Sei sulla pagina 1di 13

In questo numero:

Nuovi vertici per il CNGEI


Carlo Colombo e la “via italiana allo scautismo”
Le Aquile Randagie raccontate a teatro

LA TENDA DI ABRAMO A GENOVA


con gli scout di tutte le associazioni
Baden Powell, Impeesa e un
Indice grande gioco al Centro studi
Baden Powell, Impeesa e un grande gioco al Centro
studi Mario Mazza
pag. 3 Mario Mazza
Un sinodo dei vescovi che chiama anche gli scout, pag. 4 A maggio 2022 appuntamento con Baden
per camminare insieme Powell e la nascita dello scautismo, grazie
a un’iniziativa del Centro studi scout Mario
Gli scout genovesi e la chiesa uniti per un mondo pag. 6 Mazza, di Genova. L’iniziativa sarà rivolta ai
migliore soci giovani dell’Agesci e del Cngei. Le unità
di lupetti, lupette, coccinelle, esploratori e
Nuovi vertici per il CNGEI: eletti presidente, capo pag. 8 guide potranno assistere alla diretta Facebook
scout e consiglio nazionale e YouTube trasmessa dalla sede del Centro
studi Mario Mazza, e interagire in vari modi.
MASCI: appuntamento con il futuro a Sacrofano pag. 9 Si parlerà di Impeesa, il libro a fumetti che
racconta la vita di Robert Baden Powell
Carlo Colombo e la “via italiana dello scautismo” pag. 10 prima di fondare lo scautismo. Ci saranno
Ivo Milazzo, il disegnatore di Impeesa; un
Eliminare la violenza sulle donne: si comincia con pag. 16 esperto in grado di rispondere a domande
l’educazione sulla vita di BP; e forse lo stesso Baden
Powell. Ma sarà il fantasma del vero BP o
Ho portato le aquile randagie a teatro pag. 18 un attore? Al termine verrà anche lanciato
un gioco, un’attività dedicata a Impeesa: una
Lord Baden-Powell of Giwell pag. 22 parola che significa “Il lupo che non dorme
mai, ma si aggira nella notte”. Impeesa era
il soprannome che i guerrieri Matabele, in
Africa, avevano dato a Baden Powell.

Redazione
Tracce Scout Direttore: Paolo Fizzarotti
Periodico fuori commercio destinato Hanno collaborato: Sorella Chiara Benedetta,
ai soci ed agli amici del Centro studi e Ilaria Barberis, Paolo Bressan, Mauro Caputo,
documentazione scout “Mario Mazza” Salvatore Zappardino, Lorenzo Capelli, Alex
Via Asilo Garbarino, 6b - 16126 Genova. Cendron, Andrea Borneto, Paolo Grossholtz.
Tel. e fax 010 267155 Impaginazione: Giovanni Mucci
info@mariomazza.it - www.mariomazza.it Finito di impaginare il 10 marzo 2022
Stampa: www.pixart.it

2 3
Un sinodo dei vescovi che
chiama anche gli scout, per
camminare insieme
Articolo di
Sorella Chiara Benedetta, delle Clarisse di Cristo Sorgente del Santuario delle Grazie in Genova Voltri,
madre della comunità e Incaricata al Coordinamento Metodologico di AGESCI Liguria, Capo Fuoco nel
gruppo AGESCI Ge7. Ce ne è abbastanza per far fare “il punto della modo di fare educazione e di vivere i valori
strada” a ogni capo-catechista, ma anche a ogni dello scoutismo: Comunione, Partecipazione,
Ilaria Barberis, medico igienista, Incaricata alla Branca E/G Zona Tre Golfi, componente equipe sinodale scout, che con la sua Promessa ha scelto di Missione.
della Diocesi di Genova camminare seguendo tre scelte fondamentali. Illuminati dallo Spirito Santo, non ci resta che
Una Scelta di Fede che si rinnova nell’ascolto provare anche noi ad immaginare un futuro
Venerdì 21 maggio 2021 Papa Francesco ha Camminiamo Insieme!!, parole che per tutti  gli della Parola e nella partecipazione ai Sacramenti, diverso per la Chiesa, per il nostro essere parte
indetto il Sinodo dei Vescovi dal titolo “Per un scouts evocano ricordi di gite e sentieri percorsi in Comunione con Gesù e con i fratelli, che ci della Chiesa, un futuro all’altezza della missione
Chiesa sinodale: comunione, partecipazione e con i pantaloni corti e il fazzolettone al collo. rende Evangelizzatori nel mondo tramite le ricevuta,  avviando processi di ascolto, dialogo
missione”. Il Sinodo si è aperto solennemente Stavolta, però, l’esortazione viene dalla Chiesa nostre vite. e discernimento, a cui tutti e ciascuno possano
il 9-10 ottobre 2021 a Roma e il 17 ottobre universale, ed è proprio la “parola chiave” Una Scelta di Servizio, espressione dell’Amore contribuire.
seguente in ogni Chiesa particolare. Una tappa del cammino sinodale che ogni battezzato è di Dio, che va alla ricerca degli ultimi, delle Questo Sinodo, inoltre, potrebbe farci percorrere
fondamentale sarà la celebrazione della XVI invitato a percorrere. La domanda è: io, Chiesa, persone che non hanno voce e da loro ascolto, sotto la Guida dello Spirito Santo Strade nuove,
Assemblea generale ordinaria del Sinodo sulla strada del mondo e della mia vita come che si esprime nella Missione che ognuno di noi con compagni di viaggio vicini e lontani, facendoci
dei Vescovi, nell’ottobre del 2023, a cui farà cammino? Con chi cammino? è chiamato a compiere nella propria realtà. scoprire nuovi modi di essere Chiesa insieme. Una
seguito la fase attuativa, che coinvolgerà Come sta avvenendo questo “Camminare Una Scelta Politica, che intreccia il proprio opportunità ma nello stesso tempo una sfida che
nuovamente le Chiese particolari. A differenza insieme” oggi, nella nostra chiesa locale? Quali vissuto personale con la realtà in cui si trova, che porti anche lo scoutismo a quell’apertura che lo
di tutti i precedenti, il sinodo non si limiterà passi lo Spirito ci invita a fare per crescere nel impone una Partecipazione attiva agli eventi del caratterizza, a una generatività per essere fecondi
alla assemblea dei Vescovi intorno al Papa, ma nostro Camminare insieme? Come posso essere mondo, nell’epoca in cui siamo chiamati a vivere, di nuovi frutti, di novità. Apertura, ascolto,
sarà un processo che porterà a una “ecclesialità io, la mia comunità, strumento di comunione intessendo rapporti con il territorio, per riuscire cammino, frontiera, ultimi, altri, comunione,
sinodale”, nella quale tutto il popolo di Dio, in per la Chiesa e il mondo, meglio la Chiesa nel insieme a “lasciare il mondo un po’ migliore di missione, partecipazione… INSIEME
ragione del battesimo, si renda corresponsabile mondo, oggi? come lo si è trovato”.
con i Pastori, della missione della Chiesa. Ed ecco che anche le 3 parole chiave del
Dove il termine “Sinodalità” denota lo stile documento preparatorio (scaricabile dal sito),
particolare che caratterizza la vita e la missione che anticipano la direzione che dovrà avere
della Chiesa, esprimendo la sua natura di Popolo la Chiesa Sinodale, le ritroviamo nel nostro
di Dio che cammina insieme e si riunisce in
assemblea, convocato dal Signore Gesù nel potere
dello Spirito Santo per annunciare il Vangelo
(cfr. Vademecum).Ribadendo il significato che la
parola sinodo ha, e cioè “cammino fatto insieme”,
sembra interessante e arricchente partire proprio
da questo aspetto per sottolinearne l’importanza
e le strade nuove, di nuove opportunità, che ci
apre come scout, che hanno fatto della strada l’
habitat di crescita, relazione, incontri, missione,
Chiesa.

