Sei sulla pagina 1di 27

2.

IL CURRICOLO SCOLASTICO: COS’È E A COSA SERVE

Il curricolo è espressione della libertà di insegnamento e dell’autonomia scolastica e


al tempo stesso esprime le scelte della comunità professionale docente e l’identità
dell’istituto scolastico. È uno strumento che consente di rilevare il pro;lo del percorso
di studi liceali che i docenti hanno elaborato secondo le Indicazioni nazionali 4.
Per il corpo docente il curricolo si presta ad essere inoltre uno strumento didattico
utile per lo sviluppo e l’organizzazione della ricerca e per l’innovazione educativa.
Il percorso di studi prevede l’adozione di un approccio didattico per competenze (in
linea con l’impostazione dell’Europa comunitaria) e una revisione della
programmazione disciplinare anche, ma non solo, in relazione al nuovo quadro orario
relativo a ciascuna disciplina.

Le materie del piano di studi spaziano fra gli ambiti letterario (italiano, latino,
lingue), storico-;loso;co (storia, educazione civica, geogra;a, ;loso;a, religione),
scienti;co (scienze, matematica, ;sica, disegno) ed artistico (storia dell’arte) e sono
fra loro in continua relazione, integrandosi per temi e competenze. Tramite il percorso
di apprendimento lo studente acquisisce sempre maggiore consapevolezza delle
trasformazioni avvenute nel corso dei secoli a livello socioeconomico, ambientale e
politico. Amplia le proprie conoscenze nei diversi campi del sapere, sviluppa capacità
logico-argomentative, metodi di studio e ricerca, e più in generale di ragionamento e
risoluzione di problemi. Perfeziona le proprie modalità comunicative e il linguaggio,
che si arricchisce del lessico speci;co delle diverse discipline, anche con il contributo
delle nuove tecnologie. Riscontra continuità e cambiamenti riguardo la modalità di
intendere, descrivere e spiegare un certo fenomeno, e altresì riguardo gli oggetti di
indagine di ciascun settore disciplinare, sperimentando punti di vista diversi e
aKrontando nuove formulazioni teoriche e modalità risolutive di problemi teorici ed
applicati anche con approccio laboratoriale.

3. IL CURRICOLO: COSA COMPRENDE E COM’È ORGANIZZATO

Nel curricolo si trovano esposti i nuclei fondanti e i contenuti imprescindibili intorno


ai quali il legislatore ha individuato un patrimonio culturale comune condiviso. Le
Indicazioni nazionali in merito a tale patrimonio sono state recepite dalla scuola
attraverso un percorso di analisi che ha portato alla redazione del curricolo. Il
contenuto del curricolo riguarda l’esplicitazione delle competenze relative alle materie
di studio poste in relazione ad argomenti del programma di studio di cui si
tratteggiano i contenuti irrinunciabili e l’eventuale indicazione di approfondimenti da
compiersi per classi parallele, fermi restando i criteri costitutivi delle Indicazioni
nazionali che riguardano, tra l’altro, l’unitarietà della conoscenza da realizzarsi tramite
il dialogo fra le diverse discipline di studio e il ri;uto del nozionismo 5.

4
DM n. 211 del 7 ottobre 2010.
5
“Le Indicazioni sono altresì ancorate ai seguenti criteri costitutivi.
1) L’esplicitazione dei nuclei fondanti e dei contenuti imprescindibili. […] 2) La rivendicazione di
una unitarietà della conoscenza, senza alcuna separazione tra “nozione” e sua traduzione in
abilità, e la conseguente rinuncia ad ogni tassonomia. Conoscere non è un processo meccanico,
implica la scoperta di qualcosa che entra nell’orizzonte di senso della persona che “vede” , si
“accorge”, “prova”, “veri;ca”, per capire. […] 3) L’enfasi sulla necessità di costruire, attraverso
il dialogo tra le diverse discipline, un pro;lo coerente e unitario dei processi culturali. […] 4) La
competenza linguistica nell’uso dell’italiano come responsabilità condivisa e obiettivo
trasversale comune a tutte le discipline, senza esclusione alcuna. […] 5) La possibilità di essere
periodicamente riviste e adattate, alla luce dei monitoraggi e delle valutazioni eKettuati
secondo quanto prescritto dall’articolo 12 del Regolamento dei Licei [Schema di regolamento
recante Revisione dell’assetto ordinamentale, organizzativo e didattico dei licei ai sensi
dell’articolo 64, comma 4, del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito dalla Legge n.
133 del 6 agosto 2008]” (da DM n. 211 del 7 ottobre 2010).
Lo sviluppo e l’a\namento di conoscenze ed abilità disciplinari attivano l’esercizio
di competenze utili per il trasferimento di quanto appreso ad altri e nuovi ambiti di
applicazione e problemi. Per la de;nizione di conoscenze, abilità, competenze e di assi
culturali di riferimento vedasi il paragrafo seguente.

Il curricolo è articolato in sezioni, ciascuna dedicata ad una disciplina o ad un


ambito disciplinare.
Ogni sezione è nata dall’attività concertata dei docenti componenti i singoli
Dipartimenti ed espone il pro;lo disciplinare per l’intero arco temporale previsto per
l’insegnamento/apprendimento della materia (che per talune discipline è circoscritto al
primo biennio, per altre è quinquennale, per altre ancora è previsto per il secondo
biennio e quinto anno).
In alcune sezioni una premessa chiarisce l’impostazione assunta dai docenti nella
redazione della speci;ca parte del curricolo di propria competenza.
In alcuni casi vi è una esplicita declinazione degli assi culturali in funzione delle
competenze da acquisire.
Curricolo indirizzo musicale classe prima

