Sei sulla pagina 1di 44

Esempio di programmazione 1

Esecuzione ed interpretazione 1 (pianoforte)

Classe 1°
Materia d’insegnamento: ESECUZIONE ED INTERPRETAZIONE 1 (PIANOFORTE)

Modalità di svolgimento: 2 lezioni individuali/settimana (66 H/anno)

Obiettivi Specifici di Apprendimento


• Acquisire adeguata consapevolezza corporea
• Acquisire significativa consapevolezza tra gesto e produzione del suono
• Acquisire una buona dimestichezza nell’uso dei sistemi di notazione
• Acquisire capacità di lettura a prima vista un brano
• Acquisire familiarità con le indicazioni di tipo morfologico
• Acquisire gradualmente le competenze tecnico esecutive funzionali alla esecu-
zione/interpretazione degli aspetti morfologici, su un piano espressivo e in una
prospettiva storica/stilistica
• Acquisire adeguate e consapevoli capacità esecutive
• Acquisire familiarità con le principali formule idiomatiche della prassi strumen-
tale
• Acquisire un adeguato metodo di studio
• Acquisire gradualmente un adeguato repertorio di autori/epoche/forme/gene-
ri/stili diversi
• Essere in grado di eseguire a memoria brani adeguati al livello di preparazione
• Utilizzare semplici procedimenti analitici in funzione esecutiva/interpretativa/
espressiva
• Conoscere le caratteristiche tecniche e costruttive dello strumento e la sua evo-
luzione storica

Conoscenze
• Acquisire tecniche di rilassamento e di gestione del peso di mano/braccia/corpo
• Comprendere l’importanza della postura e della posizione di mano/polso/braccio
• Conoscere le differenti modalità di attacco del tasto
• Consolidare e potenziare la lettura nelle chiavi di basso e violino, anche con
diverse alterazioni
• Acquisire in teoria e in pratica concetti morfologico-musicali
• Comprendere la differenza tra melodia/armonia/polifonia
• Acquisire graduale familiarità con la tradizione esecutiva dello strumento
• Acquisire gli elementi fondamentali delle tecniche di lettura a prima vista
• Acquisire gradualmente le tecniche per affrontare e risolvere specifici problemi
esecutivi
• Conoscere la modalità di funzionamento dei pedali

www.edises.it
152 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria (Pianoforte)

• Conoscere gli aspetti teorici e pratici della formazione della tonalità/scala


• Conoscere i tipi di memoria e le principali tecniche di memorizzazione
• Conoscere gli elementi essenziali della teoria musicale sul piano formale e sin-
tattico
• Comprendere la relazione tra le caratteristiche costruttive degli strumenti e la
letteratura tastieristica di epoche diverse

Abilità
• Acquisire gradualmente la capacità di rilassare il corpo
• Saper gestire e spostare il peso del corpo
• Assumere la posizione corretta di mano e dita nelle diverse situazioni
• Saper eseguire suoni staccati, legati, portati, articolati
• Acquisire una sempre maggiore autonomia nella lettura corretta dei brani
• Saper isolare gli elementi fondamentali della scrittura melodica e armonica
• Essere in grado di leggere a prima vista brani elementari non polifonici
• Essere in grado di fraseggiare e di differenziare la musica da un punto di vista
dinamico, agogico, timbrico e ritmico
• Saper riconoscere, anche solo a livello generale, lo stile e il genere di un brano
e di contestualizzarlo
• Essere in grado con sempre maggiore sicurezza di diteggiare in maniera auto-
noma un brano
• Essere in grado con sempre maggiore scioltezza di eseguire moduli scalari, ar-
peggi, trilli, abbellimenti, note ribattute, accordi e salti
• Essere in grado di individuare i problemi tecnico-esecutivi e di studiarli isolata-
mente
• Essere in grado di utilizzare le varianti di studio
• Essere in grado di velocizzare i passaggi
• Essere in grado di utilizzare i pedali in diverse situazioni
• Saper affrontare diverse tipologie di scrittura pianistica
• Essere in grado di mantenere la concentrazione anche di fronte a brani progres-
sivamente più lunghi e complessi
• Saper mantenere il controllo ritmico durante l’esecuzione di un brano
• Essere in grado di memorizzare uno spartito
• Saper interpretare da un punto di vista tecnico/espressivo, in maniera graduale,
la struttura formale/sintattica/armonica/melodica/polifonica di un brano

Competenze
• Saper applicare (anche con la guida dell’insegnante) le adeguate tecniche ese-
cutive a specifiche tipologie di passaggi
• Saper leggere la notazione nelle chiavi di basso e violino in maniera corretta ed
autonoma
• Saper interpretare correttamente i segni morfologici
• Eseguire (anche in pubblico) brani dal proprio repertorio in maniera consape-
vole e adeguata, anche rispetto ai diversi stili/generi/epoche
• Essere in grado di eseguire a memoria uno o più brani dal proprio repertorio
• Decodificare (anche con la guida dell’insegnante) e saper interpretare brani
musicali di diversi stili/generi/epoche

www.edises.it
Esempio di programmazione 1 Esecuzione ed interpretazione 1 (pianoforte) 153

• Saper interpretare (anche con la guida dell’insegnante) lo stile di un brano in


relazione alle caratteristiche costruttive degli strumenti a cui è originariamente
destinato

Obiettivi minimi
• 5 scale maggiori e 5 scale minori, a memoria, per moto retto a 2 ottave
• 3 studi eseguiti correttamente e con adeguata velocità
• 2 brani polifonici eseguiti correttamente e con adeguata velocità
• 1 Sonatina classica semplice
• 2 brani di epoca e stili diversi

Contenuti
Tecnica
• Scale maggiori e minori per moto retto, 2 o 4 ottave
• Hanon – Il pianista virtuoso

Studi
• Czerny – op. 599
• Duvernoy – op. 176
• Heller – op. 47

Brani polifonici
• Bach – brani scelti dal Quaderno di Anna Magdalena
• Bach – Piccoli preludi e fughette

Brani classici
• Diabelli – Sonatine
• Kuhlau – Sonatine
• Clementi – Sonatine

Brani romantici e moderni


• Schumann – Album per la gioventù
• Chopin/Schubert (o altri autori) – Semplici brani
• Kaciaturian – Album per fanciulli
• Kabalievsky – Pezzi per fanciulli
• Bartok – Danze rumene

Lettura a prima vista


• Brani elementari

Tempi
• 66 H (anno scolastico) suddivise in 2H/settimana

www.edises.it
154 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria (Pianoforte)

Metodologia
• Lezioni individuali al pianoforte (esecuzione, ascolto, correzione)
• Lezioni frontali individuali
• Laboratori
• Studio assistito
• Esercizi di rilassamento, controllo della postura, respirazione
• Guide all’ascolto
• Esercitazioni di lettura a prima vista

Strumenti e attrezzature
• Spartiti
• Testi
• Quaderni pentagrammati
• Fotocopie
• Supporti audio

Valutazione
• Ascolto settimanale dei brani assegnati
• Verifica periodica dei progressi raggiunti (con votazione)
• Valutazione finale 1° quadrimestre
• Valutazione finale

GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE

INDICATORI DESCRITTORI
Competenze musicali Lettura strumentale
Produzione del suono
Comprensione stilitica
Metodo di studio Autonomia
Autovalutazione
Abilità tecniche/musicali Capacità esecutiva
Capacità interpretativa
Lettura/esecuzione
estemporanea

Collegamenti interdisciplinari
• Musica d’insieme, Analisi Teoria e Composizione, Storia della Musica, Storia,
Storia dell’Arte, Italiano

Strumenti compensative e misure dispensative


• Metronomo
• Tempo maggiore per la lettura e lo studio
• Verifiche programmate

www.edises.it
Esempio di programmazione 1 Esecuzione ed interpretazione 1 (pianoforte) 155

C
  lasse 2°
Materia d’insegnamento: ESECUZIONE ED INTERPRETAZIONE 1 (PIANOFORTE)

Modalità di svolgimento: 2 lezioni individuali/settimana (66 H/anno)

Obiettivi Specifici di Apprendimento


• Migliorare la consapevolezza corporea
• Migliorare la consapevolezza tra gesto e produzione del suono
• Potenziare la dimestichezza nell’uso dei sistemi di notazione
• Migliorare la capacità di lettura a prima vista di un brano
• Sviluppare un uso consapevole delle indicazioni di tipo morfologico
• Potenziare le competenze tecnico esecutive funzionali alla esecuzione/interpre-
tazione degli aspetti morfologici, su un piano espressivo e in una prospettiva
storica/stilistica
• Acquisire un’adeguata e consapevole capacità esecutiva, anche in pubblico
• Padroneggiare le principali formule idiomatiche della prassi strumentale
• Potenziare il metodo di studio ed applicarlo in maniera sempre più autonoma
• Acquisire in maniera più vasta un adeguato repertorio di brani gradualmente
più complessi di autori/epoche/forme/generi/stili diversi
• Essere in grado di eseguire a memoria brani adeguati al livello di preparazione,
anche in pubblico
• Utilizzare con crescente autonomia i procedimenti analitici in funzione esecuti-
va/interpretativa/espressiva
• Consolidare le conoscenze tecniche, costruttive e storiche dello strumento

Conoscenze
• Approfondire le tecniche di rilassamento e di gestione del peso di mano/brac-
cia/corpo
• Conoscere gli effetti della postura e della posizione di mano/polso/braccio
• Conoscere le differenti modalità di attacco del tasto e il loro effetto sul suono
• Potenziare ulteriormente la lettura nelle chiavi di basso e violino, anche con
numerose alterazioni e anche in ambito non necessariamente tonale
• Interiorizzare in teoria e in pratica i concetti morfologico-musicali
• Distinguere tra melodia/armonia/polifonia
• Consolidare le conoscenze relative alla tradizione esecutiva dello strumento
• Riconoscere gli elementi essenziali, da un punto di vista armonico e melodico,
di un brano da leggere a prima vista
• Consolidare le tecniche per affrontare e risolvere specifici problemi esecutivi
• Sapere come e quando utilizzare i pedali
• Ampliare la conoscenza teorico-pratica della formazione della tonalità/scala
• Approfondire le tecniche di memorizzazione
• Riconoscere la funzione espressiva degli elementi formali e sintattici del testo
musicale
• Conoscere la relazione tra le caratteristiche costruttive degli strumenti e la lette-
ratura tastieristica di epoche diverse

www.edises.it
156 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria (Pianoforte)