4 5
Gli scout genovesi e la chiesa
Cngei, I Foulard Bianchi e naturalmente il Centro
Studi...abbiamo anche invitato l’Arcivescovo “Salve. Parlo con il dott. Gervino della RAI?
Mons. Tasca...ah dimenticavo grazie a mio figlio State arrivando? Sono le 16,15 e fra pochi minuti

uniti per un mondo migliore siamo riusciti ad avere anche la Rai che farà un
servizio per il TGR”
arriverà l’Arcivescovo, non vorrei saltasse il
servizio”
“Si siamo in via San Lorenzo, non si preoccupi:
“Paolo, sai che con voi ho un rapporto tra due 2 minuti saremo operativi”
La Tenda di Abramo in piazza San Lorenzo: “telecronaca” della nascita di privilegiato, come faccio a dirti di no. Fammi
un evento che ha coinvolto quasi tutte le associazioni scout che operano controllare l’agenda ma in linea di massima In effetti, appena chiusa la telefonata, ecco
sul territorio genovese. direi di si...ci sentiamo più avanti per i dettagli.” comparire il dott. Gervino, giornalista RAI, e il
suo cameramen. In pochi minuti allestiscono le
da catalizzatore per questo evento, che si svolgerà E’ fatta, abbiamo: riprese e predispongono le interviste, il tutto in
sabato 2 Ottobre 2021, e che il M.A.S.C.I. - l’Agesci con Davide, se poi si libera in tempo perfetto tempismo con l’arrivo dell’Arcivescovo.
realizzerà in contemporanea nelle maggiori verrà anche il nuovo Responsabile Regionale Si vede che sono abituati a questo mestiere: io
piazza italiane. Lorenzo Capelli. pensavo ci volessero ore di preparazione!!
L’iniziativa lanciata dal Movimento Laudato - Il Cngei vedrà di mandare un rappresentante.
Si e sostenuto da Papa Francesco ha lo scopo Annamaria Messina, Commissario Regionale,
di sensibilizzare alla salvaguardia della Terra e mi diceva che proprio quel weekend hanno
raccogliere le firme per la petizione: l’apertura delle attività, che sfortuna.
“Ciao, dimmi veloce che sono in riunione di - Cristina dei Foulard Bianchi ci sarà, ottimo.
lavoro..” - Io, Marco e Mauro per il Centro Studi
“Pianeta sano, persone sane”
“La tenda di Abramo è una casa per tutti, - Paola e la comunità di Sestri Ponente per il Masci
(...meno male che voi donne sapete fare 10 cose più le Comunità genovesi che si alterneranno
noi vogliamo che tutto il creato sia una tenda
contemporaneamente, io non riuscirei a sostenere tutta la giornata alla Tenda
ospitale. Abramo è nostro padre nella fede.”
questi ritmi...e da quando è Segretaria Regionale
E’ nostra responsabilità da cattolici dare voce ai
Masci è ancora peggio, quasi non la vediamo più Ora dobbiamo coordinare l’intervento di
più vulnerabili, e mobilitarci in loro nome. Papa
a casa!) Monsignor Tasca con la presenza della RAI...
Francesco ci ha detto che non possiamo restare
sani in un mondo malato e allora se vogliamo Non sarà facile. Per fortuna don Davide Sormino,
“Ok, ho avuto una idea...e se coinvolgessimo segretario dell’Arcivescovo, è una persona molto
veramente uscire migliori da questa crisi oggi è
anche le associazioni Scout nella Tenda di disponibile e ci darà una mano.
il momento, di aiutarci in tutti i modi ad alzare
Abramo? Ne ho già parlato con Anita, noi del Devo ricordarmi di chiedere i permessi di
la voce per la petizione.
Centro Studi Mario Mazza ci stiamo e diamo una accesso per l’auto per trasportare il materiale.
mano anche per la logistica.” All’autorizzazione per l’occupazione di suolo Le parole dell’Arcivescovo sono state veramente
Chi meglio di noi può avere il compito di
“Si bella idea...però occupatevene voi, noi pubblico per la tenda ha già pensato il Masci. belle e significative, vale la pena di ascoltarle..
mettere insieme Masci, Agesci, Cngei. Foulard
adesso siamo già molto presi... Marco Pinna Devo passare al Centro Studi a prendere il https://www.youtube.com/watch?v=AR-
Bianchi ...e naturalmente la nostra Diocesi? E’
della Comunità di Sestri Ponente ci procura la materiale necessario più le bandiere delle 4K9zkZ64
proprio nei nostri scopi istituzionali, oltre che
tenda e la monta.” Associazioni, faranno bella figura insieme con i
fare promozione del nostro Centro. Bene avviso
“Ok, va bene allora procedo...ciao, ci vediamo roll-up dell’evento. Anche la “vela” del Centro Prima la firma della petizione e poi via con le foto
subito Anita!
stasera?” Studi ci rappresenterà degnamente. Da quando di rito...
“Si ma arrivo dopo cena, ho Consiglio di l’abbiamo realizzata è sempre in giro a farci
“Davide ciao, sono Paolo del Mario Mazza, so
Municipio...” conoscere: a breve dovremo sostituirla, visto che Insomma una bella faticata ma ne è valsa la pena!
che non sei più il Responsabile Regionale Agesci,
“e che ...lle, devo cucinare nuovamente io!! va inizia a sbiadire! Torniamo a casa da questo evento, carichi di
ma Lorenzo è già impegnato in un’assemblea di
beh, ciao.” Paolo Fizzarotti, il nostro responsabile alla entusiasmo e sempre più convinti e concentrati
Zona e allora ho pensato a te, che con il Centro
Studi sei sempre disponibile...(anzi quando pensi Comunicazione, sta diffondendo il comunicato sugli impegni che il futuro vorrà riservarci.
Allora è deciso, l’iniziativa “La Tenda di dell’iniziativa alle testate giornalistiche liguri.
si entrare nel Consiglio?) per chiederti se il 2
Abramo” in Liguria, sarà una iniziativa condivisa Il settimanale della Diocesi, il Cittadino, ha già
ottobre puoi rappresentare l’Agesci all’evento
con le altre associazioni Scout! previsto l’articolo nel prossimo numero: direi
“La Tenda di Abramo” in piazza San Lorenzo. Ci Paolo Bressan
Sono proprio contento che il Centro Studi faccia che abbiamo fatto tutto.
saranno anche il Masci (realizzatore dell’evento),