Modulo I: Fiaba in musica e sonorizzazione


Discipline: Musica e Italiano
Competenze • Conoscere la vita dell’autore
• Conoscere attraverso la musica le caratteristiche
descrittive
• Saper riconoscere il tema o il Leitmotiv che rappresenta
e descrive ogni personaggio
• Conoscere e riconoscere i timbri degli strumenti, la loro
disposizione in orchestra e la loro classificazione
• Utilizzare strumenti musicali e/o strumentario Orff per la
sonorizzazione di una fiaba
• Comprendere il significato globale di quanto viene
detto/ascoltato
• Saper riferire gli argomenti trattati organizzando il
discorso in modo semplice e chiaro
• Conoscere il genere testuale della fiaba
• Confrontare diverse versioni di una stessa fiaba
• Rispondere a domande relative ad un testo ascoltato/letto
organizzando la frase in modo pertinente
• Analizzare il testo (saper individuare le sequenze, le idee
centrali, le caratteristiche dei personaggi e del
linguaggio, alcune funzioni di Propp)
• Saper avviare interventi di riscrittura e manipolazione del
testo
Metodologia • Lezioni frontali
• Brainstorming
• Lezioni partecipate
• Ascolti
• Visione di film e filmati relativi alle favole (esempio.
“Pierino e il Lupo”)
• Attività di lavoro individuale e di gruppo
• Drammatizzazioni
• Sonorizzazioni
Strumenti • Cd
• Dvd
• Utilizzo dello strumentario Orff e atri strumenti musicali
• Libri
• Schede
Modulo II (modulo CLIL): La musica descrittiva
Discipline: Musica e Tedesco
Competenze • Conoscere la vita dell’autore
• Riconoscere le forme musicali
• Conoscere e riconoscere i timbri degli strumenti, la loro
disposizione in orchestra e la loro classificazione
• Memorizzare e saper eseguire con il flauto o il canto i
vari temi
• Ascoltare e riconoscere gli elementi sonori caratterizzati
all’interno dell’opera
• Individuare attraverso il messaggio musicale le scelte
operate dall’autore
• Utilizzare strumenti musicali e/o strumentario Orff per la
sonorizzazione della fiaba
• Comprendere un contenuto veicolato in L2 nei tratti
Competenze
essenziali
linguistiche
• Veicolare un contenuto non linguistico in modo
comprensibile e sostanzialmente corretto
• Rielaborare contenuti veicolati in L2 in funzione
strategica
Metodologia • Lezione frontale
• Ascolto dei brani
• Lavori in piccoli gruppi
• Drammatizzazioni
• Sonorizzazioni
• La lingua tedesca è veicolo dei contenuti ai sensi
dell’approccio CLIL
• La lingua italiana viene utilizzata a tratti per sostenere la
comprensione e gli apprendimenti in modo strategico
(tecnica sandwich, traduzioni, riassunti, analisi
contrastive)
• Autoproduzione di testi: le spiegazioni dell’insegnante
L2 sono oggetto di rielaborazione e riassunto guidato
Strumenti • Cd
• Dvd
• Schede di lavoro
Modulo III: Musica e Danza
Discipline: Musica con esperto esterno di danza
Competenze • Interpretare la musica con il corpo nello spazio
• Individuare la forza muscolare organizzandola a livello
energetico con il ballo
• Attraverso le proprie azioni sapersi relazionare con i
compagni anche sul piano psicologico
• Saper liberare i propri stati d’animo attraverso i
movimenti
• Raggiungere con la musica e il gruppo un buon livello di
coordinazione e sincronia
• Saper eseguire una coreografia
• Sviluppare la memoria attraverso sequenze gestuali
Obiettivi • Partecipazione alle Olimpiadi della Danza
• Saggi finali dell’indirizzo musicale
Metodologia • Lezioni frontali
Strumenti • Cd di ascolto
• Costumi
!

Curricolo indirizzo musicale classe seconda

Modulo I: il Medioevo in musica tra il sacro e il profano


Discipline: Musica e Storia
Competenze • Conoscere i principali elementi storici, sociali e culturali
del periodo medievale
• Analizzare e comprendere le caratteristiche della vita nei
castelli e nelle chiese attraverso fonti scritte ed
iconografiche
• Collocare nel tempo il periodo storico-musicale e
caratterizzarlo dal punto di vista storico-geografico
• Riconoscere gli elementi culturali e religiosi in film
ambientati nell'epoca medievale
• Sapere i contenuti della riforma gregoriana dal punto di
vista storico
• Riconoscere il canto gregoriano e le sue caratteristiche
• Sapere alcune nozioni sulla nascita della notazione e sui
protagonisti musicali del tempo
• Riconoscere la musica profana e gli strumenti musicali
impiegati
• Analizzare e distinguere un brano sacro da uno profano
• Utilizzare il lessico specifico in modo appropriato
Metodologia • Lezioni frontali
• Brainstorming
• Lezioni partecipate
• Ascolti
• Visione di film o documentari
• Visione e analisi di fonti scritte, visive e sonore
• Attività di lavoro individuale e di gruppo

Strumenti • Cd
• Dvd
• Libri
• Schede

Modulo II (modulo CLIL): Gruppi e cantanti della cultura americana e/o


inglese che hanno cambiato la storia della musica leggera

Discipline: Musica e Inglese

Competenze • Conoscere la storia del gruppo o cantante


• Sapere le strutture formali di una canzone
• Riconoscere gli strumenti utilizzati
• Individuare il messaggio del testo della canzone
inserendolo nel contesto storico, politico e sociale
• Ascoltare e saper eseguire cantando i brani più
significativi del gruppo o cantante scelto
• Conoscere la corretta pronuncia del lessico specifico
riferito al mondo musicale
• Avere una discreta fluidità linguistica dal cantato al
parlato
• Riconoscere diversi registri linguistici (poetico,
Competenze linguaggi giovanili, formali…)
linguistiche

Metodologia • Lezioni frontali


• Ascolti
• Video
• Schede
Strumenti • Cd/mp3/mp4
• Dvd
• Fotocopie
• Basi musicali

Modulo III: Musica e Danza

Discipline: Musica con Esperto esterno di danza

Competenze • Interpretare la musica con il corpo nello spazio


• Individuare la forza muscolare organizzandola a livello
energetico con il ballo
• Attraverso le proprie azioni sapersi relazionare con i
compagni anche sul piano psicologico
• Saper liberare i propri stati d’animo attraverso i
movimenti
• Raggiungere con la musica e il gruppo un buon livello di
coordinazione e sincronia
• Saper eseguire una coreografia
• Sviluppare la memoria attraverso sequenze gestuali
Obiettivi • Partecipazione alle Olimpiadi della Danza
• Saggi finali dell’indirizzo musicale
Metodologia • Lezioni frontali