Abilità
• Essere in grado di gestire il rilassamento del corpo
• Saper gestire e spostare il peso del corpo con sempre maggiore consapevolezza
padronanza
• Migliorare la posizione di mano e dita nelle diverse situazioni
• Saper eseguire con scioltezza ed efficacia suoni staccati, legati, portati, articolati
• Essere autonomi nella lettura corretta dei brani
• Utilizzare gli elementi fondamentali della scrittura melodica e armonica a fini
espressivi
• Essere in grado di leggere a prima vista semplici brani, anche polifonici
• Fraseggiare e differenziare la musica da un punto di vista dinamico, agogico,
timbrico e ritmico con padronanza crescente
• Saper interpretare un brano in maniera corretta da un punto di vista storico/
stilistico
• Diteggiare in maniera sempre più autonoma un brano
• Potenziare la capacità di eseguire scale, arpeggi, trilli, abbellimenti, note ribat-
tute, accordi e salti sempre più complessi, gruppi di note veloci, gruppi irregolari
• Individuare in maniera almeno parzialmente autonoma i problemi tecnico-ese-
cutivi, per studiarli isolatamente
• Utilizzare in maniera sempre più autonoma e consapevole le varianti di studio
• Essere in grado di oltrepassare i “muri di velocità”
• Usare correttamente i pedali
• Essere sempre più capaci di affrontare diverse tipologie di scrittura pianistica
• Concentrarsi in maniera adeguata anche di fronte a brani più lunghi e complessi
• Saper variare il ritmo, consapevolmente, a fini espressivi durante l’esecuzione
di un brano
• Essere in grado di memorizzare spartiti sempre più lunghi e complessi
• Saper interpretare da un punto di vista tecnico/espressivo in maniera sempre
più consapevole la struttura formale/sintattica/armonica/melodica/polifonica
di un brano

Competenze
• Saper applicare le adeguate tecniche esecutive a specifiche tipologie di passaggi
• Saper leggere la notazione nelle chiavi di basso e violino in maniera totalmente
autonoma
• Saper interpretare in maniera sempre più accurata e personale i segni morfo-
logici
• Eseguire in pubblico brani dal proprio repertorio, di complessità crescente, in
maniera sempre più consapevole e adeguata, ampliando il numero di stili/gene-
ri/epoche
• Essere in grado di eseguire a memoria, con sicurezza, più brani dal proprio
repertorio
• Essere almeno parzialmente autonomi nell’interpretazione di brani musicali di
diversi stili/generi/epoche
• Effettuare scelte almeno in parte autonome e consapevoli nell’esecuzione di un
brano in relazione alle caratteristiche costruttive degli strumenti a cui è origina-
riamente destinato

www.edises.it
Esempio di programmazione 1 Esecuzione ed interpretazione 1 (pianoforte) 157

Obiettivi minimi
• Tutte le scale maggiori e minori, a memoria, per moto retto a 4 ottave
• 4 studi, relativi a diversi problemi tecnici, eseguiti correttamente e con adeguata
velocità
• 3 brani polifonici di carattere diverso eseguiti correttamente e con adeguata
velocità
• 1 Sonatina classica
• 2 brani di epoca e stili diversi

Contenuti
Tecnica
• Tutte le scale maggiori e minori per moto retto, 4 ottave
• Hanon – Il pianista virtuoso

Studi
• Czerny – op. 599
• Czerny – op. 299
• Duvernoy – op. 176
• Duvernoy – op. 120
• Pozzoli – Studi di facile meccanismo
• Heller – op. 47

Brani polifonici
• Bach – brani scelti dal Quaderno di Anna Magdalena
• Bach – Piccoli preludi e fughette
• Bach – Invenzioni a 2 voci

Brani clavicembalistici
• Semplici brani dal repertorio italiano

Brani classici
• Beethoven – Sonatine
• Mozart – Sonatine
• Clementi – Sonate
• Haydn – Sonata Do magg. Hob. XVI/1
• Mozart – Sonata Do magg. K545

Brani romantici e moderni


• Schumann – Album per la gioventù
• Schumann – Scene infantili
• Chopin/Schubert - Semplici brani
• Grieg – Pezzi Lirici
• Casella – Pezzi infantili
• Prokofiev – Musique d’enfants

Lettura a prima vista


• Semplici brani

www.edises.it
158 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria (Pianoforte)

Tempi
• 66 H (anno scolastico) suddivise in 2H/settimana

Metodologia
• Lezioni individuali al pianoforte (esecuzione, ascolto, correzione)
• Lezioni frontali individuali
• Laboratori
• Studio assistito
• Esercizi di rilassamento, controllo della postura, respirazione
• Guide all’ascolto
• Esercitazioni di lettura a prima vista

Strumenti e attrezzature
• Spartiti
• Testi
• Quaderni pentagrammati
• Fotocopie
• Supporti audio

Valutazione
• Ascolto settimanale dei brani assegnati
• Verifica periodica dei progressi raggiunti (con votazione)
• Valutazione finale 1° quadrimestre
• Valutazione finale

GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE

INDICATORI DESCRITTORI
Competenze musicali Lettura strumentale
Produzione del suono
Comprensione stilitica
Metodo di studio Autonomia
Autovalutazione
Abilità tecniche/musicali Capacità esecutiva
Capacità interpretativa
Lettura/esecuzione
estemporanea

Collegamenti interdisciplinari
• Musica d’insieme, Analisi Teoria e Composizione, Storia della Musica, Storia,
Storia dell’Arte, Italiano

Strumenti compensative e misure dispensative


• Metronomo
• Tempo maggiore per la lettura e lo studio
• Verifiche programmate

www.edises.it
Esempio di programmazione 1 Esecuzione ed interpretazione 1 (pianoforte) 159

C
  lasse 3°
Materia d’insegnamento: ESECUZIONE ED INTERPRETAZIONE 1 (PIANOFORTE)

Modalità di svolgimento: 1 lezione individuale/settimana (33 H/anno)

Obiettivi Specifici di Apprendimento


• Riuscire a mantenere un adeguato equilibrio psico-fisico durante la performan-
ce in relazione a respirazione, percezione corporea, rilassamento, postura, co-
ordinazione
• Essere in grado di individuare autonomamente problemi esecutivi specifici
• Applicare in maniera efficace ed autonoma le metodologie di studio già acquisi-
te in rapporto alle proprie potenzialità e peculiarità tecniche e musicali
• Essere in grado di eseguire a memoria brani di media complessità
• Essere in grado di individuare i propri errori
• Essere in grado di ricostruire a posteriori la propria performance, individuan-
done punti di forza e punti di debolezza
• Essere in grado di esprimere opinioni tecniche e musicali sulle esecuzioni ascol-
tate
• Consolidare l’acquisizione di competenze tecnico-esecutive funzionali alla ese-
cuzione/interpretazione degli aspetti morfologici, su un piano espressivo e in
una prospettiva storica/stilistica
• Essere in grado di eseguire con adeguata correttezza la gran parte delle formule
idiomatiche tipiche della prassi strumentale
• Acquisire un repertorio più ampio relativamente ad autori/epoche/forme/ge-
neri/stili
• Utilizzare in funzione interpretativa procedimenti analitici di tipo morfologico/
sintattico/formale/storico/stilistico
• Eseguire con adeguata scioltezza ed interpretare in maniera congrua, anche in
pubblico, brani di adeguato livello di difficoltà, utilizzando in maniera consape-
vole la tecnica già acquisita e le proprie conoscenze culturali
• Sviluppare ulteriormente la capacità di lettura a prima vista di un brano

Conoscenze
• Riconoscere gli effetti della respirazione sul corpo e sull’esecuzione durante una
performance
• Conoscere in maniera elementare l’anatomia degli arti superiori
• Comprendere i meccanismi di rilassamento degli arti superiori
• Riconoscere gli effetti di determinate posture sul rilassamento degli arti supe-
riori
• Possedere una conoscenza ormai sostanziale dei principali problemi esecutivi
• Conoscere gli effetti di determinate tecniche di studio
• Riconoscere le principali relazioni armoniche all’interno di un brano tonale
• Conoscere il funzionamento degli strumenti di registrazione
• Conoscere diverse esecuzioni di uno stesso brano
• Conoscere le relazioni che intercorrono tra la posizione di dita/mano/polso/
braccio e suono/timbro/agilità/volume del suono

www.edises.it
160 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria (Pianoforte)

• Acquisire tecniche di studio specifiche per ogni tipologia di formule idiomati-


che della prassi strumentale
• Conoscere in maniera sempre più approfondita il repertorio specifico
• Conoscere, almeno in maniera elementare, le tecniche di lettura veloce di un
brano

Abilità
• Acquisire la capacità di respirare in maniera consapevole
• Saper gestire e spostare il peso del corpo
• Essere in grado di spostare la posizione del corpo in diverse direzioni durante
la performance
• Saper assumere all’occorrenza posizioni che favoriscono il rilassamento
• Saper coordinare i movimenti delle dita con sempre maggiore padronanza
• Applicare la modalità di studio più appropriata allo specifico problema tecnico
in maniera autonoma
• Potenziare le tecniche di memorizzazione già acquisite, basandosi in maniera
sempre più consapevole sugli elementi morfologici/musicali
• Essere capaci di ascoltarsi in maniera distaccata
• Saper mettere a confronto diverse esecuzioni di uno stesso brano
• Utilizzare con sempre maggiore consapevolezza dita/mano/polso/braccio, sa-
pendo mettere in relazione determinati movimenti con specifici effetti sonori
• Saper utilizzare tecniche adeguate per lo studio di tutte le formule idiomatiche,
in particolare di quelle più complesse
• Saper mantenere la concentrazione durante l’esecuzione in pubblico di brani
sempre più lunghi e complessi
• Avere un buon controllo ritmico durante qualsiasi tipo di performance
• Saper affrontare l’esecuzione, anche in pubblico, di opere di più ampio respiro
e di scritture pianistiche gradualmente più complesse
• Saper eseguire, anche in pubblico, opere caratterizzate da differenti tipologie
di scrittura pianistica
• Essere in grado di selezionare, almeno in maniera teorica, gli elementi musicali
da eseguire durante la lettura di brani a prima vista