6 7
Nuovi vertici per il CNGEI: MASCI: appuntamento con
eletti presidente, capo scout e il futuro a Sacrofano
consiglio nazionale Il M.A.S.C.I. nel week end del 15 e 16 gennaio considerazione dei destinatari delle attività
2022 ha tenuto la 29ma Assemblea nazionale svolte: le Odv devono infatti rivolgere la propria
Sabato 27 e domenica 28 novembre 2021 si è Il nuovo Capo Scout del Cngei è Mariano Iadanza, straordinaria. La sede dell’assemblea è stata attività prevalentemente nei confronti di soggetti
svolta l’Assemblea Nazionale del Cngei per il della sezione di Benevento la Fraterna Domus di Sacrofano (Roma). Il terzi, mentre le Aps svolgono attività di interesse
rinnovo delle cariche per il triennio 2021/2024 a Mariano Iadanza è nato nel 1976 e oggi è Business Masci è stato chiamato quindi ad un importante generale a favore dei propri associati (in forma
Chianciano Terme (SI). development manager di SEF Consulting. appuntamento, che ha concluso un percorso esclusiva o meno). Nel prossimo numero di
Da tutta Italia sono intervenuti circa 200 delegati Dall’età di 14 anni iscritto al Cngei. iniziato qualche anno fa con l’iscrizione del Tracce Scout troverete un ampio servizio sui
di 89 Sezioni scout Cngei che si sono confrontati Dopo la laurea in Scienze Politiche, indirizzo Asia- Movimento al Registro degli enti del Terzo risultati dell’assemblea di Sacrofano.
sull’ordine del giorno e hanno eletto i nuovi Africa, e il Master in Internazionalizzazione delle settore.
rappresentati nazionali per il prossimo triennio. PMI, ha lavorato nel supporto alla penetrazione Le comunità Masci operano a tutti i livelli, ma
Il nuovo Presidente del Cngei è Gianpino delle aziende sui mercati esteri. Ha diretto il Perché questa iniziativa? Occorre saper leggere soprattutto per gli iscritti, in modo gratuito e
Vendola, della sezione di Bergamo. Business Innovation Centre di Città della Scienza i segni dei tempi. Il Masci può entrare in una volontaristico. Si avvalgono prevalentemente
Gianpino Vendola è nato nel 1961 a Milano dove a Napoli (2017-2020), per il quale è stato anche nuova dimensione generale: probabilmente è dell’attività volontaria dei propri associati o
ha vissuto fino al 1990, anno del matrimonio con responsabile dell’Alta formazione e dei progetti una necessità, se si vuole poter svolgere tutte le delle persone aderenti agli enti associati con una
Nicoletta Boffelli e del trasferimento a Bergamo. europei e coordinatore del Design and Research solite attività nel rispetto delle nuove normative finalità di utilità sociale generale, applicando i
Ha due figli, Elisa e Matteo. Diplomato, ha svolto Laboratory on Advanced Manufacturing. del Terzo settore senza cercare pericolosi principi di non discriminazione e uguaglianza tra
alcune esperienze in ambito marketing fino ad Sono stati eletti in Consiglio Nazionale: Maria equilibrismi. Sicuramente è una opportunità, che tutti i soci. Una particolare attenzione è stata posta
approdare in Simmenthal sempre nel dipartimento Luisa Parisi, sezione di Catania; Benvenuto permette di muoversi in un contesto più ampio e nel mantenere invariata la identità, la natura, la
marketing. Nel 1992 costituisce una società di cui D’Emilio, sezione di Roma; Fabio Roscani, ricco di possibilità già oggi e soprattutto con uno struttura organizzativa, adeguando lo statuto
è il legale rappresentante e che festeggerà a breve sezione di Aprilia; Gaetano Ciavola, sezione di sguardo al futuro, in un rapporto chiaro e sereno praticamente solo alle novità e agli inserimenti
i suoi 30 anni. Scout fin da ragazzo, da adulto ha Niscemi; Camilla Smerieri, sezione di Cremona; con le istituzioni e con altre realtà associative. richiesti dalla attuale normativa del Terzo settore.
svolto incarichi in tutte le tre branche; ha fatto Luca Montanari, sezione di Bologna; Fabrizio A Sacrofano il dibattito è stato vivace ed intenso,
anche il Capo Gruppo e il Coordinatore Senior. Sortino, sezione di Catania; Paolo Fiora, sezione Il Masci può essere interlocutore ufficiale, a con il prezioso contributo dei delegati delle 394
A livello nazionale ha svolto diversi incarichi: di Cremona; Claudia Coniglio, sezione di Roma tutti livelli, nei tavoli istituzionali o della società comunità italiane in cui si riconoscono 5921
Commissario Nazionale della branca Esploratori, civile. L’Assemblea nazionale ha discusso se e censiti. Ma, come sempre per le riunioni scout, è
Consigliere Nazionale, Commissario Regionale, come modificare lo statuto del Movimento in stato soprattutto un momento di festa e gioia nel
Responsabile settore Risorse Adulte ed infine Redazione di Tracce Scout modo da aderire nella sezione delle associazioni ritrovarsi insieme.
Capo Scout nel precedente triennio. di promozione sociale (Aps), che si differenziano
dalle organizzazioni di volontariato (Odv) in Mauro Caputo
Da sinistra Gianpino Vendola e Mariano Il nuovo Consiglio Nazionale del Cngei, con il Presidente e il
Iadanza Capo Scout

