Sei sulla pagina 1di 28

GEOGRAFIA ECONOMICO-POLITICA

(CAPITOLI AGGIUNTI FINO A 5.4 (AGGIORNATO AL 03/11/2021)

A
Appare come uno schema di ragionamento logico ed ideologico che spiega la struttura sociale
in ragione delle funzioni che in modo congiunto conferiscono ad un sistema un adeguato
ordine sociale per la realizzazione dei fini collettivi non separabile dalle strategie e dalle: il
funzionalismo(3.2) inv

Attraverso il contributo di Alfred Weber si intende capire: il sistema di regole alla base della
localizzazione delle imprese industriali(2.2)

Attraverso l'impostazione relativista: si assiste ad un processo che non si occupi dei


cosiddetti principi generali(1.4)

Attraverso quali mezzi possono essere dimostrate le teorie e costruire i modelli: DAGLI
STRUMENTI (1.2)

Christaller applica un ragionamento deduttivo di: Trasformazione in pianura astratta e


geometrica in una logica economica(2.5)

Come visto a lezione QUALI SONO I COSTI CHE L’IMPRENDITORE


DEVESOSTENERE: costo di produzione, costo di localizzazione, costo trasporto materia
prima, costo trasporto finito (1,5)

Con Divisione Internazionale del Lavoro, si intende: Il processo di allocazione o


riallocazione a scala mondiale di capacità produttive per la presenza di differenze nei
potenziali demografici(2.3)

Con effetto di sviluppo nello schema di Myrdal si intende: l'agire di forze centrifughe e la
generazione di processi cumulativi anche in alcune delle aree marginali(3.1)

Con genere di vita si intende: insieme di comportamenti sociali metodici dell'uomo di fronte
sia alle possibilità che alle resistenze differenti relative al territorio a(1.4)

Con geografia industriale si intende: la branca della geografia che studia le dinamiche e le
configurazioni alla base della localizzazione delle industrie(2.2)
Con Hirschman: la teoria della polarizzazione agisce su uno sviluppo squilibrato con una
catena di squilibri parziali e di breve periodo che genera una tendenza alla concentrazione
degli imprenditori(3.1)

Con identità territoriale si può intendere: La specificità e le vocazioni produttive che


definiscono il vantaggio competitivo(3.5)

Con il concetto di distanza funzionale si supera: l'ipotesi del spazio isotropo(2.6) Con il
possibilismo: si rifiuta il principio di causalità unidirezionale(1.4) inv.

Con il termine funzionalismo si intende: la reinterpretazione del concetto di polarizzazione e


dell'approccio concettuale di Perroux(3.2)

Con il termine industrializzazione diffusa si intende: Un processo caratterizzato da tre fattori


di convergenza(3.5)

Con il termine territorio in un approccio bottom up si intende: Un'area o una superficie


terrestre dove i programmi di azione sono un insieme con il territorio stesso(3.5)

Con il termine transindustriale si intende: Il processo di evoluzione tecnologica e la divisione


del lavoro integrati in sistemi complessi (1.3)

Con isocosto si intende: il luogo dei punti di uno spazio geografico con lo stesso costo di
trasporto delle materie prime e del prodotto finito(2.2)

Con isodapana minima si individua: il luogo dei punti dove il costo di trasporto totale è lo
stesso(2.2)

Con l'acronimo DIL, si intende: Divisione internazionale del lavoro(2.3)

Con paesaggio si intende: l'espressione sul territorio del genere di vita(1.4)


Con processo a pesi netti si intende: tutta la quantità di materie prime si trasforma in
prodotto finito(2.2)

Con quali mezzi possono essere dimostrate le teorie e costruire i modelli: DAGLI
STRUMENTI (1.2)

Con riferimento all'orientamento sul lavoro come possibile estensione del modello di Weber il
numeratore della formula del coefficiente del lavoro e' rappresentato da: Costo del lavoro per
unità di prodotto (2.3)
Con riferimento alla relazione fra attori collettivi e competizione globale e secondo quanto
contenuto nelle lezioni, fra i fattori determinanti nel nuovo ed attuale 'protagonismo' delle città
che dipendono dalle funzioni strategiche ed innovative, è possibile considerare la: funzione
decisiva della città nel generare e sostenere i processi innovativi
Con riferimento alla relazione fra attori collettivi e competizione globale e secondo quanto
contenuto nelle lezioni, il primo gruppo di contributi teorici: considera la questione relativa
all'efficacia ed all'efficienza delle relazioni internazionali in termini di capacità di
governo dei processi territoriali in chiave economico-sociale
Con riferimento alla relazione fra attori collettivi e competizione globale e secondo quanto
contenuto nelle lezioni, il processo di formazione in ambito dell'Unione Europea e delle
relative dinamiche attuali è un possibile esempio di: città globali e mondiali che svolgono il
ruolo di motore regionale dell'economia globale nell'approccio di Storper e Scott
Con riferimento alla relazione fra attori collettivi e competizione globale e secondo quanto
contenuto nelle lezioni, il quattro gruppo di contributi teorici: si insiste sul persistere dei
modelli locali di sviluppo, realizzati dai vantaggi della concentrazione territoriale delle
attività economiche, che resistono alla pressione della liberalizzazione dei mercati e alla
mobilità delle imprese multinazionali
Con riferimento alla relazione fra attori collettivi e competizione globale e secondo quanto
contenuto nelle lezioni, il secondo gruppo di contributi teorici: ritiene che lo stato locale
presenta punti di interfaccia con la società civile delle città globali
Con riferimento alla relazione fra attori collettivi e competizione globale e secondo quanto
contenuto nelle lezioni, il terzo gruppo di contributi teorici: ritiene che lo stato locale
presenta punti di interfaccia con la società civile delle città globali
Con riferimento alla relazione fra attori collettivi e competizione globale e secondo quanto
contenuto nelle lezioni, l'interazione dei fattori determinanti nel nuovo ed attuale
'protagonismo' delle città che dipendono dalle funzioni strategiche ed innovative suggerisce: un
'ritorno' alla città ed ai sistemi urbani rispetto alla competizione economica, in una
visione di ridefinizione del ruolo dello stato nazionale e dei sistemi locali
Con riferimento alla relazione fra attori collettivi e competizione globale e secondo quanto
contenuto nelle lezioni, la formazione di attori collettivi è connessa con: sistemi territoriali
(città, regioni) che cercano di conquistare quote della domanda globale
Con riferimento alla relazione fra attori collettivi e competizione globale e secondo quanto
contenuto nelle lezioni, la globalizzazione nell'approccio di Brenner dipende da: circolazione
accelerata di persone, merci, capitali, denaro, identità ed immagini dello spazio globale
Con riferimento alla relazione fra attori collettivi e competizione globale e secondo quanto
contenuto nelle lezioni, Saskia Sassen ritene che: le multinazionali ed il ruolo attuale del
capitale finanziario tendono ad affrancarsi dai confini territoriali generando sistemi
complessi di prossimità, convenienza di costo, diversificazione degli investimenti, che
hanno come riferimento territoriale l'intero scacchiere mondiale
Con rivoluzione paradigmatica: Si intendono le nuove concettualizzazioni e metodologie
accettate dalla comunità scientifica (1.2)

Con territorializzazione: E' possibile intendere la progettazione di un sistema umano di


intenzioni su una porzione di superficie terrestre(1.1)

Con territorio spazio socializzato si intende: Una porzione di superficie terrestre che la
collettività umana riserva e gestisce per i propri bisogni

Considerando il prezzo effettivo nel modello: Il costo di trasporto è sostenuto dal


consumatore(2.5)

Considerando la teoria classica della localizzazione in cui lo spazio è un fatto puramente


geografico l’obiettivo è: la scelta localizzativa

Cos’ è la teoria dei sistemi è : una teoria Cos’è una


regione tropicale? Naturale
Cosa succede quando si intensificano le interdipendenze tra gli elementi: aumento tendenze
polarizzanti(3.1)
Costo di produzione, costo di localizzazione , costo trasporto materia prima, costo trasporto
prodotto finito. (1.5)

Differenziare rispetto alla geografica economica significa: Combinare fatti sociali, ambientali
ed economici

Dimensione economica e dimensione sociale: sono interconnesse fra loro in un orizzonte


temporale di medio e lungo periodo(3.3)

Dove la distanza è una variabile strategica? Teoria classica della localizzazione 1.5

E
È POSSIBILE INTENDERE LA PROGETTAZIONE DI UN SISTEMA UMANO DI
INTERAZIONI SULLA PORZIONE DI SUPERFICIE TERRESTRE CON LA:
TERRITORIALIZZAZIONE (1.1 inv)

E’ uno spazio organizzato dal processo di territorialità da parte di un gruppo umano


… : il territorio

F
Fa riferimento al paradigma generale della meccanica razionale: determinismo(1.3)

Fa riferimento alla scienza regionale idiografica: la sezione di scomposizione del territorio di


cui si descrivono in modo diretto fenomeni e relazioni (1.1 inv)

Fevbre ha coniato il termine: POSSIBILISMO(1.4 inv.)

