Sei sulla pagina 1di 67

Inserire nome, cognome, matricola e la sigla della postazione PC utilizzata (solo il numero) nelle corrispondenti caselle gialle sottostanti

Salvare nella directory Elaborati con il comando File/Salva con nome sul disco D, sostituendo la propria matricola alla parte Matricola

Ad esempio lo studente con matricola s54321 cui è assegnato il compito 1 salverà con nome file 1.s54321 nella directory Elaborati

COGNOME: Hassan

NOME: Muzammal

MATRICOLA: 159997

SIGLA POSTAZIONE PCLD106

NOTA
Porre attenzione ad utilizzare correttamente:
- le unità di misura ove necessario (quando vengono dati i risultati finali),
- il numero di cifre significative nei contributi d'incertezza e nei risultati finali

Non spostare le caselle in cui devono essere posti i risultati, neanche aggiungendo o togliendo righe o colonne.
Nella tabella incertezza sono preimpostate le variabili e le note sui contributi d'incertezza. Usare solo quelle utili per il calcolo
senza cancellare le altre; nel caso si ritenga utile considerare altri fattori, aggiungerli nelle righe gialle vuote .
Fare tutti i calcoli in zone libere dello stesso foglio. Utilizzare sempre formule e funzioni, tranne per i calcoli banali,
come il conteggio di pochi dati o il controllo se pochi dati stanno in un dato intervallo.
ANALISI DELLA DISTRIBUZIONE DI DATI SPERIMENTALI
Analisi della varianza per il fattore operatore

Schema gestione fattori: 1 fattore sotto controllo


¿ ⋅¿
x i
j − x ¿

¿
¿ 2
¿
¿ ⋅¿
x
 ¿ j − x ¿

¿
¿ 2
¿
¿
¿
n
∑ ¿
i = 1
k
S
S T
C = ∑ ¿
J = 1
¿

Livello di fiducia Misura Oper. 1 Oper. 2 Oper. 3 Oper. 4 5 6


99% 1 30.12 30.07 30.09 29.92 29.98 30.03
2 30.04 30.00 30.12 30.01 29.98 29.98
9 30.03 30.17 30.07 30.01 29.99 30.03
10 29.96 30.00 30.08 29.96 29.96 29.94
Medie 30.04 30.06 30.09 29.98 29.98 30.00
Var 4.3E-03 6.5E-03 4.7E-04 1.9E-03 1.6E-04 1.9E-03

Origine Gradi di Rapporto


SS Varianze Estremo F
Variazione libertà Varianze
Fattore
Esaminato 3 2.85E-02 9.51E-03 2.90 5.95
Errori
Casuali 12 3.94E-02 3.28E-03
Totale 15 6.79E-02 4.53E-03

Conclusioni: Si può affermare, con un rischio del 20%,


che le differenze tra gli operatori

sono causate da fattori sistematici

Schema gestione fattori: 2 fattore sotto controllo


Misura x i
j
Oper. 1
¿

⋅¿
x ¿
Oper. 2 Oper. 4 Oper. 5 Medie
1 30.12 30.04 30.03 29.96 30.0375
¿
¿ 2
¿
¿ ⋅¿
i⋅¿  x ¿
2
xi
j − x ¿ j − x
 ¿
¿
¿ ⋅¿

2 30.07 30.00 30.17 30.00 30.0600


x
 ¿ j − x
 ¿
¿
¿ 2
¿
¿ ⋅¿
i⋅¿ − x ¿
2
x
 ¿
¿

3 30.09 30.12 30.07 30.08 30.0900


¿ S
S W  S
S B
C  S
S B
R
¿
¿
¿
n

∑ ¿
i =1
k
S
S = ∑ ¿

4 29.92 30.01 30.01 29.96 29.9750


T
C
J =1
¿

5 29.98 29.98 29.99 29.94 29.9725


Livello di fiducia 6 30.03 29.98 30.03 29.94 29.9950
99% 7 30.01 30.06 30.02 30.00 30.0232
8 29.97 29.92 29.99 30.06 29.9850
9 29.99 29.97 30.01 29.96 29.9825
10 30.02 30.05 30.01 29.98 30.0157
Medie 30.0203 30.0130 30.0333 29.9880

Origine Gradi di Rapporto


SS Varianze Estremo F
Variazione libertà Varianze
Fattore
Colonna 3 1.09E-02 3.63E-03 1.89 4.60
Fattore
Riga 9 5.59E-02 6.21E-03 3.23 3.15
Errori
Casuali 27 5.18E-02 1.92E-03
Totale 39 1.19E-01 3.04E-03

Conclusioni:

Si può osservare che il fattore colonna (Operatori) può essere


considerato sistematico, col rischio d'errore del 20%, mentre
nulla si può dire del fattore riga.
7 8 9 10
30.01 29.97 29.99 30.02
30.06 29.92 29.97 30.05
30.02 29.99 30.01 30.01
30.00 30.06 29.96 29.98
30.02 29.99 29.98 30.02
6.9E-04 3.4E-03 4.9E-04 8.5E-04

