Sei sulla pagina 1di 18

Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria

Facoltà di Ingegneria
Esame di Stato per l’Abilitazione all’Esercizio della Professione di
Ingegnere
Traccia di Idraulica – Vecchio Ordinamento
Sessione: Giugno 2005, 1a Sessione

Tema n. 1

Utilizzando i dati del Servizio Idrografico e Mareografico Nazionale si è ricavata la portata di piena
Qc = 200 m3/s, nel bacino idrografico di 12 Km2 con lunghezza del corso d’acqua principale di 8
km , ubicato nella località di Cittanova.
Utilizzando i dati relativi alle caratteristiche del terreno del bacino in esame si progetti una briglia a
gravità.

Peso angolo di porosità Coefficiente Peso Peso


specifico attrito di spinta a specifico specifico
cls riposo materiale acqua
asciutto
 (N/m )  (°)   (N/m ) sat (N/m )
3 3 3
n
24000 30 0,280 0,5 25500 9810

Per la verifica a sifonamento si utilizzi la tabella di Lane allegata.


Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria
Facoltà di Ingegneria
Esame di Stato per l’Abilitazione all’Esercizio della Professione di
Ingegnere
Traccia di Idraulica – Vecchio Ordinamento
Sessione: Giugno 2005, 1a Sessione

Tema n.2

Si progetti una diga a parete verticale da realizzarsi nella località di Crotone utilizzando i dati
ondametrici relativi alle diverse soglie di altezza significativa riportati in tabella. Si assumano i
seguenti valori dei parametri caratteristici della località:
a10  3.3m, b10  82 ore.
Si assuma una profondità del fondale di 20 m e si utilizzino le tabelle (allegato A) tratte dalle
Istruzioni Tecniche per la progettazione delle dighe marittime (1995).
Inoltre si descrivano le fasi costruttive necessarie alla costruzione dell’opera.
Infine si descriva una prova su un modello in scala ridotta da realizzarsi in una vasca di
laboratorio di ingegneria marittima di assegnata profondità pari a 1m.

Valori di registrazioni di altezze significative

Hsmin Hsmax Registr.

0 0,5 14149
0,5 1 7262
1 1,5 3145
1,5 2 1416
2 2,5 665
2,5 3 288
3 3,5 141
3,5 4 68
4 4,5 33
4,5 5 26
5 5,5 8
5,5 6 1
6 6,5 0
6,5 7 0
Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria
Facoltà di Ingegneria
Esame di Stato per l’Abilitazione all’Esercizio della Professione di
Ingegnere
Traccia di Strutture – Vecchio Ordinamento
Sessione: Giugno 2005, 1a Sessione

Tema 1

Progettare un attraversamento pedonale mediante una passerella la cui luce libera è indicata in ml.
18. 00.
L’intervento è ipotizzato in alta collina, circa 800 mt.s.l.m., e servirà a collegare le sponde di un
corso d’acqua a carattere torrentizio. Il dislivello tra il piano di posa della passerella ed il pelo libero
dell’acqua è stimabile in mt. 8.00.

Si richiede:

1. La formulazione dello schema statico di funzionamento per l’idea progettuale proposta


2. Relazione giustificativa delle scelte per i materiali costituenti la struttura
3. Analisi e verifica degli elementi strutturali
4. Disegni di insieme (di massima)
5. Dettagli costruttivi più significativi
Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria
Facoltà di Ingegneria
Esame di Stato per l’Abilitazione all’Esercizio della Professione di
Ingegnere
Traccia di Strutture – Vecchio Ordinamento
Sessione: Giugno 2005, 1a Sessione

Tema 2

Progettare un impalcato carrabile, destinato a parcheggio autovetture, sviluppato su una pianta


quadra avente lato pari a mt.10.00. La quota dell’impalcato, rispetto al piano di campagna, è
prevista di mt. 4.50. L’intervento è previsto in un sito posto in prossimità della linea di costa.
Tenere in conto che si opera in sito la cui classificazione, ai fini sismici, è di prima categoria.

Si richiede:

1. La formulazione dello schema statico dell’impalcato e del sistema strutturale verticale ipotizzato
2. Relazione dettagliata delle scelte statiche e dei materiali costituenti le strutture
3. Analisi e verifiche degli elementi strutturali attinenti l’impalcato
4. Disegni di inseme (di massima)
5. Relazione di massima circa la risposta attesa dagli elementi strutturali verticali
6. Dettagli costruttivi più significativi
Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria
Facoltà di Ingegneria
Esame di Stato per l’Abilitazione all’Esercizio della Professione di
Ingegnere
Traccia di Trasporti – Vecchio Ordinamento
Sessione: Giugno 2005, 1a Sessione

Tema n° 1

Sia dato il sistema territoriale schematizzato in figura e suddiviso in quattro zone di traffico
omogenee (1, 2, 3, 4). Si consideri l’esistenza del solo modo di trasporto autovettura nella
situazione attuale e di due modi di trasporto (autovettura e trasporto collettivo) nella situazione di
progetto.