Strumenti • Cd di ascolto
• Costumi

Curricolo indirizzo musicale classe terza

Modulo I: Il film e il musical


Discipline: Musica, Storia, Italiano
Competenze • Conoscere il periodo storico della seconda rivoluzione
industriale (situazione politica, situazione sociale,
invenzioni scientifiche, tecnologiche e mediche)
• Individuare i concetti chiave dei fenomeni esaminati
• Utilizzare il lessico specifico in modo appropriato
• Conoscere il passaggio dal film muto al film sonoro, dal
film in bianco e nero a quello a colori
• Saper elencare e descrivere le diverse figure che
collaborano alla realizzazione di un musical o di un film
• Individuare ed analizzare gli elementi della narrazione
cinematografica
• Analizzare gli elementi di un film
• Riconoscere l'appartenenza ad un genere
• Sintetizzare il contenuto di quanto visto
• Formulare in modo corretto idee personali
• Analizzare le caratteristiche del musical e le competenze
necessarie all’attore per interpretarlo
• Saper riprodurre le melodie principali che hanno reso
famosi i musical presi in visione
• Individuare la colonna sonora che caratterizza il film

Metodologia • Lezioni frontali


• Brainstorming
• Lezioni partecipate
• Visione di film e musical
• Ascolti
• Lavori individuali e di gruppo
Strumenti • Cd
• Dvd
• Libri di testo
• Schede

Modulo II (modulo CLIL): La musica Romantica


Discipline: Musica e Tedesco
Competenze • Conoscere alcune nozioni riguardo la musica e i
musicisti del periodo romantico
• Individuare l’evoluzione del musicista Romantico
• Saper riconoscere i temi principali delle opere ascoltate e
saperli abbinare ai vari musicisti
• Analizzare i brani ascoltati negli aspetti ritmico,
armonico, melodico, timbrico e formale
• Comprendere un contenuto veicolato in L2 nei tratti
Competenze essenziali
linguistiche • Veicolare un contenuto non linguistico in modo
comprensibile e sostanzialmente corretto
• Rielaborare contenuti veicolati in L2 in funzione
strategica
Metodologia • Lezione frontale
• Ascolti
• Confronti sugli ascolti
• Canto dei temi principali
• La lingua tedesca è veicolo dei contenuti ai sensi
dell’approccio CLIL

• La lingua italiana viene utilizzata a tratti per sostenere la


comprensione e gli apprendimenti in modo strategico
(tecnica sandwich, traduzioni, riassunti, analisi
contrastive)

• Autoproduzione di testi: le spiegazioni dell’insegnante


L2 sono oggetto di rielaborazione e riassunto guidato
Strumenti • Cd
• Dvd
• Schede di lavoro
• Libri di testo

Modulo III: Musica e Danza


Discipline: Musica con Esperto esterno di danza
Competenze • Interpretare la musica con il corpo nello spazio
• Individuare la forza muscolare organizzandola a livello
energetico con il ballo
• Attraverso le proprie azioni sapersi relazionare con i
compagni anche sul piano psicologico
• Saper liberare i propri stati d’animo attraverso i
movimenti
• Raggiungere con la musica e il gruppo un buon livello di
coordinazione e sincronia
• Saper eseguire una coreografia
• Sviluppare la memoria attraverso sequenze gestuali
Obiettivi • Partecipazione alle Olimpiadi della Danza
• Saggi finali dell’indirizzo musicale
Metodologia • Lezioni frontali
Strumenti • Cd di ascolto
• Costumi
!
Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di
primo grado ad indirizzo musicale:
possiede una consapevole alfabetizzazione musicale ed una corretta padronanza del
proprio strumento al fine di esprimersi musicalmente e produrre eventi musicali
individuali e collettivi, esegue con consapevolezza espressiva, composizioni tratte dal
repertorio solistico o d’insieme appartenenti a generi, epoche, contesti culturali,
tradizioni stilistiche ed esecutive differenti; conosce e contestualizza musiche e autori
del proprio repertorio, conosce il proprio strumento nelle sue caratteristiche,
possibilità tecniche ed espressive e nella sua storia.

Conoscenze Abilità

Sistemi di notazione strumentale, formali Comprendere, decodificare, leggere a


ed informali, simbologia e terminologia prima vista allo strumento, memorizzare,
specifica eseguire integralmente

Aspetti ritmici, metrici, agogici, Utilizzare corpo, gestualità, strumenti per


melodici, timbrici, dinamici, armonici, la produzione del suono e l’espressività
fraseologici, formali dell’interpretazione musicale

Controllo del suono e tecnica strumentale Mantenere un adeguato equilibrio psico-


fisico (respirazione, percezione corporea,
Metodi di studio dello strumento e rilassamento, postura, coordinazione,
tecniche funzionali alla memorizzazione, espressione di sé) in diverse situazioni di
all’esecuzione integrale e performativa performance

Effetti sonori e timbrici peculiari dello Comprendere ed effettuare semplici


strumento tecniche di trasporto

Semplici prassi dell’improvvisazione


________________________________ ________________________________

Storia, aspetti tecnici dello strumento e Usare lo strumento in modo creativo per
del repertorio affrontato sonorizzazioni ed improvvisazioni
individuali e collettive
Composizioni solistiche e d’insieme di
epoche, stili e tradizioni diverse scelti Utilizzare il proprio strumento con
anche in prospettiva interculturale, autonomia e consapevolezza in
interdisciplinare, di valorizzazione delle riferimento anche alle sue peculiari
tradizioni locali e del repertorio originale caratteristiche e alla sua manutenzione

Tecnologie informatiche e software Ascoltare, comprendere, eseguire brani


specifici e produzioni audio solistici e d’insieme tratti da differenti
tradizioni esecutive dello strumento

Saper analizzare e contestualizzare brani


e composizioni tratte dai repertori studiati

Ascoltare, saper analizzare e valutare se


stessi e gli altri nelle esecuzioni solistiche
e di gruppo

Utilizzare tecnologie informatiche e


software specifici per la scrittura, la
registrazione e semplici composizioni
musicali
IC “CARLO FONTANA”
C.M. MIIC8FQ00N - Via F. lli Caprotti, 4 – 20013 MAGENTA
Tel. 0297293436
E-mail MIIC8FQ00N@istruzione.it - PEC MIIC8FQ00N@pec.istruzione.it
Codice fiscale 93037340150 – Codice Univoco: UFOUVC

MUSICA – CLASSE PRIMA AD INDIRIZZO MUSICALE S. SECONDARIA I GRADO

COMPETENZA CHIAVE N.8: CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE (MUSICALE)

TRAGUARDO PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DEL I CICLO: Usa


sistemi diversi e specifici funzionali alla lettura e alla produzione di brani musicali.

