Sei sulla pagina 1di 50

Set Domande

LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI APPRENDIMENTO E CRESCITA


PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Generato il 30/07/2019 15:43:25


N° Domande Aperte 47
N° Domande Chiuse 158
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Indice
Indice Lezioni .......................................................................................................................... p. 2
Lezione 002 ............................................................................................................................. p. 4
Lezione 003 ............................................................................................................................. p. 5
Lezione 004 ............................................................................................................................. p. 6
Lezione 005 ............................................................................................................................. p. 7
Lezione 006 ............................................................................................................................. p. 8
Lezione 008 ............................................................................................................................. p. 9
Lezione 009 ............................................................................................................................. p. 10
Lezione 010 ............................................................................................................................. p. 11
Lezione 011 ............................................................................................................................. p. 12
Lezione 012 ............................................................................................................................. p. 13
Lezione 013 ............................................................................................................................. p. 14
Lezione 014 ............................................................................................................................. p. 15
Lezione 016 ............................................................................................................................. p. 16
Lezione 018 ............................................................................................................................. p. 17
Lezione 019 ............................................................................................................................. p. 18
Lezione 020 ............................................................................................................................. p. 19
Lezione 021 ............................................................................................................................. p. 20
Lezione 023 ............................................................................................................................. p. 21
Lezione 024 ............................................................................................................................. p. 22
Lezione 025 ............................................................................................................................. p. 23
Lezione 026 ............................................................................................................................. p. 24
Lezione 027 ............................................................................................................................. p. 25
Lezione 028 ............................................................................................................................. p. 26
Lezione 030 ............................................................................................................................. p. 27
Lezione 031 ............................................................................................................................. p. 28
Lezione 032 ............................................................................................................................. p. 29
Lezione 033 ............................................................................................................................. p. 30
Lezione 034 ............................................................................................................................. p. 31
Lezione 035 ............................................................................................................................. p. 33
Lezione 036 ............................................................................................................................. p. 35
Lezione 038 ............................................................................................................................. p. 36
Lezione 039 ............................................................................................................................. p. 38
Lezione 040 ............................................................................................................................. p. 40
Lezione 041 ............................................................................................................................. p. 42
Lezione 043 ............................................................................................................................. p. 43
Lezione 044 ............................................................................................................................. p. 44

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 2/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 045 ............................................................................................................................. p. 46


Lezione 046 ............................................................................................................................. p. 47
Lezione 047 ............................................................................................................................. p. 48
Lezione 048 ............................................................................................................................. p. 50

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 3/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 002
01. Quali erano nel XIX secolo le finalità dell'ultilizzo dei precursori delle tecniche espressive all'interno delle strutture psichiatriche?

Terapia occupazionale, supporto, divertimento.

Supporto, intrattenimento, sostegno psicologico.

Intrattenimento, sostegno, gioco.

Intrattenimento, ergoterapia, supporto diagnostico.

02. Il bambino riconosce precocemente la rappresentazione grafica?

No,non sa cogliere elementi sensoriali e percettivi.

Sì e ne rimane colpito emotivamente.

Sì ma non ne rimane colpito emotivamente.

No, non riesce ad esprimersi con le possibilità offerte dall'elemento artistico.

03. La relazione tra operatore espressivo e fruitore è:

Asimmetrica all'interno del setting , simmetrica fuori dal setting.

Sempre asimmetrica sia fuori che detro il setting.

Paritetica.

Simmetrica anche all'interno del setting.

04. Il compito dell'operatore espressivo è quello di fornire al fruitore:

Risposte esatte.

Possibilità di cambiamento.

Ciò che il fruitore vuole.

Ciò che il fruitore chiede.

05. Cosa si intende per arteterapia?

L'insieme delle tecniche espressive.

Il percorso terapeutico basato dull'utilizzo di qualunque medium espressivo.

Terapia attraverso l'arte grafico-pittorica.

La tecnica espressiva per eccellenza.

06. Cosa si intende per ergoterapia?

Terapia di gruppo.

Supporto diagnostico.

Terapia occupazionale.

Sostegno psicologico.

07. Illustrare le caratteristiche della relazione tra operatore espressivo e fruitore

08. Illustrare le differenze tra artiterapie, arteterapia e tecniche espressive.

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 4/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 003
01. Quante sono le componenti della comprensione delle emozioni?

Tre.

Sei.

Sette.

Nove.

02. Cosa si intende per metaemozione?

Conoscenza che il soggetto ha del processo cognitivo della memoria propria e altrui.

Da un lato la comprensione che il soggetto ha della natura, delle cause e delle possibilità di controllare le emozioni; dall'altro la capacità del soggetto di controllare e
regolare l'espressione delle emozioni.

La capacità di controllare le emozioni.

La capacità di dare un nome le emozioni.

03. Quali sono i due approcci alla comprensione delle emozioni?

Approccio psicoanalitico, approccio dinamico.

Approccio cognitivo, approccio emotivo.

Approccio evolutivo-cognitivo, approccio psicodinamico-etologico.

Approccio costruzionista, approccio creativo.

04. Quali sono le componenti della comprensione delle emozioni?

Riconoscimento delle emozioni sulla base di espressioni facciali, di movimenti corporei e prosodia, Comprensione dell'impatto di cause situazionali sulle emozioni,
Comprensione dell'impatto dei ricordi sulle emozioni
Comprensione dell'impatto dei desideri sulle emozioni,Comprensione dell'impatto delle conoscenze e delle credenze sulle emozioni, Comprensione della possibilità di
controllare l'espressione delle emozioni, Comprensione della possibilità di regolare il sentito emozionale, Comprensione delle emozioni miste, Comprensione delle emozioni
morali.