5 6

4 7
3

Centroide Ramo della rete Ramo della rete di trasporto


stradale collettivo

1. Applicando un modello di domanda a stadi, ricavare i carichi di traffico sulla rete nell’ora di
punta del mattino nella condizione del sistema proposta.

Per la soluzione si utilizzino: modelli emissione indice per categoria; modello di distribuzione
per il generico motivo s, tra la generica coppia O/D, di tipo Logit con l’attributo di costo
“soddisfazione per tutti i modi”; modello di scelta modale di tipo Logit; modello di scelta del
percorso di tipo Logit considerando nell’insieme di scelta in ciascuna coppia O/D i 2 percorsi
con minor tempo di percorrenza per la rete stradale e di tipo tutto o niente per quella di
trasporto collettivo. Si consideri per il calcolo delle probabilità di scelta del percorso i tempi su
rete non congestionata.
Si utilizzino parametri appropriati per le funzioni di offerta e di domanda.
Zona Popolazione Attivi Addetti Addetti al terziario
1 4000 3000 0 0
2 0 0 1800 300
3 0 0 400 120
4 0 0 800 130

Parametro Unità di misura motivo Valore Note


dell’attributo
mcCL Attivi casa-lavoro 0.7 ora di punta del mattino
mcCA Popolazione casa-altri motivi 0.13 ora di punta del mattino

1CL loge Addetti casa-lavoro 1.1


1CA loge Addetti al terziario casa-altri motivi 0.7
2 Soddisfazione per tutti i tutti -1.0
modi

1 Tempo (h) tutti -1.5


2 Costo (1000 £) tutti -0.15
3AUTO Preferenza modale AUTO tutti 1.5

1 Tempo (h) tutti -0.005

Arco lunghezza (m) larghezza velocità in autovettura


(m) (km/h)
1-5 / 2-6 / 3-7 / 4-8 e viceversa 300 --- 30
5-6 / 5-6 / 5-7 e viceversa 7000 5 40
7-6 / 7-8 e viceversa 4500 4 40

Si progetti il sistema di trasporto collettivo nella situazione di progetto (ad anello bidirezionale),
utilizzando mini-bus di 35 utenti/bus di capacità.

Si valuti per la situazione attuale e per quella di progetto:


 La ripartizione modale;
 Il numero totale di spostamenti in ciascun modo;
 La saturazione per il ramo più saturo di ciascun modo;
 Il costo complessivo per gli utenti in un anno;
 La soddisfazione complessiva per gli utenti in un anno;
 Il costo per il gestore del sistema di trasporto collettivo.
Si confrontino i risultati mediante analisi multi-criterio.
Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria
Facoltà di Ingegneria
Esame di Stato per l’Abilitazione all’Esercizio della Professione di
Ingegnere
Traccia di Strade – Vecchio Ordinamento
Sessione: Giugno 2005, 1a Sessione

Tema n°2

Il Candidato analizzi l’allegata carta a curve di livello (scala 1:2000) e, individuando la


sezione più idonea in base alle indicazioni riportate nel D.M. 5/11/01, progetti una
infrastruttura stradale tra i punti indicati “A” e “B”.
In particolare, il candidato approfondisca i seguenti aspetti progettuali:
1) andamento planimetrico;
2) andamento altimetrico;
3) coordinamento plano-altimetrico;
Infine, elabori almeno due sezioni tipo ed una dettagliata relazione riportando le
caratteristiche tecniche, economiche e ambientali del tracciato proposto.
Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria
Facoltà di Ingegneria
Esame di Stato per l’Abilitazione all’Esercizio della Professione di
Ingegnere
Traccia di Strutture – Vecchio Ordinamento
Sessione: Giugno 2005, 1a Sessione

Tema 1

Progettare la struttura in c.a. della pensilina schematizzata in figura.

10.00

3.40
A A

B
Sezione A-A Sezione B-B

4.50

2.50 5.00 2.50

Il candidato ipotizzi le caratteristiche meccaniche dei materiali utilizzati e del terreno di fondazione.
Si richiede:

1. La formulazione dello schema statico di funzionamento per l’idea progettuale proposta;


2. Relazione giustificativa delle scelte per i materiali costituenti la struttura;
3. Analisi e verifica degli elementi strutturali;
4. Disegni esecutivi e dettagli costruttivi più significativi.
Tema 2

Progettare un edificio di civile abitazione ad un piano fuori terra, sviluppato su una pianta quadra
avente lato pari a mt.12.00. La quota dell’impalcato è situata a 3.00 m rispetto al piano di
campagna. L’edificio sorgerà in prossimità della linea di costa in provincia di Reggio Calabria. Il
candidato ipotizzi le caratteristiche meccaniche dei materiali utilizzati.