Competenze
• Gestire (anche seguendo le correzioni dell’insegnante) la respirazione, la perce-
zione corporea, il rilassamento, la postura e la coordinazione
• Essere in grado di correggere/colmare gli errori/mancanze nella gestione dell’e-
quilibrio psico-fisico
• Essere autonomi nella scelta degli approcci di studio relativi alla risoluzione dei
diversi problemi esecutivi
• Essere consapevoli dei propri punti di forza/debolezze tecnici/musicali
• Eseguire (anche in pubblico e anche a memoria) brani di sempre maggiore com-
plessità, di diversi stili/generi/epoche, e con sempre maggiore scioltezza

Obiettivi minimi
• scale maggiori e minori, a memoria, per moto retto e contrario a 4 ottave

www.edises.it
Esempio di programmazione 1 Esecuzione ed interpretazione 1 (pianoforte) 161

• 4 studi, relativi a diversi problemi tecnici, eseguiti correttamente e con adeguata


velocità
• 3 brani polifonici di carattere diverso, eseguiti correttamente e con adeguata
velocità
• 1 Sonata di Haydn, Clementi, Mozart o Beethoven (op. 49)
• 1 brano romantico di adeguata complessità e lunghezza
• 1 brano moderno di adeguata complessità e lunghezza

Contenuti
Tecnica
• Tutte le scale maggiori e minori per moto retto e contrario, 4 ottave
• Hanon – Il pianista virtuoso

Studi
• Czerny – op. 299
• Heller – op. 46
• Heller – op. 45
• Cramer – 60 Studi scelti
• Pozzoli – Studi di media difficoltà

Brani polifonici
• Bach – Invenzioni a 2 o a 3 voci
• Bach – Suites francesi

Brani clavicembalistici
• Cimarosa – Sonate

Brani classici
• Beethoven – Sonate op. 49
• Mozart – Sonate
• Clementi – Sonate
• Haydn – Sonate

Brani romantici e moderni


• Schumann – Scene infantili
• Chopin – Valzer
• Chopin – Mazurche
• Chopin – Preludi
• Schubert – Improvvisi
• Liszt – Consolations
• Mendelssohn – Romanze senza parole
• Field – Notturni
• Debussy – Children’s corner
• Bartok – brani scelti da Mikrokosmos, adeguati al livello dell’allievo
• Altri brani di analoga difficoltà a scelta dell’insegnante

www.edises.it
162 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria (Pianoforte)

Lettura a prima vista


• Norris – A prima vista

Tempi
• 33 H (anno scolastico) suddivise in 1H/settimana

Metodologia
• Lezioni individuali al pianoforte (esecuzione, ascolto, correzione)
• Lezioni frontali individuali
• Laboratori
• Studio assistito
• Esercizi di rilassamento, controllo della postura, respirazione
• Guide all’ascolto
• Esercitazioni di lettura a prima vista

Strumenti e attrezzature
• Spartiti
• Testi
• Quaderni pentagrammati
• Fotocopie
• Supporti audio

Valutazione
• Ascolto settimanale dei brani assegnati
• Verifica periodica dei progressi raggiunti (con votazione)
• Valutazione finale 1° quadrimestre
• Valutazione finale

GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE

INDICATORI DESCRITTORI
Competenze musicali Lettura strumentale
Produzione del suono
Comprensione stilitica
Metodo di studio Autonomia
Autovalutazione
Abilità tecniche/musicali Capacità esecutiva
Capacità interpretativa
Lettura/esecuzione
estemporanea

Collegamenti interdisciplinari
• Musica d’insieme, Analisi Teoria e Composizione, Storia della Musica, Storia,
Storia dell’Arte, Italiano

www.edises.it
Esempio di programmazione 1 Esecuzione ed interpretazione 1 (pianoforte) 163

Strumenti compensative e misure dispensative


• Metronomo
• Tempo maggiore per la lettura e lo studio
• Verifiche programmate

C
  lasse 4°
Materia d’insegnamento: ESECUZIONE ED INTERPRETAZIONE 1 (PIANOFORTE)

Modalità di svolgimento: 1 lezione individuale/settimana (33 H/anno)

Obiettivi Specifici di Apprendimento


• Avere il controllo dell’equilibrio psico-fisico durante la performance in relazio-
ne a respirazione, percezione corporea, rilassamento, postura, coordinazione
• Essere in grado di individuare autonomamente problemi esecutivi specifici
• Applicare in maniera efficace, autonoma e consapevole le metodologie di studio
acquisite in rapporto alle proprie potenzialità e peculiarità tecniche e musicali
• Essere in grado di eseguire a memoria brani di complessità sempre crescente
• Essere in grado di correggere i propri errori con un buon grado di autonomia
• Riuscire ad avere consapevolezza, a posteriori, della propria performance, dei
suoi punti di forza e dei suoi punti di debolezza
• Essere in grado di motivare opinioni tecniche e musicali sulle esecuzioni ascol-
tate
• Padroneggiare le competenze tecnico esecutive funzionali alla esecuzione/in-
terpretazione degli aspetti morfologici, su un piano espressivo e in una prospet-
tiva storica/stilistica
• Essere in grado di eseguire con adeguata scioltezza la gran parte delle formule
idiomatiche della prassi strumentale
• Acquisire un repertorio sempre più ampio relativamente ad autori/epoche/for-
me/generi/stili
• Utilizzare consapevolmente in funzione interpretativa procedimenti analitici di
tipo morfologico/sintattico/formale/storico/stilistico
• Eseguire con adeguata scioltezza ed interpretare in maniera congrua, anche
in pubblico, brani di difficoltà e complessità crescente, dimostrando una certa
padronanza tecnica e culturale
• Consolidare la capacità di lettura a prima vista di un brano

Conoscenze
• Sapere come e quando respirare durante un’esecuzione, anche in pubblico
• Sapere come utilizzare i meccanismi di rilassamento degli arti superiori
• Sapere come e quando utilizzare determinate posture
• Possedere una conoscenza estesa dei vari problemi esecutivi
• Sapere come e quando utilizzare determinate tecniche di studio
• Comprendere gli effetti delle principali relazioni armoniche sugli aspetti espres-
sivi di un brano
• Avere una conoscenza estesa delle principali esecuzioni dei brani in programma

www.edises.it
164 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria (Pianoforte)

• Sapere come e quando utilizzare determinate posizioni di dita/mano/polso/


braccio in funzione di suono/timbro/agilità/volume del suono
• Conoscere in maniera estesa tecniche di studio specifiche per ogni tipologia di
formule idiomatiche della prassi strumentale
• Conoscere in maniera approfondita il repertorio specifico
• Conoscere, anche in pratica, le tecniche di lettura veloce di un brano

Abilità
• Essere capaci di respirare in maniera consapevole e in funzione dei risultati
esecutivi
• Utilizzare il peso del corpo a fini tecnici/espressivi
• Avere il pieno controllo della posizione del corpo durante la performance
• Essere in grado di trovare adeguati punti di rilassamento
• Avere un adeguato controllo dei movimenti delle dita
• Padroneggiare le modalità di studio più appropriate ai diversi problemi tecnici
• Saper memorizzare brani anche complessi, utilizzando tutte le tecniche acqui-
site
• Possedere un’adeguata capacità di ascolto
• Saper argomentare le proprie scelte esecutive, anche in relazione a quelle di
altre persone
• Utilizzare con padronanza e in maniera consapevole e controllata dita/mano/
polso/braccio
• Avere una certa padronanza delle tecniche di studio più adeguate alle differenti
formule idiomatiche della prassi strumentale
• Saper mantenere la concentrazione durante l’esecuzione in pubblico di brani
sempre più lunghi e complessi, anche quando vi sono elementi di distrazione e
anche in caso di errori
• Avere un pieno controllo ritmico durante qualsiasi tipo di performance
• Eseguire con un certo grado di padronanza, anche in pubblico, opere di ampio
respiro e caratterizzate da scritture pianistiche di una certa complessità
• Eseguire con adeguata padronanza tecnica/stilistica, anche in pubblico, opere
caratterizzate da differenti tipologie di scrittura pianistica
• Essere in grado di leggere a prima vista con adeguata correttezza anche brani
non elementari

Competenze
• Gestire in completa autonomia la respirazione, la percezione corporea, il rilassa-
mento, la postura e la coordinazione
• Essere in grado di gestire adeguatamente l’equilibrio psico-fisico durante una
performance
• Essere in grado di risolvere attraverso lo studio diversi problemi esecutivi, anche
di una certa complessità
• Saper valorizzare i propri punti di forza e controllare le proprie debolezze sia da
un punto di vista tecnico che espressivo
• Eseguire con scioltezza, in pubblico e a memoria, brani di una certa complessità,
di diversi stili/generi/epoche

www.edises.it
Esempio di programmazione 1 Esecuzione ed interpretazione 1 (pianoforte) 165

Obiettivi minimi
• scale maggiori e minori, a memoria, per terze e seste per moto retto a 4 ottave
• 6 studi, relativi a diversi problemi tecnici di una certa complessità, eseguiti cor-
rettamente e con adeguata velocità
• 3 invenzioni a 3 voci oppure una suite di Bach
• 1 Sonata classica
• 1 brano romantico di adeguata complessità e lunghezza
• 1 brano moderno di adeguata complessità e lunghezza
• Saper eseguire in maniera adeguata un semplice brano a prima vista

Contenuti
Tecnica
• Tutte le scale maggiori e minori per terze e seste per moto retto, 4 ottave
• Hanon – Il pianista virtuoso

Studi
• Czerny – op. 299
• Czerny – op. 740
• Cramer – 60 Studi scelti
• Pozzoli – Studi di media difficoltà

Brani polifonici
• Bach – Invenzioni a 3 voci
• Bach – Suites francesi
• Bach – Suites inglesi

Brani clavicembalistici
• Paradisi - Sonate

Brani classici
• Beethoven – Sonate
• Mozart – Sonate
• Weber - Sonate

Brani romantici e moderni


• Schumann – Waldszenen
• Schumann – Albumblatter
• Schumann – Carnaval de Vienne
• Schumann – Papillon
• Chopin – Valzer
• Chopin – Mazurche
• Chopin – Preludi
• Chopin – Improvvisi
• Schubert – Improvvisi
• Schubert – Momenti musicali
• Brahms – Intermezzi op. 117
• Liszt – Consolations

www.edises.it
166 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria (Pianoforte)

