatura e dell’u-
midità e le condizioni meteorologiche, è spesso fondamentale per una
buona stagione.
Chi vive in città, riceve segni esattamente come chi si trova in mezzo alla
natura, perché lo Spirito comunica attraverso qualsiasi cosa. Magari, per
esempio, percorrendo in auto la solita strada, a un incrocio trovi un segnale
di stop che non avevi mai visto prima. Un attimo dopo accendi la radio e
senti una pubblicità a tutto volume che dice “fermati al nostro negozio!”.
Poi alzi gli occhi e vedi una targa le cui lettere formano la parola STOP. Che
cosa potrebbe voler dire?
Prestando attenzione ai segni e ai messaggi intorno a te, non solo riceve-
rai informazioni sulla tua situazione attuale, ma comincerai anche a creare
un personale “catalogo” di simboli e dei loro relativi significati, che intensifi-
cheranno le tue capacità intuitive e miglioreranno le tue letture delle carte.

FIDATI DELLA VOCE INTERIORE


La fiducia è l’aspetto più importante per riconnetterti al tuo intuito inna-
to. Spesso è facile dubitare di se stessi o sminuire le proprie percezioni. È
l’azione della mente logica. Ma ricordati: l’intuito non proviene dalla mente lo-
gica, che anzi lo tiene lontano. Con la pratica, restando aperto, consapevole
e fiducioso, puoi stimolare queste capacità naturali.
Se hai difficoltà a oltrepassare la barriera della mente logica, segui il con-
siglio di Colette Baron-Reid, esperta di divinazione, e fidati del tuo corpo.
Come dice Colette, “se una cosa è vera, lo sentirai.” Colette suggerisce di
provare a percepire la differenza, a livello corporeo, tra quando dici qual-
cosa di vero e quando racconti una bugia. Dicendo la verità proverai una
sensazione fisica completamente diversa: ti sentirai radicato e connesso.

10

www.CardReadingItalia.it
Allo stesso modo, afferma Colette, “l’intuizione è un momento di verità.”
Prendi confidenza con questa sensazione. Impara cosa significa.Anche se qual-
cosa non ha senso da un punto di vista razionale, cosa dice il tuo corpo? Cosa
vuole farti sapere quella voce interiore?
Imparare a fidarti dell’intuito non è utile solo nella vita quotidiana; è es-
senziale per leggere i tarocchi e le carte oracolari. Come sostiene Denise
Linn: “Per diventare un cartomante fenomenale, incredibile, straordinario,
devi seguire la strada della fiducia. Fidati dell’intuito. Fidati di ciò che ascolti,
senti e vedi, anche se la mente non è d’accordo.”
Questa è la prima regola da seguire per imparare a leggere e interpretare
le carte.

11

www.CardReadingItalia.it
Esercizio per attivare le capacità intuitive
Cerca di non considerare l’intuito come un “talento” o un “dono
speciale”, ma qualcosa di simile a un muscolo. Con l’esercizio e la
pratica, può essere sviluppato e rafforzato. Tutti hanno la capacità di
attivare il proprio intuito e qui di seguito trovi un esercizio specifico,
consigliato dalla nota sensitiva Sharon Anne Klinger.
Sharon insegna che l’intuito ha sede nel lato destro del cervello,
che è anche la parte immaginativa. Ecco perché, secondo lei, l’intuito
è simile all’immaginazione. Sharon consiglia ai suoi studenti di non
sminuire o analizzare visioni o simboli visualizzati nella mente, ma di
fidarsi dell’esperienza: è il linguaggio visivo dello Spirito che fornisce
loro le indicazioni che cercano.
Questo esercizio si chiama “Sì/No” e ti aiuta a potenziare il tuo
muscolo intuitivo. Praticalo ogni giorno, o il più possibile, soprattutto
quando devi prendere una decisione.

Pensa a qualcosa che vorresti intraprendere, ma su cui sei dubbio-


so. Poni una semplice domanda a risposta affermativa o negativa e
chiudi gli occhi. Subito immagina un semaforo davanti a te e vedi di
che colore è. Se non visualizzi nessuna luce, fallo diventare tu giallo,
verde o rosso, anche se la risposta è una sola. Il verde significa che
puoi andare avanti, il giallo che devi procedere con cautela o lenta-
mente e il rosso che devi fermarti e aspettare un momento migliore.
(Puoi chiedere di nuovo in seguito.) Se i colori cambiano, significa
che c’è incertezza e, come nel caso del giallo, non sono disponibili
abbastanza dati per prendere una decisione adesso.

12

www.CardReadingItalia.it
C APITOLO 2

Scelta del mazzo e cura delle carte

I DIVERSI TIPI DI MAZZI DI CARTE


In una libreria o in un negozio di articoli esoterici, probabilmente trove-
rai dozzine di mazzi, con temi che vanno dagli angeli agli animali guida, dai
cristalli ai maestri ascesi. Alcune carte sono definite “tarocchi” e altre “car-
te oracolari”. Certi mazzi seguono una struttura tradizionale, mentre altri
sono più moderni e a forma libera.
Anche il numero delle carte presenti in un mazzo può variare notevolmen-
te: ci sono mazzi da quarantaquattro carte (un numero simbolico degli angeli),
da cinquantadue o cinquantatré (simili alle carte da gioco) e da settantotto (il
numero dei tarocchi tradizionali). Ne troverai però di qualsiasi numero.
Come scegliere quindi il mazzo giusto per te?
La prima cosa da comprendere è che ogni mazzo offre un punto di vista
diverso, unico. Come spiega Colette Baron-Reid, “è come avere tanti amici
che ti propongono diversi punti di vista sugli stessi argomenti.” Le carte
delle fate, per esempio, probabilmente ti forniranno una prospettiva molto
diversa da quelle degli angeli o dei maestri ascesi. Le carte cosmiche ti offri-
ranno una sfaccettatura differente rispetto a quelle degli animali guida.

13

www.CardReadingItalia.it
Il miglior modo per scegliere le carte con cui lavorare è quello di recarsi
in un negozio o una libreria specializzati ed esaminare di persona i mazzi. In
molti di questi esercizi trovi campioni aperti che puoi osservare e maneggiare.
Mentre dai un’occhiata ai mazzi di carte, poniti le seguenti domande:

1. Cosa provi prendendo in mano il mazzo di carte? Tocca ogni mazzo o


confezione e vedi che sensazioni ti suscita.Ti fa sentire felice? Ti dona
un senso di pace? Ti trasmette un senso di forza o potenza?
2. Ti piacciono le illustrazioni? Vedi se (e quanto) le immagini e le illu-
strazioni sulle carte fanno presa su di te. A volte la copertina ti attira
verso un mazzo o può avere l’effetto opposto.
3. La guida è in linea con te? Leggi qualche commento alle carte del
creatore del mazzo. Le descrizioni corrispondono a ciò che senti tu?
Contengono suggerimenti che trovi utili?

