Sei sulla pagina 1di 1

VIELLA

Marcello Mustè
Marxismo e filosofia della praxis
Da Labriola a Gramsci

Nello sviluppo del marxismo europeo il contributo del pensiero italiano manifesta una
spiccata peculiarità, che trova nella formula della “filosofia della praxis” una sintesi effi-
cace.
Dagli scritti di Antonio Labriola alle ultime note di Antonio Gramsci, con la mediazione di
autori quali Benedetto Croce, Giovanni Gentile e Rodolfo Mondolfo, la filosofia della praxis
diventa il fulcro di una ricerca innovativa, che si connette a motivi profondi della tradizione
nazionale (dal Rinascimento alla “riforma della dialettica” di Bertrando Spaventa) e che
tende alla elaborazione di un diverso senso della “ortodossia”.
Nel pensiero di Gramsci la parabola del marxismo italiano si stringe nei temi della costitu-
zione del soggetto politico, della natura della democrazia moderna e del nesso tra cosmo-
politismo e storie nazionali. Le grandi categorie della meditazione gramsciana riflettono
Settembre 2018
pp. 332, 15x21 cm, bross. così una lunga vicenda storica e teorica (che il libro ricostruisce in maniera dettagliata) e
ISBN: 9788867289967 | € 29,00 dischiudono prospettive ancora attuali per la comprensione del presente.

COLLANA Marcello Mustè insegna Filosofia teoretica presso la Sapienza - Università di Roma. Fa
I libri di Viella, 293 parte del Consiglio di indirizzo scientifico della Fondazione Gramsci Onlus. È autore di
numerosi studi sulla storia della cultura e della filosofia italiana, tra cui le monografie su
Vincenzo Gioberti, Benedetto Croce, Adolfo Omodeo, Franco Rodano e Felice Balbo.

INDICE
II. Antonio Gramsci
Prefazione
5. Gli Appunti di filosofia
I. Da Labriola a Mondolfo 1. Considerazioni preliminari
1. Antonio Labriola 2. La ripresa di Labriola
1. Preistoria del terzo saggio 3. Il rovesciamento della prassi (Gramsci e Marx)
2. Filosofia della praxis e genesi delle idee 4. Da Marx a Hegel
3. Il comunismo critico 5. Il blocco storico
4. Il ritmo della storia 6. Materialismo e idealismo: la realtà del mondo esterno
5. L’ultimo Labriola 7. Il senso comune
2. Benedetto Croce 8. La natura provvisoria della filosofia della praxis
1. Croce e Labriola 9. La traducibilità
2. La questione del canone e il paragone ellittico 6. Le note su Dante
3. L’utile e la praxis 1. Il codice di Cavalcante
3. Giovanni Gentile 2. Le undici note su Dante
1. Tra Labriola e Croce 3. Poesia e struttura
2. La critica del materialismo storico e la prassi rovesciata 4. Estetica e catarsi
3. Autoprassi 7. L’Anti-Croce
4. Il sentimento come praxis 1. Osservazioni preliminari sui Quaderni “speciali”
4. Rodolfo Mondolfo 2. Le prime riflessioni sulla Storia d’Europa e le origini dell’Anti-Croce
1. Marx e Feuerbach 3. Egemonia di Croce?
2. Friedrich Engels e il materialismo storico 4. La “dialettica dei distinti”
3. Lenin e la rivoluzione russa 5. Il residuo speculativo e il destino della filosofia
4. Mondolfo e Gramsci 8. Praxis
1. Egemonia e critica
2. Gli intellettuali
3. Il moderno Principe
Indice dei nomi

Viella Libreria editrice


via delle Alpi, 32 00198 ROMA
tel: 06 84 17 758 | fax: 06 85 35 39 60
www.viella.it | info@viella.it

Potrebbero piacerti anche