Sei sulla pagina 1di 7

Cause della guerra

1) Cause generali: tutti gli aspetti della società


di fine secolo.
- Diffusione di movimenti nazionalisti: idea
di superiorità
- Colonialismo/imperialismo: conquiste
coloniali
- Militarismo. Posizione di prestigio
assunto dalle alte gerarchie
- Diffusione di movimenti culturali:
futurismo
2) Cause specifiche: difficile rapporto tra gli
stati.
- Francia/ Germania
- Germania/ Inghilterra
- Italia/ Francia
- Austria/ Russia
- Questione balcanica
3) Causa immediata: scintilla
Inizio guerra
Serbia la Russia dichiarò guerra all’Austria.
la Germania in nome della triplice alleanza
dichiarò guerra alla Russia e alla Francia.
il 4 agosto l’esercito tedesco entrò in Belgio
paese neutrale e questa violazione provocò
l’entrata in guerra anche del Regno Unito.
l’Italia nel 1915 e gli Stati Uniti nel 1917.
All’inizio la guerra si riteneva che il conflitto
potesse risolversi in qualche mese guerra
lampo ma l’idea si rivelò del tutto sbagliata
sul fronte occidentale l’esercito tedesco
fu fermato dalla resistenza dei francesi
lungo il fiume marna sul fronte orientale i
tedeschi fermarono l’avanzata russa.
sul fronte occidentale: i tedeschi da una
parte, i francesi e britannici dall’altra si
fronteggiarono munita di trincee e
fortificazioni era la cosiddetta guerra di
posizione
All’inizio della guerra il 3 agosto 1914
neutralità Italiana faceva parte della triplice
alleanza: trattato difensivo quindi il governo
italiano poté sostenere che non era obbligato
a scendere in guerra con gli alleati poiché
l’Austria ha dichiarato guerra alla Serbia.
maggioranza forze politiche: contraria
-cattolici per ragioni di principio
-i socialisti guerra serve solo ai borghesi
-i liberali: l’Italia Non era pronta ad
affrontare una guerra gli interventisti e i
nazionalisti vedevano la guerra l’occasione
dell’Italia di diventare una grande potenza e
spazzare la vecchia classe liberale che si
dividevano in:
1)interventisti democratici: la guerra
andava combattuta a fianco dell’intesa
completare l’unificazione italiana
2)I socialisti rivoluzionari tra cui il direttore
dell’avanti Benito Mussolini La guerra
avrebbe fatto un grande affare

Nell’aprile del 1915 il ministro Sonnino firmò


il patto di Londra l’Italia si impegnava
entrare in guerra fianco dell’intesa e a
vittoria raggiunta avrebbe completato
l’unità d’Italia
il patto era segreto e il parlamento non ne
sapeva nulla. Alla fine Salandra ottenne i
pieni poteri e il 24 maggio 1915 l’Italia
dichiarò guerra all’Austria

Con l’ingresso in guerra dell’Italia si creò un


nuovo fronte Il fronte italiano lungo i confini
con l’Austria

La guerra: anche in mare


la Germania iniziò una guerra sottomarina
per cercare di battere la supremazia navale
inglese. Bloccava i rifornimenti diretti ai porti
tedeschi, venivano attaccate tutte le navi
aiutanti dei paesi dell’intesa
Nel 1917 si verificarono tre avvenimenti:
A) in Russia scoppiò la rivoluzione
comunista e quindi usci dalla guerra 
B) gli Stati Uniti scesero in guerra dell’intesa 
C)negli eserciti e nella società si manifesto
stanchezza e esasperazione.
I soldati vivevano in condizioni disumane
c’erano poi soldati che si provocavano
volontariamente ferite gravi o che fuggivano i
comandi agiscono con severissimi processi
di fucilazioni e decimazioni.
Quando la Russia si ritirò gli imperi centrali
poterono utilizzare le truppe del fronte
orientale sul fronte italiano. Sfondarono le
linee italiane presso la località di Caporetto il
Tutto sembrava perduto ma l’Italia prova una
reazione militare che fermò l’avanzata
Austriaca lungo il Piave e sul Monte grappa
dove si stabilizzò il nuovo fronte comando
passò al generale Armando Diaz.
La disfatta di Caporetto: successo degli
imperi centrali.

Sul fronte occidentale i tedeschi arretrarono


In ottobre le truppe italiane superarono il
Piave riportando la vittoria decisiva nella
battaglia di Vittorio Veneto il 24 ottobre
1918 era alla fine l’Austria firmò
l’armistizio con l’Italia il 3 novembre e l’11

Alla fine della guerra si disgregarono tre


imperi
l’impero austro-ungarico, l’impero tedesco,
l’impero turco
Nel gennaio del 1919 a Versailles si aprì la
conferenza di pace, parteciparono i paesi
vincitori e vinti vennero convocati solo per
firmare i trattati.
Quattro imperi non esistevano più:
russo, tedesco, austro-ungarico e quello
turco, riconosciuti pero come nuovi Stati
l’Italia ottenne il Trentino l’Alto Adige, Trieste
ma non la Dalmazia quindi non era stato
mantenuto in parte il patto di Londra.

Durante la conferenza, si manifestarono dei


contrasti tra i vincitori europei e il presidente
statunitense Wilson.
- Gli europei: seguire la vecchia politica
- Wilson: principio
dell’autodeterminazione dei popoli
venne applicato in parte e in modo
contraddittorio infatti non si parlò di
colonie ma di mandato o protettorato
- la Germania: costretta a pagare i danni di
guerra
Il presidente Wilson aveva esposto i suoi
principi per una pace giusta in un
documento i cosiddetti 14 pro punti tra le
guerra di posizione combattuta nelle trincee
Trincee lunghi cunicoli scavati nella terra in
cui vivevano i soldati 
all’interno delle due trincee c’era la terra di
nessuno piena di trappole mortali per
impedire ai nemici di conquistare terreno

il fronte interno: La guerra impose uno


sforzo produttivo gigantesco per rifornire gli
eserciti, coinvolgendo l’intera società

La Croce Rossa: nata nel 1863 ruolo


importante per assistere i feriti e mutilati di
guerra. Secondo un accordo internazionale
il simbolo della Croce Rossa dovevano
rispettarlo tutti. molte donne si arruolarono
come infermiere chiamate crocerossine

Decimazioni: facevano morire un membro a


caso ogni 10 di un gruppo. Usato per
mantenere la disciplina fra i militari che non
obbediscono

Potrebbero piacerti anche