Se non hai la possibilità di andare in un negozio fisico, cerca online e segui


lo stesso procedimento. Vedi come ti fanno sentire le illustrazioni, i temi, le
parole e le frasi su ciascuna carta e qualsiasi altra cosa noti. Fai in modo che
sia un processo entusiasmante.
È probabile che alcuni mazzi ti attirino e altri no. È fantastico! Non è un
giudizio sulle carte, ma l’azione del tuo intuito, che ti conduce al miglior
mazzo per te. Poi, tra tutti i mazzi che ti piacciono, chiediti quale preferisci.
Ce n’è sempre uno che spicca o parla al tuo cuore.

14

www.CardReadingItalia.it
Qual è la differenza
tra tarocchi e carte oracolari?
Una delle decisioni da prendere è se acquistare un mazzo di ta-
rocchi o di carte oracolari. Molti cartomanti lavorano con entrambi
e puoi farlo anche tu. Tuttavia, prima di iniziare, è utile capire in cosa
si distinguono.
La differenza principale tra tarocchi e carte oracolari è che i ta-
rocchi hanno una struttura fissa, basata su un sistema tradizionale,
mentre le carte oracolari no.
Un mazzo di tarocchi tradizionale contiene settantotto carte, divise
in arcani maggiori e arcani minori. Le carte degli arcani maggiori, nu-
merate da 0 a ventidue, rappresentano i grandi temi dell’esistenza. Le
carte degli arcani minori sono suddivise in quattro semi, come quelle
da gioco, e riguardano gli eventi della vita quotidiana. Ogni carta dei
tarocchi ha un determinato significato. I temi e le immagini possono
variare da mazzo a mazzo, ma la loro struttura in genere non cambia.
Le carte oracolari, invece, non seguono uno schema prestabilito.
Possono essere di qualsiasi numero e avere qualunque significato,
secondo la volontà del creatore del mazzo.
Spesso i tarocchi e le carte oracolari condividono temi simili. Per
esempio, i tarocchi e le carte oracolari degli angeli possono conte-
nere simboli analoghi. Tuttavia, i tarocchi aderiscono a una struttura
prefissata, mentre le carte oracolari no.
Inoltre, le carte oracolari sono spesso ritenute più leggere, gen-
tili e incoraggianti, mentre a volte i tarocchi sono considerati più
profondi e pesanti. Anche se ogni tanto può essere vero, non è una
regola ferrea e talvolta accade l’esatto contrario. Dato che vengono
creati e messi in commercio sempre più mazzi di carte, ne troverai
una vasta gamma per ogni genere di energie. La cosa più importante
è trovare un mazzo adatto a te.

15

www.CardReadingItalia.it
HO APPENA COMPRATO UN MAZZO DI CARTE:
ORA CHE FACCIO?
Dopo aver scelto un mazzo, dovresti purificare le carte e farle tue. Il maz-
zo, infatti, è già passato in molte mani, dalle persone che lo hanno fabbricato
a quelle coinvolte nella spedizione, fino al commesso del negozio che l’ha
sistemato sullo scaffale. A ogni contatto, il mazzo ha raccolto nuova energia.
Il processo di purificazione delle carte le libera dall’energia degli altri e le
carica con la tua, aumentando così l’accuratezza delle letture.
Ogni cartomante ha un proprio particolare procedimento per purifica-
re e caricare le carte. Alcuni consigliano di esporle al chiaro di luna o di
bussare su di esse con le nocche delle mani o di circondarle con il fumo di
salvia o incenso. Tutte queste tecniche vanno bene, perciò il miglior modo
per scegliere un metodo di purificazione è trovarne uno che sia significa-
tivo per te.
Sandra Anne Taylor utilizza un particolare procedimento per far suo un
nuovo mazzo: pone la sua intenzione nelle carte. È un metodo facile che
puoi usare anche tu. Per prima cosa, togli l’involucro di plastica che di solito
avvolge le carte appena acquistate, perché, secondo Sandra, la plastica può
bloccare l’energia. Poi segui questo semplice procedimento:

1. Tieni le carte in entrambe le mani vicino al centro del cuore o met-


tile su un tavolo o una scrivania, appoggiandovi sopra le mani.
2. Abbandona tutte le preoccupazioni, porta la tua consapevolezza nel
centro del cuore e ripeti:

Possano queste carte unire la mia mente e la mia energia


con l’infinito flusso di informazioni proveniente dallo
Spirito.
Possano portare saggezza e coraggio
a tutti i destinatari dei messaggi.
Allineo la mia energia con i messaggi sulle carte e le
utilizzo

16

www.CardReadingItalia.it
per il bene di tutte le persone coinvolte.

Dopo aver purificato le carte e infuso la tua energia al loro interno, dedi-
ca tempo a conoscerle. Prendi una carta al giorno, in ordine. Osserva le im-
magini sulla carta e vedi cosa suscitano in te; poi leggi il suo significato sulla
miniguida. Puoi anche mettere la carta sul comodino e vedere che tipo di
sogni avrai quella notte. Spesso i sogni offrono una prospettiva più profonda
sul significato della carta.
Ovviamente, se lo desideri, puoi utilizzare le carte subito dopo averle pu-
rificate. Esercitandoti, finirai per conoscerle. Ricorda comunque che quanto
meglio le conosci, tanto più dettagliate e precise saranno le tue intuizioni.
Pertanto, se usi subito un nuovo mazzo, le letture potrebbero non essere
così approfondite.

RIPORRE LE CARTE
Dopo aver caricato e purificato le carte, assicurati di conservarle in ma-
niera rispettosa. Alcuni cartomanti scelgono di riporle nella loro confezione
originale; una volta che la scatola viene purificata insieme alle carte, è un
posto assolutamente perfetto. Inoltre, ciò li aiuta a tenere in ordine i mazzi,
se ne possiedono parecchi.
Puoi anche scegliere di riporre le tue carte in un sacchetto con chiusura

17

www.CardReadingItalia.it
a cordoncino o di avvolgerle in un pezzo di stoffa, magari di un particolare
colore o tessuto che ti piace, oppure di posarle in un portagioie di cristallo
o nel tuo scrigno di legno preferito. L’importante è riporre le carte con ri-
spetto e non buttarle da qualche parte a casaccio.
Una volta che hai deciso come proteggere il tuo mazzo, individua un pun-
to della casa in cui metterlo. Anche questa scelta è molto personale. Puoi
sistemare le carte sul cassettone della tua camera, o nella libreria dello stu-
dio, o sulla mensola del caminetto. Molti cartomanti amano costruire piccoli
“altari” in casa in cui tenere le proprie carte e li arredano con oggetti signi-
ficativi come gemme, candele, statuette e simili. Qualunque posto tu scelga,
assicurati di mantenerlo pulito e in ordine.
Adesso che sai come scegliere, purificare e riporre le tue carte, passiamo
alla preparazione per la lettura vera e propria.