OBIETTIVO DI APPRENDIMENTO: Riconoscere e classificare i più importanti elementi


costitutivi del linguaggio musicale

(Notazione)

COMPETENZE / ABILITA’ CONOSCENZE


PRESTAZIONI

Interpretare e analizzare “i Memorizzare le altezze dei Il pentagramma


segni” formali di base del suoni nelle chiavi di violino e
linguaggio musicale basso Endecagramma

Interpreta la lettura Doppio pentagramma


ritmico/melodica
Note sulle cinque linee e quattro
spazi

Chiave di SOL e di FA

Riconoscere la “misura” o Distinguere le figure di Note e pause di:


“battuta” musicale nel durata (semibreve, minima, -Semibreve
contesto “spartito” semiminima, croma…) in -Minima
base al simbolo -semiminima
-Croma
-semicroma

Punto di valore

Legatura di valore

Discriminare le Riconoscere le altezze (MI L’altezza del suono


caratteristiche del suono 3- MI5)
(sul pentagramma) quali Grave
“Altezza” e “Intensità”
Acuto

Usare correttamente i L’intensità del suono


simboli p, mf e f
Dinamiche

Interpretare con cadenza Utilizzare la simbologia Ritmo binaro, ternario e


regolare uno spartito appropriata per quaternario
musicale in chiave di completare le misure
violino e chiave di basso incomplete proposte Battere/Levare
IC “CARLO FONTANA”
C.M. MIIC8FQ00N - Via F. lli Caprotti, 4 – 20013 MAGENTA
Tel. 0297293436
E-mail MIIC8FQ00N@istruzione.it - PEC MIIC8FQ00N@pec.istruzione.it
Codice fiscale 93037340150 – Codice Univoco: UFOUVC

Accenti musicali e metrici

Completare piccoli moduli Apporre stanghette “Tempo di chiave”


ritmico-melodici “spezzabattute” secondo il
tempo indicato Misura/battuta

Stanghette spezzabattute

Obiettivi minimi irrinunciabili: Saper leggere i simboli basilari della notazione.


Usare i termini appropriati relativi alle caratteristiche “Altezza” e “Durata”
Riconoscere le altezze dei suoni fino al 4° spazio del pentagramma

MUSICA – CLASSE SECONDA AD INDIRIZZO MUSICALE S. SECONDARIA I


GRADO

COMPETENZA CHIAVE N.8: CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE (MUSICALE)

TRAGUARDO PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DEL I CICLO: Usa


sistemi diversi e specifici funzionali alla lettura e alla produzione di brani musicali.

OBIETTIVO DI APPRENDIMENTO: Riconoscere e classificare i più importanti elementi


costitutivi del linguaggio musicale

(Notazione)

COMPETENZE / PRESTAZIONI ABILITA’ CONOSCENZE

Interpretare e analizzare “i Leggere a prima vista tutte Individua l’endecagramma e il


segni” formali del linguaggio le altezze dei suoni doppio pentagramma
musicale all’interno del
pentagramma e doppio La misura o battuta
pentagramma nelle chiavi
di violino e basso Conosce la differenza tra
minima, semiminima croma e
semicroma

Discriminare le caratteristiche Utilizzare le note gravi e I tagli addizionali (fino a due


del suono (sul pentagramma) acute “tagli testa”)
quali “Altezza”, “Intensità” e
“Durata” Utilizzare in modo corretto La funzione del punto e della
le dinamiche e i segni che legatura (sia di valore che di
modificano altezze e portamento)
durate

Il diesis, bemolle e bequadro


Riconosce le dinamiche principali
quali: p, mf, f, cresc. e dimin.

Riconoscere le caratteristiche Classificare la distanza tra Intervallo semplice (da


“armoniche” e “ritmiche” di una nota e la successiva l’unisono all’ottava)
base per poterlo
personalizzare e modificare.
IC “CARLO FONTANA”
C.M. MIIC8FQ00N - Via F. lli Caprotti, 4 – 20013 MAGENTA
Tel. 0297293436
E-mail MIIC8FQ00N@istruzione.it - PEC MIIC8FQ00N@pec.istruzione.it
Codice fiscale 93037340150 – Codice Univoco: UFOUVC

Semitono cromatico/diatonico

Tono

Ideare (scrivere a mano) Scala maggiore


una sequenza d’intervalli
data (Tono, tono, Intervalli Maggiori e Giusti
semitono, ecc…)
Tonica, Modale e Dominante

Interpretare (anche senza Utilizzare la simbologia Accenti musicali/metrici


intonazione) lo spartito dei appropriata nel Tempo di chiave
brani proposti con buona completare le misure o
approssimazione ritmica. battute incomplete Stanghette
proposte
Tempi semplici/composti.

Leggere, a cadenza Movimenti direttoriali


regolare, semiminime e
crome a intervalli fino Accenti in “Battere” e “levare”
all’ottava

Obiettivi minimi irrinunciabili: Riconoscere le altezze anche sopra e sotto il pentagramma.


Discriminare gli intervalli semplici “Giusti” e “Maggiori”

MUSICA – CLASSE TERZA AD INDIRIZZO MUSICALE S. SECONDARIA I GRADO

COMPETENZA CHIAVE N.8: CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE (MUSICALE)

TRAGUARDO PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DEL I CICLO: Usa


sistemi diversi e specifici funzionali alla lettura e alla produzione di brani musicali.