• Mendelssohn – Romanze senza parole


• Field – Notturni
• Debussy – Children’s corner
• Debussy – Deux Arabesques
• Scriabin – Preludi op. 11
• Altri brani di analoga difficoltà a scelta dell’insegnante

Lettura a prima vista


• In itinere

Tempi
• 33 H (anno scolastico) suddivise in 1H/settimana

Metodologia
• Lezioni individuali al pianoforte (esecuzione, ascolto, correzione)
• Lezioni frontali individuali
• Laboratori
• Studio assistito
• Esercizi di rilassamento, controllo della postura, respirazione
• Guide all’ascolto
• Esercitazioni di lettura a prima vista

Strumenti e attrezzature
• Spartiti
• Testi
• Quaderni pentagrammati
• Fotocopie
• Supporti audio

Valutazione
• Ascolto settimanale dei brani assegnati
• Verifica periodica dei progressi raggiunti (con votazione)
• Valutazione finale 1° quadrimestre
• Valutazione finale

GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE

INDICATORI DESCRITTORI
Competenze musicali Lettura strumentale
Produzione del suono
Comprensione stilitica
Metodo di studio Autonomia
Autovalutazione
Abilità tecniche/musicali Capacità esecutiva
Capacità interpretativa
Lettura/esecuzione
estemporanea

www.edises.it
Esempio di programmazione 1 Esecuzione ed interpretazione 1 (pianoforte) 167

Collegamenti interdisciplinari
• Musica d’insieme, Analisi Teoria e Composizione, Storia della Musica, Storia,
Storia dell’Arte, Italiano

Strumenti compensative e misure dispensative


• Metronomo
• Tempo maggiore per la lettura e lo studio
• Verifiche programmate

C
  lasse 5°
Materia d’insegnamento: ESECUZIONE ED INTERPRETAZIONE 1 (PIANOFORTE)

Modalità di svolgimento: 2 lezioni individuali/settimana (66 H/anno)

Obiettivi Specifici di Apprendimento


• Possedere le necessarie conoscenze storiche/stilistiche/critiche
• Avere un’adeguata cultura sulla letteratura pianistica
• Saper eseguire e interpretare, anche in pubblico e a memoria, brani significativi
della letteratura pianistica rappresentativi di diversi autori/epoche/forme/gene-
ri/stili fino all’età contemporanea
• Applicare tecniche adeguate allo studio e all’esecuzione del repertorio in pro-
gramma
• Motivare le proprie scelte espressive
• Essere in grado di eseguire a memoria brani di adeguata complessità e lunghez-
za
• Applicare le strategie necessarie per la lettura a prima vista di un brano, anche
non elementare
• Trasportare in altra tonalità brani elementari
• Memorizzare con adeguata sicurezza brani complessi
• Eseguire improvvisazioni non particolarmente elaborate su un tema dato
• Essere in grado di “montare” un brano non già noto, anche se non complesso, e
di eseguirlo in maniera adeguata in un tempo dato

Conoscenze
• Possedere una conoscenza storica globale ed adeguata, anche per quanto riguar-
da gli aspetti non strettamente relativi allo strumento
• Conoscere i capisaldi della letteratura solistica di riferimento
• Comprendere la poetica dei principali compositori
• Conoscere le tecniche adeguate alla risoluzione di problemi esecutivi anche
complessi
• Riconoscere e saper interpretare tutti gli aspetti morfologici del linguaggio pia-
nistico
• Conoscere in maniera adeguata la tradizione e la prassi esecutiva dello strumento
• Conoscere tutti gli aspetti dell’esecuzione mnemonica e le strategie di gestione
dell’ansia da prestazione

www.edises.it
168 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria (Pianoforte)

• Conoscere, avendole interiorizzate, le tecniche di lettura a prima vista


• Conoscere, anche se in maniera non approfondita, il setticlavio e le relazioni
armoniche
• Avere una conoscenza estesa di tutte le tecniche di memorizzazione
• Conoscere da un punto di vista teorico e pratico semplici giri armonici
• Possedere metodi di studio appropriati, anche di tipo veloce

Abilità
• Applicare le conoscenze storico/stilistiche a casi pratici
• Riprodurre ad orecchio, anche solo con la voce e anche in un’altra tonalità, i
temi dei capisaldi della letteratura pianistica
• Mettere in relazione determinati aspetti stilistici di un brano con altri dello stes-
so autore o di altri autori, sia in maniera sincronica che diacronica
• Essere in grado di risolvere problemi esecutivi anche complessi
• Saper adottare un suono/timbro/carattere/andamento appropriato al risultato
espressivo che si vuole raggiungere
• Saper collocare un brano nel giusto contesto
• Correlare le proprie scelte espressive alle caratteristiche di scrittura del brano
• Ripetere mnemonicamente un intero brano senza l’aiuto dello strumento
• Suonare un brano mnemonicamente a partire da un punto qualsiasi
• Leggere a prima vista in maniera adeguata un brano di adeguata complessità
• Leggere in una chiave diversa da quella indicata sullo spartito
• Adottare le opportune alterazioni durante il trasporto ad altra tonalità
• Saper applicare tutte le tecniche di memorizzazione
• Saper variare un tema dato
• Saper eseguire semplici giri armonici
• Selezionare gli aspetti fondamentali (melodici, armonici, morfologici, espressi-
vi) di un brano

Competenze
• Essere completamente autonomi ed efficaci nello studio, anche di problemi
complessi
• Eseguire in pubblico e a memoria brani anche complessi con padronanza sia
tecnica che espressiva
• Eseguire con adeguata padronanza brani a prima vista anche non di semplice
lettura
• Trasportare brani non eccessivamente complessi in altre tonalità
• Memorizzare con sicurezza tutti i brani da eseguire in pubblico
• Studiare velocemente brani, anche di una certa complessità

Obiettivi minimi
• scale maggiori e scale minori, a memoria, per terze e seste per moto retto e con-
trario a 4 ottave
• Arpeggi
• 2 studi relativi a diversi problemi tecnici di una certa complessità, a memoria e
con adeguata velocità

www.edises.it
Esempio di programmazione 1 Esecuzione ed interpretazione 1 (pianoforte) 169

• 1 Suite inglese oppure 2 Preludi e Fughe dal Clavicembalo ben temperato di


Bach
• 1 Sonata di Scarlatti
• 1 Sonata di Beethoven o di altro autore, di adeguata complessità
• 1 brano significativo di un compositore dell’800
• 1 brano significativo di un compositore del ‘900 o del XX° secolo
• Leggere un semplice brano a prima vista
• Trasportare un semplice brano
• Eseguire una semplice improvvisazione su tema dato in do maggiore

Contenuti
Tecnica
• Tutte le scale maggiori e minori per terze e seste per moto retto e contrario, 4
ottave
• Arpeggi
• Hanon – Il pianista virtuoso

Studi
• Czerny – op. 740
• Cramer – 60 studi scelti
• Clementi – Gradus ad Parnassum
• Studi da concerto di Chopin, Czerny, Moscheles, Rubinstein, Thalberg, Kessler,
Scriabin o altri autori, anche se di complessità non eccessiva

Brani polifonici
• Bach – Suites inglesi
• Bach – Clavicembalo ben temperato vol. 1 e 2
• Bach – Toccate
• Bach – Partite

Brani clavicembalistici
• Scarlatti – Sonate

Brani classici
• Beethoven – Sonate
• Mozart – Sonate
• Weber – Sonate

Brani romantici e moderni


• Schumann – Carnaval de Vienne
• Schumann – Papillon
• Schumann – Phantasiestucke
• Schumann – Novelletta in re maggiore
• Chopin – Valzer
• Chopin – Mazurche
• Chopin – Preludi
• Chopin – Notturni

www.edises.it
170 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria (Pianoforte)

• Chopin – Improvvisi
• Chopin – Ballate n. 1 e 3
• Chopin – Scherzo n. 1 e 3
• Chopin – Polacche
• Chopin – Berceuse
• Schubert – Improvvisi
• Schubert – Momenti musicali
• Brahms – Intermezzi op. 117, Rapsodie op. 79
• Mendelssohn –Variations Serieuses
• Mendelssohn –Scherzo e capriccio in fa diesis minore
• Mendelssohn –Rondò capriccioso
• Debussy – Jardins sous la pluie
• Debussy – Suite Bergamasque
• Ravel – Le tombeau de Couperin
• Ravel – Valse nobles et sentimentales
• Ravel – Miroirs
• Scriabin – Preludi
• Scriabin – Poemi
• Scriabin – Mazurche
• Rachmaninov – 5 pezzi op. 3
• Rachmaninov – Preludi op. 23
• Rachmaninov – Momenti musicali op. 16
• Prokofiev – Sarcasms
• Prokofiev – Visions Fugitives
• Altri brani di analoga difficoltà a scelta dell’insegnante

Lettura a prima vista


• In itinere

Tempi
• 66 H (anno scolastico) suddivise in 2H/settimana

Metodologia
• Lezioni individuali al pianoforte (esecuzione, ascolto, correzione)
• Lezioni frontali individuali
• Laboratori
• Studio assistito
• Esercizi di rilassamento, controllo della postura, respirazione
• Guide all’ascolto
• Esercitazioni di lettura a prima vista

Strumenti e attrezzature
• Spartiti
• Testi
• Quaderni pentagrammati
• Fotocopie
• Supporti audio

www.edises.it
Esempio di programmazione 1 Esecuzione ed interpretazione 1 (pianoforte) 171

Valutazione
• Ascolto settimanale dei brani assegnati
• Verifica periodica dei progressi raggiunti (con votazione)
• Valutazione finale 1° quadrimestre
• Valutazione finale

GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE

INDICATORI DESCRITTORI
Competenze musicali Lettura strumentale
Produzione del suono
Comprensione stilitica
Metodo di studio Autonomia
Autovalutazione
Abilità tecniche/musicali Capacità esecutiva
Capacità interpretativa
Lettura/esecuzione
estemporanea

Collegamenti interdisciplinari
• Musica d’insieme, Analisi Teoria e Composizione, Storia della Musica, Storia,
Storia dell’Arte, Italiano