8 9
Carlo Colombo e la “via
adattamenti e modifiche che furono approvati
dallo stesso Baden-Powell. Una considerazione
generale va fatta: certe problematiche odierne,

italiana dello scautismo” presenti all’interno del variegato mondo scout a


livello internazionale, partono da lontano e cioè
dalla fase iniziale della nascita del movimento.
La necessità di un approccio storico corretto per capire la nascita del Tornando in merito alla situazione italiana
accennavo a quell’adattamento resosi
movimento scout e i suoi sviluppi successivi
necessario in presenza dell’aspetto prettamente
nazionalistico britannico presente nella prima
Carlo Colombo delineò la sua “via Italiana edizione di scautismo per ragazzi in ragione di
dello scautismo” essendo stato messo in un una situazione socio-culturale italiana certamente
certo senso “fuori strada” proprio dallo stesso diversa rispetto quella britannica. A questo punto
Baden Powell. Infatti da una lettura del libro al fine di una migliore esposizione dei fatti trovo
Scautismo per ragazzi nella sua prima edizione utile un parallelismo riferibile a quelle due
del 1908 si legge che si tratta di un libro rivolto componenti principali presenti nei primi anni
ai soli ragazzi inglesi. Guido Corda (già Capo della nascita dello scautismo in Italia: da un lato
Scout e Presidente Nazionale del Cngei) su gli esploratori nazionali nel 1912/1914; dall’altra
tale argomento è intervenuto affermando: “E’ gli esploratori cattolici con la fondazione una contrapposizione tra il mondo cattolico e il
corretto situare il CNGEI di allora in quell’epoca dall’Asci nel 1916. mondo laico/liberale spesso rappresentato dalle
con le indicazioni del primo B.P.” istituzioni. Ne accenno qualcuna: il Papa (parole
A tale considerazione di fondo espressa da Mentre gli esploratori nazionali, per la stessa sue) si considerava prigioniero dell’usurpatore
Guido Corda desidero entrare nel dettaglio delle definizione del Colombo, furono rappresentativi piemontese ed ai cattolici era fatto divieto da
motivazioni che determinarono da parte del della già citata “via italiana dello scautismo” parte della chiesa di impegnarsi in politica; i
Colombo la sua via italiana dello scoutismo. in parallelo gli esploratori cattolici furono patti lateranensi (la soluzione della “questione
Fu proprio la prima edizione di Scautismo per espressione (seguendo le direttive di settori e romana“) erano ancora lontani ; senza parlare
ragazzi il motivo di base che vide tra il 1912 ed di eminenti personaggi rappresentativi della dei reciprochi attacchi tra la stampa cattolica e la
il 1914 Colombo elaborare un adattamento del chiesa) della “via cattolica dello scautismo “(mi stampa laico/liberale dell’epoca.
metodo scout: ovvero ben prima della stesura attribuisco la paternità di tale definizione che ho Tale contrapposizione si esprimeva anche nel
del libro dei capi nel 1920 e dei primi corsi di creato al fine di un utile parallelismo). Evidenziare campo dell’educazione dei giovani e a riguardo
formazione Gilwell. la “via italiana dello scautismo” enfatizzando tra basti accennare al dualismo tra oratori laici ed
In questa visione di insieme deve essere tenuto vedremo attuati post conflitto ma non presenti le caratteristiche del Cngei dell’epoca i presunti oratori cattolici. Quindi tornando in merito alla
in considerazione l’inizio della prima guerra in precedenza. Principi di fratellanza (oggi deviazionismi (deviazionismi giudicati con il via italiana dello scautismo vediamo come sia
mondiale, ovvero quell’evento epocale che si conosciuti come la dimensione internazionale senno di poi ovvero come già detto con quelle che stata oggetto di critiche, di distinguo rispetto al
sovrappose per ben quattro dei primi sei anni di dello scautismo) espressi come è risaputo, sia furono le “linee guida dello scautismo “espresse metodo originale di Baden-Powell oggi come
vita del Cngei, che nel 1918 vide la morte del in termini di valori che di metodo, attraverso il dallo stesso Baden-Powell successivamente ieri specie nell’ambiente cattolico; mentre sulla
proprio fondatore Carlo Colombo. La guerra Jamboree, le conferenze mondiali, la scuola capi al primo conflitto mondiale) mi sembra “seconda via” generalmente si è evidenziata in
impedì a Colombo di continuare la propria di Gilwell e la rivisitazione di alcuni testi da parte forviante. Al contrario per la “via cattolica dello positivo la scelta della “interpretazione cattolica
opera, probabilmente ponendo in essere quelle di Baden Powell pubblicati antecedentemente il scautismo”, come è risaputo, le motivazioni sono dello scoutismo “.
modifiche che poi vedremo attuate negli anni primo conflitto mondiale. state sempre positivamente descritte da una certa
successivi alla sua scomparsa da Roberto Villetti Tornando in merito all’adattamento del metodo corrente storiografica. Invero entrambe le scelte A questo punto mi sembra siamo in presenza di un
e da Vittorio Fiorini. Un evento bellico che scout presente nel primo Cngei stiamo parlando sono ampiamente comprensibili e giustificabili singolare controsenso: allo scoutismo della prima
bloccò i rapporti internazionali anche a livello di quanto accadde parallelamente in altre nazioni se teniamo in considerazione il particolare ora di emanazione Cngei da parte di una corrente
scoutistico fino a tutto il 1918. Quei rapporti come ad esempio in Francia e negli Stati Uniti momento storico caratterizzato da dinamiche che storiografica non viene riconosciuta la fondatezza,
così pregnanti per il concetto di fratellanza che d’America: queste ultime rappresentative di determinavano in Italia una spaccatura attraverso le motivazioni nell’aver cercato una strada, una

10 11
modello di riferimento per la società (in parallelo
a quanto accadeva nel mondo occidentale) anche
nel settore scolastico a tal punto che i programmi
di educazione fisica e di igiene erano stati
mutuati in buona parte dall’esercito. Quegli stessi
programmi che troveremo nella scuola e nello
scautismo della prima ora in buona parte anche
all’interno dello scautismo cattolico. Appare non
casuale infatti che i primi capi del Cngei fossero
nella maggior parte dei casi ufficiali dell’esercito
o professori di educazione fisica.