OBIETTIVO DI APPRENDIMENTO: Riconoscere e classificare i più importanti elementi


costitutivi del linguaggio musicale

(Notazione)

COMPETENZE / PRESTAZIONI ABILITA’ CONOSCENZE

Interpretare e analizzare la Leggere a prima vista tutte Note gravi/acute


simbologia specifica le altezze e valori dei suoni
Semicroma, Croma puntata

Figure irregolari

La misura semplice e composta


IC “CARLO FONTANA”
C.M. MIIC8FQ00N - Via F. lli Caprotti, 4 – 20013 MAGENTA
Tel. 0297293436
E-mail MIIC8FQ00N@istruzione.it - PEC MIIC8FQ00N@pec.istruzione.it
Codice fiscale 93037340150 – Codice Univoco: UFOUVC

I tagli addizionali (fino a tre


“tagli in testa” e in “gola”)

Punto coronato

Abbellimenti principali

Utilizzare in modo corretto La funzione del doppio punto e


i segni che modificano della legatura di frase
altezze e durate
Il doppio diesis e doppio bemolle

Il bequadro

Dinamiche quali pp, ff, sf e le


forcelle cresc./dim.

Riconoscere le caratteristiche Classificare l’ accordo Intervallo aumentato/diminuito


“armoniche” e ritmiche di semplice dato
base di uno spartito Semitono cromatico

Gradi della scala maggiore

Costruire un accordo Intervalli di terze Maggiori e


semplice data la Minori
fondamentale
Intervalli di quinta

Accordo maggiore/minore

Stato fondamentale/rivoltato

Disposizione stretta

Disposizione lata

Leggere a cadenza regolare Utilizzare la simbologia Accenti musicali/metrici


crome, semicrome e gruppi appropriata nel
irregolari completare le misure o Tempi semplici, composti e
battute incomplete misti (dispari)
proposte
Movimenti direttoriali veloci
(“in uno”/”in due”)

Semicrome/Biscrome

Terzine/Duine

**Obiettivi minimi irrinunciabili: Sapere il significato dei simboli principali della notazione.
Discriminare gli accordi “Maggiori” e “Minori”
IC “CARLO FONTANA”
C.M. MIIC8FQ00N - Via F. lli Caprotti, 4 – 20013 MAGENTA
Tel. 0297293436
E-mail MIIC8FQ00N@istruzione.it - PEC MIIC8FQ00N@pec.istruzione.it
Codice fiscale 93037340150 – Codice Univoco: UFOUVC

MUSICA – CLASSE PRIMA S. SECONDARIA I GRADO

COMPETENZA CHIAVE N 8: CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE (MUSICALE)

TRAGUARDO PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DEL I CICLO:


Partecipa in modo attivo alla realizzazione di esperienze musicali attraverso l’esecuzione di
brani strumentali e o vocali.

OBIETTIVO DI APPRENDIMENTO: Esegue in modo espressivo, collettivamente e


individualmente, brani strumentali e vocali di diverso stile e genere.

(Pratica vocale e strumentale)

COMPETENZE / PRESTAZIONI ABILITA’ CONOSCENZE

Interpretare semplici partiture Utilizzare l’emissione, -Impostazione e postura -


realizzate con note, l’impostazione nonché le Corretta.
pentagramma, figure musicali posizioni corrette della voce,
(fino alla croma), punto e delle mani e del corpo. -Respirazione adeguata.
legatura di valore in chiave di
violino. -Intonazione vocale.

Mantenere in modo regolare la -Intonazione strumentale.


Eseguire la pulsazione ritmica pulsazione ritmica.
di base delle rispettive semplici -Il “battere” e “levare”.
partiture.
Eseguire prima lentamente poi a -Suddivisione del singolo
velocità più sostenuta con movimento.
sufficiente approssimazione
ritmica. -Ritmo binario.

-Ritmo quaternario.

Decifrare tutte le altezze e i Applicare al proprio strumento -“Diteggiatura” corretta


valori musicali fino alla nota da musicale la rispettiva
un ottavo in chiave di violino corrispondenza suono/segno -“Posizione corretta

Conquistare in modo Eseguire semplici melodie da -Applicazione delle note


progressivo la tecnica di base solo e in gruppo in maniera mi2/mi3 sul proprio
consona al proprio strumento sufficientemente autonoma strumento.
musicale.
-Posizioni del registro
Medio

-Elementi formali di base


di uno “spartito”

**Obiettivi minimi: Lettura a voce, con regolarità ritmica, delle sole durate dei suoni proposti

.
IC “CARLO FONTANA”
C.M. MIIC8FQ00N - Via F. lli Caprotti, 4 – 20013 MAGENTA
Tel. 0297293436
E-mail MIIC8FQ00N@istruzione.it - PEC MIIC8FQ00N@pec.istruzione.it
Codice fiscale 93037340150 – Codice Univoco: UFOUVC

MUSICA – CLASSE SECONDA S. SECONDARIA I GRADO

COMPETENZA CHIAVE N 8: CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE (MUSICALE)

TRAGUARDO PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DEL I CICLO:


Partecipa in modo attivo alla realizzazione di esperienze musicali attraverso l’esecuzione di
brani strumentali e o vocali

OBIETTIVO DI APPRENDIMENTO: Eseguire in modo espressivo, collettivamente e


individualmente, brani strumentali e vocali di diverso stile e genere

(pratica vocale/strumentale)

COMPETENZE / PRESTAZIONI ABILITA’ CONOSCENZE

Usare le tecniche di base per Mantenere in modo regolare la Impostazione, postura e


suonare lo strumento musicale pulsazione ritmica. respirazione adeguata
scelto
Applicare al proprio strumento Intonazione delle note con
musicale le rispettiva relazione la propria voce e con il
suono/posizione. proprio strumento
musicale.