Strumenti compensative e misure dispensative


• Metronomo
• Tempo maggiore per la lettura e lo studio
• Verifiche programmate

www.edises.it
Esempio di programmazione 2
Esecuzione ed interpretazione 2 (pianoforte)

C
  lasse 1°
Materia d’insegnamento: ESECUZIONE ED INTERPRETAZIONE 2 (PIANOFORTE)

Modalità di svolgimento: 1 lezioni individuali/settimana (33 H/anno)

Obiettivi Specifici di Apprendimento


• Acquisire consapevolezza corporea
• Acquisire consapevolezza tra gesto e produzione del suono
• Acquisire familiarità con le indicazioni di tipo morfologico
• Acquisire un metodo di studio per lo sviluppo delle tecniche strumentali di base
• Acquisire familiarità con le principali formule idiomatiche della prassi strumen-
tale
• Acquisire capacità esecutive di base
• Acquisire gradualmente un basilare repertorio di autori/epoche/forme/generi/
stili diversi
• Conoscere le caratteristiche tecniche e costruttive essenziali dello strumento e
la sua evoluzione storica

Conoscenze
• Acquisire tecniche di rilassamento e di gestione del peso di mano/braccia/corpo
• Comprendere l’importanza della postura e della posizione di mano/polso/brac-
cio
• Conoscere le differenti modalità di attacco del tasto
• Consolidare e potenziare la lettura nelle chiavi di basso e violino, anche con
diverse alterazioni
• Acquisire in teoria e in pratica concetti morfologico-musicali
• Comprendere la differenza tra melodia/armonia/polifonia
• Acquisire familiarità con la tradizione esecutiva dello strumento
• Acquisire gradualmente le tecniche per affrontare e risolvere i più comuni pro-
blemi esecutivi
• Conoscere la modalità di funzionamento dei pedali
• Conoscere gli aspetti teorici e pratici della formazione della tonalità/scala

Abilità
• Acquisire gradualmente la capacità di rilassare il corpo
• Acquisire gradualmente la capacità di gestire e spostare il peso del corpo
• Assumere la posizione corretta di mano e dita
• Saper eseguire suoni staccati, legati, portati, articolati

www.edises.it
Esempio di programmazione 2 Esecuzione ed interpretazione 2 (pianoforte) 173

• Acquisire autonomia nella lettura corretta dei brani


• Essere in grado di fraseggiare e di differenziare la musica da un punto di vista
dinamico e agogico
• Saper riconoscere, anche solo a livello generale, lo stile e il genere di un brano
e di contestualizzarlo
• Riconoscere, sotto la guida dell’insegnante, gli elementi di base della diteggia-
tura di un brano
• Essere in grado di eseguire le basilari formule idiomatiche dello strumento
• Essere in grado di utilizzare, anche solo occasionalmente, il pedale di risonanza
• Saper mantenere il controllo ritmico durante l’esecuzione di un brano

Competenze
• Saper applicare (anche con la guida dell’insegnante) le adeguate tecniche ese-
cutive a specifiche tipologie di passaggi
• Saper leggere la notazione nelle chiavi di basso e violino in maniera corretta ed
autonoma
• Saper interpretare correttamente i segni morfologici
• Eseguire semplici brani in maniera consapevole e adeguata, anche rispetto ai
diversi stili/generi/epoche

Obiettivi minimi
• 2 scale maggiori e 2 scale minori, a memoria, per moto retto a 2 ottave
• 2 studi eseguiti correttamente e con adeguata velocità
• 1 brano polifonico eseguito correttamente e con adeguata velocità
• 1 semplice brano classico
• 1 semplice brano romantico o moderno

Contenuti
Tecnica
• Scale maggiori e minori per moto retto, 2 ottave
• Hanon – Il pianista virtuoso

Studi
• Longo – Czernyana fasc. 1
• Duvernoy – op. 176
• Pozzoli – 30 studietti elementari

Brani polifonici
• Bach – brani scelti dal Quaderno di Anna Magdalena

Brani classici
• Cesi-Marciano – Antologia pianistica

Brani romantici e moderni


• Schumann/Chopin/Schubert (o altri autori) – Semplici brani
• Bartok – Mikrokosmos vol. 1

www.edises.it
174 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria (Pianoforte)

Tempi
• 33 H (anno scolastico) suddivise in 1H/settimana

Metodologia
• Lezioni individuali al pianoforte (esecuzione, ascolto, correzione)
• Lezioni frontali individuali
• Laboratori
• Studio assistito
• Esercizi di rilassamento, controllo della postura, respirazione
• Guide all’ascolto
• Esercitazioni di lettura a prima vista

Strumenti e attrezzature
• Spartiti
• Testi
• Quaderni pentagrammati
• Fotocopie
• Supporti audio

Valutazione
• Ascolto settimanale dei brani assegnati
• Verifica periodica dei progressi raggiunti (con votazione)
• Valutazione finale 1° quadrimestre
• Valutazione finale

GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE

INDICATORI DESCRITTORI
Competenze musicali Lettura strumentale
Produzione del suono
Comprensione stilitica
Metodo di studio Autonomia
Autovalutazione
Abilità tecniche/musicali Capacità esecutiva
Capacità interpretativa
Lettura/esecuzione
estemporanea

Collegamenti interdisciplinari
• Musica d’insieme, Analisi Teoria e Composizione, Storia della Musica, Storia,
Storia dell’Arte, Italiano

Strumenti compensative e misure dispensative


• Metronomo
• Tempo maggiore per la lettura e lo studio
• Verifiche programmate

www.edises.it
Esempio di programmazione 2 Esecuzione ed interpretazione 2 (pianoforte) 175

C
  lasse 2°
Materia d’insegnamento: ESECUZIONE ED INTERPRETAZIONE 2 (PIANOFORTE)

Modalità di svolgimento. 1 lezioni individuali/settimana (33 H/anno)

Obiettivi Specifici di Apprendimento


• Migliorare la consapevolezza corporea
• Migliorare la consapevolezza tra gesto e produzione del suono
• Rispettare le indicazioni di tipo morfologico
• Potenziare il metodo di studio per lo sviluppo delle tecniche strumentali
• Eseguire correttamente le principali formule idiomatiche della prassi strumen-
tale
• Migliorare le capacità esecutive
• Ampliare il repertorio di autori/epoche/forme/generi/stili diversi
• Essere in grado di eseguire a memoria semplici brani
• Acquisire capacità di lettura a prima vista un brano
• Conoscere le caratteristiche tecniche e costruttive dello strumento e la sua evo-
luzione storica

Conoscenze
• Sviluppare le tecniche di rilassamento e di gestione del peso di mano/braccia/
corpo
• Conoscere gli effetti della postura e della posizione di mano/polso/braccio
• Conoscere le differenti modalità di attacco del tasto e il loro effetto sul suono
• Potenziare ulteriormente la lettura nelle chiavi di basso e violino, anche con
diverse alterazioni
• Ampliare la conoscenza teorica e pratica dei concetti morfologico-musicali
• Conoscere i concetti di melodia/armonia/polifonia
• Consolidare la familiarità con la tradizione esecutiva dello strumento
• Consolidare le tecniche per affrontare e risolvere i più comuni problemi esecu-
tivi
• Sapere come si utilizzano i pedali nelle situazioni più comuni
• Consolidare la conoscenza teorica e pratica della formazione della tonalità/scala
• Acquisire le tecniche di memorizzazione di base
• Acquisire gli elementi fondamentali delle tecniche di lettura a prima vista

Abilità
• Migliorare la capacità di rilassare il corpo
• Saper gestire e spostare con maggiore consapevolezza il peso del corpo
• Migliorare la posizione di mano e dita nelle diverse situazioni
• Eseguire adeguatamente suoni staccati, legati, portati, articolati
• Acquisire una sempre maggiore autonomia nella lettura corretta dei brani
• Fraseggiare e differenziare la musica in maniera adeguata da un punto di vista
dinamico, agogico e timbrico
• Saper interpretare un semplice brano in maniera congrua con lo stile, il genere,
l’epoca

www.edises.it
176 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria (Pianoforte)

• Essere in grado di diteggiare, anche con il supporto dell’insegnante, le parti più


semplici di un brano
• Essere in grado con sempre maggiore scioltezza di eseguire le basilari formule
idiomatiche dello strumento
• Essere in grado di utilizzare i pedali in maniera adeguata
• Saper mantenere il controllo ritmico durante l’esecuzione di un brano
• Essere in grado di memorizzare semplici spartiti
• Essere in grado di individuare la melodia e il basso di un semplice brano

Competenze
• Saper applicare con crescente autonomia le adeguate tecniche esecutive a speci-
fiche tipologie di passaggi
• Saper leggere la notazione nelle chiavi di basso e violino in maniera totalmente
autonoma
• Saper interpretare in maniera adeguata i segni morfologici
• Eseguire semplici brani in maniera consapevole e adeguata, anche rispetto ai
diversi stili/generi/epoche ed anche in pubblico
• Eseguire semplici brani a memoria
• Eseguire brani elementari a prima vista

Obiettivi minimi
• Tutte le scale maggiori e minori, a memoria, per moto retto a 2 ottave
• 3 studi eseguiti correttamente e con adeguata velocità
• 2 brani polifonici eseguiti correttamente e con adeguata velocità
• 1 tempo di Sonatina classica
• 2 brani di epoca e stili diversi

Contenuti
Tecnica
• Scale maggiori e minori per moto retto, 2 ottave
• Hanon – Il pianista virtuoso

Studi
• Longo – Czerny op. 599
• Duvernoy – op. 176
• Pozzoli – 30 studietti elementari

Brani polifonici
• Bach – brani scelti dal Quaderno di Anna Magdalena
• Bach – Piccoli preludi e fughette

Brani classici
• Cesi-Marciano – Antologia pianistica
• Diabelli – Sonatine
• Clementi – Sonatine
• Kuhlau – Sonatine

www.edises.it
Esempio di programmazione 2 Esecuzione ed interpretazione 2 (pianoforte) 177

Brani romantici e moderni


• Schumann – Album per la gioventù
• Chopin/Schubert (o altri autori) – Semplici brani
• Kaciaturian – Album per fanciulli
• Kabalievsky – Pezzi per fanciulli
• Bartok – Mikrokosmos vol. 1 e 2