Del resto Sir Francis Vane nel fondare i Rei (


Ragazzi Esploratori Italiani) a Bagni di Lucca
nel 1910 trovò nel maestro Remo Molinari il suo
primo collaboratore e lo stesso Vane partecipava
alle attività con i ragazzi ed agli eventi ufficiali in all’epoca veniva espresso dalle istituzioni e dalla entrerà a far parte del corpo; Ente Morale nel
uniforme di ufficiale britannico. Un militare ed classe dirigente. Altre motivazioni andrebbero 1916; quadri direttivi sia a livello nazionale che
un insegnante entrambi espressione di due mondi individuate nella necessità per il Colombo di poter periferico espressione della èlite istituzionale
all’epoca connessi tra di loro. Per i motivi esposti contare su un sostegno per avviare, sostenere il militare, sociale e politica; Il Commissario
ne consegue che quella che oggi può apparire nascente corpo nazionale dei giovani esploratori Generale (l’odierno capo Scout) nella persona
come una facile, sterile critica all’epoca era una da un punto di vista organizzativo. Un sostegno di Roberto Villetti sarà indicato per tale ruolo,
interpretazione del metodo scout; al contrario garanzia di affidabilità anche in termini educativi attraverso strutture, capi, risorse finalizzate ad dopo la morte di Colombo, dal Ministero della
nei confronti della componente cattolica viene proprio in considerazione delle logiche educative una diffusione a livello nazionale. Pubblica Istruzione ecc.
riconosciuta la fondatezza metodologica. Credo del tempo. La riuscita del progetto delineato ed attuato
fermamente che su tale evidente controsenso si Tra l’altro, come giustamente mi è stato fatto dal Colombo è dimostrato dai fatti: il Colombo
dovrebbe riflettere seriamente. Appare quindi evidente come l’inserimento notare, il Colombo era un imprenditore medico è riuscito a fondare un’associazione scout
dei primi allievi esploratori nella “sezione tiro avveduto e non poteva rischiare il proprio ancora oggi presente nel panorama italiano ed
Andrebbe aggiunto per completezza come la via sportivo ed addestramento premilitare“ presente patrimonio personale come accadde per il Vane internazionale. Per Colombo era necessaria una
italiana dello scautismo fu delineata in parallelo all’interno della Società Podistica Lazio, debba nel promuovere i REI. Una diffusione che via italiana allo scautismo, in presenza di una
a quanto accadeva nel mondo scolastico con essere collocato in tale visione di insieme. Una necessitava di quel sostegno anche materiale società italiana differente da quella inglese.
riferimento ai criteri educativi presenti nella visione d’insieme caratterizzata da motivazioni necessario per promuovere qualsiasi iniziativa di Bisognava completare un progetto di stato
società all’inizio del novecento. Possiamo riconducibili allo stato liberale e laico per come aggregazione sociale al pari di quanto accaduto unitario non solo da un punto di vista politico ed
affermare che il Cngei fin dai primi esordi fosse con l’apporto dato dalla chiesa a favore degli amministrativo ma altresì sociale e culturale.
governativo per come si evince dal testo del esploratori cattolici sin dal 1916 e ancora prima
trafiletto pubblicato sul Messaggero nell’ottobre a favore delle organizzazioni giovanili cattoliche. Una “via italiana dello scautismo“ che poteva
1912 con il quale si invitavano i ragazzi romani Nel caso del Cngei questo sostegno avvenne contribuire alla formazione del buon cittadino
ad aderire ad una iniziativa promossa dal tramite quelle strutture dello stato rappresentate che si identificasse in uno stato unitario altresì
ministero della guerra d’intesa con la Società dalle forze armate. attraverso la formazione del cittadino soldato.
Sportiva Lazio al fine di promuovere la nascita di Successivamente alla fondazione nei confronti
un reparto allievi esploratori. Basta leggere tale del Cngei scaturirà: nel 1915 il riconoscimento Conclusioni
trafiletto per rendersi conto del clima, dei valori da parte di Casa Savoia; l’emblema della casa
dell’epoca . reale sarà concesso in uso quale distinzione per Da quanto esposto deriva che l’accusa di
gli esploratori meritevoli attraverso la qualifica militarismo fatta al primo Cngei è espressione
Il mondo militare rappresentava all’epoca un di “Esploratore Reale“; il Principe Umberto di fatti e valutazioni parziali. Invero andrebbe

12 13
tenuto nella dovuta considerazione il clima e la persona di alto profilo professionale e sociale e
situazione del tempo in tutta la sua globalità. non aveva certamente bisogno di dedicarsi allo
Dobbiamo riconoscere i meriti del Colombo scautismo per la cosiddetta scalata sociale o per
che espresse al meglio le proprie capacità riciclarsi una volta conclusa la propria carriera.
motivazionali, relazionali ed organizzative. Conosciamo le correlazioni tra lo sport ed il
Andrebbe considerato il lasso di tempo breve mondo militare grazie ai “gruppi sportivi militari
(dal 1912 al 1918) che ha visto il Colombo “ presenti all’interno delle forze armate e dei corpi
impegnarsi nella fondazione e diffusione del di polizia, rappresentativi dello sport di eccellenza.
Cngei. Trattasi di aspetti mai affrontati in tutta la Atleti militari prendono parte a competizioni
loro interezza da parte di alcuni storici impegnati sportive senza che questo rappresenti un atto di
nella sola enfatizzazione dei presunti errori e incoerenza nei confronti dello spirito sportivo.
deviazionismi del Colombo. In alcuni interventi Tutto questo accade in parallelo, seppur oggi in
si evince come la narrazione dei fatti sia stata e sia maniera silente all’interno dello scautismo, per
condizionata da pregiudizi. Al solito si racconta i tanti militari appartenenti alle forze di polizia
la storia valutando determinati fatti alla luce dei o all’esercito provenienti dal movimento scout.
valori odierni. Confinare il Cngei dell’epoca Persone provenienti dallo scautismo giovanile Oggi un esempio di collaborazione tra scautismo anche per quanto riguarda lo scautismo. Ritengo
nell’ottica di una associazione para-militare che grazie a quest’ultimo hanno sviluppato e mondo militare è rappresentato da quanto messo fondamentale che di tali connessioni quanti si
vuol dire non rendergli merito non riconoscendo motivazioni e talenti che sono stati incanalati in opera dall’ Agesci in sinergia con la Marina occupano di storia dello scautismo debbano
l’impatto positivo (al pari di altre proposte di in una professione. Del resto non dobbiamo Militare. Il 20 Febbraio 2015 è stato stipulato tenere conto. Questo mio pensiero conclusivo
scautismo in Italia) che tale realtà ha avuto sulle dimenticare come anche Baden-Powel fosse un protocollo di collaborazione tra Agesci e è una presa di distanza nei confronti di visioni
vite di tanti giovani. Vuol dire altresì riconoscere un militare e al momento della fondazione Marina Militare avente “lo scopo di sviluppare semplificate dei fatti nel campo della storia dello
al Cngei dell’epoca una pari dignità in parallelo del movimento scout parecchi tra i suoi primi e condividere progetti e iniziative formative ed scautismo, in parallelo a quanto accade da parte di
alle tante iniziative caratterizzate da entusiasmo collaboratori provenivano dall’esercito. Per tanti educative dirette alle giovani generazioni “. Si certe visioni della storia contemporanea. Visioni
e fermento in ambito pedagogico/sociale sorte in motivi possiamo affermare come lo scautismo sia tratta di una evidente riproposizione di quanto in superficiali e di comodo poiché la semplificazione
quegli anni. di derivazione militare e su tale argomento esiste qualche modo accadeva agli inizi del novecento è nemica della comprensione, della obbiettività e
Aggiungo che il fondatore del Cngei era una una ampia seppur poco conosciuta bibliografia . tra gli scout marini del Cngei e la marina della onestà intellettuale .
militare. Un modello di collaborazione che a mio
avviso oggi tutto il movimento scout dovrebbe Per quanti desiderano approfondire la figura di
seriamente prendere in considerazione. Carlo Colombo:
Sulle correlazioni tra lo scautismo, il mondo dei - numero speciale della rivista Scautismo dal
militari e la formazione aziendale suggerisco la titolo “La vita e le opere del Prof. Carlo Colombo
lettura del libro “sulle tracce di B.P.” scritto da fondatore del Cngei” 06/1998 a cura di Mauro
Claudio Morotti. Su tali argomenti ci sarebbe Furia;
tanto da dire per come a suo tempo espresso da - Crescere per la Patria della Prof.ssa Beatrice
Aldo Marzot ed in tempi recenti grazie ad un Pisa;
convegno organizzato dall’Agesci Sicilia nel - Alere Flammam di Giuseppe dell’Oglio;
2012 con gli interventi di Mario Sica, Attilio - Scautismo femminile e guidismo di Aurora
Grieco, Eduardo Missoni, Federico Lunardi, Bosna.
Claudio Morotti, Nando Paravicini e Luigi (Loris
) San Lorenzo di Salvatore Zappardino, Cngei
Concludo questo mio intervento ribadendo Tratto da “Alere Flammam” rivista di storia dello
in questa sede come la storia sia un fenomeno scautismo
complesso ed articolato. Un fenomeno da
analizzare attraverso quelle connessioni storiche,
sociali, politiche e pedagogiche non trascurabili