Fra alta tecnologia e innovazione: Deriva una relazione che rappresenta un passaggio
imprescindibile per la descrizione del concentrazione(4.10)

Fra i fattori determinanti dell'orientamento sul mercato vi è: L'abbattimento del costo di


trasporto(2.4)

Fra le critiche che possono essere addotte all'impostazione di Alfred Weber vi è: che lo spazio
può non essere isotropo(2.2)

Gli attributi di un "luogo" sono: Il complesso dei diversi fattori di localizzazione(4.9)

Gli indicatori ambientali sono: uno strumento di informazione dei fenomeni ambientali e delle
relazioni fra le cause antropiche e l'ambiente(3.3)

Gli indicatori complessi: misurano la condizione economica e sociale della popolazione(3.3)

Gli stadi del modello di Friedmann sono: preindustriale, industrializzazione incipiente,


maturità industriale, integrazione spaziale(3.4) inv

Gli stadi del modello di Myrdal sono: re-industriale, causazione circolare e post
effetti(3.1)

I concetti di crescita e sviluppo: possono essere misurati da variabili quantitative(3.3)

I diversi paesaggi sono interconnessi in una regione: UMANA

I diversi paesaggi sono interconnessi: UMANA


I fattori discreti di area possono essere definiti come: Specifici attributi in grado di favorire la
generazione e la diffusione di produzioni altamente tecnologiche(4.10)
I livelli della conoscenza descritti sono riconducibili all'impostazione del 1962 di: Thomas
Khun(1.2)

I livelli della conoscenza introdotti nella geografia sono riconducibili all'impostazione di:
Chorley-Hagget

I mezzi per dimostrare le teorie e costruire i modelli sono dati : DAGLI STRUMENTI(1.2)

I modelli classici della localizzazione ipotizzano: attori razionali con identifico


schema decisionale(1.5)

I modelli classici della localizzazione possono essere considerati: atomistici e statici(1.5)

I nuovi fattori della localizzazione si distribuiscono: Non uniformemente sul territorio(4.9)

I principi della regione funzionale sono: dominanza, coesione e rango gerarchico(3.2)

I principi di unità regionale secondo Juillard sono: coesione e uniformità di paesaggio(3.2)

I tradizionali fattori della localizzazione non sono più validi perché: Si è modificata
radicalmente la distribuzione e la presenza delle attività che si rivolgono al mercato(4.9)

IL

Il coefficiente dato dal costo del lavoro per unità di prodotto viene chiamato: il
coefficiente del lavoro 2.3

Il coefficiente del lavoro è dato dal rapporto fra: Il costo del lavoro per unità di prodotto e il
peso localizzatore(2.3) inv

Il comportamento umano e le forme di organizzazione del territorio sono il risultato di una


serie di elementi e condizionamenti fisici e naturali… : determinismo
Il concetto dello sviluppo sostenibile: e' legato alla relazione fra sistema socio-
economico e sistema ecologico(3.3)

Il concetto di scienza di regione è stato coniato nel :dal 1948 alla fine degli anni 60 ha
portato a processo di regionalizzazione (1.1)

Il contributo di Christaller si basa sull'equilibrio economico partendo da alcuni postulati


neoclassici quali: Concorrenza perfetta, non incidenza dell'impresa sui prezzi, indifferenza
dei consumatori verso i beni prodotti(2.5)

Il contributo di Christaller si basa sull’equilibrio economico partendo da alcuni postulati


neoclassici: Concorrenza perfetta, non incidenza dell’impresa sui prezzi, indifferenza dei
consumatori vero i beni prodotti.
Il costo di localizzazione è: ipotizzato costante(1.5)

Il costo di trasporto è: può essere proporzionale rispetto alla distanza(1.5)

Il costo di trasporto è: variabile al variare delle distanze(1.5)

Il costo totale per l’imprenditore come ipotizzato nei modelli classici ed esposto nelle lezioni, è
dato dalla somma: Costo di localizzazione, costo di produzione, costo di trasporto materia
prima, costo di trasporto del prodotto finito. (1.5)

Il denominatore comune fra vecchi e nuovi fattori della localizzazione è: IIterritorio(4.9)

Il determinismo fa riferimento al paradigma generale: Della meccanica razionale (1.3)

Il funzionalismo: appare come uno schema di ragionamento logico ed ideologico che spiega la
struttura sociale in ragione delle funzioni che in modo congiunto conferiscono ad un sistema
un adeguato ordine sociale per la realizzazione dei fini collettivi non separabile dalle strategie
e dalle poli(3.2)

Il funzionalismo: non è in grado di formulare una teoria generale


Il livello sistemico: Permette l'elaborazione di teorie tramite modelli che studiano la traiettoria
temporale(1.2)

Il luogo di mercato nel modello di Weber può essere considerato: Puntuale(2.4)


Il mezzo per dimostrare la teoria e costruire il modello e' dato : DAGLI STRUMENTI(1.2)

Il mezzo per dimostrare la teoria e costruire il modello e' dato da: STRUMENTO (1.2)
Il modello di Friedmann rappresenta: il tentativo di unire la teoria della localizzazione con la
teoria dello sviluppo economico(3.4)

Il modello di Friedmann rappresenta: un modello stadiale dell'organizzazione spaziale perle


fasi dello sviluppo economico(3.4)

Il Modello di Hagerstrand è: il principale riferimento teorico della diffusione


dell'informazione(2.7)

Il modello di Hoyt rappresenta: una trama territoriale basata sulla relazione fra i centri e non
solo sulla gerarchia(2.6)

Il modello di Von Thünen è anche conosciuto come: modello di Stato isolato(2.1)


Il modello di Von Thünen può essere modificato con l'introduzione di: una via di
comunicazione(2.1)

Il modello di Von Thünen può essere modificato con l'introduzione di:un elemento di qualità
del terreno

Il modello è: Lo schema interpretativo che descrive un insieme dei fenomeni(1.2) Il


modello stadiale di Cox si basa: sulla connettività(2.6)
IL NUMERATORE DEL COEFFICIENTE DEL LAVORO È: IL COSTO DEL LAVORO
PER UNITÀ DI PRODOTTO (2.3 inv.)

Il paradigma scientifico è: L'insieme delle proposizioni logiche che sono condivise da una
comunità scientifica in un dato arco temporale e/o in un determinato o meno luogo (1.2)

Il paradigma: Dipende da un dogma(1.2)


Il PIL: misura la crescita economica ed anche lo sviluppo(3.3)

Il potenziale innovativo delle imprese è scarsamente presente in: Imprese non dipendenti dai
fornitori di tecnologia(4.10)

Il primo contributo di modello gravitazionale in Italia può essere attribuito a: Guglielmo


Tagliacarne(2.6)

Il processo di frammentazione dello spazio geografico, dei suoi fattori economici e sociali è
una possibile definizione di: deterritorializzazione: (1.1 inv.)
Il processo nel pensiero sistemico rappresenta: Una novità non introdotta nell'approccio della
regione funzionale(3.6 )

Il rango gerarchico di un centro urbano nel modello di Christaller dipende dalla: Relazione fra
la dimensione demografica di una città con la capacità di offerta sul territorio(2.5)

Il rapporto centro-periferia è caratterizzato dalla compresenza di: diversi effetti fra cui il
dominio e la modernizzazione(3.4)

Il sistema economico e sociale secondo l'approccio funzionalista è un insieme: di funzioni


legate da flussi di comunicazione(3.2)