Riconoscimento delle emozioni sulla base di espressioni facciali, di movimenti corporei e prosodia,Comprensione dell'impatto dei ricordi sulle emozioni, Comprensione
dell'impatto dei desideri sulle emozioni,Comprensione della possibilità di controllare l'espressione delle emozioni, Comprensione della possibilità di regolare il sentito
emozionale, Comprensione delle emozioni miste,comprensione delle emozioni morali.

Riconoscimento delle emozioni sulla base di espressioni facciali, di movimenti corporei e prosodia, Comprensione dell'impatto dei ricordi sulle emozioni, Comprensione
dell'impatto dei desideri sulle emozioni,Comprensione della possibilità di controllare l'espressione delle emozioni, Comprensione della possibilità di regolare il sentito
emozionale, Comprensione delle emozioni miste.

Riconoscimento delle emozioni sulla base di espressioni facciali, di movimenti corporei e prosodia, Comprensione dell'impatto di cause situazionali sulle
emozioni,Comprensione dell'impatto dei ricordi sulle emozioni.

05. Cosa si intende per competenza metacognitiva?

La conoscenza che l'individuo ha dei propri funzionamenti emotivi.

La conoscenza che un soggetto ha del proprio funzionamento, la consapevolezza che egli ha di poter intervenire su di esso e la conoscenza delle strategie attraverso cui tale
processo si realizza.

I meccanismi di controllo che un soggetto mette in atto durante l'esecuzione di un compito cognitivo.

Conoscenza che il soggetto ha del processo cognitivo della memoria propria e altrui.

06. Illustrare i tre stadi di sviluppo della comprensione delle emozioni

07. Cos'è e come si sviluppa nel bambino la competenza emotiva

08. Definisci conoscenza dichiarativa e procedurale

09. Definire in modo approfondito gli approcci alla comprensione delle emozioni

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 5/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 004
01. Cosa si intende per intelligenza emotiva?

La capacità di controllare le emozioni

La capacità di nominare, esprimere e controllare le emozioni.

La capacità di regolare le emozioni, esserne consapevoli, esprimerle e comunicarle.

La capacità di dare un nome alle emozioni.

02. Quali sono le componenti della risposta emotiva?

Cognitiva, fisiologica, comportamentale, soggettiva.

Fisiologica, cognitiva,espressivo-comportamentale, motivazionale, soggettiva.

Cognitiva, comportamentale,dinamica, trasformativa.

Cognitiva, oggettiva, esperenziale.

03. L'efficacia dell'intervento basato sull'utilizzo delle artiterapie è dato:

Dalla mediazione tra bisogni del paziente e gli scopi del terapeuta.

Dalla potenza del canale espressivo utilizzato.

Dalla coincidenza tra processo terapeutico e processo creativo.

Dall'evoluzione e il progressivo arricchimento della relazione terapeuta-paziente e dalle emozioni che vengono espresse e comunicate attraverso il canale non verbale.

04. Qual è la peculiarità delle artiterapie?

Il pregio delle artiterapie risiede nella possibilità di passare all'interno della cornice spazio-temporale offerta dal setting e secondo necessità e i bisogni del paziente, da
pratiche dal carattere e con funzione puramente espressivi a esercizi di comunicazione simbolica delle emozioni.

Il pregio delle artiterapie risiede nella possibilità di passare, al di fuori della cornice spazio-temporale offerta dal setting e secondo i bisogni del paziente, da pratiche dal
carattere e con funzione puramente espressivi a esercizi di comunicazione simbolica delle emozioni.

Il pregio delle artiterapie consiste nel passaggio da percorso terapeutico basato sulla talking cure ad uno basato sull'utilizzo di qualunque medium espressivo.

Il pregio delle artiterapie consiste nel non riservare l'attività creativa ai soli individui dotati di talento eccezionale.

05. Illustrare le due forme di esteriorizzazione delle emozioni

06. Definire le componenti della risposta emotiva

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 6/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 005
01. Il contesto espressivo raduna in sé i concetti di:

Gioco, prevenzione, libertà.

Gioco, creatività, prevenzione.

Gioco, arte, creatività.

Arte, libertà, prevenzione.

02. Quante tipologie di coping sono possibili?

Una: difensiva.

Due: difensive, consapevoli; non difensive, non consapevoli.

Tre: difensive, inconsapevoli; non difensive e consapevoli e strategiche, consapevoli.

Due: difensive, non consapevoli e non difensive, consapevoli.

03. Il livello semantico riferito alla comunicazione affronta:

I problemi di significato.

L'influenza della comunicazione sul comportamento.

L'influenza dello stato d'animo del ricevente.

I problemi relativi alla trasmissione dell'informazione, la codificazione ecc.

04. In quali ambiti si esplica l'intelligenza emotiva?

05. Quali abilità consente di acquisire il gioco?

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 7/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 006
01. Cosa si intende per ascolto?

Capacità di rivolgere la propria attenzione all'altro.

Funzione complessa costituita da uno specifico atteggiamento di apertura verso quanto è esplicitamente comunicato ma anche verso ogni forma di comunicazione non
verbale e relazioanle utilizzata da colui che comunica con l'operatore.

Capacità di entrare in relazione empatica.

Capacità di rielaborare il vissuto altrui.

02. Quando e come una relazione di ruolo si trasforma in relazione di fiducia?

Tempo e ascolto.

Attenzione e partecipazione.

Ascolto ed empatia.

Incontro fusionale.

03. Come viene definita la metafora?

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 8/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 008
01. Quando si parla di arteterapia in psicologia si intende:

La psicologia dell'artista.

L'Arte con la A maiuscola.

La simbologia che l'opera d'arte racchiude in sé.

