Sei sulla pagina 1di 1

- Le terminazioni sensitive primarie di un fuso neuromuscolare incrementano la loro frequenza di scarica in

conseguenza di un aumento? Lunghezza dello stesso muscolo


- Le vie convergenti : riducono il grado di separabilità dei segnali sensitivi. Riescono a rendere l'info meno
specifica.
- Il riflesso H : evoca risposte indirette che sono addiritture riflesse
- Il riflesso inverso da stiramento da quali recettori origina : Organi muscolotendinei di Golgi e controllano la
forza muscolare
- La presenza di recettori fasici sulla cute : riconoscere superfici discontinue
- Le cellule complesse della corteccia visiva : sono sensibili all'orientamento della barra luminosa e insensibili
alla posizione
- L'area supplementare motoria : programma sequenze motorie (ha in sé uno schema motorio di servizio)
- Il riflesso vestibolare : è una risposta oculare ai movimenti rapidi della testa (fase lenta)
- La coattivazione alfa e gamma motoneuroni : rende il fuso segnalatore di errori (modifica la sensibilità fuso per
renderlo sensibile all'errore di movimento)
- I canali semicircolari servono a sentire : accelerazioni angolari della testa
- Le UM piccole (toniche) sono, rispetto alle fasiche : attivabili da comandi centrali di minore entità
- I movimenti rapidi si differenziano da quelli di inseguimento lento perchè : sono predefiniti e non controllabili
durante l'esecuzione del movimento.
- Allodinia meccanica : è la trasformazione della sensibilità tattile in dolorifica
- La percussione di un tendine di un muscolo provoca il riflesso miotatico fasico per l'attivazione di : fibre
afferenti ai fusi di tipo Ia
- I riflessi spinali superficiali : sono polisinaptici, flessori, inibiti dalla lesione extrapiramidale
- I riflessi spinali profondi di un quadrupede : sono monosinaptici, estensori, facilitati dalla lesione
extrapiramidale
- Le vie visive centro "on" e centro "off" sono utili a : aumentare le risposte al contrasto visivo
- Il riflesso vestibolooculare : impedisce lo scorrimento dell'immagine sulla retina + serve al coordinamento del
movimento della testa con gli occhi
- Alterazione non conseguente la lesione cerebellare : tremore a riposo (Parkinson)
- Ruolo del putamen : controllo della tattica
- La tonicità del muscolo dipende : dalla lunghezza del muscolo ma non linearmente
- Legge di stevens : la risposta è < di 1 su un compito e = a 1 sull'altro
- Le UM lente : hanno frequenza di fusione tetanica minore delle fibre rapide
- Gli aggiustamenti posturali sono organizzati : feedback, feedforward e sono adattabili
- La discriminazione tattile... : aumenta per l'organizzazione periferica e centrale dei circuiti e dei recettori
- I circuiti dei nuclei della base facilitano il movimento per azione della dopamina... : tutte e due
- I mediatori della via del dolore... : serotoninergici e noradrenergici
- Ruolo delle cellule ciliate esterne : amplificano le oscillazioni meccaniche tra membrana tectoria e cellule
ciliate
- I segnali acustici vengono amplificati nell'aria maggiormente : diversa superficie della membrana del timpano
e finestra ovale
- Il salto di potenziale tra liquidi extra/intracellulari nelle cellule ciliate dell'organo di corti è : > di 70 mV
- La curva di adattamento al buio è bifasica per la presenza di : due recettori a diversa sensibilità e saturazione
- Le vie divergenti : permettono l'analisi in parallelo dei segnali
- Quale ruolo del cervelletto non è vero : Efference - Copy
- La disparità retinica nell'area di Panum : è utile per l'accomodazione
- Quale recettore sente la posizione assoluta della testa nello spazio (quindi la gravità)? Recettori otolitici
- L'analisi dei segnali visivi avviene in serie, in parallelo o in nessuno dei modi? In parallelo
- Corrente al buio interrotta da : < cGMP
- Attività gamma nei fusi nei movimenti passivi : aumenta sensibilità dei fusi allo stiramento
- I campi recettivi delle fibre del nervo ottico a centro ........ : > sens. contras (non si capisce)