Il territorio ha un'organizzazione unitaria se ospita: Un insieme di funzioni da quella


innovative ed avanzate a quelle di livello inferiore

Il termine autonomia indica la: Capacità organizzativa che si basa sul tessuto
produttivo e sociale del territorio, sulla rete che gli attori economici locali,
consciamente o meno realizzano(3.6 )

Il termine autopoiesi indica la: Capacità del sistema di progettare e riprodurre se stesso
attraverso la riproduzione delle sue componenti(3.6 )

Il termine possibilismo è stato coniato da: Febrve(1.4)

Il territorio è: uno spazio organizzato dal processo di territorialità da parte di un gruppo


umano(1.1)

Il territorio ha un'organizzazione unitaria se ospita: Un insieme di funzioni da quella innovative


ed avanzate a quelle di livello inferiore(4.9)
Il territorio secondo l'impostazione di Perroux: diviene un insieme di elementi anche
eterogenei che interagiscono costantemente tra loro e con l'uomo(3.1)

Il triangolo locazionale è lo strumento che permette di: giungere alla soluzione del problema
localizzativo dell'imprenditore(2.2)

IN
In un processo a pesi lordi: parte della quantità di materie prime si trasforma in prodotto
finito(2.2) In quale movimento l’uomo è incapace di contrastare la natura?Determinismo 1.3

In uno schema centro-periferia lo spazio può essere diviso in: 4 sottosistemi funzionali(3.4)

L’

L'ambiente categoria concettuale: viene trascurato dall'approccio funzionalista, orientato


strettamente alla produzione (3.2)

L'approccio bottom up: Si basa sull'organizzazione economica e produttiva specifica delle


diverse regioni(3.5)

L'approccio top down: Prevede l'esportazione delle logiche organizzative dalle regioni ad
economia avanzata verso quelle in ritardo(3.5)

L'area di influenza di una città ed il suo potenziale mercato rispetto ai centri localizzati
nell'intorno economico dipendono da: servizi offerti, distanza e massa degli altri centri
concorrenti rispetto al sistema di offerta(2.6)

L'area di mercato di un'impresa è: L'estensione di quel territorio all'interno del quale


l'imprenditore vende i suoi prodotti(2.4)

L'argomento centrale del nuovo approccio è: Capire come si modifica il territorio sulla
nascita delle nuove funzioni e sulla crescita e sullo sviluppo di un'economia locale(4.9)

L’ESPRESSIONE SUL TERRITORIO DEL GENERE DI VITA È IL:PAESAGGIO (1.4 inv.)

L'evoluzione del polo di crescita periferico: dipende principalmente da fattori endogeni(3.4)

L'impostazione di Palander può essere considerata: Una teoria di equilibrio spaziale fra
domanda e offerta(2.4)

L'indice del costo di manodopera è dato dal rapporto fra: Il costo del lavoro e il fatturato
complessivo(2.3)
L'indice del costo di manodopera e il coefficiente del lavoro sono utilizzati per: Misurare la
deviazione territoriale a seguito dell'introduzione nel modello di Weber della manodopera(2.3)

L'industria motrice è: quella particolare industria capace di influenzare la configurazione


spaziale dell'intera regione(3.1)
L'innovazione nasce: Dall'interazione di una pluralità di imprese a diverso potenziale
innovativo

L’INSIEME DI COMPORTAMENTI SOCIALIMETODICI DELL’UOMODIFRONTE SIA


ALLE POSSIBILITÀCHE ALLE RESISTENZE DIFFERENTI, RELATIVE AL
TERRITORIO È IL: GENERE DI VITA (1.4 inv.)

L'insieme di elementi e delle relazioni fra gli elementi caratterizzati dalla retroazione
fanno parte: dell'approccio sistemico (3.6 )inv)

L'interazione sinergica tra i soggetti è resa possibile da: Un'organizzazione reticolare degli
stessi(4.9)

L'isostante, nel modello di Palander, rappresenta: Il consumantore indifferente(2.4)


L'obiettivo del contributo di Christaller è capire: La regolare distribuzione e lo sviluppo degli
insediamenti con funzioni urbane(2.5)

L'orientamento sul luogo di mercato può essere considerato: Una alternativa localizzativa(2.4)

L’UOMO PUÒ ESSERE CONSIDERATO UN FATTORE GEOGRAFICO NEL:


POSSIBILISMO (1.4 inv.)

LA

La concentrazione nei centri urbani di servizi avanzati e del quaternario ha fatto da


contraltare: All'industrializzazione diffusa(3.5)

La configurazione dello spazio economico in sottosistemi funzionali: può essere applicata a


tutte le scale geografiche(3.4)

La definizione di regione come la sezione di scomposizione del territorio di cui si


descrivono in modo diretto fenomeni e relazioni: Fa riferimento alla scienza regionale
idiografica(1.1)
La definizione di regione secondo la scienza regionale idiografica: la sezione di
scomposizione del territorio di cui si descrivono in modo diretto fenomeni e relazioni (1.1
inv)

La denominazione settore primario dipende: dal fatto che le attività agricole si sono
manifestate ed organizzate per prime(2.1)

La deterritorializzazione: Indica un processo di frammentazione dello spazio geografico, dei


suoi fattori economici e sociali(1.1) inv.)

La diffusione delle attività dell'agricoltura è: capillare(2.1) La diffusione gerarchica


dell'informazione è una forma di: espansione(2.7)
La distribuzione territoriale della manodopera può essere considerata:
Disomogenea(2.3)

La formula della legge rango dimensione è: Pr=P1/r(2.5)


La formula di Dunn del 1954 determina:la rendita di posizione di una singola coltura(2.1)

La formulazione di regione naturale del d’Halloy risale al : 1800


La formulazione più conosciuta di regione naturale può essere attribuita a: Ratzel (1.3)

La geografia economica: Studia il territorio e la localizzazione e distribuzione dei fenomeni e


delle attività nello spazio geografico(1.1)

La geografia in una concezione relativista: diviene la scienza della differenziazione spaziale al


fine di integrare tutti i fenomeni osservabili in una data area (1.4)

La geografia regionale funzionalista: non è in grado di formulare una teoria generale

La geografia regionale funzionalista: non è in grado di formulare una teoria generale sulla
regione(3.2)

La grande industria: Può essere considerata come un fattore disquilibrio rispetto ipotesi e tesi
del modello di Weber(2.3)

La localizzazione sul mercato può essere preferibile in caso di: Prodotti


deperibili(2.4)
La logica localizzativa in funzione della tecnologia: E' più complessa del modello del ciclo di
vita del prodotto e della divisione spaziale del lavoro. (4.10)

La normalizzazione di un indicatore: consente il confronto fra indicatori complessi ed


elementari(3.3)

La presenza degli squilibri a livello territoriale nell'ambito della teoria della polarizzazione è:
un problema prioritario(3.1)

La produttività del lavoro: Non è sufficiente per spiegare l'inerzia e la capacità della
manodopera di orientare la localizzazione industriale(2.3)

LA PROGETTAZIONE DI UN SISTEMA UMANO DI INTERAZIONI SU una


PORZIONE DI SUPERFICIE TERRESTRE E’ UNA POSSIBILE DEFINIZIONE DI:
TERRITORIALIZZAZIONE

La regione antropizzata e' una regione:Umana (1.4)


La regione area o organismo: Fa riferimento alla scienza nomotetica(1.1)

La regione deriva da: Dal legame organico fra la comunità locale e l'ambiente naturale(1.1)

La regione desertica cos’è?: naturale1.3

La regione funzionale è: una nuova modalità di strutturazione dello spazio tramite le


relazioni(3.2)

La regione naturale è un sottoinsieme della regione omogenea1.3

La regione naturale si basa: Sulla presenza/assenza di elementi e fenomeni naturali (1.3)

La regione omogenea e la regione naturale: la prima può rappresentare l’evoluzione della


seconda1.3

La regione omogenea: Può rappresentare l'evoluzione della regione naturale(1.3) inv


La regione sistema complesso è: Un sistema locale(3.6 ) La regione umana: e' un
territorio plasmato da un determinato genere di vita(1.4) inv

La regione Tropicale cos’è?: naturale1.3


LA REGIONE UMANA È UN TERRITORIO PLASMATO DA UN DETERMINATO:
GENERE DI VITA(1.4 inv.)