L'utilizzo di mezzi di espressione e comunicazione diversi dal linguaggio verbale usato nella quotidianità.

02. Secondo Jung cosa esprimerebbe l'arte?

Il trascendentale, il sacro, il mistero.

Il rimosso.

L'espressione di potenzialità.

Conflitti inconsci.

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 9/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 009
01. Il paradigma della musicoterapia è:

Veloce-forte-piano.

Note-ritmo-intensità.

Movimento-suono-ritmo.

Note-voce-melodia.

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 10/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 010
01. Secondo Levi-Strauss la creatività nell'uomo è paragonata:

Ad un personaggio che sale la scala.

Al personaggio che gioca alle tre carte.

Alla maniera del cavallo negli scacchi.

Alle sei facce del dado.

02. Quali sono le caratteristiche dell'attività creativa secondo gli psicologi fattorialisti?

Fluidità, flessibilità,originalità, capacità di elaborazioen e verifica.

Capacità di produrre idee,capacità di elaborazione e verifica.

Originalità, fluidità, capacità di verifica.

Fluidità, flessibilità, originalità.

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 11/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 011
01. In arte non esistono...

Atti senza emozioni.

Atti senza scopo.

Atti senza suono.

Atti senza pensiero.

02. L'aspetto applicativo primario delle artiterapie si configura come:

Intervento per lo sviluppo armonico della personalità.

Sviluppo degli aspetti motori.

Sviluppo degli aspetti sonori e motori.

Sviluppo degli aspetti emotivi.

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 12/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 012
01. Secondo il drammaturgo russo Nicolas Evreinov la teatralità può essere definita:

Il bisogno trascendentale di andare oltre se stesso.

Il bisogno universale di rappresentare l'altro e se stessi nel mondo onirico.

Il bisogno universale dell'uomo di giocare ad essere altro rispetto a se stesso.

Il bisogno universale di conoscere se stessi.

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 13/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 013
01. Cosa si intende per "ascoltare"?

Capacità di entrare in relazione empatica.

Capacità dell'orecchio di porre attenzione a suoni e rumori.

Capacità di prestare attenzione e partecipazione a qualcosa in quanto oggetto o motivo di informazione o riflessione.

Capacità di partecipare emotivamente a quanto si ascolta.

02. L'atto del mettersi in comunicazione con implica...

Una risposta emotiva.

Un atto cognitivo.

Una relazione.

Un movimento dinamico.

03. Definire in modo esaustivo la comunicazione non verbale

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 14/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 014
01. L'acronimo PNL indica

Paradigma nuovo linguaggio.

Programma neuronale linguistico

Programmazione neurolinguistica.

Programmazione non linguistica.

02. Descrivere i cinque assiomi della comunicazione di Watzlawick

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 15/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 016
01. L'immaginazione nel contesto di animazione creativa rappresenta...

Fuga dalla realtà.

Espressione del sé collettivo.

Espressione del reale in forme diverse.

Espressione del falso sé.

02. Quale è la formula più idonea per lo sviluppo del progetto animativo?

Il laboratorio.

Il gioco creativo.

Il copione.

La performance.

03. Descrivere la differenza tra laboratorio e atelier

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 16/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 018
01. Secondo Mills e Crowley (1988) quanti sono gli ingredienti della metafora terapeutica?

Sei.

Otto.

Cinque.

Sette.

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 17/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 019
01. La riabilitazione punta l'accento

Sul super Io dell'individuo.

Sui limiti dell'individuo.

Sulle parti sane dell'individuo.

Sui blocchi inconsci dell'individuo.

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 18/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 020
01. Cosa si intende con effetto musica?

Filo conduttore che permette di ricercare, sperimentare il patrimonio sonoro che attraverso l'incontro con l'altro è stato scambiato, trasformato.

Stimolo sonoro e acuto di breve durata.

Effetto che la musica può suscitare come tramite tra linguaggi, gli stili di comunicazione, le possibilità espressive.

Struggente nostalgia evocata dalla musica.

02. Cos'è lo "startle"?

Un pattern motorio.

Un pattern affettivo.

Un pattern relazionale.

Uno script.

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 19/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 021
01. Su quanti livelli opera la prevenzione?

Due.

Cinque.

Sei.

Tre.

02. Cosa si intende per nonne nanne di "sintonizzazione affettiva"?

ninne nanne in cui la mamma canta al suo piccolo esprimendo il suo affetto profondo

nine nanne in cui la mamma prova sentimenti di gioia

ninne nanne tradizionali

ninne nanne che contemplano anche il gioco

03. Quanti modelli teorici sono presenti rivolti alla riabilitazione?

Due.

Quattro.

Cinque.

Tre.

04. Cosa si intende per guarigione sociale in riabilitazione?

Guarigione clinica.

crescita della consapevolezza sociale.

Remissione della patologia.

Reinserimento sociale.

05. Illustrare le conclusioni dello studio clinico"il canto materno in gravidanza e dopo il parto: effetti sull'attaccamento pre e pos natale e sul comportamento nei
neonati a termine"

06. Descrivere i tre aspetti e le caratteristiche individuati da Trainor(1996) che contraddistingungono il canto degli adulti rivolto ai bambini

07. Esplicare i tre livelli in cui opera la prevenzione

08. Cosa intende Ba(2003) con il termine riabilitazione?

09. Esplicare l'approccio psicodinamico riferito alla riabilitazione

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 20/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 023
01. Che cosa si intende per ruolo agito dall'operatore?

Si riferisce alle azioni intraprese.

Si riferisce al piano delle aspettative in atto.

Si riferisce con il riconoscimento del proprio ruolo professionale.

Si riferisce al come l'operatore mette in atto il proprio ruolo.