14 15
Eliminare la violenza sulle stereotipata della donna vista solo come oggetto
di piacere, sessualizzata e volgarizzata. Cose
che determinano una visione distorta della

donne: si comincia con realtà e che genera ambiguità. Nell’uomo


vediamo l’esaltazione della forza e della violenza

l’educazione come modalità di risoluzione dei problemi,


comportamenti maschilisti, l’esaltazione della
mascolinità come capacità di sopraffare l’altro e
in particolare l’elemento fragile o più vulnerabile.
Riceviamo questo articolo da Lorenzo Capelli, Responsabile regionale
Non mi interessa soltanto reprimere
Agesci Liguria, scritto il 25 novembre 2021 in occasione della Giornata
comportamenti di abuso o difendere e tutelare le
mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne. donne: intervenire quando il danno è stato fatto
e si sono verificati una sequenza di errori che
hanno generato ferite difficilmente curabili. A
E’ con piacere ed anche con dolore che mi giusto rispettare fino in fondo le nostre compagne noi spetta il compito di prevenire: ed è solo con
accingo a scrivere questo articolo. Il tema è di ballo. Dobbiamo amare le donne e più ancora la la nostra vocazione all’educazione che possiamo
quanto mai attuale e forse anche antico quanto loro libertà di determinare la loro vita, di aspirare svolgere un ruolo importante nel dare equilibrio
il genere umano: la violenza sulle donne. Una ad un’indipendenza totale, di sentirsi sicure nel ai nostri bambini e ragazzi, in modo che
musica inascoltabile, su cui non si può continuare prendere qualunque decisione: compresa quella sappiano relazionarsi con tutti senza desiderio di
a ballare. di non amarci più. E’ il bello del ballo. Le donne sopraffazione o affermazione a qualsiasi costo.
Il piacere è dato dal fatto di parlare su ciò che devono essere più libere che coraggiose. Perché ballare insieme è bello. Dobbiamo avere
ritengo di più bello ci sia al mondo: la donna. A questo dobbiamo educare, anzi ci dobbiamo una continua tensione ad educare a relazioni sane.
Credetemi non ne faccio una questione estetica educare: perché è innegabile che il problema da tutelare, da sottolineare, da implementare. In Relazioni dove l’affettività è sopra ogni cosa,
o una questione di forme. Parlo di ciò che è della violenza contro le donne sta nell’incapacità questo la nostra associazione è stata profetica: dove il bene dell’altro è necessario quanto il mio
insito nel genere femminile e che a un uomo non dell’uomo di mettersi in una relazione alla è dal 1974 che abbiamo fatto la scelta di avere benessere. Relazioni in cui è procurando il bene
basta una vita per scoprire: la sua profondità, pari, senza mai far prevalere la forza fisica. una donna e un uomo in qualsiasi ruolo. E’ la che ci si sente meglio: che poi è in ultima analisi
la sensibilità, la complessità, la forza nonché lo Una forza fisica agita o anche solo velatamente famosa diarchia, che ha una innegabile valenza il senso del servizio. Perché ballare insieme dà
spirito di abnegazione; la maternità: non solo minacciata. La nostra incapacità di comprendere, educativa ma è anche una testimonianza gioia! Possiamo cambiare il mondo, dobbiamo
come capacità generativa ma come capacita di di adeguarci, di costruire un dialogo, nel corso tangibile di quanto una donna ed un uomo avere questa velleità: ma dobbiamo innanzitutto
accogliere, includere, attendere e amare in modo dei secoli ha costretto la donna a vivere in una possono collaborare, correggersi, stimolarsi cambiare noi stessi, concederci il lusso di
totale. condizione di subalternità, e ancora oggi spesso a vicenda e avere un rapporto assolutamente cambiare ancora, di migliorarci, di costruire un
Di queste caratteristiche ci si può innamorare; c’è chi continua a voler richiudere le donne in paritario. Dobbiamo ridare senso e significato a ballo nuovo dove non c’è chi comanda e chi
possiamo subirne il fascino, provare a capire, questa condizione limitante. L’azione di educare è questo valore. E’ una musica talmente bella che esegue ma c’è invece un volteggiare insieme con
possiamo apprezzare e rispettare. Di queste qualità la chiave del successo di questa battaglia: che non non possiamo tenere solo per noi! Sono fiero di leggerezza. Perché sappiamo che una ragazza
si può rimanere appagati e andarne alla ricerca deve essere solo delle donne, ma di tutti quegli questa scelta e mi piacerebbe che questa modalità e un ragazzo che ballano, affermando il loro
per tutta la vita in un dialogo, in un tentativo di uomini che hanno a cuore un umanità migliore. di lavoro congiunto venisse presa ad esempio in Amore, sono soprattutto bellezza: ed è l’unica
scoperta, in una profonda riconoscenza per ciò Una umanità più ricca perché fatta in parti uguali altri contesti: come la scuola, la politica e perché cosa che salverà il mondo. O lo farà un poco
che le donne ci regalano dalla nascita, anzi ancora da due sessi che si completano, e come in un ballo no la Chiesa! migliore come ci ha chiesto BP.
prima, fino a che avremo il privilegio di godere si amalgamano: creano una cosa bella insieme E’ certo che le nuove generazioni sono più
dell’affetto, della stima, dell’amore, dell’amicizia pur mantenendo ciascuno le sue caratteristiche. attrezzate nel credere in una parità totale tra
di una donna. Lo spirito di riconoscenza, un Abbiamo tutti il dovere di essere di esempio verso i sessi. Qualche battaglia è stata vinta, ma Lorenzo, figlio di Gabriella, fratello di Susanna,
sentimento di solidarietà e fascinazione, la le nuove generazioni: in famiglia, sul lavoro, rimangono ancora forti retaggi culturali, vecchi e sposo di Anna, padre di Chiara.
consapevolezza di una complementarietà con il nell’associazionismo. In qualunque contesto, la nuovi; ignoranza, incapacità di gestire la propria
genere maschile, ci danno la misura di quanto sia compresenza di donne e uomini è una ricchezza aggressività ed un’immagine estremamente