La regione umana: può anche essere detta antropizzata(1.4) La


Regione umida è Un esempio di regione: naturale (1.3 inv.)
La reinterpretazione dell’approccio di Perroux : il funzionalismo La scienza regionale nasce :
1800

La semiperiferia: E' una categoria concettuale del modello centro-periferia(3.4)

La struttura territoriale può determinare: L'area di mercato(4.9)

La teoria classica della localizzazione ha come oggetto: l'organizzazione della struttura


spaziale dei mercati e i principi regolatori delle attività nello spazio(1.5)

La teoria dei poli di sviluppo è: una teoria della localizzazione(3.1)

La teoria del ciclo di vita del prodotto, può essere usata come: Spiegazione della divisione
spaziale del lavoro. (4.10)

La teoria del polo di sviluppo è da riferirsi a: Perroux(3.1)

La teoria della Divisione Internazionale del Lavoro basata sul ciclo di vita del prodotto: Non
è piu sufficiente a descrivere i criteri localizzativi sottesi alle decisioni delle multinazionali
odierne(4.9)

La teoria della localizzazione che cos’è ?: una teoria 1.5


La teoria di Hagestrand riguarda: le logiche di espansione dell'informazione nello spazio(2.7)

La teoria GENERALE dei sistemi: è UNA teoria


La teoria generale della polarizzazione parte dall'assunto della: Coincidenza fra la politica
regionale keynesiana con la regione funzionale(3.5)
La tesi del modello coloniale di Taafe, Morril, Gould è: che la gerarchia dei centri di maggiore
dimensione dipende dalla posizione che essi occupano nel territorio caratterizzato dalla rete di
collegamenti dell'evoluzione della stessa rete(2.6)

La tesi di Weber è che: l'imprenditore localizza l'impianto produttivo laddove il costo totale è
minimo(2.2)
LE

Le fonti di informazioni possono essere desunte: dall'interazione fra individui(2.7)

Le ipotesi del modello di Weber: prevedono uno spazio caratterizzato da forti ipotesi
territoriali(2.2)

Le proiezioni territoriali: sono concentrazioni spaziali(3.2)

Le regioni così come individuate dalla Costituzione sono: Un possibile esempio di regione, con
specifiche funzioni legislative e compiti amministrativo

Le regioni formali possono essere individuate: Rispetto a attributi e sono omogenee in quanto
differenti dalle circostanti

Le regioni funzionali possono essere individuate: Rispetto alle relazioni orizzontali Le


relazioni orizzontali sono: Interazioni spaziali di comunicazione e scambio

Le relazioni verticali sono: Relazioni ecologiche Le tre condizioni di interazione di Ullman


sono: complementarietà, trasferibilità, opportunità(2.6)

LO

Lo Human Development Index è composto da: indici elementari in unità di misura diverse(3.3)

Lo spazio agricolo è: un'estensione dei luoghi e un ambito attraversato da flussi materiali e


immateriali dove è prevalente l'uso agricolo del suolo(2.1)

Lo spazio di Perroux può essere considerato: astratto e topologico(3.1)

Lo spazio nei modelli classici della localizzazione è ipotizzato : continuo (1.5)

Lo spazio nei modelli classici della localizzazione è ipotizzato: isotropo, isomorfo e


continuo(1.5)

Lo strumento è: Il mezzo per dimostrare la teoria e costruire il modello(1.2)


Lo studio regionale può essere scomposto nei livelli: Elementare, sistemico e sintagmantico
(1.2)

Lo sviluppo: tiene in considerazione le variabili economiche(3.3)


M
Misura la crescita economica ed anche lo sviluppo: il Pil Modello di
Christaller: sviluppo urbano(2.5)
N

Nella fase del declino un prodotto tende a localizzarsi principalmente nei paesi (o regioni):
Periferici
Nella fase dell'introduzione un prodotto tende a localizzarsi nei paesi (o regioni): Centrali
Nella fase della crescita un prodotto tende a localizzarsi principalmente nei paesi (o regioni):
Semiperiferici
Nei contributi recenti il modello centro-periferia può essere definito come: un modello
esplicativo di una relazione gerarchica tra spazi basato su relazioni asimmetriche(3.4)

Nei modelli della localizzazione, la variabile strategica è: la distanza(2.6)


Nella fase della maturità un prodotto tende a localizzarsi nei paesi (o regioni): Semiperiferici
e periferici

NEL

Nel caso del contagio l'effetto di vicinato dipende dalla: distanza fisica(2.7)

Nel caso dell'espansione gerarchica la diffusione del'informazione: avviene dal centro


superiore verso i centri inferiori(2.7)

Nel caso dello spostamento per rilocalizzazione l'informazione si diffonde per: trasferimento
del soggetto economico da un luogo ad un altro(2.7)

Nel determinismo: Il comportamento umano e le forme di organizzazione del territorio sono il


risultato di una serie di elementi e condizionamenti fisici e naturali(1.3)

Nel modello di Christaller: All'aumentare della distanza dal punto di vendita aumenteranno
proporzionalmente i costi di trasporto che il consumatore dovrà sostenere(2.5)

Nel modello di Christaller: La portata è la quantità massima di servizio che l'impresa può
vendere(2.5)

Nel modello di Christaller: La soglia è la quantità critica di ricavi in grado di coprire i costi di
produzione(2.5)

Nel modello di Christaller: L'area di mercato è data dallo spazio della distribuzione di
produttori e consumatori(2.5)

Nel modello di Hagerstrand la distanza fisica può essere: Centrale nei meccanismi di diffusione
dell'informazione(2.7)
Nel modello di interazione spaziale l'ampiezza delle aree di mercato dipende dalla:
competizione territoriale fra massa di servizi offerti dai centri e probabilità di
spostamento(2.6)
Nel modello di interazione spaziale rispetto all'ampiezza delle aree di mercato siamo in un
contesto di: incertezza(2.6)

Nel modello di Palander, le ipotesi sui costi che sostiene l'imprenditore sono: Le stesse del
modello di Weber(2.4)

Nel modello di Palander, le ipotesi sul territorio: Le stesse del modello di Weber(2.4)

Nel neoregionalismo tutte le determinanti dello sviluppo regionale sono: Fattori endogeni,
reazioni a mutamenti esterni e fattori esogeni(3.5)

Nel possibilismo può essere considerato un fattore geografico: l'uomo Nella fase del declino un
prodotto tende a localizzarsi principalmente nei paesi (o regioni): Periferici(4.10)

NELL’

Nell'Ambito della polarizzazione e con riferimento allo schema di Myrdal, l'agire di forze
centrifughe e la generazione di processi cumulativi anche un alcune delle aree marginali può
essere definito come un effetto di: Sviluppo(3.1)

Nell'approccio comportamentistico di parte dal presupposto che: gli imprenditori a volte


operano scelte non razionali(2.7)

Nell'approccio comportamentistico la formazione delle decisioni degli imprenditori dipende


dalla: diffusione dell'informazione(2.7)

Nell’approccio comportamentistico la formazione delle decisioni degli imprenditori dipende


dalla:diffusione dell’informazione

Nell'approccio sistemico il sistema è: Un insieme di elementi legati fra loro tramite un


insieme di relazioni che gli conferiscono una certa coerenza(3.6 ) inv

Nell'approccio sistemico la retroazione rappresenta il principio per cui: Ogni


elemento influenza se stesso, oltre agli altri elementi(3.6 )

Nell'approccio sistemico la struttura è: L'insieme di elementi e delle relazioni fra gli elementi
caratterizzati dalla retroazione(3.6 )
NELLA

Nella fase della crescita un prodotto tende a localizzarsi principalmente nei paesi (o regioni):
Semiperiferici(4.10)

Nella fase della maturità un prodotto tende a localizzarsi nei paesi (o regioni): Semiperiferici e
periferici(4.10)

Nella fase dell'introduzione un prodotto tende a localizzarsi nei paesi (o regioni):


Centrali(4.10)
Nella regione umana: i diversi paesaggi sono interconnessi(1.4)

Nella teoria classica della localizzazione: la distanza è una variabile strategica(1.5)