18

www.CardReadingItalia.it
C APITOLO 3

Preparazione alla lettura


Per eseguire una lettura profonda, chiara e precisa non basta limitarsi a
conoscere e usare le carte. Devi anche prendere in considerazione l’ener-
gia che circonda la lettura: la tua energia, quella dello spazio in cui ti trovi e
quella delle carte che utilizzi. Tutte queste energie influiscono sulla capacità
di connessione con il Divino. Perciò, per una buona lettura, prima di co-
minciare dovresti effettuare tre pratiche preparatorie: radicarti, purificare
il luogo in cui leggi le carte e sintonizzarle alla tua energia. Eseguirle tutte e
tre ti aiuta a liberarti di eventuali energie inutili che potrebbero interferire
con il procedimento.
Come hai letto nel capitolo precedente, esistono diversi metodi per sce-
gliere e gestire le carte. È così anche per le pratiche energetiche qui de-
scritte. Per decidere quali utilizzare vale la stessa regola: scegli quelle che ti
sembrano migliori per te. Giusto o sbagliato non esistono. Usa l’intuito per
capire quali ti saranno più utili.
Come dice Sandra Anne Taylor, “i metodi di preparazione alla lettura sono
tanti quanti i cartomanti, perciò se fai qualcosa di diverso dagli altri, non
pensare che sia sbagliato. Sei guidato dal tuo Spirito e dal tuo Sé Superiore,
quindi concediti di prepararti nel modo che ti onora e ti ispira.”

RADICATI
Radicarsi prima di una lettura è essenziale per fornire informazioni chiare
e accurate. Il radicamento aiuta infatti a entrare in uno spazio mentale più
rilassato e percettivo, potenziando la connessione con il Divino.Ti consente
di diventare un canale di informazioni migliore e permette alle intuizioni di
fluire più facilmente attraverso di te. Questa pratica favorisce anche la puri-
ficazione della tua energia, in modo che le sensazioni o emozioni che provi
non interferiscano con la lettura.
19

www.CardReadingItalia.it
Quest’ultimo punto è particolarmente importante. Se all’inizio di una let-
tura sei agitato o turbato, pregiudicherai la capacità di essere un canale
pulito. Con buone probabilità, riceverai informazioni confuse, poco chiare o
che, invece di rispondere alle domande poste, riflettono il tuo stato emoti-
vo del momento.
Tutto questo serve a dirti non leggere mai le carte se provi un’emozione
negativa o ne sei sopraffatto, perché potrebbe interferire con i risultati del-
la lettura e influenzare la tua percezione delle informazioni che ricevi. Per
iniziare la lettura con la mente lucida e il cuore leggero, è essenziale che
aspetti di recuperare la calma e che poi ti radichi.
Esistono diversi metodi per il radicamento, ma uno dei più semplici con-
siste nel trovare un posto per sederti comodamente, assicurandoti che i
piedi tocchino terra. Chiudi gli occhi e immagina che dai tuoi piedi partano
radici che entrano nella terra. Senti la sedia sotto di te. Fai dei respiri pro-
fondi e percepisci tutte le energie che non ti servono lasciare il tuo corpo
e andare sottoterra.
Karen Kay, esperta di fate e carte oracolari, consiglia un’altra semplice
tecnica di radicamento: saltare su e giù tre volte. Come sostiene Karen,

20

www.CardReadingItalia.it
“saltare non solo ti radica, ma mette anche in moto la tua energia per pre-
pararti alla lettura.”
Anche l’energia purificante dell’acqua permette il radicamento e il rilascio
delle vibrazioni più pesanti. Se ti senti ispirato, puoi utilizzarla in aggiunta alle
precedenti tecniche, o separatamente. Sandra Anne Taylor consiglia di met-
tere qualche goccia d’acqua sulla punta delle dita e poi benedire i quattro
chakra superiori (corona, terzo occhio, gola e cuore), toccandoli in ordine e
pronunciando una breve invocazione, a partire dal chakra della corona:

Benedici la mia mente con la saggezza.


Benedici la mia visione con l’intuizione e l’ispirazione.
Benedici le mie parole con la compassione.
Benedici il mio cuore con l’amore.

Come ulteriore aiuto, o se ti senti particolarmente turbato e poco con-


centrato, Colette Baron-Reid suggerisce di porre blocchi di sale himalayano

21

www.CardReadingItalia.it
sotto i piedi nudi. Il sale favorisce la purificazione del campo energetico e
il collegamento con la terra. È particolarmente utile se esegui una lettura
per altre persone, poiché contribuisce a eliminare le eventuali energie che
portano nel procedimento.

PURIFICA L’AMBIENTE
Anche se la lettura delle carte può essere eseguita ovunque, dal tavolo
della cucina al pavimento della camera e persino sull’autobus, ti conviene
scegliere una stanza o un angolo della casa particolare. Se hai uno spazio
dedicato, puoi arricchirlo di energia positiva e mantenerlo in questo stato.
Denise Linn, esperta di purificazione degli spazi, suggerisce tre passaggi
essenziali per creare uno spazio ottimale per la lettura:

1. Eliminazione delle cianfrusaglie. Gli oggetti inutili bloccano l’energia


di qualsiasi spazio, perciò liberatene. Denise fornisce un utile consi-
glio per aiutarti a capire di cosa disfarti,: “Se non ti piace e non lo usi,
buttalo!”.
2. Pulizia. Dalle finestre alle tende, fino ai tappeti, devi assicurarti che
il posto in cui leggi le carte sia pulitissimo e che tutti i residui fisici,
come la polvere o la sporcizia, siano spazzati via.

22

www.CardReadingItalia.it
3. Purificazione dello spazio. Quest’ultimo passaggio porta purezza e
armonia in uno spazio e lo purifica a livello energetico.

La purificazione degli ambienti è uno degli aspetti più sottovalutati della


pulizia del nostro spazio fisico. Nelle tradizioni antiche era considerato un
aspetto fondamentale per la comunicazione con il Divino, perché rafforza
l’energia e la purezza della casa. Per cambiare l’energia di uno spazio si usa-
vano tamburi, campanelle, piume, erbe da bruciare e anche movimenti fisici.
Utilizzare tecniche di purificazione dell’ambiente trasforma la stanza in
cui leggi le carte in un santuario dedicato a quest’attività e mantiene l’ener-
gia pura e libera da vibrazioni estranee che potrebbero ostacolare le lettu-
re. Come dice Denise, “se dedichi tempo alla purificazione di quello spazio,
la profondità tua lettura sarà amplificata.”
Uno dei metodi più facili per purificare uno spazio si basa sul semplice
utilizzo delle mani. Stai in piedi all’ingresso dell’ambiente da ripulire e visua-
lizza il tipo di energia che vorresti al suo interno. Poi comincia a cammina-
re per la stanza in senso orario, battendo le mani. Se c’è un punto in cui il
suono ti sembra smorzato, continua a battere le mani fino a quando diventa
chiaro e nitido. Assicurati di prestare particolare attenzione agli angoli della
stanza, perché qui spesso l’energia diventa stagnante. Quando ritorni alla
porta d’ingresso, crea con le braccia un movimento a forma di otto per
sigillare l’energia.
Con un investimento minimo, puoi anche acquistare una campanella per la
purificazione degli ambienti, da suonare girando per la stanza, come descrit-
to poco sopra. Se in qualche punto il suono sembra smorzato, continua a
scuoterla finché diventa nitido. Dopo aver completato il procedimento, sigilla
la stanza con un movimento a forma di otto.
Quando lo spazio è purificato, sei libero di recitare una breve invocazione,
chiamando lo Spirito a benedire la stanza e tutto ciò che avviene al suo interno.
Se desideri maggiori informazioni sulla purificazione degli ambienti, fai
una ricerca online su Denise Linn, una delle esperte più eminenti in questo
campo. È anche la persona che ha coniato l’espressione “purificazione dello
spazio”.