Si richiede:

1. La formulazione dello schema statico dell’impalcato e del sistema strutturale verticale


ipotizzato;
2. Relazione di calcolo comprendente: analisi dei carichi, dimensionamento di massima, attraverso
metodi semplificati, le principali verifiche di resistenza relative agli elementi strutturali
analizzati;
3. Carpenteria ed esecutivi delle strutture di elevazione; particolari costruttivi.
Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria
Facoltà di Ingegneria
Esame di Stato per l’Abilitazione all’Esercizio della Professione di Ingegnere
Traccia di Strutture – Vecchio Ordinamento
Sessione: Giugno 2006, 1a Sessione

Tema 1

Si deve realizzare un sovrappasso pedonale di larghezza utile netta di 2.20 m che consenta
l’attraversamento di una strada la cui larghezza complessiva è di 15.00 m (si veda figura). La
realizzazione dell’opera è prevista in provincia di Reggio Calabria ad una distanza di 150 m dalla
linea di costa.
La passerella è appoggiata agli estremi su due spalle in c.a. che hanno anche il compito di
assorbire la spinta del terreno retrostante.

5.00 m

+25.00

15.00 m

Si richiede la progettazione strutturale della passerella e delle spalle con materiali e tipologie a
scelta del candidato.
Si consideri un sovraccarico accidentale distribuito sulla passerella di Qk=5.00 kN/m2.

Per la valutazione della portanza e della spinta si considerino le seguenti caratteristiche del
terreno: =18kN/m3; c=0; =35°

Si richiede:

1. Relazione di calcolo comprendente: dimensionamento e verifica della passerella e di una


spalla;
2. Disegni di carpenteria e particolari costruttivi.
Tema 2

Progettare un edificio di civile abitazione in c.a. ad un piano fuori terra, sviluppato su una pianta
quadrata avente lato pari a 8.50 m. La quota dell’impalcato è situata a 3.20 m rispetto al piano di
campagna. L’edificio sorgerà in provincia di Reggio Calabria in prossimità della linea di costa.

Le caratteristiche meccaniche dei materiali utilizzati sono:


- Calcestruzzo classe Rck=30 MPa;
- Acciaio Feb44K
- Terreno di fondazione =18kN/m3; c=0; =35°

Ai fini del calcolo delle azioni sismiche il candidato può utilizzare il D.M. 16.01.96 oppure
l’Ordinanza 3274/2003. In questo caso il profilo del suolo è di tipo “A”.

Si richiede:

3. La formulazione dello schema statico dell’impalcato e del sistema strutturale verticale


ipotizzato;
4. Relazione di calcolo comprendente: analisi dei carichi, dimensionamento di massima,
attraverso metodi semplificati, le principali verifiche di resistenza relative agli elementi
strutturali analizzati;
5. Carpenteria ed esecutivi delle strutture di elevazione e di fondazione; particolari costruttivi.
Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria
Facoltà di Ingegneria
Esame di Stato per l’Abilitazione all’Esercizio della Professione di Ingegnere
Traccia di Strutture – Vecchio Ordinamento
Sessione: Giugno 2006, 1a Sessione

Tema 1
Progettare le strutture di un edificio industriale in c.a. da realizzarsi in zona non sismica la cui
pianta è riportata in figura 1. L’edificio dovrà ospitare un carroponte (figura 2) il cui peso
complessivo (peso proprio, vie di corsa e sovraccarico accidentale) è di 120 kN. Il capannone
sorgerà in provincia di Reggio Calabria ad una distanza di 2300 m dal mare e ad una altitudine di
700 m (slm).

Figura 1: Schema Planimetrico

Figura 2: Sezione A-A


Si Richiede:
1. Relazione di calcolo comprendente: analisi dei carichi, dimensionamento degli elementi
strutturali di elevazione e di fondazione con relative verifiche di resistenza;
2. Disegni esecutivi delle strutture e dei particolari costruttivi.
Il candidato ipotizzi le caratteristiche meccaniche dei materiali impiegati e del terreno di
fondazione.
Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria
Facoltà di Ingegneria
Esame di Stato per l’Abilitazione all’Esercizio della Professione di Ingegnere
Traccia di Strutture – Vecchio Ordinamento
Sessione: Giugno 2007, 2a Sessione

Tema 1
Per un edificio in c.a. di civile abitazione si progetti la scala a soletta rampante le cui dimensioni
geometriche sono riportate nello schema allegato.