Nella teoria classica della localizzazione: lo spazio è un fatto puramente


geografico(1.5)

Nella Teoria Classica della localizzazione la relazione fra costo di trasporto e costo di
produzione e': Dipendenza(1.5)

Nella teoria classica della localizzazione: si assiste alla separazione fra luoghi di produzione e
luoghi di consumo(1.5) inv

Nella teoria classica della localizzazione la relazione tra il costo di trasporto e il costo di
produzione è : dipendenza

Nella teoria della localizzazione, il rapporto tra costo totale e di produzione è :dipendente

Nella teoria classica della localizzazione: Il costo di trasporto varia al variare della distanza e il
costo di localizzazione e' ipotizzato costante (1.5)

Nella teoria della polarizzazone, lo sviluppo economico è ipotizzato come: un processo non
lineare(3.1)

Nella Triade concettuale di Vallega sono considerate: Regione elementare, complessa e


integrata(3.5)

Non è in grado di formulare una teoria generale : funzionalismo

Quale è l'obiettivo della teoria classica della localizzazione?:scelta localizzativa (1.5)


Qual è il rapporto tra costo totale e di produzione nella teoria della localizzazione: dipendente

Qual è il rapporto tra di produzione e costo di trasporto nella teoria della localizzazione :
dipendente

Qual è il rapporto tra regione omogenea e regione naturale : La prima può rappresentare
l’evoluzione della seconda

Quale concetto può essere misurato da variabili quantitative: sviluppo Quale


concetto tiene in considerazione le variabili economiche: sviluppo
Quale elemento può essere considerato la causa per cui ,in una regione funzionale, si
intensificano le interdipendenze tra elementi: L'aumento delle tendenze polarizzanti(3.2) inv

Quale paradigma scientifico disciplinare può essere definito come la reinterpretazione del
concetto di polarizzazione e dell’approccio concettuale diPerroux?: Il funzionalismo
Quale particolare industria capace di influenzare la configurazione spaziale dell'intera
regione: Industria motrice(3.1) inv.

Quale dei seguenti stadi non può essere riferito al modello centro periferia di
Friedmann: Sviluppo urbano

Quale dei seguenti stadi non può essere riferito al modello centro periferia di Friedmann:
Integrazione industriale

Quali delle seguenti condizioni è strettamente connesso allo sviluppo dei modelli relativi
all'approccio comportamentistico? Diffusione dell'informazione 2.7

Quali di questi e' uno stadio del modello di Friedman: integrazione spaziale(3.4) inv

Quali di questi non e' uno stadio del modello di Friedman: integrazione industriale (3.4) inv

Quali di questi stadi non fa parte dell’approccio di Friedman : sviluppo urbano (3.4)inv

Quando Nasce la scienza regionale: 1800


Quando si parla in geografia economica di regione: Ci si intende riferire ad un concetto più
ampio(1.1)

Regionalizzare significa: Ripartire un territorio non meglio identificato in porzioni(1.1)

Regione desertica è un esempio di : regione naturale

Regione in senso proprio ed improprio: Si riferiscono alla dimensione temporale e alla


dimensione spaziale(1.1)

Regione omogenea e regione naturale: la prima può rappresentare l’evoluzione della