S
S B
R

¿
esercizio 1

Fare l'analisi della varianza per il fattore riga dei dati sotto riportati

Calcolo dell'ANOVA

Dati risistemati dopo l'esclusione per


Fattore Media Varianza
eseguire l'analisi della varianza ad un fattore
1 30.12 30.04 30.03 29.96 30.04 4.3E-03
2 30.07 30.00 30.17 30.00 30.06 6.5E-03
3 30.09 30.12 30.07 30.08 30.09 4.7E-04
4 29.92 30.01 30.01 29.96 29.98 1.9E-03
5 29.98 29.98 29.99 29.94 29.97 4.9E-04
6 30.03 29.98 30.03 29.94 30.00 1.9E-03
7 30.01 30.06 30.02 30.00 30.02 6.9E-04
8 29.97 29.92 29.99 30.06 29.99 3.4E-03
9 29.99 29.97 30.01 29.96 29.98 4.9E-04
10 30.02 30.05 30.01 29.98 30.02 8.5E-04

Livello di fiducia 99%

Origine Gradi di Rapporto


Varianze Estremo F
Variazione libertà Varianze

Fattore
3 9.51E-03 2.90 5.95
Esaminato

Errori
12 3.28E-03
Casuali
Totale 15

Conclusioni:
Rapporto Varianze minore di estremo F sono causato da fattore non systematic
We change our coulmn into rows according to requirements

Fattore 1 2 3 4 5 6 7
oper1 30.12 30.07 30.09 29.92 29.98 30.03 30.01
oper2 30.04 30.00 30.12 30.01 29.98 29.98 30.06
oper3 30.03 30.17 30.07 30.01 29.99 30.03 30.02
oper4 29.96 30.00 30.08 29.96 29.96 29.94 30.00

Varianz ratio less than F max

There is not systematic difference b/t rows


8 9 10
29.97 29.99 30.02
29.92 29.97 30.05
29.99 30.01 30.01
30.06 29.96 29.98
esercizio 2

Il collaudo in linea (tre turni lavorativi) di una dimensione critica x di un manufatto è eseguito per confronto con un pezzo
campione nominalmente identico, come materiale e dimensioni, ai pezzi da controllare. Sulla base delle caratteristiche
dello strumento usato per misurare la differenza d rispetto al campione e delle prove preliminari indicare con che incertezz
viene determinata la dimensione critica valutata.

Indicare anche il numero di prove da fare affinchè l'incertezza estesa prevista sia inferiore a quella tollerata

Pezzo campione
Dimensione xrif valutata in sala metrologica xrif 3.95823 mm
con una varianza di 0.01 µm2
valutata con 10 misurazioni

Caratteristiche dello strumento di misura della x


Accuratezza: errore sistematico stimato con la formula e=a+b*x, ove:
a 0.15 µm
b 1.2E-05
determinata alla temperatura di riferimento di 20 °C

Ripetibilità (varianza) 0.01 µm2


Risoluzione 0.2 µm
Coefficiente di sensibilità alla temperatura β 2.2E-04 ±

Misurando
differenza d misurata d 2.2 µm

Materiale del campione e del misurando


Coefficiente di dilatazione termica del materiale αm = αc = 2.6E-05 °C-1

Caratteristiche ottenute da misure preliminari di d fatte nelle condizioni d'uso


Incertezza estesa 0.35 µm
determinata sulla base di 18 prove
fatte nella condizione ambientale media del laboratorio
con misurazioni successive fatte in breve tempo
Temperatura ambientale media 25 °C
misurata con errore massimo di 0.4 °C sulla media di

Processo di misurazione
Numero replicazioni proposte q 4

Risultati richiesti
Incertezza estesa tollerata Uy 0.45 µm
con il rischio d'errore αe 4%

Modello matematico (non metrologico) y = xrif + d Modello metrologico

Attenzione! Non spostare i dati neanche aggiungendo o cancellando righe. Lasciare a zero i fattori trascurabili a p
Solo alla fine del calcolo aggiungere nelle righe libere altri fattori di cui si hanno i dati, modificando di conseguenz
Non usare multipli e sottomultipli delle unità di misura
Variabile xj Statistici
Simbolo Valore Note Ui Pdi νdi kdi si
xrif 4.0E-03 Acc. 50.0% 1 1.0 0.0E+00
Ripet. 50.0% 1 1.0 0.0E+00
Risol. 50.0% 1 1.0 0.0E+00
Ripr. 50.0% 1 1.0 7.1E-08
d 2.2E-06 Acc. 4.5E-07 50.0% 1 1.0 4.5E-07
Ripet. 50.0% 1 1.0 0.0E+00
Risol. 50.0% 1 1.0 0.0E+00
Ripr. 50.0% 1 1.0 0.0E+00
αm 2.6E-05 50.0% 1 1.0 0.0E+00
αc 2.6E-05 50.0% 1 1.0 0.0E+00
β 2.2E-04 50.0% 1 1.0 0.0E+00
T 2.5E+01 Acc. 50.0% 1 1.0 0.0E+00

y 3.9604E-03 Numero di prove necessarie per avere una incertezza estesa inferiore a quella tolle