Diteggiatura e postura
corretta

Interpretare spartiti con figure Eseguire i brani proposti Ciclicità ritmica


musicali (fino alla semicroma), rispettando ogni singolo valore
punto e legatura di valore in musicale. Tempo semplice e
chiave di violino. composto

Eseguire con la voce, in modo Posizioni e diteggiature del


intonato, i suoni della scala registro medio e acuto
musicale e i brani appresi

Decifrare tutte le altezze e i Eseguire da solo e in gruppo Le caratteristiche sonore


valori musicali (fino alla nota spartiti musicali semplici a 2 e 3 come altezza e durata
da un sedicesimo) in chiave di voci applicate al canto ed allo
violino strumento musicale
Riprodurre su imitazione e per
lettura i suoni proposti.

Partecipare in modo coordinato Base musicale


(mani) e razionale ad esecuzioni
collettive su base musicale data

Elaborare sequenze sonore o Concetto di melodia,


semplici melodie in base a criteri armonia
stabiliti

**Obiettivi minimi irrinunciabili: Mantenere una postura adeguata durante un’ esecuzione.
Esecuzioni con sufficiente approssimazione ritmica anche per imitazione
IC “CARLO FONTANA”
C.M. MIIC8FQ00N - Via F. lli Caprotti, 4 – 20013 MAGENTA
Tel. 0297293436
E-mail MIIC8FQ00N@istruzione.it - PEC MIIC8FQ00N@pec.istruzione.it
Codice fiscale 93037340150 – Codice Univoco: UFOUVC

MUSICA – CLASSE TERZA S. SECONDARIA I GRADO

COMPETENZA CHIAVE N 8: CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE (MUSICALE).

TRAGUARDO PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DEL I CICLO:


Partecipa in modo attivo alla realizzazione di esperienze musicali attraverso l’esecuzione di
brani strumentali e o vocali.

OBIETTIVO DI APPRENDIMENTO: Eseguire in modo espressivo, collettivamente e


individualmente, brani strumentali e vocali di diverso stile e genere

(pratica vocale/strumentale)

COMPETENZE / PRESTAZIONI ABILITA’ CONOSCENZE

Usare le tecniche di base del Utilizzare l’emissione e la Tecnica specifica di base:


proprio strumento musicale postura corretta anche in - Posizioni –
passaggi di media - Tasti relativi al suono
difficoltà. - Aperto/semiaperto/chiuso
- Passaggio del pollice
-
Staccato

Legato

Scala (a 1 ottava) di Do M
Decifrare tutte le altezze e i valori Eseguire in modo
musicali in chiave di violino autonomo e consapevole Scala (a 1 ottava) di Fa M
intervalli e “frammenti” di
scale maggiori di DO, di Ritmo binario, quaternario e
FA e di SOL ternario.

I 12 suoni della scala


- naturali
- alterati

Partecipare in modo coordinato e Eseguire da solo prima e Valori principali applicati


razionale ad esecuzioni in gruppo poi “veri e - 4/4, 2/4,
strumentali e vocali collettive. propri” spartiti - 1/4, 1/8
riconoscendone le - 3/4, 3/8
differenze dinamiche ed
agogiche Espressioni quali p, mf e f.

Elementi strutturali di base di


un brano musicale:
- Inizio/fine
- Ritornello/ripetizioni
- Misura
- Semifrase/frase musicale

**Obiettivi minimi: Eseguire parte dei brani proposti rispettando le caratteristiche “ritmiche” principali
Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca S
ISTITUTO SECONDARIO DI 1° GRADO PETRARCA P. PIO

Via Togliatti, 1 - Tel./Fax 0882-331051 - 71016 SAN SEVERO (Foggia)

Cod. Meccanografico: FGMM148003 - Codice Fiscale: 93061390717


e-mail: fgmm148003@istruzione.it e-mail P.E.C.: fgmm148003@pec.istruzione.it
www.is-petrarcapadrepio.gov.it

PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI

STRUMENTO MUSICALE

TROMBA
a.s.2017 / 2018
Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della Scuola Secondaria di
primo grado (traguardi per le competenze disciplinari per l intero triennio dalle
indicazioni nazionali):

L insegnamento strumentale costituisce integrazione interdisciplinare ed


arricchimento dell insegnamento obbligatorio dell ed.musicale nel più ampio quadro
delle finalità della scuola media e del progetto complessivo di formazione della
persona.
Le competenze da raggiungere al termine del percorso della scuola sec. di 1° grado,
consistono:
- nell acquisizione di capacità cognitive in ordine di categorie musicali
fondamentali ( melodia, armonia,ritmo,timbro,dinamica, agogica) e alla loro
traduzione operativa nella pratica strumentale, onde consentire agli alunni
l interiorizzazione di tratti significativi del linguaggio musicale a livello
formale,sintattico e stilistico;
- nel promuovere la formazione globale dell individuo offrendo, attraverso
un esperienza musicale resa più completa dallo studio dello strumento,
occasione di maturazione logica,espressiva comunicativa;
- nell offrire all alunno, attraverso l acquisizione di capacità specifiche, ulteriori
occasione di sviluppo e orientamento delle proprie potenzialità;
- in ulteriori occasioni di integrazione e di crescita anche per gli alunni in
situazioni di svantaggio.
Lessenziale aspetto performativo della pratica strumentale porta alla
consapevolezza della dimensione intersoggettiva e pubblica dell evento musicale
stesso, fornendo un efficace contributo al senso di appartenenza sociale
Competenze di cittadinanza :

• Imparare ad imparare
• Competenze sociali e civiche
• Consapevolezza ed espressione

DISCIPLINA: Strumento Musicale TROMBA

TABELLA CLASSI PRIME

COMPETENZE
CONOSCENZE COMPETENZE DISCIPLINARI
TRASVERSALI
I QUADRIMESTRE: Imparare ad imparare
Organizzare il proprio apprendimento
Adeguata impostazione L! alunno utilizza lo strumento utilizzando fonti e modalità di
strumentale con particolare musicale praticando la tecnica di base. informazione e formazione diversi in
riguardo alla naturale impostazione E! in grado di eseguire semplici relazione a strategie, metodo di studio
del bocchino sulle labbra. Sviluppo esecuzioni sulle prime posizioni , di lavoro e in funzione del tempo
individualmente o in gruppo. disponibile
della tecnica di respirazione
attraverso il controllo e la Competenze sociali e civiche
consapevolezza dei processi Capacità di comunicare in modo
inspiratorio ed espiratorio. costruttivo in ambiti diversi, di
Relaziona in modo positivo con i mostrare tolleranza, di esprimere e di
compagni nella prima esperienza comprendere diversi punti di vista, di
di musica d! insieme. negoziare con la capacità di creare
fiducia e di essere in consonanza con
gli altri.