16 17
Ho portato le aquile di battaglia, oppure la data precisa della parata di
Piazza Cordusio.
Ma queste sono cose da appassionati: fanno parte

randagie a teatro della grande zona sommersa dell’iceberg dello


spettacolo, non sono tutte direttamente visibili
nel testo, ma lo sorreggono da sotto. Come
Parla l’attore-scout che ha realizzato uno spettacolo di prosa sulla detto, io volevo confezionare uno spettacolo
resistenza degli scout durante il fascismo che avesse le caratteristiche giuste per poter
interessare e piacere ad un vasto pubblico, che
potesse essere goduto sia da un pubblico teatrale
Mi stavo formando come attore in accademia volta mi bloccavo per ostacoli di tempo e per (che spesso non sa nulla sullo scoutismo) che
negli anni in cui stavo anche concludendo la la forte sensazione di non aver ancora studiato da un pubblico scout. Ho pensato il testo come
mia formazione come capo scout. Quando arrivò abbastanza: parliamo di un arco di 17 lunghi anni, una cipolla, dai molti livelli di interpretazione.
il momento di iscrivermi al CFA (che nel mio dalla soppressione dello scoutismo in Italia nel Ma anche le musiche e i contributi video sono
gruppo chiamavamo ancora “secondo tempo”) 1928 alla Liberazione, con la caduta del fascismo racconto che potesse essere interessante ed pensati in questa direzione: ho voluto le melodie
decisi di farlo nel posto più mitico e duro che e la morte di Mussolini nel 1945. emozionante per un vasto pubblico, dallo scout scout di tradizione e soprattutto quelle composte
potessi immaginare: Colico. Fu lì che per la Nel 2019, anche grazie al film di Gianni Aureli, amante delle AR, alla persona che non sa nulla dalle AR, ma ho chiesto al grande Paolo Coletta
prima volta misi piede nei luoghi delle Aquile ho deciso che era finalmente giunto il momento di scoutismo e anzi guarda agli scout come a che fossero elaborate e arrangiate in modo da
Randagie. di riprendere in mano il materiale già in mio “bambini vestiti da cretini guidati da cretini accompagnare la storia e rimanere riconoscibili.
La storia delle Aquile Randagie era, fino a possesso, recuperarne ancora con una ricerca vestiti da bambini”. Ambizioso obiettivo. Lo stesso i contributi video che hanno tutti come
vent’anni fa, praticamente sconosciuta ai più. tra biblioteche e centri studi sullo scoutismo, Proprio nel momento di passaggio dallo studio fonti le foto originali delle Aquile, ma rielaborate
Io la scoprii appunto, prima grazie ad un paio di parlare con chi la storia della AR già la conosceva alla scrittura vera e propria, è arrivato il Covid e in modo che prendano una dimensione più
libri, il mitico “L’inverno e il rosaio” e “Aquile bene, e rimettermi al lavoro. Grazie alle Aquile il relativo lockdown. immaginifica, espressione della metafora sottesa
Randagie” (scritto da Verga e Cagnoni) e poi quindi mi sono spinto anche in quel di Genova, Dover scrivere “AQUILE RANDAGIE credere a tutto lo spettacolo: la lotta tra la luce e il buio.
formandomi a Colico. Ne rimasi letteralmente accolto da Agostino Volta e dal Centro Studi e disobbedire resistere” è stata la mia salvezza: Per questo ho elaborato le immagini come se
folgorato e promisi a me stesso che prima o poi Documentazione Scout Mario Mazza, dove nella per molta parte del lockdown ho passato le fossero dei tratti di luce, come segni di gesso
avrei raccolto il coraggio a due mani e ne avrei saletta Binelli ho potuto consultare e toccare con giornate apparentemente solo nella mia stanza a nella lavagna nera della memoria collettiva dove,
fatto uno spettacolo: volevo raccontare questa mano alcuni materiali originali delle Aquile e Milano, ma in realtà circondato da amici (che lo come il gesso vero, possono dissolversi in polvere
significativa storia a tutte e a tutti quelli che raccogliere importanti materiali e suggestioni. diventavano ogni giorno di più) che mi facevano e scomparire.
ancora non la conoscevano. Da allora ho tentato Ho passato mesi a studiare, ordinare il materiale alzare presto e tornare a letto tardi. Davvero sono Di materiale e di immagini ne avevo molte nella
almeno tre volte di iniziare a lavorarci, ma ogni e riflettere su come sintetizzare e scrivere un stati indispensabili. Anche per i fili che hanno testa e nel computer, ma uno spettacolo non può
teso tra me e tutti quelli che mi hanno aiutato.
La prima importante operazione è stata cercare di
fare un po’ di ordine nel tanto materiale raccolto e
di metterlo tutto nella giusta sequenza temporale,
in modo da riuscire a percepire tutta la storia come
unita da un unico filo. Così facendo molti aneddoti
e avvenimenti noti (raccontati però spesso in
modo isolato) hanno iniziato ad apparirmi come
perle di una collana unica, preceduti da qualcosa,
causati da quel qualcosa, e conseguentemente
causa di qualcos’altro. Lungo il viaggio di studio
ho avuto anche la gioia di “scoprire” alcune
piccole perle prima sconosciute, come il perché
Uccellini avesse scelto proprio Kelly come nome