Calcolo dei coefficienti di sensibilità


∆xi xi+∆xi y+∆y ∆y ∆y/∆x
xrif 3.96E-09 4E-03 4E-03 4.0E-09 1.0E+00
0 0.00E+00 0E+00 -4.0E-03 #DIV/0!
0 1.00E-08 1E-08 -4.0E-03 -4.0E+05
0 4.56E-09 5E-09 -4.0E-03 -8.7E+05
d 7.82E-10 2E-06 4E-03 7.8E-10 1.0E+00
0 0.00E+00 0E+00 -4.0E-03 #DIV/0!
0 0.00E+00 0E+00 -4.0E-03 #DIV/0!
0 5.00E-09 5E-09 -4.0E-03 -7.9E+05
am 2.60E-11 3E-05 4E-03 -5.1E-13 -2.0E-02
ac 2.60E-11 3E-05 4E-03 5.1E-13 2.0E-02
b 2.20E-10 2E-04 4E-03 2.4E-15 1.1E-05
T 2.50E-05 3E+01 4E-03 1.2E-14 4.8E-10
seguito per confronto con un pezzo
e. Sulla base delle caratteristiche
preliminari indicare con che incertezza

riore a quella tollerata

0
0 0
misurazioni

0 0
0

con 10 gradi di libertà 8.00E-15


2.00E-07
3.0E-05 °C-1

2.20E-06

zioni d'uso
3.50E-07

°C sulla media di 3 misurazioni

4.50E-07

y = x rif [ 1  α c −αm   T −20  ] d [ 1 β  T −20  ]


ciare a zero i fattori trascurabili a priori
o i dati, modificando di conseguenza il modello.
Non statistici Parametri assegnati
ai kai νi ndi nri u²(xi) ci=∆y/∆x
1 5 100 100 0.0E+00 1.0E+00
1 1 100 100 0.0E+00 1.0E+00
2.0E-07 1 1 100 4 1.0E-12 -4.0E+05
1.0E-07 3 100 100 4 2.1E-13 -8.7E+05
1 5 3 100 6.1E-15 1.0E+00
1 1 100 100 0.0E+00 -2.5E+04
1 1 100 4 0.0E+00 1.7E+05
1.0E-07 1 1 100 4 2.5E-13 -7.9E+05
1 1 100 100 0.0E+00 -2.0E-02
1 1 100 100 0.0E+00 2.0E-02
1 1 100 100 0.0E+00 1.1E-05
1 1 3 100 0.0E+00 4.8E-10

certezza estesa inferiore a quella tollerata Varianza di y, u²(y)


Incertezza tipo di y, u(y)
Gradi di libertà di y, ν(y)
Livello di fiducia
Fattore di copertura
Incertezza estesa U(y)

Indicare i principali fattori d'incertezza da considerare per diminuire l'incertezza estesa


reproducibility and resolutions

Indicare i principali fattori d'incertezza da considerare per diminuire i costi


beta effect will be negligible

Ipotizzare una variazione di un contributo d'incertezza e valutarne quantitativamente gli effetti


ui²(y) ui4(y)/νi
0.0E+00 0.0E+00
0.0E+00 0.0E+00
1.6E-01 2.5E-02 1st max 1.6E-01
1.6E-01 2.5E-04
6.1E-15 7.4E-30 2nd max 6.1E-15
0.0E+00 0.0E+00
0.0E+00 0.0E+00 1st min 0.0E+00
1.6E-01 2.5E-02 2nd min 1.6E-01
0.0E+00 0.0E+00
0.0E+00 0.0E+00
0.0E+00 0.0E+00
0.0E+00 0.0E+00

4.7E-01 4.9E-02
6.9E-01
4
96%
3.0E+00
2.1E+00 m

zza estesa

ivamente gli effetti


2
Esercizio 3

Un'operazione di collaudo su lotti molto numerosi si svolge in due fasi:


Prima fase, vengono collaudati N1 pezzi:
se lo scarto è minore o uguale a n11 il lotto viene accettato
se lo scarto è maggiore di n11 ma minore o uguale a n12 si passa alla seconda fase

Seconda fase, vengono collaudati N2 pezzi:


se lo scarto nella seconda fase è minore o uguale a n21 il lotto viene accettato

Calcolare le probabilità sotto specificate

Prima fase N1 = 100 n11 = 1


n12 = 3

Seconda fase N2 = 200 n21 = 2

Percentuale a di pezzi fuori tolleranza nel lotto 5%

RISPOSTE

Probabilità che nella prima fase il lotto venga rifiutato


Probabilità che il lotto venga accettato solo in seguito alla seconda fase
Probabilità totale che il lotto venga accettato