Consapevolezza e d espressione
culturale
Competenza che contribuisce a
costruire l! identità sociale e culturale,
attraverso la capacità di fruire dei
linguaggi espressivi , dei beni
culturali e di esprimersi attraverso
linguaggi e canali diversi
II QUADRIMESTRE:

Applica le tecniche studiate L! alunno esegue i brani assegnati


nell! esecuzione di facili brani in rispettando gli aspetti ritmici, melodici
tonalità ritenute adeguate. e alcuni segni agogici.
Consapevolezza di alcune tecniche
come : lo staccato e il legato.
TABELLA CLASSI SECONDE
CONOSCENZE COMPETENZE COMPETENZE
DISCIPLINARI TRASVERSALI
I QUADRIMESTRE: Competenze sociali e civiche
Ampliamento dell! estensione L! alunno esegue brani che Agire in modo autonomo e
attraverso lo sviluppo degli contengono i principali elementi in responsabile, conoscendo e
armonici sulle sette posizioni. cui si articola il linguaggio osservando regole e norme con
Conoscenza ed eventuale uso di musicale occidentale con tecniche particolare riferimento alla
tecniche strumentali nuove come: il nuove di media difficoltà. costituzione. Collaborare e
glissato, il frullato e l! uso della partecipare comprendendo i diversi
sordina. punti di vista della persona

II QUADRIMESTRE:
Partecipare ad esecuzioni di musica L! alunno partecipa ad esecuzioni di
d! insieme adottando musica d! insieme in base alle
comportamenti adeguati effettive capacità tecnico- musicale
rispettando e socializzando con acquisite.
altri compagni.
TABELLA CLASSI TERZE
COMPETENZE COMPETENZE
CONOSCENZE
DISCIPLINARI TRASVERSALI
I QUADRIMESTRE: Consapevolezza ed espressione
Eseguire in modo consapevole i L! alunno acquisisce con le tecniche Stabilire collegamenti tra le
brani assegnati sia solistici che studiate, le principali caratteristiche tradizioni culturali locali, nazionali
d! insieme, rispettando gli aspetti espressive con consapevolezza ed internazionali, sia in una
ritmici, agogici, melodici, dinamici interpretativa. prospettiva interculturale sia ai fini
e fraseologici. di una mobilità di studio o di
lavoro

II QUADRIMESTRE:
Utilizzo di tutte le sette posizioni e L! alunno è in grado di eseguire
relativi armonici nell! ambito brani di difficile esecuzione,
dell! estensione di 2 ottave. rispettando tutti i parametri.
Eseguire brani con figurazioni Esegue brani appartenenti a
ritmiche in tempi semplici e tradizioni e culture diverse.
composti e in tonalità diverse.

Metodologia di lavoro Strumenti e mezzi Tipologia delle verifiche


Lezioni frontali a piccoli e/o grandi Lalunno sarà provvisto del proprio Si prevedono verifiche periodiche,
gruppi strumento musicale per svolgere la singole o collettive per far crescere
propria attività didattica. Oltre a nell alunno la consapevolezza di se
ciò vi è la possibilità di usare stesso, per accrescere il suo livello
impianti e apparecchiature audio. di concentrazione , per stimolare il
suo senso critico e per favorire una
costruttiva competitività
ATTIVITÀ DI RECUPERO, SOSTEGNO ED INTEGRAZIONE PER GLI ALUNNI
IN DIFFICOLTÀ DI APPRENDIMENTO

L impostazione metodologica tenderà in particolare a:


o dare fiducia allo studente, con attività di rinforzo al fine di
incoraggiarlo, superando situazioni di disagio e di inadeguatezza;
o dialogare con lo studente in difficoltà, per scoprirne le
problematiche e poter predisporre gli interventi alternativi risolutivi,
adatti alle sue carenze;
o accrescere nello studente l autostima valorizzando i propri punti di
forza.
I ragazzi saranno guidati individualmente e motivati all impegno
calamitandoli sul piano affettivo, facendo leva sulla loro sensibilità e
sull autostima. Quando sarà necessario si ricorrerà a strategie che
stimolino il senso di emulazione e di orgoglio personale.
Si utilizzeranno esercizi differenziati e a livello crescente di complessità,
opportune semplificazioni, risoluzione guidata di problemi di vario genere
al fine di recuperare e rafforzare le conoscenze disciplinari pregresse,
acquisire il metodo di studio, per arrivare ad ampliare le conoscenze
disciplinari specifiche dell allievo guidandolo ad una crescente autonomia.

POTENZIAMENTO E PROMOZIONE DELLE ECCELLENZE


Il Dipartimento lavora anche per incoraggiare le eccellenze.
Gli alunni coinvolti saranno valorizzati seguendo le loro attitudini, al fine
di poterne sviluppare le loro tendenze e sensibilità musicali

ALUNNI DSA/BES

Per gli alunni con BES/DSA, adeguatamente certificati, la valutazione e la


verifica degli apprendimenti, comprese quelle effettuate in sede di esame
conclusivo del ciclo, terranno conto delle specifiche situazioni soggettive
di tali alunni e faranno riferimento ai criteri individuati nel PDP.
A tal fine, nello svolgimento delle attività didattiche, andranno adottati gli
strumenti compensativi e le misure dispensative ritenute più idonee dal
Consiglio di classe.
COMUNICAZIONE DEL PROFITTO E DEI LIVELLI DI APPRENDIMENTO

Sarà assicurata agli alunni e alle famiglie un informazione tempestiva e


trasparente sui criteri e sui risultati delle valutazioni effettuate nei diversi
momenti del percorso scolastico, promuovendone con costanza la
partecipazione e la corresponsabilità educativa, nella distinzione di ruoli e
funzioni.
Agli alunni verranno sempre comunicati i motivandoli sulla base delle
griglie dipartimentali. La trasparenza delle informazioni sarà assicurata dal
fatto che i genitori potranno prendere visione dei voti attraverso il
registro elettronico. Nel corso dei colloqui individuali e generali saranno
fornite tutte le motivazioni in merito ai livelli di apprendimento raggiunti.