Tempi
• 33 H (anno scolastico) suddivise in 1H/settimana

Metodologia
• Lezioni individuali al pianoforte (esecuzione, ascolto, correzione)
• Lezioni frontali individuali
• Laboratori
• Studio assistito
• Esercizi di rilassamento, controllo della postura, respirazione
• Guide all’ascolto
• Esercitazioni di lettura a prima vista

Strumenti e attrezzature
• Spartiti
• Testi
• Quaderni pentagrammati
• Fotocopie
• Supporti audio

Valutazione
• Ascolto settimanale dei brani assegnati
• Verifica periodica dei progressi raggiunti (con votazione)
• Valutazione finale 1° quadrimestre
• Valutazione finale

GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE

INDICATORI DESCRITTORI
Competenze musicali Lettura strumentale
Produzione del suono
Comprensione stilitica
Metodo di studio Autonomia
Autovalutazione
Abilità tecniche/musicali Capacità esecutiva
Capacità interpretativa
Lettura/esecuzione
estemporanea

www.edises.it
178 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria (Pianoforte)

Collegamenti interdisciplinari
• Musica d’insieme, Analisi Teoria e Composizione, Storia della Musica, Storia,
Storia dell’Arte, Italiano

Strumenti compensative e misure dispensative


• Metronomo
• Tempo maggiore per la lettura e lo studio
• Verifiche programmate

C
  lasse 3°
Materia d’insegnamento: ESECUZIONE ED INTERPRETAZIONE 2 (PIANOFORTE)

Modalità di svolgimento: 1 lezioni individuali/settimana (33 H/anno)

Obiettivi Specifici di Apprendimento


• Consolidare la consapevolezza corporea
• Controllare il rapporto tra gesto e produzione del suono
• Saper interpretare in modo adeguato le indicazioni di tipo morfologico
• Acquisire un metodo di studio adeguato alle normali situazioni tipiche della
pratica strumentale
• Eseguire con scioltezza le principali formule idiomatiche della prassi strumen-
tale
• Acquisire gradualmente le competenze tecnico esecutive funzionali alla esecu-
zione/interpretazione degli aspetti morfologici, su un piano espressivo e in una
prospettiva storica/stilistica
• Utilizzare semplici procedimenti analitici in funzione esecutiva/interpretativa/
espressiva
• Acquisire adeguate e consapevoli capacità esecutive
• Ampliare il repertorio di autori/epoche/forme/generi/stili diversi
• Essere in grado di eseguire a memoria brani adeguati al livello di preparazione
• Potenziare la capacità di lettura a prima vista un brano

Conoscenze
• Approfondire le tecniche di rilassamento e di gestione del peso di mano/brac-
cia/corpo
• Conoscere con sempre maggiore completezza gli effetti della postura e della
posizione di mano/polso/braccio
• Ampliare la conoscenza delle modalità di attacco del tasto e del loro effetto sul
suono
• Potenziare ulteriormente la lettura nelle chiavi di basso e violino, anche con
numerose alterazioni
• Interiorizzare in teoria e in pratica i concetti morfologico-musicali
• Distinguere tra melodia/armonia/polifonia
• Consolidare la conoscenza della tradizione esecutiva dello strumento
• Approfondire le tecniche per affrontare e risolvere specifici problemi esecutivi

www.edises.it
Esempio di programmazione 2 Esecuzione ed interpretazione 2 (pianoforte) 179

• Riconoscere la funzione espressiva degli elementi formali e sintattici del testo


musicale
• Sapere come si utilizzano i pedali in ogni situazione
• Interiorizzare la conoscenza teorica e pratica della formazione della tonalità/
scala
• Approfondire le tecniche di memorizzazione
• Riconoscere gli elementi essenziali, da un punto di vista armonico e melodico,
di un brano da leggere a prima vista

Abilità
• Essere in grado di rilassare il corpo
• Saper utilizzare il peso del corpo
• Utilizzare la posizione corretta di mano e dita nelle diverse situazioni
• Eseguire con scioltezza suoni staccati, legati, portati, articolati
• Essere autonomi nella lettura corretta dei brani
• Fraseggiare e differenziare la musica in maniera sempre più adeguata da un
punto di vista dinamico, agogico, timbrico e ritmico
• Utilizzare gli elementi fondamentali della scrittura a fini espressivi
• Saper interpretare un brano in maniera adeguata con lo stile, il genere, l’epoca
• Individuare i problemi tecnico-esecutivi per studiarli isolatamente
• Utilizzare le varianti di studio
• Potenziare la capacità di eseguire scale, arpeggi, trilli, abbellimenti, note ribat-
tute, accordi e salti
• Utilizzare correttamente e opportunamente i pedali
• Saper gestire il controllo ritmico durante l’esecuzione di un brano
• Riconoscere la tonalità di un brano e saper creare una scala
• Essere in grado di memorizzare spartiti sempre più lunghi e complessi
• Essere in grado di selezionare i principali elementi formali di un semplice brano

Competenze
• Avere padronanza crescente del proprio equilibrio psico-fisico
• Avere un controllo crescente della posizione e dei movimenti di dita/mano/pol-
so/braccio
• Essere sostanzialmente autonomi nello studio delle specifiche tipologie di pas-
saggi tecnici
• Essere sufficientemente competenti nella lettura di spartiti anche non semplici
• Saper interpretare in maniera sempre più adeguata i segni morfologici
• Eseguire brani di difficoltà crescente in maniera consapevole e adeguata, anche
rispetto ai diversi stili/generi/epoche ed anche in pubblico
• Eseguire brani di difficoltà crescente a memoria
• Eseguire brani a prima vista con scioltezza crescente

Obiettivi minimi
• Tutte le scale maggiori e minori, a memoria, per moto retto a 4 ottave
• 3 studi eseguiti correttamente e con adeguata velocità
• 3 brani polifonici di carattere diverso eseguiti correttamente e con adeguata
velocità

www.edises.it
180 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria (Pianoforte)

• 1 Sonatina classica o una semplice Sonata


• 2 brani di epoca e stili diversi

Contenuti
Tecnica
• Scale maggiori e minori per moto retto, 4 ottave
• Hanon – Il pianista virtuoso

Studi
• Czerny op. 299
• Duvernoy – op. 120
• Pozzoli – 24 studi di facile meccanismo
• Heller – op. 47

Brani polifonici
• Bach – Invenzioni a 2 voci

Brani clavicembalistici
• Semplici brani dal repertorio italiano

Brani classici
• Beethoven – Sonatine
• Mozart – Sonatine
• Clementi – Sonate
• Haydn – Sonata Do magg. Hob. XVI/1
• Mozart – Sonata Do magg. K545

Brani romantici e moderni


• Schumann – Album per la gioventù
• Schumann – Scene infantili
• Chopin/Schubert - Semplici brani
• Grieg – Pezzi Lirici
• Casella – Pezzi infantili
• Prokofiev – Musique d’enfants

Tempi
• 33 H (anno scolastico) suddivise in 1H/settimana

Metodologia
• Lezioni individuali al pianoforte (esecuzione, ascolto, correzione)
• Lezioni frontali individuali
• Laboratori
• Studio assistito
• Esercizi di rilassamento, controllo della postura, respirazione
• Guide all’ascolto
• Esercitazioni di lettura a prima vista

www.edises.it
Esempio di programmazione 2 Esecuzione ed interpretazione 2 (pianoforte) 181

Strumenti e attrezzature
• Spartiti
• Testi
• Quaderni pentagrammati
• Fotocopie
• Supporti audio

Valutazione
• Ascolto settimanale dei brani assegnati
• Verifica periodica dei progressi raggiunti (con votazione)
• Valutazione finale 1° quadrimestre
• Valutazione finale

GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE

INDICATORI DESCRITTORI
Competenze musicali Lettura strumentale
Produzione del suono
Comprensione stilitica
Metodo di studio Autonomia
Autovalutazione
Abilità tecniche/musicali Capacità esecutiva
Capacità interpretativa
Lettura/esecuzione
estemporanea

Collegamenti interdisciplinari
• Musica d’insieme, Analisi Teoria e Composizione, Storia della Musica, Storia,
Storia dell’Arte, Italiano

Strumenti compensative e misure dispensative


• Metronomo
• Tempo maggiore per la lettura e lo studio
• Verifiche programmate

C
  lasse 4°
Materia d’insegnamento: ESECUZIONE ED INTERPRETAZIONE 2 (PIANOFORTE)

Modalità di svolgimento: 1 lezioni individuali/settimana (33 H/anno)

Obiettivi Specifici di Apprendimento


• Mantenere un adeguato equilibrio psico-fisico anche durante l’esecuzione in
pubblico
• Avere sostanziale padronanza del rapporto tra gesto e produzione del suono

www.edises.it
182 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria (Pianoforte)

• Saper interpretare in modo consapevole le indicazioni di tipo morfologico


• Possedere un metodo di studio adeguato alla gran parte delle situazioni tipiche
della pratica strumentale
• Eseguire con sicurezza le principali formule idiomatiche della prassi strumen-
tale
• Possedere le competenze tecnico esecutive di base funzionali alla esecuzione/
interpretazione degli aspetti morfologici, su un piano espressivo e in una pro-
spettiva storica/stilistica
• Utilizzare con autonomia semplici procedimenti analitici in funzione esecutiva/
interpretativa/espressiva
• Possedere adeguate e consapevoli capacità esecutive
• Possedere un adeguato repertorio di autori/epoche/forme/generi/stili diversi
• Essere in grado di eseguire a memoria con una certa sicurezza brani adeguati al
livello di preparazione
• Essere in grado di leggere a prima vista un brano non complesso

Conoscenze
• Avere un’adeguata conoscenza delle tecniche di rilassamento e di gestione del
peso di mano/braccia/corpo
• Conoscere in maniera estesa gli effetti della postura e della posizione di mano/
polso/braccio
• Sapere come produrre un determinato tipo di suono
• Saper leggere con scioltezza nelle chiavi di basso e violino, anche con alterazioni
• Avere piena consapevolezza dei concetti morfologico-musicali
• Riconoscere le principali relazioni armoniche all’interno di un brano tonale
• Avere un’adeguata conoscenza della tradizione esecutiva dello strumento
• Conoscere in maniera completa le principali tecniche per affrontare e risolvere
specifici problemi esecutivi
• Avere una buona consapevolezza della funzione espressiva degli elementi forma-
li e sintattici del testo musicale
• Possedere una conoscenza completa dell’uso dei pedali
• Conoscere con sicurezza i meccanismi di formazione della tonalità/scala
• Conoscere in maniera adeguata le principali tecniche di memorizzazione
• Conoscere in maniera adeguata le tecniche di lettura a prima vista