seconda

Rifiuta il principio di causalità unidirezionale : Possibilismo

Rispetto a quanto contenuto nelle lezioni, gli indicatori della sostenibilità: intendono
coniugare la questione della natura fisica con quella sociale ed economica
Rispetto a quanto contenuto nelle lezioni, gli indicatori della sostenibilità: sono classificati
nello stesso modo rispetto agli indicatori ambientali
S
Secondo quanto contenuto nella lezione e con riferimento ai fattori della competitività
territoriale, le determinanti di sviluppo possono essere distinte in: ECONOMICHE E
RELAZIONALI
Secondo i contenuti delle lezioni, il valore del coefficiente α: ha una rilevanza specifica sul
calcolo del valore di HPI
Secondo i contenuti delle lezioni, nella costruzione di indici per la misura della povertà: È
necessario inquadrare il fenomeno della povertà come multidimensionale a prescindere
dall'approccio di riferimento
Secondo quanto contenuto nella lezione e con riferimento ai fattori della competitività
territoriale, il ruolo dell'interazione fra logiche di impresa ed esternalità: È fondamentale nei
processi di crescita regionale e di sviluppo socio-economico sostenibile di un sistema
territoriale
Secondo quanto contenuto nella lezione e con riferimento ai fattori della competitività
territoriale, il ruolo delle relazioni istituzionali centrale riveste un'importanza rispetto il
complesso rapporto fra il sistema delle imprese e l'ambiente socio-economico nell'ambito dei
sistemi territoriali che può essere considerata: CENTRALE
Secondo quanto contenuto nella lezione e con riferimento ai fattori della competitività
territoriale, l'indifferenza rispetto i vincoli fisici esistenti è una caratteristica comune verso
l'orientamento in aree da parte dell'impresa multilocalizzata: specie se l'industria è di
tecnologia
Secondo quanto contenuto nella lezione e con riferimento ai fattori della competitività
territoriale, la domanda localizzativa specializzata: tende ad influenzare lo sviluppo delle
capacità localizzate con i sentieri di agglomerazione produttiva e di specializzazione
regionale
Secondo quanto emerso nelle lezioni, l'approccio multidimensionale alla povertà ha come
principale riferimento il contributo di: SEN
Secondo quanto emerso nelle lezioni, l'indicatore proposto HPI-2: tiene conto
dell'esclusione sociale attraverso una apposita variabile di misurazione dello stesso
Secondo quanto emerso nelle lezioni, la conoscenza degli indicatori ambientali dipende: dai
modelli di riferimento utilizzati dalle principali organizzazioni mondiali
Secondo quanto emerso nelle lezioni, nella costruzione di indici per la misura della povertà:È
possibile utilizzare altre variabili oltre quelle proposte
Secondo quanto emerso nelle lezioni, Serie Centrale di indicatori è: un modello di
organizzazione e definizione di un insieme di indicatori ambientali capaci di descrivere lo
stato dell'ambiente
Secondo quanro emerso nelle lezioni, una delle principali funzioni degli indicatori ambientali
è relativa alla: COMUNICAZIONE
Secondo quanto contenuto nella lezione e con riferimento ai fattori della competitività
territoriale, la creazione e la formazioni di reti di soggetti può essere considerato: uno
strumento che tende a perseguire il vantaggio competitivo
Secondo quanto contenuto nella lezione e con riferimento ai fattori della competitività
territoriale, la natura delle determinanti secondo la distinzione di proposta da Kresl, le
classifica in: componenti del sistema socioeconomico locale e componenti del sistema
decisionale locale
Secondo quanto contenuto nella lezione e con riferimento ai fattori della competitività
territoriale, la presenza di istituzioni intermedie per strutturare e veicolare la domanda di
qualità territoriale appartiene alle : componenti del sistema decisionale locale
Secondo quanto contenuto nella lezione e con riferimento ai fattori della competitività
territoriale, Le piccole e medie imprese, diversamente, tendono a localizzarsi all'interno di aree
caratterizzate da: prossimità a subfornitori e concorrenti, disponibilità dell'informazione e
presenza di economie di localizzazione tradizionali
Secondo quanto contenuto nella lezione e con riferimento ai fattori della competitività
territoriale, secondo Amin e Thrift (1997): le relazioni di un sistema territoriale definiscono
la densità istituzionale, ovvero la caratteristica che garantisce l'integrità del sistema
sociale
Secondo quanto contenuto nelle lezioni, gli indici di misura della povertà umana proposti
sono: MULTIDIMENSIONALI
Secondo quanto contenuto nelle lezioni, il Barometro della Sostenibilità misura: il benessere
di una società rispetto allo sviluppo sostenibile attraverso il bilanciamento fra benessere
della comunità umana e dell'ecosistema
Secondo quanto contenuto nelle lezioni, il Resource Depletion Index (RPI) considera: la
necessità di individuare azioni per favorire lo sviluppo economico sostenibile, tenendo
conto del fatto che l'impiego delle risorse naturali non riproducibili non possa durare in
un orizzonte di lungo periodo
Secondo quanto contenuto nelle lezioni, il Resource Depletion Index (RPI) è calcolato come
rapporto fra: consumo delle risorse naturali non riproducibili e la costituzione di capitali
fissi realizzata dal sistema socio-economico, entrambe considerate in un dato periodo di
tempo
Secondo quanto contenuto nelle lezioni, il valore del lavoro non contabilizzato nel calcolo di
GPI consiste nel considerare: lavoro di volontariato e di quello svolto in famiglia
Secondo quanto contenuto nelle lezioni, l'Indicatore di Progresso Genuino (GPI) è stato
introdotto: come strumento per rispondere all'inadegautezza del PIL per misurare
benessere e sostenibilità, correggendo elementi di misurazione che sono contenuti anche
nel PIL
Secondo quanto contenuto nelle lezioni, l'indicatore proposto HPI-1: TIENE CONTO
DELLA DIGNITA’ DI VITA ATTRAVERSO UN ULTERIORE INDICATORE DI
SINTESI
Secondo quanto contenuto nelle lezioni, l'indicatore proposto HPI-2: considera la
deprivazione rispetto a possibilità di vita dignitose in percentuale della popolazione che
vive al di sotto della soglia di povertà
Secondo quanto emerso nella lezione e con riferimento ai beni pubblici locali, una delle
caratteristiche di questo tipo di beni è: l'assenza di una tariffa
Secondo quanto emerso nella lezione e con riferimento ai beni relazionali, la dimensione
territoriale rappresenta: una chiave di spiegazione della traiettoria di successo di
determinati sistemi territoriali
Secondo quanto emerso nella lezione e con riferimento ai beni relazionali, le economie di
urbanizzazione possono essere definite come: il risultato di un'elevata densità e varietà di
attività produttive, caratteristica propria di un sistema urbano, che individua economie
esterne all'impresa ed esterne al settore
Secondo quanto emerso nella lezione e con riferimento alla competizione territoriale, i due
principali elementi del modello secondo l'approccio di Porter (1990) sono: catena del valore e
ambito competitivo
Secondo quanto emerso nella lezione e con riferimento alla competizione territoriale, Il
modello di sintesi delle determinanti del vantaggio competitivo nazionale è: il diamante
competitivo
Secondo quanto emerso nella lezione e con riferimento alla competizione territoriale, il
modello locale che individua Kresl è: il distretto industriale
Secondo quanto emerso nella lezione e con riferimento alla competizione territoriale,
l'obiettivo del modello strategico di Porter (1990) è: analizzare la dimensione strategica
dell'azione di una impresa che sia interdipendente con l'ambiente
Secondo quanto emerso nella lezione e con riferimento alla competizione territoriale, la
catena del valore rappresenta lo strumento che descrive, secondo l'approccio di Porter (1990):
il complesso sistema delle attività e delle funzioni (elementari) distinte che concorrono
alla realizzazione del prodotto o del servizio
Secondo quanto emerso nella lezione e con riferimento alla competizione territoriale, la tesi di
Krugman per quanto riportato è che le: politiche orientate ad intervenire sul vantaggio
competitivo dei territori sono fallaci
Secondo quanto emerso nella lezione e con riferimento alla competizione territoriale,
nell'approccio desscritto ascribile al premio Nobel Paul Krugman è possibile affermare che: i
beni dei vari paesi sono concorrenti fra loro, ma i paesi sono contemporaneamente
mercati di esportazione e di importazione
Secondo quanto emerso nella lezione e con riferimento alla competizione territoriale, una
delle sei caratteristiche di un'economia urbana competitiva secondo l'approccio di Kresl è: la
produzione di beni e servizi ecocompatibili
Secondo quanto emerso nella lezione e con riferimento alla competizione territoriale, uno
degli elementi fondamentali rispetto alle capacità localizzate nell'approccio di Manskell risulta
essere: l'ambiente costruito
Secondo quanto emerso nella lezione e con riferimento alla competizione territoriale, uno dei
principali vantaggi competitivi secondo l'approccio di Porter (1995)relativamente alla
dimensione locale (urbana) risulta essere: la domanda locale di mercato
Secondo quanto emerso nella lezione e con riferimento alla natura dei beni relazionali,
l'economia è un sistema di relazioni che regolano il processo dello sviluppo economico per cui:
il processo economico è descritto dallo scambio di informazioni e dal coordinamento fra i
soggetti e le organizzazioni
Secondo quanto emerso nella lezione e con riferimento alla natura dei beni relazionali, la
dinamica del sistema territoriale dipende: dalla qualità delle interdipendenze comunicative e
dall'intensità delle interdipendenze comunicative
Secondo quanto emerso nella lezione e con riferimento alla natura dei beni relazionali, le
principali tipologia di questa tipologia di beni sono: tre, ed in particolare sociale, culturale
ed istituzionale
Secondo quanto emerso nella lezione e con riferimento alla produzione di beni relazionali,
l'esistenza di una rete sociale: rappresenta un passaggio fondamentale nella prima fase
dello sviluppo economico locale
Secondo quanto emerso nella lezione e con riferimento alla produzione di beni relazionali, le
scelte di politiche infrastrutturali: rendono fruibili per tutti i soggetti determinati beni
collettivi e sono un tipo di produzione consapevole
Secondo quanto emerso nella lezione e con riferimento alla produzione di beni relazionali,
Trigilia individua: tre processi che possono coesistere ed essere combinati fra di loro
Secondo quanto emerso nella lezione e rispetto alla natura dei beni relazionali, la scuola di
riferimento è: ISTITUZIONALISTA
Secondo quanto emerso nelle lezioni, Ecological Footprint: rappresenta una valutazione
dell'area biologicamente produttiva necessaria per la produzione delle risorse e per
assorbire rifiuti di un individuo
Secondo quanto emerso nelle lezioni, Ecological Footprint: rientra negli indicatori
tradizionali ed anche nelle nuove misure ambientali
Secondo quanto emerso nelle lezioni, gli approccio per la metdologia di costruzione degli
indici di povertà sono: 3
Secondo quanto emerso nelle lezioni, gli indicatori ambientali possono essere classificati in:
INDICATORI AGGREGATI E SERIE DI INDICATORI
Secondo quanto emerso nelle lezioni, i modelli di riferimento degli indicatori ambientali più
diffusi sono caratterizzati da una specifica struttura di relazioni basata sulla: CAUSALITA’
Secondo quanto emerso nelle lezioni, il modello PSR: sottolinea la relazione causa-effetto e
supporta i soggetti decisori per un approccio integrato di questioni economiche, sociali ed
ambientali
Secondo Dematteis lo sviluppo regionale locale è: Rappresentato dall'attivazione e dal
coinvolgimento diretto delle forze radicate sul territorio(3.5)

Secondo forze centrifughe e comportamento umano : Approccio sistemico


Secondo quale approccio l'uomo e' incapace di contrastare natura: determinismo(1.3)
Secondo quanto contenuto nelle lezioni, la misura della sostenibilità attraverso le serie dei
indicatori ha l'obiettivo della: convergenza sui principali temi connessi allo sviluppo
sostenibile con un riferimento temporale esteso
Secondo quanto contenuto nelle lezioni, la misura denominata ecoefficienza è ottenuta dal
rapporto fra: le prestazioni acquisite di capitale di origine antropica (numeratore) e le
prestazioni perdute del capitale naturale (denominatore)
Secondo quanto emerso nelle lezioni, Living Planet Index: una misura della ricchezza in
termini di risorse naturali

S econdo Marinelli: Più regioni elementari generano una regione complessa


Se aumenta l'incidenza dei materiali: La localizzazione è orientata verso il luogo di
reperimento della materie prime minerarie(2.3)

Se aumenta l'indice del costo della manodopera: Aumenta l'influenza del lavoro sulla
localizzazione(2.3)

Se aumentano le tendenze polarizzanti in una regione funzionale: si intensificano le


interdipendenze fra gli elementi(3.2) inv

Se l’uomo non è in grado di contrastare la natura,l’approccio di riferimento di questo assunto


a riferimento al : Determinismo

Secondo Attilio Celant: la forza aggregante dei sistemi territoriali può variare di intensità: è
alta nei sistemi territoriali evoluti, ben radicati e strutturati, è bassa nelle regioni in via di
formazione, nelle quali le componenti produttive mostrano palesi esigenze di consolidamento