23

www.CardReadingItalia.it
SINTONIZZALE CARTE ALLA TUA ENERGIA
Nel capitolo precedente hai imparato a purificare le tue nuove carte e a
infondervi energia e intenzione ma, prima di ogni lettura, devi anche sinto-
nizzarle alla tua energia. È importante soprattutto se leggi le carte per altre
persone o se le maneggia qualcun altro oltre a te. Questa pratica ti aiuta a
neutralizzare eventuali energie residue che il mazzo potrebbe aver assorbi-
to e a ricollegare la sua energia al tuo cuore e alla tua intenzione.
Per sintonizzare le carte prima di una lettura ti basta prenderle in mano
e tenerle vicino al cuore. Immagina di collegare l’energia del tuo cuore alle
carte e visualizza questo flusso energetico. Respira profondamente per tut-
to il procedimento. Un altro metodo consiste nell’appoggiare il mazzo sul
tavolo davanti a te. Strofina le mani e posizionale sopra le carte, ma senza
toccarle. Immagina una luce dorata che si irradia dalle mani e circonda le
carte, purificando la loro energia.
Innumerevoli piccoli gesti possono sintonizzare il tuo mazzo di carte alla
tua energia, perciò prova quelli che, a livello intuitivo, ti sembrano giusti per
te. Alcuni scelgono di passare semplicemente il mazzo sopra la fiamma di
una candela, muovendolo a formare un otto. Altri aggiungono una campa-
nella che suonano sopra le carte, lasciando che il suono le pervada. Come
ormai avrai compreso, molti aspetti della preparazione della lettura, della
scelta delle carte e persino, come scoprirai nel prossimo capitolo, della loro
configurazione sono affidati all’intuito.

24

www.CardReadingItalia.it
ABBANDONA LE ASPETTATIVE
Come sai, l’intenzione è un elemento fondamentale della lettura delle car-
te. Ecco perché la infondi nelle carte nuove e ti riconnetti con quella stessa
intenzione prima di ogni lettura. Desideri che la tua lettura sia utile, piena di
compassione e precisa; la tua intenzione è che le carte possiedano quest’e-
nergia. C’è però un’importante differenza tra intenzione e aspettativa.
Le aspettative possono interferire con l’esito della lettura perché a volte
contengono pregiudizi personali. Per esempio, potresti “aspettarti” che le
carte ti diano la risposta positiva che vuoi. Ciò potrebbe deviare le carte in
una certa direzione o impedirti di vedere la verità che ti stanno rivelando,
perché sei troppo preso a interpretarle in una determinata maniera.
Per esempio, immaginiamo che tu abbia una nuova relazione da tre mesi.
Tutto va molto bene e decidi di fare una lettura per vedere se il tuo partner
è “la persona giusta” per te. Nel profondo vuoi davvero che sia così; perciò,
dopo aver steso le carte, cominci a cercare prove che supportino la tua con-
vinzione. Seguendo il tuo desiderio, interpreti le carte in quel determinato
modo, ignorando però altre importanti informazioni che emergono. Magari
hai estratto alcune carte che segnalano possibili problemi nel rapporto in
futuro, ma potresti non essere in grado di vedere ciò che hai sotto il naso.
Abbandonare le aspettative è fondamentale per una lettura precisa e i tre
passaggi qui descritti ti aiuteranno a lavorare basandoti sull’intenzione e non
sull’aspettativa. Tuttavia, prima di una lettura è anche utile che ti guardi den-
tro per capire se stai mettendo in campo qualche aspettativa che potrebbe
alterarne l’esito. Portando la tua energia dalla testa al cuore e pregando lo
Spirito che le carte che estrai siano al servizio del tuo bene supremo, puoi
eliminare le aspettative ed entrare in uno spazio di fiducia.

25

www.CardReadingItalia.it
Come formulare le domande
Prima di cominciare bisogna anche preparare le domande da porre.
Quando formuli una domanda (o più domande) per la lettura, devi
tenere a mente alcuni punti per assicurarti di ricevere risposte ac-
curate. Se leggi le carte per qualcun altro, aiutalo a formulare buone
domande.

 Primo, evita le domande a risposta affermativa o negativa quan-


do usi le carte. Queste domande sono ottime per attivare l’in-
tuito, come nell’esercizio descritto nel Capitolo 1, ma per le
carte possono essere estremamente limitanti e non permette-
re l’afflusso di uno spettro completo di informazioni. Per esem-
pio, chiedendo: “Dovrei continuare a fare il mio lavoro?” potre-
sti ricevere una risposta affermativa, ma non saprai perché, per
quali ragioni o per quanto tempo. Magari, dovresti restare nel
tuo posto di lavoro per questo mese, ma non per i prossimi sei.
Per ricevere risposte che ti offrano una visione più ampia, cerca
invece di formulare domande aperte. Per esempio, domandare
“quali saranno le mie prospettive, se continuo con il mio lavoro
per quest’anno?” ti rivelerà maggiori dettagli sulla tua vita lavo-
rativa nei mesi a venire, permettendoti di prendere una decisio-
ne ponderata.
 Secondo, sii il più specifico possibile. Come sostiene Radlei-
gh Valentine, “se fai una domanda vaga, ottieni una risposta
vaga.” Se chiedi: “Dovrei trasferirmi in un altro stato?” potre-
sti estrarre carte poco chiare, non esplicite o contraddittorie.
Invece prova a essere più dettagliato. Per esempio, magari la
risposta è affermativa se vuoi trasferirti in Florida per cambia-
re lavoro, ma negativa se pensi di andare in California a seguire
un nuovo corso di studi. Potrebbe anche essere positiva per

26

www.CardReadingItalia.it
entrambe le situazioni, ma per ragioni diverse. Cerca di chie-
dere quale sarà l’esito generale di ciascuna situazione, invece
di un semplice “dovrei…?”.
 Terzo, riformula le domande che iniziano con “quando”. La tem-
pistica è molto difficile da prevedere, anche per i più esperti. Il
futuro non è già scritto e le scelte che compi oggi possono in-
fluenzare o alterare completamente le tempistiche. Riformula le
domande con “quando”, specificando un determinato periodo
di tempo. Per esempio, la domanda: “Quando incontrerò la mia
anima gemella?” può diventare: “Come andrà l’amore il prossi-
mo anno?”.