02. Quanti sono gli aspetti specifici della relazione tra operatore e fruitore?

Sei.

Tre.

Otto.

Sette.

03. Indicare le competenze dell'operatore espressivo legati al suo piano professionale e pesonale.

04. Definire la danzamovimentoterapia espressivo creativa a orientamento psicoanalitico

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 21/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 024
01. Quante fasi prevede un incontro di danzaterapia fuxiano?

Tre.

Quattro.

Cinque.

Sei.

02. La danzaterapia in chiave simbolica si basa sul presupposti teorici derivati:

Dalle ricerche psicocorporee contemporanee che fannoriferimento ad Acoutourier.

Dalla psicologia analitica di Jung.

Dalle teorie sullo sviluppo psicosessuale e sulle relazioni oggettuali di M.Klein.

Il modello psicanalitico di Anzieu.

03. Quali sono le potenzialità maggiori del metodo fuxiano?

Plasticità e duttilità.

Duttilità e sostenibilità.

Libertà e rilassamento.

Soggettività e curiosità.

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 22/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 025
01. Holding ed handling (Winnicott)permettono al bambino di:

Sentire il corpo della madre.

Sentire l'unità che forma con la madre.

Sentire le cure della madre.

Sentire i confini del corpo

02. Qual è il luogo che concentra le esperienze secondo gli esperti di psicomotricità?

La mente.

Gli arti inferiori.

Il corpo.

Gli arti superiori.

03. Secondo quale autore il bambino è un "essere globale"?

Nicolodi.

Peserico.

Aucouturier.

Winnicott.

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 23/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 026
01. Tra i materiali plastici qual è il più usato in atelier?

Carboncino.

Colori ad olio.

Colori a dita.

La creta.

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 24/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 027
01. La complessità della musicoterapia in quanto disciplina consiste nella convivenza di:

Arte e creatività.

Scienza e arte.

Scienza e poesia.

Ascolto ed empatia.

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 25/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 028
01. La comunicazione non verbale svolge la funzione di:

Metacomunicare ciò che le parole esprimono.

Limitare l'attenzione.

Trasmettere un contenuto.

Insinuare il dubbio sulla veridicità del contenuto.

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 26/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 030
01. Quanti sono i pricipi ideati da Loris Malaguzzi?

Tre.

Sei.

Quattro.

Otto.

02. Qual è il titolo della filastrocca di Loris Malaguzzi?

Invece il cento c'è.

Cento linguaggi.

Il cento c'è.

Cento storie per cento bambini.

03. Esplicare il primo principio malaguzziano e le strategie connesse

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 27/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 031
01. Per Malaguzzi intelligenza e conoscenza stavano in relazione di:

Reciprocità.

Intimità.

Opposizione.

Indipendenza.

02. Malaguzzi preferiva la termine "intelligenza", il termine

computazione

stato della mente

ricezione

attività cognitiva

03. Quale immagine di bambino rifiutava Malaguzzi?

Bambino plastico.

Bambino recettivo.

Bambino attivo.

Bambino come tabula rasa.

04. Descrivere le critiche espresse da Malaguzzi alle tesi piajetiane

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 28/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 032
01. Chi propone di sostiuire il paradigma "cogito ergo sum" con "computo ergo sum"?

Goleman

Rinaldi

Varela

Morin

02. Il costruttivismo malaguzziano è un superamento chiaro ...

Del neoromanticismo.

Del neorealismo.

Dell'empirismo e del razionalismo.

Del positivismo.

03. Per Malaguzzi esiste una concordanza tra

Pedagogia intersoggettiva e intrasoggettiva.

Pedagogia relazionale e pedagogia cognitivista.

Pedagogia della relazione e pedagogia dell'apprendimento.

Pedagogia sociale e pedagogia culturale.

04. Cosa si intende per zona di sviluppo prossimale?

Spazio tra ciò che il bambino desidera fare e ciò che il bambino deve fare.

Spazio tra ciò che il bambino è in grado di realizzare da solo e ciò che è in grado di realizzare con l'adulto.

Spazio tra ciò che il bambino potrebbe fare e ciò che riesce a fare.

Spazio tra ciò che il bambino comunica di voler fare e ciò che riesce a fare.

05. Quale autore coniò il termine zona di sviluppo reale, potenziale e prossimale?

Fichtner.

Vygotskij.

Malaguzzi.

Rivière.

06. Secondo Malaguzzi l'apprendimento dei bambini deriva

Dai processi di insegnamento meccanico e diretto.

Da metodologie dialogiche e dialettiche.

Da un insegnamento strutturato.

Dall'educazione alla libertà.

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 29/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 033
01. L'uso della strategia offre

Minore efficacia rispetto la programmazione.

Maggiori elementi di sicurezza.

Maggiore libertà alle nostre azioni, comportamenti ,pensieri.

Maggiore efficacia alla comunicazione verbale.

02. Ascoltare è l'arte di..

Comprendere la musica dell'anima.

Comprendere la magia del mondo.

Comprendere la cultura dell'infanzia.

Comprendere la musica della vita.

03. Quali sono gli strumenti del lavoro dell'adulto in relazione al bambino?

Meraviglia, timore, positività.

Stupore, osservazione attenta, partecipazione.

Stupore, meraviglia, riflessione e allegria del stare con.

Stupore, gioia, curiosità, attenzione.

04. Cosa si intende per scuola viva?

Scuola che si relaziona con il mondo adulto.

Scuola che sa costantemente costruire attraverso il dialogo ma anche attraverso il conflitto.

Scuola che predilige l'osservazione delle dinamiche socio-culturali.

Scuola che predilige la relazione con il bambino.

05. I progetti di Reggio Emilia sono

Tendenti ad imporre una didattica strutturata.