Abilità
• Essere in grado di rilassare il corpo, anche durante l’esecuzione in pubblico
• Controllare il peso del corpo
• Posizionare sempre ed in maniera autonoma mano e dita nelle diverse situazioni
• Eseguire con sicurezza suoni staccati, legati, portati, articolati
• Essere autonomi nella lettura corretta dei brani, anche non semplici
• Fraseggiare e differenziare la musica in maniera consapevole e personale da un
punto di vista dinamico, agogico, timbrico e ritmico
• Utilizzare in maniera consapevole gli elementi fondamentali della scrittura a fini
espressivi
• Saper interpretare autonomamente un brano in maniera adeguata allo stile, al
genere, all’epoca

www.edises.it
Esempio di programmazione 2 Esecuzione ed interpretazione 2 (pianoforte) 183

• Risolvere i principali problemi tecnico-esecutivi con lo studio per sezioni


• Utilizzare in maniera autonoma le varianti di studio
• Essere in grado di eseguire scale, arpeggi, trilli, abbellimenti, note ribattute,
accordi e salti con un certo grado di scioltezza
• Utilizzare i pedali in maniera del tutto autonoma e corretta
• Avere il pieno controllo ritmico durante l’esecuzione di un brano, anche in pub-
blico
• Essere in grado di eseguire accordi nelle diverse tonalità
• Essere in grado di memorizzare con sicurezza spartiti sempre più lunghi e com-
plessi
• Essere in grado di selezionare gli elementi più utili durante la lettura a prima
vista

Competenze
• Possedere una padronanza adeguata del proprio equilibrio psico-fisico
• Utilizzare a fini esecutivi/espressivi la posizione e i movimenti di dita/mano/
polso/braccio
• Studiare in totale autonomia anche specifiche tipologie di passaggi tecnici
• Interpretare con scioltezza spartiti anche non semplici
• Interpretare in maniera consapevole e adeguata i segni morfologici
• Eseguire brani di difficoltà adeguata in maniera consapevole e nel pieno rispet-
to dei diversi stili/generi/epoche ed anche in pubblico
• Dimostrare sicurezza nella memorizzazione di brani anche di una certa lunghez-
za e complessità
• Eseguire semplici brani a prima vista con scioltezza, con un buon grado di cor-
rettezza e rendendone esplicito il senso generale

Obiettivi minimi
• Tutte le scale maggiori e minori, a memoria, per moto retto e contrario a 4 ottave
• 3 studi, relativi a diversi problemi tecnici, eseguiti correttamente e con adeguata
velocità
• 3 brani polifonici di carattere diverso, di cui almeno 1 a 3 voci, eseguiti corretta-
mente e con adeguata velocità
• 1 Sonata di Haydn, Clementi o Mozart
• 2 brani di epoca e stili diversi

Contenuti
Tecnica
• Scale maggiori e minori per moto retto e contrario, 2 ottave
• Hanon – Il pianista virtuoso

Studi
• Czerny – op. 299
• Duvernoy – op. 120
• Pozzoli – Studi di media difficoltà
• Heller – op. 46
• Heller – op. 45

www.edises.it
184 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria (Pianoforte)

• Cramer – 60 studi scelti

Brani polifonici
• Bach – Invenzioni a 3 voci
• Bach – Suites francesi

Brani clavicembalistici
• Brani tratti dal repertorio clavicembalistico italiano

Brani classici
• Mozart – Sonate
• Clementi – Sonate
• Haydn – Sonate
• Beethoven - Sonate

Brani romantici e moderni


• Schumann – Scene infantili
• Chopin – Valzer
• Chopin – Mazurche
• Chopin – Preludi
• Field – Notturni
• Prokofiev – Musique d’enfants
• Debussy – Children’s corner
• Altri brani di analoga difficoltà a scelta dell’insegnante

Tempi
• 33 H (anno scolastico) suddivise in 1H/settimana

Metodologia
• Lezioni individuali al pianoforte (esecuzione, ascolto, correzione)
• Lezioni frontali individuali
• Laboratori
• Studio assistito
• Esercizi di rilassamento, controllo della postura, respirazione
• Guide all’ascolto
• Esercitazioni di lettura a prima vista

Strumenti e attrezzature
• Spartiti
• Testi
• Quaderni pentagrammati
• Fotocopie
• Supporti audio

Valutazione
• Ascolto settimanale dei brani assegnati
• Verifica periodica dei progressi raggiunti (con votazione)

www.edises.it
Esempio di programmazione 2 Esecuzione ed interpretazione 2 (pianoforte) 185

• Valutazione finale 1° quadrimestre


• Valutazione finale

GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE

INDICATORI DESCRITTORI
Competenze musicali Lettura strumentale
Produzione del suono
Comprensione stilitica
Metodo di studio Autonomia
Autovalutazione
Abilità tecniche/musicali Capacità esecutiva
Capacità interpretativa
Lettura/esecuzione
estemporanea

Collegamenti interdisciplinari
• Musica d’insieme, Analisi Teoria e Composizione, Storia della Musica, Storia,
Storia dell’Arte, Italiano

Strumenti compensative e misure dispensative


• Metronomo
• Tempo maggiore per la lettura e lo studio
• Verifiche programmate

www.edises.it
Esempio di programmazione 3
Musica d’insieme

1° biennio
Materia d’insegnamento: MUSICA D’INSIEME

Modalità di svolgimento: 2 lezioni/settimana (66 H/anno)

Obiettivi Specifici di Apprendimento


• Acquisire i principi dell’emissione vocale
• Suonare con altri strumentisti/cantanti in maniera sincronica e sintonica
• Decodificare la notazione in partitura
• Acquisire le tecniche funzionali alla lettura a prima vista e all’esecuzione estem-
poranea
• Utilizzare semplici procedimenti analitici del repertorio studiato
• Eseguire e interpretare semplici brani d’insieme (vocali e strumentali)
• Seguire in modo appropriato le indicazioni verbali e gestuali del direttore

Conoscenze
• Conoscere le tecniche essenziali dell’emissione vocale
• Conoscere gli effetti della respirazione sull’emissione vocale
• Acquisire consapevolezza del ritmo e dell’intonazione in relazione ad altri ese-
cutori
• Conoscere le caratteristiche strutturali della partitura
• Riconoscere formule armoniche, melodiche, ritmiche funzionali alla lettura a
prima vista
• Conoscere le strutture dei brani studiati
• Conoscere le tecniche di base dell’esecuzione d’insieme
• Riconoscere i segni gestuali e comprendere le indicazioni del direttore

Abilità
• Intonare una melodia con la voce
• Avere un buon controllo timbrico e dinamico
• Respirare in maniera appropriata
• Ascoltare se stessi e gli altri
• Rispettare il ritmo ed avere un’intonazione adeguata
• Saper leggere in partitura
• Saper individuare gli elementi fondamentali, a livello formale, di un brano
• Analizzare a livello generale un brano
• Applicare le adeguate tecniche di studio da soli e in gruppo

www.edises.it
Esempio di programmazione 3 Musica d’insieme 187

• Eseguire tutti gli elementi di un brano, sia strutturali che morfologici, in manie-
ra adeguata, anche in relazione agli altri esecutori
• Seguire i segni gestuali e le indicazioni del direttore

Competenze
• Essere intonati nel canto
• Produrre un suono adeguato da un punto di vista timbrico e dinamico
• Controllare la respirazione a fini esecutivi
• Controllare l’intonazione dello strumento
• Controllare la propria esecuzione, anche in rapporto a quella degli altri
• Eseguire in maniera corretta quanto scritto in partitura
• Rispettare almeno gli elementi fondamentali di un brano nell’esecuzione a pri-
ma vista e estemporanea
• Essere consapevoli della struttura dei brani studiati
• Essere in grado di studiare correttamente la propria parte e di studiare colletti-
vamente il brano
• Saper interpretare correttamente tutti gli elementi di un brano, sia strutturali
che morfologici, in relazione agli altri esecutori
• Realizzare il pensiero musicale del direttore

Obiettivi minimi (per ogni A. S.)


• 1 brano in monodia accompagnata di difficoltà adeguata al livello
• 1 brano corale omoritmico di difficoltà adeguata al livello
• 1 brano corale polifonico di difficoltà adeguata al livello (2° anno)
• 1 brano in formazione con strumenti dello stesso genere o della stessa famiglia
• 1 brano per ensemble misto
• Lettura a prima vista di 1 semplice brano in monodia accompagnata
• Lettura a prima vista di 1 semplice brano corale omoritmico

Contenuti
Tecnica
• Esercizi di tecnica vocale
• Esercizi di respirazione
• Esercizi di lettura della partitura
• Esercizi di lettura a prima vista

Repertorio corale
• Azzaioli – Ben staga tutta questa bella brigada
• Mozart – Ave verum corpus
• Schubert – Credo dalla Messa in sol maggiore
• Jenkins – Adiemus
• Pourcel – I will follow him

Repertorio strumentale
• Brani in monodia accompagnata tratti dal repertorio degli specifici strumenti
o adattati

www.edises.it
188 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria (Pianoforte)

• Brani per formazioni miste tratti dal repertorio degli specifici strumenti o adat-
tati

Tempi
• 66 H (anno scolastico) suddivise in 2H/settimana
Metodologia
• Lezioni collettive
• Laboratori
• Studio assistito
• Guide all’ascolto
• Esercitazioni di lettura a prima vista

Strumenti e attrezzature
• Partiture
• Testi
• Fotocopie
• Supporti audio

Valutazione
• Osservazione del lavoro svolto in classe
• Verifica periodica dei risultati raggiunti (con votazione)
• Valutazione finale 1° quadrimestre
• Valutazione finale

GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE

INDICATORI DESCRITTORI
Competenze musicali Lettura vocale e strumentale
Produzione del suono
Comprensione stilitica
Metodo di studio Autonomia
Autovalutazione
Abilità tecniche/musicali Capacità esecutiva
Capacità interpretativa
Lettura/esecuzione
estemporanea