27

www.CardReadingItalia.it
C APITOLO 4

Le principali stese di carte


Hai scelto il mazzo, preparato lo spazio, radicato la tua energia e sintoniz-
zato le carte. Ora è finalmente il momento della lettura. In questo capitolo
imparerai tutto sulle stese ma, per prima cosa, ecco alcune informazioni
fondamentali su come mescolare le carte.

COME MESCOLARE LE CARTE


Per quanto semplice possa sembrare, molti principianti nutrono dubbi su
quest’operazione.
Innanzitutto, l’intenzione che metti nel mescolare le carte è più importan-
te del metodo. Per esempio, tenere a mente la particolare questione su cui
cerchi consiglio influenza il processo in maniera significativa.
Detto questo, puoi seguire diversi metodi per mescolare. Come sem-
pre, scegli quello che funziona meglio per te e per il mazzo che utilizzi. Per
esempio, se hai le mani piccole e un mazzo di settantotto carte grandi, è più
ragionevole mischiare le carte sul tavolo che tentare di imitare i croupier
dei casinò. Usa il buon senso.
Ecco alcuni dei metodi più usati:

 Tabella shuffle: sparpaglia sul tavolo le carte coperte e mischiale con


le mani; poi raccoglile tutte e riforma una pila.
 Mano standard: tenendo il mazzo nella mano non dominante, usa la
mano dominante per prendere alcune carte da sopra e da sotto, al-
zale e infilale di nuovo nel mazzo aperto per ricomporlo. Continua
fino a quando le carte ti sembrano ben mischiate.
 Miscuglio all’americana: dividi le carte in due mazzetti e poi, facendo
pressione con i pollici sui lati corti, mischia le carte mentre le due

28

www.CardReadingItalia.it
pile si toccano.
 Taglio del mazzo: dividi le carte in quattro mazzetti e mescola ognuno
separatamente; poi mescolali insieme.

Adesso arriviamo alla parte più interessante dell’intero procedimento,


quella per cui ti stai preparando: la lettura delle carte.

INTRODUZIONE ALLE STESE


Con stesa si intende la particolare disposizione delle carte per la lettura.
Le stese possono essere costituite da un qualsiasi numero di carte, anche
se alcune delle tecniche oggi più popolari ne richiedono solo due o tre. In
genere, quante più carte utilizzi in una stesa, tanto più dettagliata sarà la
lettura. Ma quantità non sempre vuol dire qualità: spesso per una lettura
perfetta bastano una, due o tre carte.
Quando le carte sono disposte in una stesa, formano uno schema o una
configurazione. Questo schema potrebbe essere una semplice disposizione
orizzontale, con le carte una a fianco all’altra, una piramide, una croce, un
arco o una qualsiasi altra forma. Lo schema è spesso determinato dalla stesa
che scegli.
Ci sono alcuni punti importanti da sottolineare a riguardo:

1. La prima carta che estrai è la prima che metti sul tavolo; l’ultima carta
che estrai è l’ultima che metti sul tavolo. Ogni carta dovrebbe essere
posta nell’ordine in cui l’hai scelta, per garantire che la lettura avven-
ga nel giusto ordine.
2. La posizione di ciascuna carta all’interno di una stesa ha un particolare
significato. Per esempio, nello schema a tre carte “Passato, Presente,
Futuro” la prima carta rappresenta il passato, quella centrale il pre-
sente e la terza il futuro.
3. L’intenzione è tutto. Prima di estrarre le carte, devi aver deciso la stesa
e la domanda da porre.Tiene a mente quest’intenzione mentre mischi
le carte e le scegli.

29

www.CardReadingItalia.it
QUALE METODO SCEGLIERE?
Imparando a mettere in pratica metodi differenti, prenderai confidenza
con i loro scopi e punti di forza. Con il tempo, saprai da solo quale scegliere
per una lettura. Magari scoprirai che una certa disposizione a cinque carte
è perfetta per le domande sulle relazioni, o che una particolare configura-
zione a sette carte è ottima per tutti i quesiti che riguardano lo scopo della
vita. Queste intuizioni arriveranno sicuramente con la pratica e col tempo.
Nel frattempo però, essendo solo all’inizio, per te è più utile imparare e
perfezionare un metodo alla volta. Inoltre, usa l’intuito. Se hai l’impressione
che una certa questione richieda molte informazioni, è consigliabile una
stesa con almeno cinque carte, che garantisce una lettura più approfondita
e sfaccettata. Nel caso in cui ti serva un’intuizione veloce, una sola carta
potrebbe essere perfetta. Sappi solo che in questa scelta non è possibile
sbagliare: i messaggi di cui hai bisogno arriveranno in ogni caso.

QUANDO BASTA UNA SOLA CARTA


Una sola carta può essere estremamente
utile per trasmettere informazioni o stimolare
un’intuizione. Molti cartomanti amano estrarre
una carta ogni mattina per vedere cosa han-
no più bisogno di sapere sulla giornata in arri-
vo. Potresti porre questo quesito all’Universo
o ai tuoi angeli o spiriti guida con il mazzo in
mano ed estrarre una carta sempre tenendolo
a mente.
Per esempio, supponiamo che tu ponga la
suddetta domanda, estraendo la carta “Re di
Terra” dai Tarocchi degli Angeli di Radleigh Va-
lentine. Sulla carta c’è scritto: “Un periodo di
successo. Accetta con sicurezza le opportunità che ti vengono offerte. Il
tocco di re Mida.” Potrebbe essere un segno utile che ti invita a prestare
attenzione alle opportunità che si presenteranno nel corso della giornata e

30

www.CardReadingItalia.it
a non esitare quando arriveranno. Potresti anche vedere qualcosa nell’im-
magine sulla carta che ritieni rilevante per te. (Ne riparleremo nel prossimo
capitolo.)
Estrarre una sola carta può anche essere estremamente utile quando sei
di fronte a un particolare problema o una decisione da prendere e hai biso-
gno di un consiglio veloce e mirato. Per esempio, mettiamo che tu ti senta
ansioso senza capire il motivo; allora poni la domanda: “Qual è la causa
profonda dell’ansia che provo?” ed estrai la carta “Due d’Aria” dai Tarocchi
degli Angeli di Radleigh Valentine. Sulla carta sono raffigurati due unicorni
che si scontrano e c’è scritto: “Incapacità o rifiuto di prendere una deci-
sione. Uno stallo. Fingi che vada tutto bene.”
Questo potrebbe aiutarti a comprendere che
l’inquietudine che provi è legata al rapporto
di coppia. Forse reprimi la tua insoddisfazione
e cerchi di ignorare che sei infelice nella re-
lazione. Aver estratto questa carta ti fornisce
un’intuizione immediata sul disagio che tenta
di venire a galla.
Come vedi, estrarre una sola carta è ottimo
sia per domande generali sia per intuizioni ve-
loci. Per informazioni più dettagliate devi però
aggiungere altre carte.

