Sei sulla pagina 1di 2

 

 
 
L’acqua è un bene comune e un diritto L’acqua è un bene comune e un diritto
umano universale. Un bene essenziale che umano universale. Un bene essenziale che
appartiene a tutti. Nessuno può appartiene a tutti. Nessuno può
appropriarsene, né farci profitti. L’attuale appropriarsene, né farci profitti. L’attuale
governo ha invece deciso di consegnarla ai governo ha invece deciso di consegnarla ai
privati e alle grandi multinazionali. Noi tutte privati e alle grandi multinazionali. Noi tutte
e tutti possiamo impedirlo, sostenendo oggi e tutti possiamo impedirlo, sostenendo oggi
la campagna e votando 2 SI quando, il 12 e la campagna e votando 2 SI quando, il 12 e
13 giugno prossimi, saremo chiamati a 13 giugno prossimi, saremo chiamati a
decidere. E’ una battaglia di civiltà. decidere. E’ una battaglia di civiltà.
Nessuno si senta escluso. Nessuno si senta escluso.
PRIMO QUESITO: fermare la privatizzazione dell’acqua PRIMO QUESITO: fermare la privatizzazione dell’acqua
Si propone l’abrogazione dell’art. 23 bis (dodici commi) della Legge n. Si propone l’abrogazione dell’art. 23 bis (dodici commi) della Legge n.
133/2008 , relativo alla privatizzazione dei servizi pubblici di rilevanza 133/2008 , relativo alla privatizzazione dei servizi pubblici di rilevanza
economica. economica.

VOTA Sì: Abrogare questa norma significa contrastare l’accelerazione VOTA Sì: Abrogare questa norma significa contrastare l’accelerazione
sulle privatizzazioni imposta dal Governo e la definitiva consegna al sulle privatizzazioni imposta dal Governo e la definitiva consegna al
mercato dei servizi idrici in questo Paese. mercato dei servizi idrici in questo Paese.

SECONDO QUESITO: fuori i profitti dall'acqua SECONDO QUESITO: fuori i profitti dall'acqua
Si propone l’abrogazione dell’’art. 154 del Decreto Legislativo n. 152/2006 Si propone l’abrogazione dell’’art. 154 del Decreto Legislativo n. 152/2006
(c.d. Codice dell’Ambiente), limitatamente a quella parte del comma 1 che (c.d. Codice dell’Ambiente), limitatamente a quella parte del comma 1 che
dispone che la tariffa per il servizio idrico è determinata tenendo conto dispone che la tariffa per il servizio idrico è determinata tenendo conto
dell’ “adeguatezza della remunerazione del capitale investito”. dell’ “adeguatezza della remunerazione del capitale investito”.

VOTA Sì: Abrogando questa parte dell’articolo sulla norma tariffaria, si VOTA Sì: Abrogando questa parte dell’articolo sulla norma tariffaria, si
elimina il “cavallo di Troia” che ha aperto la strada ai privati nella gestione elimina il “cavallo di Troia” che ha aperto la strada ai privati nella gestione
dei servizi idrici: si impedisce di fare profitti sull'acqua.

Quando vorrai gettare questo volantino, ricordati di usare gli appositi bidoni per la carta Quando vorrai gettare questo volantino, ricordati di usare gli appositi bidoni per la carta