Secondo De Matteis lo sviluppo regionale locale è: Rappresentato dall'attivazione e dal


coinvolgimento diretto delle forze radicate sul territorio(3.5)
Secondo i contenuti delle lezioni, gli indici di misura della povertà umana proposti sono:
COMPLESSI

Secondo il paradigma olistico: Il territorio è considerato «tutto insieme» ossia sono presi in
considerazione tutti gli elementi e tutte le relazioni(3.6 )

Secondo l'approccio deterministico, l'uomo: E'incapace di contrastare la natura(1.3)


Secondo l'approccio di Adalberto Vallega il compito della geografia è identificare: Gli stadi
attraverso cui le società si sono evolute e affrontare l'evoluzione del concetto di regione nei
paradigmi generali e scientifici disciplinari(1.3)

Secondo la costituzione cos’è la regione:( regione costituzionale):un esempio di regione con


specifiche funzioni legislative e compiti amministrativi1.1

Secondo quanto emerso a lezione l'evoluzione di un sistema territoriale è caratterizzato da un


processo di: crescita

Secondo quanto emerso a lezione la rivoluzione di un sistema territoriale è caratterizzato da un


processo di: sviluppo

Secondo quanto emerso a lezione, con accessibilità si intende: la sommatoria deisegmenti che
occorrono per connetter un nodo con l'altro

Secondo quanto emerso a lezione, con connettività si intende: il rapporto fra il numero
dei segmenti ed il numero dei nodi

Secondo quanto emerso a lezione, i fattori unificanti di un sistema territoriale sono:


essenzialmente di natura socio-economica

Secondo quanto emerso a lezione, il sistema territoriale: rappresenta una vera e propria
regione sistemica

Secondo quanto emerso a lezione, la rete territoriale può essere costituita da diverse elementi,
fra cui: nodi
Secondo quanto emerso a lezione, un sistema entra in crisi a causa della: perdita del legame fra
la popolazione ed il territorio

Secondo quanto emerso a lezione, un territorio dotato di trama che permette il superamento
della sfida alla complessità ,è un territorio: strutturato

Secondo quanto emerso nelle lezioni il progetto relativo al Benessere equo e sostenibile: offre
una misurazione della vita di una comunità umana in termini di condizioni di vita,
comportamenti, relazioni sociali, le opportunità e le prospettive singolarmente ed in aggregato

Secondo quanto emerso nelle lezioni, costruire indici sintetici attraverso il


livellamento delle differenze specifiche: permette il confronto dei risultati
nell'ambito di un modello utilizzato

Secondo quanto emerso nelle lezioni, è un esempio di programma di azione ambientale:


Agenda 21

Secondo quanto emerso nelle lezioni, è un esempio di programma di azione ambientale:


Millenniun Development Goal

Secondo quanto emerso nelle lezioni, fra gli obiettivi relativi al nuovo approccio
mutidimensionale vi è la/il: promozione dei diritti umani e della partecipazione
democratica

Secondo quanto emerso nelle lezioni, Gender Empowerment Measure si concentra su:
opportunità delle donne
Secondo quanto emerso nelle lezioni, Gender-Related Development Index considera le: stesse
variabili di HDI

Secondo quanto emerso nelle lezioni, Gender-Related Development Index risulta come una
media: non ponderata

Secondo quanto emerso nelle lezioni, gli indicatori complessi per la misurazione dello
sviluppo sono: migliori degli indicatori semplici

Secondo quanto emerso nelle lezioni, gli obiettivi che si volevano ottenere con il nuovo
approccio multidimensionale sono stati: raggiunti in parte Secondo quanto emreso nelle
lezioni, gli obiettivi che si volevano ottenere con il nuovo approccio multidimensionale sono
stati: raggiunti in parte

Secondo quanto emerso nelle lezioni, i sistemi territoriali sono: dipendenti dal processo
regionale

Secondo quanto emerso nelle lezioni, il BES è composto da: 130 indicatori suddivisi in 12
domini

Secondo quanto emerso nelle lezioni, il concetto di equilibrio deve soddisfare fra le
condizioni quella in cui: le componenti del sistema sono isolate dall'ambiente esterno
Secondo quanto emerso nelle lezioni, il concetto di equilibrio deve soddisfare fra le condizioni
quella in cui: le variabili di stato non si modificano nel tempo e si possono verificare variazioni
di alcune variabili

Secondo quanto emerso nelle lezioni, il dibattito sul tema della relazione fra crescita e
sviluppo: È nato negli anni Cinquanta ed è ancora attuale

Secondo quanto emerso nelle lezioni, il pensiero dello sviluppo sostenibile dipende anche:
dalle mode e dal dibattito scientifico

Secondo quanto emerso nelle lezioni, il principio equità intergenerazionale: sancisce


l'obiettivo di garantire anche alle generazioni successive le medesime opportunità di sviluppo
di quelle passate

Secondo quanto emerso nelle lezioni, il principio equità intragenerazionale: deve essere
garantita parità di accesso alle risorse per tutti gli abitanti del Pianeta

Secondo quanto emerso nelle lezioni, il processo di evoluzione che determina la retroazione
può essere di tipo: morfodinamico

Secondo quanto emerso nelle lezioni, il processo di evoluzione che determina la


retroazione può essere di tipo: morfostatico

Secondo quanto emerso nelle lezioni, il sistema territoriale: crea relazioni con
l'ambiente esterno e ne riceve gli impulsi
Secondo quanto emerso nelle lezioni, il tema dello sviluppo sostenibile dagli anni Novanta: È
centrale del dibattito scientifico

Secondo quanto emerso nelle lezioni, il tentativo di superamento della visione sulla sviluppo
umano antedecente agli anni Ottanta è avvenuto da parte di: UNDP
Secondo quanto emerso nelle lezioni, il tentativo di superamento della visione sulla sviluppo
umano antedecente agli anni Ottanta era ascrivibile alla teoria economica: classica

Secondo quanto emerso nelle lezioni, il territorio è in alternativa: una costruzione spaziale e
non in alternativa una costruzione socio-politica

Secondo quanto emerso nelle lezioni, in Gender Empowerment Measure la


Percentuale Equivalente Distribuita Equamente calcola: per tutte le variabili
dell'indice

Secondo quanto emerso nelle lezioni, in un sistema a riposo: non sono consentiti scambi con
l'esterno

Secondo quanto emerso nelle lezioni, l'efficacia e l'efficienza degli indici: dipende dalla
capacità di comprensione dello stato di ogni paese

Secondo quanto emerso nelle lezioni, l'indice Gender Empowerment Measure misura: il
grado di partecipazione attiva alla vita economica e politica da parte delledonne

Secondo quanto emerso nelle lezioni, l'indice Gender-Related Development Index misura: lo
sviluppo umano tenendo conto delle diseguaglianze esistenti tra uomo e donna

Secondo quanto emerso nelle lezioni, l'indice Human Poverty Index misura: se gli individui
all'interno delle loro società dispongano o meno delle opportunità necessarie per condurre una
vita lunga e sana e per godere di un tenore di vita dignitoso

Secondo quanto emerso nelle lezioni, l'iniziativa Better Life Initiative :offre una comprensione
delle determinanti del benessere delle persone e degli stati

Secondo quanto emerso nelle lezioni, la classificazione propria dei modelli stadiali è di tipo:
essenzialmente descrittiva

Secondo quanto emerso nelle lezioni, la concezione di ambiente verso la fine


delsecolo scorso è: cambiato anche in relazione alla visione della crescita

Secondo quanto emerso nelle lezioni, la definizione di sviluppo sostenibile come

Secondo quanto emerso nelle lezioni, la maggior parte dei sistemi territoriali è:dinamico

Secondo quanto emerso nelle lezioni, la relazione di crescita in un sistema territoriale può
essere di tipo: deterministico

Secondo quanto emerso nelle lezioni, la relazione di crescita in un sistema territoriale può
essere di tipo: stocastico

Secondo quanto emerso nelle lezioni, le dimensioni dello sviluppo sono: economica, sociale
ed ambientale

Secondo quanto emerso nelle lezioni, le dimensioni dello sviluppo sono: migliori degli
indicatori semplici