Tendenti a situazioni artificiose.

Tendenti alla libera associazione.

Tendenti alla veridicità con la quale vengono realizzati.

06. Che cos'è una sonda ricerca-azione? Articolare la domanda in modo esauriente

07. Esplicare il concetto di intelligenza in Malaguzzi

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 30/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 034
01. Aumentare il numero delle opportunità significa

Varietà di offerte di qualità sintonizzate sui deisderi e diritti di tutti ibambini.

Offrire proposte standard.

Offrire modalità di risoluzione di problemi.

Gerarchizzare le possibilità offerte dalla scuola.

02. Cosa significa neotenia nel linguaggio antropologico?

Nuova crescita, rinascita.

Plasticità o disponinilità giovanile.

Nuova forma.

Nuova giovinezza.

03. La formazione del corpo insegnante rinetra nel piano:

di ricerca

sociopolitico

relazionale e culturale

relazionale didattico

04. L'organizzazione scolastica è quella che dota la scuola e il progetto di:

Un'identità.

Una realtà di grande dimensione.

Una realtà aperta all'esterno.

Una condivisione.

05. Che cos'è la coppia educativa?

Due educatori che condividano il più possibile gli stessi punti di vista.

Un educatore di sesso maschile e una educatrice di sesso femminile che hanno compiti diversi all'interno delle varie attività.

Due educatori che hanno diverso inquadramento professionale e diverse funzioni.

Due educatori che condividono la responsabilità di uno stesso gruppo di bambini.

06. In cosa consiste la seconda strategia legata al secondo principio?

Il piccolo di gruppo.

Il lavoro tra gruppo.

Il lavoro di èquipe.

Il macrogruppo.

07. L'autonomia per Malaguzzi andava coniugata con:

La libertà e il desiderio di libertà.

L'apertura mentale e il desiderio di crescita.

Il lavoro di riflessione individuale.

Il lavoro di supervisione di gruppo.

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 31/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

08. La formazione del corpo insegnante nell'ottica malaguzziana è:

Obbligatoria.

Volontaria.

Caldamente consigliata.

Richiede un minimo di ore annuali obbligatorie su aree artistico-espressive.

09. Quante strategie sono connesse al secondo principio malaguzziano?

Sette.

Quattro.

Tre.

Cinque.

10. La prima strategia connessa al secondo principio a cosa fa riferimento?

All'organizzazione strutturata e gerarchica del sitema scolastico.

Alla progettualità insita negli insegnamenti.

Alla formazione volontaria delle insegnanti.

All'organizzazione adeguata dei nidi e alle scuole dell'infanzia.

11. Illustrare la seconda stategia connessa al secondo principio: il piccolo gruppo

12. Esplicare in modo approfondito il tema della dimensione delle scuole a Reggio Emila

13. Esplicare in modo esauriente "la coppia educativa"

14. Esplicare il secondo principio malaguzziano e le strategie connesse

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 32/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 035
01. In che anno la Società delle Nazioni adottò la carta di dichiarazione dei diritti sui diritti dei bambini come propria la Carta dei dirittti dell'Infanzia?

1923

1913

1924

1920

02. La Dichiarazione universale dei diritti del bambino è datata

1979

1968

1959

1948

03. Quante strategie sono connesse al terzo principio malaguzziana?

cinque

sei

quattro

tre

04. A che anno risale la prima Carta di dichiarazione sui diritti dei bambini?

1923

1921

1920

1913

05. Quando venne proclamata la Dichiarazione universale dei diritti dell'infanzia?

18-Oct-84

17-Dec-99

15 maggio 2004

20-Nov-89

06. L'educazione infantile in quanti rischi può incorrere secondo Malaguzzi ?

14

10

12

07. Il bambino di Reggio Emilia è un bambino:

Attento, focalizzato, rispettoso, rivoluzionario.

Intelligente, esigente, scomodo, tenace,rivoluzionario.

Libero, curioso, riflessivo, conformista.

Intelligente, aderente, normativo, regolamentato.

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 33/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

08. Il testo "Una carta per tre diritti "quando è stato divulgato?

1998

1990

1993

1983

09. La seconda strategia relativa al terzo principio malaguzziano riguarda:

L'identità della relazione scuola-.

L'identità dell'educatore.

L'identità della didattica.

L'identità della scuola e dell'educazione infantile.

10. Descrivere il piano di ricerca che vede l'educatore come ricercatore permanente

11. Esplicare il terzo principio malaguzziano e le strategie connesse

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 34/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 036
01. La pedagogia malaguzziana è definita:

Essenziale, semplice, divulgativa.

Rivoluzionaria, relazionale, poliedrica.

Fantasiosa, libera, collaborativa.

Relazionale, sistemica, biologica, costruttiva.

02. Malaguzzi creava una relazione e sinfonia tra:

Prosocialità, empatia, rispetto.

Cognizione, comportamento e soggettività.

Biologico, educativo, affettivo.

Emozioni, affetti e socialità.

03. Partecipare significa in ottica malaguzziana:

Essere presenti a se stessi.

Sentirsi protagonisti e responsabili degli accadimenti presenti e futuri.

Essere in continua comunicazione con l'altro e l'ambiente.

Esserci nel qui e ora.

04. Lavorare con i bambini per Loris Malaguzzi significa riconoscere l'esistenza di:

Un progetto.

Un tempo presente.

Un'ideazione.

Una programmazione.

05. Lavorare con i bambini comporta due idee:

Essere liberi e curiosi.

Essere costantemente proiettato e avere fiducia nel futuro.

Essere presenti a se stessi e in continuo dialogo interiore.

Essere attenti e recettivi.