LA VALUTAZIONE

Le competenze sono una combinazione complessa di conoscenze, abilità


e atteggiamenti appropriati al contesto e si presentano come il risultato di
apprendimenti formali, informali e non formali, per cui nella valutazione
si andrà oltre gli esiti delle singole prove, per considerare tutte le
modificazioni, non solo cognitive, della personalità. Si terrà quindi
presente il livello di partenza, l'impegno, il metodo di lavoro, le capacità
individuali, la condizioni socio-ambientali al fine di giungere ad una
visione globale dell'alunno e del suo progredire attraverso il processo
educativo. Nei compiti di realtà si andranno a valutare: l'autonomia, la
relazione, la partecipazione, la responsabilità, la flessibilità, la
consapevolezza, per giungere alla certificazione delle competenze.
Il Dipartimento, sulla base delle indicazioni del Collegio dei Docenti,
elabora quindi le griglie di valutazione allegate, che necessariamente
devono essere utilizzate da tutti i docenti. Il docente, che eventualmente
si dissocia da tale utilizzo, in base alla normativa vigente, si farà carico di
elaborare una griglia personale coerente con le indicazioni del
Dipartimento e del Collegio dei Docenti.
GRIGLIA DI VALUTAZIONE STRUMENTO MUSICALE CLASSI I II - III

Con traguardi riconducibili alle INDICAZIONI NAZIONALI DEL PRIMO CICLO DI


ISTRUZIONE

Nuclei tematici Competenze Obiettivi di Descrittori voto


apprendimento
Uso e controllo Lalunno partecipa in Corretto assetto Conosce in modo approfondito i 10
dello strumento modo attivo alla psico-fisico, postura contenuti. L esecuzione risulta ottima. 9
nella pratica realizzazione di e coordinamento Si esprime con chiarezza ed interpreta
individuale esperienze musicali sullo strumento rielaborando in maniera personale.
attraverso l esecuzione Conosce i contenuti, l esecuzione 8
e l interpretazione di risulta corretta in tutte le sue
brani musicali semplici componenti. Interpreta quando
guidato.
Conosce discretamente i contenuti. 7
L esecuzione risulta abbastanza
corretta a livello ritmico-melodico
Conosce in modo generico i 6
contenuti. L esecuzione risulta
sufficientemente corretta. A livello
ritmico-melodico una senza
autonomia interpretativa
Esegue in modo incerto e insicuro. 5
Conosce in maniera molto
superficiale i contenuti.
Dimostra di non conoscere i 4
contenuti. L esecuzione dei brani
musicali è completamente errata sia
dal punto di vista ritmico che
melodico.
Uso e controllo Relaziona con i Sviluppo Si applica sul lavoro di gruppo con 10
dello strumento compagni ed dell individuo e costanza e sistematicità rispettando le 9
nella pratica insegnanti, rispetta se delle sue regole date con cura e precisione
collettiva stesso, gli altri e potenzialità Si applica sul lavoro collettivo con 8
l ambiente, attraverso la costanza rispettando le consegne
condividendo le socializzazione Generalmente si applica nel lavoro di 7
regole. Comprende nella musica gruppo rispettando in maniera
funzioni ed uso del d insieme alternata le regole
materiale da Non sempre si applica in gruppo in 6
rispettare maniera costante e continua
Solo se sollecitato si applica nella 5
musica d insieme,fatica a rispettare le
consegne date. Frequenza irregolare
e/o saltuaria
Dimostra di non accettare le regole 4
della musica d insieme e la sua
valenza. Scarsa disponibilità ad offrire
il proprio contributo al gruppo.

Conoscenza E in grado di leggere Padronanza dello Conosce in modo approfondito i 10


degli aspetti la notazione musicale strumento contenuti. L esecuzione risulta ottima. 9
tecnici del utilizzando cellule attraverso la lettura Si esprime con chiarezza ed interpreta
linguaggio ritmiche regolari e l imitazione e rielaborando in maniera personale
musicale e irregolari, conoscendo l improvvisazione Conosce i contenuti, l esecuzione 8
lettura dello gli aspetti basilari della guidata risulta corretta in tutte le sue
spartito scrittura musicale. componenti. Interpreta quando
guidato.
Conosce discretamente i contenuti. 7
L esecuzione risulta abbastanza
corretta a livello ritmico-melodico
Non sempre si applica in gruppo in 6
maniera costante
Solo se sollecitato si applica anella 5
musica d insieme, fatica a rispettare
le consegne date. Frequenza
irregolare e/o saltuaria
Dimostra di non accettare le regole 4
della musica d insieme e la sua
valenza. Scarsa disponibilità ad offrire
il proprio contributo al gruppo
GRIGLIA DI VALUTAZIONE
Prove strutturate
Ad ogni prova scritta è assegnato un punteggio che verrà trasformato in voto
utilizzando una proporzione, arrotondando come specificato nella seguente tabella:

% VOTO LIVELLI
0- 44 4 E BASSO

45 54 5 D MEDIO-BASSO

55 64 6 D MEDIO

65 74 7
C MEDIO-ALTO
75 84 8 B ALTO

85 94 9
AVANZATO
95 100 10 A

Descrittori prove pratiche di Strumento musicale

E D C B A
Scarsa Relativa Buona Discreta Completa
autonomia e autonomia. autonomia e consapevolezza autonomia e
scarsa Consapevolezza padronanza e padronanza responsabilità.
conoscenza di basilare delle Ottima
base competenze consapevolezza

IL DOCENTE DEL DIPARTIMENTO DI


STRUMENTO MUSICALE
TROMBA

Prof. Giuseppe Mandunzio

Potrebbero piacerti anche