Secondo quanto emerso nelle lezioni, le dimensioni economica e sociale sono: interconnesse

Secondo quanto emerso nelle lezioni, le variabili di natura territoriale rispetto alla crescita
allometrica: tendono ad obbedire a questa legge in alcuni casi

Secondo quanto emerso nelle lezioni, lo sviluppo con l'inserimento della componente
ambiente è: multidimensionale

Secondo quanto emerso nelle lezioni, nelle discipline territoriale il concetto di ambiente: ha
seguito l'evoluzione del pensiero geografico

Secondo quanto emerso nelle lezioni, possibilità di vivere una vita lunga e salutare, di
acquisire conoscenze ed accedere alle risorse necessarie per uno standard decente di vita è
da attribuirsi a: Nazioni Unite

Secondo quanto emerso nelle lezioni, se le oscillazioni di un sistema territoriale sono


"ammortizzate", esso è: stabile ed in equilibrio

Secondo quanto emerso nelle lezioni, stabilità ed equilibrio sono: differenti


Secondo quanto emerso nelle lezioni, stabilità locale e stabilità globale: non sono sinonimi

Secondo quanto emerso nelle lezioni, una delle ipotesi della crescita allometrica è: che lo stato
del sistema ad un certo tempo dipende dallo stato al tempo precedente

Secondo quanto emerso nelle lezioni, una delle ipotesi della crescita allometrica è:
l'esistenza di una relazione costante fra le crescite differenziali dei diversi elementi del
sistema territoriale nel suo complesso
Secondo quanto emerso nelle lezioni, una delle principali funzioni degli indicatori ambientali è
relativa alla: PIANIFICAZIONE

Secondo quanto emerso nelle lezioni, una delle questioni aperti dei modelli stadiali rispetto
alle discipline territoriali è se: il sistema territoriale sia capace ed in che modo di realizzare
un proprio e specifico processo di sviluppo orientato relativo alle proprie caratteristiche

Secondo quanto emerso nelle lezioni,se le oscillazioni di un sistema territoriale sono "ampie"
esso è: instabile

Secondo quanto riportato nelle lezioni e con riferimento alla definizione di Raffestin, la
territorializzazione può essere definita come : un processo di appropriazione dello spazio
(progressivo e non additivo) che consiste proprio nella progettazione di un sistema umano di
intenzioni su una proiezione di superficie terrestre.

Secondo quanto riportato nelle lezioni, il concetto di territorio è: complesso e non può
essere scomposto, ridotto e semplificato

Secondo quanto riportato nelle lezioni, il concetto di territorio offre e permette dunque una
lettura ed una comprensione delle relazioni: ambiente-uomo Secondo quanto riportato nelle
lezioni, le relazioni territoriali si classificano in due tipologie: orizzontal i e verticali

Secondo quanto riportato nelle lezioni, il processo TDR consente la comprensione: della
regione complessa

Secondo quanto riportato nelle lezioni, il territorio delle società umane è: È un sistema socio-
spaziale fondato su comportamenti di comunicazione, cooperazione e scambio

Secondo quanto riportato nelle lezioni, Il territorio si trasforma: spazio organizzato dal
processo di territorialità di un gruppo umano

Secondo quanto riportato nelle lezioni, l'acrononimo TDR sta per: territorializzazione,
deterritorializzazione, riterritorializzazione

Secondo quanto riportato nelle lezioni, la deterritorializzazione può essere definita


come:l'abbandono del territorio ovvero (altra interpretazione) soppressione dei limiti e delle
frontiere; corrisponde alla crisi (scomparsa dei limiti)
Secondo quanto riportato nelle lezioni, La parola territorio individua nel linguaggio comune:
il campo delle attività umane

Secondo quanto riportato nelle lezioni, la relazione fra spazio e territorio: individua categorie
differenti per indicare il concetti differenti
Secondo quanto riportato nelle lezioni, la riterritorializzazione può essere definita come: lo
stato che interviene a valere per il territorio perduto; riprendere il territorio

Secondo quanto riportato nelle lezioni, la territorialità può essere evidentemente intesa come:
uno stato compiuto che corrisponde ad un insieme codificato di relazioni

Secondo quanto riportato nelle lezioni, le fasi della territorializzazione consistono in: 3 forme
di controllo

Secondo quanto riportato nelle lezioni, lo spazio è un contenitore dove ogni corpo: ha una
posizione assoluta ed unica

Secondo quanto riportato nelle lezioni, per la comprensione della struttura territoriale è
necessaria: la lettura incrociata delle relazioni

Secondo quanto riportato nelle lezioni, seguendo la definizione di Dematteis (1996) è


possibile affermare che: Lo spazio è un’entità preesistente all’azione dell’uomo che si
descrive come insieme di attributi, caratteristiche (risorse, geologia, rilievo, clima)
Secondo quanto riportato nelle lezioni, seguendo la definizione di Raffestin, (1984) è
possibile affermare che: l’insieme delle relazioni che una società, e perciò gli individui che
ne fanno parte, intrattengono con l’esteriorità e l’alterità per soddisfare i propri bisogni con
l’aiuto di mediatori, nella prospettiva di ottenere la maggiore autonomia possibile, tenendo
conto delle risorse del sistema.

Secondo quanto riportato nelle lezioni, seguendo la definizione di territorio di de matteis


(1996) è possibile affermare che: il territorio è un concetto artificiale che rappresenta la
proiezione e l’organizzazione dello spazio

Secondo quanto riportato nelle lezioni, seguendo la definizione di territorio di Dematteis


(1996) è possibile affermare che: il territorio è un concetto artificiale che rappresenta la
proiezione e l’organizzazione dello spazio.

Secondo Toschi: Esistono due tipi di regione, speciali e integrali che possono essere
combinate

Secondo Von Bertanlaffy: Il sistema è un complesso di elementi interagenti che si evolvono


verso una traiettoria temporale e si trasformano nella loro costante relazione con l'ambiente ed
in rapporto agli obiettivi a cui tendono(3.6 )

Seecondo quanto contenuto nelle lezioni, la misura IRSA : considera le spese ambientali un
fattore positivo che controbilancia la pressione ambientale negativa

Separazione fra luoghi di produzione e luoghi di consumo e' un'ipotesi della: teoria classica
della localizzazione(1.5 inv.)

Si rifiuta il principio di causalità unidirezionale : Possibilismo

Umberto Toschi nel 1957: suddivide i fattori condizionanti l'attività agricola in interni ed
esterni(2.1)

Un'impresa propende per una scelta ubicativa sul luogo di mercato: Se il rapporto fra il costo
di trasporto dei prodotti finiti e il costo delle materie prime è almeno uguale a 1(2.4)

Un esempio di regione naturale è la: Regione umida(1.3) inv

Un milieu d'innovazione è: Un insieme specifico di relazioni di produzione e di


management, basate su un'organizzazione sociale che condivide una cultura del lavoro e
obiettivi strumentali volti alla generazione di nuova conoscenza, nuovi processi e nuovi
prodotti (4.9)

Un modello centro-periferia rappresenta una: strutturazione in forma generale di teoria


dello sviluppo polarizzato(3.4)
Un sistema territoriale è: Una regione complessa(3.6 )

Una critica al modello di Von Thünen è: la pendenza negativa della curva di rendita(2.1)

Una critica al modello di Von Thünen è: la successione delle fasi concentriche(2.1)


Una possibile definizione di sviluppo sostenibile: e' che sviluppo che garantisce i bisogni
delle generazioni attuali senza compromettere la possibilità che le generazioni future
riescano a soddisfare i propri(3.3)

Una regione valutaria: E' un esempio di regione omogenea e non di regione naturale(1.3)

Una regione complessa può essere definita come: Una regione formale collegata ad una
regione funzionale

Una regione sistemica è: Caratterizzata in senso unitario dalla compresenza di un insieme di


fattori unificanti

Una teoria rappresenta: L'insieme di passaggi logici che permettono di giungere partendo
da ipotesi all'esplicitazione di una tesi e delle sue conseguenze sul territorio (1.2)

Uno spazio organizzato dal processo di territorialità definisce il : Il territorio

Uno spazio organizzato dal processo di territorialità da parte di un gruppo umano è la


definizione propria di: territorio

Potrebbero piacerti anche