Collegamenti interdisciplinari
• Esecuzione e interpretazione, Analisi Teoria e Composizione, Storia della Musi-
ca, Storia, Storia dell’Arte, Italiano

Strumenti compensative e misure dispensative


• Metronomo
• Tempo maggiore per la lettura e lo studio delle parti
• Verifiche programmate

www.edises.it
Esempio di programmazione 3 Musica d’insieme 189

2  ° biennio
Materia d’insegnamento: MUSICA D’INSIEME

Modalità di svolgimento: 3 ore/settimana (99 H/anno)

Obiettivi Specifici di Apprendimento


• Padroneggiare i principi dell’emissione vocale
• Suonare con scioltezza insieme ad altri strumentisti/cantanti
• Padroneggiare le tecniche funzionali alla lettura a prima vista e all’esecuzione
estemporanea
• Possedere un metodo di studio adeguato
• Utilizzare procedimenti analitici del repertorio studiato, sia da un punto di vista
strutturale che morfologico
• Eseguire e interpretare brani d’insieme (vocali e strumentali) di adeguata com-
plessità di autori/epoche/forme/generi/stili diversi
• Potenziare le competenze tecnico esecutive funzionali alla esecuzione/interpre-
tazione in una prospettiva storica/stilistica

Conoscenze
• Conoscere in maniera estesa le tecniche dell’emissione vocale
• Consolidare la conoscenza degli effetti della respirazione sull’emissione vocale
• Conoscere le modalità di gestione del ritmo e dell’intonazione in relazione ad
altri esecutori
• Riconoscere con immediatezza formule armoniche, melodiche, ritmiche funzio-
nali alla lettura a prima vista
• Conoscere i principi della concertazione e dello studio collettivo
• Riconoscere la funzione espressiva degli elementi formali e sintattici del testo
musicale
• Conoscere in maniera approfondite le tecniche dell’esecuzione d’insieme
• Consolidare la conoscenza del repertorio e delle formule musicali caratteristi-
che di diversi periodi e tradizioni musicali

Abilità
• Intonare precisamente con la voce anche gli intervalli ampi
• Avere il controllo del timbro e della dinamica
• Respirare in maniera funzionale all’esecuzione
• Valutare se stessi e gli altri
• Gestire il ritmo ed avere un’intonazione precisa
• Saper utilizzare con scioltezza le formule idiomatiche musicali per la lettura a
prima vista
• Applicare in maniera consapevole le adeguate tecniche di studio da soli e in
gruppo
• Saper utilizzare a fini espressivi gli elementi formali e sintattici di un brano in
maniera unitaria con il resto del gruppo
• Applicare con sicurezza le tecniche d’esecuzione d’insieme
• Collocare un brano nel giusto contesto rispetto a epoca/forma/genere/stile

www.edises.it
190 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria (Pianoforte)

Competenze
• Essere intonati nell’esecuzione canora
• Gestire con padronanza il timbro e la dinamica durante l’esecuzione
• Controllare la respirazione a fini espressivi
• Essere intonati nell’esecuzione strumentale
• Essere consapevoli della propria esecuzione, anche e soprattutto in rapporto a
quella degli altri
• Essere precisi ritmicamente
• Eseguire con buon grado di completezza e di correttezza gli elementi fondamen-
tali di un brano nell’esecuzione a prima vista e estemporanea
• Essere autonomi nello studio individuale e in quello collettivo
• Saper interpretare tutti gli elementi di un brano in maniera adeguata all’esecu-
zione collettiva
• Suonare insieme agli altri con adeguata precisione ritmica, musicale, formale,
espressiva
• Eseguire un brano collettivamente in maniera appropriata a epoca/forma/ge-
nere/stile

Obiettivi minimi (per ogni A. S.)


• 1 brano in monodia accompagnata di difficoltà adeguata al livello
• 2 brani corali di diverso carattere e di difficoltà adeguata al livello
• 1 brano in formazione con strumenti dello stesso genere o della stessa famiglia
• 1 brano per ensemble misto
• Lettura a prima vista di 1 brano in monodia accompagnata
• Lettura a prima vista di 1 brano corale omoritmico

Contenuti
Tecnica
• Esercizi di tecnica vocale
• Esercizi di respirazione
• Esercizi di lettura della partitura
• Esercizi di lettura a prima vista

Repertorio corale
• Banchieri – Intermedio de Solfanari
• Buxtehude – In te domine speravi
• Mozart – Venerabilis barba
• Franck – Panis Angelicus
• Hawkins – Oh happy day

Repertorio strumentale
• Brani in monodia accompagnata tratti dal repertorio degli specifici strumenti
o adattati
• Brani per formazioni miste tratti dal repertorio degli specifici strumenti o adat-
tati

www.edises.it
Esempio di programmazione 3 Musica d’insieme 191

Tempi
• 66 H (anno scolastico) suddivise in 2H/settimana

Metodologia
• Lezioni collettive
• Laboratori
• Studio assistito
• Guide all’ascolto
• Esercitazioni di lettura a prima vista

Strumenti e attrezzature
• Partiture
• Testi
• Fotocopie
• Supporti audio

Valutazione
• Osservazione del lavoro svolto in classe
• Verifica periodica dei risultati raggiunti (con votazione)
• Valutazione finale 1° quadrimestre
• Valutazione finale

GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE

INDICATORI DESCRITTORI
Competenze musicali Lettura vocale e strumentale
Produzione del suono
Comprensione stilitica
Metodo di studio Autonomia
Autovalutazione
Abilità tecniche/musicali Capacità esecutiva
Capacità interpretativa
Lettura/esecuzione
estemporanea

Collegamenti interdisciplinari
• Esecuzione e interpretazione, Analisi Teoria e Composizione, Storia della Musi-
ca, Storia, Storia dell’Arte, Italiano

Strumenti compensative e misure dispensative


• Metronomo
• Tempo maggiore per la lettura e lo studio delle parti
• Verifiche programmate

www.edises.it
192 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria (Pianoforte)

5  ° anno
Materia d’insegnamento: MUSICA D’INSIEME

Modalità di svolgimento: 3 H/settimana (99 H/anno)

Obiettivi Specifici di Apprendimento


• Gestire e condurre un ensemble
• Contestualizzare un brano d’insieme in una prospettiva storica/stilistica
• Essere in grado di studiare un brano, individualmente e collettivamente, in ma-
niera completamente autonoma per l’esecuzione in pubblico
• Essere in grado di concertare un brano d’insieme per organici ridotti
• Eseguire e interpretare brani d’insieme (vocali e strumentali) anche complessi
di autori/epoche/forme/generi/stili diversi

Conoscenze
• Conoscere le tecniche essenziali di direzione
• Conoscere in maniera estesa le caratteristiche di diversi autori/epoche/forme/
generi/stili
• Conoscere in maniera approfondita le tecniche e le modalità di studio individua-
le e collettivo per la preparazione di un brano d’insieme da eseguire in pubblico
• Conoscere almeno a livello generale le caratteristiche di un gran numero di
strumenti, e in particolare quelle tecnico-costruttive e timbriche
• Conoscere gli aspetti morfologici, armonici, melodici, espressivi dei brani in fase
di studio, relativamente a tutti gli strumenti dell’ensemble
• Conoscere le modalità di concertazione
• Conoscere in maniera estesa il repertorio di riferimento

Abilità
• Essere in grado di dirigere un ensemble
• Valorizzare da un punto di vista espressivo le caratteristiche di un brano
• Studiare in vario modo e con accuratezza i brani, anche adeguandosi agli altri
• Individuare gli aspetti musicali di un brano in relazione alle caratteristiche tec-
nico-costruttive e timbriche degli strumenti in organico
• Curare tutti gli aspetti morfologici del brano da eseguire, creando un adeguato
impasto sonoro
• Eseguire un brano d’insieme in maniera adeguata a epoca/forma/genere/stile

Competenze
• Effettuare scelte musicali, tecniche, espressive in autonomia
• Interpretare un brano in maniera idonea
• Realizzare un prodotto musicale di qualità
• Valorizzare i singoli componenti e l’intero gruppo nell’esecuzione di un brano
• Coordinare l’esecuzione
• Realizzare il pensiero musicale del compositore

www.edises.it
Esempio di programmazione 3 Musica d’insieme 193

Obiettivi minimi (per ogni A. S.)


• 1 importante brano in monodia accompagnata
• 2 importanti brani corali di carattere diverso
• 1 importante brano in formazione con strumenti dello stesso genere o della
stessa famiglia
• 1 importante brano per ensemble misto

Contenuti
Tecnica
• Analisi della partitura
• Esercizi di esplorazione della partitura
• Esercizi di memorizzazione della partitura

Repertorio corale
• Janequin – Le chant des oyseaux
• Palestrina – Adoramus te Christe
• Haendel – Halleluja, Amen (Messia)
• Rossini – Agnus dei (Petite messe solemnelle)
• Hindemit – 6 Chansons

Repertorio strumentale
• Brani in monodia accompagnata tratti dal repertorio degli specifici strumenti
o adattati
• Brani per formazioni miste tratti dal repertorio degli specifici strumenti o adat-
tati

Tempi
• 99 H (anno scolastico) suddivise in 3H/settimana

Metodologia
• Lezioni collettive
• Laboratori
• Studio assistito
• Guide all’ascolto
• Esercitazioni

Strumenti e attrezzature
• Partiture
• Testi
• Fotocopie
• Supporti audio

Valutazione
• Osservazione del lavoro svolto in classe
• Verifica periodica dei risultati raggiunti (con votazione)
• Valutazione finale 1° quadrimestre
• Valutazione finale

www.edises.it
194 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria (Pianoforte)

GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE

INDICATORI DESCRITTORI
Competenze musicali Lettura vocale e strumentale
Produzione del suono
Comprensione stilitica
Metodo di studio Autonomia
Autovalutazione
Abilità tecniche/musicali Capacità esecutiva
Capacità interpretativa
Lettura/esecuzione
estemporanea

Collegamenti interdisciplinari
• Esecuzione e interpretazione, Analisi Teoria e Composizione, Storia della Musi-
ca, Storia, Storia dell’Arte, Italiano

Strumenti compensative e misure dispensative


• Metronomo
• Tempo maggiore per la lettura e lo studio delle parti
• Verifiche programmate

www.edises.it

Potrebbero piacerti anche