Sei sulla pagina 1di 26

Il primo principio della

termodinamica

Francesca Alvau
Anno scolastico 2010/2011
Il primo principio della termodinamica ci dice che
la variazione dell'energia interna di un sistema
(ΔU) deve essere uguale al calore assorbito (Q,
energia in ingresso) meno il lavoro (W, energia in
uscita)
Per capire il primo principio dobbiamo aver ben
chiare le definizioni di:
●Termodinamica

●Sistema

●Stato del sistema

●Energia interna

●Principio zero della termodinamica

●Trasformazioni reali

●Trasformazioni quasistatiche

●Il lavoro termodinamico

●Enunciazione del primo principio della termodinamica

●Applicazione del primo principio


La termodinamica
La termodinamica è una disciplina che studia le
leggi con cui i sistemi scambiano (cedono o
ricevono) energia con l'ambiente, sotto forma di
calore e di lavoro.
Sistema
Un sistema è un insieme di
corpi che si trova all'interno
di una superficie chiusa,
permeabile all'energia e alla
materia.
Indice
Stato di un sistema

Per studiare gli scambi di


energia, si fa riferimento a un
sistema molto semplice: un gas
perfetto all'interno di un cilindro
chiuso da un pistone a tenuta
stagna. Il sistema può scambiare
calore e lavoro con l'ambiente,
ad esempio ponendo sotto di
esso un fornello acceso o
comprimendo il pistone.
Indice
Lo stato del sistema 'n moli di gas perfetto' è
descritto da tre grandezze: il volume V del
cilindro, la temperatura T del gas e la
pressione p che il gas esercita contro le pareti.

Lo stato di un sistema si può


rappresentare mediante un
punto in un diagramma
pressione-volume

Si chiama fluido omogeneo qualunque corpo il


cui comportamento è regolato da una equazione
di stato.
Indice
L'energia interna
L'energia interna (U) di un
sistema fisico dipende
soltanto dalle condizioni in
cui si trova al momento, e
non dalle trasformazioni che
ha subito.

È infatti una funzione di stato, ossia una


grandezza che dipende solo dalle variabili
termodinamiche che servono per descrivere lo
stato del sistema fisico a cui si riferiscono.
Indice
Il principio zero della termodinamica

Quando si studia un sistema fisico si può parlare


di pressione del sistema o temperatura del
sistema, solo se il sistema fisico si trova in una
condizione di equilibrio termodinamico, che
richiede la presenza di tre tipi di equilibrio:
● equilibrio termico

● equilibrio meccanico

● equilibrio chimico

Indice
Il criterio necessario per confrontare le
temperature di oggetti molto distanti tra loro è
detto principio zero della termodinamica: che
afferma che se il corpo A è in equilibrio termico
con un corpo C e anche un altro corpo B è in
equilibrio termico con C, allora A e B sono il
equilibrio termico tra loro.

Indice
Trasformazioni reali

Considerando un sistema termodinamico in uno


stato di equilibrio A, variamo la pressione e
aspettiamo che il sistema si porti in un nuovo
stato di equilibrio B
Indice
Non è possibile rappresentare
la trasformazione reale
utilizzando una retta. Durante il
passaggio dallo stato A allo
stato B infatti, si crea una
situazione di caos, poiché il
sistema nella fase intermedia
non presenta una situazione di
equilibrio termodinamico.
Si rappresenta con un fuso.

Indice
Trasformazioni quasistatiche
Sono quelle trasformazioni
costituite da una
successione di stati di
equilibrio, vicinissimi tra di
loro.

Una trasformazione quasistatica è un


procedimento ideale in cui la trasformazione è
ottenuta mediante un numero enorme di stati
di equilibrio intermedi, ognuno dei quali
differisce pochissimo da quello precedente.
Indice
Trasformazioni quasistatiche
particolari
Trasformazione Trasformazione
isobara (p costante) isocòra (V costante)

Indice
Trasformazione Trasformazione
isoterma (T costante) ciclica

Indice
Trasformazione adiabatiche

Indice
Il lavoro termodinamico
Il lavoro termodinamico
(W) è legato all'espansione
o alla compressione del
volume di un sistema.

Per convenzione si ha:


W > 0 durante una
espansione
W < 0 durante una
compressione

Il lavoro non è una


funzione di stato. Indice
Il lavoro compiuto nel corso di una trasformazione
equivale all'area della regione di spazio
compresa tra la trasformazione ideale nel grafico
p-V.
Infatti:
W= Fh essendo F=pS si ha

W= pSh essendo Sh=ΔV si ha

W= pΔV

Indice
Ad esempio, in una trasformazione isobara il
lavoro del sistema è uguale all'area della parte di
piano compresa tra il grafico e l'asse dei volumi:
un rettangolo di base ΔV e altezza p.

Indice
In una trasformazione ciclica il lavoro compiuto è
uguale all'area della parte di piano racchiusa dalla
linea che rappresenta la trasformazione.
Durante la trasformazione ci sono infatti una fase
di espansione e una di compressione, quindi il
lavoro totale sarà dato dalla somma algebrica dei
due lavori.

Indice
Enunciazione del primo principio
della termodinamica
Tornando quindi al primo principio della
termodinamica possiamo ora capire la
derivazione dell'espressione:

Quindi il sistema guadagna energia, assorbendo


calore Q dall'ambiente; e perde energia,
compiendo un lavoro W sull'ambiente,
spingendo verso l'alto il pistone.
ΔU = UB - UA
Indice
Applicazioni del primo principio
Trasformazioni isocòre
Poiché non vi è variazione
di volume, non si sta
compiendo lavoro (W = 0).
Il primo principio diventa
quindi:
ΔU = Q
In una trasformazione
isocòra la variazione di
energia interna del
sistema è uguale alla
quantità di calore
scambiato. Indice
Trasformazioni isòbare
Poiché il lavoro svolto durante
una trasformazione isòbara è:
W = pΔV
Il primo principio diventa:
Q = ΔU + pΔV
Il calore assorbito durante una
trasformazione isòbara serve
in parte per aumentare la
temperatura del sistema
(aumento di U) e in parte a
compiere lavoro.

Indice
Trasformazioni isoterme
Poiché in una
trasformazione isoterma, T
deve essere costante, vi
sono scambi di calore con
l'esterno. UB = UA perciò si
ha ΔU = 0.
Il primo principio diventa:
Q=W
In una trasformazione
isoterma del gas perfetto il
calore assorbito è uguale al
lavoro compiuto.
Indice
Trasformazioni cicliche
Poiché l'energia interna
del sistema alla fine del
ciclo è uguale a quella
iniziale, si ha ΔU = 0
Il primo principio diventa:
W=Q
Al termine di una
trasformazione ciclica il
calore totale assorbito è
uguale al lavoro compiuto.

Indice
Trasformazioni adiabatiche
Poiché durante una
trasformazione adiabatica
non vi sono scambi di calore,
si ha Q = 0.
Il primo principio diventa:
ΔU = - W
Se W è posivo (poichè il gas
compie un lavoro
espandendosi) ΔU è negativo.

Indice
Fine

Indice