06. Completa: L'indeterminazione dell'essere umano secondo Loris Malaguzzi...

Rivela la centralità del suo essere sociale.

Rivela la potenzialità intrinseca.

Rivela la finitezza essenziale.

Rivela l'incertezza del suo stesso sviluppo.

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 35/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 038
01. L'arrabbiadario è uno strumento creato per promuovere la regolazione emotiva ed è rivolto a:

Alunni scuola dell'infanzia.

Alunni scuola primaria.

Alunni scuola secondaria.

Alunni scuola secondaria di secondo grado.

02. Cosa indica l'acronimo RULER?

Recognizing, Understanding, Labeling, Expressing and Regulating emotions.

Restart, Unforgettable, Labeling, Emotions, Reorganizing.

Relabeling, Understanding, Lier, Expression and Reorganizing.

Relation, Understanding, Labeling, Emotions Rules.

03. Gavazzi e Ornaghi (2011) hanno raggruppato i principali contributi da cui prendono origine e forma i percorsi educativi sulle emozioni in macroaree. Quante
sono le macroaree?

Otto.

Quattro.

Tre.

Sei.

04. Cosa indica l'acronimo EBP?

English Basic Programs.

Emotional Basic Programs.

Evidence Bipolar Project.

Evidence Based Programs.

05. Qual è la popolazione target dell'Emotions Course?

Bambini frequentanti asilo nido e scuola dell'infanzia.

Bambini 3-5 anni.

Bambini della scuola primaria.

Bambini 4-6 anni.

06. Cosa si intende per programmi educativi evidence based?

Studi basati su programmi di statistica per la psicologia (SPSS).

Programmi basati sul riconoscimento dell'efficienza del metodo.

Programmi basati sulla statistica descrittiva.

Programmi basati su prove di efficacia.

07. Educare dal latino educere significa:

Lasciar andare.

Assimilare.

Condurre.

Rendere indipendenti.

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 36/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

08. Cosa sono gli Head Start Center?

Centri che offrono servizi e assistenza a famiglie monoparentali.

Centri che offrono servizi e assistenza a famiglie con un membro psichiatrico.

Centri che si occupano di servire assistenza, servizi e interventi a sostegno di bambini e famiglie in condizioni di svantaggio socio-economico.

Centri di prima accoglienza per bambini e famiglie multiproblematiche.

09. Il programma I Can Problem Solve era indirizzato a:

Al gruppo di controllo.

Al gruppo sperimentale.

Al primo campione di soggetti in quanto studio pilota.

Ad entrambi i gruppi, sperimentale e di controllo.

10. Elencare e descrivere i rischi nei quali può incorrere l'educazione infantile secondo Malaguzzi

11. Esporre le principali informazioni sull'Emotions Course

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 37/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 039
01. L'aggettivo Basic riferito ad emotion assume il significato di:

Basso livello.

Basico.

Fondamentale.

Essenziale.

02. Quale emozione secondo Izard ha "una cattiva reputazione"?

La rabbia.

La tristezza.

Il disgusto.

La paura.

03. L'emozione della paura svolge una funzione:

Motivazionale.

Difensiva.

Adattiva.

Relazionale.

04. L'emozione della gioia svolge una funzione:

Di socializzazione.

Di strutturazione cognitiva.

Di facilitazione relazionale.

Motivazionale, spinge gli individui ad agire in modo positivo e costruttivo.

05. L'espressione facciale suscitata dall'emozione di interesse si manifesta con:

Ingrandimento dell'iride.

Diverse modalità.

Sopracciglia sollevate.

Bocca aperta e rilassata.

06. L'emozione di interesse svolge una funzione:

Di relazione.

Di facilitazione relazionale.

Adattativa poiché incoraggia all'esplorazione.

Di strutturazione cognitiva.

07. Rabbia, paura e tristezza sono emozioni negative?

Sì e sono difficilmente regolabili rispetto alle emozioni positive.

Dipende dalle sensazioni provate, dai processi cognitivi coinvolti, dalla capacità di regolazione emotiva e dalla componente motivazionale.

Sì, mentre gioia e interesse sono emozioni positive.

Dipende dal contesto.

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 38/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

08. Quante sono le emozioni di base?

Sei.

Cinque.

Nove.

Sette.

09. Esistono buone e cattive emozioni? Articolare la domanda secondo l'approccio definito nell'Emotion Course

10. Definire in modo approfondito l'emozione di interesse

11. Descrivere l'analogia proposta da Izard per chiarire la differenza tra emozioni di base e schemi emotivi

12. Descrivere in modo approfondito l'espressione facciale delle emozioni di rabbia e paura

13. Illustrare le differenze tra emozioni di base e schemi emotivi

14. Illustrare le funzioni dell'emozione della tristezza

15. Esplicitare le differenze tra rabbia e aggressività

16. Perché ignorare e sfruttare le paure infantili risulta controproducente?

17. Descrivere in modo approfondito l'espressione facciale delle emozioni di gioia e tristezza

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 39/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 040
01. Quale autore sostiene la tesi delle "emozioni come regolatrici"?

Frijda (1986).

Campos (1989).

Dennis (2010).

Cole(2004).

02. L'emotion Course si basa sul presupposto che la capacità di regolare le emozioni possa essere orienatta in direzione diverse, la scelta dipende:

Dal livello di sviluppo evolutivo del soggetto.

Dalle situazioni e dalle persone coinvolte nelle situazioni.

Dall'esperienza soggettiva esterna.

Dal grado di funzionamento sociale.

03. La regolazione emotiva consiste:

Nel sapere tenere sotto controllo le cosidette "emozioni negative".

Nel saper esprimere le emozioni.

Nel saper modulare tutte le emozioni.

Nella capacità di coping.