TRE CARTE: PASSATO, PRESENTE, FUTURO


Una volta eseguiti i punti 3 e 4, prendi tre carte dalla cima del mazzo.
Scoprile e poni la prima alla tua sinistra, la seconda al centro e la terza alla
tua destra.
La carta alla tua sinistra si riferisce al passato recente e riguarda la situa-
zione su cui desideri indagare. La carta centrale risponde alla domanda sul
tuo stato attuale e si riferisce a ciò che devi sapere e su cui lavorare in que-
sto preciso momento. Infine, se decidi di proseguire il percorso e seguire il
consiglio della carta centrale, la carta sulla destra fornisce una risposta sul

31

www.CardReadingItalia.it
futuro immediato. Ancora una volta, ricorda che, se sei ottimista e segui la
guida divina, puoi migliorare il tuo futuro.

Carta 1 Carta 2 Carta 3

Passato Presente Futuro

Ipotizziamo che, utilizzando la Guida quotidiana degli angeli - Le Carte di


Doreen Virtue, tu estragga “Relazione” come Carta 1, “Lascia andare e affi-
dati agli Angeli” come Carta 2 e “Avanti!” come Carta 3. La carta del Passa-
to rivela, come mostra la sua immagine, che sei uscito dalla foresta e ti stai
inoltrando in una zona inondata di luce e di bellezza.
La carta del Presente mostra che hai cercato di risolvere questa situazio-
ne da solo. La carta del Futuro, infine, svela che gli angeli ti assicurano che
l’esito sarà positivo, purché continui a gestire questa situazione con amore
e continui ad agire secondo la guida divina.

32

www.CardReadingItalia.it
DIECI CARTE: LA CROCE CELTICA
Lo schema più diffuso in base al quale disporre le carte dei tarocchi si
chiama Croce Celtica e può essere usato per rispondere a ogni genere di
domanda. Questo tipo di disposizione utilizza 10 carte e rivela gli aspetti
fondamentali della tua situazione, le difficoltà, il passato, il presente, il futuro
prossimo e il probabile esito.

Carta 10

Carta 5

Carta 9
Carta 1

Carta 4 Carta 6
Carta 2

Carta 8

Carta 3

Carta 7

33

www.CardReadingItalia.it
Dopo aver svolto i Punti 3 e 4, disponi 10 carte a faccia in su come mostra-
to nello schema precedente.

 Carta 1: rappresenta la situazione attuale.


 Carta 2: rappresenta la sfida attuale che influenza la questione.
 Carta 3: rappresenta il fondamento della situazione.
 Carta 4: rappresenta il passato che influisce sulla situazione attuale.
 Carta 5: rappresenta il presente.
 Carta 6: rappresenta il futuro prossimo.
 Carta 7: rappresenta il tuo potere nella situazione.
 Carta 8: rappresenta gli influssi delle persone attorno a te.
 Carta 9: rappresenta le tue paure e le tue speranze.
 Carta 10: rappresenta l’esito della situazione.

34

www.CardReadingItalia.it
Ipotizziamo che, usando i Tarocchi degli Arcangeli di Doreen Virtue, tu
estragga le seguenti carte: “Quarta di Raffaele” come Carta 1, “Otto di Ga-
briele” come Carta 2, “Regina di Ariel” come Carta 3, “Nove di Michele”
come Carta 4, “9 - La Rivelazione” come Carta 5, “Asso di Ariel” come Car-
ta 6, “Re di Michele” come Carta 7, “Sei di Raffaele” come Carta 8, “Cinque
di Gabriele” come Carta 9 e “21 - Il Mondo” come Carta 10.
La Carta 1 indica che potrebbe sembrarti che la tua situazione sia limitata
o che non coincida con quanto speravi, ma c’è molto più di quel che vedono
gli occhi, sensazione che ti è data dalle troppe cose che stanno procedendo
tutte insieme (Carta 2) e che, fondamentalmente, non ti lasciano tempo di
qualità con le persone che ti stanno a cuore (Carta 3) perchè, in passato
(Carta 4) scenari catastrofici hanno generato un’autopunizione.
Attualmente stai riscoprendo il tuo vero sè (Carta 5) e un giorno fortu-
nato è ormai alle porte (Carta 6) e sarà possibile grazie alla tua integrità e
la tua fiducia in te stesso (Carta 7). Un vecchio amico, o un vecchio partner,
su cui riponde fiducia e speranza ti aiuterà ad affrontare la situazione (Carta
8 e 9) e aprirai un nuovo capitolo della tua vita (Carta 10).

UN CENNO ALLE LETTURE CON PIÙ MAZZI


Una domanda che spesso viene posta dai principianti è: “Posso usare due
mazzi nella stessa lettura?”. La risposta è sì.
Non è raro che i cartomanti utilizzino due (o più) mazzi alla volta, so-
prattutto se hanno scelto un metodo complesso o se intraprendono una
lunga indagine che comporta parecchie domande. Alcuni metodi richiedono
l’utilizzo di due mazzi, perché servono molte carte.
Comunque, non devi aspettare di aver imparato le tecniche più avanzate
per utilizzare più mazzi. Puoi usarne due diversi anche solo per unire le energie
delle carte, cosa che spesso porta a letture più profonde e ricche di sfumature.
Per esempio, potresti voler lavorare con un mazzo di carte angeliche e
uno degli animali guida. Una lettura che utilizzi entrambi i mazzi può essere
molto precisa, perché magari gli angeli hanno un messaggio per te su un
certo aspetto della tua vita, mentre il tuo animale guida vuole farti sapere
qualcosa su un altro elemento. Usare due mazzi permette l’afflusso di voci
diverse e può portarti a straordinarie intuizioni.
35

www.CardReadingItalia.it
Cosa fare se sei confuso
Certe volte, dopo aver posto la domanda ed estratto le carte,
probabilmente resterai perplesso e sconcertato dal risultato. Non
preoccuparti. Succede anche ai lettori più esperti ed esistono meto-
di per superare questa fase.
Per prima cosa, se non capisci il messaggio della stesa, puoi sempre
estrarre ulteriori carte “chiarificatrici”. In caso di confusione, non
esitare a scegliere una o più carte dal mazzo per aiutarti a chiarire
il significato della lettura. Usa l’intuito per determinare il numero di
carte da estrarre. Molto spesso basta una sola carta aggiuntiva ma,
se senti la necessità di sceglierne una seconda o una terza, continua
fino a quando l’intuito ti dice di fermarti.
In secondo luogo, è bene sapere che a volte ti ritroverai con car-
te apparentemente “contraddittorie”. Per esempio, una carta mo-
stra una nuova situazione lavorativa, mentre la successiva indica im-
mobilità nella stesso ambito. In tal caso, puoi ovviamente estrarre
una carta chiarificatrice per maggiori informazioni. Tuttavia, come
raccomanda vivamente Sharon Anne Klingler, è meglio “leggere la
confusione”. Sharon afferma: “Le carte contraddittorie non indicano
ambiguità nella capacità di lettura, ma contraddizione nella vita.” Le
cosiddette carte contraddittorie in realtà trasmettono un importan-
te messaggio; possono indicare un’indecisione opprimente o false
partenze. Perciò, invece di prendere alla lettera la contraddizione,
leggi la storia tra le righe.