SCALA A SOLETTA RAMPANTE

30 160 270 110 30

50
160

30
16
50

Si Richiede:
1. Relazione di calcolo comprendente: analisi dei carichi, dimensionamento e relative verifiche
di resistenza;
2. Disegni esecutivi comprendenti la distinta delle armature mealliche.

Il candidato ipotizzi le caratteristiche meccaniche dei materiali impiegati.


Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria
Facoltà di Ingegneria
Esame di Stato per l’Abilitazione all’Esercizio della Professione di Ingegnere
Traccia di Strutture – Vecchio Ordinamento
Sessione: Novembre 2008, 2a Sessione

Tema
Progettare una tettoia aperta per il ricovero di autoveicoli avente una dimensione in pianta di 25x5.5
m. Ai fini della valutazione delle azioni si ipotizzi che l’opera debba sorgere in provincia di Reggio
Calabria ad una distanza di 700 m dal mare e ad una altitudine di 200 m (slm). Il candidato scelga a
suo piacimento i materiali da utilizzare (acciaio, legno, c.a.) ed esegua la progettazione strutturale
degli elementi della tettoia e delle opere di fondazione ipotizzando le caratteristiche meccaniche dei
materiali e del terreno di fondazione.

Si richiede:

1. Relazione di calcolo comprendente: analisi dei carichi, dimensionamento di massima


attraverso metodi semplificati e le principali verifiche di resistenza relative agli elementi
strutturali analizzati;

2. Disegni esecutivi e particolari costruttivi in scala adeguata.


Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria
Facoltà di Ingegneria
Esame di Stato per l’Abilitazione all’Esercizio della Professione di Ingegnere
Traccia di Strutture – Vecchio Ordinamento
Sessione: Giugno 2009, 1a Sessione

Tema
Progettare gli elementi strutturali del serbatoio interrato in cemento armato (per acqua potabile) le cui
dimensioni geometriche sono riportate in figura da realizzarsi in una località a scelta del candidato
nella provincia di Reggio Calabria.

Il candidato ipotizzi le caratteristiche meccaniche dei materiali impiegati e del terreno di fondazione.

Si richiede:
1. Relazione di calcolo comprendente: analisi dei carichi, dimensionamento di massima
attraverso metodi semplificati e le principali verifiche di resistenza relative agli elementi
strutturali analizzati;
2. Disegni esecutivi e particolari costruttivi in scala adeguata.
Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria
Facoltà di Ingegneria
Esame di Stato per l’Abilitazione all’Esercizio della Professione di Ingegnere
Traccia di Strutture – Vecchio Ordinamento
Sessione: Novembre 2009, 2a Sessione

Tema
Progettare la struttura in c.a. ad un piano fuori terra schematizzata in figura ed ubicata in zona
centrale a Reggio Calabria.
Ai fini del calcolo delle azioni sismiche il candidato può utilizzare un profilo di suolo di tipo
“A”. Il candidato ipotizzi inoltre le caratteristiche meccaniche dei materiali e del terreno di
fondazione.

5.00

H=3.0 10.00

5.00

10.00

Sono richiesti:
1. l’impostazione generale del progetto strutturale
2. la valutazione delle sollecitazioni basati su schemi di calcolo semplificati;
3. le principali verifiche di resistenza relative agli elementi strutturali analizzati;
4. gli elaborati grafici di insieme e di dettaglio. Particolari costruttivi dei principali elementi
strutturali.
Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria
Facoltà di Ingegneria
Esame di Stato per l’Abilitazione all’Esercizio della Professione di Ingegnere
Traccia di Strutture – Vecchio Ordinamento
Sessione: Giugno 2010, 1a Sessione

Tema 1
Progettare la scala a soletta rampante per un edificio di civile abitazione schematizzata nella figura
seguente

SCALA A SOLETTA RAMPANTE

30 160 300 120 30


160

33
16

30
120
20
120
30

Materiali impiegati:
Calcestruzzo classe C25/30
Acciaio B450C

Si richiede:
1. Relazione di calcolo comprendente: analisi dei carichi, dimensionamento di massima
attraverso metodi semplificati e le principali verifiche di resistenza relative agli elementi
strutturali analizzati;
2. Disegni esecutivi e particolari costruttivi in scala adeguata.
Tema 2
Progettare il solaio di copertura del vano scala a soletta rampante per un edificio di civile abitazione
schematizzato in figura seguente

SOLAIO DI COPERTURA SCALA

30 160 300 120 30


160

30
260

320
30

580
640

Materiali impiegati:
Calcestruzzo classe C25/30
Acciaio B450C

Si richiede:
1. Relazione di calcolo comprendente: analisi dei carichi, dimensionamento di massima
attraverso metodi semplificati e le principali verifiche di resistenza relative agli elementi
strutturali analizzati;
2. Disegni esecutivi e particolari costruttivi in scala adeguata.