04. Quali sono gli antecedenti situazionali legati all'emozione della tristezza?

Essere costretti a fare qualcosa che non si vuole fare. Subire un torto, sentirsi soli.

Perdere qualcosa o qualcuno a cui si vuole bene, Stare male o sapere che qualcuno è ammalato, Non potere fare qualcosa o non riuscire a farla, Sentirsi soli.

Trovarsi dinanzi ad un cambiamento repentino.

Essere dinanzi a qualcosa di diverso dal solito.

05. Cosa si intende con effourt control?

La capacità di nominare, esprimere e controllare le emozioni.

La capacità di controllare le emozioni.

La capacità di inibire e/o attivare una risposta.

La capacità di influenzare le altre persone.

06. Quali sono gli antecedenti situazionali legati all'emozione di interesse?

Ricevere un regalo desiderato, ricevere un premio.

Trovarsi dinanzi ad una novità, a un cambiamneto, a qualcosa di diverso dal solito.

Imparare qualcosa di nuovo.

Riuscire a fare qualcosa bene.

07. Quali sono gli antecedenti situazionali legati all'emozione della rabbia?

Trovarsi dinanzi a qualcosa di diverso dal solito e minaccioso.

Perdere qualcosa o qualcuno a cui si vuole bene, essere in una situazione rischiosa.

Essere aggredito verbalmente o fisicamente.

Essere costretti a fare qualcosa che non si vuole fare, Non poter fare ciò che si vuole fare o non riuscirci, Subire un torto, Essere aggredito verbalmente o fisicamente.

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 40/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

08. Quali sono gli antecedenti situazionali legati all'emozione della paura?

Non avere nessuno con cui giocare.

Essere costretti a fare qualcosa che non si vuole fare, non potere fare ciò che si vuole fare.

Avvertire un pericolo, essere in una situazione rischiosa.

Avvertire un pericolo, Essere o sentirsi in una situazione rischiosa, Sentirsi soli

09. La tecnica "stop and think" è originaria dell'approccio:

Cognitivo-comportamentale.

Strategico.

Psicodinamico.

PNL.

10. L'Affective Knowledge Test è stato ideato da:

Bates (2006).

Shields(1997).

Izard(2003).

Denham (1987).

11. Quando si acquisisce la conoscenza del ruolo delle credenze sulle emozioni?

Verso la fine del periodo prescolare.

All'inizio del periodo prescolare.

All'inizio del periodo scolare.

Alla fine del periodo scolare.

12. L'acronimo EMT indica:

Emotional Minded Translator.

Emotions Mindfulness Task.

Emotive Motivational Trust.

Emotion Matching Task.

13. Quali sono gli antecedenti situazionali legati all'emozione della gioia?

Essere dinanzi a qualcosa di diverso dal solito.

Ricevere un regalo desiderato, ricevere un premio, fare qualcosa di piacevole

Trovarsi dinanzi ad una novità piacevole.

Trovarsi dinanzi ad un cambiamento.

14. Esplicare la caapcità di regolare e utilizzare costruttivamente le emozioni

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 41/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 041
01. Quali sono gli obiettivi che l'Emotions Course si pone per favorire la conoscenza dell'emozione della gioia?

Favorire il riconoscimento della gioia sul volto altrui.

Focalizzare l'attenzione sull'universalità dell'emozione.

Favorire il riconsocimento delle espressioni facciali, focalizzare l'attenzione sugli antecedenti.

Favorire il riconoscimento della gioia sul proprio volto.

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 42/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 043
01. L'empatia è:

La capacità di controllare le emozioni altrui.

Alla base dei comportamenti altruistici e prosociali.

La capacità di far fronte al vissuto dell'altro.

La capacità di vivere la stessa emozione sentita dall'altro.

02. In che modo il vissuto di tristezza modifica i nostri ritmi?

Annullando ogni ritmo.

Riequilibrando i nostri ritmi.

Mandando segnali di allarme.

Rallentando i ritmi.

03. Quanti sono gli obiettivi che l'Emotions Course si pone per aiutare i bambini a far fronte all'emozione della tristezza?

Cinque.

Tre.

Quattro.

Sette.

04. Quali sono le funzioni della tristezza?

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 43/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 044
01. La terza fase per gestire la rabbia è nominata:

Usare cautela.

Usare parole.

Usare il cervello.

Respirare profondamente.

02. L'emozione della rabbia :

Ci motiva a mettere in atto comportamenti di fuga.

Ci motiva alla riflessione.

Ci motiva ad agire con urgenza.

Ci motiva a mettere in atto strategie di coping.

03. Insegnare a gestire le emozioni significa:

Favorire il riconoscimento del volto altrui.

Fornire ai bambini gli strumenti per orientare il proprio comportamento in modo costruttivo.

Fornire ai bambini strategie di coping.

Favorire una pratica di routine.

04. la seconda fase per gestire la rabbia è nominata:

Pensa.

Respirare profondamente.

La pace dei sensi.

Viva la calma.

05. I vissuti di rabbia:

Non sono gli stessi per tutti e i comportamneti connessi a tale emozione sono diversi.

Non sono gli stessi per tutti ma i comportamenti connessi a tale emozione sono gli stessi.

Sono gli stessi per tutti ma i pensieri e i comportamneti connessi a tale emozione possono essere diversi.

Hanno vissuto e comportamento connessi alla soggettività della persona.

06. Da quanti passaggi è composta la tecnica illustrata per gestire la rabbia?

Due.

Tre.

Sei.

Quattro.

07. La prima fase per gestire la rabbia è nominata:

Chiudi gli occhi.

Allenta la tensione.

Respirare profondamente.

Stringere forte.

