Sei sulla pagina 1di 2

1)

Il dominio Mondiale dell'Europa

Qual era il rapporto fra L'Europa e il resto del mondo?

Il primato economico dell'europa si trasformò in un dominio imperialistico sull'asia e africa che alimentò
delle tensioni fra le potenze.

Quali tensioni minavano la stabilità dell'europa nella belle epoche?

La belle epoche fu segnata da un grande sviluppo economico e scientifico.

che però viene turbata dall'eccesso delle masse alla politica e dal declino dell'impero ottomano.

L'età Giolittiana

Quale fu l'innovativa proposta politica di Giolitti?

Nel 900 ci furono degli scontri sociali in Italia che portarono i liberali riformisti al governo.

Giolitti divenne ministro dell'interno e presidente del consiglio. Egli attuò un programma di riforme
(come la statalizzazione delle ferrovie) in cui rientrava la neutralità dello stato d'avanti allo scontro tra
imprenditori e lavoratori, così da avvicinare le masse popolari allo stato.

Come si giunse alla crisi degli equilibri politici giolittiani?

Il partito socialista italiano nel 1904 iniziò ad assumere un orientamento rivoluzionario, nasce
l'associazione nazionalista italiana che indusse il governo alla guarra contro l'impero ottomano.

Giolitti sottoscrisse il patto gentiloni per contrastare l'avanzamento del partito socialista.

e infine si dimette passando il testimone a salandra

2)

Lo scoppio della guerra

Quali furonno le condizioni che portarono alla prima guerra mondiale?

Furono un insieme di condizioni e decisioni sbagliate prese dai governi europei.

Le condizioni furono:

le rivalità fra gli stati europei dovuta alla crescita della germania.

la triplice alleanza ( germania, austria e italia) e intesa

la corsa agli armamenti


Scoppio della guerra

A causa dell'attentato a sarajevo, l'austria dichiara guerra alla serbia dove viene aiutata dalla germania
che provoca la trappola delle alleanze.

l'italia voleva entrare nell'intesa per ottenere il trentino, l'alto adige e la venezia giulia.

In italia si fronteggiavano due opinioni sull'entrare in guerra

neutralisti che non volevano la guerra perchè pensavano che l'italia era troppo debole come liberali
giolittiani, socialisti e cattolici.

interventisti che erano favorevoli poichè pensavano che la vittoria avrebbe portato l'itali a diventare una
grande potenza europea (nazionalisti mussolini)

Il governo di Salandra era favorevole alla guerra e sottoscrisse il patto di londra all'insaputa del
parlamento.

Svolgimento della guerra

Si passa da una guerra di movimento, cioè una guerra offensiva che si sviluppa in tempi brevi, però la
francia riesce a bloccare i tedeschi e si passa a una guerra di logoramento, si usano le trincee e la guerra
provoca una profonda crisi per gli stati.

Vittoria intesa

Vince per l'aiuto degli stati uniti , 1998 vince l'intesa, l'esercito italiano era stato arretrato fino al fiume
piave, dove sconfisse l'austria. In Germania si faceva sempre più instabile: una rivoluzione porta
guglielmo 2 a fuggire, e l'11 novembre il governo del social democratico che aveva assunto la guida della
repubblica chiese l'armistizio.

La Rivoluzione Russa

Potrebbero piacerti anche