36

www.CardReadingItalia.it
C APITOLO 5

L’interpretazione delle carte

CONSIGLI PER INTERPRETARE LE CARTE


Essendo un principiante, potresti essere tentato di usare la miniguida del
tuo mazzo per interpretare ogni carta. Per quanto fantastica, l’interpreta-
zione proposta è però solo un punto di partenza.
La guida contiene l’intento dell’autore e il significato di ogni carta.Ti aiuta
a capire il messaggio delle carte dal punto di vista del creatore del mazzo.
Dal momento che spiega le intenzioni dell’autore, è sempre utile leggerla
con attenzione prima di usare le carte ma, quando guardi una carta, è fon-
damentale che tu segua le tue intuizioni e sensazioni.
Per esempio, immaginiamo che tu estragga il
“Dieci di Michele” tratto dai Tarocchi degli Ar-
cangeli di Radleigh Valentine, che secondo la mi-
niguida indica una situazione che finisce e un
nuovo inizio. Tuttavia, potresti essere subito at-
tratto dall’immagine della ballerina che fa un in-
chino sul palcoscenico e trovarla rilevante per
te in un modo completamente diverso, maga-
ri anche in maniera letterale. (Ne riparleremo
nella sezione successiva.)
Dopo aver letto la guida, mettila da parte e
comincia a conoscere le carte per conto tuo.
Come sottolinea Radleigh, “quanto più usi ed
esamini un mazzo, tanto più comunica con te.” Alla fine, è la continua con-
versazione tra te e le tue carte ad aiutarti a decifrarle a un livello profondo.
E ricorda: se l’intuito ti dice qualcosa di diverso rispetto alla guida, seguilo.
Non ti porta mai fuori strada.
37

www.CardReadingItalia.it
Ecco alcuni altri suggerimenti per imparare a interpretare le carte:

1. Nota la tua prima impressione. Cosa ti salta agli occhi non appena giri
la carta? Noti un certo aspetto all’interno dell’immagine? Una parola
o una frase attira la tua attenzione? Provi una particolare sensazione
a livello corporeo? Fai attenzione a tutte queste cose.
2. Cerca i simboli chiave. A volte una carta vuole essere estratta solo
per trasmettere un simbolo che ha un particolare significato per te
(o per la persona a cui stai leggendo le carte).
3. Rilassa la vista. Rilassati mentre guardi la carta e libera la mente. Poi
nota dove si rivolge la tua attenzione. Magari in questi momenti metti
a fuoco un certo aspetto o una parola sulla carta o hai un’intuizione.

I SIMBOLI SONO SOGGETTIVI


I tarocchi e le carte oracolari sono ricchi di simboli. Dalle rose rosse ai
gigli bianchi, dal sole alla luna, dagli uccelli agli animali, nel corso della storia
le carte divinatorie hanno rappresentato simboli classici. Per esempio, se
estrai una carta che raffigura rose rosse, penserai subito alla passione o a
una storia d’amore. Osserva le seguenti carte tratte dal mazzo Le Carte degli
Unicorni di Doreen Virtue. Ciascuna contiene un simbolo noto. La luna sulla
carta “L’amore guarisce la paura” potrebbe subito farti pensare al sonno, al

38

www.CardReadingItalia.it
subconscio o al guardarsi dentro. La colomba sulla carta “Risate” può por-
tare alla mente pace, purezza o calma. Queste interpretazioni comuni sono
un ottimo punto di partenza quando inizi a leggere le carte.
Il tuo intuito, però, comincerà anche a guidare il significato dei simboli, ov-
vero diventeranno personalizzati. Per esempio, potresti accorgerti che una
carta con l’immagine di un fulmine per te, intuitivamente, rappresenta una
sorpresa inaspettata; così, andando avanti, ogni volta che trovi questa carta
saprai che lo Spirito, a prescindere dalle interpretazioni tradizionali, vuole
inviarti proprio questo messaggio. In tal modo inizierai a creare una specie
di “catalogo” mentale delle tue interpretazioni dei diversi simboli.
Inoltre, scoprirai che certe immagini assumono significati differenti a se-
conda dei momenti. Utilizzando di nuovo l’esempio della ballerina, magari
un giorno questa carta per te va interpretata in senso molto letterale: un
imminente saggio di danza o un tuo carillon con una statuina danzante. In
altri giorni, potrebbe avere proprio il significato scritto nella guida: la fine di
una determinata situazione.
I simboli costituiscono un aspetto fondamentale dei tarocchi e delle carte
oracolari, perché sono in sintonia con una parte della mente che opera al
di sotto della coscienza: l’intuito, che spesso utilizza simboli e metafore per
comunicare con noi. I simboli sono un tentativo di spiegare qualcosa che va

39

www.CardReadingItalia.it
oltre le parole. E come dice Radleigh, “i simboli aumentano le possibilità di
ricevere messaggi; aggiungono profondità e ulteriori significati.”
Stabilire cosa significano i simboli, e se sono letterali, metaforici, o en-
trambe le cose, è un processo completamente intuitivo che svilupperai con
il tempo. Andando avanti, potresti anche tenere un diario, o un semplice
elenco, di tutti i simboli ricorrenti nelle carte che estrai. Segnati il signifi-
cato secondo la miniguida e poi, se è diversa, annota la tua interpretazione
personale. Questo ti aiuterà a creare una tua lista di simboli, che sarà uno
strumento prezioso per la lettura delle carte.

CERCA LA STORIA
L’altro aspetto da considerare quando esegui una lettura è che ogni ste-
sa racconta una storia. Se le carte sono almeno tre, contengono più di un
singolo messaggio: c’è l’intera narrazione della vita o della situazione attuale
di qualcuno. Il tuo ruolo non è solo quello di interpretare ogni carta indivi-
dualmente, ma di riconoscere l’intera storia che creano.
Questa interpretazione avverrà naturalmente man mano che diventerai
più esperto nella lettura delle carte. Comincerai a leggerle nei loro rapporti
reciproci e le collegherai l’una all’altra.
Prendiamo per esempio il mazzo di carte oracolari Luce & Amore di Dore-
en Virtue. Supponiamo che utilizzi lo schema “Passato, Presente, Futuro” ed
estrai le seguenti tre carte.
Ci sarebbe molto da dire su ogni singola carta, ma ora considerale tutte e
tre insieme. Riesci a individuare uno schema? Vedi il quadro generale? Pren-
diti un momento per farlo prima di continuare a leggere.