18 19
durare più di un’ora e mezza e per riuscire davvero
a scegliere quali avvenimenti non potevano
mancare nel mio racconto, ho chiesto aiuto alle
concretezza e metterlo fisicamente in piedi, e per
fortuna il mio progetto ha trovato l’appoggio di
Arca Azzurra, la compagnia che mi produce e
La radio degli scout naviga sul web
persone che quella storia la conoscevano bene e con cui avevo interpretato Don Milani in Vangelo
,all’opposto, a chi ne era del tutto vergine. Così secondo Lorenzo, e il sostegno del Teatro della Ciao a tutti da WebRadioScout e Buone Onde I compagni di strada
ho ascoltato Emanuele Locatelli, che in ambito Cooperativa, che ospiterà il debutto nazionale dello Scautismo a tutti da “Stella in alto mare”!
scout è il narratore delle AR, Federica Frattini e e che è da sempre sensibile alla tematica della CantiScout.it (http://www.cantiscout.it/),
Stefano Bodini, veri esperti della storia di quei memoria con la M maiuscola. Questo è il saluto, familiare a chi ci ascolta dal
ragazzi, e infine il grande Massimiliano Cividati, Nella mia messa in scena non ci sono quinte, ma febbraio 2009, che caratterizza i nostri conduttori. Mondo Scout
amico e regista dello spettacolo che di scout dietro ad esse ci sono comunque amiche e amici Ognuno di loro ha scelto un nickname scout (https://www.facebook.com/MONDO.SCOUT),
non sapeva nulla. Con la sponda di Cividati scout che hanno reso possibile la nascita del per ricordare un libro, un canto o comunque un
qualcosa che racconti lo scautismo. Scout Si Nasce
ho anche affinato l’alternanza delle due linee progetto, finanziando economicamente: a loro va
drammaturgiche che ho intessuto per far star il mio più profondo e sincero ringraziamento. È (https://www.facebook.com/scoutsinasce/)
Questo l’obiettivo della radio che è solo sul web,
assieme il tutto cercando di tenere il pubblico grazie a loro che ho potuto creare lo spettacolo
l’unica a tema scout in Italia, fatta da scout per gli
sempre con me, anche se lo spettacolo non dura esattamente come lo avevo immaginato: scout: raccontare lo scautismo con podcast fatti
I nostri collegamenti
pochissimo e le informazioni sono davvero trasportabile e “smontabile” come una tenda di di interviste, eventi, canti e musica scout, libri
molte. Ho scelto le due linee narrative dando squadriglia, che sta bene sulle tavole di un vero Homepage di WebRadioScout.org:
scout ed un “occhio” sui territori che abitiamo.
spazio da un lato alla lunga storia dei 17 anni teatro come sull’erba di un prato, senza perdere https://www.webradioscout.org/
La nostra vuole essere la colonna sonora, con
della Giungla Silente delle Aquile, e dall’altro nulla dell’impianto scenografico (luci, musiche, parole e musica, della vostra giornata mentre voi
sfruttando uno dei tanti fili della treccia di proiezioni orografiche, ecc.) e delle suggestioni Spreaker:
questa giornata la vivete.
https://www.spreaker.com/user/webradioscout
OSCAR: la rete di collegamento e assistenza che che ho cercato di costruire.
Baden e le Aquile tessero per salvare i ricercati Esplora la WebRadioScout con il suo ricco
Spotify: https://bityl.co/7y8c
da parte dei nazi-fascisti sotto la repubblica di di Alex Cendron menù di trasmissioni (in Ascolta la Radio,
Salò. Ecco quindi che lo spettatore si trova ad Eventi in Diretta e Servizi Speciali) e Musica (in
Mixcloud:
ascoltare una alternanza di scene il cui legame ScoutMusic, i Cori, le Band e la Solista e Zona
https://www.mixcloud.com/webradioscout/
all’inizio non è così chiaro, ma via via che lo Gialla Zaini in Spalla).
spettacolo avanza, viene messo a fuoco e diventa Facebook:
C’è tanto da fare: sito web, app, blog, social,
chiaro perché a tutti gli effetti sto raccontando https://www.facebook.com/webradioscout/
spreaker, la rete di relazioni con scout di ogni
una stessa storia.
tutte le associazioni e con Cantiscout.it, Mondo
Scritto il testo, era poi il momento di dargli Twitter: https://twitter.com/webradioscout
Scout, Scout Si Nasce, i Centri Studi e chiunque
voglia fare “rete scout”...e allora…
Instagram:
https://www.instagram.com/webradioscout_org/
Gioca! Non stare a guardare!
YouTube: https://ytube.io/3K6F
Paolo Grossholtz - paolo@webradioscout.org

20 21
Lord Baden-Powell of Giwell
una trasversalità educativa ed universale allo
scautismo.

“La felicità è alla portata di tutti - diceva B.P. - ma


il cortometraggio animato con i disegni dello stesso BP è su YouTube il vero modo di essere felici è quello di procurare
la felicità agli altri, preoccupandosi di lasciare il
mondo un po’migliore di come lo si è trovato”.
L’1 agosto 1907 c’è stato il primo campo scout dell’assedio di Mafeking e dai coraggiosi cadetti Parole semplici, che non smetteranno mai di
della storia, organizzato da Baden-Powell in porta-ordini. Scopriamo che è proprio uno di scaldarci il cuore, di generazione in generazione.
un’isola della Manica, Brownsea. Lo scautismo questi il narratore nostalgico di questi segni/sogni
grazie al suo carattere interrazziale, interculturale, su carta.
ed interreligioso ha permesso, in oltre cento anni, Nel 1920 c’è stato anche il primo raduno Andrea Borneto, Centro studi scout Mario Mazza
di veder crescere tra le sue fila più di 400 milioni internazionale di scout, ad Olympia, e di quel
di donne e di uomini. primo Jamboree, in quella marmellata di ragazze
È disponibile sul canale youtube di “Agesci e ragazzi, viene ricordato il celebre discorso
nazionale” questo corto realizzato dal giovane di quando B.P. è stato eletto capo scout del
animatore e capo scout Claudio Quattrone, mondo: un invito alla fratellanza e al farsi parte
coadiuvato dall’esperto Mario Sica. attiva per la pace tra i popoli. Oggi come allora
L’animazione è presentata come un flusso rieccheggia la promessa scout che ci unisce sotto
di abbozzi di inchiostro, basata sugli schizzi un unico fazzolettone, ed è qui che dal color
originali dello stesso Baden Powell, disegnati seppia del passato si passa ai colori del presente.
su una carta ingiallita dal tempo. Una sorta di Quei ricordi, sbiaditi nell’ocra della carta, sono
diario che rievoca Baden Powell come fondatore simboleggiati da quel francobollo che il narratore
del movimento giovanile scautistico. Una mappa offre in dono al suo maestro di una vita, con
romantica di ricordi e aneddoti: a partire dalle l’impegno di mantenere vivi quegli insegnamenti
imprese militari che lo stesso B.P. racconta appresi da ragazzo.
ai ragazzi del primo campo di Brownsea, Il corto animato celebra Lord Baden Powell come
ovviamente attorno ad un bel fuoco ardente. Un maestro, educatore e capo scout e ne sottolinea
ricordo che non poteva partire che dall’esperienza la lungimiranza con cui è riuscito a infondere

Video visionabile al link https://www.youtube.com/watch?v=e7MNWYPkcxg

22 23
*La Tenda di Abramo in piazza San Lorenzo a Genova

Potrebbero piacerti anche