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 44/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

08. La quarta fase per gestire la rabbia è nominata:

Non parlare.

Non odiare.

Non litigare.

Non urlare.

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 45/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 045
01. Quanti obiettivi sono proposti per far fronte all'emozione di paura?

Sei.

Due.

Tre.

Quattro.

02. I vissuti che caratterizzano l'emozione di paura:

Non sono gli stessi per tutti e i comportamneti connessi a tale emozione sono diversi.

Sono gli stessi per tutti ma i pensieri e i comportamenti connessi a tale emozione possono essere diversi.

Sono gli stessi per tutti.

Sono gli stessi per tutti così come le modalità di far fronte alla situazione.

03. Quante sono le attività proposte per consentire ai bambini di cogliere le espressioni facciali di paura e i livelli di tale emozione?

Due.

Tre.

Quattro.

Cinque.

04. I bambini hanno bisogno di imparare come evitare i rischi e mettersi al sicuro?

Sì anche se si sviluppa intorno al terzo anno di vita.

Sì anche se si sviluppa naturalmente intorno al secondo anno di vita.

Sì, e anche di cogliere la differenza tra ciò che è realmente pericoloso e ciò che non lo è.

No poiché è un'attitudine innata.

05. Illustrare i vissuti che caratterizzano una delle emozioni fondamentali e la metodologia proposta dall'EC

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 46/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 046
01. Rabbia e tristezza possono essere precursori:

Di alcune condotte antisociali.

Di alcune condotte a rischio quali il ritiro sociale e l'aggressività.

Di condotte legate all'abuso.

Di condotte di dipendenza.

02. Quanti sono gli obiettivi proposti per conoscere le diferenze tra rabbia e tristezza?

Sei.

Tre.

Quattro.

Cinque.

03. Le emozioni di gioia e tristezza:

Hanno effetti differenti ed opposti.

Producono espressioni facciali simili.

Hanno modalità di regolazione simili.

Producono effetti simili sul sistema nervoso centrale.

04. Le attività proproste per aiutare i bambini a conoscere le emozioni di gioia e tristezza sono:

Sette.

Cinque.

Quattro.

Otto.

05. Illustrare le differenze tra le varie emozioni: gioia e tristezza, rabbia e paura citando le attività proposte dall'Emotions Course per aiutare i bambini al
confronto

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 47/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 047
01. Le paure infantili

Si sviluppano in ambito motorio.

Emergono sin dai primi giorni di vita.

Evolvono con l'età.

Si sviluppano in ambito relazionale.

02. La capacità di sitinguere tra realtà e finzione si sviluppa

Nel corso del terzo anno di vita.

All'inizio dell'eta scolare.

Nel corso del secondo anno di vita.

Alla fine dell'eta prescolare.

03. Il "trucco del latte verde"

Aiuta i bambini a capire che le cose non sono sempre come sembrano.

Aiuta i bambini a sviluppare una storia.

Aiuta i bambini a fantasticare.

Aiuta i bambini ad affacciarsi all'idea che i colori sono soggettivi così come le paure.

04. Quanti sono gli obiettivi proposti per far fronte alla paura dei mostri?

Quattro.

Tre.

Otto.

Sei.

05. Le attività proproste per far aiutare i bambini ad affrontare la paura dei mostri sono:

Sei.

Quattro.

Otto.

Tre.

06. Come si chiamano le letture utilizzate come ultima attività all'interno dell'Emotion Course?

Il libro delle emozioni.

La biblioteca delle emozioni.

Le mille ed una emozioni.

Le biblio...emozioni.

07. Il "trucco del latte verde" può essere sostituito dall'utilizzo di:

Una sedia.

Una bottiglia di acqua.

Una bevanda gassata.

Un cuscino.

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 48/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

08. Le attività proposte nell'Emotions Course proprongono sempre:

La narrazione di una storia.

Una musica.

Un quadro.

Un'attività corporea.

09. Le attività proposte nell'Emotions Course proprongono sempre:

Un quadro

Un'attività corporea

Una musica

La narrazione di una storia

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 49/50
Set Domande: LINGUAGGI ESPRESSIVI NEI PROCESSI DI
APPRENDIMENTO E CRESCITA PERSONALE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Docente: Lucariello Rosaria Ljuba

Lezione 048
01. Quale dei seguenti testi non è consigliato nell'appendice B come attività di lettura?

Non ti cambio con nessuno.

Che Rabbia!

La tela di Leo.

Topo Tip, Aiuto, ci sono i bulli.

02. Quale tra i seguenti testi è consigliato nell'Appendice B come attività di lettura?

Il grande abbraccio

Emozionario.

Emozioni.

A caccia dell'orso.

03. Quale dei seguenti testi è consigliato nell'appendice B come attività di lettura?

Che Gioia!

Che rabbia!

Urla che ti passa.

Che emozione!

04. Quale dei seguenti testi è consigliato nell'appendice B come attività di lettura?

Barbablu.

Barbapapà.

Il piccolo principe.

Una fifa blu.

05. Quale dei seguenti testi è consigliato nell'appendice B come attività di lettura?

E' mio!

Brucoverde.

Mamme in sol.

Questa è la mia faccia.

06. In quanti punti sono articolati i consigli diretti agli insegnanti per stimolare i bambini a partecipare attivamente all'ascolto delle storie?

sei

dieci

otto

quattro

07. Elencare ed esplicare i vari punti attraverso cui l'insegnante può stimolare i bambini a partecipare attivamente all'ascolto delle storie incoraggiandoli a fare
domande e commenti

© 2016 - 2019 Università Telematica eCampus - Data Stampa 30/07/2019 15:43:25 - 50/50
Powered by TCPDF (www.tcpdf.org)

Potrebbero piacerti anche