40

www.CardReadingItalia.it
Ecco un esempio di possibile lettura della stesa da parte di un cartomante.
La prima carta, “La pazienza in sè ha la propria ricompensa”, rappresenta
una figura immersa nel buio che guarda lontano e il suo sguardo genera una
nuova luce. La carta centrale, “Sii compassionevole”, ha un aurora boreale,
fenomeno notturno, che rompe il buio della notte riempiendolo di toni di
colore. E la terza carta, “Percorri la strada giusta per te”, mostra una figura
in volo, oltre alle nuvole di fronte ad un impetuoso sole.
C’è certamente una storia in queste carte. Innanzitutto, si passa dal buio,
all’aurora al sole oltre alle nuvole. Questa successione potrebbe indicare
che un periodo di scarse risorse si trasformerà presto in una vita di ricchez-
za e che la transizione per arrivare a quel punto sarà qualcosa di mai visto,
di unico.
Inoltre, la figura della donna nella prima carta è seduta e ha la testa girata
verso destra e ricorda il passato, mentre la donna vola oltre alle nuvole e
può guardare la situazione terrena dall’alto. Ciò potrebbe significare che è
finito il tempo di concentrarsi sul passato e che un movimento in avanti è
inevitabile. Nota inoltre che nella carta centrale la figura umana è minore
rispetto alla natura che la circonda, un invito a lasciare che sia l’universo a
sistemare la questioni in maniera splendida (come l’aurora boreale).
Cos’altro noti? Guarda il cielo in ciascuna carta. Osserva più attentamen-
te i paesaggi. Ci sono simboli ricorrenti?
Soprattutto, cerca di divertirti. Le migliori intuizioni arrivano quando sei
rilassato e ti diverti.

41

www.CardReadingItalia.it
Dieci simboli ricorrenti nelle carte
Di seguito trovi elencati alcuni dei simboli più comuni nei taroc-
chi e nelle carte oracolari. Sono forniti da Radleigh Valentine, carto-
mante ed esperto di tarocchi. Essendo creatore di numerosi mazzi,
Radleigh non solo ha familiarità con i simboli più diffusi nella storia
delle carte, ma li ha anche utilizzati nei propri mazzi. Radleigh ci ri-
corda inoltre che, per quanto riguarda i simboli, “niente è universale,
ma molto è comune.” Come sempre, lasciati guidare dal buon senso
nell’interpretare questi simboli e sappi che in alcuni casi le seguenti
definizioni non varranno.

1. Barche o navi: viaggio; il percorso della vita; essere preparato;


sei diretto dove vuoi andare?
2. Libri o pergamene: conoscenza, solitamente mistica; apprendi-
mento intellettuale; conoscenza nascosta (libri o rotoli chiusi)
o rivelata (libri o rotoli aperti).
3. Castelli: sicurezza, protezione, successo, realizzazione.
4. Monete d’oro o gioielli: ricchezza, prosperità, a volte avidità o
accumulo di beni.
5. Luna: emozioni, misteri, l’inconscio o l’ignoto, la luce dentro noi.
6. Arcobaleni: la promessa di tempi migliori; le difficoltà sono alle
spalle.
7. Rose: passione o desiderio personale (se rosse), purezza di
intenti o rinascita (se bianche).
8. Sole: conoscenza, ciò che è noto.
9. Acqua: emozioni, ricerca interiore, saggezza interiore.
10. Gigli bianchi: purezza di motivazioni.

42

www.CardReadingItalia.it
CONCLUSIONE

Vai avanti
Congratulazioni! Hai imparato
le basi della lettura delle carte, più
molto altro per aiutarti a iniziare
a leggere i tarocchi e le carte ora-
colari con sicurezza. Che tu voglia
farlo per te stesso o per amici e
familiari, adesso possiedi tutti gli
strumenti per cominciare.
Andando avanti, assicurati di con-
tinuare a coltivare e a sviluppare il
tuo intuito, in modo da ricevere i segni, i messaggi e la saggezza dell’Uni-
verso con più chiarezza. Per farlo, estrai semplicemente una carta al giorno,
oppure spargi vari tarocchi o carte oracolari in tutta la casa, per infondere
la loro energia in diversi spazi e ricordarti della tua connessione Divina o,
per finire, impegnati a eseguire qualche lettura ogni settimana, per te stesso
o per i tuoi cari.Tutte queste azioni attiveranno il tuo intuito, potenziandolo.
Dato che la popolarità dei tarocchi e delle carte oracolari continua a cre-
scere, hai infinite possibilità di migliorare e persino di diventare cartomante
di professione, se ne hai la vocazione. Hai a disposizione molte risorse per
aiutarti, come libri, seminari e corsi online. Il mondo ha bisogno della tua
saggezza e, se aspiri a dedicarti all’arte della lettura delle carte, i tuoi angeli
e le tue guide spirituali ti sosterranno con amore.
Soprattutto ricordati: possiedi un’indistruttibile connessione Divina. Tu
sei Divino. Qualunque cosa succeda, l’Universo è dalla tua parte. Usare le
carte nella vita quotidiana non solo te lo farà ricordare, ma ti darà anche
l’assistenza, l’ispirazione e l’incoraggiamento per seguire la strada del tuo
scopo più elevato. Buon divertimento!

43

www.CardReadingItalia.it
Segui la pagina ufficiale FB
C ARD READING ITALIA

Scopri la carta del giorno,


condividi la tua passione,
lasciati ispirare.

44

www.CardReadingItalia.it
C A RTE U TILIZZ ATE N E L M A N UA L E
Vuoi sapere quali sono i mazzi di carte utilizzati in questo manuale?
Li trovi qui elencati per pagina :-)
Vuoi ricevere le carte a casa tua?
Clicca sull’immagine e acquistale su Amazon.
Per assitenza e informazioni chiama My Life al numero 0541 341038
o scrivi una email a editoria@mylife.it
A PAGINA A PAGINA
17 DEL 30 DEL
MANUALE MANUALE

Crystal Angel I Tarocchi degli Angeli


44 carte con libretto 128 pag. 78 carte con libretto 128 pag.

A PAGINA A PAGINA
32 DEL 34 DEL
MANUALE MANUALE

Guida Quotidiana I Tarocchi


degli Angeli degli Arcangeli
44 carte con libretto 128 pag. 78 carte con libretto 128 pag.

A PAGINA A PAGINA
38 DEL 40 DEL
MANUALE MANUALE

Le Carte Luce & Amore


degli Unicorni Le carte dell’oracolo
44 carte con libretto 120 pag. 44 carte con libretto 128 pag.

45

www.CardReadingItalia.it
CERTIFICAZIONE
CARD READING
CORSO ONLINE AVANZATO

Diventa Card Reader Certificato

che
ato certifica
Questo attest

e
il corso onlin
o con successo
ha completat
g Italia
Card Readin

Per informazioni chiama


My Life al numero 0541 341038
Scrivi una email a segreteria@mylife.it
46

www.CardReadingItalia.it

Potrebbero piacerti anche